Issuu on Google+

Blog: Notizie dal VULTURE - il cuore della Basilicata

Sommario 19 Aprile 2013 SiderurgikaTv Guida TV Parigi. Albe dentro l’imbrunire di A. Lostaglio ed altre sacralità lucane Manifesto per il Cinema in Basilicata A Matera incontro tra musei Guggenheim e Musma Proroga termini Bando GAL Sviluppo Vulture Alto Bradano Rionero. Laboratorio Labimclò Lega Ambiente. Volontari Naturalmente In Rete La nostra salvezza è l’Istituzione del Parco naturale regionale del Vulture Verona. Importante Riconoscimento All’enologo Fabio Mecca Di Barile 150 anni, Domani a Sant'Angelo d.L. Rionero. Seconda Edizione Club San Marco Premia Csail-Indignati: Non Crediamo Alla Tesi Dei “Cerchi Concentrici” Viaggio al Cuore della Vita. Il Viaggio Che Hai Sempre Sognato Ripacandida. “Adeguamento del Municipio per la realizzazione di un Centro Diurno Intergenerazionale” Comunicato Associazione Lucana Assistenza Diabetici Sport

VULTURE MAGAZINE

1


EVENTI VULTURE E BASILICATA

Rionero: Incontro Movimento 5 Stelle con i nuovi Meetups http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero Eventi 2013

Rionero - Premiazione Comunicare il Paesaggio http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero Eventi 2013

Rionero – Premio Letterario

Filiano: "Lacrime di Storia" La Shoah e i bambini

http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero Eventi 2013

http://www.siderurgikatv.com/search/label/Filiano Eventi 2013

Lavello - Sfilata di Maschere e Carri

Rionero - Incontri con gli Autori "A Bisanzio per Morire"

http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero Eventi 2013

http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero Eventi 2012

Rionero - Corteo Storico "Lu Muzz'c 'r lu Br'ghand" http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero Eventi 2012

VULTURE MAGAZINE

Rionero - "Agricoltura, Ambiente e Territorio, quale opportunitĂ  di reinserimento sociale" http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero Eventi 2013

2


Venosa - Libri nel Borgo Antico: La Casta invisibile delle Regioni

Festival di Rionero in Vulture http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero%20Eventi%202012

http://www.siderurgikatv.com/search/label/Venosa%20Eventi%202012

Rionero - Presepe Vivente Vaglio Basilicata: "Leonardo da Vinci in guerra per la Pace" allocuzione di Carlo Pedretti

http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero%20Eventi%202012

http://www.siderurgikatv.com/2013/01/eventi-2013-vaglio-basilicata-premio.html

Vaglio Basilicata - Premio Letterario Mephitis: Carlo Pedretti e Pino Mango

Melfi "Ambiente e Territorio questa Terra non si tocca" http://www.siderurgikatv.com/search/label/Melfi%20Eventi%202012

http://www.siderurgikatv.com/2013/01/eventi-2013-vaglio-basilicata-premio.html

Rionero: FIDAPA "Il Parto indolore. Dal Buio alla luce" Pro-Loco Castel Lagopesole "In Die Natalis" Orchestra De Falla

http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero%20Eventi%202012

http://www.siderurgikatv.com/search/label/Castel%20Lagopesole%20Eventi%202012

VULTURE MAGAZINE

3


Vaglio – Leonardo Immagini di un Genio

Rionero – Festa della Castagna

http://www.siderurgikatv.com/search/label/Vaglio%20Eventi%202012

http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero%20Eventi%202012

Melfi – la Notte del Brigante http://www.siderurgikatv.com/search/label/Melfi%20Eventi%202012

Rionero – Consiglio Comunale http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero%20Eventi%202012

Brienza – Vivi il Medioevo Rionero – Riapertura Nuovo Campo Sportivo

http://www.siderurgikatv.com/2012/10/eventi-2012-brienza-vivi-il-medioevo.html

http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero%20Eventi%202012

Rionero - Celebrazione 4 Novembre http://www.siderurgikatv.com/search/label/Rionero%20Eventi%202012

VULTURE MAGAZINE

Castel Lagopesole - "I Linguaggi delle Immagini e dei Suoni" http://www.siderurgikatv.com/search/label/Castel%20Lagopesole%20Eventi%202012

4


L’appuntamento del sabato su: www.tg7basilicata.blogspot.it

www.siderurgikatv.com www.youtube.com/e20basilicata

facebook

VULTURE MAGAZINE

5


Albe dentro l’imbrunire di Armando Lostaglio ed altre sacralità lucane Venerdi 19 aprile, il cinema di Armando Lostaglio è l’appuntamento (presso il Centre Italiance di Parigi) per avvicinarsi alla Lucania (Basilicata), regione ricca di umanità e di un sacro che non è solo sentimento religioso ma che arriva ad essere aspirazione tenace alla difesa della propria tradizione culturale contro ogni processo di omologazione. Vi aspettiamo a questo evento speciale del cineclub Amici di Italiance. Sarà presente l’autore del film.

perché di terra e storia noi viviamo in un mondo che sembra aver creato con la sua generazione di mezzo un corto circuito tra i vecchi e i giovani.

La televisione dialogica che racconta Lostaglio è quindi ben diversa dal reality televisivo, espressione di questi anni di “cultura liquida” e non è un caso che in un suo libro: “Schermi riflessi”, sul rapporto televisione/cinema, ci sia un veemente “j’accuse” contro il fuorviante uso della televisione da quando ha perso con l’avvento delle TV commerciali la sua funzione e dimensione pedagogica e d’informazione. Nei circa venti minuti di “Albe dentro l’imbrunire” ci sono molte cose. In primo luogo qualcosa che contraddice il mondo moderno e liquido cosi efficacemente raccontato dal sociologo Zygmunt Bauman, ovvero c’è la memoria. La memoria è solida, non liquida, prevede il tramandare. E’ quello che fa Lostaglio con il suo filmato, raccogliendo in una casa di riposo le voci e le storie di un tempo, essenzialmente rurale, che appare lontanissimo dai rumori di fondo della nostra modernità. La maieutica di Lostaglio ci porta, attraverso questi semplici dialoghi a riscoprire una verità che nello stordimento di questi tempi credevamo perduta. Quella di una necessità del rapporto di condivisione e comprensione con il prossimo, per capire la terra e la storia, VULTURE MAGAZINE

Ed infatti, senza troppi clamori, questo film, come altre opere egualmente significative, contribuisce a raccontare sotto traccia, il mondo che era o è in contrasto con la civiltà del consumo e dell’apparenza. Un linguaggio semplice dove la novità è l’intento di usare codici televisivi per un racconto cinematografico, quasi invertendo la “drammatica” tendenza di gran parte dell’attuale cinema che sacrifica i propri codici narrativi assecondando le diverse esigenze della televisione. Il tutto arricchito dalla lettura di brani letterari e poetici di autori sensibili come Vittorio Sereni, Giulia Borroni Cagelli interpretati dalla figlia dell’autore del film, Chiara Lostaglio, con l’intento di conferire al

6


filmato un’armonia di luce, nonostante l’imbrunire. L’elemento televisivo ma non finalizzato alla televisione è garantito dalle riprese di Pino Di Lucchio, filmaker lucano che oggi porta avanti una sua web TV: Siderurgikatv.com Curiosamente e diversamente da come sarebbe facile attendersi, anche dal titolo, il video di Lostaglio non ha nostalgie, rimpianti su un tempo ormai imbrunito. No, piuttosto, ha la leggerezza e la forza di chi, come i lucani, sa di poter ancora presentare una solida e non liquida storia, fatta non di grandi eventi, ma di grandi incontri. Incontri di un’umanità che nel nuovo millenio mantiene quei valori sacri e non solo sotto il profilo religioso, quella etica profonda e non solo sotto il profilo laico, dove la solidarietà, il rapporto tra le persone e il racconto si fanno carne, rispetto dei luoghi, degli spazi e del tempo. Cosi da farci capire che la “piccola” Basilicata è oggi un laboratorio fecondissimo di civiltà, un antidoto italiano capace di produrre anticorpi contro una globalizzazione che tende a “liquidare” quel racconto delle diversità, che contradditoriamente ritroviamo e accomuniamo in tante diverse parti del mondo. In tal senso ci soccorre anche la visione dei brani del film "Le tracce del Sacro Vultour", a cui ha molto partecipato e contribuito lo stesso Armando Lostaglio.

Armando Lostaglio insieme al critico e scrittore Tatti Sanguineti alla presentazione del libro “Schermi riflessi” alla Mostra di Venezia 2010 La Lucania è terra stretta tra la Campania, la Puglia, la Calabria, con un suo sbocco al mare. Regioni che hanno avuto molto peso nella storia dell’Italia (nazione e stato) e cionnondimeno, la Lucania è riuscita nel corso degli secoli a mantenere una sua specificità culturale, resistendo, in buona misura, anche all’appiattimento dei costumi imposto dalla televisione attraverso la proposizione ossessiva dei suoi modelli consumistici. Sia chiaro che, come ha detto anche l’attuale direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura, Marina Valensise, non bisogna pensare che la Basilicata sia una terra arretrata, arroccata sulle sue tradizioni, che rifiuta la modernità. No. La Basilicata cerca una sua via autoctona allo sviluppo, che ne preservi i contenuti sociali e direi sociologici. Privilegiando il proprio racconto, le proprie risorse, le proprie abitudini e le proprie solide radici culturali, senza lasciarsi adescare dalle facili lusinghe di un mondo che come ricordavamo è sempre più evanescente. Potremmo dire che si tratta di una terra con più albe che tramonti. Nicola Guarino Cineclub Amici di Italiance - 14 rue de Trévise 75009 Paris Venerdi 19 aprile - ore 20.00

tél. : 06 66 68 08 24 | info@centreitaliance.org Secondo piano Partecipazione: 5€ Evento speciale in presenza dell’autore Presentazione di Nicola Guarino Film in italiano - sottotitoli in italiano In partenariato con Altritaliani

VULTURE MAGAZINE

7


VULTURE MAGAZINE

8


***** “Albe dentro l’imbrunire” di Lostaglio: un film necessario Lo ritengo un film necessario questo documentario girato con delicatezza da Armando Lostaglio. Un film gerontofilo nella forma più antica, archetipicamente mediterraneo del termine, perché riannoda e ristabilisce la “filia”, l’amicizia e l’amore verso gli anziani, la solidarietà fra le generazioni, intuendo che solo nella memoria, solo in una piena consapevolezza delle proprie radici, è possibile acquisire la certezza di se stessi nel presente, necessaria per poter affrontare il futuro. Nella stessa Casa di Riposo Virgo Carmeli di Rionero in Vulture si alternano così voci indomite, capaci nella loro lingua dialettale di restituire la forza ed il coraggio di una esistenza difficile eppur capace di superare le avversità di vivere la fame, la guerra, la morte, trovando nel nuovo giorno, nei familiari, negli amici le ragioni e la bellezza della vita che continua. Davide Rossi Direttore Centro studi “Anna Seghers” Milano (Venezia, settembre 2011)

Manifesto per il Cinema in Basilicata

A seguito dell'incontro tenutosi a Matera lo scorso 29 marzo, abbiamo consegnato ufficialmente il nostro Manifesto per il Cinema in Basilicata alla Lucana Film Commission. Il documento contiene le dieci proposte elaborate dalla Rete Cinema Basilicata per la migliore condivisione di un percorso comune tra Istituzioni e operatori lucani dell'audiovisivo che consenta il più proficuo sviluppo del comparto del cinema e degli audiovisivi in Basilicata.

MANIFESTO PER IL CINEMA IN BASILICATA Proposte per la Lucana Film Commission in 10 punti 1. Fare rete, condividere e partecipare: Introdurre e favorire la cultura della rete e del confronto tra tutti i soggetti e le “energie cinematografiche” presenti sul territorio; ripristinare a tal proposito il Forum (e gli incontri istituiti già in passato dalla Regione Basilicata) e costituire un tavolo permanente di progettazione comune tra Lucana Film Commission e operatori del settore potenziando

VULTURE MAGAZINE

9


2.

3.

4.

5.

6.

7.

8.

così le occasioni di dialogo, di confronto e di crescita comune; Progetti start-up: Garantire sostegno economico e servizi innanzitutto agli operatori lucani cominciando dalle principali produzioni in corso che possono fungere da progetti start-up per la LFC; LFC per lo sviluppo locale e menthoring: Favorire e puntare sulle eccellenze cinematografiche presenti in Regione attraverso attività di menthoring tra le strutture esistenti e consolidate e le nuove strutture; Geografia del cinema in regione: Censire tutte le realtà del territorio e tutti gli operatori dell’audiovisivo con un database pubblico e accessibile a tutti; Film Fund, trasparenza e merito: Introdurre criteri di convergenza delle risorse economiche regionali destinate al cinema verso un unico ente (la Film Commission e il suo Film Fund) e criteri di trasparenza nei finanziamenti e di accesso agli stessi grazie al merito; Tutela e valorizzazione: Introdurre nel Film Fund strumenti di garanzia per la partecipazione di operatori lucani nel cast tecnico e artistico delle produzioni che beneficiano del supporto della LFC; Innovazione, internazionalizzazione e sostenibilità: Favorire progetti innovativi nel linguaggio, nell’idea narrativa e produttiva incentivando lo sviluppo e la realizzazione di idee e sceneggiature originali, di progetti sostenibili e glocali; Formazione: Puntare fortemente alla formazione cinematografica sul territorio incentivando la costituzione di una moderna scuola di cinema e di programmi dedicati con la partecipazione degli operatori del settore,

VULTURE MAGAZINE

dell’Università di Basilicata e di tutte le scuole della regione; 9. Archivi e cineteche: Rendere fruibile tutto il patrimonio audiovisivo presente in regione a partire dalla Cineteca Lucana; 10. Conflitti di interesse, tutela e codice etico per il rispetto del paesaggio: Evitare eventuali conflitti di interesse tra tutti gli operatori del settore e introdurre un codice etico che imponga alle produzioni il rispetto dei beni paesaggistici e architettonici e la tutela delle categorie professionali coinvolte. Rete Cinema Basilicata Via Fiorentini, 148 75100 Matera Email: segreteria@retecinemabasilicata.it

10


AGENZIA DI PROMOZIONE TERRITORIALE BASILICATA A Matera incontro tra musei Guggenheim e Musma

Propiziato dall’Apt Basilicata e dal Gal “Cittadella del Sapere”, con il direttore generale Gianpiero Perri e il presidente Nicola Timpone, nell’ambito di attività promozionali svolte in Veneto, si è tenuto ieri a Matera un incontro tra una delegazione del museo Guggenheim di Venezia e i responsabili della fondazione Zetema che gestisce il Musma a Matera. Il direttore della Peggy Guggenheim Collection, Philippe Rylands, e il critico d’arte Luca Barbaro, hanno visitato la Cripta del Peccato Originale e il Museo Ridola, dove sono stati accolti dalla Soprintendente Marta Ragazzino. La visita a Matera si è conclusa proprio al Musma dove si è tenuto l’incontro a cui hanno partecipato, tra gli altri, l’assessore alla Cultura del Comune di Matera, Alberto Giordano, il presidente del Circolo la Scaletta, Ivan Franco Focaccia, e Magdelaide Cuozzo, docente di storia dell’arte contemporanea dell’Università di Basilicata, oltre al presidente di Zetema, Raffaello de Ruggieri. L’incontro fa seguito ad un preliminare appuntamento già avuto questa estate a Venezia a cui partecipò il presidente della giunta Vito De Filippo il quale già in quell’occasione auspicò e sollecitò l’interlocuzione e il percorso avviato ieri, che ha visto il principio di una possibile collaborazione tra le istituzioni museali, ipotizzando linee guida su cui verificare reciproci interessi ed opportunità che questo rapporto potrebbe alimentare. VULTURE MAGAZINE

Proroga termini Bando GAL Sviluppo Vulture Alto Bradano

Il Gal (Gruppo di Azione Locale) Sviluppo Vulture Alto Bradano, in qualità di soggetto responsabile dell’attuazione del PSL (Piano di Sviluppo Locale) “Storia, Saperi e Sapori di un Territorio” comunica che la data di scadenza del Bando “REALIZZAZIONE FATTORIE DEL GUSTO” è stato prorogata al 6 maggio 2013. “Le attività previste dal Bando – afferma il Presidente del Gal Francesco Perillo al quale possono partecipare le Aziende Agricole singole o associate, Cooperative Agricole e loro Consorzi, hanno la finalità di implementare percorsi didattici rivolti alle nuove generazioni e assumono l’importante mission di diffondere i principi dell’educazione alimentare, di sviluppare comportamenti responsabili e offrire spunti di approfondimento e riflessione ad insegnanti, studenti, genitori ed operatori del settore dell’area Vulture Alto Bradano”. “Pertanto - continua Perillo - considerata la valenza del Bando in questione, che ha l’obiettivo di realizzare le Fattorie del Gusto in aziende agricole, e dare quindi attuazione all’azione di implementazione delle Fattorie Multifunzionali, si ritiene opportuno prorogare la data di scadenza al giorno 6 maggio 2013”. Il bando integrale ed i relativi allegati sono disponibili sul sito: www.galvulturealtobradano.it

11


Rionero. Laboratorio Labimclò

È iniziato giovedì e si concluderà domani il laboratorio creativo rivolto ai bambini tra i sei e i dodici anni “Labimclò”. Un momento pensato dalle associazioni “Le Monadi” e “Chauta” che ha visto fondersi le rubriche “Ed io avrò cura di Te” e “Riciclò”, durante il quale i bimbi hanno imparato a costruire i propri giocattoli con materiale generalmente destinato ai cassonetti del pattume. Dai giornali alle bottiglie di plastica, dai dispenser di sapone e shampoo alle taniche di detersivo, dai cartoni ai bottoni e poi colla, colori e tanta fantasia: questi gli in gradienti essenziali per un mix che ad oggi ha fortemente appassionato gli oltre 100 pargoli che hanno aderito al progetto della cittadina ai piedi del Vulture. Domenica si attende la chiusura dell’evento, aperta ad adulti e bambini con il teatro dei Burattini e il mercatino del “Labimclò”. Le simpatiche marionette presenteranno gli oggetti prodotti durante il laboratorio invitando i presenti a partecipare ad una piccola asta di beneficienza; il ricavato consentirà ai ragazzi più bisognosi della scuola elementare di poter svolgere le attività extradidattiche assieme ai loro coetanei più fortunati. Lidia Trama, responsabile dell’iniziativa ha sottolineato: “è importante che i bambini acquistino da subito una cultura del riciclo ed un’educazione al rispetto dell’ambiente attraverso il gioco, perché le congiunture da un lato economiche, dall’ altro ambientali pongono la questione Rifiuti come uno dei “costi-problemi” centrali che ci troviamo ad affrontare”. Il presidente di VULTURE MAGAZINE

Chauta Nicola Cazzolla sulla stessa lunghezza d’onda ha aggiunto “ speriamo con queste forme educative di garantire alle future generazioni un maggior rispetto della natura, di cui ad oggi spesso il capitalismo selvaggio ha abusato.” Pasqualina Iosca, responsabile organizzazione del “le Monadi” ha altresì sottolineato “Questa nostra iniziativa ci ha consentito di contribuire a riattivare e migliorare uno spazio della scuola elementare Michele Preziuso che sembrava destinato ad un desueto magazzino. Mi farò carico personalmente di formulare una proposta in direttivo, da condividere con le istituzioni preposte per migliorare ulteriormente questi spazi, affinchè i figli di questo fazzoletto di terra possano sin dall’infanzia disporre di luoghi idonei ad esprimere la loro creatività”.

Il Presidente dell’associazione arancione Giuseppe Potenza ha infine evidenziato “Prenderci cura dei bambini attraverso questo laboratorio è stato per noi occasione per arricchirci di quella naturale fantasia di cui i bambini sono possessori; fantasia di cui abbiamo estremamente bisogno per riscrivere un nuovo dizionario etico, civile, sociale ed economico in un momento di cambiamento così rapido ed irruento”.

12


VOLONTARI NATURALMENTE IN RETE

Due nuove iniziative nell'ambito del progetto "Volontari naturalmente in rete" Escursione a Campomaggiore Domenica 21 Aprile Dal 13 al 21 aprile è la "settimana della bellezza". La risposta di Legambiente all'annullamento della settimana della cultura 2013 da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che ha sospeso per il momento l'ormai storica settimana primaverile di apertura gratuita dei luoghi statali dell'arte. Alla settimana della bellezza hanno aderito ARCI, INU e Fillea CGIL. La settimana della bellezza sarà un viaggio attraverso le numerose qualità italiane, che vanno riconosciute e riscoperte dalle comunità che le custodiscono, tutelate dalle istituzioni e inserite all'interno di processi economici virtuosi capaci di valorizzarli. Un grande patrimonio composto, tra l'altro, da 47 siti UNESCO, circa 4.700 musei,12.405 biblioteche, 19.436 teatri e circa 8mila

VULTURE MAGAZINE

comuni di cui l'80% è stato fondato prima dell'anno mille. Tra le 70 iniziative previste in tutta Italia, domenica 21 aprile in Basilicata si andrà alla scoperta della Città dell’Utopia. Così veniva chiamato il vecchio centro abitato abbandonato a causa di una frana nel 1885 e considerato un luogo vivibile, pacifico e all'avanguardia per i suoi tempi. La giornata, realizzata in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e la Pro Loco di Campomaggiore, sarà ricca di impegni: appuntamento alla villa Comunale di Campomaggiore alle ore 10,00 per raggiungere a piedi il Parco dei Ruderi di Campomaggiore Vecchio. Lungo il percorso di farà sosta per visitare il “Casino della Contessa”, residenza estiva della famiglia Cutinella-Rendina. Un’ora di cammino ancora per raggiugere Campomaggiore Vecchio e visitare l’antico borgo. Nel corso dell’escursione, che porterà i visitatori a viaggiare nel tempo tra i ruderi della Città dell’Utopia, sarà possibile ammirare due esemplari segnalati nella carta degli Alberi Padri, una sequoia ed un pino, che si ergono maestosi nei pressi di quello che un tempo era il palazzo Cutinelli-Rendina. Nel primo pomeriggio rientro a Campomaggiore Nuovo e visita del nuovo borgo. L’iniziativa organizzata da Legambiente in Basilicata rientra anche tra le attività del progetto “Volontari naturalmente in rete”. Per info e prenotazioni: Valeria Tempone tel 327.9434520 v.tempone@legambientebasilicata.it oppu re telefonare allo 0971441541. Scarica la locandina dell'iniziativa C ome diventare Sentinelle della Biodiversità: Riconoscimento specie arboree A Potenza il corso di formazione per il riconoscimento delle specie arboree e vegetali - Iscrizioni aperte fino al 30 aprile Obiettivo del corso è accrescere la capacità individuale nel riconoscere le specie arboree caratterizzanti il 13


paesaggio lucano. Sono previste 12 ore di formazione in aula tenute da docenti dell’Università degli Studi di Basilicata – Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari e Ambientali e da esperti del settore che forniranno gli elementi base che ci guideranno all'identificazione delle specie vegetali, in particolare di quelle arboree. Alle attività in aula si aggiungono 8 ore di attività in campo, con 2 escursioni tematiche con esercitazioni per il riconoscimento delle specie arboree e associazioni vegetazionali, fisionomia e struttura del bosco. Ai partecipanti verranno fornite dispense, guida botanica e un quaderno di campo da utilizzare per le escursioni. Gli interessati sono invitati ad inviare la domanda di partecipazione, accompagnata da una copia del documento di riconoscimento valido e dal proprio curriculum vitae all’indirizzo e-mail volontarinrete@legambientebasilicata.it o via fax al n. 0971.46699 entro e non oltre le ore 18.00 del giorno 30 aprile 2013. Se sei interessato scarica il bando e la domanda di partecipazione

::::::::::::::::::::::::::::::::

VULTURE MAGAZINE

A cinquant’anni dalla scoperta della Bramea nella zona dei laghi di Monticchio

La nostra salvezza è l’Istituzione del Parco naturale regionale del Vulture E’ l’appello del consigliere comunale Udc di Barile, Rocco Franciosa BARILE – Per salvarci da futuri pozzi di petrolio e da continue richieste di permessi di ricerche di idrocarburi dobbiamo a gran voce richiedere l’istituzione in tempi ragionevoli del parco naturale regionale del Vulture. E’ l’appello lanciato da Rocco Franciosa,consigliere comunale Udc di Barile, il quale rimarca “sono cinquant’anni dalla scoperta della Bramea, falena particolare, unico esemplare in Europa, che in questo periodo è possibile trovare nella zona dei Laghi di Monticchio, abbiamo un tesoro in più da preservare e valorizzare. Concetto che maggiormente deve essere da sprono, alle forze politiche, ai rappresentanti istituzionali e all’intera popolazione lucana, proprio in questi giorni - dichiara Franciosa - in cui si è parlato dei futuri rischi petroliferi nella nostra area. In me è maturata la convinzione che a fronte dei pericoli che si annidano dietro le richieste di permessi a verificare la presenza di petrolio, l’unica strada per preservare e valorizzare le nostre ricchezze, rimane l’istituzione di un’area protetta che sia vasta. Credo che in tutti questi anni – sottolinea Franciosa abbiamo ampiamente discusso sull’istituendo Parco, mettendo in evidenza troppo spesso solo le controindicazioni di tale scelta, ma ad oggi i tempi sono maturi per ritornare a 14


programmare per il nostro territorio un’idea di sviluppo sostenibile, che punti, attraverso il sistema delle aree protette, ad un turismo ambientale, in maniera spinta, unito alla valorizzazione delle risorse monumentali, storiche ed enogastronomiche, di cui è ricca la zona del Vulture. Abbiamo prodotti d'eccellenza, da valorizzare - sottolinea il consigliere comunale Udc di Barile- quali le acque minerali, l'olio extravergine, le castagne, l'aglianico del vulture, i formaggi, i salumi, il pane che dobbiamo salvaguardare, perchè ad oggi rappresentano una fonte certa di economia e potrebbero in futuro essere opportunità di lavoro per molti giovani disoccupati. Ormai sono decenni che si parla di istituendo Parco del Vulture – prosegue Rocco Franciosa, consigliere comunale Udc di Barile – non possiamo più declinare una scelta inevitabile, se non vogliamo correre il rischio di ritrovarci anziché un’area protetta, tanti pozzi di petrolio con i danni che ne deriverebbero. Facciamo tutti insieme la scelta giusta per il bene del nostro territorio, - ci tiene a rimarcare Franciosa - rivendichiamo l’Istituzione in tempi rapidi del Parco naturale regionale del Vulture, puntiamo sul turismo, sull’agricoltura, sui prodotti d’eccellenza, e sulla salvaguardia ambientale. L’istituzione del Parco del Vulture inevitabilmente comporterebbe il rapido sviluppo organico anche della zona dei Laghi di Monticchio e la salvezza della vita futura della Bramea. La nostra più grande responsabilità che abbiamo - conclude Rocco Franciosa - è quella di preservare il nostro territorio e le azioni da mettere in campo devono essere consequenziali e mirate a strategie di valorizzazione.

VULTURE MAGAZINE

VERONA APRILE 2013. IMPORTANTE RICONOSCIMENTO ALL’ENOLOGO FABIO MECCA DI BARILE. GLI E’ STATO CONFERITO LA “GRAN MEDAGLIA DI CANGRANDE E PROCLAMATO BENEMERITO DELLA VITIVINICOLTURA ITALIANA”

Barile. Nella cerimonia di apertura del Vinitaly 2013, alla presenza del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia e del Ministro delle Politiche Agricole, Catania è stato conferita la Gran Medaglia di Cangrande proclamato “Benemerito della Vitivinicoltura Italiana”. Ad essere premiato è stato anche l’Enologo Fabio Mecca, originario di Barile, consulente di successo di molte aziende vinicole del centro Sud Italia. Infatti, oltre a successi professionali conseguiti con le aziende in consulenza, già nel 2011 fu valutato tra i 4 Migliori Enologi Emergenti d’Italia dalla testata WINENEWS, unico professionista del vino del centro Sud Italia. “Questo è un importante riconoscimento, ha commentato l’Enologo Mecca al termine della cerimonia- che premia me per la costanza e la qualità di lavoro espressa in ogni mia azienda, ma nel contempo è un elogio alle giovani professionalità meridionali e, con orgoglio 15


e nello specifico, Lucane"Un altro successo inaspettato da segnalare, sempre a favore dell’Enologo Mecca è l’attribuzione dei “ TRE CORNETTI” al bianco “VIGNA DEL VULCANO 2009” dell’Azienda Villa Dora, seguita da Mecca, infatti, la Regione Campania con l’ausilio dell’AIS Campania ha creato una guida per aiutare i visitatori dello Stand Campania, il premio è la massima valutazione, l’unico bianco campano a raggiungere questo risultato è stato proprio per questo vino, il nostro enologo Vulturino ha colpito ancora anche fuori regione ! L’Amministrazione Comunale di Barile ha appreso con grande piacere e soddisfazione dell’importante riconoscimento di “Benemerito della viticoltura italiana 2013” attribuito alla cerimonia inaugurale del Vinitaly 2013 al conterraneo Fabio Mecca: “Il conferimento del titolo di “Benemerito della vitivinicoltura italiana 2013” e l’assegnazione di uno dei più prestigiosi riconoscimenti nazionali del settore, la Medaglia di Cangrande, rappresenta il successo del lavoro, dell’impegno quotidiano messo in campo dall’amico Fabio Mecca, per aver recato un determinante contributo allo sviluppo della viticoltura e alla valorizzazione dell'enologia italiana. Inoltre questo nuovo premio si affianca ad altri riconoscimenti già avuti dalle aziende agricole presenti nella nostra comunità e conferma l’impegno costante degli enologi e dei produttori che si sono sempre distinti e che rendono possibile il raggiungimento di simili traguardi. Viviamo una gravissima crisi economica che sta minando alle basi il nostro tessuto produttivo: realtà come quelle di Fabio e come quelle delle aziende agricole locali non solo riescono a resistere, grazie al loro lavoro quotidiano, ma anche a pensare al futuro, a fare da punto di riferimento a quanti non si arrendono e vogliono guardare con un po’ di fiducia all’avvenire. Anche di questa speranza la nostra comunità vi è grata”. Lorenzo Zolfo VULTURE MAGAZINE

150 anni, DOMANI a Sant'Angelo d.L.

DOMANI – sabato 20 aprile- alle 9,30 nella sala Convegni del Tribunale di Sant'Angelo dei Lombardi, celebrazione del 150° ANNIVERSARIO dell'istituzione del Tribunale dell'Alta Irpinia. Al di là della storica ricorrenza, sarà l'occasione per ricordare ai nostri parlamentari l'importanza di mantenere in loco il Tribunale. Il taglio dei costi ventilato dal Governo Monti è una bufala. Spostare il Tribunale ad Avellino costerà 5 volte le attuali spese. Considerato che ad Avellino non hanno ancora trovato il posto dove ospitare giudici, impiegati e avvocati dell'alta irpinia, sembra più logico e meno dispendioso chiudere Avellino e portare gli uffici a Sant'Angelo. Qui c'è molto spazio e non ci sono costi. INVITO http://piccolipaesi.wordpress.com/2013/04/08/150-anni-diamministrazione-della-giustizia-a-s-angelo-dei-lombardi/

QUANDO AD AVELLINO PASCOLAVANO LE MUCCHE… http://piccolipaesi.wordpress.com/2013/04/17/tribunale-piccolipaesi-ultimo-appello/

APPELLO UNITARIO dell'ALTA IPRINIA

dei

SINDACI

http://piccolipaesi.wordpress.com/2013/04/17/finalmente-unaproposta-unitaria-dai-sindaci-dellalta-irpinia/

Piccoli Paesi terre, paesaggi, piccoli paesi il blog dei borghi dell'Appennino blog http://piccolipaesi.wordpress.com e.mail piccolipaesi@tiscali.it

16


SECONDA EDIZIONE CLUB SAN MARCO PREMIA: EVENTO SPETTACOLO A RIONERO

Un evento spettacolo di qualità artistica e di forte significato sociale oltre che per promuovere i talenti artistici della nostra regione. E’ questo il significato della seconda edizione del “Club San Marco Premia”, che si è tenuta a Rionero in Vulture sabato scorso, presso il Cineteatro Vorrasi con una buona partecipazione di pubblico. La serata è stata presentata da Ertilia Giordano con un ricco cast di ospiti tra i quali Cristiano Malgioglio, Gigi Vigliani, il soprano Elena Kozina, l’illusionista Genius e Mario Bellitti. La manifestazione spettacolo è stata aperta dalla esibizione di musica classica con due talenti locali: Tiziano Gioiosa al violino ed il Maestro Raffaele Rigillo al Pianoforte. Cristiano Malgioglio si è esibito con i brani classici del suo repertorio, citiamo Cocktail d’amore, Gelato al Cioccolato, "L'importante è finire", "Ancora, ancora, ancora" , suscitando grande entusiasmo nel pubblico di giovani e meno giovani. Mario Bellitti ha presentato dal suo cd “E’ la mia vita” il brano inedito che dà il titolo VULTURE MAGAZINE

al cd, e ha tributato Franco Califano scomparso nei giorni scorsi, con i brani “Tutto il resto è noia” e “La Musica è finita”. In questa seconda edizione il Club San Marco ha deciso di conferire il riconoscimento di merito all’artista Luigi Viglioglia, in arte Gigi Vigliani, di origini rioneresi. Uomo dalle mille voci, contraddistintosi nel mondo dello spettacolo e che mantiene vivo il legame con le sue origini. Secondo la motivazione “il premio è da sprone a riconoscere e valorizzare i giovani talenti locali. Un modo anche per essere orgogliosi della nostra terra, delle nostre origini e per continuare a divulgare e a far conoscere sempre più e meglio il nostro territorio”.

17


CSAIL-INDIGNATI: NON CREDIAMO ALLA TESI DEI “CERCHI CONCENTRICI”

Il premio consegnato dalla presidente del Club Marcella Viggiano è un manufatto realizzato dallo scultore rionerese, prof. Bruno Di Giacomo, ricavato da pietra lavica e arricchito da una fascia di lamina metallica e rappresenta il Monte Vulture con i Laghi di Monticchio. L’Associazione Club San Marco conta 130 soci di diversi comuni lucani e promuove attività culturali, religiose, di solidarietà sociale, in collaborazione con altre associazioni di volontariato e gli Enti Locali. A rendere elettrica la serata ci ha pensato l’illusionista Genius con alcuni numeri di magia, mentre la possente voce del soprano Elena Kozina a fortemente entusiasmato il pubblico.

VULTURE MAGAZINE

Filippo Massaro, Csail-Indignati Lucani Possono bastare degli avvisi di personale magari affissi nei bar di Armento, Castelsaraceno, Aliano, Gallicchio, Gorgoglione, Missanello, Roccanova, San Chirico Raparo, San Martino e Sant’Arcangelo ( dove i disoccupati sono costretti a passare il loro tempo) a favorire l’assunzione da parte dell’Eni di manodopera locale ? E cos’è questa tesi dei “cerchi concentrici” frutto di grande creatività e subdola fantasia ad opera di chi in realtà, incapace, non riesce a fare un cerchio nemmeno nella sua maggioranza politica per arrivare, in tempi ragionevoli, ad una giunta ? Sono solo alcuni degli interrogativi che scaturiscono dalla lettura dell’ennesimo “bollettino di regime” sul nuovo incontro in Regione tra manager Eni, sindaci “ribelli” della bassa ed Alta Val d’Agri e Governatore-sceicco che, forse, ha attinto l’idea dal filosofo Kant (la 18


Rivelazione come una sfera più vasta della fede, la quale contiene in sé la religione razionale pura come sfera più ristretta, non come due cerchi esterni l’uno all’altro, bensì come due cerchi concentrici ), in quanto come Kant, ritiene di essere maestro della ragione pura. Oppure dal matematico svizzero Eulero, il personaggio omaggiato nella giornata di oggi, con un doodle animato sulla homepage del motore di ricerca Google. Per noi c’è poco da “irraggiare in centri concentrici” nell’area destinata, di questo passo, a diventare deserto perché le ditte individuali continuano a chiudere, le aziende agricole e zootecniche - in fallimento - non ce la fanno più, i giovani non tornano nei comuni di nascita. E ancora, come dar credito alle giustificazioni e bluff dell’Eni sulle modalità di selezione, con la tesi che il “ risultato delle assunzioni sia direttamente proporzionale al numero di candidature venute dai diversi territori”. Una pretestuosità che somiglia ad una “tirata di orecchie” ai sindaci che non si attivano a far spedire domande dei propri concittadini disoccupati, quasi a far credere che tutto sommato non abbiano tutto questo bisogno di occupazione. E si può ancora sperare che l’Eni diventi il “buon agente di sviluppo ?” Solo utopia . Al punto in cui siamo arrivati non ci resta che riprendere la mobilitazione del popolo del petrolio, l’unico strumento che conosciamo per contrastare l’arrogante e furbesca strategia dell’Eni, superare il, già noto, dilettantismo dei sindaci e la “solitudine” del Governatore-sceicco. L’unico per riaprire la partita dello sviluppo, del polo di energie alternative, di crescita non solo legata al petrolio. Filippo Massaro, Csail- Indignati Lucani REGIONE BASILICATA – UFFICIO TURISMO ITINERARI DELLO STUPORE

VULTURE MAGAZINE

IL VIAGGIO CHE HAI SEMPRE SOGNATO

Lunedì 22 Aprile 2013

VIAGGIO AL CUORE DELLA VITA

I SEGRETI PER VIVERE FELICI DISVELATI DA MICHELE PLACIDO IN UN MERAVIGLIOSO ITINERARIO D’AMORE IN BASILICATA

8.00 MATERA Ritrovo e partenza da Piazza Matteotti 9.15 POTENZA Potenza della Luce (antelucana) Ritrovo e partenza da1 Park Hotel Rito Benaugurale propiziatorio con foto e riprese intorno all’albero Compagnia della Felicita’ Cum Panis stesso pane stesso ideali Il Gustoso Sapore Sapienziale: Tortello dorato farcito di crema pasticcera Inizio del Viaggio: in bus nel tragitto per Castel Lagopesole Musiche d’atmosfera Breve nota emozionale sul programma Indicazioni sulle qualità terapeutiche del viaggio e proiezione della I^ Parte del 19


video-art “Stupor del Mondo: I Segreti per vivere felici disvelati da Michele Placido” 10.15 CASTEL LAGOPESOLE Assaporare la Magia dell’Antichità Visita dei luoghi segreti del castello leggende miti e simboli: Visita Castello Museo Multimediale Cortile piccolo con il Maschio e le immagini di Federico Barbarossa e Beatrice Cappella imperiale Visioni da Spalti e Terrazze Torri e Segrete Incontro con artigiani – artisti – Gente del luogo De arte venandi cum avibus: spettacolo 11.30

RIPACANDIDA Bellezza/Bonta’ nell’Arte e nella Natura Mellinoteca (Museo del miele) Degustazione delizie al miele – da non perdere la crema a Gianduia e miele dal gusto avvolgente e profondamente energetico Santuario San Donato gemellato con la Basilica di San Francesco in Assisi: un piccolo gioiello – Genesi e Bibbia Dipinte, Grimaldi di Montecarlo Giovanni Paolo II lettera agli artisti Kalokagathia Bellezza /Bontà

pranzo con accostamenti di sapori e gusti sapienziali del boccon di/vino degustazione vini e sapori in cantina 16.30 MELFI STUPOR DEL MONDO: tra Mito e storia nella città di Federico II di Svevia Visita dei luoghi segreti del castello leggende miti e simboli: Visita del Museo del Castello Visioni da Spalti e Terrazze Torri e Segrete 18.30 rientro In bus, durante il rientro, Proiezione della II^ Parte del video-art “Stupor del Mondo: I Segreti per vivere felici disvelati da Michele Placido” Ad ogni partecipante verrà data, in omaggio,:  una copia dei video-art “Stupor del Mondo” e “Viaggio al Cuore della Vita- Itinerario d’Amore in Basilicata“ con Michele Placido  Materiale multimediale  Linee Guida per la realizzazione dei Pacchetti Turistici Il Programma di massima potrà subire eventuali lievi modifiche dovute a contingenze che potrebbero verificarsi e che in ogni caso non altereranno i contenuti e le finalità generali del Viaggio.

GIARDINI Storici di S. Francesco che presentano l’unico impianto di Bossi a Labirinto con il maestoso Pino d’Aleppo, un vero e proprio monumento di 500 anni d’età, tronco di 6 metri di diametro e oltre 40 metri di altezza Mellinoteca (Museo del Miele) 13.30 BARILE Il Gusto Di/Vino - il Piacere dei Sapori: i Sapori della Vita Percorso enogastronomico e sensoriale nella cornice suggestiva del Vulture

VULTURE MAGAZINE

20


Il 22 aprile 2013 tour operators e guide lucane saranno in visita nell’area del Vulture per un viaggio emozionale tra castelli, chiese, musei. Il programma, promosso dall’Ufficio Turismo della Regione Basilicata e ideato e coordinato da Tomangelo Cappelli, si propone di assistere gli operatori turistici nella fase di messa a punto di pacchetti turistici che verranno commercializzati in occasione del BtoB, che si svolgerà nel Vulture il 20 e 21 giugno 2013, e al quale parteciperanno operatori turistici locali e tedeschi. Al programma hanno aderito il Gal Sviluppo Vulture Alto Bradano, il Consorzio Olio Dop del Vulture, Il Consorzio di tutela Aglianico del Vulture Doc, Il Consorzio di valorizzazione dell’Aglianico Qui Vulture, il Consorzio per la Tutela del Pecorino di Filiano DOP, l’Apicoltura Franco Rondinella di Ripacandida, l’Associazione Sommelier di Basilicata, la Curia Vescovile di Melfi e il mondo dell’artigianato artistico lucano.

temi e percorsi basati su contesti immaginari suggestivi è un' importante iniziativa. Arte, tradizione, ambiente, enogastronomia sono prodotti che, organizzati in un'unica variegata e completa offerta culturale, mirano a proiettare il territorio del Vulture in contesti turistici sempre più ampi. Pensiamo soltanto al valore aggiunto che potrebbero acquisire le produzioni tipiche del Vulture. Dal vino all’olio alle acque minerali; dai salumi ai formaggi al miele. Pensiamo al valore aggiunto per un settore come il turismo archeologico e ambientale: dalle abbazie di Monticchio, ai laghi vulcanici; dal castello di Melfi e di Lagopesole, alle rovine romane di Venosa e a quelle preistoriche di Lavello, Atella e Ruvo del Monte. Solo attraverso una strategia unitaria, tesa a rivitalizzare tutte le energie locali, per razionalizzarle e finalizzarle al servizio di un’unica idea di sviluppo, è possibile raggiungere risultati. Ed è questo l’obiettivo che il Gal Sviluppo Vulture persegue, per dare continuità allo sviluppo rurale avviato sul territorio”.

Per il Presidente del Gal Sviluppo Vulture Francesco Perillo “coinvolgere soggetti pubblici e privati per costruire e diffondere un’identità chiara e definita, promuovendo VULTURE MAGAZINE

21


Ripacandida. “Adeguamento del Municipio per la realizzazione di un Centro Diurno Intergenerazionale”

In riferimento ai lavori in oggetto il consigliere comunale del PD Gerardo Cripezzi con la presente intende DENUNCIARE il grave atteggiamento di superficialità culturale tenuto dagli attuali amministratori riguardante il recupero dei locali sottostante gli uffici comunali. Con la presente propone un'interpellanza in riferimento alla chiusura dell'Arco mediante la realizzazione di un ingresso che ne deturpa la bellezza. Facendomi portavoce dei tanti cittadini che hanno manifestato la contrarietà alla realizzazione di una porta di chiusura dell'arco con motivazioni legittime e condivisibili rispetto al fatto che si va a deturbare un bene ambientale e architettonico del nostro patrimonio abitativo che evidenzia di per sè la memoria storica di un Paese. Vorrei sollecitare anche un ripensamento dei motivi che portano alla chiusura dell'arco e invitarvi allo stesso tempo a rivedere questa parte del progetto e lasciare libero l'ingresso del Centro salvaguardando la bellezza dell'arco. L’attenzione per i centri storici è un’ atteggiamento culturale che risale alla metà degli anni settanta, quando incomincia una fase nuova ma contraddittoria, caratterizzata per un verso dalla “consapevolezza” del valore VULTURE MAGAZINE

intrinseco dei centri storici, intesi come patrimonio e risorsa da conservare e tutelare (sull’onda di una comune matrice culturale che si diffondeva in tutta l’Italia e nel mondo) ma per un altro verso viziata da una prassi diffusa che ancora oggi ignora ed ostacola tale consapevolezza. In questo momento storico nascono i primi documenti internazionali finalizzati al restauro dei centri urbani. Anche sotto il profilo dei contenuti, si assiste al progressivo affinamento della nozione di centro urbano da categoria generale al riconoscimento della specificità dei centri minori e degli insediamenti a carattere rurale. Va infine segnalato il contributo dei pronunciamenti internazionali in merito alla promozione e controllo del turismo culturale con i suoi riflessi su norme e raccomandazioni per la gestione dei centri a carattere storico artistico, in tal senso è opportuno segnalare la Dichiarazione di Amsterdam e la Carta europea del patrimonio architettonico 1975, Risoluzione del simposio internazionale sulla conservazione dei centri minori – 1975, La carta del turismo culturale – 1976, Raccomandazioni su salvaguardia e ruolo delle aree storiche (Nairobi 1976) ecc. L’ultimo documento citato è stato adottato dalla conferenza generale dell’UNESCO tenutasi a Nairobi ed è il documento più articolato e completo sugli interventi nelle aree storiche per il livello di dettaglio e dei contenuti. Resta comunque il punto di riferimento principale per tutte le deliberazione internazionali che lo hanno seguito. Il documento è una esplicita e diretta denuncia dei pericoli che minacciano il patrimonio storico costruito. Richiama inoltre alle proprie responsabilità individui e stati membri per evitare la perdita di un insieme di beni che, a fronte di sempre più massicci fenomeni di omologazione e livellamento culturale, sono la principale e più evidente testimonianza della diversità, ricchezza e identità delle diverse società umane. Sotto la dizione di “aree di importanza storiche e architettonica” 22


vengono compresi insediamenti urbani e rurali, testimonianze archeologiche e paleontologiche e quant’altro costituisca un insieme riconoscibile di valore non solo estetico e storico ma anche sociale e culturale in senso lato. Tra i principi generali di intervento spicca l’esplicita indicazione di attuare una pianificazione integrata che comprenda, oltre a edifici, organizzazione degli spazi e pertinenze ambientali, anche ogni forma di uso ed attività umana consolidata. Sotto il profilo strategico, l’indicazione è quella di superare la semplice tutela passiva del patrimonio costruito per contrastare attivamente, con forme di pianificazione preventiva, potenziali trasformazioni indesiderate e prevedibili danni ambientali. Allo stato attuale, in proposito, non essendoci ancora norme statali ma solo recenti ed isolati interventi regionali e/o misure di sostegno comunitarie, l’attenzione e la cura dei centri storici resta affidata principalmente alla sensibilità degli amministratori locali, ignorando in tal modo l’esistenza di un processo di sostituzione e di alterazione costante e continuo dei materiali o dei manufatti esistenti nei centri storici che contribuisce nel tempo a modificare in modo determinante il senso della scena urbana e la stessa identità storica di un luogo. Con la presente si invita la S.V. Di sospendere immediatamente i lavori con il ripristino dell'arco. IL CONSIGLIERE GERARDO CRIPEZZI

VULTURE MAGAZINE

ALAD/FAND – Associazione Lucana Assistenza Diabetici (ONLUS) Ente Morale D.M. 20 settembre 1993 – Membro I.D.F. International Diabetes Federation C/o Centro Diabetologico A.O. San Carlo – Potenza- Padiglione E Piano 0 – tel-fax 0971 613123 C.F. 96038890768 - e.mail alad@ospedalesancarlo.it

Nel salone dei convegni della UNITRE di Potenza si è tenuto un incontro avente per tema “Prevenzione e cura del diabete” con una introduzione del Presidente Silvio Aprea; relatori sono stati Antonio Papaleo, Presidente della ALAD-FAND (Associazione Lucana Assistenza Diabetici), e il dottor Pino Citro diabetologo, responsabile del Centro di Diabetologia del Poliambulatorio “Madre Teresa di Calcutta” dell’A.S.P. di Potenza. Un uditorio attento e partecipe che non ha lesinato domande ed interrogativi, specie in questa difficile congiuntura economica che mette in forse anche i diritti acquisiti, con ciò pregiudicando lo stesso diritto alla salute, in particolare per le fasce più deboli, quali le persone anziane. Di contro è stato evidenziato lo sforzo che la Regione Basilicata cerca di portare avanti e segnatamente a favore della categoria dei soggetti diabetici che in Basilicata rappresentano ben l’8% del totale della popolazione; un triste primato rispetto allo scenario nazionale. Da qui, l’impegno a non introdurre il ticket, anche se si è dovuto limitare l’uso indiscriminato delle strisce reattive per la misurazione della glicemia, salvaguardando i diabetici insulino-dipendenti e/o quelli scompensati; una direttiva, peraltro, nel rispetto delle linee guida, ma che rappresenta uno stimolo a sapersi autogestire da parte del paziente e con una migliore e diffusa “Educazione Terapeutica” a cura del Medico; tutto 23


quanto per non incappare nelle terribili complicanze, estremamente pericolose per la qualità della vita oltre che essere oltremodo onerose per la spesa sanitaria indotta. Basilicata che si pone, inoltre, quale regione pilota nella qualità di assistenza e cura del diabete grazie a strumenti quali la innovativa Legge Regionale 9/2010, l’insediamento del primo Osservatorio Regionale e il recepimento del Manifesto dei Diritti della Persona con Diabete e, più recentemente, del Piano Nazionale Diabete, che assegna all’Associazionismo un ruolo responsabile e di grande efficacia.

VENOSA. 15 APRILE. CALCIO, CAMPIONATO PROVINCIALE GIOVANISSIMI. IL DERBY STRACITTADINO VA AL REAL VENOSA CHE BATTE VENUSIA CALCIO PER 8-0

Potenza, 17 aprile 2013 ALAD-FAND Basilicata Il Presidente (dr. Antonio Papaleo)

::::::::::::::::::::::::::::::::

REAL VENOSA-VENUSIA CALCIO 8-0 Real Venosa: Pugliese, Teora, Ungolo(55'pluchino), Mariniello, Nigro, Lichinchi, Dell'arso(51'pescuma), Griesi, Quaglietta, Manieri, Minutiello(43'basile) All. Coscia Venusia Calcio: Petta, Cetrone, Cialdella, Manieri, Prago, Dilavello, Musto, Summa, Monteverde, Elefante, Kosbu All. Lotumolo. Arbitro: Caterina Laluce di Ginestra.

Risultati e Classifiche Campionato di Calcio Lucano Tutte le domeniche su www.siderurgikatv.com www.tg7basilicata.blogspot.it

VULTURE MAGAZINE

MARCATORI: Mariniello (2),Basile (2),Quaglietta (2).

(2),Manieri

Venosa. A Venosa va di scena il derby letteralmente dominato dal Real Venosa vivace già dai primi minuti di gioco. Il risultato però lo sblocca il “nanu”Mariniello al 12', servito da Griesi, dai 20 metri fa partire un tiro di mezzo esterno che s'insacca all'incrocio. Il Real Venosa insiste ma non trova i gol con Griesi, Manieri e dell'Arso che concludono in maniera imprecisa. Ma al 28' è ancora Mariniello, raccoglie una respinta corta in area degli avversari e con freddezza batte Petta per la 2^ volta. Nella ripresa non cambia nulla e Manieri 24


al 39' se ne va sulla sinistra e viene messo giù prima che entra in area di rigore e da posizione molto defilata su punizione fa un gol stupendo con palla che si abbassa all'ultimo istante. Al 45' Teora dalla destra crossa per Minutiello, Petta respinge corto e Basile appena entrato mette in rete una palla facile. Al 49' Quaglietta dalla sinistra mette in mezzo un cross basso, Basile anticipa di destro sul primo palo e fa 5-0. Quaglietta è vivace e dopo aver saltato due avversari fa partire un bellissimo tiro dal limite dritto all'incrocio. Al 63' Manieri servito da Griesi si porta la palla sul sinistro e fa partire un tiro potentissimo sotto la traversa. Poi nel recupero Griesi viene messo giù al limite da posizione leggermente defilata sulla sinistra, tira Quaglietta di collo palla sul secondo palo ed è 8-0. Ottimo arbitraggio della elegante arbitro, Caterina Laluce di Ginestra. Lorenzo Zolfo

:::::::::::::::::::::::::::::::: CALCIO A 5 SERIE C 2. COPPA BATTA. SEMINIFINALE. GARA DI ANDATA. L’ESSEDISPORT VEDE LA FINALE. BATTUTA IL REAL NOVA SIRI PER 13-4

ESSEDISPORT: Nardulli, Argenti, Ferrenti, Dipalma, Scoca, De Musso, Dichirico, Paulangelo, Crudele, Del Cogliano, Antonacci. All. Dichirico. VULTURE MAGAZINE

REAL NOVA SIRI: Amatulli, Spaggiari, Diliberto, Liuzzi, Panetta, Cimmarrusti, Martemucci, Carlucci, D' Affuso, Amatulli. All. Favale ARBITRO: F. Traficante Vulture

di Rionero in

MARCATORI: Scoca (3), Ferrenti (2) , De Musso (2), Paulangelo (2),2 Del Cogliano (2), Crudele e Dichirico per l' Essedisport; Panetta (2), Martemucci, Cimmarrusti per il Nova Siri. Tra la finale di Coppa Batta e l' Essedisport la distanza è davvero sottile, infatti dopo il 13 a 4 con il quale la squadra del D.G. Di Napoli ha sconfitto il Real Nova Siri, il Palaercole sembra più vicino dei 150 km che dividono Venosa da Policoro. Netta la vittoria per gli uomini del Presidente Sepe, che si sono imposti con irrisoria facilità nei confronti di un avversario, che alla vigilia incuteva molto timore, considerando il modo con cui ha vinto il proprio campionato, ma l' Essedisport, entrata in campo con Nardulli, Argenti, Ferrenti, Scoca e Del Cogliano, ha disputato una delle sue più belle partite stagionali, giocando con una determinazione e una concentrazione come poche volte abbiamo visto quest' anno, pensate che dopo soli 7 minuti conduceva per 4 a 0 in virtù di un grande gioco collettivo, voglia di sacrificio da parte di tutti e ovviamente delle reti realizzate da Del Cogliano, Scoca (2) e Ferrenti. Il Nova Siri è rimasto frastornato dall' inizio veemente dei padroni di casa, probabilmente non si aspettava un inizio così forte da parte di Dipalma e compagni, e non sono riusciti a reagire alle offensive locali, tanto che i padroni di casa hanno continuato ad attaccare e a realizzare gol, con la doppietta di De Musso (gol con dedica alla nonna appena scomparsa) e Crudele, il Real solo sul finire del tempo ha trovato la rete, di 25


pregevole fattura, realizzata da Panetta, ma il 7 a 1 con cui si è conclusa la prima frazione di gioco la dice lunga sul divario tra le due vincitrici dei rispettivi campionati di C 2. Nella ripresa l' Essedisport è partita concentrata e attenta a non subire la reazione d' orgoglio degli ospiti, senza tuttavia pressare come nel primo tempo, ma questo atteggiamento non ha impedito di trovare ancora la via del gol, con Ferrenti ben servito da Del Cogliano. Il Nova Siri su l'unica azione degna di questo nome ha trovato ancora il gol con Panetta, servito bene da Cimarrusti, ma poi è stata ancora l' Essedisport a segnare con Paulangelo (doppietta anche per lui) e capitan Dichirico. Il finale di tempo ha visto il tabellino illuminarsi altre 3 volte per i gol di Cimarrusti, Martemucci e Del Cogliano, che hanno fissato il risultato sul 13 a 4. Bene dunque la mole di reti realizzate, così come le sole 4 subite, grazie ai pochi ma decisivi interventi di Nardulli e Antonacci, che permettono ai venosini di affrontare la gara di ritorno con un ottimo vantaggio che ovviamente non va difeso ma incrementato. Lorenzo Zolfo La foto ritrae le due squadre.

::::::::::::::::::::::::::::::::

VULTURE MAGAZINE

RIPICANDIDA. STADIO SAN DONATELLO. 1° STAGE PER PREPARATORI DI PORTIERI DI CALCIO. BELLISSIMA GIORNATA DI SPORT CON PIETRO SPINOZA, TECNICO DI SERIA A. 25 TECNICI HANNO APPRESO NOZIONI FONDAMENTALI SUL RUOLO DEL PORTIERE

Ripacandida Quella che si è consumata a Ripacandida sul bellissimo manto erboso del S. Donatello, lo scorso 8 aprile, è stata una giornata indimenticabile per lo sport della Basilicata e non solo. Si è tenuto il primo stage per preparatori di portieri di calcio, evento unico per la Basilicata tenuto dal mister Pietro Spinosa tecnico di serie A. Il mister Spinosa ha tenuto col fiato sospeso tutti i partecipanti al corso di aggiornamento per la sua grande competenza in questo bellissimo ruolo che è quello del portiere di calcio. Erano presenti oltre 25 tecnici provenienti sia dalla Basilicata, sia dalla vicina Puglia e Campania. Tecnici appartenenti e provenienti da società di Eccellenza e serie D di Bari, Polignano a Mare, Bitritto, Martina Franca. Quattro ore volate in un batter d'occhio ad apprendere tutte le tecniche per allenare un portiere di calcio. Mister Spinoza, allenatore dei portieri nel Chievo Verona, è rimasto abbastanza soddisfatto di questa giornata: “i complimenti a tutti gli organizzatori, all’A.P.Ginestracandida, presieduta da Donato Potenza, ad 26


Antonio Lettieri, instancabile promotore di questo evento, ai corsisti che per oltre cinque ore sono stati sul campo, ed anche ai giovani portieri che si sono offerti affinché lo stage avvenisse nei migliori dei modi. Un ringraziamento anche ai dirigenti federali che hanno presenziato lo stage premiando con attestati i vari corsisti. Il mio lavoro si é svolto trattando la tecnica di base sia per quanto riguarda le prese e i bloccaggi con relativi spostamenti. La stessa cosa per quanto riguarda il tuffo in tutte le sue traiettorie con relativi bloccaggi e deviazioni. Poi è stato trattato l'argomento sulle uscite basse in forma didattica per i più piccoli per poi passare alle esercitazioni più complesse in situazioni di gara,lavorando quindi anche tatticamente. Infine abbiamo eseguito lavori di forza elastica ed esplosiva con esercitazioni pliometria applicando il gesto tecnico. Ci sono state anche delle discussioni con tutti i corsisti su varie domande da loro poste a cui ho dato delle risposte con esercitazioni specifiche”.

VULTURE MAGAZINE

Mister Spinoza ha spiegato i motivi della sua presenza in Basilicata:”Sono arrivato in Basilicata innanzitutto perchè in questa terra ho giocato a pallone, ma soprattutto perchè qui ci sono anche i miei affetti personali. Devo ringraziare chi con tenacia e tanto impegno ha permesso che tutto cio si verificasse, a partire dal presidente della società A.P. Ginestracandida Donato Potenza, poi la F.I.G.C. di Basilicata nella persona del Presidente Rinaldi e dei suoi stretti collaboratori per la loro presenza allo stage ed, in modo particolare mi preme ringraziare il mister Antonio Lettieri instancabile organizzatore di questo Stage”. Mister come ha trovato le competenze dei nostri tecnici? Devo dire che al corso hanno partecipato davvero tutti tecnici preparati. L'ho notato anche dalle loro osservazioni e dalle loro domande che durante le varie esercitazioni mi ponevano, dalla loro attenzione nel seguire il corso. Alcuni di questi tecnici già erano di mia conoscenza, quindi con loro è stato un ulteriore piacere ritrovarsi. Spero tantissimo che si riescano ad organizzare con più frequenza e quanto prima altre di queste giornate nel prossimo futuro”. A Donato Potenza le conclusioni: “abbiamo vissuto una giornata indimenticabile per lo sport a Ripacandida e oserei dire dell'intera Basilicata. Ringraziamenti a mister Spinoza per la sua competenza e professionalità;alla F.I.G.C. di Basilicata che ci ha supportato con materiale e soprattutto con la presenza dei suoi vertici che alla fine si sono complimentati per la bella riuscita della manifestazione. Il Comune di Ripacandida per la disponibilità della struttura e a tutti coloro ci hanno dato una mano ed un sostegno anche economico” . Mister Antonio Lettieri: “ Credo che oggi i preparatori dei portieri che hanno partecipato sono andati via soddisfatti per il bagaglio di esperienza che è stata impartita loro da mister Spinosa. Desidero lanciare un messaggio che venga accolto dalla 27


F.I.G.C. di Basilicata, le nostre società non hanno la disponibilità di fare aggiornare i propri tecnici, non hanno la possibilità di poterli mandarli fuori regione per tenere corsi di questo genere e quindi chiedo alla federazione di indire almeno una volta l’anno tali corsi poichè il ruolo del preparatore dei portieri in una squadra di calcio, almeno a partire dalla Promozione è davvero fondamentale”. Lorenzo Zolfo Le foto riprendono il momento del corso, mister Pietro Spinoza in primo piano ed un corsista.

::::::::::::::::::::::::::::::::

::::::::::::::::::::::::::::::::

WWW.SIDERURGIKATV.COM Web-Tv di Video, Filmati, Eventi, Informazioni, Notizie dall’Italia e dal Vulture… con quattro redazioni da tutta Italia (700.000 contatti) Contatti ed Informazioni: e-mail: evasion.giornale@libero.it Tel. 349.6711604

:::::::::::::::::::::::::::::::: È una produzione editoriale dell’Associazione Vibrazioni Lucane

::::::::::::::::::::::::::::::::

VULTURE MAGAZINE

28


Vulture Magazine, 19 aprile 2013