Issuu on Google+


Torino, 6 maggio - Christopher Nolan e un concorso di sceneggiatura - Close-Up.it - storie della visione

HOME

RECENSIONI

FESTIVAL

NEWS & EVENTI

APPROFONDIMENTI

INCONTRI

CLOSE-UP TV

NEWS & EVENTI

Torino, 6 maggio - Christopher Nolan e un concorso di sceneggiatura Pubblicato il 5 maggio 2009 da Carlo Dutto

Tweet

Mi piace

0

Mercoledì 6 maggio - ore 21, presso la Sala Il Movie - Cineporto, via Cagliari 42 di Torino si tiene FRANTI - NISA MASA ITALIA, un evento per il lancio del Concorso Europeo di Sceneggiatura Nisi Masa. L’evento viene accompagnato dallqa interessante iniziativa chiamata L’OSSESSIONE LABIRINTICA : una serata dedicata a Christopher Nolan con la presentazione dell’unica monografia dedicata al grande regista sceneggiatore statunitense. Libro scritto dal collaboratore di Close Up, Salviano Miceli. (QUI la recensione del libro sul nostro sito) L’ingresso è ad inviti.

Corso concorso Corso Di Preparazione Al Concorso Segui Il Nostro Corso On Line AtenAltaFormazione.It/Corso+concorso

Hai 500 lire in argento ? Cavour Preziosi per le tue 500 lire in argento paga € 5,00 l' una Compro.Argento.CavourPreziosi.com

Dvd Film Cofanetti Dvd Film e Serie Tv. Spedizione Gratis. Cerca il tuo! www.MediaShopping.it/_Film_&_Dvd

Com'è il tuo Inglese? Fai ora il test online, è gratis! Con noi imparare inglese è facile. www.wallstreet.it

L’Associazione culturale Franti – Nisi Masa di Torino, che ogni anno lancia in Italia il Concorso Europeo di sceneggiatura per cortometraggi promosso da Nisi Masa, la rete europea del Cinema Giovane, presenta l’ottava edizione del Concorso con una serata dedicata a uno degli autori più rappresentativi ed eclettici della nuova generazione.

Giornate Internazionali del Cortometraggio di Oberhausen

La scelta di Christopher Nolan, uno sceneggiatore e regista abile nel muoversi tra le pieghe più oscure dei suoi personaggi, tanto da guadagnarsi sin dagli esordi forti apprezzamenti di critica e pubblico, ben si lega ad un Concorso, unico nel suo genere in Europa, che si rivolge a giovani autori tra i 18 e i 35 anni alle loro prime prove di scrittura cinematografica.

La Silvio D’Amico tra partnership con Coming Soon tv e il bando in critica giornalistica RENDEZ-VOUS - la tappa palermitana

I partecipanti hanno la possibilità di inviare, entro il 31 luglio, le loro sceneggiature sul tema “TABÙ” e aggiudicarsi il supporto per la produzione che il Concorso mette in palio.

Roma, 23 aprile: maratona a ingresso gratuito dei migliori extra dei dvd!

(Info: www.frantinisimasa.it) Gaglianone (in)edito al Cineclub Detour di Roma

Oltre alla presentazione del concorso, a cura di Marta Musso e Andrea Mattacheo di Franti -Nisi Masa, il programma della serata prevede:

TUTTI GLI ARTICOLI

Incontro con Salviano Miceli, autore del saggio “ Christopher Nolan ” (edito da Sovera Editore nella collana “Ciak si scrive”), in cui viene analizzata l’intera filmografia del regista sino al recente Il cavaliere oscuro, procedendo per aree tematiche e suggestioni e offrendo una lettura critica della sua poetica. L’incontro sarà introdotto da Vittorio Sclaverani di Franti - Nisi Masa. La proiezione di due opere poco circuitate in Italia di Christopher Nolan: il suo primo cortometraggio “ Doodlebug ” (1997), un labirintico e circolare racconto di un uomo che insegue ossessivamente qualcosa… Un gioco potenzialmente infinito in cui tutti sono vittime ed allo stesso tempo carnefici; seguirà il primo lungometraggio “ Following " (1998), presentato nel 1999 al Torino Film Festival, un noir ossessivo ed inquietante in cui un aspirante scrittore cerca ispirazione ma, non trovandola dentro di sé, esce in strada, pedina le persone, le segue, fino a maturare un sottile compiacimento, una piacevole emozione. Nella sua ricerca si imbatte in un “professionista” che gli insegnerà il suo mestiere particolare: il furto. Affascinato dall’attrazione per il proibito,

http://www.close-up.it/torino-6-maggio-christopher-nolan-e-un-concorso-di-sceneggiatura[09/05/2012 12.24.24]

Close-Up on Facebook Like 761 people like Close-Up.

Fondazione

Patrizia

Dario

Sara

Vaibhav


Torino, 6 maggio - Christopher Nolan e un concorso di sceneggiatura - Close-Up.it - storie della visione

dall’invasione degli appartamenti e del privato di persone mai conosciute, il protagonista vorrà provare qualcosa di più…

Sandy

Alessia

Patti

Antonella

giovanna

Facebook social plugin

Per richiedere l’invito per la serata, si prega di mandare una mail a info@frantinisimasa.it Ufficio Stampa Giulia Gaiato stampa@frantinisimasa.it cell. 346 5606493

Le migliori recensioni: Libri di Teatro Film d’Azione Ultime novità Musicali Ricerca Prodotti:

Ciao Box Generator

 VERSIONE PDF DELL'ARTICOLO

HOME

CINEMA

IL PROGETTO

RECENSIONI

RECENSIONI

CHI SIAMO

FESTIVAL

TELEVISIONE

CONTATTI

NEWS & EVENTI

TEATRO

PUBBLICITÀ

APPROFONDIMENTI

MUSICA

INCONTRI

LIBRI

CLOSE-UP TV

HOME ENTERTAINMENT

© Close-up: Storie della Visione - Rivista registrata presso il tribunale di Roma al nr. 312/2002 il 7 Giugno 2002

http://www.close-up.it/torino-6-maggio-christopher-nolan-e-un-concorso-di-sceneggiatura[09/05/2012 12.24.24]


013204

www.ecostampa.it

Mensile

Sovera


48a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema - “Ciak si scrive”, la Collana di cinema delle Edizioni Sovera si presenta a Palazzo Gradari

48a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema Pesaro 25 giugno - 2 luglio 2012

HOME » UFFICIO STAMPA  »  NEWS

Lingua del sito italiano italiano

PREMIO CINEMARCHE GIOVANI 2012

PAOLO E VITTORIO TAVIANI TRIONFANO AI DAVID 2012

Pesaro, 22 giugno. Dal novembre 2007 l’editoria cinematografica si è arricchita di una nuova collana: "Ciak si scrive". Collana edita dalla Sovera Multimedia e curata da Luca Lardieri e Simone Isola. Una serie di volumi sulla settima arte, nati non solo per studenti e specialisti del settore, ma anche per il semplice appassionato di cinema. Giunta al suo terzo anno di vita, la collana annovera già 12 titoli (Dario Argento, Pupi Avati, Tim Burton, Steven Spielberg, Christopher Nolan, Ron Howard, Hayao Miazaki, Tarantino vs Kitano, Robert Zemeckis, Alice attraverso lo schermo, Park Chan Wook e I "Mostri" al lavoro) i quali miscelano sapientemente interviste ai protagonisti di cui si analizzano opere e costanti stilistiche e ai loro collaboratori più stretti. Attraverso saggi e riflessioni sui film e sulle tecniche di messa in scena si cerca di ricomporre un ritratto fedele che riesca anche a far rivivere nelle pagine di un libro le atmosfere delle loro immagini. Una costante della collana (che si divide in due sezioni: I protagonisti, monografie, e Le storie, argomenti sul cinema in generale) è quella di uscire in contemporanea con l’ultimo film dell’autore cercando di offrire al proprio lettore un volume completo, capace di racchiudere la filmografia completa di ogni Regista. La collana è stata presentata oggi, 22 giugno, alle 13 a Palazzo Gradari da Bruno Torri.

LA MOSTRA CHIAMA A RACCOLTA I NUOVI APPASSIONATI DI CINEMA PER UN CONTEST INEDITO TANTI AUGURI CARLO!

MARCO MÜLLER DA PESARO A ROMA

Tiratura tra le 1000 e le 2000 copie Prezzo tra i 14 e i 15 euro Distribuzione Dehoniane.

Mi piace

Di' che ti piace prima di tutti i tuoi amici.

Tweet

« INDICE DELLE NEWS

http://www.pesarofilmfest.it/ufficio-stampa/news/ciak-si-scrive-la-collana-di-cinema-delle-edizioni-sovera-si-presenta-a-palazzo-gradari[10/05/2012 10.55.09]

TUTTI GLI ARTICOLI


LIBRI DI CINEMA - "Cinegomorra. Luci e ombre sul nuovo cinema italiano" E-Commerce

Blog e Forum

HOME

EVENTI

BLOG

CLASSIFICHE

CINEMA

DVD

Iscriviti alla Newsletter

TV

DOCUMENTARIO

WEB LIBRI

MULTIMEDIA SHOP

PERSONAGGI

SCUOLA DI CINEMA

Aggiornato a Venerdì 13 Aprile 2012, ore 12.21

COMMENTI

ARCHIVIO

RUBRICHE

COMMUNITY

FESTIVAL

SPECIALI

ASIANFILMFESTIVAL 2012

Cerca nel sito

Sei in: HOME > LIBRI

LIBRI DI CINEMA - "Cinegomorra. Luci e ombre sul nuovo cinema italiano" Un ampio focus mirato ad inquadrare l’ultimo decennio di attività del cinema italiano esaminandone svariati aspetti: l’avvento e le conseguenze del digitale, la nuova critica cinematografica da web, i movimenti sorti contro il sistema-cinema e soffermandosi su film e  autori dell’ultima generazione capitanata da Garrone e Sorrentino seguiti da Crialese, Marra, Vicari, Diritti che ci fa ben sperare per le nostre sorti cinematografiche future. Da Sovera Edizioni

Cerca in SS semplice

Cerca cerca su Google

  CineGomorra.Luci e ombre sul nuovo cinema italiano a cura di Simone Isola Sovera Edizioni pp.192 - 15 euro   Voci sull’ennesima rinascita del cinema italiano. Ma quali sono  questi mali incurabili di cui soffre la nostra cinematografia? Tutta colpa delle produzioni che si concentrano su commedie e film adolescenziali non rischiando abbastanza sui film d’autore? Pericolo di omologazione televisiva a causa del duopolio produttivo e distributivo Rai-Mediaset? Oppure sarà colpa dell’ inconsistenza espressiva degli autori e delle sceneggiature? E il digitale ci salverà dando ai talenti più occasioni di visibilità e libertà espressiva? In Cinegomorra. Luci e ombre sul nuovo cinema italiano, tutti questi quesiti e molti altri vengono affrontati e analizzati dai giovani critici autori dei saggi che compongono questo libro curato da Simone Isola, redattore della rivista di critica cinematografica “Close-Up” e amministratore della società di produzione Kimerafilm. Un ampio focus mirato ad inquadrare l’ultimo decennio di attività del cinema italiano esaminandone svariati aspetti: l’avvento e le conseguenze del digitale, la nuova critica cinematografica da web, i movimenti sorti contro il sistema-cinema e soffermandosi su film e  autori dell’ultima generazione capitanata da Garrone e Sorrentino seguiti da Crialese, Marra, Vicari, Diritti che ci fa ben sperare per le nostre sorti cinematografiche future. Il volume si divide in due sezioni. La prima parte si sofferma sui generi partendo dal risveglio dell’horror (purtroppo?) con un richiamo a dove eravamo rimasti (Dellamorte Dellamore, 1994) e proseguendo con chi ha ripreso ultimamente le redini di questo filone: Pambianco, Manetti Bros, Infascelli, Puglielli, Bianchini, Albanesi. Si passa alla commedia con una vasta carrellata di nomi tra cinepanettone, commedia giovanilistica, nuovissimi comici ed esempi più considerevoli come Virzì, Di Gregorio, Tummolini o quelli che episodicamente sperimentano la commedia come Soldini, Avati, Calopresti, Corsicato. Manca all’appello Salvatores che l’anno scorso con l’originale Happy Family è tornato inaspettatamente a questo genere. Il quarto capitolo si sofferma sul documentario ancora troppo invisibile al nostro sistema distributivo e sostenuto solo dai festival, dalle rassegne e ultimamente anche dalla televisione. “Decine, centinaia di pellicole che però non vedranno mai la sala..” come dicono Giampiero Francesca e Simone Isola. Nel 2007 l’unico documentario distribuito nelle sale è stato Vogliamo anche le rose di Alina Marazzi e nel quinto capitolo Alina e le altre. Il tempo, la memoria, il sentimento, viene analizzata la situazione del cinema al femminile. Fabiana Proietti, autrice del saggio, si sofferma sull’ultima generazione delle “sorelle minori” Costanza Quatrignio, Maria Sole Tognazzi, Nina di Majo, Asia Argento e delle “sorelle maggiori” Francesca Comencini, Roberta Torre, Anna Negri, Alina Marazzi. A quest’ultima è dedicato un bell’ approfondimento sui film Un’ora sola ti vorrei e Vogliamo anche le rose. A conclusione della prima parte troviamo  una panoramica sui nuovi interpreti tra divi, divette e attori veri. La maggior parte molto giovani ma anche esempi di attori più maturi come Toni Servillo o Giuseppe Battiston usciti alla ribalta e apprezzati dal grande pubblico soprattutto negli ultimi anni. La seconda parte del libro è dedicata ai “capitani coraggiosi” Garrone, Sorrentino, Vicari, Crialese, Marra, Winspeare e ad altri autori di rilievo come Andrea Porporati, Alessandro Piva , Valerio Mieli che per il momento si sono fermati al primo o al secondo lungometraggio. Una serie di approfondimenti critici seguiti da lunghe interviste  in cui oltre all’aspetto artistico e tecnico, sul proprio lavoro, i giovani registi sono interpellati a rilasciare la loro opinione  sul sistema del cinema italiano e sulle sue mancanze. A fine lettura l’amaro in bocca resta ma la situazione sembra anche meno tragica di come appare. Probabilmente perché , nonostante tutto, sussiste una grande vitalità. I giovani autori con qualcosa di sensato da esprimere e con alta competenza del linguaggio cinematografico esistono nel nostro Paese. C’è molto talento all’ombra o incagliato in trame burocratiche infinite e troppe immeritevoli pellicole e simil-film d’autore che occupano i pochi posti al sole in questo sistema-cinema che, come dice Simone Isola, se non proprio una Cinegomorra, continua a rivelarsi  fragile e corrotto.   INDICE PARTE PRIMA: TEMI E STILEMI - Cinegomorra (di Simone Isola) - L’horror italiano risorge dalle false leggende (di Simone Starace) - Le nuove vie della commedia italiana (di Antonio Valerio Spera)

Foto e Video del giorno Video

Foto

il video del giorno >>

tutti i video >>

Ritrovaci su Facebook

Sentieri selvaggi Mi piace Sentieri selvaggi piace a 2,152 persone.

Clemente

Angela

Gianni

Claudia

Oltrepensiero

Valeria

Rossana

Massimiliano

Simone

Luca

Plug -in sociale di Facebook

http://www.sentieriselvaggi.it/15/43135/LIBRI_DI_CINEMA_-_Cinegomorra._Luci_e_ombre_sul_nuovo_cinema_italiano.htm[13/04/2012 12.32.10]

Articoli correlati


LIBRI DI CINEMA - "Cinegomorra. Luci e ombre sul nuovo cinema italiano" 25/5/2008 - CANNES 61: Gran Premio della Giuria a "Gomorra"

- Il documentario. Invisibile tra gli invisibili (di Giampiero Francesca e Simone Isola) - Alina e le altre. Il tempo, la memoria, il sentimento (di Fabiana Proietti) - I nuovi interpreti (di Edoardo Zaccagnini) - Allegro non troppo. Il cinema di animazione italiano (di Sabrina Perucca) PARTE SECONDA: CAPITANI CORAGGIOSI - Il cinema antropocentrico di Matteo Garrone (di Salvatore Salviano Miceli)      Intervista all’autore di Simone Isola - Dal teatro al piano sequenza. Il fascino del monologo nel cinema di Paolo Sorrentino (di Luca Lardieri)      Intervista all’autore di Edoardo Zaccagnini - Ai margini della metropoli. Il cinema di Daniele Vicari (di Simone Isola)      Intervista all’autore di Simone Isola - Emanuele Crialese o dello sradicamento (di Alessandro Izzi) - Vincenzo Marra: panoramiche migranti (di Gaetano Maiorino) - I ritratti filmici di Edoardo Winspeare. Ritmo pulsante tra gli ulivi e lo scirocco (di Francesca Giannone)      Intervista all’autore di Francesca Giannone - Altri autori, parsimoniosi o in erba (di Edoardo Zaccagnini) - Bibliografia   Invia per Mail

CONDIVIDI: « torna alla sezione

CANNES 61 - "Il divo", di Paolo Sorrentino (Concorso) "Vogliamo anche le rose", di Alina Marazzi "Un'ora sola ti vorrei", di Alina Marazzi "Il mio paese", di Daniele Vicari TORINO FILM FESTIVAL 26 - "Il grande progetto", di Vincenzo Marra (Italiana.Doc) "Respiro", di Emanuele Crialese IMATRA, Corso Salani, 2007

Link Sovera Edizioni

RSS

Articolo del 21/09/2011 di Maddalena Marinelli

TAG: Alina Marazzi

Sean Penn

cannes 2011

fassbender cinema giapponese Cinegomorra

Paolo Sorrentino

Daniele Vicari

Emanuele Crialese

Matteo Garrone

michael

serie tv

david fincher cinema americano olivier assayas Festival di Roma terrence malick Corso Salani jessica chastain

Simone Isola

horror cinema UK Kate Winslet

Scrivi un commento Sono presenti 0 commenti

 

venezia 67 joaquin phoenix venezia 68 george clooney nanni moretti Martin Scorsese clint eastwood woody allen DVD festival di roma 2011

cinema

francese cinema orientale Johnny Depp documentario cinema italiano natalie portman ben affleck oscar

cannes 64 trailer

marion cotillard james franco torino film festival 28 david cronenberg cinema indipendente

3D steven spielberg brad pitt animazione matt damon Jafar Panahi torino 29 hbo leonardo di caprio

film

tratti da libri  

News Lady D attrice mancata Lo ha confessato Kevin Costner La Cina "taglia" Titanic Scena di nudo eliminata CANNES 65 - Moonrise Kingdom, le nuove foto Il film di apertura del Festival di Cannes Nessun festival organizzato da ANICA Precisazione del Presidente Tozzi AsianFF a Roma - Tetsuo the Bullet Man  stasera da Sentieri Selvaggi David di Donatello: ecco le candidature la cerimonia di premiazione si terrà il 4 maggio

http://www.sentieriselvaggi.it/15/43135/LIBRI_DI_CINEMA_-_Cinegomorra._Luci_e_ombre_sul_nuovo_cinema_italiano.htm[13/04/2012 12.32.10]


Libri - Pupi Avati - Close-Up.it - storie della visione

HOME

RECENSIONI

FESTIVAL

NEWS & EVENTI

APPROFONDIMENTI

INCONTRI

CLOSE-UP TV

RECENSIONI »  LIBRI

Libri - Pupi Avati Pubblicato il 28 marzo 2008 da Antonio Spera

Tweet

Mi piace

0

Non la solita monografia critica né un classico libro-intervista, ma un ritratto intimo e profondo di un autore attraverso le sue stesse parole e tramite analisi e saggi sul suo cinema. Il testo di Simone Isola su Pupi Avati si pone come obiettivo quello di fornire un quadro completo dell’attività cinematografica e della vita del regista di Il nascondiglio, lasciando l’intervista come l’elemento portante ma ritagliando per essa solo la prima parte del lavoro, tenendo lo spazio nella seconda per saggi critici che scavano dietro le storie e dentro lo stile dei film dell’autore emiliano. La scommessa editoriale è quella, innanzitutto, di trattare nello specifico un personaggio che sì sforna ormai un film a stagione anche con buoni successi al botteghino ma che, nonostante lavori costantemente nel cinema da ormai quarant’anni, ancora non viene considerato un autore a tutto tondo. Avati infatti, sebbene sia un cineasta che sa spaziare tra tutti i generi senza alcuna difficoltà e che vanta svariate partecipazioni a festival internazionali, viene positivamente criticato non tanto per essere stato regista di capolavori quanto per il modo con il quale mette a disposizione dell’arte cinematografica il suo mestiere e la sua tecnica. Dopo la lettura del libro ci si rende conto che la scommessa è stata vinta. Fondamentalmente per due motivi. Inizialmente perché dalle righe del testo traspare perfettamente l’anima del regista bolognese, soprattutto attraverso le sue stesse testimonianze ed i suoi racconti. In secondo luogo, perché essa risulta perfettamente giustapposta e confrontata con la sua immagine cinematografica. Questo risultato viene raggiunto grazie al modo con il quale è impostata l’intervista ad Avati - domande precise che spingono il cineasta a raccontarsi e che lo portano ad alternare racconti di aneddoti del passato a confessioni autoriali - e grazie all’acume critico ed analitico dei saggi della seconda parte del testo. Abbiamo parlato di due parti, la prima costruita sull’intervista (oltre ai racconti di Avati è riportato anche un breve colloquio con Giovanni Bruzzi, noto pittore che ha collaborato alle sceneggiature dei film sul poker), la seconda composta da saggi di vari autori. E’ però improprio parlare di questa divisione. Infatti, il libro di Isola presenta comunque un suo percorso unitario, in cui le parole di Avati e lo studio critico sul suo cinema rappresentano due step complementari al fine di una comprensione completa della sua arte cinematografica. La sensazione, a fine lettura, è quella di essersi trovati di fronte (inaspettatamente) ad un’analisi originale di un regista ed un cinema su cui di solito ci si interroga poco e del quale finalmente siamo riusciti a conoscere qualcosa in più.

Hollywood detective (libro)

Hitchcock Aristotele - La tragedia al cinema (libro)

Il filo rosso della violenza. Ken il guerriero e i suoi antenati di Hong Kong (Libri) The Light In Darkness

Roma, 23 marzo: presentazione di Alberi tra le nuvole

TUTTI GLI ARTICOLI

Close-Up on Facebook Like

Autore: Simone Isola Titolo: Pupi Avati Editore: Sovera Collana: Ciak si scrive – I protagonisti Dati: pp. 170 Anno: 2007 Prezzo: 14,00 € webinfo: Sito Sovera edizioni

 VERSIONE PDF DELL'ARTICOLO

761 people like Close-Up.

Vaibhav

Sara

giovanna

Fondazione

Mirko

Alessia

Antonella

Patti

Lenin

Sandy

Facebook social plugin

http://www.close-up.it/libri-pupi-avati[09/05/2012 12.21.57]


Libri - Pupi Avati - Close-Up.it - storie della visione

Le migliori recensioni: Libri di Teatro Film d’Azione Ultime novità Musicali Ricerca Prodotti:

Ciao Box Generator

HOME

CINEMA

IL PROGETTO

RECENSIONI

RECENSIONI

CHI SIAMO

FESTIVAL

TELEVISIONE

CONTATTI

NEWS & EVENTI

TEATRO

PUBBLICITÀ

APPROFONDIMENTI

MUSICA

INCONTRI

LIBRI

CLOSE-UP TV

HOME ENTERTAINMENT

© Close-up: Storie della Visione - Rivista registrata presso il tribunale di Roma al nr. 312/2002 il 7 Giugno 2002

http://www.close-up.it/libri-pupi-avati[09/05/2012 12.21.57]


Diario di un autarchico

HOME

CHI SIAMO

CONTATTI

Arte & Cultura ROMALTERNATIVA

CONVENZIONI

Cinema ROMADALEGGERE

Cerca...

Musica ROMAINCORSI

FESTIVAL DEL CINEMA - IL DIARIO DI FRANCESCA

8

1

0

Show

ROMANOPROFIT

Sport

ROMAVAINONDA

COSA FARE NEL WEEKEND

  Mostra Cinema Roma

Annunci Google

0

Teatro

9

Email

ShareThis

 

ROMAINRETE

Baby

Expo

ROMALOWCOST

  ABC Cinema a Roma

  Al Cinema

FACEBOOK

0 Like

Romainunclick su Facebook Mi piace

Stampa

Email

 

Commenta per primo!

NEWSLETTER

(0 Voti)

Vota questo articolo

131

CALENDARIO EVENTI

Diario di un autarchico Scritto da  Redazione - www.romainunclick.it

Fuori Porta

FOTOGALLERY

  Cinema Film

0

Gusto

Iscriviti alla nostra newsletter Amato e odiato, Nanni Moretti è una figura simbolo del

Nome

nostro cinema. I tic, le passioni, gli aneddoti ne hanno fatto per molti un'icona generazionale, passando dal

Email

post ‘68 al ribellismo degli anni Settanta, dall’epoca del

Iscriviti

riflusso alla stagione dei girotondi.

Regista, sceneggiatore, attore e produttore, Moretti è al centro del saggio Diario di un autarchico, scritto da Simone Isola. Da Ecce Bombo (1978) a Sogni d’oro (1981), da Bianca (1984) a La messa è finita (1985), da Palombella rossa (1989) a Il portaborse (1991), Caro diario (1993), Aprile (1998), La stanza del figlio (2001), Habemus Papam (2011), il cinema di Nanni Moretti è posto sotto una lente di ingrandimento, ripercorrendo le tappe professionali di uno dei più lucidi - e discussi - osservatori della società italiana.   Sovera edizioni Pagine: 192 Anno di pubblicazione: 2012 Prezzo: 16 euro Info: www.soveraedizioni.it 3 Marzo 2012 Letto 81 volte Pubblicato in

Cinema

Etichettato sotto

simone isola

diario di un autarchico

sovera edizioni

nanni moretti

Articoli correlati (da tag)

http://www.romainunclick.it/cinema/item/1315-diario-di-un-autarchico.html[12/04/2012 10.33.52]


Diario di un autarchico

La Dolce Vita... a tavola Concerto Moretti all'Auditorium I "Bimbi Belli" di Nanni Moretti

Altro in questa categoria:

« Corti in rassegna

Pasqua e pasquetta al cinema »

SEGUICI

Lascia un commento I campi contrassegnati con il simbolo (*) sono obbligatori. Codice HTML base è permesso.

TWITTER

Messaggio *

scrivi il tuo messaggio qui...

Nome *

inserisci il tuo nome... Email *

inserisci il tuo indirizzo e-mail... URL del sito web

inserisci l'URL del tuo sito Digita le due parole che leggi sotto

Torna in alto

Invia il commento

ROMALTERNATIVA

FOCUS

ROMADALEGGERE

ROMAINCORSI

ROMANOPROFIT

ROMAVAINONDA

INTERVISTE

ROMAINRETE

ROMALOWCOST

CONCORSI

LINK UTILI

BEATLES A ROMA

REBOANI, L’ARTISTA DEMIURGO

LIVE SPORT

COMUNE DI ROMA

TUTTO SUL WEB

I DESIDERI DELLA TEODORANI

PROTECT AND SURVIVE

TRASPORTI

OLTRE OGNI LIMITE

MICHELE “MEZZALA” BITOSSI

DELITTO IN PALCOSCENICO

TRAFFICO

FESTIVAL DEL CINEMA - IL DIARIO DI FRANCESCA

COSA FARE NEL WEEKEND

FOTOGALLERY

Romainunclick, testata telematica registrata presso il tribunale di Roma n. 109 del 04/04/2011. Proprietario Massimo Canorro. Direttore responsabile e trattamento dati Manuela Boggia. La firma degli articoli non dà diritto ad alcuna remunerazione, né vincola a qualsiasi rapporto di prestazione giornalistica che non sia espressamente regolamentato da apposito contratto. I materiali inviati non verranno restituiti. Alcune delle immagini riprodotte o rielaborate per la

http://www.romainunclick.it/cinema/item/1315-diario-di-un-autarchico.html[12/04/2012 10.33.52]


Diario di un autarchico pubblicazione sono reperite in internet; qualora la loro presenza su questo sito violasse eventuali diritti d’autore, verranno rimosse su richiesta dell'autore o eventuale detentore dei diritti di riproduzione. La redazione si riserva la facoltà di modificare, secondo le esigenze e senza alterarne la sostanza, gli scritti a sua disposizione. Le opinioni espresse nei commenti non implicano alcuna responsabilità da parte della testata.

Web Agency Roma | WebExp

http://www.romainunclick.it/cinema/item/1315-diario-di-un-autarchico.html[12/04/2012 10.33.52]


IJu!ot

C UNIONE SARDA

61

1

c ~di l a

La nuo,·a collana

eia S<wcra

Avati c Argcn to inaugurano Ciak si scdve PtlJU \\,tU,. U.artu \ r;t• n· ( tt ,, •lltt

tft;o•

n•l!J.;.U fli'H

tf1 1P J· Ct•llaua n,. { ·'' ,vq{r,· •i• 1':• f:....;,

lotJ!•H.I.;'I f lt•l ftl11lll

lu f!d. ' blllr ,.,•

li• •\ a

..:.,, ,.p f );, •ellt'•

I l prt''-'llli• 11••1 ..,,,,

'IH l tll

l ll!'t • tlo•l ,l fl, 1'•";11 \ ,t lol

~• • 1 lll rh~· m:1 ,~

fOI•

tru cpw

"' a Il ,o\.:t • •tlbtM •1•'111• ,,. 11

o:

af.,

1

l 1•'11

l

ol

jt l H

1:11

' · ·lla·u. \•1•· .1111.1·

'' ....... ,....t•·r•.. •l• 1

......,

lr"loi:J,!ull .. lf

' r.. .

1

•.• ..

t. ..... ·

h J• .pl \\il ti'' 1 l oh•"; t H "''n ·h• 1... ,, ., ..,., ·r ,... •

l

, ...lll·'l t

l

tf,. ,.

Il•

, .,

, •• l

ollld 11/ol ftt• l 1,•11• l. ljllol q .. t::m l! • ((l ~ ;d t • l oll ''l l ··;, fl e • ll'o ·l.(~.;. l , l ll .~l l!lll ll d tt l'1f l

,j

10 -11-2007

Il IJf> IH liti ....~ 11 ";.1 ~H , ..., 4 •• ,f.. l • • .l•t.r.i li;.t·

h.:t '' 1 •l ' " ' " ' "

"

··Jr:_,;:;:..r ·

d • •t;J: • t '"t~· ' ~·fili ' ··11· ·11 1\1 . Il ..... .. ~:. . 1/ •• l

/ ltt!li

d··l : ' ••.. tr:• .,,,(·t•·l:l tlt •l \_\ ..,t •C• t(• t

Ili 11 111 1'1 •


12-2007 18/20 1/2

Ontn

. ;)!.

P n •Jtnn

BOOKSHOP l d..

\,\)\l. d

.

Arriva il Messalino }umor un periodico per ragazzi

.l

Rea/ Fosl1ionTrends

·~Ciik Sl

Ed•:o

p, OS.I:JtUC IJ pu bbi1Cl11~ 0 C d~1 le.

n d• CvmumC.ll.!One l 'l.lleg-,.~n ~,~n, n~

01"1 bbor,uono •Jcl Fu :~o. r e <:oo CPpr l:!h ehr p•·oporv~ g! scenl· ,., rlt .h mod., MI n'or,tjo, ' ?3Mt•r'!

'~;o ·•

d.a-IJ

Sovc1.1 MJJit lmf!l'h J !'l''"t.~"'t;\ ., • :..ICI•<l ,,ua n vov~ coll:\n:a ,~ed <l· r.:. .ti ' ' ~'e1n.:. .•.&<.cu uu·1ddo t:tn· " t!'no e ~tod~ 1!..:• '.oY!J• ,:~ •or. .a1.or·•· s:• l or""' l'!ut wo • )i!+ l 1••,p0u t•

''l rimossi'' di lupetti l.;pc~t•

Con ·l uroa•" m.~ovJ.

coll:l.ru :he rprop.one

opt'·

lcuerar•e che s cclloc.tno ,1 d• del: t-J.dwoualc vuht..J. cd· ton:le tt:.lia·'" lr•olot..·.l.t n uO Y-' Il ne.-. ec:t::om.le 1ccoglie opere dcf· n t ~ -·d genere' che ogg• t'Koml"~· (l,)flO 1

go.doen!"

uM -=~\~~rHe

.a:

:~'l! : :)t'e

.!tss~"''

~1,1"'01'

P..t

(illl'l"'~·"'n..,_il"r~ ~ ·~·,.

p«"tr.~r,.,

'o ••neon.:

~

t~~

··~t"J"' \~1.

"n

e

~.> O f-,~e ''f Z....·nt~:..n

L'·nrér.,o d• Hcnry Bartuue

,<<~.w t~ll•gn;I QtiJ dt:ll.ll l t.-rgn

So·

~O

d; LUI f'OtC'O di

~Cri"Oid ,Abe uL

0 0 CUJt~rll ~~~ t.•d•tOtl CJltOI ICI C.:h~

"Le parole e le cose''

l CJ dcnL1 blmtSti":\ICI n CO(,•d!:!O·

R~oA""'':»rç\•JI"O

La

\1:o, 'r ~"OII(Or •, ,t rf't fiO l'li

Bc rtonctdl+, r 1;.1cr u>r r '' ~vu .t la .,,. t.L ,u-<.•~ !.:cJ ~ p~r'l.on:llt del ''cln·

Ed•:orc hJ. lrJ ..rgu r.ltO

~rto Òl

eduo d ii Cum:1 ~ont•cm• 111 :.pun. colonuss.m.t d1~CO•

pc:n d ~t.c

al-

"Ciassika · Libri senza tempo" per Morganti LJ Morg:;,, :i ect:on ;:.o~ rn:llt l •

4'-~ ' -.

,r -

Gaber (1, - •-.•

br-ere d t1J::a 1:31 a. .-r.;a. <o-41~ ~· O :~C'n! ~~ nv-:ll q d g-ern:re ~ 1n • co d~ '--'"'iJr:: cn:l. s.~ Cll:Ofl~ de ronwm ± s.:"l::on tU"''' c st• .l n cr .l~ 1o KO:'IO e NU h coi l.& .u nmoh:.. -c .n s \.t ,bf, \e-.,t.a te•noo-.~""~e "l.l CO:""'e '-(Oio c.,p<"Jf • h Ctsç..Qr~blh~ r.e!J~ labrf' ... e O''::.J'tJ, l

...... -- ........ __. ...

41 •lO :-itttore p..1bb i ::a ne la

"Gol) S'f.gtsUc3 ·.LO 'ette· rocu:a "eft'era d~!•'·njCon:cwcc Proposct per,( XXr St(Oio (AotonV:tn. .1 cur.a di Ceure t"'1tl::ne~ el.ur ...olume: t he focal .-z.u l \03 Jt: enuot:nll\1'!:'1

ne lui r •peJlUHh:'ll<..: delle fonttl." C\prCUIYC del rornl"': O .t!l int!'r· 1'\0 rle l'f'"o'o!uttone mut.'l:t01c d~l ­ le 'o,me del!l. leuenru"'l.. Il lo~bro 1.0~·n. n d tt-•t1H o 2C(}3 o:C '! n·;ol(0 .t'.! un p tbbl (O di cr tJt. scrtt· !OJI

····o•t

ffttrlt

1C"'\-~

a ce-r ddh

n

Tessu!Jdel Novecento

00I"fll,\ O W:\mc :>o 1.1! volume C•

d• lgtno Ugo TJ' chen•

S11.1r:t ''

f!

i>ro,ti_,.,o d•

t :J+\pOr\-0 le

ud oolcg·:> Sk n Te"t.ltr dd No.·r:cn<.:J. ÙCSilrer e ncJIII}t.tt~or~

t~ ~trt·

' 0 C doflhl.:rtC: ;)"r .('ilf'ICI >('!'·J'll l." \f'

p .•tbh::;.\ pN

·e

(C I7'()n t

1 ~ ~·

d1V CI"OCfll<'"·

,run, COI:>fl i.fr.'Jo ;>OI•fiC'Il Mcti:t'Mf' 1f (00 d Ar~""l'l '\t'+ ':~tur"'· Co /)t'~:"a un ~:'li,g•O Ch\\ " • ,.. ùlt,c "tulll toloro the :.!moroo w·.t ~ ·:Il· '...t hJ.nno t~atl .u,, c• ~ol.t n .: ~·JI\· '1(1'-1' PJol ,.'.tn..a O• Sa~ 1J.no .n.. lt.l ' 11nt1n ot•.{''H·

t: (r('Jf 'o(l

01 morkeung

-~-------'*

~..u

,ne.

La nuova comumcoz10ne

._.

panrre gta ca Gues:o N:1ueJc. 11<ttP. pe1?o del (uece é1 Er\1llo :>c M 1·c~ 1 cvns.1d\!rlt-Q ,1pnmc rom;;.nzo 41:1 • to no.r t:JI J.no Tn • mol• s.ucccss•· ..,, ·~ .JS-ttta nel 2008 c• ~<:>:l<; 'o~C•I

lc•g• CJ;J\.t:m:t.

)t

: c:!lgutonc!lr..o 1 K..U 1<:",do· cene !!t m:.r•c:l.n~. ~.,. l.ll (.l:n.\4

f~

!AJ q.,.

t r~zt-t ~·"tif.« ~I'.J.r rr-o d t'N t~trc! Sell.ll"S .(on •~mol Oflf ortrop:)1og;-~ t'd r=-sceocc :j• Od:- M.ar qu~nt Ct.0-"'10 ~:no ~ueSMt'le ::ot.:tHd d• 1-ltl-nvth Ph~~lnel'. Lo ~rorl(1t<l Jd (oe<.llr:? d• A rthu~ C Dautu.

Turo ' colon della po6oco

1cttC"'I l pM~.lrt' 1

reto da. Tor......o Cr-ffero.•deAt.l ~u1 • b SC l. dd!J C01i.a.'U 'CI..USICI d1 \0• (IC>Io-,S l. . "l e :'l.Jro c c 1<.! CO'lt:" pu-· tcra su ce!>tJ br-.- .. v.:.to--e Ct'(!• l\1 !et' -;lresent• :!)n brl... reé~1 o W"· crovab su. I'Tiet'C.lto ~·an .a :t· matKhe ~ osohcte ~ JntrcDO-c:g•

{:more··. Il volume (2-10 p:Agulc)

«'•

LA LETTERATURA NELL'ERA DEll'INFORMATICA

s.ofoo

JJndro Nen. c,Jr:no C' :l R•cc.vl'!n

g..lfi.:. ::oMp eu. le ...1ntl bum '" stud•o

Il futuro delle lenerarura

' l .. p;trole e !c: cose·· colbna d

che 1 aa.~oso e

Giorgio Gaber. è uscita la prima vera biografia ·7CH:1

Arr~.tndc

c: "Ce~ .. 11 ((t' "e· o;en.1 Aooto d S• ·'IJ''~ IO .l i' 0;-:r: ..if;:emo d Lu:l ll "~•t"

,.:Ao . . . . ,u

e ptOS~~ \.st•tC. t.: :G;l(\,1111'

1 J·

J"lChc UiO >.P« '\(o ~~~t":O COC"' ,j

d. ..;t!~\tl:fC

m:\:u C"O il Gt.n:t-er P.r.~ N\,1~

•a. pc~ tvv•c•r;ara ' blm:,,n. e '

l)t'.b ~tt

.0:. ~

j ~f3t'CCSCO Maf.)(e '•t''I,Sr

pr..\t'r'l".'l~• ?tto n l1 n o .lscu"'.. c$4-• tt-J' Il (Ot'"; •.~.,tQr V :IOSS.~ t: o .. 1~e perch't J>f'm.l r:1c.n:o \t

M

."Ml

-,c Ed•tr.ce Elled·c•. Ed•}IOn• ,..1 (· ~ ~ero. Ed•l•Oni huw:o SJn G'è• uno e Ceni.."Q A.tnbrcm;ano. Gnt1e a l;;. cohbor:tl•One con +l Ce-ntro ;\mb'rosiJ.n :J 0 .1" 01C U pr~t:

Jel '~' n..·n:et t:.ibr'• Xllt:i...,.llc"' .t (Uf"'l

In at.llog<J 1-or'O g .l JY'f'• seru lA ::ma t.'W'w::"li) d. M:l'"IO !"bt·.art. l"..w:."'' JOVO C:t P.aclo M~ )o

• Mucwo s:r·wr'~"'"'tn. nt.-d•:o :>cr l'lo ·

n:tnno unto i'J (oru: p<:r pubol C:l · re il ''!"1rss.llirQ Jun•or" (ptnod•co

vt ~J. quotrdrln1 dt.le r>e'SO· "'t: lu QUC\to qum to .. o ume de h $1:rlo!!. A ~cf l'osll'\•11 rre~d. j'l .'-1cn<..O•e

se rive ..

t/'é.u:opo .. d A.-'len(:J r.•

a,V"(;llc d 300 1!1us:ra.tco n l C::>lu· • t.: 10 ur bt:\f"'CO e nero

"'.J.roo Borfcrron. c·JII\ l tontn· J f C.lll"'l lo. S Cl·t..'Hlno. G t"";m"'n. F p, on. ~P - ~~ , f~tll·l· ~"o j:er 1 :1"1 d• lccr.,{'le Null.-c !.J ~to

,._.:7.-o ,·on nuuC"<'!:Oir'IMto ,!1

•lHr ~ti>fln~.

CIPOtr.a r~lcWOfi<I1C", ,~drJ•1 f~"(t: <.C'l

ltt p•t:faO:.I(/(l(: Oi M:.•·co V t.l c non· ierron1C lond.llor•e C r r c\ICCNC de U n10ne .Ar(h Cl'HtiH' th Cor'1l,rll· cwonc . ~oc ~u. de consuiCI\!l p4:1'

w ·at("g'le e l1bro

~ ~ng•.t""'' ' ()p('r.ltl~

i.l ruet1~:t

~t1on e

d' m:,..-~u·

Il

"'tlh t'Oihnl (; ...


Libri - Tim Burton - Close-Up.it - storie della visione

HOME

RECENSIONI

FESTIVAL

NEWS & EVENTI

APPROFONDIMENTI

INCONTRI

CLOSE-UP TV

RECENSIONI »  LIBRI

Libri - Tim Burton Pubblicato il 21 agosto 2009 da Gaetano Maiorino

Tweet

Mi piace

0

La carriera di un narratore di sogni e di incubi, raccontata dall’inizio alla fine, da un giovane critico in grado di evocare le atmosfere surreali di pellicole straordinarie, utilizzando una scrittura semplice e diretta, un linguaggio specialistico ma accessibile. Un mix necessario vista la quantità sterminata di fan di Tim Burton, veri cinefili adoratori del maestro americano e più “comuni” spettatori, meno interessati magari alle analisi psicologiche delle sue opere, ma comunque rapiti dalla magia che l’eclettico artista è capace di creare ogni volta che si pone dietro la macchina da presa. Gli esordi con i cortometraggi in stop motion e animazione, i primi tratti della poetica e della tecnica narrativa di Tim Burton, sono il punto di partenza dell’analisi che Luca Lardieri propone in questo volume monografico edito da Sovera. Secondo il giornalista, è da questi piccoli capolavori disegnati e a “passo uno” che si iniziano a intravedere le tematiche fondamentali del cinema di Burton. L’attenzione ai soggetti emarginati, la presenza costante e marcata di un grado di “fanciullezza esistenziale” nella personalità dei protagonisti dei suoi film, la ricerca di un rapporto costruttivo tra bambino-figlio/adulto-padre, sono i temi di fondo che si ritrovano in Vincent, o in Edward mani di forbice, fino poi a Big Fish. La figura analizzata da Lardieri in apertura del saggio è quella emblematica del bambino ostrica, ragazzino problematico rinchiuso in se stesso, che non riesce a esprimere le proprie emozioni se non con eccentriche opere d’arte, e che si rinchiude nel proprio guscio perché non accettato dal mondo esterno. Dichiaratamente autobiografico, questo tipo di personaggio è un pò l’emblema del regista stesso. Col tempo, però, Burton è stato per nostra fortuna capito, valorizzato, sostenuto dalla critica, dai produttori, soprattutto dal pubblico. L’evoluzione della poetica burtoniana continua con lavori più noti e di crescente successo: la produzione di Nightmare Before Christmas, due episodi (i più pop e meglio riusciti prima della rivisitazione dark di Christopher Nolan) della saga di Batman, Mars Attack, La sposa cadavere. Opere in cui il regista di Burbank di volta in volta elabora la sua particolare visione del fiabesco, impegnandosi in un dirottamento dei canoni stilistici classici, indirizzato verso una valorizzazione del lato tetro, del presunto lato oscuro, in realtà molto più vitale e vivace del luminoso mondo dei personaggi fatati (paradossale a tale proposito che la produzione di Burton sia spesso legata alla Disney, di cui abbatte uno dopo l’altro gli storici valori).

Hai 500 lire in argento ? Cavour Preziosi ritira le tue 500 lire in argento a € 5,00 l' una Compro.Argento.CavourPreziosi.com

Gratis per te da Treccani il nuovissimo volume Italia. Chiedi info sulla Nuova Treccani. www.nuovatreccani.it

Stampa il tuo libro preventivo online - Isbn e deposito legale supporto professionale www.grafimage-services.com

Libri Online Risparmia su Libreria Universitaria Spedizione Gratuita sopra 19 euro! www.LibreriaUniversitaria.it

Hollywood detective (libro)

Hitchcock Aristotele - La tragedia al cinema (libro)

Il filo rosso della violenza. Ken il guerriero e i suoi antenati di Hong Kong (Libri) The Light In Darkness

Roma, 23 marzo: presentazione di Alberi tra le nuvole

TUTTI GLI ARTICOLI

L’attenzione mostrata verso la solitudine dei freak e il loro difficile inserimento nel mondo dei cosiddetti normali, è l’aspetto che più spesso si ripete nei film di Burton. In ciascuna opera non manca un personaggio disadattato, respinto, abbandonato e, anche se non si tratta del protagonista, ci si rende conto che è su quel personaggio che Burton concentra maggiormente il proprio interesse.

Close-Up on Facebook Like 761 people like Close-Up.

Il libro di Luca Lardieri si propone non come un’opera omnia risolutiva della carriera di un grandissimo regista, ma si inserisce lateralmente in una bibliografia già ricca, proponendo un differente piano di lettura. Non si tratta di una cronologia dettagliata, ma più che altro di una analisi per topoi e blocchi tematici. Un pò saggio, un pò omaggio, figlio di una passione individuale per il regista che si intravede e si assapora in ogni pagina. Una sorta di necessario e dovuto ringraziamento a chi è stato in grado di raccontare emozioni; un libro interessante perché completo e ben strutturato, sentito ed emotivamente partecipato.

Fondazione

Sara

Patrizia

Mirko

Lenin

Masaniello

Valentina

Massimo

Antonella

Alessia

Facebook social plugin

http://www.close-up.it/libri-tim-burton[09/05/2012 12.10.54]


Libri - Tim Burton - Close-Up.it - storie della visione

Autore: Luca Lardieri Titolo: Tim Burton Editore: Sovera Editore Collana: Ciak si scrive Dati: 160 pp, fotografie a colori Anno: 2008 Prezzo: 14 € webinfo: Sito Sovera Editore

Le migliori recensioni: Libri di Teatro Film d’Azione Ultime novità Musicali Ricerca Prodotti:

 VERSIONE PDF DELL'ARTICOLO

Ciao Box Generator

HOME

CINEMA

IL PROGETTO

RECENSIONI

RECENSIONI

CHI SIAMO

FESTIVAL

TELEVISIONE

CONTATTI

NEWS & EVENTI

TEATRO

PUBBLICITÀ

APPROFONDIMENTI

MUSICA

INCONTRI

LIBRI

CLOSE-UP TV

HOME ENTERTAINMENT

© Close-up: Storie della Visione - Rivista registrata presso il tribunale di Roma al nr. 312/2002 il 7 Giugno 2002

http://www.close-up.it/libri-tim-burton[09/05/2012 12.10.54]


EURC)PA

{l., oo

20-05-2008

?ngu• ~

1Q 1

rog·•o

Biografia Dagli <!soidi iìno ail'u 'limo iìlrr: , Sw.~l!nc:\;

TIM

BURTON

.

..

)

:,:~~

J..A •

."i

...

•,-.i

T.1d..Ì, Lu.:a lardier

.

npercone l'intr:ra vicenda •lrlisttça di uno dCI mag510t1 reg SIj contem ('o ranec Ti·r: B tld(J;t

(So•.•era e{~ i :ore).


Libri - Ron Howard. Angeli demoni uomini eroi - Close-Up.it - storie della visione

HOME

RECENSIONI

FESTIVAL

NEWS & EVENTI

APPROFONDIMENTI

INCONTRI

CLOSE-UP TV

RECENSIONI »  LIBRI

Libri - Ron Howard. Angeli demoni uomini eroi Pubblicato il 18 marzo 2010 da Sila Berruti

Tweet

Mi piace

0

Analizzare l’opera di un regista come Ron Howard non è cosa facile. Definirla ed incanalarla in un filone, lo è ancora di meno. Il pluri-premiato autore di A Beautiful Mind tocca, durante la sua carriera, quasi tutti i generi cinematografici e lo fa senza lasciare traccia tangibile di sé, come se a dirigere pellicole del calibro di Coocon o Apollo 13 fossero state persone differenti. Un regista assolutamente disinteressato ad emergere come autore e più vicino all’idea di director hollywoodiano anni ’50 che a quella autoriale teorizzata da Truffaut e colleghi. Un regista antico in epoca moderna, lo definisce lo stesso Gaetano Maiorino, autore e curatore della prima monografia italiana dal titolo Ron Howard - angeli demoni uomini eroi, interamente dedicata ad una delle più produttive e al tempo stesso ignorate personalità dello Star System americano. Bistrattato dalla critica proprio per questa sua idea di regista-artigiano, poco conosciuto dal pubblico - che tende a ricordare i suoi film più per il cast, quasi sempre d’eccezione - Howard è una figura anomala all’interno del panorama cinematografico internazionale.

Hollywood detective (libro)

Hitchcock Aristotele - La tragedia al cinema (libro)

Particolare e per questo interessante e stimolante: se è vero che l’autore si cela per lasciare spazio al film, si riscontrano però, analizzando con cura la sua produzione, filoni nascosti e celati sotto titoli di straordinario successo commerciale e non per questo privi di valore dal punto di vista narrativo ed estetico. Il libro si articola in una serie di saggi che hanno lo scopo di ripercorrere la vasta filmografia howardiana suddividendola per generi e temi, analizzandone le correnti comuni e quelle discordanti. Un viaggio alla scoperta di insospettabili stimoli, che scava nel lavoro del regista, fino a rimettere insieme tutti i pezzi di un mosaico molto più complesso del previsto. Un lavoro, accurato e dettagliato che mette ordine dall’eterogeneità di una carriera piena e poliedrica; partendo dal periodo storico nel quale il "piccolo" Howard muove, a soli quattro anni, i primissimi passi come attore per poi approdare all’analisi della sua trentennale attività dietro alla macchina da presa. Maiorino - con l’ausilio degli autori dei saggi che costituiscono la seconda parte del libro ricostruisce in maniera precisa e inedita la carriera di quello che si può definire il cantore del Sogno Americano per eccellenza, fin dai tempi del giovane Richie Cunningham di Happy Days, fino al contestato Codice da Vinci... Il saggio, tuttavia, non manca di sottolineare quelle che si evidenziano come pecche del regista: l’eccessivo buonismo, la volontà di proteggere contro tutto e tutti la sacralità dell’American Dream. Un lavoro, quindi, completo e interessante, che fa luce sulle molte ombre di un regista, solo apparentemente, senza macchia.

Il filo rosso della violenza. Ken il guerriero e i suoi antenati di Hong Kong (Libri) The Light In Darkness

Roma, 23 marzo: presentazione di Alberi tra le nuvole

TUTTI GLI ARTICOLI

Close-Up on Facebook Like 761 people like Close-Up.

Autore: Gaetano Maiorino Titolo: Ron Howard. Angeli demoni uomini eroi Editore: Sovera Edizioni Collana: Ciak si scrive Dati: 160 pp, 24 ill. a colori Anno: 2009 Prezzo: 14,00 € webinfo: Scheda libro sul sito Sovera

Sara

Massimo

Masaniello

Lenin

Vaibhav

Antonella

Patti

Valentina

Mirko

giovanna

Facebook social plugin

http://www.close-up.it/libri-ron-howard-angeli-demoni-uomini-eroi[09/05/2012 12.19.59]


Libri - Ron Howard. Angeli demoni uomini eroi - Close-Up.it - storie della visione

 VERSIONE PDF DELL'ARTICOLO

Le migliori recensioni: Libri di Teatro Film d’Azione Ultime novità Musicali Ricerca Prodotti:

Ciao Box Generator

HOME

CINEMA

IL PROGETTO

RECENSIONI

RECENSIONI

CHI SIAMO

FESTIVAL

TELEVISIONE

CONTATTI

NEWS & EVENTI

TEATRO

PUBBLICITÀ

APPROFONDIMENTI

MUSICA

INCONTRI

LIBRI

CLOSE-UP TV

HOME ENTERTAINMENT

© Close-up: Storie della Visione - Rivista registrata presso il tribunale di Roma al nr. 312/2002 il 7 Giugno 2002

http://www.close-up.it/libri-ron-howard-angeli-demoni-uomini-eroi[09/05/2012 12.19.59]


Libri - Hayao Miyazaki - Close-Up.it - storie della visione

HOME

RECENSIONI

FESTIVAL

NEWS & EVENTI

APPROFONDIMENTI

INCONTRI

CLOSE-UP TV

RECENSIONI »  LIBRI

Libri - Hayao Miyazaki Pubblicato il 22 giugno 2009 da Alessandro Izzi

Tweet

Mi piace

1

L’infanzia non è il paese zuccheroso delle fiabe Disney e di certo cinema americano per ragazzi. Ostinarsi a parlare ai bambini tenendo a mente l’idea che essi vivano immersi in un mondo di incanti e di delizie, di colori saturi e di animaletti parlanti significa contribuire a farne dei decerebrati. Peggio: a farne dei consumatori di fandonie, dei drogati di playstation, di giochi virtuali e di programmi che inneggiano allo spettacolo spiccio come fonte di un intrattenimento senza preoccupazioni. L’occhio adulto dei grandi commercianti di cinema tende a farci dimenticare che il gioco è una cosa mortalmente seria, un lavoro che si porta dietro la magia dell’esplorazione e il senso di orizzonti che si allargano indefinitamente. E cullati da questa cattiva abitudine abbiamo cominciato a dimenticare che giocare non è questione di giocattoli, ma di coscienza. Tutti i film Disney degli anni ’80 (ma molti ne vengono prodotti ancora oggi con buona pace delle maestre d’asilo) sono impregnati di questa visione deteriore dell’infanzia, di questo sguardo dall’alto di chi è convinto che stare coi bambini significa accovacciarsi e parlare con la voce in falsetto accompagnano gli innocui discorsi con le smorfiette che altrove ci apparirebbero solo ridicole. Dio solo sa quanto non le trovino ridicole i bambini cui sono indirizzate! Hayao Miyazaki, per nostra fortuna non è così! Regista poliedrico e geniale, riconosciuto Autore a tutto tondo solo da pochi anni, il nostro coi bambini non parla di sirenette in fondo al mare che sognano il principe azzurro che le sposerà, ma parla di ambiente, di cultura, addirittura di politica. I suoi film, giammai infantili neanche nel disegno che rievoca i pastelli e li linee gonfie delle forbici con la punta arrotondata, sono veri e propri discorsi densi di una complessità che non sfigurerebbe in una tesa di laurea di moderna antropologia. Sono opere stratificate e spiraliformi che mettono in guardia ed invitano a riflettere. Bisogna guardarle con gli occhi sgranati e le pupille dilatate ad abbeverarsi di ogni minima stilla di luce. Sono pellicole che trattano i bambini come bambini e non come potenziali fette di mercato. Nel totale rispetto di un’infanzia che è una tensione a crescere e non una palude nella quale impantanarsi. E sono pellicole che chiedono agli adulti di ritrovare l’occhio bambino perché solo quello sguardo è davvero capace di abbracciare una complessità che ai grandi è dato solo di aggredire con la logica. Di Miyazaki in Italia è uscito poco sul grande schermo (Totoro, capolavoro intramontabile viene ciclicamente dato in uscita e altrettanto ciclicamente rimandato) mentre sul piccolo schermo il grosso è passato in sordina nella programmazioni di palinsesti che non capiscono il genio neanche se ci sbattono contro il naso fratturandoselo. In libreria di monografie dedicate all’autore ce n’è una sola, piuttosto bella, di Bencivenni. Dire, quindi, che questo libro di Alessia Spagnoli giunga a riempire un vuoto è un eufemismo. Un volume del genere meriterebbe peana e canti di gloria per il solo fatto di esistere. Ma il merito di questo bel tomo uscito per i tipi della Sovera edizioni non è solo quello di aprire un dibattito necessario sul provincialismo con il quale l’Italia guarda ancora al cinema d’animazione (un pregiudizio per il quale se è film è disegnato allora deve essere per forza di cose indirizzato ai bambini). Il grande merito di questo libro è l’acutezza straordinaria dell’approccio critico, il grande sfoggio di un pensiero che insegue una struttura che riesca davvero a dare conto della complessità dell’universo filmico miyazakiano. Già l’adamantina precisione con cui vengono isolate

Feste per Bambini a 60€ Animazione Feste per Bambini a 60€ Feste con Mago/Giocoliere,Battesimi www.aniveventi.it

Hai 500 lire in argento ? Cavour Preziosi per le tue 500 lire in argento paga € 5,00 l' una Compro.Argento.CavourPreziosi.com

"Non Pagare" i Debiti Sistemi Legali per "Non Pagare" i Debiti quando Non Riesci a Pagare! www.AgenziaDebiti.it/non-pagare

DOREEN VIRTUE - Angeli Incontra Doreen il 26 maggio a soli 45€ Iscriviti ora! Posti limitati www.mylifetv.it/angeli/

Hollywood detective (libro)

Hitchcock Aristotele - La tragedia al cinema (libro)

Il filo rosso della violenza. Ken il guerriero e i suoi antenati di Hong Kong (Libri) The Light In Darkness

Roma, 23 marzo: presentazione di Alberi tra le nuvole

TUTTI GLI ARTICOLI

Close-Up on Facebook Like 761 people like Close-Up.

Massimo

Mirko

Masaniello

Vaibhav

Antonella

Alessia

Sandy

Lenin

Fondazione

Valentina

Facebook social plugin

http://www.close-up.it/libri-hayao-miyazaki[09/05/2012 12.14.17]


Libri - Hayao Miyazaki - Close-Up.it - storie della visione

nel corpus filmico del regista nipponico coppie di film, opere gemellari che riescono, in momenti diversi della sua carriera, a farsi carico di identiche suggestioni e preoccupazioni è segno di un lavorio critico non accessorio. Una scelta di approccio illuminante se si tiene conto di quanta parte ha, nel cinema dell’autore, il tema del doppio e dell’immagine speculare. Questa scelta di campo ha due meriti principali: in primo luogo centra il discorso sul versante estetico/contenutistico (in un’opera in cui la forma e il contenuto sono abilmente intrecciati e spesso interconnessi l’una all’altro) e non piattamente diegetico, in secondo luogo permette l’individuazione di fili rossi che attraversano in ogni senso un percorso artistico in perenne evoluzione. Funzionale anche l’approccio alle opere televisive del regista (in particolare il capitolo dedicato a Conan – Il ragazzo del futuro) che vengono viste come capitoli contigui all’esperienza cinematografica ed ugualmente importanti. Il libro è per questo denso di intuizioni spesso folgoranti e si legge con un piacere estremo.

Le migliori recensioni: Libri di Teatro Film d’Azione Ultime novità Musicali Ricerca Prodotti:

Ciao Box Generator

Autore : Alessia Spagnoli Titolo : Hayao Miyazaki. - Le insospettabili contraddizioni di un cantastorie Editore : Sovera Editore Collana : Ciak si scrive/I protagonisti Dati : 176 pagine, Illustrazioni in bianco e nero e a colori Anno : 2009 Prezzo : 16,00 Euro Webinfo : Sito Sovera Edizioni

 VERSIONE PDF DELL'ARTICOLO

HOME

CINEMA

IL PROGETTO

RECENSIONI

RECENSIONI

CHI SIAMO

FESTIVAL

TELEVISIONE

CONTATTI

NEWS & EVENTI

TEATRO

PUBBLICITÀ

APPROFONDIMENTI

MUSICA

INCONTRI

LIBRI

CLOSE-UP TV

HOME ENTERTAINMENT

© Close-up: Storie della Visione - Rivista registrata presso il tribunale di Roma al nr. 312/2002 il 7 Giugno 2002

http://www.close-up.it/libri-hayao-miyazaki[09/05/2012 12.14.17]


Libri - I "mostri" al lavoro - Close-Up.it - storie della visione

HOME

RECENSIONI

FESTIVAL

NEWS & EVENTI

APPROFONDIMENTI

INCONTRI

CLOSE-UP TV

RECENSIONI »  LIBRI

Libri - I "mostri" al lavoro Pubblicato il 6 aprile 2010 da Antonio Valerio Spera

Tweet

Mi piace

0

E’ innovativo lo spunto che sta alla base di I "mostri" al lavoro: raccontare la commedia italiana attraverso la sua rappresentazione del mondo del lavoro (e viceversa). L’innovazione risiede in due particolarità: la prima è - appunto - il tema preso in esame (il lavoro), sempre accennato nei testi sulla commedia ma mai approfondito e mai protagonista assoluto dell’analisi, e la seconda sta proprio nella sua esclusiva volontà di raccontare, che si situa ben lontana dalla presunzione di spiegare. Da un punto di vista di studio storico e critico, c’è ancora tanta confusione sulla commedia italiana. Nonostante siano stati individuati dei macro-periodi, dei filoni e delle correnti, i confini che li dividono appaiono ancora poco chiari, un po’ perché molti autori si sono mossi artisticamente in diversi campi toccando tematiche differenti, un po’ perché in tutta la storia della nostra commedia molti topoi sono ricorrenti e i richiami interni al genere sono continui. Cos’è la commedia all’italiana? Cos’è il neorealismo rosa? Sono domande che suscitano sempre risposte discordanti, che mettono in luce le diverse opinioni, i differenti approcci analitici alla materia. L’autore di I "mostri" al lavoro sembra mettere da parte tutto questo: non vuole riprendere il dibattito né vuole proporre una nuova teoria sull’argomento. L’immagine della commedia italiana che viene fuori da questo testo è essenzialmente unitaria, senza divisioni. Seguendo passo passo il cinema italiano dal neorealismo ai giorni nostri, Edoardo Zaccagnini offre uno sguardo nuovo che mette in secondo piano (senza dimenticarsene, però) l’analisi critica per lasciare spazio al racconto cinematografico della storia del Bel Paese: un paese fatto di contadini, di operai, di imprenditori, di famiglie che a stento arrivano a fine mese, di lavoratori a volte fieri a volte scontenti della loro condizione. Ed ecco una pellicola richiamarne alla mente un’altra, un personaggio ricordarne un altro portato sugli schermi anni prima; ecco la commedia che non si allontana neanche tanto dal neorealismo ed il cinema contemporaneo (il testo arriva a toccare anche film recenti come Mio fratello è figlio unico, Guido che sfidò le Brigate Rosse, Signorina Effe) che non può fare a meno di attingere dagli autori del passato; ecco la fabbrica, la campagna, la città, le banche, gli uffici sempre e comunque (anche se involontariamente) protagonisti e sempre portatori sullo schermo di un elemento costante: l’italianità. Il mondo del lavoro nella commedia italiana è senza dubbio un argomento vastissimo ed il rischio di perdersi in una trattazione dispersiva c’era, eccome. Fortunatamente, però, il volume è organizzato come un flusso ordinato e continuo di idee, di riferimenti, di collegamenti, di nessi tematici, e ha l’immenso pregio di non strutturarsi su una selezione ristretta di opere, ma di offrire uno sguardo aperto su tutto il cinema italiano senza confusione e senza mai perdere il filo del discorso, arrivando a citare più di duecento titoli (da Adua e le compagne a Zabriskie Point), ricordandoci di film ormai quasi dimenticati come Cinque poveri in automobile, Le coppie, L’Italia s’è rotta, Il padrone e l’operaio, ed approfondendo grandi capolavori (Io la conoscevo bene, Romanzo popolare, Il vedovo, Il sorpasso).

Hollywood detective (libro)

Hitchcock Aristotele - La tragedia al cinema (libro)

Il filo rosso della violenza. Ken il guerriero e i suoi antenati di Hong Kong (Libri) The Light In Darkness

Roma, 23 marzo: presentazione di Alberi tra le nuvole

TUTTI GLI ARTICOLI

Close-Up on Facebook Like 761 people like Close-Up.

Masaniello

Patti

Fondazione

Alessia

Sara

Vaibhav

giovanna

Dario

Antonella

Mirko

Facebook social plugin

http://www.close-up.it/libri-i-mostri-al-lavoro[09/05/2012 12.18.21]


Libri - I "mostri" al lavoro - Close-Up.it - storie della visione

I "mostri" al lavoro è un libro per tutti, cinefili e non, che si legge con immenso piacere. L’autore riporta continuamente battute delle pellicole prese in esame e molte volte scova significati e spunti di riflessione in dialoghi all’apparenza non importanti. Zaccagnini ripercorre la storia del nostro paese attraverso i personaggi dei vari Totò, Sordi, Tognazzi, Gassman. Eppure non parla di film: lascia che siano i film stessi a parlare. Qualità quest’ultima ormai molto rara nelle pubblicazioni di cinema; una qualità che rende il testo variegato, creativo, analitico, metodico e gustoso allo stesso tempo. Non è poco.

Le migliori recensioni: Libri di Teatro Film d’Azione Ultime novità Musicali Ricerca Prodotti:

Ciao Box Generator

Autore: Edoardo Zaccagnini Titolo: I "mostri" al lavoro. Contadini, operai, commendatori ed impiegati nella commedia italiana. Editore: Sovera Edizioni Collana: Ciak si scrive - Le storie Dati: 210 pp Anno: 2009 Prezzo: 14,00 € webinfo: Scheda libro su sito Sovera Editore

 VERSIONE PDF DELL'ARTICOLO

HOME

CINEMA

IL PROGETTO

RECENSIONI

RECENSIONI

CHI SIAMO

FESTIVAL

TELEVISIONE

CONTATTI

NEWS & EVENTI

TEATRO

PUBBLICITÀ

APPROFONDIMENTI

MUSICA

INCONTRI

LIBRI

CLOSE-UP TV

HOME ENTERTAINMENT

© Close-up: Storie della Visione - Rivista registrata presso il tribunale di Roma al nr. 312/2002 il 7 Giugno 2002

http://www.close-up.it/libri-i-mostri-al-lavoro[09/05/2012 12.18.21]



collana Ciak si scrive