Page 1

www.reachitalia.it - www.sostieni.it - reachitalia.wordpress.com


Sommario Reach Italia, il bilancio di un anno ...................................................................(pag. 3) I progetti di solidarietà internazionale continuano nonostante le difficoltà ..............(pag. 4) Il sostegno a distanza è la via maestra, quanti dubbi sugli aiuti umanitari ............(pag. 5) Speciale BILANCIO .....................................................................................(pag.6-7) Burkina Faso volontariato tra sicurezza alimentare e visite mediche......................(pag. 8) Congo, la Pasqua nel segno dei bambini con tanti regali .....................................(pag. 9) SOS Scuola Strutture Ora Sicure ................................................................(pag. 10) Anche a Cesena la bottega del dono solidale Pranzo solidale al “Casa Gialla” a Bologna ......................................................(pag. 11)

Anno XXIV n.2 aprile-giugno 2014 - Una copia 1,00 Euro compreso IVA assolta dall’editore - art.74/c D.P.R. 633 del 26-10-1972 Editrice Reach Italia ONLUS Sede legale: Milano, Via Ceriani 4 - Sede operativa: Milano, Piazza Bertarelli 2 - tel: 02.660.400.62/02.61.75.579 fax: 02.66.010.030 www.reachitalia.it news@reachitalia.it - C.F. 97061580151 P.IVA 04237030962 - R.O.C. 12429 del 14/02/2004 - Aut. n. 88 del 23.02.90 Tribunale di Milano - Organo trimestrale di Reach Italia ONLUS - Sped. in a. p. art. 2 comma 20/c Legge 662/96 - Filiale di Milano - Direttore responsabile: Carlo Schino - Comitato di redazione: Carlo Schino, Fabrizio Fratus, Ciro Troise - Per donazioni: C/C POSTALE: 59692202 - BANCA POPOLARE DI SONDRIO ag. Cinisello Balsamo IBAN: IT54I0569632930000004444X70 - BANCA PROSSIMA filiale 05000 di Milano IBAN: IT48E0335901600100000008708 Si ringraziano gli amici di Reach Italia Notizie: GE.GRAF e 8 x mille della Chiesa Avventista

ww.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reac 2


Reach Italia, il bilancio di un anno Sostegno a distanza e progetti, non bisogna fermarsi

Siamo oramai giunti al termine di un nuovo anno scolastico in Italia. Il nostro calendario scolastico è simile a quello dei Paesi che sosteniamo in Africa e dunque è giunto il momento della pausa estiva per tutti i ragazzi che frequentano le scuole. E’ giunto il momento delle pagelle, delle valutazioni, delle considerazioni, di produrre un bilancio dell’anno trascorso. Circa 4.000 bambini hanno potuto frequentare la scuola elementare e media in Burkina Faso, Mali, Niger, Guinea Bissau, Congo e Capo Verde solo grazie al sostegno a distanza fornito dai sostenitori italiani. Esso si conferma essere il modo più sicuro e valido per contribuire allo sviluppo nei Paesi più poveri del mondo. Insegnare ai bambini a leggere, scrivere, fornire loro assistenza medica e sanitaria in un luogo sicuro come la scuola è l’unico modo per far crescere nuove generazioni in grado di costruire un mondo migliore. Sostenere un bambino a distanza e “introdurlo” nella nostra casa è un modo molto bello e intelligente per contribuire al bene comune. Senza dimenticare che basta meno di 1 euro al giorno e che l’intera donazione annuale è interamente deducibile in fase di dichiarazione dei redditi. L’appello è dunque chiaro: continuiamo a sostenere a distanza almeno un bambino che vive in situazioni di estrema povertà. Certamente non è facile. L’Italia e gran parte del mondo occidentale continuano a vivere una profonda crisi finanziaria accompagnata da un corposo decadimento di valori morali ed etici. Anche negli ambiti dove si dovrebbe fare solo del bene, si scoprono ogni giorno i soliti problemi di trasparenza. Basti pensare all’evento mondiale che si terrà a Milano nel 2015. Expo 2015 avrà come tema la nutrizione nei Paesi di tutto il mondo, sarà una vetrina internazionale e l’Italia si è già distinta per i soliti comportamenti legati all’assegnazione degli appalti per quest’evento e ai soliti noti fenomeni di corruzione nel nostro Paese. L’invito che continuo sempre a rivolgere ai nostri amici e sostenitori è quello di non scoraggiarsi e non stancarsi. Continuate a sostenere almeno un bambino a distanza tramite Reach Italia. Il nostro impegno è costantemente rivolto verso la trasparenza e tutte le nostre attività sono sottoposte a rigidi controlli da parte di organismi interni ed esterni come l’Istituto Italiano della Donazione che attesta l’uso corretto e trasparente dei fondi raccolti. Diffidate da chi non vuole essere controllato a più livelli. Nel 2014 è per noi motivo di grande orgoglio essere stati riconosciuti come partner affidabili e aver ricevuto importanti fondi per i progetti di Recupero delle Terre desertificate da parte dei Governi di Italia, Lussemburgo e dal Principato di Monaco. Non possiamo certo sprecare del denaro per sviluppare grandi campagne di comunicazione ma occorre far sapere tutto ciò ai nostri amici e sostenitori attraverso il passaparola e i mezzi di comunicazione a basso costo. Abbiamo lanciato un nuovo sito internet che vi invito a visitare per il progetto della lotta alla desertificazione: www.recuperodelleterre.it E’ un mio dovere ringraziare anche le oltre 2mila persone che hanno scelto di destinare il 5x1000 a Reach Italia. Un

LA REDAZIONE gesto importantissimo che non costa nulla ma che porta importanti risorse economiche a disposizione dei progetti in Italia e in Africa. In fase di bilancio di quest’anno è mio dovere ringraziare l’8x1000 della Chiesa Valdese per il prezioso sostegno fornito ai progetti di lotta contro la desertificazione e all’impegno per il potenziamento delle mense scolastiche delle nostre scuole. Allo stesso modo va ringraziata l’ONG ADRA Italia che gestisce i fondi dell’8x1000 della Chiesa Avventista e che collabora con Reach Italia in diverse iniziative sul territorio. Ovviamente Reach Italia continua ad essere una associazione laica e apartitica con importanti collaborazioni provenienti dal mondo cattolico come le iniziative in favore dei bambini fragili della città di Genova legate alla memoria di Don Gallo. Fare del bene per Reach Italia non ha etichette religiose e partitiche. Tutti sono benvenuti nel mondo della cooperazione per il bene con il solo vincolo di essere veramente trasparenti in ogni iniziativa.

Carlo Schino presidente di Reach Italia

I progetti di solidarietà internazionale continuano nonostante le difficoltà… Reach Italia nell’Africa sub-sahariana è tradizionalmente attiva nei settori della sanità, dell’educazione, dello sviluppo rurale, della sicurezza alimentare e della gestione delle acque oltre che delle infrastrutture. L’associazione gode di indiscussa reputazione ed apprezzamento da parte dei beneficiari e dei sostenitori. Seguendo l’indicazione dell’Ocse, in un’ottica di migliore utilizzo delle risorse disponibili, negli ultimi anni Reach Italia ha intrapreso un percorso di concentrazione delle proprie risorse verso un numero limitato di aree e Paesi prioritari, cercando al contempo di coinvolgere, in particolare per lo sviluppo dell’Africa, energie e competenze. Anche la Cooperazione Italiana (MAE) ha impostato la sua azione nei confronti del continente africano puntando, tra l’altro, su un approccio caratterizzato dall’aspirazione ad attivare tutti gli attori e gli strumenti essenziali per favorire dinamiche di sviluppo. Nonostante il difficile periodo che il nostro paese sta attraversando, ci sembra più che doveroso riconoscere la fedeltà dei sostenitori e ringraziarli perché da anni continuano a sostenere i nostri progetti in campo internazionale.

chitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitali 3


E’ sorprendente notare come la crisi italiana non metta comunque in discussione la generosità delle persone e degli enti sia pubblici che privati. Nel 2013 Reach Italia ha ricevuto diversi finanziamenti per la realizzazione di diversi progetti da vari organismi internazionali: dalla Fao, con la quale collabora ormai da diversi anni, per i progetti di supporto alle famiglie più vulnerabili in Burkina Faso; da parte della Fondazione Luxdeve della Ong Help per il sostentamento del progetto “Recupero delle terre fortemente degradate”; da parte di Lwr (Lutheran World Relief) per la distribuzione di beni umanitari a beneficio del popolo burkinabè; da parte dell’8x1000 della Chiesa Valdese e della Chiesa Cristiana Avventista del 7° giorno per il progetto “Mangio anch’io”; da parte di sostenitori privati che hanno continuato a finanziare il SaD (Sostegno A Distanza) per i bambini inseriti nelle nostre scuole e per i ragazzi che frequentano il CFM (Centro di Formazione Meccanica) a Ouagadougou. A tutti questi Reach Italia deve dire grazie perché è per loro che gli obiettivi prefissati per il 2013 sono stati raggiunti. Gli ambiti dove interviene Reach Italia sono diversi: dall’Istruzione primaria alla formazione professionale, dallo sviluppo comunitario all’intervento nelle emergenze. Tutto questo in aree rurali completamente prive di servizi, dove le famiglie vivono in estrema povertà e la frequenza scolastica è bassissima (anche < 30%). Il nostro obiettivo primario è sempre stato quello di sostenere la scolarizzazione primaria dei bambini, in particolare i più svantaggiati e le bambine, provvedendo al pagamento di tutte le spese connesse alla frequenza della scuola e al benessere psico-fisico del bambino, realizzando interventi per il miglioramento dell’ambiente scolastico a giovamento di tutti quelli che frequentano la scuola. Da alcuni anni abbiamo pensato di lanciare parallelamente un progetto di formazione professionale che all’alfabetizzazione di base aggiunga l’apprendimento di un mestiere per garantire un futuro migliore. Cominceremo con quest’articolo ad illustrare i risultati ottenuti nell’arco del 2013 nei diversi progetti. Avrete modo nei prossimi numeri di visionare i risultati degli altri progetti realizzati. Titolo del progetto: Supporto delle famiglie vulnerabili nelle provincie di Séno, Ganzourgou e Zondoma in Burkina Faso Finanziatore: Fao La zona d’intervento dell’ONG: L’ONG Reach Italia copre tutta la regione del Sahel con i suoi interven-

ti. Dispone di due sedi di coordinamento dei progetti: una nella provincia dell’Oudalan a Gorom Gorom e una nella provincia di Séno a Dori. Quest’ultima ospita il coordinamento del Sahel. La realizzazione delle attività di progetto rispettivamente per la provincia del Yagha (Sebba) e di Soum (Djibo) è assicurata per la prima dalla sede di Dori e per la seconda dalla sede di Gorom Gorom. Nei periodi d’intensa attività viene assunto nuovo personale a sostegno del personale già in forza. Periodo d’intervento: Il progetto è stato eseguito nella provincia del Séno nei comuni di Bani, Gorgadji e Dori da Maggio 2013 a Febbraio 2014. Obiettivi: • identificare 200 famiglie vulnerabili nella provincia del Séno beneficiarie di caprini e ovini secondo il progetto; • distribuire ai beneficiari del progetto pecore e capre per la riproduzione ed alimenti per il bestiame; • distribuire materiali di coltura per foraggi; • eseguire la profilassi per i vaccini degli animali dei beneficiari; • restaurare 200 ettari di terra degradate; • collaborare con i servizi tecnici e sociali nella formazione dei beneficiari; • accompagnare i beneficiari nelle loro attività d’allevamento anche nel futuro.

• • • • • • • • •

Risultati: 360 capre (120 maschi + 240 femmine) sono stati distribuiti a 120 famiglie in 6 villaggi dei comuni di Bani e Dori; 240 pecore (80 maschi e 160 femmine) sono stati distribuiti a 80 famiglie del comune di Gorgadji; 600 fra ovini e caprini sono stati distribuiti e trattati (vaccinazioni + trattamento dei parassiti); 20 tonnellate di alimenti da bestiame sono state distribuite alle 200 famiglie beneficiarie degli animali; 300 kg di sementi di foraggio “niébé” sono stati distribuiti a 75 famiglie (4kg/beneficiario); 500 kg di sementi di foraggio “sorgho” distribuiti a 125 famiglie (4kg/beneficiario); 200 falci sono state distribuite a 200 famiglie; 4.626 balle di foraggio “niébé” pari a 13.878 kg sono state raccolte; 2.185 balle di “sorgho” pari 10.925 kg sono state raccolte;

ww.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reac 4


• • • • • •

161 gestazioni; 4 animali venduti a 65.000 FCFA contro 3 acquisti; 286,5 sacchi da 50 kg di mangime sono stati consumati dagli animali; 200 famiglie sono stati seguite nelle loro attività; 225 ettari di terre degradate sono stati arati e poi seminati dalle popolazioni locali; 6 corsi di formazioni sulla gestione della terra recuperata sono stati organizzati per i responsabili ed i leader dei villaggi così come ai giovani e alle donne dei villaggi beneficiari. Totale finanziato 61.400 Euro

Manuela Faedda, responsabile area progetti di Reach Italia

Il sostegno a distanza è la via maestra, quanti dubbi sugli aiuti umanitari Tra corruzione e sprechi, l’assistenza in Africa è stata infruttuosa. La svolta è nella cooperazione e nel sostegno a distanza Dambisa Moyo, economista dello Zambia, a giugno del 2009 ha pubblicato un libro che ha scosso parte dell’opinione pubblica. Il titolo è “La carità che uccide”, esso descrive gli aiuti occidentali come una forma di paternalismo autoritario. Secondo la scrittrice africana, il “continente nero”, più che usufruire degli aiuti, dovrebbe rendersi conto che essi finora hanno danneggiato i popoli dei paesi più poveri del mondo. Per il pensiero di Moyo, il sistema degli aiuti umanitari ha creato nell’Africa il mito per cui non si può crescere senza il sostegno altrui. Moyo nel suo testo poi prende di mira la corruzione politica, i rapporti particolari tra alcune associazioni e i governi, le lobby che s’avvantaggiano degli aiuti per acquistare voti e finanziare interessi particolari. A distanza di cinque anni le tesi di Dambisa sono ancora valide, bisogna insistere sulla via maestra dell’autosviluppo. «Una cosa è certa, la dipendenza dagli aiuti non ha funzionato. Bisogna fermarne il ciclo», questa frase di Moyo fa sintesi sul disastro rappresentato dal sistema paternalistico. Il Governo italiano può fare la sua parte, concentrando l’attenzione su una politica nuova in merito alla cooperazione internazionale e aiutando sempre di più in maniera trasparente le ONG che operano nel campo del sostegno distanza. Ci sarà dal 1 Luglio il semestre di Presidenza italiana nell’Unione Europea, potrebbe essere l’oc-

casione per strutturare a livello internazionale un confronto tra le ONG e i governi in modo che alla cooperazione collabori chi realmente conosce le esigenze dei Paesi aiutati. L’esercito dei sostenitori in Italia rappresenta una grande esperienza di solidarietà, un sostegno concreto compiuto attraverso varie ong dai cittadini. Il sostegno a distanza, se ben gestito, significa diritto allo studio, alle cure mediche, a un’alimentazione sana e magari, quindi, anche inserimento nel mondo del lavoro. E’ questa la strada per lo sviluppo dei paesi più poveri, ripartire dalla cultura e dei bambini per creare nuove opportunità e favorire le idee per la crescita economica. Il SaD va integrato ai progetti di cooperazione internazionale che hanno ben altri effetti rispetto agli aiuti umanitari: non sono fondi a pioggia affidati nelle mani di governi o istituzioni ma percorsi concreti per migliorare le condizioni di vita delle persone. Dalla fertilità della terra alla sicurezza delle scuole, dai viaggi solidali a centri di formazione per l’inserimento nel mondo del lavoro; sono tanti i settori d’intervento in cui le ong italiane creano percorsi per l’autodeterminazione e lo sviluppo economico dei paesi più poveri del mondo. Una di queste è Reach Italia Onlus, nata nel 1988 che insiste molto sulla trasparenza del proprio impegno, come dimostra l’adesione all’Istituto Italiano della Donazione. “Basta andare qualche volta in Africa per capire ciò di cui hanno bisogno paesi come il Burkina Faso, il Niger, il Mali, alcuni di quelli in cui opera Reach Italia. Non sono i soldi a cambiare la vita ma percorsi che puntino a potenziare l’istruzione, gli ospedali, la sanità, a rendere fertili i terreni, a creare centri di formazione per imparare i mestieri. Reach Italia segue vari progetti per raggiungere questi obiettivi, il nostro auspicio è che siano sempre più persone a crederci. Non gli aiuti umanitari ma sostegno a distanza e progetti di cooperazione internazionale sono gli aspetti su cui insistere”, così si è espresso Fabrizio Fratus, responsabile comunicazione di Reach Italia Onlus, associazione operante in sette paesi in Africa: Burkina Faso, Niger, Congo, Capo Verde, Guinea Bissau, Mali, Ruanda, con il contributo attivo delle comunità locali. La partecipazione delle persone, la condivisione dei progetti sul territorio sono elementi imprescindibili, l’autodeterminazione è la strada da seguire, il sostegno a distanza la via maestra.

Ciro Troise Si ringrazia la Voce d’Italia per averci concesso la pubblicazione di quest’articolo

Dona il tuo 5 x MILLE a REACH ITALIA Non costa nulla ma può fare tanto!

97061580151 Metti la tua firma per la solidarietà!

chitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitali 5


REACH ITALIA ONLUS

speciale BILANCIO

Sede in Piazza L.V. Bertarelli, 2 - 20122 Milano (MI) PERSONA GIURIDICA D.M. 23/12/97 - CANC. TRIB. MILANO N.1588 - VOL. 67 PAG.287 - C.F. 97061580151

STATO PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI VERSO ASSOCIATI

31.12.2013

31.12.2012

0

0

B) IMMOBILIZZAZIONI I.IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1) COSTI DI RICERCA,SVILUPPO E PUBBLICITA' 2) SOFTWARE 3) SPESE MANUTENZ DA AMMORT 4) ONERI PLURIENNALI II. IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 1) TERRENI E FABBRICATI 2) MOBILI E ARREDI 3) IMMOBILI ED EDIFICI C/PROGETTI 4) MACCHINE UFFICIO ELETTR ED ELETTRONICHE 5) UNITA' MECCANICHE RECUPERO TERRE 6) ATTREZZATURE SPECIFICHE CFM 7) ATTREZZATURE GENERICHE COORD BF

0 6.019 0 0

0 12.039 0 0

89.057 673 3 2.635 27.078 0 0

89.057 961 2 4.418 19.744 0 0 125.465

0 825 0

III IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE B. TOT IMMOBILIZZAZIONI

       

   

126.221 0 825 0

825

825

126.290

127.046

666 25.092

9.091 3.806 206.483

                                     









14.469 3.237 185.287

0 0

202.993 0 0

0 268.670 3.475 3.508 30





  

  

 

 

  

       

9.954

219.380

ATTIVITA' FINANZIARIE C IV. DISPONIBILITA' LIQUIDE 1) DEPOSITI BANCARI E POSTALI 2) BANCHE C/PROGETTI 3) CASSA EURO 4) CASSA DIVISA ESTERA

1.688 8.266 25.758

CREDITI C III. ATTIVITA' FINANZIARIE NON IMMOBILIZZATE 1) PARTECIPAZIONI 2) ALTRI TITOLI

 

  

               

RIMANENZE C II CREDITI 1) CREDITI VERSO CLIENTI 2) CREDITI V/ ERARIO E CTO AFFRANCATRICE 3) ALTRI CREDITI

  

C. ATTIVO CIRCOLANTE C I RIMANENZE 1) RIMANENZE GADGET 2) RIMANENZE ARTIGIANATO AFRICANO

 

     

I. IMMOBILIZZAZIONI NETTE III.IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE 1) PARTECIPAZIONI 2) CREDITI 3) ALTRI TITOLI

        

0

              





 

 





  

  

  





             

  

  





 

     

280.223 23.828 3.458 30

      

IV. DISPONIBILITA' LIQUIDE

275.683

307.539

C. TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE

520.821

520.486


REACH ITALIA ONLUS Sede in Piazza L.V. Bertarelli, 2 - 20122 Milano (MI) PERSONA GIURIDICA D.M. 23/12/97 - CANC. TRIB. MILANO N.1588 - VOL. 67 PAG.287 - C.F. 97061580151

31.12.2013

RENDICONTO DI GESTIONE: PROVENTI 1. PROVENTI ISTITUZIONALI 1A. PROVENTI PER SOSTEGNO A DISTANZA 1.1 CONGO KATANGA 1.2 CONGO NORD KIVU 1.3 NIGER 1.4 BURKINA FASO 1.5 CAPO VERDE 1.6 GUINEA BISSAU 1.7 RWANDA 1.8 MALI 1.9 INDONESIA 1.10 BRASILE 1.11 REPUBBLICA DOMINICANA

114.080 67.618 212.910 187.859 43.700 92.419 57.597 135.251 0 0 300

1. TOT PROVENTI PER SOSTEGNI 1B. PROVENTI PER PROGETTI SPECIALI PROVENTI PER PROGETTI SPECIALI

337.580

1A+B TOT PROVENTI PER SOSTEGNI E PROGETTI

A. TOTALE PROVENTI DA ATTIVITA' ACCESSORIE 4. PROVENTI FINANZIARI E PATRIMONIALI 4.1 DA RAPPORTI BANCARI E POSTALI 4.2 DA ALTRI INVESTIMENTI FINANZIARI



   





 





997.323

  









  





 





 





 



 







395.292

1.249.314

1.392.615



       

 







                  

95.179



        

      

85.445 9.734 0 83.934



     

337.580



  

      





 

 

     





     

280 76.026 297

240 78.914 388 76.603

79.542

1.297 0

997 0

0 363

0 1.254

TOTALE PROVENTI

1.411.512

1.569.585

DISAVANZO ESERCIZIO TOTALE A PAREGGIO

31.329 1.442.841

0 1.569.585

5. PROVENTI STRAORDINARI 5.1 SOPRAVVENIENZE ATTIVE 5.2 PROVENTI STRAORDINARI

  

     

395.292

80.363 3.571 0

2. TOTALE PROVENTI DA RACCOLTA FONDI 3. PROVENTI DA ATTIVITA' ACCESSORIE 3.1 PROVENTI DA ASSOCIATI 3.2 PROVENTI DA 5 PER MILLE 3.3 PROVENTI DIVERSI E RIMBORSI

132.049 76.365 217.433 208.844 47.722 105.193 51.858 154.843 2.566 450 0 911.734

1B TOT PROVENTI PER PROGETTI SPECIALI

2. PROVENTI DA RACCOLTA FONDI 2.1 PROVENTI DA RACCOLTA FONDI SEZIONI 2.2 PROVENTI DA RACCOLTA FONDI SEDE 2.3 PROVENTI DA ATTIVITA' CONNESSA EDITORIALE

31.12.2012

     





    





  





    





    





 

 

 

 

                       





















                     

RENDICONTO DI GESTIONE: ONERI IMPIEGHI ED ONERI PER ATTIVITA' ISTITUZIONALI 1A. IMPIEGHI PER SOSTEGNO A DISTANZA

           







ww.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it- reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitali


DALL’AFRICA

Burkina Faso volontariato tra sicurezza alimentare e visite mediche Per me l’anno 2014 inizia con un soggiorno a Dorì, per scoprire insieme alla squadra che opera nel nord del Burkina le attività riguardanti il progetto di sicurezza alimentare all’interno della collaborazione di Reach Italia con FAO e PAM. Nei piccoli villaggi lontani dalle città, la gente vive con l’autoconsumo, con produzioni proprie. Noi li aiutiamo distribuendo loro i semi in previsione della crisi alimentare. Distribuiamo anche animali domestici come ovini e caprini, che presi in carico dagli agricoltori, sono destinati a crescere e aumentare numericamente. Il nostro viaggio nei piccoli villaggi ha lo scopo di monitorare le attività degli agricoltori e l’uso corretto dei doni ricevuti. Inoltre portiamo sostegno, consiglio, aiuto per trovare soluzioni ai problemi e incoraggiamento per lo sviluppo delle loro attività. La formazione riguarda anche la consapevolezza delle aree di gestione del recupero e dello sfruttamento delle risorse naturali. Per incoraggiare la partecipazione da parte dei contadini, i costi del viaggio e dei pasti, per i partecipanti, sono coperti dai fondi per la cooperazione internazionale dell’associazione. Sono particolarmente colpita da questa realtà in cui le persone vivono e mangiano quello che producono, lontano dalla civiltà. Si organizzano la vita in base alle proprie produzioni, senza tanti fronzoli. La vita sembra semplice: le donne setacciano il miglio mentre la vita degli uomini si misura in chilometri percorsi a passo lento insieme al gregge. Sto riflettendo sulla vita molto comoda ma tanto più frenetica che la civiltà ci ha procurato, nella nostra società dove dobbiamo realizzare tutto e subito. Ai primi di marzo, il nostro team si dedica ai progetti di scolarizzazione. La squadra è composta dal coordi-

Nemena, l’infermiere distribuisce i medicinali

Distribuzione di capretti a Dorì

natore, l’animatrice, l’infermiere e me stessa, partiamo per Nemena e Soutoura per il consueto controllo del secondo trimestre. Il programma prevede la redazione delle lettere di Pasqua per i sostenitori, la visita medica ai bambini, la distribuzione di sapone ai bambini, il rifornimento con prodotti farmaceutici, il controllo del progetto delle mense scolastiche, un corso di formazione di primo soccorso per gli insegnanti e un incontro di sensibilizzazione dei genitori circa l’importanza della frequenza scolastica. Arriviamo presso la scuola Soutoura alle 8.30 del mattino; insieme all’animatrice ci diamo da fare per raccogliere le lettere dei tantissimi bambini ammassati nelle classi. Ogni bambino ha scritto la sua lettera e l’ha decorata con tanti colori, adesso noi abbiamo il compito di leggere le lettere e correggere gli errori di francese. A mezzogiorno abbiamo già raccolto le centosette lettere dei bambini divisi in sei classi elementari. Nel frattempo l’infermiera prende nota del peso e dell’altezza di tutti i bambini e distribuisce il sapone ad ognuno di loro. Consumiamo il pranzo, preparato nella mensa, insieme agli insegnanti e notiamo la felicità dei bambini che mangiano a scuola grazie al progetto di Reach Italia. Dopo pranzo, i bambini escono a giocare nel cortile sotto gli alberi oppure si organizzano per rivedere i compiti in piccoli gruppi. Dopo la pausa pranzo, l’infermiere dà inizio al corso di primo soccorso per gli insegnanti, i partecipanti si dimostrano molto interessati. Gli insegnanti possono fare le loro domande al riguardo e parlare di situazioni concrete in cui si necessita del primo soccorso. A fine giornata, facciamo una visita medica a domicilio per medicare il dito ferito di un bambino e verificare le sue condizioni di vita. Incontriamo lo zio con cui il bambino vive e dialoghiamo insieme sull’importanza delle cure mediche e dell’igiene. Lo zio è commosso dalla nostra visita, ci ringrazia e promette di mettere in pratica i consigli ricevuti. Il secondo giorno svolgiamo le stesse attività nella scuola di Nemena. La sera visitiamo due bambini e portiamo loro i medicinali di cui necessitano; anche i genitori sono molto riconoscenti per le nostre cure. Per ringraziarci ci regalano un pollo. Dopo questa immersione in una vita completamente diversa dalla mia, prendo veramente coscienza di questa realtà, al di là delle immagini e delle rappresentazioni che avevo potuto ricevere prima dai media. Soprattutto mi rendo conto di quanto questi incontri unici mi abbiano arricchita, cambiando certamente in modo durevole il mio punto di vista sul mondo e su me stessa.

Léonnore, volontaria

ww.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reac 8


Congo, la Pasqua nel segno dei bambini con tanti regali I bambini sostenuti a distanza da Reach Italia Onlus in Congo hanno vissuto con immensa gioia la festa di Pasqua anche quest’anno. Ognuno di loro ha ricevuto un dono speciale e ha potuto festeggiare una ricorrenza spirituale che coinvolge l’intero mondo. Per molti di loro frequentare la scuola è un dono immenso che dà gioia e arricchisce, e per questo sono molto grati ai sostenitori di Reach Italia. I bambini che appartengono al progetto hanno ricevuto spazzolini per i denti, saponette, magliette e palloni

Anche i piccolini della scuola materna ringraziano per i doni

Le magliette ricevute in dono sono state molto apprezzate

Distribuzione dei regali di Pasqua a Rwese, Nord Kivu

Da 25 anni Reach Italia si impegna a garantire ai bambini dell’Africa i propri diritti attraverso il sostegno a distanza e ai progetti di cooperazione internazionale allo sviluppo

4

Con il progetto Mangio Anch’IO, REACH ITALIA garantisce 1 milione di pasti ogni anno scolastico ai bambini che frequentano le scuole in Africa. Il cibo è un diritto di TUTTI!

stagione secca. I bambini sono stati contentissimi di ricevere nuove e belle magliette. In questo modo i bambini indigenti si sentono protetti e amati dai loro sostenitori a distanza perché grazie alla loro generosità possono avere questi doni che magari a noi possono sembrare scontati. Il freddo sarà meno aggressivo grazie a questi doni generosi. Una partita di calcio, con i nuovi palloni, ha concluso il momento della distribuzione dei doni di pasqua. E’ finita 1-0 a favore della squadra del Rwese. Una gara sempre nel segno della gioia per questi bambini che hanno potuto così lanciare un messaggio di ringraziamento a tutti i sostenitori per i doni pasquali.

Godefroid Chalwe, coordinatore progetto Reach Congo € 2.50

Reach Italia ONLUS missione bambini www.reachitalia.it

I piccoli calciatori di Rwese felici dopo la partita

Gesti di solidarietà

da calcio. Queste vacanze di Pasqua sono state più belle proprio perché sono state accompagnate da questo momento della distribuzione dei regali, che rappresenta sempre una festa per loro. I bambini gioiscono quando ricevono un regalo utile, bello e colorato ma ancora di più quando è un giocattolo. Questi regali sono stati portati e distribuiti nelle scuole del progetto Congo con l’aiuto del segretariato delle scuole. Le immagini che pubblichiamo mostrano i bambini mentre ricevono il sapone davanti all’ufficio di coordinamento di Reach R.D.Congo a Rwese, nel nord Kivu. In seguito, nel Katanga, gli allievi hanno ricevuto del vestiario per proteggersi contro il freddo poiché a maggio inizia la

chitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitali 9


RACCOLTA FONDI

SOS Scuola Strutture Ora Sicure

Visitando le scuole di Reach Italia dove il progetto Man gio Anch’io era operativo, i responsabili dell’associazione si sono resi conto che uno tra i bisogni più impellenti, oltre al cibo, è quello di mettere al più presto in sicurezza gli edifici scolastici.

futuro ad un Paese così povero solo attraverso l’istruzione; perciò Reach Italia si impegna a sostenere i bambini durante il periodo della formazione. Dal punto di vista economico Reach Italia lavora in Burkina Faso anche per allargare il microcredito, cioè piccoli prestiti rivolti a imprenditori e contadini che non hanno i requisiti minimi per ottenere accesso al sistema bancario tradizionale, anche alle donne. Inoltre per valorizzare al meglio l’agricoltura, la nostra associazione punta al progetto del recupero delle terre fortemente degradate a fini agro-pastorali. L’obiettivo di “SOS Scuola” è dunque di fornire alle comunità locali strutture scolastiche adeguate per un regolare processo di apprendimento, mediante la ristrutturazione delle aule esistenti e la costruzione di nuove latrine e della mensa. Il progetto prevede anche la manutenzione alle attrezzature già esistenti come banchi e armadi. L’obiettivo del progetto “SOS Scuola” in Burkina Faso è intervenire nelle strutture già esistenti adibiti all’istruzione primaria. A tal fine si prevede di: • acquistare sedie ed armadi nelle aule dove mancano per la scuola di Bethel e di Soutoura; • riparare i tavoli dei banchi della scuola di Soutoura • costruire il locale mensa nella scuola di Bethel e Soutoura; • costruire l’ufficio del direttore nella scuola di Soutoura • costruire un gruppo di sei latrine nella scuola di Soutoura MALI: Diviso a metà tra il deserto del Sahara e l’arida fascia del Sahel, il Mali è uno dei paesi più grandi dell’Africa occidentale. Ricoperto per due terzi circa dal deserto, il Mali è caratterizzato da un paesaggio piuttosto arido che solo nella parte meridionale lascia spazio a alcune foreste. L’unico corso d’acqua degno di questo nome è il Niger, che per buona parte del suo percorso segna il confine tra il Sahara e il Sahel. Le condizioni di vita sono estremamente difficili: secondo le ultime statistiche quasi i tre quarti della popolazione vivrebbero sotto la soglia di povertà, con un reddito medio per abitante di meno di 300 dollari all’anno (ma in realtà buona parte dei maliani vive con molto meno). Il tasso di scolarizzazione è appena del 26%, quello di alfabetizzazione del 19%, la mortalità infantile è all’11% e la speranza di vita non supera i 50 anni. Il nostro lavoro si concentra proprio sul sostegno ai bambini durante la fase della formazione, perché siamo convinti che l’istruzione sia il fattore principale per lo sviluppo. L’obiettivo del progetto è quello di assicurare alle quattro scuole coinvolte delle strutture attrezzate e sicure per ospitare i centinaia di bambini che le frequentano. La scuola di Dourako necessita di alcuni urgenti interventi di manutenzione, soprattutto per i tetti di cui vanno cambiate le lastre. E’ necessario poi imbiancare l’interno e l’esterno di tre aule.

Il progetto “SOS SCUOLA” nasce nel 2014 inserendosi in un contesto che coinvolge migliaia di bambini e decine di strutture scolastiche. I bambini in Africa vogliono studiare! Questa volontà è dimostrata in maniera impressionante dal fatto che gli studenti per andare a scuola devono percorrere a piedi ogni giorno fino a 10 chilometri sotto un caldo cocente (40 gradi!) oppure sfidare la pericolosa stagione delle piogge. Non ci sono scuolabus e i bambini non sono accompagnati a scuola dai genitori. Anche i bambini di 6 anni devono affrontare da soli la lunga strada in quanto non c’è una scuola in tutti i villaggi. Spesso, poi, le scuole vertono in condizioni davvero difficili sia dal punto di vista strutturale che per l’incapacità di soddisfare i bisogni di popolazioni molto numerose. E’ in questo contesto che Reach Italia si è rimboccata le maniche, iniziando un lavoro di completa ristrutturazione degli edifici scolastici e delle attrezzature per la gioia di studenti e insegnanti. Tetti, muri, pavimenti, latrine, banchi, lavagne, cattedre e attrezzature sanitarie sono oggetto di verifiche e studi da parte di tutti i coordinatori dei diversi paesi in cui Reach Italia opera per rispondere, in ordine di priorità, le necessità impellenti delle strutture scolastiche. Questo progetto si realizza in Manuela Faedda, responsabile area progetti 5 paesi: Burkina Faso, Niger, Mali, Guinea Bissau e Repubblica democratica del Congo. Per iniziare, nel 2014 si è scelto di intervenire in Burkina Faso e in Mali. REACH ITALIA ONLUS missione bambini BURKINA FASO: www.reachitalia.it L’economia del Burkina Faso è una delle più Con il progetto SOS Scuola, REACH ITALIA arretrate del mondo, anche se negli ultimi anni c’è stato sponsorizza lavori di manutenzione e qualche miglioramento, grazie all’investimento del Gomessa in sicurezza degli edifici scolastici verno, che ha individuato delle filiere agricole prioritaper il buon svolgimento del processo educativo. rie (cereali, tuberi, cotone, frutti, legumi, oleaginose, niébé). Con una popolazione prevalentemente agricola Tutti i bambini hanno il diritto di studiare e formarsi in tutta sicurezza. – circa il 90% impegnata nell’agricoltura di sussistenza Con Reach Italia - il tasso di povertà è fortemente legato al progressivo LA SCUOLA E’ UN REGALO PER LA VITA! degrado delle condizioni climatiche. Si può garantire un

Tutti gli articoli della sezione Dall’Africa sono stati tradotti cercando di mantenere la forma e l’autenticità dell’originale ricevuto dai nostri collaboratori in Africa

ww.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reac 10


DALLE SEZIONI

Anche a Cesena la bottega del dono solidale Genova, Milano, Firenze, alla mappa delle botteghe del dono solidali si aggiunge anche Cesena. Dopo un lungo lavoro di mesi trascorsi alla sistemazione dei locali, il 17 Maggio scorso abbiamo inaugurato la bottega con una iniziativa che ha coinvolto tante persone. La struttura è ubicata in piazza Moretti, nei pressi di un supermercato, e di una decina di attività commerciali e di ristorazione. A pochi passi gli uffici di presidenza del quartiere Fiorenzuola, che raccoglie 15.000 abitanti della zona Sud di Cesena. Il progetto attuato in collaborazione con la sezione locale di Adra Italia vede l’impegno dei volontari delle due associazioni che si alterneranno in questa fase in otto aperture settimanali. Ottima la risposta, in questi giorni antecedenti l’apertura, dei residenti, degli amici, di alcune attività economiche che

A Cesena, una bottega ricca di solidarietà

hanno permesso di riempire gli scaffali con materiale di ogni genere. L’allestimento più significativo è stato, però, realizzato con l’oggettistica proveniente dal Burkina Faso, dal Niger e dal Nepal. I proventi ottenuti con la bottega saranno inviati ai progetti di cooperazione internazionale svolti in questi territori. La bottega permette di ospitare opere d’arte realizzate da pittori e scultori locali che si alterneranno nel presentare i lavori realizzati. Parte della vendita di queste opere sarà devoluta ai progetti di cooperazione internazionale di Reach Italia. Nell’ambito della serata, che ha visto l’intervento del presidente di Reach Italia Carlo Schino, del referente di Adra Italia Valentina Marciano, e del presidente del quartiere Fiorenzuola Gianni Ceredi, erano presenti il gruppo alpini di Cesena che ha cucinato ed offerto la polenta a tutti gli intervenuti. La piadina romagnola e tanta pizza hanno completato il buffet offerto alle circa cento persone presenti all’inaugurazione. Con questa nuova attività, Reach Italia desidera consolidare sul territorio cesenate un contatto significativo con i propri sostenitori.
Vi aspettiamo in via Carlo Emilio Gadda, 300, per info potete contattarci al 335/1240730.

Giovanni Benini, responsabile area unità locali

Pranzo solidale al “Casa Gialla” a Bologna Il 1 e il 18 Maggio ci sono stati due eventi significativi ad opera di Reach Italia Bologna. Il giorno della festa dei lavoratori la sezione di Bologna ha organizzato uno stand presso una manifestazione di ballo tenutasi nel centro sociale “Casa Gialla” di Via Zanardi che ospita le attività della nostra associazione. Domenica 18 Maggio si è tenuta una bellissima iniziativa, un pranzo solidale che ha coinvolto settanta persone, che hanno gustato piatti della splendida cucina emiliana. Con questi due eventi sono stati raccolti circa 800 euro, un ottimo risultato per i progetti di Reach Italia. “Casa Gialla” sarà il punto di riferimento di Reach Italia a Bologna per tutta l’estate.

Bologna, pranzo solidale con amici e volontari

Comunione, battesimi, matrimoni; sono eventi speciali della nostra vita, momenti che non dimentichiamo facilmente. Sarebbe ancora più emozionante se questi momenti avessero una missione solidale. Potete fare voi la differenza, scegliendo di realizzare le pergamene dell’evento con Reach Italia. Contattateci telefonicamente allo 02.66040062, 02.6175579 oppure tramite email (sostegno@reachitalia.org)

chitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitalia.it-reachitalia.wordpress.com-www.reachitali 11


SOSTIENI A DISTANZA UN BAMBINO, RITAGLIA QUESTO MODULO E SPEDISCICELO via email all’indirizzo: sostegno@reachitalia.org oppure via fax allo 02.66010030 Ti contatteremo al più presto e ti invieremo la carta d’identità con la fotografia del TUO bambino e l’indirizzo per corrispondere direttamente con lui. Nome ........................................................................ Cognome........................................................................ Telefono/cellulare ........................................................ Indrizzo email ................................................................

SOSTEGNO A DISTANZA significa scuola, cibo, assistenza sanitaria, speranza...

La scuola è un regalo per la vita!

Reach Italia Notizie, il secondo numero del 2014  

Il periodico "Reach Italia Notizie", il secondo numero del 2014 dell'associazione che opera dal 1988 su sostegno a distanza e cooperazione i...

Advertisement