Issuu on Google+

© Alessandro e Tamara Bianchi 2004 – 2006 www.om3.org © Traduzione di Oleg Bogdaši , 2012 olegbogdashich@gmail.com


Prefazione del traduttore La Dottrina è data a tutti gli abitanti della Terra, ma in russo. Comprendendo l’importanza esclusiva della Dottrina, mi sforzo di tradurre (gratis) i libri della Dottrina in altre lingue. Ma per enunciare pienamente il senso della Dottrina, occorre che le mie traduzioni siano corrette dai portatori della lingua concreta. Per questo vi prego in anticipo di scusare i miei errori grammaticali che sono inevitabili e comunicarmeli. I miei indirizzi sono: olegbogdashich@mail.ru olegbogdashich@gmail.com Skype - olegbogd Con rispetto sincero a tutti i lettori della Dottrina, Oleg Bogdaši

© Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

1


Caro lettore, tenete nelle mani il libro che toglie l’aureola di misteriosità e di reticenza profonda dal gioco divertente sotto il nome di “Vita”. Tutti che hanno letto una volta i nostri libri reagiscono in un modo molto emozionale. A qualcuno “La Dottrina Segreta” apre gli occhi sul vero mondo a titolo della realtà obiettiva. La leggono molte volte. Ci sono delle persone che si trovano in stato di shock dopo leggere i nostri libri. Ma non perché in essi sono scritte alcune passioni o profezie terribili. A questo riguardo tutto è perfetto – tutti i fatti, le cifre ed i calcoli sono presi dalla vita reale e non sollevano obiezioni. Le persone sono prese dal panico non a causa della necessità di analizzare e di rivedere le loro conoscenze, convinzioni e valori, ma il riconoscimento forzato del fatto che molti di essi non hanno nessun valore reale né per l’uomo né per Dio. Tutto questo crea una grande confusione nelle menti delle persone. Cercano la risposta alla domanda “Chi è colpevole?” Sono precisamente loro che tempestano di lettere con gli elenchi delle sorgenti, a partire dalle Sacre Scritture fino alle dichiarazioni degli autori (che scrivono i libri “sulla vita”) dove si dice diversamente. Poiché nessuno li dà il consiglio concreto che bisogna fare con questo “bagaglio di conoscenze”, molte queste persone non lo rifiuteranno in nessun caso! In una parola, caro lettore, tenete nelle mani la grande avventura, e può essere, il vostro destino?!

Dagli autori Caro lettore, dovremo continuare il viaggio al mondo enigmatico del processo della conoscenza e della mentalità cambiata. Come il primo libro, il secondo è dedicato ai problemi dello sviluppo della Coscienza, ad uscire dai limiti delle sue possibilità. Abbiamo messo insieme i dati nel libro in modo che possiate indipendentemente, senza aiuto di qualcuno: trovare le risposte a tutte le questioni importanti e scottanti; acquistare i punti di riferimento necessari vitali e sempre possiate rendervi conto di ciò che fate, a che scopo e perché; imparare a trattare con un atteggiamento il lavoro con l’informazione, imparare a formare il processo creativo della conoscenza; svegliare in voi stessi i poteri creativi; elaborare la logica evolutiva e la forza della volontà, con l’aiuto di cui potrete eliminare tutti gli ostacoli di vita e le avversità; formare la vostra individualità che potrà essere fiera dei risultati raggiunti; rivelare in voi stessi, con l'aiuto del Sistema dell’Armonizzazione dell’Individualità, la capacità della precognizione, cioè ricevere l'accesso completo e non limitato al Campo Infoenergetico dell’universo, uscire dai limiti delle limitate rappresentazioni terrestri, acquistare la moltitudine di altre abitudini insostituibili. Tutto enumerato sopra appartiene allo stato della Coscienza che si chiama Sviluppata (Evoluta). La persona in questo stato vede tutti i processi nella loro correlazione indissolubile, a titolo del quadro comune, indivisibile. Ma a causa della percezione dalle persone degli avvenimenti e dei processi nell'aspetto discontinuo, discreto, isolato (che nello stato della continuità della mentalità è semplicemente inammissibile), molti temi come si chiamino l’un l’altro, per questo nei testi ci sono le loro 2 © Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006


ripetizioni. Non percepirli come i nostri difetti. I temi esaminati nei libri sono così importanti per l'acquisizione della Coscienza Sviluppata che le ripetizioni sono semplicemente necessarie. La Coscienza infarcita di stereotipi cambia lentamente, gradatamente e solamente tramite le ripetizioni ripetute della stessa informazione, riuscendo ad apprendere la sua minor parte. Per questo, per ottenere la comprensione della necessità della trasformazione personale, viene introdotta l’apertura della stessa idea dalle differenti posizioni, è probabile che qualsiasi toccherà la meta... Ancora bisogna prendere in considerazione il fatto che scrivevamo i libri nella misura della nostra comprensione personale della realtà obiettiva, nella misura dell’allargamento graduale della Coscienza e l’unione sempre più stretta con il Campo Universale. Inoltre nei libri si tratta della vita a titolo del processo vivo, dinamico, che si sviluppa. Conoscere la vita per mezzo di prepararla e dividere in componenti separati è un’impresa assurda, risulteranno i frammenti separati. Si può studiare la vita solamente nel dinamismo, scandendola con il pensiero. L'astronomo cieco (Paulo Coelho, “Maktub”) Un amico portò Hassan di fronte alla porta di una moschea, dove un cieco stava chiedendo elemosina. “Quest'uomo è la persona più saggia del nostro paese,” disse l'amico. “Da quanto tempo non vedi?” chiese Hassan all'uomo. “Dalla nascita,” rispose l'uomo. “E come hai potuto diventare così saggio?” “Dal momento che non ho accettato la mia cecità, ho provato a diventare un astronomo,” rispose l'uomo. “Ma, visto che non riuscivo a vedere il cielo, mi sforzavo di immaginare le stelle, il sole e le galassie. E, più mi avvicinavo al creato di Dio, più mi avvicinavo alla Sua saggezza.” Solamente la Coscienza aperta, evoluta è capace di farlo. Si può realizzare in pratica tutte le idee dichiarate nei libri solo con l’aiuto del Sistema dell’Armonizzazione dell’Individualità e della Salute.

© Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

3


Invece della Prefazione Dopo l’uscita del primo libro “La Dottrina Segreta dei giorni dell’Apocalisse” riceviamo molte lettere dei lettori, delle quale risulta che in virtù delle ragioni soggettive per le persone è difficile raccogliere tutta l’informazione dei libri perché talvolta le stordisce e sciocca. Per questo abbiamo deciso di illuminare in dettaglio nel secondo libro gli argomenti difficili per comprendere, indicando lo schema comune del lavoro per sviluppare la Coscienza. Prestiamo un'attenzione particolare proprio allo sviluppo della Coscienza, poiché la comprensione scorretta, inadeguata della realtà obiettiva è la ragione principale di tutte le disgrazie dell’umanità. Solamente la percezione scorretta del mondo che la persona riceve dalla Coscienza orientata soggettivamente, viola la sua unione con Dio, con il suo Io Superiore e con le sue Sorgenti. Molte persone, dopo aver dei rapporti con la nostra informazione e con il Sistema dell’Armonizzazione, continuano a credere erroneamente che le tecnologie le salveranno. In pratica risulta altrimenti. Le tecnologie aiutano solamente a quelli che si sono adoperati nella trasformazione dell’orientamento della Coscienza personale, avendo rifiutato molte abitudini ed opinioni. In sostanza, la trasformazione della Coscienza non è tanto importante quanto l'intensificazione, la concentrazione e la realizzazione delle forze creative. Già è ora di comprendere che nessuno riceverà i beni gratis e per niente, bisogna guadagnarsi il diritto a tutti i beni. L’uomo si è abituato ad ottenere tutto tramite il lavoro manuale, togliendo tutto il necessario alla natura. In realtà bisogna non togliere, ma bisogna ricevere di lei tutti i beni per via dell’autorealizzazione creativa. C'è una grande differenza tra il lavoro manuale ed il lavoro creativo. La creazione è la legge fondamentale dell’universo, è un stato dinamico (attivo) dell’energia psichica (del pensiero) di Dio che si manifesta nella sua materializzazione. Per questo la persona senz’altro riceverà l’unione con la natura e con tutto l’universo – l’unione estremamente necessaria per la vita prospera, ma solamente attraverso la creazione. Nessuno riflette su questo, ma proprio la creazione è l’indice principale ed il parametro della somiglianza dell’uomo con Dio a cui immagine è creato. Nel nostro caso, bisogna applicare la realizzazione creativa per la creazione del piano individuale dell’autoperfezionamento alla formazione della vita personale. Solamente la comprensione critica di ogni passo nelle azioni aiuterà a migliorare la qualità della vita. Nessuno lo farà per l'uomo. Tutto sta nelle sue mani. Per questo nei nostri libri e nel Sistema si dà solamente i punti di riferimento, l’uomo se stesso deve applicare le forze per uscire dalla palude. È difficile farlo? Senza dubbio. Ma la vita è degna di ciò. Solamente nell’attività creativa si può comprendere che cosa è la vita e formarsi un'opinione. Che cosa bisogna fare per avere la percezione corretta della realtà obiettiva? Questo è il lavoro dell'intelletto. Bisognerà imparare a vedere i suoi difetti ed errori, e la cosa principale è riconoscerli e correggerli (che per molti è inaccessibile). La pratica ha mostrato che per un'uomo è più facile di nascere di nuovo che ammettere il proprio torto. Ecco dove si cela la causa di tutti gli insuccessi e dell'incomprensione dei nostri libri e del Sistema. Poi bisogna imparare a conoscere la realtà obiettiva per via della sua comprensione, e per ciò bisogna imparare a lavorare con l’informazione, comprenderla, scegliendo solamente ciò che contribuisce alla conoscenza della vita e ha un’importanza pratica nella vostra vita giornaliera. Bisogna sapere trovare per conto proprio le risposte alle vostre domande. Anche in tal modo bisogna sapere prefiggersi gli scopi, tracciare le vie © Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

4


per ottenerli. Con ciò bisogna riuscire a non attaccarsi allo scopo stesso, ma concentrarsi sulle vie del suo ottenimento . Proprio un tale modo di trattare vi farà saggio, e la saggezza è la forma superiore della mentalità. Si manifesta nell’abilità di vedere il quadro generale, senza distruggerlo, studiando i dettagli ed i particolari. La risposta alla lettera di un lettore Senza aiuto delle Persone del Mondo Sottile e di Dio è impossibile entrare nella realtà psichica, il segreto consiste solamente in ciò che bisogna accordarsi con Loro. Siamo riusciti a farlo. Tutta la base di prove a titolo delle cifre e dei fatti è presa dalle scoperte degli scienziati, dei mezzi di comunicazione di massa e della Bibbia. Non siamo dei teorici, ma piuttosto degli analisti, per questo non abbiamo il bisogno di cercare il fondamento teorico o le argomentazioni. E perché fare alcune argomentazioni di tutto che è percepito completamente normalmente nei manuali, nei lavori degli scienziati, negli articoli dei mezzi di comunicazione di massa? La differenza consiste solo in ciò che, avendo unito tutti questi tasti spaiati al quadro generale, abbiamo dato alle persone alcuna cosa che fa paura e sciocca, a titolo della realtà obiettiva. Ma non accampare pretese intorno a noi. Le teorie sono un pane, un mal di testa e una prerogativa degli scienziati. Noi siamo i pratici, ci troviamo in tali condizioni che bisogna dare alle persone le possibilità di ricevere il risultato pratico, ma non le fiabe o le argomentazioni matematiche! Cioè abbiamo la conferma di tutte le nostre affermazioni, cifre e calcoli in pratica. Per accertarsi di questo, un scettico deve aspettare 50 anni per provare in pratica di altre persone o andare con noi per ricevere il risultato pratico a titolo dell'immortalità, convincendosi per conto proprio di nostra giustezza. in quanto all'immortalità. Un’idea che la vita è eterna non entra nella Coscienza della persona mortale. L’uomo muore, ma anche dopo la sua morte i tramonti e le levate, il mutare delle stagioni non cessano. La Terra neanche non deorbita ed il Sole non cessa di splendere. Non bisogna parlare dell’universo, del Mondo di Dio e di Dio Stesso, sono immortali. Affinché l'uomo mediti su tutto questo, il carattere ciclico è stato inventato. In altro modo, se il Sole splendesse costantemente e sulla Terra fosse la primavera eterna, nessuno rifletterebbe sull’eternità: perché bisogna riflettere, già viviamo nel paradiso… A proposito della morte degli alberi, delle piante, dell'animale, degli uccelli, ecc. Il senso della loro morte è l’Evoluzione ulteriore dell’Anima. Per questo per essi la morte come tale non esiste, non la conoscono e non la temono. Per essi la “morte” è un’inevitabilità, un passaggio di una classe all'altra, è più vicino all'umano, senza cadere del Flusso della Vita (vedere lo schema 1). Solo un’essere umano conosce la morte e solo lui la teme, perché per la sua Anima e per il suo Io Superiore è una rottura dell’Evoluzione, il ritirarsi dalla strada per la quale andavano insieme da tremila anni fino a tre milioni di anni. Per loro questo è la vera morte e non la vogliono. Solamente l'essere umano (la loro base materiale) non vuole sapere niente!

© Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

5


schema 1

Š Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

6


Osservate che molte persone, a differenza degli animali, hanno occhi di stagno, spenti, girati all'indentro. In questa incarnazione hanno già perso il loro impulso, la sete della Vita! Qualcuno di loro ha ancora una possibilità di venire di nuovo sulla Terra, ma la grande parte “dichiarerà forfait”. E ciò si conferma dalla quantità immensa di anime in pena che “si mettono a sedere vicino” alla persona, esistono grazie alla sua energetica. Ma è impossibile conoscere i processi simili per mezzo della matematica, poiché diventano visti solamente per mezzo dello sviluppo del sesto senso intuitivo e del terzo occhio, ma per la scienza questo non è l'argomento. Non bisogna pensare che non ci siano precedenti dell'immortalità intorno a noi, essi viene creati! Ma se osservare, esistono. È l'Ebreo errante, Ahasverus, che colpì Gesù lungo la via della Crocifissione e al quale fu data la maledizione di camminare sulla terra fino al tempo della Seconda venuta: ricevé l'immortalità che senza risveglio della Coscienza si trasformò in ergastolo perpetuo per lui! Sono otto imperatori immortali della Cina, le persone immortali che vivono nei conventi del Tibet, ed ancora Cagliostro, il Conte di San Germano, ecc. La televisione russo 1,5 anno fa presentò una trasmissione nella quale un giornalista raccontò del destino dell'uomo concreto che ricevé l'immortalità reale dopo il contatto con i fulmini globulari. Adesso ha più di 100 anni, ma giudicando dalle apparenze, è un uomo di quarant’anni. Tutto questo è confermato dalle sue foto fatte 75-80 anni fa. Ma ciò viene presentato agli uomini come esoticità, senza alcun tentativo di comprendere, sistematizzare ed analizzare! Per la persona normale questo è il segnale di scampato, il segnale che è pura fantasia di qualcuno, e non vale la pena di trattarlo seriamente. Bisogna non dimenticare che la persona è, innanzitutto, un prodotto della società e presenta gli interessi della società, ma in nessun modo i suoi personali! Ci sono degli stereotipi, a titolo dell'interdizione di pensare all’immortalità, perché in tal modo nuocerai alla società ed alla Noosfera, avendo ricevuto l’indipendenza di esse. Provate a trovare qui almeno un briciolo di buonsenso! Questo disordine nel clima, nei campi magnetici che adesso viene osservato è solamente una conseguenza del cambiamento dell’inclinazione dell’asse della Terra che deve installarsi, in fin dei conti, perpendicolarmente al Sole. Questa circostanza sopprimerà il mutare delle stagioni: nelle latitudini medie ci sarà il clima subtropicale, la primavera eterna, come il segnale di ritirata già per la morte. I cataclismi climatici è un periodo di transizione che si prolungherà per circa 10 anni, quando tutti i processi nell’energetica e nell’atmosfera della Terra devono entrare nella norma e calmarsi. Perché “l'economia” è molto complessa... Ciò che secondo la scienza si chiama “stato cambiato della Coscienza”, in effetti è il suo allargamento dal 2-5 % fino al 65 %, con l’avviamento simultaneo di sesto senso psichico, o intuitivo (della precognizione). Quando questo accade, un alunno della prima classe insegna a tutta la sua famiglia, rispondendo a qualsiasi domanda degli adulti, anche se siano degli accademici. Bisogna vederlo! A proposito delle cifre. In tutti i manuali è scritto che la persona utilizza solamente alcuni percento delle possibilità del suo cervello. Solamente precisiamo che la persona, sia il presidente del paese, sia il papa, approfitta di due parti del cervello – del cervello di rettile e del cervello di mammifero. La parte superiore, la neocorteccia, fatta il tonto e sta riposando. E nessuno conosce come avviarla!... Per “Homo sapiens” l'affermazione che sa neocorteccia non è avviata suona come un’offesa. Gli uomini obiettano, riferendosi al progresso tecnico-scientifico, ai ritrovati della genetica, che non si poteva farlo senza ragione e senza genio umani. Sì, si può, con un grande sforzo e per via dell'avviamento dall'umanità del meccanismo dell’autodistruzione. Perché, con il cervello di mammifero, © Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

7


abbiamo penetrato in tali campi dove si può entrare solamente con la neocorteccia avviata, avendo pensato tre volte – come usciremo da quel luogo. Siamo come i bambini che si sono impossessati dei fiammiferi. La situazione con la neocorteccia è anche chiara senza teorie. La struttura del cervello ripete la struttura di un albero. Il cervello di rettile sono delle radici, il cervello di mammifero è un tronco, e la neocorteccia è una corona. Quando viene la stagione fredda, l’albero perde le foglie per la sopravvivenza, la corona dorme. Anche l'albero spesso si secca a cominciare dalla corona. Per questo non c'è niente di sorprendente che all’epoca dei Pesci, nel tempo sfavorevole per la neocorteccia, ha sprofondato nel sonno affinché cominci a svegliarsi all'avvento della primavera, dell’Era dell’Acquario! Adesso questi tempi arrivano ed la neocorteccia delle persone ha cominciato a dare segni di vita, ma per il momento non da tutte le persone. Anche non tutti gli alberi si svegliano in primavera, li mancano le forze per farlo. Ma se gli alberi periscono silenziosamente, l’uomo, sentendo subcoscientemente la sua perdita, comincia ad urlare. Dobbiamo ascoltare le repliche di ogni tipo, quando la sua Anima piange, ma la Coscienza non vuole sapere niente, e come si può aiutare a quest’uomo! Il segreto dell’immortalità è semplice. Se non vi piace la parola “Dio”, e sia “la Ragione Superiore”, “l’Assoluto”, “le Energie Universali”, “il Mondo Sottile”, “l'altro mondo”. In ogni caso è il Polo opposto della Vita, e senza legarsi con lui si può scordarsi della sopravvivenza dell’umanità, dell'immortalità! Le nostre menzioni di Dio spesso provocano l’irritazione e qualche volta la cattiveria. Il fatto è che il dio dal punto di vista della religione e questo Dio che noi sottintendiamo – sono due concetti inconciliabili! La religione chiama a credere nell'idolo, nel crocifisso, in Pinocchio in legna. Tutto questo era più che sufficiente per una giovane Umanità. L'uomo “cortocircuitò” il suo Polo della Vita e fu completamente contento di questo (per ciò stesso inventò inavvertitamente la morte). Come un piccolo bambino per cui le bambole è un mondo intero, ma il mondo inventato, interiore, virtuale. Tuttavia viene il momento di diventare adulto e lui abbandona le bambole, si abitua al mondo reale, fonda già la sua famiglia con i suoi bambini – le sue “bamboline” viventi, che ne fanno un uomo fatto. Ma se il periodo del gioco con le bambole non è passato, il desiderio di diventare adulto (diventando immortale) nell’uomo non può apparire. Cioè non bisogna comprendere tutte le nostre dichiarazioni all'indirizzo della religione come le invettive o che non bisogna andare alla chiesa. In nessun caso! Tutto questo, alla tappa definita, è una cosa normale, non è incriminabile. Ma scusate, un bel giorno bisogna diventare adulto! Ora sempre più persone cominciano a vederci chiaro e vedono Dio vivente, difatti Dio è la Vita in tutta magnificenza delle contraddizioni senza cui perderebbe l’intreccio ed il senso. Solamente le contraddizioni danno la sensazione di vita, compiendo la funzione del fattore educatore. Ma proprio la presenza di tutto questo forza le persone a sottrarsi alle realtà della vita ed a cercare protezione da parte degli idoli del dio inanimato (morto) che incoraggia tutte le irragionevolezze umane. Dio nella nostra comprensione e nella nostra conoscenza è l’uomo vivente, concreto ed immortale che vive nel terzo Universo. A proposito, non gli sorge il pensiero dell’assurdità dell’immortalità e dell’Evoluzione, perché la Vita, nella Sua comprensione, è un processo infinito della crescita, dell’autorealizzazione, della responsabilità di affare incaricato, di destini dei collettivi immensi delle persone che sono condotte da Lui. Nell’Universo penultimo era un uomo mortale, finché ha cominciato a vedere chiaro per avanzare sulla questa Via evolutiva sulla che adesso trascina l'umanità! Basta solo che © Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

8


fermi la Sua Evoluzione, si fermerà l’Evoluzione dell’universo e di tutte le persone che popolano l’universo, e questo è né più né meno che l’unità con 10 miliardi di zeri. Il criterio ed il senso del Suo lavoro, dell’esistenza dell’universo, sono una preparazione di Dio per il seguente universo, cadetto, con il Suo personale di ruolo, con il suo Mondo di Dio – con parecchi miliardi del personale chiave. Dovranno creare e curare il seguente universo, con il Suo “giardino d’infanzia”. Solamente in questo caso il nostro Dio Geova, insieme con il suo personale, passerà al seguente Universo, secondo (sono sette). Dopo passare ogni sette gradini, si troverà nel personale di Dio Creatore, dove, avendo accumulato il potenziale umano corrispondente, col tempo, dopo mila o milioni dei tali cicli come l’esistenza del nostro Universo, si cominceranno a popolare tutto il volume dell’universo. Allora lo spazio vitale non saranno dei piccoli isolette-universi con le Galassie separate e con i Sistemi Stellari, ma lo spazio vitale unico, comune, dove tutte le persone saranno immortali e felici nella sua Evoluzione. L’informazione simile è data non solo a noi, ma è ricevuta da molti canalizzatori. Credere a tutto questo o no – vedetevela voi!

le matrioske

L'universo, come la matrioska (matrioška), la bambola russa, rappresenta sette strati (volumi) di cui fino adesso è popolato il più piccolo strato, interiore, sotto forma del raggio fine della Vita con sette nostri Universi che si trovano in lui. Noi, con alcune decine di uomini che ha aperto la loro Coscienza, conosciamo a fondo il processo della riunificazione con il Polo opposto della Vita (il processo dell’Evoluzione) e noi conosciamo come prestare aiuto a tutti chi vorrebbero avviarlo. Non è un trucco che si può aprire la Coscienza dell’uomo fino al 65% durante sei mesi. Il problema è come aiutare a vincere i suoi stereotipi personali, avendo tolto il carico superfluo delle conoscenze inutili? Difatti, l’uomo pensa che porta un zaino con i diamanti! Sì, ora questo è vero. Ma non bisogna dimenticare di dove siamo e dove andiamo. Andiamo di un sistema delle coordinate all'altro, del Mondo delle Conseguenze al Mondo delle Ragioni. Cioè tutto questo bagaglio inestimabile che ha i valori eterni qui, ma nel Mondo della Ragioni aura il valore di spazzatura nella discarica. Solamente un prodotto ha laggiù il valore – ci siamo noi e voi, senza tutto il bagaglio a titolo dei nostri valori eterni e dogmi, come i bambini neonati. Ci insegneranno a tutte le cose necessari. E per adesso siamo presentati nel corpo fisico solamente al 2–5 % di nostro Io Superiore, perché la Coscienza è aperta al stesso 2–5 %. Si aprirà più, allo stesso percento ci aggiungeranno la presenza dell’Io Superiore nella vita. Tutto si è messo in moto ed adesso la cosa più importante è non tenere dietro la carovana. Il 99,9% delle persone resteranno indietro e periranno proprio a causa dei loro “diamanti”. Per esempio, la Bibbia dice che è più facile che un cammello passi per la cruna, di un ago, che un ricco (sovraccaricato dei suoi “valori”) entri nel regno di Dio1. Solamente tutti cercano nella Bibbia alcune interpretazioni complicate, chiavi, sensi 1

Marco 10 : 25.

© Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

9


reconditi, ma non il buonsenso! Non c’è niente da fare, “l’ingegno che guaio!", ci sono costi d'istruzione elementare generale, bisogna pagare per tutto. Per nostra esperienza e per pratica delle persone connesse al Sistema riceviamo le conferme di quanto detto. Il senso di qualsiasi testo letto dalla persona che ha la Coscienza del 2-5 % si distingue sorprendentemente dal senso che è percepito da quella persona che l’ha aperto al 50 %. Da questo viene che per le persone con la Coscienza aperta qualunque informazione porta il contenuto immenso. Apre, alle associazioni che appaiono per il canale intuitivo, l’accesso alla sorgente della saggezza senza fondo – al Campo Infoenergetico dell’universo. In comparazione di Lui, tutta la saggezza terrestre è una pozza nel mezzo di strada. Come comprendete, non è possibile costringere l’uomo chi ha assaporato la saggezza dell’universo a bere dalla pozza! Se fare il bilancio, il criterio della pietà e della devozione, il criterio ed il lasciapassare al regno di Dio, all’età d’oro, al Secolo dell’immortalità, alla Quarta Dimensione, sarà non il livello della nostra fede in Dio, dell’istruzione elementare, dell’erudizione e non la proporzione tra le nostre azioni buone e cattive. Sarebbe più preciso dire che tutto questo sarà preso in considerazione, ma comunque il principale indice sarà non la dimensione del “carico”, ma proprio la sua limitazione come nel trasporto aereo. Il fatto è che nel Mondo Sottile l’informazione e le conoscenze come tali non hanno nessuno valore, non hanno l’autorità e l’importanza. Nello Campo Infoenergetico Universale, ci sono molto di questi beni, basterà per le dissertazioni di laurea di tutte le scienze per tutti gli abitanti dell’universo. Solamente nessuno si occupa di questo. Perché? Perché subito, dopo la scrittura di qualsiasi libro, si può gettarlo coraggiosamente al cestino e si può mettersi al nuovo. Nel momento in cui l’autore mette l’ultimo punto lungamente sperato, la sua dissertazione già ha perso la sua attualità. Per questo le persone nel Mondo di Dio non lavorano con l’informazione per influenzare le persone, la situazione, gli avvenimenti. Essendo nella cooperazione costante (nel dialogo) con il Campo, formano la loro Coscienza e gli avvenimenti intorno a loro stesse. Creano le condizioni favorevoli per la vita e formano i processi di vita nell’universo. Precisamente così sono formati e sono lanciati tutti i processi sulla Terra. E se si può accordarsi con la American Airlines o con la Lufthansa, pagando l’eccesso di peso, sarà impossibile trovare un compromesso con il Mondo Sottile, perché Loro non sono vettori di carico, voi stessi lo portate. Semplicemente Avvertono che tentate di portare il contrabbando a titolo di vostri “valori” che da Loro si trasformerà in immondizie puzzolenti! Il problema consiste precisamente in questo – molte persone potrebbero sopportare le pene e le vicissitudini del viaggio se si mettessero in viaggio leggero, senza bagagli. Ma la ragione della loro perdita sarà il carico troppo gravoso e completamente inutile, per trascinare al punto finale del viaggio. Il 13 dicembre 2002 la televisione russa presentò la trasmissione in cui il colonnello delle forze speciali del GRU (il servizio informazioni delle forze armate russe) per la prima volta sollevò il velo del segreto della tecnologia della preparazione dei combattenti elitari invulnerabili. Quasi parola a parola ripeté ciò che diciamo: quando © Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

10


l’uomo si rifiuta dei dogmi abituali e degli stereotipi, si trova nella realtà parallela, oggettiva, diventando nella comprensione della persona “normale“ assolutamente invulnerabile! L'uomo nella situazione estrema avvia il sesto senso intuitivo, aggregandosi al suo Io Superiore. L'Io Superiore, al suo giro, è connesso alla catena di Dio ed al Campo informatico dell’universo, essendo l’utilizzatore dei Loro servizi. E dall'alto Loro vedono tutto: Vedono il campo di battaglia, gli avversari, conoscono i loro progetti, le loro possibilità, lo stato, la reazione ed sono capaci di contare, in un attimo, tutta la “partita a scacchi” del combattimento, avendo dato all’utilizzatore i Loro servizi ed i Loro suggerimenti a titolo degli andamenti con tutti numeri vincenti. Possono fare ciò che parecchie volte superano le possibilità del cervello umano! E se gli specialisti della folla speciale sono intuitivamente giunti a tali risultati per intuizione, per il metodo delle prove e degli errori, senza comprendere, alla fine, il meccanismo del ricevimento di questi risultati ammirevoli, s’immagini – che miracoli possono essere creati dalla persona che conosce pienamente questo meccanismo, capace di dirigerlo! Ciò premesso, per l’uomo che è consapevolmente passato alla realtà parallela, al Mondo delle Ragioni, un tale miracolo come l’immortalità fisica si trasforma in oggetto completamente ordinario, come per l'agente delle unità speciali è vincere nel combattimento, essendo invulnerabile. La differenza consiste solamente in ciò che nelle forze speciali i combattenti agguerriti, spirito forti entrano nella realtà parallela. La gente semplice che non è pronta all'incontro con tale realtà né moralmente, né psicologicamente, dopo aggregarsi al Sistema, entra nella realtà più oltre ogni limite. Per questo senza aiuto e sostegno del Mondo Sottile e di noi, le guide, non potrà impadronirsi di questa via. Ciascuno di noi ha il diretto legame individuale con Dio, per questo ciascuno ha la sua via personale della vita, di cui l’itinerario deve essere costruito da sé stesso, con l'aiuto dell’autoperfezionamento. Questo processo deve basarsi sull'esperienza che è già disponibile. Alla persona si sono proposte due vie dell’auto perfezionamento: l’orientale e l’occidentale. La via orientale è legata alla trasformazione della Coscienza personale. È impossibile provare questa via per i calcoli matematici. Si fonda sull’adozione semplice per la Coscienza delle leggi naturali come sottintese. Difatti non si può descrivere per il modo matematico l’alba o il tramonto, si può solamente osservarli, percependo con gli organi di senso. A proposito, la destinazione vera degli organi di senso consiste nel percepire i fenomeni naturali (qualunque) senza qualche analisi. Il tentativo della persona di analizzare il fenomeno visto, ed ancora per la parte inferiore del cervello (e questo non è il suo forte), porta all’apparizione delle emozioni – in forma del segnale-riflesso che comunica che il compito dato, all’assenza nella Coscienza del quadro completo del Mondo, supera le possibilità analitiche del cervello. Gli organi di senso semplicemente danno l’informazione su qualsiasi fenomeno, constatando che ha luogo e non più. Solamente gli avvenimenti di vita possono essere sottoposti ad analisi, poiché la Coscienza già può riflettere il loro quadro. Qualsiasi avvenimento, anche legato alle relazioni delle persone, è una legge obiettiva della natura e `per questo può essere interpretato scientificamente. Tuttavia leggendo i libri di testo di psicologia o di pedagogia capiremo che la conoscenza di queste discipline si basa sulla percezione sensuale dei fenomeni della psicologia e dell’educazione. Nessuno di essi contiene calcoli matematici. E come si può descrivere la via del perfezionamento della Coscienza con l'aiuto della matematica? Si può conoscere questa via solamente per mezzo della sviluppata percezione sensuale del mondo che si chiama la Vista Interiore (la Conoscenza) o © Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

11


l'Intuizione. Se la persona non ha questa Conoscenza, non è sicura di niente. Tormenterà sé stessa gli altri con le nuove scoperte e le nuove teorie, senza credere fino alla fine a nessuno di esse, come il gioielliere nella parabola: Controlla ancora una volta, la parabola di Osho L'intelletto è alla sua base l'inizio della follia. E se tu ti trovi troppo in lui, te farà impazzire. Nel mio villaggio io abitavo di fronte alla casa di un gioielliere. Io stavo seduto davanti alla sua casa e sapevo che lui aveva un'abitudine curiosa: chiudeva la bottega e poi due o tre volte tiravano la porta per controllare se difatti è chiusa. Una volta ritornai da una giornata e lui, avendo chiuso la bottega, andava alla casa. Dissi: – Ma tu non hai controllato! – Che cosa dici? – Non hai controllato la serratura! Lui la controllò – vidi come la tirò tre volte, ma adesso creai la situazione, e lo spirito è sempre pronto a dubitare. Ed lui disse: – Può essere che ho dimenticato. Devo ritornare. Lui ritornò e cominciò di nuovo a controllare la serratura. Questo è diventato il mio divertimento – ogni volta, quando partiva, comperava delle verdure sul mercato ed io accostavo ed gli dicevo: – Che cosa fai qui? Non hai controllato la serratura! Lui gettava le sue verdure e diceva: – Ritornerò adesso; ora devo solo far controllare la serratura. Una volta acquistava il biglietto alla stazione di partenza in qualche parte, mi accostai a lui e dissi: – Che cosa fai? La serratura! – Dio mio, non la controllai? – No! – Adesso è impossibile viaggiare. Il gioielliere ridiede il biglietto, venne alla casa e controllò la serratura. Ma allora era troppo tardi per ritornare alla stazione il treno era già partito. Ma poi a poco a poco tutti lo seppero e le persone dicevano: – Dove vai? Hai controllato la serratura? L'intelletto non è mai sicuro di niente! L'intelletto è un mezzo della riflessione della realtà obiettiva mediante il cervello di mammifero, e non più! La via occidentale del perfezionamento morale si trova attraverso la conoscenza di sé stesso per mezzo dell’argomentazione scientifica. Tutti noi abbiamo conosciuto praticamente, senza calcoli matematici, a che cosa ha portato. Con l’aiuto della matematica si può descrivere le leggi obiettive dell’universo, ma nessuno è ancora riuscito a descrivere il sensuale. I capi dell’umanità conducevano le persone durante parecchie centinaia di anni sul cammino dell’argomentazione scientifica della realtà obiettiva, rigettando con ciò la possibilità della conoscenza con l’aiuto delle sensazioni © Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

12


interiori intuitive. Proprio questo corso ha avviato il processo dell’autodistruzione dell’umanità. Ma le persone non vogliono sentire ragione. Lo stesso ci sono i testardi che tentano di provare il sensuale per mezzo della scienza. È impossibile fare questa cosa sulla definizione! Ed è poco serio affermare che la verità si trova solo in ciò che può essere palpato facilmente, dalle mani. Ogni persona ogni giorno cozza contro parecchi processi ai quali non si può palpare dalle mani, sono percepiti di un modo emozionale e sono conosciuti solamente per mezzo della comprensione. Mentre che la persona occidentale tenda di palpare il risultato della conoscenza dei processi della vita per le mani, il suo compagno orientale mostra i miracoli della perfezione dello spirito, del corpo e delle Coscienze senza nessun tentativo “d’assaggiare” la vita. Durante il perfezionamento morale il compagno orientale ha superato l'occidentale. Osservando le persone orientali, si può stupirsi della loro quiete, calma ed amore della vita. Tutto questo dice che il perfezionamento per mezzo della trasformazione della Coscienza è unicamente possibile. La sua difficoltà consiste in ciò che bisognerà stimarsi sé stesso con un spirito critico che ripugna agli superbi, ma ci sono i loro problemi. Questi processi che adesso accadono nella natura, incalzano gli uomini verso la necessità di cominciare a vedere chiaro e del perfezionamento morale. E questi fenomeni accadono dappertutto. Difatti, ciascuno fa la propaganda del suo metodo dell’illuminazione come unicamente giusto. Che cosa deve fare l’uomo andante, di che modo servirsi? Il metodo deve essere puramente intuitivo. Con ciò non si può percepire qualsiasi metodo iniziale come una panacea ed una verità assoluta. Le persone hanno un differente livello dello sviluppo spirituale, per questo ciascuno deve percepire il metodo eletto da lui come un punto di partenza. A misura che l’anima e la Coscienza si perfezionano, sarete portati a questo metodo che si troverà consolidativo e conclusivo. Poi potrete tracciare indipendentemente la via individuale del perfezionamento, avendo con ciò i riferimenti giusti di vita. Nella tappa della conoscenza della via del perfezionamento non bisogna prestare attenzione al particolare e sottolineare l’affinità delle idee dei diversi autori. Se per voi il particolare ha un'importanza, questo significa che siete agitati dalle passioni, in altre parole dagli stereotipi, e avete a fare il grande lavoro per frenarli. Dovete essere riconoscenti all’informazione dello stesso tipo. Dunque viene a voi non per nulla, seguite il cammino giusto, solamente alla prima conoscenza con lei non avete compreso qualche cosa, non avete portato a compimento, avete interpretato erroneamente. La lezione non appresa verrà a voi fino a quando formerete il punto giusto di vista, il vostro punto. Se aspirate al perfezionamento, bisogna rassegnarvi all’imminenza del lavoro con l’informazione dello stesso tipo. Sono i vostri studi. Gli uomini si sono abituati a percepire la lettura dell’informazione del Campo Infoenergetico come l'illuminazione. Ma questo non è sempre così. Il Campo è comune e ciascuno che riceve il canale di comunicazione con lui è capace di leggere l’informazione. Solamente il problema consiste in ciò che l’informazione contata del Campo non sempre espleta la funzione creativa. L’informazione è impersonale e non si può provarla fin da subito, dichiarando categoricamente se è corretta o no. Gli uomini la fanno corretta. Tutto dipende dalla Coscienza della persona. Se è preda di passioni ed è privata della capacità della comprensione logica, l’informazione contata avrà il carattere distruttivo. L'esempio di questo è la creazione della bomba termonucleare, il schema della quale è interamente tanto preso nel Campo. La Noosfera è una parte del Campo energetico ed informativo ed espleta la © Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

13


funzione di educatore, e l’informazione contata dall’uomo che è influenzato dalla Noosfera, avrà assolutamente il carattere distruttivo. L’uomo pacificato darà l’informazione del carattere creativo. Quale informazione accetterete e come l’userete – questo sono la vostra Scelta ed i vostri studi. Affinché l’Evoluzione colpisca meno per gli errori nella Scelta, bisogna imparare a lavorare con l’informazione, analizzandola e riflettendola. Non si può seguire l’informazione, secondo il principio “questo è interessante”. Adesso esamineremo più in dettaglio il posto dell’uomo nell’universo ed il nostro legame con Dio.

© Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

14


Capitolo 1 Un nuovo sguardo sulle verità eterne (la conoscenza dell’universo)

È d'uso di pensare che tra i punti estremi si trova la Verità. In nessun modo! Tra essi si trova il lavoro!

L'uomo-Creatore, l’uomo-Dio Tenteremo di esprimere tutta la essenza dell’obiettività dell’universo con parole di un eroe del racconto di V. Šukšin2 "Credo": “Appena il genere umano sorse, il male nacque fin da subito. Il male nacque, ed il bene sorse – come un mezzo di lotta contro il male. Se il male non esistesse, non esisterebbe neanche il bene. Che cosa è Cristo come una nozione ed un’idea? È il bene personificato, chiamato a sopprimere il male sulla Terra. Ma perché? Immaginiamo per un istante che il bene ha vinto. Cristo ha vinto... Ma allora perché Lui sarà necessario? Non avrà bisogno di Lui. Dunque non è qualche cosa eterna, ma è un mezzo temporaneo. È l'uomo! L'uomo è assicurato che c'è una Forza Superiore che ha organizzato tutto questo sulla Terra. Riflette: “Voglio conoscere questa forza e voglio sperare che vincerà. Sennò a che scopo esiste tutto questo? Ma dove è questa forza? Non conosco tale forza. Forse non bisogna saperlo. In un tale caso, perché viviamo? Che cosa è il senso del nostro soggiorno sulla Terra? Bisogna conoscere tutto questo! Ma se posso veramente comprendere con l’aiuto della mia ragione? Poco probabile! Allora siamo condannati, poiché non c'è la Forza Superiore, non c'è Dio?!" E che più? Ma Dio esiste. Il suo nome è la Vita. È Dio vero. Propone il bene ed il male insieme, perché non esistono separatamente. In sostanza, questo è il Paradiso. Il Paradiso non è un punto sul globo dell'universo e non è un Livello dell’universo, ma è un processo, è uno stato dell’uomo. In effetti, il Paradiso non è altro che l’Evoluzione realizzata! Perché abbiamo deciso che il bene deve vincere il male? A che scopo? La lotta degli opposti a titolo del bene e del male costringe la persona a muovere, pensare, evolversi! Dunque il nostro compito consiste nel vincere il male durante il processo della conoscenza della vita, in noi stessi, ma in nessun caso nel vincerlo in forma di un fatto, fuori da noi stessi! È chiaro che si vuole fare un'opera buona per Dio, avendo vinto il male una volta per tutte sul nostro pianeta. Per aspettare lode di Dio, mettersi a sedere e trovare l’equilibrio morale, essendo penetrato da un sentimento di soddisfazione profonda. D’altronde, non ci sarebbe su che cosa sedere. Con la distruzione di uno dei componenti 2

Vassili Šukšin (1929 – 1974) è un scrittore, attore, regista cinematografico e sceneggiatore sovietico russo.

© Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

15


della Dualità, l’evoluzione e la Vita stessa si fermano. Dio si è ritirato dagli affari. Non c'è l’universo dove si può fare le buone azioni. Anche non ci sono persone che lo chiamavano “Dio”, dunque l'uomo, per la sua inspirazione a fare la buona azione, degrada Dio ad “anima in pena”. Che cosa dobbiamo fare e in che cosa credere? Bisogna credere nella Vita che chiamiamo Dio. Spereremo e crederemo che Lui avrà abbastanza saggezza e potere per non ammettere la realizzazione delle idee pazzesche dell'uomo! Le persone sulla Terra credono devotamente che Cristo è il bene personificato che è chiamato ad annientare il male. Ma Lui è un uomo. Questo conferma il fatto che fuori di noi non ci sono né il buono né il cattivo. La realtà obiettiva al riguardo dell’uomo è neutra e senza volto. Tutto si trova all'interno di lui. Proprio dentro l’uomo si trova il bene ed il male è anche l’antagonismo tra essi, ma in più il bene sempre vince il male: quello che ha vinto è buono. All'interno di lui ci sono delle forze capaci di sradicare il male in sé stesso, senza sopprimerlo come un fenomeno. Solamente all'interno dell’uomo ci sono la felicità e la disgrazia, la gioia ed il dispiacere, il successo e l’insuccesso, la propensione alla ricchezza e l’abitudine della miseria, le buone e cattive relazioni con le persone eccetera. Le forze della salute e dell’indisposizione si trovano anche in lui. Le forze psichiche nella loro manifestazione sottostanno alle leggi determinate. Tutte le persone li conoscono da molto tempo, si chiamano le leggi della moralità o i dieci comandamenti (il decalogo), si può esprimere il loro senso così: “Devi trattare le persone proprio come vorresti essere trattato tu”. Di nuovo, tutto è nascosto all'interno dell’uomo. Se avete dentro di voi stessi le qualità che impediscono di regolare le relazioni con le persone, avrete da loro le qualità corrispondenti. Se avete un'inclinazione interiore per il male, avrete la risonanza speculare nelle persone circostanti. Non siete sicuri di voi stessi? Le persone circostanti vi disdegneranno, vi percepiranno come qualche cosa impercettibile, insignificante. Se aspettate la malattia, la riceverete, e proprio tale come pensavate. Cioè tutto che avete nella vita, gli avvenimenti, le situazioni, qualche cosa buona o qualche cosa cattiva, tutto questo è una manifestazione del vostro Essere interiore, è il vostro riflesso nello specchio obiettivo dell’universo. Nel mondo niente accade senza il vostro permesso o senza il vostro dissenso. Voi stessi autorizzate sancite e provocate tutti gli avvenimenti. Per esempio, avete deciso a sradicare il male dalla vostra vita, portare alle persone solamente il bene, evitando le relazioni, i contatti con le forze del male. È un’idea fissa, un'ossessione, a guisa del tentativo di “costruire il comunismo in un solo paese”, separandosi dall’altro mondo. E in questo modo, avete ritirato, di propria autorità, del vostro Universo Virtuale uno degli elementi della Dualità. In seguito all’azione unilaterale, al minimo siete caduti del flusso della vita, avendo perso l’orientamento spaziale. Facendo solamente le buone azioni, portate a voi stessi ed alle persone il male evidente. In che modo? La Vita è un processo creativo continuo, sempre, in tutto e da tutti. Il ricevimento del risultato di solito non è una fine a sè stesso e non fa grande piacere; la gioia è portata dalla creazione, il processo stesso del raggiungimento dello scopo. Per fare delle porcherie, bisogna togliere dall’uomo la gioia della creazione e dargli quello a che aspira così appassionatamente. Ogni argomento della natura vivente, che sia un’uomo, un animale o una formica, vive nel mondo che è una riflessione speculare dello stato dei programmi della sua Anima realizzati nel mondo materiale obiettivo per la sua Coscienza. In realtà ciascuno di loro è © Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

16


il Creatore sovrano ed il Dominatore (Dio) del suo Universo in che lui solo può realizzare i programmi della sua Anima. Dargli il risultato pronto, è come interrompere la costruzione dell’universo che nella maggior parte dei casi cessa con ciò. Il dono dell'Oscurità Lo Spirito dell’Oscurità pensava: "Come legare ancora di più l’umanità alla terra? Che siano conservati i costumi e le abitudini, niente fissa così tanto l’umanità agli aspetti ordinari. Ma questo mezzo è adatto solamente alla moltitudine. La solitudine è molto più pericolosa. In lei si chiarifica la coscienza e si creano le nuove costruzioni. Bisogna limitare le ore della solitudine. Non occorre che gli uomini restino uni. Gli darò la riflessione e che si abituino al loro aspetto”. I servitori dell’Oscurità portarono lo specchio per gli uomini. Guardate le bestie addomesticate dall’uomo. In massima parte, sono degli esseri sazi, ben curati, ma i più disgraziati nel mondo. La buona gente ha salvato parecchi di loro dalla morte per fame, ma sono intervenuti nell’evoluzione delle loro Anime, l’avendo fermato una volta per tutte. Nella natura la tragedia non è la morte, ma l’arresto dell’evoluzione! Molte persone si preoccupano della questione: come Dio divenne Dio, essendo riuscito a distinguersi tra la moltitudine di persone che non entra in capo? Ebbe una grande fortuna che nella sua via c'era poche anime buone che fermerebbero sicuramente in Lui il processo creativo dell’evoluzione di Dio. Dunque tutti gli altri non diventarono i Dio solamente a causa della compassione delle “anime buone”. In verità, la bontà è peggiore che la ruberia!3 La divinità, o essere divino, si trova all'interno dell’uomo. Non c’è Dio fuori dell’uomo! Dio, come l'individuo, si trova all'interno dell'uomo, e questo è l'uomo stesso (Dio nel potenziale). Ma questo Dio non è manifestato, è un’idolo. Si può fargli vivente, attivo ed immortale solamente per mezzo dell’auto-transformazione e dell’autoeducazione, formandosi sé stesso come l’individuo. In ciò consiste la nostra grande destinazione. L’uomo deve diventare Dio e deve prendere parte alla gestione dell'universo (solamente!). 1. La Dualità è la base dei processi di vita, (la Dualità e la mentalità). Il bene ed il male sono due forze psichiche resistenti l’una l’altra e belligeranti che definiscono l’orientamento dell’anima dell’uomo e contribuiscono alla sua educazione. Perché esse esistono? Perché la Dualità è alla base di tutto l’universo. Questa è la realtà obiettiva ed è necessario prenderla in considerazione durante la conoscenza della vita. Parlando sulla Dualità, non bisogna pensare che tentiamo di complicare tutte le cose. Nient'affatto, è giusto il tempo di parlare sulla pietra angolare dell’universo a titolo del sistema binario di calcolo. Si costituisce di due numeri – 0 e 1. Il sistema è binario, ma dà delle possibilità illimitate. L'alternanza semplice di due cifre nelle combinazioni 3

il proverbio russo “La bontà e la semplicità sono peggiori che la ruberia.”

© Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

17


varie dà la possibilità di codificare non importo quali processi ed algoritmi. L'ingerenza della virgola nelle relazioni dello zero e dell’unità (che inizialmente si contraddicono l’un l'altro) aggiunge l’intrigo con gli elementi del tragici. Gli zeri che si trovano dopo l’unità aumentano il suo statuto e l’importanza (10; 100; 1000, ecc.). Ma basta solo che lo zero si metta davanti all’unità, essendo separatosi per la virgola, abbassa il valore dell’unità nella stessa molteplicità (0,1; 0,01; 0,001, ecc.). E sì che la quantità degli zeri, delle unità e delle loro combinazioni non è limitata. A giusto titolo si può chiamare il sistema binario come la Costante incrollabile, l’assoluto e la verità rivelata! La combinazione definita degli zeri e delle unità corrisponde ad ogni istante dello sviluppo evolutivo del Mondo. Il sistema binario di calcolo è non solo alla base del funzionamento dei nostri computer. Il lavoro del Campo Infoenergetico dell’universo si basa sul principio dell’utilizzazione della variabilità incalcolabile delle combinazioni solamente di due numeri semplici. Ricordandosi che “Nel principio era la Parola e la Parola era Dio”, bisogna accettare che proprio il Creatore sia il fondatore ed il fervente partigiano del sistema binario. Di più, il Suo cervello lavora anche alla base dei principi di questo sistema universale. E poiché l’uomo è creato a immagine di Dio, il lavoro del nostro cervello non si distingue per niente. Per ciò ci sono due emisferi: il sinistro ed il destro. L’emisfero sinistro risponde al nostro legame con il mondo obiettivo, reale, con il mondo delle realtà. Corrisponde al codice, alla cifra 1. L’emisfero destro risponde allo stato psichico, spirituale, in altre parole – al legame con il mondo soggettivo. Gli corrisponde il codice, la cifra 0. Lo stato simile non è reale, ma influisce sul nostro orientamento spaziale (concezione del mondo). Se lo soggettivo diventa davanti all’obiettivo, la vita, come la sua manifestazione perde il senso e l’importanza. Al primo piano si trova lo zero, coprendo l’unità. Questo accade con molte persone che sono indifferenti alla loro vita ed alla vita d’altrui, che sono pronte a immolarla sull’altare delle loro emozioni e dei loro desideri? Gli uomini per cui l’obiettivo si trova davanti al soggettivo sono dei ricercatori costanti della verità. Quale verità troveranno – cioè dipende dalla capacità della loro neocorteccia di creare le combinazioni variate delle unità e degli zeri. Difatti, il sistema binario è messo al centro dell’universo. Con il suo aiuto è codificata assolutamente tutta l’informazione. Parlando sulla codificazione, è necessario menzionare che la molecola del DNA in sostanza è la stessa informazione codificata per mezzo del codice binario. In questo caso, ciascuno degli amminoacidi, (l’adenina, la guanina, la citosina e la timina) del DNA è codificato per mezzo di due numeri (un bit). Ricorderemo le principali proprietà energetiche dell’universo: tutto che esiste nel Mondo, aspira a prendere lo stato, a cui è propria la minima spesa dell’energia. Perciò proprio questa proprietà è inerente ai Principi Iniziali della Dualità. Precisamente per questa ragione né l'emisfero destro né quello sinistro non funzionano separatamente uno dall’altro e non possono formare la visione giusta del mondo. Gli studi del cervello indicano che se estirpare l’emisfero destro, l’uomo smette di percepire il mondo soggettivo, i sentimenti e le emozioni gli saranno stranieri, si immerge interamente nel mondo razionale reale, nei bisogni del suo corpo fisico. Se estirpare l’emisfero sinistro – al contrario, l’uomo è immerso nel mondo dei sentimenti e delle emozioni, nel suo Ego psichico. Per lui, il mondo obiettivo smette di esistere. In questi casi l’uomo diventa incapace, come l’individuo non può fare a meno dell'aiuto altrui. Così, i componenti della Dualità sono dei dati statici costanti, invariabili. Se addentrarsi separatamente in ciascuno di essi, troveremo là il riposo, il non essere, l’oscurità ed il vuoto primordiale in cui si smarrisce tutto il senso della Dualità. In lei non c’è alcun punto di riferimento, con l’aiuto di cui si può definire – quale di queste © Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

18


componenti è iniziale e quale è finale. D'altronde, questi concetti sono relativi perfino nel processo concreto. Si può parlare dell’inizio del processo o la sua fine, l’avendo legato solamente ad un certo istante di tempo. Dunque nella vita reale l’uomo usa, nello stesso tempo, l’emisfero sinistro e l’emisfero destro. Non si può dire – quale di essi è l’inizio e quale è la fine del processo mentale. Soltanto dopo suddividere il processo in istanti si può definire quale emisfero si trova, per lui, in stato attivo (per l’istante dato), dunque è l’inizio, e quale – in stato passivo (quale bisognerà diventare attivo). In questi istanti si può stimare indirettamente l’attività degli emisferi: se siamo occupati della comprensione logica di un'avvenimento, l’emisfero sinistro lavora; se reagiamo in modo emotivo all’avvenimento, senza l'analisi logica – l'emisfero destro lavora. Ma nel suo insieme la correlazione degli emisferi per noi non è percepita, non la comprendiamo. La cooperazione e l'unità del lavoro degli emisferi sono alla base del processo mentale. Ed inoltre, la sua qualità dipende dall’equilibrio energetico del lavoro degli emisferi. La disarmonia dell’equilibrio crea la deformazione o verso l’emisfero sinistro che porta alla negazione della possibilità dell’esistenza del mondo dello Spirito, di Dio e del Mondo Sottile, o verso l’emisfero destro che porta alla percezione illusoria del mondo, all’ignoranza della realtà, al fanatismo religioso. E l’uno e l'altro influenzano negativamente la qualità della vita della persona. Non è capace di fare la sua vita armoniosa, poiché una delle parti del suo processo vitale (spirituale o logica) esce dalla percezione cosciente. È noto che solamente la Coscienza (il grado della coscienza, l’autoidentificazione) permette di conoscere la realtà obiettiva. La Dualità ha un carattere universale. È inerente assolutamente a tutti i processi obiettivi. Nell’Oriente, l’universalità della Dualità era espressa per mezzo delle energie dello Yin e dello Yang. Tutti i processi nell’universo, nell’organismo dell’uomo, nella sua attività creativa hanno queste caratteristiche in loro stessi. La persona che desidera essere sana deve sapere dirigere la sua vita, deve imparare a percepire e comprendere la Dualità, dirigendo i suoi Poli, a titolo delle energie dello Yin e dello Yang. Resta comprendere che le energie dello Yin e dello Yang in ogni processo concreto hanno il suo nome. Così, il Giorno e la Notte sono dei dati iniziali della manifestazione giornaliera del processo del tempo. Il Passato ed il Futuro sono dei dati iniziali della manifestazione del processo comune del tempo. La Creazione e la Distruzione sono dei dati iniziali dell'esistenza della realtà obiettiva, in altre parole – della vita. Il Progresso e la Regressione sono delle manifestazioni iniziali dell’eternità del processo vitale. La Conoscenza e l’Ignoranza sono dei dati iniziali del processo della conoscenza della realtà obiettiva. L’Azione e la Non-azione sono dei dati iniziali del processo creativo. La Salute e l’Infermità sono dei dati iniziali del processo dell’attività vitale dell’organismo. La Ricchezza e la Miseria sono dei dati iniziali del processo delle relazioni economiche delle persone. Il Bene ed il Male sono dei dati iniziali dello stato del nostro Spirito. Si può continuare l’elenco simile all’infinito, ma comunque sia il nome dei dati iniziali del qualsiasi processo, si può ridurre tutti allo stesso denominatore, indicando con due aspetti dell'energia della Dualità – con lo Yin e con lo Yang. Così, il Passato ed il Futuro sono dei principi iniziali: il loro stato intermedio è il Presente. Gli stati iniziali ed intermedi sono inerenti a qualsiasi attività della persona. C'è sempre un principio, un'origine, una sorgente che l'incita all'attività e c'è sempre un scopo; e quando la persona raggiunge questo scopo, riceve il risultato del suo lavoro. Lo stato intermedio è il lavoro stesso, l’attività stessa. © Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

19


2. La Triplicità è una manifestazione della Dualità nella dinamica. La vita ci propone simultaneamente le energie dello Yin e dello Yang, nel loro legame indissolubile e nella loro unità (un tipo dell’energia non può esistere senza l’altro). La correlazione delle energie si manifesta in qualsiasi processo dinamicamente attivo. Se fermare la dinamica, il processo stesso cesserà la sua esistenza ed al livello dell’universo si disfaranno tutte le particelle, ed anche non fino al componenti, ma tutto lo materiale passerà al Non-Essere. Così, la vitalità del processo vitale dipende dalla transizione reciproca dei componenti lo Yin e lo Yang dall’un all’altro. La velocità della transizione reciproca dello Yin e dello Yang è la frequenza del ritmo vitale. La frequenza individuale è inerente a qualsiasi processo obiettivo. Poiché la realtà obiettiva, la Vita, sono conosciute mediante la Coscienza, avendo conosciuto le leggi della trasformazione reciproca delle energie dello Yin e dello Yang, la loro cooperazione, noi possiamo dirigere il processo vitale. Tutti i processi dell’Essere ottemperano ai cambiamenti ritmici a titolo della transizione reciproca dell’uno all'altro, che assicura la vitalità del processo. Ciò significa che la Vita è un stato intermedio tra i dati iniziali (tra lo Yin e lo Yang) che si distingue per l’equilibrio dei potenziale energetici dei componenti del processo. Lo stato intermedio è la terza componente dinamica della vitalità del processo, la abbiamo chiamato il Pendolo della Vita.

.............................................................. ............................................................... ............................................................... (Segue)

Cari lettori, se volete percepire tutto questo in modo più dettagliato e prendere praticamente conoscenza del “Sistema dell'Armonizzazione della Persona e della Salute”, diamo i nostri accessori : La posta elettronica o e-mail è : system.om3@gmail.com

om@om3.org

L'indirizzo del website in Internet è : www.om3.org La preghiera pressante – indicate per favore il paese della residenza.

© Alessandro e Tamara Bianchi 2004 - 2006

20


La Dottrina Segreta dei giorni dell'Apocalisse 2