Issuu on Google+

Il potere della parola di

verdefronda musa ispiratrice

Iride


Il potere della parola in versetti rimati di

verdefronda

musa ispiratrice

Iride


La parola

La parola è sì potente come il lancio d'un fendente Ha durezza d'una spada o dolcezza di rugiada La parola è quella cosa che si dona come rosa Del profumo ha gli intenti o le spine più pungenti


Per difender gli ideali la parola non ha uguali Nell'offesa la parola esce dura dalla gola La parola esce dal cuore per diffondere l'amore Un sussurro dentro i baci lo spasimo da audaci Ha ritorno come l'eco appioppando un colpo bieco Siamo fragili e impotenti nel riceverne i fendenti


Nell'inconscio pone il seme sia dell'odio che di speme La parola apre la mente solamente a chi la sente Se si ascolta la parola piÚ la mente non è sola Senza limiti o confini la parola tien vicini Ma attenzione a ben usarla spesso morde spesso tarla Dal profondo può venire far gioire, far soffrire


Molti sono i suoi effetti son precisi e ben diretti La parola ha vie potenti per entrar nei sentimenti Quando ben vi è radicata non può essere scacciata I gerarchi e i dittatori ne son buoni sfruttatori Può aver diversi sensi per talune sono immensi Ancor prima di parlare l'accortezza devi usare


La parola va adattata a colui ch'è indirizzata Non parole vaghe e vuote ma precise come note per destar nella persona un pensiero che le dona Il silenzio tante volte può evitar parole stolte


Edizione 2014



Il potere della parola