Page 1

ELEZIONI DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE

VOTA LIS TA N 째 1 per

la voce che FRANCO DORI ASCOLTA

sindaco

La voce che ascolta !


Uniti Per Sestino – Franco Dori Sindaco Nei capitoli che seguono, riassuntivi del nostro programma, vengono sviluppate le proposte e le linee guida che caratterizzeranno l'impegno del gruppo Uniti Per Sestino. Chi vi cercherà promesse ambiziose ma difficilmente realizzabili rimarrà forse deluso. Chi invece si accosterà a questo progetto rivolto alla comunità con l’intento di trovare idee concrete, misurate sull'attuale situazione, senz’altro ci aiuterà con il suo consenso. Il presupposto è in ogni caso ispirato alla massima condivisione: il nostro gruppo di lavoro, formato da persone fortemente impegnate e portatrici di contributi professionali, è pronto fin da ora a mettersi a disposizione per l’interesse della collettività, a rimanere aperto a tutte le possibili integrazioni e osservazioni di merito, anche in corso d’opera. Il nostro metodo e il nostro approccio saranno operosi perché ispirati alla concretezza. Tanto per essere chiari, avremmo potuto inventarci un futuro immediato per l’Hotel Appennino. Ma dato che siamo consapevoli che le condizioni di fatto e di diritto maturate negli anni non permettono in tempi prevedibili di adoperarci per la sua riattivazione, dichiariamo il nostro impegno ad elaborare uno scrupoloso piano a lungo termine, attenti a tutte le possibili soluzioni, convinti che le rassicurazioni facili e gli slogan elettorali avvantaggino chi le pronuncia, mai i cittadini-elettori.


1. SANITÀ E SERVIZI Dedicheremo massima attenzione a garantire e migliorare i servizi sanitari alla persona, che per il nostro territorio rappresentano uno dei capitoli più delicati. Sestino, dopo essere riuscita a correggere il problema dell'emergenza-urgenza in virtù di una convenzione con le Marche per l'utilizzo del Punto di Primo intervento e del Pronto Soccorso e grazie al lavoro della Misecordia, ora dovrà fare un ulteriore sforzo per i servizi di continuità assistenziale. L’impegno primario sarà allora di sbloccare i fondi (già previsti dalla Regione) per la realizzazione di un nuovo Poliambulatorio nell'edificio della “Palestrina”, dove verranno potenziate le prestazioni medicosanitarie specialistiche. Negli attuali locali di via dei Tigli andrà invece ricavata la Camera mortuaria. L'obbiettivo strategico sarà invece quello di una maggiore integrazione con l'Asur marchigiana e romagnola e con la rete ospedaliera collegata ai nosocomi di Urbino e di Novafeltria e Rimini. La nostra difficoltà di raggiungere i servizi sanitari toscani dovrà essere in qualche modo compensata. Una delle operazione da portare a termine dialogando con la Regione sarà allora quella di ridurre i costi dei ticket per le prestazioni fuori regione, dato che il flusso di mobilità passiva che determiniamo non dipende dalle nostre volontà ma dalla nostra collocazione geografica e dalle maggiori difficoltà di raggiungere i centri ospedalieri della nostra Provincia. Occorrerà inoltre difendere il presidio pediatrico, che corre il concreto rischio di essere smantellato e trasferito altrove e incrementare i posti letto gratuiti e/o a pagamento nella Residenza anziani per venire incontro alle esigenze e ai bisogni delle nostre famiglie. Con altrettanta determinazione ci si impegnerà infine a vigilare per


contrastare lo smantellamento della Caserma dei Carabinieri e della Tenenza, un rischio reale e concreto e sul quale occorre non abbassare la guardia. Tra i servizi alla collettività il gruppo Uniti per Sestino intende sostenere lo sviluppo e l'esecuzione del progetto di riqualificazione dell'area Mercatale, uno spazio attrezzato da utilizzare per le manifestazioni del paese. Al contempo, crediamo che vada anche portato a realizzazione il Parco giochi in zona via Fonte, che risponde alla necessità di creare un luogo sicuro per bambini e famiglie. La stessa operazione vogliamo portarla a compimento nei pressi dell'anfiteatro con un'area verde pensata per i bambini e nel Parco Travicello. Pensando soprattutto alla terza età e consapevoli dell’esigenza per Sestino di avere, tra gli altri, luoghi di socializzazione sarà valutata l’opportunità di realizzare un campo bocce in sostituzione a quello attuale e anche la creazione di un’area parcheggio da sviluppare con successivi interventi. Tra i servizi richiamiamo infine l’esigenza di potenziare la banda larga per procedere verso lo sviluppo delle infrastrutture e il modello smart country. Infine occorrerà sollecitare una serie di interventi sulla ricettività della telefonia mobile nel capoluogo e in particolare nelle Frazioni.


2. MANUTENZIONE E DECORO Nel Capoluogo e nelle Frazioni ci si dovrà occupare in maniera continuativa del decoro, della pulizia e delle piccole manutenzioni, in particolare della manutenzione dei nostri cimiteri, laddove il degrado, andando anche oltre gli aspetti manutentivi, interessa i muri perimetrali. Tra gli altri problemi cui dare soluzione citiamo quelli dell’illuminazione pubblica, dove occorre puntare al risparmio energetico con programmi coordinati e rendere più sicure le tante aree delle Frazioni che necessitano di maggiore attenzione. Inoltre ci impegniamo da subito a verificare la possibilità di attivare “buoni lavoro” (voucher) per disoccupati e cassintegrati allo scopo di svolgere mansioni utili a tutta la comunità come giardinaggio, pulizia e manutenzione di edifici, strade, parchi e monumenti, lavori in occasione di manifestazioni sportive e culturali.

3. STRADE, LAVORI PUBBLICI, PICCOLE INFRASTRUTTURE E' nota a tutti la situazione in cui versano le nostre strade che, al di là della volontà delle singole amministrazioni, risente tuttora della difficoltà di reperire adeguate risorse. Ciononostante sappiamo di dover dedicare un impegno prioritario alla sistemazione dei tratti con maggiore urgenza di intervento operando in più direzioni per acquisire finanziamenti, anche all’interno del bilancio dell'Unione Montana della Valtiberina. Bisognerà infatti superare gli ostacoli che impediscono all'Ente di accedere a mutui per conto dei Comuni. Ciò consentirebbe all'Amministrazione di liberare risorse da investire


nelle opere di interesse pubblico. Per quanto di competenza, per le attività indicate e in particolare per la regimazione delle acque, laddove rendono pericolosa la viabilità, si dovrà operare in concerto con l’Unione dei Comuni. A proposito degli interventi che riguardano opere oggetto di appalto, sia diretto che a concorso, sarà operato un rigido controllo da parte dell’Amministrazione, non solo per l’attuazione dei programmi di spesa ma con garanzie sostanziali di buon esito degli interventi, escludendo forme non coerenti dei ribassi su base d’asta.

4. RACCOLTA RIFIUTI Andrà migliorata la gestione della raccolta rifiuti (Rsu), attualmente gestita dalla società Marche Multiservizi. Oltre a garantire igiene e decoro nelle aree di servizio, riteniamo, anche a breve termine, di dover valutare l’opportunità di un diverso sistema di raccolta o comunque di un servizio più adeguato con l'implementazione di quello attuale. Nelle diverse realtà del territorio, rileviamo l’esigenza di rivedere frequenza e modalità di raccolta ai fini della pulizia e del decoro. In virtù dell'accordo tra Regione Toscana e Regione Marche riteniamo inevitabile definire (iter già cominciato) la collocazione del nostro Comune nell'Ambito Territoriale Ottimale delle Marche. In effetti se per ragioni territoriali e geografiche Sestino è giustamente ricaduto al di fuori dell'ATO Toscana Sud, il passo successivo dovrà necessariamente essere l'ingresso all'interno dell'ATO marchigiano e questo andrà fatto corrispondere all'incremento dei livelli di raccolta


differenziata. Come? Un obiettivo inserito nella riorganizzazione del servizio sarà quello di trasferire la gestione di quest'ultimo dal Comune a Marche Multiservizi. Con ciò, vigilando sulle tariffe TARES, si potrebbero liberare risorse umane e materiali comunali da poter impiegare in altri settori. La rilevanza dei problemi di igiene ambientale ci rende inoltre consapevoli della necessità di promuovere nelle scuole progetti finalizzati all'educazione ambientale, per sviluppare in materia comportamenti improntati all'eco-sostenibilità e al risparmio.

5. AGRICOLTURA, ARTIGIANATO, COMMERCIO Cercando di utilizzare in maniera appropriata tutti gli strumenti a disposizione della Pubblica Amministrazione e in coordinamento con le associazioni, favoriremo l'elaborazione di incentivi all'agricoltura, alla promozione dei nostri prodotti (su tutti della carne di razza Chianina). Rispetto a quest'ultimo tema, estremamente importante per la comunità Sestinate, si dovranno creare le giuste condizioni per il potenziamento della filiera. Tutto ciò con il coinvolgimento costante delle Associazioni per la definizione di un serio programma di sviluppo. In questo senso riteniamo importante valorizzare l'opera del Centro di Selezione Genetica Manze di razza Chianina “Sivio Datti” di Ponte Presale, l'unica esperienza in Italia per la linea femminile, che si appresta ad entrare nella vetrina dell'Expo di Milano 2015 grazie a Regione, Provincia e Ara (Associazione Regionale Allevatori) e all'Associazione Città della Chianina.


In questa prospettiva, cercando le risorse all'interno dell'Unione Montana dei Comuni della Valtiberina e attraverso l'erogazione di un bando, riteniamo necessaria la costituzione di un Presidio veterinario Asl con servizio di reperibilità continua. Per dare supporto a tante iniziative in questo e in altri settori economici, in condivisione con le Associazioni, gli agricoltori, gli esercenti commerciali e tutti gli altri attori sociali che saranno interessati, il Comune dovrà dotarsi all'interno dei suoi uffici di uno Sportello comunale dedicato ai Fondi europei previsti dalle nuove linee del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020, piano che la Regione Toscana sta definendo. Seguendo i bandi del Psr il personale comunale dovrà essere in grado di informare chiunque ne faccia richiesta sulle possibilità e sui bandi rivolti alle aziende per il loro sviluppo e la loro diversificazione. Infine, a favore del settore Agricoltura, Commercio, Artigianato e Turismo, ma anche a supporto delle piccole e delle micro-imprese nelle loro necessità, il Consiglio comunale si doterà di un'apposita Commissione consiliare, uno strumento aperto al confronto e al dialogo per coordinare le strategie di sviluppo assieme ai diretti interessati e capire eventuali difficoltà od opportunità nei tempi di attuazione.

6. LAVORO E POLITICHE SULLA CASA Sarà nostro preciso impegno mantenere al minimo le aliquote Imu per altri fabbricati ed aree edificabili, sfruttando anche l'opportunità data dalla normativa di applicare la stessa tassazione anche per gli


immobili destinati ad uso gratuito a parenti di primo grado. Ancora in tema di costi ci adopereremo, fine per il quale esiste un oggettivo spazio di manovra, per la riduzione del prezzo della fornitura di gas. Sarà assolutamente prioritaria una revisione del contratto stipulato con il gestore della rete, incarico che andrà a scadere nel 2015. Il nostro impegno sarà quello di raggiungere l'accordo economicamente più conveniente per gli utenti.

7. TURISMO L'aspetto più immediato, visto anche l'avvicinarsi della stagione estiva, che riguarda il Turismo è l'operatività dell'Ufficio Turistico che andrà riattivato (assieme agli altri punti di accoglienza e di informazione) in base ad accordi con la Provincia e attraverso la pubblicazione di bandi rivolti ad operatori privati. Questo settore andrà infine pianificato di concerto con il territorio dell’Aretino, del Montefeltro e del Riminese, per iniziare finalmente a guardare ad un'economia del terziario derivante dalla promozione coordinata del patrimonio naturalistico, storico-artistico e archeologico, attraverso la pianificazione di itinerari tematici e di percorsi turistici da inserire nell'offerta dei tour operators. Il nostro impegno sarà finalizzato inoltre a valorizzare e a dare supporto alle nostre numerose feste tradizionali, che in tutto e per tutto dovranno essere l'espressione delle nostre tipicità. A questo fine, in considerazione delle caratteristiche specifiche delle diverse realtà, attueremo una politica mirata per le diverse Frazioni, incentivando il cicloturismo, il settore extra-alberghiero e puntando sempre più su un'accoglienza “compatibile” con il territorio.


Di grande rilevanza riteniamo il sostegno alle attività museali, da sempre un sicuro riferimento sia culturale che turistico: l'Antiquarium nazionale di Sestino, il Centro Visita della Riserva Sasso di Simone; due realtà da rendere ancor più accessibili e per quanto possibile migliorate nella loro fruibilità.

8. PARTECIPAZIONE E TRASPARENZA I Bilanci e gli atti amministrativi sono documenti liberamente consultabili dai cittadini. Senza partecipazione questi rischiano tuttavia di rimanere strumenti di controllo utilizzati da pochi. Proprio pensando a questa difficoltà di avvicinarsi alle istituzioni intensificheremo la convocazione dei Consigli comunali prevedendo anche Pre-Consigli nelle Frazioni, con incontri focalizzati su temi e ad argomenti specifici per discutere e confrontarsi sulle questioni che interessano maggiormente la vita delle singole Comunità.

9. SPORT, GIOVANI, ASSOCIAZIONI Un settore a cui dedicare energie è lo sport. Uno degli obiettivi del nostro lavoro sarà quello di valorizzare la struttura della palestra, valutando la possibilità di un utilizzo polifunzionale e di dotarla di nuove attrezzature sportive. Infine occorrerà ricreare le condizioni che possano conferire nuova linfa alla Società sportiva calcistica, e attivarsi affinché anche un'attività presente nel territorio come l'ippica possa essere incentivata.


10. RISPARMIO Muovendosi nell’esigenza di un sempre minor consumo energetico occorrerà programmare e analizzare la possibilità di rinnovare i sistemi di riscaldamento degli edifici pubblici. Si dovrà infatti iniziare a discutere di impianti termici alimentati a cippato (macinato di legno), un combustibile economico che consente maggiori risparmi grazie ad un maggior sfruttamento dei terreni e delle ramaglie forestali.

11. SCUOLA, CULTURA E TRASPORTI In precedenza si è detto della scuola come occasione di educazione all’ambiente. Sul fronte scolastico occorre però, oltre che avere interesse per la cura delle strutture, cogliere l’opportunità di avviare il Progetto Centro Scolastico digitale, finalizzato ad un aggiornamento dei percorsi formativi tramite l'utilizzo di moderni strumenti informatici e garantendo altresì il “mantenimento di plessi scolastici altrimenti a rischio”. Ancora alla scuola, sopratutto facendo riferimento alle Scuole Secondarie di Secondo Grado, si lega anche il tema del Trasporto Pubblico Locale. Le cifre che le famiglie spendono ogni anno per gli abbonamenti dovranno essere riviste tramite l'elaborazione di un piano che possa calmierare i costi a carico delle famiglie in base alle fasce di reddito. Più in generale in tema di cultura, l'Amministrazione, fidando anche sulla preziosa collaborazione e l’impegno privato, compirà ogni


sforzo per promuovere una stagione teatrale e di cineforum coinvolgentemettendosi in rete con i circuiti teatrali del territorio, della Provincia e della Regione, stimolando una programmazione che interessi anche giovani e famiglie.

12. PROSPETTIVE Oltre a valorizzare quanto già nei poteri dell'Amministrazione e negli ambiti di competenza amministrativa nei quali opera, e a ipotizzare iniziative da ritagliarsi sul piano organizzativo, il nostro gruppo “Uniti per Sestino” vede il proprio impegno nella prospettiva di affrontare significative novità che riguarderanno le future competenze comunali. Seguendo quelle che sono le direttive nazionali il Comune di Sestino dovrà arrivare entro il 1 gennaio 2015 alla gestione associata di tutte le funzioni comunali. Attualmente i Municipi dell'Unione Montana della Valtiberina Toscana svolgono in comune la Progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali, la funzione di Polizia Municipale e Polizia Amministrativa Locale, l'Attività di Pianificazione di Protezione Civile e il Catasto. Eppure la data succitata individua (forse con possibilità di rinvii) il termine ultimo per completare questo percorso. Ferma restando quella che è la disciplina imposta occorrerà però valutare, anche alla luce del nuovo quadro normativo dato dalla Legge Delrio sul rinnovato assetto territoriale, la possibilità di gestione all'interno delle aree omogenee per arrivare ad un effettivo potenziamento dei servizi al cittadino ed un effettivo risparmio nella loro erogazione.


NO TE


La nostra non è che una sintesi. Abbiamo tracciato le linee guida di questo percorso contraddistinto dall'ascolto. Vi abbiamo chiesto opinioni e idee che hanno arricchito il Programma (sempre in aggiornamento). Vi abbiamo coinvolto e continueremo a farlo. L'esperienza personale che portiamo sarà il punto di arrivo di un bisogno, di un'esigenza che deve corrispondere al bene pubblico. Sappiamo che il momento richiede serietà, competenza, dedizione, coraggio. Sappiamo che è questo ciò che vuole Sestino. Non vogliamo tradire questa aspettativa. Amministrare è una responsabilità. Se ben fatto diventa anche motivo di crescita. Una crescita da costruire tutti insieme!

per

la voce che FRANCO DORI ASCOLTA

sindaco


CANDIDATO SINDACO

F R A NC O D O R I Angeli Ivano Biscioli Gilb e r to Br agoni A lfr e d o Caibugatti R o m i n a Cor r adi E doa r d o F abbr etti S a n d r a Gor i D aniela Gr ifoni A lfio Ticchi Lucian o Ventur ini A nd r e a


per

FRANCO DORI

sindaco

vota LISTA n째1 PUOI ESPRIMERE SOLO UNA PREFERENZA SCRIVENDO COGNOME E NOME DEL CANDIDATO A CONSIGLIERE COMUNALE.

Committente Responsabile: Franco Dori

CANDIDATO SINDACO

la voce che FRANCO DORI ASCOLTA


Uniti Per Sestino  

Cosa vogliamo fare

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you