Issuu on Google+

NOVEMBRE 2012

Rally Costa Smeralda Rally di Como Rally di Spagna Rally di Cipro


’ finito novembre e con esso gli ultimi titoli in palio diventano definitivi: si conferma campione del mondo e vince anche l’ultimo appuntamento in Spagna; vincono al Rally Costa Smeralda, consegnando anche il titolo Costruttori alla Peugeot, vincono anche l’ultimo appuntamento del Trofeo Rally Terra in terra sarda e chiusono da campioni imbattuti questo 2012; vincono il Trofeo Rally Asfalto nella finale a Como, chiudendo alle spalle di quello che ormai si può dichiarare un rallysta vero, dal piede pesante, Robert Kubica. a Cipro fa passerella, per conquistare per la seconda volta consecutiva il titolo IRC, serie che ha chiuso i battenti proprio in terra cipriota, per volere del promoter , che ora seguirà, si spera con altrettanta fortuna, la serie continentale della FIA. ovembre come tradizione si chiude con la kermesse monzese,

capace di portare in pista una qualità di vettura e una quantità di pubblico come raramente, per non direi mai, si vedono durante l’anno. Al abbiamo dedicato un numero di Rallylink Magazine a parte, che trovate in linea assieme a questo numero sugli eventi di novembre. on il Monza Rally Show si chiudono anche le nostre dirette Web per quest’anno, in grado di catalizzare l’attenzione di oltre nei quattro giorni della manifestazione. Un numero veramente alto, unito alle centinaia di migliaia di pagine consultate, di immagini e di video: un grazie a tutti Voi che ci seguite e che ci date lo sprono per continuare. i sembrava giusto, infine, inserire in questa presentazione l’immagine di la vera rivelazione del 2012 ed una speranza del futuro prossimo per questo magnifico sport. Auguri di Buone Feste a tutti Voi o staff di Rallylink

Novembre 2012 - Pubblicato il 6 dicembre 2012 Per informazioni: info@rallylink.it


L’ultimo sigillo è Paolo Andreucci

Tutte le foto del servizio sono di Ma


è ancora di i

assimo Bettiol tranne ove diversamente indicato


Il 31° Rally Costa Smeralda è l’ultima gara del Campionato Italiano Rally 2012. Dopo il titolo piloti assegnato a Paolo Andreucci ed Anna Andreussi al termine del Rallye Sanremo, la sfida riguarda l’attribuzione del campionato costruttori conteso tra Peugeot e Skoda. Gara solitaria in testa per Andreucci subito balzato al comando ed abile ad interpretare la prima prova inedita per distanziare i suoi avversari: Scandola ed Albertini hanno occupato i posti d’onore dalla prima prova al traguardo, con il secondo che ha accumulato preziosa esperienza in una gara per lui nuova. Trentin ha nuovamente primeggiato tra i protagonisti del Trofeo Terra salendo in quarta piazza dopo lo stop di Dettori nella seconda prova; il pilota locale sul quale riposavano le speranze di titolo costruttori della Skoda dopo il quarto tempo nel primo parziale ha dovuto fare ricorso al rientro in gara dopo lo stop nella PS 2 prima di sbattere definitivamente nel secondo giorno. Ricci ha quindi preceduto Gianfico che ha conquistato il campionato di gruppo N nel terra dopo il ritiro per rottura meccanica del suo rivale Pierangioli. Cenedese ha badato a fare esperienza dopo essere anch’egli rientrato nella seconda tappa chiudendo settimo davanti al primo dei locali Orecchioni, Biolghini e Murtas primo tra le 2RM dopo le disavventure di Catania.


Paolo Andreucci


La cronaca La qualifying stage disputata nella mattinata di venerdì si conclude con una tripletta delle Peugeot 207 S2000; Andreucci precede Albertini e Trentin, Scandola (Skoda Fabia S2000) è quarto davanti a Ricci (Subaru Impreza R4), Gianfico (Mitsubishi Lancer N4) e Cenedese (Ford Fiesta S2000). La successiva scelta dell’ordine di partenza condizionata anche dall’incertezza sulle condizioni meteo vede Cenedese scattare per primo davanti ad Albertini, Trentin, Scandola, Ricci, Gianfico, Andreucci ed a seguire gli altri non prioritari capitanati da Dettori (Skoda Fabia S2000). Prima tappa in un caldo e soleggiato Venerdì pomeriggio (3 PS – 47 km), con tre passaggi sulla prova inedita di Cantiere Viteddi; Andreucci si aggiudica il primo parziale con un distacco pesante (oltre 1”/km) su Scandola che chiude secondo precedendo Albertini e Dettori. Il secondo passaggio vede nuovamente la vittoria del pilota Peugeot su Scandola ed Albertini terzo nonostante una toccata al posteriore. Testacoda per Trentin. Si fermano Cenedese e Dettori per problemi meccanici. Il terzo passaggio viene annullato in seguito al ritardo accumulato per rimuovere una vettura ferma lungo il percorso. La prima tappa si chiude quindi con Andreucci

che precede Scandola ed Albertini. Trentin è quarto e primo dei piloti del Trofeo Terra, davanti a Ricci e Gianfico. Chiudono la top ten Walter Pierangioli (Mitsubishi Evo IX N4), Masino Orecchioni (Subaru Impreza N4) Pablo Biolghini (Mitsubishi Evo X R4) ed Alessandro Ruju (Mitsubishi Lancer N4). Dettori e Cenedese sono 12° e 13°, subito dietro Davide Catania (Citroen Ds3 R3t), primo tra le 2RM Seconda ed ultima giornata di gara Sabato (6 PS – 71 km) sotto un caldo sole; Andreucci si aggiudica il primo impegno davanti alle Skoda di Scandola e Dettori; Cenedese fa un lungo con conseguente spegnimento della vettura mentre si ferma Pierangioli per rottura del leveraggio del cambio. Andreucci si ripete nel secondo parziale celebre per il guado nel quale si spegne la vettura di Catania che perde diversi minuti mentre si ritira Ruju. Passaggio all’assistenza (senza potere sostituire le gomme in quanto non si è raggiunto il chilometraggio minimo di 30 km tra due parchi) e si riparte per il secondo giro di prove. La PS 6 vede la vittoria di Ricci che regala il primo successo parziale ad una vettura R4 in una gara del CIR. Il parziale successivo vede il successo di Scandola

prima di venire sospeso per l’incidente di Dettori che sbatte bloccando la strada obbligando la direzione gara a sospendere le partenze. Il suo ritiro consegna matematicamente alla Peugeot il campionato costruttori 2012. Dopo l’assistenza si riparte per l’ultimo giro di prove; Trentin vince il penultimo impegno, mentre il parziale conclusivo va ad Albertini con Trentin che rompe l’idroguida riuscendo a mantenere la quarta piazza per poco meno di 3”. Andreucci vince la gara davanti a Scandola ed Albertini, che con questo risultato sale sul podio della classifica fionale del Campionato Italiano. Trentin chiude quarto e primo tra i piloti del Trofeo Terra, nel quale ha vinto cinque gare su cinque. Ricci si piazza quinto davanti a Gianfico, che si aggiudica il successo in Gruppo N nella gara e nella classifica finale del Trofeo Terra. Cenedese chiude settimo davanti ad Orecchioni, Biolghini e Mario Murtas (Citroen Saxo). Davide Catania conclude undicesimo a meno di 10” dal primato tra le 2RM, dopo il tempo perso per lo spegnimento della vettura nel guado della PS 5 ed il tempo imposto assegnatogli nel passaggio successivo della stessa prova.


Umberto Scandola

Stefano Albertini


Mauro Trentin


1째 CIR

Paolo Andreucci/Anna Andreussi Peugeot 207

2째 CIR

Umberto Scandola/Guido D'Amore Skoda Fabia


3째 CIR

Stefano Albertini/Simone Scattolin Peugeot 207

4째 TRT

Mauro Trentin/Alice De_Marco Peugeot 207


5째 TRT

Luigi Ricci/Cristine Pfister Subaru Impreza

6째 TRT

Fabio Gianfico/Rossetto Tolino Mitsubishi Lancer Evo IX


7째 TRT

Moreno Cenedese/Roberto Simoni Ford Fiesta

8째

Masino Orecchioni/G.Ffranco Tali Subaru Impreza Wrx STI


9째 TRT

Pablo Biolghini/Giuseppe Morina Mitsubishi Lancer Evo X

10째

Mario Murtas/Francesca Carta Citroen Saxo Vts


1째 CIR

Paolo Andreucci/Anna Andreussi Peugeot 207

1째 TRT

Mauro Trentin/Alice De_Marco Peugeot 207

Acisport


31. Rally Costa Smeralda 2012 Classifica assoluta Pos 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 RET RET RET RET RET RET RET RET RET RET RET RET

Num Equipaggio 1 Paolo Andreucci/Anna Andreussi 2 Umberto Scandola/Guido D'Amore 3 Stefano Albertini/Simone Scattolin 4 Mauro Trentin/Alice De_Marco 5 Luigi Ricci/Cristine Pfister 6 Fabio Gianfico/Rossetto Tolino 7 Moreno Cenedese/Roberto Simoni 15 Masino Orecchioni/G.Ffranco Tali 10 Pablo Biolghini/Giuseppe Morina 25 Mario Murtas/Francesca Carta 19 Davide Catania/Fabio Salis 11 Edoardo Putzu/Rudi Pala 30 Gianluca Mara/Manuela Cherchi 16 Piero_Gonario Pintus/Luigi Pittalis 32 Paolo Morghenti/Fabio Atzeni 24 Marco Puddu/Claudio Mele 20 Andrea Cocco/Paolo Masuri 35 Corrado Fara/Giovanna Dessena 31 Antonio Mela/Massimili Frau 34 Fabio Satta/Francesco Fois 8 Giuseppe Dettori/Carlo Pisano 18 Alessandro Ruju/Emanuele Accorra' 26 Gianni Pitturru/Igor Chiodino 12 Walter Pierangioli/Piercarlo Capolongo 22 Ferdinando Buscarini/Matteo Giovannini 27 Fabio Pileri/Santino Ruzittu 28 Piero Fresi/Salvatore Filigheddu 29 Salvatore Pigureddu/Marco De_Montis 33 Sebastiano Sotgiu/Giovanni_M. Figoni 23 Roberto Mancini/Marco Marceddu

Vettura Peugeot 207 S200 Skoda Fabia S2000 Peugeot 207 S2000 Peugeot 207S2000 Subaru Impreza Mitsubishi Lancer Evo IX Ford Fiesta Subaru Impreza Wrx STI Mitsubishi Lancer Evo X Citroen Saxo Vts Citroen Ds3 Subaru Impreza Peugeot 205 Gti Subaru Impreza STI Peugeot 106 Fiat Panda Kit Renault Clio Rs Peugeot 106 Xsi Seat Ibiza Peugeot 106 Rally Skoda Fabia Mitsubishi Lancer Evo8 Seat Ibiza Tdi Mitsubishi Lancer Evo IX Opel Astra Opel Astra Gsi Seat Ibiza Peugeot 306 Peugeot 106 Rally Peugeot 206

Tempo Distacco 1:19:01.0 +0:00:00.0 1:19:40.7 +0:00:39.7 1:20:55.5 +0:01:54.5 1:21:44.0 +0:02:43.0 1:21:46.7 +0:02:45.7 1:26:05.7 +0:07:04.7 1:26:13.7 +0:07:12.7 1:26:42.5 +0:07:41.5 1:26:59.1 +0:07:58.1 1:37:57.6 +0:18:56.6 1:38:07.5 +0:19:06.5 1:40:17.5 +0:21:16.5 1:41:43.2 +0:22:42.2 1:43:53.1 +0:24:52.1 1:44:11.3 +0:25:10.3 1:47:22.2 +0:28:21.2 1:48:57.3 +0:29:56.3 1:49:31.9 +0:30:30.9


Classifica TRT Pos

Num Equipaggio 1 4 Mauro Trentin/Alice De_Marco 2 5 Luigi Ricci/Cristine Pfister 3 6 Fabio Gianfico/Rossetto Tolino 4 7 Moreno Cenedese/Roberto Simoni 5 10 Pablo Biolghini/Giuseppe Morina

Vettura Peugeot 207 S200 Subaru Impreza Mitsubishi Lancer Evo Ix Ford Fiesta Mitsubishi Lancer Evo X

Tempo Distacco 1:21:44.0 +0:00:00.0 1:21:46.7 +0:00:02.7 1:26:05.7 +0:04:21.7 1:26:13.7 +0:04:29.7 1:26:59.1 +0:05:15.1

Classifica CIR Pos

Num Equipaggio 1 1 Paolo Andreucci/Anna Andreussi 2 2 Umberto Scandola/Guido D'Amore 3 3 Stefano Albertini/Simone Scattolin

Vettura Peugeot 207 S2000 Skoda Fabia S2000 Peugeot 207 S2000

Tempo Distacco 1:19:01.0 +0:00:00.0 1:19:40.7 +0:00:39.7 1:20:55.5 +0:01:54.5


“Il CIR 2012 è terminato ” di Luca Cantamessa

Uno dei campionati italiani peggiori dell’ultimo decennio non poteva che terminare con un Costa Smeralda che ha sofferto di cambi di date, rinvii e quant’altro che non son stati di certo d’aiuto alla buona riuscita della manifestazione, e se a questo aggiungiamo un percorso tecnicamente sempre valido ma assolutamente inferiore alle potenzialità e caratteristiche offerte in passato, otteniamo una garetta come tante altre a cui purtroppo ci stiamo mestamente abituando. Capisco che passione e volontà degli organizzatori siano immutate, ma il grosso problema è realizzare una manifestazione degna del suo prestigioso nome e del suo prestigioso passato, prestigio ormai lontano anni luce da quello che erano riusciti a creare i davvero professionali Dante Salvay e Maurizio Paterlini nell’ormai lontano 1978. Non pretenderei i fasti di un tempo, ma una ronde il primo giorno più una bi-ronde il secondo non sono davvero accettabili per una gara di Cir. Han provato più volte a convincermi che gli standard ormai sono quelli nel Cir… ed io son sempre più convinto che sia una bella schifezza.


i Paolo Andreucc

Tutto questo lo dico con infinito rammarico, ho sempre amato il rally della Costa Smeralda, o meglio, da trent’anni amo la stupenda Sardegna, e quando c’era la possibilità di recarsi al di fuori delle vacanze per poter esercitare la mia più grande passione in uno dei più bei posti al mondo era un occasione davvero speciale ed imperdibile. A questo punto il mio augurio è ovviamente rivedere questa gara tornare ai fasti di un tempo, così non fosse preferirei una pausa di riflessione importante. Pochi gli iscritti alla vigilia, sicuramente complici la crisi, la data avanzata, il trofeo terra ed il cir già assegnati, e la concomitanza di un altro titolo in palio in continente (una strepitosa assurdità), non aiutavano di certo ad attirare interesse, l’unica situazione che poteva destare un minimo di curiosità, in realtà a pochi… era l’attribuzione del campionato costruttori che per regole piuttosto discutibili e variate incredibilmente in corso d’opera lasciavano ancora qualche barlume di speranza alla Skoda di porre il sigillo davanti a Peugeot. Ma non è andata così, la casa del leone è una pigliatutto, ed anche quest’anno si sono aggiudicati tutto ciò che c’era in palio. L’ha fatto con altri due veri leoni inferociti, Paolo ed Anna che anche in questa occasione hanno dominato con una condotta di gara inizialmente all’attacco per poi passare ad un passo “di controllo” sempre e comunque molto elevato. Una stagione superlativa per i due alfieri Peugeot, cha dal primo all’ultimo metro hanno sempre tenuto il passo migliore senza praticamente fare mai grossi errori che potessero compromettere il loro cammino. Semplicemente i migliori.


Umberto Scandola

Umby e Gillo non sono mai riusciti a contrastare o impensierire i campioni d’Italia, una gara con tante problematiche e tanta confusione nella scelta degli assetti, probabilmente il fondo molto scivoloso ed inconsueto (ma ben conosciuto da Pirelli) della prima tappa non ha sicuramente aiutato. Stefano e Simone hanno davvero chiuso il cir in bellezza, un terzo meritatissimo gradino del podio ha confermato per l’ennesima volta le qualità del giovane bresciano che senza alcun errore ha completato il programma offerto in modo semplicemente perfetto. Mi auguro che Stefano nel pieno della sua maturità rallystica possa trovare occasioni future per proseguire il suo percorso sportivo e non cada com’è successo a tanti, nel baratro economico che senza aiuti ufficiali di questi tempi è impossibile raggiungere. Bene Trentin con una gara regolare ed in crescendo anche se dal vincitore terra mi aspettavo qualcosa di più a livello assoluto, è vero che nella classifica del “specialisti del terra” è stato il migliore ma un guizzo in più oltre ad una speciale vinta non avrebbe guastato. Alla grande anche Ricci, primo vincitore di una speciale del Cir con una R4, classe di vetture alle quali auguro un roseo futuro grazie anche alle regolamentazioni 2013, dove avranno un ulteriore aumento prestazionale ma soprattutto una spettacolarità che ormai nel panorama rallystico è ridotta al lumicino. Abbiamo bisogno di traversi e spettacolo, lo si vuole capire o no?! Per il resto cari amici, questo mese c’è davvero poco da dire relativo al Cir, e sono certo che alcuni di voi condivideranno con me la volontà di girare pagina e sperare in un futuro migliore.


Stefano

Albertin

i

La mia è una speranza piuttosto utopistica ne sono consapevole che di sola speranza non si vive, abbiamo assoluta necessità di concretezza, di professionalità di capacità e di competenza. Non nascondiamoci sempre e solo dietro alla crisi come causa principale dello stato attuale del rallysmo, teniamo sempre ben presente che la crisi è causata dagli uomini, e sono proprio loro i primi da cambiare. Abbiate fede. Ciao!!! CantaLuka


1

ANDREUCCI PAOLO BASSO GIANDOMENICO JAN KOPECKY SCANDOLA UMBERTO

1

2

3

4

1

6

7

8

1

TOTALE 4 2 1 1

1

1

1 1 1

VITTORIE ASSOLUTE - Vettura

1

PEUGEOT SKODA FORD

1

2

3

4

5

1

6

7

1

2

3

1

1

1

8 TOTALE 6 2

75 25

1

4

5

6

1

1 1 1 1

7

1

2 1 1 1

1

1

3 1 1

4

5 1 1

6 1 1

7

1

1

8 1 1

1 1

1 1

1

1

1

1 1

PIAZZAMENTI A PODIO - Vetture

1

2

3

PEUGEOT SKODA FORD

2 1

1 1 1

2 1

1 2 2 2 1 1

4 2 1 3 2 1

5

6

7

8

2 1

2 1

1 1 1

2 1

4 1 2

5 2 1

6 2 1

50 25 125 125

50 25 25

1

PIRELLI MICHELIN

% ASFALTO TERRA

TOTALE 4 2 2

1

1

PIAZZAMENTI A PODIO - Pilota ANDREUCCI PAOLO SCANDOLA UMBERTO BASSO GIANDOMENICO PERICO ALESSANDRO ALBERTINI STEFANO KOPECKY JAN TRENTIN MAURO MIKKELSEN ANDREAS

8

1

1

VITTORIE ASSOLUTE - Pneumatici

PIAZZAMENTI A PODIO - Pneumatici PIRELLI MICHELIN

5

7 8 2 2 1 1

TOTALE 6 6 3 3 2 2 1 1

TOTALE 12 9 3 TOTALE 15 9

1 2 1 1

3 0 0 0

% ASFALTO TERRA 1 2 2

3 0 0

% ASFALTO TERRA 3 2

3 0

% ASFALTO TERRA 25 3 3 25 3 3 125 3 0 125 3 0 83 0 2 83 2 0 42 0 1 42 1 0 % ASFALTO TERRA 50 375 125 % 625 375

6 6 3

6 3 0

ASFALTO 9 6

TERRA 6 3

C.I.R. 2012 - STATISTICHE

VITTORIE ASSOLUTE - Pilota


SPECIALI VINTE - Pilota ANDREUCCI PAOLO SCANDOLA UMBERTO BASSO GIANDOMENICO KOPECKY JAN MIKKELSEN ANDREAS HANNINEN JUHO PERICO ALESSANDRO GIGI RICCI STEFANO ALBERTINI MAURO TRENTIN

1 9 3

2 3

3 7 3

4

8

5 7 2

6 2 8

1 2 5

8 4 1

TOTALE 32 17 14 6 5 3 3 1 1 1

% ASFALTO TERRA 386 14 18 205 11 6 169 14 0 72 6 0 6 5 0 36 3 0 36 3 0 12 0 1 12 0 1 12 0 1

1

TOTALE 37 31 14 1

% ASFALTO TERRA 446 17 20 373 25 6 169 14 0 12 0 1

5 4

3 1

1

7

1 1 1 1

SPECIALI VINTE - Vetture PEUGEOT SKODA FORD SUBARU

1 10 3

SPECIALI VINTE - Pneumatici PIRELLI MICHELIN YOKOHAMA

1 2 10 12 3 3

3 7 3

4 1 7

5 7 2

6 2 8

7 6 4

8 6 1 1

TOTALE 51 31 1

% ASFALTO TERRA 614 31 20 373 25 6 12 0 1

SPECIALI DA LEADER - Pilota ANDREUCCI PAOLO BASSO GIANDOMENICO SCANDOLA UMBERTO MIKKELSEN ANDREAS PERICO ALESSANDRO KOPECKY JAN

1 13

3 4

4

5 9

6 5

7

8 8

TOTALE 39 23 11 6 2 2

% ASFALTO TERRA 47 18 21 277 23 0 133 5 6 72 6 0 24 2 0 24 2 0

8

TOTALE 41 23 19

494 277 229

TOTALE 64 19

% ASFALTO TERRA 771 43 21 229 13 6

SPECIALI DA LEADER - Vetture

2 4 3 8

2

3 7 3

4 7 1

5 7 2

6 2 8

13

7 1 4 5

8 6 1

10 6

5 6

2 2 1

2

3

PEUGEOT FORD SKODA

13

2 13

4

SPECIALI DA LEADER - Pneumatici PIRELLI MICHELIN

1 2 13 15

4

5

6

9

5

7

8 10

6

8

3 4 6

4 8

5 5 9

6 7 5 10 5

8 8

% ASFALTO TERRA 20 23 13

21 0 6


PARTENTI TOTALE PARTENTI PARTENTI PER GRUPPO

PARTENTI PER CLASSE SUPER 2000 R2B N4 R3T SUPER 1600 N3 R3C R4 N2 A5 FN3 FA5 FA7 A0 A6 FA6 FN2 A7 N1 RS3

3

4

5

6

7

8

TOTALE 321

MEDIA ASFALTO TERRA

8 TOTALE 127 4 83 6 64 8 21 15 10 10 2 1

% ASFALTO TERRA

48 56 45 43 29 20 50 30 1

2

3

4

5

6

24 26 19 15 11 7 17 10 12 9 8 8 14 8 9 5 4 1 1 0 2 3 2 1 1 3 1 1

2

7 17 15 17 3 4 5 6 5 4 1 4 3 3 1 3 1 1

3

7

3 25 9 13 1 8 6 4 1

4

5

6

7

8

10 12 11 8 11 5 3 2 1 1 2 3 2 3 3 2 1 1 1

9 5 5 2

9 1

13 8 6 10 4 1 3 4 1

6

1 6 1 1

4 1 3

2 1 1 1

1

5 1 2 3 1 1 5 3 1

1 1 1

1 1

CLASSE

Peugeot 207 S2000 Renault New Twingo Skoda Fabia S2000 Citroen DS3 Citroen C2 Renault New Clio Renault Clio S1600 Renault Clio RS Light Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza Mitsubishi Lancer Evo X

S2000 R2B S2000 R3T R2B R3C S1600 N3 N4 N4 N4

1

25,9 20,2 12,1 9,3 6,5 5,6 5 5 1,9 1,6 1,6 9 9 6 6 6 6 3 3 3

3

4

5

6

7

8

4 9 11 12 2 6 5 5 2 4 3 3 4 2 1 4 1 2 1 1

7 7 3 3 3 2

5 5 5 2 3 2 1 3

5 3 2 1 2 1

6

6 4 4 7 2 3 2 1 2 1 1

3

3

1 3 1 1

2 1 1 1 4 1

93 58 33 20 5 7 1 %

2

1 4 6 1

43,4

39,6 25,9 19,9 6,5 4,7 3,1 0,3

TOTALI 83 65 39 30 21 18 16 16 6 5 5 3 3 2 2 2 2 1 1 1 321

2

PARTENTI PER VETTURA

40,1

2 1

2 2

TOTALI 45 42 26 25 17 15 13 12 12 12 8

34,7

34 25 31 1 10 3 0

C.I.R. 2012 - STATISTICHE

GRUPPO R SUPER 2000 GRUPPO N SUPER 1600 GRUPPO F GRUPPO A RACING START

1 2


Subaru Impreza R4 Ford Fiesta S2000 Renault Megane RS Fiat 500 Abarth Citroen Saxo VTS Mitsubishi Lancer Evo IX Mitsubishi Lancer Evo X Fiat Panda Peugeot 106 Peugeot 206 RC Skoda Fabia R2 Fiat Punto Super 1600 Ford Fiesta 1,6 T Fiat 600 Sporting Rover MG 105 ZR Peugeot 106 16V Renault Clio Willians Peugeot 106 Rallye Seat Ibiza Suzuki Swift Ford Fiesta Citroen Saxo S1600 Peugeot 206 Super 1600 Abarth Grande Punto S2000 Citroen C2 Opel Corsa Kit Renault Clio RS Seat Ibiza TDI Opel Astra GSI Peugeot 205 GTI Peugeot 306 Rover MG 105 ZR Ford Fiesta ST Opel Astra Subaru Impreza Diesel Mitsubishi Lancer Evo VIII Peugeot 208 R2 Honda Civic Type R Peugeot 106 Rally Citroen C2 S1600

R4 S2000 N4 R3T N2 R4 R4 A5 FA5 N3 R2B S1600 S2000 A0 A5 FA6 FA7 FN2 FN3 N2 R2B S1600 S1600 S2000 A6 A6 A7 FA7 FN3 FN3 FN3 N1 N3 N3 N3 N4 R2B R3C RS3 S1600

1 1

1 1 1

2 1 1

1

2

1 2

1

2 1 1 1 1

1 1

1

1

1 2 1

1 1 1 1 2

1 1

2 2 2 3 1 1 1

2 1

1 1 1 3 1

1 1 1

1

2 2 1 1 1

1 1 1 1

1

1 1 1 1 1 1 1 1 1

1 1 1 1 1 1 1 1 1

8 7 6 5 4 4 4 3 3 3 3 3 3 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 321


A Como, Robert i Felice Re è camp

Tutte le foto del servizio sono di Ma


impressiona pione TRA

assimo Bettiol tranne ove diversamente indicato


l 31° Rally di Como è la seconda ed ultima finale del Trofeo Rally Asfalto, dopo il Rally Appennino Reggiano. Oltre alla lotta per il successo finale nel campionato fra i tre protagonisti della stagione e piloti “di casa”, Fontana, Porro e Re, l’interesse è per il polacco Robert Kubica, che prosegue la sua riabilitazione passando dalla Subaru che gli ha fruttato due vittorie assolute nel 2012 alla Citroen C4 WRC. Il pilota di Formula 1 ha impresso un ritmo inavvicinabile per i suoi avversari, prendendo subito il comando ed aggiudicandosi i primi 7 parziali, lasciando agli altri solo una vittoria nell’ultimo impegno del primo giorno. Nella seconda giornata, un testacoda non gli ha impedito di aggiudicarsi la lunga ps “Val Cavargna” e di suggellare il trionfo nella gara Alle sue spalle bel duello tra i tre pretendenti al successo finale in campionato, andato a Felice Re dopo la supremazia iniziale di Paolo Porro ritardato sul finale della prima giornata da noie alla frizione e messo definitivamente fuori gioco da un’uscita sulla PS 10, la stessa nella quale una foratura ha annientato le ultime speranze di titolo di Corrado Fontana. Subito dietro alle WRC delle posizioni di vertice, bel duello tra i locali Vittalini ed il “figlio d’arte” Alessandro Re per la supremazia in classe R3T, andata al primo che ha chiuso quinto assoluto davanti al rivale, precedendo anche le vetture di classe Super 2000 ed R4.


Felice Re


La cronaca:

Felice Re"

Per i 49 equipaggi al via la gara inizia nella mattina di Venerdì (8 PS – 77 km); Robert Kubica (Citroen C4) si aggiudica il primo parziale davanti a Corrado Fontana (Ford Focus) con Felice Re (Citroen C4) e Paolo Porro (Ford Focus) appaiati in terza piazza. Ottimo settimo tempo per Alessandro Re, giovane figlio d’arte, con la Citroen DS3 R3T con la quale ha disputato l’omonimo trofeo. Il secondo impegno vede Porro staccare il terzo tempo dietro Kubica e Fontana e salire in terza piazza da solo davanti a Felice Re. Dopo il primo giro concluso con il terzo successo parziale di Kubica e l’assistenza si riparte con la PS 4; Kubica precede Porro

che sale in seconda piazza provvisoria e continua il duello con Fontana e Re; i tre sono rinchiusi in 2.6”. Nel tratto successivo Re sale terzo scavalcando Fontana che si riprende la posizione nella prova seguente. Altra assistenza prima dell’ultimo giro di prove; Kubica si aggiudica il settimo parziale davanti a Re che si avvicina a Fontana e Porro: quest’ultimo accusa noie alla frizione nell’ultimo impegno di giornata scivolando quarto, dietro a Kubica, Fontana (che si aggiudica l’ottavo tratto mettendo fine al dominio incontrastato del polacco) e Re. Seconda parte di gara il Sabato (3 PS – 49 km); Porro

si aggiudica la prova di apertura portandosi a soli 0.4” dalla terza piazza ora occupata da Fontana appena scavalcato da Re. La lunga PS 10 vede Kubica perdere tempo per un testacoda ma riuscire a conservare la leadership. Re mantiene la seconda piazza mentre Fontana fora perdendo tempo; va peggio a Porro che tocca un guardrail dovendosi ritirare. Ottimo terzo tempo di Alessandro Re in lotta con Vittalini per il primato in classe R3. Felice Re si aggiudica l’ultimo parziale suggellando la conquista del Trofeo Asfalto 2012. Kubica vince la gara davanti a Re. Luigi Fontana (Ford Focus) sale sul podio assoluto grazie


Paolo Porro

ad una penalitĂ  di suo figlio Corrado che chiude alle sue spalle. Quinta e sesta piazza per Alex Vittalini ed Alessandro Re entrambi su

Citroen DS3 dopo una bella lotta per il successo in classe R3t. Settimo posto per Roberto Vellani (Peugeot 207) che si aggiudica la S2000.

Chiudono la top ten Marco Roncoroni (Renault Clio R3C), Gilles Gilardoni (Mitsubishi Evo IX R4) e David Bizzozero (Renault Clio S1600).

Luigi Fontana"


Robert Kubica


1째

Robert Kubica/Emanuele Inglesi Citroen C4 Wrc

2째 TRA

Felice Re/Mara Bariani Citroen C4


3째 TRA

Luigi Fontana/Roberto Mometti Ford Focus Wrc

4째 TRA

Corrado Fontana/Nicola Arena Ford Focus Wrc


5째

Alex Vittalini/Sara Tavecchio Citroen Ds3

6째

Alessandro Re/David Castiglioni Citroen Ds3

PressOffice


7째 TRA

Roberto Vellani/Mauro Turati Peugeot 207

8째

Marco Roncoroni/Paolo Brusadelli Renault Clio R3


9째

Gilles Gilardoni/Massimo Ponti Mitsubishi Evo IX

10째

Devid Bizzozero/Denis Tosetto Renault Clio 1600


1째 TRA

Felice Re/Mara Bariani Citroen C4

2째 TRA

Luigi Fontana/Roberto Mometti Ford Focus Wrc


31. Rally di Como 2012 Classifica assoluta Pos

Num Equipaggio 1 6 Robert Kubica/Emanuele Inglesi 2 1 Felice Re/Mara Bariani 3 5 Luigi Fontana/Roberto Mometti 4 3 Corrado Fontana/Nicola Arena 5 25 Alex Vittalini/Sara Tavecchio 6 24 Alessandro Re/David Castiglioni 7 4 Roberto Vellani/Mauro Turati 8 19 Marco Roncoroni/Paolo Brusadelli 9 14 Gilles Gilardoni/Massimo Ponti 10 10 Devid Bizzozero/Denis Tosetto 11 22 Federico Tagliapietra/Paolo Potera 12 20 Danilo Colombini/Davide Bambini 13 7 Giuseppe Fugazzotto/Marco Vozzo 14 9 Massimo Fusetti/Diego Migliorin 15 21 Marco Contini/Giusi Boscarini 16 15 Alessandro Muzio/Matteo Magni 17 39 Roberto Saldarini/Antonella Gela 18 36 Matteo Venturi/Marco Trapletti 19 28 Yuri Gandola/Alessandro Mazzocchi 20 11 Mauro Scotto/Nicola Molinelli 21 30 Stefano Curti/Clarissa Chiacchella 22 37 Ivan Fontana/Laura Parravicini 23 40 Massimiliano Bonizzoni/Valerio Rossini 24 27 Andrea Spataro/Pietro D'Agostino 25 43 Roberto Morini/Elisa_Maria Morini 26 31 Kim Antonietti/Eros Beretta RET 2 Paolo Porro/Paolo Cargnelutti RET 8 Stefano Baccega/Monica Cicognini RET 12 Luca Sassi/Maurizio Manghera RET 16 Ivo Muzio/Luigi Pina RET 18 Pierluigi Maurino/Samuele Perino RET 23 Filippo Bravi/Thomas Spangaro RET 26 Michele Modugno/Andrea Fuoco RET 29 Rocco Bertucci/Sergio Bertele' RET 32 Mattia Nava/Mattia Orio RET 33 Corrado Peloso/Paolo Carrucciu RET 34 Fabio Terraneo/Davide Bozzo RET 35 Simone Trapasso/Lucia Curti RET 38 Cosimo Palmisano/Walter Sanvito RET 41 Roberto Brambilla/Mariarosa Brambilla RET 42 Riccardo Riva/Roberto Conti RET 44 Ivan Raveglia/Larry Zanetti

Vettura Citroen C4 Wrc Citroen C4 Ford Focus Wrc Ford Focus Wrc Citroen Ds3 Citroen Ds3 Peugeot 207 Renault Clio R3 Mitsubishi Evo IX Renault Clio 1600 Citroen Ds3 Renault Clio R3 Peugeot 207 Renault Clio 1600 Renault Clio R3 Subaru Impreza Sti Peugeot 106 Rally S16 Renault Clio Renault Clio Fiat Punto S16 Renault Clio Rs Renault Clio 2000 Peugeot 205 Rally Renault Clio Rs Peugeot 106 1600 Renault Clio Ford Focus Wrc Citroene C2 Fiat Punto S16 Subaru Impreza Wrx Iv16 Renault Clio R3 Citroen Ds3 Citroen C2 Renault Clio Citroen Saxo Vts Suzuki Swift 1600 Citroen Saxo Peugeot 306 Peugeot 106 Rally S16 Peugeot 106 Rally 1,3 Peugeot 106 Peugeot 106 Rally S16

Tempo Distacco 1:21:18.0 +0:00:00.0 1:21:48.9 +0:00:30.9 1:26:37.1 +0:05:19.1 1:26:44.9 +0:05:26.9 1:27:08.3 +0:05:50.3 1:27:18.9 +0:06:00.9 1:27:24.9 +0:06:06.9 1:28:37.2 +0:07:19.2 1:28:43.7 +0:07:25.7 1:30:22.5 +0:09:04.5 1:30:22.5 +0:09:04.5 1:30:40.2 +0:09:22.2 1:30:46.4 +0:09:28.4 1:31:19.3 +0:10:01.3 1:33:02.0 +0:11:44.0 1:33:46.1 +0:12:28.1 1:34:14.8 +0:12:56.8 1:35:42.9 +0:14:24.9 1:35:59.4 +0:14:41.4 1:36:02.1 +0:14:44.1 1:38:40.2 +0:17:22.2 1:39:05.4 +0:17:47.4 1:39:59.5 +0:18:41.5 1:53:00.5 +0:31:42.5 1:55:29.7 +0:34:11.7 2:02:49.1 +0:41:31.1


Classifica TRA Pos

Num Equipaggio 1 1 Felice Re/Mara Bariani 2 5 Luigi Fontana/Roberto Mometti 3 3 Corrado Fontana/Nicola Arena 4 4 Roberto Vellani/Mauro Turati 5 22 Federico Tagliapietra/Paolo Potera

Vettura Citroen C4 Ford Focus Wrc Ford Focus Wrc Peugeot 207 Citroen Ds3

Tempo Distacco 1:21:48.9 +0:00:00.0 1:26:37.1 +0:04:48.2 1:26:44.9 +0:04:56.0 1:27:24.9 +0:05:36.0 1:30:22.5 +0:08:33.6


Luca Cantamessa e vincono la Coppa It

AciSportPhoto


e Lisa Bollito talia 2012

Luca Cantamessa


Loeb non si acco

CitrรถenRacingPhoto


ontenta!


l 48° Rally Catalunya è la 13° ed ultima prova del Campionato Mondiale Rally 2012, sesta gara del WRC Academy ed 8° ed ultimo appuntamento dei campionati Produzione PWRC e S2000 SWRC, con entrambi questi titoli ancora da assegnare. La gara spagnola è su fondo misto, con la prima tappa prevalentemente su terra e le altre due giornate su asfalto. Per questo anche lo shakedown si svolge su un tratto misto vicino al parco assistenza di Salou. Seguendo una tradizione già iniziata quest'anno, la Power Stage che assegna punti bonus non è l'ultima prova speciale in programma ma la penultima. a prima tappa su terra disputata sotto la pioggia vede il predominio delle Ford; Latvala è il primo leader mentre Tanak passa a condurre sul tratto successivo nel quale diverse auto si fermano dopo una toccata, tra cui Solberg, Neuville, Mikkelsen e Prokop. Ostberg passa in testa davanti a Tanak nel terzo parziale mentre le Citroen di Hirvonen e Loeb seguono in terza e quarta piazza. Il francese inizia la sua rimonta nel secondo giro di prove, per chiudere la prima giornata secondo per poi passare a condurre nella mattinata di sabato dopo un errore di Ostberg. Quest'ultimo scivola terzo dietro anche a Latvala ed ingaggia una lotta con Hirvonen che lo supera verso il finire della seconda tappa. L'ultima giornata vive sulle due lotte tra Loeb e Latvala che tenta inutilmente l'aggancio alla vetta della classifica, ed Hirvonen ed Ostberg in caccia dei punti necessari per confermarsi terzo nella classifica del mondiale. Latvala si aggiudica la Power Stage ma deve arrendersi a Loeb che vince la gara mentre il finlandese saluta la Ford con il secondo posto in gara ed il podio nella classifica iridata piloti 2012. Hirvonen chiude il podio davanti ad Ostberg e Nikara alla prima gara con la Mini. Breen conclude sesto aggiudicandosi il campionato SWRC. Atkinson termina in settima piazza davanti ad Andersson secondo di SWRC in gara ed in campionato. Sordo dopo una uscita di strada il primo giorno e la rottura di un iniettore nella seconda tappa ha rimontato a suon di successi parziali (sei) risalendo in zona punti, mentre Novikov chiude la top ten dopo aver perso anch'egli tempo per un'uscita di strada nella prima tappa ed una penalità per eccessiva usura degli pneumatici. Massimo Bettiol


SĂŠbastien Loeb


La cronaca:

Massimo Bettiol

La qualifying stage si svolge giovedì mattina a Salou su un percorso misto asfalto-terra di quasi 3 km; Il miglior tempo va a Sébastien Loeb (Citroen DS3 WRC) che precede la Ford Fiesta WRC di Evgeny Novikov e l'altra Citroen di Mikko Hirvonen. Seguono le Ford ufficiali di Jari-Matti Latvala e Petter Solberg e la Citroen di Thierry Neuville. Settimo tempo per la Mini JCW di Dani Sordo. La scelta dell'ordine di partenza effettuata durante la suggestiva cerimonia di partenza di giovedì sera davanti alla cattedrale di Barcellona vede Chris Atkinson (Mini JCW WRC) aprire le partenze; Solberg scatta 10°, seguito da Latvala, Hirvonen, Novikov e Loeb in 14° posizione. La prima giornata di gara Venerdì (6 PS – 150 km) inizia sotto la pioggia, con prove dal

Jari-Matti Latvala

fondo umido; il primo parziale va a Latvala che precede Loeb ed Hirvonen. La seconda prova vede i primi colpi di scena con il peggiorare del meteo al susseguirsi dei passaggi; Ostberg ed Ott Tanak (Ford Fiesta WRC) impattano il miglior tempo, con il secondo che passa in testa alla provvisoria davanti al primo. Hirvonen mantiene la terza posizione mentre Loeb scivola in quarta davanti a Latvala vittima di un testacoda. Solberg, Neuville e Mikkelsen danneggiano la sospensione anteriore sinistra nello stesso punto e devono fermarsi così come Karl Kruuda (Ford Fiesta S2000). Nella PS 3 Ostberg vince nonostante un testacoda e passa a condurre nella provvisoria, mentre si fermano Sordo (uscita di strada), Prokop ed Oliveira. Dopo

l'assistenza di metà giornata secondo giro di prove, con la pioggia che cessa ma il fondo che rimane bagnato. Novikov si aggiudica la prima prova risalendo in sesta piazza. Il parziale successivo vede il primo successo di Loeb che stacca i suoi avversari risalendo in seconda piazza provvisoria. Latvala scavalca Hirvonen salendo terzo; Nikara fora e perde tempo per la sostituzione anche a causa di un problema al cric, mentre si fermano Novikov per uscita di strada ed Atkinson. L'ultimo parziale della giornata va ad Hirvonen che precede di misura Tanak e Latvala. Ogier si ferma nel trasferimento verso l'ultimo impegno per problemi meccanici. La tappa si chiude con Ostberg in prima posizione davanti a Loeb e Latvala. Hirvonen è quarto davanti a Tanak. Craig Breen


(Ford Fiesta S2000) in sesta piazza precede Hans Weijs Junior (Citroen DS3 WRC). Chiudono la top ten Jarkko Nikara (Mini JCW WRC), PG Andersson (Proton Satria S2000) ed Evgeny Novikov (Ford Fiesta WRC). Nel Mondiale SWRC, PG Andersson prende inizialmente il comando perdendo poi tempo prezioso per la rottura di un semiasse nella PS 3, nella quale si ferma Paddon per uscita di strada. Breen passa in testa davanti ad Andersson ed Al-Rajhi (Ford Fiesta RRC). Questo-

Massimo Bettiol

ultimo si ferma per la rottura del turbo nella quinta prova, la stessa fatale ad Alastair Fisher (Proton) ed Albert Llovera (Abarth Grande Punto). La giornata si chiude quindi con Breen in testa davanti ad Andersson e Maciej Oleksowicz (Ford Fiesta). Nel campionato PWRC Marcos Ligato (Subaru Impreza) va subito in testa davanti ai compagni di squadra Benito Guerra e Michal Kosciuszko, entrambi su Mitsubishi Lancer, con il primo che viene poi penalizzato per partenza

anticipata. Yeray Lemes (Mitsubishi Lancer) sale in terza piazza e si porta poi in testa alla provvisoria con il successo nel terzo parziale. Ligato riprende il comando nella prova seguente mantenendolo fino a fine giornata, che chiude davanti a Lemes (afflitto da noie al turbo nel giro pomeridiano) e Kosciuszko. Nella WRC Academy, Pontus Tidemand prende il comando nel primo impegno, davanti a Frederik Ahlin e John MacCrone. Nella PS 3 Ahlin perde tempo per una lieve uscita di strada

Mikko Hirvonen


Thierry Neuville

Hans Weijs_Jr.

Massimo Bettiol Dani Sordo Massimo Bettiol Ott Tänak

Massimo Bettiol

scivolando in classifica, con Jose Suarez che sale in terza piazza. Nel quinto parziale Tidemand perde tre minuti per una foratura mentre MacCrone si ferma, lasciando il comando a Suarez che chiude la giornata davanti a Tidemand e Elfyn Evans, già laureatosi campione della serie al penultimo appuntamento in Francia. La seconda giornata di gara Sabato (6 PS – 161 km) inizia nel segno di Latvala, che si aggiudica il primo parziale avvicinandosi a Loeb. Sordo ha problemi al motore che inizia ad andare “a tre” da metà prova e Novikov lamenta noie ai freni. Nel tratto successivo Ostberg compie una lieve uscita di strada ed un altro errore che gli costano oltre un minuto e

www.rallyracc.com - M. Rovira

la leadership provvisoria, che passa a Loeb davanti a Latvala, mentre il norvegese della Ford scende in terza piazza. La PS 9 vede il secondo successo consecutivo di Loeb, molto attento nella parte in asfalto già percorsa ieri nella PS 3-5 e con molto fango, che incrementa il vantaggio sugli inseguitori. Dopo l'assistenza di metà giornata, nella quale Sordo rischia di andare fuori tempo massimo per risolvere il problema al motore patito nel primo giro, si ripetono le prove della mattina; La decima prova vede il primo successo parziale di Sordo che precede Loeb e Tanak mentre Hirvonen si avvicina alla terza piazza provvisoria di Ostberg. Sordo si ripete nel parziale successivo, dove il

finlandese della Citroen compie il sorpasso salendo in terza posizione. L'ultimo impegno di giornata va a Tanak che scavalca Ostberg salendo quarto ed avvicinandosi ad Hirvonen. La giornata si chiude con Loeb che precede Latvala ed Hirvonen. Tanak è quarto davanti ad Ostberg e Weijs. Breen è settimo davanti a Novikov che nell'ultima prova scavalca Nikara. Andersson chiude la top ten. Nel Mondiale SWRC Breen comanda davanti ad Andersson ed Al-Rajhi rientrato con il Rally 2 così come Paddon, vincitore di tutte le speciali del secondo giorno. Tra i concorrenti del PWRC Ligato leader dopo il primo giorno è vittima di noie ai freni nella seconda prova,


Paulo Nobre

Andreas Mikkelsen

www.rallyracc.com - M. Rovira

Massimo Bettiol

Michal Kosciuszko

Josep Membrado

www.rallyracc.com - M. Rovira

www.rallyracc.com - M. Rovira

mentre Lemes che era secondo ha problemi alla trasmissione. Guerra prende il comando davanti al compagno di team Kosciuszko, che esce di strada nel parziale successivo. Valery Gorban (Mitsubishi Lancer) sale in seconda piazza davanti a Subhan Aksa (idem). Nella PS 11 Gorban scivola in terza piazza per problemi ai freni. La giornata si chiude con Guerra leader provvisorio davanti ad Aksa e Gorban. Ligato è quarto davanti alla wildcard Josep Membrado (Mitsubishi Lancer) ed a Lorenzo Bertelli (Subaru Impreza) buon sesto nonostante una doppia foratura. L'ultima gara stagionale della WRC Academy si chiude con la

vittoria di Jose Suarez e Candido Carrera, che si impone nella classifica finale dei copiloti della serie. Ai posti d'onore chiudono Tidemand ed Evans, già vincitore del titolo piloti nella gara precedente e qui al quinto podio stagionale. Ahlin che era quarto sbatte nella PS 10 lasciando la posizione a MacCrone. Ultima tappa la Domenica (6 PS – 94 km) finalmente con il sole. Sordo si aggiudica il primo impegno davanti a Loeb mentre Tanak ed Ostberg in lotta per il quarto posto sono divisi da 0.5”. Novikov perde varie posizioni dopo la penalità di 10' imposta dal collegio dei commissari dopo la constatazione dell'usura eccessiva del battistrada,

oltre il limite minimo di 1.6 mm, permettendo ad Atkinson di entrare nella top ten provvisoria. Sordo si ripete nel parziale successivo che vede l'arrivo della pioggia, mentre Ostberg approfitta di un errore di Tanak che urta violentemente contro una recinzione per salire in quarta piazza. Terza vittoria consecutiva per Sordo nella PS 15 che presenta tratti con terra e fango; Tanak va in testacoda e Weijs si ferma con danni alla sospensione, ne approfittano Nikara che sale in sesta piazza e Novikov che torna nei primi dieci. Si riparte dopo l'assistenza per l'ultimo giro di prove; Latvala si aggiudica la prova 16 nella quale Tanak sbatte ritirandosi e Loeb fora vicino


alla fine. Ostberg continua l'assalto alla terza piazza di Hirvonen riprendendogli oltre 2”. Sordo sale in decima posizione e continua la lotta con Solberg che lo segue ad 1.2”. Il penultimo parziale vale punti extra che vanno a Latvala, Sordo e Loeb. Lo spagnolo passa Novikov salendo nono nella provvisoria, mentre Ostberg recupera 8” ad Hirvonen che mantiene 7.2” di vantaggio prima dell'ultimo tratto. L'ultima PS va a Sordo che

precede di misura Latvala. Loeb vince la gara (76° successo del francese e vittoria numero 250 per la Michelin) davanti a Latvala (che conquista il terzo gradino della classifica mondiale all'ultima partecipazione con la Ford) ed Hirvonen. Ostberg chiude ai piedi del podio sia in gara che in campionato. Nikara al debutto con la Mini chiude quinto davanti a Breen che si aggiudica il campionato SWRC un anno dopo avere trionfato nella WRC Academy.

Martin Prokop"

Massimo Bettiol Yazeed Al-Rajhi

www.rallyracc.com - A. Lavadinho

Chiudono la top ten Atkinson, Andersson, Sordo e Novikov. Breen si aggiudica la gara e la classifica finale del campionato SWRC davanti ad Andersson, il cui copilota Axelsson vince la classifica copiloti, ed Al-Rajhi; la classifica finale di gara per le posizioni del podio rispecchia quella del campionato. Nel PWRC, Guerra vince gara e campionato davanti ad Aksa, Ligato risalito sul podio dopo i problemi di sabato, Gorban e Bertelli.

Petter Solberg

Massimo Bettiol Albert Llovera

www.rallyracc.com - M. Rovira


Hanno detto: ébastien Loeb: “Un grosso grazie a tutti. Sono lieto di chiudere la stagione e più o meno la carriera con una vittoria; abbiamo dovuto lottare per ottenerla dato che il tempo imprevedibile non ci ha facilitato il compito. Ci gusteremo questo risultato tutti insieme: Ringrazio tutti per tutti i momenti pas-

sati insieme. Questa è la fine di un capitolo, ma ne abbiamo un altro davanti che sta per iniziare”. ari-Matti Latvala: “Mi sarebbe piaciuto fare ancora una prova, per lottare con Loeb. Abbiamo imparato altre cose sull'asfalto e fatto progressi. Ringrazio la Ford e

atta, o f a v a pro se adess m i t l U g: “ ione. For divertito r e b t s iz no ads O arta pos a mi so u m sono r o la q ' deluso, ” s t o u p n te non sto è pe n po are qui! u e l o o r n e d a so gui Le p ento. Qu , gli a “ : o t n l om mo ig l ia . Bree raig questo m si, la fam r Gareth per e o e river , per i tif uesto è p mo fatta c s e a d a uadr rattutto q ce l'abbi q s a , l i, sop contento c i m a così Sono te!”

www.rallyracc.com - M. Rovira

Malcolm Wilson, che è sempre stato comprensivo nonostante io abbia avuto molti incidenti” ikko Hirvonen: “Un grande anno, finito con un podio in Spagna ed un Big Mac prima della conferenza stampa di fine anno... stasera qualche birra!”


Massimo Bettiol

1° WRC

Sébastien Loeb/Daniel Elena Citroën Ds3 WRC

2° WRC

Jari-Matti Latvala/Miikka Anttila Ford Fiesta RS WRC

Massimo Bettiol


Massimo Bettiol

3° WRC

Mikko Hirvonen/Jarmo Lehtinen Citroën Ds3 WRC

4° WRC

Mads Ostberg/Jonas Andersson Ford Fiesta RS WRC

Massimo Bettiol


Massimo Bettiol

5째 WRC

Jarkko Nikara/Jarkko Kalliolepo Mini Cooper WRC

6째 WRC

Craig Breen/Paul Nagle Ford Fiesta S2000

Massimo Bettiol


Massimo Bettiol

7째 WRC

Chris Atkinson/Glenn Mac_Neall Mini Cooper WRC

8째 WRC

Per-Gunnar Andersson/Emil Axelsson Proton Satria Neo S2000

Massimo Bettiol


Massimo Bettiol

9째 WRC

Dani Sordo/Carlos Del Barrio Mini Cooper WRC

10째 WRC

Evgeniy Novikov/Ilka Minor-Petrasko Ford Fiesta RS WRC

Massimo Bettiol


www.rallyracc.com - A. Lavadinho

1° SWRC

Craig Breen/Paul Nagle Ford Fiesta S2000

1° WRC ACADEMY

José Antonio Suarez/Candid Carrera Ford Fiesta R2

www.rallyracc.com - M. Rovira


www.rallyracc.com - A. Lavadinho

1° PWRC

Beníto Guerra_Jr./Borja Rozada Mitsubishi Lancer Evo X

11° WRC

Petter Solberg/Chris PatteRSon Ford Fiesta RS WRC

www.rallyracc.com - M. Rovira


www.rallyracc.com - M. Rovira

12째 WRC

Thierry Neuville/Nicolas Gilsoul Citroen DS3 WRC

13째 WRC

Martin Prokop/Michal Ernst Ford Fiesta RS WRC

www.rallyracc.com - M. Rovira


48. Rallye RACC 2012 Classifica assoluta WRC Pos 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52

Num Equipaggio 1 Sébastien Loeb/Daniel Elena 3 Jari-Matti Latvala/Miikka Anttila 2 Mikko Hirvonen/Jarmo Lehtinen 10 Mads Ostberg/Jonas Andersson 23 Jarkko Nikara/Jarkko Kalliolepo 32 Craig Breen/Paul Nagle 12 Chris Atkinson/Glenn Mac_Neall 33 Per-Gunnar Andersson/Emil Axelsson 37 Dani Sordo/Carlos Del Barrio 22 Evgeniy Novikov/Ilka Minor-Petrasko 4 Petter Solberg/Chris Patterson 8 Thierry Neuville/Nicolas Gilsoul 21 Martin Prokop/Michal Ernst 24 Abdulaziz Al-Kuwari/Killian Duffy 36 Yazeed Al-Rajhi/Michael Orr 9 Daniel Oliveira/Carlos Magalhães 34 Alastair Fisher/Daniel Barritt 138 Beníto Guerra_Jr./Borja Rozada 63 Enrique García_Ojeda/Pablo Marcos_Secades 31 Hayden Paddon/John Kennard 26 Andreas Mikkelsen/Ola Floene 133 Marcos Ligato/Ruben Garcia 51 Karl Kruuda/Martin Järveoja 66 Vincent Dubert/Valenti Sarreaud 145 Subhan Aksa/Bill Hayes 61 Jaroslav Melichárek/Erik Melicháre 139 Valeriy Gorban/Andrey Nikolaev 55 Yuriy Protasov/Adrian Aftanaziv 134 Lorenzo Bertelli/Loren Granai 14 Paulo Nobre/Edu Paula 131 Michal Kosciuszko/Michal Szczepanek 52 Eamonn Boland/Michael Josep Morrissey 149 Yeray Lemes/Rogel Penate 54 Carles Llinas/Joan Kiko Torra 142 Ricardo Triviño/Ale Haro 132 Nicolás Fuchs/Fernan Mussano 69 Surhayen Pernía/Juan_ García 140 Gianluca Linari/Andre Cecchi 59 Paulo Freire/Joaquim Capelo 141 Alexey Kikireshko/Serge Larens 62 Rifat Sungkar/Scott Beckwit 65 Giorgio Giambartolomei/Michele Marcucci 67 Nicolas Gajek/Ceci Marie 72 CeleSTIno Iglesias/Jorge Iglesias 70 Joan Font/Enriqu Velasco 58 Joao_Fernando Ramos/Jose Janela 75 Eddy Brisson/Pasca Masson 73 Mariano Parés/Javie Moreno 74 Loris_Antonio Papa/Claudia Zollinger 76 Josep Anton Domenech/Manel Marchal 71 José_Antonio Lodeiro/Laura San Emeterio 60 José_Alberto Nicolas/Miguel Recal

Vettura Citroen DS3 WRC Ford Fiesta RS WRC Citroen DS3 WRC Ford Fiesta RS WRC Mini Cooper WRC Ford Fiesta S2000 Mini Cooper WRC Proton Satria Neo S2000 Mini Cooper WRC Ford Fiesta RS WRC Ford Fiesta RS WRC Citroen DS3 WRC Ford Fiesta RS WRC Mini Cooper WRC Ford Fiesta Rrc Ford Fiesta RS WRC Proton Satria Neo S2000 Mitsubishi Lancer Evo X Citroen DS3 R3T Škoda Fabia S2000 Škoda Fabia S2000 Subaru Impreza WRX STI Ford Fiesta S2000 Citroen DS3 R3T Mitsubishi Lancer Evo X Mitsubishi Lancer Evo IX Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza STI Subaru Impreza STI Mini Cooper WRC Mitsubishi Lancer Evo X Subaru Impreza STI R4 Mitsubishi Lancer Evo X Mitsubishi Lancer Evo X Subaru Impreza STI Subaru Impreza WRX STI Ford Fiesta R2 Subaru Impreza STI Mitsubishi Lancer Evo X Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza STI Renault Clio R3 Citroen DS3 R3T Ford Fiesta R2 Ford Fiesta R2 Mitsubishi Lancer Evo X Suzuki Swift Sport Ford Fiesta R2 Renault Twingo R2 Suzuki Swift Sport Ford Fiesta R2 Subaru Impreza WRX STI

Tempo Distacco 4:14:29.1 +4:14:29.1 4:14:36.1 +0:00:07.0 4:16:15.9 +0:01:46.8 4:16:25.5 +0:01:56.4 4:30:37.0 +0:16:07.9 4:32:39.5 +0:18:10.4 4:33:43.8 +0:19:14.7 4:34:45.2 +0:20:16.1 4:40:09.7 +0:25:40.6 4:40:15.7 +0:25:46.6 4:40:34.7 +0:26:05.6 4:40:52.8 +0:26:23.7 4:41:18.5 +0:26:49.4 4:45:05.9 +0:30:36.8 4:45:13.6 +0:30:44.5 4:45:51.3 +0:31:22.2 4:46:08.8 +0:31:39.7 4:47:54.5 +0:33:25.4 4:49:53.8 +0:35:24.7 4:51:06.6 +0:36:37.5 4:53:25.3 +0:38:56.2 4:53:30.8 +0:39:01.7 4:53:46.7 +0:39:17.6 4:54:32.9 +0:40:03.8 4:57:10.2 +0:42:41.1 4:58:05.8 +0:43:36.7 4:58:40.4 +0:44:11.3 4:58:57.3 +0:44:28.2 5:00:04.7 +0:45:35.6 5:04:56.7 +0:50:27.6 5:06:00.9 +0:51:31.8 5:07:36.1 +0:53:07.0 5:08:28.9 +0:53:59.8 5:08:41.8 +0:54:12.7 5:10:38.1 +0:56:09.0 5:11:14.5 +0:56:45.4 5:15:30.9 +1:01:01.8 5:16:04.4 +1:01:35.3 5:24:54.8 +1:10:25.7 5:28:30.0 +1:14:00.9 5:29:53.2 +1:15:24.1 5:30:53.6 +1:16:24.5 5:31:43.5 +1:17:14.4 5:32:42.8 +1:18:13.7 5:34:07.4 +1:19:38.3 5:43:43.3 +1:29:14.2 5:48:16.8 +1:33:47.7 6:05:49.0 +1:51:19.9 6:07:17.9 +1:52:48.8 6:08:30.5 +1:54:01.4 6:10:23.7 +1:55:54.6 6:24:58.3 +2:10:29.2


Classifica assoluta (ritirati) Pos Num Equipaggio RET 5 Ott Tänak/Kuldar Sikk RET 6 John Powell/Michael Fennell_Jr. RET 7 Hans Weijs_Jr./Bjorn Degandt RET 25 Sébastien Ogier/Julien Ingrassia RET 35 Maciej Oleksowicz/Andrzej Obrebowski RET 49 Albert Llovera/Diego Vallejo RET 53 Jaroslaw Koltun/Ireneusz Pleskot RET 57 Sergio Cruz/Daniel Cue RET 68 Victor_Manuel Senra/David Vazquez RET 114 Fredrik Ahlin/Morten_Er Abrahamsen

Vettura Tempo Ford Fiesta RS WRC Ford Fiesta RS WRC Citroen DS3 WRC Škoda Fabia S2000 Ford Fiesta S2000 Fiat Abarth Grande Punto S2000 Ford Fiesta S2000 Mitsubishi Lancer Evo X Ford Fiesta R2 Ford Fiesta R2

Distacco

Classifica PWRC Pos

Num Equipaggio 1 138 Beníto Guerra_Jr./Borja Rozada 2 133 Marcos Ligato/Ruben Garcia 3 145 Subhan Aksa/Bill Hayes 4 139 Valeriy Gorban/Andrey Nikolaev 5 134 Lorenzo Bertelli/Loren Granai 6 131 Michal Kosciuszko/Michal Szczepanek 7 149 Yeray Lemes/Rogel Penate 8 142 Ricardo Triviño/Ale Haro 9 132 Nicolás Fuchs/Fernan Mussano 10 140 Gianluca Linari/Andre Cecchi 11 141 Alexey Kikireshko/Serge Larens

Vettura Mitsubishi Lancer Evo X Subaru Impreza Wrx Sti Mitsubishi Lancer Evo X Mitsubishi Lancer Evo Ix Subaru Impreza Sti Mitsubishi Lancer Evo X Mitsubishi Lancer Evo X Subaru Impreza Sti Subaru Impreza Wrx Sti Subaru Impreza Sti Mitsubishi Lancer Evo Ix

Tempo Distacco 4:47:54.5 +4:47:54.5 4:53:30.8 +0:05:36.3 4:57:10.2 +0:09:15.7 4:58:40.4 +0:10:45.9 5:00:04.7 +0:12:10.2 5:06:00.9 +0:18:06.4 5:08:28.9 +0:20:34.4 5:10:38.1 +0:22:43.6 5:11:14.5 +0:23:20.0 5:16:04.4 +0:28:09.9 5:28:30.0 +0:40:35.5

Classifica SWRC Pos

Num Equipaggio 1 32 Craig Breen/Paul Nagle 2 33 Per-Gunnar Andersson/Emil Axelsson 3 36 Yazeed Al-Rajhi/Michael Orr 4 34 Alastair Fisher/Daniel Barritt 5 31 Hayden Paddon/John Kennard

Vettura Ford Fiesta S2000 Proton Satria Neo S2000 Ford Fiesta Rrc Proton Satria Neo S2000 Škoda Fabia S2000

Tempo Distacco 4:32:39.5 +4:32:39.5 4:34:45.2 +0:02:05.7 4:45:13.6 +0:12:34.1 4:46:08.8 +0:13:29.3 4:51:06.6 +0:18:27.1

Classifica WRC ACADEMY Pos

Num Equipaggio 1 102 José Antonio Suarez/Candid Carrera 2 105 Pontus Tidemand/Stig_Rune Skjaermoen 3 109 Elfyn Evans/Sebasti Marshall 4 108 John Maccrone/Stuar Loudon 5 107 Timo Van_Der_Marel/Erwin Berkhof 6 106 Brendan Reeves/Rhia Smyth 7 110 Aron Domzala/Kacper Pietrusinski

Vettura Ford Fiesta R2 Ford Fiesta R2 Ford Fiesta R2 Ford Fiesta R2 Ford Fiesta R2 Ford Fiesta R2 Ford Fiesta R2

Tempo Distacco 3:46:51.3 +3:46:51.3 3:48:11.0 +0:01:19.7 3:50:13.6 +0:03:22.3 3:55:32.8 +0:08:41.5 3:58:15.7 +0:11:24.4 4:00:13.6 +0:13:22.3 4:12:29.4 +0:25:38.1


Il Cyprus Rally v Vince Nasser Al-

Tutte le foto del servizio sono IrcPr


va al Qatar -Attiyah

ress tranne ove diversamente indicato


Il 41° Cyprus Rally è l'ultima gara della storia del campionato IRC, che non verrà organizzato l'anno prossimo. Nell'albo d'oro della gara isolana figurano diversi piloti Italiani: “Tony”, Mauro Pregliasco, Alessandro Fioro, Andrea Navarra e Giovanni Bernacchini (vincitore nel 2010 al fianco di Nasser Al-Attiyah). Con la mancata partecipazione all'ultima prova dei piloti della Skoda Motorsport Kopecky ed Hanninen, gli unici che potevano ancora insidiarli per il titolo, Andreas Mikelsen ed Ola Floene alfieri di Skoda UK Motorsport bissano il titolo conquistato proprio a Cipro nel 2011 dopo un emozionante epilogo di stagione. La stagione della caccia obbliga gli organizzatori a decidere in extremis appena prima dell'inizio delle ricognizioni ad invertire l'ordine delle tappe previsto inizialmente, con le prove del Sabato disputate la Domenica e viceversa. Nella lotta per il successo finale in gara Mikkelsen deve vedersela con Nasser Al-Attiyah, già olimpionico e medaglia di Bronzo nel tiro al piattello a Londra 2012 che qui “mira” al punteggio pieno per continuare la rincorsa al campionato mediorientale per il quale la gara isolana è valida. Ancora da assegnare i titoli 2RM e Produzione; il primo è conteso tra il leader provvisorio Robert Consani ed Harry Hunt (già Campione nel 2010), per il secondo è in lizza ancora Consani (qui su una vettura di Gruppo R e che quindi non prende punti per questa classifica), che comanda davanti ad Aigner, Tempestini e Pushkar tutti presenti alla partenza.


Nasser Al-Attiyah


Andreas Mikkelsen


La cronaca Per i 34 equipaggi che passano le verifiche, la prima prova (3,2 km) si disputa nella sera di Venerdì. Andreas Mikkelsen (Skoda Fabia S2000) è il primo leader, davanti alla Subaru Impreza R4 di Jarkko Nikara leader nella Production Cup che precede la coppia Nasser Al-Attiyah (Ford Fiesta RRC) e Toshi Arai (Subaru Impreza R4) appaiati in terza posizione. Sepp Wiegand (Skoda Fabia S2000) è quinto davanti a Yazeed Al-Rajhi (Ford Fiesta RRC). Robert Consani (Renault Clio R3) chiude settimo e primo

tra le 2RM. Chiudono la top ten il locale Paraskeva Paraskevas (Mitsubishi Lancer), Andreas Aigner (Subaru Impreza R4) e Miklòs Bujdos (Mitsubishi Lancer). Di poco fuori dai 10 Marco Tempestini (Subaru Impreza R4). La prova viene sospesa diverse volte per problemi di pubblico. Si riparte Sabato (6 PS – 133 km) in una calda giornata di sole. Nel primo impegno Mikkelsen fora la posteriore destra dopo 10 kmm e si ferma a cambiare la ruota in prova; Al-Attiyah si aggiudica il parziale

davanti ad Al-Rajhi, i due passano ad occupare i primi due posti nella classifica provvisoria davanti a Nikara. Aigner e Vitaly Pushkar (Mitsubishi Lancer) hanno problemi ai freni, che costringono il primo al ritiro. Tempestini accusa problemi al differenziale anteriore e perde 5'. Nel secondo parziale vince Mikkelsen che risale in quinta piazza nonostante noie ad un ammortizzatore; Al-Rajhi esce di strada ritirandosi mentre va meglio ad Arai che riesce a rientrare in strada dopo una divagazione che gli costa oltre

Toshihiro Arai


Robert Consani

Vasily Gryazin

Menyhért Krózser

2'. Foratura per Hunt. Mikkelsen si aggiudica anche la PS 4 salendo al secondo posto davanti a Wiegand. Al-Attiyah è vittima della rottura di un semiasse e di una lieve toccata che danneggia un braccetto dello sterzo. Foratura per Nikara che mantiene il comando tra le vetture di produzione. Consani si ferma per rottura della frizione dovendo dire addio alla lotta

per la vittoria tra le 2RM. Si riparte dopo l'assistenza per il secondo giro di prove: Mikkelsen si aggiudica il quinto parziale; Arai sale in settima piazza assoluta e seconda di produzione mentre Pushkar sbatte e si ritira. Mikkelsen si ripete nell'impegno successivo; la PS 7 che chiude la tappa va ad Al-Attiyah mentre Mikkelsen fora l'anteriore sinistra e

Kyriacos Kyriacou

Wiegand ha problemi allo sterzo. Nikara fora e cambia la gomma in prova perdendo oltre 6' e la leadership in produzione che passa ad Arai. Foratura per Tempestini. Al-Attiyah chiude la prima giornata in testa davanti a Mikkelsen e Abdulaziz AlKuwari (mini JCW S2000) . Arai è quarto e comanda il produzione davanti a Savva Savvas (Mitsubishi Lancer)


primo dei locali e Nikara. Settima piazza per Misfer Al-Marri (Mini JCW S2000) navigato da Nicola Arena. Chiudono la top ten le Subaru Impreza di Armin Kremer e Kyriacos Kyriacou ed Harry Hunt, leader tra le 2RM. Ultima giornata di gara Domenica (6 PS – 100 km). Mikkelsen si aggiudica il primo impegno davanti ad Al-Attiyah e Wiegand che ritorna nella top-ten. Al-Marri ha problemi al motore mentre Al-Kuwari picchia e si ritira. Nikara scavalca Savvas e sale in quarta piazza provvisoria dietro al suo caposquadra Arai. Nel secondo parziale altro successo del norvegese davanti a Wiegand che sale settimo e recupera poi un'altra posizione nell'ultima prova del primo giro, vinta

ancora da . Mikkelsen che si porta a meno di 50” dalla vetta prima dell'ultimo giro di prove. Si riparte dopo l'assistenza; Al-Attiyah vince la PS 11 mentre Mikkelsen è vittima di una foratura che gli costa quasi 2'. Wiegand continua la sua rimonta salendo in quinta piazza. AlAttiyah si aggiudica anche gli ultimi due impegni che non cambiano la classifica provvisoria delle prime 10 posizioni.. Singolare gesto di Mikkelsen che nell'ultima prova, sulla quale cade la pioggia, lascia per la loro ultima gara insieme il volante al suo copilota Ola Floene, rinunciando ad inseguire il 100° successo parziale in gare dell'IRC. AlAttiyah vince il Cyprus rally davanti a Mikkelsen che bissa il titolo 2011 e si aggiudica qui

anche il Colin McRae IRC Flat Out Trophy. Arai chiude terzo e si aggiudica il Produzione davanti al suo compagno di squadra Nikara. Quinta piazza per Wiegand che ha rimontato dopo i guai nell'ultimo parziale della prima tappa. Sesto e primo dei locali Savvas che precede Kremer ed Al-Marri. Chiudono la Top ten László Vizin (Skoda Fabia S2000) ed Harry Hunt che si aggiudica gara e titolo tra le 2RM, bissando il successo in campionato del 2010. Robert Consani nonostante il ritiro gli abbia impedito di lottare anche per la 2RM si aggiudica la classifica finale IRC Production Cup dopo i problemi che hanno colpito i suoi rivali per il titolo Tempestini, Aigner e Pushkar.

Vitaliy Pushkar

Zacharias Manoli

Marco Tempestini


1° IRC

Nasser Al-Attiyah/Giovanni Bernacchini Ford Fiesta S2000

2° IRC

Andreas Mikkelsen/Ola Floene Škoda Fabia S2000


3째 IRC

Toshihiro Arai/Dale Moscatt Subaru Impreza R4

4째 IRC

Jarkko Nikara/Jarkko Kalliolepo Subaru Impreza R4


5° IRC

Sepp Wiegand/Timo Gottschalk Škoda Fabia S2000

6° IRC

Savvas Savva/Andreas Papandreou Mitsubishi Lancer Evo IX


7째 IRC

Armin Kremer/Klaus Wicha Subaru Impreza StI

8째

Misfer Al-Marri/Nicola Arena Mini John Cooper Works S2000

cyprusrally.com_web_site


9° IRC

László Vizin/Gábor Zsiros Škoda Fabia S2000

10° IRC

Harry Hunt/David Moynihan Citroën Ds3 R3T


1° IRC 2WD

Harry Hunt/David Moynihan Citroën Ds3 R3T

1° IRC PC

Toshihiro Arai/Dale Moscatt Subaru Impreza R4


41. Cyprus Rally 2012 Classifica assoluta Pos 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 RET RET RET RET RET RET RET RET RET RET RET RET

Num Equipaggio 1 Nasser Al-Attiyah/Giovanni Bernacchini 3 Andreas Mikkelsen/Ola Floene 15 Toshihiro Arai/Dale Moscatt 12 Jarkko Nikara/Jarkko Kalliolepo 4 Sepp Wiegand/Timo Gottschalk 25 Savvas Savva/Andreas Papandreou 17 Armin Kremer/Klaus Wicha 2 Misfer Al-Marri/Nicola Arena 10 László Vizin/Gábor Zsiros 23 Harry Hunt/David Moynihan 29 Stavros Antoniou/.. "Chips_Junior" 33 Miklós Bujdos/.. "Zoli" 28 Panayiotis Yiangou/Leonidas Christofi 14 Andreas Aigner/Ilka Minor 37 Panikos Polykarpou/Stelios Elia 22 Paraskeva Paraskevas/Yiannos Evripidou 11 Marco Tempestini/Dorin Pulpea 20 Costas Zenonos/George Alexandrou 36 Zacharias Manoli/Andreas Varnakides 19 Vitaliy Pushkar/Ivan Mishyn 39 Angelos Petrides/Kyriacos Andronicou 38 Yiangos Yiangou/Constantino Sialos 6 Yazeed Al_Rajhi/Michael Orr 7 Vasily Gryazin/Dmitry Chumak 8 Khalid Al-Suwaidi/Nicky Beech 9 Abdulaziz Al-Kuwari/Killian Duffy 18 Petros Panteli/Chrysostomos Panteli 21 Michalis Posedias/Phanos Christofi 24 Robert Consani/Nicolas Klinger 30 Kyriacos Kyriacou/Christos Aristidou 31 Demetris Papasavvas/Iraklis Christoforou 32 Costas Laos/Pambos Laos 34 Charis Komodromos/Andreas Chrysostomou 35 Menyhért Krózser/György Papp

Vettura Ford Fiesta S2000 Škoda Fabia S2000 Subaru Impreza R4 Subaru Impreza R4 Škoda Fabia S2000 Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza StI Mini John Cooper Works S2000 Škoda Fabia S2000 Citroën Ds3 R3T Mitsubishi Lancer Evo IX Mitsubishi Lancer Evo IX Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza StI R4 Citroën Ds3 R3T Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza R4 Mitsubishi Lancer Evo IX Honda Civic Type R Mitsubishi Lancer Evo X Mitsubishi Lancer Evo VIII Mitsubishi Lancer Evo IX Ford Fiesta S2000 Ford Fiesta S2000 Ford Fiesta S2000 Mini John Cooper Works S2000 Mitsubishi Lancer Evo IX Mitsubishi Lancer Evo X Renault Clio R3 Subaru Impreza STI Mitsubishi Lancer Evo X Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza STI Citroën DS3 R3T

Tempo Distacco 3:16:25.2 +0:00:00.0 3:20:00.5 +0:03:35.3 3:26:32.3 +0:10:07.1 3:29:07.3 +0:12:42.1 3:30:25.8 +0:14:00.6 3:32:10.3 +0:15:45.1 3:33:17.6 +0:16:52.4 3:33:52.2 +0:17:27.0 3:35:25.4 +0:19:00.2 3:35:37.3 +0:19:12.1 3:44:53.8 +0:28:28.6 3:45:54.2 +0:29:29.0 3:45:57.6 +0:29:32.4 3:47:36.8 +0:31:11.6 3:48:47.5 +0:32:22.3 3:49:50.2 +0:33:25.0 3:50:08.7 +0:33:43.5 3:52:07.9 +0:35:42.7 3:53:32.5 +0:37:07.3 3:54:02.2 +0:37:37.0 3:55:41.5 +0:39:16.3 4:04:52.9 +0:48:27.7


Classifica IRC Pos

Num Equipaggio 1 1 Nasser Al-Attiyah/Giovanni Bernacchini 2 3 Andreas Mikkelsen/Ola Floene 3 15 Toshihiro Arai/Dale Moscatt 4 12 Jarkko Nikara/Jarkko Kalliolepo 5 4 Sepp Wiegand/Timo Gottschalk 6 25 Savvas Savva/Andreas Papandreou 7 17 Armin Kremer/Klaus Wicha 8 10 László Vizin/Gábor Zsiros 9 23 Harry Hunt/David Moynihan 10 29 Stavros Antoniou/.. "Chips_Junior" 11 33 Miklós Bujdos/.. "Zoli" 12 28 Panayiotis Yiangou/Leonidas Christofi 13 14 Andreas Aigner/Ilka Minor 14 37 Panikos Polykarpou/Stelios Elia 15 22 Paraskeva Paraskevas/Yiannos Evripidou 16 11 Marco Tempestini/Dorin Pulpea 17 20 Costas Zenonos/George Alexandrou 18 36 Zacharias Manoli/Andreas Varnakides 19 19 Vitaliy Pushkar/Ivan Mishyn 20 39 Angelos Petrides/Kyriacos Andronicou 21 38 Yiangos Yiangou/Constantino Sialos

Vettura Ford Fiesta S2000 Škoda Fabia S2000 Subaru Impreza R4 Subaru Impreza R4 Škoda Fabia S2000 Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza STI R4 Škoda Fabia S2000 Citroën Ds3 R3T Mitsubishi Lancer Evo IX Mitsubishi Lancer Evo IX Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza STI R4 Citroën Ds3 R3T Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza R4 Mitsubishi Lancer Evo IX Honda Civic Type R Mitsubishi Lancer Evo X Mitsubishi Lancer Evo VIII Mitsubishi Lancer Evo IX

Tempo Distacco 3:16:25.2 +0:00:00.0 3:20:00.5 +0:03:35.3 3:26:32.3 +0:10:07.1 3:29:07.3 +0:12:42.1 3:30:25.8 +0:14:00.6 3:32:10.3 +0:15:45.1 3:33:17.6 +0:16:52.4 3:35:25.4 +0:19:00.2 3:35:37.3 +0:19:12.1 3:44:53.8 +0:28:28.6 3:45:54.2 +0:29:29.0 3:45:57.6 +0:29:32.4 3:47:36.8 +0:31:11.6 3:48:47.5 +0:32:22.3 3:49:50.2 +0:33:25.0 3:50:08.7 +0:33:43.5 3:52:07.9 +0:35:42.7 3:53:32.5 +0:37:07.3 3:54:02.2 +0:37:37.0 3:55:41.5 +0:39:16.3 4:04:52.9 +0:48:27.7

Classifica IRC 2WD Pos

Num Equipaggio 1 23 Harry Hunt/David Moynihan 2 37 Panikos Polykarpou/Stelios Elia 3 36 Zacharias Manoli/Andreas Varnakides

Vettura Citroën Ds3 R3T Citroën Ds3 R3T Honda Civic Type R

Tempo Distacco 0:00:00.0 +0:00:00.0 0:00:48.3 +0:00:48.3 0:01:24.9 +0:01:24.9

Classifica IRC PC Pos

Num Equipaggio 1 15 Toshihiro Arai/Dale Moscatt 2 12 Jarkko Nikara/Jarkko Kalliolepo 3 25 Savvas Savva/Andreas Papandreou 4 17 Armin Kremer/Klaus Wicha 5 29 Stavros Antoniou/.. "Chips_Junior" 6 33 Miklós Bujdos/.. "Zoli" 7 28 Panayiotis Yiangou/Leonidas Christofi 8 14 Andreas Aigner/Ilka Minor 9 22 Paraskeva Paraskevas/Yiannos Evripidou 10 11 Marco Tempestini/Dorin Pulpea 11 20 Costas Zenonos/George Alexandrou 12 19 Vitaliy Pushkar/Ivan Mishyn 13 39 Angelos Petrides/Kyriacos Andronicou 14 38 Yiangos Yiangou/Constantino Sialos

Vettura Subaru Impreza R4 Subaru Impreza R4 Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza STI Mitsubishi Lancer Evo IX Mitsubishi Lancer Evo IX Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza STI R4 Mitsubishi Lancer Evo IX Subaru Impreza R4 Mitsubishi Lancer Evo IX Mitsubishi Lancer Evo X Mitsubishi Lancer Evo VIII Mitsubishi Lancer Evo IX

Tempo Distacco 3:26:32.3 +0:00:00.0 3:29:07.3 +0:02:35.0 3:32:10.3 +0:05:38.0 3:33:17.6 +0:06:45.3 3:44:53.8 +0:18:21.5 3:45:54.2 +0:19:21.9 3:45:57.6 +0:19:25.3 3:47:36.8 +0:21:04.5 3:49:50.2 +0:23:17.9 3:50:08.7 +0:23:36.4 3:52:07.9 +0:25:35.6 3:54:02.2 +0:27:29.9 3:55:41.5 +0:29:09.2 4:04:52.9 +0:38:20.6


Per antiche passioni, verso il futuro con Max Sghedoni

ax, complimenti, “Per Antiche Passioni” si è dimostrato un tema di attualità. Quante persone hanno risposto al tuo invito? 87 persone, ma lasciami dire che non è tanto la quantità quanto la qualità. Nella mia carriera ho sempre cercato di fare cose di alta qualità, in questo momento di “interregno” lavorativo ho cercato di organizzare una cosa di alta qualità. Non

spetta a me dare un giudizio, però a quasi 62 anni penso che un “Parterre de Rois” del tipo, valore ed educazione di quello visto stasera penso sia difficilmente valutabile. arliamo dei tuoi ospiti, un breve “elenco iscritti”? rnaldo Cavallari, Cesare Fiorio, Roberto Angiolini, Gianfranco Silecchia, Sandro Munari, Alberto Zambelli Rain, Ezio Zermiani, “Lucky”, Angelo Presotto, Piero Comanducci... Questa non è stata una semplice premiazione, ma una “cena di Laurea” all'università del Mulinaccio. Ecco la diversità tra quanto ho voluto fare io e le “cene” tradizionali di scuderia. Fare “muovere” e

commuovere personaggi di questo calibro, me compreso, ricevere i ringraziamenti di Fiorio, Silecchia, Munari significa che hanno capito appieno lo spirito di questa iniziativa. ax, “Passioni” come tramite tra i più esperti ed i giovani, forse non numerosissimi stasera, ma come messaggio rivolto al futuro? nnanzitutto ti dico che quest'incontro l'ho voluto per me stesso. Questa in un certo senso è stata la mia laurea, il coronamento di quanto fatto finora. Vivo anch'io la situazione attuale di incertezza politica, economica e sportiva che non permette di avere programmi per il prossimo anno. Vedo una difficoltà estrema intorno al nostro sport, ed ho voluto lanciare un messaggio al mondo dell'automobile per il quale attualmente non vedo grande futuro. I giovani questo ancora non lo capiscono. La differenza tra il giovane ed il vecchio è che il giovane vive di incoscienza, il vecchio di saggezza. Anch'io che sono stato incosciente adesso mi ritrovo ad esser saggio. E penso che ci si debba muovere, senza cercare di dare colpe ma agendo. Mi spiace che il


presidente della CSAI che avevo invitato non abbia risposto. Lo sport è adrenalina, passione, volontà, desiderio; la politica lasciamola fare ad altri. I giovani non capiscono questo, e credono che si possa comprare tutto. Mi spiace ad esempio che Scandola non sia venuto a consegnare la Laurea ad Alberto Zambelli che lo ha fatto crescere fino a portarlo dov'è oggi. Mi spiace che i piloti toscani siano stati assenti “in casa”, così come sono mancati i giovani. arlaci di questo tuo progetto di università, per trasmettere un patrimonio di conoscenza. o ho sempre cercato le cose belle ed interessanti, e la cultura. Non mi interessa il corso piloti o navigatori inventato per raccattare cinque lire. Non mi interessa l'ABC, o dire che conosco l'inglese perchè so dire quattro parole. La conoscenza di una lingua è una cosa completamente diversa. La filosofia di un'università non è un corso per piloti o per navigatori; è giusto che ci siano anche questi, ma io cercherei di sfruttare l'essenza di questo sport, quello che ti può dare la possibilità di avere dei docenti del calibro di quelli visti stasera. Che non devono insegnare la base, ma inculcare i concetti,

fare rabbrividire con l'aneddotica, far venire la voglia di diventare un pilota. Adesso vedo quelli che usano l'Ipad per le note, dubito che sia una cosa vera, mi sembra più un ripiego virtuale. Per fretta, ignoranza o comodità si sta perdendo l'essenza delle cose, per paura o per pigrizia si perde il concetto del gusto. Abbiamo sempre detto che tra dieci anni mangeremo una pillola al posto della pastasciutta, con le stesse calorie... ma una bella pastasciutta goduta in amicizia con un buon bicchiere di vino è quello che dà il vero senso della cena. Non è la pasta che mangi, ma come e con chi la mangi, chi l'ha preparata e come. ax, ti ho visto intrattenerti con alcuni dei tuoi ospiti; come state portando avanti questo progetto, quali programmi state mettendo a punto? uesta professione, pas-

sione, filosofia è dominata dai testardi. E noi lo siamo. Questi personaggi aspirano, come il sottoscritto, a riuscire a costruire questo progetto, ognuno in base alle proprie capacità e caratteristiche. Ad esempio, Nanni Barbero potrebbe tenere un corso di giornalismo sportivo che non potrei affidare ad un altro, Ezio Zermiani potrebbe parlare di comunicazione e media. Ho cercato attraverso le mie conoscenze e con persone


che ritengo possano condividere il mio feeling di coinvolgerli, dicendo loro che c'era la possibilità di fare questo e chiedendo la loro collaborazione. Non so se finirà tutto domattina, ma come abbiamo visto qui c'è una realtà dal punto di vista architettonico, paesaggistico, culturale, storico, di disponibilità anche politica che sarebbe un peccato no sfruttare. Nella mia vita non ho mai amato coloro che dicono “mi sarebbe piaciuto”, ma sono sempre stato colui che ha detto “ci provo”. Non sapevo cosa sarebbe successo questa sera, sono partito con un messaggio su Facebook, dicendo “vorrei fare questo”. Non avevo idea di chi sarebbe venuto, alla fine mi sono ritrovato con oltre 180 persone, tra cui quindi ci che penso non si siano mai viste tutte insie me neanc he al galà della FIA a Parigi.

ltre 90 “equipaggi” sono un numero che molte gare vorrebbero avere. E sei riuscito a fare appassionare anche il sindaco... l sindaco ha le sue passioni ma un buon direttore sportivo deve fare in modo che queste passioni collimino. Penso che lei abbia capito quello che lo sport dell'automobile ha portato e potrebbe portare, cosa che tanti altri stanno dimenticando. Nel nostro piccolo questa sera, con le oltre 180 persone intervenute, con gli articoli sui giornali, con la movimentazione ed il lavoro dato, con i soldi raccolti con la beneficenza abbiamo mosso un intero paese che ha vissuto questa realtà. Dobbiamo combattere l'immo-bilismo, se uno ha un'idea da proporre ben venga! Qui non esistono rivalità e campanilismi, si tratta di mettersi tutti insieme all'opera, altrimenti non si va avanti. Il discorso però è che non si deve avere paura l'uno dell'altro, ma cercare di fare capire alla gente, ai giovani che hanno bisogno di essere aiutati. Il loro problema non è quello della mancanza di “aspirazioni”, ma del non volere essere aiutati perché la vita di oggi è fatta di presunzione ed il dire “ho bisogno di te” è una dimostrazione di inferiorità. Ecco che si tralascia ad esempio il direttore sportivo, per affidarsi a non so cosa. Io quest'anno ho vissuto solo marginalmente il campionato italiano, praticamente quasi solo come responsabile del parco assistenza del San Martino di Castrozza; su 14

iscritti uno ha tagliato i fili ad un altro, ad uno non si sa se gli hanno messo i chiodi o meno, uno è arrivato a 3000 km/h in parco assistenza pur essendo fuori tempo massimo, un altro ha saltato un controllo orario... se su 14 si dovesse buttarne fuori 5 mi chiedo dove siamo andati a finire. Vedo tanto desiderio, ma alla fine anche qui in 5 minuti sono spariti tutti, tranne Munari... e anche Munari e Max Sghedoni, che dai Rally hanno avuto tanto, hanno ancora voglia di “restituire” qualcosa, possiamo ancora sperare... o cambierei l'asset: tu dici che abbiamo avuto tanto, io penso invece che abbiamo dato tanto, e siamo ancora propensi a dare, il nostro messaggio è proprio questo: vogliamo ancora dare qualcosa, se volete venire siamo qui a vostra dis-posizione.


LINK POINT srl - Via A.Giangi, 64 bis - 47891 DOGANA RSM info@rallylink.it


Rallylink Magazine novembre 2012