Issuu on Google+

Laboratori CREATIVI aperti al sabato


Animazione alla lettura e laboratori creativi FINALITA’ DEL MICROPROGETTO Avvicinare i bambini alla lettura,fin dalla scuola materna, attraverso modi divertenti. Sviluppare fantasia e creatività attraverso il gioco della costruzione di libri tridimensionali. Promuovere attività di accoglienza per i bambini della scuola materna. Familiarizzare con i locali della scuola, in particolare con la biblioteca e i suoi materiali, con l’aula multimediale e i suoi strumenti, con l’aula di scienze e i suoi “attrezzi”. Attivare processi di collaborazione scuola-famiglia. Rendere la scuola punto d’incontro per attività di lavoro e di gioco per i bambini, genitori ed insegnanti. MOTIVAZIONI IN RAPPORTO AL CONTESTO Il progetto è la prosecuzione di quello già svolto durante l’anno scolastico precedente con largo consenso da parte di tutti. Il libro appare spesso come oggetto vago e misterioso. Le biblioteche sono luoghi poco conosciuti e poco frequentati, perché spesso poco interessanti. Avvicinare i bambini positivamente alla lettura tende ad eliminare, fin dalla scuola materna, alcuni degli ostacoli che spesso si incontrano alla scuola elementare. La scuola può essere intesa come il luogo amico dove si progetta e si costruisce anche insieme ai genitori. DESCRIZIONE DI TUTTI GLI ASPETTI ESSENZIALI DIDATTICO-ORGANIZZATIVI DEL PROGETTO I contenuti:  Il libro come oggetto da costruire (auspicando il passaggio interesse per il libro interesse per la lettura), utilizzando materiali di vario tipo, quali legno, cartoncino, plastica, stoffa e arricchendolo con disegni, collage, bottoni, nastri…. 

Interazione fra libro e mezzo informatico (uso della video-scrittura, uso dello scanner per acquisizione di immagini come le fotografie dei bambini …)

Costruzione di giocattoli, macchine a ingranaggi, casette per gli uccelli nel laboratorio di scienze-falegnameria.

Le fasi dell’attività:  Gli insegnanti si pongono come animatori di attività all’insegna della collaborazione  Genitori e bambini, scegliendo fra i materiali e i mezzi a disposizione, elaborano un progetto che insieme realizzano.  Socializzazione dei risultati.


INIZIATIVE DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO( specificare destinatari e tipologia di intervento) Per l’animazione alla lettura si fa riferimento alle iniziative di formazione e aggiornamento svolte negli anni scolastici 19997/1998 e 1998/1999 a cura del Prof. Faeti e i suoi assistenti e del Prof. Pittarello. SOGGETTI CHE HANNO PROPOSTO IL PROGETTO (e modalità di presentazione) Interclasse genitori e docenti della scuola “ G.Rodari” GRUPPO DI PROGETTO: COMPOSIZIONE E RUOLI Grassi Isa docente scuola elementare G.Rodari Docenti delle classi quinte del plesso Collaborazione delle docenti della scuola materna Andersen COINVOLGIMENTO DEGLI STUDENTI, DEI GENITORI E DEL TERRITORIO (modi e tempi) Sono coinvolti nel progetto i rappresentanti di classe, genitori e bambini della scuola materna, genitori e bambini del plesso. AUTOVALUTAZIONE, MONITORAGGIO E VERIFICA PREVISTI (modi, tempi e soggetti coinvolti) Sono da considerarsi elementi di valutazione gli elaborati e il gradimento dell’attività da parte dell’utenza. Il gruppo di progetto avrà cura di produrre opportuna documentazione (scheda di documentazione, monitoraggio).


IL MONDO


IL SOLE


L’OROLOGIO


LA CITTA’


IL CASTELLO


LIBRI POP-UP


LA BIBLIOTECA


LABORATORI CREATIVI