Page 31

1974/1975

8. Cfr «Parlando di... l’I.S.I.A.

Con il passare degli anni il Csag divenne sempre più autonomo e si cominciò a sentire l’esigenza di dar vita ad un organismo scolastico più specifico, che permettesse la prosecuzione degli studi a livello di istruzione superiore nel settore della arti applicate. Questo nuovo passo avrebbe posto Urbino in una posizione unica rispetto al resto d’Italia, in quanto, prima di allora c’era la possibilità di conseguire una qualificazione professionale solo all’estero. Nel 1974 il Ministero della Pubblica Istruzione istituì l’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche. Nell’anno scolastico 1977/78, poi, venne confermato come istituzione sperimentale con finalità di formazione di progettisti per l’industria artistica nel campo del graphic design. L’Isia era un vero e proprio corso universitario, anche se non ancora riconosciuto, durava quattro anni e vi si poteva accedere solo se in possesso di un diploma di Scuola Media Superiore di 2° grado e previo superamento di un esame di ammissione. Agli studenti del Csag fu data la possibilità di fare un anno integrativo in modo da conseguire il diploma di Istituto Superiore per le Industrie Artistiche, equiparato al diploma di Accademia di Belle Arti8.

di Urbino», Quaderno Aiap, n. 3, luglio, 1985, pag. 6-8.

Questo periodo di transizione e cambiamento è raccontato da: Gianluigi Corsi e Susanna Sartori, Alberto Butturini, Stefania Guerra, Claudio Molinari.

31

IL MONDO ISIA, NON SOLO DALLA NOSTRA PARTE  

Progetto di Tesi - Laurea Triennale in Progettazione Grafica e Comunicazione Visiava, ISIA di Urbino — Il progetto nasce dalla volontà di ra...

Advertisement