Page 1


PRESENTAZIONE WORKSHOP

La scuola cresce e si rinnova se si confronta con la realtà sociale e produttiva. È questo ingrediente fondamentale che ci ha spinto anche quest’anno, a riproporre l’attività di “workshop 3D” alle classi terze dell’ITI “San Marco”, giunta alla 4a edizione. Quest’anno in particolare, la presenza di un brand importante come Loaker affermata realtà professionale e produttiva, ci ha permesso di dare agli studenti un’opportunità unica di ricerca e approfondimento, di crescita professionale e umana, arricchendo non solo le competenze specifiche di indirizzo di studi, ma anche stimolando la creatività, la partecipazione attiva e l’entusiasmo di ciascuno, elementi che fanno di ogni lavoro una grande e coinvolgente esperienza.

LE TAPPE E LE ATTIVITÀ

• Gennaio 2011: attività propedeutiche all’utilizzo dei software 3D e di organizzazione del lavoro; 3 ore la settimana per complessive 30 ore • Workshop: dal 20 al 23 aprile 2011, presso l’istituto “Cardinal Urbani” del patriarcato di Venezia: attività giornaliera (8 ore) di lavoro a gruppi, in presenza di tutor, per realizzare i prototipi progettati, in continuo confronto con il materiale fornito dalla committenza; • Fase finale: presentazione dei prodotti da parte di ciascun gruppo in presenza della committenza, dei tutor docenti, dei genitori

OBIETTIVI RAGGIUNTI

• Capacità individuale e di gruppo di gestire (senza docente) un progetto dalla commessa iniziale alla consegna • Abilità nell’utilizzo di software 3D e di rendering • Capacità espositiva nella presentazione al pubblico di un proprio progetto

IL PROGETTO

Restyling di un prodotto (disegni tecnici ed elementi grafici): una barretta di wafer confezionata singolarmente, contenuta in una scatola multipack da sei pezzi e posizionata su un espositore, o posizionata singolarmente in un display da banco. Lo sviluppo richiesto mira a contenere i quattro elementi: incarto, multipack, display da banco ed espositore da pavimento.

INTRODUZIONE


I PROGETTI Gruppo 1: Savour the sweetness Gruppo 2: Waterfall of Chocolate Gruppo 3: X-Cream: moltiplica la tua energia Gruppo 4: Qualità, genuinità e tradizione Gruppo 5: Scendiam giù dai monti per divenir display! Gruppo 6: The Snack Book Gruppo 7: Passion Cream Gruppo 8: Our Chocolated Project Gruppo 9: Semplice dolcezza Gruppo 10: La teoria del wafer Gruppo 11: Xcream, che bontà! Gruppo 12: Osare per essere differenti

I PROTAGONISTI

1 | Barosco Alberto, Marangon Giacomo, Miotto Riccardo, Forte Giulia 2 | Bandiera Mattia, Salomon Francesco, Bernardi Matteo, Bertato Stefano, Battistich Jacopo 3 | Dal Fabbro Luca, Bordignon Luca, Schiavon Silvia, Bolzonella Elia 4 | Cappelletto alberto, Manente Leonardo, Rosa Federico, Tomassini Angelica 5 | Bonayiri Mathias, Preli Domeniko, Busani Lorenzo, Schieven Riccardo 6 | Menegazzo Michael, Naccari Andrea, Corrà Luca, Barbieri Angelo 7 | Slongo Jessica, Leka Albert, Cera Martina, Niero Alberto 8 | Chinellato Erika, Forlin Enrico, Danieli Matteo, Caronello Giorgia 9 | Patron Valentina, Manente Giulia, Fabris Gianmarco, Tobio Elisa 10 | Naletto Noemi, Tamiazzo Giacomo, Chen Michael, Massaro Giorgia 11 | Prete Federico, Nazzari Marco, Busetto Christian, Boscolo Alessandro 12 | Bergamo Ilaria, Gatto Andrea, Bettin Maria

HANNO COLLABORATO AL PROGETTO I TUTOR arch. Claudio Noventa - prof. Fabio Mialich prof. Davide Sartori - prof.ssa Giorgia Sartori prof. Matteo Dittadi

LA PRESIDE prof.ssa Claudia Cellini i docenti del consiglio di classe delle due terze


SAVOUR THE SWEETNESS Il nostro punto di forza è mettere il cliente di fronte al prodotto vero e proprio. Le nostre creazioni vogliono essere moderne, dinamiche e innovative, mantenendo comunque la linea classica di Loacker. Snack In questo caso è stato ricreato a lato dello snack, uno gnomo con un paio di forbici nel momento in cui sta per aprire l’involucro. Multipack Siamo partiti con il definire per i diversi packaging la forma che dovranno assumere, ovvero quella rettangolare. Abbiamo poi studiato come posizionare gli snack all’interno del packaging in modo comodo il cliente ma soprattutto i supermercati, occupando il minor spazio possibile negli scaffali su cui andranno a finire. I sei snack sono messi uno a fianco all’altro. Per la credenza, per poter posizionare la confezione anche in piedi apoggiata sul lato maggiore, abbiamo creato una sorta di cornice in cui, all’atto dell’apertura iniziale, si andrà a strappare la parte superiore, grazie ad un semplice tratteggio, così da non far cadere gli snack; per facilitare lo strappo, abbiamo creato una piccola fessura. Su questo pack è applicato uno gnomo nel momento in cui sta aprendo la confezione, indicando da dove è possibile scartare la parte superiore. Display da tavolo La forma di questo pack è più particolare rispetto alle altre. Abbiamo creato un biscotto di altezza attorno ai 30 cm, piegato verso la fine per sostenere il tutto. Non solo, abbiamo posato anche un sostegno in carta alveolare. Rendendo il pack curvo e piegato, si ha un risultato dinamico e innovativo. La trama che abbiamo applicato è la grafica del prodotto reale, data quindi dai riquadri del biscotto e dalla crema di cioccolato visibile nello spessore. Sulla parte inferiore del pack vi è il logo Loacker posto su di una fascia di color rosso del brand per

GRUPPO 1

attirare i clienti verso il prodotto. Le trenta merendine vengono inserite in dieci fori, così da averne tre su ciascuno. Per non farle fuoriuscire, verranno chiusi i fori e con un tratteggio, come nel multipack, potranno essere aperti, pronti per la vendita al dettaglio. In questo caso ci sono due gnomi ai lati a sostegno del packaging. Espositore da pavimento È alto un metro e mezzo da terra. Si tratta della riproduzione realistica del biscotto nel momento in cui viene scartato da uno gnomo che, aggrappato alla cartina, la tira giù scartandola. La dinamicità sta nel fatto che i multipack ma soprattutto il biscotto in sé, è inclinato di una decina di gradi. Anche qui la posizione dei vari snack è condizionata dai riquadri dei prodotti. Vi sono otto fori, ove su ognuno dei quali verranno posizionati in obliquo nove multipack. Gli otto fori sono posizionati quattro nella parte superiore e quattro nella parte inferiore, i primi ad altezza 1.20m per le mamme e le nonne che acquistano il dolcetto per il figlio o nipote che sia, mentre i secondi ad altezza 0.90m per i bambini e i ragazzi, che invogliati da gnomi e biscotti si dirigono verso le merende. Il nostro pack è costruito sia fronte che retro, dando la possibilità al commerciante di posizionare lo spessore contro il muro potendo far acquistare il prodotto da entrambi i lati. Come nel display da tavolo abbiamo applicato sulla parte inferiore la barra rossa del color Loacker per attirare l’occhio del giovane cliente. X-CREAM

SNACK

MULTIPACK

DISPLAY DA TAVOLO

ESPOSITORE

13,4

24

31,5/47,5

150

Larghezza

4,18

14

28

72

Spessore

1,65

2

13,5

53/43

Contenuto

/

6 snack

30 snack

72 multipack

Lunghezza

Gnomo


NELLA FACCIATA DI SINISTRA: Una tabella raffigurante i dati tecnici dei pack e il loro gnomo corrispondente NELLA FACCIATA DI DESTRA A SX: L’espositore da pavimento DA IN ALTO A DESTRA A SEGUIRE: Lo snack; Il multipack; Il display da tavolo; Lo gnomo del display da tavolo

ALBERTO BAROSCO

GIULIA FORTE

RICCARDO MIOTTO

GIACOMO MARANGON


WATERFALL OF CHOCOLATE Durante il periodo di workshop, i progetti che abbiamo realizzato sono i seguenti: Confezione da sei: Materiale: cartoncino - Formato: 140x105x50 mm La struttura contiene sei snack posti in verticale. Nell’angolo in basso è applicato uno strappo su una fetta d’angolo, il quale verrà in seguito eliminato per consentire l’estrazione della barretta. I prodotti sono posti uno sopra l’altro per consentire la discesa delle barrette superiori. La confezione è pratica perché gli snack non vanno persi e si adatta bene all’espositore da pavimento. Nel progetto abbiamo puntato molto sul fattore utilità: la confezione sviluppandosi in verticale occupa poco spazio tra gli scaffali oppure nelle mensole di un ambiente domestico. Espositore da tavolo: Materiale: mono onda - Formato: 280x135x150mm L’espositore da tavolo è solitamente posizionato all’uscita di supermercati, bar e cartolibrerie nei pressi della cassa. Questo espositore contiene 30 snack e la sua struttura riprende molto gli altri tipi di espositori da tavolo che si trovano nei vari negozi. Abbiamo applicato al posto dell’aletta della scatola una sagomatura delle montagne, con il logo Loacker e lo gnomo. L’esterno dell’espositore riprende il colore rosso con la scritta Loacker, mentre nel fronte della scatola è riportato il marchio del prodotto, X-Cream chocolate. La struttura interna è caratterizzata dalla presenza di un piano inclinato che ha la funzione di far vedere meglio il prodotto interno e invogliare il cliente a prendere il wafer. Espositore da pavimento: Materiale: PVC alveolare - Formato: 1700x1000x600 mm Questo espositore è da posizionare nei supermercati, centri commerciali ed ipermercati senza occupare uno spazio eccessivo.

GRUPPO 2

Deve contenere 72 confezioni da 6 snack, le quali vengono posizionate su due vassoi posti a diverse altezze (uno ad un altezza bambino ed uno ad altezza adulto). La struttura è pensata per essere economica, è realizzata in pvc ondulato con uno spessore di 5mm. Per comporre tale struttura, sono necessari una serie d’incastri studiati appositamente per il montaggio dell’espositore. Nel retro è stato realizzato un foro per bilanciare la struttura in modo tale da renderla stabile, applicando un peso al suo interno. Tale struttura è stata ideata in funzione del target a cui è destinato il prodotto. Il vassoio più basso è pensato per i bambini tra i cinque ed i dieci anni, ipotizzando che, mentre percorrono il corridoio del negozio, notino il prodotto e lo prendano, mettendolo poi nel carrello della spesa ed invogliando così il genitore o chi per esso ad acquistarlo. Il vassoio più alto è pensato invece per giovani o adulti che vogliono prendere una confezione da regalare a bambini o semplicemente da consumare come merenda.


A LATO A SX: IN ALTO A SX: Espositore da pavimento; IN ALTO A DX: Espositore da tavolo; IN BASSO A DX: Confezione da sei snack;

MATTIA BANDIERA

FRANCESCO SALOMON

MATTEO BERNARDI

STEFANO BERTATO

JACOPO BATTISTICH


X-CREAM: MOLTIPLICA LA TUA ENERGIA Multipack 6 pezzi: nella realizzazione del multipack da 6 pezzi abbiamo pensato di lasciare invariata la forma e la dimensione attualmente in commercio, ma di cambiare la veste grafica e la soluzione di apertura. Quest’ultima, infatti, viene modificata totalmente. Abbiamo inserito un’apertura facilitata che permette al cliente di prendere il prodotto rompendo comodamente la scatola e piegandola in diagonale. La piega che deve essere effettuata dal cliente è comunque aiutata da una cordonatura che viene eseguita in fase di finissaggio. Display da banco: pensando ad una possibile costruzione del display da banco abbiamo cercato di evidenziare con la lettera X la parte più visibile al cliente nel supemercato. Infatti, è stato sostituito l’elemento quadrato dov’era riportato il nome del prodotto e l’immagine dello stesso con la lettera X sagomata. Questo elemento, inoltre, è completamente svincolabile dal corpo dell’espositore per favorire un miglior trasporto. Alla base della X è stato creato uno spazio alto 2 centimetri per riportare il logo Loacker e la scritta “CREAM“. Una volta arrivato al primo cliente (bar, supermercato, ecc) con un semplice incastro l’espositore può essere montato. La stessa grafica è stata riportata anche nella faccia frontale che, insieme al cartello espositore, è la prima visibile al cliente. Espositore da 72 pezzi: Per creare l’espositore che dovrà contenere 72 miltipack da 6 barrette l’uno abbiamo pensato di ideare un solido esagonale. Tutta la struttura è alta circa 2 metri. In ogni faccia saranno riportati 3 fori dove alloggeranno 4 multipack. Questi fori sono quadrati di 14 cm, leggermente più grandi delle misure della scatola, così da permettere la facile presa anche dell’ultima confezione. Sopra all’espositore è stato creato un altro elemento esagonale, alto circa 10 cm dove verrà riportato il logo della Loaker alternato a quello dell’ X-Cream; così facendo questo espositore sarà molto visibile. Infine, alla base della struttura, è stato creato un altro elemento esagonale con la stessa veste grafica descritta precedentemente, ma con il solo scopo di garantire una maggior stabilità all’espositore, nel rispetto delle norme vigenti.

GRUPPO 3


NELLA PAGINA A FIANCO: Il progetto in 3d dell’espositore da pavimento A SX: Foto del multipack A DX: Foto dell’espositore da banco

SILVIA SCHIAVON

LUCA BORDIGNON

LUCA DAL FABBRO

ELIA BOLZONELLA


QUALITÀ,GENUINITÀ E TRADIZIONE Durante la rielaborazione del packaging secondario abbiamo deciso di rivisitarne la grafica e l’apertura. Il packaging ora è ricoperto dall’immagine del wafer stesso e sopra questa sono applicati il logo, le varie tabelle nutrizionali e i dati relativi al prodotto. L’apertura è stata modificata spostandone la posizione in un lato corto che conclude infilandosi in un’apetura situata nel lato lungo adiacente, così da permettere che la figura del wafer non venga tagliata, in quanto nell’apertura originale il logo veniva tagliato dalla sagoma della linguetta. Il display da banco è pensato per attirare l’attenzione del potenziale acquirente, modificando la sagoma ottenuta strappando parti della scatola, l’espositore è utilizzato come packaging terziario fino alla consegna al punto vendita. Il negoziante una volta aperta la scatola dovrà solo strappare lungo le linee tratteggiatete ripiegare l’aletta di chiusura, su se stessa, ottenendo così la sagoma di un nanetto Loacker che tiene in grembo il packaging primario. Per quanto riguarda l’espositore da terra abbiamo deciso di mantenere l’immagine tradizionale e genuina caratteristica di Loacker, sostituento il precedente espositore privo di grafica e di personalità, con le sembianze di una credenza in legno dalla quale spuntano i tre nanetti più noti di Loacker. Nei ripiani alloggiano 72 confezioni di packaging secondario. Per rendere più comodo il raggiungimento del prodotto da parte del cliente, abbiamo alzato la parte degli scaffali che ospitano i prodotti mediante l’aggiunta, ad incastro, di un box sotto di essi, che rappresenta la parte inferiore della credenza con le relative antine. Inoltre gli scaffali sono utilizzabili come packaging terziario, incellofanandoli e sostituendoli di volta in volta ed incastrati sul supporto di base ed arricchendoli con i 3 nani, forniti insieme alla base al punto vendita, in quanto anch’ essi si posizionano ad incastro.

GRUPPO 4


IN ALTO A SX: 3D del Multipack da 6 pezzi IN BASSO A SX: 3D dell’ Espositore da terra IN ALTO A DX: Gruppo al lavoro IN BASSO A DX: 3D dell’ Espositore da banco

ALBERTO CAPPELLETTO

LEONARDO MANENTE

FEDERICO ROSA

ANGELICA TOMASSINI


SCENDIAM GIÙ DAI MONTI PER DIVENIR DISPLAY! Prodotto singolo: abbiamo modificato esclusivamente il logo da verticale ad orizzontale; la grafica e la struttura sono rimasti tali per evitare l’insorgere di complicazioni a livello produttivo e per mantenere il rapporto tra il cliente e l’abituale prodotto. Multipack (6 pezzi): partendo da un bozzetto iniziale che prevedeva già una divisione interna in sei parti, una per ogni prodotto singolo, si è migliorato il progetto ponendo l’X-cream adagiato in uno spazio sul fianco destro anziché posto come prima sulla faccia frontale. Per ogni scompartimento vi è un’apertura ricoperta da una linguetta di carta trasparente , appositamente creata per esser strappata, favorendo così un miglior utilizzo della confezione. Tale struttura divisoria in cartone è incollata all’interno della scatola, in modo da far la giusta resistenza allo strappo. Display da banco (30 pezzi): partendo sempre da un bozzetto si è trattato un miglioramento dello stesso, mediante disposizione dei singoli prodotti inseriti verticalmente (in spazi) sulla scatola sottostante, anziché accatastati l’uno sull’altro come prima. A richiudere il tutto, lo stesso pezzo di scatola che una volta esposto sul bancone è rialzato e tenuto perpendicolare rispetto al piano d’appoggio, con il caratteristico nano stampato insieme al resto della grafica sulla bianca e volta. Crowner espositore (72 pezzi): abbiamo progettato la struttura portante a torta a tre piani, con l’idea di far uscire la grafica dall’espositore. Il progetto comprende tre parti: il nano Loacker che funge da piedistallo, la torta poco sopra citata che va ad ospitare le 72 scatole ed il marchio tridimensionale volto ad attirare maggiormente l’attenzione del cliente. La prima sezione lavorativa si è concentrata sul disegno; successivamente si è rielaborato graficamente il nano adattandolo ad una semplice struttura per renderlo 3D. La seconda fase ha previsto invece un lavoro per dare stabilità e precisione alla posizione delle scatole sui vari ripiani. Abbiamo pensato e realizzato uno zig-zag di carta tenendo conto dell’area della facciata frontale e

GRUPPO 5

di quella laterale. A sorreggere maggiormente il tutto attraverso le tre parti dell’espositore, un’anima di cartone teso, rinforzabile eventualmente con un contrappeso posto internamente ai piedi del nano.


IN ALTO A SX: Multipack 6 pezzi NELLA PAGINA PRECEDENTE: Crowner espositore (72 pezzi) A DX: Display da banco (30 pezzi) IN BASSO A SX: Testata dell'espositore

MATHIAS BONAYIRI

LORENZO BUSANI

DOMENIKO PRELI

RICCARDO SCHIEVEN


THE SNACK BOOK Il nostro gruppo ha ideato, progettato e realizzato un restyling di tre tipologie di packaging alimentare del prodotto Loacker X-CREAM: multipack da sei snack, display da banco ed espositore da terra. Per quanto riguarda il multipack da sei snack abbiamo pensato di progettarlo dandogli un’apertura che simula quella di un libro che, una volta aperto, da la possibilità di estrarre, da entrambe le ante, gli snack in maniera pratica. Per l’apertura e la chiusura è provvisto di un aletta a strappo che tiene chiuse le due ante. Le misure pensate per il multipack sono: 14,5 cm la base, l’altezza è di 13,65 cm e lo spessore è di 3,8 cm. Il dislpay da banco rappresenta uno gnomo disteso con poggiato sulle gambe uno scrigno contenente 30 snack disposti orizzontalmente. L’anta superiore è pensata per essere alzata e piegata a metà in modo tale da creare una parete nel lato minore dove è raffigurato il volto dello gnomo. Le misure pensate per il display sono : 29,8 cm la base, l’altezza è di 23 cm mentre lo spessore è di 14 cm. L’espositore da terra è una X che riconduce al nome del prodotto che si intreccia con un box, nel quale vi sono 8 buchi contenenti ognuno 9 multiplack. L’espositore avrà un’altezza di 170 cm.

GRUPPO 6


IN ALTO A SX:IN BASSO A DX: Multipack 6 IN ALTO A DX: Espositore da bar IN BASSO A SX: Eespositore da terra

ANGELO BARIERI

MICHAEL MENEGAZZO

LUCA CORRÀ

ANDREA NACCARI


PASSION CREAM Vi presentiamo tre nostri progetti riguardanti il restyling del prodotto Loacker “X – Cream”: l’espositore da banco, l’espositore da pavimento e la confezione da 6 pezzi. L’espositore da banco è costituito da un box posto orizzontalmente, dove possono essere posizionati sei snack uno sopra l’altro per 5 volte, coricati verticalmente. Il crowner dell’espositore è creato per seguire i contorni della grafica del logo. L’espositore da pavimento è costituito da un prisma a quattro facce: in ognuna delle facce sono presenti sei spazi adibiti a contenere 2 scatole da 6 pezzi dello snack. Il prisma, di forma rettangolare, è sorretto da un cilindro fissato su una base tonda e piana. In alto è posizionato il cartello con il logo, dove è presente uno snack tridimensionale che esce fuori. La scatola da 6 pezzi è costituita da un box rettangolare, al cui interno si trova un “cassetto” dove sono coricati gli snack posti orizzontalmente in tre colonne da due snack. Il cassetto si può estrarre con un’apposita linguetta posta fuori dalla scatola e infilata all’interno di una fessura. Grazie a questo accorgimento la scatola può essere comodamente aperta e richiusa. Non sono state apportate modifiche alle dimensioni della scatola da 6 pezzi, ma semplicemente la modifica degli interni per la disposizione degli snack. Le dimensioni dell’espositore da pavimento sono 1.70 m di altezza e circa 1 m di diametro del prisma. Le dimensioni dell’espositore da banco sono in lunghezza15.2 cm, in altezza 91 cm e in larghezza 14.1 cm. I materiali con cui sono fatti i nostri prodotti sono: microonda accoppiato stampato in offset per l’espositore da banco e per l’espositore da pavimento; per fornire uno spessore resistente nel caso dovesse subire degli urti, e per la scatola da 6 pezzi viene utilizzato cartoncino teso, anche questo stampato in offset, per fornire una resistenza agli urti e ad altri incovenienti.

GRUPPO 7

Per la grafica, sono state apportate modifiche ai colori e al brand Loacker. Per il brand è stato applicato il nuovo logo che ci è stato fornito, mentre per i colori sono stati applicate delle sfumature con i colori originari della scatola.


A SX: Espositore da pavimento contenente 72 scatole IN ALTO A DX: Packaging scatola da 6 pezzi IN BASSO A DX: Espositore da tavolo contenente 30 barrette

ALBERT LEKA

JESSICA SLONGO

MARTINA CERA

ALBERTO NIERO


OUR CHOCOLATED PROJECT L’idea che noi abbiamo di “packaging” innovativo è legata a tre funzioni che quest’ultimo deve avere: la comodità, la praticità ed allo stesso tempo l’ originalità per attirare il consumatore verso l’acquisto. Per il restyle dei multipacks si è puntato su queste tre caratteristiche. Inizialmente, con un brainstorming avevamo ideato varie soluzioni che avessero queste qualità, poi dopo una scrematura e un’ analisi mirata abbiamo deciso di continuare a sviluppare le idee che ci sembravano più adatte. Naturalmente abbiamo dovuto affrontare anche vari problemi nella realizzazione, legati alla funzionalità del pack (chiusura, strappi) e alla comunicazione del prodotto (visibilità della grafica, difficoltà nel trasmettere un messaggio al cliente) ma finalmente, dopo un duro lavoro, ecco una descrizione del nostro risultato definitivo. Sul multipack da sei pezzi sono state apportate delle modifiche all’anatomia della scatola attraverso l’applicazione di una maniglia sul coperchio, che, appositamente perforato, dà la possibilità di essere totalmente o parzialmente strappato in modo da rendere la scatola chiudibile e facilmente trasportabile. Per rendere possibile questo, infine, abbiamo apportato una piccola apertura sul lato frontale e applicato una linguetta sulla maniglia, così durante la chiusura andrà ad infilarsi nell’apertura e a bloccare il coperchio della scatola. Per favorire appunto la comodità delle maniglie, abbiamo pensato ad una soluzione sul display da pavimento che possa attirare e allo stesso momento facilitare il cliente a prendere il prodotto. La conclusione è stata una scatola su cui è stampato il waffer, suddiviso in scomparti sui quali sono riposti i multipacks con la maniglia rivolta verso l’esterno. Per risolvere il problema della poca visibilità della grafica sulla maniglia verranno applicate delle alette ai lati su cui si potranno inserire eventuali promozioni, scheda tecnica o logo del prodotto; il tutto sorretto da un piedistallo a base quadrata. Per il display da tavolo infine, è stata sfruttata l’idea delle montagne come fianchi del contenitore che una volta perforate verranno strappate ottenendo così due scatole da trenta single packs. Mantenendo per il resto un’ impronta abbastanza classica. In conclusione possiamo presentare una serie di restyling pratici e funzionali sviluppati attraverso una collaborazione tra i membri del gruppo che non hanno portato solo ad un risultato materiale, ma hanno contribuito alla sua crescita tecnica e creativa.

GRUPPO 8


NELLA PAGINA AFFIANCO: Multipack da sei snack IN ALTO A SX: Rendering ortografico dell’espositore da banco IN ALTO A DX: Rendering ortografico dell’espositore da pavimento

ENRICO FORLIN

ERIKA CHINELLATO

MATTEO DANIELI

GIORGIA CARONELLO


SEMPLICE DOLCEZZA Il nostro gruppo ha pensato progettato e riprodotto in scala il display da pavimento. Dopo molte prove e cambiamenti, il display da pavimento viene pensato e ideato in forma ottagonale (cioè con 8 lati). Ogni lato ospita le confezioni che contengono il prodotto, le quali vengono “incastrate” all’interno del totem, che ovviamente avrà dei fori (spazi aperti), prendendo così una funzione a “cassetto”, originale ed esteticamente piacevole da vedere. Nella parte inferiore la grafica sarà tipicamente LOACKER, con colore predominante rosso. La parte superiore invece, avrà la grafica del prodotto in sè, cioè quella ideata per gli snacks, con colori che vanno dal giallo al marrone scuro. La confezione avrà una forma funzionale per riuscire a inserirla all’interno in modo comodo ed innovativo, cioè con un’altezza diversa da un estremo all’ altro. Questo fattore non causerà problematiche al trasporto, infatti le confezioni verranno messe una sopra l’altra. Il packaging da banco prende le sembianze di quello da terra, quindi sarà ottagonale ma ovviamente con dimensioni minori. La forma è divisa in due piani; ogni piano contiene 16 snacks per un totale di 32; terminati quelli del piano superiore esso sarà “strappato” grazie al taglio tratteggiato e verrà tolto il divisorio forato per facilitare l’operazione. Di conseguenza il cliente prenderà il prodotto nella parte superiore già aperta in modo comodo.

GRUPPO 9


PAGINA PRECEDENTE: Display da pavimento IN ALTO A SX: Display da banco IN ALTO A DX: Multipack da 6 IN BASSO A DX: Display da banco aperto

GIANMARCO FABRIS

GIULIA MANENTE

VALENTINA PATRON

ELISA TOBIO


LA TEORIA DEL WAFER Per la confezione della scatola da sei pezzi inizialmente pensavamo di modificare quella già esistente, aggiungendo una seconda scatola che poteva essere sfilata come se fosse un cassetto, molto pratica ma con alti costi per la realizzazione, infatti ci sarebbe stato troppo spreco a livello di cartoncino. Quindi ci siamo ispirati alla forma dello snack. Abbiamo piegato le parti finali delle facce maggiori unendole alle due estremità. Gli snacks sono posizionati orizzontalmente in due file da tre. L’apertura della scatola è posizionata nella parte pinzata a sinistra contrassegnata da una linguetta con la scritta “tira qui”, che venendo tirata strappa la parte superiore fino alla metà della scatola. Questa scelta è stata fatta per ricordare il prodotto, infatti la grafica richiama lo snack stesso. Abbiamo suddiviso in tre parti il display da tavolo: due scatole che contengono quindici pezzi ciascuna, nelle quali gli snacks sono posti orizzontalmente. Le scatole hanno un buco all’estremità superiore per inserire il prodotto, e uno inferiore per sfilare lo snack; gli altri snacks, di conseguenza, scivolano verso il basso e sono pronti per essere presi. Queste due scatole sono posizionate sopra ad un piedistallo di angolaziome di più o meno 30°; grazie a questo gli snacks riescono a scivolare verso il basso. Sul piedistallo abbiamo aggiunto dei fermi per non far scivolare le confezioni. Dietro a questa costruzione c’è un cartoncino che richiama l’attenzione col nome dello snack. Fin da subito abbiamo scelto questa opzione sia per facilitare il cliente a comprare lo snack, sia il venditore a pubblicizzare il prodotto. Anche per il display da terra abbiamo applicato lo stesso sistema, cioè di far scivolare le scatole da sei pezzi verso il basso, ma senza l’aggiunta dello scalino. In questo caso abbiamo tre scatole da ventiquattro ciascuna le quali sono ancorate su un basamento che non permette la caduta grazie a dei parallelepipedi.

GRUPPO 10


IN ALTO A SX: Display da 72 pezzi IN BASSO A SX: Display da 30 pezzi IN ALTO A DX: Confezione da 6 snacks IN BASSO A DX: Snack X-Cream

MICHAEL CHEN

GIORGIA MASSARO

NOEMI NALETTO

GIACOMO TAMIAZZO


X-CREAM...CHE BONTÁ! Il lavoro prevedeva la progettazione di tre packaging. Il restyling del multipack da 6 pezzi dello snack X-Cream consiste nel conservare le misure del formato originale, stampato in offset su cartoncino teso, applicando l’apertura sul lato sinistro della scatola formata dall’apertura a strappo di 2.30 cm con una linguetta incorporata, lo scopo di tale disposizione è agevolare il consumatore per il prelievo dello snack, collocando lo snack all’interno della scatola in orizzontale, e di presentare al consumatore un packaging semplice ma innovatico che attiri la sua attenzione.Una volta aperto il multipack potrà essere chiuso con l’apposito intaglio, a sorriso, ricavato da un accoppiato di 3 mm disposto all’interno del contenitore, che garantisce una chiusura rapida e agevole mantenendo una funzionalità e una praticità ottimale.

GRUPPO 11

Abbiamo cercato di progettare il restyling del display da banco contentente 30 snacks (cartotecnica - offset su microonda accoppiato) con l’intenzione di incuriosire e invogliare il consumatore all’acquisto. Il display sarà disposto sul bancone orizzontalmente con il cartonicino che funge sia da coperchio sia da cartello pubblicitario con le informazioni del prodotto. Il restyling dell’espositore da 72 snacks consiste in un cambiamento globale: le merendine verrano disposte su una colonna quadrata con appositi spazi interni ad essa o esterni nelle quali verranno inseriti 6 multipack da 6 pezzi. Alla base è previsto un allargamento per garantire maggiore stabilità alla struttura, mentre in cima saranno disposti dei cartelloni che informeranno il consumatore sul prodotto e la marca di appartenenza. L’espositore sui lati è decorato dalle grafiche fornite per il lavoro.


IN ALTO A SX: Multipack da 6 pezzi IN BASSO A SX: display da banco da 30 pezzi IN ALTO A DX: Multipack da 6 pezzi aperto

FEDERICO PRETE

ALESSANDRO BOSCOLO

CHRISTIAN BUSETTO

MARCO NAZZARI


OSARE PER ESSERE DIFFERENTI Per svolgere il riadattamento grafico del prodotto X-Cream Loaker già esistente, il nostro gruppo ha cercato di creare un elaborato innovativo e, dal punto di vista progettuale, interessante. Dopo un accurato studio del materiale esistente e delle alternative proposte dal mercato, abbiamo espresso i nostri pareri. Basandoci su ideali condivisi di semplicità, originalità e praticità abbiamo confrontato le nostre idee, a volte contrastanti, spesso difficili da spiegare. Alla fine i prodotti su cui ci siamo concentrati sono: il multipack da 6 snacks, l’espositore da banco e il totem da 72 multipacks. Ecco le modifiche apportate alla linea di prodotto. Multipack da sei snack: ci siamo concentrati interamente nella modalità di chiusura della confezione, l’apertura a strappo sul fronte è stata traslata verso l’alto e sostituita con un coperchio a basculante, apportando in seguito altre piccole modifiche per facilitare la presa del prodotto e lo sfruttamento totale della superficie stampata. La scatola una volta aperta si presenta così più robusta e perfettamente richiudibile, senza pericolo di caduta del contenuto. Espositore da banco: studiando con attenzione la proposta Loacker già esistente abbiamo ragionato su una struttura verticale e mobile, in modo da favorire una visione a 360° del prodotto e una maggiore interazione con il cliente. La struttura si basa su un parallelepipedo triangolare con gli angoli smussati; con un sostegno in PVC l’espositore può ruotare ipotizzando così un inserimento di tipologie di gusti diversi. Nei lati lunghi sono presenti tre piani in cui le barrette vengono disposte orizzontalmente. Espositore da terra: è stato progettato mantenendo la stessa base triangolare e innalzandola a piramide. Nei lati maggiori tre livelli di vassoi accolgono i multipack da sei pezzi.

GRUPPO 12

Nei tre prototipi la grafica ha subito solo lievi cambiamenti per adeguarsi alle modifiche più rilevanti della struttura. È stato però pensato l’inserimento di un QRCode (un codice a barre bidimensionale a matrice, composto da moduli neri disposti all’interno di uno schema di forma quadrata, impiegato per memorizzare informazioni generalmente destinate ad essere lette tramite un telefono cellulare o uno smartphone) per permettere al cliente, incuriosito, di visitare il sito dell’azienda.


IN ALTO A SX: Espositore da 30 snacks IN BASSO A SX: Espositore da 72 multipack IN ALTO A DX: Espositore da 6 snacks IN BASSO A DX: Snacks

ILARIA BERGAMO

MARIA BETTIN

ANDREA GATTO


un ringraziamento speciale a chi ci ha permesso di realizzare tutto questo. THANKS

workshop 3d 2011  

Book workshop 3d 2011 terze ITI san marco, mestre

workshop 3d 2011  

Book workshop 3d 2011 terze ITI san marco, mestre

Advertisement