Page 1

Bolognina shared Futures A Practice Based Research for the Bolognina District

ITA

COMMUNITY SPACES TOOLKIT

BSF

Una guida per spazi di interazione

COMMUNITY SPACES TOOLKIT


COMMUNITY SPACES TOOLKIT


La ricerca è a cura di School of Sustainability

Team di progetto Claudia Bonora, Claudia Galimberti, Laura La Mendola, Maria Pazzaglia, Sonia Porpiglia, Orazio Vigliotti.

Gabriele Sorichetti (Track Leader), Simone Gheduzzi (Track Leader) Massimo Imparato (Direttore di SOS), Martina Ruini (Track Assistant) Valentina Torrente (R&D MC A), Valentina Porceddu (R&D MC A).

Con il contributo di


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

INDICE

• Introduzione.........................................................................................................................pg. 5 Chi siamo Cos’è il toolkit A chi si rivolge • Cos’è uno spazio di comunità?............................................................................................pg. 9 Definizione Fattori • Trova il tuo profilo..............................................................................................................pg. 15 • Definisci il contesto.............................................................................................................pg. 21 Dati climatici | Dati demografici | Dati attività locali Architettura | Storia e cultura | Management Distretto-Città | Rete sociale | Stakeholders • Definisci il progetto............................................................................................................pg. 43 Categorizzazione Schede funzionali Sintesi • Combina le attività...........................................................................................................pg. 109 • Programma e gestione del progetto................................................................................pg. 117 Ambito: Spazio fisico esterno Ambito: Spazio fisico interno Ambito: Sociale Ambito: Economico • Kit dello Spazio di Comunità...........................................................................................pg. 129 Cosa contiene Istruzioni Inizia a giocare! • Passi successivi.................................................................................................................pg. 147 • Conclusioni......................................................................................................................pg. 153


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

INTRODUZIONE


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CHI SIAMO Il Toolkit è stato sviluppato dal team di ricerca&progettazione interno al Post-Graduate Master ‘School of Sustainability’ IV edizione. L’ambito di ricerca è quello di ‘Architecture as Social Business’ il quale, per quest’anno accademico, ha stabilito una collaborazione con la Fondazione Innovazione Urbana del Comune di Bologna con lo scopo di sviluppare il tema di rigenerazione urbana del quartiere Bolognina: Bolognina Shared Futures.

COS’È IL TOOLKIT Fa parte di un ampio lavoro di ricerca il quale, attraverso un processo analitico a livello globale e locale e di continuo zoom in–out, ha come fine ultimo la ricerca degli elementi essenziali e caratterizzanti per la realizzazione di Spazi di Comunità all’interno di quelle aree della città che si trovano oggi nella ‘terra di mezzo’ tra il tessuto storico e moderno. Questa ricerca ha portato all’elaborazione di diversi strumenti: dall’analisi del tessuto urbano, all’analisi qualitativa e percettiva degli spazi, alla ricerca di benchmarking internazionali e nazionali, per poi arrivare alla stesura di un Toolkit che, prendendo in considerazione gli aspetti globali e locali delle varie ricerche e basandosi su esempi selezionati, cerchi di stabilire un ‘libretto di istruzioni’ che guidi l’interessato negli step necessari allo sviluppo di uno Spazio di Comunità, anche con l’ausilio di uno studio specifico su un progetto pilota in Bolognina.

A CHI SI RIVOLGE Il toolkit ha una struttura generale che si rivolge alla pubblica amministrazione ma anche a diversi tipi di utilizzatori. Vuole essere uno strumento che, con le dovute analisi e definizioni specifiche possa essere applicato ad ogni contesto.

9


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

COS’È UNO SPAZIO DI COMUNITÀ?


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Uno Spazio di Comunità è una realtà di contaminazione e innovazione sociale, all’interno di ambienti dinamici, generatori di welfare. È un business, una struttura, una rete dove convivono spazi dal forte carattere prevalente nei quali è possibile compiere diverse attività socio-culturali e imprenditoriali.

13


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Fattori che caratterizzano e descrivono uno Spazio di Comunità sono:

SOCIALE ECONOMICO

IMPATTO

FISICO

FATTORI

14

SPAZIO DI VALORE

BENESSERE DELLA

CONNETTIVITÀ

EFFICIENZA ENERGETICA

IDENTITÀ

INTEGRAZIONE

INCUBATORE

ACCELERATORE

ECONOMIA

D’IMPRESA

D’IMPRESA

LOCALE

PERSONA


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

SPAZIO DI VALORE

Uno spazio liscio, ibrido e adattabile supera la dimensione fisica e si configura

CONNETTIVITA’

Uno spazio connesso, aperto e smart in relazione al suo contesto geografico.

EFFICIENZA ENERGETICA

Uno spazio sostenibile, a basso impatto e in linea con i principi ambientali

BENESSERE DELLA PERSONA

Uno spazio adatto, sicuro e bilanciato lascia percepire comfort e benessere al

IDENTITA’

INTEGRAZIONE

secondo le necessità.

risulta consapevole dei propri consumi.

pari di un ambiente domestico.

Uno spazio collettivo, consapevole e inclusivo è un luogo di partecipazione dove gli individui riconoscono se stessi nella comunità.

Uno spazio equo, intergenerazionale, efficace è catalizzatore di gruppi sociali mettendo in evidenza la diversità come qualità.

INCUBATORE D’IMPRESA

Uno spazio proattivo, innovativo, pioneristico è promotore di idee e sostenitore

ACCELERATORE D’IMPRESA

Uno spazio dedicato, efficiente e intelligente è propulsore di attività ed incentiva

ECONOMIA LOCALE

Uno spazio intraprendente, redditizio, su misura è una centralità di flussi

dell’attuazione di nuove attività.

strategie per lo sviluppo imprenditoriale.

commerciali in grado di incoraggiare lo sviluppo locale.

15


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

TROVA IL TUO PROFILO


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

INIZIA QUI

Le tue azioni possono essere decisive per la creazione di uno Spazio di Comunità?

NO Hai un interesse personale?

SI

SI

NO Vieni nel quartiere per una ragione specifica? SI NO Hai un interesse lavorativo? SI

SI Lavori o vorresti lavorare all’interno del quartiere?

NO Vivi nel quartiere? SI SI Vedi delle potenzialità nel tuo quartiere? 18


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

AMMINISTRATORE PUBBLICO

SI Sei pronto a coinvolgere la collettività per sviluppare un progetto di interesse sociale?

Vuoi promuovere la tua attività all’interno del quartiere?

ATTIVISTA | PROMOTORE SOCIALE

IMPRENDITORE

SI Pensi che la rigenerazione urbana del tuo quartiere influenzerà la tua vita personale? SI

SI Sei interessato alle tematiche di rigenerazione urbana?

RESIDENTE

DESIGNER | RICERCATORE

19


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Rappresenti l’amministrazione comunale o un ente amministrativo | governativo e sei interessato a: • Accelerare | migliorare l’economia locale del quartiere; • Creare una nuova immagine del quartiere, connettendo le persone e gli

Amministratore Pubblico

spazi; • Riconoscere l’importanza dell’agire su spazi ed economia locale al fine di portare a benefici in termini di aggregazione sociale e miglioramento del senso di comunità; • Ricercare uno strumento che aiuti la proposizione di uno spazio catalizzatore di economia e società all’interno di un ambiente sostenibile.

Sei tra quei soggetti che hanno interesse nell’incoraggiare le persone a stare, vivere e passare il loro tempo nel quartiere. Puoi essere: • Soggetto che possiede un’attività commerciale nel quartiere e che intende essere parte del cambiamento positivo del posto in cui lavori; • Soggetto che ha intenzione di iniziare, spostare o aprire un’attività commerciale nell’area e crede nelle potenzialità di sviluppo del quartiere. Dovresti usare questo Toolkit se, come imprenditore le tue priorità sono: • Far si che il tuo business faccia parte di un network di attività che sviluppino l’economia locale e sostenibile; • Riqualificazione del quartiere come promotore per aiutare il tuo business

Imprenditore

a crescere; • Considerare lo spazio comune in cui si trova la tua attività uno spazio ben progettato e mantenuto, senza vuoti commerciali. Dovrebbe essere uno spazio che invogli le persone a passeggiare e vivere lo spazio sentendosi sicure e parte di una comunità; • Portare le persone a vivere di più il quartiere attraverso la promozione della tua attività. • Contribuire a costruire un’identità e senso di comunità del quartiere nel quale si trova la tua attività. Sei interessato alla parte gestionale di Spazi di Comunità? Consulta il volume ‘Community Spaces Mapping’.

20


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

• Hai notato le potenzialità del quartiere e vorresti che queste fossero sentite

Attivista | Promotore Sociale

e condivise da tutti; • Vedi nel quartiere tante possibilità che pensi la collettività possa trasformare in qualcosa di cui prendersi cura e sentire come proprio; • Credi in progetti ambiziosi, sei disposto a metterti in gioco e a coinvolgere la collettività per raggiungere la creazione di uno spazio di e per tutti.

• Vivi in un quartiere che pensi abbia delle potenzialità inespresse; • Percepisci la volontà di creare una comunità ma che manchi uno spazio dove questo possa attuarsi;

Residente

• Sei disposto a prendere parte di un movimento per la creazione di uno spazio collettivo all’interno del tuo quartiere; • Desideri un quartiere più coese dove i vari gruppi sociali riescano a convivere e a condividere l’identità dello spazio comune.

• Sei interessato alle dinamiche progettuali di rigenerazione urbana dei quartieri; • Sei alla ricerca di strumenti progettuali per la definizione di Spazi di Comunità; • Vuoi approfondire la tua conoscenza di Spazi di Comunità.

Designer | Ricercatore

Se sei alla ricerca di riferimenti e good practices, consulta il volume ‘Community Spaces Mapping’. Se sei interessato all’evoluzione degli Spazi di Comunità consulta il volume ‘Public Spaces Evolution’.

21


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

DEFINISCI IL CONTESTO


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CAPIRE IL SISTEMA IN CUI CI TROVIAMO

Viviamo in un sistema dinamico. L’uomo è solo uno dei tanti fattori che compiono e subiscono azioni. L’influenza che il contesto ha nei confronti dell’oggetto genera delle variabili che inquadrano possibilità e potenzialità. Al fine di comprendere questo complesso sistema applichiamo un processo di decostruzione così da analizzare ogni singola parte collocandola in una rete di connessioni che sintetizzano le influenze appartenenti a sfere tematiche differenti e a diversa scala. L’obiettivo è assimilare, analizzare ed elaborare i contenuti di input e restituire gli output sotto forma di risultati, obiettivi e impatti. Il processo di analisi considera tre elementi che risultano fondanti: l’ambiente, la comunità e l’economia. È facile spiegare come questi elementi risultino strutturanti nel caso dello Spazio di Comunità, in quanto la naturale vocazione dell’uomo alla vita comunitaria lo ha portato, sin dai primi insediamenti, a far coincidere la nascita della città con la nascita di spazi pubblici. La necessità di costruire il proprio ambiente, per creare relazioni con la natura e gli individui, ha portato al bisogno di organizzare la gestione dello spazio comunitario secondo le funzioni e le relazioni. Gli Spazi pubblici sono tra i primi elementi dove il connubio tra comunità (realtà sociale), lo spazio fisico e la gestione economica e amministrativa risultano tangenti e necessari; ogni sfera influisce sull’altra, la potenzia e si connette alle altre. Sono stati defiiti, quindi, tre contesti che ci permettono di scegliere tra le possibili espressioni e definire gli aspetti influenti nell’uso del toolkit: • Contesto Fisico: è l’insieme delle circostanze territoriali legate alla definizione dello spazio. • Contesto Sociale: è l’insieme dei valori, usanze e elementi che influenzano i rapporti e il comportamento delle persone che vivono uno spazio. • Contesto Economico: è l’insieme di circostanze e azioni che creano un sistema di welfare.

24


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

La struttura del contesto inteso come situazione complessiva in cui si verifica un fatto, un oggetto, un’azione, ha bisogno di un ulteriore layer che ne permette la scalarità, con azioni di zoom-in e zoom-out.

METODO:

GRADO DI COMPLESSITÀ DEL SISTEMA

SOCIALE ECONOMICO

CONTESTO

FISICO

Puntuale

DATI CLIMATICI E AMBIENTALI

Sistemico

ARCHITETTURA

DATI

STORIA E

DEMOGRAFICI

CULTURA

DATI ATTIVITÀ LOCALI

MANAGEMENT

DISTRETTO | CITTÀ

RETE SOCIALE

STAKEHOLDERS

NAVIGATORE:

CONTESTO

Al fine di guidare la navigazione all’interno del

MATRICE

paragrafo, questo strumento indica il tipo di contesto di cui si parla. Esempio: Contesto Economico - Gestione.

COMPLESSITA’ DEL SISTEMA

25


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

DATI AMBIENTALI |CLIMATICI

Il contesto climatico e ambientale è un’invariante molto condizionante. Localizzare il progetto a livello geografico è il primo passo da fare. Il clima incide sulle abitudini quotidiane e detta le regole della società e il modo di vivere quindi condiziona l’utilizzo degli spazi, che siano chiusi o aperti.

26


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

È bene tenere in considerazione fattori:

01 GENERALI

DEFINIRE: • Fascia climatica; • Umidità Relativa; • Rosa dei venti: individuazione di venti prevalenti e la loro frequenza; • Inclinazione dei raggi solari e intensità della radiazione sulle superfici verticali e orizzontali durante l’anno.

02 SPAZI ESTERNI

IN BASE AL CONTESTO, DEFINIRE: • Numero di ore di sole in un anno; • Zone d’ombra; • Temperatura percepita

03 SPAZI INTERNI

DEFINIRE: • Fattore di luce diurna per definire il grado di comfort visivo interno; • Calcolare il guadagno e la perdita energetica attraverso l’involucro edilizio; • Calcolare il recircolo d’aria e considerare la possibilità di utilizzare la ventilazione naturale.

27


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

DATI DEMOGRAFICI

La città è fatta dai cittadini (e visitatori) che la vivono. Disegnare uno specchio dei fruitori permette di definire degli obiettivi sociali che possono garantire le basi per una realtà costruita sui bisogni delle persone.

28


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

01 ANALISI

Utilizzando i dati messi a disposizione da enti pubblici e istituti statistici, considerare quelli rilevanti in base a: • Livello culturale; • Età; • Nazionalità; • Densità sociale.

02

MAPPATURA

Scendendo sul piano spaziale, descrivere le attività a scala urbana e cittadina presenti nell’area, per determinare: • Servizi sociali; • Scuole; • Centri culturali; • Centri sportivi.

29


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

DATI ATTIVITA’ LOCALI

L’economia e il commercio non sono attività legate solamente al profitto, ma hanno un impatto positivo sulle città rendendole vivaci e resilienti. Per ottenere ciò è importante capire e comprendere i dati che governano le possibilità economiche dei cittadini e le loro distribuzioni all’interno del distretto.

30


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

01 ANALISI

Utilizzando i dati messi a disposizione da enti pubblici e istituti statistici, considerare quelli rilevanti in base a: • Reddito; • Istruzione; • Disoccupazione; • Imprenditorialità; • Fragilità economica.

02

MAPPATURA

Scendendo sul piano spaziale, descrivere le attività a scala urbana e cittadina che comprendono: • Mappatura delle attività locali; • Definire a le vocazioni commerciali di spicco; • Orari di apertura dei servizi; • Flussi turistici; • Vocazione del area (ex. residenziale, terziaria...).

31


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ARCHITETTURA

Scendere di scala, identificando il progetto in uno spazio già costruito o meno, permette di definire e concretizzare fisicamente un’idea. Importante è avere obiettivi come: qualità ambientale, comfort, vivibilità e accessibilità, non solo obiettivi quantitativi come, per esempio, requisiti normativi degli standard urbanistici.

32


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

01 SPAZI ESTERNI

Uno spazio esterno ben curato, sia nel verde che nella superficie dura permette di dare una percezione piacevole dell’ambiente. Fattori che vi contribuiscono sono: • La facile lettura dei percorsi aiuta gli utilizzatori nell’orientamento; • Luoghi di passaggio e sosta pedonale devono essere definiti e attrezzati; • L’arredo esterno deve essere coerente con i tipi di attività svolta; • La presenza di vegetazione ha un effetto di qualificazione paesaggistica e ambientale: microclima, flora e fauna; • Una buona illuminazione fa percepire lo spazio come un luogo sicuro; • Attività ricreative e sportive all’aperto aumentano la qualità e vivibilità dello spazio.

02 SPAZI INTERNI

Uno spazio interno dove le scelte architettoniche rispondono a esigenze di benessere e comfort ne aumentano il valore. Fattori che vi contribuiscono sono: • Rapporto visivo interno-esterno; • La presenza e il controllo della luce naturale all’interno dello spazio è un elemento di qualità; • Il comfort interno deve essere condizione uniforme; • Ambienti flessibili permettono un uso diversificato e adattabile a più utenti; • Dotazione di servizi e impianti commisurata al tipo di uso dello spazio. • Usare soluzioni semplici e replicabili, oltre a materiali durevoli, modulari e facilmente sostituibili.

33


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

STORIA E CULTURA

Uno spazio è sempre il riflesso culturale e storico della società. Quando si va ad operare in un contesto preesistente è importante conoscere la stratificazione culturale del luogo. Gli eventi storici più significativi che hanno segnato la comunità e i luoghi possono diventare un elemento importante della progettazione e contribuire al riconoscimento dell’identità sociale.

34


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

01 STORIA

Studiare la storia di una popolazione e di un luogo permette di comprenderne lo stato attuale, per questo è importante: • Legare il piano storico a quello sociale, culturale, economico di un luogo permette di definire i fatti salienti di un periodo storico. • Ricercare avvenimenti locali e globali che provocano un’influenza sugli spazi, sui movimenti delle popolazioni, sull’economia del singolo e cause politiche e internazionali.

02 CULTURA

La cultura influisce sull’agire della società definendo sia modelli di collettività, sia valori dei singoli. Contribuiscono, inoltre, azioni come: • Attivare piccole innovazioni culturali che stimolano a cascata la comunità positivamente, in quanto, essendo la cultura influenzata dall’uomo, può evolversi e cambiare; • Promuovere la formazione, l’informazione e la partecipazione della collettività mantenendo costante il livello di attenzione • Incentivare progetti culturali che propongono la mixitè culturale come punto di forza della comunità.

35


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

GESTIONE

La gestione di uno spazio è spesso la chiave di volta per la buona riuscita di un progetto. Un luogo ben gestito trasmette sicurezza agli utilizzatori, inoltre, trasparenza, comunicazione e programmazione devono essere trattate contemporaneamente.

36


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

01 GENERALI

In tutti i casi è importante: • Generare un flusso economico positivo che permetta di reinvestire le proprie risorse all’interno della struttura stessa attraverso attività e progetti complementari; • Coinvolgerei fruitori nella definizione delle regole, al fine di essere accettate e condivise dagli utilizzatori degli spazi; • Definire delle regole che siano flessibili come è l’uso dello spazio; • Definire una programmazione strategica sugli scenari futuri attraverso obiettivi progressivi.

02 PROGETTI

Al fine di migliorare la gestione economica è importante portare avanti progetti che sensibilizzano l’utente e al tempo stesso aumentano la competitività dell’attività, come: • Progetti anti-spreco che puntano a rilanciare l’economia locale; • Progetti di riciclo; • Progetti raccolta differenziata e gestione dei rifiuti; • Economia circolare; • Progetti di riuso dei materiali locali.

37


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

DISTRETTO | CITTA’

Lo Spazio di Comunità si adopera come attivatore e propulsore, creando una rete di relazioni fisiche e digitali che rafforza sistema del distretto|città.

38


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

01 SPAZIO

Uno spazio latente, sottoutilizzato e abbandonato può essere trasformato in uno Spazio di Comunità grazie ad alcune azioni, come: • Definire la localizzazione rispetto al distretto| città; • Selezionare spazi con qualità potenziale; • Prediligere aree di recupero e risulta per non aumentare la superficie costruita; • Trovare la vocazione nel passato utilizzo dell’edificio | spazio fornendo unicità al progetto; • Potenziare la comunicazione e la segnaletica; • Aprire luoghi accessibili a tutti.

39


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

RETE SOCIALE

Creare una rete sociale aiuta ad attivare processi collaborativi per sperimentare iniziative innovative, realizzare progetti sociali utili alla comunitĂ locale.

40


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

01 NETWORK

La capacità di creare una rete è diventata indispensabile per costruire progetti che abbiano un impatto positivo. A tal fine è possibile: • Promuovere il senso di comunità nei contesti abitativi; • Rafforzare la resilienza delle comunità vulnerabili; • Sviluppare un progetto di integrazione sociale; • Abilitare il senso di appartenenza della comunità; • Implementare la co-creazione per generare coinvolgimento sociale.

41


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

STAKEHOLDERS

Pensare alla gestione del territorio in modo più rispettoso delle identità e delle vocazioni dei sistemi locali e più attento al soddisfacimento dei bisogni e alla valorizzazione delle potenzialità dei suoi clienti-residenti.

42


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

01 GENERALI

A livello economico creare una rete solida con altri stakeholder e interventi permette di: • Sviluppare una forte economia locale; • Attivatore di processi innovativi; • Attivatore di attività; • Acceleratore di attività.

02 NETWORK

Alla luce del progetto, alcune azioni che permettono la prosperità di uno Spazio di Comunità sono: • Definire le personalità che possono finanziare, promuovere e potenziare la realizzazione; • Aprire attività e spazi ad altre associazioni, iniziative e progetti co-gestiti e co-prodotti permettendo di raggiungere un più ampio pubblico; • Ricercare partners e sponsors amplia le possibilità economiche e favorisce nuove sinergie; • Creare un brand che aumenti l’identità del progetto; • Promuovere welfare locale co-generato.

43


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

DEFINISCI IL PROGETTO


46


COMMUNITY SPACE SPACESTOOLKIT TOOLKIT

Definire uno Spazio di Comunità è una sfida impegnativa. Crea innovazione e inclusione sociale, crede nelle nuove idee e si fa promotore di rigenerazione urbana. All’interno di questo sistema complesso vengono svolte innumerevoli attività, motivo per cui è stato necessario definire un metodo di classificazione in: • Carattere prevalente • Attività • Ambiti

CATEGORIZZAZIONE

• Ludico CARATTERE

• Culturale

PREVALENTE

• Lavorativo • Educativo

ATTIVITÀ

• Svago • Lavorare • Fornire servizi • Mangiare • Promuovere cultura • Esercizio artistico

• Studiare • Giocare • Acquistare • Abitare • Spazio flessibile

AMBITI

• Attività sportive • Musica|Registrazione • Cinema • Esibizioni • Allevamento|Orti urbani • Street food • Bar | Cafè • Ristoranti • Locali serali

• Teatri • Gallerie|Esposizioni • Negozi • Mercati • Spazi di lavoro • Spazi co-working • Incubatori di attività • Acceleratori di attività • Lab

• Workshop • Centri di innovazione • Centri di ricerca • Spazi studio • Biblioteche • Asili nido • Alloggi|Residenze • Spazi temporanei • Spazi polivalenti

47


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

Il primo livello di categorizzazione consiste nel classificare gli Spazi di Comunità a seconda della loro attitudine principale. Non è univoca e può avere gradi diversi di intensità.

LUDICO

CULTURALE

LAVORATIVO

EDUCATIVO

48


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CU LTU

LU DI

LE RA OR

O TIV

LAV

IV AT

CO

49

O

E D U CA


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ATTIVITÀ

Il secondo livello di categorizzazione consiste nello stabilire i tipi di azioni che possono essere svolte all’interno dello Spazio di Comunità.

SVAGO

STUDIARE

LAVORARE

GIOCARE

FORNIRE SERVIZI

ACQUISTARE

MANGIARE

ABITARE

PROMOVERE CULTURA

SPAZIO FLESSIBILE

ESERCIZIO ARTISTICO

50


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CU LTU

LU DI

LE RA OR

O TIV

LAV

IV AT

CO

51

O

E D U CA


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

AMBITI

Il terzo livello di categorizzazione elenca i possibili ambiti in cui l’utente si trova ad utilizzare uno Spazio di Comunità.

• Attività sportive

• Teatri

• Workshop

• Musica|Registrazione

• Gallerie|Esposizioni

• Centri di innovazione

• Cinema

• Negozi

• Centri di ricerca

• Esibizioni

• Mercati

• Spazi studio

• Allevamento|Orti urbani

• Spazi di lavoro

• Biblioteche

• Street food

• Spazi co-working

• Asili nido

• Bar | Cafè

• Incubatori di attività

• Alloggi|Residenze

• Ristoranti

• Acceleratori di attività

• Spazi temporanei

• Locali serali

• Lab

• Spazi polivalenti

Esempi:

Workshop

Allevamento | Orti urbani

52

Mercati

Incubatori di attività


bani to | Orti ur

ti

|C afè

an

Ba r

et f

ood

men

to r c Lo

CU LTU

ri

LU DI

ni

sizio

t Tea

lerie

po | Es

Gal

LE RA

CO

li

era

s ali

Ris

Stre

Allev a

Esibizioni

Cinema

one Registrazi Musica |

tà Attivi

i sport

ve

COMMUNITY SPACES TOOLKIT

i

Negoz

Mercati

LAV OR

IO AT

O TIV

Spazi di lavoro

Spazi Incu

rking

bato

Acc

ele

La b

co-wo

rat

ri di

ori

attiv

di a

ità

ità

p

ho

di ov inn e

a erc

on azi

i ric

io

i stud

tri d

Cen

Spaz

E D U CA

A

Residenze

e Bibliotech

Asili nido

Alloggi |

rane i

Spaz i tem po

nti

i po liva le

z

Spa

i ntr

Ce

ks

or W

ttiv

53


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ATTIVITÀ SPORTIVE

Si possono praticare sia all’interno che all’esterno, alcune di queste hanno bisogno di attrezzature specifiche, che si possono trovare solitamente in palestra, altre possono essere praticate a corpo libero o all’aperto supportati da attrezzatura che può anche avere funzione di arredo urbano. Non c’è un range di età definito, le attività sportive possono essere praticate fin da piccoli fino a età avanzata, per mantenere un buon equilibrio e benessere fisico.

54


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h family young adult elderly

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Strutture esterne;

pavimentate;

• Attrezzi;

• Giardino;

• Piste ciclabili;

• Area gioco;

• Piste pedonali;

• Palestre.

• Giochi all’aperto.

55


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

MUSICA | REGISTRAZIONE

Despite music and its industry have a working vocation, often music can be perceived closer to the cultural and recreational spheres. Nowadays digital technologies allow to synthetize your own scores even at home, alternatively you can rent the a space or a studio for recording. Your music can be promoted through digital channels or by playing in clubs and at live events or directly on the street, attracting the attention of passersby.

56


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h artisti amatori

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Palco;

• Strumenti musicali;

• Locale serale;

• Tecnologie digitali.

pavimentate; • Open space;

• Feste.

• Studio di registrazione; • Proprietà privata;

57


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CINEMA

Locale attrezzato per spettacoli cinematografici, può essere un cinema semplice, quando manda in scena uno o al massimo due proiezioni contemporaneamente o un multisala quando possiede un gran numero di sale. Fanno parte della categoria anche le sale fornite semplicemente di schermo e un proiettore. Gli spettatori sono solitamente accolti in reception, mentre, negli spazi antistanti le sale cinematografiche si trovano spesso attività ricreative come bar, ristoranti e sale gioco, oltre a negozi di gadget.

58


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h impiegati spettatori

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Reception;

• Sedie;

• Hall;

• Schermo;

• Sala proiezioni;

• Aria condizionata;

• Sala

• Riscaldamento;

cinematografica; • Platea.

• Macchinari di proiezione.

• Wi-Fi; • Tecnologie digitali;

59


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ESIBIZIONI

SI tratta solitamente di spettacoli e numeri di vario genere ma, anche, gare che hanno per scopo non la vittoria ma la dimostrazione dell’abilità degli atleti. Possono essere svolti all’aperto o in edifici chiusi come teatri, forum e stadi a seconda dello spazio necessario all’esibizione. Anche in questo caso, spesso si trovano attività ristorative a riempire i vuoti di tempo tra uno spettacolo e l’altro.

60


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h artisti spettatori

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Camerini;

• Sedie;

• Luci di scena;

• Palco;

• Strumenti musicali;

• Macchinari di

• Platea.

• Aria condizionata;

pavimentate; • Stadi; • Forum;

• Riscaldamento;

• Reception;

• Wi-Fi;

• Hall;

• Tecnologie digitali;

scena.

61


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ALLEVAMENTO | ORTI URBANI

Gli orti urbani sono piccoli appezzamenti di terreno messi a disposizione della comunitĂ da parte della pubblica amministrazione e destinati alla produzione di fiori, frutta e ortaggi. Funzionano similmente anche allevamenti di animali di piccola taglia, come pollame e conigli. Ambo i casi possono svolgere anche una funzione didattica e di responsabilizzazione, tanto per gli adulti che per i bambini, sensibilizzando ad argomenti come la genuinitĂ  degli alimenti che mangiamo, il loro ciclo di vita, il prendersi cura di animali e piante e il senso di soddisfazione nel cogliere i frutti del proprio lavoro.

62


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

MANGIARE GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h agricoltori e allevatori giovani adulti anziani famiglie

18 h

06 h

VARIABILE

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Tavoli;

pavimentate;

• Panchine;

• Giardini;

• Cestini;

• Aree recintate.

• Mangime; • Attrezzi da lavoro.

63


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

STREET FOOD

Lo street food è costituito da quegli alimenti, incluse le bevande, già pronti per il consumo, che sono venduti e spesso anche preparati soprattutto in strada o in altri luoghi pubblici come mercatini o fiere, anche da commercianti ambulanti, spesso su un banchetto provvisorio o in furgoncini. Per chi preferisce fermarsi a mangiare con calma, sono solitamente presenti tavoli con panche, altrimenti è possibile gustare il proprio pasto passeggiando. Nei centri storici di alcune città italiane e straniere si è diffusa una tipologia di piccoli locali isolati, specializzati nella preparazione e vendita di cibi da mangiare in strada, tipicamente appartenenti alla cultura culinaria del luogo.

64


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h residenti turisti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Tavoli;

pavimentate; • Giardino.

• Sedie; • Gazebi; • Servizi esterni; • Raccolta differenziata.

65


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

BAR | CAFÈ

Locale pubblico dove si possono consumare, seduti o al banco, bevande e spuntini. È possibile trovarvi anche sale ricreative con giochi come biliardo o videogame. Vi si trova in genere un tipo di arredamento volto a stimolare l’ozio e le pubbliche relazioni, spesso con musica di sottofondo. Quando il termine bar è preceduto da “lounge” si identifica un particolare tipo di locale pubblico che, oltre ai normali prodotti di caffetteria, è in grado di proporre alla clientela anche cocktails particolari e pasti più completi.

66


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h residenti turisti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Tavoli;

• Wi-Fi;

• Sedie;

• Tecnologie digitali.

pavimentate; • Giardino;

• Scaffali;

• Open space.

• Bancone; • Aria condizionata; • Riscaldamento;

67


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

RISTORANTI

Esercizio pubblico dove si consumano pasti completi, serviti ai clienti su tavoli disposti in un locale apposito che può essere openspace o diviso in salette più intime. Spesso vi si trova associato un bancone dove consumare un aperitivo in attesa del tavolo o un liquore prima di lasciare il locale. Soprattutto durante la stagione estiva, vengono predisposti all’esterno gazebo e tavoli, con la possibilità di scegliere se mangiare fuori o dentro il locale. A volte è possibile affittare le sale per ricevimenti e feste o cene di lavoro.

68


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h residenti turisti professionisti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Tavoli;

pavimentate;

• Terrazzo.

• Gazebo.

• Sedie;

• Giardino;

• Bancone;

• Reception;

• Aria condizionata;

• Open space;

• Riscaldamento;

• Sale;

• Wi-Fi;

69


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

LOCALI SERALI

Ambiente pubblico di ritrovo e svago solitamente collocato in spazi semi aperti. Apre principalmente in orario tardo pomeridiano e notturno. Gli ambienti vanno da ampie sale con piano bar, tavolini e, in alcuni casi, pista da ballo, a stanze piĂš intime, solitamente su prenotazione. Tra i locali rientrano anche sale ricreative come bowling, biliardo, videogame, karaoke ecc...

70


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h giovani adulti turisti residenti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Pista da ballo;

• Tavoli;

• Postazione musica;

• Stanze private.

• Sedie;

• Giochi.

pavimentate; • Giardino;

• Aria condizionata;

• Reception;

• Riscaldamento;

• Guardaroba;

• Wi-Fi;

• Open space;

• Tecnologie digitali;

71


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

TEATRI

Edificio appositamente progettato e adibito alla rappresentazione di opere teatrali, musicali, ballo e canto lirico. L’esibizione avviene sul palco, mentre gli spettatori prendono posto sugli spalti e nella platea. In alcuni casi di recitazione sperimentale, a volte, il teatrante cammina tra gli spettatori e interagisce con loro. Spazi di supporto al palcoscenico vero e proprio sono le quinte, dove gli attori si preparano ad andare in scena, i camerini e locali tecnici. Solitamente, invece, il flusso di spettatoti è regolato tramite una reception e le pause tra un atto e l’altro possono essere passate nel locale per la ristorazione, solitamente un piccolo bar.

72


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h artisti spettatori

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Reception;

• Platea;

• Sedie;

• Wi-Fi;

• Hall;

• Locali tecnici.

• Sipario;

• Tecnologie digitali;

• Camerini;

• Scenografia;

• Luci di scena;

• Palco;

• Strumenti musicali;

• Macchinari di

• Quinte;

• Aria condizionata;

• Galleria;

• Riscaldamento;

scena.

73


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

GALLERIE | ESPOSIZIONI

Le gallerie d’arte e le esposizioni mettono in mostra principalmente: quadri, statue e fotografie. La configurazione dello spazio solitamente si adatta alle opere che contiene e al tipo di mostra in atto. Fondamentale è lo studio dei flussi, se ben studiati ti permettono di scorrere agilmente l’intera mostra e delle luci, che non devono provocare riflessi sulle esposizioni. Tra le attività che orbitano intorno a quella museale ci sono anche bookshops e ristorazione.

74


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h turisti impiegati

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Divanetti;

• Supporti | Pareti;

• Scaffali;

• Teche.

pavimentate;

• Open space.

• Giardino;

• Aria condizionata;

• Ufficio chiuso;

• Riscaldamento;

• Reception;

• Wi-Fi;

• Hall;

• Tecnologie digitali;

75


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

NEGOZI

Locale destinato all’esposizione e alla vendita di merci al pubblico. Possono essere singoli o catene, se collocati in più luoghi. Possono vendere un solo tipo di articolo o una varietà, pur restando all’interno di un contesto specifico. Nel caso di negozi di artigianato, solitamente tipici della località in cui si trovano, è possibile che siano affiancati all’interno dello stesso edificio dal laboratorio di produzione. A volte il proprietario riede nello stesso edificio o nelle immediate vicinanze.

76


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h residenti turisti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Reception;

• Tavoli;

• Aria condizionata;

• Open space;

• Sedie;

• Riscaldamento;

• Magazzino;

• Scaffali;

• Tecnologie digitali.

• Camerini.

• Divanetti; • Teche; • Supporti;

77


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

MERCATI

Il luogo in cui avvengono vendite, per lo più all’aperto, riservato a generi di consumo d’ogni genere, anche alimentari. Il mercato può essere anche “al coperto” se all’interno di edifici, solitamente in spazi openspace o sotto grandi tensostrutture. Esistono mercati fissi, ma possono avere anche una connotazione temporanea quando si svolgono con regolarità in determinati giorni della settimana o possono essere itineranti, spostandosi di città in città in occasioni di festività e ricorrenze tipiche.

78


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h residenti turisti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Bancone;

pavimentate; • Open space.

• Tecnologie digitali; • Gazebo; • Camioncini.

79


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

SPAZI DI LAVORO

Luoghi in cui si svolgono determinate attività e mansioni lavorative. Gli spazi lavorativi possono essere costituiti da un’unica stanza, con poche postazioni, o un grande openspace, più flessibile e che permette interazioni tra gli utenti. Possono trovarsi anche nelle hall quando offrono un servizio al pubblico, come nel caso dei punti informazione e reception. In contesti di libera professione può essere una stanza all’interno della propria casa o in affitto come spazio di co-working.

80


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h imprenditori impiegati professionisti turisti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Ufficio chiuso;

• Tavoli;

• Wi-Fi;

• Reception;

• Sedie;

• Tecnologie digitali.

• Open space;

• Scaffali;

• Proprietà privata;

• Divani | Poltrone;

• Balcone;

• Aria condizionata;

• Giardino.

• Riscaldamento;

81


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

SPAZI CO-WORKING

Sono spazi che permettono un modello lavorativo adottato per lo piÚ da liberi professionisti che usufruiscono di spazi condivisi in cui disporre di postazioni autonome e al tempo stesso interagire con altre persone, al fine di ottenere un’integrazione di competenze diverse tra professioni.

82


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h professionisti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Ufficio;

• Tavoli;

• Open space.

• Sedie;

• Tecnologie digitali.

• Scaffali; • Aria condizionata; • Riscaldamento; • Wi-Fi;

83


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

INCUBATORI DI ATTIVITĂ€

Forniscono spazi condivisi che le start-up possono usare per incontrarsi con i tutors e professionisti del settore, per essere aiutati nella fase di avviamento della propria impresa. Gli argomenti che vengono discussi sono principalmente: creazione del programma d’impresa, ricerche di mercato, assistenza alle vendite, maestranze necessarie al lavoro. Il percorso di tutoraggio ha tempi solitamente molto brevi, che possono variare dalle settimane a qualche mese.

84


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h imprenditori professionisti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Ufficio;

• Tavoli;

• Reception;

• Sedie;

• Open space.

• Aria condizionata; • Riscaldamento; • Wi-Fi; • Tecnologie digitali.

85


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ACCELERATORI DI ATTIVITĂ€

Forniscono spazi condivisi che le start-up o aziende possono usare per incontrarsi con i tutors e professionisti del settore, per essere aiutati negli ultimi stadi della propria impresa, prima di entrare nel mercato. In questa fase, imprenditori e professionisti sono messi in contatto con la futura rete di stakeholders al fine di promuovere la propria idea di attivitĂ o dare una nuova spinta ad imprese giĂ  esistenti. Il percorso di tutoraggio ha tempi solitamente molto brevi, che possono variare dalle settimane a qualche mese.

86


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h imprenditori professionisti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Ufficio;

• Tavoli;

• Reception;

• Sedie;

• Open space.

• Aria condizionata; • Riscaldamento; • Wi-Fi; • Tecnologie digitali.

87


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

LAB

Locale attrezzato per un’attività specifica, tecnica o scientifica, di carattere sperimentale o anche produttivo. Ne fanno parte anche gli ambienti destinati all’esecuzione di lavori di artigianato, in questo caso, sono spesso annessi a un negozio di vendita. La fruizione di questi spazi è limitata all’operatore, in quanto gli strumenti usati possono essere pericolosi per chi non sa maneggiarli. Tuttavia, con le dovute cautele, si possono organizzare visite al loro interno, come forma di consapevolezza e interesse dei visitatori.

88


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h operatori

18 h

06 h

VARIABILE

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Reception;

• Tavoli;

• Open space;

• Scaffali;

• Proprietà privata;

• Attrezzatura

• Magazzino.

• Wi-Fi.

specifica; • Aria condizionata; • Riscaldamento;

89


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

WORKSHOP

Si tratta di incontri e riunioni in cui tutti i partecipanti sono protagonisti attivi, animano la discussione, condividono idee ed elaborano soluzioni, raggiungono risultati tangibili. La principale differenza rispetto a seminari e conferenze, è proprio che non si instaura con i tutor una relazione “insegnante-studente”, ma tutti i partecipanti sono seduti ad un tavolo e partecipano.

90


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h professionisti studenti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Ufficio;

• Tavoli;

• Materiale di

• Open space.

• Sedie;

cartoleria.

• Aria condizionata; • Riscaldamento; • Wi-Fi; • Tecnologie digitali;

91


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CENTRI DI INNOVAZIONE

Emigrazione, cambiamento climatico, mobilità e consumo di risorse sono sfide sociali che richiedono nuove strategie per rendere possibile uno sviluppo sostenibile. Questi centri offrono soluzioni che rispondono ad esigenze sociali e allo stesso tempo conducono alla formazione di nuove capacità e relazioni. Ciò consente di rafforzare reti e strutture e di ottimizzare l’utilizzo di risorse sociali, economiche ed ecologiche. Questi istituti spesso non hanno una configurazione fisica, ma sono iniziative itineranti che si spostano in base ai casi studio che reputano più rilevanti.

92


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h professionisti residenti imprenditori volontari

18 h

06 h

EXTRA WORKSHOP

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Ufficio;

• Tavoli;

• Reception;

• Sedie;

• Open space;

• Scaffali;

• Proprietà privata.

• Aria condizionata;

• Tecnologie digitali.

• Riscaldamento; • Wi-Fi;

93


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CENTRI DI RICERCA

Ad oggi la socialità non è più materia di studio solo delle università, sono sempre di più gli ambiti che se ne interessano, in modo da poter configurare le azioni future sulle reali necessità della popolazione e delle comunità. La ricerca diventa la base per lo studio dei luoghi di aggregazione, come piazze o spazi verdi o indagini finanziarie ed economiche nel tentativo di revitalizzare l’economia locale. Hanno un forte impatto culturale, cercando di promuovere la conoscenza della propria città e l’educazione. Questi istituti spesso non hanno una configurazione fisica, ma sono iniziative itineranti che si spostano in base ai casi studio che reputano più rilevanti.

94


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h professionisti residenti imprenditori volontari

18 h

06 h

EXTRA WORKSHOP

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Ufficio;

• Tavoli;

• Reception;

• Sedie;

• Open space;

• Scaffali;

• Proprietà privata.

• Aria condizionata;

• Tecnologie digitali.

• Riscaldamento; • Wi-Fi;

95


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

SPAZI STUDIO

Pensati per chi cerca un posto tranquillo dove poter studiare o uno spazio comodo per lavorare in gruppo. In questi luoghi è fondamentale l’accesso all’informazione, per questo sono spesso ospitati in biblioteche o sale informatiche. In ogni caso è necessaria una rete Wi-Fi e la possibilità di connettere il proprio laptop alla rete elettrica.

96


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h studenti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Reception;

• Tavoli;

• Open space;

• Sedie;

• Sale computer.

• Scaffali;

• Tecnologie digitali.

• Aria condizionata; • Riscaldamento; • Wi-Fi;

97


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

BIBLIOTECHE

Sala o edificio in cui si raccolgono e conservano libri di vario genere. Oltre agli scaffali che ospitano i volumi, solitamente collocati in grandi openspace, sono presenti molti tavoli che permettono la lettura e lo studio dei libri all’interno delle sale stesse o in aule di dimensioni più ridotte. Spesso questi spazi ospitano anche conferenze e presentazioni, oltre a laboratori, mediateche, ludoteche e tutto ciò che comprende agevolazioni per l’uso di laptop e strumentazione digitale di vario genere.

98


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h residenti studenti professionisti

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Tavoli;

pavimentate;

• Tecnologie digitali.

• Sedie;

• Giardino;

• Scaffali;

• Reception;

• Aria condizionata;

• Open space;

• Riscaldamento;

• Aule.

• Wi-Fi;

99


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ASILI NIDO

Struttura educativa ed assistenziale destinata ai bambini di età compresa tra 1 anno e i 3 anni e che precede l’ingresso alla scuola dell’infanzia. Deriva da esigenze della società moderna: il genitore, pur avendo il diritto di usufruire di periodi di assenza dal lavoro per il primo anno di vita del bambino, ha spesso difficoltà a provvedere all’assistenza del piccolo; qui si inserisce il nido. La capienza di ogni asilo dovrebbe corrispondere ad un massimo di 60-70 posti, mentre quella minima è di 25. Esistono anche i “micronido” che ospitano solitamente fino ad una decina di infanti. Solitamente sono piccole strutture associate ad uffici o altre luoghi di lavoro o abitazioni private.

100


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h bambini

18 h

06 h

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Bagni bambini;

• Tavoli per bambini;

• Wi-Fi;

pavimentate;

• Bagni adulti;

• Sedie per bambini;

• Tecnologie digitali;

• Giardino;

• Zona notte;

• Scaffali;

• Giochi;

• Ufficio;

• Mensa;

• Armadietti;

• Lettini.

• Reception;

• Locale passeggini;

• Aria condizionata;

• Aule;

• Infermeria.

• Riscaldamento;

101


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ALLOGGI | RESIDENZE

Spesso gli Spazi di ComunitĂ sorgono nelle vicinanze di zone residenziali, in quanto i residenti possono diventare gli utenti delle attivitĂ  dello spazio, come parchi con giochi per bambini o bar e ristoranti. Vale la stessa logica anche per hotel, residence e airB&B e residenze per artisti.

102


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h residenti turisti

18 h

06 h

RIPOSO

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Superfici

• Balcone;

• Tavoli;

• Wi-Fi;

• Tetto calpestabile.

pavimentate;

• Sedie;

• Tecnologie digitali;

• Giardino;

• Scaffali;

• Gazebo;

• Appartamento;

• Divani | Poltrone;

• Barbecue;

• Cucina;

• Aria condizionata;

• Piscina.

• Ufficio;

• Riscaldamento;

103


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

SPAZI TEMPORANEI

Spazio pubblico openspace o, comunque, una stanza molto ampia, tale da permetterne l’uso in maniera diversificata in base alle esigenze. L’arredamento interno può essere spostato a seconda di necessitò, addirittura può essere rimosso per poi essere rimesso al suo posto. É un tipo di spazio tipico di quegli ambienti che vengono messi a disposizione per essere affittati e che, quindi, devono rispondere alle necessità di una clientela sempre diversa.

104


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h professionisti artisti studenti residenti

18 h

06 h

VARIABILE

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Open space.

• Aria condizionata; • Riscaldamento; • Wi-Fi; • Attrezzature specifiche.

105


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

SPAZI POLIVALENTI

Spazio pubblico che può svolgere più funzioni e dar vita ad attività diverse nello stesso momento. In questo genere di luoghi è fondamentale lo studio d’interni, al fine di creare uno spazio flessibile ma allo stesso tempo capace di individuare zone ben definite. Diventano essenziali divisori leggeri e spostabili, che in base alla loro collocazione possono alterare la conformazione dello spazio.

106


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CARATTERE PREVALENTE

ATTIVITÀ SVAGO

LAVORARE

PROMUOVERE CULTIRA

ESERCIZIO ARTISTICO

ACQUISTARE

ABITARE

MANGIARE

FORNIRE SERVIZI STUDIARE

GIOCARE

SPAZI FLESSIBILI

UTENTI

24 h professionisti artisti studenti residenti

18 h

06 h

VARIABILE

12 h CONFIGURAZIONE SPAZIALE

ATTREZZATURA

• Open space.

• Tavoli;

• Pannelli mobili;

• Sedie;

• Piano rialzato.

• Scaffali; • Aria condizionata; • Riscaldamento; • Wi-Fi;

107


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

SINTESI

Alla luce della ricerca sviluppata sulle good practices degli Spazi di Comunità, raccolti nel volume “Community Spaces Mapping, from Local to Global Benchmarking.”, e all’analisi nel dettaglio degli ambiti spaziali, sono emersi alcuni elementi ricorrenti che contribuiscono alla riuscita di uno Spazio di Comunità, in termini di uso dello spazio e tempi di fruizione.

01

All’interno di uno Spazio di Comunità, esistono alcuni ambiti che richiedono alcune precisazioni: Residenze, Biblioteche, Asili nido e Spazi studio, data la sensibilità degli utenti, dovrebbero essere inseriti in contesti tranquilli in cui evitare forti rumori, soprattutto notturni. A tal fine, affinché le attività vengano svolte nel migliore dei modi, non dovrebbero trovarsi nelle vicinanze di ambiti come Club, Ristoranti, Pub e Mercati.

02 108

Questi tipi di spazi possono avere più di un carattere (Ricreativo, Culturale, Lavorativo, Educativo), tuttavia uno di questi deve essere prevalente e identitario.


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

03 04 05 06 07

Il periodo di utilizzo della struttura dovrebbe essere il più esteso possibile, comprendendo, quando possibile, apertura notturna, per evitare una percezione di insicurezza fornendo un servizio di presidio e dando un senso di vitalità allo spazio.

Importante è avere diversi ambiti all’interno di uno Spazio di Comunità in modo da coinvolgere un più ampio spettro di utenti.

Al fine dell’integrazione, le attività svolte devono poter coinvolgere trasversalmente più fasce di età.

Avere spazi flessibili, “ non completi” e “lisci” garantiscono di poter affrontare i cambiamenti della società nel tempo, rispondendo di volta in volta alle necessità di chi usufruisce gli spazi.

Forza di uno Spazio di Comunità è il poter fare diverse attività in un unico ambiente.

109


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

COMBINA LE ATTIVITÀ


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Prima di cominciare a costruire il tuo Spazio di Comunità dovresti sapere che alcuni ambiti richiedono alcune precisazioni

• Residenze, • Biblioteche, • Asili nido, • Spazi studio.

Questi tipi di ambiti, affinché le attività vengano svolte nel migliore dei modi, non dovrebbero essere nelle vicinanze di ambiti che potrebbero disturbare l’utenza come: • Locali serali; • Ristoranti; • Mercati.

112


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Per prima cosa scegli il carattere prevalente che vorresti dare al tuo Spazio di Comunità :

LUDICO

CULTURALE

LAVORATIVO

EDUCATIVO

113


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Seleziona gli ambiti

EDUCATIVO

della caratteristica

Lab

prevalente che vorresti

Workshop

inserire all’interno dello

Centri di innovazione

Spazio di Comunità:

Centri di ricerca Spazi studio* Biblioteche* Asili nido* ...............................

CULTURALE

Musica | Registrazione Esibizioni Teatri Gallerie | Esposizioni ...............................

LAVORATIVO

Negozi

Mercati* Spazi di lavoro Spazi co-working Incubatori di attività Acceleratori di attività ...............................

LUDICO

Attività sportive Musica | Registrazione Cinema Esibizioni Allevamento | Orti urbani Street food Bar | Cafè*

Inserisci ulteriori ambiti

Ristoranti*

appartenenti ad altre

Locali serali*

caratteristiche prevalenti

...............................

per completare il tuo Spazio di Comunità

114


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Completa il disco orario in base agli ambiti selezionati. Usa come riferimento le schede presenti al cap. “Definisci il Progetto”.

Hai tante attività all’interno degli spazi che possono essere alternate?

24h

carattere prevalente carattere complementare 1 carattere complementare 2 carattere complementare 2

18h

06h

12h Puoi prevedere l’inserimento di SPAZI FLESSIBILI.

Hai bisogno di più spazi per tutte le attività che hai in programma di organizzare?

Puoi prevedere l’inserimento di SPAZI POLIVALENTI.

PROCEDI CON LA DEFINIZIONE SPAZIALE E GESTIONALE DEL TUO SPAZIO DI COMUNITÀ 115


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ESEMPIO: KILOWATT, Giardini Margherita (pg. 150, “Community Spaces Mapping”).

EDUCATIVO Lab

Workshop Centri di innovazione Centri di ricerca Spazi studio* Biblioteche* Asili nido* ...............................

CULTURALE

Musica | Registrazione Esibizioni Teatri Gallerie | Esposizioni ...............................

LAVORATIVO Negozi

Mercati* Spazi di lavoro Spazi co-working Incubatori di attività Acceleratori di attività ...............................

LUDICO

Attività sportive Musica | Registrazione Cinema Esibizioni Allevamento | Orti urbani Street food Bar | Cafè*

Il carattere prevalente

Ristoranti*

è LUDICO ma sono

Locali serali*

stati aggiunti ambiti

...............................

complementari per creare un mix di funzioni

116


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Gli ambiti complementari hanno aiutato ad ampliare il disco orario dello Spazio di Comunità.

Hai tante attività all’interno degli spazi che possono essere alternate?

24h

LUDICO LAVORATIVO EDUCATIVO CULTURALE

18h

06h

Vi sono SPAZI FLESSIBILI all’aperto per eventi.

12h

CONFIGURAZIONE SPAZIALE: VETRO ha prodotti biologici

Fondazione Golinelli!

Ci sono SPAZI FLESSIBILI qui!

SERRA SONORA per ascoltare musica!

117


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

PROGRAMMA E GESTIONE DEL PROGETTO


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Linee guida da seguire nell’ambito dello SPAZIO FISICO ESTERNO:

ARREDO URBANO Prevedere arredo urbano in funzione delle specifiche attività quando queste sono state definite a priori. Esempi possono essere: • Panchine con schienale per sosta prolungata o prevista per utenti deboli; • Panchine senza schienale per zone di sosta occasionale; • Tavoli da esterni con sedute e BBQ per aree aperte attrezzate; • Attrezzature sportive all’aperto all’interno di percorsi sport; • Aree gioco per bambini con opportune panchine orientate verso la zona gioco; • Arredo per eventi programmati all’aperto (gradonate, sedute specifiche, tavoli da gioco…); • Uso dello stesso tipo di arredo urbano con una coerenza di stile | colore | materiale.

120


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ARREDO URBANO FLESSIBILE Prevedere arredo urbano flessibile quando le funzioni dello spazio aperto non sono definite a priori: • Sdraio, sedute e tavoli che possono essere spostati all’interno dello spazio aperto a seconda dei bisogni (vicinanza a corsi d’acqua, presenza di sole/ombra, funzionali all’attività svolta); • Sdraio, sedute e tavoli che vengono fornite durante la stagione estiva durante la quale gli spazi aperti vengono utilizzati; • Prevedere stalli per bicilette localizzati in diversi punti e vicino agli accessi invoglia l’utente ad utilizzare una mobilità più sostenibile.

VEGETAZIONE Scegliere accuratamente le essenze arboree in base all’utilizzo degli spazi esterni e al beneficio che possono portare al costruito: • Essenze arboree sempreverdi consentono di avere zone all’aperto ombreggiate durante tutto l’anno. Consentono l’ombreggiamento degli edifici circostanti con un conseguente beneficio nei mesi estivi; • Essenze arboree caducifoglie permettono di avere zone all’aperto ombreggiate solo nei mesi estivi. Offrono ombreggiamento agli edifici limitrofi durante i mesi estivi e permettono un maggior incidenza di radiazioni solari sulle superfici dell’edificio in inverno; • Prevedere l’inserimento di una parete verde (è possibile giustapporre un sistema di verde verticale anche in facciate esistenti) permette un miglioramento delle performance termiche dell’edifico, ne migliora l’estetica e aiuta a mitigare l’inquinamento dell’aria; • utilizzare specie native consente una migliore gestione del loro sviluppo ed è una scelta coerente con i principi di sostenibilità a crescita economica locale.

121


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

SEGNALETICA • Segnaletica verticale coerente che si ripete all’interno dell’area e che comunica il brand dello Spazio di Comunità; • Segnaletica orizzontale in grado di creare un percorso e di dare informazioni.

ILLUMINAZIONE Molto spesso una buona illuminazione fa percepire lo spazio come un luogo sicuro: • L’installazione di illuminazione esterna permette una fruizione dello spazio aperto durante tutto l’anno e per un arco maggiore di tempo durante la giornata, specialmente durante i mesi invernali; • L’illuminazione esterna risulta essere un mezzo per il controllo degli spazi, riduce il senso di insicurezza in quanto migliora la visibilità; • Se l’elemento illuminante è coordinato nel colore, stile o materiale con gli altri elementi, può diventare parte integrante del sistema di arredo urbano; • Concentrarsi sul numero e tipo di illuminazione negli spazi aperti che vengono vissuti maggiormente ma garantendo un livello di illuminazione sufficiente su tutta l’area; • Prediligere luci a risparmio energetico; • Prediligere provider energetici che utilizzano fonti di energia rinnovabile.

122


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ATTIVITA’ ALL’APERTO Attività ricreative e sportive all’aperto aumentano la qualità e vivibilità dello spazio: • Prevedere spazi per attività sportive e ricreative saltuarie consente un utilizzo continuo dello spazio con conseguenti benefici nella percezione di sicurezza e vivibilità dello spazio; • Campi che possono essere utilizzati per diversi tipi di sport (calcio, tennis, basket, pallavolo); • Prevedere gradonate e uno spazio antistante permette l’uso occasionale delle sedute ma anche la possibilità di organizzare eventi temporanei strutturati con performance e audience.

PER I BAMBIMI • La presenza di fauna all’interno dello spazio aperto può essere un’occasione per l’attivazione di attività educative per bambini; • Gli orti urbani possono essere concepiti in maniera tradizionale ma anche in una visione più educativa specialmente per i bambini.

123


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Linee guida da seguire nell’ambito dello SPAZIO FISICO INTERNO:

RAPPORTO INTERNO - ESTERNO È importante prevedere finestre/aperture che mettano in contatto visivo con l’esterno per: • Migliorare il comfort visivo di chi è all’interno dell’edificio; • Aumentare il senso di sicurezza di chi si trova all’esterno.

CONFORT INTERNO • Un monitoraggio della temperatura affiancato a un sistema di regolazione della temperatura permette di avere condizioni climatiche interne uniformi, queste possono anche regolate in base al tipo di attività svolta; • Prevedere sistemi di oscuramento controllabili manualmente o elettronicamente a seconda delle situazioni; • La presenza di alberature o verde opportunamente piantumato può aiutare nell’ombreggiamento e nel controllo di luce naturale.

124


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

AMBIENTI FLESSIBILI • L’utilizzo di partizioni mobili permette un uso flessibile dello spazio; • La predisposizione di allacciamenti elettrici, meccanici e informatici in più punti permette diversi usi dello spazio a seconda delle necessità.

MATERIALI & SISTEMI COSTRUTTIVI • Prediligere soluzioni costruttive prefabbricate o modulari permette un abbattimento dei costi; • Prediligere strutture con rivestimenti sostituibili quando necessario.

SERVIZI & IMPIANTI • Dotazione di servizi e impianti commisurata al tipo di uso dello spazio; • Quando gli spazi sono definiti e configurati a priori è consigliato dimensionare servizi e impianti in maniera più specifica e mirata per aumentare comfort e diminuire sprechi.

125


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Linee guida da seguire nell’ambito SOCIALE:

STORIA • Conoscere i risvolti economici e sociali che gli eventi storci hanno avuto sul luogo porta a saper identificare quali sono le identità storiche da valorizzare all’interno dell’area; • Sviluppare una timeline degli avventimenti più importanti dell’area può aiutare ad individuare vincoli o informazioni utili; • Saper collocare storicamente l’evoluzione dell’area con la storia della città può creare collegamenti semantici con un sistema più ampio.

126


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CULTURA • Promuovere eventi culturali; • Promuovere eventi temporanei; • Promuovere eventi e laboratori sia indirizzati al carattere prevalente scelto per lo Spazio di Comunità ma anche ai caratteri secondari in modo da offrire una gamma più ampia di servizi e coinvolgere un bacino d’utenza più vario; • Proporsi come luogo in grado di ospitare eventi proposti da organizzazioni e associazioni terze; • Stabilire connessioni e sinergie con associazioni e amministrazione per la promozione sociale può portare a mutui benefici.

127


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Linee guida da seguire nell’ambito ECONOMICO:

GESTIONE • La promozione di iniziative sociali, la generazione di servizi di interesse collettivo e la programmazione di azioni mirate al coinvolgimento sociale sono attività che permettono di generare flussi di cassa positivi in maniera implicita; • Il coinvolgimento dei fruitori è essenziale, il rispetto e la cura di uno spazio nasce dal senso di appartenenza che si genera, importante è quindi co-definire regole comuni per l’utilizzo andando così ad intervenire sul mantenimento del manufatto edilizio; • La co-progettazione e il co-investimento attivano la comunità. I meccanismi cooperativi sono alla base della creazione di valore sociale ed economico; • Prevedere una gestione creativa strutturata su due elementi flessibilità e testing; • Flessibilità mentale, temporale, avendo sempre apertura al cambiamento; • Testing, sperimentare in piccola scala innovazioni quello che potrebbe diventare un modello; • Dialogo diretto con gli organismi governativi ed enti attraverso tavoli di co-design.

128


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

FINANZIAMENTO Attraverso progetti complementari

è possibile

accendere l’interesse di altre realtà creando investimenti reciproci instaurando sinergie sociali: • Progetti anti-spreco che puntano a rilanciare l’economia locale; • Progetti di riciclo; • Progetti raccolta differenziata e gestione dei rifiuti; • Economia circolare; • Progetti di riuso di materiali locali.

129


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

KIT DELLO SPAZIO DI COMUNITÀ


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

COSA CONTIENE

TABELLONE (50X50 cm): in legno, è la base che aiuta a dimensionare l’intero progetto. È scomponibile in moduli 25X25 cm con incisa una una griglia 10X10 mm.

X1

CUBI GENERICI (10X10X10 mm): in legno, servono ad individuare il volume di un’unità spaziale, descrivono il contesto esterno allo Spazio di Comunità.

CONTESTO

132

EDIFICI DISMESSI

X 50


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CUBI COLORATI (10X10X10 mm): in legno, servono ad individuare il volume di un’unità spaziale, ad ogni colore corrisponde una attività praticabile all’interno dello Spazio di Comunità (pg. 50).

SVAGO

STUDIARE

LAVORARE

GIOCARE

FORNIRE SERVIZI

ACQUISTARE

MANGIARE

ABITARE

PROMUOVERE CULTURA

SPAZIO FLESSIBILE

ESERCIZIO ARTISTICO

X 20 ciascuno

133


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

USO DEL SUOLO (10X10 mm): tasselli in legno, configura l’uso del suolo in base alle azioni che vi si possono compiere.

X 20 ciascuno PENSILINA (10X10 mm): tasselli in legno su supporto trasparente, individuano le aree che si trovano sotto una copertura, fissa o temporanea.

X 20 ciascuno ALBERATURE: supporto trasparente con l’icona di un albero, nella versione caducifoglie e sempreverde.

X 20 ciascuno

134


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

SEGNALETICA: supporto trasparente con le icone di segnaletica verticale e orizzontale, per stabilire gli accessi e una facile localizzazione delle attivitĂ .

X 10 ciascuno ILLUMINAZIONE: supporto trasparente con le icone per il posizionamento di lampioni e altre sorgenti luminose esterne.

X 20 ciascuno DISPOSITIVI FONTI RINNOVABILI: supporti trasparenti con le icone di dispositivi per l’uso di fonti rinnovabili come pannelli solari ed eolico.

X5 ciascuno

135


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ARREDO URBANO: supporto trasparente con le icone di:

TAVOLI

BARBECUE

PANCHINE

ORTI URBANI

GIOCHI

AT T R E Z Z AT U R A SPORTIVA X 20 ciascuno

136


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

PERSONE: supporto trasparente con l’icona di persone:

ADULTI

BAMBINI

X 50 ciascuno

FLUSSI: è possibile tracciare sul tabellone i flussi principali di persone all’interno dello Spazio di Comunità.

137


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ISTRUZIONI STEP 1: definisci le azioni che possono essere compiute all’interno dei volumi del tuo

Ho delle preesistenze?

Spazio di Comunità

01

SI

NO

STEP 2: definisci cosa succede a terra, intorno Ho delle preesistenze?

al tuo Spazio di Comunità, scegli poi i tasselli o i supporti con le immagini più idonei

05 VAI DIRETTAMENTE AL PUNTO 07 NO SI

06 138

Inserire sul tabellone gli elementi preesistenti

Configurare gli spazi nuovi

07


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Inserire sul tabellone gli ingombri del contesto con

Ho una configurazione

i mattoncini bianchi

spaziale giĂ esistente?

02 VAI DIRETTAMENTE AL PUNTO 03 NO Usa i mattoncini colorati per impostare la nuova configurazione

Ricrea tramite i mattoncini colorati

04

il tuo Spazio di CommunitĂ

09

08

SI

03 Disponi i supporti con le persone in base ai punti di ritrovo e sosta

Disegna sul tabellone i flussi di persone

STEP 3: Considera i tuoi possibili utenti

10

139


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

INIZIA A CREARE!

Vorrei implementarne di nuove!

STEP 1: definisci le azioni che possono essere compiute all’interno dei volumi del tuo Spazio di Comunità

01 Queste funzioni contribuiscono già allo Spazio di Comunità del DLF

140


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Ho delle preesistenze?

Inserire sul tabellone gli ingombri del contesto con i mattoncini bianchi

02 NO VAI DIRETTAMENTE AL

SI Ho una configurazione spaziale giĂ esistente?

PUNTO 3

NO

141


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Ricreala tramite i mattoncini colorati

03

SPOG

L I AT

OI

TIV

MO

CO

RTI S T

A

I

DE P IZ Z A

TO LO

142

USTO

ER

T KINO

DEL C

BIN

CASA

I VIZ LI SER OCIA S

AL

LF

ED

SED

STR

LE PA


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Usa i mattoncini colorati per impostare la nuova configurazione

04

US E DEL C

CASA TTO KINO

P IZ Z A

A

STR

LE PA

A

STR

LE PA

RTI S T

TIV

MO

CO

LO

I

HO GLIA TOI

ER

UB SPO

B&B DE USTO

BIN

CL

I VIZ LI SER OCIA S

AL

LF

ED

SED

143


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

STEP 2: definisci cosa succede a terra, intorno al tuo Spazio di Comunità, scegli poi i tasselli o i supporti con le immagini più idonei

05

Ho delle preesistenze?

SI NO 144


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

US E DEL C

CASA TTO KINO

P IZ Z A

A

STR

LE PA

A

STR

LE PA

RTI S T

TIV

MO

CO

LO

I

HO GLIA TOI

ER

UB SPO

B&B DE USTO

BIN

CL

I VIZ LI SER OCIA S

AL

LF

ED

SED

i

Inserire sul tabellone gli elementi preesistenti

06 145


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

US E DEL C

CASA TTO KINO

RTI S T

TIV

MO

i

Configurare gli spazi nuovi

07 146

A

STR

LE PA

B&B DE USTO P IZ Z A

CO

LO

I

HO GLIA TOI

ER

UB SPO

BIN

CL

I VIZ LI SER OCIA S

AL

LF

ED

SED

A

STR

LE PA


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

US E DEL C

CASA TTO KINO

A

STR

LE PA

A

STR

LE PA

B&B DE USTO P IZ Z A

RTI S T

TIV

MO

CO

LO

I

HO GLIA TOI

ER

UB SPO

BIN

CL

I VIZ LI SER OCIA S

AL

LF

ED

SED

i

Disegna sul tabellone i flussi di persone

10 STEP 3: Considera i tuoi possibili utenti

08

Disponi i supporti con le persone in base ai punti di ritrovo e sosta

09 147


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

PASSI SUCCESSIVI


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

PASSI DA SEGUIRE AL COMPLETAMENTO DELLO SPAZIO DI COMUNITÀ

Al completamento dello Spazio di Comunità è importante definire un programma che permetta di: • Monitorare le condizioni attuali; • Mantenere le condizioni iniziali con interventi mirati; • Reiterare ed essere pronti a sapere cambiare le condizioni. Questi tre livelli di programmazione futura devono coinvolgere sia lo spazio fisico ma anche gli aspetti sociali ed economici dello Spazio di Comunità.

150


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

AMBIENTE FISICO

MONITORARE: • Monitoraggio delle condizioni dell’involucro edilizio; • Monitoraggio delle attrezzature interne; • Monitoraggio degli impianti; • Monitoraggio delle condizioni di verde esterno; • Monitoraggio delle attrezzature esterne.

MANTENERE: • Manutenzione dell’involucro edilizio con opere di manutenzione ordinaria e straordinaria; • Manutenzione o sostituzione delle attrezzature interne; • Manutenzione o sostituzione degli impianti quando obsoleti; • Manutenzione del verde esterno con interventi programmati durante l’anno e/o le stagioni; • Manutenzione o sostituzione delle attrezzature esterne.

REITERARE: • Poter disporre nuove configurazioni interne all’occorrenza con sostituzione, movimento o aggiunta di setti interni; • Riassegnare nuove funzioni agli spazi interni; • Riassegnare nuove funzioni agli spazi esterni.

151


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

COMUNITA’

MONITORARE: • Controllo degli accessi attraverso emissione di ticket, form da compilare, iscrizione a newsletter; • Iscrizione alle attività svolte; • Distribuzione di form/questionari agli utenti per raccogliere informazioni su utenza, frequenza; • Distribuzione di form/questionari con richiesta feedback da parte degli utenti; • Creazione di una database per la raccolta di dati.

MANTENERE: • Revisione periodica degli accessi; • Revisione periodica delle iscrizioni; • Revisione dei form/questionari per raccolta info; • Revisione dei form/questionari per raccolta feedback degli utenti; • Manutenzione e periodico aggiornamento del database.

REITERARE: • Le fasi precedenti di monitoraggio e manutenzione servono come guidelines alla base di possibili cambiamenti nell’offerta di servizi.

152


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ECONOMIA

MONITORARE: • Raccolta dati economici su income e outcome delle attività

MANTENERE: • Creazione di una database per la raccolta di dati.

REITERARE: • Le fasi precedenti di monitoraggio e manutenzione servono come guidelines alla base di possibili cambiamenti nell’offerta di servizi; • Le fasi preceduenti possono aiutare ad avere un piano economico dettagliato e di supporto per la ricerca di nuovi tipo di fondi, ivestimenti, ricerca di bandi o sponsor.

153


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CONCLUSIONI


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

156


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CONCLUSIONI

Questo Toolkit è stato sviluppato a partire dalla collaborazione tra SOS-School of Sustainability e la Fondazione per l’Innovazione Urbana del Comune di Bologna. Fa parte di un più ampio lavoro di ricerca che, al fine di rispondere al bisogno di riqualificazione urbana e sviluppo di un’identità all’interno del quartiere Bolognina, ricerca quelli che sono le azioni fondamentali da seguire per la creazione di uno spazio di comunità: uno spazio di aggregazione in grado di creare integrazione sociale e di promuoversi come punto di partenza per il progressivo cambiamento di un quartiere con diverse problematiche. Partendo da un caso specifico e locale, il Toolkit assimila quelle che sono le tipiche problematiche di un’area, individua i contesti ambientali, sociali ed economici in cui uno spazio di comunità può nascere, riconosce i possibili utilizzatori e infine traccia una serie di indicazioni per lo sviluppo di uno spazio di comunità cosciente delle condizioni al contorno ma in grado di avere un impatto positivo sulla società. Il Toolkit risulta quindi uno strumento voluto dalla amministrazione bolognese per potenziali applicazioni all’interno della città ma al tempo stesso si propone come uno strumento molto più ambizioso che, sfruttando il suo modello di astrazione per la configurazione di spazi di comunità, possa essere utilizzato in diversi contesti e in diversi luoghi e, soprattutto, possa essere indirizzato a più soggetti. Il principio che governa questo proposito è quello secondo cui, generando esempi positivi, questi siano in grado di propagare il loro impatto economico, sociale ed ambientale attorno a loro, andando ad attuare con una piccola azione una progressiva rigenerazione di interi quartieri.

157


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

158


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

SCHEDE APPLICATIVE


COMMUNITY SPACES TOOLKIT


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Usa queste schede applicative per iniziare a costruire il tuo Spazio di Comunità:

EDUCATIVO

Lab

Workshop Centri di innovazione Centri di ricerca Spazi studio* Biblioteche* Asili nido* ...............................

CULTURALE

Musica | Registrazione Esibizioni Teatri Gallerie | Esposizioni ...............................

LAVORATIVO

Negozi

Mercati* Spazi di lavoro Spazi co-working Incubatori di attività Acceleratori di attività ...............................

LUDICO

Attività sportive Musica | Registrazione Cinema Esibizioni Allevamento | Orti urbani Street food Bar | Cafè* Ristoranti* Locali serali* ...............................


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

DISCO ORARIO 24h

carattere prevalente carattere complementare 1 carattere complementare 2 carattere complementare 2

18h

06h

12h

GESTIONE

FORMA SOCIETARIA

PROPRIETÀ

SRL OUTPUT

Cooperativa

INPUT

Consorzio Imprenditore ENTRATE INTERNE

ESTERNE

Profitto

Bandi

Affitti

Sponsor

Entrate

Partner

Iscrizioni

Donazioni

Eventi

Istituzione

Servizi

Pubblica

PROPRIETÀ

Associazione Pubblica

0

I

Privata

0

I

Fondazione

INIZIATIVA

Società Pubblica

0

I

Privata

0

I

APPROPRIAZIONE

Permesso

0

I

Partnership

0

I

Bando

0

I

Squat

0

I

Compravendita

0

I

Affitto

0

I


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CONFIGURAZIONE SVAGO

LAVORARE

FORNIRE SERVIZI

MANGIARE

PROMUOVERE CULTURA

ESERCIZIO ARTISTICO

STUDIARE

GIOCARE

ACQUISTARE

ABITARE SPAZI FLESSIBILI


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ATTIVITÀ

Svago

Lavorare

Fornire Servizi

Mangiare

Promuovere Cultura Esercizio Artistico

Studiare

Giocare

Acquistare

Abitare

Spazio Flessibile

TIPO DI SPAZIO

UTENTI

FREQUENZA

ATTREZZATURA


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Usa queste schede applicative per iniziare a costruire il tuo Spazio di Comunità:

EDUCATIVO

Lab

Workshop Centri di innovazione Centri di ricerca Spazi studio* Biblioteche* Asili nido* ...............................

CULTURALE

Musica | Registrazione Esibizioni Teatri Gallerie | Esposizioni ...............................

LAVORATIVO

Negozi

Mercati* Spazi di lavoro Spazi co-working Incubatori di attività Acceleratori di attività ...............................

LUDICO

Attività sportive Musica | Registrazione Cinema Esibizioni Allevamento | Orti urbani Street food Bar | Cafè* Ristoranti* Locali serali* ...............................


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

DISCO ORARIO 24h

carattere prevalente carattere complementare 1 carattere complementare 2 carattere complementare 2

18h

06h

12h

GESTIONE

FORMA SOCIETARIA

PROPRIETÀ

SRL OUTPUT

Cooperativa

INPUT

Consorzio Imprenditore ENTRATE INTERNE

ESTERNE

Profitto

Bandi

Affitti

Sponsor

Entrate

Partner

Iscrizioni

Donazioni

Eventi

Istituzione

Servizi

Pubblica

PROPRIETÀ

Associazione Pubblica

0

I

Privata

0

I

Fondazione

INIZIATIVA

Società Pubblica

0

I

Privata

0

I

APPROPRIAZIONE

Permesso

0

I

Partnership

0

I

Bando

0

I

Squat

0

I

Compravendita

0

I

Affitto

0

I


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CONFIGURAZIONE SVAGO

LAVORARE

FORNIRE SERVIZI

MANGIARE

PROMUOVERE CULTURA

ESERCIZIO ARTISTICO

STUDIARE

GIOCARE

ACQUISTARE

ABITARE SPAZI FLESSIBILI


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ATTIVITÀ

Svago

Lavorare

Fornire Servizi

Mangiare

Promuovere Cultura Esercizio Artistico

Studiare

Giocare

Acquistare

Abitare

Spazio Flessibile

TIPO DI SPAZIO

UTENTI

FREQUENZA

ATTREZZATURA


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

Usa queste schede applicative per iniziare a costruire il tuo Spazio di Comunità:

EDUCATIVO

Lab

Workshop Centri di innovazione Centri di ricerca Spazi studio* Biblioteche* Asili nido* ...............................

CULTURALE

Musica | Registrazione Esibizioni Teatri Gallerie | Esposizioni ...............................

LAVORATIVO

Negozi

Mercati* Spazi di lavoro Spazi co-working Incubatori di attività Acceleratori di attività ...............................

LUDICO

Attività sportive Musica | Registrazione Cinema Esibizioni Allevamento | Orti urbani Street food Bar | Cafè* Ristoranti* Locali serali* ...............................


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

DISCO ORARIO 24h

carattere prevalente carattere complementare 1 carattere complementare 2 carattere complementare 2

18h

06h

12h

GESTIONE

FORMA SOCIETARIA

PROPRIETÀ

SRL OUTPUT

Cooperativa

INPUT

Consorzio Imprenditore ENTRATE INTERNE

ESTERNE

Profitto

Bandi

Affitti

Sponsor

Entrate

Partner

Iscrizioni

Donazioni

Eventi

Istituzione

Servizi

Pubblica

PROPRIETÀ

Associazione Pubblica

0

I

Privata

0

I

Fondazione

INIZIATIVA

Società Pubblica

0

I

Privata

0

I

APPROPRIAZIONE

Permesso

0

I

Partnership

0

I

Bando

0

I

Squat

0

I

Compravendita

0

I

Affitto

0

I


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

CONFIGURAZIONE SVAGO

LAVORARE

FORNIRE SERVIZI

MANGIARE

PROMUOVERE CULTURA

ESERCIZIO ARTISTICO

STUDIARE

GIOCARE

ACQUISTARE

ABITARE SPAZI FLESSIBILI


COMMUNITY SPACES TOOLKIT

ATTIVITÀ

Svago

Lavorare

Fornire Servizi

Mangiare

Promuovere Cultura Esercizio Artistico

Studiare

Giocare

Acquistare

Abitare

Spazio Flessibile

TIPO DI SPAZIO

UTENTI

FREQUENZA

ATTREZZATURA


Community Spaces Toolkit  

Un ampio lavoro di ricerca il quale, attraverso un processo analitico a livello globale e locale e di continuo zoom in–out, ha come fine ult...

Community Spaces Toolkit  

Un ampio lavoro di ricerca il quale, attraverso un processo analitico a livello globale e locale e di continuo zoom in–out, ha come fine ult...

Advertisement