Page 1

Direttore Responsabile: Cesare Monetti / Registrazione tribunale di Milano n.614 del 16 ottobre 2008 / VERONAMARATHON.IT / copia omaggio

COME I GLADIATORI di Cesare Monetti Sì, un salto dentro l’Arena. Questa foto dice tutto della Veronamarathon che si è corsa domenica 7 ottobre. Un sogno che si è avverato: entrare in Arena e vincere la propria sfida proprio come un gladiatore. Questo è stato l’arrivo per migliaia di maratoneti che hanno vissuto un’emozione che ricorderanno per un bel po’. Non c’eravate? Male! Siete stati nostri finiher? Bravi! Si è partiti dalla Valpolicella e si è arrivati nello storico anfiteatro e ora già si sta lavorando per il 2013, perché tutto si possa ripetere, perché tutto possa essere ancora più emozionante e perché ci siano ancora più maratoneti. Tra le pagine di questo nuovo magazine targato “Verona Marat’ON”, cercheremo di farvi rivivere quanto è successo, ma anche quanto succederà. A partire... continua a pagina 3

UN SALTO IN ARENA

1


Giulietta & Romeo

È ancora forte il ricordo del febbraio scorso quando al 21km sono passato dentro l’Arena di Verona prima di tagliare il traguardo in piazza Brà. In quel momento ti senti come un gladiatore perché quel portone, quel tunnel in discesa prima di fare la grande entrata nell’anfiteatro romano non te lo puoi scordare. Prima di me in tanti erano già passati, primo fra tutti il ventenne keniano Kennedy Kipyeko vincitore in 1h02’36 poi l’azzurro Ruggero Pertile, terzo, oppure il campione italiano di maratona Giovanni Gualdi, quarto. Loro, i più forti, là davanti, noi altri 4864 partenti, dietro senza mollare mai. E nel 2013 si replica, sesta edizione, per rivivere ancora una volta l’emozione di un percorso interamente in città con tanta gente lungo tutto il percorso. Questa è la Giulietta&Romeo, gara legata anche alle manifestazioni nell’ambito del progetto ‘Verona in Love’. Romeo e Giulietta, una storia d’amore senza tempo e senza fine, così come questa ‘mezza’ che ti fa innamorare di questa città ma anche della corsa. E’ a metà febbraio, tempismo perfetto per mettersi alla prova in una distanza intermedia, utile per fare magari poi una grande maratona qualche settimana più avanti nel calendario. Puoi fare tutto ciò che vuoi, la lotta con il cronometro oppure semplicemente correre con il sorriso insieme agli amici in tutta serenità. Ma al brivido di quel passaggio in Arena, al fascino della Città dell’Amore, non potrai sfuggire.

G.A.A.G. 2007 ASD e VERONAMARATHONEVENTI organizzano in collaborazione con il COMUNE di VERONA la

Quote d’iscrizione LA NOVITà 2013 riguarda la quota d’iscrizione: aumenterà infatti in base al raggiungimento di una predeterminata soglia di iscritti e non su base temporale come avvenuto in precedenza, secondo questo schema. E tu cosa aspetti? fino a 1.000 da 1.001 a 2.000 da 2.001 a 3.000 da 3.001 a 4.000 da 4.001 a 5.000 da 5.001 in poi

20,00 € 22,00 € 24,00 € 26,00 € 28,00 € 30,00 €

Gara inserita nei calendari internazionali Iaaf e Fidal

luogo e data

Nella quota d’iscrizione sono compresi i seguenti servizi • • • • • • • • • •

2

pettorale di gara; assicurazione; assistenza medica; parcheggio del proprio automezzo nei parcheggi dello Stadio Bentegodi; trasporto dei partecipanti e familiari dallo Stadio a Piazza Brà e ritorno; pacco gara; ristoro nella zona partenza; ristori e spugnaggi lungo il percorso; ristoro finale all’arrivo; servizio docce fine manifestazione presso il Palasport di Verona;

6a Giulietta & Romeo Half Marathon

• • • • •

programma ufficiale e altri materiali informativi; servizio di cronometraggio; noleggio del chip per la rilevazione del tempo di gara; medaglia ufficiale di partecipazione (per gli atleti classificati al traguardo); servizio di trasporto e deposito degli indumenti personali dalla partenza all’arrivo (con “sacca contenitore” apposita) NOVITà 2013 pasta party al Palasport di Verona la domenica nel dopogara.

Verona domenica 17 febbraio 2013

Partenza

ore 10:00 da Palasport Verona

arrivo Verona Piazza Bra

tempo massimo 3 ore

temperatura media

13° c

iscritti ultima edizione 4.864


ALLENATI COSì il consiglio di gianni ghidini

Responsabile nazionale del mezzofondo veloce e allenatore di alcuni campioni mondiali e olimpici Una settimana tipo di allenamento, per ogni mese, da novembre a febbraio per fare una grande Giulietta&Rome Half Marathon

NOVEMBRE Lunedì corsa libera per 60’/65’ con lievi e facili variazioni Martedì 30’ di corsa facile ( 150 BTM) + Stretching Poi 12x150 al 75% della velocità sulla distanza in salita dell’8% rec. souplesse Poi 15’ a 160 BTM Giovedì 30’ di corsa facile (150BTM) + Stretching+ 6x1000 a velocità gara (half marathon=165/170btm) Recupero =1’30”/2’ in souplesse Venerdì Corsa facile x 40’+ 2x8x100mt a velocità gara mt 3000 (es:3000=10’00” si corrono i 100 in 20”) Domenica Gara km 10>12 oppure: 5 km facili+ 4 km a 160 Pulsazioni+ 3 km a 170 Pulsazioni

DICEMBRE Lunedì Corsa libera per 65’/70’ con lievi e facile variazioni Martedì 35’ di corsa facile ( 150 BTM) + Stretching Poi 12x200 al 75% della velocità sulla distanza in salita dell’8% rec souplesse Poi 18’ a 160 BTM Giovedì 35’ di corsa facile (150BTM) + Stretching+ 5x1500 a velocità gara (half marathon=165/170btm)

Recupero =1’30”/2’ in souplesse Venerdì Corsa facile x 45’+ 2x9x100mt a velocità gara mt 3000 (es:3000=10’00” si corrono i 100 in 20”) Domenica Gara km 12>14 oppure consecutivamente: 5 km facili+ 5 km a 160 Pulsazioni+ 4 km a 170 Pulsazioni

GENNAIO Lunedì Corsa libera per 75’/70’ con lievi e facile variazioni Martedì 40’ di corsa facile ( 150 BTM) + Stretching Poi 12x300 al 75% della velocità sulla distanza in salita dell’8% rec souplesse poi 20’ a 160 BTM Giovedì 45’ di corsa facile (150BTM)+ Stretching+ 5x2000 a velocità gara (half marathon=165/170btm) Recupero =2’ in souplesse Venerdì corsa facile x 45’+2x10x100mt a veloci tà gara 3000mt (es:3000=10’00” si corrono i 100 in 20”) Domenica Gara km 14>18 oppure consecutivamente: 6 km facili+ 6 km a 160 Pulsazioni+ 4 km a 170 Pulsazioni

... dal 17 febbraio 2013 con la nuova edizione della Giulietta&Romeo Half Marathon, un appuntamento ormai d’eccellenza, con 5000 runners che partiranno dallo stadio e percorreranno un circuito interamente cittadino. In questo caso l’Arena addirittura l’attraverseranno interamente, per poi godere di un rettilineo d’arrivo in piazza Brà davanti ad un pubblico che ti mette i brividi. E’ già successo nel 2012. Sarà ancora più bello nel 2013. Ma questo “Verona Marat’ON” vuole anche raccontarvi in breve cosa è accaduto in queste settimane nel nostro mondo di maratoneti ed anche darvi qualche buon consiglio. Per ora non ha una periodicità fissa, ci troverete però nelle più importanti maratone italiane. Domenica tanti di voi correranno la Venicemarathon, gara altrettanto spettacolare, e lo staff della Verona Marathon vi fa un grande in bocca al lupo. Ma ora c’è da fare una sola cosa, mettersi in agenda, tra i buoni propositi del 2013, due appuntamenti: 17 febbraio con la Giulietta&Romeo Half Marathon e la prima settimana di ottobre con la Verona Marathon. Volete diventare gladiatori?

FEBBRAIO Lunedì Corsa libera per 75’/70’ con lievi e facile variazioni Martedì 40’ di corsa facile ( 150 BTM) + Stretching 15x400 a ritmo gara ( mezza) rec souplesse 1’ 30” o 200mt - Poi 20’ a 160 BTM Giovedì 45’ di corsa facile (150BTM) + Stretching+ 2x3000 a velocità gara (half marathon=165/170btm) Recupero =4’ in souplesse Venerdì corsa facile x 45’+2x12x100mt a velocità gara 3000mt (es:3000=10’00” si corrono i 100 in 20” Domenica 6 km facili+ 6 km a 160 Pulsazioni + 6 km a 170 Pusazioni

ATLETICAWEEK Direttore Responsabile: Cesare Monetti Progetto e Realizzazione grafica: Cooee Italia Stampa: MediaPrint Atleticaweek è una pubblicazione Cesare Monetti - Via Redaelli, 12 - 20821 Milano Redazione: Via Ronchi 24 - 20134 Milano Registrazione presso il tribunale di Milano con autorizzazione n. 614 del 16.10.2008. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo periodico può essere riprodotta con mezzi grafici o meccanici quali la fotoriproduzione o la registrazione, salvo espressa autorizzazione scritta dell’editore. Chiuso in redazione ore 13 di Martedì 22 Ottobre 2012

3


Kiprotich Kirui e Everline Nyamu Atacha protagonisti in una giornata da incorniciare Italiani in evidenza con Nicola Venturoli e Lara Mustat. La Duo Veronamarathon ai vicentini Spiller-Rampon, ma si correva anche la 10 km L’arrivo dentro l’Arena è stato fantastico, un grande impegno per gli organizzatori La Veronamarathon è stata ancora una volta terra di conquista dei corridori africani, keniani soprattutto. È stato così che Kiprotich Kirui con un significativo 2h11’34 ha scritto il proprio nome nell’albo d’oro della gara scaligera, col suo miglior personale di sempre applaudito dentro l’Arena. Brava e veloce anche Everline Nyamu Atacha, capace si infliggere alla seconda un pesante distacco di oltre 7’ bloccando il cronometro a 2h42’41”. Un impegno intenso per gli organizzatori di GAAC 2007 e Veronamarathon Eventi, con quattro gare da gestire, oltre 8.000 runners, in una giornata coccolata dal bel tempo, addirittura caldo per i corridori. Partenza alle 9 per quelli della 10 km competitiva, vinta da Wilson Kipkemei Busienei, keniano pure lui, e da Sonia Lopes Conceicao, capoverdiana di origine ma residente a Bussolengo, e per la marea, anzi lo “tsunami” di semplici appassionati tra strade e vicoli di Verona impegnati nella “Last 10 Km” a

scopo benefico in favore di 24 associazioni onlus. I maratoneti e quelli della Duo Veronamarathon invece hanno atteso il via da Sant’Ambrogio di Valpolicella, dato alle 9.30 precise dal sindaco Nereo Destri. Subito le lepri africane Cheprot e Makalla si sono messe davanti a fare il ritmo, decisamente alto tanto che già dopo un chilometro c’erano loro, quelli del pianeta Africa, e gli altri, ovvero gli italiani con Splendore, Venturoli, Dolci, Radoani, Cola e Bogdanich, i più accreditati tra gli atleti nazionali insomma. A ridosso dei maschi più veloci c’era il gruppetto delle africane con Atacha, Korir e Oda, e più staccata l’attesa Mustat. A San Pietro in Cariano le due infaticabili lepri keniane imperterrite tenevano il ritmo alto, dietro intanto si facevano notare Kimeli e Kirui, anche se quest’ultimo cercava di galleggiare nella pancia del gruppo di testa. Col passare dei chilometri cambiava solo il distacco tra… i due continenti, gli africani, tutti keniani tranne l’etiope Ejigu, che facevano girare veloci le loro leve, e dietro gli italiani a cercare di contenere il divario. Una gara come da copione, decisa solo negli ultimi chilometri. Erano in tre a presentarsi in una manciata di centimetri al primo passaggio in Piazza Bra, correndo a fianco dell’arena al 32° km, Kimeli davanti, seguito da Kirui e da Sikukuu. A sei chilometri dal traguardo K&K, Kimeli e Kirui, sgusciavano abilmente via dal controllo di Sikukuu, ma il colpo di scena avveniva al km 37, dove Kirui con una violenta sferzata di gambe si involava da solo staccando Kimeli, incapace di reagire. La corsa di Kirui in centro a Verona era un’autentica passerella tra due ali di folla, con l’apoteosi in Piazza Bra dove si presentava tutto solo, ed un’ovazione lo attendeva dentro l’Arena. Ci aveva cre-

duto fin dall’inizio in questa vittoria, ma non pensava di migliorare il suo personale, considerando che questa Veronamarathon non era una maratona comune, con salite e discese e strette curve dentro le viuzze cittadine.

ITALIA Il primo italiano si confermava, come previsto,

il bresciano Nicola Venturoli, sesto con 2h28’06”, seguito dal piemontese Radoani, dal parmigiano Cola, dall’altoatesino Steiner e via via tutti gli altri. Il primo viso femminile a fare capolino dentro l’arena era quello di Everline Nyamu Atacha, il cronometro segnava 2h42’41”, un vero trionfo il suo con la leadership mantenuta dal primo all’ultimo chilometro, ma è stato dopo il rilevamento della mezza che si è messa a far da lepre. La Korir, seconda, accusa 7’17” di distacco, addirittura 9’10” l’etiope Oda, poi la nostra Mustat, quarta, con un tempo non male (2.57’46”) per lei che non aveva preparato questa maratona. Alle sue spalle Moro e Mazzolini a completare il podio delle italiane.

LA STAFFETTA La Duo Veronamarathon, una staffetta con cambio allo stadio Bentegodi, è stata un successo per Spiller e Rampon della Vicenza Runners. E c’era tanta attesa anche per Gianni Morandi. Il cantante domani e martedì sarà ospite di Celentano nel concerto all’arena, e la lunga serie di prove non gli ha consentito di prepararsi adeguatamente. Ha corso, divertendosi, la seconda frazione della Duo Veronamarathon, con un buon tempo a dire il vero, 1h22’28”. Stessa situazione per Laura Fogli, bloccata fino all’ultimo da problemi familiari. Per lei un 1h22’31”, decisamente non male.

TUTTI DI CORSA NELL’ARENA GIANNI MORANDI

“La spinta della gente è stata una cosa fantastica, anche per me” Non ero mai entrato in arena correndo! Per cantare si, molte volte, anche col mio amico Lucio Dalla. Oggi entrare correndo è stata una magia, non avevo mai provato questa emozione. Ho percorso solo 17 km, ma non ero neanche tanto preparato perché stiamo facendo delle prove per il concerto di Celentano, anche di notte, però sono felicissimo. Finché uno riesce a muoversi e correre tutto va bene, non ha importanza la velocità. Correre nella città di Verona è bellissimo, con questi monumenti e questi palazzi, tutta la gente straordinariamente entusiasta che ti sprona a non fermarti, anche se hai un po’ di fiatone, la spinta della gente è stata una cosa fantastica, anche per me”

4


LA PAROLA ALL’ORGANIZZATORE Per gli organizzatori è stata un’edizione sofferta. Tanta soddisfazione, è vero, ma mille problemi da affrontare, come sintetizza Matteo Bortolaso: “Giornata stupenda, la partenza della corsa di solidarietà è stata entusiasmante,

Vi aspettiamo alla prossima edizione domenica 6 ottobre 2013 abbiamo visto la città che ha risposto in modo stupendo alla proposta di correre per una causa. Per noi è stato un duro lavoro, per esigenze tecniche siamo arrivati all’ultimo nell’allestimento della parte finale in Arena complice

uno spettacolo sabato sera ed il concerto di domani di Celenano. Verona che corre, comunque, è sempre uno spettacolo!

I MARATONETI SU FACEBOOK Maratona molto dura ma organizzazione fantastica Simone

La mia prima maratona! Bellissimo correre fra le vigne della Valpolicella Nicola

Gran bel percorso. Ci si rivede l’anno prossimo con una preparazione adeguata ai sali scendi della prima mezza Isabella

Verona Marathon è stata anche tanta solidarietà e visibilità a chi non ha voce Giovanni

Il percorso in particolare nella prima parte regala paesaggi molto belli e l’arrivo in Arena ha un fascino particolare

CLASSIFICHE

Stefano

Veronamarathon classifica maschile

CI HANNO SCRITTO

1 Kirui Kiprotich KEN 2:11:34; 2 Kimeli Victor Kiprono KEN 2:13:38; 3 Sikukuu Kurgat Justine KEN 2:15:33; 4 Ejigu Ebisa Merga ETH 2:22:31; 5 Kurui Kipruto KEN 2:25:41; 6 Venturoli Nicola C.S. S.Rocchino 2:28:06; 7 Radoani Juri S.A. Valchiese 2:36:50; 8 Cola Gianluca Circolo Minerva Asd 2:38:52; 9 Steiner Thomas 2:40:02; 10 Splendore Alessandro Atletico Bastia 2:40:12

Buongiorno a tutti, Vi volevamo ringraziare per l’ accoglienza e la gentilezza che ci avete riservato in occasione della Last10km. Avete fatto tutto con il cuore, questo è quello che avete trasmesso... sempre disponibili per qualsiasi nostro dubbio ed esigenza, staff impeccabile anche al ritiro pettorali e Verona ed i suoi abitanti sono meravigliosi ci siamo sentiti accolti e coccolati da tutte le parti. Quindi un grande uaccauacca all’organizzazione della verona marathon e continuate così perchè siete fantastici. Un abbraccio a tutti voi da tutti noi Maratonabili. I Maratonabili Vogliamo ringraziare l’organizzazione della Maratona di Verona per aver dato modo a tutti i partecipanti di apprezzare gli splendidi panorami offerti dalla Valpolicella, i suggestivi passaggi nei luoghi più interessanti della città e lo straordinario epilogo nella cornice del nostro anfiteatro. Inoltre avete dimostrato grande sensibilità nel ricordare e nel dare modo in partenza di osservare il minuto di silenzio per onorare la scomparsa del “nostro” maratoneta Nazzareno Zandonà. GRAZIE e arrivederci alla prossima edizione... Gruppo Podistico Gargagnago “Ho partecipato con estrema passione e gioia all’ undicesima edizione della maratona di Verona, egregiamente organizzata. Per la prima volta ho messo piede nell’Arena, arrivo della 42,195, emozione profonda da rivivere. Sono tornata a casa, in Brianza, con un nuovo gioiello al collo, la medaglia da finisher, un terzo posto di categoria, il sole di Verona sulla pelle. Promessa di ritornarci, anche per uno spettacolo nell’anfiteatro romano”. Lucrezia

6 Leonardi Massimo Gs Valsugana Trentino 0:31:57; 7 Dal Bosco Eibaner Giuseppe Calcestruzzi Corradini Excels. 0:32:03; 8 Cengiarotti Omar Società Aatletica Piovezzano 0:33:07; 9 Meneghini Dario Atl.Vicentina 0:33:49; 10 Premoli Marco Athletic Team 0:33:59

Verona Race 10 Km classifica femminile 1 Conceicao Lopes Sonia Maria Atletica Brugnera Friulintagli 0:37:00; 2 Fiorini Romina Happy Runner Club 0:38:28; 3 Goldsmith Sally Atl. Insieme New Foods Vr 0:38:53; 4 Quagliaro Anna A.S.D. Podistica Avis Priverno 0:39:42; 5 Pacchiega Chiara G.S.D. Valdalpone De Megni 0:41:56; 6 Lorenzoni Odilla Atl. Insieme New Foods Vr 0:42:32; 7 Bacci Veronica A.S.D. Atletica Lupatotina 0:42:52; 8 Finini Paola Daniela Latin Marathon Lovers 0:43:18; 9 Tezza Francesca G.M. Sporting Club Mondadori 0:44:29; 10 Tognin Gioia G.M. Sporting Club Mondadori 0:45:42

Veronamarathon classifica femminile 1 Atacha Everline Nyamu KEN 2:42:41; 2 Korir Joice Chepngeno KEN 2:49:58; 3 Oda Worknesh Shashe ETH 2:51:51; 4 Mustat Lara Calcestruzzi Corradini Excels. 2:57:46; 5 Moro Piazzon Yvette Italiana Azzano Runners 3:06:26; 6 Mazzolini Paola Maria Atl. Cologno Al Serio 3:11:56; 7 Legnaro Daria G.P. Turristi Montegrotto 3:12:50; 8 Gibson Beverley G.S.R. Ferrero A.S.D. 3:14:20; 9 Scorzato Tiziana A.A.A.Malo 3:15:10; 10 Malaffo Elena G.A.A.C. 2007 Veronamarathon 3:18:02

Duo Veronamarathon classifica squadre

Verona Race 10 Km classifica maschile 1 Busienei Wilson Kipkemei UGA 0:30:03; 2 Zanatta Paolo G.S. Fiamme Oro Padova 0:30:04; 3 Tanui Isaack Kiprotich KEN 0:30:09; 4 Gobbo Simone A.S.D. Atletica San Rocco 0:30:20; 5 Pasetto Gianluca Calcestruzzi Corradini Excels. 0:31:11;

1 Vicenza Runners Cinque (Spiller – Rampon) 2:50:25; 2 I Pistolas (Trulla – Mocellin) 2:51:00; 3 Runners Team Mai Zeder (Zanolli – Cuel) 2:53:24; 4 Vicenza Runners Tre (Pozza – Irmici) 2:55:27; 5 Atletica Lem Lonato Italia (Zaglio – Dahir Warsame) 3:04:34

La Veronamarathon è anche social, vieni a trovarci: facebook.com/veronamarathon

@VERONAMARATHON

5


27 Venice marathon 8000 AL VIA: è RECORD a

Alex Zanardi corre con Eric e Sara La Venicemarathon, che domenica 28 ottobre taglierà il traguardo della 27esima edizione, sarà sicuramente ricordata come l’edizione dei record. Da record sono, infatti, i numeri degli iscritti che hanno raggiunto per la prima volta nella storia quota 8000, mille in più rispetto alla passata edizione, con iscrizioni già chiuse al mese di maggio. La scelta di aumentare la capienza nasce dal desiderio di far fronte alla fortissima ed incessante richiesta di pettorali pervenuta in questi ultimi anni. Il Venicemarathon Club ha così studiato con attenzione nuove soluzioni organizzative in partenza e arrivo per accogliere più atleti e garantire la massima qualità nei servizi. Da record sono i 12.000 iscritti alle Family Run, le due corse non competitive di Mestre e Dolo del sabato mattina e da record sono i 50.000 euro di fondi raccolti con l’edizione 2011 e destinati ai tre progetti benefici sostenuti dalla maratona: Run For Water-Run For Life, Bimbingamba e Run To End Polio. Amico della maratona di Venezia sarà ancora una volta Alessandro Zanardi. Dopo l’emozionante impresa dello scorso che vide l’ex pilota di Formula 1 trainare con la sola forza delle braccia lungo i 42 chilometri di gara l’handbike dell’amico Francesco Canali affetto da SLA, quest’anno il bicampione paralimpico correrà assieme a Eric e Sara, due giovani rappresentati

del nuovo progetto sportivo Bimbingamba Sport – Scintille di vita. La gara dei top runners sarà ancora una volta teatro di un’accesa sfida tra Kenya ed Etiopia sia in campo maschile che femminile. Cercherà di bissare il successo dello scorso anno l’etiope Tolesa Tadese Aredo, mentre in campo femminile occhi puntati sull’etiope Fantu Eticha Jimma terza lo scorso in 2h30’25”. Tra gli italiani, ritorna a Venezia il trentino Giuliano Battocletti e al via anche il campione italiano 2012 dei 10 km su strada Domenico Ricatti. Tra le donne, la toscana Martina Celi, campionessa italiana di maratona a Torino nel 2011 e l’avvocato trentino specialista delle ultramaratone Monica Carlin.

da non perdere la tavola rotonda proposta dalla Coldiretti dal titolo ‘L’Energia dei prodotti della Terra per correre la Maratona’, in programma di venerdì 26 ore 15 e il dibattito promosso e organizzato dall’Ufficio Eliminazione Barriere Architettoniche e da “Città per Tutti” del Comune di Venezia: ‘Le buone pratiche per una città accessibile - Esperienze a confronto’ in programma sempre venerdì alle ore 17. Si prosegue venerdì 26 con il Coni Open Sport, l’iniziativa di promozione sportiva dedicata agli studenti. Sabato 27, protagonisti saranno i giovani delle due Family Run, con Stefano Baldini, Bebe Vio, Giusy Versace e Martina Caironi. Il pomeriggio sarà dedicato al Convegno ‘L’indotto dei grandi eventi sportivi - Case history: Venicemarathon e Gran Premio di Formula 1 di Monza’ a cura della Camera di Commercio di Venezia e A.S.D. Venicemarathon Club.

I Collaterals della Venicemarathon: Quanti eventi! Ricchissimo sarà come sempre il calendario degli eventi collaterali della 27° Venicemarathon. Si inizia giovedì 25 ottobre alle ore 15 con l’inaugurazione di Exposport al Parco San Giuliano di Mestre. Molte le attività che animeranno la tre giorni di fiera e

CATTOLICA ASSICURAZIONI. LA COMPAGNIA VICINA ALLE FAMIGLIE DA OLTRE 115 ANNI.

6

www.cattolica.it


da non perdere

Corri la Giulietta&Romeo Half Marathon e la Veronamarathon con le nuove Brooks Glycerin 10

L’EVOLUZIONE CONTINUA. THE ANSWER IS IN THE RUN Suola tutto sullo stesso piano, intersuola personalizzata, 10 grammi in meno, meno cuciture, più flessibilità e più sensibilità È arrivata la scarpa che farà felici i podisti, perché i nostri ricercatori se ne vengono fuori con le idee più fantastiche, nella continua innovazione che conduce all’evoluzione.

La GLYCERIN 10, modello TOP NEUTRO tra le più vendute al mondo,

QUALI COLORI?

fa parte di un nuovo studio che porta la principale novità nella SUOLA DELLA SCARPA, questa volta tutta sullo stesso piano, anche nella parte centrale esterna. Tutta la suola tocca terra, così il podista nella fase di rullata del piede appoggerà tutto il piede, a partire dall’attacco con l’esterno del tallone fino al termine della rullata con la punta del piede.

UOMO Nera-Rossa disponibile anche con calzata stretta oltre che calzata normale. Bianco-Verde questa disponibile solo con calzata normale. DONNA Nero-Fucsia disponibile con calzata stretta oltre che calzata normale. Bianco-Blu questa disponibile solo con calzata normale.

Il vantaggio è immediato, con una rullata del piede più rotonda, più continuativa, più veloce e di conseguenza con un maggior ammortizzamento poiché il peso è meglio distribuito. Si godrà così anche di un maggior equilibrio nell’appoggio. Un’altra caratteristica innovativa e fondamentale riguarda la differenziazione nella MESCOLA DELL’INTERSUOLA in Biomogo che risulta avere densità diverse: più morbida nella versione femminile rispetto a quella maschile, ma non è tutto. Questa mescola si differenzia ulteriormente a seconda delle taglie e dunque del peso della persona che le calzerà: più è piccola la misura più risulterà morbida, per poi irrigidirsi con il crescere della misura della scarpa. LA TOMAIA inoltre è stata studiata e poi costruita in maniera 3D: significa migliore vestibilità e aderenza del piede e meno cuciture all’interno della scarpa. Ancora tra le caratteristiche principali c’è la suola, in cui le linee di flessione sono più articolate, in particolare sotto l’avampiede. Il nuovo disegno Omni Groves è contraddistinto da solchi che da un foro centrale s’irraggiano radialmente garantendo miglior sensibilità, flessibilità ed ammortizzamento. Questo porta inoltre una diminuzione del peso della scarpa di 10 grammi rispetto alla versione precedente. Consigliata ai runners con appoggio neutro che sono alla ricerca di una scarpa da allenamento per tutte le distanze, particolarmente ammortizzante e confortevole, ma dotata di buone doti dinamiche. Brooks running con la GLYCERIN 10 anticipa così il futuro delle calzature da running, dimostrando ancora una volta di essere un’azienda all’avanguardia. Essere nati nel 1914 e avere quasi cent’anni di storia ha i suoi vantaggi!

Scopri le nuove BROOKS GLYCERIN 10 www.brooksrunning.it

PISAMARATHON prima della fine del mondo?

FIRENZE MARATHON NUOVO PERCORSO

domenica 16 dicembre 2012

domenica 25 novembre 2012

Sarà l’ultima maratona prima della fine del mondo annunciata dai Maya? Forse sì, dunque non è possibile gettare al vento l’occasione, bisogna godere del percorso piatto, dei lunghi rettilinei, di uno scenario unico al mondo con partenza e arrivo in piazza dei Miracoli. Pisa è il luogo ideale per fare il primato personale. E’ l’ultima occasione, da non perdere anche grazie all’iscrizione agevolata a 50 euro. Per chi non è pronto per i 42,195km c’è anche la mezza maratona da 21,097km. Stessa partenza ed arrivo, stesso pacco gara, sempre forti emozioni. Per i familiari e i bambini la 2° Happy Christmas Family Run non competitiva da 2, 6 o 14 km. Le novità sono tante per questa maratona di Pisa, dal rinnovato sito internet www.pisacitymarathon.com con tutte le info compresi i pacchetti turistici fino all’expo marathon per la prima volta fatto all’interno dell’aeroporto internazionale di Pisa. www.pisacitymarathon.com

Scalda i motori la Firenze Marathon, il principale evento sportivo di corsa su strada, seconda in Italia solo a quella di Roma e tra le prime 20 al mondo per numero di partecipanti e per qualità, che il 25 novembre andrà in scena per l’edizione numero 29. Il percorso fiorentino si muove attraverso scorci paesaggistici e monumenti di una bellezza unica. Dalla scorsa edizione è inoltre previsto un nuovo tracciato che partendo dai grandi viali, tocca poi i luoghi più affascinanti di Firenze, come piazza del Duomo, piazza della Signoria, Ponte Vecchio, strade e piazze ricche di storia e di cultura, prima di concludersi nella maestosità di piazza Santa Croce. Il percorso è senza dislivelli, come previsto dalle norme Iaaf, caratteristiche che lo rendono particolarmente scorrevole e apprezzato da tutti gli atleti. Quest’anno poi l’organizzazione offre speciali pacchetti promozionali turistici, convenzioni con alberghi e musei e una lunga serie di iniziative collaterali lungo il percorso. www.firenzemarathon.it

7


MaratON (ed. 1) - Il magazine di Verona Marathon  

Edizione n° 1 Notizie ed aggiornamenti dal mondo della corsa. Interviste e curiosità con i protagonisti del running. #maratona #mezzamarato...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you