Page 1

serena romio

Coraggio, fatti stirare!

M


serena romio

M


CRAZY NENA Creato da Serena Romio Š Serena Romio Š 2015 per la presente edizione ManFont CRAZY NENA - Coraggio, fatti stirare! Sceneggiatura, Disegni, Chine e Colori Serena Romio Copertina Serena Romio Riadattamento Lettering Luca Baino Editor Luca Baino Progetto Grafico Manuela Mariuzzo Proofreading Barbara Nosenzo

CEO Manfredi Toraldo Editor in Chief Luca Baino Project Manager Manuela Mariuzzo Sede legale via Marconi, 7 10030 Vische (TO) - Italy www.manfont.com manf@manfont.com Finito di stampare nel mese di ottobre 2015 presso Pressup Up s.r.l. www.pressup.it


Prefazione Ve ne sarete sicuramente accorti. Da una decina d’anni, anno più anno meno, le comic strip stanno vivendo una nuova giovinezza. Il merito è della Rete. L’habitat naturale delle comic strip è la pubblicazione quotidiana. Lo sanno bene nei paesi anglofoni, dove questa prima incarnazione del fumetto è nata e vive, ora come allora, sui quotidiani. Si potrebbe parafrasare un modo di dire: “una strip al giorno, toglie il malumore di torno”. Ma qui in Italia questa tradizione non ha mai preso molto piede. Sia le strisce sbarcate da oltre oceano che quelle nostrane, meno numerose ma altrettanto valide, sono passate per le riviste antologiche e, alla fine di queste, approdate alle raccolte monografiche. Perdendo una delle loro caratteristiche fondamentali e forse per questo sempre un po’ defilate rispetto gli altri generi per cui quei formati erano pensati. Fino, si diceva, a qualche anno fa, quando l’avvento delle piattaforme di blog e i social network ha permesso a molti aspiranti autori di riscoprire le potenzialità della striscia, breve e seriale, che così bene si sposa al nuovo media. Da allora la rete è tutto un fiorire di nuove comic strip… pardon, webstrip. Non occorrono grandi risorse economiche per fare la propria webstrip e per raggiungere un proprio pubblico, e, a un eventuale successo, anche una vita di carta potrà affiancarsi a quella digitale. Nata sul web nel 2007, dalla fantasia e matita di Serena Romio, Crazy Nena appartiene a questa nuova stagione. Similmente ad altri autori Serena utilizza alcuni spunti autobiografici per dare vita alla sua creatura. Come lei Nena è una casalinga, una moglie e, nel proseguire della strip, una mamma. Responsabilità già di per sé impegnative, sufficienti a far uscire pazzo (crazy) qualcuno, alle quali però si aggiungono una notevole predisposizione ai pasticci della nostra eroina e le strampalate incarnazioni delle classiche antipatiche incombenze di casa. Troviamo così un’autentica montagna di roba da stirare, con tanto di skilift e sciatori in visita, la prima lavatrice dotata di intelligenza artificiale e personalità psicotica, un aspirapolvere folletto sindacalista… e altro ancora. Per non parlare degli animali di casa, l’immancabile gatto e una blatta (scarafaggio) gigante innamorato della padrona di casa. Crazy Nena graficamente e stilisticamente si inserisce nella tradizione delle comic strip classiche. Il segno di Serena è morbido, la caratterizzazione dei personaggi curata e la griglia rimane costante sulle tre quattro vignette, occasionalmente allargandosi come in delle sunday pages. L’umorismo è allegro, ogni conflitto smussato da un’atmosfera surreale, mai sarcastico o amaro. La vita della casalinga, moglie, mamma e le sue incombenze son viste, sì, con ironia, ma anche affetto: pur con tutte le sue stranezze la famiglia di Nena è una famiglia felice. Fumetti con protagoniste femminili non sono certo la regola, se poi sono strisce comiche realizzate da un’autrice siamo nel campo delle rarità, un autentico non plus ultra delle quote rosa.

3


Forse basterebbe già questo per invitare a sostenere Crazy Nena. Ma la verità è che Serena Romio ha realizzato una striscia con tutte le carte in regola per diventare una lettura quotidiana, quell’appuntamento a un momento di divertimento scaccia pensieri che le migliori comic strip incarnano. Quindi leggetela! Sul web, sulla carta… a casa, mentre stirate, sulla lavatrice, ovunque! Vecio della Montagna

Il Vecio della Montagna, al secolo Davide Zamberlan, è l’eremita (ma non troppo) esperto di fumetto dell’omomima webstrip di Daza. vecio.altervista.org 4


serena romio

sì mamma, è tutto pulito... no, non ho bisogno d’aiuto...

sono una donna sposata ormai! credi non sappia passare uno straccio per terra?

7

‘giorno...


questa sera c’è la mega festa per halloween e io non ho ancora scelto il costume da mettermi.

è che non voglio essere banale: sempre i soliti zombi, streghe, vampiri...

vorrei un trucco naturale... realistico, che metta in evidenza il lato oscuro della mia personalità... la mia seconda terribile faccia!

Sì mamma, ho comprato la nuova wilma-o-matic: oblò più grande, intelligenza artificale e varie funzioni automatiche!

... perché dovrei aver paura di tutta questa tecnologia? è solo una stupidissima macchina!

ok wilma, primo giorno di bucato! ora metterò i panni nel cestello e poi ti farò vedere chi è che comanda, va bene?

ora vado! ciao ciao, baci!

8

secondo me, se mostri la prima terribile faccia, basta e avanza!


insomma, wilma, se vuoi vivere in questa casa è meglio che cominci a collaborare: ora da brava, apri quell’oblò e fai il tuo lavoro!

sai, a questo punto credo che tutti si stiano chiedendo con chi sono sposata.

se vogliamo convivere in modo civile, dobbiamo sforzarci di essere gentili, educate e rispettose l’una con l’altra!

abbiamo cominciato con il piede sbagliato, ma con il tempo vedrai che impareremo ad andare d’accordo...

come ti chiami, dove ci siamo conosciuti, cosa ti ha fatto innamorare di me... com’eri vestito al matrimonio...

ma soprattutto... chi te l’ha fatto fare di sposarla?

tanto per curiosità, quale parte di “gentile”, “educata” e “rispettosa” non hai capito?

grazie per la precisazione, tesoro!

di niente, amore mio!

9


mi devo presentare?

certo che sì! ho detto a tutti che sono sposata. Se sarò sempre sola, si chiederanno perché!

allora, ti è piaciuta la mia interpretazione? dico, ma sei scemo? quando incomincerai a comportarti da adulto?

eravamo in camera a farci le coccole... quando da dietro la tenda, sbuca uno psicopatico con un enorme coltellaccio e ZACK! mi colpisce alle spalle 120 volte, lasciandomi morto in un lago di sangue!

perché la prima notte di nozze accadde qualcosa di terribileeee...

orpo, ma davvero?

insomma donna, si può sapere perché blocchi sempre il flusso della mia creatività?

fa parte del mio ruolo di moglie, tesoro caro!

10

art.107, par.4, comma 6: tarpa le ali a tuo marito, affinchè non cada mai in disgrazia.

sono un fantasma! ecco perché non mi vedete mai!

ho sposato un deficiente!

non l’avevo mica notato, eppure ho letto tutto, miseincredibile. riaccia! ci casca tutte le volte!


oh, poche storie. ho sbagliato, e allora? gandhi diceva: “non vale la pena avere la libertà se questo non implica la libertà di sbagliare!”

ok, niente panico. mi do una bella calmata, respiro profondamente e trovo una soluzione al problema.

e poi... se è vero che “sbagliando s’impara”, non ho fatto altro che ampliare la mia conoscenza, per diventare più saggia e matura!

e tu avresti il coraggio di bloccare il mio cammino esistenziale per un motivo del genere?!?

oh, mamma! e se prende il ferro da stiro e mi colpisce sulla testa fino a spaccarmela in due come una noce di cocco?

e invece non c’è!!! questa volta lo so che si arrabbiaaaaaa!!!

11

ok, fin qui tutto bene. ora come gliela spiego questa? era la sua preferita!

cavolaccio, devo proprio smetterla di guardare C.S.i. ... non mi fa mica bene!


che disastro! devo assolutamente trovare una scusa prima che roger torni dal lavoro... ma quale?

tesorooo, sono a casa!

ora basta, nena, confessa di aver bruciato la camicia e diamoci un taglio: sei adulta, comportati come tale!

naaA! io mi eclisso. se non mi vede, penserà che non sono in casa!

amore, ci sei?

12

cielo, mio marito! nasconditi nell’armadio, presto!!!

però! è da quando mi sono sposata che sogno di dire questa frase!

eheheh! qui non mi troverà mai! è già tanto che sappia dove teniamo mutande e calzini!

ciao mogliettina! perché dal nostro armadio spunta il filo del ferro da stiro? miseriaccia ladra!


allora, mi vuoi dire che succede? che ci facevi chiusa nell’armadio? ma niente! stavo ripassando la piega di un vestito, poi l’anta si è chiusa... cose che capitano!

ah! non ce la faccio più! confesso: ho carbonizzato la tua camicia preferita, poi ho pensato che ti saresti arrabbiato, cosi sono nascosta nell’armadio e...

senti un po’... non è che mi stai nascondendo qualcosa?

quando mi guarda così mi sento sempre terribilmente in colpa!

sicura sicura?

certo che no! come puoi pensare una cosa simile?

ma no, che vuoi che sia! e poi, a essere sinceri, anch’io ho fatto un danno: ho sbagliato candeggio e la tua camicetta lilla, ora è bianca!

tutto questo per una camicia bruciata? dai, non fare così, può succedere a tutti, non è grave!

mi dispiaceee! vuoi dire che non sei arrabbiato?

13

cos’hai fatto?!

ehi! ma non era la giornata delle confessioni e del perdono?


ciao ma’! sì, tutto bene... roger sta bene... la casa? brilla come uno specchio!

ero convinta di averti fatto fuori, lurida bestiaccia!

come dici? problema risolto! la deblattizzazione ha funzionato alla grande. sono mesi che non vedo quel dannato scarafag...

uelà, pupa! ti sono mancato?! ... scusa ma’... ho un’altra chiamata in linea, a dopo.

ho ripulito questa casa da cima a fondo, tappato fessure, chiamato la disinfestazione e tu... e tu

wow! anche tu mi sei mancata, dolcezza!!!

sei di nuovo qui?

14

cosa ci fai qui, schifosissima blatta?!

così mi piaci, bambola: un po’ a scoppio ritardato, ma sempre infuocata!

vieni qui tesorino, scambiamoci un abbraccio appassionato! ma si può sapere perché proprio a me?!?


dico, ma sei scemo? come puoi pensare che mi sia mancata una lurida blatta come te? con quelle due viscide antennine sulla testa e quelle sei orribili zampette filiformi?

bah... sai che ti dico? con due, quattro o sei zampe è lo stesso: una blatta in casa mia non ce la voglio! come ti pare, zuccherino! ma presto sarai l’unica della città a non avere una blatta da compagnia.

un momento! vedo solo quattro orribili zampette filiformi. che fine hanno fatto le altre due?

ho imparato un trucchetto dalla tv, guarda: zampine retrattili!

that’s very cool, baby! dio... sento che sto per vomitare...

oggi, quattro braccia, sono troppo trash, baby!

sveglia, bambolina! quest’anno sono io l’ultimo grido! la blatta fa tendenza!!!

come no! l’ho letto da qualche parte, sei al secondo posto, tra “costruisci il tuo tritaossa gigante a vapore” e “colleziona anche tu scorie nucleari in lattina”!

15

allora sbrighiamoci! con una di quelle lattine e il tritaossa, diventerai la donna più trendy di tutto il vicinato!

santo ddt, aiutami tu!


amore, sono tornato, com’è andata la giornata? benone! hai visto che giorno è oggi? non sto più nella pelle dall’emozione!

ok, nena, adesso basta! è giunta l’ora di imporre il dominio dell’uomo sulla macchina!

perché? cosa succede ogg... no! non quello!

devo assolutamente trovare un nascondiglio o sono fregat...

invece sì! esattamente tra 5... 4... 3... 2... 1...

MA porc!

zero! è arrivata l’estate!!!

... ? ...

non puoi continuare a lavare tutto a mano. è da folli!

16

uomo, tira fuoche per ri riviste di viag- un marito gi e depliants, vuol dire: scatta l’operabenvenuto zione vacanza nell’incubo! perfetta!

... che poi, diciamoci la verità. lavare a mano è più divertente, rinforza i muscoli, salvaguarda l’ambiente, riduce i consumi... allunga la vita...


e se per le ferie quest’anno andassimo in crociera? in crociera? e dove?

OGNi anno la stessa storia: arriva l’estate e mi ritrovo alle prese con la fatidica prova costume! che incubo!

magari nel mediterraneo... cullati dalle onde, immersi nel relax, viziati dal personale, circondati da paesaggi splendidi... beh... meglio controllare i prezzi...

dunque... una settimana nel mediterraneo, cabina doppia interna, senza oblò, costo Di... gulp!

che c’è? quanto costa?

ma questa volta è diverso, mi sento in gran forma e pronta a fare strage di cuori sulla spiaggia. l’ottimismo pervade ogni angolo del mio corpo!

MA CHE SCHIFO. SEI INGRASSATA ANCORA! E VORRESTI AVERE IL CORAGGIO DI METTERTI IN COSTUME?

17

cosa?! ma sono pazzi! prenota una singola, io vi seguo a nuoto! magari organizzano anche viaggi in canotto...

ed ecco l’ottimismo che se ne esce, quatto quatto dal mio corpo, e corre a nascondersi sotto il letto!


...CONTINUA Per leggere tutta la storia, acquista il fumetto completo sullo store manfont:

WWW.MANFONT.COM/NEGOZIO

Anteprima: Crazy Nena - Coraggio, fatti stirare!  

Crazy Nena è una serie di strisce umoristiche che parlano dei vita quotidiana e che vedono in prima persona Nena (alter ego di Serena Romio,...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you