Issuu on Google+

OTTOBRE

2013

digitalthink

layout: Alessandra Fabrizi - design: Giorgia Fortini

L’interior design

006 n.

pubblicazione informativa edita da Stil Comp s.n.c. - www.stilcomp.com


L’ interior design Riqualificazione degli ambienti La crisi che stiamo vivendo da diversi anni, a causa dei cambiamenti economici e sociali del Paese, sta danneggiando, anche in maniera irreversibile, molti e vari settori. Per riemergere da questa grave situazione, che rende impossibile l’investimento in nuove strutture e la ristrutturazione di ambienti e locali, è bene guardare oltre: cercare nuove strade, inventare e progettare qualcosa di fresco, accattivante, alternativo o semplicemente riqualificare con l’interior design, soluzione alternativa per la decorazione, la personalizzazione e la ristrutturazione di spazi comuni e privati. Le tecniche e i prodotti dedicati all’interior design permettono di creare ambienti (residenziali, d’ufficio, o edifici destinati a differenti utilizzi) accoglienti, funzionali e distintivi considerando l’ambiente circostante, valutando le mode, i tempi e ciò che si vuole rappresentare, utilizzando strumentazioni tecniche digitali innovative, con l’obiettivo di far star bene la persona che dovrà vivere nell’ambiente, con un tocco di personalità e carattere definito in ogni particolare dell’arredamento, d’identificare l’allestimento di punti vendita al fine di attrarre i clienti con soluzioni di comunicazione visiva accattivanti, capaci di coinvolgere i potenziali compratori ad un’esperienza d’acquisto più piacevole e, infine, di rinnovare gli ambienti senza aprire un cantiere e dover affrontare le spese dai costi esorbitanti, senza dover interrompere le attività lavorative e senza dover attendere l’eterna fine di una tradizionale ristrutturazione. Sullo sfondo dell’odierna crisi, l’interior design, che concentra i suoi punti di forza nei costi più che dimezzati, nei tempi rapidi e nei risultati di elevata qualità, ha tutte le carte in regola per addentrarsi nel mondo di un business vincente e fruttivo. Dal punto di vista tecnologico le basi ci sono: stampanti digitali e UV in grado di stampare su qualsiasi materiale (dal tessuto alla plastica, dal legno al metallo) o direttamente su oggetti di vario tipo come tavoli, vetri, porte, gomme, poliestere, piastrelle, etc. che consentono di ridurre gli sprechi durante la produzione e l’inquinamento ambientale grazie alle tecnologie avanzate. Anche sul piano del business il mercato è promettente: l’esigenza di ristrutturare con 2 - Ottobre 2013

un progetto di qualità a costi molto bassi è senza dubbio interessante quanto conveniente. Per un mondo sempre alla ricerca di nuovi stimoli, l’interior design corre in aiuto di tutte quelle aziende che vogliono stare al passo dei tempi -o che vogliono stare un passo avanti rispetto alla concorrenza- di essere la novità e di diffondere la propria immagine -personale e creativa- attraverso il frequente cambio di decorazioni (sempre originali) per la comunicazione. L’unica nota dolente di questo nuovo business è il piano informativo: è necessario mettere a conoscenza progettisti, decoratori e altri enti interessati, di tutto ciò che si può realizzare con la stampa digitale; una tecnologia altamente versatile nel creare progetti unici e personalizzati in modo veloce e conveniente di alta qualità. Il primo passo concreto, dunque, è mettere in contatto architetti e stampatori. Per creare una struttura di filera che si occupa di progetti d’interior design occorre, infatti, la figura professionale di un progettista creativo (o designer) col compito d’ideare e rendere realizzabile il progetto richiesto dal committente, che deve poi essere validato da un archittetto che arricchisce il progetto originale con elementi specifici, ideati precedentemente dal progettista. Una volta completato con l’aggiunta di elementi e approvato, il progetto passa in mano ad altre figure professionali quali l’allestitore, il decoratore applicatore e lo stampatore digitale. Definito il team non rimane che scegliere il modo d’applicazione delle decorazioni. Le tecniche La stampa digitale ha fatto diversi passi avanti ed è arrivata a proporre, in maniera non strutturata, soluzioni di interior design su misura. Decorare interni, casa o spazi commerciali pubblici come e quando si vuole è possibile grazie alla Personal decoration che consiste nello scegliere e stampare la grafica più adatta all’ambiente -o quella che più aggrada- e posizionarla nello spazio che si vuole andare a decorare o riqualificare. Tattoowall: è una tecnica che permette di decorare superfici lisce e grezze di qualsiasi dimensione.

Si tratta di una soluzione ecocompatibile, atossica, PVC free, inodore, traspirante, senza spessore e totalmente personalizzabile per la decorazione di ambienti domestici sull’intera parete o su una singola porzione. Può essere applicato a qualsiasi tipo d’intonaco, rivestimento , vernice, velatura decorazione o finitura presente in commercio. Questa tecnica agisce come un tatuaggio murale poiché permette di trasferire sulla parete i pigmenti di colore dell’immagine desiderata dallo speciale supporto nei pori dell parete, senza alterare le caratteristiche dell’intonaco già posato.

Carta da parati magnetica stampabile: è un’altra soluzione per la decorazione di pareti. La tecnica consiste nell’applicare come base un adesivo magnetico e fargli aderire sopra lo strato di carta stampata sul quale è impressa l’immagine di sfondo. Si applica, sposta e rimuove con grande facilità.

Decorazioni in vinile autoadesivo: intagliate a plotter o stampate con tecniche digitali e grafiche personalizzate. Grazie all’utilizzo delle pellicole, sono facili da sostituire e per la loro personalizzazione sono in grado di rendere un ambiente davvero unico e originale, lasciando carta bianca -o meglio: parete bianca- alla fantasia.


Autoadesivi per vetri: adesivi o pellicole facilmente applicabili senza colla e lavabili. Proteggono, forniscono sicurezza, oscurano e decorano i vetri.

Scritte per muro e murales: sono pellicole adesive applicabili alle pareti. Utlizzando le diverse tecniche, è possibile creare sulla parete di un punto vendita decorazioni gradevoli che permettono di calare il cliente in un ambiente rilassante e di bell’aspetto, al fine di rendere l’acquisto ancora più piacevole e, grazie alla calda accoglienza percepita, di farlo ritornare nel negozio, fidelizzandolo.

Rivestimenti per interni: laminati adesivi disponibili in una vastissima gamma di colori e pattern che riproducono fedelmente finiture in legno, metallo, marmo, stucco, pietra, carbonio, goffrati e pelle. Sono utilizzati soprattutto per il rivestimento di pareti.

Foto-quadri componibili: un’immagine suddisa su diversi supporti di forme e dimensioni differenti affiancabili tra loro in modo da riprodurre l’effetto mosaico. Sono realizzati su pannelli di materiale plastico, plexiglass, legno e tela.

Oggetti: casalinghi o d’uso. Esistono migliaia di rivestimenti decorativi con colori a tinta unita, sfumature cromatiche, motivi geometrici, effetti di alluminio o pelle d’alligatore.

... e per il business In questi ultimi anni l’approccio del cliente nei confronti del prodotto e il suo comportamento all’interno del punto vendita è cambiato: ha acquisito la tendenza alla personalizzazione, ha una maggiore attenzione al rapporto qualità/prezzo, dedica importanza al design ed è diventato multicanale. Di conseguenza, il punto vendita deve ridimensionarsi per seguire le ultime tendenze ed andare incontro alle nuove modalità d’interazione che permettono di trasferire contenuti ed esperienze ai consumatori e, attraverso la stimolazione dei sensi, di interagire con loro a diversi livelli per instaurare un rapporto duraturo. I prodotti tradizionali come autoadesivi, carta e banner stanno lasciando spazio all’esponenziale crescita di nuovi prodotti quali: Pannelli forex: sono in materiale plastico con struttura PVC che, nella comunicazione, possono essere cartelli di grandi dimensioni, allestimenti di punti vendita e oggettistica promozionale. Nel settore edilizio per architettura d’interni, pareti e mobili.

Calpestabili: stampe su PVC adesivo con laminazione calpestabile antiscivolo. Da applicare sui pavimenti dei centri commerciali (a scopo comunicativo e promozionale) o nei locali privati per decorare, ad esempio, la stanza di un bambino.

2013 Ottobre - 3


SE PUOI PENSARLO PUOI REALIZZARLO

grafica - stampa digitale per la comunicazione e l’industria


digitalthink n.6 - 2013