Page 1

Numero unico a cura degli inserzionisti

n.5

dIVenta noStRo Fan!

LEGA PRO 2ÂŞ DIVISIONE GIRONE A 2012/2013

Rimini-Fano

Domenica 11 novembre 2012 ore 14,30


2


Editoriale

dal Fano al Fano per un nuovo inizio

e

ora i tre punti!!! Dal Fano al Fano, per il ‘vero’ inizio del campionato biancorosso. Fu la squadra marchigiana, nel caldo agosto della Riviera, a tenere a battesimo la truppa di Luca D’Angelo e la stagione delle grandi ambizioni. Era Coppa Italia, alla prima gara ufficiale Riccardo Taddei distillò talento per mandare in gol a porta vuota Zanigni e arrivò una vittoria convincente. Belle trame, occasioni a grappoli, giocate d’altra categoria. Quella che nei peana della vigilia si partiva per inseguire sul campo. Tutto bello, sfavillante, sfolgorante. Nei tre mesi a venire è invece successo di tutto. Di tutto e di più, si potrebbe dire facendo il verso a un noto slogan televisivo. Una rivoluzione di quelle alla Copernico che ha capovolto l’universo biancorosso sostituendo l’orizzonte rosa con un presente fosco. “Il futuro è un’ipotesi” aggiungerebbe

Enrico Ruggeri, restando nell’alveo delle citazioni. Purtroppo lo è anche nei fatti e allora sotto col campo e con una truppa che sta dando l’anima per riscrivere per l’ennesima volta la storia dell’annata riminese. E’ il tempo dell’orgoglio, dell’abnegazione, del coraggio di una squadra che sta mettendosi alle spalle ogni possibile ostacolo e guarda dritta davanti a sè. A testa alta. Con la carta d’identità ancor più verde e la maturità di chi sa accettare anche un po’ meno ribalta per il bene comune. Luca D’Angelo l’ha rimodellata, plasmata alle necessità sopravvenute, infarcita ancor più di under (ma non è che ce ne siano mai stati pochi...) e sta iniziando a raccogliere i frutti. Anche con il nuovo abito il Rimini inizia a menare le danze, il 3-51-1 d’autunno ha a lungo annichilito la corazzata Venezia e disposto quasi a piacimento del Santarcangelo nello

3

stregato Mazzola. Questo non è stato sufficiente a interrompere il ramadan da vittorie ed è l’ultimo tassello mancante. Fatte le pentole è ora di infilarci i coperchi. Di trasformare in gol il tanto ben di Dio che passa dalle parti dell’area avversaria. Magari senza mettere tutte le partite in salita da soli... Il carattere è nel Dna, le partite di Casale e Santarcangelo riacciuffate sui titoli di coda ne sono solo l’ultima conferma. Purtroppo non basta. E’ l’ora dei tre punti, per iniziare un nuovo campionato e riabbracciare Taddei in posizione più tranquilla. Dal Fano al Fano appunto. Poi nel calcio non c’è mai nulla di scontato e da qui a maggio... Forza ragazzi, non può piovere per sempre. Anzi, alé burdèl!!! Nicola Strazzacapa


L’Analisi

novecento minuti in numeri

d

ieci giornate e 900 minuti di calcio sono già alle spalle del campionato e prima di proiettarci verso il giro di boa della stagione previsto per l’ultima partita del 2012, il 22 dicembre, diamo uno sguardo ai numeri per vedere cosa è successo sino a questo momento. Le 90 partite giocate si sono concluse con 58 vittorie/sconfitte e con 32 pareggi, le reti sono state 245 (117 nel primo tempo e 128 nel secondo) di cui 124 segnate dalle formazioni di casa e 121 dagli ospiti. Il record negativo delle reti segnate proprio domenica scorsa con soli 19 sigilli, mentre le giornate più prolifiche sono state la seconda e la sesta con 28 centri. Per quanto riguarda i punti conquistati, il fattore casalingo non influenza più tanto la gara con 125 punti ai padroni di casa e 122 alle squadre in trasferta. Domenica i punti conquistati dalle squadre di casa sono stati 13, con record positivo alla quinta, 20, e negativo alla settima quando non ci fu nessuna vittoria per chi giocava

sul campo amico con soli 4 punti conquistati frutto di altrettanti pareggi. Di contro il record corsaro è alla settima con 19 punti conquistati, mentre alla quinta i punti esterni furono solo 5. Nella classifica totale, l’unico zero è quello riferito alla casella vittorie del Milazzo che ancora non ha mai conquistato i tre punti. Nelle parziali invece si registrano, per quanto riguarda quella casalinga, lo zero del Casale che ovviamente assieme al Milazzo non ha mai vinto davanti al proprio pubblico, mentre Renate e Pro Patria e Giacomense non hanno mai diviso la posta; Savona, Castiglione, Santarcangelo e Bellaria hanno invece mantenuto inviolato il proprio terreno. Sei squadre Santarcangelo, Rimini, Giacomense, Fano, Vallée d’Aoste e Milazzo non hanno mai vinto fuori, solo l’Alessandria non ha mai pareggiato, e soltanto la Giacomense non ha mai perso. La formazione più forte sul proprio campo è il Savona con 13 punti conquistati, poi c’è il Castiglione a

11 quindi il Santarcangelo a 10. La più debole il Milazzo con 2 quindi la Giacomense con 3 poi Vallée d’Aoste e Casale a 4. Nella classifica dei punti conquistati in trasferta guida un quartetto con Savona, Castiglione, Forlì e Renate a quota 10, mentre il Santarcangelo ha conquistato solo un punto lontano dal Mazzola. Il miglior attacco è del Savona con 20 centri (12 del bomber Virdis) poi seguono a una lunghezza Forlì e Pro Patria. La miglior difesa è del Castiglione che ha subito appena 4 gol, poi c’è il Savona a 7, quindi Alessandria e Forlì a 8. Il pacchetto arretrato più perforato è invece del Milazzo sommerso da 28 gol, poi Vallée d’Aoste 24 e Fano 23. Il record d’imbattibilità appartiene al Castiglione che non ha subito gol per 386’ poi c’è il Rimini che tra il gol di Calzi all’82’ del match contro la Pro Patria alla terza di campionato e il gol di Carteri al 66’ della settima contro il Bassano, non ha subito reti per 346’. Francesco Pancari

Tel. 0541 791132 Via Marecchiese, 159/A Rimini (zona cavalcavia)

4


L’intervista

Morga, voglia di gol… e di mare G

a iniziato la sua carriera da professionista nel Genoa, squadra cara a Fabrizio De Andrè, cantautore che in più di un brano ha saputo parlare la lingua del mare: il luogo più caro per Francesco Morga, assieme al rettangolo verde. In una seconda vita, Morga è forse stato un marinaio. E come un capitano coraggioso solca le onde, contrastando le correnti, Francesco ogni domenica affronta con il coltello tra i denti le difese avversarie. Tolti gli scarpini, è un ragazzo affabile e tranquillo, ma non lasciate una scala davanti alla porta degli spogliatoi. E ricordatevi, c’è una cosa peggiore della panchina per lui: la panchina con il numero 13 o il 17. Francesco, partiamo dai tuoi gusti musicali… “In verità non sono un grande appassionato di musica. Però mi piace ascoltarla con l’I-pod. Prima della partita è uno stimolo, dà sempre un po’ di carica”. Quindi canzoni movimentate… “Sì, soprattutto quelle dei Coldplay”. Hai detto I-pod, quindi a differenza di Scotti non sei un preistorico della tecnologia… “Nooo, assolutamente…ho il computer, l’I-pod, però non è che sia così maniaco. L’I-pad ad esempio non ce l’ho”. Anche tu ti sei fatto travolgere dalla mania dei social network?

“Si dai, ogni tanto Facebook, ma in tranquillità, senza eccessi”. Cosa fa Francesco Morga nel tempo libero? “Mi piace molto il cinema, soprattutto quello d’azione. Fare una bella passeggiata per il centro di Rimini. E il calcio: non mi perdo una partita in tv…Serie A, Premier League, Bundesliga, Liga…guardo tutto”. Quindi sei anche tifoso… “Sì, sono interista!”. Dopo la vittoria a Torino, ti sei divertito a prendere in giro qualche compagno tifoso sfegatato della Juventus? “Mah, sinceramente siamo una squadra di interisti…il mister è interista… siamo in tanti, però qualche battuta nello spogliatoio c’è stata”. Calcisticamente parlando, quali sono i tuoi idoli? “Gilardino e Milito. Gilardino è un giocatore molto forte, la prima punta ideale; Milito mi fa impazzire, è un giocatore completo, fa reparto da solo”. Tornando al cinema, i tuoi film preferiti? “Tra gli ultimi, mi è piaciuto molto l’ultimo film di Batman (“Il ritorno del Cavaliere Oscuro”, ndr)”. Cosa ti ha colpito di Rimini, la tua nuova città di adozione? “E’ una città molto tranquilla e ordinata, soprattutto rispetto a quello

5

che mi avevano detto…e rispetto alle mie zone (Brindisi, ndr). Rimini ha un bel centro, con l’area pedonale che ti permette di fare una bella passeggiata in tranquillità. Bel clima e poi c’è il mare. Io vivo per il mare…D’estate non mi perdo un giorno in spiaggia”. Cosa ti manca di Brindisi? “Mi mancano gli affetti familiari, le piccole abitudini casalinghe…Ma con questo mestiere, bisogna farci l’abitudine. Però la domenica, dopo la partita, cerco sempre di tornare a Brindisi”. Hai qualche rito particolare prima delle partite? “Sì ho le mie abitudini, i miei orari, i miei giretti”. Abbiamo capito tutti questi giri di parole…Non ce lo vuoi dire, ma sei scaramantico eh? “Eh dai, capita che se la domenica è andata bene, il sabato mi ricordo cosa ho fatto, cosa non ho fatto… Sì, hai toccato un tasto importante per me. Parecchi non ci credono, ma io ci credo”. Il tuo sogno nel cassetto? “A livello di carriera, arrivare più in alto possibile, in categorie importanti. La speranza è iniziare da ora, con il Rimini. Da parte mia ci metto tutto il cuore e l’impegno possibili”. In questo caso, nessuna scaramanzia che tenga, ma solo un sentito “In bocca al lupo”. Riccardo Giannini


L’avversario

Il Fano ha rotto il ghiaccio

I

l Fano sale al Romeo Neri dopo aver centrato la prima vittoria del suo campionato. I granata marchigiani non mettono piede nell’impianto riminese dalla primavera del 2003, quando vinsero clamorosamente (02) contro il Rimini di Acori nel giorno in cui il “Cobra” Di Nicola fallì due calci di rigore. Quei biancorossi erano destinati alla promozione in C1 mentre il Fano si salvò ai play-out, adesso invece il match ha tutti i connotati dello scontro salvezza. Scontro al quale il Fano, come detto, si presenta dopo aver finalmente rotto il ghiaccio con il successo. E che successo. Al “Mancini”, dove avevano raccolto appena due punti in cinque partite, i granata hanno superato nientemeno che la quotata Pro Patria (2-1). Il match in verità è risultato piuttosto condizionato dall’arbitraggio e dopo essere andata sotto, la compagine marchigiana ha approfittato della doppia inferiorità numerica dei bustocchi (in nove già nel primo

tempo) per piazzare aggancio e sorpasso. Non è stato certo un inizio di stagione facile per il Fano, che al Neri farà sedere in panchina il terzo allenatore stagionale. Da domenica scorsa c’è Massimo Gadda (ex Bellaria e Giacomense) che ha rilevato Gaudenzi, a sua volta subentrato al figlio d’arte Zeman, esonerato dopo la disastrosa prima giornata (0-6 con l’Alessandria). Ma adesso è un altro Fano che sul campo ha messo insieme sette punti (ce n’è anche uno di penalizzazione), uno in meno rispetto al Rimini. Paradossalmente i granata sembrano più pericolosi lontano da casa dove è vero che in quattro partite hanno raccolto solo due pareggi (a Mantova e Bellaria) ma è altrettanto vero che sono sempre riusciti ad andare in gol. In realtà quella marchigiana è una squadra che non fa fatica a segnare (quattordici gol, ben sei in più rispetto ai biancorossi) ma il tallone d’Achille è rappresentato da una difesa che

concede sempre parecchio agli avversari. In dieci partite il Fano ha sempre preso gol e in totale sono 23, che ne fanno il terzo reparto arretrato peggiore del girone dopo Milazzo (28) e Val d’Aosta (24). In mancanza di un vero bomber, il bottino realizzativo è piuttosto distribuito. A quota tre guidano l’ex cesenate Ivan Piccoli (assente al Neri per squalifica insieme al difensore Amaranti) e l’attaccante Tommaso Marolda, cannoniere granata l’anno scorso con nove reti nel girone B di Seconda Divisione. In avanti c’è anche Filippo Fabbro, al Lecco nelle ultime due stagioni dove aveva messo dentro 21 gol (adesso è fermo a quota uno). Da seguire il centrocampista palermitano Vincenzo Giannusa, autore del gol vittoria con la Pro Patria mentre sulla corsia esterna c’è Umberto Cazzola, vecchia conoscenza dei tifosi riminesi per la sua militanza con la Vis Pesaro fino a metà anni 2000. Cristiano Cerbara

PASTICCERIA CAFFETTERIA CIOCCOLATERIA Via Colonna, 19 - Rimini - Tel. e Fax 0541 384160 www.pasticceriasoriani.it - info@pasticceriasoriani.it

6


Il settore giovanile: Giovanissimi Nazionali

la forza della continuità d

opo Berretti e Allievi Nazionali, spostiamo il mirino sui Giovanissimi Nazionali. I baby biancorossi, inseriti nel girone D, quest’anno sono allenati da Lorenzo Magi, che continua così a seguire da vicino i ragazzi del ’98, anche la stagione precedente sotto la sua ala protettiva nei Giovanissimi Regionali. “È un gruppo molto unito, visto che gioca assieme già da un po’ di tempo – conferma Magi – composto in maggioranza da ragazzi riminesi. Sono molto contento del loro comportamento e dei progressi che stanno compiendo. Crescono le difficoltà, eppure la squadra ci mette sempre il massimo impegno e partecipazione. Con me collaborano Daniele Tacconi, Antonello Di Chiara e Maurizio Tommassoni, a cui vanno i miei ringraziamenti”. Positivo, malgrado il ko nel derby contro il

Cesena dell’ultimo turno (“arbitraggio troppo permissivo, ci hanno tartassato”) il responso del campo: dopo otto giornate la classifica vede infatti il Rimini, forte di sei vittorie e due sconfitte, al secondo posto, in coabitazione proprio coi bianconeri. “In campionato stiamo andando discretamente bene. Abbiamo sempre ottenuto dei buoni risultati, a parte contro le due formazioni di vertice (oltre che col Cavalluccio, gli adriatici hanno ceduto il passo al Parma capolista, ndr). Naturalmente l’obiettivo principale è quello di favorire la maturazione di questi giovani atleti. “Il nostro scopo è fornire il maggior numero di giocatori agli Allievi, facendo quindi in modo che siano pronti ad affrontare la categoria superiore. Il tutto possibilmente raggiungendo anche un

7

risultato sul campo. Sul piano tecnicocomportamentale invece il calciatore, proseguendo nel suo sviluppo fisico, deve andare a consolidare il lavoro sulla coordinazione attraverso alcuni aspetti tecnici da inserire in determinate situazioni di gioco e di reparto”. La banda di Magi si allena ad alternanza una settimana tre volte ed un’altra quattro. Per vederla all’opera in casa basta recarsi al sintetico di Gatteo Mare la domenica mattina alle ore 11. Gian Marco Porcellini


UTILIZZA QUI LA TUA FIDELITY CARD Ren-Auto Piraccini (Concessionaria Auto) Viale Italia, 24 - Rimini tel. 0541 358811 www.renauto.it

Sconto 50% su cambio olio Sconto 10% + spazzole tergi a 5 € su tagliando completo Rimborso totale costo abbonamento stagione 2012-2013 (max € 250) per l’acquisto di una vettura nuova.

Da chi Zuclòn (Ristorante Pizzeria) Via Sacramora, 47/m - Viserba tel. 0541 734737 cel 329 0252204 www.pizzeriaristorantedachizuclon.com

Sconto 10% su tutte le consumazioni

Gaudy (Progettazione e vendita d’arredo) Viale Italia, 29 - Rimini tel. 0541 1831795 saragaudy@virgilio.it

Rimborso totale costo abbonamento per acquisto bagno completo o pavimentazione appartamento completa.

Ski Center Rimini (Noleggio, Vendita Sci e Snowboard) Viale Italia, 2 - Rimini tel. 0541 742958 www.skicenterimini.it

Sconto 10% sull’acquisto di nuovi prodotti

Bike Service (Concessionario Moto Multimarche) Via Emilia, 183 - Rimini tel. 0541 743558 www.bikeservicerimini.com

Sconto 10% su accessori moto Sconto 10% su centro revisioni auto e moto

City Beach (Centro attività sportive e ricreative) Via Montese, 4 - Rimini tel. 0541 727538 www.riminicitybeach.it

Sconto 10% sul prezzo dell’ abbonamento annuale

Carrozzeria e Officina E.M.G.T. (Carrozziere) Via Brodolini, 8 - Viserba di Rimini tel. 0541 732338 www.emgt.it

Sconto 10% sui lavori di carrozzeria ed officina

Termocontrol (servizio di gestione calore) Via Covignano, 143 - Rimini tel. 0541 776308 cell. 348 4529781 www.termocontrol.it

Sconto 10% su installazione e manutenzione impianti

Antolini Arredamenti (negozio d’arredamento) Via Emilia, 1204 - Santarcangelo di R. (RN) tel. +39 0541 621404 www.antoliniarredamenti.it

Sconto 20%

8

di riscaldamento e condizionamento

progetto, trasporto e montaggio compresi


Music Store (Vendita cd, dischi in vinile e dvd) c\o Centro Commerciale Atlante 2°piano Via 3 Settembre, 17 Dogana - San Marino tel. +39 0549 909670 fax +39 0549 909685 info@musicstore.sm

San Marino Adventures (Parco avventura) Parco di Montecerreto - San Marino tel. +39 335 7344140 www.sanmarinoadventures.sm

EDICOLA LA PRIMA

Vieni a ritirare l’omaggio a te riservato

40% di sconto su ingresso al parco avventura 40% di sconto sull’abbonamento al parco avventura

Kart Legend (Parco tematico) Strada dei Censiti 3, Rovereta - San Marino tel. +39 0549 909592 cell. +39 337 1006547 www.kartlegend.it

20% di sconto sull’ingresso al kart legend

Edicola La Prima (Edicola) Via Marecchiese n. 5/B - Rimini tel. +39 0541 770803 edicolalaprima@alice.it

10% di sconto su DVD, CD, Fumetti, Figurine, Cards, Raccolte e Collezioni

Living Sport (Negozio articoli sportivi) Via XX Settembre, 134 - Rimini tel. +39 0541 781480 www.livingsportrimini.com

15% di sconto su tutti i prodotti

La Chiacchiera (Osteria) Via Covignano, 271 - Rimini tel. +39 0541 751066 www.osterialachiacchiera.it

10% di sconto sul listino

Le Meridien Soleiado (Ristorante) Lungomare Murri, 13 - Rimini tel. +39 0541 396600 www.lemeridienrimini.com

10% di sconto sul servizio a la carte

Le Meridien Savoia Wellness (Centro benessere) 15% di sconto sul percorso SPA area umida, 1 percorso Lungomare Murri, 13 - Rimini SPA in omaggio per ogni trattamento/massaggio tel. +39 0541 309678 confermato www.savoiawellness.com

OTTICA GALASSI

Galassi (Ottica) Via Dati, 83 - Viserba tel. +39 0541 736222

20% di sconto su tutti gli acquisti

Reggini S.p.A. (Concessionaria auto) Strada Rovereta, 52 Falciano - San Marino tel. +39 0549 909164 info@reggini.it

20% di sconto su Batterie, Olio motore, Prodotti per la cura dell’auto, Accessori di trasporto, Accessori per l’inverno, Tappeti in moquette, Tappeti in gomma, Kit viva voce, Spazzole tergicristallo Sconto fino al 50% Pneumatici estivi/invernali

Banca di Rimini (Banca) Via Garibaldi, 147 - Rimini tel. +39 0541 1847000

Apertura di un nuovo conto corrente senza spese per i primi 12 mesi

SORIANI (Pasticceria Caffetteria Cioccolateria) Via Colonna, 19 - Rimini tel. e Fax +39 0541 384160 www.pasticceriasoriani.it

10% di sconto sul prezzo di listino

9


ALT AMERICAN PUB & GRILL

dal lunedì al Giovedì PANINO+BIBITA A SOLI EURO 10,00

www.granprix.biz

• Impianti di riscaldamento e condizionamento • Pannelli solari – Produzione acqua calda • Pompe di calore – Assistenza tecnica

PROMOZIONE CALDAIA MURALE COMBINATA DA INTERNO Vaillant Turboblock Pro vmw 202/3-3M Camera stagna € 1.500,00 con montaggio incluso e IN OMAGGIO Cronotermostato BPT remoto

Possibilità di detrazione Irpef al 50% • Pagamenti con finanziamenti personalizzati Via Covignano, 143 • Rimini Tel. 0541 776308 • info@termocontrol.it www.termocontrol.it

FC

FORNITORE UFFICIALE 10


Amarcord

Claudio Macciò: uno dell’Hilton

G

li amici dell’Hilton hanno voluto omaggiare con la maglia n.7 della Rimini Calcio un ex grande giocatore del Rimini del passato, Claudio Macciò. Arrivato a Rimini nel 1968 da un piccolo centro montano di 4000 abitanti nel comune di Genova, Masone dal latino mansio –onis (che significa luogo di sosta lungo un itinerario), da allora salvo i quattro anni in cui ha giocato in Serie A e B non ha più lasciato Rimini che è diventata la sua città di adozione. Macciò appena diciannovenne (proveniva dal gruppo C di Genova), dovette aspettare la 27° giornata prima di debuttare con il Rimini a Sassari in un Torres-Rimini 2 a 1 in cui realizzò il gol della bandiera. La squadra era guidata da Ugo Lamanna, il primo anno disputò soltanto 6 partite. L’anno successivo ‘69/’70 con l’allenatore Walter Gardelli diventò titolare inamovibile della maglia n.7 ruolo confermato anche con l’arrivo nel biennio successivo dell’allenatore Gino Pivatelli: era il Rimini di Spadoni e di Garri, e Macciò con i suoi cross calibratissimi spesso li ha mandati in

rete. Dopo i 4 anni trascorsi a Rimini in Serie C, venne acquistato dall’Ascoli in Serie B. L’allenatore era Carletto Mazzone e gioca con Campanini e Silva, l’anno successivo è a Bergamo ancora in B con l’Atalanta dove viene allenato prima da Giulio Corsini e poi dall’ottava giornata dal paraguaiano Heriberto Herrera. Nell’Atalanta gioca con lui un giovanissimo Gaetano Scirea, che disputa tutte e 38 le gare in programma e che spiccherà poi il volo andando a giocare con la Juventus e con la Nazionale. Scirea è senz’altro il giocatore di maggior spessore con cui ha giocato Claudio Macciò. Nel ‘74/’75 ritorna all’Ascoli ancora con Mazzone in Serie A e gioca 15 partite ancora con il vecchio Campanini e con Silva, l’anno successivo è a Brindisi in B dove viene allenato da Giulio Bonafin e da “Testina d’oro” Ettore Puricelli. Ritorna a Rimini nel ‘76/’77 in B, è la prima volta che la squadra biancorossa gioca tra i cadetti. Ad allenare il Rimini in quell’anno ci sono prima Meucci, poi Helenio Herrera, quindi Becchetti. Macciò è presente in 11 gare. Con il Rimini

11

gioca in totale 126 gare e segna 8 gol. Chiude la carriera giocando a Fano e Riccione. Claudio Macciò sapeva ricoprire il vecchio ruolo di ala, che si era trasformato già dai tempi di Armano prima e di Domenghini poi, in tornante di fascia, dove i chilometri da percorrere erano sempre tantissimi. Abbiamo sintetizzato la carriera di questo calciatore che era arrivato a Rimini giovanissimo con la Sampdoria nel cuore e che da allora ha affiancato ai colori blucerchiati quelli biancorossi della Rimini Calcio. L’iniziativa di quelli dell’Hilton (vedi foto), in primis del presidente Marino Mondaini, hanno voluto rendere omaggio al calciatore, ma soprattutto all’uomo Macciò stimato da tutti per la serietà e l’onestà, sempre presente allo stadio a seguire le partite del Rimini e spesso a fare conversazione calcistica con quelli dell’Hilton. Macciò uno di Masone presso il passo del Turchino (Masun in genovese) con Rimini nel destino, Claudio Macciò uno dell’Hilton. Giuseppe Bernabè


I soci dell’AC Rimini: Fratelli Franchini

Fratelli Franchini, la forza di innovare

R

innovarsi. Questa è la filosofia che ispira Paolo Franchini, titolare, assieme al fratello Marco, dell’azienda a cui hanno dato il nome - Fratelli Franchini, appunto - nata cinquant’anni fa nel settore degli impianti elettrici ma che, nel corso del tempo, ha ampliato il proprio orizzonte fino ad affermarsi come una delle realtà all’avanguardia a livello nazionale nel settore degli impianti che sfruttano le energie rinnovabili. “In momenti di crisi come quello che stiamo purtroppo vivendo – esordisce Paolo Franchini – è fondamentale saper cogliere le opportunità che si creano ed essere flessibili per adattarsi al contesto che muta rapidamente. La nostra azienda, nell’ottica di non sprecare le risorse a disposizione, è in grado di affiancare privati, grandi e piccole industrie con progetti per ottimizzare l’efficienza energetica installando impianti eolici, fotovoltaici e geotermici”. Il rinnovamento è stata anche la molla che vi ha spinto ad abbracciare il progetto Ac Rimini “Assolutamente. Nel 2009 la società ripartiva da zero ed il motivo principale per cui abbiamo deciso di raccogliere la sfida del Presidente Biagio Amati è la sua attenzione per il settore

giovanile ed il coraggio di investire sui ragazzi. Così, oltre a entrare in Società, abbiamo deciso di essere presenti anche in qualità di sponsor e anche quest’anno il nostro marchio figurerà sulle maglie da trasferta. Personalmente non sono un grande amante del calcio, forse perché da bambino non ero un campione e gli amici mi spedivano sempre in porta, ma si tratta di uno sport che raccoglie moltissimi giovani sul territorio e si pone come riferimento non solamente sportivo. L’intenzione della società di puntare sul vivaio e la voglia di aiutare la nostra città sono i fattori che ci hanno stimolato ad affrontare questa avventura”. Non sei un innamorato del calcio, quali sono allora le tue vere passioni? “La vela prima di tutto! Fino agli anni ’90 ho gareggiato in moto, specialmente enduro, e partecipato a numerosi rally, poi, in coppia con mio fratello Marco ci siamo dedicati alla vela con buoni risultati, prendendo parte ai Mondiali nella categoria swan 45. Dedichiamo molti sforzi e tempo ma ne siamo ampiamente ripagati: il mare ti mette continuamente alla prova ma è in grado di suscitare emozioni impareggiabili. Regatare ci da anche l’opportunità di portare

12

il nome di Rimini nel mondo: alla Barcolana (storica regata velica europea, ndr) ci siamo presentati sfoggiando lo stemma della città sulla nostra vela. Sempre facendo riferimento all’innovazione, il club quest’anno si è dotato di nuove strutture come la sala hospitality ed il negozio all’interno dello stadio “ Come detto in precedenza, i momenti difficili devono essere un ulteriore stimolo a cogliere le nuove opportunità ed è proprio questa la strada intrapresa dall’Ac Rimini. E’ sempre più difficile riuscire ad intercettare nuovi sponsor e, per farlo, è importante poter offrire un buon prodotto. In quest’ottica il corner shop è uno strumento per avvicinare i tifosi alla squadra, facendoli sentire parte di essa mentre la sala hospitality, che frequento ogni volta che ne ho la possibilità, è uno spazio confortevole e curato dove è possibile stringere nuove relazioni con persone che hanno in comune la passione per il Rimini. Sono convinto che la società, attraverso queste iniziative e la voglia di continuare ad investire sui giovani, abbia intrapreso la strada giusta per potersi costruire un futuro.


Marketing

la Banca dello sport, al fianco dei tifosi

B

anca di Rimini è anche in questa stagione lo sponsor che firma le maglie dell’Ac Rimini nelle gare in casa. Sin dal campionato di serie D, lo storico istituto di credito cooperativo sostiene la società biancorossa, confermando un sodalizio che aveva avuto precedenti anche negli anni passati quando la squadra militava in serie B. Una partnership fortemente voluta da entrambe le parti, soprattutto nell’anno del Centenario, che si sostanzia anche con iniziative dedicate ai tifosi. Banca di Rimini inoltre è presente in altre sponsorizzazioni sportive e il denominatore comune è quello dell’attività giovanile svolta dai club interessati. “E’ così – conferma Cesare Frisoni, presidente di Banca di Rimini – perché crediamo molto nella diffusione della cultura sportiva, le cui basi sono da gettare fra i giovani. Ci chiamano, a ragione, la ‘banca dello sport’ perché il nostro marchio compare sulle canotte dei Crabs e della Rimini Pallavolo. Insieme alla Rimini Calcio,

si tratta di altri due club che fanno dell’attività giovanile una priorità assoluta. Il tutto rientra nel nostro Progetto Giovani per lo Sport”. Avete anche promosso iniziative che legano la vostra attività ai tifosi biancorossi “Abbiamo riservato agli oltre 1800 Soci della banca la possibilità di sottoscrivere un abbonamento alle gare interne dell’Ac Rimini con uno sconto; i clienti titolari degli oltre 26mila conti correnti e depositi al risparmio della Banca di Rimini hanno potuto fruire di uno sconto del 10% sul prezzo del biglietto, ad eccezione della centralissima. Siamo inoltre partner della nuova Fidelity Card biancorossa e ai nuovi clienti, abbonati alla stagione in corso offriamo un conto corrente gratuito per la durata di un anno dalla stipulazione. Per i ragazzi dei vari settori giovanili abbiamo infine pensato al nuovo ‘Conto Futuro’, un prodotto gratuito pensato per la crescita dei giovanissimi e del loro risparmio”.

13

Cosa vi spinge a questo impegno? “Siamo al fianco delle realtà sportive con la convinzione che è necessario, oggi più di ieri, sacrificarsi e contribuire alla realizzazione dei progetti più efficaci e utili al progresso della nostra comunità. Il nostro è un istituto storico, che ha oltre novant’anni di vita e il Centenario del Rimini rappresenta un’ottima occasione per rilanciare i valori sportivi in cui crediamo”. Che campionato si attende dalla squadra? “Sappiamo che tutto il gruppo produrrà il massimo sforzo per l’intero campionato: questo soddisfa noi e deve soddisfare i tifosi. La società ha prodotto un impegno importante per allestire una buona squadra e nelle mille difficoltà di ogni giorno lavora per costruirsi un futuro roseo, basato sulla valorizzazione dei giovani. Noi ci vestiamo con la giacca del tifoso, incitiamo il Rimini e confidiamo che alla fine la squadra raggiunga tutto ciò per cui sono stati fatti tanti sacrifici”.


Flash & Back Rimini – Venezia 1-1 (9° Giornata 28 ottobre 2012) RIMINI: Scotti, Gasperoni, Vittori, A. Brighi, Rosini, Valeriani (28’ st Zanigni), Spighi (39’ st Onescu), M. Brighi, Morga, Baldazzi, Maita. A disp.: Semprini, Mandorlini, Ferrari, Palazzi, Marras. All. D’Angelo. VENEZIA: Moreau, Cabeccia, Bertolucci, Princivalli, Dascoli, Battaglia, Maracchi, Taddei, Marconi (34’ st Godeas), Lauria (44’ st D’Apollonia), Franchini. A disp.: Cecchinato, Migliorini, Campagna, Scardala, Tonelli. All. Zanin. Arbitro: Tardino di Milano. Reti: 35’ pt Morga, 46’ pt Lauria Note: Ammoniti: Cabeccia, Lauria, Vittori, Taddei, Dascoli, Battaglia, Maita, Marconi.

Santarcangelo – Rimini 1-1 (10° Giornata 4 novembre 2012) SANTARCANGELO: Nardi, Fabbri, Locatelli, Obeng, Cola, Benedetti, P. Rossi (1’ st Bazzi), Baldinini, Anastasi, Oliboni, Parodi (1’ st Beatrizzotti). A disp.: Ruffato, Beccaro, G. Rossi, Papa, Pieri. All. Masolini. RIMINI: Scotti, Gasperoni (7’ st Palazzi), Vittori, A. Brighi, Rosini, Valeriani (14’ st Zanigni), Spighi, M. Brighi, Morga, Baldazzi, Maita. A disp.: Semprini, Ferrari, Onescu, Maio, Marras. All. D’Angelo. Arbitro: Pagliardini di Arezzo. Reti: 3’ st Anastasi (rig.), 47’ st Rosini. Note: Ammoniti: Locatelli, Gasperoni, M. Brighi, Nardi. Espulsi: 17’ st D’Angelo per proteste

Depliant Cataloghi Libri

a Rimini la tua tipografia

14

Brochure Biglietti Modulistica


Calendario e classifica - Lega Pro 2a Divisione Girone A 2012-2013

Il cammino del Rimini Il turno odierno 11° Giornata 11/11/2012 - ore 14.30

Prossimo turno 12° Giornata 18 /11/2012 - ore 14.30

Pro Patria - Mantova Forlì - Santarcangelo Bassano - Venezia Alessandria - Monza Bellaria - Renate Milazzo - Valle D’Aosta Castiglione - Savona Rimini - Fano Giacomense - Casale

Savona - Giacomense Renate - Milazzo Fano - Bassano Casale - Alessandria Mantova - Rimini Santarcangelo - Pro Patria Monza - Forlì Venezia - Bellaria Valle D’Aosta - Castiglione

La Classifica Totale

In Casa

Fuori casa

Squadra

Punti

G

V

N

P

GF

GS

DR

G

V

N

P

GF

GS

DR

G

V

N

P

GF

GS

DR

Savona

23

10

7

2

1

20

7

13

5

4

1

0

12

4

8

5

3

1

1

8

3

5

Castiglione

21

10

6

3

1

14

4

10

5

3

2

0

9

1

8

5

3

1

1

5

3

2

Renate

19

10

6

1

3

18

15

3

5

3

0

2

7

8

-1

5

3

1

1

11

7

4

Forlì

18

10

5

3

2

19

8

11

5

2

2

1

8

5

3

5

3

1

1

11

3

8

Pro Patria

17

10

5

2

3

19

16

3

5

3

0

2

10

8

2

5

2

2

1

9

8

1

Alessandria

16

10

5

1

4

18

8

10

5

2

1

2

9

5

4

5

3

0

2

9

3

6

Mantova

15

10

4

3

3

14

15

-1

5

2

2

1

8

8

0

5

2

1

2

6

7

-1

Bassano

15

10

4

3

3

13

11

2

4

2

1

1

6

4

2

6

2

2

2

7

7

0

U. Venezia

14

10

3

5

2

13

11

2

5

1

3

1

5

5

0

5

2

2

1

8

6

2

Monza (-4)

11

10

4

3

3

16

12

4

5

2

2

1

6

5

1

5

2

1

2

10

7

3

Santarcangelo

11

10

2

5

3

7

9

-2

6

2

4

0

6

4

2

4

0

1

3

1

5

-4

Bellaria

11

10

2

5

3

10

12

-2

4

1

3

0

6

4

2

6

1

2

3

4

8

-4

Giacomense

8

10

1

5

4

10

13

-3

5

1

0

4

4

7

-3

5

0

5

0

6

6

0

Rimini

8

10

1

5

4

8

14

-6

5

1

2

2

4

5

-1

5

0

3

2

4

9

-5

Fano (-1)

6

10

1

4

5

14

23

-9

6

1

2

3

9

16

-7

4

0

2

2

5

7

-2

Valle d' Aosta (-1)

5

10

1

3

6

12

24

-12

6

1

1

4

7

16

-9

4

0

2

2

5

8

-3

Milazzo

5

10

0

5

5

9

28

-19

4

0

2

2

3

10

-7

6

0

3

3

6

18

-12

Casale (-5)

4

10

1

6

3

11

15

-4

5

0

4

1

5

6

-1

5

1

2

2

6

9

-3

HURRARIMINI! Proprietà: AC RIMINI 1912 srl - Piazza del Popolo - Rimini www.riminicalcio.com - Tel. 0541 785960 Collaboratori: Nicola Strazzacapa, Francesco Pancari, Cristiano Cerbara, Giuseppe Bernabè, Gian Marco Porcellini, Riccardo Giannini

Servizio fotografico: Gilberto Poggi Coordinamento: Marco Ravelli, Enrico Marinò Distributori: Bruno Cavioli – Otello Sarti – Francesco Foschi Impaginazioni: R&R Servizi Grafici

15


A.C. RIMINI INDOSSA CENT’ANNI DI PASSIONE ED EMOZIONI

Acquista le maglie del Centenario A.C. Rimini disponibili presso il nuovo corner shop ufficiale dello stadio Romeo Neri! Orari di apertura: - tutte le mattine (10-12.30) - martedì e giovedì (16.30-18.30) - sabato mattina (10-12.30) - domenica (14-17 durante le partite casalinghe dell’AC Rimini) Per info: Tel. 335.5399771 • www.riminicalcio.com

Technical Sponsor:

Main Sponsor Home Jersey:

Main Sponsor Away Jersey:

Hurrà Rimini n.5 2012/2013  

Rivista ufficiale

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you