Page 1

Tiratura du 6000 Copie - I.R. Inserto resazionale al Notiziario del Governatore Rotary Distretto 2060 -Numero 01 Settembre 2008

PAG 2.

interviste al direttivo

PAG 3.

service nazionale 2008/2009

PAG 3. side

PAG 4-7. passaggi delle consegne

PAG 8.

la redazione

PAG 8. modernitàbioarchitetturarisparmio energetico

GOVERNATORI FACCIA A FACCIA Diverse generazioni, ma la stessa carica

Cari Rotaractiani, siamo giunti all’inizio di un anno etc etc…No! Ragazzi è ora di darsi una svegliata. Il rotaractiano è di due tipi: 1) il rotaract è la mia vita, bisogna fare 75 riunioni al mese, conosco il cerimoniale a memoria, alla prossima festa incontrerò l’uomo/donna che sposerò 2) alle riunioni non posso andare, che palle le riunioni, se c’è una bella festa ci vado, rotaract? Ma sì dai facciamo beneficenza e ci divertiamo. Siete d’accordo?.. neanch’io. Secondo me, i creatori del Rotaract, nel 1968, non avevano in mente banchetti di tazze e fiori o balli per raccogliere fondi. Volevano creare una SCUOLA. Una scuola aperta a chiunque interessasse studiare materie diverse da quelle tradizionali. Una scuola in cui il contributo personale e culturale portato da ogni alunno risultasse fondamentale. Un luogo dove la libertà, la fantasia, il coraggio, lo spirito d’inizativa potessero trovare libero sfogo. Un’occasione unica per confrontarsi con maestri d’eccezione e dove poter essere maestri noi stessi, a seconda delle nostre competenze e passioni. Un’opportunità data ad ogni alunno di potersi misurare nella guida di una classe, facendo ciò che ritiene più utile per il gruppo. Eccellenza misurata in coinvolgimento, spirito critico, apporto personale in definitiva e non perché vincolati ad un voto o perché ingozzati, come oche. Se l’apporto personale diviene metro di valutazione e di efficacia, l’assenza ne è il principale antagonista. Ancor di più la passività. Imperdonabile. Il Rotaract è una scuola che produce energia, più di quanto serva ai suoi componenti. Nella produzione stessa regala energia che può risultare estremamente utile a tutta la società se veicolata con strumenti moderni ed efficaci, non obsoleti. All’uscita della scuola non ci sono università, test d’ingresso, altri voti. Quello che ci aspetta è la comunità, il dare un significato al termine “cittadinanza”. Avremo imparato a quel punto a produrre energia autonomamente?

LUCA PERIZ

Rappresentante Distrettuale Rotaract 2060

“Fellowship

Through

Service”

Gentili Amiche e Cari Amici Rotaractiani, con vivo piacere rivolgo a tutti, dalle colonne della Vostra vivace Rivista, un saluto ed un augurio all’inizio del nostro comune anno di attività. Per la verità, è già da tre mesi che ho iniziato il mio cammino nel Distretto ed ho ormai visitato più della metà degli 81 Rotary Club, con molta soddisfazione per aver trovato una realtà vivace ed impegnata, ricca di progetti e di voglia di fare. In tali occasioni ho potuto incontrare anche i Vostri Presidenti, o comunque iRappresentanti dei Vostri Club, in colloqui molto costruttivi e franchi, mai formali, che hanno consentito sia a me che a Loro di comunicarci le rispettive aspirazioni, i progettie le aspettative di comune collaborazione per realizzare una annata veramente intensa all’insegna del servire in amicizia e con gioia. Con il Vostro R.D. Luca abbiamo già da tempo potuto constatare, con reciproca soddisfazione, una effettiva coincidenza di intenti ed aspirazioni, nella direzione di rendere i nostri Club più attenti e sensibili al profondo ed impegnativo significato dell’essere Rotariani e Rotaractiani, di acquisire un maggior senso di appartenenza a questa grande famiglia internazionale i cui confini sono solo quelli del mondo. Credo che in questa annata riusciremo a realizzare, ciascuno nel proprio ambito, grandi progetti ed un significativo percorso di crescita e di maturazione anche, e soprattutto, facilitati dal desiderio di reciproca attenzione e comunicazione quale si conviene a dei componenti della medesima famiglia,quellacostituitadalRotaryInternational. Il mese di ottobre è, tradizionalmente, dedicato dal Rotary al servizio professionale, fatto che richiama ciascuno di noi all’impegno, all’onestà, alla correttezza e alla disponibilità al servire che i Rotariani sono chiamati a dimostrare, nei fatti ed ogni giorno, nelle rispettive attività professionali, consapevoli del grande aiuto che possono offrire, con l’esempio e con il consiglio, ai giovani rotaractiani che stanno cercando un orientamento o si stanno avviando in nuove esperienze di lavoro. Anche questo è fare più Rotary insieme con Voi, cari Rotaractiani, secondo il mio programma per quest’anno, dedicando attenzione e disponibilità ai giovani, secondo il programma del Presidente del R.I. Dong Kurn Lee. Augurando a Tutti un anno di impegno ed allegria Vi saluto cordialmente.

ALBERTO CRISTIANELLI

Governatore Rotary Distretto 2060

PASSAGGIO DI CONSEGNE DISTRETTUALE: Silvia Vacca (Past RD Distretto 2060),Carlo Martines (Past Governor Distretto 2060),Luca Periz (RD Distretto 2060),Supporters:Mirko e Ugo (Rac Peschiera e Garda Veronese),Riccardo (Rac Vicenza)

CN_01_def_ipotesi 2.indd 1

22/09/2008 10.26.21


NOTIZIE DAL DIRETTIVO DISTRETTUALE

MESSI AL MURO!

Un articolo firmato da

Tutto quello che volevate sapere sul nuovo D.D.

TESORIERE DISTRETTUALE / RD INCOMING/ COMMISSIONE LAVOROTARACT DELEGATO ZONA 4 DELEGATO ZONA 5

IL RAPPRESENTANTE DISTRETTUALE

GIAN

LUCA PERIZ rac Vicenza

LUCA PERIZ

DORGNACH rac Cividale

GIAN DORGNACH rac Cividale

SERENA TONEL

FRANCESCA ZORZENONI

rac Trieste

rac San Donà

FRANCESCA ZORZENONI rac San Donà

rac Vicenza

Ci riveli qui in anteprima quale sarà la cosa più importante che dirai alla tua Prima Distrettuale da RD? Certo, vi svelerò che...maccheddiavol...aiut...ahhhhaaaa...... Quali meriti ti riconosci? Penso di essere un tipo positivamente dinamico E se ti devi fare una ‘critichina’? Suo figlio è intelligente ma non si applica Fai una ‘critichina’ al Past-RD: Cos’ha Rodo in più di me? Cosa rispondi a chi ti dice che sei altezzoso? Beh, ti sei visto?

IL VICE RAPPRESENTANTE DISTRETTUALE/ PREFETTO/ DELEGATO ZONA 1

Il tuo Club preferito nel 2060: Ovviamente il Club Cividale del Friuli Forum Julii Il tuo rotaractiano preferito nel 2060: Tutti i soci del 2060 perché tutti si impegnano a portare avanti i valori rotaractiani giorno dopo giorno In cosa sei veramente competente? Bella domanda,questa però la passo.. eheh Cosa voleva fare Gianandrea da piccolo? Il mastro falegname come Geppetto Cosa si è ritrovato a fare Gianandrea da ‘grande’? Ad essere sommerso di scartoffie fatture e dichiarazioni dei redditi come un praticante commercialista

PAST RD

Come vedi il tuo prossimo futuro da RD? Attraverso due lenti spesse.. sono miope.. A parte gli scherzi, con un po’ di timore reverenziale, ma sono entusiasta di lavorare per un Distretto sempre pieno di risorse e persone magnifiche come il nostro! Meglio una cena con Periz o Kiniger?? Ma un moro occhi verdi non c’è??? Dorgnach o Castellarin?? Ecco, appunto… Amore o carriera? Perché non tutti e due in dosi equilibrate? Sono romantica ma non sprovveduta.. Il colmo per…… ragazzi, a me piacciono le barzellette, non i colmi!

Cosa guardi in un uomo? Gli occhi E a parte questo? ...il carisma!!! E a parte questo?????!!!! Bho?!?....c’è altro??? La caratteristica che più ti piace in te stessa: Tante! Ma soprattutto la modestia Il tuo punto debole: Così piccolo che non si vede

COMMISSIONE REGOLAMENTO

DELEGATO ZONA 2

LORENZA GAMBARO

LORENZA GAMBARO rac Chioggia

rac Chioggia

ALE KINIGER

ALE KINIGER rac Rovereto

SILVIA VACCA rac Verona Nord

JAMES

SILVIA VACCA

JAMES

rac Verona Nord

PICCIRILLO rac Arzignano

rac Rovereto

Francamente cosa pensi del tuo successore? La cosa migliore che hai fatto nella tua Il temerario vita: fare le mie scelte in maniera sempre E francamente, secondo te, lui cosa pensa di autonoma te? E la peggiore? Che sono una brava massaia Guardare nella scollatura di una Ci fai un breve bilancio dell’anno passato da ottantenne… RD? mamma mia!!! Che dura! La cosa migliore che hai fatto nel Rotaract: Una cosa di cui ti penti: gipe 2005 Aver trascurato la mia famiglia E la peggiore? Un in bocca al lupo speciale a Luca L’annata sociale deve ancora iniziare ;-p Che si trovi la First Lady!!!!! Un aggettivo per Luca: risoluto

SEGRETARIA DISTRETTUALE

PICCIRILLO rac Arzignano

In cosa sei imbattibile? Io non ho talenti straordinari. Sono solo appassionatamente curioso. (A.Einstein) In cosa sei fragile? Nella programmazione in Matlab… La medicina che porti sempre con te: nessuna! Secondo te, perché sei stato scelto come DZ? Perché se divento perfetto, peggioro! Sicuro? Si!

DELEGATO ZONA 3

E CI SIAMO ANCHE NOI!!!

STEFANO MARCHI

Continua la frase: Luca (Periz) ti meriti proprio...L’Oscar dell’RD anticonformista, ti stai rivelando un artista Francesca (Zorzenoni) certe volte ...potresti collegarti al pc invece di lasciare sempre tuo fratello Serena (Tonel) Sei davvero…”insopportabile” quando fai la “pignolissima” alle mie riunioni sul regolamento Chiara (Forzan) sembri proprio…l’emblema della rotaractiana Doc...quando fai la seria Matteo (Castellarin) devi smetterla di… chiedermi l’indirizzo msn e poi rifiutare la mia richiesta

COMMISSIONE INFORMATICA

STEFANO MARCHI rac Padova Centro

rac Padova Centro

MATTEO CASTELLARIN

MATTEO

rac Verona Nord

CASTELLARIN rac Verona Nord

PAOLA STELLA

PAOLA STELLA rac Vicenza

rac Vicenza

Nel 2060 per te chi è più bello/a: Luca(altrimenti poi mi licenzia!) Simpatico/a: l’anima delle feste...Ugo!!! Antipatico/a: nessuno ovviamente (sviolinata di inizio anno...ne riparliamo tra qualche mese!) Litigioso/a ; Infantile/: litigioso, infantile.... ahhhh, ma che domande sono???non so rispondere!!!suggerimenti??

CN_01_def_ipotesi 2.indd 2

Tra le tante novità di quest’anno c’è anche il nostro nuovo logo distrettuale che rappresenta con orgoglio le tre bellissime regioni del 2060: Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige/ Sud Tirol ....li vedremo spesso questi simpatici animaletti!!!!

Hai mai fatto a botte per una donna? Mai fatto a botte, Per una donna meno che meno... e poi la mia donna è la stessa da quando ero al liceo! E per una questione di principio?Vedi sopra... Per questioni di Club? :) Le hai più prese o le hai più date!??! Se parliamo in metafora le ho prese e le ho date... forse ne ho prese di più. Una frase nel tuo dialetto: “il Signore ghe da e suche a chi che no gà i porsei”...ovvero: “le opportunità capitano a chi non le sa sfruttare”! ...come dice la mamma di Bubba: “Vangelo!”

02

Un ricordo da 0 a 10 anni: Più o meno 4 anni, la scoperta della cioccolata. Amore al primo assaggio! Un bel ricordo dell’ultimo anno Rotaract: La festa a San Donà, prima reunion del gruppo Ryla 2008 di cui ho fatto parte. Bellissimo!! Un sogno: Esportare lo spritz.. all around the world!! L’ultima cosa che hai imparato: No g’è isola sensa risoto, no g’è capucio sensa biscoto e non g’è imbriago sensa recioto L’ultima cosa che hai capito: Che il mondo è mooolto piccolo!

22/09/2008 10.26.29


NOTIZIE DAL DIRETTIVO DISTRETTUALE

COMMISSIONE INTERNAZIONALE E DELEGATO ERIC

DOMENICA 7 SETTEMBRE: Seminario Informativo Direttivo Eletto

SILVIA ZANON

SILVIA ZANON

rac Montebelluna

rac Montebelluna

Nel Rotaract quanta competizione? Quella giusta quantità che dà ai soci la voglia di realizzare progetti ed impegnarsi nelle attività del Rotaract nell’interesse dell’intera organizzazione Quanto amore? Vero amore? Poco Quanta crudeltà? Assolutamente zero! Quanta ipocrisia? Speriamo poca!!! Sei ‘Pupa’ o ‘Secchiona’ ?!?!Secchionaaaaaa!!!!

COMMISSIONE SPONSOR

CHIARA FORZAN

CHIARA FORZAN

racPadova Euganea

racPadova Euganea

Per avere successo bisogna essere bravi? Sì..solo il “valore” merita di essere premiato con il successo! (per lo meno...si auspica sia così...) ...essere fortunati? Si, il destino ci mette sempre lo zampino Accettare compromessi? No!!! Sarebbe come tradire sè stessi Conoscere le persone giuste? Servirebbe a coloro che cercano la strada in discesa (ma allora non si tratterebbe di vera bravura nel senso della risposta 1) Perché tu hai avuto successo nel Rotaract? AH Sìì????? Non sapevo di avere avuto tanto successo...ho solo dedicato impegno e passione a qualcosa in cui ho creduto e in cui tutt’ora credo!!!

REDAZIONE ROTARACT CRONICLE NEWS

LAURA

CREMONESI rac Peschiera

LAURA

CREMONESI rac Peschiera

Di’ al tuo RD una cosa che non gli hai mai detto: usciamo a cena? :D Fagli un rimprovero: Luca Luca Luca….. sei sempre troppo ermetico! Fagli un complimento: esportiamo in tutto il mondo l’applauso singolo!!! Cosa pensi di questa redazione tutta al femminile? Penso che ci divertiremo moltissimo e l’augurio è di far divertire tutto , e non solo, il distretto! Descrivi con una sola parola ognuna delle tue ‘Pink Panthers’: Non ci conosciamo ancora tutte benissimo ma ci provo…Francesca M: imprevedibile; Francesca Z: piacevole scoperta; Chiara M: energia ; Chiara F: perfezione; Micol: caos creativo

CN_01_def_ipotesi 2.indd 3

1,2,3…SORPRESA! La domenica di formazione dei nuovi dirigenti Rotaract ad Asiago si è rivelata un misto tra rivoluzione e regalo inaspettato. Nessuna logistica differenziata tra Presidenti, Segretari, Direttivo Distrettuale. Solo…UN GRUPPO. Una settantina di persone riunitesi presumibilmente per imparare ed ascoltare, che alla fine si son invece ritrovate attivamente a fare molto di più: dialogare, confrontarsi, conoscersi e addirittura…GIOCARE!!! Un’orchestra guidata da un direttore singolare: il brillante Roberto Gesuato, formatore e coach padovano. I partecipanti I presidenti all’ascolto (interrogati alla lavagna!) si aspettavano una giornata di conoscenza, coinvolgimento, consapevolezza del ruolo di team manager, oltre che di comprensione (qualora fosse possibile!!!) delle idee pazze di Luca. Aspettative pienamente soddisfatte. Il risultato più sorprendente è stato però il veder lievitare nei presenti l’entusiasmo: la MOTIVAZIONE è la risorsa imprescindibile per garantire il successo sia nell’adempimento del ruolo di leader sia nello svolgimento di qualsivoglia attività. I compiti svolti, gli obiettivi Al lavoro con Roberto Gesuato, formatore e coach del raggiunti, il COSA facciamo, sono solo la CUOA punta dell’iceberg che affiora dall’acqua: la parte subacquea permette al ghiaccio di galleggiare ed essa è nel nostro caso costituita dalle relazioni, dall’emotività, dal COME decidiamo di porci rispetto a ciò che vogliamo fare. Un clamoroso inizio d’annata totalmente fuori dagli schemi che mi permette di concludere modificando scherzosamente il significato dell’acronimo SIDE: Solo Interagendo Diventiamo Entusiasti!

Chiara Marcellan

Socio Rac Padova Euganea

Elena Piccinni (Rac Vicenza) presenta un intervento sulla pubblicità e la comunicazione.

Interrogazione alla lavagna

Il nuovo direttivo si presenta

....il direttivo distrettuale si prende una boccata d’aria dopo le fatiche della giornata!!!!!

ALL QUIET ON THE NATIONAL FRONT??NO!! ROTARACT SENZA BARRIERE SERVICE NAZIONALE 2008/2009 All quiet on the national front?? Non direi proprio. Anche quest’anno, I distretti d’Italia si ritrovano allineati in un’azione comune, di rilevante spessore morale e, soprattutto , civico. Sto parlando di abbattimento di barriere architettoniche. Non dobbiamo smantellare tutti i gradini d’Italia, non dobbiamo costruire rampe né ascensori. Tanto per cominciare dobbiamo renderci conto del problema. Scale, porte strette, gradini, treni, autobus, w.c., lavandini, banconi del bar……elementi per noi quotidiani, per tante persone rappresentano ostacoli fastidiosi, a livello fisico ma soprattutto morale perché portano all’isolamento domestico e spengono l’iniziativa. Non pensiamo solo a persone diversamente abili! Pensiamo anche a bambini, anziani, passeggini, noi stessi! Tra un ponte di gradini ed una passerella a fianco, voi cosa scegliereste? Se vi trovaste a noleggiare una barca per le vacanze estive, a parità di dimensioni, preferireste al suo interno spazi angusti e mignoletti fratturati o cabine più comode e piedi sani? Uno stato moderno, deve misurare il proprio grado di civiltà per l’attenzione ed il rispetto che nutre verso i suoi cittadini, tutti. Noi abbiamo ancora molta strada da percorrere perché non abbiamo mai riflettuto su questo problema, è una lacuna culturale prima di tutto. Non si parla di abbattere il vecchio, ma di costruire il nuovo con criteri diversi che risulterebbero più vantaggiosi per tutti!

Il Rotaract vuole fare la sua parte. Noi siamo giovani, noi dobbiamo porci i problema! Cosa faremo dunque? Il 12 ottobre è stata indetta una giornata nazionale in cui tutti i club che vorranno aderire, potranno cominciare a parlarne, a conoscere e a far conoscere, a vedere le strade di Padova, Feltre o Udine con ottica differente. Ogni distretto stanzierà la somma minima di € 1.000 per promuovere iniziative di sensibilizzazione, finanziare una borsa di studio per giovani architetti specializzandi nel campo o abbattere una reale barriere architettonica. Inoltre, nel 2060, dedicheremo un’intera Distrettuale a questo tema, il 18 Aprile a Cittadella, ed avremo come ospite relatore il giovane Andrea Stella. Il service nazionale non è un’imposizione, è uno stimolo. Da sviluppare.

03

Luca Periz

Rd Distretto 2060

SABATO 16 APRILE CITTADELLA Barriere che si abbattono: ANDREA STELLA e il suo CATAMARANO Foto a lato: ANDREA STELLA e il suo Catamarano (fonte: www.lospiritodistella.it)

22/09/2008 10.26.43


NOTIZIE DAI CLUB

ZONA 1

ZONA 3

ZONA 2

ZONA 4

ZONA 5

ANNO SOCIALE 2008/2009 : PASSAGGI DELLE CONSEGNE

ZONA 1: Trento, Rovereto Riva del Garda

ISABELLA NEO PRESIDENTE DEL CLUB DI ROVERETO RIVA DEL GARDA

IL CLUB DI TRENTO INIZIA CON ENTUSIASMO L’ANNO 2008/2009

ma anche dalla neo-presidentessa, accentuata dalla presenza degli amici dei club vicini e dalla consapevolezza che con l’occasione si è aperto un nuovo anno rotaractiano. La Venerdì 27 giugno 2008, cena si è svolta in una piacevole atmosfera , nell’incantevole cornice di Maso Sasso a calorosa e carica di entusiasmo, durante la Nogaredo si è tenuta la consueta serata del quale è avvenuta la spillatura di due nuovi passaggio delle consegne del club rotaract soci: Andrea Codroico e Lorenzo Lattanzi e la di Trento. Il nostro presidente Alessandro presentazione del nuovo direttivo. Lo scambio Pallaoro ha concluso il suo mandato; il nuovo delle spille ha sancito definitivamente il anno sociale si è aperto sotto la guida di Claire passaggio delle consegne,chiudendo la serata. Albano. Alla serata erano presenti le autorità Il nuovo anno sociale si è aperto così con rotariane e il nostro neo-governatore Avv. l’auspicio di un maggiore coinvolgimento tra Alberto Cristanelli, soci dei club di Verona club vicini nelle varie attività che verranno Nord, Peschiera,Rovereto ,Feltre, Pordenone intraprese, con lo scopo di vivere il Rotaract e amici esterni. Quest’anno, in particolare, oltre il singolo club di appartenenza, la partecipazione è stata anche all’insegna accomunati dagli stessi ideali e dalla voglia dell’internazionalità, vista la presenza di agire insieme per gli altri. di soci del club di Landshut, nostro club gemello. Come in ogni occasione l’emozione Claire Albano era molto forte: da parte di Alessandro, Presidente Rotaract club Trento che ha visto concludersi il suo anno;

L’occasione è stata tra le più inaspettate; approfittando di un pomeriggio nel quale più della metà degli infiniti soci del club era presente, non si è perso tempo è si è proceduto al doveroso e già ritardato passaggio delle consegne… L’ormai e finalmente Past Alessandro, dopo una tirannia biennale, ha infatti ceduto lo scettro, la spilla ed il gagliardetto alla per lui sconosciuta Isabella, già segretaria. La neopresidentessa, nel suo discorso di inizio attività ha evidenziato una volta di più l’obiettivo\necessità di implementare l’effettivo e di adoperarsi, tutti, per una ottima riuscita della distrettuale di febbraio, nostro evento dell’anno! Al fianco di Isabella ci sarà l’esperienza della Past Elisabetta che promette di essere una segretaria modello. La cerimonia si è poi conclusa con l’immancabile brindisi di buon augurio alla neo presidentessa!

Isabella Piombino

Presidente Rotaract Rovereto - Riva del Garda TRENTO Foto di Gruppo Le due presidentesse (dall’altro): Claire (TRENTO) con il Past president e Isabella (ROVERETO)

ZONA 2: Arzignano,Bassano del Grappa, Cittadella, Peschiera e del Garda Veronese,Verona Nord, Verona Scaligero, Vicenza ROTARACT CLUB ARZIGNANO: ROTARACT CLUB CITTADELLA ROTARACT CLUB PESCHIERA E UN INSOLITO PASSAGGIO Si è svolta lunedì 9 Giugno, presso DEL GARDA VERONESE “Arriva in centro ad Altavilla UN INSOLITO PASSAGGIO Perché insolito? Presto detto. Non c’è stato lo scambio delle spillette, nessun discorso di chiusura d’anno per il past-president, né l’elenco degli obiettivi da raggiungere per quello a venire da parte dell’incoming. C’è stata invece una festa a bordo piscina a casa del Senatore Alberto Filippi, socio fondatore del Rotaract Club di Arzignano, durante la quale si è passato la maggior parte del tempo a nuotare, a chiacchierare e a cantare (in realtà il karaoke è stato un fuori programma…). In buona sostanza, a divertirsi tra amici, rotaractini e non. Ma non è stato un divertimento fine a se stesso visto che ci ha dato la spinta perché si potesse parlare a briglia sciolta nel dibattito che ha sostituito la relazione sul “come esprimersi in pubblico” (quella sì che era in programma…). È lì che Alberto ci ha ricordato come ha mosso i primi passi il nostro Club, come era percepito il suo spirito tanto goliardico quanto impegnato, e di come è fondamentale mantenere acceso quello spirito che è la linfa vitale di un’associazione che ha potenzialità enormi. Oltre ad averci sgridato per averlo ridotto a sei persone. Peccato che quella sera ci mancassero le spillette, perché noi abbiamo voluto attribuirle il significato di un passaggio di consegne e di responsabilità.

Il Club di Arzignano CITTADELLA Tutti in posa per gli scatti!!!

l’Hotel Filanda, la tradizionale cerimonia del passaggio delle consegne del Rotaract club di Cittadella. Il presidente Giovanni Bernardi, nell’ elencare gli importanti avvenimenti e le numerose attività svolte durante l’anno, ha voluto iniziare la serata ringraziando tutti i soci per la preziosa e determinante collaborazione soffermandosi poi sull’ importanza dei valori che uniscono tutti noi rotaractiani. Prima che la cena fosse servita il nostro, ormai, Past President Giovanni ha compiuto un ultimo gesto da presidente con la nomina di due nuovi soci: Federica Franceschetto e Pietro Pellizzari i quali hanno ricevuto la spilla proprio in questa occasione. Ed ecco arrivare finalmente l’ attesissimo momento del passaggio della spilla da Giovanni Bernardi a Giulia Berto, la quale ha provveduto alla nomina del consiglio direttivo per il nuovo anno che vede la carica di segratario ricoperta da Giovanni Zecchini. Per concludere la nuova presidentessa, emozionata al suo primo discorso, ha preso la parola e, ringraziando Giovanni per l’ instancabile e preciso lavoro svolto durante tutta l’ annata, ha voluto tracciare a sommi capi il programma per il prossimo anno sociale, proponendosi di portare avanti e di consolidare i valori che da sempre tengono uniti in un saldo legame di vera amicizia i soci del nostro club.

E’ da quando ho iniziato il ruolo di socia rotaractiana che ho vissuto tantissime “prima volta” : prima riunione , prima decisione sulle attività da affrontare, prima volta come tesoriera ed ora prima volta come Presidente. Tutto è iniziato lunedì 2 giugno 2008 alle ore 11 al casello di Verona sud pronti a partire per Isola della Scala alla volta del mitico Gabriele Ferron e dei suoi risotti veramente speciali. Arrivati prendiamo posto in una sala attrezzata con cucina a vista e su invito del maestro Ferron alcuni di noi si muniscono di grembiule e capello da cuoco e si inizia a spadellare come dei provetti cuochi Dopo pranzo ecco il momento del nostro passaggio di consegne… Al suono della campana il Presidente uscente Giulio Giacomelli si è congratulato con tutti noi del club di Peschiera per la buona riuscita dell’anno sociale appena trascorso e dopo l’intervento del presidente Rotary Giuseppe Giacomelli e del delegato Rotary per il Rotaract Lorenzo Tessari si è giunti alla presentazione della sottoscritta quale prossima Presidente. Si proseguirà con determinazione allo svolgimento delle attività fondamentali del Rotaract: attività di service, incontri, conviviali che sono poi occasioni di nuovi incontri e inaspettate sfide. Sono fiduciosa che tutto si realizzerà perché il rapporto di amicizia che si è creato in questi anni è unico e vero. Ringrazio tutti per l’ appoggio e l’entusiasmo che mi hanno dato e confido in un anno ricco di emozioni per tutti noi.

Maria Paola Imbroda Presidente club Peschiera

Giorgia Pavin

e poi segui le indicazioni”. Questo avevo indicato a tutti i soci ed amici del Rtc Vicenza per raggiungere la location. Il percorso non è uno dei più semplici,ma quando arrivi scopri di essere in una normale casa in collina dove la signora Sissi ti accoglie a suon di basi e spriss . Tutti e trenta ci sediamo a tavola con fascio di lampadine stile sagra paesana che illumina a mala pena il piatto;sarà la luce,sarà l’atmosfera,ma rotariani,ospiti e soci si mescolano come in una grande famiglia. La cena prosegue e tra ottimi piatti e ciaccole si giunge al tema della serata,ovvero il passaggio delle consegne dove prima,però,vengono salutate le autorità Rotatiane e Innerweel presenti, i soci del neonato Rtc di Sandrigo e Armando Mercurella a cui abbiamo consegnato l’assegno di duemila euro per il suo,e anche un pò nostro,”Progetto Eritrea”. Non per ultimo il saluto a Federica Pilastro e Alessandro Carraro,ahimè vecchietti,lasciano il club;due colonne portanti come loro ci hanno insegnato tanto e continueranno a far crescere il Rotaract. Ecco,il momento si avvicina,la tensione sale. Una spilletta.Una stretta di mano e un tenero bacio:sono presidente! E alla fine, come al solito, ci ritroviamo a chiacchierare su qualsiasi argomento, perchè questo gruppo non è formato solo da soci,ma soprattutto da grandi amici e se non fosse per quella piccola spilla,mi parrebbe di stare in casa con i miei migliori amici... ma probabilmente loro lo sono davvero!

Paolo Festa

Rotaract club Cittadella

Presidente club Vicenza

VICENZA Un saluto a Federica e Alessandro! Che ormai vecchietti lasciano (ufficialmente...) il Club

PESCHIERA E DEL GARDA VERONESE Scambio delle spillette e foto di gruppo

04 CN_01_def_ipotesi 2.indd 4

22/09/2008 10.26.53


ZONA 1

NOTIZIE DAI CLUB

FULL METAL ROTARACT

ZONA 3

ZONA 2

ZONA 4

precedente, e come ormai da tradizione Doppio passaggio di consegne per Rotaract Verona Nord è stato meno formale: il Verona Nord. Innanzitutto la serata di 12 Luglio, “Rotaract on the Beach: Full elegante formalità col Rotary Padrino il 20 Metal Rotaract”! Peschiera, Trento, Rovigo, Giugno nel consueto ed incantevole scenario di Feltre Montebelluna, Venezia Mestre: questi Villa Quaranta, apertasi con la presentazione gli amici Rotaractiani che ci sono venuti dell’esperienza Ryla 2008 di Matteo e seguita a trovare e a festeggiare il nuovo direttivo dai passaggi delle consegne Rotaract e veronese, senza contare gli amici non Rotaract Innerwheel. che hanno rallegrato ancora di più la giornata! Il passaggio delle consegne ha lasciato Partite di calcio, scherzi in piscina, scivoli, in tutti noi un pò di malinconia per l’amicizia spritz, sole, danze scatenate fino a notte nello che si è venuta a creare coi “veci” (uso qui il bel scenario della meravigliosa rocca di Custoza termine alpino citato dal nostro Presidente al Pico Verde. Il successo della missione Full Rotary, il generale Burzacca), ossia gli ormai Metal Rotaract siete stati tutti voi che avete past direttivi, ma è anche il momento in cui si partecipato, e siete tanti!! Grazie. da spazio di esprimersi a chi vecio ancora non Ora facciamo una foto e dite tutti VERONA NORD è, dando la possibilità di aprire nuove. insieme: “Ercolino”! Versione A:....Cravatte....lustrini e tacchi alti! Il secondo passaggio delle consegne Il Club di Verona Nord ha seguito storicamente il passaggio dell’anno

ZONA 5

Versione B: Full Metal Rotaract....asciugamano, costume e infradito!

ZONA 3: Abano Montegrotto, Adria, Chioggia, Padova, Padova Centro, Padova Euganea, Rovigo, Venezia, Venezia

- Mestre

ROTARACT ABANO MONTEGROTTO

- ROTARACT ADRIA

L’aria di fine giugno ha un sapore particolare e l’avvicinarsi del passaggio delle consegne del Club Abano-Montegrotto suscita le più svariate emozioni. Curiosità e novità per neo-soci e aspiranti, soddisfazione e appagamento per gli eletti “in scadenza”, emozione e preoccupazione per il direttivo incoming. La location, il “Bosco” di Montegrotto, è ormai ben conosciuta da tutti i soci: quante riunioni e quante decisioni sono state prese sopra quel colle! Per la nostra settima volta, le spille cambiano vestito. Il valzer comincia con cinque “nuove” spille: Daniela De Lucia, Michele Rizzato, Giorgia Marchioro, Clara Peretti e Annamaria Schiavon. Tocca poi ad Alberto Schiavon passare la propria “SECRETARY” a Stefania Cazzador, la quale provvede ad affidare “TREASURER” nelle buone mani di Daniele Tasinato. Come in una giostra, Daniele, con un po’ di malinconia si staccherà da una affezionatissima “PREFECT” (portata per tanti anni, con tanto “savoir faire”) per vederla nel vestito di Giorgia Marchioro. È il turno di Renato, con un scintillante PHF sul petto, quando una meritatissima “PAST PRESIDENT” finisce a Michela Calore. Infine, Michela stessa, dopo un anno molto impegnativo e ricco di soddisfazioni, affida l’importante “PRESIDENT” ad un emozionato e pensieroso Alberto Schiavon. Il club non potrà conseguire che un risultato positivo nel quinto appuntamento distrettuale, da noi organizzato! Vi aspettiamo!

CENA DI CHIUSURA A VILLA ROTARACT PADOVA CENTRO Il passaggio di consegne è avvenuto il PAPESSA

Domenica 22 giugno 2008, una data che non dimenticherò mai: la mia spillatura a presidente. Quando vieni eletto presidente incoming cominci a progettare mille cose, le idee sembrano non finire mai, e non vedi l’ora che arrivi il giorno di salire in carica a tutti gli effetti per poterle realizzare. Finalmente il gran giorno arriva e ci incontriamo tutti nel luogo prestabilito: 40 gradi all’ombra alle 8.30 di sera, scopro con piacere di aver prenotato l’unico ristorante della città senza aria condizionata, ma il bello deve ancora venire. Una volta seduti a tavola arriva il cameriere per esporci il menù del giorno: faraona, cotechino e altri cibi natalizi che ti veniva caldo solo a sentirli pronunciare! La cena finisce e Francesca si alza per iniziare il passaggio, comincia il suo discorso conclusivo ringraziando tutti per l’opportunità che gli è stata data e velocemente mi chiama vicino a lei per passarmi la spilla: abbagliate dai continui flash facciamo questo passaggio. Ora ho il mio compito da presidente: spillare tre nuove socie! La serata si conclude e ci si dirige verso casa, ma durante il tragitto l’entusiasmo si fa sostituire dall’ansia e da mille domande: “Oddio, e adesso? Dove li trovo i soldi per il service? E che service? Chi devo chiamare? Aiutooo”. Una serata ricca di emozioni, indimenticabile, come l’anno che mi aspetta! Ringrazio il mio club per avermi dato quest’opportunità e spero di renderli orgogliosi!

Venerdì 20 Giugno 2008 nella splendida cornice di Villa Papessa si è svolta la cena di chiusura del Rac Padova. Circondati da un’atmosfera quasi estiva, la serata è iniziata con un aperitivo a bordo piscina aspettando l’arrivo di Soci e amici. Meritano, infatti, un ringraziamento particolare Chiara, Claudio e Massimiliano “gemellini” del Padova Euganea- e il “collega” farmacista Alberto del Club di Peschiera. Quando ormai l’ora dell’aperitivo era conclusa da un po’ e tutti gli invitati si chiedevano se la cena sarebbe mai arrivata, ha fatto la sua comparsa il nostro mitico Presidente…“stranamente” in ritardo… Finalmente la cena è iniziata e, tra le note di un pianoforte, un bicchiere di vino e le immancabili foto dell’efficientissima Chiara “Segre”, è arrivato il momento tanto atteso: IL PASSAGGIO DELLE CONSEGNE!!! …E’ bastato un semplice sguardo di intesa tra l’ormai Past e l’Incoming President per suggellare il sempre emozionante momento in cui la tradizionale spilla arriva sulla “giacca” di colui che rappresenterà il nostro Club durante un intero anno ricco di emozioni e progetti. Abbandonati i ruoli ufficiali,la serata è proseguita in pista tra balli sfrenati e risate fino a notte inoltrata. Cosa resta come ricordo della serata? Tante risate tra amici, la gioia di un anno intenso trascorso insieme e tanta “carica” per il nuovo anno!

Marta Chiara Manzoni

Federica Barbugian

20 giugno da “Iseo” a Treponti nei colli Euganei. Una terrazza esclusiva ha permesso una maggiore attenzione alla cerimonia delle “spillature” dei nuovi incaricati e ha creato l’atmosfera di unione che è propria del nostro club. Con soddisfazione abbiamo visto il club al completo, con la gradita presenza del Prof. Brigato, il nostro referente Rotary ora purtroppo dimissionario. L’anno 2007/08 è stato un anno intenso con molte attività. Il nostro Past Stefano Marchi ha organizzato ogni evento magistralmente tenendo il gruppo compatto e facendo lavorare tutti i soci fino quasi allo sfinimento. Tra i vari service ricordiamo le 2 edizioni del Dueruotaract, la consegna delle ceste natalizie e l’ambiziosa apertura del club Interact Padova Centro. La guida del club ora è passata a Michele Ruzzon che ha preso la sfida di fare bene almeno quanto i suoi predecessori, portando nuove idee ed entusiasmo. Tra le varie attività proposte per l’anno 2008/2009 ci sono lo studio e lo sviluppo di innovativi capi di abbigliamento rotaractiani, il volontariato presso una casa di riposo per anziani, la prosecuzione del Dueruotaract e la distribuzione delle ceste natalizie. Sono stati successivamente spillati tutti i componenti della nuova squadra del direttivo: il segretario Filippo Pozzato (nuovo ingresso nel club), il già tesoriere Matteo Mescalchin, il prefetto Laura Ronconi, e il già vice presidente Irwin Salvan.

Il club di Padova Centro

Segretaria Rac Padova

Presidente Rac Adria

Anonimo

ABANO MONTEGROTTO Foto di Gruppo

L’ULTIMO TOCCO DI CAMPANA La serata di Passaggio delle Consegne mi ha permesso di constatare che gli ambiziosi ed auspicati obiettivi sono giunti a buon fine, e non potevo non approfittare delle mie ultime ore in veste di Presidente per “spillare” altri due giovani ed entusiasti neo-soci, Michele e Zaccaria: benvenuti fra noi!! Momento particolarmente gradito è stato nominare Soci Onorari del Rac Padova Euganea due grandi uomini che ci sono stati sempre molto vicini, soprattutto nei momenti di difficoltà: l’Avv. Andrea Sabbion e l’Ing. Giuseppe Gerarduzzi! Conclusa la cena per me ed i nostri ben 47 ospiti, è giunto il momento più delicato e sentito: la consegna del Service di Club all’Ass. Selvazzano for Children. Il risultato della nostra impegnativa festa del primo Dicembre ha sortito i suoi frutti e noi tutti,abbiamo capito quanto il Rotaract può fare e quanto noi, siamo in grado di “dare”.

CN_01_def_ipotesi 2.indd 5

ADRIA Il momento della spilletta di Marta....

PADOVA Past president e Presidente

PADOVA CENTRO ...che super sorrisi!!!

ROTARACT VENEZIA

E dopo tanto temporeggiare, ho Era una calda serata di giugno, e il consegnato ad Ilaria la fatidica spilla da sole stava tramontando nella splendida Venezia. President! Da parte mia sono particolarmente Turisti e residenti camminavano veloci, ma ad un fortunata, perché ho passato il testimone ad una occhio attento non sarebbe sfuggito che a pochi vera Rotaractiana, che saprà guidare il Padova passi da Piazza San Marco, presso il ristorante Euganea nel migliore dei modi!! Ilaria, un grosso “All’Angelo”, gradualmente si stavano riunendo gli in bocca al lupo!! amici del Rotaract di Venezia, con un’espressione Un ringraziamento speciale lo vorrei particolare, forse perché consci che sarebbe stata fare a colei che è stata un “braccio destro”, ma più una cena importante quella. Infatti vi si sarebbe di tutto una vera amica: grazie Segre per l’impegno, PADOVA EUGANEA svolta la cerimonia del Passaggio delle Consegne. la costanza, il supporto, i mille Rotaract-viaggi Past president e Presidente...e un bel gruppetto di amici Con un po’ di emozione e d’orgoglio Marco Lanza in giro per l’Italia e l’Europa! Grazie anche ai riassumeva i punti del suo mandato e faceva miei mitici paladini: Pietro il Prefetto-Perfetto; brillare i tre neo-soci (tanto meritevoli da essere Claudio, Tesoriere preciso-preciso; Ilaria, mio entrati subito a far parte del nuovo direttivo) fidato Vice ed un grazie anche al mio Consigliere prima di cedere la storica spilla da President Federico, per la sua amicizia! all’Incoming Enrico Favaretto. Propositi di coesione e rinnovamento, sogni di rinascimento Chiara Forzan concludevano quindi una conviviale piacevole ed Past-President Rac Padova Euganea emozionante.

05

Enrico Favaretto

Presidente club Venezia

22/09/2008 10.27.06


NOTIZIE DAI CLUB

ROTARACT CLUB ROVIGO Il terzo anno dalla rinascita del Rotaract Club Rovigo è iniziato venerdì 27 giugno con il tradizionale passaggio di consegne. Durante lo scorso anno sociale, presieduto splendidamente da Elena Donato, molteplici sono stati i momenti di aggregazione con i soci di altri club del distretto. L’attività del nostro club però, si è distinta soprattutto per il notevole impegno nella raccolta fondi destinati alla LILT. Questo in occasione della festa tenutasi a marzo nell’incredibile cornice di una villa quattrocentesca, e in aprile durante la vendita delle bottiglie d’olio della LILT all’ospedale. Tutti noi soci abbiamo inoltre dato il nostro personale contributo all’AIL a dicembre, durante la consueta vendita delle Stelle di natale in vari punti della città. Dovrà dunque darsi da fare il nostro nuovo presidente Emanuele Favaron! Ma c’è da ben sperare, visto che promette per il nuovo anno di far crescere nella città la cultura del Rotaract e di impegnarsi al massimo per organizzare eventi di spessore che permetteranno la raccolta fondi a favore dei nuovi service locali, distrettuali e nazionali.

Il club di Rovigo

ZONA 3

ZONA 2

ZONA 1

ZONA 4

PASSAGGIO VENEZIA-MESTRE Notte di mezza estate, ristorante all’aperto, cielo stellato, anno da festeggiare, club sempre più numeroso, tanti amici, affezionato Rotary Padrino, 2 nuovi soci onorari: ecco gli ingredienti per una festa da sogno! Mercoledì 2 luglio 2008, in quel di Favaro Veneto, presso il ristorante “Da Olindo” abbiamo festeggiato la conclusione di un anno sociale da ricordare e l’inizio di uno ancor più promettente. Tanti graditi ospiti: il nostro caro RD Luca Periz, il Presidente Avv. Giuseppe Sarti e il delegato per il RAC dott. Monterosso, i coniugi Vesco, il Presidente del RAC di Montebelluna Filippo Zanella, il nostro caro Alvise Volpato del Club di Padova Euganea. Tanti momenti importanti: la spillatura a “soci onorari” del dott. Giancarlo Vesco e della sig.ra Paola Zoppolato, il discorso finale della Presy Monica, con un breve riassunto dei traguardi raggiunti, i ringraziamenti per tutto quello che è stato fatto, dei piccoli consigli sulla base dell’esperienza vissuta e la presentazione, con tanto di momento di commozione, del nuovo Presidente Paolo, il discorso di apertura di Paolo, ricco di propositi,

ROVIGO Presidente e Past President

ZONA 5

di valori, di stimoli…una sfida che vogliamo accettare e far nostro il motto per questo nuovo anno: “ABBIAMO GRANDI PROGETTI ED IO VOGLIO ESSERCI”, un incentivo affinché ciascuno di noi sia protagonista del club e del suo operato! A tutti auguriamo “Buona Fine e Buon Inizio…!”

Monica Poli

Past President Rac Venezia-Mestre

VENEZIA - MESTRE Monica (past President) e Paolo (Presidente)

ZONA 4: Belluno Cadore - Cortina, Camposampiero, Conegliano, Conegliano - Vittorio Veneto, Feltre,

Montebelluna,

San Donà di Piave, Treviso, Treviso Terraglio

ROTARACT BELLUNO CADORE-CORTINA

ROTARACT CAMPOSAMPIERO ROTARACT CONEGLIANO

Carissimi Roctariani, mi chiamo Marco Sabato 07 giugno è avvenuto il passaggio Bettiol ed è con immenso piacere che mi presento come delle consegne tra Andrea “Bobo” Trevisson ed il il nuovo Presidente del Rotaract di Camposanpiero. nuovo presidente Luca Da Rold.Erano presenti 50 Sono entrato a far parte di questo gruppo oltre tre anni fa, ne ho visto la genesi e il brillante proseguo. persone, tra soci, aspiranti soci, amici e rotariani. Il club di Belluno si è ingrandito, In questi meravigliosi anni ho avuto la possibilità diventando Belluno-Cadore-Cortina d’Ampezzo di vivere moltissime esperienze, le quali mi hanno ora come club padrini ha il club di Belluno e quello trasmesso il significato del condividere un progetto in comune. Sono grato a tutti i soci per la fiducia di Cadore- Cortina. Uno dei primi obiettivi dell’anno è accordatami e sicuramente mi impegnerò perché organizzare una grande festa per festeggiare il questo Club mantenga il trend di successo che tanto lo ha caratterizzato fin dalla sua nascita. E’ nuovo nato..... con grande gioia che intendo rinnovare anche Il club Belluno Cadore-Cortina per quest’anno alcuni appuntamenti che ci hanno contraddistinto nel Distretto: la scenografica festa di Carnevale e l’appuntamento di fine anno al Golf di Castelfranco. E non mancheranno, durante l’ anno, altri meravigliosi incontri. Mi auguro che quest’anno rotaractiano possa essere pieno di soddisfazione per il nostro Distretto, con l’auspicio di conoscere Voi tutti, quanto prima, vi saluto calorosamente.

Marco Bettiol

BELLUNO CADORE CORTINA Scambio delle spillette tra presidenti

CAMPOSAMPIERO Past president e Presidente neo eletto

ROTARACT TREVISO Treviso, terra di fiumi, paesaggi, storia e cultura; luoghi dove è facile assaporare la dolce vita degli anni passati, dove il tempo sembrava essersi fermato… Quest’anno il Rotaract Treviso si è notevolmente ridimensionato, un passaggio generazionale inevitabile, che non ha bloccato però lo spirito di gruppo e la voglia di fare qualcosa di buono! Oggi come ieri siamo orgogliosi del fatto di essere prima di tutto uno splendido gruppo di Amici capace di concretizzare ed incarnare l’idea di Rotaract dentro e fuori il nostro club. E con questa convinzione che quest’anno il nostro club riapre i battenti: pochi ma buoni. Con il passaggio di consegne tra il Past President, Eva Sandàli e il nuovo Presidente Enrico Barcè, si è segnata la svolta per il nostro club, un nuovo punto d’inizio. Ed ora, siamo pronti, carichi…esplosivi! Quest’anno si parlerà di noi….a prestissimo!

Giuliamaria Dotto Rotaract club Treviso

CN_01_def_ipotesi 2.indd 6

Presidente club Camposampiero

ROTARACT TREVISO TERRAGLIO

Cari Soci e Amici, il 4 luglio si è tenuto il passaggio delle consegne del Rotaract Club di Conegliano. Un evento istituzionale che riveste una notevole importanza e segna l’inizio di un nuovo anno sociale. Mai avrei pensato di ricoprire il ruolo di Presidente del Rotarcat Club, soprattutto se ripenso alla prima volta che ho partecipato ad una delle riunioni: c’era un clima di collaborazione e di amicizia e la creazione di progetti importanti. Ora tocca a me far respirare questo clima. L’obbiettivo che mi sono posto di raggiungere con questo mio mandato consiste nel far conoscere il Rotaract Club di Conegliano a tutta la popolazione che lo circonda, perché vorrei dimostrare quanto il nostro club ha fatto, quanto fa e quanto ancora potrà fare e dare. Oltre ai tradizionali service quest’anno il nostro Rotaract collaborerà anche con l’UNICEF attraverso la vendita delle azalee insieme all’Interact club e, al fine di coinvolgerli ancor di più, cercheremo di organizzare degli incontri nei quali verranno trattate tematiche come lo sport o la moda percheè anche loro possano farsi conoscere e attrarre nuovi soci. In questo primo articolo ho cercato di illustrarvi il programma del prossimo anno, la cui realizzazione potrà avvenire con l’aiuto da parte di tutti i soci perchè il club continua ad andare avanti solo con la forza di tutti i suoi componenti.

Il Rotaract club Treviso Terraglio nasceva quattro anni fa dall’entusiamo di un gruppo di giovani che, fino ad allora, del mondo del Rotaract non sapevano assolutamente nulla. Il Matteo Saccon dott. Alessandro Tonolo, socio del Rotary TrevisoPresidente club Conegliano Terraglio ex rotaractiano, ha saputo mettersi in gioco e farci mettere in gioco per il raggiungimento di un obiettivo per nulla scontato: dare vita ad un Club dal nulla. Al passaggio delle consegne di quest’anno, il presidente uscente Matteo Muratore ha messo in luce i progressi fatti dal club in questi anni: creazione di un gruppo di amicizie, partecipazione ai service e creazione di progetti. Il mio intervento come nuovo Presidente ha sottolineato l’inizio CONEGLIANO di una nuova fase della vita del Rotaract Club Tutti per una foto di gruppo Treviso-Terraglio: il desiderio di mettersi in gioco con nuovi progetti e nuove sfide. In queste nuove sfide si collocano obiettivi indubbiamente ambiziosi tra cui spicca il concorso teatrale “Shakespeare in Veneto”, rivolto alle scuole superiori. Essere presidente in quello che sarà un anno di svolta è sia un rischio che un’opportunità, ma l’ottismismo e l’allegria dei miei soci fa ben sperare...

Giacomo Molucchi

Rotaract Treviso Terraglio

TREVISO - TERRAGLIO Presidente e Past President

MONTEBELLUNA ...Scambio delle spille!

06

CONEGLIANO VITTORIO ...beato tra le donne!

ROTARACT MONTEBELLUNA Sabato 28 giugno, al ristorante “da Celeste”, ho ricevuto il testimone per il prosieguo dell’attività Rotaractiana del Club di Montebelluna. E’ stata una serata particolarmente piacevole perché, oltre a contare la partecipazione di quasi tutti i Soci, è stata deliziata dalla presenza del nostro Presidente Rotary e consorte e dalla famiglia Carmagnola, nelle figure del Colonnello, Marco e Juma. Il passaggio è avvenuto come di consueto con la spillatura vicendevole tra Past e President, la nomina del Consiglio Direttivo, l’immancabile tocco della campana e qualche discorso tra chi finiva un’avventura e chi la stava per cominciare. Riprendendo quanto detto dal Presidente Rotary, ho colto l’occasione per sottolineare che anche io mi attesterò su un annata all’insegna della normalità, intesa proprio come apprezzamento di uno stato di pace, serenità e appartenenza. Questo perché sono convinto che in questi ultimi tre anni molto è già stato fatto dal nostro Rotaract per ristabilire determinati equilibri che sono alla base della sopravvivenza di un Club: numero di Soci, situazione finanziaria e rapporti interpersonali all’interno del Club e del Distretto.

Filippo Zanella

Presidente club Montebelluna

ROTARACT VITTORIO

CONEGLIANO-

A fine giugno,quando tutte le attività che non riguardano il proprio lavoro, in genere, volgono al termine, noi ragazzi del Rotaract ci siamo incontrati per la tradizionale cena in cui avviene il passaggio delle consegne per il nuovo anno. E’ una serata speciale in cui si sottolinea con gratitudine e amicizia il lavoro svolto dai soci che hanno guidato il club durante tutto un anno di servizio, ma è anche la serata in cui si accoglie con entusiasmo il nuovo direttivo. Nel corso della serata sono stati anche applauditi alcuni soci che per puri dati anagrafici non rientrano più nei limiti di appartenenza al club, ma che per l’affetto, l’impegno e l’importanza della loro figura nelle dinamiche del gruppo, troveranno sempre necessariamente un posto accanto a noi. Quest’anno per il nuovo direttivo la scelta è caduta sui soci del club entrati a farne parte da minor tempo. Il modo migliore per ringraziare ci è sembrato quello di accogliere con entusiasmo il compito, o meglio, la consegna che c’è stata proposta per il nuovo anno che vedrà Francesco Palumbo Presidente del club, Marco Caliandro vicepresidente Dario Ortolan segretario, Martina Santinon confermata tesoriere e Milena De Zan prefetto. Un grazie particolare viene infine rivolto al Generale Spinelli, la cui presenza, è stata utilissima per incoraggiarci all’inizio di questo nuovo cammino.

Milena De Zan

Prefetto club Conegliano Vittorio

22/09/2008 10.27.18


ZONA 3

ZONA 2

ZONA 1

NOTIZIE DAI CLUB

ROTARACT SAN DONA

SAN DONA’ DI PIAVE Tutti al completo e, anche se non son proprio dei colossi, si son messi in posa ...come i rugbisti!!!!!

Il 12 luglio l’avventura da presidente del club di San Donà di Piave di Alberto Zorzenoni veniva ufficialmente a termine, ma, in pieno spirito rotaractiano, per un’avventura che finisce c’è ne è sempre una di nuova che inizia, infatti, la presidenza del club passa in mano a Micol Pillon. La splendida cena, tale non solo per il pesce mangiato ma anche per la compagnia degli amici dei club di Padova, si è conclusa con il discorso dell’ormai past- president e la spillettatura del nuovo presidente Micol. L’anno appena concluso, grazie allo spirito di gruppo, ha visto il club organizzare il primo toga party rotaractiano

ZONA 4

a favore del service distrettuale e nazionale Grazia Focacci; festeggiare insieme al distretto e ai suoi soci fondatori per la prima volta il compleanno di club a favore del service locale Il sogno di Stefano, e per la prima volta poi il club ha aiutato il telefono azzurro scendendo in piazza con le candele del telefono azzurro, oltre all’ormai abituale sostegno all’AIRC con la vendita delle arance. Un grosso in bocca alla lupo al presidente e che questa cena sia solo la prima delle tante soddisfazioni che si toglierà questo anno.

Alberto Zorzenoni

ZONA 5

SAN DONA’ DI PIAVE Cosa non fa un Past President per ingraziarsi il nuovo Presidente!

Past President club San Donà

ZONA 5:Cividale del Friuli, Gorizia - Monfalcone, Pordenone, San Vito al Tagliamento, Trieste, Udine, Udine Nord - Gemona ROTARACT FRIULI

CIVIDALE

DEL ROTARACT MONFALCONE

Dopo qualche giorno dall’ormai tradizionale weekend alla scoperta della città e dei suoi dintorni (7 giugno) era già tempo di passaggio delle consegne. L’evento ha visto la presenza del neo Presidente del nostro Rotary padrino, il Dott. Andrea Stedile, del Presidente dell’Inner Wheel Federica Albini e di molti graditissimi ospiti, fra i quali il DZ della zona 5 Lara e l’”incoming-incoming” RD Serena. Il Presidente del Rotary si è dimostrato disponibilissimo a collaborare con noi nell’anno a venire, le parole di Lara e Serena hanno sottolineato la forte amicizia che lega tutti i club della nostra zona e la rende di fatto un unico macro-club. Nell’occasione si è celebrato anche il passaggio delle consegne tra Lara ed il nostro Gianandrea per il ruolo di Delegato di Zona. Infine si è proceduto alla spillatura del sottoscritto quale Presidente del club per l’anno 2008/2009. “Eredito” un club in buona salute che ha sostenuto molte iniziative. Sicuramente i componenti del Direttivo assieme a tutto il club si impegneranno a fondo per continuare quello che di buono è stato fatto negli scorsi anni sia in termini di servizio verso la realtà locale, sia nell’ottica del rapporto di rispetto e amicizia che ci lega al nostro Rotary padrino e agli altri Club del Distretto!

Massimo

Rotaract Club Cividale

GORIZIA ROTARACT PORDENONE

Il 20 giugno si è tenuto il passaggio delle consegne del nostro club, in occasione del quale il presidente uscente Simone Bais ha passato il martelletto e la guida del nostro glorioso sodalizio a Edoardo Grassi. E’ stata un’occasione per trarre un bilancio, senz’altro positivo, dell’attività svolta dal nostro club nell’anno sociale 2007-2008 e per iniziare con tutta l’energia necessaria il nostro ventottesimo anno di attività. Il neo presidente Edoardo Grassi, ha elencato alcuni progetti che ci vedranno coinvolti durante l’anno, tra cui il riallacciamento dei rapporti con il club di Lubiana nostro gemello da ormai molti anni e infine ha sottolineato l’importanza e la necessità dell’aumento del numero dei soci. Durante la serata hanno preso parola il dott. Murgia, vicepresidente del Rotary Club di Gorizia ed il dott. Gianenrico Gaspardis, membro della Commissione Distrettuale del Rotary per il Rotaract che ha riportato i complimenti di Stefano Chioccon per l’attività svolta e l’impegno dimostrato dal nostro club negli ultimi anni. Alla serata ha era presente il PHF Lara Marchi non solo in qualità di socia del nostro club ma anche di Delegato di Zona 5 uscente che ha sottolineato il grande impegno dimostrato dalla nostra Zona durante l’anno. Niente di meglio per augurare al nostro club un nuovo anno sociale ricco di successi, soddisfazioni e crescita collettiva.

La sera del 4 Luglio 2008, il Rotaract di Pordenone ha organizzato la cena del passaggio delle consegne tra Paolo Bindi e Stefania Muto. Alla cena erano presenti Walter Santarossa, presidente Rotary Pordenone, Claudio Negrini, responsabile Rotary Pordenone per il Rotaract, Lara Marchi, responsabile della zona 5 e Serena Tonel, incoming RD. All’inizio della serata, hanno preso la parola prima il presidente del Rotary e successivamente l’ing. Claudio Negrini, facendo le congratulazioni al club e al suo presidente per l’attività svolta e augurandosi che il cammino intrapreso continui anche nell’annata futura. Quindi è intervenuto Paolo Bindi facendo un breve resoconto dell’operato del club, culminato nella realizzazione favolosa della Distrettuale. Altri elogi dell’evento sono stati espressi poi negli interventi del DZ e di Serena Tonel. E’ iniziata, quindi, la cena, dove tutti hanno conversato, in attesa dei fuochi artificiali in occasione dell’Indipendence Day. A conclusione della serata c’è stato il passaggio delle consegne e l’intervento del presidente entrante, Stefania Muto, che ha presentato gli obiettivi del prossimo anno, ringraziando gli ospiti e il suo futuro direttivo.

Presidente RTC Pordenone

Rotaract Club Gorizia Monfalcone

CIVIDALE ....che seri questi 2!!!!

14 giugno.. chi se l’aspettava la bora a 100 km/h e la pioggia in quella che doveva essere una calda serata estiva? Tutto pronto, tavoli apparecchiati per l’occasione, abiti di seta allineati sul molo a sfidare le forze della natura.. Attraversare quei pochi metri di mare che separano dalla festa sembrava un atto di coraggio per il centinaio di persone intrepide che hanno voluto festeggiare con il Rotaract Trieste questo importante traguardo dei 40 anni! Ma alla fine, salvo una scarpa ribelle volata in mare e subito recuperata, le operazioni di traghettaggio verso l’Antica Diga si sono svolte nel migliore dei modi e si è potuto dare il via ai festeggiamenti. Alla presenza di numerose autorità Rotariane e di molti ex Soci e Past RD, la Presidente nel suo discorso ha ricordato i momenti salienti della storia del Club triestino e ha sottolineato il ruolo fondamentale dell’entusiasmo e dell’amicizia nel costruire con costante impegno i successi del Club più anziano del Distretto 2060.

Il Rotaract Trieste CN_01_def_ipotesi 2.indd 7

PORDENONE Spillette su spillette....

GORIZIA MONFALCONE Spillette....e in mezzo come il giovedì....la nostra Rd Incoming Serena!

La cena di passaggio del martello Club di Rotaract Udine scorso 5 luglio rimarrà indelebile nella nostra memoria. Questo per diversi motivi: Innanzi tutto per le presenze. Poi, per due Past President d’eccezione. Alla cena, oltre ovviamente al “nostro” Alessandro Morandini, era presente il Generale Federici, presidente uscente del Rotary Club Udine. Due figure che l’anno scorso sono state davvero importanti per noi: Alessandro per l’impegno profuso in un anno intenso di attività e per l’impareggiabile dedizione al Club; il Generale Federici per la sua brillantezza straordinaria e per la sua vicinanza a noi rotaractiani. Ma anche per il passaggio in sè vero e proprio… Dopo la cena Alessandro ha investito ufficialmente il nostro nuovo Presidente, Massimo Alvaro. Già nel suo primo discorso ufficiale ha stupito tutti per intraprendenza e determinazione, delineando in poche parole gli obiettivi ambiziosi che il Club si prefigge per l’anno in corso e presentando il suo direttivo. …e per un’altra conferma: l’appoggio del Rotary Claudio Funes Nova, nuovo presidente del Rotary Club Udine, ha voluto nel corso della serata ribadire il forte legame con il nostro Club

Barbara Machin

Stefania Muto

Paolo Messana

ROTARACT TRIESTE, I PRIMI 40 ANNI…

ROTARACT UDINE

UDINE ...applausi al nuovo direttivo

Rotaract club Udine

ROTARACT GEMONA

UDINE

NORD

Il 27 giugno si è tenuto il passaggio delle consegne del nostro Club. Dopo la prima riunione del nuovo direttivo si è svolta la cena, dopo i saluti di rito e le piacevoli chiacchiere tra i commensali è giunto finalmente il momento del passaggio delle spille! Dal giorno delle elezioni questo momento sembrava lontano ma ora, inizia il nuovo anno sociale! L’ormai Pastpresident Anna chiude un anno molto proficuo, che ha raggiunto il suo culmine con il concerto dei Matusa al teatro San Giorgio di Udine; vari sono stati i service intrapresi (tra tutti spicca il pomeriggio dedicato ai bambini del reparto di oncologia pediatrica). Anche per questo nuovo anno gli impegni saranno molti: una Distrettuale da organizzare, i service locali, gli Inteclub e lo scambio con gli amici di Vienna... ma questo non ci spaventa: la tavolata è ricca di amici che hanno voglia di darsi da fare! Questa sera, dopo tanti anni, è l’ultima riunione ufficiale per Michele Schiesaro, nostro amico e socio; con un pizzico di commozione ha letto un discorso preparato per l’occasione, lasciando a tutti noi un messaggio: vivere il Rotaract pienamente, un’esperienza che ti cambia la vita e ti aiuta a crescere. Costantemente presenti, i nostri delegati Rotariani Marco e Umberto ci hanno garantito tutto il loro appoggio e ci hanno augurato un altro nuovo brillante anno sociale. Ed ora è il turno del mio augurio: in bocca al lupo a tutti i nuovi Presidenti!

Enrico Ammirati Rotaract clubUdine Nord Gemona TRIESTE Una cena di gala per festeggiare i 40 anni del club oltre che i passaggi delle consegne!

07

UDINE NORD GEMONA Seri argomenti a questa tavola....guardate che concentrazione!

22/09/2008 10.27.27


ZONA 1

NOTIZIE DAI CLUB

IL PROSSIMO NUMERO DEL CN VI ASPETTA.... ALLA SECONDA DISTRETTUALE

ZONA 2

ZONA 3

ZONA 4

ZONA 5

...NON SOLO ROTARACT!

“Vieni a Jesolo? Come?! Dove?! Quando?! perché?! Non ti preoccupare ci penso io, tu vuoi venire? (titubanza). . . .si!” E’ cominciata quasi per tutti cosi la settimana organizzata a Jesolo a alcuni amici che grazie al Rotaract si sono scoperti non solo facenti parte solo di un’organizzazione internazionale. Così dal 1 al 10 agosto a Jesolo si è svolta un’insolita vacanza, accomunati dall’amicizia, dall’hotel Paolina e dalla voglia di stare insieme in quasi una trentina, che per tutti i 10 giorni chi solo di passaggio qualche giorno, abbiamo mangiato, bevuto,ballato, preso il sole, ballato, chiacchierato,ballato, riso, ballato e dormito (poco). Difficile condensare in poche righe questa “avventura” …le foto rendono molto meglio! Solo un’ultima riga per ringraziare Ugo che ha organizzato questi 10 giorni, Grazie! E grazie anche a chi lo ha aiutato, a chi lo ha stressato, a chi lo ha compreso e grazie a tutti noi che abbiamo partecipato rendendo unica questa vacanza oltre il MOMENTI RUBATI DA 10 GIORNI IN SPIAGGIA....Rotaract e non solo!!! Rotaract!

L’inviato Fantasma LA REDAZIONE

UNA REDAZIONE TUTTA IN ROSA!

Questa canzone non potete non saperla (anche se l’ho cambiata un po), quindi

Sei ragazze bellissime, sei amiche bravissime, son sei donne abilissime, molto sveglie e agilissime Con astuzia e perizia, ed unendo sempre un poco di furbizia, riescon sempre a creare un Chronicle stellare... Oh-oh-oh son le Pink Panthers, Oh-oh-oh son le Pink Panthers, è questo il nome di un clan perfetto, la redazione del nostro distretto!!!

Bene, dopo la modestissima ma credo divertente presentazione della redazione vi racconto un po’ come è nata questa edizione del CN che state leggendo; ci è, innanzitutto, piaciuta l’idea di darvi anche un “backstage” del nostro giornale cosi da rendere ancora più nostro questo stupendo mezzo di comunicazione. Non parto dalla prima telefonata di Luca e nemmeno dalla “crisi da redazione da reinventare”… Mario, Nicola , Fabio e tutta la passata redazione hanno fatto un ineguagliabile Laura Cremonesi Chiara Forzan lavoro (graziee!!), dunque…. Cambiamo! Public Relations Eccoci alla prima riunione a luglio Direttrice Rac Peschiera e del Garda Veronese Rac Padova Euganea a Padova all’appello Laura (io) e Francesca di Peschiera, le Chiare di Padova Euganea Francesca Zorzenoni ma…ci manca un grafico ed ecco la nostra garanzia, Micol from San Donà! Parliamo, discutiamo, chiacchieriamo, proponiamo mandiamo mail in giro per il distretto e la casella redazione@2k60.com si anima di nostre mail, articoli dei club, foto, messaggi di lettura e risposte, richieste o conferme e finalmente di bozze definitive… Ciò che contiene questo numero è il risultato dell’impegno di tutti voi, non solo grazie a chi ha scritto gli articoli ma anche grazie a Francesca Magri Francesca Zorzenoni chi ha partecipato e reso indimenticabile ogni Inviata Speciale singolo evento, passaggio di consegne e attività Redattrice Rac San Donà di Piave Rac Peschiera e del Garda Veronese svolta! Continuate a mandarci numerosi i vostri * Chiara Marcellan...nota anche come “Cecchino dell’errore”!!!! articoli...

Laura Cremonesi Direttrice CN

INFO REDAZIONALI : redazione@2k60.com GRAFICA : Micol Pillon pillon@iuav.it

Chiara Marcellan Planning Manager * Rac Padova Euganea

-

Micol Pillon Grafica Rac San Donà di Piave

STAMPA : Ciesse Print S.r.l - San Giovanni Lupatoto - Verona

...e una sorpresa della redazione del CN 08 vi aspetta on line su...WWW.2K60.COM! CN_01_def_ipotesi 2.indd 8

22/09/2008 10.27.50

Chronicle News  

Periodico del Rotaract Club Distretto 2060

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you