Page 1

magazine treviso

idee regalo profumi: a ognuno il suo

tendenze bellezza solidale

benessere

voglia di leggerezza alle terme

motori

news dal motorshow 2011

gli stylist di domani

fashion classic & styling icons


everlast.it

STRIKE YOUR BALANCE


35 45 75 35 15 45 75 15


editoriale | LOOK

2012 se per caso finisse il mondo… ra poche settimane festeggeremo il nuovo anno che, però, non si presenta ricco di buoni auspici. Infatti, il 20 dicembre 2012, secondo molti appassionati catastrofili e non solo, arriverà la fine del mondo. È vero che il tragico evento era atteso anche allo scoccare della mezzanotte del 2000 e poi non accadde nulla, ma questa volta cosa dobbiamo aspettarci? La misteriosa data, senza alcun fondamento scientifico, va detto, ha scatenato una nuova ondata di allarme via web: siti, blog, forum e video su you tube - a volte esilaranti - alimentando il fenomeno già da qualche anno. E non si sono certo tirati indietro esimi scrittori che sulla profezia Maya, che individua il giorno finale, hanno scritto fior fior di pagine, né sono mancate le fantasiose pellicole hollywoodiane. Nessuno scienziato però è stato in grado di sostenere l’idea che i Maya, noti per le loro avanzate conoscenze astronomiche, abbiano lanciato alcun allarme per l’anno in questione. Tutto nasce semplicemente dal fatto che secondo il calendario Maya, l’attuale Età dell’oro (la quinta), terminerà appunto il 21-12-2012 e che le precedenti quattro ere (dell’acqua, aria, fuoco e terra) si sarebbero tutte chiuse con degli immani sconvolgimenti ambientali. Così la fantasia dei profeti di sventura si scatena e si preannunciano tempeste solari in grado di innescare eruzioni vulcaniche; un’inversione dei poli magnetici che farà fermare la terra per 72 ore, per poi farla riprendere a girare sul proprio asse in direzione opposta;

lo scontro della Terra con un pianeta misterioso la cui orbita è aldilà di Plutone. Insomma, in un modo o nell’altro potrebbe essere la fine. Se così fosse, però, che fare con il tempo che ci rimane? C’è chi ha già pensato che questo sia l’anno giusto per sposarsi con una festa da mille e una notte. Altri hanno deciso che se sarà la fine, vogliono salutare il cielo abbracciati a qualcuno e dunque sceglieranno di lasciarsi alle spalle la singlitudine e tutto il divertimento che essa comporta. Molte donne, sfidando la sorte con la forza propulsiva della vita, hanno deciso che metteranno al mondo un figlio, altre invece si sono ripromesse di comprare tutto quello che hanno sempre desiderato. C’è chi lascerà il lavoro per vivere gli ultimi mesi nella tranquillità della campagna o della montagna, i néo-ruraux come li chiamano i francesi! E poco importa se poi il mondo continuerà visto che queste persone preferiscono guadagnare e spendere meno pur di avere più tempo libero da dedicare alla famiglia o ai propri hobbies. Tra questi gli sport estremi saranno i più gettonati visto che tanto… Anche se va male… I più saggi, che per fortuna sono la maggior parte, non badano a profezie e dicerie e stapperanno lo champagne sicuri che, tasse a parte, anche il 2012 sarà semplicemente un anno in più da segnare sul calendario della propria vita. E se come dice Raimond Aron, “l’ottimismo è assai spesso frutto di un errore intellettuale”, per questa volta è bene peccare un po’ d’ingenuità e, come ricorda l’inossidabile Raffaella… “Se per caso finisse il mondo io mi sposto un po’ più in là…”

di Germana Urbani · >look@promomedia.it< >www.lookmagazine.it< >germana@lookmagazine.it<

3


MAGAZINE

idee regalo PROFUMI: A OGNUNO IL SUO

tendenze BELLEZZA SOLIDALE

benessere

VOGLIA DI LEGGEREZZA ALLE TERME

motori

NEWS DAL MOTORSHOW 2011

GLI STYLIST DI DOMANI

fashion classic & styling icons

www.lookmagazine.it

novembre 2011 Autorizzazione del Tribunale di Torino n° 5995 Iscrizione del marchio presso l’Ufficio Italiano Marchi e Brevetti n° RM2005C006957 del 22/12/2005 Periodicità mensile · TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Promomedia Communications S.r.l. via Svezia 9 · 35127 Padova · tel. 049 870 4884 >www.promomedia.it<

editore Giuseppe Bergantin

direttore responsabile Germana Urbani

Coordinamento editoriale Valeria Marcato

redazione Germana Urbani, Ornella Jovane

Hanno Collaborato Lucrezia Argentiero, Carmelo Bongiovanni, Claudio Capovilla, Andrea Chemelli, Chiara Corridori, Isa Grassano, Massimo Labraca, Maria Valeria Marcato, Renato Malaman, Manuela Mezzetti, Alessandra Piubello, Germana Urbani

grafiCa Studio grafico Promomedia >grafica@promomedia.it<

supervisor Matteo Pavanello >matteo@lookmagazine.it<

tipografia Rotopress International Srl via Brecce - 60025 Loreto (An)

redazioni loCali padova - venezia - treviso rovigo - verona Promomedia Communications tel. 049 8704884 >look@promomedia.it< bologna Promomedia Communications Numero Verde 800 46 50 40

pubbliCità padova - venezia - treviso rovigo - verona Promomedia Communications via Svezia, 9 · Padova · tel. 049 870 4884 responsabile pubblicità urbana: Luca Duse bologna Promomedia Communications Numero Verde 800.46.50.40


N U O V A A P E R T U R A

P

a

r

t

n

e

I n fo e conta t ti:

r

s

:

M a s e r à ( P a d o v a) · v i a E n r i c o B e r n a r d i , 2 M a t t i a 3 3 3 12 5 4 5 8 0 · M a s s i m o 3 47 6276 0 2 0


LOOK | sommario

8 >> accade in italia 10 >> accade in veneto

30 >> gli stylist di doMani

13 >> visto per voi

il divisionismo, la luce del moderno

16 >> cultura il premio raffaello 2011 18 >> il crucilibro ridere e piangere… purché emozioni 20 >> Marketing e coMunicazione trovare lavoro col “personal branding” 22 >> Music look shopping e musica 25 >> book anche le blogger hanno un cuore. soffice 27 >> terMe voglia di leggerezza 44 >> bellezza dillo con il tuo profumo… 47 >> Motorshow 2011 uno sbarco tricolore verde invasione estera 59 >> di vino

natural european wines

63 >> week-end e dintorni bruxelles: il vero girone dei golosi 69 >> viaggi lunga vita a san marino

MAGAZINE

idee regalo PROFUMI: A OGNUNO IL SUO

tendenze BELLEZZA SOLIDALE

benessere

VOGLIA DI LEGGEREZZA ALLE TERME

motori

NEWS DAL MOTORSHOW 2011

GLI STYLIST DI DOMANI

30 >> tendenze gli stylist di domani

6

fashion classic & styling icons

>> in copertina

photographer andrea chemelli model ekaterina - freelance model agency


MOBILIFICIOMICHIELETTO www.mobilimichieletto.com

progettazione e vendita arredamenti

Ci riserviamo di proporre prodotti selezionati con cura, scegliendo solamente chi offre un prodotto di qualitĂ e design sopraffino, con una continua ricerca innovativa, in modo da operare sia con soluzioni esclusive e originali, sia con soluzioni semplici ed economiche.

Noale Ve | via bregolini 27 | tel 041 440106


accade in italia

Sciare in città

A Innsbruck (Austria), lo spettacolare impianto di risalita realizzato dall’archistar Zaha Hadid porta in pochi minuti dal centro storico a 2.000 metri. 300 km di piste, 9 comprensori sciistici, un unico skipass nell’intero Olympia SkiWorld Innsbruck. Ma Innsbruck è anche Après-ski: shopping, locali di tendenza, mondanità nella Capitale

Milano, Filarmonica al cinema

Per celebrare i suoi trent’anni da gennaio la Filarmonica della scala allargherà ancora di più il suo pubblico: tutti i concerti della stagione saranno trasmessi in diretta in alta definizione in oltre 60 cinema italiani. E si ripeteranno le apprezzatissime prove aperte alla Scala, ormai tratto qualificante della Filarmonica. Nel 2012 saranno 5 le prove aperte al pubblico: dopo la prima (l’8 gennaio con Daniel Harding) aperta

delle Alpi. L’Alpenlounge Seegrube è a zona chill out più in quota di Innsbruck, con una terrazza dove prendere il sole a 2.000 metri. Con l’offerta Olympia SkiWorld, gli ospiti possono scegliere se abitare in città o in uno degli incantevoli paesi di vacanza che circondano Innsbruck. Aldrans, Igls, Götzens, Mutters e Rinn sono località deliziose, dal carattere paesano, eppure sono tutte facili da raggiungere e vicine alla città. Fino a fine stagione 4 pernottamenti in hotel a 4 stelle con mezza pensione e skipass di 3 giorni a partire da 357 euro; 7 pernottamenti con mezza pensione e skipass di 6 giorni a partire da 571 euro. Info: Innsbruck Tourismus tel. +43-512-59850 · office@innsbruck.info

Il Rinascimento a Roma Nel segno di Michelangelo e Raffaello è la mostra che si tiene a Roma presso il Museo della Fondazione ed è dedicata al risveglio quattrocentesco della città e alla rinascita delle arti. Sette sezioni che spongono i capolavori di Raffaello, come l’Autoritratto (Galleria degli Uffizi, Firenze) e il Ritratto di Fedra Inghirami (Palazzo Pitti, Firenze), e di Michelangelo come il David-Apollo (Museo Nazionale del Bargello, Firenze) e la copia del Giudizio Universale di Marcello Venusti (Museo di Capodimonte, Napoli), oltre a numerose opere di artisti come Francesco Salviati (Adamo ed Eva della Galleria Colonna, Roma), Perin del Vaga (Madonna con Bambino di Melbourne, Australia), Sebastiano del Piombo (Ritratto del cardinale Reginal Pole, Ermitage) e Guglielmo della Porta (Spinario, Ermitage). Gli spettatori della mostra potranno ammirare per la prima volta la ricostruzione virtuale in 3D della Loggia di Amore e Psiche della Farnesina. La mostra rimarrà aperta sino al 12 febbraio, presso il Museo Fondazione Roma, Palazzo Sciarra.

alla cittadinanza, le altre saranno come sempre a favore di associazioni per l’infanzia. Per il terzo anno consecutivo, la Filarmonica della Scala, grazie alla collaborazione di UniCredit e UniCredit Foundation, unisce il sostegno al mondo del non-profit milanese all’impegno per garantire maggiori possibilità di accesso a tutti gli appassionati: le prove di 5 concerti saranno aperte al pubblico e l’incasso sarà destinato ad altrettante associazioni di volontariato che si occupano di protezione dell’infanzia.

Venezia sposi, sogno d’amore Due giorni di sogni e bellezza aspettano i visitatori della settima edizione della fiera Venezia Sposi 2012 che sarà allestita presso il prestigioso quartiere fieristico Venezia Terminal Passeggeri S.p.a. - Terminal 108. La fiera per il matrimonio, in programma nei giorni 28 e 29 gennaio, forte dei 65 espositori e dei 2600 visitatori della scorsa edizione raggiunti grazie ad una capillare e mirata campagna di comunicazione, è un appuntamento irrinunciabile 8

anche per le Aziende del settore Nozze e Cerimonie che vogliono presentarsi ai futuri sposi del Veneto e del Friuli ed incrementare il loro giro d’affari. Venezia Sposi occuperà 3000 mq riservati ad espositori selezionati. Gli stand sono allestiti, completi ed attrezzati, ma ogni espositore potrà personalizzare il proprio stand scegliendo il colore delle pareti che meglio si adatta alle sue esigenze.

info: >www.innsbruck.info< >www.filarmonica.it< >www.fondazioneromamuseo.it< >www.veneziasposinfiera.it<


漏TIGI 2011

i d i r u g u A e t s e F e Buon

Cavarzere tel. 0426 310296 路 Porto Viro tel. 0426 322953 hairsalonpavanello@libero.it

/NEW SESSION SERIES HIGH-PERFORMANCE STYLING COLLECTION

WWW.CATWALKBYTIGI.COM


accade in veneto

LOOK | agenda mese

A Treviso l’ultima mostra sulla Cina

Manciù l’Ultimo Imperatore è il titolo della mostra sulla Cina a Treviso a Ca’ dei Carraresi, sponsorizzata dalla Fondazione Cassamarca ed organizzata da Adriano Madaro, giornalista esperto di storia e cultura della Cina nonché membro del Consiglio direttivo dell’Accademia Cinese di Cultura Internazionale. Questa mostra chiude il ciclo delle grandi mostre la Via della Seta e la Civiltà Cinese che ha contato su mostre come Gengis Khan e il tesoro dei Mongoli, I Segreti della Città Proibita, La Nascita del Celeste Impero. La mostra sulla Cina a Ca’ dei Carraresi a Treviso, che prende il via a ottobre 2011, celebra il quarantennale dei rapporti tra Cina ed Italia e sarà

Venezia e l’Egitto, mai così vicini I rapporti millenari tra Venezia e l’Egitto raccontati per la prima volta attraverso oltre 300 opere esposte sino al 22 gennaio 2012, nella spettacolare Sala dello Scrutinio di Palazzo Ducale - cuore e simbolo della Serenissima. Una mostra in cui s’intrecciano storia, 10

Il Settecento a Verona. Tiepolo, Cignaroli, Rotari Nella notte tra il 24 e il 25 aprile 1945 l’esplosione del ponte scaligero di Castelvecchio faceva crollare quasi completamente la più celebre opera d’arte veronese del XVIII secolo: il Trionfo di Ercole che Giambattista Tiepolo aveva affrescato nel 1761 sul vasto soffitto del salone da ballo di palazzo Canossa. Oggi, 250 anni dopo, è possibile risarcire gli occhi del visitatore grazie alla ricostruzione virtuale di quel capolavoro. Con questa occasione viene presentato al pubblico un panorama della pittura veronese del pieno Set-

tecento, restituendole finalmente il ruolo che storicamente le spetta. I viaggi di Pietro Antonio Rotari alle corti di Vienna, Dresda e Pietroburgo da un lato, i dipinti inviati da Giambettino Cignaroli a sovrani, nobili e alti prelati di mezza Europa dall’altro, inseriscono infatti di diritto l’arte veronese - capace di mantenere sempre autonomia e originalità rispetto alle correnti dominanti nella vicina Venezia - in uno dei fenomeni culturali più qualificanti dell’intera civiltà figurativa di quel secolo, cioè la diffusione dell’arte veneta nei più prestigiosi circuiti internazionali. Verona, piazza Bra, Palazzo della Gran Guardia, fino al 9 aprile 2012.

l’occasione per esporre dei pezzi eccezionali, mai visti in mostre precedenti. Oggi la mostra Manciù l’Ultimo Imperatore documenta un periodo come quello della dinastia Qing, segnato da guerre intestine; pezzi forti saranno le spade di Dorgun e Nurhachi accompagnati da armi da fuoco e preziosi finimenti usati in battaglia. La mostra resterà aperta sino al 13 maggio 2012.

Un Veneto ricco di mercatini delle feste

avventura, scienza, commerci, vicende umane e grande arte. Come Cleopatra sedusse prima Cesare e poi, fatalmente, Marco Antonio, così il fascino dell’Egitto seppe conquistare prima Roma e poi, nel tempo, l’intero Occidente. La mostra illustra i rapporti tra “Venezia e l’Egitto” nel corso di quasi due millenni: dai ritrovamenti archeologici che documentano relazioni in età classica, fino all’apertura del canale di Suez. Nel mezzo stanno figure ed eventi spesso eccezionali, lungo un filo rosso storico finora mai dipanato nel suo insieme. Dalla traslazione del corpo di San Marco da Alessandria nell’828, alle avventure ottocentesche di esploratori come Giambattista Belzoni, uno dei padri dell’archeologia italiana, e Giovanni Miani.

info: >www.settecentoaverona.it< >www.laviadellaseta.info< >www.visitmuve.it<

È ricco il calendario dei mercatini di Natale che si svolgono in tutte le province del Veneto e offrono la possibilità di visitare splendidi centri storici con la magica atmosfera natalizia e acquistare tanti prodotti tipici sia alimentari sia dell’artigianato. A Belluno le bancarelle sono in Piazza dei Martiri sino al 24 dicembre; a Schio (Vi) il mercatino si svolgerà dal 3 al 24 Dicembre 2011 e il 6 gennaio 2012. Molte le attività per le feste di Cortina d’Ampezzo che allestisce il mercatino in Corso Italia fino al 31 dicembre. Sull’altopiano di Asiago bellissime le casette in legno caratteristiche di Asiago che allestisce i Giardini di Natale fino all’8 gennaio e a Gallio, dove presso i giardini le casette dei Mercatini offrono prelibatezze locali e artigianato. Monselice (Pd) si tinge di rosso il centro storico l’8-11-12-18-19 dicembre, mentre a Padova i mercatini conquistano le principali piazze della città e le luci dei bachetti restano accese sino al giorno della befana. Montagnana (Pd) ospita il mercatino sino alla vigilia così come Thiene, (Vi). A Legnago (Vr) le bancarelle popolano il centro tutti i sabati e le domeniche di dicembre fino alla vigila, mentre a Bassano del Grappa saranno godibili fino al 26. A Caorle (Ve) saranno tutti i sabati e domeniche di dicembre e gennaio 2012.


Una casa a misura di sogno La casa rispecchia la nostra personalità: è il luogo che ci accoglie e ci coccola, uno spazio capace di regalare emozioni e portare armonia alla nostra quotidianità. Per questo ArpiArreda, da anni, con il suo staff di architetti e arredatori esperti nel settore crea progetti personalizzati e gratuiti, studiati per caratterizzare la vostra casa e arredarla secondo i vostri desideri. Soluzioni che soddisfano ogni esigenza di funzionalità, estetica, confort, rispettando le vostre previsioni di spesa. ArpiArreda crea emozioni su misura, rendendo la casa uno spazio unico, elegante, piacevole da vivere.

Via Ponte Grasso,2 30030 Salzano VE Tel 041 48 45 76 Fax 041 48 45 56 info@arpiarreda.it www.arpiarreda.it


visto per voi | LOOK

Angelo Morbelli: Le parche, 1904. Collezione privata

Il divisionismo La luce del moderno

Pittura di luce, colore ma anche e soprattutto pittura di emozioni. Presto a Rovigo una nuova grande mostra ra il 1890 e l’indomani della Grande Guerra si sviluppa in Italia una delle più emozionanti stagioni dell’arte degli ultimi secoli. A febbraio, una grande mostra, “Il Divisionismo. La luce del moderno”, ripropone i tratti salienti di quella che possiamo definire la prima effettiva cesura rispetto agli stili del passato, la prima delle avanguardie. Sono gli anni in cui in Francia Signac e Seraut “punteggiano” il Neo Impressionismo, e in Italia diversi artisti si confrontano con l’uso “diviso”

dei colori complementari. E lo fanno con assoluta originalità. È, come afferma il sottotitolo della mostra, la luce del moderno che essi così magistralmente creano e interpretano. Sono sperimentazioni che consentono agli artisti che si affacciano alle soglie del Novecento di affrontare con tecnica spesso audace e coraggiosa le tematiche del nuovo secolo, dal mutato rapporto con la realtà agreste all’evoluzione della città moderna, dalle scoperte scientifiche agli incombenti conflitti sociali. Nel Divisionismo italiano i puntini e le barrette colorate dei francesi

diventano filamenti frastagliati che invece di accostarsi spesso si sovrappongono. Ma ciò che è veramente diverso è lo spirito: qui la nuova tecnica pittorica aiuta a rappresentare, meglio di altre, l’intimità, l’allegria, lo spiritualismo, il simbolismo, l’ideologia anche politica. Ovvero i sentimenti, le passioni, le istanze che univano quella generazione di artisti. Pittura di luce, colore ma anche e soprattutto pittura di emozioni, quindi. L’indagine che Francesca Cagianelli e Dario Matteoni proporranno a Palazzo Roverella di Rovigo ridi Germana Urbani

13


LOOK Carlo Carrà: Uscita dal teatro olio su tela, 1909, Estorick Collection of Modern Italian Art, Londra Benvenuto Benvenuti: La nascita di Venere 1907, olio su tela Leonardo Dudreville: Trilogia campestre. La Terra. La Madre Grande olio su tela, 1912, Museo d’Arte di Lugano Enrico Lionne: Fuori Porta San Giovanni olio su tela, 1911, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma

legge la storia di questo momento magico dell’arte italiana. Valorizzando figure come quella di Vittore Grubicy de Dragon e il suo Divisionismo fatto di musica e di ricerca scientifica. Poi Plinio Novellini, icona del Divisionismo tra Toscana e Liguria, prototipo di quelle diverse dimensioni territoriali che sono forse la maggiore ricchezza del movimento e che questa mostra mette, per la prima volta, in giusta evidenza. Ma non mancano i grandissimi: Previati, Segantini, Morbelli, Pellizza da Volpedo. E ancora il ricordo della storica Sala Divisionista della Biennale del 1914. Per giungere alla straordinaria stagione divisionista di artisti come Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Gino Severini, Carlo Carrà e alla Secessione Romana. Ultimi, emozionanti bagliori di una vicenda artistica che va a concludersi, per sfociare nel rivoluzionario “nuovo” del Futurismo. Ed è l’avvio di un’altra grande storia tutta italiana. L’esposizione, che si svolgerà a Rovigo, a Palazzo Roverella dal 25 febbraio al 23 giugno 2012, sarà sicuramente tra i più importanti eventi espositivi italiani del prossimo anno. A promuoverla sono la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo con il Comune di Rovigo e L’Accademia dei Concordi.

14

Giacomo Balla: Ritratto all’aperto olio su tela, 1902, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Roma Plinio Nomellini: Il fienaiolo 1888. Livorno, Museo Civico G. Fattori Gaetano Previati: Nel prato olio su tela, 1890, Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti, Firenze


v ia manzoni 2 路 taglio di po 路 3 49 495 0 867 路 w w w.tr ansi t .i t


LOOK | cultura

A Ottavio e Rosita Missoni il Premio Raffaello 2011 Consegnati a Pesaro nell’albergo/museo Alexander Museum Palace Hotel deato dal proprietario dell’Alexander Museum, il conte Alessandro Marcucci Pinoli di Valfesina, il Premio Raffaello - giunto alla sua quarta edizione - viene assegnato a personaggi di spicco dell’arte, della cultura, della moda. Fra gli altri, nelle passate edizioni, sono stati premiati lo scrittore Valerio Massimo Manfredi, il regista Pupi Avati, l’artista Lisa Sotilis, lo sceneggiatore e poeta Tonino Guerra, il quotidiano Il Resto del Carlino. Nella spettacolare cornice dell’Alexander Museum Palace Hotel di Pesaro è stato assegnato il Premio Raffaello per l’anno 2011 agli stilisti Ottavio e Rosita Missoni “per la loro incomparabile arte di creare, di fare impresa e di vivere, fari luminosi per la memoria e per il futuro del Made in Italy basato sullo stile, sull’eleganza e sulla fantasia”, al giornalista Salvatore Giannella “per i suoi 40 anni di attività giornalistica e da ultimo come scrittore di libri segnati dall’arte di scovare personaggi e di scavare nella storia”, all’artista Walter Valentini “che ha portato nella sua lunga e ammirata attività artistica in Italia e nel mondo la testimonianza della multiforme cultura rinascimentale appresa nella sua gio16

vanile attività tra le mura di Urbino”. Un Premio Speciale Raffaelo 2011 è stato inoltre assegnato al critico d’arte Achille Bonito Oliva “fondatore del movimento artistico Transavanguardia, per averci aiutato, con il suo originale eclettismo e le sue utili provocazioni, a (ri) scoprire noi stessi tramite le opere degli artisti più vicini a noi per sensibilità e storia”. Il Premio gli è stato assegnato anche in occasione della sua Mostra sulla Transavanguardia, attualmente aperta a Palazzo Reale di Milano e dei 150 anni d’Unità d’Italia. La cerimonia di premiazione si è tenuta, nel corso di un’elegante serata tutta dedicata all’arte, il 26 novembre, sempre all’Alexander Museum Palace Hotel, il singolare albergo/museo di Pesaro a cui hanno lavorato oltre 100 artisti, inserito fra le opere d’arte non trasportabili della Biennale di Venezia 2011. Ai vincitori - ai quali sarà fatto un ritratto da parte di alcuni degli artisti che hanno firmato le 63 stanze dell’hotel - è stata consegnata una scultura in perpex realizzata dalla storica azienda Vittorio Martini, che da 140 anni produce articoli tecnici e da disegno per l’ingegneria, l’architettura e la nautica, all’interno della quale appare in trasparenza l’immagine di Raffaello Sanzio, a cui il premio è dedicato.

Alexander Museum Palace Hotel È l’unico albergo italiano nella classifica Top Ten dei migliori Design Hotel d’Europa ed è stato inserito fra le Opere d’arte non trasportabili della Biennale 2011. Una “performance permanente”, come ama definirlo il suo proprietario - il Conte Nani Marcucci Pinoli di Valfesina - dove ogni spazio, ogni stanza, ogni dettaglio porta la firma di un autore diverso. Nove piani di arte contemporanea, 63 camere firmate da 75 artisti diversi e le parti comuni decorate da altri 25, per un totale di 100 fra pittori e scultori. Ogni camera è trattata come un’opera d’arte a sé stante, realizzata con diversi materiali (dal ferro, al plexiglass, alla resina) e tecniche (dal dripping alla semplice matita, dal tradizionale affresco al découpage). Ad essere decorate non sono solo le pareti, ma anche i mobili, i soffitti, i pavimenti e i bagni. Le porte, che anticipano lo stile delle stanze, conferiscono ai corridoi un effetto museo, come se ci si trovasse davanti a ben 18 gallerie (tanti sono infatti i corridoi) di dipinti appesi geometricamente alle pareti, proprio come in un museo. Davanti all’hotel spicca una stele di Enzo Cucchi di 16 metri e al suo interno si trova una grande collezione di sculture e quadri dei principali protagonisti dell’arte contemporanea, quali Sandro Chia, Giò Pomodoro, Enzo Cucchi, Mimmo Paladino, Primo Formenti, Arnaldo Pomodoro, Nanni Valentini, Simon Benetton, Mauro Brattini, Gino Marotta, Loreno Sguanci. Informazioni: Alexander Museum Palace Hotel Viale Trieste, 20 · Pesaro · tel 0721 34.441 e mail: alexander@viphotels.it www.alexandermuseum.it


of f icina del f iore

floral design • alta decorazione • composizioni floreali

Dettagli e particolari che riescono ad interpretare i desideri, attraverso grandi realizzazioni floreali e piccoli capolavori progettati con la massima cura ed attenzione. Complementi d’arredo che rendono magica l’atmosfera di ogni ambiente. Aziende selezionate per fare la differenza.

LA MAISON DE LILLÀ • SARMEOLA di RUBANO Via Lazio, 1 (palazzo ufficio postale) Tel 0498978385 • www.lamaisondelilla.it • lamaisondelilla@virgilio.it


LOOK | il crucilibro

Ridere e piangere… purché emozioni Dante Alighieri diceva che “la bellezza risveglia l’animo all’agire”, così un bel libro può essere una carezza che consola o un’ala verso mondi lontani

Tawfik Younis

Luciana Littizzetto Franca Valeri

Andrea Vitali

Margaret Mazzantini

Karima, giovane donna marocchina

La donna di tutte le età

Antonio Cervicali

Due figli, il libico Faid e il sicilianissimo Vito

Alter Ego

Fatima, la cugina e amica del cuore

Gli uomini

Zia Antonia

Due madri che nel mare vedono il passato

Location

L’Italia e le sue contraddizioni

La società contemporanea

Bellano, un paesino dove tutto accade

Due mondi che sembrano inconciliabili, ma che queste pagine uniscono

Co-Protagonisti

Dario, un ex sessantottino che si è avvicinato alle ragioni profonde dell’Islam

Coppia, figli, sesso e lavoro

Ernesto, fratello di Antonio e la moglie Augusta

Una manciata di acqua salata, il mare, racchiusa in uno stretto che allontana e unisce

Intrigo

Karima, Dopo un’infanzia segnata dalle violenze del padre, segue sua cugina in Italia che le fa conoscere Dario, l’amore. Ma i problemi non mancano né le amarezze

I primi libri, i primi tacchi alti, il primo bacio. I secondi libri, le centesime scarpe e i millesimi baci. L’approccio femminile alla vita a tutte le età

Finale

La protagonista resta incinta e scopre che Dario non desidera affatto un altro figlio e vorrebbe spingerla ad abortire. Per lei è l’inferno ma la vita la porta altrove

Antonio decide che è venuto Il mare che li divide è un tappeto Un inventario dei comportamenti il momento di occuparsi volante, oppure una lastra di tipici di maschi e femmine di dell’anziana parente. Certo, non cristallo che si richiude sopra fronte all’amore, dagli anni è ricca, ma si può sempre sperare le cose. Ma sulla terra resta Trenta a oggi in qualche briciola di eredità… l’impronta di ogni passaggio

Cosa dire del libro

Una struggente allegoria della vita umana attraverso le poetiche parole di un’ancora più antica tradizione

Un giallo divertente e raffinato, Due voci diverse e perfettamente un affresco di vizi e virtù di intonate dialogano in modo quanti nella vita cercano di comico, ironico e universale sulle sottrarsi a doveri ed affetti e poi donne, gli uomini e l’amore si ritrovano innamorati

Eroe - Eroina

Leggere…

18

Tawfik Younis La sposa ripudiata Bompiani, pp. 302 € 17.00

Luciana Littizzetto Franca Valeri L’educazione delle fanciulle Einaudi, pp. 112 € 10.00

Farid e Jamila fuggono da una Ernesto si è sempre occupato di guerra che corre piú veloce di zia Antonia. L’ha tenuta in casa loro. Angelina insegna a Vito che finché lei - ormai anziana - non ogni patria può essere terra di ha preferito trasferirsi nella Casa tempesta, lei che è stata araba di Riposo di Bellano fino a undici anni

Andrea Vitali Zia Antonia sapeva di menta Garzanti, pp. 160 € 13.90

Un romanzo di promesse e di abbandoni, forte e luminoso come una favola

Margaret Mazzantini Il mare al mattino Einaudi, pp. 128 € 12.00

di Germana Urbani · info: >bompiani.rcslibri.corriere.it< >www.einaudi.it< >www.garzantilibri.it<


esprimi un desiderio A Natale i sogni ti portano in luoghi meravigliosi. Ti invitiamo a visitare il nostro showroom un ambiente magico dove ti aspettano originali idee regalo per il tuo Natale e per quello delle persone che ami.

Via Luigi Einaudi, 15 Sarmeola di Rubano Padova Tel. +39 049 635730 www.euroverde.eu


LOOK | marketing e comunicazione

Trovare lavoro col “personal branding” Il curriculum è un biglietto da visita che deve spiccare fra gli altri e catturare l’attenzione in pochi attimi. Per questo il modo in cui è scritto e veicolato ha bisogno di una vera e propria strategia di marketing. iornate intere passate davanti al computer rispondendo a ogni annuncio di lavoro, centinaia di curricula inviati, magari anche un tour per andare di persona all’ufficio risorse umane delle aziende e presentarsi, ma la risposta è sempre la stessa: “Le faremo sapere”. Passano le settimane, ma del tanto atteso responso nessuna notizia: il telefono non squilla, la mail non arriva, la frustrazione aumenta. Alzi la mano chi non ha vissuto questa esperienza. La crisi si vede anche da questo: sono tante le persone che si trovano a dover scrivere un curriculum e non sanno come fare: farlo nel modo giusto può rivelarsi la carta vincente per dare nuove prospettive alla vita professionale, o almeno per non precludersi dall’inizio l’opportunità di trovarne di nuove. Cercare lavoro, infatti, è un vero e proprio lavoro, con i suoi metodi, i suoi tempi, le sue strategie che, se utilizzate 20

di Claudio Capovilla

con criterio, possono dare grandi frutti. Quali sono dunque i passi da seguire per arrivare dritti all’obiettivo? Innanzi tutto è fondamentale porsi come imprenditori di se stessi, promovendo le proprie caratteristiche ed esperienze in un’ottica di personal branding: secondo questa nuova “filosofia”, il candidato si presenta come un vero e proprio brand, utilizzando una serie di canali - siti web, social network e mail - come strumenti di marketing per farsi conoscere. Se il classico curriculum, infatti, resta ancora il modo più efficace per dire chi siamo e cosa abbiamo fatto, la sua diffusione, con il tempo, si è allargata grazie ai nuovi strumenti forniti dalla rete: si aggiornano i mezzi, ma rimangono fermi alcuni principi base. Per capire meglio da dove partire, è importante mettersi nei panni di chi riceve il curriculum: di solito è un responsabile delle risorse umane, o il titolare di un’azienda, che si trova


a sfogliare centinaia di profili, con il telefono che squilla e i tanti impegni quotidiani. Il tempo che riserva all’analisi dei possibili candidati per un posto vacante è poco, anzi pochissimo: qualche minuto, 2 o 3 al massimo, per leggere vita e studi di una persona, una trentina di secondi se il curriculum è visualizzato sul monitor. A colpire la sua attenzione sono, prima di tutto, l’ordine, la chiarezza e la sinteticità con cui sono disposte le informazioni: due pagine sono più che sufficienti a patto che siano scritte senza nessun errore di ortografia (rileggere, rileggere, rileggere) e ordinate in successione cronologica dall’esperienza più recente alla più datata; senza però eccedere: aver cambiato spesso lavoro è letto come un segnale di poca affidabilità e incapacità di adattamento. Se due pagine vi sembrano poche per riassumere le innumerevoli attività che avete svolto, forse il presupposto da cui partite per scrivere il curriculum non è corretto. Non ne esiste, infatti, uno adatto a tutte le occasioni e utile per tutte le aziende: il vostro profilo deve essere personalizzato in base alla posizione per cui volete candidarvi mettendo nero su bianco solo quelle competenze o quelle esperienze che possono essere dei plus per quell’azienda particolare. Questo presuppone un’analisi preventiva e accurata delle sue attività, dei suoi sviluppi e delle posizioni aperte: un curriculum non richiesto finisce spesso nel cestino. Nel dettaglio, poi, chi legge la vostra storia sarà colpito da caratteristiche magari secondarie, ma che possono creare valore aggiunto all’interno del proprio team: l’aver praticato attività sportive come calcio, pallavolo o rugby, per esempio, può essere indice della capacità di lavorare in gruppo; praticare sport estremi, invece, denota un carattere coraggioso tipico di chi si lancia in nuove sfide. Anche in questo caso, tuttavia, è

Il candIdato sI presenta come un vero e proprIo brand, utIlIzzando una serIe dI canalI – sItI web, socIal network e maIl – come strumentI dI marketIng per farsI conoscere.

necessario selezionare quali hobby e passioni indicare in base al lavoro che si cerca. Perché l’obiettivo del curriculum è farsi assumere stuzzicando la curiosità dei selezionatori, senza dimenticare che a parlare per voi - e prima di voi - sono anche i canali di comunicazione in cui siete presenti. Secondo una recente indagine dell’Associazione Direttori Risorse Umane, il 71,42% delle aziende utilizza internet come strumento d’indagine nei confronti dei potenziali collaboratori: il 21,5% delle imprese cerca il loro profilo su Facebook e ben 65,6% su LinkedIn, la rete professionale on line dove a fare la differenza sono le segnalazioni fatte da colleghi e ex datori di lavoro che evidenziano le competenze e le qualità umane dei propri contatti in un passaparola virtuale molto efficace per chi sta selezionando nuove risorse. Per i giovani in cerca di lavoro, quindi, diventa inevitabile padroneggiare queste realtà con la consapevolezza che ogni impronta lasciata nella rete influenza i selezionatori. Coltivare con cura la propria immagine on line diventa, perciò, essenziale per proporsi al mondo del lavoro proprio come se si fosse un brand aziendale. I dirigenti, soprattutto nei periodi di crisi, cercano risorse attive e propositive: più che di semplici dipendenti hanno bisogno, in sostanza, di collaboratori capaci di porsi come imprenditori di se stessi, in grado di portare entusiasmo, innovazione e grinta nel team.

Claudio Capovilla è Direttore di Strategia di Gruppo icat, agenzia di comunicazione e marketing padovana attiva in tutto il territorio nazionale. Ricopre la carica di Consigliere all’interno del direttivo di UNICOM (Unione Nazionale Imprese di Comunicazione).

21


LOOK | music look

È la stagione degli sport invernali. Sci e snowboard escono dalla polvere per tornare nel loro habitat naturale: la montagna. Music Look in questo numero ha creato in esclusiva per Look una playlist soulful house per accompagnare le vacanze invernali. Tutto il calore della soulful sulle gelide piste!

track artista

1 2 3 4 5 9 7 8 9 10 11 12 13 14 15

brano

Sonny Fodera Spooky (Original Mix) Jack & The Jerk Another Chance (Jack & The Jerk Original Mix) Mekkah Feat Stephen Granville Race Of Survival (Sean Mccabe Remix) Jamie Woon Lady Luck (Yas & Meyer Remix) Groove Junkies Feat Indeya You Know How To Love Me (R. Earnshaw Remix) Kerri Chandler Rain (Old School Vocal Mix) Luis Radio & Raffa Scoccia Organismo (Original Mix) Mustafa Feat Elisangela Vem Quente Que Eu Estou Fervendo (Brahma Mix) The Muthafunkaz Oh I Miss You (Atjazz Remix) Alfred Azzetto & Vincent Valler Feat Manuelle I’ve Got The Music In Me (Resoul Mix) Marvin Gaye What’s Going On (Big Moses Mix) The Police Every Breath You Take (Scott Wozniak Remix) Copyright 5Am Shadow (Original Mix) Patti Labelle New Day (Reel Soul Mix) Simon Grey Feat Robbie Smith Together (Dave Storm & Rocco Remix) * I branI della playlIst sono contenutI nel radIo show Paradise City, Ideato da Massimo Labraca. Paradise City. eternal lIfe, eternal dance! radIo show 7-8 pm on Stereocittà 22

di Massimo Labraca · >massimolabraca@stereocitta.it<


LO STILE IN OGNI OCCASIONE Uno spazio dedicato alla moda, dove la qualità è un valore accessibile. Collezioni eleganti, dal gusto classico, per vestire di esclusività la propria giornata; ma anche jeans, proposte casual e moda giovane, per i momenti informali e il tempo libero. Capi di qualità capaci di accontentare tutte le esigenze, anche nel prezzo: un vasto assortimento all’insegna dello stile per essere impeccabili in ogni occasione.

Presso CENTRO COMMERCIALE PRISMA Tel. 041 5732564 › Santa Maria di Sala (VE)

Gruppo Tommasini


alla Festa di Capodanno

io ci sarò …

… e tanti Auguri a tutti! bito: prenota su ere ( Ve) z r a v a C · ) herificio c c u Z x E a n , 18 (Zo 6292838 9 3 3 . l l e Via Cavour C 10213 · Te l . 0 4 2 6 3


book | LOOK

Anche le blogger hanno un cuore. Soffice. C’è Tort@ per te. Il gusto soffice del web i chiama “C’è tort@ per te. Il gusto soffice del web”, il libro ideato da Valle’ Italia e pubblicato da Trenta Editore, che rappresenta un’autentica novità per il mercato italiano perché è il primo ricettario firmato dalle blogger. Valle’ ha convinto 16 autorevoli blogger a svelare le ricette del loro dessert soffice preferito e a raccontarle in prima persona. Ne è nato un libro speciale. E non solo perché è una novità assoluta per l’Italia, ma anche perché Valle’ devolve l’intero ricavato delle vendite alla campagna Nastro Rosa della LILT contro il tumore al seno. Dal panettone con le mele alla “torta olio di gomito”, dalla New York cheese cake alla schiacciata alla fiorentina, dalla crostata di maggio alla “torta di mele più buona del mondo” è davvero difficile resistere alla tentazione di mettersi ai fornelli e preparare con le proprie mani i deliziosi dessert creati e raccontati dalle più famose blogger italiane (tra cui Marina Malvezzi, Anna Gentile, Elena Policella, insieme ai cuochi delle cucine Valle’). Donne che non solo hanno svelato i loro segreti in cucina, ma ne hanno raccontato le emozioni, le storie e i frammenti di vita che rendono speciale ciascuna ricetta.

S

Le Blogger Autrici Viviana Dal Pozzo blog: Cosa ti preparo per cena? Annalisa Sera blog: In cucina con me

Aurelia Bartoletti blog: Profumi di cucina Laura Adani blog: Io… così come sono…

Loriana Pontil blog: La mercante di spezie Anna Gentile blog: Anna the nice Simona (e Claudia) Giunti blog: Le pellegrine artusi

Elena Policella Nadia Tagliatatela blog: Meno male son golosa blog: Vita da precisina

Marzia Franchini blog: Il mondo di adrenalina

Claudia Magistro blog: Scorza d’Arancia

Morena Roana blog: Menta e Cioccolato

Marta Tovaglieri blog: Streghetta in cucina

Claudia Tiberti blog: Verdecardamomo

Chiara (e Angela) Maci blog: Sorelle in pentola

Marina Malvezzi blog: Mangiarbene

dimensioni: 17x24 cm · pagine: 72 · prezzo: € 14,00 · In vendita presso tutte le librerie italiane

25


Azienda certificata: UNI EN ISO 9001:2000 UNI EN ISO 13485:2004 (EN ISO 13485:2003)


Voglia di leggerezza

terme | LOOK

Alle Terme di Loipersdorf, divertimento e relax nel cuore verde dell’Austria. Il resort di 35.000 metri quadrati ha un nuovo acquafun e dispensa attenzioni per ogni età. adesso pausa. Una meta tra le mete per abbandonare routine e ritmi quotidiani da frullatore si trova nel cuore verde dell’Austria circondata da boschi e vigneti. In piena Stiria (regione che sa bene cos’è il buon vivere) le Terme di Loipersdorf dispensano benessere, relax e divertimento in una cornice di pace e natura, profumi e colori annessi. Tempo di decompressione: cinque minuti. Tanto basta (e al massimo) per posare i bagagli e immergersi in un clima di irresistibile leggerezza. A partire dall’acqua, che qui

è stata trovata per caso alla fine degli anni Settanta mentre si cercava il petrolio. Scava, scava e dal suolo, anziché l’oro nero, è sbucata una risorsa di tutt’altro colore, ma preziosissima per la salute. A Loipersdorf la quantità di sostanze sciolte nell’acqua supera del 650% il valore minimo stabilito per poter essere definita termale. Prelevata da 1.100 metri di profondità e a una temperatura di 62°C ha effetti decisamente curativi: un litro contiene 7.500 mg di sostanze minerali sciolte, particolarmente indicate per la cura di malattie alle articolazioni e della colonna vertebrale. Salubre, quindi, ma anche antistress. Come ha stabilito un recente studio, un bagno di 25 minuti nell’acqua termale di Loipersdorf riduce in maniera significativa l’indicatore di stress cortisolo per l’effetto benefico del calore e dei minerali presenti. E dagli inizi correva l’anno 1981 - le Terme di strada ne hanno fatta parecchia. Oggi sono un resort che snocciola numeri da primato europeo: 35 piscine e 23 saune, due ristoranti, cinque hotel, un centro conferenze, un campo da golf e un centro fitness per un totale di 35 mila mq di superficie e 600 mila ospiti all’anno. Ma al di là di ogni cifra la prerogativa che salta subito all’occhio è l’offerta trasversale con cui di Chiara Corridori

27


LOOK il resort termale può coprire ogni tipo di vacanza. Meta di turismo congressuale è una destinazione perfetta per il divertimento formato famiglia e allo stesso tempo oasi esclusiva di remise en forme. Ci sono spazi e angoli per tutti, a partire dal nuovo acquafun aperto lo scorso novembre con nove scivoli (tra cui in anteprima europea uno doppio da competizione) e aree attrezzate per bambini. E siccome a Loipersdorf hanno ben presente che l’ansia è gioia repressa e che quindi va liberata, gli scivoli hanno caratteristiche diverse, ma un comun denominatore: lasciarsi andare. Letteralmente. Magari con effetto mulinello come succede se si sceglie lo scivolo Tornado, che prima di finire la sua corsa fa tappa in una piscina intermedia tonda. Chi ama la velocità, invece, non deve perdere il Freccia, che in curva raggiunge i 60 km orari. Se poi ci si vuole trasformare in saette per sfidare compagni e amici, perfetto il Formula 1: due scivoli con due gommoni da due posti ciascuno, partenza affiancata e percorso in due tunnel distinti. Uno spasso che prosegue anche nella stagione più fredda (visto che gli scivoli sono chiusi e confluenti in una piscina interna) e strizza l’occhio ai visitatori in erba con un nuovo acquapark in legno dedicato alla fascia 3-10 anni e zeppo di tronchi scavati, scivoli, casette sugli alberi, ponti e getti d’acqua. Le recenti new entry hanno arricchito il preesistente parco acquatico esterno e le piscine interne dell’area definita Terme da vivere (Lebenstherme), la più grande del complesso e anche la più frizzante dove con l’acqua, oltre a rilassarsi, si gioca e si nuota. Le Lebenstherme comprendono tanti e diversi ambienti adatti a ogni età ed esigenza. Nessuno escluso. Per i più piccoli c’è la Baby Beach con sabbia vera e minipiscina con onde. Per tutti e di tutti i tipi fanno in totale 21 piscine interne ed esterne: da quelle per il nuoto controcorrente o trasportato alla vasca sportiva da 20 metri, dalla riscaldata 36 gradi alla piscina Acapulco con

28

Terme di Loipersdorf A8282 Loipersdorf 152 Tel: +43 (0) 3382/8204-0 >www.therme.at<

trampolini da uno a tre metri e grande scivolo. Il relax, invece, è declinato in nove tipologie di saune (in prima fila le finlandesi e quelle alle erbe aromatiche), solarium e cabine a infrarossi, vasca Kneipp, grotta del vapore, doccia refrigerante tra le rocce… Imperdibile l’effetto della grotta salina (sdraiati ad occhi chiusi tra stalattiti toccasana per vie respiratorie e pelle) e della Sfera Alpha: cullati su lettini-baccello che si muovono delicatamente con il flusso del respiro si è avvolti da onde di calore e di suono mentre oscillazioni impercettibili massaggiano il corpo. Decisamente più intimo e raccolto lo Schaffelbad, spazio che il resort riserva alla distensione e alla cura di sé in una cornice di raffinato design. In 8.500 mq distribuiti su quattro piani si trovano biblioteca, terrazze relax con affaccio sul lago, 14 piscine (tra cui la vascacatino Schaffel, che dà il nome all’area) e altrettante saune (il consiglio va alla carinziana in legno e alla sauna panoramica di 48 mq con aromi aleggianti che arrivano dalla frutta e dal miele). Qui ci si può concedere anche coccole extra come farsi guidare da un terapeuta leggeri nell’acqua in una piscina circolare a 36 gradi (Watsu) o provare il rasul, antico rituale di purificazione orientale, proposto nella variante stiriana con prodotti provenienti dalla natura. Targata Loipersdorf.


calzature, abbigliamento, pelletteria, valigeria uomo, donna, bambino

e molti altri marchi

Spinea · via della Costituzione, 129 · tel. 041/992307 Dolo · via Matteotti, 19 · tel. 041 413931 Noventa di Piave · via Mons. Rossetto, 5 · tel. 0421 307338 Oriago · via Venezia, 187 · tel. 041 5631348

w w w . d o m o r i . i t

i n f o @ d o m o r i . i t


LOOK | tendenze

“Fortunato è chi fa delle proprie passioni il proprio lavoro”

(Paul Valèry)

aper scegliere e assemblare abiti e accessori, far sì che la modella esprima il meglio di sé attraverso lo stile scelto, dare consigli su trucco e capelli, identificare il set giusto e soprattutto il mood creativo di un servizio fotografico. Sembra una banalità fare tutto questo! Eppure, basta rompere l’equilibrio e quello che potrebbe essere un completo meraviglioso diventa un orrore per eccesso o per difetto. Fare fashion styling non consiste solo nell’aver gusto ma anche senso dell’immagine e dell’immaginazione. Vero e proprio “reporter e giornalista visivo”, questa figura è l’anello di congiunzione tra il mondo della moda e il lettore di riviste di moda. La sua capacità d’interpretazione delle tendenze rende questo professionista uno dei più creativi del mondo moda. Lo stylist, infatti, deve inventare mondi, atmosfere, “sogni che tramuta in immagini”. Deve avere una disposizione per la modernità ed essere intuitivo, ma anche saper percepire e giudicare con gli occhi del pubblico. È fondamentale avere un flusso di idee e creatività piuttosto dinamico. L’idea vincente può arrivare in un lampo o può richiedere un percorso elaborato. A volte la preparazione richiede settimane. La trasformazione creativa è frutto di un lento, continuo e complesso lavoro di costruzione, aggiustamento e ricerca. “Il successo, in qualsiasi mestiere creativo, non è legato solo a doti innate. Il lampo di genio esiste ma è destinato a spegnersi se non è accompagnato da un serio impe-

S

30

gno e se non viene coltivato nell’ambiente giusto, in cui costruire fiducia in sé e professionalità”. Manuela Mezzetti, insegnante di fashion styling presso la scuola Moodart di Verona, ci racconta il suo punto di vista in merito alla creazione di nuovi talenti. Le abbiamo chiesto quali sono le qualità che accomunano i giovani aspiranti stylist e che li renderanno degni di lode. “La chiave per una professionalità di successo può essere considerata l’integrazione di logica ed intuizione, razionalità e creatività, esaltate da un ambiente e da un contesto culturale stimolante che sappia mantenere l’integrità dei due aspetti all’interno dei ragazzi. La predisposizione personale per la creatività e lo stile sono fondamentali, come l’essere flessibili, esplorativi, curiosi, motivati e perseveranti. È indubbio che i più validi creativi nascono anche dall’interazione con un ambiente capace di dare basi solide e di curare queste loro attitudini. Noi, alla Moodart, cerchiamo di incrementare il loro estro e talento e di trasformare in realtà il sogno di questi ragazzi, facendoli lavorare nell’ottica di un gruppo che crea con complicità, divertimento ed entusiasmo. Così facendo, credo che l’amore e la passione per questo lavoro in loro aumenti ulteriormente. Li coinvolgiamo attivamente in servizi fotografici e sfilate e cerchiamo di scoprire assieme, direttamente sul campo, quali sono le loro attitudini e il loro gusto”. Ai futuri stylist sono stati presentati i capi iconici per eccellenza (dal trench al dolcevita, dalla camicia bianca all’abito da sera) ed è stato chiesto a ognuno di loro di creare un’immagine, in cui reinventare, at-

traverso il loro gusto, il capo scelto. Fondamentale per questo lavoro è la documentazione: essere aggiornati sull’attualità, su particolari tendenze, film, subculture, epoche storiche, personaggi può rivelarsi molto importante! Reinventando un capo classico, il nesso con icone che l’hanno reso celebre diventa d’obbligo. L’incontro tra celebreties e moda è il punto cardine del servizio qui allegato e il suo scopo è rielaborare il passato attraverso le menti di giovani creativi. Per i loro lavori gli aspiranti stylist si sono ispirati a famosi personaggi: Monia ha preso ispirazione da Audrey Hepburn nel celebre film Colazione da Tiffany (che quest’anno, è peraltro al suo cinquantesimo compleanno), Giorgia si è collegata allo stile androgino di donne come Marlene Dietrich nel film Marocco degli anni 30, Mirko a Marilyn Monroe e Steve Jobs per realizzare l’immagine relativa al dolcevita, Rubina a Humphrey Bogart per il trench. L’abito da sera è stato rivisitato da Giovanna utilizzando tessuti in maglia melange. L’intento era renderlo più reale e umano e proiettarlo volutamente lontano dall’immaginario di lusso, divismo, red carpet, haute couture, dove normalmente alloggia. Per quanto riguarda la t-shirt, Nicolò ha scelto di non ispirarsi ad un’icona ma al tema dell’evoluzione e dice “Grazie al suo forte potere comunicativo è la t-shirt a iconizzare chi la indossa, e non viceversa!“ Durante il servizio la t-shirt di Nico è stata notata dal titolare della Datch, Adriano Pedio, che ha deciso di metterla in produzione e dice: ”I giovani sono il futuro, una risorsa preziosa su cui investire”.


“l’abito-memoria” del corso Moodart, dalla linea tradizionale ma dallo spirito innovativo, ha uno scheletro creato con intreccio di tubini trasparenti, normalmente utilizzati per le flebo. la silhouette verrà riempita con l’applicazione delle fotografie che li rappresentano durante gli shooting e le esperienze quotidiane vissute presso la scuola.

31


foto finite ma anche i tableau di riferimento”, conclude Matteo. “È stato fantastico vedere l’entusiasmo e l’eccitazione dei ragazzi il giorno del servizio. I loro occhi brillavano di gioia e questo ci conferma che stiamo seguendo la strada giusta. Molto interessante anche vedere come ognuno degli studenti abbia seguito percorsi diversi per arrivare a concepire l’immagine” ci racconta Manuela Mezzetti che li ha affiancati e guidati in questa costruzione creativa. “C’è stato chi, fin dal giorno in cui descrissi il progetto, ha avuto immediatamente un’idea molto chiara in merito a come voleva realizzare la propria immagine. E non si è più spostato dal suo concetto iniziale. È una fortuna quando intuisci in ma-

ragazza ha elaborato un’immagine caratterizzata dal tatuaggio di un teschio sul viso della modella. Particolare che, ad uno sguardo superficiale, può apparire bizzarro e apparentemente incomprensibile, ma comunque molto profondo. L’immagine si lega infatti alla tradizione dei Sugar Skulls Tattoo, ovvero i teschi di zucchero. Quest’usanza viene seguita dalle vedove messicane le quali si tatuano il volto per ricordare il marito defunto e, nell’occasione, si raccolgono al cimitero in un’atmosfera gioiosa perché è proprio gioiosamente che vogliono ricordare il marito. Il teschio è generalmente colorato con tinte sgargianti e spesso decorato con fiori in quanto vuole simboleggiare la rinascita dopo la morte. Ed così che, indossando un

“Comporre un moodboard conferisce allo stylist la capacità di tessere l’ordito dei diversi fili che si intrecciano nell’immagine finale. Osservare questa fase del lavoro regala, anche a chi guarda il progetto da fuori, una prospettiva sul percorso ideativo che sta dietro gli scatti finali; per questo abbiamo deciso di pubblicare non solo le

niera così chiara come vuoi procedere. Sarebbe bello avere sempre un’intuizione così profonda, folgorante e improvvisa! Ma l’attività celebrale può andare in varie direzioni; lo mostra, ad esempio, Rubina che, al contrario di Mirko è arrivata a concepire la sua idea in tempi più lunghi e attraverso un percorso articolato, ma comunque vincente. La

trench, si può ricordare Humprey Bogart, sex symbol anni 50’, quasi “metaforicamente” sposato con tutte le donne. Un collegamento, questo, non certo semplice, ma che comunque ha portato la ragazza ad ottenere il suo scopo. Due obiettivi quindi, quelli di Mirko e Rubina, raggiunti in modi alternativi e i cui percorsi possono essere

table au l ayouts:

Ni c o lò M i g l i e t t a

Così i sei ragazzi di Moodart, con sei personalità diverse, sono riusciti ad esprimere al meglio il senso della moda, ovvero il continuo reinventarsi. Il percorso che porta allo sviluppo di un progetto di styling segue una via di continua ricerca che si costruisce a partire da stimoli visivi inerenti a diversi settori. “Saper sintetizzare ogni input in una tavola grafica che ne esprima tanto lo spirito quanto ne evidenzi il concreto sviluppo nel progetto diventa uno step fondamentale per passare dalla suggestione di un’idea alla pratica di uno shooting” spiega Matteo Menotto, docente Moodart e coordinatore grafico per questa parte del progetto.

32


LOOK ricollegati alle differenti modalità di approccio da parte di personalità differenti; strade diverse, ma comunque efficaci che possono mostrare come perseguire le proprie idee, anche se stravaganti, sia sempre la cosa migliore”. “Troppo spesso gli stylist fanno cose per piacere, per essere accettati. In questo modo si perde la magia. Non puoi dare qualcosa di speciale ai tuoi lettori.” (Polly Mellen, fashion stylist)

SEI GIOVANI StylISt rEINtErprEtANO I clASSIcI dEllA mOdA E lE IcONE chE lI hANNO rESI ImmOrtAlI

“Io non seguo la moda, faccio la moda”

(TaMara De leMPicka)

33


34 l ayouts

&

p o s t- p r o d u c t i o n:

a rt direction e gr a fic a per trend rese a rch:

Matteo Menotto W il l i e c o r r e n t e

Manuela Mezzetti andrea chemelli

photogr apher:

servizio di

LOOK aPPle, insilvis

DOlceViTa, Datch

Nome: Mirko cognome: Burin

SEmplIcItÁ E FUNZIONAlItÁ il design non è come sembra o come appare. il design è come funziona. (Steve Jobs)

DOLCEVITA


T-SHirT, Scombinato Bracciali, crete piece of unique culOTTe, intimissimi ScarPe, Dr. Martens

Nome: Nicolò cognome: Miglietta

EVOlUtION indossare ciò che si vuole comunicare.

T-SHIRT 35


cOllaNa, Nicola luccarini TurBaNTe e aBiTO in tulle nero

Nome: Monia cognome: Mazzei

dAllA hEpBUrN AI SENtIErI dEll’AccIAIO: UNA rEmINIScENZA IN dIVENIrE la moda passa lo stile resta (Coco Chanel)

TUBINO 36


LOOK caMicia, Grifoni Giacca, Silver crowne calZiNi, calzedonia ScarPe, Green George

Nome: Giorgia cognome: laiti

WhO (mAN) Per reinquadrare la femminilitĂ

ANDROGINO 37


LOOK TreNcH, Missoni SaNDali, D’este FOularD, Hermes BODy PaiNTiNG, Sabine latini

Nome: rubina cognome: Marchiori

cOlOrS rEBIrth “Here’s looking at you, kid!”

TRENCH 38


aBiTO creato con fasce in lana e sciarpe DuTcH

Nome: Giovanna cognome: Squizzato

trIcOt cOUtUrE avvolgente sogno invernale

ABITO DA SERA 39


40

a n d r e a c h e m e l l i , Ni c o lò M i g l i e t t a , S e r g i o S a r n i c o l a & h a i r a r t i s t: l a r a O g n i b e n e , S e b i n e l a t i n i models: ekaterina, kornelia, Giorgina make-up

photogr aphers:


LOOK

s t y l i s t: M a n u e l a M e z z e t t i c o r s o M O O D a r T Ni c o lò M i g l i e t t a , M i r k o B u r i n , ru b i n a M a r c h i o r i Monia Mazzei, Giorgia laiti, Giovanna Squizzato

41


LOOK

Ancora con l’adrenalina per il loro primo servizio fotografico gli studenti di Moodart si sono trovati di fronte ad un’altra fortissima emozione: la partenza per gli Stati Uniti. Il corso per fashion stylist prevede infatti, oltre alla realizzazione del book, un workshop intensivo di dieci giorni in Ca-

photogr apher:

Ni c o lò M i g l i e t t a

lifornia. Lezioni di fashion english, marketing e ricerche di moda nei “second hand” di San Francisco e uno photo-shoot nella prestigiosa “Elite Fashion Academy” di Los Angeles hanno permesso ai futuri stylist di confrontarsi con il mondo, aprire la loro mente e trovare sempre nuove fonti di ispirazione. Lo spirito di Moodart è proprio quello di creare progetti formativi che vadano oltre la tecnica e che riescano ad abbinare alle competenze teoriche tanta pratica sul campo, contatto diretto con il mercato, esperienze all’estero, scambio e confronto culturale per offrire una formazione che sia prima di tutto una crescita personale.

42


43


LOOK | bellezza

Dillo con il tuo profumo…

Spesso un profumo ha una forza di persuasione più convincente delle parole, dell’apparenza, del sentimento e della volontà, come ricorda lo scrittore Patrick Suskind nel suo “Profumo”. Per questo quando ci troviamo a sceglierne uno è così difficile… Indossarlo è parlare agli altri di sé e non sempre quello che si vorrebbe dire è così chiaro anche dentro di noi! Chi siete, cosa volete ottenere, con quanta energia lo farete? Ditelo con una fragranza. 44

di Germana Urbani

Chanel N° 19 Poudre

L’eau de parfum Poudré nasce dall’esperienza del profumista Jacques Polge che grazie ad una forte impronta cipriata rende il classico 19 un pò più graffiante. Cattura l’olfatto con l’effluvio frizzante e intenso del neroli accompagnato da agrumi quali mandarino e arance che ben si sposano con il galbano. Il cuore racchiude in se l’essenza dei fiori di gelsomino e iris. Infine la base di questo profumo, termina con le calde fragranze boisè e speziate del muschio, vetiver e fava tonka. Per chi si sente elegante ed audace.

Ange ou Démon le Secret Elixir

Pensata per una donna forte e sensuale la nuova fragranza di Givenchy si arrichisce di note seducenti rispetto al più classico e fruttato Le Secret. Molto maliziose le note di limone italiano e tè verde, che vengono attenuate dal neroli, per dare femminilità. La sensualità del profumo è data dal cuore di fiori bianchi: gelsomino Sambac, fiore d’arancio e frangipane. Infine, voluttà, grazie al fondo di vaniglia e patchouli, che rimane sulla pelle a lungo, lasciando dietro di sé una scia misteriosa ed elegante.


info: >www.chanel.com< >www.givenchy.com< >www.versace.ws< >www.gucci.com< >www.acquadiparma.it< >www.juicycouture.com< >www.chloe.com< > www.bulgari.com<

Yellow Diamond Versace Sorprende la luminosità cristallina del cedro di Diamante, la freschezza di un sorbetto di pera tra note frizzanti di bergamotto e accenti di neroli. Emoziona l’eleganza dei fiori d’arancio tra spontanei bagliori di fresia e trasparenze di ninfea. Affascina la sensualità del legno ambrato, il carattere solare e vibrante del legno di Palo Santo e la raffinata presenza dei musk. Da regalare ad una donna preziosa come un diamante.

Gucci Guilty Credete che l’amore possa durare per sempre? Allora il vostro profumo è Gucci Guilty pensato per una donna consapevole di sé, sicura e decisa nella sua femminilità e nel suo essere affascinante. Si tratta di una fragranza filorientale, in altre parole fiori e anche frutta, ma di provenienza orientale, dove prevalgono le note fiorite. Il mandarino e il pepe rosa sono le note di testa mentre il cuore è composto dalla violetta, dal geranio e dai fiori di pesco, che donano dolcezza e morbidezza. A chiudere la composizione l’ambra e il patchouli, che lasciano un lieve aroma vanigliato.

Acqua di Parma Gelsomino Nobile

Il nobile giardino delle essenze Acqua di Parma si arricchisce del nuovo bouquet che fa del gelsomino il suo tratto essenziale. Un eau de parfum di un fruttato floreale, creato da una varietà rara coltivata in Calabria. Sfumature di raffinata femminilità, dedicato al fascino luminoso di una donna dall’eleganza naturale, che vive ogni momento con la giusta intensità e armonia.

Viva La Fuicy Parfume

In edizione limitata, come certe donne davvero uniche, Il profumo di Juicy Couture è malizioso, romantico e tradizionale. La fragranza è un mix irresistibile di mandarino, frutti di bosco, caprifoglio, gardenia e ambra. Un gusto forte ma fresco al tempo stesso. L’aroma è molto seducente e ammaliante. Annusandolo si ripercorre tutta la storia glamour della città di Parigi, tanto cara al brand.

Love Chloè Eau Intense

Un tocco orientale fiorito è il tratto caratteristico di Love Chloè Eau Intense e apre le sue note di testa con i fiori di iris, eliotropo e pepe rosa. Il cuore custodisce un’anima di giacinto, wisteria e fiori di lilla. Le note di base, terminano con l’effluvio caldo, dolce ed avvolgente della vaniglia e del muschio. La bottiglietta dal color oro, nuance in perfetto stile Chloè e sembra quasi ricordare la forma di uno scrigno. Un altro particolare chic e vintage è formato dalla catenina, che regge il tappo e che fa si che non si perda. Dedicato ad una donna sensuale, elegante e moderna.

Jasmin Noir L’Essence L’ultima versione di quest’essenza è addolcita, soffice, orientale e burrosa. Le note predominanti sono quelle della tonka, della liquirizia e della mandorla, mentre il gelsomino rimane in secondo piano assieme a pepe rosso e bergamotto. Jasmin Noire L’Essence di Bulgari è un profumo estremamente piacevole e sensuale, che non può essere indossato ogni giorno. Troppo sofisticato. Meglio conservare la sua eleganza e sensualità per le occasioni importanti. In edizione limitata è per le donne che sanno osare.

Marica

wedding planner la regia dei vostri sogni

per rendere pi• elegante e spiritoso il tuo evento vieni a vedere i nuovi accessori per il tuo matrimonio: lanterne volanti, sparacoriandoli, palloncini, riso colorato, segnaposti É e tanto ancora! Bomboniere Allestimento locali con decorazioni personalizzate Composizioni floreali Showroom Via Chieppara, 9 · Adria (Ro) cell. 3400772804 csmanfrinato@tiscali.it


Abbigliamento Donna

via Palù, 70 · Conselve (Pd) · tel. 049 7383253 · cell. 331 5963886 · fashion-outlet@libero.it


motor show | LOOK

uello del 2011 è stato un Motor Show di conferme. Non solo dal punto di vista del pubblico, ma anche delle auto esposte in anteprima. A Bologna infatti, dal 3 all’11 dicembre, si è confermato l’appuntamento con le ultime novità del mercato automotive. Sono quarantotto le anteprime di prodotto che il pubblico della manifestazione ha potuto vedere nei vari padiglioni: tra queste, otto novità a livello mondiale, sei debutti per il mercato europeo e trentaquattro anteprime nazionali. Questo 2011 ha visto anche la riapertura dei due più grandi padiglioni, occupati rispettivamente dall’intero gruppo Fiat e dal gruppo Volkswagen. Anche quest’anno poi il Motor Show ha potuto offrire al pubblico i test drive, su otto aree esterne, che l’anno scorso furono circa 30mila, come anche è stata confermata quell’attenzione alla mobilità alternativa con Electric City, l’area interamente dedicata all’auto elettrica. Questa iniziativa ha prodotto nell’ultima edizione circa 6mila test di auto elettriche o ibride e nella sola giornata dell’8 dicembre di questo 2011 ha registrato il sold out con oltre 550 prove in pista. Certo, quest’anno al Motor Show sono mancate alcune case automobilistiche importanti, ma di certo non sono mancate le offerte e novità per gli appassionati e l’animazione e l’intrattenimento per chi anche solo ha voluto passare una giornata diversa dal solito!

Look Live al Motor Show 2011 Anche quest’anno al Motor Show era presente Look Live - il magazine dei grandi eventi. Sono stati infatti nove giorni per Look Live interamente dedicati ai motori ed al pubblico presente a Bologna con un numero interamente dedicato Motor Show. Un magazine, realizzato da Promomedia Communications e diretto da Paolo Bonanni, che ha garantito al pubblico e agli addetti ai lavori tutte le informazioni utili e necessarie per vivere al meglio il Salone, dall’utilissima mappa alle recensioni delle auto in anteprima curate da Carmelo Bongiovanni. Il tutto sempre con tante informazioni e curiosità life-style, che hanno accompagnato anche a casa i tantissimi visitatori. Una distribuzione capillare a Bologna, tramite hostess specializzate ed estesa alle locations più importanti delle città d’Italia, hanno fatto in modo che Look Live fosse il magazine più letto nei giorni del Motor Show! di Maria Valeria Marcato

47


pisseria

Borg o Vecio Aperto solo la sera

d a l l e 19, 3 0 a l l e 2 4 , 0 0 Chiuso il Luned矛

Pis seria B or g o Vecio di C a sini M a s simo e C. V i a S a n Fa b i a n o e S e b a s t i a n o , 51 路 Pa d o v a tel. 0 49 623734


motor show | LOOK

uno sbarco tricolore

Italiane protagoniste a Bologna. Da tempo al Motor Show non si registrava una presenza così importante di novità nell’ambito delle vetture di casa nostra. La rassegna bolognese, pertanto, è tornata a essere strategica per l’industria nazionale, in particolare per il Gruppo Fiat che, forte della partecipazione di sei marchi, può esibire debutti in ogni fascia di mercato. Non manca neppure, tuttavia, una presenza di rilievo per DR, casa costruttrice di Macchia di Isernia, per la quale il Motor Show diventa l’occasione per annunciare l’importante accordo industriale di Termini Imerese.

Protagonista indiscussa è stata al Motor Show la nuova Panda, la più recente evoluzione di una cittadina di successo che in 31 anni di vita è sempre stata sinonimo di design funzionale, maneggevolezza, spazio, affidabilità e comfort. Lunga 365 centimetri, larga 164 e alta 155, la nuova Panda può ospitare comodamente fino a cinque persone ed è dotata di un vano portabagagli tra i più capienti del segmento. Inoltre, la modularità dello spazio si arricchisce grazie ai numerosi vani portaoggetti e alle diverse configurazioni dei sedili anteriori e posteriori. In tema di motorizzazioni, la famiglia Panda si allarga grazie ai motori bicilindrici TwinAir: il turbo 85 CV e il nuovo aspirato 65 CV, dai consumi ancora più ridotti. Al lancio, previsto per il prossimo mese, il nuovo modello sarà disponile con trazione anteriore (successivamente debutterà la Panda 4x4) offrirà una gamma composta anche dai motori 1.2 Fire da 69 CV e 1.3 Multijet II da 75 CV, con 3 allestimenti, di Carmelo Bongiovanni

49


LOOK 10 colori di carrozzeria, 3 ambienti interni e 2 cerchi in lega da 14 e 15 pollici per un totale di oltre 600 combinazioni. Tra i nuovi contenuti si segnala il “Blue&Me TomTom Live” che unisce i vantaggi di un sistema di infotainment integrato e connesso a quelli di un navigatore portatile. Il Motor Show di Bologna è stato anche l’occasione per scoprire la nuova Punto 2012. Si tratta di una novità il cui obiettivo è quello di consentire a questo modello di restare fra le “best seller” europee anche nel prossimo anno. Insieme all’aggiornamento estetico debutta il motore bicilindrico TwinAir turbo da 85 CV, che consente alla Punto di confermarsi sintesi tra rispetto ambientale (98 g/km CO2) e piacere di guida. A Bologna non potevano certo mancare Fiat 500 e Fiat Freemont, due prodotti che rappresentano idealmente il nuovo viaggio intrapreso dal marchio con l’alleanza tra i Gruppi Fiat e Chrysler. Il pubblico, per-

Una Thema a 5 stelle

Si vede già il frutto dell’alleanza tra Lancia e Chrysler: l’ammiraglia ottiene il riconoscimento Ncap per la sua sicurezza

Protagonista dello stand Lancia allestito al Motor Show di Bologna è la nuova Lancia Ypsilon Black&Red disponibile con i motori 1.2 Fire EVO II da 69 CV e turbodiesel 1.3 Multijet II da 95 CV. Offerta allo stesso prezzo della Gold, questo nuovo allestimento si pone come alternativa per un target più giovane che preferisce contenuti legati allo stile sportivo e alla tecnologia audio, come dimostrano l’impianto 360° Hi Fi Music, i cerchi in lega da 15” e i vetri Privacy. Contraddistinta da quattro tinte di carrozzeria (Rosso Argilla, Nero Vulcano, il tri-strato Rosso Fiamma e il bicolore Rosso Argilla con tetto Nero Vulcano) e da un solo interno giovane e vivace dove spicca l’alternanza di elementi rossi e neri, la nuova Ypsilon Black&Red si contrappone al concetto di “monotono – monocromatico”. 50

Riflettori puntati anche sulla nuova Thema e sul Voyager, i primi due modelli frutto dell’alleanza tra Lancia e Chrysler che di recente hanno conquistato un importante riconoscimento: l’ammiraglia, infatti, è stata insignita delle prestigiose 5 stelle Euro Ncap, il massimo del punteggio che il consorzio indipendente assegna dal 1997 testando la sicurezza delle vetture. Disponibile in tre allestimenti (Gold, Platinum ed Executive) e due motorizzazioni (il benzina 3.6L V6 Pentastar da 286 CV con cambio automatico a 8 rapporti eshift e il nuovo Multijet II 3.0L V6 da 190 CV e 239 CV dotato di cambio automatico a 5 rapporti), la nuova Lancia Thema propone un vantaggioso listino prezzi cui corrisponde un equipaggiamento di grande valore in questa fascia di mercato. Lo dimostra la più grande dotazione mai proposta nel

campo della sicurezza: sono infatti più di 70 i sistemi presenti sulla nuova ammiraglia Lancia. Il Voyager, invece, è proposto in Italia nell’unica ed esclusiva versione Gold con il propulsore diesel 2.8L da 163 CV Euro5 Common Rail sviluppato da VM e Fiat. All’interno il Voyager è stato concepito come un salotto accogliente e confortevole, robusto e flessibile allo stesso tempo, grazie al sistema Stow’n Go brevettato da Chrysler che consente lo stivaggio nel pavimento dei sedili della seconda e terza fila regalando una capienza record di 4.100 litri. Infine la Delta, rinnovata di recente con la gamma 2011, debutta con la nuova versione equipaggiata con il motore bi-fuel benzina e GPL1.4 Turbo Jet da 120 CV EURO 5 che sarà in commercio in tutti i mercati europei in tre diversi allestimenti (Steel, Silver e Gold).


LOOK Giulietta: feeling e comfort

Potenza e tecnologia per i nuovi modelli della Casa del Biscione

Riflettori puntati sulla Giulietta Exclusive 2.0 JTDM 170 CV con cambio Alfa TCT, l’innovativa trasmissione automatica con doppia frizione a secco, che assicura comfort di guida e feeling sportivo superiori ai cambi automatici con convertitore di coppia, pur offrendo consumi e costi di gestione inferiori. La trasmissione funziona in modalità completamente automatica oppure sequenziale, gestendo manualmente le posizioni “up and down” della leva del cambio attraverso gli “shift paddles” al volante.

Inoltre, grazie al selettore di guida Alfa D.N.A., il driver può personalizzare il carattere della propria vettura esaltandone le doti di comfort, performance, sicurezza ed efficienza. Accanto a Giulietta TCT, sfila sulla passerella bolognese la Giulietta 1.4 GPL Turbo 120 CV a doppia alimentazione (GPL e benzina) omologato Euro 5, un entusiasmante concentrato di potenza e tecnologia in linea con i valori del brand, in quanto capace di associare performance di alto livello con il rispetto

dell’ambiente e la riduzione dei costi di gestione. La Giulietta GPL raggiunge una velocità massima di 195 Km/h e un’accelerazione da 0-100 Km/h in 10.3 secondi. In perfetta sintonia con lo spirito dinamico del Motor Show e da sempre legata al mondo dei giovani e della musica, l’Alfa Romeo MiTo trova qui la vetrina ideale dove presentare la potente “Quadrifoglio Verde” 1.4 MultiAir Turbo da 170 CV e la nuova versione TwinAir Turbo da 85 CV che debutterà nei prossimi mesi.

tanto, ha potuto ammirare le ultime novità della 500, la Nation Limited Edition, la 500C by Gucci e il nuovo allestimento TwinAir con pack “byAbarth”, mentre in un’area allestita all’esterno è stato possibile provare alcune 500 TwinAir che assicurano il massimo “fun to drive”, consumi ridotti e il più basso livello di emissioni per un motore benzina al mondo (90 g/km con cambio robotizzato Dualogic e 92 g/Km con cambio meccanico), nonché un piacevolissimo sound retrò che ricorda le prime mitiche 500. Primo veicolo Fiat frutto della partnership con Chrysler Group, la Freemont è “Tutte le auto che vuoi” in quanto è equipaggiata con tutto quello che si desidera, per poter andare dove si vuole e con chi si vuole, senza compromessi. Merito anche della nuova trazione integrale AWD che consente di controllare, in totale sicurezza, la vettura in qualunque situazione. La nuova versione AWD è proposta nell’esclusivo allestimento Lounge che prevede navigatore satellitare con schermo touch screen da 8,4”, DVD e telecamera posteriore, cerchi in lega da 19” bruniti, climatizzatore automatico a tre zone, sedili in pelle, sensori di parcheggio posteriori e impianto audio Alpine con 6 premium speaker + subwoofer. 52


27611 Visual Comunicazione - Venezia

VO NUO ROOM W SHO

SERRAMENTI IN LEGNO O PVC

A REGOLA D’ARTE VIENI A VISITARCI! TROVERAI UNA SELEZIONE DEI MIGLIORI INFISSI, PORTE, MOBILI E ARREDO SU MISURA CON LA QUALITÀ E LO STILE DI SEMPRE

MASIERO | Via dell’Artigianato 1, 30030 Robegano di Salzano | VE | Tel 041 5740270 | Fax 041 5744224 | www.masieroennio.com

Il meglio per la tua casa:


Solo da noi trovi il 55% di sconto. Non ci credi? Vieni a scoprire la speciale offerta promozionale a Casa su Misura, dall' 8 al 16 ottobre 2011 al Padiglione 7, Stand 270 della Fiera di Padova. Non desiderare la casa dâ&#x20AC;&#x2122;altri: ti aspettiamo da NumeroUno Mobili & Design.

Vieni a trovarci anche in negozio: Via della Costituzione, 100 30038 - Spinea (VE) Tel. +39 041 5084000

Via Strada Statale Romea 54 | C 30034 - Gambarare di Mira (VE) Tel. +39 041 422661

www.numerounomobili.it

diventa fan!


motor show | LOOK

verde invasione estera Le principali Case automobilistiche straniere puntano molto sull’uso di tecnologie e soluzioni ecologiche. Ecco alcune delle proposte presentate al Motor Show di Bologna 2011. Volkswagen

Piccola grande Up!

È l’anno in cui al Motor Show di Bologna si sono confrontate due aspiranti al ruolo di regina nell’ambito delle city car. Da una parte la Fiat Panda, dall’altra la Up!, la nuova piccola della Volkswagen, progettata ex novo e determinata alla conquista del mercato. Con una lunghezza di 3,54 metri la Up! è tra le quattro posti più compatte attualmente in produzione. All’interno, però, è un piccolo gigante. Vista da davanti, la Up! sembra quasi sorridere, per via del profilo del paraurti. Tra i gruppi ottici, con luci diurne integrate, corre una sottile banda nera con il logo “VW” al centro. Le grandi prese d’aria sono un particolare di cui la Up! può fare a meno, dati i motori di piccola cilindrata a benzina e a gas metano e il futuro impiego di motori elettrici. Il lancio in Italia avverrà entro fine anno, con la motorizzazione benzina da un litro di cilindrata, 75 CV di potenza e cambio manuale, al prezzo di 10.600 euro.

Mercedes

A tutta elettricità

Next 125! è il messaggio della casa di Stoccarda a Bologna, dove Mercedes (che festeggia i 125 anni) è presente con l’intera gamma di veicoli elettrici, dalla terza generazione di smart electric drive al Vito E-Cell, dalla Classe A E-Cell all’anteprima italiana della Classe B E-Cell Plus, la prima Mercedes elettrica con Range Extender che, grazie alla combinazione di trazione elettrica e motore a benzina, consente di percorrere fino a 100 chilometri a zero emissioni con un’autonomia complessiva di 600 km. Tutte le vetture della Stella sono esposte nello stand: insieme alla nuova Classe M, il SUV più

eco-compatibile del mercato grazie alle motorizzazioni diesel BlueTEC Euro 6 anche a quattro cilindri da 204 CV e soli 6,0 l/100 km di consumo, la nuova generazione di vetture compatte vedrà come protagoniste la Classe B, la Compact Sports Tourer completamente rinnovata, insieme al Concept Classe A. Il Dna sportivo della Casa è presente con la più potente Official F1 Safety Car di tutti i tempi, la SLS Amg e le ultime novità della gamma ad alte prestazioni Mercedes-AMG. di Carmelo Bongiovanni

55


Audi

Più spazio sulla Sportback

Anteprima assoluta in casa Audi è l’A1 Sportback, una versione che amplia la gamma e che sarà disponibile all’inizio del 2012. Di serie la A1 Sportback è a quattro posti, ampliabili a 5 senza sovrapprezzo. Le motorizzazioni sono quattro TFSI a benzina e tre TDI. Una novità nella famiglia A1 è il 1.4 TFSI 140 CV, che seguirà in un se-

condo momento e che potrà vantare consumi medi di 4,7 litri di benzina ogni 10 chilometri. La nuova tecnologia “cylinder on demand” a carico parziale può escludere temporaneamente due dei 4 cilindri. In combinazione con alcuni motori è disponibile il cambio S tronic a 7 rapporti, dai rapidi cambi di marcia. Sono molte le soluzioni high-end della A1 Sportback anche per quanto riguarda i comandi e i sistemi d’infotainment. Per collegarsi a Internet basta abbinare il sistema di navigazione “MMI plus”, che costituisce una raffinata centrale multimediale, con il telefono veicolare Bluetooth online. A richiesta la struttura del tetto (arco, tetto e spoiler) può essere in uno dei tre colori di contrasto. Per la carrozzeria sono disponibili dodici colori, tra cui il nuovo arancio Samoa, novità per la sola A1 Sportback. Un’altra possibilità è data dal pacchetto “S line exterior” con i suoi dettagli sportivi ed eleganti.

Ford

Tecnologia a portata di tutti

Quest’anno al Motor Show di Bologna Ford ha presentato una gamma di prodotti in grado di soddisfare le più svariate esigenze del pubblico. Con le nuove soluzioni a basse emissioni della gamma ECOnetic Ford dimostra di saper coniugare la sensibilità al rispetto ambientale alla passione per la guida, sempre con una speciale attenzione alle più avanzate tecnologie di sicurezza. Nell’area espositiva Ford è stato possibile vedere dal vivo anche la nuova concept car Evos, il cui design indica la strada del nuovo corso estetico e stilistico della Casa dell’Ovale. C’è anche l’opportunità di provare dal vivo la tecnologia SYNC a bordo della nuova Focus, grazie alla quale l’auto diventa un hot-spot wireless mobile in grado di interagire con comandi vocali di ultima generazione.

Honda

Civic, silenziosa ed elegante

Star dello stand Honda è la nuova Civic, per la quale i progettisti hanno voluto mantenere gli elementi esclusivi che rappresentavano lo spirito sportivo della vettura, 56

adattandoli per esprimere il carattere ancora più elegante e dinamico del nuovo modello. Esternamente, è stata abbassata l’altezza di 20 mm e aumentata la larghezza di 10 mm rispetto al modello precedente. Una delle fonti d’ispirazione è stata la struttura armonica di un aereo in cui la fusoliera e le ali si uniscono in un corpo unico, garantendo un’aerodinamica eccezionale, silenziosità e abitabilità. I nuovi interni sono studiati intorno al guidatore e creano un ambiente sportivo. Le emissioni di CO2 risultano ridotte, mentre i consumi sono inferiori del 20% rispetto ai propulsori della generazione precedente. La gamma prevede la presenza del motore 1.4 i-VTEC a benzina, affiancato dal propulsore 1.8 i- VTEC e dal nuovo turbodiesel 2.2 i-DTEC da 150 CV e 350 Nm di coppia. In abbinamento a tutte le unità è offerto un cambio manuale a sei marce, insieme alle tecnologie ECO Assist, Idle Stop e Hill Start Assist.


ď Ą copyright, tutti i diritti riservati rif: dicembre 2011

contact | via madonna marina 157, 30015 chioggia (ve) - italy phone & fax mail to web site facebook

+39 041 55 43 068 info@immobiliaribuleghin.com www.immobiliaribuleghin.com Immobiliari Buleghin


abbigliamento uomo-donna

Vi a L . Einaudi, 9 · 30014 Cava r zer e ( Venezi a) · info: 0426 311 549 · w w w.mya is.it or a r i di a pertur a: tut ti i pomer iggi da l M a rtedì a l Vener dì 15:00 -19:00 Sa bato 9:00 -12:30/15:00 -19:00


di vino | LOOK

A Zurigo un convegno internazionale sui vini naturali ino naturale, questo incompreso. Inizialmente appannaggio di una ristretta cerchia di adepti, comincia invece a suscitare un profondo, costante interesse a livello internazionale. L’Associazione VinNatur, capeggiata dal presidente Angiolino Maule, ha organizzato un’interessante manifestazione di due giorni, dal 14 al 15 novembre a Zurigo, proprio per approfondire l’argomento con il contributo di esperti di fama, completata da una degustazione di vini di 98 produttori europei. Maule, nel suo discorso di apertura, ha spiegato i compiti di divulgazione, di formazione, di ricerca e di sperimentazione dell’associazione nata nel 2006, che prevede lo scambio di esperienze tra vignaioli per promuovere pratiche di vigneto e di cantina orientate al massimo rispetto per l’ambiente. “Abbiamo coinvolto il mondo scientifico - afferma Maule - proprio per ampliare la conoscenza del mondo del vino

naturale, per farci aiutare nell’impostazione del nostro percorso e a dimostrazione della serietà del nostro impegno”. Ma veniamo alla cronaca degli interventi. La parola a Lydia e Claude Bourguignon, ingegneri agronomi e dottori in scienze biologiche e biochimiche, titolari in Francia di un laboratorio specializzato in microbiologia del suolo. Molto famosi per la consulenza a clienti quali Domaine de la Romanée-Conti, AnneClaude Leflaive in Borgogna, Huet nella Loira, Selosse in Champagne, Elio Altare in Barolo e Vega Sicilia in Spagna, i Bourguignon sono i massimi esperti di biologia del suolo a livello mondiale, impegnati attivamente a denunciare i guasti apportati all’ambiente dalla logica industriale applicata all’agricoltura e a proporre sistemi di coltivazioni sostenibili. Una relazione stimolante, iniziata spiegando il concetto di terroir per arrivare poi a soffermarsi sugli

aspetti fisici, chimici e biologici del terreno, e ad avvalorare l’importanza del suolo, che va rispettato. Come? Attraverso un’agricoltura naturale che mantiene la microflora e la fauna. È emersa l’indiscussa supremazia del terreno, anche rispetto al clima. “Il gusto del vino viene direttamente dal suolo: gli aromi del vino infatti vengono dagli enzimi, i quali a loro volta vengono dalla terra”. Secondo gli esperti, che si sono rifatti alla “degustazione gourmet” di Jacky Rigaux, degustare un vino è un viaggio culturale nella storia del posto dove nasce quel particolare vino ed è possibile ritrovare anche al gusto l’espressione di quello specifico territorio. Affermazioni che sono state confermate in una degustazione comparativa di due Baroli della stessa azienda, Principiano, il Ravera 2007 e il Boscareto 2007, nella quale Lydia Bourguignon ha spiegato le differenze di terreno assaggiando i vini. Federico Giotto, enologo di aziende che lavorano sia in convenzionale sia in biologico e biodinamico, ha esordito con un’affermazione: “vino naturale non significa rifiutare la scienza abbracciando un approccio trascendentale”. Nella sua relazione ha spiegato i limiti della vinificazione con i lieviti selezionati, limiti che sono dati dalla standardizzazione legata alle caratteristiche genetiche del lievito utilizzato e che comportano una diminuzione di Alessandra Piubello

59


LOOK dell’espressione territoriale, della variabilità aziendale e del concetto di annata. Si è poi soffermato sulla differenziazione e selezione dei microorganismi nelle vinificazioni naturali, nelle problematiche legate allo sviluppo e alla variabilità dei lieviti indigeni, nelle peculiarità delle fermentazioni spontanee. “La scienza matura - ha dichiarato Giotto - può indicarci la strada per seguire ed assecondare la natura, piuttosto che imporsi ad essa, anche se seguire la strada più naturale richiede una conoscenza maggiore. Sicuramente ci saranno meno difetti nel vino se il territorio è sano, infatti i pesticidi creano problemi di fermentazione, gli antibotritici bloccano le fermentazioni. Credo nel fare intuitivo che non sia inconsapevole, dove il senso sta nell’approfondire la propria co-

noscenza per comprendere la reale naturalezza delle cose”. Molto sentito l’intervento di Elisabetta Foradori, dell’azienda agricola Foradori, che ha portato la sua esperienza di vita: “Ho passato una parte della mia vita a seguire gli studi, questi ultimi dodici anni li ho trascorsi a capire i messaggi della natura. Il produttore di oggi deve ritrovare la quiete e la concentrazione per vedere e aver coscienza 60

di quanto accade in vigneto, rivitalizzando quell’istinto capace di soluzioni efficaci ed immediate”. Poi è stata la volta di Daniele Piccinin, che ha raccontato il suo interesse verso la spagiria e le erbe. Prima di concludere con gli interventi di Terje Meling, product manager del monopolio norvegese del vino (Vinmonopolet, con 270 negozi sul territorio) e del celebre regista di Mondovino Jonathan Nossiter, la francese master of wine Isabelle Legeron (unica MW in Francia) ha condotto un’interessante degustazione di sei vini alla presenza dei produttori che li hanno presentati (Sébastien Riffault, Angiolino Maule, Daniele Piccinin, Frank Cornelissen, Camillo Donati, Marino Colleoni). “In Norvegia - ha commentato Terje Meling - negli ultimi due anni abbiamo inserito nei nostri negozi circa 90 vini naturali, verso i quali c’è un’attenzione crescente, particolarmente nell’area di Oslo dove sono più venduti. Ma i vini naturali vanno spiegati al consumatore, richiedono maggior espressività nella presentazione”. Meling ha poi introdotto un argomento che ha acceso il dibattito: l’importanza della certificazione. Alcuni produttori presenti hanno espresso il loro dissenso (l’onestà può essere certificata? ndr), altri hanno evidenziato il problema e la difficoltà di raggiungere un accordo in UE. Resta il fatto, a mio parere, che la certificazione sia necessaria per dare garanzie al consumatore, in questo

momento confuso e disorientato dagli opportunismi di mercato. Il convegno si è chiuso con l’intervento di Nossiter. Dieci anni sono passati dalla produzione del film Mondovino, il documentario che scosse l’ambiente con i ritratti di Moldavi, Rolland, Frescobaldi e Antinori. “Allora dicevo che il vino è morto, come è morto il cinema. Ma forse no. Credo nell’impegno etico di molti produttori di vino naturale, credo nei loro valori di rigore, trasparenza, artigianalità, individualità come valore espressivo”. Concludendo, molti gli spunti di confronto interessanti per una crescita dell’intero movimento, tante le belle parole ma… nel bicchiere poi, i vini naturali, derivanti da lavorazioni minime sul territorio, sulle uve e sul vino stesso, senza l’utilizzo di agenti invasivi e tossici di natura chimica e tecnologica in genere ed evitando qualsiasi manipolazione (cito testualmente) sono anche buoni? Ebbene… non tutti, ma tanti sì. Nell’impossibilità pratica di assaggiare tutti i vini dei 98 produttori presenti, eccovi comunque un breve elenco di quelli che ci hanno colpito di più, in ordine sparso: Terpin, Cotar, Baranco Oscuro, Monteforche, Foradori, Weingut Muster, Weingut Werlitsch, Strohmeier, Marcial Dorado, Villa Bellini, Corte Sant’Alda, Monte dall’Ora, Costa Vescovato, Piero Busso, Edoardo Sobrio, Ferdinando Principiano, San Fereolo, Carussin, Stefano Amerighi.


w w w. p i c r i a c c o n c i a t o r i . i t

Taglio di Po (Ro) via Kennedy 35 tel. 0426 346773 Lido degli Estensi (Fe) viale Carducci 76/b tel. 345 0601781


7 M a r i p e r a s s a p or a r e u n a m b i e nt e u n i c o p e n s a t o p e r t e e i l t uo p i a c e r e , r i c c o d i e mo z ion i d a v i ve r e e s a p or i d a s c o pr i r e 7 M a r i … p e r c hè Na t u r a e Pa s s ione s ono a l t uo s e r v i z io C e r i mon i e C e ne a z i e n d a l i C e ne pr i v a t e i n s a l a r i s e r v a t a S p e c i a l it à a nt i p a s t i e c r u d it à d i p e s c e P i a t t i t i p i c i d e l t e r r it or io L o c a n d a c on c a me r e d ot a t e d i o g n i c om for t d i pr i m a c a t e g or i a


week-end e dintorni | LOOK

Bruxelles il vero girone dei golosi l centro del vecchio continente, la città nota come la capitale della comunità europea, è davvero un luogo magico per i sensi. Siamo a Bruxelles, la patria del cioccolato, dove nomi storici come Neuhaus, Zaabhar, Godiva, Leonidas, Marcolini, creano per la gioia dei golosi di tutto il mondo piccoli e preziosi cioccolatini da gustare. Già arrivando in città e passeggiando per le vie del centro, intorno alla Grand Place, ci s’inebria. Ovunque aleggia il profumo di sua maestà il cioccolato. In ogni angolo si può trovare una raffinata boutique del cibo degli dèi, con le sue vetrine invitanti, ricche di un’infinita varietà di cioccolatini, prodotti dagli artigiani in piccoli laboratori, che fanno venire l’acquolina in bocca. Sono ben 172 mila le tonnellate di cioccolato che vengono ogni anno lavorate dai maestri cioccolatieri belgi, da dare la sensazione di essere in un vero girone dei golosi. E sbirciando di qua e di là, fra le cioccolaterie storiche del centro storico, ci si accorge subito che la regina incontrastata di questo regno di golosi è la pralina, che proprio qui è nata. Un guscio di freschissimo cioccolato (bianco, al latte o fondente) che racchiude un ripieno morbido, dai gusti più classici come pistacchio, liquore, marzapane, zafferano, zenzero a quelli più bizzarri come il curry, il pepe rosa, la citronella, la violetta. Dove ha preso forma tale ghiottoneria? Nella maison Neuhaus in Galerie de la Reine 25-27. Era il 1912 e Jean Neuhaus dà vita alla prima pralina con dentro il rum. Qualche anno dopo, da un’idea della moglie, nasce il ballotin, la graziosa confezione ancora

oggi utilizzata per riporre queste delizie che sembrano preziosi “gioielli”. E mentre si viene piacevolmente catturati da questo alone di dolcezza, quasi come se si venisse a far parte di un’atmosfera surreale, anche la vista ha il suo ben da ammirare. Entrando in città l’occhio cade immediatamente sulle particolari abitazioni alte e strette, l’una accostata all’altra come un muro di cinta che costeggia la strada. Alcuni edifici non superano i tre metri di larghezza, mentre svettano anche per più di dieci metri. E, camminando lentamente, col naso all’insù, ci si ritrova in un mondo magico fatto di mille colori e un sol profumo. Si guarda a destra e un po’ anche a sinistra. Da una parte una costruzione moderna e, poco più avanti, un ricco ed elegante edificio antico. Ci si strofina gli occhi più volte. Ma è tutto vero. Scoprire la capitale belga significa immergersi in stupendi vicoletti medievali intorno alla Grand Place e camminare lungo la multietnica e moderna Rue Neuve tra vetrine e centri commerciali. La Grand Place, che durante il periodo natalizio si arrichisce di 240 chalet tutti diversi per idee regalo o decorazioni, è la parte più antica e più caratteristica della capitale belga, centro geografico e sociale della città. Due sono gli edifici di grande valore storico che vi si affacciano: l’Hotel de Ville e la Maison du Roi. Con le sue colonne decorate, le sue arcate ed il suo campanile, l’Hotel de Ville è sede del comune della città. È l’unico edificio medievale originale di Bruxelles, scampato, insieme alle facciate degli edifici che ospitavano le corporazioni, a guerre e bombardamenti. La Maison testo e foto di Lucrezia Argentiero

63


LOOK du Roi è invece l’antica residenza dei reali di Spagna. Ospita oggi il Museo de la Ville. Qui ad ogni ora del giorno e della notte si ritrovano numerosi giovani: seduti per terra, una birra in mano (è questa anche la patria delle migliori birre al mondo) e una chitarra. Sul perimetro della piazza, vi è una serie di ristoranti, alcuni dei quali molto antichi, dove è possibile assaporare carne alla griglia o le moules et frites. Qui, i bruxellois ma anche i turisti si danno appuntamento per andare a caccia di pezzi d’antiquariato tra le bancarelle del famoso mercato del Sablon (ogni sabato dalle ore 9 alle 18 e ogni domenica dalle ore 9 alle 14). Non lontano dalla piazza, in un grazioso angolo del centro, una piccola folla scalpita per scattare la foto al Manneken Pis, il bambino che fa la pipì, simbolo della città. L’origine di questa statua rimane ignota, ma la leggenda vuole che nel medioevo il figlio di un duca fu colto ad urinare contro un albero nel bel mezzo di una battaglia. Per questo la piccola statua (soli 30 cm) divenne simbolo irriverente delle virtù militari del Paese. La tradizione vuole che i capi di stato che visitano la città donino al piccolo un abito tipico e periodicamente si può vedere la scultura vestita di tutto punto (tutti i vestiti, oltre 800 di cui 20 italiani, sono conservati nel Museo de la Ville). Da non perdere la Rue des Bouchers, una stretta strada-salotto con numerosi ristoranti, dove degustare i piatti tipici della città; il centro belga dei fumetti (raccoglie tutto ciò che riguarda il fumetto, con nozioni sul famoso personaggio Tintin e sui Puffi: www.cbbd. be); il Museo Magritte che conserva la più grande collezione al mondo di opere del grande artista surrealista (www.musee-magritte-museum. be), il Museo del cacao e del cioccolato (www.mucc.be). Strade piene di cioccolato, birre e patatine fritte, fumetti, palazzi a punta. Sembra proprio una città-fiaba, frutto della fantasia, eppure Bruxelles esiste davvero. Anzi è molto di più rispetto alla città solamente sede del Parlamento europeo, come tutti sono abituati a pensare. 64


Locale caratteristico adatto per cerimonie e cene di gruppo

Og ni M ercoledì

Paella Valenciana co n Sa ng ria

Tutti i Gioved ì continua la

Serata Catalana

al pr ez zo sp ec ial e di € 35 ,00

Tutti i Venerd ì

Serata con mu#ica al pianoforte e lume di candela

ali co n se rvi zio in ab iti me dio ev Me nù lib er o

Si ac et ta no prenotaz ioni per

Natale e Capodanno co n Ba llo e Mu sic a da l vivo


LOOK

Dormire

Hotel Amigo Della catena Rocco Forte Hotels, l’hotel si trova a pochi passi dalla Grand Place e vicino al murales che riproduce i noti personaggi dei fumetti, Tintin e capitano Haddock. Design moderno e camere dotate di ogni comfort. E i bambini non pagano, secondo la Christmas Family Celebration. Durante l’intera alta stagione natalizia fino all’8 gennaio 2012 - la seconda camera per i bambini viene offerta con uno sconto promozionale del 100%. Non solo, ai piccoli fino a 3 anni è concesso il capriccio di pasti ad hoc completamente gratuiti. Rue de l’Amigo, 1-3 · www.hotelamigo.com www.roccofortehotels.com

Mangiare

Restaurant Francois Il ristorante propone soprattutto specialità di mare. Place Sainte Catherine, 12 www.restaurantfrancois.be

Per acquisti golosi

Maison Des Maitres Chocolatiers De Belgique La vetrina di 10 artigiani d’eccellenza che lavorano il cioccolato nella più pura tradizione belga. Grand-Place, 4 Tel. +32 (0) 2 8886620 · www.mmcb.be Boutique Neuhaus Una vera istituzione in città. Dal 1912 ad oggi continua la produzione di praline. E ad ogni Natale ne propone una diversa. Quest’anno sarà ripiena di nocciola gianduia, rivestita di cioccolato nero e con mandorle. Galerie de la Reine, 25-27 Zaabar Factory Shop La patria del cioccolato speziato: zenzero, pepe rosa, coriandolo. Chaussée de Charleroi, 125 www.zaabar.be

66


Liegi, una città moderna A solo un’ora di treno da Bruxelles si trova Liegi, una delle più grandi città della Vallonia. Appena si arriva si ha subito l’incontro con la nuova stazione Guillemins per treni ad alta velocità, progettata dall’architetto Santiago Calatrava. Una vera e propria opera d’arte che ricorda la forma di una grande balena e affascina per la sua struttura: una costruzione scultorea piena di carattere, imponente e maestosa ma al tempo stesso leggera e trasparente. Liegi, soprattutto durante le feste, si accende di luci e colori. Un villaggio di Natale con addirittura un Consiglio incaricato di organizzare le manifestazioni folcloristiche e diversi consiglieri, riconoscibili dai tradizionali costumi. È il Natale di Liegi, il più grande e il più antico del Belgio (fino al 30 dicembre, nel fine settimana apertura fino a mezzanotte). Quest’anno festeggia i 25 anni dalla sua fondazione e c’è un francobollo dedicato. Oltre 200 chalet, tra Plaice Saint Lambert e Place du Marché, propongono idee regalo, oggetti d’artigianato, decorazioni e degustazioni di ogni specialità gastronomica. La curiosità? Sono le quattro case a tema: lo Chalet de la Gruyère, la Maison ardennaise, la Maison du Pèket, liquore tipico della città e lo Chalet “Au pied des pistes”. In concomitanza si potrà visitare, presso l’Archeoforum, “Les longues nuits de Franz-Josef”: un’esposizione d’immagini sulle tradizioni dell’inverno. E per divertirsi c’è la pista per slittini gigante sulla piazza Saint-Lambert. Chi ama fare shopping non perda il mercato domenicale, lungo la riva sinistra del fiume Mosa. È il più lungo d’Europa, con oltre 3 chilometri di bancarelle che vendono di tutto. Info: www.belgioturismo.it

w w w. g r u p p o a r r e d a . i t

Isa Grassano

www.globalmontaggisnc.com

i r u g u A i t n a t e t s e F e n o u B e a tutti


M E S T R E 0 41 978 2 5 8 f r o n t e A u c h a n - f i a n c o Tr o n y

TREVISO 0422 435568 zona Estiore - Gazzettino

PADOVA 049 8936746

v i a P a d ova 5 6 - B u s a d i V i g o n z a


viaggi: San Marino | LOOK

La popolazione residente della più antica repubblica del mondo vanta il record di longevità Il piccolo stato da quattro anni ospita la Borsa del Turismo della Terza Età e si propone come meta di un turismo culturale attento alla storia e all’ambiente Alcune curiosità: il governo dei Capitani Reggenti cambia ogni sei mesi, le carceri sono vuote, la polizia gira in Panda e nei centri non ci sono semafori la più antica Repubblica del mondo, dato che la sua istituzione risale al 1244. San Marino ama definirsi “terra della libertà” perchè questo è il valore fondante della sua esistenza. Lo ha sempre difeso nei secoli pervicacemente, tanto che nel 2008 l’Unesco l’ha inserito nel Patrimonio dell’Umanità. I Capitani reggenti, ovvero la massima autorità sammarinese, sono due e restano in carica soltanto sei mesi. Poi si cambia, in nome della democrazia e della partecipazione. Si vive bene a San Marino, si vive a lungo. Più a lungo che in qualsiasi altra parte del mondo. Un valore aggiunto che San Marino ha saputo trasformare

in un richiamo turistico forte verso la cosiddetta terza età. La piccola repubblica abbarbicata sulle pendici del Monte Titano da qualche tempo si propone come metà per turisti non più giovani, offrendo loro aria buona, attrazioni storico-artistiche e ottimi prodotti della terra. Il tutto a costi certi e con una buona organizzazione. Non a caso a San Marino si è svolto di recente “Seniores”, la Borsa del turismo della terza età giunta alla sua quarta edizione in un crescendo di numeri. La manifestazione, in tre giorni densi di appuntamenti, ha messo a confronto al Kursaal associazioni del turismo sociale di Renato Malaman · info: >www.visitsanmarino.com<

69


LOOK

(quelle in rete con Cralnetwork), seller e buyers di tutta Italia. “In tutto trecento operatori - dice con orgoglio Nicola Ucci, regista dell’evento - a conferma che il turismo sociale e associato è in costante espansione ed esige un’offerta sempre più varia, strutturata e competitiva”. San Marino, che nei mesi invernali è meta privilegiata del turismo russo e dell’Est Europa (richiamato dai tanti outlet di abbigliamento e calzature), ha deciso di scrollarsi di dosso quell’immagine stereotipata di meta “mordi e fuggi”, specchietto per le allodole di un turismo di massa (e di passaggio) più alla ricerca di bazar e di musei di basso profilo che di cultura. La Segreteria di Stato per il turismo (l’equivalente del nostro ministero) e il suo braccio operativo, il San Marino Convention Bureau, stanno facendo un grosso sforzo per mettere in vetrina le peculiarità di questa destinazione decisamente unica nel panorama turistico internazionale, facendo leva soprattutto sulla sua storia. Vogliono puntare ad un turismo più colto e consapevole, fatto anche da anziani e pensionati con buone capacità di spesa, clienti ideali per le sue strutture ricettive in fase di rinnovamento. San Marino, nove castelli (i nostri municipi) e 31.000 abitanti (la costituzione ha previsto un tetto massimo di 35.000), ha deciso di voltare pagina dopo i recenti scandali finanziari che hanno fatto vacillare la sua fama di paradiso fiscale. È andato in crisi un modello di sviluppo e occorre elaborare nuove strategie anche in campo turistico. L’appeal di questa terra di balestrieri, fondata secondo tradizione da un rifugiato, lo scalpellino Marino, arrivato dall’isola dalmata di Arbe, è ancora molto forte. Ben simboleggiato dallo sky-line mozzafiato del monte Titano e delle sue tre rocche, distinguibile da molto lontano, soprattutto dalle frequentate spiagge della riviera romagnola. Dietro questa immagine da cartolina, San Marino 70

In questa pagina: lo stemma di San Marino, guardie in alta uniforme ed il Palazzo del Popolo; suddivisione della Repubblica nei suoi nove “castelli” ed i due Capitani Reggenti in carica: S.E. Gabriele Gatti e S.E. Matteo Fiorini; la Basilica del Santo (San Marino) e la chiesa di San Quirino; statue in bronzo lungo le vie di San Marino. Nella pagina a fianco alcune immagini del Palio dei Balestrieri.


71


LOOK

ha molte altre cose da offrire, a dispetto di chi si limita ad osservare che non c’è qualità in una destinazione che propone il controsenso kitch di un museo della tortura nel paese simbolo della libertà, dove la tortura non è mai stata applicata. Di ben altra levatura è il Museo di Stato allestito a Palazzo PergamiBelluzzi in piazzetta del Titano: presenta raccolte di pezzi archeologici, di dipinti e di sculture oggetto di donazioni giunte da tutte le parti del mondo. C’è poi il Museo-pinacoteca di San Francesco, la Basilica del Santo (ovvero di San Marino), il santuario della Vergine della consolazione, la chiesa dei Cappuccini, quella dei Servi di Santa Maria, il Palazzo Pubblico (o del Governo). La visita a quest’ultimo offre la possibilità di visitare i luoghi del potere, di un potere esercitato qui da sempre a misura d’uomo. Basti pensare che San Marino durante la seconda guerra mondiale ha ospitato centomila rifugiati dall’Italia. Le sue carceri (sei celle dotate di tv al plasma, condizionatore e mensa prodotta dal ristorante stellato Righi di San Marino) sono da anni vuote: è più conveniente fare scontare le pene agli arresti domiciliari. Nel paese non ci sono semafori, la Polizia gira in Fiat Panda e la nazionale di calcio gioca in uno stadio da categorie dilettantistiche (ma quella di baseball, che gioca nel campionato italiano, ha conquistato anche lo scudetto). Molto interessante anche il Museo dell’Emigrante che documenta come questa terra oggi ricca, negli ultimi secoli abbia vissuto gli stessi drammi delle vicine regioni italiane, con gran parte della popolazione costretta ad emigrare per assicurarsi un reddito. Nel 2012 San Marino ospiterà un grande evento artistico: la mostra “Da Hopper a Warhol, pittura americana del XX secolo a San Marino”. Sarà ospitata al Palazzo Sums dal 21 gennaio al 3 giugno. 72

Alcune suggestive immagini di San Marino, il Palazzo del Popolo e la cinta muraria. A fianco immagine istituzionale della mostra “Da Hopper a Warhol, pittura americana del XX secolo a San Marino”

Vini, formaggi e pane. E poi c’è il ristorante stellato Righi A San Marino, in tutto soltanto 60 chilometri quadrati, sorprende trovare anche un’enogastronomia di qualità. La Centrale del latte lavora solo latte fresco locale e lo trasforma in formaggi di tutte le stagionature (famosi la Campagnola, il Noce e il Fossa). Il Consorzio dei vini tipici di San Marino, nato nel 1969, riunisce ben 170 produttori. le uve provengono da vitigni autoctoni quali il Sangiovese, il Biancale, il Moscato e il Roncale. Vi si ricavano vini di discreto lignaggio. Un altro vanto dell’antica repubblica è il pane “Terra di San Marino”, fatto con prodotti selezionati e certificato con bollino. Buoni anche l’olio e la carne assicurata dagli allevatori locali. Da visitare la Casa di Fabrica, sede del Museo della civiltà contadina e delle tradizioni della Repubblica di San Marino che raccoglie interessanti memorie storiche. È stata ricavata in una garnde casa colonica restaurata nel 2005 (www.terradisanmarino.com). In quanto a ristoranti da tre anni la piccola repubblica vanta una stella MIchelin: è lo storico Ristorante Righi che si affaccia proprio nella piazza della Repubblica. È anche osteria. Lo gestisce da sempre la famiglia Righi. Lo chef Luigi Sartini, che vi lavora dal 1990, sa coniugare con personalità innovazione e tradizione. Non è caro.


STUDIO MEMAR Srl STUDIO MEMAR Srl

ARCHITETTURA A ,URB ,URBANISTICA, ANISTICA, INGEGNERIA, RESTA RESTAURO T URO TA ARCHITETTURA ,URBANISTICA, INGEGNERIA, RESTAURO propone servizi di consulenza qqualificata ggarantiti da un’esperienza p ventennale nei settori edile, residenziale, sanità pventennale nei propone servizi diindustriale, consulenzacommerciale, qqualificata ggarantiti da un’esperienza p e ospedaliero, scolastico, alberghiero, sportivo e nella a pu pubblica pubbl ica sanità amministrazione settori edile, industriale, commerciale, residenziale, e ospedaliero, p scolastico, alberghiero, sportivo e nella pubblica amministrazione

RINFORZI RINFORZI STRUTTURALI STRUTTURALI IN FIBRE DI IN FIBRE DI CARBONIO CARBONIO

ENERGIE DA FONT FONTII ENERGIE DA FONTI RINNOV RINNOVABILI: RINNOVABILI: FOTOVOLTA VOL ICO E VOLTA FOTOVOLTAICO FOTOVOLTAICO E SOLARE TERMICO SOLARE TERMICO

off anche CONSULENZA offre LENZA ON-LINE in tempi brevi a TARIFFE T RIDOTT RIDOTTE E offre anche CONSULENZA ON-LINE in tempi brevi a TARIFFE RIDOTTE

Auguriamo a tutti i nostri clienti Auguriamo a tutti i nostri clienti Buone Feste! Buone Feste!

ITALY - Piove di Sacco (PD) 35028 Via J. da Corte, 45/b ITALY - Piove di Sacco (PD) tel. +39 049 97.033.69 35028 Via J. da Corte, 45/b fax +39 049 97.118.10 +39 049 97.033.69 tel. www.studiomemar.com ffax +39 049 97.118.10 info@studiomemar.com www.studiomemar.com info@studiomemar info@studiomemar.com f fo@studiomemar .com

ITALY - Tornimparte (AQ) 67049 Via Amiternina nord, 5/a int.1 ITALY - Tornimparte T Tornim parte (AQ) 67049 Amiternina nord, 5/a int.1 tel. e faxVia +39 086 27.285.61 info@studiomemar.com tel. e fax f x +39 086 27.285.61 fa info@studiomemar.com info@studiomemar nf nfo@studiomemar .com

IRAN - TEHERAN, Sheyk Bahai, No. 3, -4th floor, 3rd Aly, Golestan IRAN TEHERAN, Sheyk Bahai, St., Alikhani St., Aly, No.. 3, 4th floor floor, 3rd Al y, Golestan St., Phone (+98-21) 88600173-5 Alikhani St., Fax (+98-21) 88600179 Phone (+98-21) 88600173-5 info@studiomemar.com Fax (+98-21) 88600179 info@studiomemar.com inf info@studiomemar .com


Un matrimonio per sempre brillante: affidati ad esperti!

digital video3 | LOOK

Digital Video 3, alta qualità e professionalità riconosciuta a livello internazionale. Invitati all’Accademia di Graphistudio, scelti tra migliaia! Gianni Pregnolato, uno dei due titolari di Digital Video3

Signor Emanuele, si è svolto da poco un evento internazionale in materia di immagini per matrimonio a cui anche voi di Digital video 3 siete stati invitati come azienda di spessore in questo settore. Di che cosa si è trattato? Stiamo parlando dell’evento Accademia, organizzato da Graphistudio, l’azienda che ha inventato l’album Libro utilizzato attualmente da oltre il 90% dei fotografi matrimonialisti e che ha sostituito il classico album di cartone e veline dei nostri genitori. L’accademia si e svolta a Maniago, in piazza Italia, nella splendida cornice del castello dei Conti D’Attimis. Erano presenti un centinaio di fotografi tra cui era numerosa la presenza di colleghi stranieri provenienti da tutta Europa: Spagna, Inghilterra, Francia, etc. Paesi in cui l’azienda ha aumentato la propria clientela. Un vero e proprio meeting internazionale, con quali obiettivi? Lo scopo dell’Accademia è quello di permettere ai migliori collaboratori Graphistudio di entrare in contatto con le tecniche di lavoro dei migliori interpreti della fotografia matrimoniale. Infatti per l’occasione erano presenti 4 tra i più innovativi fotografi di matrimonio provenienti da Australia, America, Inghilterra e Spagna. Essere stati presenti come Digital Video 3 dev’essere stata una soddisfazione, significa veder riconosciuto il vostro talento e la qualità dei vostri prodotti video. Devo riconoscere il fatto che avere avuto la fortuna di essere stato convocato da Graphistudio per questa Accademia mi ha fatto molto piacere e la giornata trascorsa in compagnia di colleghi tedeschi,

le tecniche utilizzate per la realizzazione delle sue opere ricche di paesaggi e atmosfere suggestive rese eccezionali da luci e colori vividi e romantici, esaltati dall’alta qualità delle carte perlate degli album Graphistudio che conferiscono alle sue foto quel valore aggiunto che i grandi fotografi del passato, come Nadar, riuscivano ad ottenere nelle loro stampe in bianco e nero eseguendo in prima persona il procedimento della stampa in camera oscura. Lo stesso spirito che anche noi alla Digital Video3 ricerchiamo, avendo tarato la colorimetria delle nostre camere hd su colori meno saturi e più reali ottenendo così un colore delle immagini molto più vicino a quello della pellicola riuscendo ad eliminare il colore arancio dai visi delle persone, tipico delle camere amatoriali.

croati, spagnoli, francesi, tedeschi, inglesi è stato davvero un riconoscimento importante per la Digital Video3 che in questi anni ha investito molto nella tecnologia del video (tecnologia Hd, regia mobile, stedy cam) per i servizi di matrimonio. Inoltre ha confermato la bontà delle nostre scelte nel stringere una forte partenership con l’azienda leader del matrimonio per innovazione e qualità.

Uno degli argomenti affrontati è stato l’importanza del colore, vero? Sì. L’abbiamo affrontato grazie alla dimostrazione di Jim Garner che ci ha sorpresi con uno slide show dei suoi ultimi lavori. Ha illustrato a tutta la platea

Per foto e video matrimoniali è fondamentale conoscere gli sposi prima, lo conferma? Ma certo e l’ha sottolineato anche Bob Davis, fotografo che ha raggiunto fama internazionale come testimonial della Canon. All’Accademia ha tenuto la platea con il fiato sospeso per oltre 10 minuti attraverso una serie di immagini di matrimonio in cui gli sposi esprimevano una naturalezza unica. Proprio su questo si è incentrato il suo intervento ponendo l’accento sulla capacità di conoscere gli sposi coinvolgendoli in incontri precedenti per conoscerne le passioni, la personalità e l’emotività. Per quel che mi riguarda non ho potuto che confermare la bontà delle idee di Bob Davis. Alla Digital Video3 da anni, nella realizzazione del servizio matrimoniale, proponiamo di realizzare uno spezzone video con i futuri sposi 75


LOOK spiegandoci la tecnica HDR, e facendo esempi pratici di come tutti noi possiamo ottenere, con semplici accorgimenti, immagini spontanee e reali spingendoci ancora di più a perseguire nella ricerca di innovazione e spontaneità, che sono i segreti del suo successo. Una passione che è pari a quella che anche noi, da sempre, mettiamo nella realizzazione dei nostri filmati con l’innovazione della tecnologia hd e con tecniche di ripresa basate sull’uso di stedy cam e ottiche fish eye che ci permettono di eliminare dai nostri filmati effetti digitali, limitandoci all’uso di rallenty e dissolvenze con la certezza che un’emozione deve essere per sempre. Yervant Zanazanian con Emanuele Bellan, titolare della Digital Video3

per inserirlo all’apertura del video: un’occasione per conoscere meglio gli sposi ed instaurare con loro un rapporto famigliare, in modo da realizzare video naturali e spontanei, come insegna Bob Davis. Bob ha poi sottolineato come i prodotti Graphistudio rappresentino in tutto l’alta qualità artigianale del Made in Italy e di come questa azienda abbia prodotti di alta finitura con carte eccezionali come la Metal e pellami di altissima gamma come le Distressed.

Proprio riguardo al video, è stato importante l’intervento di Joe Buissink. Joe Buissink era in collegamento web dall’Inghilterra e con la sua presenza ha confermato l’ottima qualità degli album Graphistudio che tutti i fotografi presenti utilizzano per i loro sposi. Ha sottolineato la necessità di non cedere alle lusinghe del cliente virtuale che vorrebbe sostituire l’album del matrimonio con il cd pensando così di sostituire con il fotografo il costo del film del loro matrimonio. Su questo ti dirò che vorrei utilizzare due righe della tua rivista per far capire che non sarà mai possibile sostituire con la fotografia l’emozione che un film trasmette se realizzato da professionisti, come J. Buissink, in grado di cogliere la storia del giorno più importante. D’altronde basti pensare a films come Via col vento, Casablanca, Colazione da Tiffany: se sostituiti da fotografie quanto perderebbero dal punto di vista emozionale? Per questo io consiglio sempre agli sposi di non affidarsi a persone non esperte ma di valutare attentamente la scelta del “regista” del loro matrimonio perchè sarà un evento unico che dovrà essere realizzato in ogni particolare e con la massima qualità oggi visibile con i supporti Blu Ray. La presenza del fotografo australiano Yervant è stata davvero eccellente! Durante la pausa di rito sono andato a salutare il testimonial principale della Graphistudio, il fotografo australiano Yervant, vincitore del Wppi 2003, 2004, 2005 e premiato come il più innovativo dei fotografi mondiali. Come sempre debordante e innovativo il suo intervento, (anche nel seminario del 2008 a Milano il corso sulle tecniche fotografiche di questo artista australiano ci aveva rivoluzionato il concetto stesso della fotografia di matrimonio) che, devo dire, è stato ancora più sorprendente. Questo artista ha saputo coinvolgerci con immagini tridimensionali, 76

Quali sono le novità 2012 per gli sposi? Tra le altre la nuova Wedding box che a differenza di altri prodotti similari sul mercato presenta caratteristiche rivoluzionarie come l’apertura a leggìo, e l’interno in velluto pregiato. Poi l’album con stampe su fogli con anima in alluminio che conferiscono una robustezza e una nuova tridimensionalità alle fotografie, oltre a tutta una serie di pellami nuovi come il Nappa e il Dietresse. Ma sono tante le novità da scoprire per le future coppie di sposi che possono avere la certezza che l’innovazione e l’originalità di queste nuove idee sapranno soddisfare anche i più esigenti. Insomma, si è trattato di un’Accademia per professionisti che non smettono mai di imparare e migliorare! È stata davvero un’esperienza unica che mi ha fatto crescere professionalmente e mi ha dato la conferma di avere tra i nostri partner l’azienda leder nel matrimonio di qualità. Un grazie speciale alla Graphistudio che ha selezionato il nostro studio per un’occasione di crescita professionale e di leadership nel settore del matrimonio confermandoci come, oltre che nel settore del video dove da anni siamo all’avanguardia con la tecnologia hd e nella innovazione di tecniche di ripresa basate sull’uso di stedy cam e ottiche fish eye, siamo all’avanguardia anche nel settore della fotografia, dove le collaborazioni con colleghi e collaboratori di qualità ci ha permesso di innovarci e di seguire nuove tendenze nel matrimonio con la certezza di regalare sempre un’emozione straordinaria.

Yervant Zanazanian, vincitore del Wppi 2003, 2004, 2005

Jim Garner, tra i miglior 10 fotografi al mondo

Il relatore di Graphistudio presenta la wedding box

Sotto, il salone del castello D’Attimis a Maniago


LOOK | nuova Coedmar

Il premio BARBOTIN D’ORO, prestigioso riconoscimento aziendale che annualmente l’ASPO, Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, assegna a coloro i quali hanno fattivamente contribuito a promuovere ed accrescere l’immagine del Porto di Chioggia.

Il prestigioso Premio è stato consegnato al noto imprenditore che, al comando della sua società “Nuova Co.Ed.Mar”, promuove in ambito nazionale ed internazionale l’imprenditorialità e lo spirito di iniziativa della città di Chioggia

78

ra le prime 100 aziende italiane nel settore delle costruzioni, la società Nuova Co.Ed.Mar. ha il proprio centro operativo in Val da Rio, a Chioggia, dove possiede un’area di stoccaggio servita da un’ampia banchina per l’attracco dei mezzi navali. Nata dalla tradizione del lavoro

qualificato ed utilizza mezzi navali di proprietà, sia idonei alla navigazione nazionale ed internazionale sia adibiti alle lavorazioni in acque interne, lagunari e fluviali. Dispone inoltre di una propria officina meccanica completamente attrezzata per la manutenzione ordinaria dei mezzi e che gli permette di modificare le macchine operatrici a seconda delle

dei “sabbionanti” di Sottomarina, soprattutto nell’ultimo decennio si è affermata come azienda di primaria importanza nell’ambito delle costruzioni marittime e fluviali, delle bonifiche e delle opere speciali. In tutti i suoi interventi impiega abitualmente il proprio personale

specifiche peculiarità d’intervento. Partecipa al Consorzio Venezia Nuova operando, sia direttamente sia attraverso società consortili, alla realizzazione degli interventi di salvaguardia realizzati dal concessionario. In tale ambito, sta realizzando le opere del “SISTEMA MOSE”, interventi di riqualificazione ambien-

>www.coedmar.it<

tale, di morfologia e di difesa locale nell’ambito della laguna e delle città di Chioggia e Venezia. La Nuova Co.Ed.Mar. S.r.l. lavora da sempre ponendo grande attenzione alle esigenze delle Amministrazioni ed operando nel rispetto delle specifiche progettuali, delle previsioni economiche e dei tempi contrattuali, nonché nel rispetto dell’ambiente. La Società vanta un organico che supera i 100 dipendenti, con personale altamente specializzato e gestisce svariati cantieri situati in tutto il territorio nazionale ed internazionale. Una società all’avanguardia, che guarda al futuro forte della sua esperienza specifica e delle abilità professionali di un team coeso e competente, al cui vertice, al cui comando, c’è un uomo dalle spiccate qualità umane e dal particolare talento imprenditoriale: Gianfranco Boscolo Contadin (da tutti conosciuto come Flavio). Co.ed.mar.: una grande realtà imprenditoriale che rende grande il nostro porto e la nostra città.


ALIMENTARI IPERSIMPLY IPERMERCATO RISTORAZIONE ALIMENTARI E BAR BAR L’AIRONEIPERMERCATO Bar - Caffetteria - Snack IPERSIMPLY BODEGA DE CAFÈ Bar - Pizzeria RISTORAZIONE E BAR- Self Service GELATERIA ARTIGIANALE - Gelateria BAR L’AIRONE Bar - Caffetteria - Snack SPICCHIO Pizza- Pizzeria al Taglio- Self Service BODEGA DEPIZZA CAFÈ- Bar ABBIGLIAMENTO GELATERIA ARTIGIANALE - Gelateria BELMONTE CAMICIAIO SPICCHIO PIZZA - PizzaITALIANO al Taglio - Camiceria CALZEDONIA - Calzetteria ABBIGLIAMENTO CIVETTA Abbigliamento Donna - Camiceria BELMONTE CAMICIAIO ITALIANO CONBIPEL ABBIGLIAMENTO CALZEDONIA - Calzetteria - Pelle DORI SPORT - Articoli Sportivi CIVETTA Abbigliamento Donnae Abbigliamento FORPEN Abbigliamento Donna CONBIPEL ABBIGLIAMENTO - Pelle FORPEN UOMO - Abbigliamento Uomo - Casual DORI SPORT - Articoli Sportivi e Abbigliamento GOLDEN - Intimo eDonna Calze FORPEN -POINT Abbigliamento IDEXE’ Abbbigliamento BimbiUomo 0-14-anni FORPEN-UOMO - Abbigliamento Casual JEANS GOLDENSHOP POINT- Abbigliamento - Intimo e CalzeCasual K.G. MODA - Abbigliamento IDEXE’CENTRO - Abbbigliamento Bimbi 0-14 anni K.G. EXTREME - AbbigliamentoCasual Giovane JEANS SHOP - Abbigliamento K.G. CENTRO MODA - Abbigliamento K.G. EXTREME - Abbigliamento Giovane

Tel MATTISSE - Abbigliamento Trend 049 9 704 456 049 9 704 034 NARA CAMICEE - Camiceria - Maglieria 049 9 704 224 Tel OKAIDI Bambino MATTISSE- Abbigliamento - Abbigliamento Trend 0-14 Anni 049 9 705 704 455 456 455 OVS E Accessori 708 224 738 049 9 704 034 NARA- Abbigliamento CAMICEE - Camiceria - Maglieria 049 9 704 049 - Abbigliamento Donna0-14 Anni 049 9 704 Tel 5 842 292 PINOCCHIO OKAIDI - Abbigliamento Bambino 705 340 455 338 9 382 358 SISLEY Abbigliamento 049 7 896 049 704 455 OVS - Abbigliamento E Accessori 9 708 002 738 049 95 704 - Abbigliamento Donna e Calzature Sportive 049 9 704 703 340 811 842 159 292 SPORTVISION PINOCCHIO - Abbigliamento Tel 9 382 358 SISLEY UNDER COLORS OF BENETTON - Intimo 703 002 237 338 - Abbigliamento 049 79 896 001 SPORTVISION UNITED COLORS- Abbigliamento OF BENETTONe-Calzature Abbigliamento 049 9 704 159 Sportive 049 79 896 703 000 811 049 - Abbigliamento Uomo 049 9 703 823 Tel 9 703 390 UOMO UNDER FASHION COLORS OF BENETTON - Intimo 237 049 9 704 186 001 UNITED COLORS OF BENETTON - Abbigliamento 049 CALZATURE E PELLETTERIE Tel 7 896 000 049 9 703 704 390 343 UOMO FASHION - Abbigliamento Uomo 049 9 703 PITTARELLO - Calzature e Pelletterie 704 823 173 049 9 704 041 186 CHIC ACCENT - Pelletterie e Accessori 049 CALZATURE E PELLETTERIE Tel 9 704 054 049 9 703 704 324 343 PITTARELLO Calzature e Pelletterie 049 SERVIZI -VARI Tel 9 704 173 708 041 613 CASSA 049 9 704 CHIC ACCENT - Pelletterie e Accessori DI RISPARMIO DI PD E RO - Bancomat 049 9 704 054 049 9 703 939 324 GAME STOREVARI - Console e Videogiochi 049 SERVIZI Tel 9 702 872 841 613 177 GIUNTI AL PUNTO - Libreria 049 95 708 CASSA DI RISPARMIO DI PD E RO - Bancomat 049 9 700 772 704 939 132 IL ROCCHETTO - Merceria-Scampoli-Tessuti 333 1 713 674 049 9 703 GAME STORE - Console e Videogiochi 049 9 702 872 704 177 233 049 59 841 GIUNTI AL-PUNTO 700 205 772 METEORA Edicola -e Libreria Tabacchi - Accessori Moda 049 9 704 049 9 704 705 132 114 IL ROCCHETTO - Merceria-Scampoli-Tessuti 333 1 713 674 049 9 704 233 METEORA - Edicola e Tabacchi - Accessori Moda 049 9 704 205 049 9 705 114

PHOTO FLY - Fotografo PULISECCO PIOVESE - Lavanderia 4G RETAIL PHOTO FLY--Telefonia Fotografo SPAZIO MUSICA - Musica - Dischi - CD - DVD PULISECCO PIOVESE - Lavanderia TERRE DI MEZZO - Articoli Etnici da Regalo 4G RETAIL - Telefonia SPAZIO MUSICAE -ACCESSORI Musica - Dischi - CD - DVD GIOIELLI TERRE DI MEZZO Etnici da Regalo GIOIELLERIA BIOLO- Articoli - Gioielleria OTTICA BIOLOE- Ottica GIOIELLI ACCESSORI GLITTER ACCESSORI Accessori Moda GIOIELLERIA BIOLO --Gioielleria OTTICA - Ottica CURABIOLO DELLA PERSONA GLITTER - Accessori Moda BEAUTY ACCESSORI STAR - Profumeria BOTTEGA VERDE - Erboristeria E Cosmetici CURA DELLA PERSONA L’ISOLA Erboristeria BEAUTYVERDE STAR -- Profumeria RENATO DIFFUSION - Parrucchieri BOTTEGAHAIR VERDE - Erboristeria E Cosmetici SOLO - solarium estetica tatoo piercing L’ISOLASOLE VERDE - Erboristeria ZOOPLANET Acquari E Animali RENATO HAIR- DIFFUSION - Parrucchieri SOLO SOLE - solarium estetica tatoo piercing ELETTRODOMESTICI E CASA ZOOPLANET E Animali AL BRICOLAGE- Acquari - Bricolage MARCO POLO EXPERT - Hi-Fi e Elettrodomestici ELETTRODOMESTICI E CASA AL BRICOLAGE - Bricolage MARCO POLO EXPERT - Hi-Fi e Elettrodomestici

049 049 049 049 049 049 Tel 049 049 Tel 049 049 Tel 049 049 Tel 049 049 049 049 049 Tel 049 049 Tel 049 049

9 704 488 9 703 639 79 384 704 100 488 59 840 703 515 639 705 100 934 79 384 5 840 515 9 705 704 934 299 9 704 498 9 704 705 299 452 9 704 498 9 704 705 154 452 9 705 432 9 704 785 154 129 9 704 705 194 432 704 129 212 9 785 9 705 704 596 194 9 704 212 705 685 596 59 840 9 705 097 5 840 685 9 705 097


Piazza Grotto, 11 路 45011 Adria (Rovigo) Stefano 340 4631848 路 Luca 339 1947083

Via Amendola, 4 路 45011 Adria (Roovigo) Stefano 340 4631848 路 Luca 339 1947083


i t n ev e

Diventiamo amici!

Cerca Look giornale su

Potremo invitarti ai nostri straordinari eventi. Nuove amicizie e nuove location per il tuo divertimento: guarda le nostre gallery!


LOOK

MalibĂš music club

abato 20 novembre Look Magazine ha organizzato al Malibu Music Club di Rosolina una tappa del suo tour di eventi Look&me. Look Magazine ha organizzato un fantastico set fotografico con la collaborazione di Transit Outlet di Taglio di Po per lâ&#x20AC;&#x2122;abbigliamento, Picri Acconciatori sempre di Taglio di Po per il trucco e il parrucco e gli scatti fotografici sono stati quelli di Luciano Siviero di Porto Viro. Un sentito ringraziamento va come sempre alla famiglia Porzionato e soprattutto a Stefano e Paolo, grazie a loro è stato possibile organizzare questo incantevole evento.

S

a foto ltre di qu even esto to su

82


A

AN

IE

R

S IM B O

N

LE

I

I

PAO

LO PE C

RA

A

A N D R

M AN

LS

• B ORS

M IL A N O

S

ALE SS

Y ROGE

LE

RO

EYCO • J

O

C

ES

P A C IO T T I E • D R

ADRIA (RO) C.so Vittorio Emanuele 131 Tel. 0426.21257


LOOK

Look@me allo Suite 53 omenica 27 Novembre allo Suite 53, il locale più esclusivo del piovese, Look Magazine è ripartito con Look&me, il tour di eventi nelle migliori location del Veneto. Look Magazine ha organizzato un meraviglioso shooting fotografico, con anche una sfilata di moda. Un ringraziamento particolare agli sponsor, “De Vent Abbligliamento”, “In Voga calzature e pelletteria” e i parrucchieri “Tagliati Per il Successo”. Un sentito ringraziamento per la collaborazione e ospitalità a Monica e Thomas i titolari del Suite 53 e al direttore artistico RaphPoet. Le foto dell’evento sono state create da Maurizio Frisoli - Frima Foto e le riprese da Gianni Nardo - ChioggiaTv. Per l’intrattenimento del grande pubblico un grazie allo staff del Victory di Vicenza.

altre uesto foto di q su evento

84


d al 1 9 8 0 so lo c amic e uom o anc he su mis ura P ad o va v i a Umb e rt o I, 8 0 0 4 9 8 7 5 0 9 05 C am po sam pi ero (p d) c . Ri a l t o , 3 4 0 4 9 5 7 9 3 7 65 E st e ( pd ) via Matteotti, 10 0 4 2 9 6 0 4 3 53 P i o ve d i S ac c o (p d) v i a Ga r i b a l d i , 3 2 049 212 56 64 Z an è ( vi ) via A. Manzoni, 119 0445 362 350 N o al e ( ve ) v i a G. T e mp e s t a, 1 8 041 580 10 54 b r an d o c am i c i e@ li be ro .i t


LOOK

l 7 dicembre da Paola Professione Capelli, visto il successo dell’anno scorso, si è ripetuta la serata pre natalizia che Paola offre alle sue clienti, in collaborazione con Aveda. Paola, assieme al suo staff, come sempre ha intrattenuto i suoi ospiti con grande eleganza e professionalità, in una cornice raffinata. Per l’occasione Aveda ha presentato in esclusiva i nuovi prodotti cosmetici di derivazione biologica. Un augurio di cuore a tutti coloro che hanno allietato con la loro presenza la serata.

86

altr foto di e que evento sto su

Serata pre natalizia da Paola Professione Capelli

ph Frimaphoto · >www.frimaphoto.it<


IL MATERASSO CHE RESPIRA

Scegli di dormire bene, senza acari e senza umidità. Ritaglia e consegna questo coupon convenienza!

Consegna presso il ns. spaccio di fabbrica la presente cartolina compilata, riceverai in omaggio un guanciale memory o un buono sconto di € 50,00 sull’acquisto di un materasso. FABBRICA MATERASSI E RETI - Quanti anni ha il tuo materasso? - Di quale materiale è il tuo materasso? - Hai scelto di persona il materasso che usi o ti è stato regalato? - Ti piacerebbe dormire su di un materasso in lattice? - Ti piacerebbe dormire su di un materasso tipo memory? - Ti piacerebbe dormire su di un materasso in molle insacchettate? - Ti piacerebbe dormire su di un materasso fatto su misura per te? - Quante ore dormi in un anno? - In media, una persona passa a letto quanto tempo della propria vita? - Quanto tempo pensi possa durare un materasso? - Al mattino ti svegli riposato? - Pensi sia ora di cambiare il tuo materasso?

5 Lattice lattice di Di persona Si Si Si Si 1500 1/3 7 Si Si

10 memory mobiliere no no no no 2500 2/3 14 no no

15 molle parenti o altri non so non so non so non so 3500 o più ½ o più 21 o più non so non so

Sulla base delle risposte precedentemente date, quanto importante pensi possa essere la scelta del materasso giusto?

presente questionario sarà utilizzato dall’azienda dall’azienda produttrice Dormifl ex S.r.l. per ricevere maggiori informazioni dalla potenziale clientela al fine di migliorare proprio prodotto: in funzione IlIlpresente questionario sarà utilizzato produttrice Dormifl ex S.r.l. per ricevere maggiori informazioni dallailpotenziale clientela al alle fine risposte ricevute ci sarà possibile continuare a produrre sistemi letto sempre all’altezza delle esigenze del consumatore, come da 30 anni a questa parte ci siamo impegnati a fare. di migliorare il proprio prodotto: in funzione alle risposte ricevute ci sarà possibile continuare a produrre sistemi letto sempre all’altezza delle esigenze del consumatore, come da 40 anni a questa parte ci siamo impegnati a fare.

c.c. La Fattoria ROVIGO

SPACCIO DI FABBRICA Area commerciale La Fattoria Loc Borsea - ROVIGO Via del Commecio, 12 Tel. 0425 474954

dormiflex.rovigo@grupposi.it


LOOK

altre foto di que evento sto su

Compleanno di risate alla Fattoria

88

l centro Commerciale “La Fattoria” ha deciso di festeggiare il traguardo dei 13 anni con una festa davvero unica il 19 novembre a cui il pubblico ha partecipato numerosissimo. Entusiasmo alle stelle per gli “Emo”, artisti di Zelig e Omar Santini, in arte “nonno Anselmo”, di Colorado. L’evento ha fatto seguito ad un altro atteso appuntamento: la fine del concorso “La Fattoria” con la consegna dell’auto in palio ad un cliente. Un sogno che si è avverato. E sembra un sogno anche il Natale luminoso del Centro commerciale, con il nuovo allestimento delle luci, le bancarelle, la cioccolata per tutti e i fantastici giochi per i bambini. Vale la pena non mancare e scegliere qui i regali per i propri cari. Dal 5 gennaio, poi, sarà già tempo di saldi e i negozi della Fattoria sapranno sorprendere e sorprendervi!


Excelsior presenta la propria mission di immobiliare: offrire il miglior punto d’incontro tra chi cerca e chi offre immobili, ponendo estrema attenzione alla qualità. Lo staff si occupa di

compravendite

e

costruzione

alloggi,

di

di

bifamiliari

immobili,

villette e

con

trifamiliari,

locazioni,

ristrutturazione

nuovissime inoltre

tecnologie,

Excelsior

segue

l’acquirente dal momento della scelta dell’immobile fino alla conclusione del contratto, compresa l’accensione del mutuo.

V i a M a t t e o t t i , 2 0 b i s · 3 0 0 14 C a v a r z e r e ( Ve) Te l . e F a x 0 4 2 6 5 3 4 7 6 · C e l l . 3 3 8 7 8 3 2 0 2 1 exc e l s i o r_ g r o u p @ l i b e r o . i t


LOOK

Aperto il nuovo supermercato Eurospar a Chioggia a aperto i battenti martedì 29 novembre il nuovo supermercato Eurospar di Borgo San Giovanni, a Chioggia. A tagliare il nastro è stato il Sindaco Giuseppe Casson, accompagnato dal Vicesindaco Maurizio Salvagno. La cerimonia è stata seguita da un rinfresco aperto a tutti i clienti. Aspiag Service, la concessionaria Despar del Nordest, è subentrata alla precedente gestione del supermercato, ristrutturandolo ed integrando nel proprio organico la maggior parte dei dipendenti. Nel nuovo Eurospar lavorano in tutto 28 persone, coordinate dal gerente Boris Visentin. Così Marco Tarozzo, direttore vendite supermercati di Aspiag Service / Despar Nordest: “Siamo un’azienda che cresce e crea posti di lavoro, in grado di lanciare un segnale positivo al territorio anche in tempi delicati come quelli che stiamo attraversando”.

90


Calzature ed Accessori Moda

! e t s e F e n o u B i d i r u Aug Taglio di Po (Ro) Piazza IV Novembre, 2 Tel. 0426 1902023 - 347 188 0407 ideacalzature@gmail.com www.ideacalzature.com i-dea calzature APERTO ANCHE L A DOMENICA POMER IGGIO


LOOK

al foto d tre iq even uesto to su

In passerella belle scarpe di qualità na splendida festa di San Martino si è celebrata in Piazza IV novembre a Taglio di Po, all’insegna dell’eleganza e del buon gusto. Una sfilata organizzata dallo staff di Idea Calzature che ha ambientato l’evento ricordando i 150 anni dall’Unità d’Italia. Le uscite delle 9 modelle, nessuna professionista ma tutte studentesse, sono state organizzate secondo sei episodi che scandivano i momenti della giornata: dalla colazione all’incontro scuola-famiglia, dall’aperitivo in piazza ad una bella festa. Gli abitanti di Porto Tolle hanno partecipato numerosi ed erano presenti anche Sindaco, Vicesindaco e Presidente della Pro Loco, partner dell’evento. Un bel successo per Idea Calzature, un negozio sempre all’avanguardia in fatto di moda. Tra le sue firme: Yamamay e Furla, di cui è già possibile vedere la collezione primaverile. In arrivo a gennaio anche la linea D’Acquasparta, più sportiva e dinamica.

92


BUONE NOTIZIE DAL RISPARMIO Il Supermercato di casa tua. DAL 13 AL 31 DICEMBRE 2011

Buon Risparmio, Buon Natale! €

99 , 1 al pz.

Pasta Fresca Ripiena assortita Sfogliavelo R ANA 250 g

2,99

al pz.

2,99 al pz.

Spumante Müller Thurgau MAXIMILIAN I

Olio Extr a Vergine FARCHIONI

750 ml

1l

Der Supermarkt in Ihrer Nähe./Il Supermercato di casa tua.

3,99

0,99 al kg

Clementine di Calabria 1A QUALITÀ

al kg

vendita a cassetta

Imperiale Mezzo Contadino*

seguici anche su

CHIOGGIA - Borgo San Giovanni ORARIO CONTINUATO: LUNEDÌ - SABATO 8:30 - 20:00

DOMENICA 9:00 - 19:00

*LA CARNE È IN OFFERTA SOLO NEI PUNTI VENDITA PROVVISTI DI REPARTO.

Einfach zum Wohlfühlen./Uno di famiglia.


LOOK

Sposi a palazzo

94

alazzo Silimbani ospita If Eventi per un aperitivo d’eccellenza. Il salone centrale, in un’atmosfera intima ed elegante, accoglie coppie di futuri sposi che scelgono di affidarsi a Francesca e Irene, wedding planners specializzate, per l’organizzazione del matrimonio perfetto. Tavoli abilmente allestiti, musica di sottofondo e sapori di raffinata cucina. Gli ospiti sono stati allietati dalla presenza di partners speciali. Paola Professione Capelli ha creato acconciature originali e glam su modelle che hanno indossato abiti delle migliori griffe messi a disposizione dall’atelier Giuditta. Sfilata fra meravigliosi allestimenti floreali di Lucia Fiori e intrattenimento musicale di Zebrass Quintet. Il palato è stato stuzzicato dalla confettata di La Maison, la vista dai tavoli apparecchiati da Mise En Place. La Tipografia Maseratense ha originato una magnifica cascata di cuori e illustrato romantici inviti e partecipazioni di nozze. If Eventi organizza non solo il vostro matrimonio, ma tutti gli eventi speciali che meritano di essere ricordati nella vostra vita con originalità e un tocco di eleganza …


“A CHALLENGE OF THE BEST DJS IN THE WORLD.” WHO WILL BE THE WINNER?

AVA I L A B L E ONLY O N


LOOK

altre foto di q ues evento to su

Cena di Gala al Ristorante 7 Mari na cena di gala con i fiocchi quella organizzata giovedì 1° dicembre dal Ristorante 7 Mari di Porto Viro, dal titolo “Le bollicine incontrano il Delta”. Ogni portata è stata infatti accompagnata da un diverso champagne francese, prodotto da piccoli coltivatori scelti e tutti di gamma grand court. Anche le portate erano davvero eccezionali con abbinamenti invitanti: uovo di quaglia con scampo saltato in padella per antipasto, conchiglie ripiene di salsa al salmone, branzino con puree uniche nel loro gusto e infine si è degustato un dolce al formaggio accompagnato da un Sauternes francese. La serata è stata un successo e ne seguiranno altre. I clienti saranno avvertiti da sms ed e-mail, ma le informazioni le troverete anche sul sito: www.locandaristorante7mari.it. Chi volesse regalarsi una vacanza sul Delta può scegliere di soggiornare in una delle 6 camere colorate della locanda intitolate agli affluenti del Po e gustare piatti tipici di pesce ma anche gustose novità.

96

pj Luciano Siviero


Donna COTTON CLUB PRIMA DONNA LEYABY VERDE VERONICA ALBA DONNA LINGERIE VALERY LOVE NATURE LUNA DI SETA TENERA CARLOTTA GIRARDI CRESCENTINI Uomo YULIPET HOM SAN GIACOMO

La Lingerie INTIMO DONNA E UOMO Padova, via Chiesanuova 122 – Tel. 049 8714944


Villa Momi’s

rist orant e·piz zeria

Villa Momi’s è il luogo ideale per matrimoni, cresime ed ogni altro tipo di ricorrenza. Per gli sposi e i loro invitati è riservata un’ospitalità particolare, con aree e intrattenimenti privati.

BE AU T IFUL DAY Villa Momi’s permette anche cene e pranzi di lavoro, con la massima tranquillità e distensione per i propri colloqui d’affari. Alla sera i locali sono destinati anche a chi desidera un po’ di intimità, con un’armonia

che

solo il lume di candela riesce a creare

Due sale separate in due piani. Giardino estivo. Oltre 300 posti a sedere. Locale rustico in chiave moderna unico nel suo genere, immerso nel verde.

Cavarzere (VE) Loc.Santa Maria 3B Tel. 0426 53538 chiuso il lunedì siamo presenti su

www.villamomis.it


Via Adige, 8 路 35028 Piove di Sacco 路 Padova Monica Bettinardi 393 7773344 路 Raph-Poet 393 4282079 路 w w w. s u i t e 5 3 . o r g


Look Treviso n38-1111  
Look Treviso n38-1111  

magazine treviso

Advertisement