VIEWS - Schüco Magazine - Issue 3

Page 1

Editoriale

Il futuro dell’edilizia: l’incerta irreversibilità

Schüco People

Setsu e Shinobu Ito: vivacità naturale e attenta sperimentazione

Vivere con Schüco Schüco Symbiotic: tutto il meglio di Schüco, senza compromessi

Smart Innovation

Neom, la smart city 4.0 affacciata sul Mar Rosso

Schüco PWS Italia Magazine N° 03 Ottobre 2021
Visione futura
Tra smart e sostenibilità, il nuovo che ci aspetta VIEWS

Sostenibilità: oltre la tendenza, un imperativo per costruire un domani migliore per tutti.

Schüco

Il gruppo Schüco

Il gruppo Schüco, con sede centrale a Bielefeld, sviluppa e commercializza sistemi per finestre, porte e facciate. Con oltre 5.650 dipendenti in tutto il mondo, l’azienda si impegna ad essere leader del settore, oggi e domani, in termini di tecnologia e servizi offerti. Oltre a prodotti innovativi per gli edifici abitativi e commerciali, Schüco offre consulenza e soluzioni digitali per tutte le fasi del progetto edilizio: dall’idea iniziale alla progettazione, passando per la lavorazione fino al montaggio. In tutto il mondo collaborano con Schüco 12.000 studi di architettura, serramentisti e imprese di costruzione. Fondata nel 1951, oggi l’azienda è attiva in oltre 80 paesi e nel 2020 ha realizzato un fatturato di 1,695 miliardi di euro.

Schüco PWS Italia

Il PVC di Schüco è presente in Italia dal 2011 con la giovane e dinamica divisione Schüco PWS Italia S.r.l.. Il quartier generale dell’azienda ha sede a Paliano (FR) e si estende su una superficie di 18.000 metri quadrati, di cui 840 adibiti a uffici e 150 all’area formazione. 1300 metri quadrati sono riservati al reparto rivestimento, dove sono attive 3 linee produttive e impiegati 35 addetti specializzati. L’azienda conta un team complessivo di più di 80 unità e prevede l’attivazione di una quarta linea di rivestimento. Una sede logistica moderna e affidabile, dove lavora personale altamente qualificato, in grado di rispondere prontamente a tutte le esigenze

Schüco PWS Italia S.r.l. Z.I. Località Amasona 03018 Paliano (FR) T +39 06 9444 3250

www.schuecopws.it www.yourtrend.it

© Schüco PWS Italia, 2021

del cliente. Sostenibilità, una tendenza dettata da un bisogno così profondo, quello di preservare il nostro Pianeta e la vita di chi ci abita, che non consente deroghe, adattamenti o alternative Neom, la smart city 4.0 affacciata sul Mar Rosso Edifici sempre più “intelligenti” richiedono soluzioni ad alta tecnologia in tutti gli ambiti della building automation La cosa che indubbiamente ci attrae della plastica è il suo essere materia fluida, viva, un “magma” che consente di creare forme non omogenee: attraverso l’innovazione tecnologica si possono ottenere risultati davvero inaspettati - Setsu e Shinobu Ito Il Direttore Commerciale di Schüco PWS Italia ci racconta quali sono i valori che rendono il PVC di Schüco prodotto leader nel mercato italiano e quali le prospettive e le opportunità in un contesto mutevole e incerto come l’attuale Nato alla fine degli anni ‘60 in Germania, lo Schüco Technology Center è oggi tra i più avanzati laboratori di prova nel mondo
Pagina 8
12 Pagina 16 Pagina 22 Pagina 32 Pagina 24 Pagina 36
Schüco Symbiotic: tutto il meglio di Schüco, senza compromessi
Pagina

Indice

Futuro dell’edilizia: l’incerta irreversibilità

Oltre il brand: attenzione, reattività e innovazione

Setsu e Shinobu ITO: vivacità naturale e attenta sperimentazione

Schüco Symbiotic: tutto il meglio di Schüco, senza compromessi Neom, la smart city 4.0 affacciata sul Mar Rosso

Apri le porte alla building automation con Schüco

Schüco Technology Center: dove nasce il futuro.

3
Editoriale Schüco People Vivere con Schüco Smart Innovation 08 12 22 32 36 24 16

WHAT’S ON

Nasce il nuovo showroom del PVC Schüco a Weißenfels

A Weißenfels, in Germania, Schüco ha realizzato il nuovo showroom dedicato interamente al mondo del PVC. L’area espositiva di 400 m2 fornisce una panoramica completa sulle soluzioni proposte da Schüco per l’edilizia del futuro. Il nuovo Showroom offre la possibilità di conoscere in dettaglio i più

recenti sistemi per finestre e scorrevoli, all’avanguardia per tecnologia e design. L’esposizione può essere comodamente visitata in modalità virtuale, attraverso un’esperienza immersiva e interattiva che consente di apprezzare al meglio i vantaggi offerti dai prodotti PVC.

Visita lo showroom in modalità virtuale a questo link: https://bit.ly/3i4BCvd

4 Views Magazine - Issue 3

Schüco PVC Professional: perché la corretta posa in opera è fondamentale

La corretta installazione degli infissi è un fattore chiave per garantire le performance del prodotto in termini di isolamento e risparmio energetico. Per questo nasce “Schüco PVC Professional”, l’iniziativa che coinvolge i Partner, e le loro rivendite, in un percorso di formazione sulla corretta posa in opera. La partecipazione da parte delle aziende aderenti è finalizzata all’ottenimento del prestigioso marchio “Posa Qualità Serramenti”.

L’unico riconosciuto e promosso da tutte le associazioni di categoria, il marchio “Posa Qualità Serramenti” prevede l’applicazione delle soluzioni di installazione in linea con la recente normativa UNI 11673. È una garanzia sulla qualità della progettazione e assicura il reale raggiungimento delle prestazioni tecniche dei serramenti. Il marchio rappresenta un concreto vantaggio per il cliente finale, che ha oggi uno strumento in più per orientarsi e individuare con facilità i migliori professionisti che offrono una posa in opera a regola d’arte.

What’s On 5
6 Views Magazine - Issue 3

1.

Editoriale

Il punto di vista di Schüco PWS Italia sull’attualità del serramento e di tutto ciò che gli sta attorno: scopriamolo nell’Editoriale che affronta i temi che ci stanno oggi più a cuore.

Futuro dell’edilizia: l’incerta irreversibilità

Quando ogni previsione a breve-medio termine sembra avere scarsa attendibilità, è necessario guardare oltre. Una destinazione, una meta, un obiettivo restano tali anche se non sappiamo quale percorso faremo per raggiungerli: l’importante è averli chiari e sapersi adattare al cambiamento.

La ritrovata centralità degli spazi nei quali viviamo, associata agli ingenti investimenti governativi mirati a incentivare il rinnovamento e la sostenibilità del costruito, hanno fatto sì che l’edilizia venisse identificata da più parti nei mesi scorsi come il vero “motore della ripresa economica post Covid”.

I fatti stanno dimostrando che, in contesti estremamente fluidi, come quello che ancora attraversiamo, è molto difficile fare previsioni e delineare scenari certi. Il rincaro dei materiali, la difficoltà nel trovare la manodopera e l’incertezza della domanda da parte del settore privato stanno in parte frenando la ripresa del comparto edile, che pure è concreta e trainante per tutti i settori legati a questa lunga e complessa filiera, tanto che le stime dall’Ance parlano di un +8,6% nel 2021.

Ma, oltre a queste “oscillazioni” congiunturali, c’è qualcosa di più profondo: stiamo vivendo appieno la contraddizione tra quello che è il nuovo vocabolario ideale dell’edilizia, fatto di sostenibilità sociale e ambientale, innovazione non solo tecnologica e trasformazione smart delle nostre città, e, dall’altra parte, la realtà di un settore che poggia su un tessuto di micro e piccole imprese, bene prezioso per la nostra economia, ancora molto legate a un’impostazione e a un mindset tradizionali.

Impossibile dunque ragionare sul futuro in questo frangente? No, purché si tratti di un “domani” non eccessivamente prossimo. Più che azzardare risposte, è il caso forse di farsi le domande utili a inquadrare la direzione che consenta di raggiungere gli obiettivi di quell’Italia 2030 evocata nei progetti

del Ministero dello Sviluppo Economico e di Confindustria o, secondo una prospettiva europea, dell’Agenda ONU 2030.

Secondo le recenti stime del fondo d’investimento americano Blackrock, per raggiungere l’obiettivo Ue di ridurre le emissioni del 55% entro il 2030 l’edilizia avrà bisogno di 90 miliardi annui di investimenti pubblici e privati. Come? Principalmente attraverso il miglioramento della produttività degli edifici rispetto all’energia che utilizzano.

Questa è forse l’unica tendenza davvero irreversibile del nostro settore, e del nostro tempo, e perciò l’unica di cui ha davvero senso parlare, e verso la quale orientarsi in un contesto dove pare valere soltanto il “qui e ora”. Una tendenza dettata da un bisogno così profondo, quello di preservare il nostro Pianeta e la vita di chi ci abita, che non consente deroghe, adattamenti o alternative. In quest’ottica, l’assoluta necessità di crescita economico-culturale del settore edilizio perde i tratti della previsione e diventa un percorso già segnato. È con questa consapevolezza che ci dobbiamo preparare a vivere le sfide del futuro.

Firma per editoriale Views Magazine - Issue 3 8
9 Editoriale
10 Views Magazine - Issue 3

2. Schüco People

Creatività, passione, competenza e capacità di vedere “oltre”: sono questi i valori che accomunano le persone affini al nostro brand. In azienda e fuori, incontriamo chi è fonte di ispirazione.

Views Magazine - Issue 3 12 Oltre il brand: attenzione, reattività e innovazione INTERVISTA A PAOLO MATTOZZI Il Direttore Commerciale di Schüco PWS Italia ci racconta quali sono i valori che rendono il PVC di Schüco prodotto leader nel mercato italiano e quali le prospettive e le opportunità in un contesto mutevole e incerto come l’attuale. 01

Relazione con il cliente, coordinamento della rete di serramentisti, interfaccia con la casa madre: sono aspetti fondamentali per un brand strutturato e capillare come Schüco. A occuparsene per Schüco PWS Italia è Paolo Mattozzi, Direttore Commerciale. Lo abbiamo incontrato a Paliano (FR), sede centrale, e gli abbiamo posto alcune domande su brand, prodotto e futuro del settore. Ecco l’intervista.

Sig. Mattozzi, quali sono le sfide quotidiane di chi dirige la divisione commerciale di un’azienda come Schüco PWS Italia?

Una realtà in forte crescita come Schüco impone un livello di attenzione quotidiano particolarmente elevato. La responsabilità delle vendite in termini quantitativi e qualitativi richiede un costante contatto con la rete vendita, la struttura tecnica e i clienti. Il mercato è cambiato radicalmente in questi ultimi anni e con esso la modalità di gestione del rapporto con la clientela. Le aspettative dei clienti sono molto elevate ed è necessario dimostrarsi ricettivi e reattivi anche nei momenti più difficili.

13 Schüco People
Gli esterni dei magazzini logistici della sede di Schüco PWS Italia a Paliano (FR) La logistica è uno dei punti di forza del customer service di Schüco PWS Italia
02 03
Paolo Mattozzi, Direttore Commerciale di Schüco PWS Italia
01 02 03

Prodotto e brand...cos’è più importante oggi dal punto di vista commerciale? E su che cosa punta Schüco PWS Italia?

Il mercato è convinto che il brand Schüco sia il driver della crescita della nostra azienda, ma vi assicuro che il brand non è tutto. Il prodotto offerto è il frutto di un’attenta analisi delle richieste attuali e future, e la nostra gamma si arricchisce di sempre nuove soluzioni. Un mix ben bilanciato di brand e prodotto è dal mio punto di vista la vera chiave del successo.

Rappresentare un brand affermato, un brand leader nel suo settore come Schüco, che responsabilità comporta? E quali vantaggi?

La responsabilità primaria è quella di assicurare alla casa madre il giusto ritorno per l’investimento fatto in Italia. Grazie all’assoluto rispetto degli obiettivi commerciali pianificati, oggi circa 80 collaboratori trovano impiego nelle strutture di Paliano e di Stanghella di Schüco PWS Italia. I vantaggi? Principalmente il fatto di poter contare su un’azienda concentrata sul business dei profili in PVC, vicina al mercato e sempre “sul pezzo” oltre ogni aspettativa!

Qual è secondo lei quell’aspetto, o quel mix di elementi, che racchiude e rappresenta il vantaggio competitivo del PVC di Schüco, quel quid in grado di fare la differenza? Sembra la classica frase da manuale, ma la nostra volontà è realmente quella di offrire al mercato una WOW Experience! Vi assicuro che, nonostante le elevate aspettative determinate

dalla notorietà del marchio, il più delle volte la committenza rimane spiazzata dalla vastità e dalla qualità delle soluzioni offerte.

Gli ultimi due anni sono stati senza dubbio molto “particolari”, soprattutto per il mercato in cui opera Schüco...che cosa intravede nel futuro a livello di rischi e opportunità?

Personalmente ammiro chi oggi sia in condizioni di indicare con certezza il futuro del nostro mercato. Una sola cosa è certa: il 2020 ci ha insegnato a operare nel segno della più totale incertezza. Il concetto di comfort e di qualità degli spazi abitativi continuerà a evolversi, sollecitando soluzioni adeguate ai mutati parametri di valutazione. Per quanto mi riguarda penso che solo restando sensibili alle nuove necessità del mercato potremo cogliere tutte le opportunità e trasformare anche i rischi in possibili aree di sviluppo.

14 Views Magazine - Issue 3
— Paolo Mattozzi, Direttore Commerciale di Schüco PWS Italia
«
Le aspettative dei clienti sono molto elevate ed è necessario dimostrarsi ricettivi e reattivi anche nei momenti più difficili.»
Schüco People 15
04
Il prodotto, vero motore del successo del brand

Setsu e Shinobu Ito: vivacità naturale e attenta sperimentazione

Views Magazine - Issue 3
Setsu & Shinobu Ito (ph. Giovanni Gastel) 01
INCONTRO CON SETSU & SHINOBU ITO A MILANO

«

L’altra cosa che indubbiamente ci attrae della plastica è il suo essere materia fluida, viva, un “magma” che consente di creare forme non omogenee: attraverso l’innovazione tecnologica si possono ottenere risultati davvero inaspettati ... »

Complementari nella vita e nel lavoro, sono milanesi d’adozione ed entrambi laureati in Giappone: Setsu e Shinobu Ito hanno aperto il loro studio di design a Milano nel 1997 e da allora lavorano e offrono consulenza per clienti internazionali in una vasta gamma di attività di design. Setsu Ito, laureatosi presso la University of Tsukuba in Giappone (1989), ha iniziato la sua “avventura” in Italia collaborando con i massimi esponenti dell’avanguardia italiana nel settore del design come Alessandro Mendini e successivamente con il grande maestro dell’architettura e del design, Angelo Mangiarotti. Shinobu Ito, laureatasi presso la Tama Art University a Tokyo (1988), e dopo aver conseguito il Master in Design Direction presso la Domus Academy di Milano, ha iniziato la sua carriera lavorando per CBS Sony (adesso: Sony Music Entertainment), impegnandosi in attività di design e marketing fino al 1995. I loro lavori sono stati presentati in tutto il mondo e sono stati pubblicati in numerosi libri e riviste del settore. Insieme hanno vinto vari riconoscimenti, come ”Compasso d’Oro” (2011, Italia) e “Red Dot Award Best of the Best” (2016, Germania, Singapore). Li abbiamo incontrati nel loro studio milanese per farci raccontare qualcosa in più sul loro lavoro di designer e sul loro approccio creativo alle materie plastiche.

Setsu, in che modo oriente e occidente, Italia e Giappone, si incontrano e si integrano nei vostri progetti?

Della cultura architettonica giapponese abbiamo cari due concetti: la flessibilità e il “rispetto” per le forme naturali. In Giappone un’abitazione è flessibile, le mura sono movibili a seconda dell’uso momentaneo e non c’è un luogo fisso come per noi, dove, ad esempio, una cucina ha una strumentazione separata e specifica dal resto della struttura. E nel nostro design cerchiamo anche di far emergere, assieme alla pulizia delle linee, quella necessaria “vivacità naturale” che rende tattile e tridimensionale il progetto...le forme della natura hanno una poliedricità innata. Della cultura europea sicuramente abbiamo preso il grande amore e la valorizzazione per tutto ciò che è storico, antico, appartenente al passato. Questo concetto rientra nei nostri progetti attraverso il tema del riciclo.

17 Schüco People

Shinobu, cosa vi attrae dei materiali plastici, che avete utilizzato per dar vita a molti dei vostri progetti nei più diversi ambiti? Riprendendo ciò che diceva Setsu, sicuramente un primo aspetto è quello della riciclabilità. Penso che le aziende, e anche i designer, abbiano una grande responsabilità verso tutto ciò che rimane “occulto” dei nostri consumi: dobbiamo pensare al lungo periodo, con reale attenzione al problema, e per fare tutto questo ci vuole un sistema attivo. Quello che serve è un’attenta sperimentazione dei materiali riciclabili, e i materiali plastici da questo punto di vista sono quelli senza dubbio più “avanti” dal punto di vista tecnologico e di filiera. L’altra cosa che indubbiamente ci attrae della plastica è il suo essere materia fluida, viva, un “magma” che consente di creare forme non omogenee: attraverso l’innovazione tecnologica si possono ottenere risultati davvero inaspettati come, per esempio, le ciotole Guzzini My Fusion per le quali è stato creato uno stampo a iniezione di tre colori, e, sempre per Guzzini, la collezione Twist realizzata con il 50% di materiale plastico riciclato.

18 Views Magazine - Issue 3
La libreria modulare Inori, disegnata per Fiam 02

Setsu, quanto per voi è importante seguire assieme i progetti, e avete una divisione netta dei ruoli nello Studio?

No, non c’è un ruolo preciso, l’importante è essere in due per confrontarsi. Shinobu ha una visione più commerciale e funzionale, avendo lavorato a lungo alla Sony Creative guarda con lungimiranza al mercato, ma spesso le sue idee creano una svolta. Mi viene in mente il progetto Edra: i due pezzi erano concepiti come porta sale e pepe, è stata Shinobu a suggerire la loro realizzazione come mobile! Se non fossimo assieme, credo che il nostro lavoro e i risultati che esso produce sarebbero profondamente diversi.

19 Schüco People
Il
03 04 05 03
Ciotole Twist per Guzzini Sedute AU per Edra
progetto Stone Forest per Errebi Marmi
04 05
Views Magazine - Issue 3 20

3.

Vivere con Schüco

Scopriamo le novità dal mondo del PVC di Schüco: nuovi prodotti e soluzioni per vivere l’edificio con più comfort, migliori prestazioni energetiche e una particolare attenzione all’estetica e al design.

PRODOTTO IN ANTEPRIMA

Schüco Symbiotic: tutto il meglio di Schüco, senza compromessi

Views Magazine - Issue 3 22

PVC o alluminio? Performance o estetica?

Con Schüco Symbiotic scegliere non è più necessario: per la prima volta, è tutto in un unico profilo che riunisce in sé i vantaggi dei due materiali, dando vita a un sistema innovativo, versatile e sostenibile.

Fino a ieri acquistare un infisso significava doversi orientare prima di tutto sulla scelta del materiale. Meglio l’alluminio, con la sua leggerezza e resistenza? O meglio il PVC, che grazie a performance e sostenibilità rappresenta la soluzione ottimale per chi ha lo sguardo rivolto al futuro?

Oggi Schüco, per la prima volta, grazie alla sua esperienza pluridecennale nella lavorazione dei due materiali, ha superato tutto questo.

Con Schüco Symbiotic, prodotto altamente innovativo che abbatte i limiti e allarga i confini, la scelta tra PVC e alluminio diventa una cosa del passato.

Il nuovo sistema infatti riunisce in sé il meglio del mondo Schüco. Si tratta di un infisso di nuova concezione: ha un’anima in PVC, e per questo è capace di offrire prestazioni di isolamento termo-acustico impareggiabili insieme all’ottima versatilità e a un ciclo di vita più sostenibile per l’ambiente, mentre l’alluminio, utilizzato per la parte esterna del profilo, conferisce uno stile intramontabile ai serramenti e permette una perfetta continuità stilistica in facciate o edifici dove sono già presenti altri serramenti dello stesso materiale.

La totale versatilità di Schüco Symbiotic offre infinite possibilità di utilizzo, grazie anche alla personalizzazione del lato esterno in alluminio tramite verniciatura o anodizzazione.

Le caratteristiche del nuovo sistema sono davvero uniche. Viene garantita la massima luminosità degli ambienti interni, consentita dalla sezione in vista pari a soli 110 mm. Inoltre, la continuità visiva che si crea tra la vetrata e la superficie esterna in alluminio, a essa complanare, dà un tocco minimale e assolutamente moderno a tutto l’infisso.

In termini di prestazioni, il profilo a cinque camere e le triple guarnizioni in EPDM assicurano un ottimo valore di isolamento termico, ideale per nuovi progetti edili green e riqualificazioni energetiche. Un profilo supplementare è disponibile su richiesta per il telaio, al fine di raggiungere risultati ancora più elevati. Il sistema consente di installare vetri da 40 a 58 mm e la realizzazione di unità di grandi dimensioni, garantendo elevata robustezza e sicurezza antieffrazione.

Dalla simbiosi tra PVC e alluminio, Schüco Symbiotic: l’infisso di chi non ama i compromessi.

23
Vivere con Schüco

Edifici sempre più “intelligenti” richiedono soluzioni ad alta tecnologia in tutti gli ambiti della building automation. Per soddisfare le richieste di abitazioni smart ed efficienti, Schüco ha introdotto due novità, che evolvono il nostro modo di interagire con gli ambienti domestici: Schüco DCS SmartTouch e Schüco BlueCon.

Apri le porte alla building automation con Schüco

Views Magazine - Issue 3 24 01 02

01 02 03

Il sistema di gestione delle porte d’ingresso Schüco DCS (Door Control System) SmartTouch

Schüco DCS SmartTouch si integra alla perfezione con il design delle porte in PVC di Schüco

Con le soluzioni smart di Schüco è possibile controllare da remoto gli accessi

03

Passa a una gestione più intelligente degli accessi domestici con Schüco DCS SmartTouch.

Schüco DCS (Door Control System) SmartTouch è un sistema di gestione delle porte d’ingresso in PVC unico nel suo genere.

Progettato per offrire la massima modularità, Schüco DCS SmartTouch consente molteplici soluzioni e configurazioni in base alle necessità. Non si tratta di un semplice videocitofono, ma di un vero e proprio alleato nella gestione della sicurezza dell’intera abitazione, in grado di migliorare la qualità di vita.

Il sistema si integra perfettamente nella porta d’ingresso grazie al profilo in vetro, dal design complanare e minimale, che racchiude in modo raffinato ed elegante i molteplici dispositivi (videocamera, touchscreen, sistema audio, campanello e visore notturno). Il display touchscreen permette di visualizzare il numero

25 Vivere con Schüco

gli accessi in modo intelligente con Schüco è semplice, funzionale e sicuro

civico dell’edificio o un’immagine (come il logo di un’azienda, nel caso si tratti di una porta d’ingresso di un ufficio o un’attività commerciale), nonché la lista degli interni. Grazie alla connessione internet, Schüco DCS SmartTouch rende possibile gestire da remoto le porte di ingresso con il proprio smartphone, tablet o PC, per mezzo dell’app dedicata, disponibile sia per Android che iOS. Non appena qualcuno suona il campanello, viene inviata una notifica allo smartphone. Il proprietario può vedere sul proprio dispositivo chi sta suonando e decidere se aprire la porta o tenerla chiusa. Si può anche scegliere di impostare dei codici numerici personalizzati, determinando quali persone, e a che ora, possono aprire la porta autonomamente, digitando direttamente sullo schermo touch di Schüco DCS il proprio codice PIN. Per migliorare ulteriormente la sicurezza, dopo ogni utilizzo il tastierino numerico si riconfigura in modo casuale, impedendo la riproduzione del codice numerico da parte di eventuali osservatori malintenzionati.

Schüco BlueCon: benvenuto smartphone, chiavi di casa addio! Schüco BlueCon permette di aprire la porta d’ingresso in modo del tutto automatico con il proprio smartphone, senza dover utilizzare chiavi o effettuare qualsiasi operazione.

Il sistema sfrutta la tecnologia Bluetooth e la geolocalizzazione del dispositivo. È in grado di riconoscere quando ci si avvicina alla porta d’ingresso e di sbloccare automaticamente la serratura motorizzata, senza che si debba fare alcunché.

Il sistema è gestito attraverso l’app dedicata. Permette di abilitare un numero illimitato di utenti e di vedere chi e quando è entrato in casa. Per una maggiore flessibilità di utilizzo, consente inoltre di attivare o disattivare l’apertura automatica a seconda delle esigenze.

Views Magazine - Issue 3
Gestire
04
26
Schüco BlueCon utilizza i sensori Bluetooth per sbloccare automaticamente le serrature
05
04 05
27 Vivere con Schüco
06
Schüco BlueCon permette di entrare in casa senza chiavi

Torna Schüco Web Academy, la formazione online che ha l’obiettivo di mettere a disposizione della filiera PVC le migliori expertise negli ambiti del management, delle vendite e del marketing.

Schüco Web Academy

Continua il percorso di formazione online dedicato alle aziende Partner PVC Schüco e alle loro rivendite clienti. L’iniziativa, fortemente voluta da Schüco PWS Italia, punta a stimolare un percorso di crescita e maggiore competitività di tutta la filiera PVC. La Schüco Web Academy è un’occasione preziosa per formare il personale della propria azienda attraverso videolezioni tenute da esperti di settore. Le tematiche proposte, sempre di estrema attualità, offrono spunti interessanti per comprendere al meglio come cogliere le sfide del futuro con preparazione e consapevolezza. Partner PVC Schüco e rivendite possono contare sul know-how di formatori

qualificati al fine di sviluppare nuovi metodi nella gestione dei clienti, delle vendite e della promozione dei prodotti e servizi offerti. A corredo di tutto ciò il portale Schüco E-Learning, destinato ai partecipanti, mette a disposizione ulteriori approfondimenti e test di autovalutazione per continuare a migliorare professionalità e conoscenze.

La nuova sessione invernale della Schüco Web Academy si articolerà in due appuntamenti e vedrà il ritorno di due relatori già apprezzati: Veronica Gentili e Mauro Lupi.

Views Magazine - Issue 3
28
LA NOSTRA FORMAZIONE PER I PARTNER PVC

Il Dott. Mauro Lupi approfondirà il Customer Service Online, un tema oggigiorno di grande rilevanza a seguito dei cambiamenti, sempre più evidenti, provocati dal distanziamento sociale che abbiamo vissuto nei tempi più recenti. Un nuovo approccio al rapporto con i clienti, attraverso il web, ha reso indispensabile definire nuove modalità di interazione, adottando web chat, chatbot e sistemi di messaging. Insieme al Dott. Mauro Lupi sarà possibile trovare risposta alle seguenti domande: come prendere padronanza dei nuovi strumenti web? Come introdurli nella propria strategia aziendale a supporto delle vendite? Quali sono le best practice?

La Dott.ssa Veronica Gentili, esperta di Facebook, presenterà un lezione volta all’acquisizione di competenze pratiche per la creazione delle inserzioni Facebook. La piattaforma continua a essere il social network più importante e popolare. Il vantaggio che può offrire in termini di visibilità per le aziende è ormai noto e indiscusso. Ma come concretizzarlo? Purtroppo, le strategie di pubblicazione di contenuti organici non a pagamento si dimostrano deboli se non sono affiancate da campagne di inserzioni. Solo così è possibile cogliere davvero i benefici offerti dalla piattaforma. Durante il corso scopriremo come funziona la pubblicità su Facebook e il sistema d’asta e bidding, come definire e creare un pubblico ad hoc per le inserzioni e quali sono i parametri da osservare per valutare l’efficacia delle campagne.

29 1° INCONTRO 2° INCONTRO Mercoledì
Mercoledì 15
10 Novembre
Dicembre dalle h. 15.30 alle h. 17.30 dalle h. 15.30 alle h. 17.30
Views Magazine - Issue 3 30

4. Smart Innovation

La sostenibilità ambientale è un tema imprescindibile per il nostro futuro. Andiamo alla scoperta di progetti, innovazioni e tecnologie che trasformano l’abitare in chiave “green”.

Neom, la smart city 4.0 affacciata sul Mar Rosso

Views Magazine - Issue 3
32

Una città priva di auto, strade ed emissioni di anidride carbonica, in cui nessun trasferimento richiederà più di 20 minuti.

Neom, la città del futuro. Progetto sostenuto dal governo Saudita con 500 miliardi di dollari di finanziamenti, sarà costruito da zero lungo la costa del Mar Rosso. Sarà uno sviluppo high-tech di 10.000 miglia quadrate con diverse zone, tra cui un’area industriale e logistica, che dovrebbe essere completata nel 2025. Tutti gli sviluppi urbani in Neom saranno alimentati da energia pulita al 100% con l’obiettivo di costruire comunità attorno alla natura.

33
Smart innovation

Nel 2016, il principe saudita Mohammed Bin Salman annunciava il piano “Vision 2030”, un programma di sviluppo con un obiettivo ambizioso e complesso: cambiare volto all’economia saudita, creare posti di lavoro nel settore privato e snellire la burocrazia.

All’interno di “Vision 2030” rientra il progetto denominato Neom, una fusione del prefisso neo, che in greco significa “nuovo”, con la parola araba mustaqbal, “futuro”. Si tratta di una vera e propria “città del futuro”, che si estenderà su una superficie pari a 26.500 kmq (33 volte le dimensioni della città di New York) nel nord-ovest dell’Arabia Saudita, nella provincia di Tabuk, tra il Mar Rosso e il Golfo di Aqaba.

34 Views Magazine - Issue 3
The Line, che prevede trasferimenti di massimo 20 minuti 01 A B C D

Luoghi pressoché desertici, dai panorami mozzafiato e scarsamente abitati, che ora aspirano a popolarsi di nuove tecnologie per un costo che è stato quantificato in circa 500 miliardi di dollari.

Tutto in Neom sarà all’insegna della sostenibilità e delle più moderne tecnologie. Una città interamente alimentata da impianti solari ed eolici, dove i trasporti saranno elettrici e non necessiteranno di guidatori, e dove ogni servizio sarà automatizzato. L’area urbanizzata di Neom si chiamerà The Line: ben 170 km lineari di città pensati per diventare un modello di urban design e qualità della vita, e basati sui valori di integrazione con il contesto e armonia con la natura. Nelle parole di Bin Salman, idealmente, The Line sarà una città «con zero auto, zero strade e zero emissioni di anidride carbonica».

Per saperne di più: https://www.neom.com/en-us

35
Smart innovation
Lo sviluppo verticale di The Line Alcune immagini del progetto Neom, la città del futuro
02 03 04
04
I trasporti “smart” sono una delle principali innovazioni del progetto Neom
02 03
36 Views Magazine - Issue 3

Schüco Technology Center: dove nasce il futuro

Nato alla fine degli anni ‘60 in Germania, lo Schüco Technology Center è oggi tra i più avanzati laboratori di prova nel mondo: è li che vengono sviluppati, testati e certificati i più innovativi profili in PVC in termini di comfort, prestazioni, design e sostenibilità.

Performance d’eccellenza in tutte le zone climatiche del mondo, ampia libertà creativa grazie a finiture sempre più accattivanti e rispetto degli standard: sono questi i requisiti dell’edilizia di oggi. Per garantirli e produrre sistemi affidabili è necessario effettuare test su componenti e materiali, così come un elevato numero di simulazioni ambientali.

Lo Schüco Technology Center, completamente rinnovato nel 2012 e diventato nel frattempo ancora più completo e innovativo, è il laboratorio ad alta tecnologia nel quale vengono testate tutte le caratteristiche di resistenza, tenuta e sicurezza dei serramenti in PVC Schüco. Un luogo nel quale oltre 40 specialisti svolgono centinaia di test ogni anno, a partire dagli elementi più piccoli per arrivare alle complete unità per facciate.

Smart Innovation
37

Laboratorio indipendente di produzione

Fin dall’inizio del processo produttivo, Schüco si impegna a testare e perfezionare costantemente i nuovi sistemi, i singoli componenti o soluzioni speciali, e a convalidare i risultati dei test. Schüco Technology Center è riconosciuto come laboratorio indipendente di produzione da parte dell’ente nazionale di accreditamento della Repubblica Federale Tedesca (DakkS). La qualità dei prodotti Schüco, in linea con gli standard richiesti, viene perfezionata grazie a un’ampia gamma di test che riguardano l’acustica, la

resistenza agli agenti atmosferici, la sicurezza, la durata nel tempo e molto altro.

Formazione

Schüco Technology Center è anche un centro di formazione. ll Centro apre le porte dei propri laboratori a tirocinanti e studenti di due corsi di laurea: Ingegneria elettronica e Meccatronica. Per lo staff tecnico di Schüco è indispensabile trasmettere ai dipendenti più giovani le competenze nel proprio settore di applicazione, compito affidato a formatori specializzati e ingegneri.

Le aree specialistiche del centro — Test di flessione, trazione e pressione — Simulazione ambientale — E-technology — Acustica

— Laboratorio campioni — Test di impermeabilità — Meccanica, ciclo di vita e sicurezza

38 Views Magazine - Issue 3
01

02 03 04

01 04 Smart Innovation

La camera climatica consente di svolgere test in diverse condizioni di umidità e in un range di temperatura tra i -60°C e i 90°C.

03 02

Misurazione delle proprietà di isolamento acustico

Test di resistenza antieffrazione.

39
Prove di tenuta all’acqua.

Schüco PWS Italia S.r.l. www.schuecopws.it - www.yourtrend.it

Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.