Installatore Professionale #3 - Maggio/Giugno 2022

Page 1

Installatore ’ PROFESSIONALE T U T T E

L E

N O V I TÀ

S U

C O M E

M I G L I O R A R E

L A

P R O F E S S I O N E

www.installatoreprofessionale.it Installatore News

NUMERO 3 MAGGIO/GIUGNO 2022

INCHIESTA

PIATTAFORME ONLINE

opportunità o minaccia ? ANTEPRIMA MCE L’INNOVAZIONE TORNA IN PRESENZA

IMPIANTI RADIANTI

COME EVITARE LA FESSURAZIONE DEL MASSETTO

TELERISCALDAMENTO

UNA TECNOLOGIA ANCORA SOTTOVALUTATA

COPIA OFFERTA DA

IN COLLABORAZIONE CON

CON IL PATROCINIO DI:


N

E WS

22


SERIE

KIT DI CONTABILIZZAZIONE DA INCASSO

VALVOLA D’INTERCETTAZIONE

VALVOLA D’INTERCETTAZIONE DA INCASSO

SERIE

MOTORE ELETTRICO

Scopri di più

www.tecosrl.it |

videocomp.it - 22

NUOVE VALVOLE MOTORIZZABILI


Sommario

MAGG IO/G I UG NO 2022/ N U M E RO #3

n. 3 maggio/giugno 2022 www.installatoreprofessionale.it Redazione

Giorgio Albonetti | Direttore Responsabile Lorenzo Epis | Consulente Tecnico Sebastian Bendinelli | Coordinamento Editoriale installatoreprofessionale@quine.it Collaboratori | Francesca Candioli, Pasqualina Ciancio, Massimiliano Picci, Marusca Scotuzzi, Gabriele Tedesco

’Installatore PROFESSIONALE T U T T E

L E

N O V I TÀ

S U

C O M E

M I G L I O R A R E

L A

P R O F E S S I O N E

www.installatoreprofessionale.it

NUMERO 3 MAGGIO/GIUGNO 2022

Installatore News

INCHIESTA

PIATTAFORME ONLINE

opportunità o minaccia? ANTEPRIMA MCE L’INNOVAZIONE TORNA IN PRESENZA

IMPIANTI RADIANTI

Comitato Tecnico

Maurizio Lo Re, Corrado Novelli, Corrado Oppizzi, Diego Prati, Luca Alberto Piterà

Pubblicità Luigi Mingacci | Sales Manager l.mingacci@lswr.it - Cell. 320 4093415 Ilaria Tandoi | Ufficio traffico i.tandoi@lswr.it Servizio Abbonamenti

abbonamenti.quine@lswr.it - Tel. 02 864105 Abbonamento annuale (6 fascicoli): 30 € Costo copia singola: 1,30 € (presso l’Editore, fiere, manifestazioni) Arretrati: 2,60 €

Produzione Antonio Iovene | Procurement Specialist a.iovene@lswr.it | Cell. 349 1811231 Grafica e Impaginazione: Fabio Castiglioni Stampa: ROTO3 Industria Grafica S.r.l. Castano Primo (MI) Editore

Quine Srl Sede legale Via Spadolini, 7 - 20141 Milano www.quine.it – info@quine.it – Tel. 02.864105

Quine è iscritta al Registro Operatori della Comunicazione n° 12191 del 29/10/2005. Tutti i diritti di riproduzione degli articoli pubblicati sono riservati. Manoscritti, disegni e fotografie non si restituiscono. Ai sensi dell’art. 13 Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali 679/2016 di seguito GDPR, i dati di tutti i lettori saranno trattati sia manualmente, sia con strumenti informatici e saranno utilizzati per l’invio di questa e di altre pubblicazioni e di materiale informativo e promozionale. Le modalità di trattamento saranno conformi a quanto previsto dagli art. 5-6-7 del GDPR. I dati potranno essere comunicati a soggetti con i quali Quine S.r.l.. intrattiene rapporti contrattuali necessari per l’invio delle copie della rivista. Il titolare del trattamento dei dati è Quine S.r.l. Via G. Spadolini 7 - 20141 Milano, al quale il lettore si potrà rivolgere per chiedere l’aggiornamento, l’integrazione, la cancellazione e ogni altra operazione di cui agli articoli

COME EVITARE LA FESSURAZIONE DEL MASSETTO

TELERISCALDAMENTO

CON IL PATROCINIO DI:

ANTEPRIMA MCE

18 L’innovazione tecnologica torna in presenza Dopo quattro anni di assenza, MCE torna a Rho-Fiera Milano dal 28 giugno al 1° luglio: un’occasione imperdibile per toccare con mano i prodotti più innovativi sul mercato ITS a cura della redazione INCHIESTA

26 Piattaforme online: opportunità o minaccia? Molte piattaforme e aggregatori permettono di raggiungere “facilmente” nuovi clienti. Ma cosa ne pensano gli installatori? È tutto così conveniente? a cura di Marusca Scotuzzi MERCATO

33 I numeri straordinari della climatizzazione nel 2021 L’ultima Rilevazione statistica Assoclima mostra incrementi a doppia e addirittura a tripla cifra per alcune categorie di prodotto, non solo rispetto al 2020 ma anche rispetto al 2019 a cura della redazione ESCLUSIVA CERVED

Con il patrocinio di

Testata associata

Coprendo circa il 3% del fabbisogno in Italia, il teleriscaldamento può ancora giocare un ruolo strategico nella transizione energetica. Servono però maggiori investimenti pubblici di Gabriele Tedesco FOCUS TECNICO

15-21 del GDPR. In collaborazione con

38 Teleriscaldamento: una tecnologia ancora sottovalutata

UNA TECNOLOGIA ANCORA SOTTOVALUTATA

COPIA OFFERTA DA

IN COLLABORAZIONE CON

NUOVI SCENARI

34 Valvole e rubinetti, la crisi geopolitica minaccia il settore La crescita registrata nel 2021 è messa a rischio dai costi delle materie prime e dalle difficoltà di approvvigionamento. La fotografia del mercato nei dati Cerved a cura della redazione

40 Problemi di fessurazione del massetto negli impianti radianti Gli impianti di riscaldamento a pavimento sono sempre più diffusi, ma quali sono gli accorgimenti da seguire per evitare la comparsa di crepe e fessure? di Massimiliano Picci TECNOLOGIE

48 La caldaia 100% idrogeno è già realtà Baxi ha presentato la propria nuova linea produttiva di caldaie a idrogeno nella sede di Bassano del Grappa: dopo le installazioni pilota nel 2019, l’azienda è pronta per la produzione su larga scala di Pasqualina Ciancio CASE HISTORY

52 La casa “full electric” non è un miraggio Dire addio al gas installando una pompa di calore elettrica è possibile, ma bisogna saperlo fare nel modo giusto. L’esperienza della rete Sigillo Sicuro a cura di Ecloud

Rubriche 4 14 42 44 50 54 60

ATTUALITÀ NOVITÀ PRODOTTI STORIE CARRIERA E LAVORO DENTRO IL PRODOTTO NOTIZIE DAL MERCATO INSTALLATORE NON PROFESSIONALE

www.installatoreprofessionale.it Seguici anche su Facebook @installatorenews


www.caleffi.com

CALEFFI XF

EXTRA

FILTRANTE

CALEFFI XF serie 577 è un filtro defangatore magnetico di livello extra. La maglia filtrante con superficie extra grande ed extra fine consente una pulizia dell’impianto senza paragoni. Il nuovo magnete estraibile trattiene anche le più piccole impurità ferrose. CALEFFI XF è autopulente: il suo meccanismo a spazzole permette di rimuovere ed espellere tutte le impurità senza smontare il filtro.

GARANTITO CALEFFI.

28 Giugno/June - 1 Luglio/July 2022 | Fiera Milano

Pad. 7 - Stand A41-A51 / C42-C52 8-11 Marzo/March 2022 | Fiera Milano


News

a cura della redazione

LA PRIMA NORMA ITALIANA ED EUROPEA SULLE CALDAIE A MISCELA DI IDROGENO Pubblicata il 24 febbraio 2022, la specifica tecnica UNI/TS 11854 definisce requisiti e procedure di prova per caldaie alimentate da miscele di metano e idrogeno al 20% Pubblicata lo scorso 24 febbraio 2022, la specifica tecnica Olanda e Inghilterra sono già state condotte diverse sperimenUNI/TS 11854 è la prima norma tecnica italiana (ed europea) tazioni finalizzate ad analizzare il comportamento di caldaie alidedicata ai generatori di calore alimentati con blend di gas natu- mentate con miscele di idrogeno al 20% su impianti reali (caldaie rale e idrogeno fino al 20% in volume. Sviluppata nell’ambito installate nelle abitazioni), con risultati molto positivi”, prosedella Commissione Riscaldamento del CIG con il contributo di gue D’Acunti. “Dall’esperienza europea sappiamo, inoltre, che Assotermica, la norma UNI/TS definisce i requisiti e le procedure le reti di distribuzione esistenti non presentano alcuna necessità di prova specifici per l’utilizzo di caldaie equipaggiate con brucia- di intervento per trasportare miscele contenenti idrogeno fino tori atmosferici, bruciatori atmosferici con ventilatore o bruciatori al 50%. Il nostro invito è: chi è già in grado di utilizzare questa con premiscelazione aventi portata termica nominale massima risorsa, la utilizzi, le tecnologie sono pronte. L’idrogeno deve di 300 kW, alimentate da miscele di metano e idrogeno al 20%. essere democraticamente concesso a tutti i settori in grado di L’obiettivo è superare i protocolli individuali attualmente utiliz- utilizzarlo (in miscela o in purezza) e che possano trarne vantagzati, mettendo a disposizione degli operatori del settore un unico gio in termini ambientali ed energetici, sostenendo lo sviluppo di documento nazionale di riferimento da utilizzare nelle fasi di risorse locali per ridurre la dipendenza energetica da Paesi terzi. progettazione e verifica delle Il settore del riscaldamento resicaldaie. In più, con la norma denziale presenta il grande van“Il nostro invito è: chi è già in grado di vengono introdotti metodi di taggio di poter utilizzare miscele prova specifici, come l’uso di utilizzare questa risorsa, la utilizzi, le di gas naturale ed idrogeno fin da nuovi gas limite di prova, da tecnologie sono pronte” subito, contribuendo immediataintegrare nei test che già venmente alla riduzione dei consumi gono effettuati sulle caldaie – Valentina D’Acunti, Assotermica di gas naturale”. per coprire i rischi derivanti da miscele di idrogeno. Il prodotto, d’ora in avanti, potrà così essere certificato per parte terza come hydrogen ready 20% prima di essere immesso sul mercato. “Questa specifica tecnica è un passo molto importante per testimoniare gli enormi progressi che il nostro settore ha fatto sul fronte idrogeno”, commenta Valentina D’Acunti, consigliere di Assotermica e presidente della Commissione Riscaldamento del CIG. “La pubblicazione della norma dimostra che le nostre tecnologie sono pronte già da tempo. Il settore heating è uno dei più preparati per l’utilizzo di questa risorsa così preziosa, più di altri comparti considerati hard to abate”. “In paesi come Germania, 4

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


L’ARIA SI VESTE DI STILE


News

a cura della redazione

Guerra in Ucraina e indipendenza energetica: il ruolo delle biomasse La guerra in Ucraina, l’aumento dei prezzi dell’energia e i timori per la continuità delle forniture di gas “hanno ulteriormente confermato la necessità di guardare con maggior attenzione al contributo che il settore produttivo delle biomasse legnose può fornire alla diversificazione degli approvvigionamenti riducendo la dipendenza energetica da altri Paesi, contrastando il caro energia e promuovendo al contempo lo sviluppo locale e la transizione energetica”. Lo scrive Annalisa Paniz, Direttrice generale di AIEL, l’Associazione che rappresenta oltre 500 soci tra produttori, distributori, costruttori di tecnologie, progettisti e installatori di impianti di riscaldamento a biomasse legnose, in una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio Mario Draghi a inizio marzo 2022. Nella missiva, AIEL approfondisce alcune delle possibili soluzioni per mi-

tigare gli effetti prodotti dalla guerra in Ucraina. La strategia energetica per un calore rinnovabile dovrebbe vedere una progressiva riduzione dell’utilizzo del gas e quindi fondarsi anche su piccoli-medi impianti centralizzati a biomassa legnosa, impianti di micro e mini-cogenerazione, teleriscaldamento e calore di processo, ma anche sulle moderne stufe che, grazie ai progressi tecnologici degli ultimi anni, garantiscono alto rendimento, efficienza energetica e basse emissioni di particolato. Considerando le risorse legnose attualmente a disposizione è possibile puntare a un obiettivo di 16,5 Mtep di energia termica prodotta da bioenergia, di cui 8,5 Mtep da biomasse legnose, pari a circa 146 GW di potenza installata. Le bioenergie potrebbero arrivare a coprire fino al 68% dell’energia da FER nel settore termico e fino al 37% dei consumi termici

PELLET, DAL 15 APRILE SOSPESE TUTTE LE AZIENDE CERTIFICATE ENPLUS® IN RUSSIA E BIELORUSSIA A partire dal 15 aprile, tutti i produttori distributori e fornitori di servizi certificati ENplus® con sede in Russia e Bielorussia saranno sospesi. La decisione è stata presa dall’European Pellet Council, il principale organismo di rappresentanza del settore del pellet in Europa che coordina a livello internazionale la certificazione di qualità ENplus®, che in una nota ha espresso la propria preoccupazione per l’aggressione russa contro l’Ucraina, condannando fermamente il disprezzo dimostrato per i princìpi democratici e la violazione dei diritti umani. La sospensione significa che le aziende russe e bielorusse non saranno in grado di vendere pellet certificato ENplus® e non verranno accettate nuove domande di certificazione da questi due Paesi. “ENplus® è uno schema di certificazione basato su valori che includono il massimo livello di responsabilità sociale, nonché l’assoluto rispetto dello stato di diritto. Le azioni del governo russo, assistito dalla Bielorussia, contraddicono i valori dell’EPC e sono state considerate dai suoi membri del tutto inaccettabili.”

6

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


BLACKFIRE

Il sistema a innesto resistente al fuoco • Blackfire è il sistema di scarico con proprietà autoestinguenti certificate dalla norma tedesca DIN 4102 B1. • È resistente ai raggi UV, agli impatti a basse temperature (fino a -10°C) e alla pressione da -800 mbar a 1,5 bar. • Garantisce ottime prestazioni acustiche, con una rumorosità di 16 dB(A) a 2 l/s, e un’estrema facilità di posa grazie al sistema ad innesto.

Seguici su:

www.valsir.it


News F-GAS, IN ARRIVO REGOLE PIÙ STRINGENTI DA BRUXELLES Dal 2014, anno in cui è stato introdotto il primo regolamento per limitare la presenza di F-Gas dal forte potere climalterante, le emissioni di idrofluorocarburi sono diminuite ma non abbastanza: in 5 anni il calo registrato è stato di appena il 6%. Per questa ragione il 5 aprile 2022 la Commissione ha presentato una proposta di revisione della Regolamentazione Europea sugli F-Gas, con l’obiettivo di arrivare a un calo delle emissioni pari a 310 MtCO2 al 2050. La proposta, che sarà discussa dal Parlamento Europeo, introduce diverse novità per il settore HVAC+R. A partire dal 2027, infatti, tutti gli split contenenti gas refrigerante con GWP superiore a 150, tranne quando richiesto dagli standard di sicurezza, non potranno più essere immessi sul mercato. Per gli split di capacità superiore a 12 kW (principalmente i VRV-VRF) invece verrà vietato l’uso di gas refrigerante con GWP superiore a 750. Dal testo della proposta è evidente l’intento della Commissione di spingere la domanda verso gli split a idrocarburi caratterizzati da un basso GWP ma attualmente poco richiesti dal mercato, di cui rappresentano meno dell’1%. Introdotto il concetto di “Self Contained” A partire dal 1° gennaio 2022 è entrato in vigore l’obbligo di utilizzare refrigeranti con GWP minore di 150 nei frigoriferi e congelatori per uso commerciale, ma solo se l’impianto è ermeticamente sigillato; così formulata, la norma ha permesso ad alcuni costruttori di bypassare l’obbligo rendendo il sistema

non ermeticamente sigillato. Per sopperire a questo problema, la nuova proposta della Commissione introduce il concetto di “Self Contained”: un impianto integrato, monoblocco, di refrigerazione commerciale dovrà contenere già dal 2022 gas refrigerante con GWP minore di 150, mentre tutti gli impianti di refrigerazione integrati, monoblocco, non split, dovranno rispettare quest’obbligo dal 2025. Maggiori restrizioni alle importazioni illegali Infine, al Capitolo V del testo, la Commissione si riserva il potere di adottare nuove misure per il monitoraggio dei gas fluorurati a effetto serra, anche sulla base di una valutazione dei potenziali rischi legati ai traffici illegali. Per questo vengono limitate ancor di più le quote di HFC importabili: dal 2024 al 2026 la quantità dovrà ridursi infatti fino a un massimo di 41.701.077 tCO2 e (il 23,6% rispetto al 2015), e la progressione terminerà nel 2048, quando la quota si ridurrà a circa il 2,37% rispetto ai valori del 2015.

Tax credit acqua potabile, l’Agenzia delle Entrate riduce il credito d’imposta La percentuale del credito d’imposta fruibile da ciascun beneficiario che ha fatto richiesta del “bonus acqua potabile” scende dal 50% al 30,37% dell’importo richiesto. Lo ha stabilito il provvedimento 31 marzo 2022 n. 102326 pubblicato dall’Agenzia delle Entrate dopo aver acquisito le comunicazioni validamente presentate entro lo scorso 28 febbraio e constatato che le spese complessivamente sostenute nel 2021, per il miglioramento qualitativo delle acque potabili, hanno superato i 5 milioni di euro di risorse disponibili. Infatti, come previsto nel provvedimento dello scorso 16 giugno 2021, nel caso di superamento del tetto di spesa di 5 milioni di euro, l’Agenzia delle Entrate si era riservata di calcolare la percentuale della quota di agevolazione rapportando il tetto massimo di spesa all’ammontare complessivo del credito d’imposta risultante da tutte le comunicazioni validamente presentate. Per consentire la compensazione, l’Agenzia, con la risoluzione n. 17 del 1° aprile 2022, ha anche istituito il codice tributo “6975” (CREDITO D’IMPOSTA PER L’ACQUISTO DI SISTEMI DI FILTRAGGIO ACQUA POTABILE – articolo 1, commi da 1087 a 1089, della Legge 30 dicembre 2020, n. 178), da indicare nella delega di pagamento unificato per identificare il bonus. In fase di compilazione del modello, il nuovo codice dovrà essere riportato nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati”, mentre, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”. Nel campo “anno di riferimento” si dovrà indicare quello di riconoscimento del credito, nel formato “AAAA”.

8

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


INQUINAMENTO DELL’ARIA SUI LUOGHI DI LAVORO: UNO STUDIO PER MISURARNE L’IMPATTO L’Inail, insieme a ENEA, Università Sapienza, Università di Cagliari e CNR, ha avviato uno studio per valutare gli effetti sulla salute dei livelli di particolato atmosferico in relazione al microclima nei diversi ambienti di lavoro al chiuso. Lo studio è inserito nell’ambito del progetto dell’Inail VIEPI – Valutazione Integrata dell’Esposizione al Particolato Indoor, che si occupa di studiare le correlazioni esistenti tra le misure di particolato atmosferico e le condizioni micro-climatiche negli ambienti indoor, per la comprensione delle implicazioni legate alle esposizioni lavorative. “Per ENEA questo è il primo progetto sul tema della qualità dell’aria in ambienti confinati, come quelli di lavoro e studio. E il nostro compito riguarderà, in particolare, l’analisi tossicologica del particolato ultrafine”, spiega Maria Giuseppa Grollino, ricercatrice del Laboratorio Salute e Ambiente di ENEA. Il particolato ultrafine è la frazione dimensionale che merita maggiore attenzione, per la sua capacità di penetrare nel corpo umano colpendo diversi organi e provocando diverse patologie importanti. Il team di ricercatori ENEA è già al lavoro in laboratorio per la coltura in vitro di cellule bronchiali umane sane; una volta pronte, le colture cellulari saranno trasferite in un’aula di università, attraverso un espositore portatile, e “respireranno”, per un intero giorno, la stessa aria di studenti e professori. Successivamente, le cellule bronchiali torneranno in laboratorio, dove il team di ricerca ENEA svolgerà test biochimici e molecolari per analizzare la risposta tossicologica legata all’esposizione all’inquinamento indoor.

Stazione di sollevamento

Aqualift F Compact Impianto di sollevamento pronto all‘uso per l‘installazione nel pavimento Con scarico integrato nella copertura piastrellabile. Pompe integrate per il drenaggio delle acque sotto il livello di riflusso.

www.kessel-italia.it


News Superbonus: proroga al 30 settembre per le unifamiliari e quarta cessione del credito Nel “Decreto Aiuti”, approvato dal Consiglio dei Ministri il 2 maggio 2022 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 17 maggio è stata inserita la proroga al 30 settembre per il completamento di almeno il 30% dei lavori su edifici unifamiliari e funzionalmente indipendenti, come requisito per poter fruire del Superbonus 110% sulle spese sostenute entro il 31 dicembre 2022. Precedentemente la scadenza era fissata al 30 giugno: tre mesi in più, dunque, per dare respiro al settore, già messo in notevole difficoltà dall’aumento dei prezzi delle materie prime e dalle difficoltà di approvvigionamento. Altra novità importante riguarda la cessione del credito: nel Decreto Bollette, convertito in legge il 21 aprile 2022, è stata inserita la possibilità di effettuare, oltre alle tre già consentite, una quarta cessione del credito, da parte di banche e istituti finanziari a soggetti che abbiano stipulato con loro un contratto di conto corrente.

Anche questo provvedimento mira a sbloccare un mercato altrimenti paralizzato, per via della difficoltà, da parte delle banche, di “smaltire” i crediti fiscali acquisiti. Nella formulazione definitiva del Decreto Aiuti dovrebbe essere introdotta un’ulteriore semplificazione alle cessioni, permettendo alle banche di cedere i crediti anche a “soggetti non retail”, ovvero non qualificati. In più, dovrebbe essere introdotta anche la possibilità, per le banche, di cedere i crediti “sempre”, quindi non più in numero limitato, a clienti professionali privati che abbiano stipulato un contratto di conto corrente con la banca stessa, o con la banca capogruppo, senza facoltà di un’ulteriore cessione.

Decreto Energia, ulteriori semplificazioni per gli impianti FER Nel corso della discussione in Senato per la conversione in legge del “Decreto Energia” (D.L. 21/2022, chiamato anche “Decreto Taglia Prezzi”) sono stati introdotti alcuni emendamenti che semplificano la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, oltre a misure urgenti per incrementare la produzione di energia elettrica da biogas. In particolare, l’art. 7-bis prevede una semplificazione autorizzativa per gli impianti fotovoltaici a terra con riguardo agli interventi che, anche se consistenti nella modifica della soluzione tecnologica utilizzata, mediante la sostituzione dei moduli e degli altri componenti e mediante la modifica del layout dell’impianto, comportano una variazione dell’altezza massima dal suolo non superiore al 50%. Inoltre, viene portato da 10 a 20 MW il limite di potenza che richiede la valutazione di impatto ambientale. L’art. 7-ter prevede invece un potenziamento del programma di miglioramento della prestazione energetica degli immobili della pubblica amministrazione, mentre l’art. 7-quater stabilisce che la procedura di valutazione di impatto ambientale dei progetti di impianti fotovoltaici con potenza superiore a 10 MW, le cui istanze siano state presentate alla regione competente prima del 31 luglio 2021, rimangono in capo alle medesime regioni anche nel caso in cui, nel corso del procedimento di valutazione regionale, il progetto subisca modifiche sostanziali.

Condizionatori negli uffici pubblici: termostati mai sotto i 25 gradi È stata già soprannominata “operazione termostato” la stretta sui consumi energetici della Pubblica Amministrazione, varata per ridurre la dipendenza dal gas russo in seguito all’invasione russa in Ucraina. Dal 1° maggio, come previsto dal Decreto Bollette (D.L. 17/2022), la temperatura all’interno di uffici pubblici e scuole non potrà mai scendere sotto i 25 gradi. Nella stagione invernale, invece, non potrà mai salire sopra i 19°. In questo modo sarà possibile risparmiare tra i 2 e i 4 miliardi di metri cubi di gas. Assoclima ha commentato positivamente l’iniziativa, ricordando che esiste una “buona pratica” secondo cui la differenza di temperatura tra ambiente interno ed esterno dovrebbe sempre essere compresa entro i 5°C per evitare sbalzi eccessivi. Allo stesso tempo, l’associazione che riunisce i produttori di apparecchi per la climatizzazione ricorda che “la climatizzazione estiva non è un lusso, risponde a un bisogno umano reale e costituisce un consumo virtuoso, perché una quota parte molto significativa del consumo è soddisfatta da fonti rinnovabili, che nel periodo maggio-agosto esprimono la loro massima capacità, attestandosi mediamente al 40%”. “Se questa percentuale fosse incrementata – conclude il presidente di Assoclima Luca Binaghi – si ridurrebbe ulteriormente l’impatto della climatizzazione estiva sui consumi, con benefici sia economici che ambientali”.

10

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


www.enolgas.it

Ispirati dal passato, proiettati nel futuro.

OMEGA

REVERSO

SWIFT•O•MATIC

ENERGY•SAT

ETS ENOLGAS THERMO SYSTEM


Distribuzione ISPEZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI, NUOVA LEGGE IN MOLISE Il consiglio regionale del Molise ha approvato una nuova legge sulle verifiche periodiche sugli impianti termici, dopo una vera e propria pioggia di ricorsi – oltre 5 mila – da parte dei cittadini che si sono ritrovati a dover pagare sanzioni fino a mille euro per non aver fatto svolgere i dovuti controlli sulle caldaie nel periodo dell’emergenza sanitaria. “L’eccessiva onerosità delle sanzioni ha prodotto criticità che si sono riverberate soprattutto sulle fasce più deboli della popolazione, già penalizzate dalla crisi economica accentuata dalla pandemia Covid”, ha spiegato il consigliere regionale Gianluca Cefaratti, illustrando in aula la proposta di legge. Quest’ultima interviene

complessivamente sulla disciplina delle ispezioni e delle sanzioni per i mancati controlli sugli impianti termici, recependo le direttive comunitarie in maniera. Nel provvedimento vengono definiti inoltre i valori massimi della temperatura negli ambienti, i limiti di esercizio degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva, la facoltà delle Amministrazioni comunali in merito ai limiti del loro utilizzo. Per gli impianti termici vengono anche specificati: i requisiti e i soggetti responsabili per l’esercizio, la conduzione, il controllo e la manutenzione. Inoltre, viene istituito il “Catasto regionale degli impianti termici” e la relativa banca dati.

Canne fumarie e obbligo di scarico a tetto: eccezioni estese alle pompe di calore a gas L’art. 9-bis della legge 27 aprile 2022, n. 34 di conversione del Decreto Bollette (D.L. 17/2022) fa rientrare l’installazione delle pompe di calore a gas tra le eccezioni che ammettono la deroga ai requisiti previsti dal comma 9 dell’articolo 5 del D.P.R. n. 412 del 1993 per gli impianti termici installati successivamente al 31 agosto 2013. L’installazione delle pompe di calore a gas è sottoposta ai requisiti tecnici attualmente previsti per i generatori di calore a gas a condensazione (per i quali è stabilito che i prodotti della combustione devono avere emissioni medie ponderate di ossidi di azoto non superiori a 70 mg/kWh, misurate secondo le norme di prodotto vigenti); si prescrive altresì che le pompe di calore a gas (in luogo dell’attuale riferimento alle “pompe di calore”), comprese quelle dei generatori ibridi, devono avere un rendimento superiore a quello previsto all’articolo 4, comma 6, lettera b), del regolamento concernente attuazione della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia (D.P.R. n. 59/2009).

12

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


Dosatore PROPORZIONALE di polifosfati e silicati in sfere con FILTRO e sistema BYPASS integrato

STANDARD

Versione SUPER-COMPATTA

EXTRA

Caldaie murali

DOSAGGIO PROPORZIONALE

Effetto Venturi

Rilascio proporzionale di polifosfati e silicati.

1”

LUNGA DURATA

PORTATE ELEVATE

Scaldabagno

Lavatrici

Lavastoviglie

BYPASS integrato sostituisci le sfere ad impianto funzionante.

FILTRO da 500 µm In ottemperanza alla norma UNI 8065 relativa al trattamento acque.

Stand E11 G12 E19 G20 - Pad. 5


Novità prodotti Caldaia murale a condensazione “hydrogen ready” L’offerta green di Baxi si amplia con Luna Classic, una caldaia murale a gas a condensazione ideale per appartamenti o piccole case, grazie alle dimensioni compatte (700x395x285 mm). Disponibile in due modelli per il riscaldamento e la produzione istantanea di ACS – Luna Classic 24 e Luna Classic 28 – la caldaia è stata progettata per funzionare con una miscela composta fino al 20% da idrogeno, riducendo così le emissioni di CO2 del 6% rispetto al funzionamento con 100% di gas naturale, pur mantenendo invariata l’efficienza. La temperatura dell’acqua sanitaria può essere impostata scegliendo tra due funzioni: relax, una funzione di preriscaldamento che mantiene l’acqua alla temperatura desiderata per un periodo di tempo preimpostato o per 30 minuti dopo aver selezionato la temperatura scelta, e boost, che attiva la caldaia alla massima potenza per un’erogazione più rapida dell’acqua calda. Il nuovo scambiatore di calore in acciaio inossidabile rende la caldaia più affidabile e facile da mantenere; il nuovo gruppo idraulico garantisce massimi livelli di prestazione e durabilità, mentre l’isolamento garantisce un funzionamento silenzioso. Abbinata al kit Baxi Mago A+ la caldaia raggiunge la classe di efficienza A+. Infine, Luna Classic è facile da installare, grazie all’imballaggio innovativo: il disimballaggio richiede meno spazio, le istruzioni e gli schemi di installazione sono presenti nella parte superiore dell’imballo, il prodotto risulta protetto da polvere e sporco grazie agli inserti di polistirolo pretagliato, e il corretto posizionamento della caldaia (è già in posizione verticale) riduce i tempi di installazione. Altri vantaggi sono rappresentati dalle connessioni dei tubi raggiungibili dal basso e dal kit di scarico per una sostituzione più agevole. www.baxi.it

Valvole motorizzabili per impianti idrici I prodotti della Serie E-READY di TECO permettono la gestione da remoto di intercettazione e/o contabilizzazione acqua negli impianti idrici. I tre prodotti che compongono la serie (valvola d’intercettazione da incasso K4.1 E-READY, kit di contabilizzazione da incasso K4CC E-READY e valvola d’intercettazione T4 E-READY) sono accomunati dalla possibilità di essere motorizzati con l’inserimento del motore della Serie E100. Questo motore è caratterizzato da dimensioni compatte, silenziosità, efficacia, basso consumo energetico e dalla possibilità di essere installato in qualunque momento: una volta predisposto il collegamento alla rete elettrica, infatti, può essere inserito in pochi passaggi, anche successivamente all’installazione. I prodotti della Serie E-READY sono disponibili nella versione Fastec®: il sistema di connessione rapida TECO, che consente di lavorare anche in spazi ridotti e realizzare un collegamento idraulico tra raccordo e valvole veloce e sicuro, senza l’utilizzo di attrezzi. T4 E-READY è disponibile anche nella versione filettata, che rimane la versione standard. Le valvole presentano un gruppo di intercettazione anti-bloccaggio estraibile e una sfera che impedisce il ristagno dell’acqua e previene lo sviluppo di microorganismi. I prodotti da incasso, K4.1 E-READY e K4CC E-READY, presentano come unico elemento visibile esternamente un’elegante placca di copertura, e possono così armonizzarsi allo stile di ogni ambiente. www.tecosrl.it

Linea premium per il raffrescamento a parete Vaillant presenta climaVAIR premium, la nuova linea top di gamma per il raffrescamento a parete, perfetta per consumatori digital oriented. Dotata di un rilevatore di presenza intelligente a infrarossi, climaVAIR premium è disponibile in 3 versioni monosplit, da 2,5 kW, 3,5 kW, 5,0 kW e raggiunge la classe di efficienza A+++ sia in raffreddamento sia in riscaldamento. Impiega gas refrigerante R-32 a basso impatto ambientale e presenta una ridotta rumorosità (inferiore ai 19dB) e un ampio range operativo (in riscaldamento a -25° e in raffreddamento a 52°). La funzione i-Sense, attivabile dal telecomando in dotazione, consente di regolare la temperatura e la direzione del flusso d’aria e di attivare la modalità risparmio energetico se nessuno è presente nella stanza per un determinato periodo di tempo. Grazie al modulo WiFi integrato e la compatibilità con Google Home e Alexa, è possibile controllare il climatizzatore tramite App anche fuori casa: non solo accensione e spegnimento, ma anche scelta di temperatura o modalità di funzionamento desiderati. L’innovativo sistema 3D airflow garantisce una distribuzione uniforme e personalizzabile dell’aria per avere sempre la temperatura perfettamente bilanciata in tutta la stanza. Il design originale, dalle linee aerodinamiche e con la trama laterale a coda di pesce, risalta in qualsiasi stile di arredamento. www.vaillant.it 14

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


A+++ A+++

Dai valore al tuo tempo,

1 vite, 1 minuto Dai valore al tuo tempo, A+++

e 1tutto diventa facile! vite, 1 minuto

A+++

e tutto diventa facile!

Dai valore al tuo tempo, Dai valore al tuo tempo,

1 vite, 1 minuto

1 vite, 1 minuto e tutto diventa facile!

e tutto diventa facile!

Pulizia e igiene Pulizia e igiene

Pulire la ventola interna è facile grazie

Pulire la ventola interna è facile grazie al design innovativo 1 vite che permette al design innovativo a 1 vitea che permette lo smontaggio in 1 minuto. lo smontaggio in 1 minuto.

Pulizia e igiene Pulire la ventola interna è facile grazie al design innovativo a 1 vite che permette lo smontaggio in 1 minuto.

Pulizia e igiene

Pulire la ventola interna è facile grazie al design innovativo a 1 vite che permette lo smontaggio in 1 minuto.

CLIMATIZZATORI CLIMATIZZATORI CLIMATIZZATORI

CLIMATIZZATORI

LINEA CLIMATIZZATORI MONO E MULTI LINEA CLIMATIZZATORI MONO E MULTI LINEA CLIMATIZZATORI MONO E MULTI All Easy Pro è la nuova straordinaria linea Midea in classe energetica A+++, All Easy Pro è la nuova straordinaria linea Midea in classe energetica A+++,

cheerivoluziona installazione manutenzione nel mondo della climatizzazione. LINEA CLIMATIZZATORI MONO E MULTI All rivoluziona Easy Proinstallazione è la nuova straordinaria lineaeMidea in classe energetica A+++, che manutenzione nel mondo della climatizzazione. Dai valore al tuo tempo, scegli All Easy Pro.

Dai al tuo tempo, scegli All EasyePro. chevalore rivoluziona installazione manutenzione nel mondo della climatizzazione. All Easy Pro è la nuova straordinaria linea Midea in classe energetica A+++,

Dai valore al installazione tuo tempo, scegli All Easy Pro. nel mondo della climatizzazione. che rivoluziona e manutenzione

Dai valore al tuo tempo, scegli All Easy Pro. A+++ A+++ Design 1 vite Montaggio 1 minuto facilitato

Pulizia semplice

Design 1Intelligent vite Montaggio Risparmio Smart Pulizia Funzione Risparmio energetico energetico1 minuto Eye facilitatokit semplice Mono e Multi

A+++

Intelligent Eye

Smart kit

Funzione

Mono e Multi midea.com/it

midea.com/it


Novità prodotti Pompa di calore monoblocco con gas R32 LG Electronics presenta la nuova pompa di calore aria-acqua THERMA V R32 Monoblocco S. La sigla “S” sottolinea la silenziosità e la superiorità delle prestazioni: il nuovo modello vanta, infatti, un livello di rumorosità ridotto e prestazioni più elevate tra le pompe di calore aria-acqua. THERMA V R32 in versione Monoblocco si configura come un sistema completo che racchiude unità interna ed esterna in un unico modulo, che non ha bisogno né dell’installazione di un’unità interna né del collegamento delle tubazioni frigorifere. Essendo il circuito frigorifero dell’unità ermeticamente sigillato, l’installazione non necessita del patentino F-Gas. Tutti i componenti idronici – compresi i sensori, le valvole e lo scambiatore di calore – sono integrati nell’unità esterna, garantendo maggiore flessibilità di installazione, efficienza nell’utilizzo degli spazi e sicurezza. In modalità Low Noise, la rumorosità prodotta è pari a soli 35 dB(A). Oltre a raggiungere temperature dell’acqua in mandata fino a 65°C, il prodotto raggiunge una classe di efficienza energetica (Erp) pari ad A+++. Il compressore R1 Compressor™ di LG assicura riscaldamento affidabile e produzione di acqua calda sanitaria anche quando le temperature scendono fino a -25°C (con prestazioni al 100% della capacità operativa fino a -15°C). L’interfaccia touch del comando remoto RS3, semplice da utilizzare, permette di controllare in modo smart la pompa di calore, compatibile anche con l’app LG ThinQ™. www.lgbusiness.it

Sistema completo per il solare termico Il sistema solare termico Zelios Fast di Chaffoteaux è una soluzione completa, composta da un accumulatore con stazione solare integrata e progettata per garantire grande facilità sia in fase di installazione – grazie a componenti pre-montati di serie – sia di funzionamento. Un’affidabilità a cui concorre il collettore piano di nuova generazione, che fornisce un rendimento equilibrato in tutte le stagioni. È provvisto di attacchi idraulici rapidi e può essere montato anche a incasso. In ogni momento è inoltre possibile consultare il display integrato per verificare rapporti completi sulle prestazioni dell’impianto, dati sulla produzione di energia, nonché parametri di configurazione. L’interfaccia di sistema Expert Control permette di sfruttare al meglio tutta l’energia prodotta evitando gli sprechi. Accumulo e collettore sono garantiti 5 anni. www.chaffoteaux.it

Comfort e silenziosità Unical presenta YA3, il nuovo climatizzatore con pompa di calore, in classe energetica A+++ in raffrescamento, dotato di uno ionizzatore integrato che elimina e neutralizza le microparticelle in sospensione. Il sistema Full Inverter con modulazione progressiva continua garantisce un maggior risparmio energetico stagionale e un miglior comfort in ambiente. Il refrigerante impiegato è l’R32, a basso impatto ambientale. L’unità esterna, pur mantenendo dimensioni compatte, vanta un aumento significativo delle prestazioni grazie ai compressori di ultima generazione con tecnologia High Inverter e i ventilatori brushless ad alta modulazione. La “superficie di scambio” è aumentata grazie alle micro-canalature della batteria di tubi in rame e al rivestimento “Gold” che ha ricevuto un trattamento battericida, antimuffa e anti-corrosione, a garanzia di salubrità e durata. Grazie all’elettronica e alla USB Key fornita di serie connesse all’home Wi-Fi, con l’app semplice e intuitiva, l’utente può interagire con il climatizzatore dal proprio smartphone o tablet. La funzione Supersilent riduce l’impatto acustico ad appena 20 dB(A). YA3 può essere integrato con airSOFT, l’accessorio progettato da ArtÙ Design Studio che deflette e diffonde l’aria condizionata, evitando il pungente effetto “lama di ghiaccio” del getto in uscita dall’unità interna, sfruttando la tecnologia dei microfori. www.unicalag.it 16

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


INFORMAZIONE DALLE AZIENDE

SMART HOME

MY MAXA APP, IL SISTEMA INTELLIGENTE DI TERMOREGOLAZIONE

Ideale per contesti residenziali, commerciali e terziari per la gestione dell’intero sistema di climatizzazione anche a distanza via app oppure tramite assistente vocale R-TOUCH ACS

MTH 7-TOUCH

FAN-COIL

COMPACT-8

M

y Maxa è un sistema intuitivo ed efficace per la completa gestione delle proprie pompe di calore e, se necessario, anche dell’intero sistema di climatizzazione. Il cuore del sistema è disponibile in due configurazioni: • HUB in cui la centralina di regolazione viene installata all’interno del quadro elettrico di casa; • 7-Touch, con uno schermo touch da 7” con un’interfaccia semplice e intuitiva, e può essere installato su parete a vista. Le interfacce disponibili sono: • Touch screen locale; • App su smartphone; • WebApp su Cloud; • assistenti vocali. Attraverso HUB o 7-Touch, grazie

PUFFER DHW

HEAT PUMP

ai sensori presenti nelle stanze e i servizi cloud, vengono calcolate le migliori condizioni di comfort per ogni ambiente, e si può agire su temperatura, umidità e ricambi

Consigli per l’installatore

Ing. Davide Mocellin, R&D Electronics Department L’installatore che vuole proporre al suo cliente un servizio tecnologico all’avanguardia e innovativo può fare affidamento su My Maxa App. In più, attraverso il sistema My Maxa App può disporre di una piattaforma per il completo controllo di tutte le proprie installazioni, monitorare il sistema di registrazione di tutti i parametri ambientali ed eventuale segnalazione di allarmi, sempre disponibili e consultabili direttamente sul portale my.maxa.it. Oltretutto, grazie all’accesso da remoto, può garantire un servizio di assistenza senza necessità di spostamento.

di aria. Il sistema rende quindi la termoregolazione a portata di tutti ed è l’ideale per chi vuole avere tutto sotto controllo. Attraverso entrambe le configurazioni è possibile controllare la termoregolazione delle diverse zone della casa anche attraverso la voce, grazie alla compatibilità con applicazioni come Amazon Alexa o Google Home. È possibile gestire fino a 20 zone diverse, ognuna con il proprio setpoint di temperatura e con il proprio sistema di raffrescamento e riscaldamento. Inoltre è possibile gestire e monitorare anche più pompe di calore collegate assieme in cascata. Per i clienti più esigenti è stata progettata in aggiunta anche My Maxa App: un innovativo sistema di termoregolazione che prevede lo smartphone come principale pannello di controllo della propria abitazione. Attraverso l’applicazione si imposta la temperatura dei diversi ambienti, la programmazione oraria, l’accensione, lo spegnimento e la completa gestione delle pompe di calore in rete. L’app è gratuita e scaricabile da Google Play e Apple Store.

MAXA Via S. Giuseppe Lavoratore 24 37040 - Arcole (VR) Tel. +39 0457636585 info@advantixspa.it | www.maxa.it

N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

17


ANTEPRIMA MCE a cura della redazione

L’innovazione tecnologica

torna in presenza

Dopo quattro anni di assenza, MCE torna a Rho-Fiera Milano dal 28 giugno al 1° luglio: un’occasione imperdibile per toccare con mano i prodotti più innovativi sul mercato ITS

18

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


L’

L’attesa è finita: dopo i numerosi rinvii dovuti alla pandemia, MCE - Mostra Convegno Expocomfort, una delle vetrine più prestigiose per le aziende del settore HVAC+R, delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica, torna in presenza dal 28 giugno al 1° luglio 2022 in Fiera Milano, confermandosi, anche in questa inedita veste “estiva”, come l’appuntamento irrinunciabile per costruire relazioni e alleanze strategiche, oltre che per conoscere i prodotti più innovativi presenti sul mercato, di cui nelle pagine seguenti daremo una sintetica “anteprima”. Per la 42a edizione, Reed Exhibitions Italia – società organizzatrice di MCE – ha voluto facilitare la partecipazione dei distributori e degli installatori ITS da tutta Italia: grazie alla collaborazione con ANGAISA, ma non solo, sono stati sviluppati accordi ad hoc con le maggiori realtà distributive sul territorio per favorire la partecipazione e l’organizzazione dei gruppi di installatori in visita. L’agenda in presenza si aggiornerà con i convegni e seminari atti a garantire un continuo approfondimento tecnico e normativo, organizzati dalle Associazioni internazionali (EHPA, European Heat Pumps Association e REHVA, Federation of European Heating, Ventilation and Air Conditioning Associations) e associazioni partner. Obiettivo: superare nel 2022 i numeri già significativi delle precedenti edizioni in termini di partecipazione.

Focus sull’idrogeno

Come ha spiegato Massimiliano Pierini, Managing Director di Reed Exhibitions Italia, nei quattro anni che sono passati dall’ultima edizione di MCE “il nostro settore è diventato basilare nell’ambito della sostenibilità

ambientale”. Per questo un’attenzione particolare è riservata alle tecnologie più promettenti per il raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica e riduzione delle emissioni, a partire dall’idrogeno applicato al riscaldamento residenziale, su cui ci sarà, nel corso della fiera, una giornata di confronto con gli operatori del settore e gli stakeholder istituzionali.

Quattro aree tematiche

Durante la manifestazione sarà presentato l’8° Rapporto CRESME sul Mercato dell’Impiantistica e ci sarà la seconda tappa dei Circular Economy Events, con la presentazione della ricerca di MCE sugli Smart District in Italia. I Workshop saranno suddivisi invece tra le 4 aree tematiche: • That’s Smart, l’area dedicata a Home & Building Automation, Smart Metering, Electric Mobility e Energie rinnovabili. Il focus sarà su Smart EcoBuilding, Ecodrive e mobilità smart, comunità energetiche e fotovoltaico e smart storage; • MEP BIM Forum, con il coordinamento del prof. Giuliano Dall’O del Politecnico di Milano - Dipartimento ABC e Coordinatore dell’MCE Lab. Si occuperà di nuove opportunità nell’utilizzo dei sistemi digitali di supporto al processo che va dalla progettazione, all’installazione, fino alla gestione degli impianti nell’ambito dell’edificio durante il suo intero ciclo di vita; • Energy Efficiency 4.0 con approfondimento sulle opportunità di efficientamento energetico in ambito non domestico, focalizzato sui settori dell’agrifood, della sanità e dell’alberghiero; • WK – ISNOVA, con gli appuntamenti Incontriamoci con il Superbonus, per tutti gli aggiornamenti previsti dall’incentivo fiscale.

Pianifica la tua visita Per partecipare come visitatore a MCE - Mostra Convegno Expocomfort 2022 è necessario registrarsi online sul sito ufficiale dell’evento (scansiona il QR Code per andare direttamente alla pagina di registrazione). Al termine della registrazione si riceverà una mail con il link di attivazione del profilo e le credenziali di accesso. Per acquistare il biglietto, nella sezione Informazioni sul profilo, va selezionato il tipo di biglietto desiderato, indicando i giorni di visita, e procedendo con il pagamento. Oppure è possibile convertire il Codice invito ricevuto da un espositore o da un distributore per il biglietto gratuito. REGISTRATI A MCE

N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

19


ANTEPRIMA MCE Contabilizzatori di calore certificati MID Belimo presenta a MCE la prima serie di contabilizzatori di calore certificati MID. La gamma è di. 15 sponibile in due versioni: TEM – Thermal Energy Padtand Meter, destinata alla sola contabilizzazione, ed EV S -A35 – Energy Valve™ adibita sia alla contabilizzazione A31 che al controllo dell’energia termica. Il controllo energetico e la misurazione e contabilizzazione certificata vengono finalmente uniti in un unico dispositivo: la nuova Belimo Energy Valve™ infatti misura, monitora e regola istantaneamente la portata e il consumo energetico nei sistemi di riscaldamento e raffreddamento con una contabilizzazione dei costi diretta. I nuovi contabilizzatori di calore Belimo sono certificati secondo EN1434/MID per la contabilizzazione diretta e per la misurazione del calore nei sistemi ad acqua pura. Il loro monitoraggio costante del glicole consente di attivare un allarme quando il glicole, che influenzerebbe negativamente le letture energetiche, è presente nell’acqua. Per i modelli di misuratori non certificati MID invece, il monitoraggio del glicole e la compensazione automatica brevettati da Belimo assicurano che la misurazione rimanga accurata, indipendentemente dalla concentrazione o dal tipo di glicole presente nell’impianto. Tutti i prodotti della gamma sono “leggibili da remoto”, come richiesto dalla Direttiva UE 2018/2002. I dati sono disponibili gratuitamente e a vita presso il Cloud Belimo: in questo modo l’utente finale, l’amministratore del condominio o il manutentore possono accedere in qualsiasi momento ai dati storici o a quelli real-time dell’impianto, senza alcun costo o canone di servizio. Inoltre, la connessione dei dispositivi al Cloud Belimo ne estende la garanzia a 7 anni e offre una serie di ulteriori vantaggi. www.belimo.it

Defangatore magnetico per pompe di calore ​​

Termostato in Classe ErP V .7 Padand t S 1/51 A4 2/52 C4

CALEFFI XF serie 577 è il nuovo filtro defangatore magnetico di livello extra, realizzato in tecnopolimero selezionato per applicazioni impiantistiche a pompa di calore. La sua maglia filtrante con superficie extra grande ed extra fine consente una profonda pulizia dell’impianto. Il nuovo magnete estraibile trattiene anche le più piccole impurità ferrose. Il suo meccanismo a spazzole permette di rimuovere ed espellere tutte le impurità senza smontare il filtro. Eliminare le impurità all’interno degli impianti consente di evitare diversi inconvenienti: dai blocchi e grippaggi delle pompe, alla minor resa degli scambiatori di calore, fino al funzionamento irregolare delle valvole e all’insufficiente scambio termico. Spesso i filtri presenti sul mercato non garantiscono la protezione dei componenti in qualsiasi fase di esercizio. CALEFFI XF, invece, elimina le particelle di impurità già dal primo passaggio, mantenendo la sua efficacia nel tempo. Maneggevole e versatile nelle operazioni di montaggio, manutenzione ed eventuale utilizzo per lavaggio circuito, può essere installato su tubazioni orizzontali o verticali, senza che siano modificate le sue caratteristiche funzionali e fluidodinamiche. La gamma è completa e può sopperire a tutte le esigenze di installazione nelle più svariate centrali termiche. Le misure più grandi (DN 40 e DN 50) sono dotate di un by-pass che permette di parzializzare fino al 50% la portata passante nel dispositivo, riducendo così l’energia utilizzata dal circolatore. www.caleffi.com

20

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022

IMIT Control System sigla l’evoluzione di uno dei suoi prodotti più affermati: Techno WPT diventa OT, il nuovo cronotermostato in Classe ErP V che mantiene la massima semplicità di installazione e di utilizzo offrendo tanti vantaggi in più. In particolare, Techno WPT OT adotta il protocollo OpenTherm, un sistema di comunicazione che permette di far dialogare il cronotermostato o il termostato ambiente con caldaie, condizionatori, anche di produttori diversi. È dunque in grado di ricevere e inviare informazioni relative alla temperatura ambiente, alla modulazione della fiamma nelle specifiche caldaie, superando così il semplice stato di acceso/spento dell’impianto, e soprattutto ottenendo una risposta più mirata ed economica alle richieste di riscaldamento. Consente, inoltre, il controllo remoto, per gestire la situazione attuale e la programmazione. Tra altre funzioni di cui è dotato Techno WPT OT, disponibile anche in versione radio, ci sono la programmazione settimanale, la possibilità di impostare 3 temperature, il display LCD retroilluminato blu, i tasti +/- sempre accessibili. .7 La sua efficienza permette di ottenere un risparPadd R51 n mio energetico stimato del 4% su ogni bolletta Sta e, infine, grazie alla sua appartenenza alla Classe V, è compatibile con il Superbonus 110% sugli interventi di riqualificazione energetica o per beneficiare dell’Ecobonus 65%. www.imit.it


Dosatore di polifosfati e silicati

Un modulo “d’effetto”

IVAR presenta Polifemo®, il nuovo dosatore di polifo.5 sfati e silicati che viene installato sulle tubature che porPadnd tano l’acqua sanitaria nella caldaia (e in altre appareca St /19 chiature quali scaldabagno, lavatrici e lavastoviglie) per E112/20 ridurre la presenza di calcare. I polifosfati e i silicati riG1 lasciati dal dosatore creano una pellicola di protezione nelle tubature, utile a evitare la corrosione causata dal calcare. Grazie al nuovo principio di dosaggio a effetto Venturi, il rilascio di polifosfati e silicati avviene in modo proporzionale ed è garantito in ogni posizione di installazione. Inoltre, Polifemo consente una visualizzazione sempre precisa del livello di carica, sia in orizzontale che in verticale. Il filtro integrato è realizzato con maglia da 500 μm, in ottemperanza alla norma UNI 8065 relativa al trattamento dell’acqua, e il sistema di bypass brevettato permette la ricarica delle sfere di polifosfati e silicati a impianto funzionante. Polifemo® è dotato di calotta in ottone che garantisce robustezza, affidabilità e assicura massima resistenza ai colpi d’ariete. Nella versione da 1”, Polifemo® presenta un design compatto, ma, abbinato a un nuovo sistema di dosaggio, garantisce facile manutenzione e portata disponibile molto maggiore (fino a 172 l/min, in base alla massima velocità ammessa). L’indicatore di livello con bicchiere trasparente facilita l’ispezione e anche la ricarica delle sfere è molto semplice grazie allo sfiato che facilita lo smontaggio della ghiera. www.ivar-group.com

EFFETTO di Galletti è un modulo di design per l’aspirazione e la diffusione dell’aria a effetto Coandă, abbinabile alle cassette idroniche ACQVARIA. L’utilizzo del Dibond (una lastra con struttura a sandwich, costituita da due lamine di alluminio), oltre a permettere un’ottima tenuta alla formazione della condensa, ha consentito di conferire un layout lineare e pulito all’oggetto, grazie anche alla finitura metallica. La griglia centrale, realizzata in acciaio, crea un’unica superficie con il pannello Dibond, esaltando la sottigliezza complessiva del pro.22 dotto. Due le finiture cromatiche attualmente proPadand St -K40 poste da Galletti: alluminio naturale spazzolato e bianco RAL 9010. Il lancio dell’aria è stato ottimizG31 zato grazie all’utilizzo di simulazioni fluidodinamiche computazionali (CFD), che hanno permesso di studiare la diffusione dell’aria in ambiente al fine di sfruttare al massimo l’effetto Coandă: l’aria in uscita dalla cassetta lambisce il controsoffitto evitando flussi direzionati direttamente sull’occupante, scongiurando situazioni di discomfort termo-igrometrico localizzato. Grazie alle calamite poste sul pannello frontale, l’installazione e la manutenzione di EFFETTO sono molto semplici e veloci. www.galletti.com

Pompe di calore polivalenti ultra-silenziose HiRef presenta la nuova serie MSL di pompe di calore polivalenti condensate ad aria con compressori scroll. Si tratta di unità aria/acqua in classe energetica A sia in raffreddamento che in riscaldamento, disponibili per utilizzo con refrigerante R454B in versione “A2L” a basso impatto ambientale, oppure con refrigerante R410A tradizionale. La gamma MSL è progettata per gestire il condizionamento di impianti industriali e i carichi termici in applicazioni tecnologiche, dove l’affidabilità 24/7 e in tutte le condizioni di lavoro, caratteristica peculiare di tali unità, rappresenta un requisito fondamentale. La gamma MSL utilizza compressori scroll di ultima generazione, scambiatori ad acqua a fascio tubiero a doppio passaggio ottimizzati per l’utilizzo con refrigeranti ad alta pressione (R410A/R454B) e ventilatori assiali ultra-silenziosi. Per garantire una maggiore facilità di manutenzione dei collettori delle batterie condensanti e dei componenti del circuito frigo, che si trovano dietro il quadro elettrico, la gamma MSL è fornita di standard con la guida di scorrimento Hi-Rail, che permette di estrarre agilmente il quadro, ricavando uno spazio aggiuntivo per la manutenzione straordinaria, senza impattare sull’ingombro a terra richiesto per il normale funzionamento dell’unità. Le connessioni idrauliche possono essere sul retro, sul lato destro o sinistro a seconda delle esigenze d’impianto e installazione. hiref.it

.22 Padand St -K40 G31

N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

21


ANTEPRIMA MCE Pompa di calore geotermica

. 13 Padtand S -F28 E21

INNOVA ha sviluppato eHPoca GEO WW, una pompa di calore geotermica che utilizza come sorgente l’acqua di falda e la temperatura del terreno, due fonti di energia che garantiscono una temperatura costante (10÷15 °C) tutto l’anno, a vantaggio di un funzionamento stabile e un rendimento superiore rispetto alle classiche pompe di calore. Il ricorso a un impianto geotermico con eHPoca GEO WW di INNOVA è una soluzione rispettosa dell’ambiente, indicata in edifici di piccole e grandi dimensioni ubicati in aree dal clima rigido (invernale ed estivo) realizzati sopra una falda o che dispongono di terreno circostante (necessario per la realizzazione dei pozzi o del campo geotermico) oppure equipaggiati con un impianto ad anello o “waterloop” (molto diffuso nelle applicazioni commerciali). Per ottenere lo scambio termico, infatti, è necessaria la realizzazione di pozzi a circuito aperto ad acqua di falda, oppure di un campo composto da sonde ipogee orizzontali o verticali (circuito chiuso ad acqua + glicole), equipaggiato con una semplice pompa di circolazione e, a valle della pompa di calore geotermica, un accumulo termostatico per conferire ulteriore inerzia all’impianto, a vantaggio di un maggiore risparmio energetico. Le pompe di calore eHPoca GEO WW hanno dimensioni contenute (500x380x825 mm) e possono essere abbinate a un bollitore separato da 170 litri per la produzione dell’acqua calda sanitaria. Grazie alla possibilità di affiancare più unità con funzionamento in cascata, per fronteggiare fabbisogni termo-frigoriferi superiori, eHPoca GEO WW è la soluzione ideale per qualsiasi applicazione in ambito residenziale (mono/ bifamiliare, condominiale) e terziario/alberghiero. www.innovaenergie.com

Ventilazione connessa e intelligente BRA.VO è il sistema di ventilazione connessa di VORTICE che nasce per monitorare costantemente la qualità dell’aria e gestire in autono. 15 mia il ricambio d’aria nelle stanze della casa Padtand o di piccoli uffici, così da avere un rinnovo soS -E36 lo quando è necessario e senza dover aprire le C31 finestre. Funziona tramite scenari pre-impostati che si adeguano alle diverse fasi della giornata e alla qualità dell’aria, rilevata tramite sensori, sia in casa che all’esterno. Un’app permette di controllare il sistema in ogni momento, anche da remoto. La gamma si compone di 2 dispositivi che, grazie alla rete Wi-Fi di casa, comunicano tra loro integrandosi ai principali assistenti vocali. Il sistema è quindi compatibile con Apple HomeKit e funziona con Google Assistant e Amazon Alexa. BRA.VO M è un’unità di ventilazione con recupero di calore adatta in soggiorni, studi, piccoli uffici, camere da letto e indispensabile per ovviare a problemi di umidità da condensa nelle nuove abitazioni in classe A e negli interventi di ristrutturazione per aumentare la classe energetica dell’edificio, beneficiando quindi delle agevolazioni fiscali per ristrutturazione e riqualificazione. Si connette, inoltre, a servizi cloud per conoscere la qualità dell’aria esterna, i livelli d’inquinamento e la temperatura, per poi decidere in autonomia quando attivare la ventilazione meccanica per il ricambio dell’aria. BRA.VO Q, invece, è un estrattore d’aria di ultima generazione, ideale in bagno, in cucina o nella lavanderia, disponibile nella versione a parete e a incasso. www.vortice.it

La qualità dell’aria indoor incontra il design La gamma TERREL di Sinclair si distingue per la forma elegante dell’unità interna e per la possibilità di scegliere tra 4 colori per integrarsi con qualsiasi stile di arredo: bianco, nero, silver e champagne. È composta da 4 taglie da 2,7 kW fino a 7 kW, con classe energetica fino A++/A+ e con SEER fino a 7,5 e SCOP fino a 4,2; sono equipaggiate con refrigerante R32 a basso impatto ambientale e possono essere installate sia in combinazioni mono che multisplit. Il range di funzionamento è efficiente sia quando l’unità funziona per rinfrescare (fino a +50 °C) o per riscaldare i locali (fino a -25 °C di temperatura esterna). L’unità esterna è compatta e di facile installazione. Il ricircolo dell’aria è efficace e sicuro grazie a Plasmatec, una tecnologia esclusiva dei cli. 13 matizzatori Sinclair che riduce la presenza di allergeni e particolato fine introducendo nell’ambiente ioni di ossigeno positiPadtand vi e negativi, in grado di ossidare le particelle di maggiori dimensioni come muffe e cattivi odori. Attraverso il telecomando S -C28 è possibile selezionare tutte le principali funzioni: i tasti Quiet e Sleep impostano una maggiore silenziosità nelle ore notturC22 ne, mentre I-Feel permette un controllo della temperatura più confortevole. I climatizzatori Sinclair sono gestibili da smartphone o tablet tramite Wi-Fi e sono compatibili con gli assistenti vocali Amazon Alexa e Google Assistant. Inoltre, i sistemi TERREL soddisfano i requisiti per accedere alle incentivazioni fiscali (Superbonus 110% ed Ecobonus 65%) oltre al Conto Termico. www.beijerref.it/AirConditioning 22

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


VMC decentralizzata con pompa di calore Per singoli ambienti in cui non è possibile realizzare impianti canalizzati, Fantini Cosmi propone Aspircomfort PRO X, la nuova VMC decentralizzata con pompa di calore, che sanifica e purifica l’aria. È una soluzione completa che assolve in un’unica macchina tre funzioni diverse: ricambio dell’aria, recupero calore e integrazione alla climatizzazione dell’aria entrante, sanificazione dell’aria immessa. La presenza di lampade UV-C consente, infatti, di sanificare l’aria in entrata svolgendo un’azione germicida, prevenendo la diffusione di malattie infettive causate da batteri e virus. Questa caratteristica, unitamente all’elevata portata d’aria di rinnovo, la rende particolarmente adatta, per esempio, per studi medici e dentistici e in tutte quelle strutture, come uffici e strutture commerciali, dove è necessario un adeguato ricambio dell’aria. Aspircomfort PRO X è disponibile in due modelli con portate differenti: Aspircomfort PRO X 460H (per il montaggio in orizzontale a soffitto) e Aspircomfort PRO X 380V (per il posizionamento a terra in verticale). Si tratta di soluzioni facili e veloci da montare: le unità monoblocco sono pronte all’uso e non richiedono ulteriori sistemi di distribuzione .7 dell’aria (come tubazioni e raccordi), né in immissione, Padand né in espulsione d’aria, poiché si installano direttamenSt -P42 te sulla parete perimetrale realizzando semplicemente N41 due fori del diametro di 162 mm. Basta collegare il cavo di alimentazione con spina Schuko alla linea elettrica e sono già funzionanti. www.fantinicosmi.it

Sistema antilegionella elettronico con trattamento termico programmabile Watts amplia la gamma dei propri sistemi antilegionella con e-ULTRAMIX, una soluzione di ultima generazione pro.7 gettata per la gestione efficace dell’acqua miscelata. Il d a P and sistema permette di monitorare la temperatura dell’acqua St -E39 e di effettuare cicli di trattamento termico per prevenire i 1 3 E principali rischi derivanti dall’infezione da Legionella. I modelli del sistema e-ULTRAMIX sono dotati di unità di controllo intelligente (smart controller) in grado di programmare automaticamente i cicli di trattamento termico prevenendo con sicurezza i rischi legati alla legionella nel sistema ACS. Agendo come un “giornale di bordo elettronico”, l’unità registra e archivia i parametri relativi al processo di trattamento termico, le varie notifiche e gli allarmi, garantendo un efficace monitoraggio sanitario dell’installazione. Lo storico dei dati può essere recuperato utilizzando una micro SD card su cui sono stati precedentemente salvati oppure tramite una connessione da remoto a un sistema di Building Management System (protocollo MODBUS) che usa un’interfaccia RS485 dedicata. Il software online Configuratore e-ULTRAMIX aiuta progettisti e installatori nella scelta delle migliori soluzioni d’impianto: con un’interfaccia semplice e intuitiva è possibile generare automaticamente un progetto di massima con l’elenco dei prodotti più idonei e la relativa scheda tecnica. Inoltre, Watts e-ULTRAMIX può essere utilizzato sia in una nuova installazione sia in una già esistente dotata di valvola di miscelazione Ultramix®, aggiungendo il solo e-kit. www.wattswater.it

Gas R32 e prestazioni elevate All’interno della gamma prodotti Carrier DX, Climate Solutions presenta Eclipse, la linea di climatizzatori con gas R32 dalle prestazioni elevate e dall’interfaccia user friendly, pensata per chi ama il comfort ma anche soluzioni tecnologicamente avanzate e perfettamente integrabili con i moderni sistemi domotici. Disponibili in 4 taglie, da 2 a 6 kW, le unità Eclipse garantiscono elevata efficienza energetica e basso impatto ambientale, e possono essere abbinate con le unità esterne multisplit Carrier DX: una soluzione versatile e salvaspazio, che prevede l’installazione di una sola motocondensante collegata a più unità interne. In classe A+++ (in freddo) e A++ (in pompa di calore), il sistema soddisfa i requisiti per accedere alle detrazioni fiscali Superbonus 110% ed Ecobonus 65%, oltre al Conto Termico. Grazie al compressore DC inverter e alla tecnologia Sprint Activation, la motocondensante di Eclipse consente di raggiungere la temperatura desiderata molto più rapidamente sia in modalità di riscaldamento che di raffreddamento, mantenendo poi stabile il livello di operatività, evitando le fluttuazioni tipiche dei modelli ON/OFF. Con la funzione Intelligent Eye, un sensore rileva la presenza di persone all’interno della stanza, facendo entrare l’unità in modalità di risparmio energetico se non viene rilevata alcuna presenza per più di 30 minuti. Le funzioni Flusso d’aria 3D e Avoid Me sono pensate, invece, per regolare il flusso dell’aria in base alle proprie esigenze. Infine, la funzione Active Clean inibisce il depositarsi di polvere e sporco sullo scambiatore dell’unità interna. Il si13 stema è gestibile da remoto tramite Wi-Fi e con l’app ad. nd P Carrier Smart Control, ed è compatibile con i dispoSta-C28 sitivi Amazon Alexa e Google Assistant. C22 www.beijerref.it/AirConditioning N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

23


ANTEPRIMA MCE Cassette di risciacquo di nuova generazione L’efficienza di sistemi e applicazioni speciali per l’industria sarà il focus della partecipazione Viega alla 42a edizione di MCE – Mostra Convegno Expocomfort. L’azienda presenterà le . 18 proprie soluzioni per l’efficienza degli impianti sia nel campo d a d P tan dell’acqua potabile che in quello dei fluidi di riscaldamento S -F48 e raffreddamento, negli impianti antincendio e per la distriE47 buzione di gas tecnici. Tra i prodotti in evidenza, le cassette di risciacquo di nuova generazione Viega Prevista, con moduli per installazione a incasso e controparete. Caratterizzate da semplicità e velocità di installazione, le cassette Viega Prevista rappresentano una rivoluzione per i cantieri di grandi edifici, hotel e ospedali, anche in fase di ristrutturazione. Ideale per costruzioni in muratura (Prevista Pure), a secco (Prevista Dry) controparete, e pareti divisorie leggere (Prevista Dry Plus) le cassette Viega Prevista sono disponibili sia nella classica versione per pareti sottili da 8 cm, molto diffusa nel mercato italiano, che per pareti a partire da 12 cm, con altezze di installazione che vanno dal classico 110 cm fino a soluzioni estremamente ribassate a 82 cm. Un programma completato dalle placche di azionamento dal moderno design che coniugano una ampia varietà di materiali e finiture con azionamenti sia manuali che elettronici. www.viega.it

Sistema di climatizzazione con controllo climatico di precisione Toshiba presenta il nuovo sistema di climatizzazione SEIYA per gli ambienti con controllo climatico di precisione e bas15 si costi di gestione: una pompa di calore reversibile che ad. nd P permette di ottimizzare il comfort e abbassare la bolletta, Sta-F30 grazie al riscaldamento e raffrescamento fino alla classe E35 A++ di efficienza energetica, con il monitoraggio opzionale dell’energia per tenere traccia dei consumi elettrici. Il funzionamento ultra silenzioso di SEIYA offre un’elevata serenità, sia dentro che fuori casa. La modalità Silent permette di ridurre il livello di rumorosità dell’unità esterna di 5dB(A), mentre l’unità interna può funzionare fino a 19dB(A). Il filtro Ultra-Fresh cattura fino all’85% delle particelle sottili (PM2.5), per garantire una migliore qualità dell’aria interna. Il nuovo telecomando è dotato di numerose funzioni, come la modalità vacanza preimpostata a 8°C, il timer on-off, il comfort-sleep per un utilizzo notturno, e le modalità Quiet IDU e Silent CDU per un ideale comfort acustico. Opzioni accessorie di controllo includono un modulo Wi-Fi, un’app che permette di accedere al climatizzatore quando si è fuori casa, e l’assistente vocale. I sistemi SEIYA, progettati per una facile e rapida messa in servizio e manutenzione, sono disponibili in 7 taglie diverse, e le taglie interne dalla 5 alla 16 sono compatibili anche con sistemi multi. www.toshibaclima.it

24

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022

Il flessibile per la doccia ecosostenibile Da sempre attenta al rispetto dell’ambiente, alla salute e alla comodità dell’utente finale, Neoperl ha ideato una nuova gamma di flessibili per doccia senza PVC. Grazie all’utilizzo di un evoluto materiale, il PE – Polietilene, impiegato per ottenere sia la trecciatura speciale esterna sia per la struttura interna, CHROMALUX® ZERO® propone una gamma di flessibili eleganti e innovativi. Un prodotto leggero e semplice da maneggiare, idrorepellente e anti-muffa, resistente al cloro, sostenibile, riciclabile e conforme alle ultime normative relative all’acqua potabile. CHROMALUX® ZERO®, inoltre, è lavabile in lavatrice. Infine, la possibilità di scelta tra differenti colori del rivestimento esterno consente di valorizzare l’estetica del flessibile trasformandolo in un vero e proprio complemento d’arredo. Attualmente sono disponibili il nero e tre sfumature di argento (silver, silver gray, silver steel). Infine, Neoperl dimostra la propria sensibilità ecologica anche nel . 18 packaging, realizzato con cartone riciPadtand clabile al 100%. Ogni flessibile è impacS D36 / chettato e venduto singolarmente. Sulla C37 confezione sono indicati codice, misura e EAN Code. www.neoperl.com


28 Giugno 1 Luglio 2022 fieramilano

Visita la 42a edizione di Mostra Convegno Expocomfort e passa allo stand ANGAISA dal 28 giugno al 1° luglio 2022! Se il tuo distributore di fiducia è associato ANGAISA, potrai avvalerti di agevolazioni e incentivi davvero straordinari, riservati agli installatori e ai professionisti della filiera idrotermosanitaria. Non perdere queste nuove opportunità! d tan 1-3 llo s ne vi aadiglio o r t C i 4 0, p -C A 31

o iugn 2 28 G lio 202 g 1 Lu ilano m r e fi

Incentivo BUS aziende del Centro-Nord

a fier r la e re p iti u to ratu dis t r ib g s l Bu iti a o lg Riv

Incentivo economico Centro Sud Isole

di e r a n o ale p zion i che o e a n e na nt zion ri it alia , adere opea ia c s so ributo itario ne eur a l’ n t zio a per o, A è i dis mosa er a e AIS z r nt to ANG goria d idrote lla fed at teriz ag giu m en a r cate et tore rcio e o si ca valore giorna gna s e e t g nel omm opera ad alto a e l’a all’ins fc e i Con . Il suo ser viz crescit erenti, ia zion t ti c T d FE S r t a di cono la nde a L’a s so con tu fe l’of favoris lle a zie pres a”. inergie z ando alit à , s e che ante d ra d’im o e le valoriz a e qu e , ic g t u a s ult dialo filier , et uzion co n ze a “c ib il dell uove ri della mpete dis tr la m o pro perato lit à , c to per a gli o s sion erimen fe pro ri di rif a ITS. t valo ializ z a c spe

i co om co n e to r e o u n t i v dis t r ib e c l In iti a o lg Riv

t is a .i ng a is a .it a w.a w w @ an g 4 59 0 ti 9 n 9 e 3 ev 024 tel.

pieg

are

Re g

E rai: eve A - MCale e ric n AIS rati le ANG ofessio t s i r ia Reg f fic ore P

u tta tallat aglie L’Ins La mivista La r

’Installatore T U T T E

L E

NUMERO 2 MARZO/APRILE

N O V I TÀ

S U

C O M E

2022

M I G L I O R A R E

L A

P R O F E S S I O N E

www.installatoreprofessionale.it Installatore Professionale

PROFESSIONALE

NUOVI SCENARI

RISCALDAMENTO A IDROGENO: UTOPIA O FUTURO REALIZZABILE?

SPECIALE

IMPIANTI HVAC PER GRANDI AMBIENTI

INCHIESTA

CESSION DEL CREDITOE

SICUREZZA

Chiedi il coupon al tuo Distributore e passa allo stand ANGAISA per ritirare i gadget

si riparte?

PREVENZIONE INCENDI NELLE SUPERFICI COMMERCIALI

is t r

at i

a

In nto l pu

CON

CON IL PATROCINIO DI:

ari emin ai s ttore are e ecip del s part nis ti e ffè s sio A: n ca rofe A IS re u r i p ANG r be IS A pe tore A e pe ibu tt an v i ANG is tr rofi ti al d d A pp forma to in vit a to in s ta S ei

UO IL T G O LO

ANGAISA tel. 02-43990459 - info@angaisa.it - www.angaisa.it

lato

ri

lla to a giun ivo, GAISA tivi osit N esp uale A innova a. io z q i ari spa o del tem anit uno rn e sis rmos in IS è all’inte zioni te L te ori ro a O lu sett upp ne, ra id NOP , so TEC a edizio menti lla filie no svil svariati for t. m u 7 e so r di oco sua nta str tori d POLIS ade no Exp ra e O le s e N e p pre gli o EC nd veg a di T azie a Con utili iative e con tr iz n Mos Le in orazio e con i ab coll eologic merc

COPIA OFFERTA DA

IN COLLABORAZIONE

s t al

nda A zie e Nom o fon Tele Mail


INCHIESTA

a cura di Marusca Scotuzzi

Piattaforme opportunità L’avvento del digitale ha portato a nuove e diverse modalità di incontro tra domanda e offerta: molte piattaforme e aggregatori permettono di raggiungere “facilmente” nuovi clienti. Ma cosa ne pensano gli installatori? È tutto così conveniente?

26

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


online: o minaccia?

S

e è vero che la partita del mondo delle costruzioni si gioca da tempo sulle ristrutturazioni, è altrettanto vero che l’avvento del digitale ha portato online diverse e nuove modalità di incontro tra domanda e offerta. Esistono ormai tante piattaforme, alcune molto note, che sono in grado di intercettare una domanda in continuo aumento, considerando i numeri registrati e il relativo fatturato. Gli operatori del settore, di conseguenza, sono costretti a confrontarsi con le nuove dinamiche dell’offerta, e non possono non conoscere i canali che l’utente finale utilizza oggi, web compreso. Tuttavia, nel caso di piattaforme come Prontopro, Instapro, Habitissimo, Preventivi per te e altre simili, sarebbe interessante capire cosa significhi “trovare il professionista adatto per la ristrutturazione” – come sottolineano spesso nelle loro campagne di comunicazione. Professionista che, nel caso dell’installatore, dovrà interfacciarsi a sua volta con fornitori e distributori. Abbiamo deciso quindi di intervistare alcuni installatori per chiedere un parere in merito. È innegabile che in questi ultimi anni i clienti abbiano imparato a servirsi di internet anche per quanto riguarda i lavori di ristrutturazione e di sostituzione. Tuttavia gli installatori che utilizzano o che conoscono chi fa uso di tali aggregatori manifestano alcune perplessità sul loro funzionamento e il loro modello di business. Tra i dubbi maggiormente emersi sicuramente al primo posto vi è la genericità. Sarebbe auspicabile, infatti, secondo gli intervistati, poter avere aggregatori – magari gestiti dalle aziende stesse del comparto ITS – più specifici e dunque che siano in grado di far emergere la professionalità e le competenze di chi offre il proprio servizio. Altra criticità è il pagamento a contatto e non sui lavori effettivamente andati in porto. Alcune piattaforme chiedono, infatti, un gettone per ogni potenziale cliente con cui si comunichi, indipendentemente dal fatto che poi si concluda o meno l’intervento. Infine, avere feedback online – commenti vari dei clienti – può essere un boomerang: è risaputo infatti che tutto ciò che passa dal web ha una cassa di risonanza enorme sui social network. In positivo come in negativo.

I più richiesti Di cosa hanno avuto più bisogno gli italiani nel 2021? ProntoPro.it, marketplace di riferimento per domanda e offerta di servizi professionali, ha stilato una classifica dei professionisti più richiesti online nell’ultimo anno. Ci sono delle novità rispetto all’ultima edizione, comprese tre new entry. Sul primo gradino del podio troviamo gli installatori di sistemi di aria condizionata, che lo scorso anno hanno lavorato molto anche a causa del caldo record registrato durante l’estate in Italia. Queste figure hanno scalzato i professionisti che lavorano per le imprese edilizie, che restano nella top 3 ma scendono al secondo posto, seguiti da idraulici e imbianchini. Nel 2021 gli italiani hanno, quindi, continuato a investire molto sulla casa grazie anche a misure come il Superbonus 110%. In quinta posizione, troviamo la prima new entry: i dog sitter e gli addestratori. Secondo Prontopro.it, questo “successo” potrebbe essere dovuto all’aumento di persone che hanno deciso di comprare un cane durante la pandemia. In sesta posizione troviamo un’altra new entry, il notaio, seguito dallo psicologo, che scende di tre posizioni rispetto al 2020. ProntoPro.it lo considera un indice del fatto che nel 2021 molti hanno tagliato le spese per la cura di sé per privilegiarne altre. Questo trend sarebbe confermato anche da un altro aspetto: i personal trainer restano tra le figure più richieste, ma sono scesi dall’ottava alla nona posizione. Al loro posto, ci sono oggi le figure che lavorano per le ditte di traslochi. Chiudono la classifica i professionisti impiegati nelle imprese di pulizie. Fonte: La lista è stata redatta dall’Osservatorio sul mondo dei servizi di ProntoPro.it tramite un database di 600.000 liberi professionisti e aziende iscritti al portale.

N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

27


INCHIESTA Parola agli installatori Abbiamo chiesto a quattro professionisti, attivi in diverse regioni italiane – Emilia-Romagna, Trentino-Alto Adige, Marche e Sicilia – di raccontarci il loro rapporto con le app, gli aggregatori online e in generale internet come strumento di lavoro. Nelle pagine seguenti pubblichiamo le risposte che hanno dato a queste cinque domande: 1. Hai mai utilizzato app, piattaforme o aggregatori online per raggiungere nuovi clienti? 2. Pensi che dai nuovi canali digitali arrivi una concorrenza “sleale” rispetto ai canali tradizionali, e che quindi andrebbero maggiormente regolamentati? Oppure l’installatore deve adeguarsi a un mercato che cambia e assecondare le esigenze dei clienti, che sempre più spesso si affidano a internet per trovare un professionista? 3. Usi internet per la sua attività in generale? In che modo? 4. La pandemia ha cambiato il tuo modo di usare le nuove tecnologie, oppure no? 5. Che consiglio daresti ai tuoi colleghi che fanno uso di app o piattaforme per raggiungere nuovi clienti?

Enea Casadei Baldelli Nuova Francesconi di C.B.F. & C. SNC Ravenna

servizio di pronta assistenza per i nostri clienti che possono chiamarci al cellulare in caso di necessità. Inoltre, come vicepresidente CIICAI, sto lanciando un’idea che può diventare un’opportunità per gli associati e un ottimo servizio per i clienti: la possibilità di usufruire di interventi immediati sette giorni su sette da parte degli installatori associati al consorzio. In questo caso è il consorzio stesso, quindi un attore della filiera ITS, che veicola i contatti e non una piattaforma generalista. Il nostro obiettivo è garantire la professionalità dell’installatore. Penso, infatti, che sia importante oggi rivalutare questa figura. Troppo spesso il prezzo diventa prioritario rispetto alla qualità. Si tratta, invece, di una professione che sempre più necessita di formazione continua e approfondita, perciò è giusto che tale impegno venga riconosciuto e adeguatamente remunerato.

1. No. Siamo un’azienda storica di Ravenna e abbiamo sempre lavorato senza supporti di questo genere. In momenti di “calo” del mercato abbiamo creato ulteriori occasioni di lavoro mettendo a punto iniziative in collaborazione con i nostri partner distributori. Quindi la necessità di affidarci ad aggregatori online di fatto non si è mai palesata. Inoltre, Ravenna è una piccola città di provincia: qui ancora il passaparola la fa da padrone ed è per noi “Troppo spesso un elemento di grande valore. Non nego di 3) Non quanto servirebbe. Certamente i miei il prezzo diventa essere stato contattato alcune volte da diverse collaboratori lo utilizzano quotidianamente piattaforme e anche in questo caso occorre e, quindi, in azienda se ne fa uso ed prioritario rispetto fare differenza tra quelle che fungono solo effettivamente è un nostro strumento alla qualità” da collettore e quelle, invece, che hanno un di lavoro. L’uso di internet è strumentale approccio più “professionale”. Sono anche vice all’accesso a informazioni che ci occorrono o se si ha necessità presidente del consorzio CIICAI e non sono a conoscenza di approfondire argomenti o ricevere news a livello normativo. di soci che abbiano aderito a questo tipo di iniziative. 4. Assolutamente sì. Faccio un esempio. Siamo un’azienda 2. Sicuramente andrebbero maggiormente regolamentati. di 15/20 persone e nel periodo della pandemia ho fatto in Tuttavia io credo molto nel rapporto diretto: è possibile modo che tutte le informazioni arrivassero da remoto e comunicare anche online con la propria clientela ma non anche i momenti di confronto venissero mantenuti grazie alle attraverso una piattaforma che faccia da tramite, gestendo tecnologie. Credo che queste modalità possano ancora essere richieste da parte di utenti sporadici che peraltro potrebbero utilizzate in caso di necessità, consentendo di essere sempre non essere adatti alla nostra tipologia di lavoro. È importante operativi. proporsi dove si è in grado di dare una risposta concreta. In più, occorre fare un distinguo tra grandi aree metropolitane 5. Si tratta di piattaforme che a volte possono essere (penso a Milano, Roma, Torino, Bologna) e piccole. Nelle vantaggiose, ma anche il contrario. Se ad esempio succede grandi città credo che questo tipo di servizio sia necessario, di sbagliare un lavoro presso un privato il “tam tam” è relativo. per certi aspetti. Qui si ha certamente una clientela abituata Diverso sul web: una recensione negativa dilaga e, a volte, a interfacciarsi con il web, mentre in città più piccole questo senza conoscere realmente ciò che è accaduto. Un errore o un aspetto non è ancora così determinante: in una realtà più imprevisto possono essere spiegati direttamente all’interessato. piccola in caso di urgenza spesso si contatta direttamente Diversamente diventa difficile giustificare e spiegarsi attraverso il professionista che si conosce. Noi stessi abbiamo un il web. 28

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


Christian Gobber

Termoidraulica Gobber Primiero San Martino di Castrozza (Trento) 1. Sì, ho usato piattaforme online, ma non tra quelle più usuali e conosciute (come ProntoPro, Shoesoffclub, Habitissimo, Clientiperte). Mi riferisco a VitoAdvisor della Viessmann, una piattaforma che consente al cliente di cercare gli installatori e inviare una richiesta di sopralluogo e preventivo. Generalmente tre o quattro volte al mese veniamo contattati. Essendo clienti Viessmann siamo automaticamente iscritti a questa piattaforma e se ci troviamo nelle zone limitrofe del cliente si viene chiamati. Quindi nel nostro caso l’aggregatore è un’azienda di produzione. E questo è interessante perché ci consente di non perdere visibilità e al contempo utilizzare un canale specializzato. È un sistema che funziona, e peraltro non richiede l’esborso di una quota a chiamata come succede solitamente. Una volta contattati dal cliente attraverso il sistema si hanno due giorni “Un punto debole per rispondere e comunicare la disponibilità. In caso è dato dal fatto che contrario la segnalazione questi aggregatori passa a un altro installatore, sempre cliente Viessmann. A non sono specifici fine lavori il cliente comunica ma generici” un feedback sulla qualità di quanto eseguito. Mi risulta che ci siano piattaforme che chiedono una quota di circa 15 euro, una sorta di gettone, per ogni contatto comunicato, indipendentemente dal fatto che vada a buon fine o meno. Questo è un rischio. Sarebbe interessante avere informazioni circa la percentuale di contatti conclusi positivamente sul totale per installatore.

sia dell’installatore: questi collettori si limitano a creare il contatto senza controllare le fasi successive. Indubbiamente lo sviluppo oggi delle tecnologie digitali ha consentito al cliente finale di sperimentare questi strumenti e farne sempre più un uso quotidiano. Inevitabilmente anche noi installatori dobbiamo stare al passo con questa evoluzione, senza però svenderci. Sarebbe uno svantaggio per tutta la categoria. Tuttavia, la nostra azienda ancora oggi lavora per il 90% grazie al passaparola e, quindi, siamo coinvolti solo marginalmente. 3. Assolutamente sì. Cerco materiale o prodotti che magari i grossisti non riescono a fornire. Uso internet per informarmi e per tenermi aggiornato anche sulla normativa, per avere informazione tecnica anche velocemente in cantiere. Ma anche per ordini online presso i miei fornitori abituali o a volte da altri quando non trovo materiale disponibile presso i miei grossisti di riferimento. 4. No, nel mio caso. Le usavo già da prima in modo assiduo e continuo a usarle. 5. Dico di stare attenti e di capire quali siano le reali problematiche inerenti a tali piattaforme. Mi riferisco ai feedback negativi che possono creare problemi di immagine. E su internet è più facile leggere recensioni negative che positive. Queste ultime, a parità, vengono espresse meno.

2. Potrebbe essere concorrenza sleale se gli installatori dovessero vendere materiale a prezzo inferiore. Anche perché in questi casi il fattore prezzo diventa l’elemento di scelta da parte del cliente. Rispetto alla necessità o meno di regolamentare questi canali credo che la responsabilità della buona riuscita del lavoro

N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

29


INCHIESTA Raffaele Graziosi Graziosi Sandro S.r.l. Pollenza (Macerata)

1. Mi sono avvalso di una piattaforma online – Preventivi.it circa 8 anni fa, ma per pochi mesi. Devo dire che ha disatteso le mie aspettative, perché le persone che si interfacciavano con me erano più sensibili alla “questione prezzo” che alla qualità della prestazione. Ho voluto provare ma poi non avendo di fatto concluso alcun intervento e avendo verificato il target di riferimento ho preferito chiudere questa breve esperienza. Il funzionamento della piattaforma era il seguente: una volta iscritto, venivo informato delle segnalazioni che arrivavano. Si potevano “acquistare” tali segnalazioni/profili o meno a seconda dell’interesse. Dall’acquisto del contatto la gestione era poi responsabilità del nostro personale. Questi canali risultano svantaggiosi non tanto perché bisogna pagare anticipatamente ogni segnalazione, quanto per il tempo perso a dedicarsi a un target di clientela poco interessato alla nostra consulenza, ma soltanto a confrontare il prezzo con altri preventivi. Se progettate in modo diverso, queste app e piattaforme potrebbero essere interessanti perché permettono di entrare in contatto con un’utenza che è sempre più “connessa”. Il problema resta la metodologia con cui vengono progettate: il valore e i servizi dell’azienda non vengono menzionati, non si agevola la nascita di contatti per progetti di rilievo ma soltanto per lavori di bassa/media professionalità. Un altro punto debole è la mancanza di specializzazione. All’interno di questi aggregatori si possono trovare infatti diverse categorie: dall’edilizia agli infissi, dai condizionatori, alle caldaie e stufe, dal trasloco fino alle pulizie e giardinaggio passando dalla categoria colonnina ricarica auto elettriche o ausili per disabili. 2. Non credo che vi sia nulla di sleale. Se un utente cerca solo il prezzo è giusto che abbia un servizio che gli permetta di trovarlo. Se online ci sono piattaforme che offrono questo tipo di servizio certamente la mia azienda non farà abbonamenti in tal senso, ma non escludo un’adesione in futuro, con presupposti diversi. La Graziosi Sandro è una realtà al cui interno operano 30 collaboratori e non punta sulla “riparazione spot di un rubinetto” se non per garantire un servizio alla propria clientela. Ci occupiamo di sistemi, di soluzioni complete e complesse, di ristrutturazioni e nuove costruzioni. Se il mercato cambia, noi, “Se un utente cerca essendo nati per servirlo, dobbiamo accettare la sfida di solo il prezzo è adattarci alle nuove richieste, giusto che abbia rispettando la nostra etica. Lamentarsi se le regole del un servizio che gli gioco cambiano mi sembra permetta di trovarlo” una grande dispersione di

30

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022

energia. L’alternativa d’altronde è generare nuovi servizi che producano nuovo mercato. 3. Sì, per lavoro lo uso molto e da tempo. Anche per aggiornarmi a livello normativo e tecnico. La nostra piattaforma di gestione dei flussi di lavoro è in un server in cloud, quindi per noi non avere la connessione sarebbe un bel problema. I nostri tecnici hanno dei tablet per accedere in modo facile ai servizi utilizzati per la gestione dei lavori. Utilizziamo anche dei sistemi di Realtà Assistita, con cui possiamo distribuire le competenze in modo veloce e ottimizzato. La difficoltà che ritroviamo è nel cambio delle abitudini degli operatori sul campo che si trovano a dover utilizzare delle tecnologie a cui non erano abituati in precedenza. 4. Assolutamente sì ed è stata, da questo punto di vista, molto utile. Ha ottimizzato i tempi con risvolti anche positivi sul consumo. Se ci si sposta meno si consuma decisamente meno: e credo poi che certi collegamenti – se non è necessaria la presenza in loco – possano rimanere online. In azienda, se prima ci si ritrovava sempre in sala riunioni per discutere, oggi anche se siamo distanti pochi metri da un ufficio all’altro utilizziamo piattaforme di real-time meeting, così si è liberi di restare senza mascherina e di condividere file o altro in modo più efficace. Oggi pensare di utilizzare uno strumento online potrebbe mettere in crisi chi è abituato all’offline: c’è la paura di perdere il contatto umano, ma questi sistemi sono soltanto degli strumenti a supporto e non in sostituzione. 5. Internet è una grande piazza dove i consumatori esprimono anche i loro pareri che possono condizionare le scelte di altri. I commenti positivi sono indirettamente buona pubblicità. Al contrario quelli negativi possono ledere l’immagine di una azienda. È anche vero che quando si leggono le recensioni negative capita spesso di vedere una clientela che rimane eccessivamente delusa e poco chiara su ciò che aveva chiesto all’azienda: “Abbiamo richiesto un tavolo all’esterno vista mare ma c’era il vento! Sconsigliato”. Tuttavia, servono per capire dove e come migliorare.


Gaetano Lombardo

bassi, adeguandosi in qualche modo, e dando un servizio corrispondente in termini qualitativi a quanto il cliente paga. Ma questi canali dovrebbero essere regolamentati. Inoltre, credo che si debbano coinvolgere solo operatori professionali dotati di tutti i requisiti e patentini che attestino l’idoneità alla prestazione di determinati servizi. Un esempio: senza un patentino F-Gas non è possibile installare un climatizzatore. Mi chiedo se tali aggregatori online siano in grado di fare – o già facciano – una preselezione qualitativa a monte. Di fatto credo che queste 1. No. Non li ho mai utilizzati, anche se spesso sono stato piattaforme siano di tipo quantitativo, una sorta di piazza virtuale contattato per aderire e inserirmi nel loro panel. Tuttavia non ho in cui domanda e offerta si incontrano. Una volta creato il contatto mai accettato perché da quello che sono riuscito a capire, anche la responsabilità della buona riuscita dell’intervento è a carico confrontandomi con altri colleghi e professionisti del settore, è che tali piattaforme non risultano convenienti per uno specifico dell’operatore ITS. E, certamente, la piattaforma non si fa garante target di installatori e mi riferisco a chi opera, come noi, nel ramo della sua professionalità. Io credo invece che sia opportuno, piuttosto che svendersi, investire sulla propria azienda. Noi ogni degli impianti tecnologici. Un ambito, quest’ultimo, che richiede anno investiamo più del 50% del nostro fatturato in formazione, una manodopera molto specializzata. Quindi, non parliamo di aggiornamento, attrezzatura, risorse umane e quant’altro. sostituzione tout court. Si tratta infatti di un mercato per noi Abbiamo avuto grandi commesse da società importanti, lavoriamo non interessante. Conosco colleghi, non molti a dire il vero, che per enti statali, ospedali. Per dare questi servizi di qualità sono hanno provato a interfacciarsi con questi aggregatori online ma richiesti requisiti specifici. Io credo che la carta vincente si giochi non sono stati soddisfatti del tipo di approccio; inoltre quello che con le competenze e la preparazione. Una soluzione interessante sono riusciti a ottenere in termini concreti è, comunque, inferiore potrebbe essere quella che vede i rispetto alle prestazioni che loro offrono. distributori specializzati farsi carico “Credo che sia delle piattaforme per il settore 2. Ovviamente sì. Ritengo che questi canali digitali si opportuno investire piuttosto che aggregatori online pongano a tutti gli effetti come strumenti competitivi rispetto ai canali tradizionali. Questo perché una volta registrati sulle sulla propria azienda, generici. diverse piattaforme si possono intercettare potenziali futuri piuttosto che 3. Necessariamente. Soprattutto clienti. Come dicevo prima, parlo di un ambito strettamente svendersi” noi che siamo un centro assistenza legato alle sostituzioni. Molti riescono a mantenere prezzi autorizzato Toshiba inseriamo sul nostro portale i report che facciamo. Inoltre su internet troviamo manuali, normative e quindi è proprio uno strumento di informazione.

Gi.Pa. Technology S.r.l. Messina

4. Sì. Ci ha dato modo e tempo per mettere a punto e perfezionare l’utilizzo dei dispositivi elettronici. Abbiamo imparato insomma a “dialogare” meglio con i nostri PC o tablet. Nel nostro caso siamo riusciti a utilizzare questi strumenti anche per le letture dei consumi. Ma anche semplicemente per comunicare tra di noi e confrontarci. 5. Consiglio di stare attenti e di rispettare sempre il proprio lavoro senza svendersi. Meglio guadagnare il giusto una volta che poco tante volte. E poi attenzione alle recensioni negative che su internet si diffondono velocemente senza cognizione di causa.  N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

31


Mercato

a cura della redazione

I NUMERI STRAORDINARI DELLA CLIMATIZZAZIONE NEL 2021 L’ultima Rilevazione statistica Assoclima mostra incrementi a doppia e addirittura a tripla cifra per alcune categorie di prodotto, non solo rispetto al 2020 ma anche rispetto al 2019

I numeri della Rilevazione statistica Assoclima relativa al 2021, presentati il 25 marzo, non arrivano del tutto inaspettati: che il mercato stia vivendo un momento di fortissima ripresa è sotto gli occhi di tutti gli osservatori della filiera, che ne stanno toccando con mano sia gli aspetti positivi – forti incrementi di fatturato, creazione di nuovi posti di lavoro – sia quelli negativi: difficoltà di approvvigionamento, aumento dei prezzi, e così via. Forse non inaspettati, ma comunque sorprendenti: “Ci si aspettava un 2021 in ripresa ma nessuno poteva immaginare che sarebbe avvenuta in maniera così rapida e importante”, ha spiegato il Presidente di Assoclima Luca Binaghi, introducendo la presentazione.

I

Fatturato e produzione

Secondo la Rilevazione – condotta su un panel di 48 partecipanti, ampliato rispetto ai 41 del 2021 – nell’anno passato il fatturato realizzato in Italia è stato pari a 2.268,4 milioni di euro, con una variazione di +36,8% rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda invece il fatturato della produzione unicamente nazionale, l’incremento è del 10,9%, con 825,6 milioni. Estendendo il confronto al 2019, anno “normale” pre-pandemia, si capisce come la ripresa non sia semplicemente un rimbalzo: la crescita del fatturato è sempre superiore al 30% (32,6 per l’esattezza), mentre nella produzione nazionale si avverte maggiormente l’impatto negativo del 2020 – la crescita è “solo” del +3,9%. Numeri comunque estremamente positivi, che si riflettono in quasi tutte le categorie di prodotto, con alcuni segmenti che spiccano su tutti gli altri.

produzione di ACS, +113%. Due categorie di prodotto che costituiscono ancora una percentuale minoritaria del fatturato totale (rispettivamente 7,1% e 0,8%), ma la cui crescita strabiliante è destinata a modificare rapidamente il quadro del parco macchine installato nelle abitazioni italiane. Per quanto riguarda invece il fatturato della produzione nazionale, la parte maggiore è rappresentata da chiller con condensazione ad aria, seguiti da unità terminali. Il segno meno riguarda solo per poche categorie di prodotto, e comunque con importi contenuti: i climatizzatori trasferibili segnano -10%, i condizionatori di precisione -1%.

Le voci della filiera

La seconda parte della presentazione della Rilevazione statistica Assoclima è stata l’occasione per mettere a confronto i protagonisti della filiera della climatizzazione, con due panel in cui sono stati discussi i temi più “caldi” – si perdoni il gioco di parole – del momento. A partire dalla capacità dell’industria di far fronte a un tale vertiginoso aumento della domanda. “L’industria si sta organizzando, ma ci sono difficoltà sul fronte della logistica e sul fronte degli installatori”, spiega Alberto Villa, referente per i temi dell’efficienza energetica per Viessmann: “Non è pensabile che da un anno all’altro ci sia la manodopera specializzata

FATTURATO ITALIA - 2.268 milioni di euro Vrf 9,8%

Chiller cond. ARIA 20,0%

Decollano i sistemi ibridi e le pompe di calore

Il fatturato italiano è dovuto per circa tre quarti dalla vendita di sistemi a espansione diretta e chiller con condensazione ad aria. I sistemi mono e multi-split, da soli, contano per il 50,9% del totale, in crescita del 26% rispetto al 2020 (Figura 1). Ma gli incrementi maggiori si registrano per i sistemi ibridi – addirittura 391% in più in un anno – e per le pompe di calore per 32

Split (mono & multi) 50,9%

Unità terminali Climatizz. d'ambiente 1,9% 4,4%

Sist. ibridi 7,1%

U.t.a. 1,7%

Chiller cond. ACQUA 1,2%

Roof top 1,3% Altra 2,9%

Pdc prod. Acs 0,8% Vmr 0,5%

Aerotermi 0,2%

Close control 0,1% Figura 1. Suddivisione tra tipologie di prodotto del fatturato italiano 2021. Fonte: Assoclima

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


per installare il triplo delle pompe di calore dell’anno precedente”. Dall’altro lato, gli installatori chiedono di essere valorizzati e non penalizzati con eccessivi adempimenti burocratici e formativi che poi non vengono riconosciuti dal mercato. Lo dice senza mezzi termini Diego Prati, responsabile nazionale di CNA Installazione Impianti: “Le nostre imprese, in questi ultimi anni, sono state particolarmente stressate. Ma l’impresa deve avere un vantaggio tangibile e una riconoscenza della propria qualificazione, mentre il mercato cerca innanzitutto il prezzo, non segue una logica del valore”. Filippo Busato, Presidente di AiCARR, ha messo in

2017

2018 2019 2020

2021 0

“L’impresa deve avere un vantaggio tangibile e una riconoscenza della propria qualificazione, mentre il mercato cerca innanzitutto il prezzo, non segue una logica del valore” Diego Prati, Responsabile nazionale CNA Installazione Impianti

guardia dai rischi di un mercato eccessivamente “drogato” dagli incentivi governativi. Tutte le rivoluzioni tecnologiche ed energetiche hanno bisogno di incentivi, ma bisogna stare attenti a “dare troppa carota con un bastone troppo corto”. In altre parole: serve una pianificazione, una politica energetica, una progettualità che guardi al medio-lungo periodo. Esigenza sentita da tutti i “nodi” della filiera, e che pare davvero indispensabile per evitare uno “shock” dovuto alla fine degli incentivi attuali o ad un loro troppo brusco ridimensionamento. Pdc di calore A/W – Vendite Italia (unità x 1.000) Di fronte alla consapevolezza di vivere un periodo per molti aspetti straordinario, cresce anche il bisogno di una maggiore integrazione e collaborazione tra tutti gli attori del mercato. Lo ribadisce più volte Maurizio Lo Re, Presidente di ANGAISA, in rappresentanza della distribuzione specializzata ITS. “Cogliere le opportunità del PNRR, ma anche del PNIEC, sarà possibile solo facendo filiera. E quest’ultima deve essere conosciuta e riconosciuta per qualità, servizio, garanzia e consulenza. Il futuro è questo: abbiamo grandi sfide da superare, e attraverso una delle migliori performance degli ultimi anni possiamo guardare ai prossimi anni in maniera più ottimistica. Ma bisogna fare realmente sistema, 20 40 60 80 100 120 140 160 parlandoci in maniera chiara tra produttori, distribuzione specializzata e installatori”. 

Figura 2. La crescita delle vendite di pompe di calore. Fonte: Assoclima

N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

33


Mercato Esclusiva Cerved a cura della redazione

34

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


VALVOLE E RUBINETTI: LA CRISI GEOPOLITICA MINACCIA IL SETTORE La crescita registrata nel 2021 è messa a rischio dai costi delle materie prime e dalle difficoltà di approvvigionamento. La fotografia del mercato nei dati Cerved l 2021 è stato un anno fortemente positivo anche per il settore dei rubinetti e delle valvole: l’incremento della produzione, secondo i preconsuntivi, è stato prossimo al 14%, grazie a un importante contributo della domanda estera (+13%), che ha un’incidenza superiore al 60% sulla produzione (vedi Tabella 1). Sul mercato nazionale è stato decisivo l’impatto degli incentivi fiscali per l’edilizia.

I

La fotografia del settore

La produzione di valvole e rubinetti in Italia può contare su circa 880 imprese, di cui circa 140 specializzate nella produzione di rubinetteria domestica; si stima che le aziende focalizzate nella produzione di rubinetteria gialla siano circa 65. Ad esse si aggiunge un ristretto gruppo di operatori specializzati nella realizzazione di valvole per uso industriale e un elevato numero di piccole imprese. Infine, nel settore operano multinazionali

e produttori esteri, presenti in Italia tramite filiali dirette o distributori.

Le caratteristiche della domanda

La domanda settoriale risulta in aumento, ma con dinamiche eterogenee tra i diversi segmenti. Il mercato della rubinetteria domestica e della rubinetteria gialla è complessivamente maturo, sia a livello nazionale sia a livello europeo, e dipende sempre di più dalla domanda di sostituzione. Nei Paesi emergenti presenta, al contrario, buoni margini di espansione. La domanda di rubinetteria gialla è direttamente condizionata dall’andamento dell’edilizia residenziale, nuova o di ristrutturazione, e in misura minore dell’edilizia non residenziale; risulta complessivamente in crescita grazie all’apporto dei mercati esteri e, in particolare, di quelli mediorientali, asiatici ed est europei. Un peso sempre maggiore è rivestito dalle caratteristiche di eco-compatibilità dei prodotti e al loro livello di performance dal punto di vista del risparmio idrico ed energetico, mentre nel segmento della

Tabella 1. Il settore dei rubinetti e delle valvole in Italia. Dati in milioni di euro, variazioni percentuali. Fonte: ANIMA - Profilo Congiunturale della Meccanica Varia (ottobre 2021)

Questo studio è realizzato da Cerved Market Intelligence, la divisione Cerved che ti consente di conoscere il mercato in cui operi e far crescere il tuo business. Vuoi approfondire le evoluzioni del tuo settore di riferimento? Scrivici a info.marketingsolutions@cerved.com


Mercato Esclusiva Cerved

rubinetteria domestica si evidenzia anche un interesse crescente per le caratteristiche di design dei prodotti e per il livello di comfort.

La centralità del grossista

La distribuzione attraverso grossisti e rivenditori specializzati assorbe una quota che si aggira attorno all’80% del mercato complessivo. L’intermediazione del grossista prevale sia sul mercato nazionale sia su quelli esteri e riguarda soprattutto la rubinetteria gialla e domestica. Diversamente dal panorama europeo, la distribuzione di articoli idrotermosanitari presenta in Italia ancora una spiccata frammentazione: vi operano infatti oltre 3.200 imprese. I clienti in grado di movimentare grandi volumi si servono direttamente dai produttori. Il valvolame industriale, destinato al settore dell’impiantistica, presenta una maggiore incidenza di vendite dirette per via dell’elevato valore unitario dei prodotti e del grado di personalizzazione richiesto. Il principale fattore strategico per la fidelizzazione del cliente, da parte dei produttori, è il servizio: rapidità, flessibilità 36

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022

ed efficienza nell’evasione degli ordini, assistenza tecnica, fornitura di adeguata documentazione e servizi di formazione, sono elementi sempre più valorizzati nell’ambito di un mercato fortemente competitivo.

La diffusione dei prodotti contraffatti

Il fenomeno della contraffazione dei prodotti ha un impatto sempre maggiore sul settore. I prodotti contraffatti provengono per lo più dal Sud-est asiatico, dove le regolamentazioni e i controlli sono meno stringenti e contribuiscono a incrementare la competizione, oltre a rappresentare un pericolo reale nel caso in cui non vengano rispettati gli standard produttivi e di sicurezza imposti dalla normativa nazionale ed europea. Un altro risvolto negativo della contraffazione è l’impatto sull’immagine aziendale delle imprese europee e italiane i cui prodotti sono oggetto di contraffazione. Nell’agosto 2017 è entrato in vigore il D.lgs. 16 giugno 2017 n. 106, che recepisce il Regolamento UE 305/2011 (Construction Products Regulation) sulla


Difficoltà di approvvigionamento e prezzi alle stelle

commercializzazione dei materiali da costruzione nell’Unione Europea (UE) e armonizza la normativa esistente. Il Decreto stabilisce le condizioni per l’immissione dei prodotti sul mercato, le regole per la dichiarazione di prestazione DoP (Declaration of Performance) e le informazioni e istruzioni sulla sicurezza dei prodotti, coinvolgendo l’intera filiera: fabbricanti, costruttori, direttori dei lavori, collaudatori e progettisti. Il mancato rispetto della norma è punito con sanzioni pecuniarie o addirittura con la detenzione.

I distretti industriali

Le criticità, già nel corso del 2021 – anno caratterizzato dalla forte ripresa post-pandemica – riguardano principalmente le difficoltà sul fronte degli approvvigionamenti e l’aumento dei prezzi delle materie prime (con incrementi a doppia cifra per il rame e per l’ottone). L’invasione russa in Ucraina ha peggiorato ulteriormente questo quadro: Sandro Bonomi, Presidente di AVR – l’associazione che, all’interno di ANIMA Confindustria, riunisce i produttori di valvole e rubinetteria – ha lanciato l’allarme a inizio aprile, ricordando l’importanza del mercato russo per le esportazioni italiane. “Il settore del valvolame e della rubinetteria è sempre stato un fiore all’occhiello della meccanica italiana, considerato tra i primi al mondo, riuscendo a superare crisi economiche come nel 2008 e le chiusure dettate dalla pandemia da Covid-19. La situazione attuale rischia però di compromettere duramente la buona salute delle imprese. Oltre al problema delle materie prime, sempre più introvabili e dai prezzi esorbitanti, anche l’export delle nostre aziende potrebbe subire un duro colpo. Oltre alla situazione geopolitica attuale che sta danneggiando aziende di tutti i settori, dobbiamo considerare che la Russia rappresenta per molte aziende del comparto della rubinetteria e del valvolame una delle prime mete di destinazione dei propri prodotti”, spiega Bonomi.

Le imprese che operano nel settore della rubinetteria domestica e della rubinetteria gialla sono concentrate geograficamente nel Nord Italia dove si trovano due tra i più importanti distretti del settore a livello mondiale: • il distretto del Piemonte Nord Orientale (a cavallo tra le province di Novara, Verbania e Vercelli) dove è concentrato oltre il 30% della produzione nazionale di rubinetteria sanitaria e gialla. Le imprese sono poco più di 400: poche imprese di dimensioni medio-grandi e un indotto capillare di piccole imprese, molte a natura familiare, che svolgono per conto di terzi una o più fasi del ciclo produttivo; • il distretto di Lumezzane (in provincia di Brescia), da cui proviene il 35% circa della produzione nazionale di rubinetteria sanitaria e gialla, che comprende poco più di 180 imprese. È un distretto plurisettoriale, con altre produzioni legate alla lavorazione dei metalli che spaziano dai casalinghi alla maniglieria, fortemente specializzato nelle fasi a monte del processo produttivo, cioè la fusione e lo stampaggio della materia prima (la barra d’ottone); • Esistono inoltre alcune significative realtà produttive nel milanese, nel sud del Piemonte, nel Mantovano e in Toscana, che non hanno però connotazione distrettuale. Nel segmento delle valvole industriali, invece, non esiste una concentrazione in distretti economici, ma le imprese produttrici sono prevalentemente localizzate nel nord del Paese. Le principali imprese di questo segmento hanno avviato un processo di riorganizzazione del processo produttivo e di ridefinizione della catena di approvvigionamento con l’obiettivo di ridurre i costi di produzione.

Le opportunità del PNRR

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) rappresenta un importante strumento a supporto dei settori di sbocco, soprattutto per il valvolame. Il Piano prevede infatti lo stanziamento di 59,47 miliardi di euro per la “Rivoluzione verde e transizione ecologica”, di cui 15,06 miliardi per la tutela del territorio e della risorsa idrica. All’interno di questo cluster, sono previsti investimenti destinati: a infrastrutture idriche primarie per la sicurezza dell’approvvigionamento idrico (2 mld); a ridurre le perdite nelle reti di distribuzione dell’acqua (0,90 mld); alla resilienza dell’agrosistema irriguo per una migliore gestione delle risorse idriche (0,88 mld); a fognature e depurazione (0,60 mld). 

Fonte I dati qui riportati sono tratti dal Report Start “Rubinetti e valvole”, Cerved Marketing Solutions, edizione febbraio 2022

N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

37


Nuovi Scenari d i G a b r i e l e Te d e s c o

TELERISCALDAMENTO: UNA TECNOLOGIA ANCORA SOTTOVALUTATA Coprendo circa il 3% del fabbisogno in Italia, il teleriscaldamento può ancora giocare un ruolo strategico nella transizione energetica. Servono però maggiori investimenti pubblici l teleriscaldamento è una realtà importante, che deve crescere e per la quale servono investimenti pubblici e una sensibilizzazione forte da parte dello Stato, nell’interesse di tutto il Paese”. Queste le parole di Mariastella Gelmini, Ministra per gli Affari Regionali e le Autonomie, durante il convegno Teleriscaldamento: il calore che unisce. Quarant’anni di AIRU per l’Italia svoltosi a Roma, martedì 29 marzo 2022. L’AIRU (Associazione Italiana Riscaldamento Urbano) unisce gli operatori del settore e sostiene lo sviluppo del teleriscaldamento in Italia dal 1982. L’evento ha affermato il ruolo svolto dal teleriscaldamento nel processo di transizione energetica, seppur con l’amaro in bocca per i ridotti finanziamenti dedicati dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) all’implementazione di questa tecnologia. Secondo uno studio realizzato da Elemens, lo sviluppo dell’intero potenziale di teleriscaldamento nel nostro Paese migliorerebbe l’indipendenza energetica italiana, tema riemerso con forza a causa della guerra in Ucraina, riducendo di 2,12 miliardi di Sm3 l’utilizzo di gas naturale e di 5,7 milioni di tonnellate le emissioni di CO2 ogni anno; un passo in più verso l’obiettivo zero emissioni previsto per il 2050.

“I

Che cos’è e come funziona il teleriscaldamento?

Il funzionamento base è il seguente: il fluido termovettore giunge alle sottostazioni d’utenza, ovvero degli scambiatori di calore che vanno a sostituire le tradizionali caldaie (centralizzate o monofamiliari). Qui il fluido termovettore cede la propria energia al circuito secondario (diretto all’utenza) e ritorna all’impianto di produzione/recupero del calore. La principale caratteristica del teleriscaldamento è la distanza tra 38

il punto di produzione e i punti di utilizzazione del calore (residenziali, pubblici, commerciali e industriali), che solitamente può andare da pochi chilometri fino a un massimo di sessanta. Il fluido vettore, l’acqua, attraverso una rete di tubazioni coibentate di mandata e di ritorno, viene utilizzato per l’approvvigionamento di energia termica per il riscaldamento o il raffreddamento degli spazi, per processi di lavorazione e per coprire il fabbisogno di acqua calda sanitaria. Il calore viene generato appositamente o recuperato da altri impianti come le centrali termoelettriche. Quest’ultimo processo di recupero ha un ruolo fondamentale nell’abbattimento di sostanze inquinanti e riduzione dei costi, in quanto può recuperare calore che altrimenti verrebbe disperso. Grazie a questa caratteristica, il teleriscaldamento rappresenta una delle tecnologie più efficaci per l’efficientamento energetico urbano. La presenza di una rete di distribuzione rappresenta il maggior fattore discriminante in termini di costi e investimenti. Inoltre, le perdite termiche e di pressione di una rete idraulica limitano la distanza tra utenza e luogo di produzione del calore, rendendo il teleriscaldamento legato alle caratteristiche del territorio, ovvero alle fonti di calore presenti e utilizzabili. Ma quest’ultima può essere considerata un’opportunità per sviluppare sistemi sinergici tra fonti energetiche territoriali e domanda, che consentono di recuperare importanti quantità di calore.

Stato dell’arte in Italia

Attualmente, questa tecnologia copre circa il 3% del fabbisogno nazionale di domanda per il riscaldamento. Secondo l’ultimo annuario statistico AIRU, in Italia è presente in oltre 200 centri urbani situati soprattutto nell’Italia settentrionale. La rete di distribuzione conta al momento di quasi 5000 chilometri di tubature. Il 78% del calore utilizzato proviene da cogenerazione e fonti rinnovabili (bioenergie, geotermie, pompe di calore,

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


Cosa comporta l’allaccio al teleriscaldamento? L’allaccio è la parte più complessa, soprattutto se parliamo di vecchie costruzioni. Esso prevede la posa di condutture, e quindi probabili lavori sul manto stradale, fase agevolata in caso di nuova edificazione. Ovviamente, di questo aspetto si occupa l’azienda specializzata chiamata per effettuare l’allaccio, che esegue anche un sopralluogo dei lavori necessari per la posa. Le condutture potranno adattarsi alla fisionomia dell’edificio e degli impianti già esistenti: in questo modo si potranno aggirare ostacoli architettonici come muri, garage o rimesse, uscendo anche dal terreno se fosse necessario. Infine, la ditta controllerà anche le caratteristiche tecniche della caldaia da sostituire. Oltre ai benefici relativi al risparmio energetico e alla riduzione dell’impatto ambientale, il sistema di teleriscaldamento offre vantaggi anche all’utente finale. Infatti, distribuendo acqua calda, non è più necessario installare nelle abitazioni infrastrutture necessarie al funzionamento delle caldaie (condominiali e non) come, per esempio, canne fumarie e scarichi di sicurezza; inoltre, si eliminano i rischi di esplosione e intossicazione da fumi, si risparmia sui costi di manutenzione, snellendo in questo modo anche la gestione del sistema di manutenzione e controllo delle caldaie previsto dalla legge, migliorando la sicurezza della rete. recuperi da processi industriali e solare termico). Per quanto possano sembrare numeri elevati, siamo ancora lontani dal rendere il teleriscaldamento una presenza forte, anche se disponiamo già del know-how per espandere la rete. Nonostante i benefici socio-ambientali e la sua esistenza sul territorio italiano da un secolo, il teleriscaldamento appare ancora una tecnologia poco nota e relegata a contesti locali. Probabilmente, proprio questa sua natura “locale” rende necessaria e complessa una conoscenza dettagliata della distribuzione della domanda termica e della presenza di fonti di calore sul territorio italiano, indispensabile per una pianificazione a lungo termine sotto un quadro normativo stabile. Al momento, nel PNRR, soltanto l’1% delle risorse del Recovery Fund sono destinate all’implementazione del teleriscaldamento.

Prospettive future

Secondo uno studio congiunto dei Politecnici di Milano e di Torino commissionato da AIRU e

intitolato Valutazione del potenziale di diffusione del teleriscaldamento efficiente sul territorio nazionale, bisognerebbe raggiungere il 12% di copertura per ridurre i costi di sistema al minimo. L’analisi dimostra anche che, a questo livello di espansione, oltre al beneficio economico per il sistema, a essere avvantaggiati sarebbero anche la salute e l’ambiente. Per rendere l’idea, è possibile calcolare l’abbassamento delle emissioni in termini di riduzione di autovetture. Per quanto riguarda gli NOx equivarrebbe all’eliminazione di circa 100.000 autovetture, mentre per quanto riguarda il particolato, corrisponderebbe a un milione di autovetture tolte dalla circolazione; risultato molto significativo se guardiamo ad aree molto sensibili al problema dell’inquinamento come la pianura padana. “Ci sono diverse Regioni – ha concluso la Ministra Gelmini durante il convegno dell’AIRU – che hanno imparato a conoscere i benefici del teleriscaldamento, che consente una significativa riduzione di CO2 . Il settore, però può crescere ulteriormente solo con una forte incentivazione pubblica”.  N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

39


INSTALLATORE PROFESSIONALE

FOCUS TECNICO di Massimiliano Picci

PROBLEMI DI FESSURAZIONE DEL MASSETTO NEGLI IMPIANTI RADIANTI

I

l riscaldamento a pavimento è tra i sistemi che oggi in Italia trovano la maggior diffusione. Complici anche gli incentivi fiscali e la ricerca di sistemi che permettano una maggiore efficienza energetica, l’utilizzo di questa tecnologia, meglio se insieme a un sistema di isolamento a cappotto e alla sostituzione dei vecchi serramenti, sta trovando larghissimo impiego, sia in ristrutturazioni che in nuove realizzazioni. La possibilità di lavorare a bassa temperatura poi, lo rende un valido alleato dei sistemi basati su pompe di calore, che danno il meglio di sé con temperature del fluido di riscaldamento più basse rispetto al più tradizionale sistema basato sull’accoppiata radiatoricaldaia a gas. Installare un sistema di riscaldamento a pavimento, tuttavia, si porta dietro una serie di accorgimenti che tutti gli installatori dovrebbero aver ben presente quando vengono chiamati a realizzare questo tipo di installazioni. Se infatti non si seguono alcuni semplici accorgimenti nella fase di realizzazione dell’impianto, si può dar luogo a difetti che possono ripercuotersi sull’opera finita, andando per esempio a produrre antiestetiche fessurazioni sulla pavimentazione, quando non più gravi malfunzionamenti all’impianto.

Come evitare la fessurazione del massetto cementizio

È importante tenere presente che il sistema che si andrà a realizzare sarà costituito da più elementi, realizzati in materiali molto diversi tra loro, e con comportamenti propri che è bene conoscere per poter garantire un risultato finale conforme. Nell’ambito di questo articolo ci focalizzeremo sui principali accorgimenti che un installatore deve tenere presente 40

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022

Quali sono gli accorgimenti da seguire per evitare la comparsa di crepe e fessure?

nella realizzazione dei riscaldamenti dotati di massetto cementizio per evitare fessurazioni eccessive di quest’ultimo, limitando pertanto il campo di interesse a questa particolare categoria. I sistemi radianti, riprendendo la classificazione proposta dalla UNI EN 1264, possono essere suddivisi in: sistema radiante a parete; sistema radiante a soffitto; sistema radiante a pavimento. Il primo non trova grande impiego in Italia, mentre quello a soffitto ha iniziato ad affermarsi solo in quest’ultimo periodo, soprattutto per alcune applicazioni particolari in ambienti ad uso commerciale o uffici, o per edifici estremamente prestanti da un punto di vista energetico. Di gran lunga più comune sul nostro mercato è il sistema di riscaldamento a pavimento, a volte funzionante anche in raffrescamento. I sistemi a pavimento si dividono a loro volta in due grandi categorie: • tradizionali, o ad alta inerzia: si tratta di un sistema basato su serpentina di tubi nella quale scorre il fluido riscaldato, di solito acqua ma può essere anche aria o altro fluido, annegata nel massetto cementizio, sul quale poi viene posato il pavimento architettonico. Negli ambienti industriali capita che il massetto riscaldante funga direttamente da pavimentazione; • a basso spessore: si tratta di una tecnologia più recente, il cui spessore minimo sopra tubo del massetto ammonta ad almeno 3 cm; • a secco: si tratta di particolari impianti che non prevedono la componente umida del massetto. Con queste soluzioni sulla serpentina di tubi viene direttamente posata la pavimentazione. Manca così l’elemento cementizio, il principale contribuente dell’inerzia termica di questo sistema. Sono caratterizzati da bassissimo spessore e trovano sempre più fortuna nelle ristrutturazioni, in quanto la loro applicazione non fa mutare significativamente l’altezza dei locali.


Nella quasi totalità delle applicazioni civili il sistema di tubazioni viene posato su dei pannelli isolanti, che servono a non disperdere il calore generato negli strati sottostanti e a “indirizzarlo” verso l’ambiente da scaldare. Questo isolante de-solidarizza il massetto dagli elementi strutturali sottostanti e crea un particolare tipo di massetto che le norme definiscono come galleggiante. Viene definito così perché di fatto “galleggia” sulla struttura e mantiene una sua capacità di movimento rispetto agli strati sottostanti. Questi movimenti sono dovuti, nel caso specifico del massetto del riscaldamento a pavimento, alle dilatazioni termiche provocate dal fluido caldo che passa all’interno delle tubazioni e così facendo scalda il materiale cementizio. Il massetto, pertanto, durante il ciclo di funzionamento del sistema di riscaldamento, subisce un’espansione, seguita da un naturale ritiro durante la fase di raffreddamento. Tutto ciò si traduce in tensioni interne al materiale che possono portare all’ingenerarsi di un quadro fessurativo, che può provocare lesioni visibili anche nella pavimentazione. È importante cercare di ridurre al minimo la formazione di fessure e soprattutto impedire che queste diventino troppo estese e troppo ampie. Le fessure infatti possono essere viste come dei giunti che il massetto crea naturalmente nei punti in cui i carichi di trazione a cui è sottoposto superano la propria resistenza a trazione. Di solito questi punti sono identificabili con i bordi esterni, gli spigoli, eventuali variazioni del sottofondo oppure laddove la superficie sia troppo estesa. In fase realizzativa vanno pertanto previsti opportuni giunti. Questi di solito sono realizzati tra elementi costruttivi o campiture di massetto al fine di consentire il loro adattamento alle variazioni dimensionali o ai movimenti di assestamento. Per i massetti cementizi è buona pratica evitare che superfici maggiori di 25 m2 prive di armatura siano prive di giunti, soprattutto se si prevede di installare

pavimentazioni rigide in pietra o materiale ceramico. Nel caso si preveda l’installazione di una rete di ripartizione si può portare questo valore a 40 m². Se l’ambiente è rettangolare si può anche derogare a questa regola generale, tuttavia deve essere garantito un rapporto di 2:1 tra lato lungo e lato corto. I giunti possono essere posizionati per coincidere con i giunti di lavorazione, con ovvia semplificazione delle operazioni di posa. Anche un giunto strutturale può essere considerato come elemento a interruzione della continuità del massetto. I giunti perimetrali di isolamento, sempre necessari, consentono di isolare il massetto dalle adiacenti strutture verticali in elevazione dai movimenti di origine termica e igrometrica. I giunti sono posati in aderenza al perimetro e interessano l’intera sezione del massetto e della pavimentazione. Il giunto, per garantire la sua funzione, deve essere realizzato arrivando fino allo strato di isolante o allo strato strutturale sottostante, laddove non sia previsto uno strato di isolante e deve essere riportato nella pavimentazione superficiale. È opportuno sottolineare che tale taglio deve essere predisposto per tempo, evitando il passaggio di tubazioni e la presenza di armatura proprio in quel punto. In alternativa è possibile realizzare giunti di contrazione con un taglio del massetto per una profondità di almeno 1/3 dello spessore complessivo, sempre prestando attenzione a non lesionare le tubazioni. Il taglio del massetto deve essere realizzato non appena possibile, e comunque prima della fine del ritiro igrometrico. Ritengo sia utile sottolineare che la norma UNI 1264 prescrive che sia prodotto da parte del progettista un disegno di tali giunti. In tale progetto si dovrebbe indicare chiaramente quali sono le linee guida da seguire per il posizionamento di questi giunti ed eventuali elementi critici del progetto, questo per permettere all’installatore, in accordo con il direttore lavori, di apporre eventuali modifiche in corso d’opera, qualora fosse necessario.  N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

41


R U B R ICA

R

Storie

di Francesca Candioli

UN IDRAULICO TUTTOFARE SULLE RIVE DEL LAGO DI COMO Giovanni Molteni è l’esempio perfetto di un idraulico “all’antica” al servizio della propria comunità, con una formazione da autodidatta. Ci siamo fatti raccontare la sua storia

n idraulico non è solo un professionista: spesso diventa un punto di riferimento per un’intera comunità. Accade soprattutto nei centri più piccoli o nelle zone più periferiche, dove la vita scorre più lentamente, come Alzate Brianza, un piccolo comune di quasi 5000 abitanti in provincia di Como. È qui che vive Giovanni Molteni, l’idraulico tuttofare che nel corso del tempo è diventato quasi un’istituzione per chi vive nella zona famosa per il suo lago, il Lario. Nato nel 1949, Giovanni ha iniziato a fare l’idraulico da autodidatta, quando a 27 anni, nel 1976, si è ritrovato a costruire quattro appartamenti da zero: dal quadro elettrico, alle persiane, realizzate una per una a mano, fino ad arrivare

U

42

alle tubature. Da allora non si è più fermato, e oggi con il suo cappellino, lo zaino sempre in spalla con i tutti i suoi attrezzi da lavoro, la barba bianca e gli occhi sempre più azzurri, continua a riparare tubi di scarico, lavandini e a costruire bagni dall’inizio alla fine per i suoi clienti che vivono nei pressi del lago di Como. Per tutti è una certezza su cui contare, e il suo telefono squilla in continuazione. “Con il tempo sono diventato un po’ un tuttofare, e non solo un idraulico: insomma ho dovuto un po’ adattarmi a tutte le richieste che ricevevo. Dal costruire un tavolo al mettere il parquet. E così ho imparato a fare un po’ tutto”, spiega Giovanni. “La gente negli anni si è affezionata e oggi il mio rapporto con i clienti è tutto basato sull’amicizia e la fiducia reciproca”. Eppure Giovanni, già in età da pensione, ha lavorato da

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


sempre, fin da quando era un ragazzino. Allora il mestiere si imparava direttamente sul campo: aveva solo 13 anni quando accettò il suo primo lavoro. “Non ho avuto particolari maestri, ho imparato tutto da autodidatta, soprattutto quando mi sono ritrovato a costruire quattro appartamenti da zero per le mie sorelle – ci racconta. Ci ho messo diversi anni, ma ho fatto tutto da me. L’unico che è entrato è stato il piastrellista. Ogni volta che avevo una giornata libera mi chiudevo in casa a lavorare, ed è lì che ho scoperto la mia passione per il mondo idraulico”.

Storia di un impianto radiante “improvvisato”

È qui, nella sua nuova casa, che ha realizzato all’inizio degli anni ’80 il suo primo impianto di riscaldamento a pavimento, quando nella zona di Como questo tipo di impianto era ancora una chimera, e solo in pochi lo avevano già sperimentato. “L’ho fatto un po’ come quelli che si costruiscono oggi, ma allora non c’erano tutti i materiali che esistono oggi e che sono adatti per isolare per bene il sistema di riscaldamento – continua Giovanni. Così ho costruito la mia serpentina di tubi da mettere nel pavimento, e sotto ci ho messo una rete metallica, l’isolante, e ho legato tutto con del cellophane, anche se prima ho utilizzato un materiale segreto per riflettere per bene il calore: la carta

“La gente negli anni si è affezionata e oggi il mio rapporto con i clienti è tutto basato sull’amicizia e la fiducia reciproca”

stagnola, quella da cucina. Ho ritagliato tante strisce sottilissime e poi sopra ci ho messo i tubi. È stato un lavoraccio, ma funzionava. Allora negli anni ’80 non c’erano i pannelli che si usano oggi per isolare l’impianto, e così ho improvvisato”. Ogni impianto di riscaldamento a pavimento, una volta realizzato, si collega sempre ad una caldaia, ma in questo caso Giovanni non ce l’aveva. “Così me la sono costruita da solo. Ho chiesto a un amico di saldarmi una lamiera a forma di cilindro e a metà ho fatto mettere una separazione. La parte sopra l’ho riempita d’acqua, come se fosse un pentolone di circa 50-60 litri, e nella parte sotto ci ho costruito uno sportellino, dove ci mettevo dentro la legna. Accendevo il fuoco, ed ecco la mia caldaia un po’ empirica. Poi ho collegato i tubi del mio impianto, ed ecco fatto”. L’acqua dentro la pentola rimaneva circa sui 30-40 gradi e il calore da lì si trasmetteva in tutta la casa per tre o quattro ore. “Quando ho venduto casa – ci spiega sorridendo – ho lasciato l’impianto che avevo realizzato e un giorno la signora che abitava lì mi ha chiamato, dicendomi che le scottavano i piedi. La mia caldaia allora non c’era più, ma il tecnico aveva attaccato i tubi del riscaldamento direttamente alla nuova caldaia, senza una valvola per mischiare l’acqua, e così la temperatura è salita e la signora non riusciva più a camminare in casa. Allora non c’era ancora questo gran utilizzo dell’impianto a pavimento, come c’è oggi, e quindi bisognava prenderci un attimo la mano”. Oggi, naturalmente, sarebbe impensabile procedere alla realizzazione di un impianto in questo modo. Da allora Giovanni non ha più smesso di fare l’idraulico e il tuttofare per la sua comunità d’origine. La sua passione non è venuta meno nemmeno dopo un infortunio con la circolare: gli diedero tre settimane di assoluto riposo e lui, in quel periodo, decise di seguire un corso per corrispondenza di eliotermica, ed è così che negli anni ’80 realizzò il suo primo impianto a pannelli solari. “Se mi fermassi sarei morto, ho sempre voglia di lavorare, ma soprattutto di fare tutto da solo con le mie mani, come faccio da sempre, da quando avevo 13 anni”.  Vuoi raccontare la tua storia? Scrivi a installatoreprofessionale@quine.it

43


R U B R ICA

R

Carriera & Lavoro

in collaborazione con

a cura di Erica Zuanon*

PASSIONE O SOLDI? IL SEGRETO PER ESSERE FELICI AL LAVORO Nella prima puntata di questa nuova rubrica in collaborazione con Azione IKIGAI, qualche spunto per imparare ad ascoltare la nostra “voce interiore” ed essere più soddisfatti di quello che facciamo

44

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


ei felice del tuo lavoro? La domanda è impegnativa e mette in gioco un po’ tutta la nostra concezione della vita e della carriera. Non stupisce, quindi, che le risposte siano le più diverse, come saprai se hai mai provato a fare questa domanda ad amici o conoscenti. C’è chi è convinto che solo se fai quello che ami puoi essere davvero felice e quindi spenderà ogni sua parola per dirti che devi assolutamente trovare “il lavoro perfetto”, che i soldi non fanno la felicità e che quello che importa è quanto ti realizzi in quello che fai. E poi c’è chi è convinto al 100% del contrario e ti dirà che non importa cosa fai, l’importante è il risultato che ottieni: se fai soldi e guadagni sarai contento, a prescindere dal cosa hai fatto per guadagnarli.

S

Un finto dilemma

Ikigai (生き甲 斐) è un termine giapponese che, tradotto in italiano, significa “qualcosa per cui vivere” o “una ragione per esistere”

Per anni anch’io sono stata dell’idea che ci fosse una risposta giusta in assoluto, ma con il tempo – e una lunga serie di studi, tentativi ed errori – ho capito che la realtà è un’altra: non esiste una risposta giusta uguale per tutti. Anzi, questo bivio “Passione o Soldi” è solo un finto dilemma che deriva dal fatto che tutt’oggi la maggior parte di noi ha un’idea del lavoro che è vecchia, obsoleta e per niente efficace. E non mi riferisco solo a quel ritornello che si sente – troppo – spesso ripetere, per cui il lavoro è una schiavitù e solo la “libertà finanziaria” ti permetterà di liberarti dalle sue catene. Anche questo è un modo di vedere parziale, come ormai alcune branche della scienza e della psicologia stanno dimostrando sempre più chiaramente: il lavoro, così come può essere fatto oggi, a differenza di solo pochi anni fa, è una delle vie più potenti per l’autorealizzazione personale. In questo articolo voglio dunque condividere con te le preziose scoperte che ho fatto in questi quasi dieci anni di vagabondaggio interiore e professionale alla ricerca di risposte più soddisfacenti di quelle che mi ritrovavo in tasca: “Come mai solo alcuni riescono ad avere successo e altri no? Perché alcuni vivono felici e soddisfatti dei soldi che guadagnano mentre altri sono disposti a rinunciare ai soldi pur di fare quello che amano?” Scopriremo quindi come ognuno di noi ha dentro di sé un codice unico e non modificabile per avere successo ed essere felice allo stesso tempo e come sia assolutamente inutile e controproducente ignorare questo codice unico, cercando di convincersi che “se gli altri ci riescono allora lo posso fare anche io”. Parleremo di come capire questo codice personalissimo e come usarlo finalmente a vantaggio tuo e di chi scegli di avere al tuo fianco nella tua attività. Sono informazioni decisive, perché quando ignori il tuo personalissimo codice e ti butti a pesce dentro il film di qualcun altro, convinto che siccome lui ha avuto successo, anche tu ci riuscirai – a forza di spingere, lottare N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

45


R U B R ICA

R

Carriera & Lavoro

e non mollare – sei destinato a fallire. Non importa quanto duramente tu ci creda, o pensi di crederci… D’altronde, se questa teoria che “basta crederci abbastanza” fosse vera, il mondo sarebbe fatto tutto e solo da storie di grandi successi. Se “crederci forte” e “lavorare duro” fosse sufficiente per avere successo ci sarebbero solo persone che raggiungono i loro risultati. Ma così non è. Anzi.

Vivere di passione

James Hillman è un noto psicoanalista, saggista e filosofo statunitense, creatore della “teoria della ghianda”, l’idea, cioè, che ciascuna persona sia portatrice di un’unicità che chiede di essere vissuta e che è già presente fin dalla nascita. “Tutti, presto o tardi, abbiamo avuto la sensazione che qualcosa ci chiamasse a percorrere una certa strada. Alcuni di noi questo ‘qualcosa’ lo ricordano come un momento preciso dell’infanzia, quando un bisogno pressante e improvviso, una fascinazione, un curioso insieme di circostanze, ci ha colpiti con la forza di un’annunciazione: ecco quello che devo fare, ecco quello che devo avere. Ecco chi sono.” Crescendo, però, la realtà attorno a noi ci dice tutt’altro: non è importante ciò che tu vuoi, è importante che tu faccia bene ciò che ti viene chiesto di fare. Questo ci porta a spostare la nostra attenzione dal dentro di noi al fuori di noi. C’è chi sviluppa una sottomissione obbediente e chi diventa un ribelle indomabile, ma in entrambi i casi il risultato è lo stesso: ci dimentichiamo quella sensazione di “ecco quello che devo fare, ecco chi sono davvero”. Man mano che gli anni crescono e la vita va avanti, naturalmente succede: vediamo attorno a noi che tutti, prima o poi, devono andare a lavorare e sappiamo che toccherà anche a noi. Vediamo che alcuni sono tutto som-

Azione IKIGAI, da sx: Francesca Scelsi, Career Coach e Formatrice, Erica Zuanon, Content Marketer e Career Coach, Alessandra Dell’Aglio, Sociologa e Job Profile Developer

mato soddisfatti del lavoro che fanno, ma la maggioranza è frustrata e rassegnata dentro percorsi lavorativi che non li realizzano. Spesso anche a prescindere dai soldi che guadagnano: imprenditori ricchi ma frustrati, sempre arrabbiati e di corsa, non sono certo l’immagine del successo felice. Al contrario, ogni tanto capita di incontrare qualcuno che fa un lavoro neanche troppo pagato, ma con il sorriso sulle labbra e la sensazione che quello che sta facendo gli dia pienezza e realizzazione, a prescindere dai soldi che guadagna. Qual è dunque la differenza? Per circostanze più o meno frutto del caso alcuni finiscono per fare un lavoro che è allineato con la propria “voce interiore” e questi, a prescindere da quanto guadagnano, sono felici. Tantissimi altri invece, com’è ovvio, finiscono a fare cose che non hanno nulla a che vedere con chi sono veramente. E la loro “voce interiore” soffocata si fa sentire con malessere, frustrazione, insoddisfazione, senso che la vita non valga la pena di essere vissuta, pesantezza e fatica di vivere. C’è chi traduce tutto questo disagio con la rabbia e l’aggressività, convinto che il problema sia il non riuscire ad avere abbastanza soldi, che il mercato è impazzito, che nulla è più come un tempo, e via dicendo. Tutte cose che sicuramente possono essere reali, ma non sono la vera causa dell’insoddisfazione e della frustrazione: anche chi è felice del proprio lavoro vorrebbe più soldi per concedersi di più ed è consapevole delle circostanze esterne del mercato del lavoro. Eppure, di fondo, ha una serenità invidiabile. Ecco, quella serenità è il segno che quella persona è allineata con la propria “voce interiore”, ha scoperto quello che viene anche chiamato “ikigai”, un senso per alzarsi la mattina. “Tutto bello certo, ma le bollette io le devo pagare e, ormai, non vorrai che cambi lavoro alla mia età?” Non necessariamente. A volte può essere sufficiente anche solo cominciare a fare spazio dentro di te al diritto di vivere una vita professionale più serena e realizzante, a prescindere da ciò che succede attorno a te. E il primo passo naturalmente consiste nell’affrontare uno degli ostacoli principali con cui ognuno di noi è chiamato a confrontarsi quotidianamente: lo stress e il (dis)equilibrio tra vita personale e lavoro. Ma ne parleremo nel prossimo numero! Nel frattempo, prova a vedere se ti ricordi cosa davvero volevi fare da piccolo… 

* Erica Zuanon è ing. e Career Coach, co-founder di Azione IKIGAI, il primo percorso scientifico per scandagliare il mercato (e la tua anima) alla ricerca delle opportunità di lavoro più adatte a te, per liberarti dallo stress, realizzarti pienamente ed essere pagato per quello che meriti (davvero). www.azioneikigai.com



Tecnologie

di Pasqualina Ciancio

Baxi ha presentato la propria nuova linea produttiva di caldaie a idrogeno nella sede di Bassano del Grappa: dopo le installazioni pilota nel 2019, l’azienda è pronta per la produzione su larga scala

LA CALDAIA 100% IDROGENO È GIÀ REALTÀ l 28 aprile, nella sede di Bassano del Grappa, Baxi ha presentato alla stampa la prima linea produttiva europea di caldaie funzionanti 100% a idrogeno. La sostenibilità è da sempre considerata una strategia vincente dall’azienda bassanese, che ha basato le proprie

I

48

attività di progettazione e produzione di caldaie e sistemi per il riscaldamento ad alta tecnologia su un principio fondamentale: il futuro dipende dal costante sviluppo di prodotti tecnologicamente avanzati, in grado di coniugare un’elevata efficienza alla tutela ambientale. Da questo concetto nasce l’impegno a sperimentare, ideare e sviluppare sistemi altamente innovativi e coerenti con questa finalità.

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022

Dalle caldaie a metano alla caldaia 100% idrogeno

La strategia di sviluppo adottata da Baxi per contribuire a un futuro più sostenibile ha supportato il progressivo spostamento dall’utilizzo di caldaie standard a quelle ad alta efficienza (che implicano una riduzione di CO2e emessa del 15% rispetto alle prime) e all’adozione di caldaie ad alta efficienza certificate a lavorare con una


Il press tour del 28 aprile 2022

La prima linea europea per la produzione di caldaie funzionanti a idrogeno puro

miscela composta di metano e 20% di idrogeno (che comporta una riduzione fino al 22% delle emissioni di CO2 e rispetto alle caldaie standard) in attesa di arrivare, entro il 2025, alla diffusione su larga scala di caldaie alimentate interamente a idrogeno, raggiungendo l’obiettivo zero emissioni.

raggiungere l’imprescindibile obiettivo della decarbonizzazione utilizzando come vettore di energia sostenibile l’idrogeno verde. La nuova linea di caldaie a idrogeno Baxi, che si aggiunge ad altre 14 linee produttive, è un impianto pilota concepito per il learning on the job in sinergia con il reparto R&D. La transizione energetica impone alle aziende del settore uno sforzo per passare dai prodotti tradizionali a nuovi prodotti a zero emissioni di CO/CO2. Mentre i prodotti e i processi attuali basati sull’utilizzo di fonti energetiche tradizionali e combustibili fossili, pur efficienti dal punto di vista prestazionale, non lo sono sotto l’aspetto ambientale, la produzione delle caldaie a idrogeno si dimostra altamente sostenibile oltre che efficiente: l’energia elettrica utilizzata proviene da fonti rinnovabili (nello specifico, i 6.200 m2 di pannelli fotovoltaici posti sul tetto dello

Il progetto idrogeno e la nuova linea produttiva

Il progetto idrogeno non è più solo un’ipotesi, ma una proposta concreta che si avvia alla fase finale di sperimentazione sul campo: un numero di caldaie significativo (circa 400) verrà installato in vari Paesi europei allo scopo di dimostrare che si tratta di una valida alternativa ai tradizionali sistemi di riscaldamento. La caldaia a idrogeno è dunque una possibile soluzione per

Il monitoraggio in tempo reale di tutti i progetti dimostrativi attualmente installati

stabilimento di Bassano del Grappa), e il processo di produzione dell’idrogeno avviene – per elettrolisi – in una struttura creata appositamente nell’area esterna al fabbricato. L’impianto dispone di un efficiente sistema MES (Manufacturing Execution System) per gestire il processo. Per una maggiore flessibilità, l’assemblaggio avviene su carrelli, dove vengono eseguiti collaudo funzionale completo e la verifica dei parametri, oltre a un’area imballo per il completamento e la chiusura del processo.

Le installazioni pilota e la produzione su larga scala

La prima installazione pilota della caldaia domestica Baxi certificata premiscelata a idrogeno puro e prodotta tramite energia rinnovabile è avvenuta nel 2019 a Rozeburg (Olanda). In seguito lo stesso modello è stato installato anche in Regno Unito, Francia e Germania. Pronta per una produzione di serie e una distribuzione su più larga scala, la caldaia a idrogeno è stata progettata e realizzata da Baxi su incarico del Gruppo BDR Thermea con l’obiettivo di garantire soluzioni di riscaldamento e acqua calda senza emissioni di ossidi di carbonio. La caldaia è in grado di garantire la stessa efficienza termica delle caldaie a condensazione a gas naturale ed è stata progettata per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. La sua installazione e messa in servizio sono del tutto simili a quella dei prodotti attuali a gas naturale, con il vantaggio di abbattere ulteriormente le emissioni di NOX. 

N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

49


R U B R ICA

R

Dentro il prodotto di Sebastian Bendinelli

L’edificio che ospita gli uffici e lo showroom nella sede storica di CRISTINA a Gozzano (NO)

Abbiamo visitato gli stabilimenti di CRISTINA Rubinetterie per conoscere da vicino il processo produttivo di un rubinetto made in Italy, dalla barra di ottone al prodotto finito

COME NASCE UN RUBINETTO ondato nel 1949, CRISTINA Rubinetterie è un marchio storico della rubinetteria italiana. L’ingresso all’interno del Gruppo Caleffi nel 2017, l’apertura di un elegante showroom nel cuore del design district di Milano e il rebranding che nel 2020 ne ha ridisegnato l’identità, sono solo le ultime tappe di un processo evolutivo che non si è mai fermato nell’arco di oltre settant’anni. L’anima “tecnica” dell’azienda è rappresentata dal marchio SILFRA, acquisito nella seconda metà degli anni ‘80 e ben conosciuto per i suoi sistemi di scarico e per la rubinetteria elettronica e temporizzata. La produzione di CRISTINA Rubinetterie è fortemente orientata ai mercati esteri – che assorbono il 67% delle vendite – ma la sua produzione è saldamente radicata in Italia. Il processo produttivo avviene all’interno di quattro stabilimenti collocati a poca distanza l’uno dall’altro nell’alto novarese – uno dei distretti “storici” della rubinetteria italiana. In occasione di un press tour organizzato dall’azienda a fine aprile, abbiamo avuto modo di osservare da vicino tutti i passaggi della produzione, dalla lavorazione della barra d’ottone alla finitura del rubinetto.

F

La gamma dei prodotti CRISTINA e SILFRA nel rinnovato showroom del quartier generale di Gozzano

50

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


1

2

Le officine meccaniche (1)

Qui la barra di ottone in forma estrusa, stampata o fusa, viene trasformata nel pezzo grezzo. Protagonisti di queste lavorazioni sono i centri di lavoro e il tornio a controllo numerico; quest’ultimo, a differenza del tornio tradizionale di cui rappresenta l’evoluzione tecnologica, non richiede interventi manuali. Una volta inserite le informazioni nel computer del sistema informatizzato (CNC), la macchina utensile esegue la lavorazione realizzando il pezzo nella forma desiderata. I trucioli di ottone, scarto della lavorazione, non vengono sprecati ma raccolti in grossi contenitori collocati a una delle estremità dei torni per essere poi nuovamente rifusi e reintrodotti nel processo produttivo.

3

Lucidatura (2-3)

Il “grezzo” lavorato sulla macchina dev’essere lucidato. Il grosso del lavoro viene svolto da alcuni robot di precisione, con un braccio meccanico che passa il pezzo su un rullo abrasivo. I dettagli, nelle parti che il robot non riesce a raggiungere, o per la lavorazione di pezzi di maggior valore, vengono definiti manualmente dagli addetti.

Galvanica (4)

Nell’impianto avviene il processo di cromatura di finiture galvaniche che donano al rubinetto, oltre al plus estetico, durata e resistenza nel tempo e protezione dalle sostanze chimiche. In questo reparto si trovano alcune vasche in cui i pezzi vengono immersi per un determinato periodo di tempo, in diverse soluzioni elettrolitiche a seconda della finitura che si desidera ottenere. “L’attuale galvanica, che ha trent’anni, sarà sostituita da un nuovo impianto all’interno del capannone di Gargallo, dopo una rapida ristrutturazione”, spiega Daniele Mazzon, Direttore Generale di CRISTINA Rubinetterie, che ci ha accompagnato durante il press tour.

4 5

Stampaggio materie plastiche (5)

Uno dei reparti è interamente dedicato allo stampaggio dei particolari in materiale termoplastico. La lavorazione è quasi completamente automatizzata: la “materia prima” – pellet di materiale plastico in granuli – viene privata dell’umidità e poi inserita all’interno degli stampi collocati nelle presse di stampaggio che, fondendo il materiale, realizzano il pezzo finito.

Assemblaggio e spedizione (6)

“Convertendo due capannoni vuoti, da gennaio di quest’anno, abbiamo fatto convergere nello stabilimento di Fontaneto d’Agogna (NO) le unità di assemblaggio e di spedizione dei prodotti a marchio CRISTINA e SILFRA, prima dislocate in due diverse sedi a una quindicina di chilometri di distanza, con un’inefficace duplicazione di strumenti di lavoro, fatturazioni e trasporti”, continua Mazzon. Il prodotto finito, dopo aver superato i test del controllo qualità, viene imballato e stoccato nel nuovo magazzino. Dotato di alte scaffalature e carrelli semi-automatici, permette agli addetti di recuperare con facilità ogni pezzo richiesto. 

6 N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

51


Case History a cura di Ecloud

LA CASA

Figura 1. La centrale termica

“FULL ELECTRIC”NON È UN MIRAGGIO

Dire addio al gas installando una pompa di calore elettrica è possibile, ma bisogna saperlo fare nel modo giusto. L’esperienza della rete Sigillo Sicuro li installatori della rete Sigillo Sicuro sono famosi per la loro capacità di sbriciolare i pregiudizi e i falsi miti che ostacolano la diffusione delle pompe di calore. Una delle false convinzioni più diffuse è che una pompa di calore full electric non basti a riscaldare un’abitazione con impianto a radiatori, soprattutto quando la temperatura esterna scende sotto -3 o -4 °C. Per questo alla maggior parte delle fami-

G

52

glie che avvia una ristrutturazione viene proposto un sistema ibrido, con caldaia a gas abbinata a pompa di calore. Eppure, chiudere definitivamente il contatore del gas è possibile, e i tecnici della rete Sigillo Sicuro l’hanno dimostrato con centinaia di installazioni: “La ricetta è mettere al centro dell’intervento di riqualificazione energetica i dati reali: le necessità attuali e future della famiglia, i dati climatici e meteorologici della zona, le caratteristiche tecniche dell’edificio e le prestazioni certificate degli apparati che si andranno a installare”.

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022

Il ruolo chiave dell’installatore

La figura dell’installatore termoidraulico a cui si rivolge la famiglia ha un ruolo chiave in tutti questi passaggi. Non basta più saper posare i tubi: per destreggiarsi con tutte le nuove tecnologie e le esigenze della riduzione dell’inquinamento serve un vero professionista del risparmio energetico, capace di dialogare con progettisti, elettricisti, architetti e ingegneri. Capace anche di proporre loro soluzioni innovative e di accompagnare la famiglia nel


tempo per la migliore gestione dell’impianto. Con i giusti calcoli e le giuste condizioni, riscaldare una casa e dare il massimo comfort ai suoi abitanti con una pompa di calore elettrica ormai non è più fantascienza e anzi, visti i prezzi del gas e le bollette impazzite che arrivano alle famiglie, può risultare decisamente conveniente.

Un caso di studio

Marco, proprietario di un’abitazione di 200 mq, ha deciso di sfruttare l’incentivo del Superbonus 110% con l’intenzione di separarsi per sempre dal contatore del gas e dare il proprio contributo a un ambiente più pulito, abbattendo le emissioni inquinanti dovute al riscaldamento domestico con caldaia a combustibile fossile. Per questo non si è arreso alla proposta di installare un sistema ibrido e si è rivolto a Sigillo Sicuro, trovando la risposta che cercava. L’installatore ha applicato il protocollo caratteristico di Sigillo Sicuro e ha verificato con i calcoli preliminari che il distacco dal contatore era possibile e conveniente. L’abitazione di Marco è disposta su due piani, più un seminterrato con i garage. Parte fondamentale per il successo del distacco dal gas era migliorare l’isolamento termico della casa,

Gli installatori della rete Sigillo Sicuro

Figura 2. L’unità esterna della pompa di calore

operazione che ha interessato il tetto e le pareti esterne. In aggiunta, sono stati sostituiti i vecchi infissi con nuove finestre a elevato isolamento. Per quanto riguarda i radiatori, quelli presenti erano in ghisa e, sebbene siano preferibili in alluminio o acciaio, i calcoli del software di simulazione provavano che si potevano mantenere ovunque con temperature di mandata a 55 °C, tranne che nel sottotetto, dove si è preferito sostituirli con due ventilconvettori. La nuova distribuzione è stata dotata di isolamento per fare anche raffrescamento degli ambienti.Nella centrale termica (Figura 1) sono presenti il filtro, il dosatore di polifosfati e un addolcitore. Si prosegue con un accumulo di acqua calda sanitaria da 300 litri e relativo puffer da 90 litri per l’acqua tecnica, al quale sono col-

legate due pompe di rilancio, una per i radiatori e una per il nuovo circuito di riscaldamento con i ventilconvettori. Naturalmente abbiamo anche un filtro impianto – per tenere pulita tutta la parte di riscaldamento – e i vasi di espansione, il tutto perfettamente isolato per evitare dispersioni dalle tubature. Sul lato della casa, l’unità esterna (Figura 2) è stata posizionata dopo un piccolo scavo nel camminamento per arrivare con le tubazioni dal seminterrato che ospita la centrale termica. Dal punto di vista elettrico, l’abitazione di Marco è stata trasformata in trifase e l’installatore ha realizzato un impianto fotovoltaico sul tetto accompagnato da 2 batterie Powerwall con backup che permettono il funzionamento anche in caso di blackout della rete elettrica locale. Il nuovo impianto di Marco è già in funzione con sua grandissima soddisfazione e mentre prende più confidenza con la sua “nuova casa 100% elettrica” studia nuovi modi per abbassare ancora di più la temperatura di mandata, in ottica di un abbattimento dei consumi. Questo caso studio è l’ennesima prova che il protocollo della rete Sigillo Sicuro è in grado di effettuare simulazioni preventive molto accurate e realizzare un effettivo distacco dal contatore del gas anche per abitazioni con impianto a radiatori, garantendo risparmio in bolletta e massimo comfort abitativo al proprietario della casa. 

La TUA casa 100% elettrica, sfruttando il tuo impianto,

anche se hai radiatori. www.sigillosicuro.it N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

53


News

Dal mercato

Mitsubishi adegua i centri di collaudo per sistemi idronici con gas refrigeranti a basso GWP I gas refrigeranti a basso impatto ambientale sono sempre più diffusi, per rispondere alle crescenti esigenze di soluzioni impiantistiche all’avanguardia e sostenibili. Alcuni tra i gas refrigeranti ecologici appartengono alla categoria degli A2L, gas blandamente infiammabili che richiedono una particolare attenzione in fase di produzione e di test dei sistemi idronici. Per questo Mitsubishi Electric ha adeguato i propri 4 centri di collaudo, tra cui quello situato a Belluno. L’adeguamento permette di testare unità che adottano gas refrigerante R32 (o miscele). Il centro di collaudo è stato inoltre predisposto per futuri adeguamenti ad altri gas A2L. In particolare, la struttura è stata dotata di tre soglie d’allarme che, in caso di perdite di refrigerante, si attivano in sequenza prima che si raggiunga in sala la concentrazione limite inferiore di infiammabilità (LEL). La prima soglia fa scattare una segnalazione di allarme, la fuga viene rilevata e il personale avvisato. La seconda attiva automaticamente i ventilatori di sala con lo scopo di espellere l’aria contaminata e purificare gli ambienti interni, la terza e ultima toglie infine alimentazione elettrica all’intera struttura per scongiurare il pericolo di incendi, attivando degli appositi ventilatori di espulsione e le luci di emergenza. Tutto il personale operante nella struttura è stato adeguatamente formato al fine di adottare comportamenti corretti in caso di allarme.

QUANDO IL FANCOIL DIVENTA UN’OPERA D’ARTE Prosegue la collaborazione di Galletti con artisti e designer chiamati a personalizzare ART-U, il fancoil di design dell’azienda, per creare ambienti dallo stile unico e originale, che “dialogano” con il terminale d’impianto elevandolo al rango di complemento d’arredo e opera d’arte. In questo caso, il 3D Artist Filippo Petrucci interpreta Art-U Canvas, nella versione Total Graphic Skin, con una grafica in pixel-art dallo stile vintage. L’ambientazione in cui quest’espressione artistica trova compimento è l’open space di un’agenzia di videogiochi, con particolare focus sull’area beta-testing e l’area relax, in un edificio con vista lago. Le grafiche dei pannelli e dei muri sono ispirate ai videogiochi anni ‘80 e, insieme alla forma degli arredi e al colore delle pareti, restituiscono la rappresentazione di un grande schermo dove è trasposta graficamente la genesi di un’idea. Giocare è una cosa seria, richiede concentrazione, abilità e un ambiente polifunzionale in cui sapersi concentrare e rilassare allo stesso tempo. Per caratterizzare ulteriormente ART-U Canvas in questo progetto, il designer Filippo Petrucci ha spinto su questo particolare concept grafico e sull’interior design proprio con l’intento di stimolare concentrazione, ispirazione, creatività e condivisione. 54

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


UNICAL FESTEGGIA 50 ANNI Nel 2022 Unical festeggia l’importante traguardo dei 50 anni di attività. L’azienda è stata fondata infatti nel 1972, e conta oggi 5 sedi produttive dislocate nel Nord Italia. Un catalogo completo, una capillare rete di vendita e una rete di assistenza tecnica distribuita su tutto il territorio nazionale; innovazione, creatività e tecnologia: sono questi i tratti distintivi trasmessi all’azienda dal fondatore Giovanni Jahier. Sempre attenta al concetto di comfort abitativo, Unical propone un’ampia scelta di soluzioni di ultima generazione, sia per il settore professionale sia in ambito domestico, con soluzioni che si distinguono per il design: con OSA l’azienda si è aggiudicata nel 2018 il Compasso d’Oro, il più autorevole premio mondiale di design assegnato da ADI, dimostrando che anche una caldaia murale domestica può avere una propria identità estetico funzionale e diventare un elemento d’arredo. L’azienda è inoltre diventata portabandiera del Made in Italy con la creazione del marchio di garanzia AMI - Absolutely Made in Italy – logo con cui evidenzia la qualità della sua produzione che mantiene orgogliosamente in Italia. Le novità per il 2022 vanno oltre al design e alle soluzioni tecniche per nuovi prodotti, perché riguardano l’ampio progetto “Bioenergy Division”, dedicato alla produzione di stufe, termostufe e caldaie a biomassa, nella nuova sede di Gambellara (VI). L’anniversario è quindi l’occasione per festeggiare le proprie radici ma, soprattutto, per guardare al futuro con entusiasmo e continuo impegno dedicato ad ecologia e risparmio energetico.

Vaillant inaugura PREMIUM, un nuovo canale di vendita rivolto al cliente finale Vaillant ha inaugurato ufficialmente Vaillant PREMIUM, un nuovo servizio 100% digitale e dedicato ai consumatori finali. Si tratta di un canale di vendita pensato per mettere in contatto immediato il cliente con un team selezionato e qualificato di professionisti e installatori, in grado di rispondere in modo tempestivo alle esigenze di chi è alla ricerca di un prodotto Vaillant. Un servizio digitale per affiancare i clienti a esperti di fiducia, anticipare le necessità, guidarli nella decisione di acquisto o nel processo di sostituzione in pochi e semplici click. Vaillant PREMIUM può contare su oltre 300 installatori e dislocati in tutto il territorio, per un totale di più di 3.000 prodotti – tra caldaie, pompe di calore, scaldabagni e soluzioni per l’aria condizionata – installati già nel primo anno di vita dell’iniziativa. Il tutto nell’ottica di offrire al consumatore finale una visione a 360° di tutte le soluzioni installative Vaillant e il miglior servizio clienti possibile, che si completa con un call center dedicato a ulteriore disposizione di utenti e installatori. Sul fronte professionisti, agli installatori già a bordo e a quelli che vi entreranno a far parte, Vaillant PREMIUM offre clienti qualificati, ottimizzazione delle opportunità di business, promozione, maggiore visibilità e la garanzia di collaborare con un leader di mercato. N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

55


News

Dal mercato

TOSHIBA DEBUTTA NEL METAVERSO CON UN NUOVO SPAZIO VIRTUALE Dallo showroom digitale al “Virtual Tour in 3D” nel metaverso: Toshiba Italia Multiclima sperimenta una nuova modalità per presentare ai clienti le proprie novità. Si tratta di TUX – Toshiba User Experience, uno spazio virtuale realizzato grazie alla collaborazione con la piattaforma Wikipoint. L’ambiente virtuale, raggiungibile all’indirizzo www.toshibaclima.it/tux, offre ai visitatori un’esperienza di navigazione immersiva, che consente di spostarsi da un punto di vista all’altro, interagendo con gli elementi attivi posti all’interno di ogni edificio, in uno spazio in continua evoluzione e trasformazione. In pochi click è possibile “visitare” la newsroom con la rassegna stampa e i contenuti degli account social di Toshiba Clima, la biblioteca virtuale da cui è possibile scaricare cataloghi e schede tecniche, passando per sale dedicate in cui poter chattare con tutti i visitatori. Infine, un grande auditorium attrezzato con poltrone, palco e grande schermo, che sarà utilizzato per eventi, webinar e iniziative speciali. “TUX è molto di più di uno showroom virtuale. TUX nasce per creare uno storytelling efficace anche a distanza, raggiungere un pubblico più ampio, creare connessioni con le persone, accorciare le distanze con i nostri clienti e stabilire nuove modalità di interazione tra il cliente e il brand”, spiega Carla Zedda, Marketing Manager Toshiba.

LG riceve l’AHRI Performance Award per il quinto anno consecutivo LG Electronics è stata premiata dall’Air-Conditioning, Heating & Refrigeration Institute (AHRI) con il Performance Award per il quinto anno consecutivo. Fondata nel 1953, AHRI è un’associazione professionale che conta più di 350 aziende associate e rappresenta i produttori a livello mondiale di impianti HVAC, di soluzioni di refrigerazione e di produzione di acqua calda sanitaria. Per assegnare i Performance Award, AHRI si rivolge agli esperti di certificazione Intertek, per valutare se le prestazioni effettive dei prodotti sono coerenti con le specifiche elencate dal produttore. Solo le aziende la cui offerta HVAC ha superato la valutazione preliminare delle prestazioni per tre anni consecutivi possono essere considerate per il Performance Award. Tutte le 55 soluzioni HVAC di LG, appartenenti a sei diverse categorie di prodotto, hanno superato, per il terzo anno consecutivo dal 2019 al 2021, il processo di valutazione dell’AHRI. I modelli testati appartengono alle seguenti categorie: Variable Refrigerant Airflow (VRF), Unitary Small Heat Pump (USHP), Air-Cooled Chillers, Water-Cooled Chillers, Packaged Terminal Heat Pumps (PTHP), and Room Fan Coil Units. Tra i prodotti LG sottoposti a valutazione c’è anche l’unità esterna VRF MULTI V ad alta capacità, dotata del compressore Ultimate Inverter. È stato testato anche LG MULTI V Water, sistema di condizionamento condensato ad acqua che offre una migliore efficienza termica grazie allo scambiatore di calore a piastre.

56

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


Arbi Arredobagno chiude a +29,7% il 2021 Arbi Arredobagno ha chiuso il 2021 con una crescita a doppia cifra, raggiungendo un picco di fatturato di 36,5 milioni di euro e un incremento del +29,7% rispetto al 2020. Nell’ambito di questo risultato l’Italia continua a essere il principale mercato, rappresentando circa l’83% del fatturato totale (più di 30 milioni di euro) e una crescita del 35,6%. Numerosi i fattori di crescita, a partire dalla strategia di approccio al mercato basata sul potenziamento delle alleanze con i principali player della distribuzione specializzata e con i più importanti gruppi di acquisto che apprezzano la qualità e l’eccellenza delle collezioni e la flessibilità dell’azienda nel cercare di assecondare le diverse esigenze. L’alta qualità 100% made in Italy e la fornitura di servizi a 360° sono infatti ulteriori elementi fondamentali nella crescita di Arbi, che derivano da una quasi totale autonomia produttiva del brand. Il 95% dei prodotti a catalogo è realizzato internamente grazie a una catena di produzione altamente meccanizzata e i sistemi software di cui l’azienda dispone rendono possibile il monitoraggio completo dell’intero ciclo produttivo dall’ordine alla consegna, permettendo di far fronte, anche in periodi di difficoltà come quello attuale, a una gestione efficiente rispettando i tempi di consegna. La crescita è stata evidente anche dal punto di vista organizzativo e produttivo: dal 2020 è iniziato un progetto di ampliamento aziendale che ha previsto l’ingrandimento del reparto segheria di 1000 m2 costruendo un nuovo capannone e l’acquisto di due nuovi macchinari per il taglio e bordatura dei semilavorati, lo spostamento dei magazzini dei semilavorati per consentire l’ampliamento del magazzino automatico dei prodotti finiti dai mobili e box doccia e la realizzazione di una terza linea di produzione, che consentirà di velocizzare la produzione dei nuovi modelli in melaminico. Ultimo importante passo nella crescita del brand è stata la scelta di Arbi di introdurre nella propria offerta il programma Ibra showers, che comprende piatti doccia, pannelli rivestimento, vasche da bagno, termoarredi, box doccia e accessori di design, in affiancamento a tutte le linee di arredo bagno.

IL MEETING DI CLIMATE SOLUTIONS PER GLI INSTALLATORI PROFESSIONISTI Si è svolto a Bologna, il 17 e 18 marzo, il meeting organizzato da Climate Solutions – divisione di Beijer Ref Italy – dedicato agli Specialist, gli installatori professionisti che da anni propongono, installano e manutengono prodotti nel settore della climatizzazione, del riscaldamento e ACS. Climate Solutions ha accolto gli Specialist in due giornate di formazione, offrendo loro l’occasione per conoscere gli obiettivi della divisione, che dallo scorso anno commercializza in Italia, oltre che i prodotti ad espansione diretta a marchio Carrier DX, anche i prodotti Sinclair, nuovo brand focalizzato sul settore HVAC. Il meeting è stata l’occasione per consolidare il rapporto con gli Specialist, così da rendere più efficaci e fluide le relazioni commerciali e far toccare con mano i prodotti Sinclair, esposti per l’occasione, e sui quali è stato possibile scoprirne tecnologia e caratteristiche tecniche. “Gli Specialist sono per Climate Solutions – ha ricordato Attilio Verzilli, Sales Manager della divisione – una figura estremamente importante e strategica. È un gioco di squadra: la nostra azienda fornisce tutti gli strumenti per portare la nostra offerta sul mercato in modo strategico, gli Installatori Specialist mettono in campo la loro professionalità, esperienza e competenza tecnica. Sono aziende che possono dare valore ai nostri brand attraverso il contatto con il cliente finale, figure sul territorio che entrano nelle case e propongono le nostre tecnologie e curano tutti gli aspetti quali proposta, installazione, e assistenza tecnica”. Il Team Climate Solutions ha illustrato le azioni implementate per migliorare e ottimizzare il processo di offerta di un nuovo impianto e del servizio di sostituzione macchina in garanzia, oltre all’organizzazione durante l’anno di corsi e incontri tecnici per restare sempre aggiornati sulle caratteristiche tecnologiche dei prodotti. Lo scopo è di fornire supporto agli Specialist affinché possano cogliere e sviluppare opportunità di business, con strumenti che coprano tutte le fasi, dalla realizzazione di un’offerta di impianto macchine, all’installazione e all’assistenza post-vendita. N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

57


News

Dal mercato

LE 12 TAPPE ITALIANE DEL PRIMO ROADSHOW DAIKIN Il 28 aprile a Torino è partito il primo Roadshow Daikin: un evento itinerante articolato in dodici giornate nelle principali città italiane, durante le quali saranno presentate le novità e le iniziative dell’azienda per i prossimi mesi. Il nuovo format di incontri nasce con l’obiettivo di entrare in contatto e mettere al centro i clienti e progettisti di tutto il territorio italiano e rafforzare con gli stessi il rapporto di qualità e di valore che li lega. A fare da scenario alcune tra le più innovative location d’Italia, simbolo delle città che ospiteranno Daikin come, ad esempio, La Nuvola Lavazza di Torino, il Kube Show & Events di Padova, fino all’Alvino 1884 di Matera e tante altre. Protagoniste del Roadshow Daikin saranno sei “isole” tematiche, ognuna delle quali approfondirà e presenterà in anteprima le prossime attività dell’azienda: dalla sostenibilità ai nuovi prodotti, dal futuro del riscaldamento alle nuove strategie legate al digital marketing. Di seguito tutte le tappe del Roadshow: • 28 aprile - Torino - La centrale di Nuvola Lavazza dalle 13.00 alle 21.00; • 4 maggio - Milano - SuperStudio dalle 13.00 alle 21.00; • 10 maggio - Padova - Kube dalle 13.00 alle 21.00; • 12 maggio - Bologna - Centro Congressi dalle 13.00 alle 21.00;

• 18 maggio - Pescara - Hotel Berti Centro Congressi dalle 13.00 alle 21.00; • 24 maggio - Riccione - Palazzo dei Congressi Palariccione dalle 13.00 alle 21.00; • 27 maggio - Matera - Alvino 1884 dalle 13.00 alle 21.00; • 7 giugno - Roma - Sheraton Golf Parco dei Medici dalle 13.00 alle 21.00; • 9 giugno - Firenze - Maggio Fiorentino dalle 13.00 alle 21.00; • 14 giugno - Palermo - Domina Zagarella dalle 13.00 alle 21.00; • 29 giugno - Genova - (location tbd); • Ottobre - Napoli - Museo Pietrarsa dalle 13.00 alle 21.00.

Nasce GROHE Professional, la gamma GROHE dedicata all’installatore GROHE Professional è il nuovo sub-brand del marchio GROHE, progettato per rispondere alle esigenze degli installatori, offrendo loro soluzioni all’avanguardia nella progettazione di un nuovo bagno o una nuova cucina per i loro clienti, semplificando il lavoro quotidiano. La gamma consiste in un portafoglio di prodotti dedicati al professionista idraulico, unito a una serie di servizi dedicati e programmi di formazione. Pensato per facilitare e rendere più efficiente il lavoro degli installatori, il sub-brand GROHE Professional comprende prodotti bestseller come GROHE Eurosmart, la gamma di termostatici o i nuovi corpi a incasso e cassette di sciacquo, come GROHE Rapido SmartBox. Il portafoglio

58

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022

è costruito sui quattro valori del brand: qualità affidabile, design senza tempo, tecnologia innovativa di facile installazione e sostenibilità in tutta la filiera, dalla produzione all’utilizzo finale. Per ottimizzare l’offerta, GROHE Professional segue l’approccio Perfect Match, offrendo soluzioni complete per bagno e cucina con sintonia di forme e funzioni, come chiaramente indicato nel packaging dei prodotti GROHE Professional. Questo non solo semplifica il processo di consulenza, ma offre un valore aggiunto ad ogni progetto per l’ambiente bagno o cucina. Il programma di formazione GIVE Con il programma GIVE (GROHE Installer Vocational Training and Education), il brand supporta le scuole professionali nella formazione e nell’istruzione di aspiranti installatori idraulici, condividendo la propria esperienza e know-how tecnologico. Il programma prevede la creazione o miglioramento di aule tecniche dedicate al training, con attrezzature all’avanguardia e materiale per esercitarsi. Anche dopo il diploma, l’azienda supporta gli studenti nell’acquisizione di esperienze lavorative o tirocini presso i partner GROHE. Il truck dedicato al Programma GIVE di GROHE, progettato per il training pratico e per entrare in contatto i prodotti dell’azienda, è l’ambiente perfetto per portare l’esperienza del brand direttamente agli studenti. Maggiori informazioni su GROHE Professional sulla piattaforma digitale GROHE X.

ostra.indd

ADV_BirraN

1


s 105 F&ieldbourk s Netw NOVEMBRE DICEMBRE 2020

gratuita Scarica l’app GATE EXPERIENCE

e ’InstaPRllOFEaStSIOoNrALE E T U T T

Innovazione are da indoss

Pixabay ications da

0005-1284 resi - ISSN

Foto di RAEng_Publ

previo pagamento

al mittente

per la restituzione di Roserio-Milano CMP/CPO inviare al

www.dim

ensionep

Speciale

t

5/27/20

ionepulito.i

www.dimens

COPIA OFFERTA

A LI i n g I TA

e Pro-Lin

2021

clean

202 1 nepulito.i

CON IL PATROCINIO

CONTINUA

Il vol to de lle im

12:25 PM

DMASS:

www.elettro

Y COVER STOR

il futuro

i

di Key copi MXR

Oscillos

EO

all’interno

MERCS:ATI

Blockchain: supply chain fiducia nelle a dell’elettronic

WIRELES HONE ALL’IOT DAGLI SMARTP pagina 4

: RT REPOCT MANUFACTURING

- N° 491

A

onica-plus

.it

previo pagaamento

1 IO 202

79

INA PERT LA CO DDED l BE ioni Rea di EM

di Roserio-Milano

e applicaz Abilitar moduli COM Time con Express

al CMP/CPO

tà Mercati/Attualiuna gamma Traco Power: completa di sempre più cc/cc convertitori ca/cc e alimentatori wireless con e BMS D VI Soluzionone per i sistemi ASIL per abilitazi di comunicazione VIII Modulo su guida DIN alimentatori a la capacità aument ivi VIII Rohm dei disposit produttiva SiC di potenza atori DC aliment IX Nuovi mabili da 1500 W program le : ica di potenza IX Elettron ni di Vicor previsio , azione: passato XV Aliment e futuro a: presente la salute pubblic XVIII Tutelare za preventiva assisten più sana per una società tecnologia ione della XXI L’evoluz zione e produzione di progetta itori DC-DC dei convert aprono WBG duttori XXIV I semicon nità nelle nuove opportu potenza di zioni applica mia della batteria XXVIII L’autono ivi mobili dopo nei disposit Moore la Legge di i danni ne contro XXXIII Protezio ti dalla tensione: provoca utili alcuni consigli

III VI

LE SPECIA edded: getti emb n source Pro zioni ope 8 solu

recapito inviare

sguardo enti pon IoT: uno e ai com ai tool

mancato In caso di

Camaschella

MoBI Tastin

che diventi

re e mezzi

re struttu

Food Industry

Bi e ai ragg Le aziend

e ne & Igien Produzio

Come e perché ico di Bari il Politecn 30 anni fa?

VIS

verifiche

I OLTAIC IFOTOV

cantiere ACUSTICA EDILIZIA alla realtà di Dal progetto RICERCHE dell’involucro Caratteristiche ambienti interni e qualità degli IN LEGNO PAVIMENTI tecnico-funzionali I sottosistemi del parquet

SCS

nodi acciaio

c. a.

RF SISTEMIV

110% SUPERBONUS zionale APE conven e tradizionale, nza? qual è la differe

ONE 73/2020 CONTABILIZZAZI con il D.Lgs. Cosa cambia

PAG. 22

ISOLAR SISTEM

I ITERMIC

Organo ufficiale

ISOLAR SISTEM ento di

Supplem

A cura di

VI

VI

CHE

PONENTI

Mercati/Attualità alla ZIONE COM aggiunge Lifud DISTRIBU Avnet Silica propria linecard basato Micro LED Nuovo display ia Black Coating sulla tecnolog di display la gamma KOE potenzia TFT da 8” in e CMOS per di immagin e VIII Sensore ia “global shutter” tecnolog ioni di visione artificial applicaz mista e realtà per zato za centralizemergen Sistema zione di IX illumina nei ia LiFi integrata La tecnolog X portatili rugged computer ia li in tecnolog Monitor industria PCAP XI multi-touch per e pronta all’uso li di XIV Soluzion ioni industria applicaz nto della distanza rilevame ive per ler automot iale a LED XV Contnrolzioe sequenz illumina a: zione conness processo a fase del XVI Illumina la prossim ione di automaz i a infraross ioni piccolo LED per applicaz XIX Il più a larga banda copia di spettros intelligente stradalefauna selvatica la XX Radar per rilevare sistemi ra zione deiper l’oticoltu zione XXII Alimenta di illuminagenerazione di nuova futuro che zione: undecisam ente ncia XXV Illumina si preannu brillante nce di performa XXVIII Analisi le-termo-ottica struttura elaborazione azione ed RAFI Srl, XXXI Identific agine dell’imm

VII

IVI MOBILI DOPO

ELETTRON

1721-5366 I, 7 ISSN – VIA G. SPADOLIN MILANO

COVID-19, VOCATA DA ICO LA CRISI PRO TALENTO INGEGNERIST PER IL UNO STIMOLO STO IN QUEERO NUM afisrl.com

Mercati/Attualità “wearable” Due nuovi a per la sicurezz progettato All-in-One Thin Client dell’healthcare per il mondo che tecnologia AirZing: la protegge rapide di consegne Da Farnell la sicurezza e l’igiene prodotti per chiature di per apparec VIII UPS medicale imaging un’offerta DATA MODUL: da elevati standard IX caratterizzata(TO) zza igienici 4 Piane 9, l.com 9 - 1004 da COVID-1 rafisr provocata talento Europa, rafi@ crisi La ale il 0.00X per Piazz uno stimolo 1.13 / 994.3 ingegneristico (011) 966.3 za : eccellen ON (A-PTFE) del PTFE XIII CELLOFL one nel campo e innovazi (teflon) cono Kreon garantis XIV I bracci qualità per i monitor massima Fimi di medicali a creare ottici aiutano sicuro XVI I sensori post-COVID più un mondo ee e touch-fr alimentatori istiche degli destinate chiature XX Caratter per le apparec medicale all’uso in campo III

VI

MEDIAKIT 2018 ∙ AREA BUILDING XXXIV News

Tel.: +39

VI

VII

VII

acchina e uomo-m migliorare XXIV Interfacc ti per più intelligensanitaria nza

l’assiste : tazione medicale XXVII Strumen vincente un’arma a nello e la sicurezz XXX Linux di apparecchiature sviluppo medicali

tomaz eccan ica-au 2021

EVENTI

ione.c om

770003

9

utilizzo Conoscenza, futuri delle e sviluppi AM nel tecnologie ro sistema manifatturie italiano

LAMIERA In scena 29 dal 26 al maggio 2021 Rho no a Fieramila

2019

20 A PAGINA

#1 Anno

Massi

essi per gli acc ttive e produ

192002

alle are

.com

www.am

ebbraio 2021 78 - Gennaio/F

stivali scarpe e a suole di all’interno zzante sanific one contenuta prima del soluzi 1. Zona igieni le suole grazie alla asciuga pavimento assorbente contatto con il 2. Zona

UTENSILI SU MISURA

PROFILI INSERTI, SPECIALI E FORME

PUNTE SU MISURA

Novità assoluta! Affilatura Laser PCD

s.r.l. (co) - Italy & Figli Arturo Fino Mornasco - info@crmtools.it 44 - 22073 dei Giovi, Fax 031.88.06.42 Via S.S. Tel. 031.92.83.52

di Mazzoccato

UTENSILI SU MISURA

E PER LA

MAZION

E D’INFOR

E TRAINA I DELLA SCIENZA PERDERLO IL TRENO NON PUÒ o essere PAESI: L’ITALIA potrebber

MENSIL

ROBOTICA

Lo stat

robot ind o dell’arte dei

a base di alimentari si e sfide attuali Imballaggi progres nanocellulosa:

lità; SPECIALE lla qua erca de r i c& attrav erso o a l l aZA l i z za tREZ che offre fi n aSICU etenz a bile RIO e comp RATO er affida iva logiaprodutt LABO il partn voluto di tecno dell’igieneizzate. sso abilità e i C’è ale un proce e custom deve eseguirbase aziend La respons te che storia di dedica ati, ricade sull’OSA ricette ire unasulla rischiorinnov modo corretto peri incostru ioneedeloggi, controll are tempo latte... ta valutaz nni ad affront mani nel le pondera con una per altri trent’a siamo pronti del futuro. sfide ried con voi le freeze-dion rated

ICS

ISSN n.

Concent vat for direct

IN CONVENZIONE

Partner

nel 1952

dicembre

| DAL CNI

INCHIESTA

o che o Il maltemp ginocchi mette in il l’Italia smottamenti rendono Serve

o

positivi e Tra bilancide nuove sfi al termine

L’anno volgedi bilanci, ma ed è tempo sogni e progetti anche di anno PAG. 16 per il nuovo

e fragile. Frane, alluvioni sempre più degli mazione nostro territorio zione ata program un’adegu e una costante manuten dei Ma come? interventi il ruolo

Massa

tture. Natale, tale. Gli così descritto, delle infrastru Caro Babbo difficile quello che quadro fondamen che in un soluzioni diventa è un tempo È evidente isti e dei tecnici di proporre idee, i. ndo (non professionhanno il compito organi decisional PAG. 2 stati stiamo attraversa agli tempi siano proietta ingegneri da presentare che altri tempo che e progetti facili!). Un pregi e difetti indica e amplifi che ci pone collettivi, (di sicuviduali e a all’assenz di fronte per alcuni fiducia e, Un’asrezza, di ). | normalità almente AMBIENTE versi, di paradoss e senza che, essere generatric però, può forza. di una nuova tempo e lo Finirà questo “non da soli”, remo il 27 attraverse Studi Papa Francesco nuovo Centro PAG. 17 San Pietro | ha detto una piazza del CeRAR, NUS 110% simbolica marzo in L’attività SUPERBO di Brescia immagine nella deserta – ione tra CROIL dell’Università ma che rimarrà VA | La convenz potentissi e NORMATI ità. e le storia dell’uman e Banca Popolar 04/2013 remo anche La Legge Lo attraverse donna e ogni di Sondrio di lavoro per i ogni tesoro di grazie a attività UNItentativo di Opportunità che puntano saprà fare nisti uomo che attività Un concreto per immagiprofessio nza e qualità dei entare le operano questa assenza nuova. regolam che società PAG. 15 su compete mi racnare una professionali coperti vorrei che progetti non Natale, Un giorno PAG. 6 in ambiti di legge caro Babbo l’aiuto contassi, da riserva seppur con re come fai, elfi, a consegna ed Tra renne notte. di una sola sai, il i regali in o, come Paesi l’altro quest’ann | nei tanti altri IMPIANTI primaria nostro, comeè zona rossa, ma zione mondo, preven codice nel di che il tuo Interventivita e di lavoro di lavorare in immagino di uscire consenta rebbero e rapidi e a luoghi di Ateco ti integrati, tra regioni che permette Soluzioni e spostarti motivi di lavoro. o inerventi 12 attravers per PAG. comuni un mestiere sicurezza e il tuo è D’altrond basso costo issimo! important

ERTINA

WAGO

EGNERIA STORIA DELL’ING

|

CORSI CONTINUA

rtante Un impo evento accademico sociale è nato Come e perché ico di Bari il Politecn 30 anni fa?

PAG. 22

A PAG. 4

I DI CALCOLO NALITÀ I PROGRAMME LA PROFESSIO PIÙ DIFFUSI UNICO A SERVIZIO LE DI UN TEAM NERIA STRUTTURA DELL’INGEG

CSiBridge

SAFE

i e solai

ponti

t CSiPlane strutture

VIS

verifiche

SCS

c. a.

nodi acciaio

E VERIFICA IONE, ANALISI E ALLE PRINCIPALI DI MODELLAZ ALLE NTC2018 O INTEGRATO STRUMENT IN ACCORDO NALI

impianti

fondazion DI STRUTTURE ETABS INTERNAZIO e di attività NORMATIVE senza ni di ricerca edifici i accettati di oltre quarant’an programm a.eu ne il frutto degli unici ia.eu - www.csi-itali disposizio di disporre ali. a vostra - info@csi-ital internazion con la certezza e clienti i CSi, mettono - Fax 0434.28466 I programmale illustre. Lavorerete enti di controllo - Tel. 0434.28465 profession amministrazioni, Pordenone 4 - 33170 riserve da San Marco 2020

0

SAP200

EVENTI .0 PERSONALIZZATI ITALIA 4

A.I.Te.L.

Robiola di Dop: Roccaverano a gio il formag lattica coagulazione

.com

www.stlcjournal

iale Profilo sensor to namen e posizio to: di prodot ne quale relazio 1 ISSN 0390-636

CSi Italia

Srl Galleria

UFACTURING

TARGET PROFILATO TECNOLO

Casara: Professione signore storia di due iano del Parmig Reggiano

GIE PER LO

SMART MAN

NUMERO

14

Maggio

2020

ia L’econom circolare della al tempo 4.0 Industry

gia Edifici a ener - nZEB quasi zero

oste e Quali prop più valor per dare Manager all’Energy

da http://www.

shutterstock

resi - ISSN1125-1549

o le abitudini nte modificat non può cerMa ha sicurame società si La pandemiapersone e delle imprese. di cui la nostra di vita delle i buoni valori su ratore delegato di to cambiare Corradini, Amminist è un esempio ente di Ascomut, benessere punfonda. Marco e vicePresid capace di creare Sicutool ” umani d’impresa 6 A PAGINA “capitano sviluppo dei rapporti tando sulla

IALI

TERRITOR

Fondato

N.10/2020

di Gianni

Music WEB

In caso di

-

GLI ORDINI

.com

Certificata:

L’esperto

di vuole libertà dati BIM di chi dei La scelta e vera disponibilità collaborazione

P. 20

AZIONE PER

O D’INFORM

PERIODIC

CON

Dicembre

Italiana Associazione Latte Tecnici del 371812 +39 0374 info@foodcom.it www.foodcom.it

di in grado tissimi progetti Due importannostro Paese, se saremo costruiti nel successo con veicolarli

P. 18

Caro Babb Natale

STO RIA DI COP

di Definizione la certezza formaggio: za? dell’incertez

IN ITALY

ione core della modellaz L’analisi BIM dei pre-cast in ambiente

CLO UD

2018 Novembre

inoculat

MADE

N°1

civile

le Individuare

d.it shop.tecnafoo.881 Tel. 059.909 366.9622894

SEDE DI TI: LA NUOVA PROGET A NEW YORK GOOGLE

L’esperto

come Le bonifiche riduzione di strumento di suolo mo del consu

Effect of somati Parmigiano season on and Grana Padano Reggiano a minireview cheese yields:

Whatsapp

EDILIZIA

1974-7144

di vuole libertà dati BIM di chi dei La scelta e vera disponibilità collaborazione

NUO VI DAL CLO UD AI INES S MOD ELLI DI BUS

il ndalimentare: Latte aziende al bra parere delle IMENTARI ire i danni i dati italiane e del settore FRODI AL vulnerabilità per preven economici

ioni.

e dimens

Azienda

al mittente

hatronics |

e più le in digitale diinaugura approfon ale cerimonia ioni dal vivo, digiLa tradizion e lo showroom a con presentaz in sei lingue interattiv esibizione gli esperi 14 A PAGINA menti con di 25 macchine in più tale con

08/02/21

10:29

Mechatronics

SPECIA

international

SUPPLE

S HORRIBILI UN ANNUS URIERO PER IL MANIFATT

IL PAESE L’INDIA È NITÀ DELLE OPPORTU

MENTO

ICA FLUIDOTECN

nary ual Dictio Multiling ·

dictionary

I ICA OGG

tipologie

AT R O N

IONE AUTO MAZ OGG I

cellule Effetto dellee della somatichesulla stagione ggio resa in formaReggiano Parmigiano o: e Grana Padan view una minire c cells and

PACKAGING

Follow us

DIGITAL EVENT dal vivo digitale e Interattivo, te da Pfronten direttamen

DMG MORI

I

CORRADIN i ttezza: valorni Stile e corre vincere doma di ieri per

A A MARCO INTERVIST

Terms of Mec

DI MEC CAN RIV IST A

1

prodotti oltre 3.000 ! Scopri gli re alimentare per il setto

per la restituzione

E

PRODURR

fa ha profonda un anno tria italiana esplosa quasi dell’indus doppia La pandemia esso i risultatinel 2020, cali a , i. mente comprom i economic che ha registrato 4 indicator A PAGINA di settore tutti i principali cifra per

prima pag.indd

in varie

H | MEC

PUNTO E VIR GOLA

IC LACT URES CULT

s of Tertrm nics o a h c e M

Ghiringhe di rettifica di soluzioni

& play, emi plug 4.0 ente ai sistdel progettista o compon la vita del 2020 la ripresa dal singol semplificano Dopo il crollo ci sarà già i che nel 2021 soluzion STEMI PER

Disponibile

AT I O N

previo pagamento

STORIA DI A secolo COPERlli,TIN quasi un

ves what mo improve

1. ZONA TE IGIENIZZAN O CON LIQUID

TOM I T | AU

30/06/20

mbre 2020 novembre/dice

Fabio Chiavieri

In nuovo anno?dare di l’inizio del per celebrare impossibile decidere re il migliore i, programma maniera in cui sembra dice che “la Qual è la così difficile, fare nuovi investiment cento”: maestro buddista un momentoun nuovo inizio, tra uno e a stimoli. Un di quella l’abbrivio cercare nuovi più grande più difficile da fare. che coloro futuro, occorre uno è molto sempre quello è soprattutto tra zero e impredistanza in passato, il primo passo ione delle di digitalizzaz in altre parole i che hanno investito zione, hanno processo Gli imprenditor creduto nel spinta dell’automaAnche questai sempre più pandemia. speculazion hanno fortemente te entazione nero dovuto alla da spregiudica periodo se e nell’implem , ci ha insegnato meglio il non causata affrontato globale e dinamiche economiche globali crisi, inaspettata, le filiere o da fisiologiche di compofinanziarie qualcosa. erano vulnerabili la produzione occorcomunque ha fatto capire quanto arrestata di questo ci in cui si è ggiore Preso atto In primis dando maggiore la tilt nel momento nei paesi asiatici. chain, in supply prime andate in Europa e materie far tornare le cosiddette nentistica che potrebbe aggiunto, dimenticata più affidabili alto valore di reshoringpiù basso valore rerà rendere il fenomeno prodotti ad anche a spinta al strutturato basata su di prodotti produzione una economia industriale se, però, avessimo – da opa favore di – peraltro giustamente speriamo, postreggere all’urto. epoca sociale per e sviluppo sostenuta, tecnologico dunque in crescita sistema economicosi è aperta strada di industriale, le esigenze Una nuova di politica ri di far coincidere – con le riportune scelte e qualità è la capacità passi pandemica. sostanziali quale punto importante ente di produttività facendo al Un altro – sostanzialm tecnologia sta dell’uomo, procesdelle aziende disponibili. La di centralità i propri proces concetto con sé il velocizzare e miglioraree aumentata non sorse umane per virtuale investire. avanti trascinando sui quali forniti strumenti artificiale, realtà roverranno Intelligenza bensì concreti elementie incentrato sulla in evidensi decisionali. concetti astratti,numero de L’Ammonitor provoluto mettere sono più di questo sono diventati 4.0, abbiamo Industria industriali, Nello speciale comprimari di ambiti i pilastri semplici botica, tra robot e il cobot da produttivi in svariati oltre a migliorare il che proprocessi za come innovative l’operatività e il di moltissimi tagonisti ndo queste tecnologie migliorano in fabbrica. implementae l’efficacia dei processi, che lavorano nitore.it persone l’efficienza delle ieri@ammo Fabio.chiav cesso decisionale

UCIMU-SI

ustriali

2. ZONA TE ASSORBEN GATURA PER ASCIU

TRIAL

16:57

a RMO 232

L’importanza dell’inizio

Macchine o senza temp

RIALE

INDUST

tizzati più automa ivi, sempre della robotica processi produtt il mondo coinvolgono azione dei ia 4.0, anche o che .IT con la trasform ICA-PLUS logica di Industr direttrici di sviluppe realtà aumentata, Di pari passo WWW.MECCAN secondo la alcune rono 2021 · virtuale /FEBBRAIO e interconnessi,ente evolvendo versoe macchina. Realtà nza Artificiale concor GENNAIO N °435 · 8 e e Intellige A PAGINA si sta rapidaml’interazione tra uomo i, nuovi softwar collaborativi direttamente tridimensional più performanti e sistemi di visione i robot sempre ormai a rendere

E

EDITORIAL

DOSSIER

AZIONE

L’AUTOM

S | INDU

Rivist the Italia Journal of

IE TECNOLOG

N°1

RIVISTE ON LINE

RING

Supplemento

s.r.l. (co) - Italy & Figli Arturo Fino Mornasco - info@crmtools.it 44 - 22073 dei Giovi, Fax 031.88.06.42 Via S.S. Tel. 031.92.83.52

di Mazzoccato

Rettificatrici

IONE E

PRODUZ

di Roserio-Milano

Novità assoluta! Affilatura Laser PCD

CMP/CPO

PROFILI INSERTI, SPECIALI E FORME

inviare al

PUNTE SU MISURA

recapito

FOCUS ON Wago non si ferma e propone ioni nuove soluz

LE – EDITORE

e ma igien

monitore

16 A PAGINA

FA C T U

Foto tratta

www.m

LAMIERA internala Biennale che si della Biemh, utensili edizione macchine il buon La trentesima meccanica e delle conferma a Bilbao, zionale dellascorso 2 giugno spagnola. la ia meccanica è chiusa dell’industr momento

SPECIALE Strumenti di misura

CIUGA

A&AS IGIENIZZ

mancato

#5 giugno luglio 2020 mensile

rella

Livio Mazza

Medical

ICI

EO

MOORE LA LEGGE DI

www.r

magazine

70 | VOLUME

logy and Techno ry Science del Latte rnal of Dai na Tecnici zione Italia Science Association Italian Jou a dell’Associa n Dairy

sione, za, pas oltre mpeten i l i t à , c o che ispirano da C o m A ffi d a b d i valori lla Foo sono questi i l a s t o r i a d e ma il latte nn chi trasfor , burro. trent’a all’eccellenza , panna one guidando TOyogurt, ricotta DIRITgi, della tradizi o rispetto in formag enza,NE ICAZIO olto e dialog e esperi SANIF di corretta Grand ità d’asc innov ativo capac re delle norme i? ne ria, caratte Violazio casea qualiilsanzion tutto zione: neano sanifica sottoli

BIMESTRA

O TAPPET

ISSN 0003-1925

ISSN 0003-1925

QUINE Srl

WEB IEN-KIT IG

ADV

AT T UA L I

|

ZIONE

Sergio Pariscenti

|

I

AUTOMA

|

AZIONE

Casale e

E ENTE BRILLANT NCIA DECISAM SI PREANNU

fanno le imprese Gli uomini che

– 20141

ISSN: 1126-4284

PROGETT

Carmine

WEB

Lighting

SOLO IN ITALIA A UN’IM PRES TRO SU QUAT USO LE | NE FA EDITORIA

E 2020 N°5 OTTOBR

BRE 2020 | SETTEM numero 4

Meccanica IL E UTENS

|

rtante Un impo evento accademico sociale è nato

Insdigusntry4.0 De DIGITAL MARKETING

MANU E

09:58

MACCHIN

EGNERIA STORIA DELL’ING

SPECIAL

uzovind.e Dislatncrii b post Co i x 17/07/19

RE EDICALO POMP

TTE FUTURO ME L’UFFICIO DELE AL CENTRO LA SALUT

Innovazione WEB RIVISTE CARTACEE

Alt, Kelle g Team

anche

per rinnova

III

#3/4 NOVEMBR E DICEMBR

Usare i fondi

5:25 PM

XXXIV News

Malac

FOCUSr, u.s.w.

?

a lungo termine

E ICALOR ATORID GENER

10/29/20

2-4

XXXIV New

TAX PLASTIC un boomerang PNRR

ts

PPS0320_CO

DISPOSIT BATTERIA NEI

STO IN QUEERO NUM

ON THE VIAGGIO CACCIA DI E ROAD A IGIANAL BIRRA ART aria

medio o

VER 2.indd

comp

psichiatrica MoDusArchitec

GENERAZIONE

Intensiva -

Power

ONOMIA DELL

C’ERA LTA UNA VO ICA IN AMER

CREDITO

53 |

Centro di Terapia Karlsruhe

STO IN QUEERO NUM

L’AUT i Uniti negli Stat fabbrica nuova TSMC:

FEBBRA

per la restituzione

ZINE

ILITA tempo? In quanto SOSTENIB business.

diventerà

Come evitare

CAMPANIA

CALABRIA

E: UN FUTURO ILLUMINAZION

per ee su 8 canali simultan ti di passare an- stazioni re ai progettis sinzione dei ogies ha consenti primo t Technol fase di individua Keysigh ione del ne del problema i dalla l’introduz ”. risoluzio analogic nunciato possibile tomi alla 8 canali simulopio con breve tempo a segnali mioscillosc 16 canali digitali opi - nel più e MXR le elaagli utilizzatoti Nei nuovi oscillosc a 6 Ghz Infiniium circonsente tanei. Ciò il numero di strumendi sti della serie effettuate da un serie e sono misti della ni particoa segnali ri di ridurre banco di lavoro per borazioni con prestaziopermettono I nuovi oscilloscopi sul di Keysight di lavoro presenti cuito Asic che e Inifiniium MXR are il flusso più spinte olelevate soluzion semplific ni larmente tore di protocoltore prestazio , analizza precise e di integrare in un’unica A corredo analizza : ottenere canali contatore to. su più di tore logico. ti differenti CONTRA SETTORE tre a misure un singolo strumen ha 8 strumen tempo reale real (RTSA), lo e analizza suite completa COME IL in con O opi – digitale fornita una ripetibili oscillosc STA REAGEND di di spettroopio, voltmetro dei primi d’on- viene i software. r, CTO “Si tratta di forme oscillosc pagina 8 soluzion re Alexande abbiJay generato i di Bode, spiegato gies – che e (DVM), diagramm ONE Technolo soluzion plotter dei Keysight a di una DISTRIBUZI pre- da, TION WORLD elevate nano l’efficienz DISTRIBU in 1 con 8 10 pagina da banco prossiper l’anno LITÀ provisto ne inizierà ATTUAERE zione è produzio e ha nuova fab, mo, mentre la PROTEGG 5G taiwanes da na. Questa La società IL MONDO progetto to dell’Arizo il processo TSMC nel 2024. in questo intendal pagina 12 di 20.000 dichiarato che to la sua di dollari che utilizzerà miliardi una capacità ha annunciae una fabbrica zo: 5 nm, avrà e porterà alla creazio- investirà 12 serealizzar all’indiriz di se ne altamenal 2029. seguici zione di posti di lavoro costru- 2021 per la produzioUniti: que- wafer/me a-plus.it avanzata Stati ne di 1.600 ti. L’avvio della www.elettronic to sia ttori negli micondu sarà supporta sta- te qualifica sto progetto federale sia dallo dal governo

notizie e comment ca Mensile di a elettroni per l’industri

S TECH FOCU può creare

resi

Finanza a

o l’elenco

All’intern

BASILICATA

Centro di riabilitazione

it

izionatori.

haiercond

FME leto dei soci

E VERIFICA IONE, ANALISI E ALLE PRINCIPALI DI MODELLAZ ALLE NTC2018 O INTEGRATO STRUMENT IN ACCORDO NALI

ti in 1 strumen sight: 8

Elettronica di potenza: è il package fondamentale

ECA HOR

’ Da trend

SOSTENIBILE

e COSTRUIRE

FME

ABRUZZO

EO

t

a-plus.i

ettronic

www.el

ribu della dist

con un Paese che, euro ha di ta del nostro di 203 milioni fatturato perdite. 6,5% le limitato al alla massima cautela ger, una dote Impronta i di Georg Steinber dell’anno ze scarsa le incertez un Già all’inizio le prevision DMASS: “La fiacca e n di avuto fornitori manda chairma sia dei ad che avevano performandal lato porterà economi sulle visibilità negativo utenti finali recente ale inimpatto ione e la sia degli di sostanzi che la che distribuz fatto altro ce della alcuni trimestri è indubbio di ia non ha fenomeno. La . Ma nel pandem e politiche certezza ha ndella distribuzione re questo à di sostener del mercato DMASS – maggio 2020) accentua questi fattori necessit ile sul medio-lu li Andamento (Fonte: zione di fatturasostenib favorevo combina periodo Q119-Q120 calo del e crescita avrà riflessi ato un suo determin % nel primo trimestre stato superior go periodo a elettronica nel Paeil calo è come quelli per l’industri to dell’11,7 livello dei singoli per altri, diffe- (-38%) .A è stata so”. dell’anno sono stati molto caduta alla media, comples la per alcuni, dell’Est Europa, Buona la tenusi i risultati (-4%). di loro: mentre , Gran Brerenti tra più “soft” (-17,7%) come Francia , e regioni nordiche tagna (-19,4%)

2020

O

nica-plus.it

E

VERT

ICAL

MAG

AZIN

.it

E O Power

onica-plus

al mittente

A

MAGA

BIRRARIO

RAR IONI, ITINE

Matteo

E, PROGETTARE

IODELLA GLOSSARZAZIONE CLIMATIZ

2020 I Bimestrale E/DICEMBRE XV I NOVEMBR

San

zione

MAGGI

KÖLN UND KÖLSCH

IONE TRIBUZ LA DIS

Srl Galleria

Elettronica

MONDO BIRRARIO

GBI

Per PENSAR

|

ma distributori L’anno volgedi bilanci, Istituto Neurologico soci ordinari ed è tempo Besta” - Milano sogni e progetti“Carlo Operatorio ISO 5 anche di Blocco anno PAG. 16 per il nuovo

N. 88 I Anno

pre se

PRODUZ

Andrea

INVERTE

Regionale Ospedale - Aosta “U. Parini” di Analisi Laboratorio

ITALY

www.elettr

MONDO I NEL

R PLUS

impianti

ponti

i e solai

com

dicembre

positivi e Tra bilancide nuove sfi al termine

t CSiPlane strutture

CSiBridge SAFE

1

NOSTR

aeclima.

fondazion DI STRUTTURE ETABS INTERNAZIO e di attività NORMATIVE senza 0 ni di ricerca edifici i accettati di oltre quarant’an programm a.eu ne il frutto degli unici ia.eu - www.csi-itali disposizio di disporre ali. a vostra - info@csi-ital internazion con la certezza e clienti i CSi, mettono - Fax 0434.28466 I programmale illustre. Lavorerete enti di controllo - Tel. 0434.28465 profession amministrazioni, Pordenone - 33170 riserve da Marco 4

e e tecnologie Mensile componenti, strumentazion

ZIONI,

ING AIR

w w w. c a s

civile

2021 IO-FEBBRAIO GENNA professionale, di elettronica

2020

DA

/ no a Bolzano tria si rinnova intensiva e psichia ero terapia modello Architettura Camposampiero: cure: il cure di OspedaleISSN: 2038-0895 alizzazione delle ospedali dopo / Person e degli / La potenziata La gestion ka Solna / telemedicina Nya Karolins grazie alla / Visione e digitale Cure rapide il Covid / trasformazion futuro sostenibile accelera la / Un pandemia sanitaria i nell’edilizia dei pazient d’insieme e privacy FSE / per le RSA

15dB(A)

e collaborativa

dd 1

U&ROSSO.in

BARBERI_BL

SAP200

www.elettr

DEGUSTA NOVITÀ,

nel 1952

for the

E a SPECIAL energetic Efficienza edali degli osp

L

a

Logistic

A new floor

MICRON

PURICOO

A PAG. 4

I DI CALCOLO NALITÀ I PROGRAMME LA PROFESSIO PIÙ DIFFUSI UNICO A SERVIZIO LE DI UN TEAM NERIA STRUTTURA DELL’INGEG

FINO A 0,3

era

and

LAYING POSA ENTO DI NTO INTERV PAVIME ENZIALE UN NUOVO tial room SALA PRESID presiden PER LA

DELLE PARTICEL

WHISPER

come Le bonifiche riduzione di strumento di suolo mo del consu

t

IL 99,9%

di Clinica Universitaria - Duesseldorf Infettologia

N°1

e fragile. Frane, alluvioni sempre più degli mazione nostro territorio zione ata program un’adegu e una costante manuten dei Ma come? interventi il ruolo

DI:

LE AEREE

avanti tu

CATTURA

Milan skyline

SCIENC WHAT DOESTO DO WITH? HAVE

cessione, Sconto o tta All-in-Jade

WI-FI

tture. Natale, tale. Gli così descritto, delle infrastru Caro Babbo difficile quello che quadro fondamen che in un soluzioni diventa è un tempo È evidente isti e dei tecnici di proporre idee, i. ndo (non professionhanno il compito organi decisional PAG. 2 stati stiamo attraversa agli tempi siano proietta ingegneri da presentare che altri tempo che e progetti facili!). Un pregi e difetti indica e amplifi che ci pone collettivi, (di sicuviduali e a all’assenz di fronte per alcuni fiducia e, Un’asrezza, di ). | normalità almente AMBIENTE versi, di paradoss e senza che, essere generatric però, può forza. di una nuova tempo e lo Finirà questo “non da soli”, remo il 27 attraverse Studi Papa Francesco nuovo Centro PAG. 17 San Pietro | ha detto una piazza del CeRAR, NUS 110% simbolica marzo in L’attività SUPERBO di Brescia immagine nella deserta – ione tra CROIL dell’Università ma che rimarrà VA | La convenz potentissi e NORMATI ità. e le storia dell’uman e Banca Popolar 04/2013 remo anche La Legge Lo attraverse donna e ogni di Sondrio di lavoro per i ogni tesoro di grazie a attività UNItentativo di Opportunità che puntano saprà fare nisti uomo che attività Un concreto per immagiprofessio nza e qualità dei entare le operano questa assenza nuova. regolam che società PAG. 15 su compete mi racnare una professionali coperti vorrei che progetti non Natale, Un giorno PAG. 6 in ambiti di legge caro Babbo l’aiuto contassi, da riserva seppur con re come fai, elfi, a consegna ed Tra notte. di renne una sola sai, il i regali in o, come Paesi l’altro quest’ann | nei tanti altri IMPIANTI primaria nostro, comeè zona rossa, ma zione codice nel mondo, di preven che il tuo Interventivita e di lavoro di lavorare in immagino di uscire consenta rebbero e rapidi e a luoghi di Ateco ti integrati, tra regioni che permette Soluzioni e spostarti motivi di lavoro. o inerventi 12 attravers per PAG. comuni un mestiere sicurezza e il tuo è D’altrond basso costo issimo! important

WEB

BIRRA

i delle Più velocy multiutilit

smart Logistica più

o che o Il maltemp ginocchi mette in il l’Italia smottamenti rendono Serve

Massa

2020

e Progettazion ci

DAL CNI

di Gianni

/APRILE

ICO | MARZO

ELETTR

i Soluziondegli

Fondato

INCHIESTA

641

N. 2 | GIUGNO

O D’INFORM

CON

o Caro Babb NataleIN COLLABORAZIONE CON

Food&Beverage E PULITO

DIMENSION

4 Storica.indb

MATERIALE

L

PERIODIC

LE |

lico Idroalco

MADE IN

inoc www.rub

t stry.i stindu

IGIENE ALIMENTARE

ulito.it

ISTI DI NDA I E GROSS LA ROTO SICILIA

BUTOR TAVO DEI DISTRI

Mucira da Pixabay

e Progettazione strutturale prevenzione taria igienico-sani

IMPRESE

CONTROL del rischio, Analisi Trend Audit, analysis

pulizia e e sanificazion

INE MACCH RE A VA P O O C S E C

da tossinfezioni coli Escherichia

PEST

hem.it

PULITO

DEL

HYGI ALCOOL

igienizzante multiuso Detergente a base alcool

Pratichele contro

e Centro Nazional per l’Edilizia

VOICE CONTRO

L’esperto

wood furniture

CNETO

Ospedali DESIGN la Tecnica INTERIeOR E DI MILANO LO SKYLIN ET E IL PARQU parquet

itettura ologia, arch zione, tecn Organizza IAL - EDITOR IL PUNTO TRA COSA C’EN ZA? TASCIEN LA FAN E FICTION

3479

ISSN 0392-

Foto di Joseph

ISSN:

SICUREZZAigieniche

03 20

del zzazione Contabili cambia calore, cosas. 73/2020? con il D.Lg

elettri DI CNA impianti ntile TI Materno-infa IALI NE IMPIAN TERRITOR Clinica GLI ORDINI Fuerth INSTALLAZIO AZIONE PER

P. 18

EDITORIA

ITALIA ensio www.dim

ER 2020

The solid

URA TELE LETT

y.com da www.pixaba

TUDIO NOAS

2020 4 maggio 2612-4068

LA CULTURA

cle

E - DECEMB

S - TREND MASSELLO TENDENZE I IN LEGNO NEL TEMPO n beauty GLI ARRED ZZA CHE DURA - the evergree - LA BELLE

di vuole libertà dati BIM di chi dei La scelta e vera disponibilità collaborazione

di in grado tissimi progetti Due importannostro Paese, se saremo P. 20 costruiti nel successo con A CURA veicolarli

ione core della modellaz L’analisi BIM dei pre-cast in ambiente

prodotti Guida dei per e servizi la pulizia professionale

aning

DICEMBR • N° 6 • ANNO 29

preziosi Materiali ili: e sostenib i nuovi trend

Foto tratta

29 n.

E

O PER O FORMATIV

Indicazioni per l’industria alimentare

NE

us!

zanti nale ti Igieniz Detergenad Uso Professio erfici zione Multifun Ambienti e Sup per

IGIEN

PREVENZIONEOMS

E TRAINA I DELLA SCIENZA PERDERLO IL TRENO NON PUÒ o essere PAESI: L’ITALIA potrebber

SEDE DI TI: LA NUOVA PROGET A NEW YORK GOOGLE

N°1

CSi Italia .com

ANNO

LE

UN PERCORS

ione, Pavimenti, anitari, Climatizzaz Idrotermos

to ento del merca Analisi andam

POSITIVID-AL COVI 19

EDILIZIA

1974-7144

mancato recapito

& LAVORO

Pulizia e one sanificazi ienti degli amb

SPECIA

INE

SS MAGAZ

IL BUSINE

GUI DA

Uscire dalla “posto logica del di lavoro”

TTAZIO

no) ti ed Arredobag Rivestimen

TEND ENZE

rezza Y Sicu elettrica E HISTOR La sicurezza abitazioni

VENTO ALL’INTERNZA DI IN PR ESE

Lava nel la ripresa nto cambiame

NE FORMAZIO

nti Articoli Commercia

CAS AL PELLET nelle nostre ATO DAL CIPP TO TER MICO CON CON IL Speciale

who] whcole’s aning

NTALE

ne Nazionale (Associazio

010 – LO/CONV/020/2

E AMBIE

ANGAISA

target magazine

ONE E IGIEN

nale

BIA DOP 020 COSA CAM D.LGS. 73/2

w

29

DI PROGE

2020

delle Il mondo ni ha costruzio futuro? fiducia nel

Spa – Posta

SANIFICAZI

re Professio

N.10/2020

MERCATO a sciug

CARRIERA

Installato

CON

IN CONVENZIONE

1991 - 2020i i nostr

STUDIO

ORIO SAIE OSSE RVAT

Poste Italiane

DI

MENSILE

STRIALI,

N E E S S I O ionale.it P R O F reprofess installato

L A

E I O R A R M I G L

ION E TAB ILIZZAZ O IL

di vuole libertà dati BIM di chi dei La scelta e vera disponibilità collaborazione

ISSN:

UFFICIALE

CEMBRE 2020

L’esperto

anni!

INDU PULIZIE

C O M E

S U

À N O V I T

L E

NUMERO 7 NOVEMBRE/DI

SPECIAL

2020 n. 4 maggio 2612-4068

SA E LO

8

ORGANO

In caso di

ANNO 29

RE, L’IMPRE

2

BLU& O ROSS OTTOBRE

ISSN n.

Cleaning

IL POSATO

MILANO

al mittente la restituzione - Milano per di Roserio al CMP/CPO recapito inviare In caso di mancato

gratuita Scarica l’app GATE EXPERIENCE la cover! e... ‘vivi’

TING PER

Follow

#274

lus.it

ONE DI PRECISI PROCESSI LAGGIO RETI PER E DEL CAB DOSSIER O ALLA BAS DIVIDE PRIMO PIAN E DIGITAL ONDA 5G TAVOLA ROT

NA RASSEGa hardware Sicurezz in fabbrica e software

A E DI MARKE

INI, 7 - 20141 SPADOL

mazione-p

SPECIALE menti Motori e aziona onnessi smart e interc

MA PANORA Digitale IT and ICT

TECNIC

- VIA G.

829 resi - ISSN:0392/8 previo pagamento

www.auto

COVER STORY genti I sensori intelli app usano una

INSERTOi Software Soluzion a per l’Industri

AZIONE

QUINE SRL

2021

SCENARI DevOps Tecniche tria per l’indus

INDAGINE

INE DI INFORM

AL EDITION BILINGU

2 ISSN: 1720664

rableA DISTRIBUIT ositivi wea e disp OMAZIONE o dati di AR L’AUT ili, AI, PER : riportiam vulnerab E SOFTWARE reti WARE industria a diHARD rilancio dell’ reale si parl In tempo azione, motore di o tutto tond Digitalizz poi esperienze a E mercato

embre 2020 Novembre/Dic - N. 8 Anno LXVIII

MAGAZ

-3924 ISSN: 2612

Gennaio Febbraio

ione n. DCOCI016

us.it

2013 - Omologaz

37 2021 Anno Febbraio 427 Gennaio-

mazione-pl

ONV/003/

www.auto

GIPA/LO/C

AO

SSI

lus.it

Industrial rking: remote wo connesse soluzioni

Target Magazine

mazione-p

E SPECIAL

Poste italiane

www.auto

Building

WEB

ISSN 2612-362

Automazione

N °435

·

GENNAIO

/FEBBRAIO

2021

dictionary .IT ICA-PLUS international WWW.MECCAN Mechatronics ionale di Meccatronica ronik internaz Dizionario Wörterbuch der Mechatnique Internationalesinternational de mécatro nica Dictionnaire procesamiento de mecatróники de ь мехатро internacionale ародный словар Diccionario Междун

indd 1

bblicitaria.

LE

E MACCHIN AGRICOLE

pagina_pu

BUILDING KNOWLEDGE

resi - ISSN0005-1284

-plus.it ccanica LXXI - www.me - Anno bre 2020 re/dicem 232 - novemb

ISSN1125-1549 resi - ISSN1125-1549

11:58

per la restituzione

al mittente

16:24

dd 3

In caso di

mancato

In caso di

recapito

mancato

inviare al

recapito inviare

CMP/CPO

al CMP/CPO

di Roserio-Milano

nerale.in

2019_Ge

cc_Luglio

erminiMe

21.03.19

al mittente per la restituzione

S 145x210

BRG+EC

Cover_T

di Roserio-Milano

.indd 1

previo pagamento

previo pagamento

®

IT-1236-

29/08/19

59 06 1 Tel. 039 59 06 222 Fax 039 us.it igusitalia@ig

igus srl 4 Rovedine, Via delle ate (LC) 23899 Robbi

Quine srl Via G. Spadolini, 7 20141 Milano - Italia

YOUR INFORMATION PARTNER Tel. +39 02 864105 Fax. +39 02 70057190 tecnologiche Principali novità in BiMu presentate

Italia, utensili in Macchine la produzione è crollata laggio nell’Assemb Le applicazioni SPECIALE.

installati Balzo di robot cinque anni negli ultimi

AMICO CUORE FLUIDODIN BIONICA PER LA NUOVA

PIAB PINZE A VUOTO SENSIBILI PER OGGETTI

TURA 4.0 L’AGRICOL REXROTH BOSCH SECONDO

www.quine.it Tutti i prezzi si intendono senza Iva


L’installatore NON PROFESSIONALE Notizie di cronaca e curiosità

Incassa l’acconto in contanti e poi sparisce nel nulla FROSINONE – È un modus operandi collaudato: molti cittadini di Sora, in provincia di Frosinone, hanno denunciato l’idraulico e caldaista con il “vizietto” di incassare l’acconto per i lavori e poi sparire nel nulla. Anche a costo di lasciare al freddo e senz’acqua diverse famiglie. Lo racconta Roberta Pugliesi sul Messaggero, riportando le testimonianze di alcuni clienti malcapitati: il tecnico, chiamato più volte per un guasto, avrebbe sostenuto la necessità di acquistare una nuova scheda madre per la caldaia, chiedendo un anticipo di 110 euro. “Ha incassato così i soldi, senza rilasciarci nemmeno un pezzetto di carta, ed è andato via dicendoci che sarebbe tornato poco dopo, il tempo di andarla a prendere. Da quel momento è sparito. Non risponde al telefono, nessuno l’ha visto. Chiedendo informazioni ad altre persone abbiamo così appreso che si è comportato nello stesso identico modo anche con loro”.

La caldaia è rotta: il parroco pubblica un “annuncio funebre” CREMONA – “Dopo quasi cinquant’anni di onorato servizio, si è spenta nella chiesa parrocchiale la caldaia”. Recita così l’ironico annuncio funebre affisso da don Massimiliano Camporese, parroco di Castelvetro, piccolo comune vicino a Cremona. La parrocchia in questione è quella di Croce Santo Spirito: un guasto all’impianto di riscaldamento ha reso indispensabile un intervento di sostituzione piuttosto costoso, tra i 30 e i 40 mila euro. “La caldaia ha fatto la sua vita e la sua carriera”, ha raccontato don Massimiliano a Ilfattoquotidiano.it. “Ha ‘vissuto’ 47 anni, poi all’improvviso s’è rotta. Come la morte: si sa che deve arrivare, ma non sappiamo quando”. Di qui la decisione di pubblicare l’annuncio funebre, anche per chiedere una mano ai parrocchiani nella raccolta del denaro necessario alla sostituzione: “Non fiori, opere di bene o cronistorie sulla sua vita/manutenzione, ma fattivo, tangibile e concreto impegno nell’acquisto e posa della succeditrice”.

60

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022

Allacciamenti abusivi e fori nel contatore: aumentano i “furti di gas” PESCARA – Il caro energia spinge sempre più utenti verso soluzioni disoneste (e molto rischiose) per risparmiare sul costo della bolletta. A conferma di questo trend i numerosi interventi delle ultime settimane operati dalle Forze dell’Ordine per fronteggiare manomissioni truffaldine e pericolose dei contatori, come ha scritto il 10 maggio su Repubblica Alessandra Ziniti. La nuova e disonesta soluzione utilizzata dai truffatori va oltre il classico allaccio abusivo. In particolare, i titolari dei contratti di fornitura di gas metano azzerano i consumi chiudendo la valvola del contatore, lo smontano, poi praticano un foro nella membrana (che si trova tra la rete di distribuzione e l’appartamento o l’esercizio commerciale): in tal modo il gas passa ugualmente, seppur in maniera più lenta. Nonostante il passaggio di gas, il contatore non riparte, rilevando dunque consumi zero. Un sistema per aggirare la lettura del contatore, simulando la sospensione della distribuzione del gas e limitandosi a pagare la piccola quota fissa in bolletta. I furti di energia rappresentano “una seria minaccia per la sicurezza e la salute, visto che gli impianti manipolati per rubarla spesso non soddisfano i requisiti standard e potrebbero provocare incendi o scosse elettriche letali”, spiegano dalla Questura di Pescara.


“Sequestra” la caldaia perché non viene pagato: idraulico condannato TERNI – A nessuno fa piacere non essere pagato, ma portare via la caldaia del cliente insolvente può costare caro: come è accaduto ad Amelia, in provincia di Terni, dove un idraulico si è introdotto nell’abitazione di un cliente per impossessarsi della caldaia a seguito di un mancato pagamento dei lavori. Per questo gesto il 31 marzo è stato condannato dal Tribunale di Terni a un anno e 2 mesi di reclusione, oltre al pagamento delle spese processuali (del valore di 1.700 euro) e al risarcimento di 9 mila euro alla parte civile. La vicenda ha inizio tra maggio e giugno del 2019, quando il proprietario aveva contattato l’idraulico per l’esecuzione di alcuni lavori per un importo complessivo di oltre 5 mila euro, tra cui la sostituzione della caldaia. A ottobre, a causa del mancato pagamento dell’acconto finale (pari a 1.920 euro), l’idraulico decide di introdursi nell’abitazione rubando la caldaia. “Ascoltami, poi non ti scrivo più: se vuoi la caldaia, fai il bonifico. Dopodiché torno a installarla”: così – riportano i quotidiani locali – l’idraulico avrebbe scritto su WhatsApp al cliente, che per paura ha effettuato un bonifico da 2 mila euro. La brutta avventura poteva finire qui, ma a quanto pare l’idraulico, nonostante il pagamento ottenuto, non ha restituito la caldaia. Così il cliente ha deciso di sporgere denuncia, e si è arrivati all’esito processuale del 31 marzo, decisamente sfavorevole per il tecnico.

Ruba un condizionatore dall’ospedale, ma viene “tradito” dall’ex fidanzata VARESE – Un manutentore di 32 anni, dipendente dell’Asst Valle Olona, andrà a processo con l’accusa di furto aggravato, per aver rubato un condizionatore che avrebbe dovuto montare all’interno dell’ospedale di Gallarate. La vicenda risale al 2018: il tecnico aveva sottratto l’apparecchio per montarlo a casa propria, ma l’aveva portato temporaneamente a casa di quella che allora era la sua fidanzata. È stato un errore: una volta finita la storia tra i due, la donna ha deciso di segnalare la vicenda all’Asst Valle Olona, che ha denunciato il tecnico per furto.

Nasconde una serra di marijuana in casa: scoperto per colpa del rumore dell’impianto di aerazione LA SPEZIA – Lo sappiamo: la silenziosità è una delle caratteristiche più richieste dai clienti che vogliono installare un nuovo impianto di condizionamento o ventilazione. Di solito si tratta soltanto di una questione di comfort acustico. A volte, però, la silenziosità fa comodo anche per altre ragioni. Avrebbe fatto meglio a installare un modello più “performante”, sotto questo punto di vista, l’uomo che a La Spezia è stato arrestato per aver adibito una cantina a serra per la coltivazione di marijuana. Per evitare che l’odore si diffondesse, infatti, aveva installato un sistema di aerazione che rimaneva in funzione 24 ore su 24. È stato proprio il rumore dell’impianto, oltre all’andirivieni da e per la cantina, a far scattare una segnalazione alla polizia locale. Che, dopo qualche appostamento, ha colto in flagrante il criminoso “coltivatore”. N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

61


Dove posso trovare l’Installatore Professionale? Ritira la tua copia presso uno dei seguenti punti vendita associati ANGAISA PIEMONTE AT NIZZA MONFERRATO NUOVA BB S.r.l. Piazza Giuseppe Garibaldi, 55 - 14049 - Tel. 0144 79492 AL CASALE MONFERRATO DOMOGAS s.a.s. di Cavalli Elisabetta e C. Via Turcotti, 6/8 Z.I. - 15033 - Tel. 0142 77225 BI GAGLIANICO S.I.R.A. S.r.l. Via Matteotti, 66/68 - 13894 - Tel. 015 541653 CN MADONNA DELL’OLMO IDROTERM S.r.l. Via Canonico F. V. Rossi, 15 - 12100 - Tel. 0171 410500 TO CALUSO Società Italo Francese S.r.l. Via Marconi, 107 - 10014 - Tel. 011 9832384 TO CHIERI AQUATERM PST S.r.l. Strada Fontaneto, 40-42 - 10023 - Tel. 011 9422006 TO SETTIMO TORINESE ASTON S.p.A. Strada Cebrosa, 102 - 10036 - Tel. 011 8022020 TO CIRIE’ B.P. TERMOSANITARI S.r.l. Via Taneschie, 14 - 10073 - Tel. 011 9208975 TO IVREA F.I.R. di BARCAROLO MARIO S.r.l. Via Grande, 5 - 10125 - Tel. 0125 615538 - 0125 617490 TO TORINO UGROTE S.p.A. Via Giacomo Medici, 112 - 10145 - Tel. 011 740976 - 011 7711727 TO TORINO SIRT S.r.l. C.so Verona, 7 - 10152 - Tel. 011 2489914 VALLE D’AOSTA AO AYMAVILLES I.T.S. JERUSEL GIDIO S.r.l. Frazione Folliex, 26 - 11010 - Tel. 335 7062115 LIGURIA GE RAPALLO AFIG G. CLERICI S.p.A. Via Laggiaro, 32 - 16035 - Tel. 0185 234832 GE CHIAVARI S.I.R.E.A. di REPETTO A. & C. S.r.l. Via G. Bontà, 95 - 16043 - Tel. 0185 310231 GE GENOVA FRATELLI VILLA S.r.l. Via Barabino, 15 R - 16129 - Tel. 010 592095 GE GENOVA D’AMORE & LUNARDI S.p.A. Passo Ponte Carrega, 48 R - 16141 - Tel. 010 8355474 GE GENOVA PATTONO S.r.l. Via Filippo Casoni, 46 R - 16143 - Tel. 010 511741 GE GENOVA - PEGLI FABBRICAZIONI IDRAULICHE S.p.A. Via Multedo Di Pegli, 4 - 16155 - Tel. 010 61731 IM SANREMO BIESSE DI CORRADINI S.r.l. Via Armea, 148 - 18038 - Tel. 0184 514092 SV ALBENGA IRIS IDROTERM S.r.l. Regione Bagnoli, 40a/1 - 17031 - Tel. 0182 555898 SV CISANO SUL NEVA ANDREETTO S.r.l. Via Benessea, 15 - 17035 - Tel. 0182 2595014 LOMBARDIA BG ALBINO EREDI PIANTONI S.r.l. Via Sotto Provinciale, 1/4 - 24021 - Tel. 035 773405 BG PRESEZZO SORELLE CHIESA di Mazzoleni S.p.A. Via Sarma, 12 - 24030 - Tel. 035 617068 BG ROGNO FARDELLI ERNESTO & C. s.a.s. Via Rondinera, 49/A - 24060 - Tel. 035 977122 BS BORGOSATOLLO GRUPPO A.D. S.p.A. Via Molino Vecchio, 165 - 25010 - Tel. 030 2501375 BS BRESCIA AFIS G. CLERICI S.p.A. Via Industriale, 28 - 25126 - Tel. 030 315461 BS COLOGNE ACQUATICA S.p.A. Via Rodi, 1 C/ D - 25033 - Tel. 030 7156161 BS DESENZANO DEL GARDA VISCONTI CARLO e GIUSEPPE & C. s.n.c. “Via Adige, 22 - 25015 - Tel. 030 9991100 - 030 9991101 BS RONCADELLE IDROTERMICA FARINA S.r.l. Via Mandolossa, 59/63 - 25030 - 030-3732350 LC CALCO PRESSIANI S.r.l. Via 11 Settembre, 10 - 23885 - Tel. 039 9911936 LC VERDERIO TIDIZERO di Trombini Gabriele - Impresa Individuale Via Antonio Gramsci 6/ B - 23879 - 039 9281418 LO SAN MARTINO IN STRADA GUARNIERI S.r.l. Via Gandhi, 5 - 26817 - 0371-476216 MI CINISELLO BALSAMO MIAR S.r.l. Via Monfalcone, 15 - 20092 - Tel. 02 6184118 MI MILANO ANGAISA Via G. Pellizza da Volpedo, 8 - 20149 - Tel. 02 43990459 MI MILANO IDRORICAMBI S.r.l. Corso San Gottardo, 15 - 20136 - Tel. 02 58101357 MI MILANO GRUPPOBEA S.p.A. Via Vincenzo Toffetti, 31 - 20139 - Tel. 02 573731 MI MILANO SO.CO.MA.S. Società Commerciale Materiali Sanitari S.p.A. Via G. Ripamonti, 402 - 20141 - Tel. 02 55213447 MN PORTO MANTOVANO IDRACO S.r.l. (Gruppo Comini) Via Bachelet, 65 - 46047 - Tel. 0376 1897080 MB BELLUSCO COLOMBO IDRO S.p.A. Via Adda, 50 - 20882 - Tel. 039 6021174 MB CESANO MADERNO COMFORT FORNITURE S.r.l. Via Po, 14 - 20811 - Tel. 0362 501197 VA BUSTO ARSIZIO ABBATTISTA S.p.A. Via Ciro Menotti, 1 - 21052 - Tel. 0331 338111 VA CASSANO MAGNAGO HYDRA S.r.l. Via Bonicalza, 44 - 21012 - Tel. 347 2458092 VA GALLARATE RAMPONI BIAGIO s.a.s. di Ramponi Luigi & C. Via Carlo Cattaneo, 16 - 21013 - Tel. 0331 795690 VENETO PD MONTEGROTTO TERME HYDROSS TICO S.r.l. Viale Dell’artigianato Vic II N. 2 - 35036 - 049 795833 TV FONTANELLE CLIMASERVICE S.p.A. Via Roma, 152 - 31043 - Tel. 0422 809306 TV VEDELAGO NEST GROUP RETE Via del Lavoro, 19 - 31050 - Tel. 0423 401991 TV VEDELAGO COMMERCIALE SILE S.r.l. Via Marconi, 104 - 31050 - Tel. 0423 401410

62

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


VE CHIOGGIA ZAMBONIN S.r.l. Via P.E. Venturini, 139 - 30015 - Tel. 041 491400 VE JESOLO CATTO S.r.l. Via Pierluigi Nervi, 18/20 - 30016 - Tel. 348 3612584 VE PORTOGRUARO NOSELLA DANTE S.p.A. Via Pordenone “a”, 13 - 30026 - Tel. 0421 281511 VE SPINEA S.F.I.T.I. S.p.A. Via Del Commercio, 22 - 30038 - Tel. 041 990255 VI BASSANO DEL GRAPPA E.T.V. MORELLO S.p.A. Viale A. Moro, 80 - 36061 - Tel. 0424 568334 VI NOVENTA VICENTINA GREGOLO S.r.l. Via del Progresso, 15 - 36025 - Tel. 0444 787864 VI SCHIO MIAZZON S.r.l. Via Emilia Romagna, 12 - 36015 - Tel. 0445 575075 VI SCHIO ABC SOLUTIONS S.r.l. Via Emilia Romagna, 12 - 36015 - 0445 575075 VR CASELLE DI SOMMACAMPAGNA SVAI S.r.l. Via Dell’ Artigianato, 58 - 37066 - Tel. 045 8293294 VR NOGARA T.F.R. CLIMA PLUS S.r.l. Via Ecce Homo, 12 - 37054 - Tel. 044-2510541 FRIULI-VENEZIA GIULIA UD TAVAGNACCO TERMONOVA S.p.A. (Gruppo Comini) Via Alpe Adria, 6 - 33010 - Tel. 0432 1437290 TRENTINO-ALTO ADIGE BZ BOLZANO BAUTECHNIK S.r.l. Via E. Fermi, 22 - 39100 - Tel. 0471 926111 BZ MARLENGO TORGGLER COMMERZ AG S.p.A. Via Prati Nuovi, 9 - 39020 - Tel. 0473 282500 BZ ORA SANITAER HEINZE S.r.l. Via Lahn, 1 A/ B - 39040 - Tel. 0471 097000 BZ SAN LORENZO DI SEBATO E. INNERHOFER S.p.A. Via Brunico, 14/ B - 39030 - Tel. 0474 470000 EMILIA-ROMAGNA BO ALTEDO DELFINO Soc. Coop. Via Del Lavoro, 25/A - 40051 - Tel. 051 6601280 BO BOLOGNA COMMERCIALE S.A.C.I.R. S.r.l. Via Dei Lapidari, 17 - 40129 - Tel. 335 8089675 BO BOLOGNA F.P. S.p.A. Via Caduti E Dispersi In Guerra, 3 - 40139 - Tel. 051 454261 BO CALDERARA DI RENO MIRA S.r.l. Via Turrini, 1 - 40012 - Tel. 051 727329 FC FORLI’ IDRO ZETA S.r.l. Via Golfarelli, 64/66 - 47122 - Tel. 0543 802711 FC FORLI’ VISANI IDROSANITARI RISCALDAMENTO S.r.l. Via Balzella, 81/ B - 47122 - Tel. 0543 796651 MO CARPI NUOVA SIRT S.r.l. Via Liguria, 47 - 41012 - Tel. 059 645900 MO MIRANDOLA IDROMARKET S.r.l. Via Statale Sud, 58 - 41037 - Tel. 0535 610490 MO VIGNOLA IDROSANITAS di Luccarini Gino S.r.l. Via C. Battisti 3 - 41058 - Tel. 059 772128 RE CORREGGIO CARBONI S.p.A. Via Mandrio 1/ B-3/A - 42015 - Tel. 0522 633211 PC PIACENZA SPAZIO S.p.A. Via Mentovati, 24 - 29122 - Tel. 0523 576311 RE REGGIO EMILIA BERTANI S.p.A. Via Daniele Da Torricella, 40 - 42122 - Tel. 0522 355511 TOSCANA FI FIRENZE TERMOMARKET S.r.l. Via Grosseto, 27 - 50142 - Tel. 055 7322214 FI SESTO FIORENTINO CHIESSI & FEDI S.p.A. Via Prov.le Lucchese ang. Via Torta - Loc. Osmannoro - 50019 - Tel. 335 7154020 GR GROSSETO SANSIRO S.r.l. Via Smeraldo 31/33 - 58100 - Tel. 0564 451228 LI LIVORNO CLIMAX S.r.l. Via Fabio Filzi, 31 - 57122 - Tel. 0586 422284 LU ALTOPASCIO C.L.L.A.T. S.p.A. Via Mammianese - Localita Fonte 18 - 55011 - Tel. 0583 244400 LU GUAMO-CAPANNORI IDROTIRRENA COMMERCIALE S.r.l. Via Di Vorno, 4 - 55060 - Tel. 0583 932450 LU MARINA DI PIETRASANTA SANITERMO S.r.l. Via Aurelia Sud Km. 363,900 - 55045 - Tel. 0584 23388 LU VIAREGGIO IDRO-CENTRO-BLOP S.r.l. Via Aurelia Nord, 87/A - 55049 - Tel. 0584-45909 MS MONTIGNOSO DELLA ZOPPA TERMOSANITARI di Tani Luca Viale Marina, 122 - 54038 - Tel. 0585 349410 PI PONTEDERA COMMERCIAL-THERMO S.r.l. Via Don Sturzo Z.I. La Bianca - 56025 - Tel. 0587 483150 PO PRATO FIP S.r.l. Via Mantova, 38/40 - 59100 - Tel. 0574 69931 PO PRATO TERMOPRATO S.r.l. (Gruppo Comini) Via Filippo Strozzi, 46 - 59100 - Tel. 0574 61081 UMBRIA PG COLLESTRADA TICCHIONI S.r.l. Via Della Valtiera, 81 - 06135 - Tel. 335 7359586 PG PERUGIA BECCHETTI S.p.A. Via Della Gomma, 13 - Z.I. Balanzano - 06135 - Tel. 075 583471 TR TERNI CO.M.I.T.E. S.r.l. Via Vanzetti, 49 - 05100 - Tel. 0744 413249 MARCHE AN CAMERANO IMETER S.r.l. (Gruppo Comini) Via Aspio Terme, 193 - 60021 - Tel. 335 6623811 AP SAN BENEDETTO DEL TRONTO LAFENICE S.r.l. Via Liberazione, 152 - 63074 - Tel. 320 4048364 LAZIO LT FORMIA F.LLI ZANGRILLO S.r.l. Via Alcide De Gasperi, 101 - 04023 - Tel. 0771 7909309 RM GUIDONIA MONTECELIO NIGRELLI E NIGRELLI S.r.l. Via Palombarese, 83 - 00012 - Tel. 0774 366001 RM ROMA COICO + 3 s.n.c. Via Trionfale, 9252-54-56-58 - 00135 - Tel. 06 3382306 RM ROMA IDROSIEL S.r.l. Via Michele di Lando, 81 - 00162 - Tel. 348 4529616

N. 3 - MAGGIO/GIUGNO 2022 | INSTALLATORE PROFESSIONALE

63


Dove posso trovare l’Installatore Professionale? RM ROMA TERMOIDRAULICA AGOSTINI & FIGLI S.r.l. Via Cariati, 48 - 00178 - Tel. 06 7183958 VT VIGNANELLO ORSOLINI AMEDEO S.p.A. S.P. Vasanellese, 4 - 01039 - Tel. 0761 7571 ABRUZZO-MOLISE AQ L’AQUILA O. & C. F.lli PAOLINI S.r.l. V.le Antonio Panella, 3 - 67100 - Tel. 0862 25045 PE MONTESILVANO CENTRO RISCALDAMENTO ABRUZZO S.r.l. Via C. Pavese, 1 - 65015 - Tel. 085 4689199 CAMPANIA AV ARIANO IRPINO CSI CENTRO SUD IDROTERMICO S.r.l. Via Bosco, 3/ B - 83031 - Tel. 339 2086736 NA CASORIA ARRICHIELLO Ciro S.r.l. Via Nazionale Delle Puglie, 109 - 80026 - Tel. 081 7590171 NA PIANO DI SORRENTO FINALCO S.r.l. Via Casa Rosa, 44 - 80063 - Tel. 081 5340111 PUGLIA BA CASTELLANETA GROTTE S.T.E.I. S.r.l. Via Pista Di Cristo Snc - 70013 - Tel. 080 4968531 BA CORATO D’INTRONO DOMENICO S.r.l. S.P. 231 Km. 34 - 70033 - Tel. 080 8724638 BA ALTAMURA CENTRO EDILE QUARTARELLA S.r.l. Via Matera Km. 2,980 - 70022 - Tel. 080 3165211 BT ANDRIA S.I.T.A. di LOSITO NUNZIA Via Spontini, 87 - 76123 - Tel. 0883 541581 FG FOGGIA C.M.M. MONTENEGRO S.r.l. Via Camporeale Km. 1 - 71100 - Tel. 0881 616400 LE LECCE PEZZUTO OSVALDO & C. S.r.l. Viale Della Repubblica, 43 - 73100 - Tel. 0832 240041 LE RACALE RCI CLIMASISTEMI S.r.l. Via Enrico Mattei, 19 - 73055 - Tel. 0833 553726 LE TAVIANO TIS S.r.l. Via Matino, 22 - 73057 - Tel. 0833-1623989 TA MARTINA FRANCA PUGLIA TERMICA S.r.l. Via Mottola Km 2,200 Z.I. - 74015 - Tel. 080 4855122 TA TARANTO STYLE BAGNO S.r.l. Via Pio X I I, 35/37 - 74100 - Tel. 099 7361115 TA SAN GIORGIO JONICO DRAGO S.r.l. Via Appia C.Da Baronia - 74027 - Tel. 099-5900149 BASILICATA PZ POTENZA DE VIVO Domenico & C. S.r.l. Via Della Chimica 3-5-6 - 85100 - Tel. 0971 57101 PZ LAVELLO BISCEGLIA S.r.l. Via Pasteur, 42 - Zona Pip - 85024 - Tel. 0972-83045 CALABRIA CS CORIGLIANO ROSSANO MIELE M.A.S. S.r.l. Contrada Villaggio Frassa, Snc - 87064 - Tel. 0983 854898 CS RENDE VE.BAR S.r.l. Via F.E. Chini, Zona Industriale C.Da Lecco - 87036 - Tel. 0984 401173 CS SAN NICOLA ARCELLA FRATELLI MELE S.r.l. Loc. Profondiero Snc - 87020 - Tel. 0985 3117 CZ LAMEZIA TERME RAFFAELE S.p.A. Via C. Colombo, 24 - 88046 - Tel. 0968 752200 CZ LAMEZIA TERME TE.CA. TERMICA CARONTE S.r.l. Via Delle Terme, 150 - 88046 - Tel. 0968 436516 RC GIOIA TAURO MONDIAL CALABRA s.n.c. di Zappia Sebastiano & C. Via S.S. 111 N° 398/400 - 88013 - Tel. 0966 500362 RC SIDERNO ROMEO LUIGI s.a.s. Via Dei Colli 112 - 89048 - Tel. 0964 380016 VV VIBO VALENTIA COLACCHIO FILIPPO S.r.l. Strada Statale 18, Km. 442 - 89900 - Tel. 0963 265670 SICILIA CT BRONTE MELARDI S.r.l. Viale J. Kennedy - Zona Artigianale - 95034 - Tel. 095 693325 CT CATANIA BRODBECK S.r.l. X I Strada Zona Industriale Contrada San Nicola Al Pantano - 95121 - Tel. 095 591449 ME MESSINA LO RE S.r.l. Via Santa Cecilia, 78 Is 116 - 98123 - Tel. 090 2982330 PA CARINI A.R.A. S.r.l. Nuova Commerciale S.S. 113, Km 281,800 - 90044 - Tel. 091 8690744 PA PALERMO MATERIALE EDILE TERZO di NICOLA MARCHESE & C. snc Via G. Evangelista Di Blasi, 173 - 90135 - Tel. 091-400250 PA PALERMO PEDONE S.r.l. Via Rapisardi Mario, 22 - 90144 - Tel. 091-6251641 RG RAGUSA NATIVO EDUARDO & C. s.n.c. Via Virgilio Faillla, 6/8/10 - 97100 - Tel. 0932 227487 TP CASTELLAMARE DEL GOLFO ELETTRICITÀ FONTANA S.r.l. Via Francesco Crispi, 134 - 91014 - Tel. 0924-34764 TP MARSALA AGOGLITTA S.r.l. Unipersonale Via Trapani, 151/153 - 91025 - Tel. 0923 989699 TP TRAPANI ZICHICHI IDROTERMICA S.r.l. Via Antonino Fogazzaro, 5 - 91100 - Tel. 0923-28464 TP VALDERICE VULTAGGIO S.r.l. Via Sicilia, 110 - 91019 - Tel. 0923 833499 SARDEGNA CA QUARTU S. ELENA TERMOSOLAR S.r.l. Via Pitz’e Serra, 73 - 09045 - Tel. 070 823385 OR ARBOREA DURIGAN S.r.l. Via Porcella, 60 - 09092- Tel. 0783-800213 OR ORISTANO CLIMA TECNIKA S.r.l. Via Parigi S.N.C. Zona Industriale - 09170 - Tel. 329 3544130 OR ORISTANO PROXIENERGY S.r.l. Via Del Porto Z.I. Snc - 09170 - Tel. 0783 775073

VUOI RICEVERE LA TUA COPIA DIRETTAMENTE A CASA? ABBONATI SUBITO!

64

INSTALLATORE PROFESSIONALE | N.3 - MAGGIO/GIUGNO 2022


VEDI IL GIALLO, LEGGI SEMPLICITÀ. Viega Prevista. Il sistema di risciacquo di nuova generazione. Il top di praticità, solidità e versatilità, Prevista semplifica la vita in cantiere grazie a un unico concetto di cassetta per tutte le applicazioni e dettagli intuitivi regolabili senza utensili. Inoltre è compatibile con tutte le nuove placche di comando Visign, per completare ogni stile dei bagni moderni. Per questi motivi è il sistema di risciacquo di nuova generazione: sempre l’ideale per installazioni in muratura o a secco. Viega. Connected in quality.

viega.it/Prevista


La ventilazione indoor che agisce autonomamente per un comfort ottimale e senza sprechi energetici Intelliclima+ TUTTO IL COMFORT IN UNA APP

SENSORI INTELLIGENTI PER UN FUNZIONAMENTO AUTOMATICO

FACILE DA CONFIGURARE E UTILIZZARE


Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.