Page 1

S LE

Anno V I °2 - Agosto 2011

NE/TN0084/2008

Il magazine dell’energia ecologica

ITALIA

mo

ttia spe

Vi a

?

a

ano Bolz 4 22-2 mbre e t set

Una svolta energetica energetica possibile è possibile

(pag. 4)

• La rivoluzione energetica di Alfred Ritter (pag. 8) • Sol&Vino Tour 2011 (pag.10)

• Star Day Paradigma: Festa del Redentore a Venezia (pag. 12)

Questo magazine è stato stampato su carta riciclata. Aiuta l’ambiente: getta il cellophane della confezione nel contenitore della plastica!

Inoltre in questo numero: questo


S LE

Anno V I °2 - Agosto 2011

NE/TN0084/2008

Il magazine dell’energia ecologica

ITALIA

amo

petti

Vi as

?

a

no Bolza 4 22-2 mbre sette

Una svolta energetica energetica possibile è possibile

(pag. 4)

• La rivoluzione energetica di Alfred Ritter (pag. 8) • Sol&Vino Tour 2011 (pag.10)

Questo magazine è stato stampato su carta riciclata. Aiuta l’ambiente: getta il cellophane della confezione nel contenitore della plastica!

Inoltre in questo numero: questo

• Star Day Paradigma: Festa del Redentore a Venezia (pag. 12)

4.

SOLE 2/2011

In questo numero: 3. Editoriale di Aldo Carcione 4. Reportage - ITALIA: una svolta energetica è possibile? di Anna Poletto 8. Ritter Gruppe News - La rivoluzione energetica di Alfred Ritter 10. Sol&Vino Tour 2011: un successo itinerante 12. Notte da sogno per le nostre Stelle 14. Tre impianti nel Comune di Popoli (PE)

10.

Impianti e realizzazioni

18. Complesso residenziale a Mirano (VE) 20. Qui Ufficio Tecnico - Catturare il sole: un gioco da ragazzi! 22. Novità - Pompe di calore Libra e Vayu 24. Qui Formazione - La formazione dà... I numeri

12.

25. Mercato & normative - Semplificate le agevolazioni fiscali di S. Giacometti

26. Racconta il tuo viaggio - Madrid: provare per credere! 28. Fiere locali 29. CPC - Il pannello riciclabile che dona la vita! 26.

30. Paradigma Sport • Matrimoni & Nuovi nati 31. Sun+Fun SOLE - Periodico di Paradigma Italia - Anno VI, n°2 - Agosto 2011 Direttori responsabili: Aldo Carcione e Anna Grassi - In redazione: Anna Poletto, Stefania Giacometti, Armida Vergani - Progetto grafico: Luca Di Giorgi - Stampa: Tipolitografia Vobarnese

2

Sommario

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


EDITORIALE

La corsa non si deve fermare

Incontri ed esempi virtuosi: insieme possiamo affrontare il mercato di Aldo Carcione

C

ara lettrice, caro lettore, abbiamo già superato la metà dell’anno e devo dire... è stato un periodo carico di avvenimenti che ci hanno dato diversi segnali su cui riflettere. Per prima cosa lasciatemi aprire una doverosa parentesi su quello che è successo lo scorso 12/13 giugno. Nel numero precedente avevamo approfondito l’argomento del nucleare e la scelta degli italiani è stata chiara: questo è una ulteriore conferma che le fondamenta e la filosofia della nostra azienda sono pienamente condivise da una grande quantità di italiani. Tra giugno e luglio, grazie al tour Sol&Vino (trovate un articolo all’in-

terno di questa edizione), abbiamo avuto modo di stare a contatto con molti installatori, progettisti ed architetti. Un tour che ci ha portato in giro per l’Italia ma soprattutto ci ha dato l’opportunità di confrontarci su alcune tematiche molto importanti tra queste sicuramente il mercato... già, il mercato, questa grande incognita! Con l’occasione vorrei anche complimentarmi con i nuovi Partner di eccellenza (Star System) che a luglio, in occasione della Festa del Redentore a Venezia, a seguito di una convention espressamente dedicata a loro, sono entrati a far parte dello Star System Paradigma: una soddisfazione per loro, ma soprattutto

un privilegio per noi poter avere nel Gruppo persone che ogni giorno investono e credono nella nostra azienda. La Festa del Redentore (3° domenica di luglio) è ormai di antica tradizione: a Venezia si celebra la liberazione della città dalla peste. Ma nonostante l’origine, è da più di 4 secoli una festa di allegria e spensieratezza. Durante questi incontri si è discusso di un mercato, che diciamolo, già dall’inizio di quest’anno dimostra “strane” fluttuazioni: non da meno anche diversi Governi centrali (europei e non), ormai sono fortemente influenzati dall’andamento altalenante dei mercati.

È proprio per questo motivo che, in questo numero, ho voluto dare spazio e merito ad

un esempio ammirevole e coraggioso: l’esperienza di un ente pubblico, il Comune di Popoli (in provincia di Pescara), un piccolo comune del centro Italia che con il suo virtuosismo ecologico dà senz’altro il buon esempio.

La volontà di percorrere la strada dell’ecologia e del risparmio energetico, anche in momenti difficili di mercato, ci insegna che tutto

è possibile … che non ci si deve fermare in

questa corsa, anche quando le condizioni esterne sembrano essere avverse.

Il sole è una fonte gratuita e sicura:

deve essere sfruttata, non c’è motivo per non farlo.

Un caro saluto a tutti Voi. Aldo Carcione Amministratore delegato

n°2 - Agosto 2011

Editoriale

3


REPORTAGE

: A I L A T I

una svolta energetica è possibile? possibile?

Intervista a Katiuscia Eroe di Legambiente. Per capire in che modo traghettare il nostro Paese verso il 2020 di Anna Poletto

I

l costo dell’energia e lo sfruttamento delle fonti rinnovabili sono ormai argomenti trattati quotidianamente dalla classe politica, dalla società civile e dai mass media, perché sono molte le scelte che il nostro Paese è costretto a fare per rimanere al passo rispetto

4

Reportage

ad altre potenze economiche, che in un senso o nell’altro, certe decisioni le hanno già prese. Che scenari si aprono in Italia dopo il risultato del Referendum? Che cosa sta facendo o dovrebbe fare il nostro Paese per costruire una politica energetica

seria e lungimirante? Molti sono gli interrogativi che ci poniamo e molti sono gli obiettivi da raggiungere: ma in che modo? Abbiamo approfondito l’argomento con Katiuscia Eroe, dell’ufficio Energia e Clima di Legambiente Onlus.

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


Dopo la vittoria del sì al Referendum che ha chiarito la volontà degli italiani di fermare il nucleare, quale scenario si apre per la politica energetica italiana? Per l’Italia, la vittoria del referendum contro il nucleare, rappresenta una grande possibilità di svolta per risolvere la questione energetica. Oggi abbiamo tutte le possibilità per sviluppare un sistema energetico sostenibile, le diverse tecnologie sono ormai mature e in grado di soddisfare tutte le necessità energetiche attraverso un sistema di generazione distribuita. È chiaro, però, che bisogna puntare su questa strada, dando certezze al mercato, fatto non solo di aziende e migliaia di posti di lavoro, ma anche di famiglie. L’esempio da seguire è quello della Germania, che ha scelto la progressiva uscita dal nucleare e dalle fonti fossili con l’obiettivo di arrivare a coprire l’80% dei fabbisogni energetici attraverso le fonti rinnovabili entro il 2050. In Italia esiste una politica energetica? Che cosa impedisce lo sviluppo di una politica basata sulle energie rinnovabili? La mancanza di una mentalità oppure gli interessi economici dei grandi gruppi? Fino a qualche mese fa la politica energetica di questo governo era centrata sullo sviluppo di centrali nucleari e a carbone. Ora l’uscita del nucleare dallo scenario politico energetico certamente apre una strada importante allo sviluppo delle rinnovabili. È necessario però che tutti i soggetti (governo, regioni, comuni)

sviluppino politiche che favoriscano lo sviluppo di queste tecnologie. I Comuni ad esempio svolgono un ruolo strategico, non solo nel settore delle fonti rinnovabili, ma anche nel settore edile. Possono ad esempio attraverso Regolamenti Edilizi sostenibili introdurre norme che introducano l’obbligo, nel caso di nuovo edificato o importanti ristrutturazioni, di installazione di fonti rinnovabili. Possono inoltre introdurre criteri di

sostenibilità atti a rendere meno energivoro il nuovo edificato. Oggi sono migliaia le famiglie italiane che già utilizzano queste tecnologie, sono tantissimi i cittadini coinvolti in “Gruppi di Acquisto Solare” o in “Gruppi di Solare Collettivo” e questo dimostra che i cittadini hanno ben capito quali sono i vantaggi delle fonti rinnovabili. Bisogna sicuramente

continuare a diffondere e far conoscere queste opportunità, offrendo però occasioni anche per chi non ha sufficienti disponibilità economiche o di spazio. Lo sfruttamento delle energie rinnovabili è direttamente proporzionale allo sviluppo tecnologico che queste sono in grado di raggiungere. L’Italia quanto stanzia per la Ricerca in questo campo? E gli altri paesi? È ovvio che lo sviluppo del mercato di una certa tecnologia porta con sè anche l’interesse a ricercare e a utilizzare tecnologie sempre più efficienti e funzionali. Questo succede anche con le fonti rinnovabili. Basti pensare all’eolico e alle diverse tecnologie presenti oggi sul mercato. L’Italia però è un Paese che in generale investe molto poco in ricerca al contrario di quanto avviene in altri Paesi europei. Basti pensare che in questi anni ha tolto fondi per le rinnovabili e l’efficienza all’interno dell’Enea, (Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) dirottandoli sul nucleare. Secondo Legambiente quali sarebbero i passi fondamentali che andrebbero fatti nell’immediato per dare una svolta e iniziare seriamente una serie di operazioni in grado di aumentare lo sfruttamento delle fonti rinnovabili? Oltre al ruolo del Governo, Regioni e Comuni di cui abbiamo parlato, moltissime sono ancora le cose da fare. A partire dalla definizione di (continua a pag. 6)

n°2 - Agosto 2011

Reportage

5


ITALIA: la svolta energetica è possibile? (segue da pag. 5) uno scenario certo per gli incentivi alle fonti rinnovabili fino al 2020, di progressiva riduzione verso la grid parity. Ossia una situazione per cui il costo di produzione dell’energia da fonti rinnovabili avrà pareggiato il costo d’acquisto dell’energia dalla rete. Oggi vi sono tutte le tutte le condizioni per raggiungere gli obiettivi di sviluppo delle fonti rinnovabili e insieme sviluppare un sistema di produzione e consumo dell’energia elettrica sostenibile, efficiente e democratico. Un sistema che offra importanti occasioni di riduzioni o azzeramento in bolletta, processo però che non coinvolge solo il settore delle rinnovabili, ma anche quello edilizio, della rete di distribuzione, ecc Una rete energetica che aiuti la generazione distribuita. Oggi si evidenziano ancora troppi problemi nell’allaccio degli impianti alla rete energetica, con ritardi e incertezze che devono essere superati. Occorre

6

Reportage

realizzare investimenti sulla rete per superare i problemi di impianti che vengono allentati o bloccati, o di alcune parti dell’Appennino dove una parte dell’energia eolica viene sprecata per l’inadeguatezza della

l’uscita del nucleare dallo scenario apre una strada importante allo sviluppo delle rinnovabili rete rispetto alla produzione. E in parallelo si devono garantire gli investimenti per modernizzare la rete di distribuzione nella prospettiva di avere una più efficiente gestione che aiuti la generazione distribuita e

l’interscambio di utenze e attività nella prospettiva della smart grid. Muovere l’innovazione del settore edilizio, integrare fonti rinnovabili ed efficienza energetica. Sarà fondamentale nei prossimi anni realizzare un forte cambiamento nel settore delle costruzioni per ridurre il peso dei consumi civili. Questa è anche la strada indicata con chiarezza dalla Direttiva 31/2010 sull’efficienza energetica in edilizia, che fissa a partire dal 2021 un obbligo per cui tutti gli edifici pubblici e privati debbano essere “neutrali” da un punto di vista energetico. È in questa prospettiva che occorre indirizzare il settore delle costruzioni e realizzare un significativo miglioramento delle prestazioni attraverso le nuove possibilità di verifica rese possibile con l’introduzione della certificazione energetica (che fissa la classe energetica dell’edificio in funzione delle prestazioni).

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


Il sistema degli incentivi statali (vedi le detrazioni del 55%) sono strumenti utili o solo mezzi transitori che non costruiscono le fondamenta di una politica energetica seria e duratura? Quali sono secondo Legambiente, a livello legislativo, gli strumenti necessari?

Fino ad oggi hanno sicuramente giocato un ruolo importante, ora però abbiamo bisogno di una politica di riduzione da qui al 2020, che dia da una parte certezze al mercato e dall’altro ci traghetti verso gli obiettivi europei di riduzione dei gas serra.

Gli incentivi servono e sono serviti per aiutare lo sviluppo di un settore che nel nostro Paese era del tutto inesistente. Nel 2006 le fonti rinnovabili erano installate in poco più di 1.000 Comuni. Oggi queste sono presenti in circa il 90% dei Comuni Italiani, e in circa 800 si produce più energia elettrica di quella utilizzata dalle famiglie residenti.

L’Italia ha accumulato nel biennio 20082010 un debito di 0,7 milioni di € al giorno (8 € al secondo) per il mancato raggiungimento degli obiettivi del Protocollo di Kyoto (Fonte Kyoto Club). È verosimile il raggiungimento delle diminuzione del 20% delle emissioni entro il 2020 in Italia e in Europa?

Gli obiettivi al 2020 richiesti dalla Unione Europea sono assolutamente a portata di mano. Anzi l’Italia potrebbe e dovrebbe fare molto di più. È ovvio, per arrivare a tale riduzione abbiamo bisogno di politiche certamente non fatte di centrali a carbone, come nel caso di Porto Tolle, centrale autorizzata addirittura all’interno di un Parco Naturale.

Per essere sempre informati sulle attività di Legambiente, o diventare soci, visitate il sito

www.legambiente.it

n°2 - Agosto 2011

Reportage

7


RITTER GRUPPE NEWS

La rivoluzione energetica di Alfred Ritter

Rinnovabile, decentrata ed efficiente: 3 parole per descrivere l’energia del futuro Intervista a cura del Dr. Claudio Funke

S

esi, tra i quali la Cina occupa una posizione molto importante in quanto rappresenta il mercato solare più grande a livello mondiale.

ignor Ritter, nel 1988 dopo Chernobyl ha iniziato ad investire nel settore dell’energia e della tecnologia ecologica fondando Paradigma e diventando così un pioniere dei sistemi di riscaldamento ecologici. Paradigma è parte del gruppo Ritter, che si annovera tra le prime tre più importanti aziende a livello mondiale nel mercato dell’energia solare. Oggi, dopo Fukushima, quali sono i suoi progetti?

Con i suoi sistemi di riscaldamento ecologico, Paradigma è precursore e punto di riferimento per l’innovazione nel settore dei sistemi di riscaldamento rinnovabili. Attraverso i Partner Paradigma e le aziende artigiane qualificate, siete molto vicini ai cittadini e alle esigenze del mercato. Che possibilità ha secondo lei l’approvvigionamento energetico decentralizzato nel dibattito nazionale sull’energia e la costruzione di alternative sostenibili?

Alfred T. Ritter: Ciò che è accaduto a Fukushima ha fatto riemergere la necessità e l’urgenza di attuare una rivoluzione energetica. Sulla scia di ciò, noi continueremo a mantenere, accelerando il ritmo, la nostra rotta. Come dovrebbe attuarsi secondo lei la rivoluzione energetica? Lei è favorevole ad una economia sostenibile. Cosa si potrebbe affinché si realizzi il “passaggio generalizzato verso le energie rinnovabili”, da lei auspicato? AR: L’aspetto fondamentale di una rivoluzione energetica è il cambiamento di mentalità. È giunta l’ora di prendere le distanze dallo sfruttamento della terra sia che si tratti di gas, petrolio o acqua. Il mantenimento della nostra civiltà, basata sulla cultura industriale, dipende in larga misura dalla velocità con cui riusciremo a portare a termine questo compito. Per la rivoluzione energetica non basta trovare una tecnica. Si tratta di creare un mix intelligente di molteplici fonti di energie rinnovabili e di tecniche che aumentino la loro efficienza.

8

Ritter Gruppe News

Alfred Ritter

Il vostro sistema di collettori solari sottovuoto viene anche utilizzato in ambiente industriale. Paradigma opera a livello internazionale ed è in continua crescita. A livello europeo sono nate aziende affiliate in Germania, Austria, Ungheria, Svizzera, Italia, Spagna e nel Benelux. L’azienda affiliata Ritter XL Solar ha costruito impianti industriali in Turchia e in Francia. In Cina state operando tramite una joint-venture. Quali saranno i prossimi progetti? Quanto state puntando sull’espansione all’estero? AR: Ritter Energie-und Umwelttechnik (Tecnologia ecologica e ambientale) è un’azienda che opera a livello internazionale. Stiamo puntando sulla nostra espansione in molti pa-

AR: L’approvvigionamento energetico del futuro dovrà essere per forza decentralizzato in maggior misura rispetto ad oggi. Noi stiamo assecondando questa esigenza, costruendo impianti decentralizzati. Tanto più diretta è la luce solare che arriva al consumatore, la fonte di energia più importante e duratura, tanto minori sono le perdite. Quali saranno gli obiettivi principali di Paradigma, come azienda all’avanguardia nel riscaldamento solare? Quali sono i prodotti con i quali intende promuovere una tecnologia ecologica ed ambientale? AR: Abbiamo già raggiunto una standard elevato negli impianti medio-piccoli. In futuro intendiamo impegnarci ancora di più nel settore industriale lavorando su impianti di qualche migliaio di metri quadri.

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


EDIZIONE 2011

Paradigma vola in Cina Trasferta asiatica per un gruppo di clienti di Aldo Carcione Dal 16 al 24 maggio Paradigma ha avuto l’immenso piacere di condividere con un nutrito gruppo di clienti (molti con le mogli) emozioni ed esperienze in occasione del viaggio in Cina 2011. Un tour che ha toccato alcune tra le più affascinanti città dell’oriente come Pechino, Jinan e Shangai. La Cina stupisce per i grandi numeri, i grandi spazi... quando si arriva a Pechino, città di oltre 20 milioni di abitanti, si resta a bocca aperta per le grandi strade e la diversità rispetto alle città Europee. Piazza Tienanmen (la più grande al mondo) e la Città Proibita sono mozzafiato. La Città Proibita è qualcosa di emozionante, è stata l’abitazione degli imperatori e delle loro famiglie, ed è composta da 980 edifici divisi in 8.707 camere per una superficie di 720.000 m2. Nei giorni a seguire un’altra grande meraviglia ha stupito tutti e messo a dura prova la resistenza fisica: la Grande Muraglia cinese. L’occhio umano non ne vede la fine (è lunga più di 8 km), indicata come l’unica opera umana visibile dallo spazio, è un’opera maestosa che conta più di 40.000 torri di guardia. Per rimanere in tema di grandi numeri... la seconda parte del nostro viaggio ci ha portato a Jinan perr visitare Linuo Paradigma; il giusto connubio tra arte, storia e tecnologia: in Linuo

n°2 - Agosto 2011

vengono prodotti i tubi in vetro per tutti i pannelli sottovuoto del gruppo! Quest’anno Linuo Paradigma compie 10 anni e d’obbligo sono stati i festeggiamenti... il popolo cinese si riconosce anche per l’ospitalità. Il tour è poi approdato nella meravigliosa ed imponente Shanghai, la nostra ultima tappa. Definito come il cuore economico della Cina, Shangai è una città moderna, tecnologica e dallo stile avveniristico. Dalle rive del fiume Huang Pu, su cui sorge, siamo riusciti ad ammirarla in tutto il suo splendore. Ma Shangai è anche tradizione... il tempio del Buddha di Giada è un luogo sacro in peno centro città, tra i suoi grattacieli e il suo rumoroso traffico cittadino, un ambiente ricco di suggestioni e misticismo. Il tempio offre molti spunti di interesse, tra questi senz’altro la statua del Buddha di giada che dà il nome al tempio, ed è davvero imponente per la sua stazza... è alta quasi due metri! Non c’è niente di meglio che un buon gruppo di amici per scoprire una cultura così lontana da quella occidentale, ma così affascinante! Il tutto ovviamente è stato reso indimenticabile dalla compagnia... un affascinante gruppo di viaggio. Grazie a tutti!

9


SOL&VINO TOUR 2011

Un successo itinerante Quattro tappe per apprezzare la tradizione, gli aromi e i profumi della tradizione vitivinicola italiana

S

ol&Vino Paradigma Tour è nato con l’intento di abbinare alla filosofia di Paradigma l’atmosfera e la tradizione che si creano intorno al vino. Quattro tappe in alcune delle più belle cantine italiane ci hanno permesso di incontrare più di 500 persone e condividere con loro momenti unici legati alla tradizione ma soprattutto alla degustazione di vini pregiati e specialità locali. I meeting che sono stati organizzati sono stati indispensabili momenti di confronto che ci hanno permesso di condividere informazioni e opinioni. Nelle giornate dedicate ai Partner si è parlato soprattutto delle tendenze del mercato, in particolare quello del solare, ma anche di legislazione, di

sistemi di incentivazioni e di future strategie aziendali. Nelle giornate dedicate al Porte Aperte i meeting sono serviti soprattutto per presentare l’azienda a chi non la conosceva, ma soprattutto ad approfondire dal punto di vista tecnico i prodotti, in particolare il funzionamento Sistema Solare Aqua che ricordiamo essere esclusivo di Paradigma. Il successo ottenuto ha consolidato il rapporto con i nostri Partner, ma soprattutto ci ha dato l’opportunità di incontrare molte persone che si sono presentate per avere informazioni sull’azienda, sui prodotti e per approfondire la nostra filosofia…

Le tappe

1.

10

Siamo partiti il 16/17 giugno dalla cantina 47 Anno domini di Roncade (TV)

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


2.

Abbiamo visitato la Cantina Scarpa Colombi di Bosnasco (PV) il 23/24 giugno

Siamo tornati in Veneto per visitare la cantina CĂ Rugate di Montecchia di Corsara il 29/30 giugno

3.

4.

Abbiamo concluso il tour a Canelli (AT) alla prestigiosa cantina dei F.lli Gancia

n°2 - Agosto 2011

11


STAR DAY PARADIGMA 16-17 LUGLIO 2011

Notte da sogno per le nostre Stelle sogno per Paradigma sbarca a Venezia e porta i Partner Star System alla festa del Redentore È dal 1577 che a Venezia si festeggia il Redentore, festa molto sentita dai veneziani, che ricorda la fine di una terribile pestilenza. Ogni anno centinaia di migliaia di persone accorrono in barca, sulle terrazze o nelle calli per festeggiare e ammirare l’evento clou: lo spettacolo pirotecnico. Quest’anno Paradigma ha voluto dedicare agli Star System, i clienti Partner d’eccellenza, un week end a Venezia unendo il fascino di una serata in barca, in occasione di questa particolare festa, a quello di un gita domenicale per scoprire le calli e le isole più caratteristiche. La due giorni è iniziata presso l’Hilton Garden INN di Mestre dove si è tenuto un meeting in cui le tematiche legate alla situazione di mercato e all’ attuale stato della legislazione italiana con un focus sui possibili futuri scenari, sono state la base di partenza per un confronto e uno scambio d’opinione con i Partner, la cui opinione si è sempre rivelata di fondamentale importanza per

12

Paradigma. Con l’occasione, inoltre, state presentate in anteprima le Pompe di Calore e i ventilconvettori che saranno in vendita da settembre: la gamma di prodotti Paradigma cresce! Nel corso dell’incontro, per approfondire la situazione del solare termico e delle energie rinnovabili in Italia, è intervenuto Davide Sabbadin, esponente di Legambiente Veneto nonché coordinatore dei gruppi di acquisto solare presso l’associazione. Al tramonto, come da tradizione, i Partner sono stati accolti a bordo di un’imbarcazione, debitamente addobbata, che li ha portati a ridosso del bacino di San Marco per trascorrere una serata emozionante tra musica, balli e gli spettacolari fuochi d’artificio, che per 40 minuti hanno tenuto tutti a naso in su! Durante la serata sono stati nominati i 6 nuovi Partner ( Idra di Alberto Musatti, La Nuova Futura Srl, Sinico Elio Srl, New Energy Impianti Srl, Petenà Renato & C. Srl, Nuo-

va Patron Sas di Patron Antonio) che entrano di diritto a far parte dello Star System di Paradigma Italia. Il giorno successivo, dopo una passeggiata in una Venezia inedita tra le calli meno turistiche, il gruppo si è di nuovo imbarcato alla volta dell’isola del Torcello dove li aspettava un pranzo nella cornice della splendida quanto prestigiosa locanda Cipriani. In questa occasione il partner Mersel Al Afeer (VA) si è aggiudicato un “prezioso”omaggio (un orologio Tag Heuer) offerto da Paradigma Italia! Un weekend davvero memorabile tramite cui Paradigma Italia ha potuto condividere con i propri Partner momenti emozionanti e coinvolgenti di una festa che si ripete da oltre quattro secoli.

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


ANTE LA SERATA

UR PREMIAZIONE D

ano r t n e e ll e t s 6 e r Alt m e t s y S r a t S o ll ne Paradigma! di da Siamo fieri

re il benven

uto a:

tti lberto Musa • Idra di A rl a Futura S • La Nuov o Srl • Sinico Eli ti Srl rgy Impian • New Ene rl S . enato & C nio • Petenà R Patron Anto i d s a S n o tr a • Nuova P

n°2 - Agosto 2011

13


SPECIALE - COMUNE DI POPOLI (PE)

Tre impianti per un comune virtuoso Risparmiate 3.582 tonnellate all’anno di CO2

I

l comune di Popoli da sempre si contraddistingue per essere molto sensibile alle tematiche energetiche ed ecologiche con l’obiettivo di ridurre i consumi energetici, a partire proprio dalle utenze pubbli-

14 Impianti e realizzazioni

che, attraverso lo sfruttamento delle energie rinnovabili. È per questo motivo che ha portato avanti una serie di progetti che riguardavano la realizzazione di 3 impianti solari termici utilizzando i cofinan-

ziamenti concessi dal ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare tramite il bando “Misura1- Il Sole negli Enti pubblici” che fa riferimento al programma nazionale dell’Energia Solare.

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


Sistemi solari

Caldaie a condensazione

Sistemi a Pellet

Piscina comunale di Popoli

L

’impianto solare termico realizzato presso la Piscina Comunale di Popoli è il più grande tra quelli realizzati nel territorio comunale. L’impianto, un Sistema Solare Aqua, è costituito da un totale di 44 collettori solari sottovuoto CPC 45, per una superficie complessiva di 216 m2 ed una potenza termica di 140 kW, inclinati a 45° e con orientamento pari a 11° SUD. A completamento sono stati installati 2 accumuli inerziali PS, uno da 5000 litri e l’altro da 4000 lt, 2 bollitori SI a strati da 1000 litri con scambiatore a piastre esterno da 200 kW per il riscaldamento dell’ acqua calda sanitaria, un sistema di termoregolazione SystaSolar XL-Solar (specifica per i grandi impianti) ed un sistema di monitoraggio del rendimento solare. Il grande campo solare è stato posizionato a terra in un area delimitata da una recinzione: appositi tubi interrati

permettono il collegamento dei collettori solari con il locale accumuli posto nei pressi del locale tecnico esistente. Nel locale tecnico già esistente, sono stati collocati due nuovi bollitori per l’ACS, il sistema di monitoraggio ed il sistema di termoregolazione MES. L’impianto contribuisce oltre che alla produzione di acqua calda sanitaria, anche al riscaldamento dell’acqua delle piscine e dei locali della piscina, della palestra e dell’adiacente Palazzetto dello Sport. Partendo dal calcolo della producibilità dell’ impianto solare termico installato pari a 189.454 kWh/anno di cui 47.198 kWh/anno per l’acqua calda sanitaria sono stati calcolati i risparmi di combustibile ed economici attesi. Considerando che il combustibile utilizzato dalle caldaie è il metano (potere calorifico pari a circa 9,7 kWh/mc) si può stimare un risparmio annuo pari

Progettista: Arch. Italo Marchionni Ditta installatrice: I.S.E. Snc Di Secone Seconetti Fabio C.Da Fonte Antica,13 - 64025-Pineto Direzione dei lavori: Arch. Italo Marchionni Responsabile del procedimento: Arch. Franco Visconti Responsabile di cantiere: Secone Seconetti Fabio Consulenza: Entrope snc di Forcucci Enrico e Raffaella Arch. Pasqualino Grifone

a circa 19.500 m3 di metano, che corrisponde ad un risparmio in bolletta di circa € 11.700 l’anno, considerando il costo del metano pari ad € 0,6 al m3. Per quanto riguarda la riduzione delle emissioni in atmosfera si prevede una riduzione annua di circa 45.000 Kg. di CO2.

Schema tecnico di centrale

n°2 - Luglio 2011

Impianti e realizzazioni 15


Speciale - Comune di Popoli (segue da pag. 15) Residenza per anziani “Il Giardino”, Popoli

I

l Giardino è una residenza per anziani situata nel centro di Popoli (PE), che conta un totale di circa 60 utenze costanti durante tutto l’arco dell’anno. L’edificio è costituito da 4 piani: il piano terra ospita i locali dell’amministrazione, il soggiorno, la ristorazione, le terapie fisiche e le attività sociali dei degenti; il primo, secondo e terzo piano ospitano invece le camere dei degenti. Questa tipologia di utenza energetica ha delle caratteristiche molto simili a quelle di un’utenza ospedaliera, in quanto è caratterizzata da una presenza costante di utenti che necessitano sempre di comfort termico elevato. Viste queste particolari esigenze è emersa la necessità di adattare l’impianto idraulico tramite la sostituzione dei generatori di calore e l’installazione di un sistema solare termico in grado di sostenere il fabbisogno di riscaldamento e acqua calda sanitaria della struttura. Prima di tutto è stato sostituito il vecchio generatore di calore con caldaie a condensazione Modula II 115 kW che consentono di mantenere il rendimento della centrale termica ai massimi livelli, anche quando la potenza termica richiesta è ridotta o intermittente. Il generatore sfrutta il principio della modulazione della potenza richiesta all’impianto e si

Sistemi solari

adatta alla richiesta di calore effettiva dell’impianto di riscaldamento in base alle condizioni climatiche. In questo modo vengono ottimizzate le accensioni del generatore ed i ritorni del circuito di riscaldamento nella maggior parte dell’anno riescono ad essere freddi. Come accennato in precedenza, è stato inoltre installato un impianto solare termico “Sistema Solare Aqua” formato da 12 pannelli solari sottovuoto CPC 21 per una superficie totale di 44 m2 e una potenza termica di 32,9 kW. Il consumo giornaliero di acqua calda sanitaria si attesta intorno ai 3000 lt/giorno, per un fabbisogno complessivo di circa 46.600 kWh/anno, pari a circa il 17% del fabbisogno energetico termico della struttura. L’installazione di un impianto solare termico in queste tipologie di utenze permette di ridurre fortemente i consumi ed i costi legati al fabbisogno di acqua calda. Inoltre, nelle ore della giornata in cui scende il fabbisogno, il calore fornito dai collettori solari va ad integrare la richiesta di calore per il riscaldamento, aumentando ancora di più l’efficienza globale del sistema. Completano l’impianto 2 accumuli inerziali PS da 1500 litri e un bollitore sanitario da 1000 l: tutto il sistema viene gestito da una regolazione MES. Schema tecnico di centrale

16 Impianti e realizzazioni

Caldaie a condensazione

Sistemi a Pellet

L’energia solare fornita dai collettori va a coprire circa l’84% del fabbisogno di ACS, con un leggero esubero nei mesi estivi. Sulla base delle caratteristiche del sistema appena presentato, si può arrivare ad una percentuale di risparmio sul fabbisogno energetico complessivo di ACS e riscaldamento pari al 40-45%. Risparmi energetici attesi. Calcolata la producibilità dell’impianto solare termico installato pari a 189.454 kWh/anno di cui 47.198 kWh/anno per l’acqua calda sanitaria, si è passato al calcolo dei risparmi di combustibile ed economici attesi. Considerando che il combustibile utilizzato dalle caldaie è il metano e che il suo potere calorifico è pari a circa 9,7 kWh/ mc, si può stimare un risparmio annuo pari a circa 19.500 mc di metano, che corrisponde ad un risparmio in bolletta d circa € 11.700 l’anno, considerando il costo del metano pari ad € 0,6 al mc. Per quanto riguarda la riduzione delle emissioni in atmosfera si prevede una riduzione annua di circa 45.000 Kg. di CO2. Progettista: Arch. Pasqualino Grifone Ditta installatrice: LUCSA srl - Via Tiburtina Valeria, KM188 - 65028 Tocco Da Casauria (PE) Direzione dei lavori: Arch. Pasqualino Grifone Responsabile del procedimento: Arch. Franco Visconti Responsabile di cantiere: Sig. Emilio Uberti Consulenza: Entrope snc di Forcucci Enrico e Raffaella

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


Sistemi solari

Caldaie a condensazione

Sistemi a Pellet

Plesso scolastico di viale Buozzi, Popoli

L

’impianto è costituito da un totale di 10 collettori solari sottovuoto (8 CPC45 e due CPC 30) per una superficie complessiva di 45 m2, una potenza termica di 29 kW e con inclinazione pari a 30° (orientamento pari a 11° SUD-EST). Il campo solare è stato posizionato su di una terrazza dell’edificio scolastico e apposite tubazioni, altamente isolate, permettono il collegamento dei collettori solari con il locale accumuli posto vicino il locale tecnico esistente. Nel locale accumuli, appositamente

realizzato, sono stati collocati i due accumuli inerziali PS da 1500 lt con i rispettivi vasi di espansione, la stazione solare STA BIG, ossia il sistema che permette tramite delle sonde e pompe di circolazione il trasferimento dell’acqua calda raccolta dai collettori agli accumuli del sistema, il bollitore SI 1000 lt per l’acqua calda sanitaria, il sistema di monitoraggio, il sistema di termoregolazione MES e la regolazione dell’impianto solare Systa Solar Aqua. L’impianto solare termico installato fornisce acqua calda sanitaria

dell’intero plesso scolastico, compresi scuola materna e asilo nido. Nel caso in cui l’impianto solare termico non sia sufficiente a soddisfare tutta la richiesta di acqua calda (giornata con poco sole, eccessiva richiesta di calore…) intervengono in modo automatico le due caldaie esistenti che si attivano scaldando l’acqua degli accumuli. In base alle stime fatte si calcola una riduzione del consumo di metano di circa 3.620 mc/ anno e una riduzione di CO2 di circa 4,98 tonn/anno.

Riferimento Paradigma: Renzo Palmioli Disposizione campo solare

Schema tecnico di centrale

Progettista: Arch. Fabrizio Chella Ditta installatrice: Ditta installatrice: I.S.E. Snc Di Secone Seconetti Fabio C.Da Fonte Antica,13 - 64025-Pineto Direzione dei lavori: Arch. Fabrizio Chella Responsabile del procedimento: Arch. Franco Visconti Responsabile di cantiere: Secone Seconetti Fabio Consulenza: Entrope snc di Forcucci Enrico e Raffaella Arch. Pasqualino Grifone

n°2 - Luglio 2011

Impianti e realizzazioni 17


MIRANO (VE)

Mirano... al meglio

Ecologico, sicuro e confortevole: non poteva che ottenere una classe A!

N

ella centralissima piazza delle Erbe di Mirano (VE), centro della vita culturale e sociale del paese, siamo andati a visitare una complesso residenziale e commerciale davvero degno di nota: uno stile semplice e pulito che non contrasta con l’architettura cittadina, studiato nei particolari, dotato di finiture di lusso…ed ecologico! Di fronte alla Fontane della Pace si erge l’edificio, composto da 6 appartamenti ad uso residenziale di ampissima metratura e 5 negozi situati al piano terra. Gli appartamenti presentano finiture di lusso, infissi isolanti, parquet ovunque: la sensazione è quella di trovarsi in un ambiente a dir poco confortevole. L’edificio gode

18 Impianti e realizzazioni

della classificazione energetica CasaClima e si attesta tra la categoria A e A+ della stessa scala di riferimento: il fabbisogno termico è quindi inferiore ai 30 kWh/m2/anno. Per rientrare in questa categoria ricordiamo che bisogna possedere determinate caratteristiche, come un alto grado di isolamento termico della superficie esterna, finestre altamente isolanti, assenza di ponti termici, utilizzo dell’energia solare, impiantistica ottimale etc etc… Nella fattispecie in questo edificio si è scelto di adottare il Sistema Solare Aqua Paradigma, un impianto solare termico costituito da 10 pannelli solari sottovuoto CPC 30, incassati e disposti su falda a tetto. Il sistema solare

produce l’acqua calda sanitaria e fa da integrazione al riscaldamento. Il locale termico, suddiviso in due vani, si trova nel seminterrato ed è così composto: nel primo vano troviamo un accumulo inerziale PS da 2000 l, una termoregolazione SystaSolar che gestisce l’impianto solare e una regolazione MES che gestisce tutto il sistema. Nel secondo vano, invece, troviamo un bollitore sanitario SI da 1000 l con un gruppo di carico da 60 kW. Il riscaldamento degli appartamenti e dei negozi è affidato a due caldaie a condensazione Modula II 45 della potenza complessiva di 90 kW che si trovano all’interno di un cabinet da esterno posizionato sul tetto dell’edificio.

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


Sistemi solari

Caldaie a condensazione

Sistemi a Pellet

PROGETTISTA Ing. Giuseppe Simion Via Caltana, 165 - Scaltenigo di Mirano (VE) Tel. 041-577.03.81 - Fax 041-577.81.47 e-mail: tecnico@studiotomaellosimion.it

INSTALLATORE Linova Impianti Via Scaltenigo, 89 - Mirano (VE) Tel. 041-570.15.24 - Cell. 335-813.10.18

COSTRUTTORE Riviera 2000 Via C. Colombo, 18/2 Mirano (VE) Tel. 041-570.30.35 Fax 041-572.58.32 Riferimento Paradigma: Ivano Buso - Essedue Sistemi Energetici snc Padova

Schema tecnico di centrale

n째2 - Luglio 2011

Impianti e realizzazioni 19


QUI UFFICIO TECNICO

Catturare il sole: un gioco da ragazzi! Grazie alla modularità dei Sistemi Paradigma

Q

uando le risorse di energia sono limitate, il solare è la scelta più sicura: gli impianti solari non sono solo un contributo attivo alla tutela del clima, ma rendono l’utilizzatore indipendente dai continui aumenti del prezzo dell’energia. Contribuire alla tutela climatica è molto semplice: bastano pochi interventi per adattare la propria abitazione al solare. Il calore riscalda l’acqua nel collettore solare (v. schema pag. 21, punto A). Con un impianto Paradigma il calore solare viene trasmesso nelle condutture solari (B) attraverso l’acqua pura, mentre la stazione solare (C) gestisce il funzionamento dell’intero impianto solare. Con il supporto della pompa a risparmio energetico e la regolazione solare, l’acqua, riscaldata dal calore solare, viene trasportata verso l’accumulo e il funzionamento dell’impianto viene monitorato costantemente. L’accumulo di calore (D) conserva il calore per la produzione di acqua calda sanitaria e per il supporto al riscaldamento centralizzato. Qualora il calore solare disponibile non fosse sufficiente, interviene la caldaia (E) come integrazione al riscaldamento dell’acqua. In questo modo l’acqua calda sanitaria (F) per doccia e bagno e l’acqua calda (G) per radiatori e riscaldamento a pavimento o a parete potrà sempre essere disponibile. Il vostro bollitore di accumulo si trasforma in accumulo solare! Passo 1: I collettori solari La decisione di installare un impianto solare sul tetto della vostra casa è

20 Qui Ufficio Tecnico

un primo passo verso il futuro. Mentre le risorse fossili disponibili sulla terra sono destinate ad esaurirsi in tempi prevedibili, il sole continuerà a splendere in modo illimitato e gratuitamente. Un impianto di riscaldamento solare Paradigma vi aiuta a sfruttare in modo ottimale il calore del sole, senza che sia necessario acquistare un impianto di riscaldamento oppure un nuovo serbatoio di accumulo di calore. Il principio di funzionamento di un impianto Paradigma efficiente è molto semplice: utilizzare il calore illimitato del sole per la produzione di acqua calda sanitaria e come integrazione all’impianto di riscaldamento già esistente. L’energia solare viene catturata direttamente sul tetto della propria abitazione attraverso dei collettori solari altamente efficienti (A). Invece dei soliti pannelli solari piani, questi collettori sono composti da tubi sottovuoto dotati di un rivestimento a specchio CPC altamente riflettente. Anche quando il cielo è nuvoloso tali specchi riflettono la luce verso l’interno dei tubi. Il vuoto tra il tubo di vetro esterno e quello interno serve a fare in modo che il calore catturato non possa più fuoriuscire: il principio è simile a quello di un thermos che mantiene caldo per ore il caffé al suo interno. Inoltre, ciò che distingue i collettori sottovuoto dai collettori piani non

è solo la maggiore efficienza ma anche il liquido solare: al posto del liquido antigelo chimico, i collettori Paradigma utilizzano semplicemente acqua. L’acqua è di gran lunga migliore per quanto riguarda la conducibilità di calore e soprattutto non richiede alcuna manutenzione. All’interno del pluripremiato Sistema Aqua è possibile collegare senza problemi e in tempi brevi i collettori solari Paradigma al circuito di riscaldamento esistente. L’impianto solare con il Sistema Aqua funge da seconda caldaia. È possibile aggiungere qualsiasi elemento al circuito in quanto il sistema si adatta a qualunque tipo di abitazione, semplificando in questo modo il passaggio al solare a tutti i consumatori responsabili. Grazie al circuito termico solare, che funge da integrazione al circuito di riscaldamento esistente, le prospettive di durata dell’impianto si allungano. La caldaia esistente viene utilizzata solo nei momenti in cui l’energia solare non è sufficiente. Spesso, nei mesi estivi può essere spenta completamente. La soluzione ideale per la regolazione dell’impianto solare con sistema Aqua è la stazione solare STAqua II (C), l’unica centralina al mondo con misurazione esterna del rendimento solare. Il regolatore solare integrato SystaSolar Aqua II monitora in modo costante il funzionamento dell’impianto solare, raggiungendo un livello di sicurezza vicino al 100%. Qualora dovesse esserci nonostante ciò qualche guasto

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


Questo sistema gode della certificazione Blau Engel

al funzionamento, il sistema Aqua lo segnale attraverso un segnale acustico. Un display ben leggibile indica poi tutti i dati importanti – temperatura, efficienza e rendimento dell’impianto - su un’unica schermata. Grazie ai più moderni sistemi di misurazione, alla pompa ad alta efficienza energetica e alla regolazione solare, STAqua garantisce in abbinamento al sistema Aqua Paradigma il massimo del rendimento solare con il minimo in termini d’impiego di energia. A partire dal 2006, tale tecnologia è stata resa applicabile anche agli impianti industriali, commerciali e in edifici con più abitazioni, come ad esempio la fiera di Wels in Austria che rappresenta con i suoi 3373 metri quadrati l’impianto più grande al mondo con collettori a tubo sottovuoto di teleriscaldamento. Passo 2 L’accumulo di acqua sempre fresca. L’energia accumulata dai collettori solari Paradigma viene conservata all’interno dell’impianto di riscaldamento ed è sufficiente a coprire il fabbisogno di una casa singola. Grazie all’installazione di un serbatoio di accumulo di acqua dolce, come ad esempio l’Aqua EXPRESSO (D) all’interno dell’impianto esistente è possibile avere a disposizione in qualsiasi momento quantità di acqua calda maggiori. L’installazione di un serbatoio di accumulo Paradigma aumenta l’efficienza dell’impianto solare ed è soprattutto indicato per le abitazioni plurifamiliari, dove c’è la necessità di rifornire contemporaneamente diversi punti di prelievo d’acqua, come ad esempio vasche da bagno, docce, ecc. Con una capacità di erogazione di 35 litri al minuto, l’accumulo solare Aqua

n°2 - Agosto 2011

EXPRESSO rende disponibile l’acqua in quantità sufficiente e ad una temperatura costante. A differenza dei serbatoi d’accumulo di acqua calda tradizionali, il prodotto Paradigma non contiene al suo interno acqua potabile o sanitaria. Esso assume la funzione di centrale di calore che immagazzina l’acqua per il riscaldamento insieme al calore prodotto dall’energia solare. L’acqua potabile e sanitaria, viene riscaldata e immessa nel circuito al momento della richiesta. In questo modo l’acqua potabile non rimane per lungo tempo all’interno

dell’accumulo, ma viene prodotta continuamente acqua fresca, che dal punto igienico è di qualità migliore. E’ possibile regolare individualmente la velocità e la temperatura della preparazione dell’acqua calda tramite un programma orario. L’Aqua EXPRESSO è stato premiato per la sua tecnologia innovativa con l’Intersolar Award come prodotto più vicino alle esigenze del consumatore. L’accumulo può essere installato insieme ai collettori solari oppure può essere aggiunto in qualsiasi altro momento – ad esempio quando s’intende sostituire la caldaia vecchia con una nuova. Passo 3 Rinnovare l’impianto di riscaldamento. Ovviamente è possibile rinnovare l’intero

impianto di riscaldamento nella propria abitazione sulla scia del cambiamento verso l’energia solare. Tale soluzione è particolarmente indicata in quei casi in cui il vecchio impianto è datato e quando s’intende sostituirlo comunque a breve tempo. Come per tutti gli interventi d’installazione di elementi ad energia solare, tale passo può avvenire in modo indipendente dall’installazione dei collettori solari e dell’accumulo d’acqua - quindi anche in momento successivo. Coloro che decidono per il rinnovamento dell’impianto di riscaldamento, che interviene solo in caso di necessità, ovvero come sostegno all’impianto solare, possono scegliere tra diverse soluzioni di riscaldamento ecologico. Ad esempio si può optare per una caldaia a pellet Paradigma (E) che è alimentata a pellet, ossia materiale proveniente da fonti rinnovabili. Un’altra alternativa è la caldaia a gas a condensazione, che grazie all’elevato r e n d i m e n t o rappresenta un’ottima soluzione di integrazione all’impianto solare. Grazie al sistema modulare dei sistemi tecnologicamente innovativi Paradigma, il passaggio al solare diventa per tutti estremamente facile e possibile in qualsiasi momento. Ogni aggiunta di nuovi elementi all‘impianto di riscaldamento aumenta passo dopo passo la sua efficienza.

Qui Ufficio Tecnico 21


NOVITÀ - POMPE DI CALORE

Libra e Vayu: aria di novità in casa In anteprima due nuovi prodotti Paradigma Italia

S

ono in arrivo a settembre le pompe di calore aria-acqua Paradigma: un connubio tra design, tecnologia e funzionalità che abbinato al Sistema Solare Aqua permetterà di avere rese energetiche di altissimo livello.

Libra è la pompa di calore splittata a ciclo reversibile per il riscaldamento invernale, la produzione di acqua calda sanitaria e la climatizzazione estiva. Libra è composta da due unità: quella esterna (simile ad un normale climatizzatore) è un compressore con motore a magneti permanenti (DC) ad alta efficienza, la parte interna invece è un pensile simile ad una caldaia completo di scambiatore a piastre, pompa di circolazione, vaso di espansione… Le pompe di calore che sfruttano la tecnologia DC inverter consentono alti valori di COP (coefficiente di rendimento) anche a basse temperature esterne. Adatta ad uso residenziale, Libra sarà disponibile nelle potenze 8/12/15 kW.

Libra - unità esterna

22 Novità

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


Paradigma

Vayu è il ventilconvettore che con soli 13 cm di profondità si conferma il più sottile del suo genere. Disponibile in due colori (bianco e grigio), Vayu si presenta con uno stile elegante, attento al design e per questo completamente integrabile nell’arredamento. In un solo apparecchio si propone come la migliore soluzione per il riscaldamento, il raffrescamento e la deumidificazione.

Vayu - irraggiamento

n°2 - Agosto 2011

Vayu Riscalda e raffresca con estrema rapidità ed una volta raggiunta la temperatura desiderata, la mantiene con molta precisione e nel massimo silenzio. Vayu è disponibile anche con funzione di riscaldamento ad irraggiamento. Questo lo rende ideale (proprio per poter riscaldare anche a temperatura inferiore a 50°C) all’abbinamento con una pompa di calore.

Vayu - pannello comandi

Novità 23


QUI FORMAZIONE

La formazione dà... i numeri

675 partecipanti e 420 ore di lezione nel primo semestre 2011 È tempo di bilanci e, come di consuetudine, si deve capire cosa è andato a buon fine, oppure no, ed ecco che i freddi ed implacabili numeri diventano indispensabili: andamenti, partecipazioni, soddisfazione, tutto è sotto controllo! Dal lontano 1998, anno in cui Paradigma ha iniziato a spargere il suo seme sul territorio italiano, l’aspetto formativo ha sempre occupato un posto di primo livello e nel 2010, sulla base di questa convinzione, ha preso forma, come sapete, AGORÀ, un progetto che garantisce una maggiore offerta a livello formativo a 360°. L’offerta si è allargata ben oltre i semplici prodotti ed è giunta ad offrire percorsi mirati all’apprendimento di stili di comunicazione efficaci, di vendite di prodotti di primo livello “Premium”, benchmark, il “fare gruppo” come concetto vincente …e molti altri ancora. Nel primo semestre del 2011 sono stati introdotti TRE NUOVI MOMENTI FORMATIVI TECNICI: il corso H2O Trattamento Acqua, il corso TTB Termotecnica di base ed il corso WOD Prodotti Wodtke. Sono state previste per queste nuove tipologie di corso singole date nella sessione autunnale, quindi nel caso fosse di vostro interesse iscrivervi

24 Qui Formazione

visitate il sito www.paradigmaitalia.it alla sezione Formazione. Inoltre, l’ingresso di nuovi prodotti quali la Pelletti III, i nuovi bollitori AquaSun Plus, l’accumulo Expresso consente di mantenere sempre aggiornata l’offerta formativa dedicata ai nostri clienti. Qualche numero. L’esperienza ci insegna che non dobbiamo fermarci ai risultati ottenuti

con percentuali di soddisfazione che sfiorano il 98%, ma dobbiamo riuscire a mantenere questa eccellenza e cercare continui stimoli e miglioramenti dell’attività offerta. Nel primo semestre sono transitati 675 partecipanti, la maggior parte dei quali installatori, ma non solo, anche progettisti e figure commerciali, per un totale di 420 ore di formazione erogate, sommando i singoli corsi; vale a dire 52 giorni lavorativi... ecco perché per Paradigma investire nella vostra formazione è una Priorità! I numeri sono riferiti agli incontri formativi tecnici e tecnico/commerciali

organizzati dal Centro servizi, da cui sono esclusi i brevi meeting commerciali che si svolgono sia in sede che presso le filiali, e che vengono organizzati direttamente dalla filiale come strumento di aggiornamento commerciale, presenza sul territorio e momento d’incontro con la propria rete Partner o Centro Assistenza. Per Paradigma la formazione è un percorso di crescita che dura da ben 13 anni e ci ha portato ai risultati odierni grazie alla collaborazione e coinvolgimento di tutti i reparti, perché l’idea di azienda che ha Paradigma è di una squadra unica e vincente in cui gli attori protagonisti non sono i singoli ma il Gruppo, alimentato dalle migliori caratteristiche di ogni singola persona. Tra gli attori privilegiati ci sono anche loro, i Corsisti, che determinano l’andamento del settore formativo. Il team formazione ringrazia quindi tutti i partecipanti delle edizioni formative e delle diverse sessioni formative.

PER ISCRIZIONI:

www.paradigamitalia.it oppure contattate la nostra Segreteria Formazione: Sabrina Federici - tel 0465/684751 o s.federici@paradigmaitalia.it

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


MERCATO & NORMATIVE

Semplicate le agevolazioni fiscali Novità della Finanziaria 2011 di Stefania Giacometti La conversione in legge del decreto sviluppo (DL 70/2011) e la manovra finanziaria del 6 luglio 2011 hanno introdotto alcune semplificazioni sugli adempimenti per le ristrutturazioni edilizie per il 36% e il 55%, riassunti di seguito: 1 - Costo della manodopera: dal 14 maggio 2011 sulle fatture emesse nei confronti dei soggetti che intendono beneficiare della detrazione IRPEF del 36% o di quella IRPEF e IRES del 55% non deve più essere indicato obbligatoriamente il costo della manodopera impiegata nell’esecuzione dei lavori. 2 - Comunicazione preventiva: per i lavori di ristrutturazione edilizia iniziati dal 14 maggio non si deve più inviare, prima dell’inizio dei lavori, la comunicazione al Centro operativo di Pescara,

n°2 - Agosto 2011

per poter beneficiare della detrazione del 36%. Occorre invece indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile. 3 - Ritenuta: la ritenuta d’acconto del 10% trattenuta delle banche e dalle poste sui bonifici incassati dagli esecutori dei lavori di ristrutturazioni edilizie e per il risparmio energetico è stata ridotta al 4%. La nuova percentuale si applica ai bonifici effettuati dal 6 luglio 2011, data di entrata in vigore della manovra. 4 - Agevolazioni fiscali: Le detra detrazioni fiscali subiranno un taglio del 5% per il 2013 e del 20% a partire dal 2014. Tra le detrazioni che subiranno la riduzione, ci sono quelle del 36% sulla ristrutturazione del patrimonio edilizio e del 55% per gli inter-

venti di riqualificazione energetica. Ma il bonus del 55% scade il 31 dicembre 2011 mentre quello del 36% il 31 dicembre 2012, quindi il taglio sarà effettivo solo se le due agevolazioni verranno prorogate nei prossimi anni. Sembrava che la detrazione fiscale del 55% dovesse inevitabilmente terminare a fine 2011, ma dalle ultime indicazioni pare che il Governo stia pensando di considerare e prorogare ulteriormente l’agevolazione. Sarà nostra cura tenervi aggiornati sul prossimo numero di Sole. Per chiarimenti e/o informazioni: marketing@paradigmaitalia.it

Mercato & normative 25


RACCONTA IL TUO VIAGGIO

LINK UTILI www.madrid.it www.viaggioinspagna.it www.lonelyplanetitalia.it

provare per credere! credere! di Selena Bonfiglioli Finalmente, dopo 5 lunghi mesi di attesa, il 1° giugno è arrivato: le valigie erano pronte da giorni, noi da 5 mesi. Non vedevamo l’ora di partire e, dopo che la sottoscritta è stata fermata ai controlli e soprattutto scambiata per una spagnola (gran bel complimento! Tanta roba!), alle 16.00 il nostro aereo per la splendida Madrid è decollato ed ha avuto inizio la nostra avventura! Appena atterrati ci sembrava di essere stati trasportati in un batter d’occhio in un altro pianeta: ebbene sì, MADRID è caratterizzata da uno stile e una classe unici. Presi dall’euforia e dalla frenesia di scoprire nuovi posti siamo andati di corsa a mettere le valigie in hotel che si trovava in una laterale della Gran Via, il cuore pulsante della città. Qui c’è traffico ad ogni ora del giorno e della notte e tutti si danno appuntamento per fare shopping, cenare o dare inizio alle celebri e lunghe notti madrilene. Dopo appena due minuti eravamo già a Puerta Del Sol, famosissima soprattutto perchè qui si trova il “punto zero”, ossia il punto dal quale vengono calcolate le distanze alle altre città spagnole e non solo; qui si trova anche una delle statuesimbolo della città: l’ orso che morde un corbezzolo. Abbiamo visitato, poi, Plaza Mayor, una piazza molto scenografica dai mille colori che danno la sensazione di essere in un posto tranquillo e sereno, ma allo stesso tempo

vivace.. è proprio qui che si trova la famosa “Casa de la Panaderia” riconoscibile dagli affreschi - allegoria dello zodiaco - che colorano la facciata e dalle torri che la adornano. Il sole sembrava non tramontare mai... cammina cammina, ci siamo trovati davanti al maestoso e immenso Palacio Real, che si trova proprio di fronte alla famosa e recente cattedrale di Almeduna, finita di costruire a inizio anni ‘90, che al suo interno ospita la statua della Madonna di La Almeduna, protettrice della città. Io e Riky eravamo talmente presi dalle meraviglie che ci stavano attorno che non ci siamo nemmeno accorti che erano già le 22.00! Dopo una vera cena madrilena, per finire la giornata ci siamo regalati una passeggiata attraverso le vie del centro, tutte illuminate e decorate da uno spettacolo di luci e di forme architettoniche. Il giorno dopo ci siamo svegliati con una magnifica giornata di sole. Dopo la colazione da Starbucks abbiamo dato inizio al nostro secondo giorno: direzione Parque del Buen Retiro, un meraviglioso parco di 140 ettari dove i mandrileni amano godersi momenti di relax immersi nel verde oppure fare sport, prendere sole… Usciti dal parco ci siamo diretti al Museo del Prado, un palazzo in stile neoclassico con più di 100 sale, che ospita autentici capolavori di alcuni maestri come: Sandro Botticelli, Caravaggio, Goya, Mantegna, Raffaello, Rembrant, Rubens e Velazquez e tanti altri... Alle 15.00, usciti dal

PORTA PARAD IGMA IN VIAG GIO CON TE! Selena e R iky hanno pa a

rtecipato a ll’interno de l concorso lasciando futuri? Feli ll’hotel SieteI Islas u di Madrid citaciones! … Un rico n adesivo Paradigm Saranno lo rdino per a ro i vincito tutti gli osp ri Le vacanz iti e estive av del concorso “Porta ranno rega Paradigm radigma n a con te”? lato sicura ei vostri v mente mo iaggi…che numero d lte occasio aspettate, i Sole! Scri ni per port inviate le vete a red are P vostre foto azione@p aradigma per il pross aitalia.it imo

26 Racconta il tuo viaggio

museo siamo andati a mangiare... Perché, come ben si sa, a Madrid come in tutta la Spagna,verso le 14.30-15.00 si pranza e verso le 22.00 si cena: noi ovviamente abbiamo adottato il loro stile di vita! A pochi passi dalla famosa stazione di treni di Atocha (teatro del terribile attentato del 2004) si trova un altro famoso Museo: il Reina Sofia. Un museo d’arte moderna ed arte contemporanea dedicato a tutta la produzione artistica dall’inizio del Novecento ad oggi. La grande attrazione del museo è la Guernica di Pablo Picasso. È presente, inoltre, una libreria specializzata in arte, con una collezione di oltre 100.000 libri, 1.000 video e 3.500 registrazioni. Il venerdì (terzo giorno) è iniziato con la visita al Museo Thyssen-Bornemisza, importante pinacoteca e centro culturale della capitale spagnola. All’interno si possono trovare capolavori che spaziano dal Rinascimento al Manierismo, dal Barocco al Rococò, dal Romanticismo alle avanguardie storiche come l’Impressionismo, il Fauvismo e l’Espressionismo, includendo movimenti artistici americani di fine Ottocento, di cui si ha una scarsa conoscenza in Europa, per finire alla Pop Art. me Finita la visita abbiamo preso la metro per recarci alla Plaza de Toros dove si tiene la corrida e in seguito ci siamo diretti a Plaza de España, una grande piazza al centro della quale si trova una fontana dedicata a Miguel de Cervantes. Nella piazza hanno sede due importanti edifici: la Torre Madrid (1957) e l’Edificio España e, subito dopo, si trova la Plaza de Oriente,

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


bellissima piazza che deve la sua denominazione alla sua posizione, ad est del palazzo reale. Dopo pranzo siamo andati al famoso Stadio Santiago Bernabeu, tempio del calcio mondiale… Un’oretta di riposo e via siamo ripartiti per la serata iniziata all’ Hard Rock Cafè, tappa imperdibile di ogni viaggio con acquisto obbligatorio della maglia. Poi par partenza per Chueca, che dagli anni ‘80 è il quartiere più vivo di Madrid. Qui è nata la Movida. È merito soprattutto della comunità gay di Madrid se questo luogo, così bello dal punto di vista architettonico, è tornato a vivere dopo gli anni della dittatura. Oggi, Chueca è il quartiere più “alla moda” di Madrid, frequentato non solo da omosessuali ma da TUTTI, famiglie con bambini comprese. Il tempo è volato talmente in fretta che la domenica è arrivata in un batter d’occhio... Alla mattina abbiamo fatto una visita all’antico mercatino delle pulci di Madrid: il Rastro. Da oltre cento anni, tra le molteplici bancarelle allestite, si trovano cianfrusaglie di

tutti i tipi, in mezzo alle quali è possibile scovare anche qualche oggetto d’antiquariato di un certo valore! Al pomeriggio partenza, salutando tristemente questa bellissima capitale. Descrivere Madrid a parole è impossibile, bisogna visitarla per capire l’originalità e l’unicità di questa città dove c’è vita a qualsiasi ora del giorno e della notte, dove le persone sono sempre allegre e solari, sempre con il sorriso sulla bocca e ti trasmettono allegria, serenità e tranquillità. Rispetto ad altre città europee Madrid è una città pulitissima: ogni 100 metri c’è un addetto che pulisce, non c’è una carta per terra. Un altro aspetto che ci ha stupito è la sicurezza: mai vista cosi tanta polizia in una città... Madrid, infine, è una città senza pregiudizio e questa è la cosa più bella e importante, ognuno può esprimersi liberamente per quello che è e soprattutto non verrà mai giudicato! Y ahora ¡Qué pases unas buenas vacaciones!

A I V I R T D I MADR

n°2 - Agosto 2011

nto il re nel Settece sero e ch e z n a struis .000 st rché lo co ante” di 2 italiani pe al è il “gig i e tt È senz’alR e . o a it b h ci ra la rc a a a • Il P ortezza) sionò ad (f is r” m a z m a le dei Re a lc co a nza uffici e Filippo IV e sorgeva la prima “ d si re e ela; ov oltre ch ella Zarzu sul luogo d ento più ammirato l Palazzo d dificio e n ’e ll m e rò u e d n p o o o tro il m à vivon all’intern lt : a a re Moch in to e tt A e , ch ’archit o ione di di Spagna creata dall opicale con ita la Staz a is tt v te a n ro u p a ino tr • Merita rta di serr ante giard , Oce, in una so lo ed eleg sia, Africa co ic A p a principale d n u ti n in ie n e il te e v re e la ro p ov esemp ri neo, vi ritr na di specie vegetali di alcuni e ! n o re si e ti n tt n e a a im imb una cinqu pisce la d i ci si può imerica. Stu di tartarughe in cu no suddiv o g n e v ania ed A e te n ch a i , n in io ro v e ss i rn pre alca i buon numero im anda, Nav d è ricca d rg ri A d a : e M n i io d uz • La zona e” di prod e “subzon s. a si le si nelle tr de Valdeig San Martín

Racconta il tuo viaggio 27


FIERE LOCALI

Le fiere maggio/luglio 2011 FIERA REGIONALE DI ASTI 30 aprile - 1 maggio 2011 Ha partecipato il cliente System Service 2000 FIERA SUNRAY - Conversano (BA) 15 maggio 2011 In collaborazione con Newton Snc PADENGHE VERDE EXPO, Padenghe (BS) 19 - 22 maggio 2011 In collaborazione con Termoidraulica Amadori FIERA RIGENERGIA - Aosta 27 - 29 Maggio 2011 Hanno partecipato i partner Acquatherm snc e Be Impianti Ecotecnologi srl

Fiera Regionale di Asti

Fiera di Pezzaze (BS)

Fiera Rigenergia - Aosta

Festa della trebbiatura e aratura Vigonza (PD)

Fiera Sunray - Conversano (BA)

Ecoday Hydra - Garessio (CN)

FIERA DELLA CILIEGIA, Dogliani (CN) 28 - 29 maggio 2011 Ha partecipato il partner Rinaudo Massimo. FIERA DELL’ARTIGIANATO a Boves (CN) 3 - 5 giugno 2011 Ha partecipato il cliente Parola Pierpaolo. FIERA DI MONTESE (MO) 4 giugno 2011 In collaborazione con Zaccaria Angelo Srl FIERA MONCALIERI (TO) 19 giugno 2011 Ha partecipato il cliente Cusinato Giuseppe. SALONE DELLA RICOSTRUZIONE - L’Aquila 7 - 9 luglio 2011 FIERA PEZZAZE (BS) 28 - 30 luglio 2011 In collaborazione con il partner Baratti Claudio FESTA DELLA TREBBIATURA E ARATURA - Vigonza (PD) 08 - 10 luglio 2011 Ha partecipato il Partner Nuova Patron. ECODAY - Garessio (CN), 3 giugno 2011 Organizzato presso il partner partner Hydra sas per la promozione “Passa al Sole” Il “Centro del Risparmio Energetico” presente a Grugliasco (TO) in Via Bolzano 7-9-11 è il nuovo punto di riferimento per le tecnologie di riscaldamento ecologico Paradigma. Rilevante la presenza della centrale termica messa in funzione, che permette di illustrare ai clienti il funzionamento del sistema e i dati di produzione di acqua calda del pannello solare installato sul tetto. L’impianto è stato dimensionato per l’integrazione al riscaldamento, il quale è distribuito su una superficie di circa 100 mq. con pannelli radianti a pavimento. Ad esso è inoltre allacciato un biotermocamino, alimentato a legna, pellets, mais e semi di girasole.

28 Fiere locali

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


CPC

Il pannello riciclabile che dona la vita! La storia di un fagiolo a km zero e di un CPC riciclato di Andrea Marini In questo particolare momento storico la nostra società, definita dal sociologo Bauman liquida, cioè frenetica e superficiale, dove cresce a dismisura il concetto di nascere, consumare e crepare uniti alla mercificazione di tutto e all’omologazione dell’essere umano, ci sono ancora alcuni esempi positivi. Proprio così: a nostro modo di vedere le cose, in questo momento, più che parole belle ma inutili servono esempi concreti che elevino a stili di vita di cui non

assunto importanza anche a livello internazionale. Come gli altri marchi ecologici, Blaue Engel ha lo scopo di promuovere quei prodotti che sono in grado di ridurre gli impatti ambientali negativi e facilitare le scelte dei consumatori interessati alla salvaguardia dell’ambiente. In considerazione di ciò, un’azienda che produce beni certificati Blaue Engel si trova in una posizione competitiva e vantaggiosa rispetto alle altre. Per una volta, viva l’ecologia!

no moltissimi prodotti di uso comune: è sufficiente vedere quanta immondizia viene prodotta in una settimana per fermarsi un attimo e riflettere. Ma è vero, non possiamo fermarci un attimo, la società liquida è vorace, rapida, selettiva: non ci si può fermare! Coltivazioni monocoltura, pesticidi, terreni spremuti come spugne fino all’impossibile... In questa società liquida si realizza anche l’impossibile: l’uso di fertilizzanti, per esempio, permette ai terreni

bisogna vergognarsi solo perché non omologati o perché non fanno parte del mondo dell’apparenza, dell’effimero o dell’estetica. Ed ecco che, con questi semplici concet concetti, raccontiamo la storia di un CPC 45 che ha ritrovato una nuova vita dopo la morte. Il pannello solare CPC 45 ha in dote un marchio di qualità ecologica chiamato Blaue Engel che ormai tutti diamo per scontato, ma che vi ricordo è uno dei marchi ecologici più longevi: è nato nel 1977 in Germania e, nel tempo, ha

L’assegnazione del marchio viene ese eseguita da un’apposita giuria composta da rappresentanti di Stato, da gruppi ambientalisti, da consumatori, da istituzioni scientifiche, da sindacati e dalle industrie. Insomma un grande esempio di prodotto riciclabile ed ecologico, che cioè non lede o altera i rapporti tra esseri viventi (tra cui possiamo inserire anche il maggior nemico della terra, l’uomo) e l’equilibrio con l’ecosistema. Ma soprattutto, un prodotto è riciclabi riciclabile - e questo dipende da noi! - attraverso piccole azioni quotidiane che riguarda-

di produrre ciò che mai farebbero con le proprie forze! E allora ecco un esempio, di quelli belli, se vogliamo dal sapore antico, necessario ed utile a farci riflettere e a farci fermare un attimo a pensare! Il CPC che, dopo la sua morte, diventa un sostegno per la nascita di una nuo nuova vita! Un fagiolo, sì proprio così, un fagiolo ecologico a km zero che speriamo cresca con l’aiuto della vecchia, ma non per questo inservibile, griglia di un pannello CPC 45. Riciclaggio totale in aiuto a questo mondo globale.

Il maestro mi condusse alla visione... Non aveva nome ma finiva con te, Tra le fronde di ulivo e salice. Il tuo viso mi condusse al traguardo Tre figli il frutto,

Figlio dell’evento carico di significato Dal dolore alla vita... La strada non aveva nome... Proprio questo era il suo nome. Olos

PAROLA DI OLOS La strada non aveva nome Passai di là... La strada non aveva nome Ti incontrai... M’innamorai Ma la strada non aveva nome... Non capivo perché

n°2 - Agosto 2011

29


PARADIGMA

SPORT

Aprile - Giugno 2011

La stagione delle Ultra Trail di G.P. Fontana

30/04 - 01/05: The Abbots Way (La Via degli Abati): 125 km D+ 5.500 (Portremoli-Borogotaro-BardiFarini d’Olmo-Bobbio)

18/06-19/06: 3V Night Marathon (con partenza a mezzanotte): 43 km D+ 2.200 (Gardone V.T. Brescia)

01/07-02/07: Lavaredo Ultra Trail (con partenza a mezzanotte): 87 km D+ 5.300 (Auronzo di Cadore Tre Cime di Lavaredo)

09/07: Trofeo Paolo Ravasio, 8° edizione della sfida sul Sentiero N°01 dell’Adamello: 55 km. D+ 4.300 (tetto della gara a oltre 2.900 m)

Pallavolo La squadra di Pallavolo Phyto Performance Padova, sponsorizzata da Essedue sistemi Energetici e Paradigma Italia, ha raggiunto un traguardo importante: la promozione in Serie A1. L’11 maggio, dopo una gara difficile contro la NGM Mobile Santa Croce conclusasi con un risultato di 2-3 a favore del Padova, il sogno si è finalmente realizzato! In bocca al lupo per la prossima stagione!

Lo sport a Torino Domenica 29 maggio 2011 si è svolta a Bra (CN) la manifestazione “Giú dalla collina”, una gara tra “carretti” gommati senza motore, che si sfidano sulle colline di Bra . Questo evento è stato organizzato dalla QMF Sport in collaborazione con il nostro partner Riccardo Aldo.

Venerdì 17 giugno 2011 si è svolta a San Germano Chisone (TO) la 6a edizione della Staffetta dei babi, organizzata dal Team Nuovi Traguardi.

MATRIMONI & NUOVI NATI Da sinistra: benvenuti ad Aurora, figlia di Michela Poletti e Massimo, nata l’11/05/2011; Filippo Franchetti, figlio di Franco e Nicoletta, nato il 20/05/2011; Asia Travaglia, di Alessandro e Jennifer, nata il 5/7/2011. Auguri ai novelli sposi: Massimo Manera (Paradigma Ibérica) e Teresa (2/7/2011); Luca Di Giorgi e Olga (1/7/2011).

30 Paradigma sport

S LE - Il magazine dell’energia ecologica


Cruciverba DEFINIZIONI

ORIZZONTALI

1

ORIZZONTALI 2 Frumento (4) 2 Frumento (4) 18 Avverbio di luogo (2) 3 Nome di donna 3 Nome di donna (3) 19 (3) Prosciogliere da un’accusa (9) 4 Lago Lombardo 4 Lago Lombardo (4) 21 Ripreso con un obiettivo (6) 6 Espressione di dolore (3) 22 Onta, disonore (7) (4) 24 Non menar il can per ... (3) 8 Ultima lettera dell’alfabeto6(4)Espressione di 9 Cera secreta dalla pelle della pecora (8) dolore (3) 25 Non mio (3) 11 Industria dedita alla produzione di 27 Compact Disc (2) 8 Ultima farina, semolino e cereali spezzati (9) lettera29 Donna molto convincente... (13) dell'alfabeto (4) 30 Grande uccello con naso ad uncino (9) 13 Affermazione (2) 14 Televisione (2) 31 Preposizione (3) 9 Cera secreta dalla 15 Aosta (2) 32 Strada (3) pelle della pecora 16 A volte può essere “cattivo”...(8) (5) 33 La moglie di Zeus (3) 17 Bari (2) 34 La sorella della mamma (3)

11 Industria dedita alla produzione di VERTICALI farina, semolino e 1 In una canzone di Rino Gaetano, Bertaspezzati 28 (9) Lo sono quelle delle mani e cereali lo faceva con la lana e l’amianto (6) dei piedi (4) 2 In grado di fare più cose 13 Affermazione29(2)La colomba ne è il simbolo (4) contemporaneamente (15)14 Televisione (2) 31 Lo si utilizza per l’invio di 5 Tasto di accensione (2) 15 Aosta (2) documenti (3) 7 Nella filosofia idealistica, 16 riduzione 32 Varese (2) A volte può essere della realtà naturale a stati del soggetto "cattivo"... (5) che la conosce (21) 13 17 Bari (2) 9 Complemento d’arredo che illumina (10) 18 norma Avverbio 10 Temperatura corporea nella (11) di luogo 12 Lo è un polmone che non si espande (2) (12) 13 Quartiere di periferia (8) 19 Prosciogliere da 17 20 Poeta francese esponente un'accusa (9) dell’Illuminismo (8) 23 Togliere, diminuire (8) 21 Ripreso con un 26 Ocean County, celebre contea obiettivo (6) Californiana (2) 22 Onta, disonore (7) 24 Non menar il can 22 per ... (3) 25 Non mio (3) 27 Compact Disc (2) 29 Donna molto 29 convincente... (13) 30 Grande uccello con P F U naso ad uncino (9) A 30 L M 31 Preposizione (3) L E P M L 32 Strada (3) I A I E 33 La moglie di Zeus N C M 01/11) A O G N (3) (SOLE B O L O N N E R 34 La sorella della T U R T Z E mamma (3) C O I A L

Soluzione del cruciverba A GRAN BRETAGN

2

1

3

5

4

6

&Fun

Sun 2

3

4

6

5

7

8

9

10

11

12 14

15

16 18

19

20

21

23 24

25

26 27

28

31 32 33

34

7

8

R

L

9

M A

VERTICALI T 1 In una canzone di D R E M O O Rino Gaetano, I A A O R I Berta lo faceva con C A L R E A B Rla lana e l'amianto C B U I I (6) O L R A R O G O A U T O O R O grado di fare più A 2 In B A I E L L C I cose T B A B O T H A L E Y S I S contemporaneamen I Z E teT (15) R N O Z N C E S P E A 5 Tasto di A E O R S accensione (2) O 7 Nella filosofia N

N

T

E

10

A

Z

A

11

13

12

14

15

18

16

17

20

21

19

22

23

24

25

M

n°2 - Luglio 2011

Collabora con noi! Collabora con noi!

idealistica, 12 Lo è un polmone 26 Ocean County, riduzione della che non si espande celebre contea realtà naturale a (12) Californiana (2) stati del soggetto 28 Lo sono quelle Vuoi aiutare13 Quartiere di SOLE MAGA che la conosce periferia (8) ZINE ad esse delle mani e dei più d(21) inamico e vi re piedi mp(4) ci 9 Complemento re migliore, n o 20 Poeta francese a te? Allora PA se • Sei appen sempre R TELa a to C IP rn d'arredo che A a 29 esponenete ! colomba ne è il to d a un viaggio tuo racconto indim illumina (10) e ledell'Illuminismo enticab simbolo (4) foto migliori ile? Manda •H ! ci il 10 Temperaturaai suggerimen(8) 31 Lo si utilizza per ti o fe edback, tuo SIAMO A T i o corporea nella U23 d diminuire i l'invio di A DTogliere, altri lettori? ISPOSIZION E! norma (11) (8) documenti (3) 32 Varese (2)

redazione@paradigmaitalia.it

Sun&Fun Sun&fun 31


Libra & Vayu: il Sistema Paradigma si amplia.

G COMIN SOON

ventilconvettore

Paradigma Italia srl - Sede legale e operativa: Via C. Maffei, 3 - 38089 Darzo (TN) Tel. +39-0465-684701 - Fax +39-0465-684066 info@paradigmaitalia.it

www.paradigmaitalia.it

Mod-Sol.02-11

pompa di calore aria / acqua

Sole Magazine Agosto 2011  

Sole il magazine di Paradigma Italia

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you