Issuu on Google+

La cucina in fiore Ricette tratte dal contest del blog Pane e Pomodoro http://paneepomodoro.wordpress.com

1


2


Indice Antipasti 1. Antipasto di boccioli di tarassaco…………………………………………………………8 2. Frittelle di fiori di acacia……………………………………………………………………8 3. Fiori di cascia fritti per la festa della mamma………………………………………….10 4. Fiori di zucca in pastella………………………………………………………………….11 5. Trionfo di gamberoni in salsa di pompelmo rosa e giallo…………………………….12 6. Tortino con fiori di zucchine, salame e formaggio primo sale……………………….13 7. Fiori di glicine in tempura………………………………………………………………..14 8. Frittelle con i fiori di robinia (ricetta con pasta madre)………………………………..16 9. Torta salata fiorita………………………………………………………………………...17 10. Insalata nel pane con dressing di pompelmo rosa e geranio………………………..18 11. Quiche ai fiori di zucca…………………………………………………………………...20 12. Torta di porri e fiori………………………………………………………………………..21 13. Burro fatto in casa………………………………………………………………………...23 14. Fiori di zucchina fritti……………………………………………………………………...24 15. Carpaccio di intreccio fiorito……………………………………………………………..25 16. Fiori di zucca ripieni………………………………………………………………………26 17. Insalata di arance, finocchio e… ……………………………………………………….27

Primi Piatti 1. Risotto alle pratoline…………………………………….………………………………..29 2. Tagliatelle in cocotte ai fiori di zucca……………………………………………………30 3. Quadrotti ai fiori di timo…………………………………………………………………..31 4. Fiori di carciofi ripieni……………………………………………………………………..32 5. Risotto ai petali di rose e bocche di leone……………………………………………..34 6. Cuori e fiori…”di un’erba un fascio”…………………………………….……………….35 7. Tagliatelline alle rose con mandorle e timo………………………………………….…37 8. Una marzucca… che marzucca…………………………………………………………38 9. Risotto alle rose e curry………………………………………………………………….39 10. Risotto alle rose, fiori e sale persiani……………………………………….…………..41 11. Spaghetti ai frutti di mare al profumo di pepe e fiori…………………………………..43 12. Vellutata di melanzane e yogurt alle erbe di Provenza……………………………….44 13. Zuppa di margherite………………………………………………………………………45 14. Risotto gamberetti, zucchine e fiori di zucca…………………………………………..46 15. Risotto con speck e melone al profumo di gelsomino……………….………………..47 3


Secondi Piatti 1. Rolatine alle primule……………………………………………………………...………50 2. Pollo marinato al moscato di fiori di timo e salvia……………………………………..51 3. Fiori di zucca farciti al prosciutto cotto………………………………………………….52 4. Frittatina solitaria “m’ama, non m’ama”………………………………………………...54 5. Calamari grigliati e rosa di ceci su crostone al profumo di aglio e rosmarino...……55 6. Fiori di zucca ripieni………………………………………………………………………56 7. Petto di pollo al sambuco………………………………………………….……………..57 8. Arrosto di vitello con fiori di finocchietto selvatico……………………….…………….58 9. Padella di pollo e peperoni alle erbe di Provenza……………………….…………….60 10. Cocotte al tarassaco……………………………………………………………………...61 11. Frittatine ai fiori di zucca ripieni………………………………………………………….62

Dolci 1. Ciotoline di cioccolata alla ganache di cioccolato bianco e fiori di acacia……...…..65 2. Sinfonia di primavera……………………………………………………………………..66 3. Crostata leggera con i fiori di calendula………...……………………………………...69 4. Polpette fritte con ricotta e fiori di acacia……………………………………………….71 5. Biscotti alla lavanda………………………………………………………………………72 6. Aspic di zucca e petali di rose in gelatina di moscato………………………………...73 7. Cuore pannoso al profumo di rosa……………………………………………………...74 8. Frittelle ai fiori di zucca…………………………………………………………………...75 9. Torta di mele con crema alla lavanda…………………………………………………..76 10. Angel cake alle rose………………………………………………………………………77 11. Gelato al sambuco, limone e yogurt con biscottini ai fiori di sambuco……………...79 12. Biscotti alla camomilla……………………………………………………………………82 13. Gelo di mellone……………………………………………………………………………83 14. Biscotti alla camomilla……………………………………………………………………84 15. Gelo di limone……………………………………………………………………………..86 16. Coffe banana bread al profumo di cardamomo e zagara…………………………….87 17. Frittelle di fiori di acacia…………………………………………………………………..88 18. Biancomangiare con gelatina di fiori di pesco…………………………………………89 19. Panna cotta con fiori di pesco…………………………………………………………...91 20. Marmellata di mele e lavanda…………………………………………………………...92 21. Marmellata ai fiori di sambuco…………………………………………………………..92 22. Creme brulèe profumata al gelsomino…………………………………………………93 23. Frittelle ai fiori di acacia…………………………………………………………………..94 24. Torta di ciliegie e fiori di acacia………………………………………………………….95 25. Marmellata ai fiori di acacia……………………………………………………………...96 26. Clafoutis di fragole e fiori di acacia……………………………………………………..97 4


27. Sciroppo di sambuco……………………………………………………………………..98 28. Marmellata di uva spina e fiori di sambuco…………………………………………….99 29. Marmellata ai fiori di sambuco…………………………………………………………100 30. Cake ai fiori di sambuco………………………………………………………………..101 31. Frittelle ai fiori di sambuco……………………………………………………………..102 32. Pancake al sambuco……………………………………………………………………103 33. Cookies ai fiori di tarassaco……………………………………………………………104 34. Minicakes ai fiori di tarassaco………………………………………………………….105 35. Miele di fiori di tarassaco……………………………………………………………….106 36. Lemon lavander curd……………………………………………………………………107 37. Susine al gratin su crema di miele e lavanda………………………………………...108 38. Torta di fichi e lavanda………………………………………………………………….110 39. Muffins albicocche e lavanda…………………………………………………………..111 40. Latte cotto alla lavanda e caramello al limone……………………………………….113 41. Pan de mei cornmeal and elderflower bread…………………………………………114 42. Frichoulin di fiori di acacia e sambuco………………………………………………..115 43. Sorbetto al rododendro…………………………………………………………………116 44. Coppe di angurie profumate…………………………………………………………...117 45. Gelo di mellone………………………………………………………………………….118 46. Crostata di gelo di mellone……………………………………………………………..119

5


6


Antipasti

7


Antipasto di boccioli di tarassaco di La cucina di Mamma Loredana

I capolini di tarassaco si conservano come i capperi, sott’aceto o sotto sale, oppure possono diventare un antipasto sott’olio. In acqua e aceto in parti uguali si scotta una manciata di boccioli per 3'. Scolarli e farli asciugare su un canovaccio, disporli in un vasetto di vetro, alternati con lamelle di aglio e origano, coprire con olio EVO.

Frittelle di fiori di acacia di Le Mani di Manu

8


Ingredienti per circa 20 frittelle di fiori d’acacia:  20 grappoli di fiori  gr. 180 farina 00  1 uovo  2 cucchiai di olio di semi  2 cucchiaini di zucchero  1 bicchiere di acqua gassata fredda (anche un po’ più di uno)  1/2 cucchiaino di bicarbonato  pizzico di sale  olio di semi per friggere  sale e/o zucchero a velo Preparazione: Separate il tuorlo dall’albume e tenetelo da parte. Setacciate la farina con il bicarbonato e aggiungete l’olio, il tuorlo, l’acqua (versatene prima un bicchiere e aggiungetene un po’ se l’impasto non vi sembra abbastanza liquido), 1 cucchiaino di zucchero (l’altro vi servirà per montare la chiara) e un pizzico di sale. Mescolate con una frusta fino a ottenere un impasto colloso piuttosto liquido e privo di grumi. Coprite il contenitore e lasciatelo in frigo per un’ora. Se volete, potete cercare di spolverare con delicatezza i vostri fiori che non devono essere lavati. Lasciateli un po’ all’aria aperta per facilitare l’evacuazione dei piccoli abitanti ! Passata l’ora, montate a neve fermissima l’albume con il restante cucchiaino di zucchero e incorporatelo delicatamente alla pastella. Scaldate abbondante olio in una padella, immergete i fiori nel composto, fate colare la pastella in eccesso e friggeteli. Cospargeteli di sale o zucchero a velo a seconda delle vostre preferenze e mangiateli caldi! Una delizia!! Suggerimento: Le frittelle di fiori d’acacia a me piacciono salate anche se l’impasto è preparato con lo zucchero. D’altronde, la quantità di quest’ultimo è talmente irrisoria che secondo me funziona più da esaltatore di profumi che da dolcificante. Comunque, se la cosa non vi convince e volete mangiarne sia di dolci che di salati preparate un impasto neutro, oppure se li preferite solo salati sostituite lo zucchero con un altro pizzico di sale.

9


Fiori di cascia fritti per la festa della mamma di Nella Cucina di Laura

Ingredienti:  grappoli di fiori di cascia  200 gr. di farina 00  200 ml. di acqua frizzante fredda  sale q.b.  olio per friggere Preparazione: Prendete un panno inumidito e tamponate molto delicatamente i fiori. Preparate la pastella unendo la farina, l’acqua ed un pizzico di sale. Dovrà risultare omogenea e fluida. In una padella mettete abbondante olio per friggere e portatelo a temperatura. Appena è pronto passate i grappoli di fiori nella pastella ed adagiateli delicatamente nell’olio bollente. Cuoceteli da entrambi i lati, facendoli diventare croccanti. Basteranno pochi minuti.

10


Scolateli dall’olio e metteteli in un piatto coperto da carta da cucina in modo da assorbire l’olio in eccesso, poi trasferiteli su di un piatto da portata e servite caldi.

Fiori di zucca in pastella di Miele & Vaniglia

Ingredienti:  200 g di farina di semola di grano duro  1 uovo  1 bustina lievito Mastro Fornaio  acqua minerale q.b.  1 cucchiaino di sale  2 cucchiai di olio (facoltativi) Procedimento: Ho messo la farina in un contenitore capiente e vi ho mescolato il lievito, (prevede da istruzioni due cucchiaini di zucchero) ho aggiunto l'uovo, il sale e l'olio... con una forchetta ho amalgamato gli ingredienti e man mano ho versato l'acqua minerale. L'impasto deve essere semiliquido. Ho messo i fiori di zucca lavati e asciugati nell'impasto. Ho lasciato lievitare l'impasto coperto con panno... Quando l'impasto raddoppia è pronto...con un cucchiaio ho preso i fiori con la pastella ed immersi nell'olio bollente. Appena si sono dorati li ho adagiati su carta assorbente e serviti caldi.

11


Trionfo di gamberoni in salsa di pompelmo rosa e gialla di La Cucina dello Stregone

Ingredienti:  3 gamberoni a testa  il succo di 2 pompelmi rosa e 2 gialli  1 bicchierino di cognac  un mazzetto di prezzemolo  2 spicchi di aglio  1 cipolla rossa di Tropea  4 cucchiai di olio  1 ombrello di fiori freschi di sambuco  sale grigio di Bretagna  un cucchiaio di farina di riso  1 pezzetto di burro  zucchero di canna grezzo Procedimento: Fare un trito fino con gli spicchi di agli la cipolla e il prezzemolo, tenendo un po’ di quest'ultimo da parte per la decorazione. Pestare il sale grosso per renderlo il più fino possibile. Mettere in padella l'olio e gli aromi, unire i gamberoni e farli scottare da entrambi i 12


lati, quindi sfumare con il cognac e una volta evaporato unire il succo di pompelmo e i fiori di sambuco, salare con il sale grigio appena e lasciar cuocere per un altro poco. Nel frattempo prelevare un po’ di succo dalla padella e metterlo in una più piccola dove allo stesso va aggiunto un poco di zucchero e farlo caramellare insieme ad una fettina di pompelmo rosa a testa, una volta caramellate mettere nei piatti di portata le fette di pompelmo, levare i gamberoni dalla cottura e sistemarli in gruppi di 3 sopra ogni fetta. Aggiungere al sugo di cottura un roux con poco burro e farina di riso, il giusto che basta a far rassodare il tutto. versare un poco di salsa sui gamberoni e decorare il piatto con spicchi di pompelmo giallo fiori di sambuco e prezzemolo. Accompagnare con un ottimo Fiano di Avellino... e .buona festa della mamma!!

Tortino con fiori di zucchine, salame e formaggio primo sale di Profumo di glicine…che arriva in cucina

Ingredienti per 12-13 tortini:  300 gr di farina 00  3 uova  5-6 fiori di zucchine  100 gr di licoli o 1/2 cubetto di lievito  200 gr di formaggio primo sale  150 gr di salame Napoli  50 gr di grana grattugiato 13


 4 cucchiai di olio extravergine di oliva  sale e pepe qb Preparazione: Per prima cosa sbollentare per qualche minuto i fiori, poi scolarli dall’acqua e metterli da parte. L’acqua ci servirà per sciogliere il lievito, naturalmente deve essere tiepida. Fatto questo mettete le uova in una ciotola, aggiungete l’olio e il formaggio grana, lavorare con le fruste elettriche e iniziare ad aggiungere alternandoli la farina e il liquido con il lievito. Terminata la farina mettete da parte le fruste e aggiungete i fiori, il formaggio, e il salame tagliati a tocchetti mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungete anche il sale e il pepe. Dividete il composto nei pirottini, (io ho usato quelli di alluminio usa e getta e li ho prima imburrati e infarinati ) Riempiteli a metà e trasferiteli nel forno con la luce accesa, dovranno lievitare fino al raddoppio. Vedrete che dopo una mezz’oretta il composto sarà arrivato all’orlo dei pirottini, allora accendete il forno a 180° e fateli cuocere fino a doratura. Dovrebbero bastare 25-30 minuti, dipende dal forno.

Fiori di glicine in tempura di Profumo di glicine che…arriva in cucina

14


Ingredienti:  fiori di glicine  100 g di farina 0  100 gr di fecola  100 ml di acqua frizzante ghiacciata  100 ml di birra ghiacciata  olio di arachidi per friggere  sale qb

Procedimento: Preparate la pastella con la farina, la fecola, la birra e l’acqua. Non mettete sale. Il sale messo prima rovina il fritto, per prima cosa non viene un fritto croccante e poi fa assorbire troppo olio. Lasciate riposare la pastella un paio d’ore in frigo. Quando siete pronti per friggere aggiungete 2-3 cubetti di ghiaccio, la tempura più fredda è meglio viene il fritto. Immergete nella pastella i fiori a grappoli, lasciando sporgere il picciolo e friggerli, pochi alla volta, in olio profondo. Appena sono dorati toglieteli e asciugateli su carta da cucina, salate e servite. Se non volete friggerli a grappoli interi potete anche separare i fiorellini, passarli nella pastella e poi prelevarli con un mestolo forato per metterli nell’olio. Ma è decisamente più pratico il primo caso. I fiori di glicine si possono fare anche dolci mettendo alla fine, invece del sale, una spolverata di zucchero a velo.

15


Frittelle con i fiori di robinia ricetta con pasta madre di Profumo di glicine…che arriva in cucina

Ingredienti:  400 g di farina 00  100 g di lievito madre o 25 g di lievito di birra  acqua tiepida qb  1/2 cucchiaino di zucchero  fiori di robinia  olio di semi per friggere  sale qb Preparazione: Laviamo i fiori e li mettiamo su un canovaccio pulito, li tamponiamo leggermente per assorbire quanta più acqua possibile. Ora non ci resta che separare tutti i fiorellini dallo stelo controllando anche che non ci siano insetti.

16


Sciogliamo, in una ciotola, il lievito madre con un bicchiere di acqua tiepida, aggiungiamo lo zucchero per aiutare la lievitazione, un pizzico di sale, la farina ed ancora acqua tiepida, un poco alla volta, fino ad ottenere un impasto piuttosto morbido. Aggiungiamo in ultimo i fiorellini, ora mescoliamo ancora ma delicatamente, copriamo e lasciamo lievitare fino al raddoppio di volume. Facciamo scaldare in una padella l’olio, quindi con l’aiuto di un cucchiaio bagnato, prendiamo un po’ d’impasto e lo lasciamo cadere nell’olio ben caldo. Per rendere la cottura uniforme, dovete stare attenti a fare tutte le frittelle più o meno della stessa grandezza. Appena appaiono dorate le preleviamo con un mestolo forato e le riponiamo sulla carta assorbente, in modo che perdano l’unto in eccesso. Le spolveriamo con un pizzico di sale e le gustiamo calde calde.

Torta salata fiorita di La Cucina dello Stregone

Ingredienti:  1 rotolo di pasta sfoglia  250 g di ricotta di pecora  300 g di salumi misti  4 uova  1 cipolla  1 zucchina  2 cucchiai di olio  1 bella fetta di maasdamer cheese  1 cucchiaio di fiori di borragine 17


 1 cucchiaino di fiori di salvia  semi di lino  semi di sesamo  Una tazzina di vino Sciascinoso  una grattugiata di pepe Procedimento: In un mixer frullare 200 g di salumi misti con la ricotta mezza zucchina e le uova e farne una crema. In padella far soffriggere la cipolla con l'altra mezza zucchina a piccoli dadini e i restanti salumi misti tagliati a piccoli pezzi, sfumare con una tazzina di vino Sciascinoso e cuocere fino a che il vino non è evaporato, quindi far raffreddare. stendere la sfoglia e sistemarla in teglia con della carta forno inumidita e strizzata sotto, versare la crema di ricotta e su di essa cospargere con i salumi passati in padella con cipolla e zucchina. Coprire con dei dadini di maasdamer e ricoprire il tutto con i fiori, semi di lino e semi di sesamo. cuocere in forno preriscaldato per circa 30 minuti, eliminare la carta forno lasciare intiepidire e gustarne la semplicità!!

Insalata nel pane con dressing di pompelmo rosa e geranio di La Melagranata

18


Ingredienti:  1 pagnotta rotonda  300 g insalatina di campo mista  200 g formaggio fresco di capra  8 fette pancetta affumicata  2 cucchiai semi di sesamo  olio evo  fiori eduli Procedimento: Asportate la calotta superiore della pagnotta e svuotatela della mollica: tagliate quest’ultima a dadini e tostateli in una padellina antiaderente. Tenete da parte. Nella stessa padella, tostate i semi di sesamo per 1’ e spargeteli a raffreddare su un tagliere. Sempre nella stessa padella, senza condimenti, rosolate le fette di pancetta su entrambi i lati, finché saranno croccanti. Con le mani inumidite, formate delle palline con il formaggio di capra, quindi passatele nei semi di sesamo. Lavate e asciugate l’insalatina, distribuitela nella pagnotta, con qualche cubetto di pane e le palline di formaggio. Completate con le fettine di pancetta. Condite con la salsina al pompelmo. Salsina al pompelmo Ingredienti:  4 cucchiai di olio evo  2 cucchiai di succo di pompelmo rosa  succo di ½ limone  1 cucchiaio di aceto di vino rosso  petali di geranio (o altri fiori eduli)  sale, pepe Unite gli ingredienti in un barattolo. Chiudete e agitate bene.

19


Quiche ai fiori di zucca di La Melagranata

Ingredienti:  1 rotolo di pasta sfoglia  16 fiori di zucca  100 g. ricotta  100 g. prosciutto cotto  50g parmigiano reggiano  200g panna  2 uova + 1 albume  maggiorana  noce moscata  sale, pepe bianco Procedimento: Rivestire di pasta sfoglia una tortiera – rettangolare o rotonda. Pulire i fiori di zucca, togliendo loro la “candelina” interna, senza romperli.

20


In una ciotola mescolare due o tre fiori di zucca tritati con la ricotta, due terzi del parmigiano, il prosciutto tritato, le fogliette di maggiorana fresca tritate. Unire l’albume leggermente montato. Salare e pepare. Riempire con il composto i fiori di zucca e disporli nella teglia preparata. In una ciotola sbattere leggermente le uova con la panna e il rimanente parmigiano. Unire una grattatina di noce moscata. Versare sui fiori di zucca ripieni e mettere in forno a 190° per circa 40 minuti.

Torta di porri e fiori di La Melagranata

Ingredienti: Pasta brisé (di M.Roux)

 250g. di farina  150g.di burro, tagliato a pezzettini e leggermente ammorbidito  1 cucchiaino di sale  un pizzico di zucchero  1 uovo  1 cucchiaio di latte freddo

21


Ripieno:  3 porri  1 cucchiaio di burro  sale  4 cucchiai di parmigiano grattugiato  2 uova  bechamelle (1/2 litro di latte, 50 g. di burro, 50 g. di farina, noce moscata, sale.)  Un mazzolino di fiori d’erba cipollina

Per la pasta brisé: Versare la farina a fontana, mettere al centro il burro, il sale, lo zucchero e l’uovo, poi mescolateli e lavorateli con la punta delle dita. Incorporare gradualmente la farina, finchè assume una consistenza grumosa. Aggiungere il latte e incorporarlo gradualmente, lavorando l’impasto finchè è liscio. Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e mettere in frigo.

Per il ripieno: Pulire bene i porri e tagliarli a rondelle. Metterli in una padella dal fondo spesso, con il burro, e farli stufare con un pizzico di sale. In una ciotola capiente sgusciare due uova, unire il parmigiano, la bechamelle tiepida e i porri stufati. Staccare con delicatezza i fiori di cipollina dagli steli e unirli al composto. Mescolare bene. Foderare una tortiera con la carta forno, oppure imburrarla bene ed infarinarla. Stendere la pasta brisé, versare il ripieno sulla pasta, poi pizzicarne i bordi. Infornare a 180° per circa 50 minuti.

22


Burro fatto in casa di La Melagranata

Ingredienti: 2oog panna biologica freschissima da montare Procedimento: Non occorre altro. Solo la panna e una frusta per montare, o un robot da cucina. Montate a lungo. La panna deve prima acquistare la consistenza della consueta “montata” , poi modificherà ancora il suo stato, separando la massa grassa, a fiocchi, dal siero. A questo punto separate con le mani ( o utilizzando un colino a maglie fitte) le due componenti, ponete la massa di burro sotto l’acqua fresca e “lavatelo”, fino a che l’acqua scenderà limpida. Potete ora addizionare il vostro burro con quello che volete: sale, pepe in grani, bacche (pepe rosa o ginepro) spezie, fiori eduli, erbe fini, ecc. Mettetelo in una tazza, o in uno stampo apposito, e riponetelo in frigo.

23


Fiori di zucchina fritti di Cucina con Sara

Ingredienti:  Fiori di zucchine  prosciutto cotto  mozzarella da pizza che non fa acqua  acqua, farina e sale per la pastella Non metto dosi perchè dipende tutto da quanti ne volete fare! Procedimento: Preparare la pastella con acqua e farina, deve risultare densa e senza grumi, salarla e farla riposare in frigo. Prendere i fiori, togliere il pistillo all’interno e lavarli delicatamente. Una volta puliti tutti prendere la mozzarella, tagliarla a tocchetti e arrotolarla in un pezzetto di prosciutto cotto. Metterla dentro il fiore stando attente a non romperlo. Riempire tutti i fiori, passarli nella pastella (il gambo no, non si mangia) e friggerli.

24


Carpaccio di intreccio fiorito di Le Leccornie di Danita

Ingredienti:  zucchine genovesi freschissime  pinoli  parmigiano  miele di Acacia  foglioline di mentuccia  pepe rosa secco  violette  olio  limone-sale Procedimento: Pulire le zucchine e affettarle sottilmente in lunghezza con la mandolina. Preparare un battuto fatto di olio, succo di limone, miele di acacia e sale e fare macerare un po’ le zucchinette aggiungendo alcune foglie di menta. Nel piatto da portata sistemare le zucchine ad intreccio e irrorarle con il battuto cercando di eliminare il liquido di vegetazione che le zucchine, sicuramente, avranno rilasciato. In un padellino antiaderente tostare i pinoli facendo attenzione a non bruciarli. Cospargete le zucchine con i pinoli, il parmigiano a scaglie, il pepe e finire con i fiori di violetta e le foglie di mentuccia. 25


Fiori di zucca ripieni di Le Leccornie di Danita

Ingredienti:  Fiori di zucca  acciughe  mozzarella  farina (meglio se per fritti)  birra  sale Procedimento: Per prima cosa mettere la birra nel congelatore, più ghiacciata sarà la pastella, più buono sarà il fritto ;-). Levare delicatamente il pistillo dentro il fiore, cercando di non farlo aprire, lavare i fiori delicatamente e metterli a scolare. Tagliare la mozzarella a piccoli dadini e metterla a scolare per un paio di ore. Aprire i fiori, mettere un pezzetto di acciuga, mozzarella, pezzetto di acciuga e altra mozzarella. Chiudere i fiori, avvolgendo su se stessi i petali.

Una volta che li avrete riempiti tutti preparare la pastella. Mettere in un contenitore la farina e aggiungere la birra ghiacciata, mescolando con una frusta, fin a che raggiungerete la consistenza

26


giusta: ne troppo liquida ne troppo densa, la pastella dovrà aderire senza scivolare troppo ma senza appiccicarsi.

Insalata di arance, finocchio e… di Le Leccornie di Danita

Ingredienti:  Arance  finocchi  cipolla scalogna  boccioli di tarassaco sotto sale  sale-pepe  acero balsamico  olio Procedimento: Un insalata semplicissima ma tanto fresca che io uso anche come piatto unico a tempo di dieta :-). Basta affettare sottilmente le arance e con la mandolina anche i finocchi. Condire con olio, sale e aceto balsamico e finire con sfilaccetti di cipollotto e con i fiori di tarassaco dissalati. 27


Primi piatti

28


Risotto alle pratoline di La Cucina di Mamma Loredana

Ingredienti:  8 margherite e una manciata di petali  320 gr riso  1 lt. Brodo vegetale  1 bicchiere di spumante  3 cucchiai di olio  ½ cipolla  1 noce di burro  3 cucchiai di grana grattugiato  Sale Procedimento: Far imbiondire nell’olio la cipolla tritata. Unire il riso e lasciarlo tostare; irrorare con lo spumante e farlo evaporare, proseguire la cottura per 10’, diluendo con il brodo caldo. Pulire i fiori ei petali con uno straccio umido. Buttare i petali nel riso e ultimare la cottura. Mantecare con burro e formaggio e aggiungere le margherite. Dopo un breve riposo, aggiustare di sale e servire.

29


Tagliatelle in cocotte ai fiori di zucca di La Cucina di Mamma Loredana

Ingredienti:  fiori di zucca  provolone grattugiato  pecorino grattugiato  un uovo  1 cipollotto fresco  olio evo  tagliatelle all'uovo Procedimento: Porre l'acqua per la pasta sul fuoco e , nel frattempo iniziare a preparare il condimento. Versare dell'olio in una padella e far soffriggere le fettine di cipollotto fresco, unire i fiori di zucca precedentemente lavati , e tagliati a stiscioline, non appena iniziano ad ammorbidire unire il provolone grattugiato e lasciarlo sciogliere rapidamente, aggiustare di sale e spegnere. 30


Scolare le tagliatelle, versarle nel condimento mescolare , unire il pecorino grattugiato e l'uovo leggermente sbattuto. Fare un piccolo nido con le tagliatelle e posizionarlo in una cocotte. Guarnire con qualche pezzetto di provolone e far gratinare a 180° per 15' , forno ventilato. Volendo si possono preparare in anticipo e conservare in frigo e poi passare in forno il giorno dopo.

Quadrotti ai fiori di timo di La Terra dei Violini

Ingredienti:  400 g di farina 0  4 uova  una manciata di foglie di timo  6 asparagi  Grana padano grattugiato  Provolone dolce grattugiato q.b.  Fiocchetti di burro  8 fettine di pancetta affumicata  Acqua-sale-pepe

31


Procedimento: Preparare la sfoglia come di consueto e farla riposare un’ora avvolta nella pellicola. Lavare le foglioline di timo. Preparare delle strisce di pasta sfoglia molto sottili, cospargerle con le foglioline e poi stendere un’altra sfoglia sottile sopra di esse in modo da far aderire il timo alla pasta. Nel frattempo avrete cotto a vapore gli asparagi. Ritagliare dei quadrotti di cm 10 di lato, e lessarli in acqua bollente salata per alcuni minuti. Asciugarli ,sistemarli in una teglia da forno, cospargere con il provolone, gli asparagi a pezzetti, pepe e con uno stuzzica denti chiudere due lati del quadrato. Cospargere con il grana padano e i fiocchetti di burro. Far gratinare sotto il grill una decina di minuti circa. Intanto in un tegame anti aderente molto caldo mettete la pancetta fino a quando sarà bella croccante. Servite i quadrotti con i fiori di timo e la pancetta croccante.

Fiori di carciofi ripieni di Il Piacere del Palato

32


Ingredienti:  4 carciofi sardi già tagliato in punta  2 manciate di riso  2 cucchiai parmigiano  2 cucchiai pecorino  1 cucchiaio scamorza  1 fetta prosciutto cotto  3 fette di pancetta  1 cucchiaio di gorgonzola dolce Procedimento: Io ho comprato i carciofi già tagliati in testa, per comodità. Mettere dell’acqua in una pentola e quando bolle aggiungere del sale, farlo sciogliere e unire i carciofi con un paio di fette di limone. Il limone serve per non farli diventare neri. Far bollire per 20/30 minuti. Nel frattempo prendere un’altra pentola, dove faremo bollire il riso con dell’acqua salata. Scolare e strizzare i carciofi per far uscire bene l’acqua. Togliere il cuore centrale dei carciofi, che potete eventualmente tagliare a pezzettini ed unire insieme al ripieno. Io non l’ho messo perchè la tentazione è stata forte e me lo sono mangiato al momento. Scoliamo il riso ed uniamo il parmigiano, il pecorino, la scamorza grattugiati. Poi il gorgonzola, le fette di pancetta e prosciutto tagliuzzate con la forbice. Mescolate il composto. Allargare delicatamente, con l’aiuto delle dita, i carciofi. Riempiteli e dopo averli posizionati in una terrina, metteteli in forno per 15 minuti circa. Servite ben caldi questi fiori di carciofi ripieni.

33


Risotto ai petali di rose e bocche di leone di La Cucina dello Stregone

Ingredienti:  300g di riso semi integrale  2 belle rose biologiche  1 stelo di bocca di leone  1 cipolla rossa  100 g di burro  1 litro di brodo fatto con cipolla rossa, zucchina, un paio di chiodi di garofano e bouquet garni di prezzemolo sedano maggiorana  1 bicchiere di vino passito  2 cucchiai di olio  Parmigiano  Pepe nero  Prezzemolo  Sale Procedimento:

34


Lavare delicatamente i petali e le bocche di leone a cui va tolto il calice verde e lasciarli in acqua fredda per 1 ora. Fare un bel brodo con gli ingredienti indicati ma senza aggiungere sale. Tritare grossolanamente la cipolla e farla appassire nel burro fuso e l’olio, quindi sfumare di vino passito e unire tostandolo bene il riso. A tostatura ottenuta ricoprire con il brodo e salando il tutto far cuocere a fiamma bassa, a circa metà cottura unire i fiori prelevandoli dall’acqua. A cottura terminata coprire e lasciar riposare per alcuni minuti, quindi aggiungere una noce di burro e del parmigiano grattugiato, mantecare e far riposare ancora un altro poco. Servire con una bella mestolata e farne una cupola, cospargere di pepe e prezzemolo e decorare con fiori freschi.

Cuori e fiori…”di un’erba un fascio” di La Cucina dello Stregone

Ingredienti: per il pesto di petali di rose rosse:  2 belle rose rosse biologiche  2 cucchiai abbondanti di parmigiano  1 cucchiaio di pinoli  1 cucchiaio di mandorle  olio evo

per la crema di mozzarella:  1 mozzarella fatta sgocciolare bene 35


 3 rose bianche  2 cucchiai di pinoli  panna fresca qb

per il battuto di ortiche:  1 bel mazzetto di cime di ortiche fresche  1 tazzina di olive taggiasche  1 cucchiaio di capperi  olio evo  1 cucchiaino di foglioline di pulieio Procedimento: Staccare delicatamente i petali dalle rose rosse e lavarle sotto acqua fresca, farle asciugare su un canovaccio. Fare lo stesso con le rose bianche e le foglie di ortica. Iniziare col mettere su una pentola con acqua e farla bollire, quindi salare e far cuocere per 9 minuti i Cuori di pasta. Nel frattempo mixerare i petali di rose rossa con parmigiano pinoli mandorle e olio e farne un pesto. Prendere dalla pentola un paio di mestoli di acqua bollente e scottare le ortiche quindi metterle in un mortaio e unite le olive i capperi le foglie di pulieio iniziarle a pestare ,aggiungere man mano l'olio e farne un denso battuto. Triturare nel mixer la mozzarella con i pinoli i petali di rosa bianca e diluirla con panna fresca fino a d ottenere una crema che va passata in un pentolino e messa a cuocere per pochi minuti il giusto ad eliminare i grani di mozzarella. Mettere in un piatto sul fondo un paio di cucchiaiate di crema di mozzarella e sistemarci su i cuori scolati, condire con altra crema di mozzarella , pesto di rosa e battuto di ortica, una spolverata di parmigiano e via in tavola.

36


Tagliatelline alle rose con mandorle e timo di La Melagranata

Ingredienti:  farina 250 g  uova 2  petali di rosa, 70g  mandorle, 70 g  timo, un cucchiaio di petali e qualche ciuffo per la decorazione  burro, qb  sale Procedimento: Mettere a bagno i petali di rosa in poca acqua fredda per 5 minuti. Fate la fontana con la farina sulla tavola infarinata. Sgusciate al centro le uova, unite i petali strizzati e mescolate con una forchetta. Pian piano, impastate il tutto, procedendo con le mani. Tirate la sfoglia, a mano o con la macchinetta, fino a raggiungere lo spessore desiderato (di solito, la tiro a mano. Quando uso la sfogliatrice, però, non arrivo mai all’ultimo foro, perché mi piace abbastanza consistente!) Arrotolate la sfoglia e tagliate, con un coltello affilato, dello spessore desiderato. Lasciar riposare sotto un telo ben pulito. Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua e appena raggiunta l’ebollizione, calate le tagliatelline: 37


In una larga padella, fate brunire una bella noce di burro, unite le mandorle, tritate a coltello. Scolate la pasta, unite in padella le foglioline del timo, unite le tagliatelline e spadellate per condirle bene. Impiattate, decorando con un rametto di timo e qualche petalo di rosa.

Una Marzucca… che Marzucca di Cucina e Fimo

Ingredienti:  500 gr di Pasta (io ho usato le candele lunghe da spezzare)  20 fiori di zucca  2 zucchine tagliate a julienne  8 pomodorini ciliegino  1 confezione di preparato allo scoglio (che non amo tanto. Meglio fresco...Di solito uso le vongole e calamari)  un bicchierino di panna da cucina  1 spicchio di aglio  1 bicchiere di vino bianco  2 cucchiai di olio (io ho usato extra Vergine Dante  Sale e pepe

38


Procedimento: In una padella capiente per poter pure saltare la pasta,rosolare l'aglio nell'olio e aggiungere i fiori di zucca e le zucchine. Farli appassire e versare il preparato e il bicchiere di vino e una volta che è sfumato aggiungere i pomodorini .Salare e a gusto aggiungere del pepe. Cuocere la pasta al dente , versarla nel sugo,aggiungere la panna. Far sposare bene la pasta con il condimento. Buon Appetito!!!!!!!!!!

Risotto alle rose e curry di Dolcipensieri

Ingredienti:  360 grammi di riso Carnaroli  3/4 cucchiai di olio extravergine d’oliva  1 scalogno  1 litro e mezzo di brodo vegetale (carota, zucchina e sedano)*  2 cucchiai di boccioli di rose rosse essiccate  2 cucchiai di petali di rosa biologiche o edibili 39


 una generosa spolverata di curry  1 noce di burro per la mantecatura  pepe rosa q.b. Preparazione: Mettere i boccioli e i petali di rosa essiccati in una bacinella di acqua tiepida per dieci minuti circa. Mettere il brodo a bollire con le verdure sopracitate ben lavate e pulite, tagliate a metà. Scaldare in una pentola capiente l’olio evo, quando sarà ben caldo aggiungere lo scalogno tagliato finemente e farlo imbiondire mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Appena dorato e stufato, aggiungere il riso girandolo continuamente fino a quando i chicchi iniziano a trasparire. Sfumare con un bicchiere di acqua delle rose filtrata, tenete da parte le rose. Iniziare a inumidire il riso con un paio di mestoli di brodo bollente; mescolare di continuo e, appena il brodo sarà quasi assorbito, aggiungerne dell’altro. Continuare così per tutta la sua cottura (circa 15-18 minuti totali). Appena trascorsi i primi quindici minuti, unire una generosa spolverata di curry e portare a termine la cottura aggiungendo i petali e i boccioli di rosa ben strizzati, privati della parte verde. Una volta cotto il risotto, assaggiatelo, eventualmente regolate con un po’ di pepe rosa tritato al momento. Mantecate con la noce di burro, prima di servirlo, lasciarlo riposare. Servirlo con qualche piccola rosellina essiccata…

40


Risotto alle rose, fiori e sale persiani di Dolcipensieri

Ingredienti:  360 grammi di riso Nano Vialone Veronese IGP  3/4 cucchiai di olio extravergine d’oliva  1 cipolla dorata  1 litro e mezzo di brodo vegetale (carota, zucchina e sedano)*  4 cucchiai di boccioli di rose rosse essiccate  una generosa spolverata di miscela di pepe e fiori persiana  una generosa tritata di sale blu di Persia  1 noce di burro per la mantecatura  grana grattugiato (per me facoltativo)  pepe rosa 41


 qualche bocciolo di rose rosse essiccate per la decorazione finale. *vi ricordo di non salare il brodo ne aggiungere dadi perchè il sale blu di Persia ha una forte sapidità. Procedimento: Mettere i boccioli di rosa essiccati in una bacinella di acqua tiepida per dieci minuti circa. Mettere il brodo a bollire con le verdure sopracitate ben lavate e pulite, tagliate a metà. Scaldare in una pentola capiente l’olio evo, quando sarà ben caldo aggiungere la cipolla tagliata finemente e farla imbiondire mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Appena dorata e stufata, aggiungere il riso girandolo continuamente fino a quando i chicchi iniziano a trasparire. Sfumare con un bicchiere di acqua delle rose filtrata, tenete da parte le rose. Iniziare a inumidire il riso con un paio di mestoli di brodo bollente; mescolare di continuo e, appena il brodo sarà quasi assorbito, aggiungerne dell’altro. Continuare così per tutta la sua cottura (circa venti minuti totali). Appena trascorsi i primi quindici minuti, unire una generosa spolverata di miscele di spezie ai fiori persiana, regolare di sale blu di Persia e portare a termine la cottura aggiungendo i petali di rosa ben strizzati, privati della parte verde. Una volta cotto il risotto, assaggiatelo, eventualmente regolate con un po’ di pepe rosa tritato al momento. Mantecate con la noce di burro e il parmigiano per chi lo desidera (io personalmente non l’ho metto per non alterare il sapore che rilasciano la miscela, il sale e le roselline). Prima di servirlo, lasciarlo riposare per cinque minuti in modo che possa mantecare bene. Servirlo con qualche piccola rosellina essiccata… penso che a breve lo rifarò perchè a Marco questo risotto è piaciuto molto!

42


Spaghetti ai frutti di mare al profumo di pepe e fiori di Dolcipensieri

Ingredienti:  320 grammi di spaghetti n.5  miscela persiana di pepe e fiori  300 grammi di vongole  300 grammi di cozze  200 grammi di fasolari  200 grammi di gamberi  200 grammi di seppioline  1 dl di vino bianco secco  olio d’oliva extravergine q.b.  1 spicchio di aglio  prezzemolo tritato q.b.  sale, un pizzico

43


Procedimento: Lasciate a bagno le vongole in acqua e sale per circa un paio d’ore, anche più poi sciacquatele. Raschiate le cozze che poi risciacquerete, così come per i fasolari. Mettere in una pentola antiaderente larga abbondante olio evo con l’aglio, quando sarà leggermente imbiondito, eliminarlo e tuffarci le vongole, le cozze e i fasolari (attenzione che l’olio “sfrigolerà”), aggiungere un cucchiaio di acqua tiepida di cottura. Attendere la loro apertura. Far cuocere per qualche minuto, poi aggiungere i gamberi e le seppioline, sfumare con il vino bianco. Unire i pomodori tagliati in quattro spicchi, mescolare bene il tutto. Nel frattempo portare l’acqua a bollore, salare e versare gli spaghetti. Regolare il sugo di pesce con un pizzico di sale, unire il prezzemolo e la miscela di pepe e fiori. Alla fine cottura della pasta, scolarla e farla saltare insieme al sugo. Servire ben caldi, aromatizzate ancora con un po’ di miscela di pepe e fiori.

Vellutata di melanzane e yogurt alle erbe di provenza di Crumpets &Co.

Ingredienti:  2 melanzane bianche  1 scalogno  olio evo  brodo vegetale qb  170 ml di yogurt greco  70 gr di pecorino romano grattugiato  sale 44


 1 cucchiaino di erbe di Provenza (lavanda, origano, timo, rosmarino, basilico) Procedimento: In una casseruola far soffriggere lo scalogno in due cucchiai d’olio evo, unire le melanzane tagliate a tocchetti, rigirarle e saltarle bene, dopo di che ricoprirle con brodo vegetale. Lasciarle cuocere finché tenere dopo di che toglierle dal fuoco e ridurle in crema con un frullatore ad immersione, rimetterle sul fuoco aggiungendo lo yogurt, l’erbe di Provenza e il pecorino, aggiustare di sale, portare a bollore, far ridurre se serve (la cremosità di una vellutata e poi comunque soggettiva, c’è chi le ama più dense, chi meno) e impiattare guarnendo con un pizzico di erbette.

Zuppa di margherite di Dolcezze di Nonna Papera

Ingredienti:  100 gr di margherite  1 porro  1 grossa patata lessa  1/2 litro di brodo di verdura  crostini di pane San Carlo  olio evo  sale  pepe

Procedimento: 45


Tritate le margherite lasciandone da parte qualcuna per guarnire il piatto. Fatele bollire nel il brodo per 10 minuti. Tritate il porro, stufatelo in poco olio, unitelo alle margherite con la purea di patate. Dovesse risultare troppo liquido aggiungete un cucchiaio di farina. Cuocete per una decina di minuti continuando a mescolare. Aggiungete il pepe, guarnite con le margherite messe da parte e servite accompagnando con i crostini.

Risotto gamberetti, zucchine e fiori di zucca di La Cucina di Mari

Ingredienti:  350 gr di riso  700 ml circa di brodo vegetale(patata, carota, 1 cipolla o dado)  sale, pepe qb  100 gr di gamberetti (surgelati)  1 zucchina media  7 fiori di zucca circa  aglio Far rosolare l'aglio con dell'olio, poi aggiungere la zucchina tagliata a rondelle, lasciare cuocere. Al termine aggiungere i gamberetti ed i fiori e cuocere ancora qualche minuto.

46


Versare il riso e farlo rosolare per 2 minuti. Aggiungere man mano il brodo e cuocere per 14 minuti. Pronto in tavola.

Risotto con speck e melone al profumo di gelsomino di Le Leccornie di Danita

Ingredienti:  Riso  melone bianco (volendo potete usare il cantalupo o melone retinato o mela)  fiori di gelsomino  speck a fette sottili  parmigiano  burro  cipolla  scalogna  dado vegetale a cubetti (se avete del brodo fresco è ancora meglio)  pepe Procedimento: Lavare i fiori e metterli ad asciugare su uno strofinaccio. Far soffriggere la cipolla tagliata sottile in un po’ di olio e aggiungere i cubetti di dado far sciogliere e aggiungere l'acqua calda.

47


Nel frattempo in un tegame far rosolare un po’ di cipolla con dell'olio e far tostare un pò il riso e aggiungere poco alla volta, mescolando, il brodo preparato. A metà cottura aggiungere un po’ di fiori e continuare. A cottura quasi ultimata aggiungere il burro, il parmigiano, lo speck tagliato a dadini e i restanti fiori. A cottura ultimata il melone tagliato a dadini e una bella macinata di pepe. Farlo riposare 2 minuti e servire.

48


Secondi Piatti

49


Rolatine alle primule di La Cucina di Mamma Loredana

Ingredienti:  12 fettine di carne di vitello , sottili come per il carpaccio  12 fettine prosciutto cotto tagliate sottili  Senape dolce  Vino bianco ½ bicchiere  ¼ di dado handmade (nel mio caso)  Una spruzzata di Marsala  Olio 2/3 cucchiai  Burro 20gr  Farina q.b.  Due manciate di corolle di primule Procedimento: Spalmare un velo sottile di senape dolce su ogni fettina di carne e sovrapporle una fettina di prosciutto. Arrotolare con delicatezza, ma strettamente. Sciogliere il burro in padella antiaderente con l’olio , adagiarvi le rolatine, una alla volta, dopo averle velocemente passate nella farina. 50


Lasciare che si formi una leggera crosticina prima di girarle delicatamente, non sarà necessario legarle. Bagnare con mezzo bicchiere di vino bianco e far evaporare. Unire alcune cucchiaiate di acqua, ¼ di dado e 2 manciate di corolle di primula. Spruzzare appena con Marsala. Far cuocere 5 minuti e poi servire decorando con primule.

Pollo marinato al moscato di fiori di timo e salvia di La Cucina di Mamma Loredana

Ingredienti:  4 sovracosce di pollo  uno scalogno  olio EVO  un bicchiere di moscato  fiori di salvia freschi  fiori di timo freschi 51


Procedimento: Mettere in un contenitore il pollo privato della pelle, affettare lo scalogno e unirlo al pollo, versare un bicchiere di moscato e i fiori di salvia e timo, mescolare e lasciar marinare un paio di ore in frigo. Riscaldare l'olio in una padella, unire il pollo sgocciolato, far rosolare brevemente e unire la marinata, aggiustare di sale e far cuocere per il tempo necessario (30'-40'). Nel caso si dovesse asciugare allungare con un po’ di acqua, alla fine deve risultare un fondo di cottura sufficientemente ristretto.

Fiori di zucca farciti al prosciutto cotto di La Cucina di Mamma Loredana

Ingredienti:  fiori di zucca  prosciutto cotto  fiocchi di latte  pecorino grattugiato 52


 asiago  un tuorlo + un albume  farina di mais  olio evo Procedimento: Pulire bene i fiori di zucca, eliminare il pistillo centrale. Tritare insieme il prosciutto cotto, i fiocchi di latte, il tuorlo, aggiungere il pecorino fino ad avere una consistenza abbastanza compatta. Farcire ogni fiore di zucca con un cucchiaino di composto, chiudere e passare nell'albume, poi nella farina di mais. Posizionare su carta forno, mettere su ogni fiore una fettina di asiago e cospargere con un filo di olio. Cuocere a 180° per 15'. Buoni sia caldi che freddi.

53


Frittatina solitaria “m’ama, non m’ama” di La Cucina di Elena

Ingredienti:  Una decina di margherite  Una decina di fiori di tarassaco  Un ciuffetto di malva  Aglio  Timo  Olio evo  Sale e pepe Procedimento: Dopo aver sciacquato bene fiorellini e malva, ho messo la malva a saltare in padella con uno spicchietto di aglio per tre, quattro minuti. Ho sbattuto l’ovetto con sale, pepe ed un pochino di timo fresco. Ho aggiunto i fiorellini alla malva e fatto andare un minutino. Ho versato l’uovo. Ho fatto la frittatina e… Da daaaaaaan! Cenetta solitaria pronta!

54


Calamari grigliati e rosa di ceci su crostone al profumo di aglio e rosmarino di Profumo di Glicine…che arriva in cucina

Ingredienti:  2 calamari  100 gr di ceci cotti  1 fetta di pane  succo di limone  buccia di 1/2 limone  erbe aromatiche (prezzemolo – rosmarino )  1 spicchio d’aglio  olio evo qb  sale qb  fiori di rosmarino per decorare il piatto Preparazione Pulire i calamari, sciacquarli e asciugarli. Con delle forbici fare quattro tagli dal lato della testa, in modo che sulla griglia, con il calore, i bordi si arricceranno all’insù, dando al calamaro un 55


aspetto piacevole. Quindi grigliarli stando attenti a non cuocerli troppo altrimenti diventano stopposi. Nel boccale del minipimer mettere un filino di olio, abbondante succo di limone, un pizzico di sale ed erbe aromatiche a volontà. Frullate il tutto per qualche secondo e condite i calamari. Meglio farlo qualche ora prima, dandogli il tempo di insaporirsi per bene negli aromi, aggiungere anche una grattatina di buccia di limone che gli darà un profumino fresco e delizioso. Mettete i ceci in un pentolino con un filino di olio, 1/2 spicchio d’aglio e un rametto di rosmarino. Salate e se vi piace potete mettere anche un pezzetto di peperoncino. Aggiungete un bicchiere di acqua e fate andare i ceci fino a che si asciugata tutta l’acqua. Togliete l’aglio e il rametto di rosmarino e frullate anche i ceci con il minipimer ad immersione. Abbrustolite la fetta di pane e sfregatela con l’aglio. A questo punto possiamo passare alla preparazione del piatto. Mettete la crema di ceci in una sac-a-poche e formate una rosa sulla fetta di pane. Scolate i calamari dalla marinata e adagiateli sul piatto. Decorate il piatto con fiori di rosmarino e servite.

Fiori di zucca ripieni di Cucina e Fimo

Ingredienti:  9 fiori di zucca  170gr di farina 56


 2 uova  1/2 bicchiere di vino bianco secco  3 cucchiai di acqua gassata  100 gr di prosciutto cotto (da dividere in 9 pezzetti)  4 sottilette( da dividere in 9 porzioni)  sale e pepe q.b  olio di semi a scelta per friggere Procedimento: Sbattere i 2 tuorli con la farina,il vino e l'acqua,pepare e far riposare per 30 minuti. Pulire i fiori di zucca e distribuire in ognuno di essi,un pezzetto di prosciutto ,sottiletta,un pizzico di sale e pepe. Chiudere bene le corolle e se non si friggono nell'immediatezza,tenere i fiori in frigorifero. Montare a neve fermissima gli albumi e incorporarli alla pastella. Immergervi i fiori stando molto molto attenti a chiudere le estremità dei petali. Friggerli in olio abbondante caldo e voltarli a metà cottura. Far assorbire l'olio su carta assorbente da cucina. Servire subito .

Petto di pollo al Sambuco di La Cucina dello Stregone

Ingredienti: 57


 1 petto di pollo intero o fatto tagliare a fette dello spessore di 2 cm  1 ombrello di sambuco fresco  1 provola  farina di riso  farina di mais bianco  3 uova  parmigiano reggiano  olio di girasole Procedimento: Con delicatezza praticare dei tagli nelle fette di pollo e ricavarne delle tasche senza intaccare il fondo (questa operazione la potreste chiedere al vostro " polliere" di fiducia). Tagliare a listarelle la provola e inserirla nelle tasche preparate. In un piatto sbattere le uova con il parmigiano, mentre in una vaschetta miscelare le farine a cui vanno aggiunti i soli fiori delicatamente staccati dall'ombrello lavati e fatti asciugare. Chiudere con alcuni punti con dello spago le tasche lasciando le estremità leggermente più lunghe, questo piccolo trucchetto farà in modo di avere meno difficoltà nel rigirale sia nell'impanatura che nella cottura. Passare le tasche prima nell'uovo sbattuto, poi nei fiori con le farine e di nuovo ripetere l'operazione per un altra volta in modo da avere una doppia impanatura. Friggere le tasche per pochi minuti in olio di girasole bollente, solo per si che l'impanatura sigilli la carne, quindi mettere in forno a 180° per circa 20 minuti.

Arrosto di vitello con fiori di finocchietto selvatico di Miele & Vaniglia

Ingredienti: 58


 1.200kg di girello di vitello  fiori di finocchio essiccati  aglio,salvia,rosmarino,  latte q.b  olio sale  e pepe Q.B.

Procedimento: In una tegame a bordi alti antiaderente ho fatto soffriggere l'olio con gli aromi, aglio, salvia, rosmarino e fiori di finocchio essiccati... Ho messo il girello e farlo rosolare girandolo su tutti i lati e poi l'ho sfumato con il vino bianco. Solitamente uso la Falanghina... Ho aggiunto sale e pepe ed il latte... L'ho cotto a fuoco lento x 1h 1/2 circa aggiungendo il latte quando necessitava... Una volta raffreddato l'ho tagliato e i piccoli o pezzetti di carne che li ho frullati nel sughetto dell'arrosto...

59


Padellata di pollo e peperoni alle erbe di Provenza di Crumpets & Co.

Ingredienti:  2 petti di pollo belli grandi tagliati a cubetti  2 peperoni piccoli – uno rosso e uno giallo  pomodorini datterini  olive nere  erbe di Provenza (lavanda, origano, timo, rosmarino, basilico)  olio evo  sale qb Procedimento: In una padella scaldare 2 cucchiai d’olio evo e far rosolare da tutti i lati i tocchetti di pollo, unire i peperoni tagliati a listarelle, i pomodorini tagliati a metà e le olive. Unire le erbe di Provenza e il sale qb, e far cuocere, mescolando il tutto per circa 15 minuti.

60


Cocotte al tarassaco di Le Leccornie di Danita

Ingredienti:  80 gr di tarassaco  4 uova  2 tuorli  1 cipolla scalogna  burro  besciamella  parmigiano  mozzarella  aglio  mandorle  sale-pepe Procedimento: Lavate e tagliare il tarassaco e metterlo a scolare. Soffriggete leggermente un aglio in camicia, aggiungere il tarassaco e far cucinare con il coperchio. Sbattere le uova e i tuorli, aggiungere, sale, pepe, il tarassaco cotto, la besciamella (circa 6 cucchiai), la mozzarella tagliata a dadini, un po’ di parmigiano grattugiato e la cipolla tagliata piccolissima. Imburrare abbondantemente le cocotte e mettere il composto ottenuto. Finire con le mandorle tritate grossolanamente e delle lamelle di parmigiano. 61


Infornare a 170° fino a che non si sarà ben gonfiato e dorato sopra. Somiglia un po’ ad un soufflè, quindi servire subito prima che si sgonfi.

Frittatine ai fiori di zucca ripieni di La Mia Cucina Improvvisata

Ingredienti:  7 fiori di zucca freschissimi  2 uova  1 mozzarella light  4 fette di prosciutto cotto  1 bicchiere scarso di latte  1 cucchiaio di grana grattugiato Procedimento: Ho messo a bagno in acqua freddissima i fiori di zucca, ho eliminato il pistillo dentro i fiori e li ho lavati bene e poi scolati su di un panno asciutto. Ho tagliato il prosciutto e la mozzarella a pezzetti ed ci ho riempito i fiori che ho poi richiuso con i petali stessi arrotolandoli un po'... E li ho disposti su una teglia tonda come se fossero i raggi della ruota di una bicicletta. Ho sbattuto le uova con il latte ed un po' di sale, ho aggiunto il prosciutto e la mozzarella avanzati ed ho mescolato il tutto. Ho versato il composto appena ottenuto sulla teglia dove c'erano i fiori di zucca ripieni ed ho spolverato con il grana grattugiato. 62


Ho cotto la frittatina al microonde a 900w per circa 7 minuti. Prima di servirla l'ho lasciata riposare qualche minuto e poi l'ho tagliata a fette.

63


Dolci e Desserts

64


Ciotoline di cioccolata fondente alla ganache di cioccolato bianco e fiori di acacia di La Cucina di Mamma Loredana

Ingredienti:  cioccolata fondente 100 gr  panna da montare non zuccherata 125 ml  cioccolato bianco 50 gr  una manciata di fiori di acacia  un plumcake allo yogurt (o un qualunque avanzo di dolce da sbriciolare)  gelatina alla fragola Procedimento: Sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente spezzettato e spennellare l'interno dei pirottini di carta , effettuare più passate per rendere il guscio spesso. Far rapprendere in frigorifero. Nel frattempo porre la panna sul fuoco e aggiungere i fiori di acacia lavati e asciugati, lasciare riscaldare a fuoco dolce, fino a che non bolle. Spegnere e versare sul cioccolato bianco spezzettato,passandola attraverso un colino. Amalgamare bene fino a completo scioglimento del cioccolato. Lasciar raffreddare e cominciare a montare con una frusta elettrica fino a che non risulti spumosa. Mettere in frigo per un paio di ore. 65


Comporre il dolce. Prendere le ciotoline di cioccolato e rimuoverle dai pirottini. Fare sul fondo uno strato di briciole con il plumcake ( o con quello che avete). Versare un cucchiaio di gelatina alla fragola. Recuperare la ganache dal frigo, porla in un sac a poche e creare un bel ciuffo al di sopra della gelatina, decorare con due fiori di acacia e mettere in frigo.

Sinfonia di primavera di Lovely Cake

Ingredienti: Per il sablè:  300 gr di farina  75 gr di fecola  120 gr di zucchero a velo  250 gr di burro morbido  1 albume  25 gr di cacao (metà amaro metà zuccherato)  8 more grandi. 66


Mescolate le polveri, unite il burro, le more tagliate fini ed il loro succo e l'albume, impastate bene e fate riposare per un ora in frigo. Trascorso il tempo stendete l'imapsto e ricavatane dei cerchi spessi 1 cm, che adagerete sulla teglia ricoperta di carta forno e farete cuocere in forno a 180° per circa 15 minuti.

Per la mousse al mascarpone e cioccolato bianco:  2 fogli di gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda  200 gr di cioccolato bianco  500 gr di mascarpone

Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato, quando sarà completamente sciolto toglietelo dal fuoco, aggiungete i fogli di gelatina ben strizzati e mescolate bene. Fate intiepidire leggermente, unite al mascarpone e sbattete bene con le fruste.

Per il cuore di fragole e rose:  100 gr di fragole fresche  zucchero q.b (circa 6 cucchiai)  10 petali di rose rosse  i semi di mezza bacca di vaniglia

Tagliate in 4 le fragole, mettetele in un pentolino e fatele cuocere con i petali di rosa, i semi della vaniglia, lo zucchero e poca acqua a fuoco basso fino a che non si otterrà una sorta di marmellata. Schiacciate bene il tutto con una forchetta durante la cottura. Per le perle viola:  una manciata di fiori di lavanda freschi (io ho messo i fiori di rosmarino perchè la lavanda non la trovavo)  300 ml di acqua 67


 3 cucchiai di zucchero  2 cucchiai di gelatina in polvere  se necessario una goccia di colorante

Mettere i fiori in infusione nell'acqua bollente come per fare un tè. Lasciate raffreddare completamente. Quando sarà raffreddato aggiungere la gelatina e lo zucchero e far addensare il tutto per qualche minuto. Fate raffreddare e versate con un cucchiaino delle piccole gocce su di un piano freddo, incorporando un fiore in ogni goccia, o aggiungendolo sopra.

Componiamo il nostro Dessert:

Adagiamo alla base di un coppapasta il nostro sablè fondente alle more, colmiamo il coppapasta di mousse di mascarpone e cioccolato bianco. Con un cucchiaino scaviamo una cavità al centro, sarà il cuore del nostro dessert, che riempiremo con la salsa di fragole e rose (fredda). Ricopriamo con altra mousse di mascarpone e decoriamo con le nostre perle viola.

Il contrasto insolito di sapori si armonizza perfettamente e rispecchia l'animo delicato e profumato della primavera, il biscotto, quasi amaro, con il cioccolato e le more rappresenta in modo simbolico la terra, dalla quale nasce la primavera farà sbocciare nuovi fiori dai colori delicati e dal soave profumo ( la mousse), il fiore profumato racchiude un grande segreto, il suo frutto succoso e prelibato (il cuore di fragole e rose), le perle viola sono simbolo della luce che torna a splendere serena.

68


Crostata leggera con i fiori di calendula di Fool For Food

Ingredienti: per la pasta frolla alla ricotta:  300 g di farina 00  120 g di zucchero a velo  1 uovo  1 cucchiaino di lievito  200 g di ricotta  1 pizzico di sale

Procedimento: Mischiate fra loro gli ingredienti secchi, ovvero farina, zucchero a velo, lievito e sale, poi aggiungete l’uovo e la ricotta. Lavorate il tutto a mano finchè non avrete ottenuto un impasto solido, dopo di che avvolgete la palla di frolla in uno strato di pellicola trasparente e mettetela a riposare in frigo per mezz’ora. Dopo averla fatta riposare, accendete il forno per riscaldarlo fino a 180°. Nel frattempo, aiutandovi con un po’ di farina, stendete la pasta in modo circolare, poi inseritela in uno stampo che avrete precedentemente unto.

69


Sistemate l’impasto in modo che i bordi lo rendano abbastanza “contenitivo” per la crema che andrà aggiunta dopo la cottura e bucherellate il fondo. Ricoprite di carta forno, aggiungete dei legumi secchi (di solito si usano i fagioli, io non li avevo e ho usato le lenticchie… funziona lo stesso ) ed infornate. Controllate la cottura della frolla di tanto in tanto, diciamo che a 180° potreste farla cuocere mezz’ora con i legumi secchi, poi togliere questi ultimi ed ultimare la cottura del fondo per altri 10 minuti. Una volta cotta, lasciate raffreddare. per la crema:  2 uova  500 ml di latte  130 g di zucchero  30 g di farina  qualche scorza di limone  1 bustina di vanillina  1 pizzico di sale Procedimento: Mentre la frolla cuoce, preparate la crema che andrà a riempirla. E’ una classicissima crema pasticcera, aromatizzata con limone e vanillina e fatta utilizzando le uova intere invece che i soli tuorli. Scaldate il latte - senza farlo bollire – insieme alle scorze di limone e alla vanillina. In un recipiente a parte, montate leggermente le uova con lo zucchero, poi aggiungete la farina, il latte caldo (ricordatevi di togliere le scorze di limone!) ed amalgamate il tutto. Versate poi in un pentolino abbastanza capiente e cuocete a fuoco lento aggiungendo un pizzico di sale. Continuate a mescolare fino a fine cottura con una frusta o con un cucchiaio di legno, facendo attenzione a non far attaccare la crema sul fondo della pentola. Terminate la cottura appena la crema inizia a bollire: una volta raffreddata, non deve rassodarsi troppo ma deve rimanere molto morbida. Composizione della crostata: Quando sia la crema che la frolla si saranno raffreddate, riempite quest’ultima con la prima fin quasi all’orlo. 70


Sulla crema, posizionate i fiori di calendula che avrete precedentemente lavato con cura e fatto asciugare a testa in giù su un paio di fogli di carta assorbente (schiacciandoli leggermente in modo che si appiattiscano). Infine, completate il dolce distribuendo uno strato di gelatina che vada a coprire completamente i fiori.

Polpette fritte con ricotta e fiori di acacia di Laura in Cucina

Ingredienti:  200 gr di ricotta fresca di bufala  100 gr.di farina manitoba  50 gr di amido di mais  80 gr. di zucchero+zucchero per l’esterno  2 uova  1 cucchiaio di DELIZIA alla Cannella  1/5 bustina di lievito vanigliato per dolci  1 bustina di vanillina  20 gr circa di fiori d’acacia Procedimento: In una ciotola montare i tuorli e lo zucchero fino a che non diventano chiari ,aggiungere la ricotta e inseguito le farine con il lievito, il resto degli ingredienti , gli albumi ben fermi 71


montati a neve ,infine aggiungete il cucchiaio di delizia alla cannella e i fiori di acacia! Friggete in olio caldo girando spesso le semi-palline .Scolate l’olio di cottura su una carta assorbente da cucina e ruotatele sullo zucchero. Il profumo e l’aroma sono garantiti!!Speciali per un pasto finger food!!

Biscotti alla lavanda di La Terra dei Violini

Ingredienti:  125 g di burro  100 g di zucchero  1 uovo  200 g di farina 00  1 cucchiaio di fiori di lavanda essiccati  un pizzico di sale  1 cucchiaino di lievito  zucchero al velo Procedimento: Impastare il burro con lo zucchero, aggiungere 1 uovo sbattuto, il lievito, i fiori secchi di lavanda, la farina e un pizzico di sale. Stendere la pasta con il mattarello, ricavare dei biscotti e cuocere a 180° per 20 minuti. Spolverare di zucchero al velo. 72


Aspic di zucca e petali di rose in gelatina di Moscato di La Cucina di

mamma Loredana

Ingredienti:  400 gr polpa di zucca tagliata a dadini  50 gr petali di rose fresche ( e profumatissime, aggiungo io)  1 litro di Moscato  8 fogli di gelatina , circa 34 gr  50 gr di liquore alle violette per me questo, (rosolio nella ricetta originale) Per accompagnare panna acida. Procedimento: Portare il Moscato a ebollizione, aggiungere la zucca e cuocerla fino a quando è morbida. Scolare e raffreddarla. Ammorbidire la gelatina in acqua fredda; filtrare il Moscato e aggiungere la gelatina, poi raffreddarlo sul ghiaccio e mescolarvi il liquore alle violette. Gelatinare uno stampo da budino, far rapprendere in frigorifero, poi mettere nello stampo la zucca e i petali di rose e versarvi il resto della gelatina. 73


Raffreddare in frigorifero per almeno 5/6 ore.

Cuore pannoso al profumo di rosa di Profumo di Glicine…che arriva in

cucina

Ingredienti:  500 ml di panna fresca  300 ml di latte  160 gr di zucchero a velo  1 cucchiaio di petali di rose  8 gr colla di pesce

Procedimento: Mettete i petali di rose in ammollo, per qualche ora nella panna e il latte. Al momento di cuocere la panna passatela al colino per eliminare i petali. Trasferitela in un pentolino a fondo antiaderente e fatela riscaldare fino a sfiorare il bollore, aggiungendo anche lo zucchero. Prelevate qualche cucchiaio di panna e aggiungetevi la colla di pesce, precedentemente ammorbidita in acqua. Mescolate con cura per far sciogliere la gelatina. Se vedete che ci sono grumi prima di aggiungere al resto della panna, passatela al colino. Io preferisco passarla, meglio non correre rischi, si avrà una panna più fine e cremosa. Ora non vi resta che riempire i vostri stampini. Ne dovrebbero venire 6 ma dipende sempre dalla grandezza, naturalmente potete utilizzare anche un solo grande stampo a forma di cuore. Coprite gli stampini e trasferiteli in frigo per almeno 3-4 ore.

74


Frittelle ai fiori di zucca di Profumo di Glicine…che arriva in cucina

Ingredienti:  500 gr di farina 00  3-4 uova  fiori di zucca a piacere  zucchero semolato  mezza bustina di lievito vanigliato  olio di oliva per friggere  un pizzico di sale Procedimento: Per prima cosa sbollentiamo per 2-3 minuti i fiori di zucca immergendoli nell’acqua che già bolle. Mettiamo la farina setacciata in una ciotola, uniamo il lievito e il sale. A questo punto uniamo anche i fiori ancora caldi ma non bollenti. Impastiamo unendo via via anche l’acqua dei fiori ( ma non tutta, deve venire una pastella cremosa). Uniamo le uova che avremo battuto a parte e incorporiamole per bene. Ora mettiamo un filo d’olio in una padella abbastanza larga e con un mestolino formiamo tanti mucchietti d’impasto, facciamoli friggere da ambo i lati, sistemiamo man mano le frittelle dorate su carta da cucina, passiamole nello zucchero e gustiamole rigorosamente calde.

75


Torta di mele con crema alla lavanda di Profumo di Glicine…che arriva

in cucina

Ingredienti:  500 gr di mele golden  4 uova  120 gr di burro  200 gr di farina 00  100 gr di farina di mandorle  150 gr. di zucchero + 1 cucchiaio  1 bustina di lievito per dolci  1 rametto di rosmarino  per la crema di lavanda  fiori di lavanda ( mi raccomando non trattati con antiparassitari )  250 ml di latte  4 tuorli  100 gr di zucchero  1 cucchiaino di fecola di patate Procedimento: Si sbucciano le mele, si tagliano a tocchetti o a fettine e si cuociono con un cucchiaio di zucchero e un ramoscello di rosmarino. Si lasciano appassire, appena lo zucchero si è sciolto si tolgono da fuoco e si elimina il rosmarino. 76


Con lo sbattitore si amalgama il burro morbido con lo zucchero, si aggiungono le uova, una alla volta, quindi le farine e il lievito setacciati. In ultimo si aggiungono le mele ormai fredde. Si mette l’impasto in uno stampo imburrato e infarinato. Si trasferisce in forno già caldo a 170° per 35-40 ‘ La crema inglese assomiglia e si usa come la crema pasticcera ma è molto più delicata. In questo caso la crema inglese è aromatizzata con fiori di lavanda. Per prepararla ponete sul fuoco, in una casseruolina a fondo spesso, il latte e i fiori di lavanda. Montare i tuorli con lo zucchero e la fecola, unire a filo il latte filtrato. Versate il composto nel recipiente che è servito per far bollire il latte, mettendolo di nuovo su fuoco moderato e lasciatevelo, sempre mescolando, fino a che la crema sta per alzare il bollore. Non deve nel modo più assoluto bollire, in caso contrario, impazzisce. Se vi accorgete che ciò sta per succedere immergete subito la casseruolina in un’altro recipiente pieno di acqua fredda per arrestarne la cottura, unite una cucchiaiata di acqua fredda e continuate a mescolare energicamente sino a che la crema sarà ritornata normale. Versatela in una ciotola e lasciatela raffreddare mescolando spesso. Se desiderate una crema più sostanziosa e delicata usate metà latte e metà panna freschissima. La fecola viene usata per impedire alle uova di impazzire, quelle di voi più esperte potranno anche evitare di aggiungerla, fate però molta attenzione perchè è una crema delicatissima. Ora non ci resta che premiare noi stesse della tanta pazienza!!Spolverare la torta con zucchero a velo e gustarla con una bella cucchiaiata di crema alla lavanda.

Angel cake alle rose di No Sugar Please

77


Ingredienti:  3 albumi (a temperatura ambiente)  25 g di sucralosio (=100 g di zucchero)  60 g di farina  1,5 g di cremor tartaro  1 pizzico di sale  2 cucchiai di acqua di rose o 1/2 fialetta di essenza di rose Procedimento: Ho provato a fare l'acqua di rose in casa. Vi faccio vedere come ho fatto; se avete comprato l'essenza alle rose potete andare direttamente alla preparazione dell'angel cake. Staccare con delicatezza i petali di rosa e lavarli in acqua fredda. Sterilizzare un barattolo di vetro facendo bollire l'acqua per 20 minuti. Riempire il barattolo con acqua minerale naturale e aggiungere i petali, chiudere bene e fare bollire a bagno maria per altri 20 minuti. Infine, una volta raffreddata, filtrare l'acqua (è un ottimo tonico per il viso!!!). Iniziamo a preparare l'angel cake: montare gli albumi, che dovranno essere a temperatura ambiente, a neve fermissima con un pizzico di sale. Unire tra loro le polveri (farina, dolcificante e cremor tartaro) e aggiungerle, setacciandole, agli albumi montati. Mi raccomando, molto lentamente, facendo attenzione a non smontare gli albumi. Riempire dei pirottini o delle formine con il composto e infornare a 160° per 20 minuti. I mini angel cake saranno pronti quando assumeranno un colore dorato (questo avviene nel mio forno, in alcuni la torta resta un po' più chiara anche all'esterno pur essendo cotta all'interno). Attendere che si siano raffreddati. Servire con decorazioni di petali di rose...

78


Gelato al Sambuco, limone e yogurt con biscottini ai fiori di Sambuco diLa Cucina di Mamma Loredana

Biscottini ai fiori di sambuco e farina di riso Ingredienti:  10 fiori di sambuco lasciati a macerare per 24 ore in acqua , zucchero, succo di limone e limone a fette ( leggere qui)  250 gr di farina di riso  125 gr di burro freddo  110 gr di zucchero  6 gr di lievito  1 uovo intero Procedimento: Versare la farina, fare la fontana al centro, unire il burro freddo a pezzetti, lo zucchero, l'uovo, i fiori di sambuco sgranati dai rametti. Mescolare bene tutto fino ad avere un composto omogeneo, Avvolgere in una pellicola e far riposare in frigo per almeno 30'. 79


Stendere allo spessore di 4 mm, tagliare con uno stampino a forma di fiore . Cuocere a 180° per 12'-15'. Conservare in una scatola di latta.

Gelato al sambuco, yogurt e limone

(Il grande libro dei gelati e dessert di Farrow-Lewis) Ingredienti:  4 tuorli d'uovo  50 gr zucchero semolato  10 gr maizena  300 ml latte  scorza grattugiata di 1 limone bio  50 ml di succo di limone  150 ml si sciroppo di sambuco ( per la ricetta leggere qui)  170 gr yogurt greco  150 ml panna montata 80


Procedimento: Montare i tuorli in una ciotola con lo zucchero, la maizena e un pò di latte. Versare il latte rimanente in un tegame dal fondo spesso, portare ad ebollizione, quindi versateci sopra il composto di tuorli, girando continuamente, lontano dal fuoco. Rimettere sul fuoco e cuocere a fuoco lento, girando continuamente finchè non si addensa. NON FATELO BOLLIRE O POTREBBE IMPAZZIRE. Versate la crema in una ciotola , aggiungere scorza e succo di limone. Unite lo sciroppo di sambuco e mescolare delicatamente. Coprire la superficie della crema a contatto con della pellicola. Lasciar raffreddare e conservare in frigo , anche per una notte.

Per chi non possiede una gelatiera: Sbattete lo yogurt e la panna e incorporateli alla crema. Versate il composto in un contenitore e congelare per 3-4 ore, mescolandolo un paio di volte quando si addensa. Versare in coppette individuali e di nuovo in frigo finchè sarà pronto per essere servito.

Con la gelatiera: Incorporate lo yogurt e la panna alla crema fredda , trasferire nella gelatiera e far andare finchè non si addensa. Versare in coppette e lasciare in freezer. Lasciare 30 ' nel frigo prima di servire, decorare con biscottini ai fiori di sambuco.

81


Biscotti alla camomilla di MammaRum

Ingredienti:  200 gr di farina 0  50 g di zucchero grezzo di canna bio  20 g di burro (meglio se di panna fresca)  1 uovo  3g di fiori di camomilla (o di bustina)  1/2 cucchiaino di polvere lievitante Opzionale  1 bustina di camomilla (altrimenti aggiungerete acqua) Procedimento: Come per una normale frolla, in una ciotola mettete farina, zucchero, lievito, e il burro tagliato a cubetti e con i polpastrelli delle dita amalgamate la farina al burro. In una ciotola a parte riducete in briciole i fiori di camomilla, passateli in un setaccio a magli larghe e aggiungeteli all’impasto. Aggiungete anche l’uovo, e 3o 4 cucchiai di camomilla preparata in precedenza (non zuccherata), o acqua. Impastate fino ad ottenere un composto omogeneo. Stendete la frolla così ottenuta su di un piano leggermente infarinato e con un taglia biscotti o un coltello ricavate tanti biscotti. Cuocete in forno caldo ventilato a 190° per 10 minuti. 82


Gelo di mellone di La Melagranata

Ingredienti:  1l di succo di mellone (anguria)  60g di amido per dolci  da 80 a 250 g di zucchero (secondo la dolcezza dell’anguria – qui 150)  80-100g di cioccolato a pezzetti  fiori di gelsomino Procedimento: Aprire l’anguria, tagliarne la polpa a grossi pezzi e spremerne il succo, usando il passapomodoro o la centrifuga. Misurarlo e versarlo in una pentola. Tagliare il cioccolato amaro a pezzettini, grandi quanto i semi dell’anguria, riunirli in un contenitore e metterli in frigo. Aggiungere l’amido al succo di anguria (il sistema indicato nel testo – che ho visto molte volte utilizzare dalla nonna per varie preparazioni – è ottimo. Aggiungete amido e zucchero a cucchiaiate, versandole in un colino semiimmerso nel succo ed aiutandovi con il cucchiaio!) 83


Non appena amido e zucchero si sono sciolti nel succo, che sarà diventato rosa, mettete la pentola sul fornello: all’inizio a fuoco basso, poi a fuoco medio, mescolando sempre, fino a che il liquido cambierà colore, diventando di un bel rosso intenso, e si addenserà: sarà pronto quando, sollevando una quantità di crema con il cucchiaio e facendola cadere a filo, questo scriverà, cioè rimarrà visibile prima di scomparire nella crema. Spegnete il fuco e versate uno strato sottile di crema in una ciotola di vetro o di ceramica o nelle coppette individuali. Su questo strato posate i pezzetti di cioccolato amaro ben freddo. Versate un altro strato di crema, delicatamente, per non far affondare o squagliare il cioccolato, e continuare così, alternando crema e pezzetti di cioccolato. L’ultimo strato sarà di sola crema e ben liscio. Lasciate intiepidire e rassodare la crema (circa 10 minuti) poi immergetevi i gambi dei fiori di gelsomino, facendo attenzione che i petali non tocchino la crema e non appassiscano. La crema assorbirà l’aroma del gelsomino e i fiori resteranno perfetti. Riporre la crema in frigorifero per almeno due o tre ore prima di servire. (in frigo dura almeno due giorni – quindi potete prepararlo in anticipo, se avete ospiti!)

Biscotti alla camomilla di La Melagranata

84


Ingredienti:  225 g di burro morbido  140 g di zucchero semolato, più un poco per inzuccherare l’esterno  1 cucchiaio di polvere di camomilla (2 0 3 sacchetti) o di fiori  1 tuorlo leggermente sbattuto  1 cucchiaio da caffè di estratto di vaniglia (io: una bacca di vaniglia)  280 g di farina  un pizzico di sale Procedimento: Montate il burro e lo zucchero, a mano o nell’impastatrice, fino a che la massa sarà ben gonfia e bianca, poi incorporate la polvere di camomilla. Potete utilizzare il contenuto di 2-3 bustine/filtro di camomilla o, come ho fatto io, i fiori di camomilla biologica, frullati rapidamente nel robot e poi passati al setaccio. Unite il tuorlo e la vaniglia (io ho usato una bacca di vaniglia: l’ho aperta per il lungo, ho grattato bene i semini all’interno con la punta di un coltello e li uniti all’impasto. Ho poi conservato la bacca per altre preparazioni). Aggiungete la farina setacciata e il pizzico di sale e mescolate bene il tutto. Ricavate dal vostro impasto un salsicciotto regolare. Disponete lo zucchero in più su un piatto, rotolatevi il salsicciotto fino a che sarà ben ricoperto. Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per circa un’ora. Scaldate il forno a 190°. Ricoprite delle placche da biscotti con carta forno. Tagliate il salsicciotto in fette regolari di circa 5mm di spessore e disponetele poi sulle placche, distanziandole. Cuocete nel forno caldo per 10 minuti, fino a che i biscotti saranno dorati. Sfornate, ma non toccateli per almeno 5-10 minuti: sono delicatissimi. Poi trasferiteli delicatamente su una griglia e lasciate raffreddare completamente.

85


Gelo di limone di La Melagranata

Ingredienti:  20ogr. di zucchero semolato  8 bei limoni non trattati  80gr. di amido di frumento  fiori di gelsomino per guarnire Procedimento: Lavate accuratamente i limoni ed asciugateli, poi con un coltellino affilato prelevate la scorza – solo la parte gialla – e mettetela a bagno in un litro scarso di acqua minerale naturale e lasciatela in infusione per un giorno. Il giorno successivo filtrate l’acqua dalle scorze e tenetela da parte Stemperate l’amido di frumento con l’acqua filtrata fredda ed aggiungete lo zucchero. Trasferite il tutto in una casseruola e cuocete a fuoco basso avendo sempre cura di mescolare bene. Appena la crema comincia ad addensarsi, versatela in stampini monoporzione appena bagnati con l’acqua e lasciateli raffreddare in frigorifero per almeno 3 ore (meglio tutta la notte. Sformate i piccoli geli, decorate con i fiori di gelsomino portate in tavola. Note: - Se non avete il tempo di attendere l’ infusione delle bucce, prelevate la parte gialla della buccia di limone, unite l’acqua e frullate. Lasciate in infusione pochi minuti, poi filtrate. 86


- Se il profumo del gelsomino vi piace molto, appena versate la crema di limone nelle ciotole, disponete i fiori di gelsomino, con il calice ben affondato nella crema calda. Il profumo e il sapore del fiore rilasceranno tutto il loro aroma.

Coffee Banana Bread al profumo di cardamomo e zagara di La

Melagranata

Ingredienti:  300g farina  70 g di pistacchi di Bronte  80g di cioccolato fondente  80g di zucchero di canna  2 uova  100 ml di panna fresca  150 ml di caffé  200g di banane  1 bustina di lievito  4-5 bacche di cardamomo  1 cucchiaino di fiori d’arancio freschi (o secchi)  sale, un pizzico  burro per gli stampi  zucchero a velo (q.b.) Procedimento: Ho tritato a coltello il cioccolato fondente (anche gli avanzi di uova di Pasqua, se ne avete ancora, vanno benissimo! 87


Ho tritato grossolanamente i pistacchi Ho preparato un caffé forte e l’ho versato in una ciotola dove avevo disposto le bacche di cardamomo e i fiori d’arancio e ho lasciato raffreddare. Ho utilizzato il procedimento che uso per i muffin. In una ciotola ho mescolato la farina, il lievito, lo zucchero, il sale, il cioccolato e i pistacchi tritati. In un’altra ciotola, ho sbattuto le uova, ho unito la panna e il caffé aromatizzato, ormai freddo. Ho unito le due preparazioni, senza mescolare troppo. Ho aggiunto la banana schiacciata con una forchetta e ho mescolato. Ho versato il tutto in due stampi rettangolari di cm.18 . Ho infornato in forno caldo a 160°, poi alzato subito a 180°. Ho lasciato cuocere circa 45 minuti. Fate la prova stecchino!!!

Frittelle ai fiori di acacia di La Melagranata

Ingredienti:  3 uova  5-6 cucchiai di farina Biancaflor per pastella  latte, q.b.  un pizzico di sale  olio per friggere  zucchero semolato per spolverare 88


Procedimento: Lavare bene i fiori, privandoli delle impurità. Lasciarli scolare. Mettere la farina, con il sale, in una ciotola ampia. In una tazza battere i tuorli con due cucchiai di latte, unirli alla farina, mescolando con una frusta e continuare ad unire il latte fino ad avere una pastella di giusta consistenza, liscia ma non liquida. Battere a neve gli albumi ed unirli delicatamente al composto, mescolando, come sempre, dall’alto in basso. Unire i fiori, mescolando con grande delicatezza. Scaldare bene l’olio e friggere a cucchiaiate, fino ad ottenere una coloritura leggera ed appena dorata. Scolare su carta da cucina, poi spolverare di zucchero semolato.

Biancomangiare con gelatina di fiori di pesco di La Melagranata

Ingredienti: per il biancomangiare:  1 l. latte  100 g di amido di mais  100g di zucchero  una cucchiaiata di fiori d’arancio (io li avevo secchi)  buccia d’arancio grattugiata

89


per la gelatina:  due manciate di petali di fior di pesco  zucchero 100g  acqua 350g  2 fogli di gelatina  2 cucchiaini di succo d’arancia Procedimento: Sciogliere l’amido con qualche cucchiaio di latte freddo. Portare ad ebollizione il rimanente latte con i fiori d’arancia. Unire lo zucchero e farlo sciogliere. Filtrare la preparazione e versarla sull’amido, mescolando accuratamente. Suddividere nelle coppette, lasciar raffreddare e poi mettere in frigo per almeno 2 ore. Preparare la gelatina. Mescolare i petali di fior di pesco con lo zucchero, schiacciando un po’ per spremere il succo. Portare ad ebollizione l’acqua, unire i fiori di pesco zuccherati e lasciar raffreddare. Ammollare la gelatina in acqua fredda. Riportare a bollore lo sciroppo di petali, unire la gelatina e il succo d’arancia. Far intiepidire e versare sulle coppette di biancomangiare. Rimettere in frigo per almeno 2 ore. Al momento di servire, decorare con qualche fiore di pesco.

90


Panna cotta con fiori di pesco di La melagranata

Ingredienti:  250g panna fresca per dolci  250g latte  70g zucchero  2 fogli di colla di pesce  2 cucchiai di petali di fior di pesco, più alcuni fiori per la decorazione. Procedimento: Mettere in ammollo la colla di pesce in acqua fredda. Scaldare il latte e la panna coni petali di fior di pesco. Far prendere bollore e unire lo zucchero. Mescolare bene per farlo sciogliere. Spegnere e filtrare. Strizzare bene la colla di pesce e unirla al composto caldo. Mescolare bene. Suddividere negli stampini individuali o in 4 bicchieri . Far raffreddare poi mettere in frigo per almeno 3 ore. Sformare i dolci sui piattini e decorare con fiori di pesco.

91


Marmellata di mele e lavanda di Dolcezze di Nonna Papera

Ingredienti:  1 kg di mele  350 gr di zucchero  succo di un limone  un rametto di lavanda Procedimento: Ho sbucciato le mele e le ho tagliate a pezzetti piccoli, ho aggiunto il succo del limone che avevo spremuto, lo zucchero e il rametto di lavanda e ho fatto cuocere il tutto 40 minuti circa (fino a consistenza raggiunta). L'ho poi messa in vasetti sterilizzati che ho capovolto per qualche minuto.

Marmellata ai fiori di sambuco di Bricolage & Ricette

Ingredienti: 92


 fiori di sambuco (privati dei gambi) gr 150  mele tipo golden 5  zucchero gr 150  1 cucchiaino di acqua di rose  1 cucchiaio di brandy Procedimento: Tagliare le mele a tocchetti e farle cuocere con un con un po' di acqua. Una volta cotte le mele, passarle con il mixer, aggiungere lo zucchero, l'acqua di rose e il brandy. Quando lo zucchero sarà sciolto, aggiungere i fiori di sambuco lavati. Far cuocere finchè non si sia rappreso il tutto. Mettere la marmellata ancora calda nei vasetti, e far andare sottovuoto.

Creme Brulèe profumata al gelsomino di Chiacchiere ai Fornelli

Ingredienti:  500 ml di panna fresca  500 ml latte  200 gr di tuorli (circa 10)  150 gr di zucchero a velo  25/30 di fiori di gelsomino  80 gr di zucchero di canna 93


Preparazione: Lavate delicatamente i fiori di gelsomino sotto l’acqua corrente. Scaldate leggermente il latte con la panna senza farli arrivare a bollore e immergetevi i fiori, coprite e lasciate riposare per una notte. Filtrate la panna e il latte e mettete a scaldare. Nel frattempo sbattete i tuorli con lo zucchero, aggiungeteli al liquido e portate ad ebollizione mescolando con una frusta. Versate il composto in otto cocottine e cuocete a bagno maria, in forno a 120° per 40/45 minuti. Togliete le cocotte dal forno e fate raffreddare. Prima di servire cospargete di zucchero di canna le creme brulèe (circa 10 gr per ognuna) e caramellate con la fiamma o per 2 minuti sotto il grill del forno.

Frittelle ai fiori di acacia di Crumpets & Co.

Ingredienti:  Una decina di grappoli di fiori d’acacia  2 uova  5 /6 cucchiai di farina  1 cucchiaino scarso di lievito in polvere  4/5 cucchiai di zucchero 94


 Latte qb  Zucchero a velo per servire Procedimento: Sciacquare i grappoli e controllare che non vi siano insetti all’interno (come ben sapete le api per esempio vanno matte per il loro nettare) e staccare i singoli fiorellini. Con un frusta sbattere bene tutti gli ingredienti, unendo il latte fino ad ottenere una pastella abbastanza densa che possa legare a cucchiaiate i fiori di acacia che andranno uniti al tutto in ultima. Scaldare abbondante olio per fritture o in una padella o in una friggitrice e quando è pronto versare le frittella con il cucchiaio. Una volta dorate scolarle, farle asciugare su carta per fritti e servirle cospargerle con zucchero a velo.

Torta di ciliege e fiori di acacia di Crumpets & Co.

Ingredienti:       

200 gr di farina 50 gr di fiori d’acacia già sgranati 130 gr di zuccher0 3 uova 130 gr di burro fuso 10 gocce di olio essenziale d’arancio (o la buccia grattugiata di un’arancia) 1/2 bustina di lievito 95


 3 cucchiai di miele d’acacia (o altro miele fluido)  50 ml di latte  300 gr di ciliegie Procedimento: Con pazienza denocciolare le ciliegie e staccare i fiori d’acacia dal loro grappolo. Sbattere le uova con lo zucchero, a lungo fino a far diventare il composto spumoso e chiaro. Aggiungere il burro fuso, l’olio essenziale d’arancio, sbattere bene e poi unire il miele, la farina, il latte ed il lievito. Sbattere bene il tutto e poi unire al composto le ciliegie e i fiori d’acacia, amalgamandoli delicatamente con una spatola. Travasare l’impasto in uno stampo a cerniera da 24 cm, cospargere con granella di zucchero (la ricetta originale prevedeva mandorle a lamelle ma non ne avevo) e cuocere in forno a 180° per 45 minuti circa.

Marmellata di fiori di acacia di Crumpets & Co.

Ingredienti:  5 mele golden bio  300 gr di fiori di acacia già sgranati  150 gr di zucchero  acqua qb 96


Procedimento: Iniziate con pazienza a sgranare i fiori di acacia dal loro grappolo. Mettere a cuocere le mele tagliate a toccheti in una pentola, coprendole leggermente d’acqua. Una volta tenere,toglierle dal fuoco, frullarle e rimetterle sul fuoco, aggiungere lo zucchero, farlo sciogliere bene e poi unire i fiori di sambuco. Portare a bollore e lasciar cuocere finchè raggiunta la giusta consistenza. Invasare la marmellata ancora bollente in vasetti sterilizzati, chiudere bene e rovesciare, lasciando riposare e raffreddare i vasetti coperti.

Clafoutis di fragole e fiori di acacia di Crumpets & Co.

Ingredienti:  300 ml di latte  3 uova  125 gr di farina 00  150 gr di zucchero  250 gr di fragole  20 gr di fiori d’acacia

97


Procedimento: Imburrare uno stampo a fondi bassi, il mio era da 25 cm, adagiare sul fondo dello stampo le fragole e i fiori d’acacia. In un’ampia ciotola unire la farina e lo zucchero. A parte sbattere le uova, unire il latte, sempre sbattendo bene. Versare lentamente il composto a base di latte nella farina, sbattendo continuamente finché tutto il liquido sia incorporato, omogeneo e non ci siano grumi di farina nella pastella. Versare il composto sopra le fragole e i fiori e cuocere la torta in forno caldo a 180° per 40 minuti, finché la pastella è soda al tatto e dorata in superficie. Spolverizzate di zucchero a velo e servire il clafoutis appena tiepido.

Sciroppo di sambuco di Crumpets & Co.

Ingredienti:     

500 gr di zucchero 50 ml di acqua 2 limoni bio 5 ombrelle di fiori di sambuco 1/2 bicchiere di aceto di mele 98


Preparazione: In una ciotola capiente miscelare l’acqua insieme con l’aceto di mele e lo zucchero, mettervi dentro le ombrelle di sambuco capovolte con i fiori ben ammollo e aggiungere anche i limoni tagliati a spicchi. Lasciare in infusione a freddo per circa 48 ore, dopodiché filtrare il tutto attraverso una garza od un colino a maglia stretta, direttamente dentro una casseruola. Metterla sul fuoco, portare a bollore, lasciar sobbollire per una decina di minuti dopodiché imbottigliare. Una volta freddo conservare in frigo.

Marmellata di uva spina e fiori di sambuco di Crumpets & Co.

Ingredienti:  300 gr di uva spina  150 ml di acqua  150 gr di zucchero  3 ombrelli di fiori di sambuco Procedimento: Pulire l’uva spina eliminando le due estremità. Metterla in una casseruola insieme all’acqua, mescolare bene e lasciarla appassire/ammorbidire. Dopodichè, con uno schiacciapatate verticale o altro attrezzo, iniziare a spappolare l’uva facendone fuoriuscire la polpa. Aggiungere 99


lo zucchero, farlo sciogliere bene e a metà cottura della marmellata circa unire i fiorellini di sambuco sgranati, mescolare bene e portare a cottura la marmellata. Invasare in vasi sterilizzati la marmellata ancora bollente, chiudere immediatamente e capovolgere i vasi per creare il sottovuoto.

Marmellata di fiori di sambuco di Crumpets & Co.

Ingredienti:

 4-5 mele golden bio  150 gr di fiori di sambuco già sgranati  150 gr di zucchero  acqua qb Procedimento: Iniziate con pazienza a sgranare i fiorellini di sambuco, staccandoli il più possibile dai rametti verdi, all’inizio anche per noi non è stata impresa semplice, bisogna farci la mano. Se resta cmq qualche rametto, il tutto si può leggermente frullare alla fine. Mettere a cuocere le mele tagliate a toccheti in una pentola, coprendole leggermente d’acqua. Una volta tenere,toglierle dal fuoco, frullarle e rimetterle sul fuoco, aggiungere lo zucchero, 100


farlo sciogliere bene e poi unire i fiori di sambuco. Portare a bollore e lasciar cuocere finchè raggiunta la giusta consistenza. Invasare la marmellata ancora bollente in vasetti sterilizzati, chiudere bene e rovesciare, lasciando riposare e raffreddare i vasetti coperti.

Cake ai fiori di sambuco di Crumpets & Co.

Ingredienti:  220 gr di farina 00  8 gr di cremor tartaro  1/2 cucchiaino di bicarbonato  85 gr di zucchero semolato  30 gr di mandorle in polvere  1 tazza di fiori di sambuco già sgranati (classica cup di misura americana)  3 uova  80 ml di olio di semi di girasole (bio spremuto a freddo)  60 ml di latte acidulato con 2 cucchiai di succo di limone (latticello va benissimo al suo posto)  1 pizzico di sale 101


Procedimento: Con tanta pazienza sgranare i fiorellini di sambuco dal loro “ombrello”. In una ciotola unire gli ingredienti secchi, farina, zucchero, cremor tartaro, bicarbonato, mandorle, sale e fiori di sambuco sgranati. In un’altra ciotola sbattere le uova con il latte acidulato e l’olio, unire il mix liquido al secco ed amalgamare il tutto con una spatola. Trasferire il composto in uno stampo da plumcake imburrato ed infarinato e cuocere a 190° per circa 45 minuti.

Frittelle di fiori di sambuco di Crumpets & Co.

Ci eravamo già informate in precedenza, leggendo e sbirciando siti… la pastella da fare deve essere davvero semplice e leggera… i fiorellini sono delicati e piccini e non vanno coperti con una mappazza pesante …quindi abbiamo optato per una pastellina abbastanza fluida fatta con solo farina, acqua e poco zucchero… mescolati assieme. (regolatevi ad occhio con le dosi, che non saprei quantificarvi). Bisogna rompere l’ombrello di fiori più grande in ombrellini più piccoli,ognuno va intinto dentro la pastella tendendolo per il gambo e poi si frigge in olio bollente!

102


… farli asciugare dall’olio e poi servirli cosparsi con un po’ di zucchero a velo…. una vera delizia!!!

Pancakes al sambuco di Crumpets & Co.

Ingredienti:  1 uovo  40 gr di farina  80 gr di formaggio morbido (tipo philadelphia)  1/2 cucchiaio di zucchero  2 cucchiai di sciroppo di sambuco  1 pizzico di sale  4 cucchiai colmi di fiori di sambuco  1/2 cucchiaino di cremor tartaro Procedimento: Sbattere l’uovo, e poi sempre continuando a sbattere aggiungervi il resto degli ingredienti, mescolando bene fino ad ottenere una bella pastella, densa ma non troppo. Scaldare una padella antiaderente, imburrarla leggermente e cuocervi i pancakes, una cucchiaiata alla volta, abbassando il fuoco, e rigirandoli dopo qualche minuto. 103


Cookies ai fiori di tarassaco di Crumpets & Co.

Ingredienti:  200 gr farina 00  100 gr fiocchi d’avena  120 ml di olio di semi di girasole  150 gr di miele (fluido)  2 uova  1 cucchiaino di estratto naturale liquido di vaniglia  20 fiori di tarassaco circa Procedimento: Intanto la raccomandazione di raccogliere i fiori in una zona non vicina a traffico stradale e non a rischio “visite canine” Staccate il fiore anche con la parte verde che poi dopo il lavaggio andrà tolta. Sciacquare i fiori velocemente e asciugarli pian piano tamponandoli delicatamente con uno strofinaccio. Tenere da parte. Miscelare farina e fiocchi d’avena e tenere da parte.

104


In una ciotola sbattete brevemente l’olio con il miele e le uova, unire l’estratto di vaniglia e poi iniziare ad unire i petali dei fiori, io li ho strappati man mano, unendoli direttamente nell’impasto, prendendo solo la parte gialla e scartando la parte verde. Infine unire la farina miscelata ai fiocchi d’avena e mescolare bene. Deve essere un composto non troppo liquido ma abbastanza denso da poterlo porzionare a cucchiaiate sulla teglia da forno. Preparate la teglia da forno ricoperta di carta forno (o tappetino in silicone, comodissimo) e iniziate a distribuire l’impasto usando un cucchiaino bello colmo. Tenere i mucchietti ben distanziati perché poi in cottura i biscotti si allargano un po’. Cuocere i biscotti in forno caldo a 190° (forno a gas) per 10/15 minuti, a seconda della grandezza. Il bordo deve essere colorato ma stare attenti a non cuocerli troppo, poiché il biscotto prosegue la cottura al punto giusto anche appena uscito dal forno, grazie al calore accumulato. Metterli a raffreddare su una gratella.

Minicakes ai fiori di tarassaco di Crumpets & Co.

105


Ingredienti:  180 gr di farina 00  120 gr di farina di mais fioretto  1 bustina di lievito per dolci (mix di cremor tartaro e bicarbonato)  150 gr di zucchero  4 cucchiai abbondanti di miele (se avete il miele di tarassaco fatto coi i fiori meglio)  2 uova  120 ml di latte  3 cucchiai di olio di semi di girasole (bio spremuto a freddo)  fiori di tarassaco (quelli che vedete in foto qui in alto) Procedimento: Lavare i fiori di tarassaco, asciugarli tamponandoli con uno strofinaccio pulito o della carta assorbente e raccogliere in una ciotola solo i petali, eliminando la parte verde (il calice). In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero finchè belle chiare e gonfie, unire il miele, sempre sbattendo bene, l’olio ed infine farine e latte alternandoli, sempre continuando a sbattere. Incorporare i fiori di tarassaco delicatamente e versare il composto in degli stampi da minicakes, se necessario imburrati e infarinati. Cuocere in forno a 180° per circa mezz’ora.

Miele di fiori di tarassaco di Crumpets & Co.

106


Ingredienti:  100 gr di fiori di tarassaco (pesati soli i petali)  200 gr di zucchero  400 ml di acqua Procedimento: Raccogliere i fiori di tarassaco in un luogo lontano da macchine e smog! Lavarli velocemente sotto acqua corrente, tamponarli con un panno asciutto e poi staccare solo i petali gialli. Raccoglierli in un pentolino, aggiungere lo zucchero e l’acqua e mettere a cuocere il tutto per almeno 40-45 minuti a fiamma media. Lasciar freddare, filtrare e rimettere sul fuoco finchè non si addensa al punto giusto, altri 15-20 minuti. In sè il tutto è come preparare uno sciroppo molto denso. Fate attenzione che una volta freddo si addensa ancor di più quindi toglietelo dal fuoco anche se vi sempre un po’ liquido, arriverà alla consistenza giusta da freddo.

Lemon Lavander Curd di Crumpets & Co.

107


Ingredienti:  120 gr di burro  250 gr di zucchero  2 limoni bio (sia buccia grattugiata che succo, che è circa 120 ml)  4 uova  1 pizzico di sale  1 cucchiaio di fiori (capolini) di lavanda secchi  6 foglie di erba cedrina Procedimento: In un pentolino sbattere bene le uova, unirvi tutto il resto degli ingredienti e mettere il tutto a cucinare a bagno maria, sempre mescolando bene con la frusta per 5-10 minuti, finchè la “curd” non si sia ben addensata. Filtrare il tutto ed invasare in vasi sterili. Si conserva per circa un mese in frigorifero.

Susine al gratin su crema di miele e lavanda di Crumpets & Co.

108


Ingredienti: - per la crema:  180 ml di latte  1 cucchiaino scarso di fiorellini di lavanda  2 tuorli  2 cucchiai di miele  1 cucchiaino di fecola  1/2 cucchiaino di estratto naturale liquido di vaniglia - per la copertura:  susine qb  2 cucchiai di zucchero di canna Procedimento: Scaldare il latte in un pentolino, appena prende bollore togliere dal fuoco e mettere in infusione la lavanda per almeno mezz’ora, dopodichè filtrare il latte e rimetterlo sul fuoco finchè si scalda (senza farlo bollire). Sbattere i tuorli insieme al miele e fecola finchè ben amalgamati e poi unire il latte caldo e continuare a sbattere. Trasferire il composto nel pentolino dove si era scaldato il latte e rimetterlo sul fuoco, medio e continuare a sbattere finchè la crema inizia a rapprendersi e a sobbollire leggermente (qualche minuto). Togliere dal fuoco e unire la vaniglia, mescolare, trasferire in una ciotola pulita, coprirla bene e mettere la crema in frigo per almeno un’oretta. Riprendere la crema, trasferirla in ciotole monoporzione o in una più grande e farvi affondare, leggermente sovrapposto, le susine tagliate a spicchietti. Coprire con lo zucchero di canna e mettere a gratinare in forno per qualche minuto, finchè lo zucchero caramellizzi. Servire subito.

109


Torta di fichi e lavanda di Crumpets & Co.

Ingredienti:  3 uova  120 gr di zucchero  120 gr di burro morbido  120 ml di latte  200 gr di farina 00  1 bustina di lievito per dolci  120 gr di mandorle in polvere  1 cucchiaio di fiori di lavanda secchi (lavanda non trattata!!!)  1 pizzico di sale  una decina circa di fichi freschi Procedimento: Come prima cosa io ho preferito frullare i fiori di lavanda insieme ad un po’ delle mandorle in polvere, uno per far sì che l’olio della mandorla estraesse bene i profumi e poi anche per non far trovare ai commensali i capolini di lavanda nella torta, poiché non a tutti possono essere graditi. Poi si prepara l’impasto. Separare i tuorli e gli albumi in due ciotole diverse, montare gli albumi a neve ben ferma, con un pizzico di sale. Tenere da parte. 110


Sbattere i tuorli con lo zucchero finché belli chiari e spumosi, aggiungere, sempre sbattendo, il burro morbido a tocchetti, poi il latte, la farina setacciata con il lievito ed in ultimo le mandorle in polvere e la lavanda. Incorporare delicatamente gli albumi al composto, con una spatola, mescolando dal basso verso l’alto. Versare il composto in uno stampo a cerniera da 24 cm, imburrato ed infarinato. Spellare i fichi e tagliarli in 4 spicchi, affondare parzialmente ogni spicchio nell’impasto, a raggiera. Infornare in forno già caldo a 190° per 45/50 minuti. Fare eventuale prova stecchino al centro.

Muffins albicocche e lavanda di Crumpets & Co.

Ingredienti: - ingredienti secchi:  250 gr di farina 00  130 gr di zucchero  1 cucchiaio di lievito per dolci 111


 1 pizzico di sale  2 cucchiai di fiori di lavanda secchi  130 gr di albicocche secche tagliate a tocchetti  50 gr di granella di nocciole - ingredienti liquidi:  150 ml di latte  100 ml di olio di semi di girasole  2 uova Procedimento: In una ciotola miscelare bene tutti gli ingredienti secchi. Io ho precedentemente frullato i capolini di lavanda con lo zucchero per renderli meno visibili visto che magari in bocca possono non essere a tutti graditi come consistenza. In un’altra ciotola sbattere velocemente gli ingredienti liquidi e poi unirli ai secchi. Mescolare con una spatola velocemente, finché il secco assorba il liquido ma sempre senza dilungarsi troppo. Preparare uno stampo da muffins con i pirottini di carta, versare in ogni pirottino l’impasto, aiutandosi con un cucchiaio. Infornare in forno caldo a 190° per 30/35 minuti o finché i muffins siano ben gonfi e dorati.

112


Latte cotto alla lavanda e caramello al limone di Il Dolce della Vita

Ingredienti:  300 ml latte  250 ml panna fresca  70 g zucchero di canna  1 cucchiaino di miele d’acacia  4 albumi  1 cucchiaio di fiori di lavanda essiccati  1 limone  un pizzico di sale

Per il caramello  100 g zucchero  20 ml d’acqua  1/2 limone non trattato Procedimento: Riunire in una casseruola il latte, la panna, lo zucchero, il miele, i fiori di lavanda e un pezzetto di scorza di limone. Portare a ebollizione mescolando, lasciare raffreddare e filtrare. Battere gli albumi con il sale senza però montarli e unirli al latte aromatico. Mettere la crema nelle cocotte monoporzione di ceramica e cuocere in forno a bagnomaria per 40-45 mn a 180 C. 113


Per il caramello, mettere in una casseruola lo zucchero, l’acqua e il limone tagliato a fette. Porre sul fuoco e lasciare cuocere finché inizierà a prendere colore. Versare il caramello sulle cocotte intiepidite, decorare con la buccia tagliata delle fette di limone caramellate e qualche fiore di lavanda. Tenere il dessert in frigo fino al momento di servire.

Pan de mej cornmeal and elderflower bread di Crumpets & Co.

Ingredienti:  150 gr di farina di mais finissima (io ho usato al fioretto)  150 gr di farina 0  100 gr di burro (portato a temperatura ambiente)  150 di zucchero semolato  Latte q.b.  2 uova  1 cucchiaio di fiori sambuco secchi (io ho usato circa mezza tazza di fiori freschi sgranati dalle ombrelle)  Un cubetto di lievito di birra  Un pizzico di sale  Zucchero a velo per guarnire Procedimento: Far intiepidire poco latte e stemperarvi il lievito di birra. Lasciatelo riposare mentre preparate il resto. Lavorate a crema il burro (io ho usato una spatola) e mescolatelo con le farine. Unite le uova, lo zucchero, il lievito stemperato nel latte, mescolate bene, unite poi i fiori di sambuco 114


e il sale in ultima. Se necessario unte altro latte per ottenere un impasto morbido ma consistente (io ho dovuto invece unire altra farina, alternando un po’ quella di mais ed un po’ la 0 perchè si vede che avevo messo troppo latte all’inizio, quindi suggerisco di partire con poco latte dove stemperare il lievito). Impastare bene su un piano da lavoro, formate una palle e lasciate riposare l’impasto per un’ora coperto. Ricavate quindi delle pagnottelle che farete lievitare ancora per 30 minuti su una teglia da forno foderata con carta forno. Infornatele poi a 200º per 15-20 minuti. A cottura ultimata lasciare raffreddare i panini e spolverizzarli con zucchero a velo.

Frichoulin di fiori di acacia e sambuco di Nicoletta G.

Ingredienti:  24 grappoli di fiori di acacia  24 grappoli di fiori di sambuco per la pastella  50 g farina  100 g zucchero  2 uova intere  200 ml latte  buccia grattugiata di 1 limone  olio o strutto per friggere  6 cucchiai di miele di castagna o acacia Procedimento: Raccogliere fiori di acacia e sambuco interi 115


Scartare i fiori appassiti o non completamente aperti Sbattere energicamente farina, zucchero, buccia di limone grattugiata, uova e latte (aggiungendo eventualmente un po’ di vino bianco) fino ad ottenere una pasta liscia di media consistenza. Porre olio o strutto in padella e farlo diventare ben caldo Porre il miele in un padellino e farlo sciogliere a fuoco lento. Immergere i fiori a grappoli nella pastella tenendo fuori il peduncolo e poi tuffarli nell’olio bollente. Friggerli e successivamente porli a scolare su un pezzo di lino per far assorbire il grasso in eccesso. I frichoulin si servono ben caldi, dopo averli spennellati con il miele lasciato sciogliere.

Sorbetto al rododendro di Nicoletta G.

Ingredienti:  un litro d’acqua  300 gr di zucchero  una buccia di limone grattugiata  50 gr di petali di rododendro

116


Preparazione: Far cuocere nell’acqua i petali di rododendro assieme allo zucchero e al limone. Il composto deve bollire una decina di minuti. Passarlo quindi attraverso il colino fitto, eliminando i petali e il limone. Metterlo in un contenitore e passarlo al congelatore.

Coppe di angurie profumate di Le Leccornie di Danita

Ingredienti:  Anguria  zucchero a velo  fogli di menta fresche  fiori di gelsomino Procedimento: Tagliare un anguria un po’ sotto della metà. Svuotarla con uno scavino e conservare le palline. Scavare ancora con un cucchiaio tutta la polpa rimasta e passarla con un passapomodoro o centrifugarla. Mettere nell'anguria svuotata le palline, il succo ottenuto, le foglie di menta, i fiori di gelsomino e cospargere con zucchero a velo Ed ecco la vostra bella anguria..bella e fresca (se volete aumentare la freschezza, potrete aggiungere dei cubetti di ghiaccio). 117


Gelo di mellone di Le Leccornie di Danita

Ingredienti:  Mellone (non anguria, mellone se no che gelo siculo è :-) )  stecca di vaniglia  100gr di zucchero ogni litro (però perchè il mio mellone era dolcissimo altrimenti aumentate la dose )  80gr di amido per dolci (Maizena)  fiori di gelsomino (per alcuni facoltativo, per me indispensabile per sentire l'odore della Sicilia)  cioccolato fondente  granella di pistacchi Procedimento: Io ho usato mezza anguria da circa 15 kg e mi è venuto 2,20 litri di succo Levare tutta la polpa dal mellone e passarla nel passapomodoro o nella centrifuga. Passarla con un colino. Tenere un po’ di succo da parte, mentre l'altro metterlo in un tegame,aggiungere lo zucchero, il gelsomino e la stecca di vaniglia. In quella tenuta da parte aggiungere la maizena setacciata e mescolare. Una volta che il succo nel fuoco bolle, aggiungere quello con la maizena, mescolare e farlo cucinare finche si sarà addensato un po’. Spegnere e mettere in una terrina e poi riempire o gli stampini o dei bicchieri. Mettere in frigo una volta raffreddato e condire con la cioccolata e la granella di pistacchio. 118


Crostata con gelo di mellone di Le Leccornie di Danita

Ingredienti:  Pasta frolla  gelo di mellone  cioccolato fondente  granella di pistacchi Preparazione: Preparare la pasta frolla e metterla dell'apposita stampo, mettere il gelo tiepido, non ancora solidificato, creare le decorazioni. ed infornare a 180° per circa 20 minuti e comunque fino a che la pasta non si colori. Decorare con cioccolato e granella di pistacchi e tenere in frigorifero. Servire fredda da frigo.

119


120


La cucina in fiore