Page 1


1


Livia Rocchi Caterina Giorgetti

TALENT ANGELS I L MONDO A i TUO i P iED i


Scritto da Livia Rocchi Illustrato da Caterina Giorgetti Prima edizione: settembre 2012 ISBN 978-88-905878-3-2 Š 2012 Camelozampa Tutti i diritti riservati www.thealentangels.com @Talent_Angels www.facebook.com/TalentAngelsSeries


Toms kiamami!!!! Devo parlarti! Presto presto presto!!!! h. 10:23

Toms dove sei finita. Rikiamamiiii!!!! h. 10:25


Capitolo 1 - Grandi notizie! Irina Margreet Patricia Elisabeth De Igramont Testeulle-Ardonnaise non è abituata ad aspettare. Mi sta bersagliando da un’ora con sms senza senso e pieni di punti esclamativi. Porto pazienza perché so che anch’io ho un bel caratterino: mi piace affibbiare soprannomi alla gente, faccio spesso battute infelici e litigo sempre con mio fratello. Lui mi chiama “rosa canina”, perché ho le spine e mordo, dice. Alla mia linguaccia, invece, Iry non ci fa caso, ma solo perché ascolta poco quello che dicono gli altri. Le piace parlare di quello che interessa a lei e basta. Io le do retta, o almeno fingo di farlo, così più o meno siamo amiche. Non mi parla più da

N 8


un paio di settimane, però, e tutto perché le ho spiegato cos’è un acronimo. L’acronimo è un nome formato unendo le iniziali di più parole. Per esempio USA è l’acronimo di United States of America, ma potrebbe esserlo anche di Urticante Signora Anziana, Università del Salame Affettato o Urca Sto Annegando, che ne so. Il problema di Iry… come dire, be’ provate da voi a formare l’acronimo di Irina Margreet Patricia Elisabeth De Igramont Testeulle-Ardonnaise. Esatto: “IMPEDITA”. Non è stata una bella scoperta, perché lei ha un solo sogno nella vita: che il suo nome sia conosciuto in tutto il mondo. Mi ha proprio detto: «Un giorno sarò la cantante più ammirata, più cool, più chic e più aristocratica di tutte!» «Uhm… prova a fare l’acronimo di Cantante Ammirata Cool Chic Aristocratica…» 9


Ecco perché mi ha tolto il saluto. Ma adesso, a quanto pare, vuole parlarmi di nuovo. Dato che mi sento ancora un po’ in colpa per averle fatto scoprire questa cosa, smetterò di ignorare i suoi sms e la richiamerò, perché Iry ha sempre pochissimo credito nel telefonino. Come si può facilmente intuire dalla sua sfilza di nomi, appartiene a una famiglia di sangue blu. È figlia di un conte, ma dai suoi parenti altolocati, come li chiama lei, ha ereditato solo una persistente e imbarazzante sfortuna e quel mucchio di nomi complicati. Per il resto ha gli stessi problemi di ogni ragazza della nostra età: quattordici anni (quasi). Ma meno pazienza…

Insomma Toooooooooooms!!!! h. 10.28

N 10


«Ciao Iry…» «ERA ORAAAAA! Devo dirti una cosa incredibile!» «Fammi indovinare! Ti si sono incollate le dita al congelatore! Di nuovo!» «Smettila di rinfacciarmi quella storia. Vorrei vedere te! Avevo appena finito di mettermi il nuovo smalto di Winona Whisper e su Strabella era scritto che lei usa il ghiaccio per rendere la sua manicure super resistente… Aaaah, lasciamo perdere, ascolta! Domani ci saranno le audizioni!!!» «Per cosa?» «Il talent dei talent!» «Eh?!» «Ma sì, ne avrai sentito parlare sicuramente! La MJC Television sta organizzando il talent show più importante del mondo!!! Vogliono lanciare dei giovanissimi talenti in un modo mai tentato prima». 11


«E come? Sparandoli con un cannone? Mi sa che ci ha già pensato il circo…» «Scema. Dicono che il vincitore diventerà la star più famosa di tutti i tempi. Ogni puntata sarà un evento importantissimo, famosissimo, U-NI-CO! Lo trasmetteranno in diretta in tutto il pianeta come le nozze di William e Kate, capisci???!!!» «Ok, sì, ne ho sentito parlare anch’io, ma perché sei così isterica?» «Perché è la mia occasione! Sarà fantastico! Pensa che ogni puntata verrà trasmessa da una città diversa: la prima è prevista a New York, poi Londra, Parigi… Stanno facendo provini in ogni continente e quelli per il Nord Europa saranno ad Amsterdam! DOMANI!» «E tu vuoi andarci?» «Devo! Anzi DOBBIAMO! È l’ultimo giorno, quello decisivo: o adesso o mai più!»

N 12


«Ma ci vorrà un’ora e mezza in treno! Come facciamo con la scuola?» «La saltiamo!» «Tu sei matta». «Mi devi accompagnare, Toms! Voglio cantare una canzone per entrare nello spettacolo e tu verrai a farmi da corista». «No!» «È importante! Serve per dimostrare che non ho iniziato ieri, ma sono quasi una professionista». «Scordatelo!» «Dai, lo facciamo sempre per divertirci… per una volta che abbiamo l’occasione di fare sul serio…» «Neanche per sogno!» «Toms, me lo devi. Ti ricordi quella volta che il mio vicino di casa è uscito con in mano un fucile mentre cantavamo a squarciagola le sigle dei cartoni animati in giardino? Eri stata tu a insistere…» 13


«Ho detto: NEANCHE. PER. SOGNO!» «Neanche per il TUO sogno?» «Eh?» «Non hai ancora comprato TEEN, vero? Nel numero di questa settimana è scritto che per lo show più importante del mondo ci vuole il conduttore più cool dell’universo. KLAY WILLIAAAMS!!!» «Eeeeeeeeeh?!» «Sì sì sì sì sììììììììì! Lui, lui, luiiiii! E se dai un’occhiata al suo sito, c’è una notizia ancora più favolosa: sarà presente alle selezioni! LUI IN PERSONA!!! Ci pensi Toms, se farò il provino, lui MI VEDRÀ! E come una STELLA!» «Se come al solito inciampi e magari finisci per pestargli un piede… ti vedrà ASSIEME alle stelle». «Ma smettila! Me lo sento: stavolta NIENTE potrà andare storto. Io ce le ho queste sensazioni… e non sbaglio mai!»

N 14


Come avrete capito, dire di no a Iry è impossibile. Del resto, accompagnarla e magari incontrare davvero Klay Williams era un sogno anche per me, perchÊ non tentare?


Il giorno dopo, alle cinque del mattino, Iry ha radunato a casa sua tutte le amiche più care, cioè quelle col guardaroba più alla moda, pregandole di portare le felpe con cappuccio viste su ModaSquinz, la collezione completa di reggiseni imbottiti Teen Miracle e jeans uguali a quelli indossati da Winona Whisper durante l’ultimo tour. La sua stanza era così piena di abiti e cianfrusaglie che alla fine non si capiva se fosse più difficile trovare un capo d’abbigliamento nel miscuglio sul letto, o ritrovare il letto sotto quel mucchio di biancheria. Ha provato e riprovato ogni possibile combinazione di stracci e colori, per poi uscire di corsa, avvolta in un colossale impermeabile, perché si è accorta che mancavano tre minuti alla partenza del nostro treno. Per fortuna che a Rotterdam non manca mai il vento, così, spinte dal soffio di Eolo,

N 16


siamo riuscite a volare in stazione. Iry ha volato di più, sia perché è inciampata nelle ciabatte, sia perché un colpo di vento le ha strappato una grossa ciocca di extension mandandola a galleggiare nel Nieuwe Maas. Sembrava una specie di topo morto molto peloso. Un bell’inizio per la sua carriera da stella.

17


Capitolo 2 - Un incontro... con lo scontro!

Z

Durante il viaggio non è stata zitta un secondo: ha continuato a cambiare idea sulla canzone da presentare, su quando sarei dovuta intervenire per farle i cori, su quante volte mi toccava cantare un pezzettino di strofa al posto suo. È stata tanto gentile da lasciarmi tutte le parti più insignificanti tenendosi le note alte: «…perché sai, dove arrivo io con la voce, modestamente non arriva nessuno. Forse Céline Dion, ma non ci scommetterei». «Forse una sirena» ho risposto. «Giusto, giusto! Il canto delle sirene, quello così affascinante che bisogna farsi legare a un palo per non correre incontro alla fonte 18


di un suono tanto magico e innamorarsi della creatura in grado di produrlo». Io pensavo più alla sirena delle ambulanze, ma non ho avuto il coraggio di dirglielo. Del resto, non mi avrebbe ascoltato, aveva già cambiato argomento: «Avrò fatto bene a indossare i jeans con lo strappo sopra il ginocchio invece che sotto? Perché quelli valorizzavano la pelle delle cosce, ma non mettevano in risalto le caviglie. Si sa che il talento in uno spettacolo così importante non è tutto. No, no, decisamente cercano anche altro, ci scommetto, anche l’occhio vuole la sua parte… Del resto basta guardare uno come Klay Williams. Ballerino strepitoso, voce sexyssima, sa condurre, recitare… ma soprattutto è bello da paura. Gli piacerò, gli piacerò, lo sento. Stavolta è la mia occasione, sono preparata, sono perfetta, niente potrà andar male!» 19


Mentre lei blaterava, io osservavo il paesaggio fuori dal finestrino e ogni tanto, quando i miei occhi si posavano su un mulino a vento, cercavo di capire chi, tra lui e Iry, si desse meno arie. Ma Iry batte un campo di pale eoliche venti a zero. Meno male che l’accompagnavo con un solo obiettivo: vedere o lui o dal vivo. Ovviamente con o lui o intendo Klay Williams, perché se è vero che Iry ne spara più di una mitraglia quando parla di sé stessa, sul fatto che lui sia il più bello, il più bravo, il più intelligente, il più sexy, il più… TUTTO, ha certamente ragione.

Z 20

Appena scese dal treno, abbiamo raggiunto la sede olandese della MJC Television, dove si sarebbero svolte le selezioni. Nonostante fosse maggio, tirava un vento freddo e fastidioso che ha reso le mie guance ancora più rosse di quanto non lo


siano già per via delle lentiggini. Ma la mia faccia è diventata letteralmente paonazza quando, entrando di corsa negli studi, su chi ti vado a sbattere? Esatto: LUI, Klay Williams con i suoi occhi verdi e l’abbron-

21


zatura perfetta! Stava uscendo proprio in quel momento, accompagnato da una tipa magrissima, dai capelli lunghissimi, elegantissima, dall’aria odiosissima e arrabbiatissima. Lei ci ha guardate come se fossimo state due scarafaggi troppo schifosi da schiacciare, invece lui ci ha sorriso‌ e che sorriso! Roba da farci squagliare come un gelato nel microonde. Meno male che prima di svenire e andare a sbattere la faccia sui suoi piedi mi sono ripresa, ho afferrato Iry per un braccio e l’ho trascinata per scale, corridoi e ascensori seguendo le frecce con scritto SELEZIONI

Z 22

Ci siamo ritrovate in una grande stanza piena di gente tra i tredici e i diciotto anni: erano in fila davanti a una scrivania dove


alcuni impiegati in divisa blu elettrico consegnavano moduli e davano istruzioni per compilarli. Altri ragazzi assiepati davanti a una porta nera attendevano il loro turno per fare il provino. Su un grande monitor appeso a una parete scorrevano alcuni messaggi. «Hai visto?» ho detto a Iry. «È scritto che tutti i provini vengono registrati. Sei proprio sicura di entrare? Non vorrei fare una figuraccia colossale e vederla trasmessa dalle TV di tutto il mondo». Non mi ha nemmeno risposto. Era troppo occupata a stringersi addosso l’impermeabile. «Ma non hai caldo con quel tendone? Io sto sudando dalla fifa…» «Ma no, scema, è che non voglio rivelare il mio look alla concorrenza. Guarda quella, ha il mio stesso strappo nei jeans, se lo sarà fatto adesso, deve averlo visto da me! 23


Mi scoprirò solo all’ultimo minuto. Devo fare di tutto per rimanere impressa nella mente della giuria, non posso permettermi altre imitazioni!» Ho osservato meglio la fila e nessuno, in realtà, sembrava interessato all’aspetto di Iry: si vedevano spuntare ovunque gambe di ragazze impegnate nello stretching, ballerini che perfezionavano le loro pirouette, attori che litigavano, attrici che svenivano o fingevano di farlo. L’attesa è stata piuttosto lunga e la gente che aveva già fatto il provino nei giorni precedenti metteva in giro voci terrificanti, compresa quella che una delle prove prevedesse la lotta contro belve feroci. «Ti giuro che c’è davvero un leone!» strillava una tipa coi capelli castani. «Pensavo mi volesse sbranare» diceva una Z 24

ragazza alta in tutù.


«Di chi state parlando?» ho chiesto iniziando a sentire il filo della paura intrecciarsi a quello della fifa. «Di Robert Quirinus, il produttore» mi ha risposto una. «Di Ingrid Ekberg, la coreografa» ha detto l’altra. Tutto molto chiaro. «E che mi dite di Tarzan Impavidus, il domator… EEEEEH?!» No, non sono impazzita. È che non ho fatto in tempo a finire la domanda perché all’improvviso abbiamo sentito un boato tremendo. Pochi istanti dopo, è calato il silenzio. Poi un ballerino con una tuta molto stretta ha strillato, seguito da altre voci: «Cos’è stato?» «Viene dalla sala dei provini!» «Un’esplosione!» «Un attentato!» 25


«Niente panico, state calmi, vado io a controllare» ha gridato uno degli impiegati in divisa blu. È entrato con passo deciso nella sala dei provini e ne è uscito dopo qualche minuto con la faccia molto pallida che faceva uno strano contrasto con il colore della giacca. «Non so come dirvelo, ma… per fortuna non è successo nulla di grave. Le selezioni sono sospese per un’ora. Potete rimanere in fila per non perdere il posto, o tornare più tardi. Ci dispiace per l’inconveniente…» «Insomma, vuole dirci cos’è stato quel rumore?» ha strillato una ragazza con un grosso copione in mano. «OK. Una delle luci dello studio si è staccata all’improvviso. È caduta dritta sul tavolo della giuria, proprio sul posto che fino a mezzora fa era occupato da Klay Z

Williams. Abbiamo rischiato di perdere, 26


nel senso più terribile della parola, la nostra star più amata!» Iry ha lanciato un urlo così acuto da far pensare che stesse accorrendo un’ambulanza, ma la sua voce è stata subito coperta da altre grida, altre chiacchiere concitate, domande e commenti. Alcune ragazze si sono messe a piangere, ma il tizio in blu ha ripreso la parola e tutti sono ammutoliti. «Ripeto: non è successo nulla di grave. Fortunatamente era uscito, quindi tutto si è risolto con un faro ridotto in mille pezzi, una sedia distrutta e una grossa ammaccatura sul tavolo, tranquilli. Il tempo di ripulire tutto e i provini riprenderanno. E ci sarà anche Klay, se vorrà tornare dopo quello che è successo. Fategli sentire il vostro affetto quando sarà qui, d’accordo?» A quel punto è scoppiato un applauso fragoroso che è stato un po’ come una liberazione dopo l’incertezza e lo shock do27


vuti al discorso appena sentito. Iry aveva smesso di ululare, ma stava tirando su col naso e faceva ancora più rumore. In quel momento, un nodino alla gola l’ho sentito anch’io. Finché una voce alle mie spalle…

Z 28


Dal 27 settembre 2012 in libreria pubblicato da Camelozampa distribuito da Dehoniana Libri in vendita anche su www.camelozampa.com

Talent Angels - Il mondo ai tuoi piedi  

Toms Bent, quattordicenne olandese, è entrata nel talent show più ambizioso della storia. Ma già durante le prove si verificano episodi inqu...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you