Page 1

36a Asta Little Nemo

ILLUSTRATION AND COMIC ARTMASTERS Torino 14 novembre 2015


Direttore d’Asta: Sergio Pignatone Banditore d’asta: Filippo Piras Schede a cura di Margherita Nebbia e Marco Orso Giacone

Partecipazione on line Condizioni sul sito www.liveauctioneers.com Contattare i nostri uffici per maggiori informazioni Catalogo e streaming su www.littlenemo.it Le condizioni di partecipazione all’asta sono riportate in calce al catalogo e sul sito www.littlenemo.it così come i testi in inglese e francese. English texts and general conditions of sale on www.littlenemo.it. Description des lots et conditions générales de vente en français sur www.littlenemo.it.

Per informazioni: Little Nemo, Casa d’Aste, via Ozanam 7 - 10123 Torino Tel./Fax +39 011 76 30 397 - +39 011 81 27 089 casadaste@littlenemo.it


Illustration and Comic Art Masters Illustrazioni e tavole originali dei Grandi Maestri Sede asta: Torino, Little Nemo Art Gallery, via Ozanam 7 Sabato 14 novembre 2015 Ore 16,00 tornata unica lotti 1/101

Esposizione d’asta: Torino, Little Nemo Art Gallery, via Ozanam 7 da sabato 7 a sabato 14 novembre dalle 10,00 alle 13,00 dalle 15,15 alle 19,15.

CASA D’ASTE


Maestri dell始Illustrazione


VITTORIO ACCORNERO (1896-1982) 1. Tomaso Illustrazione china e tempera su cartone cm 21,8x22,8. Firmata con monogramma e datata al retro dicembre 1943. In ottimo stato.

Dopo aver preso parte come aviatore alla Prima Guerra Mondiale, si dedica all’illustrazione con lo pseudonimo di Max Ninon. Con la moglie Edina Altara realizza illustrazioni per “Il Giornalino della Domenica”, “Ardita”, “La Lettura”. Nel 1925 ottiene la medaglia d’oro per i suoi pochoir alla Prima Esposizione Internazionale di Arti Decorative e Industriali di Parigi. Nella seconda metà degli anni ‘20 è a New York, dove lavora come scenografo. Dal 1934 risiede a Milano, dedicandosi all’illustrazione di libri per ragazzi, con oltre 60 opere per i principali editori. Negli anni ‘40 scrive e illustra per Mondadori i libri di Tomaso, un cagnolino trovatello ed occhialuto adottato da una famiglia di gatti. La sua pittura è costantemente influenzata dal teatro: piccoli e rifiniti personaggi circondati da quinte, tendoni, scenografie. Negli anni la sua pittura evolve verso l’iper-realismo, con personali in Italia e all’estero. Si dedica infine al design di moda, realizzando per Gucci oltre 80 foulard (tra i quali il celeberrimo Flora, disegnato nel 1966 per Grace Kelly). € 250/500

[6]


[7]


VITTORIO ACCORNERO 2. Coppia di Musici Tecnica mista su cartone cm 24x30; firmata. Illustrazione per la Bibliotechina de “La Lampada”, 1940 circa. In eccellente stato, una piccola mancanza all’angolo inferiore sinistro.

€ 500/1000

[8]


[9]


BRUNO ANGOLETTA (1889-1954) 3. Pipetta Bugiardo Illustrazione originale matita, china e tempera su cartoncino cm 22,8x22,8 montata su cartone cm 25x35,5. Firmata, in eccellente stato.

Illustratore e book designer, è stato fra gli illustratori italiani più significativi del secolo scorso. Il suo stile punta all’essenzialità, laddove i contemporanei puntavano alla sovrabbondanza del segno; Angoletta realizza, fra gli anni ’10 e ’20, una serie di opere di assoluta modernità. Inventore di Marmittone, collaboratore della collana “La Lampada”, de “Il Giornalino della Domenica” e di altre riviste del ‘900, Angoletta realizza, con “Giro giro tondo”, curata da Beltramelli, una vera e propria rivista d’avanguardia destinata all’infanzia. «Bruno Angoletta fa parte di quella schiera di artisti del segno che hanno caratterizzato […] l’affermarsi nel nostro Paese […] di una moderna industria culturale. […] Angoletta, e con lui una ricca schiera di cosiddetti illustratori, si occupavano di cucire gli strappi tra la ricerca artistica e l’idea di una professionalità al servizio del sistema culturale». Bruno Balzaretti, in Dalla A. alla Ang. - Bruno Angoletta professione illustratore a cura di Erik Balzaretti, Little Nemo, Torino, 2001 € 475/1000

[ 10 ]


[ 11 ]


TITO CORBELLA (1885-1966) 4. Damina Illustrazione per cartolina tempera su cartoncino cm 25x42,5. Firmata, non datata ma anni ‘20 circa. In eccellente stato, in cornice.

Famoso soprattutto come disegnatore per cartoline, Tito Corbella frequentò l’Accademia di Belle Arti di Venezia dove fu allievo di Guglielmo Ciardi e di Ettore Tito. Fu pittore ma si occupò principalmente di illustrazione e cartellonistica, dal campo della pubblicità al cinema. Diffusissime all’epoca le cartoline da lui disegnate raffiguranti per lo più donne eleganti e coppie innamorate. € 350/700

[ 12 ]


[ 13 ]


ALBERTO DELLA VALLE (1851-1928) 5. I Predoni delle Selvas Originale di copertina per il romanzo d’avventure di Francesco Zani edito da Bemporad nel 1927. Matita, china e acquerello su cartoncino cm 24x31 (opera cm 18x25). In eccellente stato, firmata in basso.

Pittore, illustratore e fotografo, Della Valle esordisce collaborando a “L’Illustrazione Italiana” nel 1880. I suoi lavori più celebri sono però le copertine delle opere salgariane, per Donath prima e Bemporad in seguito, in stretta collaborazione con Salgari stesso. Della Valle era solito creare per realizzare le sue illustrazioni dei veri e propri tableux vivants fotografando familiari e amici paludati da personaggi salgariani; Della Valle stesso prestava i propri lineamenti al personaggio di Yanez. Collabora anche a “La Domenica dei Fanciulli”, “Il Giornale Illustrato dei Viaggi”, “La Domenica illustrata”, “Il Mattino Illustrato”. € 550/1000

[ 14 ]


[ 15 ]


FORTUNATO DEPERO (1892-1960) 6. Rim Progetto per pubblicità; matite colorate su carta applicata su cartoncino, cm 29x21. Firmata in basso a destra, non datata ma 1924. Si allega l’attestazione di avvenuta archiviazione per il Catalogo Generale Ragionato delle Opere dell’Artista del 12 luglio 2015 (numero d’ingresso FD-4045-DIS). In eccellente stato, in cornice.

Dopo le prime prove grafiche e scultoree, caratterizzate dall'influenza della cultura simbolista e accademica italiana, si reca nel 1913 a Roma, dove si avvicina ai futuristi, dei quali condivideva premesse ideologiche e stilistiche. Aderente al movimento futurista, fu tra i firmatari del manifesto dell’“aeropittura” (1926) e, con Prampolini, tra i più vivaci rappresentanti del “Secondo Futurismo”. Egli apportò al Futurismo un gusto spontaneo per la battuta sapida, di carattere popolare e più precisamente radicato nel folclore dell'Alto Adige e con Balla e Prampolini applicò il futurismo alle “arti applicate”. Celebre la sua “Casa d’Arte Depero”, dove poté concentrare molteplici attività, dalle campagne pubblicitarie alla produzione di arazzi e giocattoli. Grazie all’amico Fedele Azari negli anni ’20 Depero entra in contatto con la ditta Rim, produttrice di lassativi, per la quale realizza una serie di bozzetti come proposte preliminari per cartelli pubblicitari. € 3800/7500 ➜

[ 16 ]


[ 17 ]


JEAN-MICHEL FOLON (1934-2005) 7. La Télévision Illustrazione china e acquerello su cartoncino cm 22x28; firmata. In eccellente stato, in cornice.

Nel 1967 iniziò una collaborazione con lo scrittore Giorgio Soavi, con il quale realizzò numerosi progetti per Olivetti. Si ricordano, tra le altre, le edizioni illustrate de La metamorfosi di Franz Kafka e Le Cronache marziane di Ray Bradbury. Per le edizioni Nuages di Milano illustrò L’uomo invisibile di H. G. Wells e Favole di Jean de Lafontaine. La consacrazione come illustratore arrivò nel 1969 con una mostra allestita presso la Galleria Lefebre di New York che fece conoscere i suoi acquerelli in tutto il mondo. Negli anni successivi si realizzarono mostre di sue opere in vari paesi del mondo, in particolare quelle tenutesi al Musée des Arts Décoratifs di Parigi e ai Musei Reali di Belle Arti del Belgio a Bruxelles riscossero particolare successo. Importante, negli stessi anni, la produzione di manifesti, che hanno fatto parlare di lui come “l’ultimo affichiste”. € 2500/4000

[ 18 ]


[ 19 ]


TITTI GARELLI (1948) 8. Regina di Cuori Acrilico e lamina d’oro su tavola cm 28,5x44,5. Opera facente parte del ciclo delle Regine Neogotiche.

Diplomatasi all’Accademia Albertina, Titti Garelli inizia a lavorare nella pubblicità, come illustratrice. I suoi lavori sono richiesti dall’editoria e dalle maggiori agenzie pubblicitarie internazionali. Una delle sue principali fonti di ispirazione è costituita dalle immagini vittoriane dell’epoca d’oro dell’illustrazione; questa sua propensione la porta a specializzarsi sempre più nel mondo dell’infanzia. Negli anni ’80 dà vita ad una serie di lavori indipendenti; a partire dal 1986 espone in svariate gallerie italiane ed estere, arrivando ad esporre a Tokyo, Parigi e New York. Le Reginette di Titti affascinano per la loro ancestralità, il rimandare ad una cultura ed un’immaginario antico e contemporaneamente per la loro inquietante modernità. Queste bambine senza tempo riferiscono dell’estrema perizia e virtuosismo della loro creatrice, di una grande esperienza di “Arte come mestiere”, come diceva Bruno Munari. € 1400/2800

[ 20 ]


[ 21 ]


GOLIA (EUGENIO COLMO) (1885-1967) 9. Piatto con uccello e fiori in ceramica dipinta, 1923, diametro cm 36 contrassegnato con il n. 150, firmato e datato e con il disegno di uno scarabeo nero

Pittore, illustratore grafico, disegnatore di moda, caricaturista e ceramista italiano, Colmo ebbe come compagno di scuola di Gozzano; fu proprio il poeta crepuscolare ca dargli il soprannome di “Golia”. Come ceramista realizzò moltissimi piatti ispirandosi anche agli stili orientali con vivace ricchezza di colori e novità assoluta nelle composizioni. Nella brochure della Galleria d’Arte La Vinciana di Milano, che espose nel 1923 centocinquanta piatti decorati dall’artista, quello contrassegnato con il n. 150 era prezzato 1000 lire, ed era uno dei più costosi. «Il Golia destinato ai bambini non solo non fa assolutamente rimpiangere quello più adatto agli adulti, ma anzi possiede la particolare possibilità di aderire, con l’elaborazione di forme limpidamente chiuse e simboliche, al bisogno dei bambini di guardare profili otticamente precisi [...] fornendo materiali privi di incertezza stilistica e ambiguità semantica». Antonio Faeti, Guardare le figure, op. cit. € 800/1800

[ 22 ]


[ 23 ]


CARLO JACONO (1929-2000) 10. Guerra su commissione di John Brunner. Originale di copertina realizzato per “Segretissimo” n°286, del 1969. Tempera su cartone cm 34,5x44,5, firmata, in eccellente stato.

Formatosi all’Accademia di Brera, Jacono vorrebbe dedicarsi alla pittura ma cede alle lusinghe della pubblicità: comincia a creare progetti grafici e illustrazioni per manifesti e campagne sulla stampa (collabora, negli anni, con Armando Testa, Young e Rubicam, McCann Erickson). Nell’inverno del 1950 Alberto Tedeschi, direttore dei “Gialli Mondadori”, gli affida la realizzazione delle copertine del settimanale: inizia così una collaborazione quasi quarantennale, che porterà alla creazione di più di 3000 copertine. Jacono illustra inoltre un centinaio di copertine e svariate centinaia di illustrazioni in bianco e nero per “Urania”. Sempre per Mondadori realizza tutte le copertine (dal 1960 al 1990) di “Segretissimo”; contribuisce poi a numerosi periodici. Illustra inoltre fiabe, copertine di guerra, western e fantasy; nel 1970 intraprende anche una carriera pittorica trentennale, tenendo varie personali in Italia e all’estero. € 425/900

[ 24 ]


[ 25 ]


ALBERTO FABIO LORENZI (1880–1969) 11. Le Bagnanti Illustrazione per “Le Sourire” tecnica mista su cartoncino cm 23,5x31,5 applicata su cartoncino tabacco cm 33x46; non datata ma anni ’20. Firmata, in eccellente stato.

Esordisce come cartellonista e ha esposto al Salon des Humoristes, al Salon d’Automne e al Salon des Indépendants. Nel 1919 ha contribuito a creare i costumi della prima rivista dell’epoca d’oro del Folies Bergère. Negli anni ‘20 ha svolto prevalentemente attività di grafico pubblicitario ed è autore di eleganti e sofisticate illustrazioni di moda e umoristiche per i più noti periodici dell’epoca e per numerosi libri di pregio, firmandosi anche Fabius. € 1300/2600

[ 26 ]


[ 27 ]


EMANUELE LUZZATI (1921-2007) 12. Il Visconte e lo Scudiero a cavallo Illustrazione originale per l’edizione illustrata de Il Visconte Dimezzato del 1975 pubblicata da Einaudi. Tecnica mista su carta cm 35x25; non datata ma anni ’70. In eccellente stato.

Scenografo e illustratore, maestro in ogni campo dell’arte applicata. Nato a Genova, nel 1940 emigra in Svizzera per sfuggire alle leggi razziali. Nel 1970 dirige Alì Babà, il suo primo cortometraggio d’animazione. Nel 1972 espone alla Biennale di Venezia; nel 1975 è fondatore del Teatro della Tosse di Genova, per il quale realizzerà molte scene e costumi. Sue personali si sono tenute in Italia e nel mondo. I “suoi” burattini sono tra le creature del suo immaginario più note ed apprezzate. «Per quello che mi riguarda io mi sono sempre sentito illustratore e non pittore […]. Naturalmente in questo senso la massima libertà la trovo quando scrivo io stesso una storia e posso meglio dosare scritto e immagine. […] C’è però anche chi dice che le mie illustrazioni sono sempre molto teatrali, che le mie scenografie sono troppo illustrative, che nei miei film di animazione si vedono troppi sipari e e troppi palcoscenici... Non sta a me giudicare: io racconto come posso e come mi piace e confesso che mi diverto». Emanuele Luzzati, Confesso che mi diverto, in Lele Luzzati, figure incrociate, La Casa Usher, 1985. € 900/2000

[ 28 ]


[ 29 ]


EMANUELE LUZZATI 13. Pulcinella Fondo originale per il riadattamento dell’opera di Rossini Il Turco in Italia. Tecnica mista su cartoncino cm 42x32.

L’ouverture dell’opera buffa scandisce il ritmo delle fantastiche avventure di Pulcinella, nel suo tentativo di abbandonare la sua squallida vita almeno per un giorno, liberandosi dagli intoppi della quotidianità. Il film d’animazione valse all’illustratore una nomination agli Oscar nel 1973. Firmato, in eccellente stato; in cornice. € 2800/4500

[ 30 ]


[ 31 ]


LORENZO MATTOTTI (1954) 14. Gli Amanti Illustrazione originale china su cartoncino cm 26,5x26,5. In eccellente stato, firmata.

Lorenzo Mattotti esordisce alla fine degli anni ’70 come autore di fumetti; nei primi anni ’80 fonda, insieme con altri disegnatori, il gruppo Valvoline. Nel 1984 realizza Fuochi, che vince importanti premi internazionali. Con Incidenti, Signor Spartaco, Doctor Nefasto e molti altri, fino ad arrivare a Stigmate, il lavoro di Mattotti evolve con coerenza, ma sempre all’insegna della novità e dell’eclettismo. Le sue graphic novels sono tradotte in tutto il mondo. Come illustratore e cover artist pubblica su testate quali “The New Yorker”, “Le Monde”, “Das Magazin”, “Suddeutsche Zeitung”, “Nouvel Observateur”, “Corriere della Sera” e “Repubblica”. Per l’infanzia illustra vari libri, tra cui Pinocchio ed Eugenio (vincitore, nel 1993, del prestigioso Grand Prix di Bratislava). Numerose le sue personali, tra le quali si annoverano quelle tenute al Palazzo delle Esposizioni di Roma, al Frans Hals Museum di Haarlem e ai Musei di Porta Romana. Realizza manifesti (quello di Cannes 2000 in primis), copertine e campagne pubblicitarie. € 1200/2500

[ 32 ]


[ 33 ]


LORENZO MATTOTTI 15. Versace, Dolce & Gabbana Illustrazione originale tecnica mista su cartoncino cm 25,5x36. Opera pubblicata su “Max” n° 9 del 1999, quindi ripubblicata su Moda/Fashion nella collana Works della Logos edizioni nel 2014. Firmata, in eccellente stato.

All’interno della vasta produzione artistica di Mattotti, un posto di rilievo spetta sicuramente alle illustrazioni legate al mondo della moda. Tra le numerose collaborazioni si ricordano quelle con importanti riviste quali “Vanity Fair”, “Cosmopolitan”, “Max”, “Playboy” e “Glamour”. € 6000/12000 ➜

[ 34 ]


[ 35 ]


ANTONIO MARIA NARDI (1897-1973) 16. Storie di Bambini Poveri Originale di copertina per l’opera di Etre Valori, pubblicata nella Bibliotechina de “La Lampada”, edita da Mondadori nel 1919. China e acquerello su cartoncino cm 27,5x29 (disegno cm 18x21 circa). In eccellente stato.

Attivo dal 1915 nell’illustrazione di libri per ragazzi, dopo la guerra il pittore avvia importanti collaborazioni con diverse case editrici, fra cui Mondadori. Tra il 1920 e il 1930 illustra circa 50 libri, contribuendo nel frattempo a periodici fra cui “Il Corrierino”, il “Corriere dei Piccoli”, “Ragazzi d’Italia” e “Topolino”. Nel 1921 espone alla I Biennale Romana; nel 1924 inizia a lavorare in campo pubblicitario. Dalla metà degli anni ’20 Nardi consacra gran parte dellasua arte al tema religioso; produce, in oltre 40 anni, innumerevoli pale d’altare, dipinti, vetrate. «Le sue illustrazioni […] coniugano languori preraffaelliti e modernità classica, salda esperienza anatomica e grazia japoniste cara alla grafica liberty di autori quali Arthur Rackam, come testimoniano anche le più tarde silhouettes in bianco e nero disegnate per la traduzione italiana del romanzo per ragazzi di Ethel Turner Sette piccoli australiani (Paravia, Torino 1926). F. Franco, Antonio Maria Nardi, Dizionario Biografico degli Italiani, Vol LXXVII, Treccani, Roma, 2012. € 375/700

[ 36 ]


[ 37 ]


VSEVOLOD NICOÙLINE (1890-1968) 17. La Storia di Allegretto e Serenella Illustrazione per la riedizione della trilogia di Virgilio Brocchi, pubblicata da Mondadori nel 1929. Matita e acquerello su cartoncino cm 19x29,5 applicato su cartone cm 27x38. In eccellente stato, firmata con monogramma all’angolo inferiore destro.

Formatosi all’Accademia di Belle Arti di Odessa, studia con alcuni professori italiani. Fuggito dalla rivoluzione, giunge nel 1920 in Italia, stabilendosi a Genova. A Nervi entra in contatto con Virgilio Brocchi, a cui lo legherà una profonda amicizia. Le sue pitture e xilografie riscuotono successo alle mostre di arti decorative presso la villa reale di Monza. Presto coniugherà la sua poetica all’interpretazione delle fiabe russe, divenendo uno dei più apprezzati illustratori per ragazzi attivi in Italia. “In questa trilogia lo stile di Nicoùline, colto nel suo primo fiorire, matura già verso quello che diverrà la sua cifra peculiare a partire dagli anni Trenta, quando darà alle stampe i suoi lavori migliori”. Santo Alligo, Pittori di carta. Libri illustrati tra Otto e Novecento, Vol. II, Little Nemo, Torino, 2005. € 325/700

[ 38 ]


[ 39 ]


ANTONIO RUBINO (1880-1964) 18. I Balocchi di Titina Matita e china su carta da disegno cm 21x25. Illustrazione per il primo libro per l’infanzia realizzato dall’artista nel 1912 per i tipi “La Scolastica”, editrice in Ostiglia. in ottimo stato.

Artista déco ante litteram, poeta, scrittore; tra i fondatori del “Corriere dei Piccoli”. Il geniale artista sanremese prende le mosse da un simbolismo tardo-ottocentesco che richiama Kubin e Redon, per approdare ad un’arte visionaria sui generis, che ha informato di sé l’immaginario infantile (e non solo) del Novecento. «L’opera di Rubino è stata inserita tra il Liberty e il Futurismo. Si può essere d’accordo per quanto riguarda l’Art Nouveau, ma è difficile concordare con una anche solo parziale attinenza alla corrente marinettiana, se non nella comune condanna del “passatismo” benpensante e borghese. Non c’è dubbio che Rubino abbia guardato, più che ad ogni altra cosa, al Liberty di Aubrey Beardsley. […] Ma il liberty di Rubino è dispettoso, irriverente, così diverso da quanto è stato fatto prima e dopo di lui». Santo Alligo, Antonio Rubino. I libri illustrati, Little Nemo, Torino, 2008. € 1200/2500

[ 40 ]


[ 41 ]


ANTONIO RUBINO 19. Anima Illustrazione originale matita china e acquerello su carta cm 12,5x19; 1907 circa. Timbro dell’archivio dell’autore datato 1964.

Una delle prime rare opere del geniale artista sanremese, realizzata in stile floreale con rimandi alle opere di Alphonse Mucha. Lievi sfrangiature marginali, per altro buona conservazione. € 1100/2200

[ 42 ]


[ 43 ]


FEDERICO SENECA (1891-1976) 20. La Nonnina, Lane BBB Illustrazione originale pubblicitaria per il lanificio monzese. Tecnica mista su cartoncino cm 24x34 circa. Firmata e datata 1950 in basso a destra; in eccellente stato, in cornice.

Disegnatore e grafico italiano, Federico Seneca è stato uno dei più importanti cartellonisti pubblicitari italiani. Di origini romane, si trasferisce a Milano dove incontra Marcello Dudovich. Dal 1919 al 1935 collabora con la Perugina e la Buitoni per le quali, col ruolo di direttore artistico, cura l’immagine grafica e crea manifesti pubblicitari di assoluta novità formale. Nel 1933 apre un proprio studio, sempre a Milano, e lavora fino al 1935 per Italrajon, Fiat e Cinzano. Poco prima del secondo conflitto interrompe la propria attività, per poi riprenderla nel 1950, occupandosi delle campagne pubblicitarie di Agipgas, Pibigas, Energol, Lane BBB e nuovamente Cinzano. € 500/1200

[ 44 ]


[ 45 ]


KAREL THOLE (1914-2000) 21. La Dolce Evelina China su cartoncino cm 27x39. Illustrazione originale per il volume dedicato ai mostri del cinema Le primavere del Mostro di Piero Zanotto, edito da Quadragono Libri nel 1976. Firmata, in cornice; in eccellente stato.

Dopo aver frequentato la prestigiosa scuola di disegno del Rijksmuseum, Thole inizia la sua carriera muovendosi nell’ambiente editoriale. Nel 1958 si trasferisce in Italia dove collabora con Rizzoli e Mondadori. Nel 1959 sostituisce Caesar nella realizzazione delle copertine de “I romanzi di Urania”, collana a cui contribuirà per quasi 40 anni: l’ultima sua copertina, per il n° 1330, risale al 1998 (Picatrix la scala per l’inferno di V. Evangelisti). Artista visionario, era solito esprimersi con la tempera realizzando dettagliatissime miniature. Altrettanto efficace era il suo utilizzo del bianco e nero: ricordiamo, tra tutte, le illustrazioni per il Don Camillo di Guareschi. «Ho trovato Thole un individuo faceto, arguto, spiritoso […] e di notevole spessore culturale. […] Credo che il buon umore fosse una componente costante della sua natura... Di primo acchito questa sua vena umoristica e ironica parrebbe in contrasto con un’espressività che mira a suscitare inquietudine nell’osservatore. […] Eppure è attraverso il ridicolo e l’ironia che diventa possibile vedere il lato serio e doloroso della condizione umana». G. C. Cuccolini, L’ironico sorriso grafico di Karel Thole, in Karel Thole pittore di fantascienza, Fond. Rossellini, Senigallia, 2012. € 1100/2300

[ 46 ]


[ 47 ]


KAREL THOLE 22. Emmarg Originale di copertina per il romanzo di fantascienza di Felix Thijssen, edito da De Fontein nel 1976. Tecnica mista su cartone cm 27x36,4.

La campagna francese è sconvolta dall’arrivo di un mostro alieno. Il romanzo, in bilico tra fantascienza e horror, ha trovato in Thole il suo più significativo copertinista. L’opera è stata esposta a numerose mostre in Italia e all’estero: Brighton (1979), Sassari (1979), Trento (1981), Alessandria (1984)… In eccellente stato. € 1300/2800

[ 48 ]


[ 49 ]


YAMBO (ENRICO NOVELLI) (1881-1963) 23. Tiritituf! Originale di copertina per l’opera di Luigi Capuana, pubblicata nella Bibliotechina de “La Lampada”, edita da Mondadori nel 1914. Matita e china su cartoncino cm 21x29, in eccellente stato.

Enrico Novelli, in arte Yambo, è stato scrittore, autore teatrale e illustratore. Dotato di un segno vigoroso, elegantemente grottesco, scrive e illustra centinaia di opere per ragazzi, tutte contraddistinte da grande forza visiva ed ironia. Nel suo tratto convivono tradizione e modernità, come ad esempio in quest’opera, dove le nuvole ed il movimento dei personaggi vengono rappresentati con rapide e scarne volute di china. «Enrico Novelli, che si fa chiamare Yambo in tutti i suoi libri, è, in qualche modo, il Robida italiano. La somiglianza fra le due figure è tale che, guardando le rispettive opere, si è tentati di pensare ad un territorio comune, frutto della fatica unitaria dei due autori. Ma […] Yambo non deve nulla, in modo diretto, a Robida. Si trattò solo di una simile collocazione all’interno di un’epoca e della stessa capacità di coglierne accenti e di intuirne echi» Antonio Faeti, Guardare le figure. Gli illustratori italiani dei libri per l’infanzia, Einaudi, Torino, 1972. € 475/1000

[ 50 ]


[ 51 ]


Maestri del Fumetto


ARTISTI VARI 24. The National Cartoonists Society sends Greetings to “Lucca 5” Illustrazione originale tecnica mista su due cartoncini, ciascuno cm 42,7x58,5 circa.

Realizzata dagli artisti ospitati in occasione della quinta edizione di Lucca Comics (1969). Erano presenti: Starr, Frank Fogart, Gil Kane, Al Smith, Walker, Pascal… In eccellente stato, firmata dagli artisti, una piccola mancanza a un angolo. € 1400/2800

[ 54 ]


[ 55 ]


ALFONSO AZPIRI (1947) 25. Lorna Tavola originale matita china e acquerello su cartoncino cm 31x41,5 accompagnata da velina. In eccellente stato.

Artista spagnolo portato per lo stile horror ma venato d’ironia, ha lavorato per “Heavy Metal” e “Penthouse Comics”. Il suo personaggio Lorna, ispirato a Barbarella, ha riscosso successo in Europa e negli Stati Uniti. € 1200/2500

[ 56 ]


[ 57 ]


STEFANO BABINI (1964) 26. Paper Girls Originale di copertina per il volume edito in Italia dalle Edizioni Di e in Svizzera da Little Nemo Ginevra nel 2014. China e ecoline su velina cm 21x29 circa. Firmata, in eccellente stato.

Autore di graphic novel di culto (Non è stato un pic-nic; Welcome Bye-bye; Cielo di fuoco…) Babini è uno degli autori italiani più promettenti. Le sue opere sono state esposte in tutt’Italia, all’estero e nel 2012 ha preso parte alla Biennale di Venezia. Particolarmente sensibile al fascino femminile, Babini è un talentuoso realizzatore di pin-ups. Da una collezione di sue opere è nata la mostra e l’artbook dedicato alle sue Paper Girls. “Riguardando le Paper Girls disegnate da Stefano Babini noi abbiamo la sensazione che si tratti di donne sul punto di partire, o, meglio ancora, alla ricerca di una via di fuga” Cfr. Vincenzo Mollica, in Al di là dei limiti, prefazione a Paper Girls. € 400/1000

[ 58 ]


[ 59 ]


ROBERTO BALDAZZINI (1958) 27. Iride Illustrazione originale, matita e china su cartoncino, cm 33x48. Firmata e titolata al fronte e al retro; datata 2010. Eccellente stato.

Nel 1982 Baldazzini pubblica la sua prima storia su “Orient Express”. Si impone con un segno originale, e le sue graphic novels vengono pubblicate in Europa e nelle Americhe. Contemporaneamente inizia a lavorare anche per la pubblicità, il design e l’illustrazione. Nel 1995 inizia a collaborare con “Blue”, per la quale crea Ginger&Rogers, Casa Howhard, Chiara Rosenberg, Aura, Beba. In Francia collabora con gli editori Dynamite, Delcourt e Dargaud. È considerato uno dei disegnatori fetish più grandi al mondo; amato da Sottsass e da Moebius, Baldazzini ha ampliato le sue esperienze artistiche spaziando dalla pittura alle elaborazioni digitali del segno e della fotografia. «Quello che distingue Baldazzini dalla moltitudine dei giovani disegnatori giunti alla ribalta negli anni recentissimi è il registro grafico da lui scelto. […] Baldazzini ha scelto un modulo d’ispirazione inconsueto: cioè il disegno schematico, robusto, corposo, talvolta retinato, che richiama immediatamente certi classici autori del fumetto statunitense degli anni quaranta». Gianni Brunoro, Quel fantastico mondo - padri, figli, padrini, padroni e padreterni del fumetto italiano, Edizioni Dedalo, Bari, 1984. € 600/1200

[ 60 ]


[ 61 ]


EMANUELE BARISON (1963) 28. Diabolik - Progetto Avis: Un colpo speciale, Zero negativo. Tavola realizzata per l’albetto edito per la campagna promozionale 2011-2012 del Cro di Aviano e dell’Avis friulano. Matita e china su cartoncino cm 21x29,8. In eccellente stato.

Fumettista, artista rock e attivo in campo cinematografico, Barison disegna dai primi anni ’80 con esperienze molteplici: da La Storia di Nuvolari per la rivista “Autosprint”; dalla creazione della rivista “Fantasy” alla collaborazione con “Il Messaggero dei Ragazzi”. Per la Disney disegna decine di storie con paperi e topi; è il realizzatore grafico di Lazarus Ledd per la Star Comics. Con Francois Corteggiani dà alle stampe la serie “Yakuza” e “De Silence et de Sangre”; realizza il personaggio mascotte Magic Geox e collabora con la rivista francese “Pif”. Mario Gomboli gli propone di entrare nello staff di “Diabolik” nel 1999. Il suo segno potente ed essenziale ben si presta a rappresentare il “genio del delitto”. € 225/400

[ 62 ]


[ 63 ]


EMANUELE BARISON (1963) 29. Zagor Illustrazione originale, tecnica mista su carta cm 21x29,5 circa. Firmata, in eccellente stato.

Nel 2011 Barison inizia la collaborazione con la casa editrice Sergio Bonelli, per la quale disegna le storie di Zagor, personaggio che ben si sposa con il suo stile dinamico e potente. Nel 2014 entra a far parte dello staff di Tex. Dotato di un vigoroso stile pittorico ha realizzato interessanti ritratti di personaggi cult quali Eva Kant, Diabolik, Tex e, appunto, Zagor. â‚Ź 350/600

[ 64 ]


[ 65 ]


DINO BATTAGLIA (1923-1983) 30. I Cinque della Selena Undicesima tavola della storia pubblicata sul “Corriere dei Piccoli” nel 1965, su testi di Mino Milani. Matita e china su cartoncino cm 27x34,7. In eccellente stato, retroacquerellata.

Battaglia esordisce nell’immediato dopoguerra, quando inizia a contribuire, insieme ad altri esponenti della celebre “Scuola veneziana”, ad “Asso di Picche”. Sceglie di non seguire il gruppo in Argentina, ma collabora egualmente con l’Editorial Abril realizzando Capitan Caribe, su testi di Ongaro. Nel 1950 si trasferisce a Milano: qui realizza numerosi episodi di Pecos Bill e collabora a “L’Intrepido” e “Il Vittorioso” e con le Edizioni Audace; nel 1955-1956 disegna El Kid, su testi di Gianluigi Bonelli. Inizia inoltre una lunga e fruttuosa collaborazione con il “Corriere dei Piccoli”. Per le pagine della mitica rivista realizza numerose riduzioni di fiabe e romanzi cavallereschi, spesso su sceneggiatura di Milani. Sempre per il “Corrierino” disegna, nel 1965, I Cinque della Selena opera che segna il passaggio al suo stile più maturo. Nel 1967 pubblica, su “Sgt. Kirk”, la riduzione di Moby Dick. In seguito realizza, per “Linus”, numerose riduzioni di grandi classici della letteratura. Negli anni ’70 contribuisce al “Messaggero dei Ragazzi” e “Il Giornalino”. Sono della fine degli anni ’70 i volumi della collana “Un Uomo un’Avventura”, L’Uomo della legione e L’Uomo del New England. Battaglia non si è mai dedicato al fumetto seriale, ma verso la fine della sua carriera ha comunque creato un suo eroe di carta: l’Ispettore Coke. € 600/1300

[ 66 ]


[ 67 ]


JORDI BERNET (1944) 31. Chiara di Notte Pin up Illustrazione matita e china su cartoncino cm 35x26. In eccellente stato, firmata in cartiglio.

Nato in una famiglia di fumettisti, prosegue il lavoro paterno. La sua prima serie, di genere western, risale al 1963 e viene pubblicata anche in Francia e Inghilterra. Nel 1968 inizia a collaborare con la rivista belga “Spirou”; lavora anche per il mercato tedesco (Andrax) e inglese. Alcune sue storie vengono pubblicate anche in Italia negli “Albi dell’Intrepido”. La consacrazione definitiva arriva nel 1982 quando viene chiamato a sostituire Alex Toth nella realizzazione della serie “Torpedo 1936”, su testi di Enrique Sanchez Abuli. È il periodo delle riviste di fumetto d’autore e i nuovi personaggi disegnati da Sánchez, come Sarvan e Kraken (su testi di Segura), vengono pubblicati in tutta Europa. Nel 1996 realizza il decimo “Texone” su testi di Claudio Nizzi. Nello stesso anno disegna Batman per la DC Comics, aprendosi la strada del mercato statunitense. Il suo personaggio cult rimane però Chiara di Notte, la simpatica prostituta alle prese con la Vita e il figlio Paolino, ideata e sceneggiata dall’indimenticabile e caustico Trillo. € 950/1700

[ 68 ]


[ 69 ]


JORDI BERNET 32. Torpedo Illustrazione originale matita e china su cartoncino cm 33x47. In eccellente stato, firmata in cartiglio.

La serie hard boiled, sceneggiata da Enrique Sánchez Abulí e disegnata da Bernet a partire dai primi anni ’80, fu premiata nel 1986 con il premio Angoulême per il miglior fumetto internazionale. € 2000/3500

[ 70 ]


[ 71 ]


ENKI BILAL (1951) 33. Untitled Illustrazione originale penna su carta cm 24x34,5. Firmato, in eccellente stato.

Nato a Belgrado, esordisce sulla rivista “Pilote”, fondata tra gli altri da René Goscinny e Jean-Michel Charlier, dove pubblica alcune illustrazioni e la sua prima storia, Le bol maudit. Dal 1980 lavora a La fiera degli immortali, primo volume della Trilogia Nikopol di cui è autore di disegni e testi, a cui seguiranno La donna trappola nel 1986 e Freddo equatore nel 1992. Nel 1998 pubblica Il sonno del mostro, primo volume di una nuova trilogia, in seguito divenuta una tetralogia, pubblicato in Francia da Les Humanoïdes Associés. Nel 1999 Fayard pubblica Un secolo d’amore, realizzato con Dan Franck e nel 2000, su testi di Pierre Christin, esce per Dargaud il volume illustrato Il Sarcofago. Nel 2001, a Parigi, viene inaugurata la mostra enkibilalandeuxmilleun che richiama 50.000 visitatori, verrà portata poi a Sarajevo, Belgrado e Liegi. L’anno dopo, a Cherbourg, viene allestita la mostra enkibilalenescale. Tra il maggio e il giugno 2003 esce una nuova mostra, enkibilalbarcelona 2003, allestita nella capitale catalana. Nel 2003 pubblica 32 dicembre, secondo volume della tetralogia del mostro e, nel 2006 viene dato alle stampe il terzo volume, Appuntamento a Parigi - Atto Terzo, seguito a suo volta, nel 2007, da Quattro?, quarto ed ultimo volume, edito in Francia da Casterman. Nel 2008 dalla trilogia Nikopol viene tratto il gioco Nikopol: Secrets of the Immortals. € 700/1500

[ 72 ]


[ 73 ]


BRUNO BRINDISI (1964) 34. Omaggio a Claudio Villa Coppia di originali di copertina matita e china su cartoncino, ciascuno cm 30x40. Variant cover realizzate in occasione dell’uscita del 100° numero di “Superman” e “Batman”, pubblicati da RW Edizioni a settembre e novembre 2015. In eccellente stato, firmate.

L’autore salernitano esordisce su “Trumoon”, rivista edita in proprio da un gruppo di amici con la comune passione per i fumetti, la cosiddetta “Scuola Salernitana”. Nel 1988 inizia la gavetta sui pocket “hard” della E.P.P.; nel 1989 cominciano le prime collaborazioni con Sergio Bonelli Editore, con varie prove per Nick Raider e Nathan Never. Ma la svolta avviene nel novembre 1990, su “Dylan Dog” n° 51, con la storia di Tiziano Sclavi Il male. Brindisi si è immerso nell’universo onirico creato da Sclavi e, grazie al suo talento d’illustratore, ci ha regalato una serie di copertine di straordinaria ricchezza per la riedizione a colori delle avventure dell’Indagatore dell’incubo. Nel gennaio 2004 esordisce nella serie regolare di “Tex”; nell’agosto 2011 inaugura la nuova collana di “Tex a colori” con la storia E venne il giorno. L’artista salernitano costituisce ormai una delle colonne portanti delle testate “Dylan Dog” e “Tex Willer”. €1500/3000

[ 74 ]


[ 75 ]


JOHN BUSCEMA (1927-2002) 35. Conan the Barbarian - The Bird-Woman and the Beast! Tavola originale pubblicata a pag. 7 del n° 168, marzo 1985. Matita e china su cartoncino professionale Marvel cm 28,2x42. Timbro con copyright Marvel al retro, in eccellente stato.

Fumettista statunitense ispiratosi alla scuola classica di Foster, Raymond e Hogarth, appassionato di arte rinascimentale e affascinato da artisti contemporanei come Norman Rockwell, dopo un iniziale lavoro come grafico pubblicitario entra alla Marvel realizzando le storie di Conan il Barbaro. Uno dei disegnatori maggiormente rappresentativi dello stile Marvel, ha contribuito al successo di personaggi come Silver Surfer, i Vendicatori, i Fantastici Quattro e Thor. â‚Ź 700/1500

[ 76 ]


[ 77 ]


CORRADO CAESAR (KURT KAISER) (1906-1974) 36. Romano il Legionario Prima tavola originale della sesta avventura del pilota, pubblicata sul n° 21 de “Il Vittorioso”, 1938. Matita e china su cartone cm 28,5x35,7, firmata e datata in basso a destra. In eccellente stato.

Il fumettista ed illustratore di origine tedesca Kurt Kaiser (in arte Caesar) si stabilisce in Italia negli anni ’30. Qui inizia a realizzare storie a fumetti come I due tamburini (1935), Will Sparrow eroe dell’aria (1937) e Il crociato nero (1938). Nel 1938 crea per la Ave il personaggio di Romano il Legionario, inizialmente eroe della guerra civile spagnola dalla parte franchista poi combattente nella Seconda Guerra Mondiale. Per quanto riguarda le anatomie Caesar è sicuramente in debito con Alex Raymond. Dalla sua, la straordinaria capacità di rendere i mezzi bellici, siano essi carri armati, navi o aeroplani, e le scene di battaglia. Nel 1941 partecipa alla Campagna d’Africa, realizzando reportage grafici dal vivo per l’Africa Korp. Nel dopoguerra è uno dei disegnatori “portanti” per le Edizioni Ave. Memorabili le sue tavole tecnico-didattiche per i paginoni de “Il Vittorioso”. € 600/1200

[ 78 ]


[ 79 ]


RENATO CASARO (1935) 37. Fathom, bella, intrepida e spia Esecutivo originale per l’affisso 2 fogli del film diretto da Leslie H. Martinson e prodotto in Inghilterra. tra gli interpreti Antony Franciosa, Ronald Fraser e Raquel Welch. Tempera su cartone cm 49x69. In eccellente stato.

Casaro inizia la propria carriera artistica a 17 anni, nel Cinema Garibaldi di Treviso, dove realizza gratuitamente delle locandine per le pellicole in programma in cambio dell'ingresso in sala. Nel 1953 si sposta a Roma, per aprire due anni dopo il suo primo studio privato a Cinecittà, diventando il più giovane cine-pittore in Italia. Il primo successo internazionale arriva nel 1965, grazie ai keyart (poster e locandine) diffusi in tutto il mondo per il film La Bibbia, prodotto da Dino De Laurentiis, i cui poster arrivano fino al Sunset Boulevard di Hollywood. Negli anni successivi lavora con i grandi nomi del cinema tra cui Claude Lelouch, Francis Ford Coppola, Wolfgang Petersen, Bernardo Bertolucci, Luc Besson, Franco Zeffirelli, Rainer Werner Fassbinder. In particolare rimane salda la collaborazione con Sergio Leone, per cui realizza quasi la totalità delle locandine dei suoi film. € 1500/3000

[ 80 ]


[ 81 ]


FABIO CIVITELLI (1955) 38. Tex - La Cavalcata del Morto Tributo al Dylan Dog di Claudio Villa. 169a tavola pubblicata a pag. 185 del “Texone” 2012. Matita e china su cartoncino da disegno cm 30x42. In eccellente stato.

Fabio Civitelli esordisce con collaborazioni per la Rizzoli, la Dardo, la Universo e la Ediperiodici. Nel 1979 realizza storie di supereroi prodotti in Italia per la rivista “Super Gulp!”; lo stesso anno, grazie a Fernando Fusco, entra a far parte dello staff Bonelli, disegnando Mister No. Dal 1984 è divenuto uno dei disegnatori portanti della collana “Tex Willer”. Civitelli disegna Tex da oltre 30 anni; nel corso del tempo ci ha abituati a tavole a fumetti colte, ricche di riferimenti. Nel 2012 esce il suo “Texone” La Cavalcata del Morto, per il quale viene premiato come miglior disegnatore italiano al Salone dei Comics di Lucca 2012. Dotato di un segno elegante, raffinato, contraddistinto da intensi chiaroscuri e sapienti sfumature. Civitelli è stato, sino ad oggi, l’unico disegnatore di fumetti popolari ad essere stato invitato ad esporre alla Biennale di Venezia e a fiere d’arte contemporanea quali ArtePadova, ArtVerona, Bologna Arte fiera, Roma Contemporanea. € 350/700

[ 82 ]


[ 83 ]


GINO D’ANTONIO (1927-2006) - RENZO CALEGARI (1933) 39. La Storia del West - Verso lʼIgnoto Tavola pubblicata a pag. 37 del primo numero del fumetto, edito nel giugno 1967 dalle Edizioni Araldo. Matita e china su cartoncino cm 28,4x40; rimontata. In eccellente stato, firmata da Calegari in basso a destra.

Dopo un esordio ne “Il Vittorioso”, D’Antonio entra a far parte dello staff di “Pecos Bill” con alcuni dei migliori disegnatori dell’epoca (Battaglia, De Vita padre, Paparella). Per l’Edizione Audace realizza El Kid e I Tre Bill. Lavora quindi per la “Fleetway” e per lo Studio D’Ami. Nel 1967 comincia la sua opera più impegnativa: La Storia del West per la Bonelli; casa editrice per la quale realizzerà anche tre volumi della serie cult “Un uomo un’Avventura”. Dal 1971 collabora con “Il Giornalino”. Calegari esordisce per lo Studio Dami disegnando le serie bonelliane El Kid, I Tre Bill, Big Davy. Con D’Antonio realizza a quattro mani i primi episodi de La Storia del West. In seguito collaborerà con l’Editoriale Eura, con “Il Giornalino”, con “Orient Express” e altre riviste di fumetto d’autore. € 300/600

[ 84 ]


[ 85 ]


GIORGIO CAVAZZANO (1947) 40. I Beatles Illustrazione matita e china su cartoncino cm 25x35. Firmata in basso a destra.

Votato all’arte sin da giovanissimo Cavazzano, grazie al fortuito incontro con Romano Scarpa, ne diviene stabile collaboratore chinando le tavole del maestro. Già nel 1967 l’artista veneziano firma la sua prima storia Disney. Affrancandosi gradatamente dallo stile del maestro, Cavazzano contaminerà il segno classico Disney con quello degli autori francesi e americani da lui prediletti (Giraud, Uderzo, Caniff, Toth…), sviluppando un suo personalissimo stile cha farà scuola. € 900/1700

[ 86 ]


[ 87 ]


AVERARDO CIRIELLO (1918) 41. La Cafona Originale di copertina per il n° 73 di “Maghella”, pubblicato nel febbraio 1977. Tempera su cartone cm 34,5x49. In eccellente stato.

L’illustratore, vignettista e cartellonista Averardo Ciriello esordisce alla metà degli anni ‘30, sulle pagine di “Acqua salata” e de “L’Intrepido”. Ben presto si specializza nel genere sexy: sulle pagine di “Sette” (quindi “Otto” e “Otto volante”) pubblica divertenti rivisitazioni delle Memorie di Giacomo Casanova, cui seguono Casanova farebbe così e Bel Ami. Nel 1947 realizza Follie 1947, con Macario e le sue donnine discinte. Negli anni ’50 collabora a numerosi periodici, fra cui “La Domenica del Corriere”, “Detective”, “La Tribuna illustrata” e “Il Travaso delle Idee”. Intraprende quindi la carriera di cartellonista, settore in cui si procura la massima notorietà. Nelle sue opere si può ravvisare una modernizzazione dello stile raffinato di Ballester, con la composizione di immagini ricche di ammiccamenti. Negli anni ’70 disegna molte copertine per “Menelik”, oltre che la quasi totalità delle copertine di “Maghella” e “Lucifera”. € 1900/4000

[ 88 ]


[ 89 ]


LUIGI CORTEGGI (1933) 42. Kriminal - La camera dʼambra Originale di copertina per il n° 134, pubblicato il 18 gennaio 1968. Tempera su cartone cm 20,2x27,5. Firmata, in eccellente stato.

Autentico pittore prestato al fumetto, il flemmatico Corteggi ha realizzato, a partire dai primi anni ’60, moltissime copertine per l’Editore Corno (“Guerra d’Eroi”, “Gesebel”, “Dennis Cobb”, “Kriminal”, “Satanik”, “Alan Ford”…) e quindi per la Sergio Bonelli (“Il Piccolo Ranger”), editore per il quale lavora come art director. Le sue tavole a tempera costituiscono una sorta di pinacoteca di gusto surrealista che non sfigurerebbe in alcun museo di arte contemporanea. € 1800/3500

[ 90 ]


[ 91 ]


GUIDO CREPAX (1933-2003) 43. Valentina - Sindrome di Moore Tavola originale per la storia pubblicata nel 1990. Matita e china su cartoncino cm 35,5x50,5. Firmata e datata, una dedica firmata al margine bianco. In eccellente stato, in cornice. Si abbina il portfolio Valentina incontra Henry Moore 1991. Tiratura 250 esemplari (nostro n° 210). Cm 35,5x50, con 7 litografie tratte dalla Sindrome di Moore, ciascuna firmata. In eccellente stato, completo della sua cartellina.

Guido Crepax esordisce nel campo dell’illustrazione e della grafica realizzando copertine di dischi (da Rendezvous at the Sunset Café di Armstrong a Nel blu dipinto di blu di Modugno), campagne pubblicitarie e copertine di libri e collane di fantascienza. Nel maggio del 1965 debutta come autore di fumetti: pubblica, sulle pagine di “Linus”, La curva di Lesmo. Il protagonista della storia è Philip Rembrandt, critico d’arte e investigatore dilettante dotato di superpoteri; la scena, però, gli viene quasi immediatamente rubata dalla fidanzata Valentina, che diviene in breve la protagonista della serie, nonché uno dei personaggi a fumetti più noti al mondo. Assai prolifico, nel corso degli anni ’70 Crepax crea altre eroine, come ad esempio Bianca ed Anita, protagoniste di storie cariche di un erotismo elegante e ricercato. Realizza inoltre sofisticate versioni a fumetti di alcuni classici della letteratura erotica e non: da Justine a Venere in pelliccia, da Giro di Vite a Dr Jekyll e Mr Hyde. «Valentina offre il suo corpo per dare forma a suggestioni oniriche, i sogni si cristallizzano in segni grafici, sensuali ideogrammi di inquietudini dell’inconscio. Crepax dilata l’attenzione ai particolari, esaspera la sensibilità per i dettagli in una celebrazione feticista dell’immagine e dell’immaginazione che dichiara le suggestioni dell’Ecole du regard». Pietro Favari, Le nuvole parlanti: un secolo di fumetti tra arte e mass media, Dedalo, Bari, 1996. € 3000/6000 ➜

[ 92 ]


[ 93 ]


GUIDO CREPAX 44. Valentina e i Go-Kart Illustrazione tempera su cartone cm 51x71; non datata ma anni ‘60. Lievi abrasioni all’angolo superiore sinistro, per altro in eccellente stato. Firmata, in cornice.

Uno dei dipinti realizzati da Crepax per le riviste popolari degli anni Sessanta. Nella fisionomia della donna pilota ravvisiamo già il volto di Valentina. € 4500/7500 ➜

[ 94 ]


[ 95 ]


GUIDO CREPAX 45. Valentina - Gli Ussari della Morte Tavola originale per il racconto introduttivo alla riedizione in volume de I Sotterranei (1968). Matita e china su cartoncino Schoeller cm 36,5x51. Firmata e datata in basso a destra, in eccellente stato.

Una delle sensazionali tavole a pannello intero. Per la figura di Valentina con bandiera e fucile Crepax cita il grande pittore romantico Eugène Delacroix e il suo famoso dipinto Le 28 Juillet. La Liberté guidant le peuple, che commemora la Rivoluzione Francese del 28 luglio 1830. € 6500/13000 ➜

[ 96 ]


[ 97 ]


ALDO DI GENNARO (1938) 46. Originale di copertina Illustrazione tempera su cartoncino applicato su cartone cm 23,5x31. Firmata in basso a destra, in eccellente stato.

Esordisce nel fumetto in produzioni dello Studio Dami nel 1956, e dal 1962 collabora con il “Corriere dei Piccoli”, disegnando tra l’altro “Il Treno del Sole”, “Il Piccolo Cow-boy”, “Piccole Donne”, “Fortebraccio” e molte storie autoconclusive. Nel 1974 ha particolare successo la serie di avventure de “Il Maestro”, una ventina di episodi realizzati per il “Corriere dei Ragazzi” su testi di Mino Milani. Ancora poche storie negli anni successivi, anche su “Corrier Boy”, poi si dedica del tutto, come dipendente RCS, alle illustrazioni per la “Domenica del Corriere” e per altre testate Rizzoli (“Salve”, “Amica”, “Corriere Salute”, “Qui Touring”, “Capital”), oltre a realizzare molte copertine di narrativa per Rizzoli Libri e il Club degli Editori. Sue le copertine della collana di graphic novel bonellina: “Le Storie”. € 475/900

[ 98 ]


[ 99 ]


PHILIPPE DRUILLET (1944) 47. Lone Sloane Tavola originale del personaggio creato da Druillet nel 1966. Matita e china su cartoncino cm 47x60; non datata ma fine anni ’60. In eccellente stato, firmata e con timbro dell’artista.

L’artista visionario esordisce nel 1966, in pieno clima pop, con il personaggio di Lone Sloane. Negli anni ’70 collabora con “Pilote”, conquistando la celebrità per i suoi intricati sfondi abitati da gigantesche strutture ispirate all’Art Nouveau, ai templi indiani e alle cattedrali gotiche, guadagnandosi l’appellativo di “architetto spaziale”. Nel 1975 fonda con Dionnet e Moebius il gruppo de “Les Humanoides”. Artista eclettico, spazia dal fumetto alle opere rock; dalla pittura e scultura alle arti digitali. Di estrema rarità queste tavole che segnarono il suo debutto nella Nona Arte. € 2200/4500

[ 100 ]


[ 101 ]


WILL EISNER (1917-2005) 48. Spirit Originale di copertina realizzata per “Will Eisner’s Spirit Magazine” n° 37, dell’ottobre 1982. Matita, china e acquerello su cartoncino cm 52x33,5 circa. Firmato e datato in basso a destra, in eccellente stato.

Attivo sin dal 1936, Eisner crea il detective mascherato nel 1940, inventando di fatto la graphic novel, genere di cui si affermerà maestro sino agli anni ’90, sperimentando nuovi modi di narrare una storia inventata che influenzeranno non solo i suoi colleghi ma anche grandissimi registi come Orson Welles e William Friedkin. Nel 1952 Eisner decide di dedicarsi al suo studio editoriale, quando ritiene ormai che il suo personaggio abbia concluso il suo percorso narrativo, per realizzare libri sul fumetto e storie a fumetti di genere didattico. Ritorna a realizzare fumetti nel 1972, inaugurando con la Baronet Press un nuovo modo di concepire il fumetto, più autoriale e vicino ai contenuti. Con la pubblicazione di Contratto con Dio parte, ufficialmente, il moderno “romanzo a fumetti”: la graphic novel. € 9000/18000

[ 102 ]


[ 103 ]


DAVIDE FABBRI (1964) 49. Thor. Il trono di Asgard, china e mezzatinta, cm 57x78. Siglata in cartiglio.

Formatosi come autodidatta, pubblica le sue prime tavole nel 1989 su “L’Eternauta”, disegnando storie scritte da lui (Maelstrom) e da altri autori come Roberto Dal Prà, Ottavio De Angelis e Daniele Brolli, col quale ha successivamente prodotto La Matrice Stellare, racconto autoconclusivo destinato alla rivista “Cyborg”. Dopo Benares Inferno per Nova Express, Fabbri disegna alcune storie brevi e parte delle copertine della Phoenix. Nel 1996 Maelstrom viene pubblicato negli Stati Uniti sulle pagine della rivista “Heavy Metal”. Subito dopo ha inizio la collaborazione con la Dark Horse. Disegna alcuni comic books (due miniserie di “Starship Troopers”, una miniserie di “Xena” e “The Planet of Apes”) ed approda alla serie di “Star Wars” realizzando nove miniserie. In Italia illustra le copertine della collana Avventura per la Mondadori Junior, disegna le avventure del giocatore di basket Skat scritto da Daniele Brolli e Nino Pellacani pubblicato sul supplemento della “Gazzetta dello Sport”. Di recente è uscito Fa un po’ male per Einaudi, un volume che raccoglie la trasposizione a fumetti del film di Marco Risi L’ultimo capodanno con altre due storie da racconti di Niccolò Ammaniti sceneggiati da Daniele Brolli. € 1300/3000

[ 104 ]


[ 105 ]


BOTTEGA FANTONI 50. Le Avventure di Gordon - Il Tradimento di Sonia Esecutivo a colori per il 20° episodio, edito da Nerbini, 1948. Pastelli su carta cm 29x29 circa. In eccellente stato.

Guido Fantoni collabora nel dopoguerra alle avventure di Gordon per l'editore Nerbini. Per la Disney disegna "L'isola dei pinguini", dal romanzo di Pina Ballario, pubblicata su “Topolino giornale” alla fine del 1945, mentre per le Edizioni dell’AVE realizza alcune avventure a fumetti di “Capitan Walter”, su testi di Mario Basari. Per quest’ultimo suo incarico, ma anche per altre serie, coinvolge i suoi due figli, Liliana e Mario nella realizzazione di storie e copertine. La stretta collaborazione emerge anche in questo caso: Guido ha realizzato le ambientazioni e i fondali, mentre le matite dei volti e delle figure si devono a Liliana. Mario Fantoni invece è intervenuto nel ripasso, rendendo lo stile più omogeneo e arricchendo la copertina con più dettagli, come le onde del mare a sinistra sopra il riquadro con Gordon. € 700/1500

[ 106 ]


[ 107 ]


ALFONSO FONT (1946) 51. Tex - Nei territori del Nord Ovest Tavola originale pubblicata a pag. 237 del “Maxi Tex” n° 5, ottobre 2001. Matita e china su cartoncino cm 35x50. In eccellente stato.

Autore estremamente versatile, a suo agio con tutti i tipi di storia e con i generi più diversi, Font possiede un tratto deciso e vigoroso che gli consente di rendere al meglio ogni situazione con pochi tratti. Ha pubblicato su riviste come “Comic Art”, “Totem”, “Eternauta”, “Skorpio” e “Lanciostory”. Autore celebrato in Francia dove ha vissuto realizzando personaggi come Clarke & Kubrick Spazialisti ltd. Dal 1998, con lo speciale n° 12, Gli assassini, è entrato a far parte dello staff dei disegnatori di “Tex”, mentre l’esordio sulla serie regolare è di quattro anni dopo con l’episodio I Lupi Rossi (albi nn. 523, 524 e 525). Nel 2012 realizza anche una breve storia per Dylan Dog pubblicata sull’ottavo “Dylan Dog Color Fest” dal titolo Un patto diabolico. € 300/600

[ 108 ]


[ 109 ]


ANDRÉ FRANQUIN (1924-1997) 52. Gaston - Le cas Lagaffe Illustrazione a china di Gaston realizzata all’antiporta del volume edito da Dupuis Éditeur, Bruxelles 1974. Firmata. In eccellente stato.

Dopo un primo periodo presso uno studio d’animazione, nel 1945 Franquin creando una propria casa di produzione con Jijé, Peyo e Morris. Da questa esperienza passa a collaborare col settimanale “Spirou”, dove creerà il personaggio cult di Marsupilami e, nel 1957, quello di Gaston Lagaffe, uno dei primi anti-eroi del mondo del fumetto. In questi anni collabora con la “Tintin”, creando nuovi personaggi, poi proseguiti da altri autori. le sue ironiche opere vengono battute a cifre ragguardevoli alle aste francofone. Questo divertente ritratto del gaffeur che sembra uscire dalla pagina è stato realizzato sul nono volume della serie. € 1100/2500

[ 110 ]


[ 111 ]


MASSIMILIANO FREZZATO (1967) 53. Bagatelle - Storie Brevi, 1984-2008 Originale di copertina per il volume edito da Pavesio nel 2008. Tecnica mista su carta da disegno cm 35x50 (opera cm 31x40). Firmata, in eccellente stato. In cornice.

Frezzato inizia a pubblicare i propri lavori dal 1985; dal 1990 al 1992 si dedica a Margot, per l’editore francese USA magazine. Nel 1996 pubblica il 1° volume della saga I custodi del Maser, a cui lavora fino al 2005. Per il terzo volume, L’occhio del mare, collabora con lo sceneggiatore francese Nikita Mandrika. La saga riscuote successo anche in altri Paesi europei. Nel 2006 l’artista pubblica Tour de France; collabora con la casa di moda Cerruti, realizzando un portfolio e gli allestimenti per lo stand del Salone della Moda di Parigi; sempre per Cerruti illustra un progetto dedicato ad Alice nel Paese delle Meraviglie. Per le edizioni Di realizza Le Avventure di Pinocchio e alcuni portfolii. Little Nemo pubblica l’edizione di lusso di Pinocchio, con disegni inediti. Il progetto-album Too much fantasy, esposto al Salone dei Comics di Lucca nel 2011. Per Mosquito concepisce l’albo senza parole Memories of Sand. Nel 2012 crea un ciclo di pitture titolato L’Immortale. Nel 2008 Pavesio pubblica Bagatelle - Storie brevi, un viaggio alla riscoperta della bellezza delle piccole cose. Per questo volume Frezzato è andato a rovistare nei suoi archivi e nella memoria per ricostruire un percorso di autore di fumetti a tutto tondo, lungo oltre vent’anni di storie brevi, edite e inedite, in bianco e nero e a colori. € 1800/3500

[ 112 ]


[ 113 ]


FERNANDO FUSCO (1929-2015) 54. Tex - Nelle paludi della Lousiana Illustrazione pubblicata a pag. 19 del quinto volume di Cavalcando con Tex, edizioni Little Nemo 2001. Matita e china su cartoncino cm 24x33,5. In eccellente stato, firmata.

Fusco debutta nel 1948, con degli episodi di “Jeff Cooper”, con uno stile influenzato dai grandi autori americani. Dal 1957 al 1970 vive e lavora in Francia, dove collabora con diversi editori. Dal 1960 Fusco appare su “La Sage”, edito dalle Sagéditions, con “Willie West”, “Plume de Falco”, “Rintintin” e “Le cheval de Fer”. Prima del suo rientro in Italia (1970) collabora con l’“Intrepido”. Su testi di Luigi Grecchi esegue i disegni per “Lone Wolf” e “I due dell’Apocalisse”. Dal 1973 entra a far parte dello staff dei disegnatori di “Tex”, per il quale ha disegnato decine di storie. Il suo debutto è nell’albo L’idolo di smeraldo (n° 168) del 1974. Fusco si è dedicato esclusivamente a questo personaggio fino al 2010, quando decide di abbandonare la testata per dedicarsi alla pittura. Il suo Tex ci appare vigoroso e possente. Fusco è anche un grande realizzatore di esterni: indimenticabili i suoi paesaggi del Grande Nord e i deserti infuocati. Di Fusco sono caratteristiche le rappresentazioni dei cavalli, di cui è considerato uno specialista. € 375/750

[ 114 ]


[ 115 ]


AURELIO GALLEPPINI (1917-1994) 55. Tex - Il folle Vindex Tavola originale composta da tre strisce destinate alla Serie Gila. Matita e china su cartoncino cm 25x35,5; non datate ma 1957-1958. In eccellente stato.

Aurelio Galleppini, in arte Galep, è uno dei padri dell’arte del fumetto italiana. Esordisce giovanissimo sulle pagine di “Mondo Fanciullo” e “Modellina”. Nel 1940 inizia a collaborare con la Casa Editrice Nerbini realizzando storie per gli “Albi Vari”. Nel primo dopoguerra fornisce il corredo iconografico ad alcuni classici della letteratura come I Tre Moschettieri e La Maschera di Ferro. Il suo stile elegante, da illustratore ottocentesco, lo fa notare a Tea Bonelli che lo chiama a illustrare alcuni fumetti liberi e l’ambizioso progetto di Occhio Cupo. Nei ritagli di tempo Galep lavora a una striscia economica dal titolo “Collana del Tex”. Personaggio dal quale non si separerà fino alla morte, e del quale realizza anche tutte le copertine, sia nelle serie a striscia che nel formato gigante. € 700/1500

[ 116 ]


[ 117 ]


MARCO GERVASIO (1967) 56. Paperinik contro le Giovani Marmotte Settima tavola di “Topolino” n° 2398, pubblicato il 13 novembre 2001. Matita e china su cartoncino cm 25x35. In eccellente stato.

Diplomatosi all’Accademia Disney, Gervasio entra in forze nello staff di “Topolino” a partire dal 1997. Il suo stile fresco e contemporaneo lo porta a disegnare nuovi progetti Disney come “Paperinik: New Adventures” e “Pikappa”. Attualmente realizza storie e copertine per “Topolino”, “Tesori Disney” e “Paperinik Cult”. € 250/450

[ 118 ]


[ 119 ]


GIPI (GIANNI PACINOTTI) (1963) 57. Summer Beat Illustrazione originale tecnica mista su cartone cm 36x51,5. Firmata e datata 2003 in basso a destra, in eccellente stato.

Autentica rivelazione, Gianni Pacinotti in arte Gipi si è rapidamente affermato in Italia e all’estero nel giro di pochissimi anni. Nel 2006 ottiene il premio per il “Meilleur Album” al Festival International de la Bande Dessinée d’Angoulême (assegnato in precedenza solo ad altri due italiani, Hugo Pratt e Vittorio Giardino). Le sue graphic novel, pubblicate in Italia da Coconino Press, sono tradotte in molti Paesi, tra cui Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Gipi collabora inoltre con “Internazionale” e “La Repubblica” le cui illustrazioni sono diventate un classico. Nel 2011 ha esordito come regista con il film L’Ultimo Terrestre, in concorso alla 68a Mostra del Cinema di Venezia. Nel 2014 è tornato al fumetto con “Una Storia”, arrivato finalista al Premio Strega. Dotato di uno stile solo apparentemente scarno ed essenziale, Gipi si rivela artista raffinato soprattutto in queste prime illustrazioni. € 1100/2500

[ 120 ]


[ 121 ]


THIERRY GIROD (1961) 58. Wanted - Superstition Mountains Sesta tavola realizzata per il quinto volume dell’avventura western disegnata da Girod su testi di Simon Rocca, 2004. Matita e china su cartoncino cm 32,5x45,5. In eccellente stato, firmata in basso.

Formatosi come grafico pubblicitario e illustratore, dopo un primo periodo di attività nel campo dell’illustrazione si dedica completamente al fumetto, realizzando L’Ombre du Dragon. Entra quindi alle edizioni Soleil, dove realizza la serie “Wanted” in collaborazione con Simon Rocca. Le prime cinque uscite costituiscono una serie completa, mentre il sesto inaugura un nuovo ciclo, interrotto per la collaborazione di Girod alla serie western “Durango” € 800/1500

[ 122 ]


[ 123 ]


FRANK HAMPSON (1918-1985) 59. Dan Dare Pilot of the Future - The Red Moon Mistery 19a tavola pubblicata su “Eagle” nel 1952, quindi ripubblicata su “Dan Dare Annual” nel 1974. Tecnica mista su cartoncini rimontati su cartone cm 36x54,3 (illustrazione cm 35,3x44). In buono stato

Hampson è stato tra i fondatori del celebre giornale “Eagle” (importato anche in Italia come supplemento de “Il Giorno”). Il suo personaggio Dan Dare ha ispirato un’autentica scuola del fumetto di fantascienza in Inghilterra. In queste prime tavole interamente realizzate da Hampson non si può non apprezzare l’incredibile rifinitura del tratto e l’utilizzo magistrale del colore. L’opera in asta è una delle più suggestive tavole della storia ambientata su Venere. € 900/2000

[ 124 ]


[ 125 ]


ZORAN JANJETOV (1961) 60. Avant lʼIncal Matita e china su cartoncino cm 34x50. Tavola disegnata per uno dei volumi realizzati su testi di Alejandro Jodorowsky, editi in Francia da Les Humanoïdes Associés tra il 1988 e il 1995. Firmata, in eccellente stato.

Di origini serbe, ha esordito nel suo Paese nei primi anni ’80, per essere poi scelto da Moebius nel 1986 per proseguire “L’Incal”. Ha pubblicato diversi lavori con Les Humanoïdes Associés, tra cui “Les Technopères” e “ Les armes du Méta-Baron”, a loro volta basati sui testi di Jodorowsky. Artista poliedrico Janjetov ha fatto parte di un gruppo rock, per i quali ha disegnato le copertine degli album. L’opera appartiene al prequel del capolavoro frutto della collaborazione tra Moebius e Jodorowsky, “Avant l’Incal” narra le avventure del giovane John Difool prima del ritrovamento dell’Incal. € 1300/2500

[ 126 ]


[ 127 ]


ZORAN JANJETOV 61. Les Technopéres Matita e china su carta applicata su cartoncino cm 33x45. Tavola realizzata per la saga fantascientifica pubblicata da Les Humanoïdes Associés tra il 1998 e il 2006. Firmata, in eccellente stato.

Dopo il ciclo “Avant l’Incal” Janjetov torna a collaborare con Jodorowsky per un nuovo ciclo di fantascienza. Lo stile grafico e spettacolare di Janjetov restituisce con efficacia le atmosfere futuristiche della storia di Albino e della sua famiglia, mantenendo un aggancio grafico all’opera del maestro Giraud. € 1300/2500

[ 128 ]


[ 129 ]


BENITO JACOVITTI (1923-1997) 62. Cacciatori Illustrazione originale tecnica mista su cartoncino cm 45,5x32. In eccellente stato, firmata in cartiglio, datata 1958 e con lisca di pesce.

Jacovitti è stato il più innovativo, originale, eclettico e prolifico genio della comicità. Suoi alcuni dei personaggi cult del fumetto, oltre a un’incredibile mole di lavoro dedicata alla pubblicità. Dotato di un tratto sicuro, assolutamente privo di ripensamenti, Jacovitti può a piena ragione essere definito il Giotto del fumetto italiano. Affollata e divertente panoramica, caratterizzata dall’affastellarsi di personaggi e gags tipiche del geniale artista. € 4500/8000 ➜

[ 130 ]


[ 131 ]


JACK KIRBY (1917-1994) 63. Machine Man - With a Nation Against Him! Sedicesima tavola pubblicata a pag. 19 del n° 7, ottobre 1978. Matita e china su cartoncino professionale DC Comics cm 26,5x47,5. In eccellente stato, lievi tracce di nastro adesivo ai margini inferiore e superiore.

Detto “The King” (Il Re) dei comics, è stato uno dei più grandi, celebri ed influenti autori di fumetti della storia, prolifico e inconfondibile grazie al suo stile riconoscibile a prima vista, divenuto il modello per generazioni di autori. Il primo personaggio creato dal disegnatore, in collaborazione con Joe Simon, è Capitan America (1941) per la Marvel Comics, mentre pochi anni dopo il duo si sposta alla DC Comics. Kirby torna quindi alla Marvel, dove dal 1961 all’inizio degli anni ’70 lavora ai fumetti supereroistici, partecipando alla creazione di quasi tutti i personaggi Marvel Comics. Tra i personaggi e le ideazioni più significative si ricordano i Fantastici Quattro, Thor, Hulk, Iron Man, gli X-Men originali, Silver Surfer, i Vendicatori, il Dottor Destino, Magneto, gli Inumani, Pantera Nera e la sua nazione Wakanda. In seguito a profondi disaccordi con Lee e Goodman, Kirby ritornò alla DC all’inizio degli anni Settanta, dove iniziò a sviluppare una delle opere più complesse della sua vita: la saga dei “Nuovi Dei”, nota anche con il nome di “Quarto Mondo”. € 3000/5000

[ 132 ]


[ 133 ]


JACK KIRBY 64. Superman - Puzzle game cards Illustrazione originale matita e china su cartoncino cm 26x31. In eccellente stato, firmata.

Opera che segna il ritorno di Kirby alla DC Comics. Nel 1971 la Mattel commissionò alla DC Comics quattro illustrazioni per una serie di puzzle game cards tra cui quella dedicata a Superman. In quest’opera The King utilizza tutti i suoi accorgimenti grafici a partire dall’incontrollabile energia che vibra nel disegno. € 8000/18000

[ 134 ]


[ 135 ]


GEORGES LÉVIS (JEAN SIDOBRE) (1924-1988) 65. Les Perles de lʼAmour Matita china e guazzo su ccartoncino cm 31x42. Tavola realizzata per la storia pubblicata a puntate su “L’Écho des Savanes” tra il 1984 e il 1985. In eccellente stato, firmata.

Esordisce alla fine della Seconda Guerra Mondiale come illustratore, disegnando per riviste e quotidiani, dedicandosi in un secondo momento all’illustrazione dei libri per l’infanzia. Dal 1977 assume lo pseudonimo “Lévis” per dedicarsi al fumetto erotico, proseguendo al tempo stesso il suo lavoro di illustratore per la narrativa d’infanzia. Tra il 1983 e il 1985 collabora con la rivista “Charlie”, per la quale realizza alcune copertine e una serie di strisce autoconclusive. In questa graphic novel ad alto tasso erotico Lévis si ispira volutamente alla tecnica della mezzatinta resa popolare nel primo dopoguerra da “Grand Hotel”. € 650/1200

[ 136 ]


[ 137 ]


TANINO LIBERATORE (1953) 66. Batman Illustrazione originale matita su carta cm 20x29 circa. In eccellente stato, firmata e datata 1996. In cornice.

Dopo il liceo artistico di Pescara (dove conosce Andrea Pazienza), Liberatore studia architettura a Roma. Dal 1974 al 1978 disegna copertine di dischi per la RCA Italia e collabora con alcune agenzie pubblicitarie. Nel 1983 realizza la copertina di “The Man from Utopia” di Frank Zappa. Nel 1978 incontra Stefano Tamburini, insieme al quale pubblica i primi fumetti su “Cannibale”. Nel 1980 progetta e fonda con Pazienza ed altri la Primo Carnera Editore, che pubblicherà “Frigidaire”, sulle cui pagine nasce Rank Xerox (il nome viene poi modificato in Ranxerox per motivi di copyright). Dal 1982 vive e lavora in Francia, collaborando con le principali riviste a fumetti (“Métal Hurlant”, “A Suivre”, “L’Écho des Savanes”). Nel 1996 partecipa al terzo numero di “Batman Black & White”, una mini-serie della DC Comics ideata da Mark Chiarello e Scot Peterson in cui venivano presentate cinque storie di otto pagine a numero realizzate da autori di grande spessore e fama nel panorama del fumetto mondiale o di quello indipendente. € 500/1000

[ 138 ]


[ 139 ]


MAGNUS (ROBERTO RAVIOLA) 67. Dieci Cavalieri e un Mago Matita e china su cartoncino cm 17x25. Tavole 61 e 62 realizzate per la storia pubblicata su “Sexy Favole” n° 33 del novembre 1974. In eccellente stato.

Roberto Raviola, in arte Magnus, ha esordito giovanissimo come illustratore. Il successo è arrivato sin dagli anni ’60 con i personaggi neri di Kriminal e Satanik, realizzati in tandem con Luciano Secchi. Dopo il successo di Alan Ford l’artista bolognese si è dedicato a progetti più ambiziosi grazie al suo tratto inconfondibile e via via sempre più raffinato, curato in ogni minimo particolare. Inizia a lavorare per la Edifumetto, impiegando questi anni alla ricerca di un nuovo stile, che porterà a una rivoluzione dei fumetti di genere erotico. Negli anni settanta pubblica: “Mezzanotte di morte”, “Quella Sera al Collegio Femminile”, “Il Teschio Vivente” e “Dieci Cavalieri e un Mago”. € 700/1500 ➜

[ 140 ]


[ 141 ]


MAGNUS (1939-1996) 68. Alan Ford - Formule Matita e china su cartoncino cm 18,2x25,5. Tavole 39 e 40 per la storia pubblicata sul n° 10, gennaio 1970. In eccellente stato.

Nel 1964 Magnus viene ingaggiato da Luciano Secchi (in arte Max Bunker), uno sceneggiatore in erba che ha deciso di seguire il filone del noir aperto nel 1962 da “Diabolik”. Per conto dell’Editoriale Corno la coppia Magnus e Bunker partorisce Kriminal e Satanik, a cui faranno seguito altri fortunati personaggi. Nel 1967, Magnus e Bunker creano un nuovo personaggio: Alan Ford, che vedrà la stampa nel maggio del 1969. Le tecniche di disegno di Magnus e l’uso del bianco e nero gettano le basi per un nuovo genere di fumetti che mescola il nero al grottesco. Magnus disegnerà ininterrottamente la saga di Alan Ford fino al n° 75 (settembre 1975), che segna il suo abbandono dell’Editoriale Corno e la rottura del sodalizio con Max Bunker. Tornerà eccezionalmente a disegnare un numero di Alan Ford in occasione della pubblicazione del n° 200 della serie, nel 1986. € 550/1000

[ 142 ]


[ 143 ]


MAGNUS 69. Alan Ford - Operazione Frankenstein Matita e china su cartoncino cm 18,2x25,5. Tavole 93, 94 e 108 pubblicate sul n°3 di “Alan Ford”, luglio 1969. In eccellente stato, completo di veline.

Una delle prime storie del duo Magnus/Bunker, caratterizzata già dalla carica grottesca, sarcastica e caricaturale tipiche della serie. € 900/1800

[ 144 ]


[ 145 ]


MAGNUS 70. La Compagnia della Forca - Un certo Dottor Nadir Matita e china su carta da disegno cm 33x27,7 (opera cm 22x20,5). In eccellente stato.

Originale di copertina per la riedizione del n°15 di “La Compagnia della Forca” della Granata Press nell’ottobre 1993. € 2700/5000

[ 146 ]


[ 147 ]


MILO MANARA (1945) 71. The Great Adventure: H.P. and Giuseppe Bergman Matita, china e acquerello su cartoncino cm 49x35. Originale di copertina per l’edizione americana di H.P. e Giuseppe Bergman, Catalan Communications 1988. In eccellente stato.

Dal 1978 Manara inizia a collaborare, grazie al suo mentore Hugo Pratt, con l’importante rivista francese “(A SUIVRE)”, Casterman, per cui realizza H.P. e Giuseppe Bergman. H.P. sta ovviamente per Hugo Pratt mentre Giuseppe Bergman è l’alter ego dell’autore. Manara dimostra un’ottima padronanza del medium fumettistico e anche una grande voglia di raccontare e sperimentare. L’erotismo non manca ma non è l’elemento predominante. Tutta la vicenda, una sorta di reality show ante litteram, prende le mosse dalla ribellione di Bergman all’idea di una vita banale e dalla sua ricerca dell’avventura a tutti i costi, avventura che lo porterà in giro per il mondo. L’Amazzonia è la meta di questo primo viaggio nella fantasia. € 2300/4500

[ 148 ]


[ 149 ]


MILO MANARA 72. El Gaucho Tavola composta da tre strisce raccordate al retro. Matita e china su cartoncino, ciascuna striscia cm 48x21,5. Non datata ma 1990 circa. Originale per la storia pubblicata su “Il Grifo” dal 1991 al 1994. In eccellente stato.

Dopo Tutto ricominciò con un’Estate Indiana Hugo Pratt e Milo Manara tornano a collaborare per la seconda volta nei primi anni ’90. La sceneggiatura di Pratt e le matite di Manara partono dalla conquista dell’Argentina da parte della potenza militare inglese nel giugno del 1806 per narrare le vicende di poveri, prostitute, storpi e schiavi, tutti in cerca di una propria impossibile libertà, spesso destinati a una tristissima fine. Le loro storie si mescolano con le vite dei potenti e con la storia con la S maiuscola, dando vita a un quadro tragico, fatto di intrecci politici e di lotte fra poveri. € 7500/12000 ➜

[ 150 ]


[ 151 ]


MILO MANARA 73. Giuseppe Bergman - Jour de colère: La Vierge murée Tecnica mista su cartoncino cm 36x50. Originale di copertina per il quinto volume della riedizione del ciclo di Giuseppe Bergman, edito da Les Humanoïdes Associés nel 2005. In eccellente stato, firmata in cartiglio. In cornice.

Le storie di Giuseppe Bergman, personaggio creato da Manara nel 1978, erano intrise di surrealismo, permisero a Manara di affinare la sua arte delle pin-up. € 14000/22000 ➜

[ 152 ]


[ 153 ]


PRIMO MARCARINI (1920-1990) 74. Les Diaboliques - Super Diabolik Contre Main dʼAcier China e tempera su cartoncino cm 33x25. Originale di copertina per il n° 38 dell’edizione francese delle avventure del ladro creato dalle sorelle Giussani, pubblicate da M.C.L. In eccellente stato.

Illustratore e cartellonista cinematografico dal 1960, nell’ambito del fumetto è noto come prolifico copertinista. Ha collaborato con numerose testate, per il mercato italiano e inglese, da “Grand Hotel” a “Intrepido” e “Albi dell’Intrepido”, senza dimenticare testate di guerra come “RAF”, e “Victory”. Per il mercato inglese produce principalmente copertine per collane di genere rosa e romantico, mentre dagli anni ‘70 è alle prese con gli erotici italiani, inzialmente con Furio Viano editore. Collabora anche con l’editore francese Edi-Europ. € 550/1200

[ 154 ]


[ 155 ]


PAOLO MOTTURA (1968) 75. Topolino e Pippo on the Road Acquerello su carta da disegno cm 38x28. Illustrazione ispirata all’omonima storia disegnata dallo stesso Mottura su testi di Fausto Vitaliano pubblicata su “Topolino” n° 3109, del 30 luglio 2015. In eccellente stato, siglata in cartiglio.

Artista eclettico, capace di spaziare dalla produzione Disney (“Topolino”, “Minnie & Co.”, “Paperinik”, “PKNA”) alla produzione di fumetto d’autore per il mercato francese (“Careme”, “Deus”) fino al bonelliano “Dylan Dog”. In quest’opera Mottura, giocando con le ombreggiature e la luce, realizza un suo personale omaggio agli investigatori del genere noir degli anni ‘40/’50, Philip Marlowe in primis. € 375/1000

[ 156 ]


[ 157 ]


STEVE MUFFATTI (1880-1968) 76. Casper the Friendly Ghost Tavola pubblicata a pag. 20 di “Little Audrey” n° 33 del 1952. Matita e china su cartoncino cm 36x57. In eccellente stato.

Esordisce come animatore presso The Fleischer Studio (dove collabora alla serie animata di Superman) e la Paramount, dove faceva parte dello staff di animatori di Popeye, Casper, e Little Lulu. Lavora anche nel campo del fumetto presso lo Studio Harvey, disegnando molti dei suoi più celebri personaggi, tra cui Little Audrey, Wendy the Witch e Little Lotta. € 200/400

[ 158 ]


[ 159 ]


GIUSEPPE PALUMBO (1964) 77. Eva Kant - Il Giorno della Vendetta. China acquerellata su carta cotone Magnani beige cm 24x30. Realizzata per il romanzo di Andrea Cappi In eccellente stato, firmata.

Uno dei più camaleontici artisti del fumetto italiano. Esordisce con Ramarro, per la Primo Carnera; collabora a “Dolce vita”, “Fuego”, “Cyborg” e altre riviste d’autore della fine degli anni ‘80. Docente alla scuola del fumetto di Milano, il grafico pubblicitario approda, nel 1995, allo staff dei disegnatori di Martin Mystère. Nel 2001 realizza Diabolik il Re del Terrore - il remake, qualificandosi come uno dei più innovativi disegnatori del personaggio. Le sue moderne graphic novels, che rimandano alla lezione di Eisner, sono state pubblicate in Francia nella collana “Le Grand Diabolik” e in altri Paesi. € 300/600

[ 160 ]


[ 161 ]


HUGO PRATT (1927-1995) 78. CM (Il Tempo di una Sigaretta) Edizioni Multigraphic, Venezia 1977. Una delle rare serigrafie realizzate per il portfolio tirato a 100 esemplari numerati in cifra araba (ns. n°57/100) e XX in cifra romana, firmati dall’artista. In eccellente stato, in cornice.

Dopo l’esperienza di Brr.. Brrr! In cui giocava con delle scomposizioni delle Giubbe Rosse canadesi, Pratt torna sul tema dell’astrazione originata dal segno a fumetti regalandoci questa suite dedicata alla blusa di Corto Maltese. Come nei Granatieri la ricerca di Pratt parte dall’esplorare alcuni dettagli ampiamente riconoscibili per approdare a grafiche minimaliste e totalmente astratte, alla Mondrian. Come autore e narratore grafico è amato e citato da personalità quali Umberto Eco, Tim Burton, Frank Miller, Woody Allen, Paolo Conte. Ha vissuto in Italia, Argentina, Inghilterra, Francia e Svizzera, viaggiando praticamente in tutto il resto del mondo, proprio come il suo Corto. € 650/1400

[ 162 ]


[ 163 ]


HUGO PRATT 79. Capitan Cormorant Matita e china su cartoncino cm 45x33,5. Tavola originale pubblicata a pag. 4 di “Misterix” n° 697, del 23 marzo 1962 e in seguito riedita in volume per le Edizioni Ivaldi. In eccellente stato, firmata.

Avventura marinaresca scritta e disegnata da Pratt al suo ritorno in Italia dopo la lunga e proficua esperienza argentina. In “Capitan Cormorant” riecheggiano le letture dei classici Walter Scott e Jack London, e già si prefigura nelle ambientazioni l’arrivo di Corto Maltese. € 6500/10000 ➜

[ 164 ]


[ 165 ]


HUGO PRATT 80. Indigeni Illustrazione per Corto Maltese - Una Ballata Mare Salato Milano Libri / Rizzoli Edizione del 1989; pubblicata anche nella più recente edizione Lizard. Matita, china e acquerello su cartoncino cm 22 x 31. In eccellente stato, firmata.

I mari del Sud e le popolazioni indigene hanno sempre affascinato il disegnatore viaggiante: questo acquerello è stato realizzato a corredo di alcune riedizioni del capolavoro prattiano apparso per la prima volta su “Sgt. Kirk” nel luglio 1967. € 6000/11000 ➜

[ 166 ]


[ 167 ]


JOHN ROMITA Sr. (1930) 81. Spider-Man Illustrazione originale matita china e pennarello su cartoncino cm 24x31. Firmata e datata 1996, in eccellente stato. In cornice.

Artista di origine italiana, Romita si fa le ossa nel campo pubblicitario, lavorando per la Coca Cola e pubblicando fumetti di argomento sentimentale. Negli anni ’50 disegna “Capitan America” per Atlas Comics. Entra alla Marvel disegnando Devil, e quindi sostituisce Steve Ditko sulle pagine de “L’Uomo Ragno”, cambiando l’atmosfera del personaggio che passa da uno stile pulp a un disegno più moderno, unendo la perfezione del disegno anatomico a un generale lifting dei personaggi. Pur rispettando le caratterizzazioni originarie di Steve Ditko, l’aspetto di Peter Parker, divenne molto più gradevole, ed il suo fisico più prestante e maturo. Lo stesso avvenne per tutti gli altri personaggi, con una cura ed una passione particolare per quelli femminili, che Romita rese molto più glamorous e indimenticabili. Sue le realizzazioni di Gwen Stacy, Mary Jane Watson e di super criminali come Prowler, Goblin, Kraven, Dr. Octopus. Per il suo contributo all’Uomo Ragno viene insignito del prestigioso Eisner Award. € 2500/5000

[ 168 ]


[ 169 ]


JOHN ROMITA Jr. (1956), AL MILGROM (1950) 82. Spider-Man vs. Hobgoblin Illustrazione originale per poster pubblicato tra il 1983 e il 1984. Matita e china su cartoncino cm 45x70. In eccellente stato, firmata. In cornice.

Figlio di John Romita Sr., Romita Jr. inizia la sua carriera per la Marvel UK disegnando copertine. Il suo primo lavoro è del 1977 e appare in “Amazing SpiderMan Annual” n° 11, con Chaos at the Coffee Bean. Nei primi anni Ottanta diventa disegnatore regolare di “Amazing Spider-Man” e insieme a Roger Stern crea il malvagio Hobgoblin. Dal 1983 al 1986, disegna per “Uncanny X-Men” con Dan Green, dove ritornerà nel 1993. Collabora con Frank Miller per una storia di Devil. Nel 2008 torna su “The Amazing Spider-Man”, e nello stesso anno realizza la miniserie “Kick-Ass”. Nel 2010 diventa il disegnatore della serie “Avengers”. Nel luglio 2013 la DC Comics offre a Romita Jr. la possibilità di lavorare su “Superman”, occasione colta al volo. Nel 2014 escono le prime tavole. Scrittore, disegnatore e inchiostratore per Marvel Comics, Milgrom è celebre come curatore di “Marvel Fanfare” e per la lunga collaborazione a “The Spectacular Spider-Man” di cui è stato scrittore e inchiostratore. Dopo un esordio nel 1972 come assistente a Murphy Anderson, realizza le matite per “Captain Marvel” dal 1975 e il 1977. Nel 1979 cura la pubblicazione di “Marvel Fanfare” e “The Incredible Hulk”. Tra le serie che ha disegnato si ricordano “The Avengers”, “The West Coast Avengers”, “Wolverine”, “Secret Wars II” e “Mephisto”. € 9000/18000

[ 170 ]


[ 171 ]


CHARLES M. SCHULZ (1922-2000) 83. Snoopy Dedicace a pennarello su carta intestata cm 19x26 circa. In eccellente stato, firmato. In cornice.

La sua prima striscia a fumetti con cadenza regolare fu pubblicata nel 1947 dal St. Paul Pioneer Press, e si intitolava “Li’l Folks”. Fu in queste strisce che apparve per la prima volta Charlie Brown, così come un cane somigliante a Snoopy. Nel 1950 Schulz propose i suoi lavori alla United Features Syndicate, e i Peanuts videro la luce per la prima volta il 2 ottobre 1950. “Peanuts” è stata probabilmente la striscia a fumetti di maggior successo popolare tra gli anni 1965 e 1980, che possono esserne definiti il culmine. Moltissimi sono stati i libri e le raccolte pubblicati. “Peanuts” è stato pubblicato per oltre cinquant’anni praticamente senza interruzioni ed è apparso su 1600 quotidiani in 75 Paesi, e le vecchie strisce continuano a essere ripubblicate su quotidiani e riviste. Ormai diventata parte integrante della cultura di massa, quest’anno la fortunata serie compie 65 anni: per l’occasione la Blue Sky Studios e la 20th Century Fox hanno organizzato la distribuzione del lungometraggio d’animazione Snoopy & Friends – Il film dei Peanuts, mentre il Wow - Spazio Fumetto di Milano celebra l’anniversario con la mostra Il fantastico mondo dei Peanuts. € 1500/3000

[ 172 ]


[ 173 ]


CHARLES M. SCHULZ 84. Linus - Butternut Bread Matita e china su cartoncino cm 7,5x22 (opera cm 4,5x14 circa). In eccellente stato.

Illustrazione per la campagna pubblicitaria dedicata al marchio Butternut Bread che produceva un particolare tipo di pane bianco arricchito - realizzata tra il 1967 e il 1969. â‚Ź1500/2800

[ 174 ]


[ 175 ]


CHARLES M. SCHULZ 85. Lucy - Butternut Bread Matita e china su cartoncino cm 7,5x22 (opera cm 4,5x13,7 circa). In eccellente stato, firmata.

Anche in una piccola illustrazione Schulz riesce a restituire pienamente la personalitĂ dei propri personaggi. â‚Ź 1500/2800

[ 176 ]


[ 177 ]


REG SMYTHE (1917-1998) 86. Andy Capp Matita china e acquerello su cartone cm 38,2x27,3 (opera cm 23,5x20). Tavola pubblicata sul “Daily Mirror” il 4 maggio 1974. In eccellente stato, firmata.

È il creatore della celebre striscia a fumetti Andy Capp, pubblicata in Italia col nome di Carlo e Alice sulle pagine di “La Settimana Enigmistica” e sulla rivista “Eureka” con il suo titolo originale. Sviluppa il suo talento nel disegno al servizio dell’esercito inglese durante la Seconda Guerra Mondiale, realizzando vignette per alcune riviste de Il Cairo. Dopo il congedo ritorna nel Regno Unito dove alterna lavori saltuari alla collabrazione con la rivista “Reveille”, alla quale fornisce fumetti e giochi. Nei primi anni ‘50 realizza la striscia “The Sparks” prima di trovare posto come vignettista presso il quotidiano londinese “Daily Mirror”, nel 1954. Ed è proprio il “Daily Mirror” a commissionargli un nuovo personaggio, un ubriacone rissoso, ma simpatico, per una serie di strisce a fumetti, apparse per la prima volta il 5 agosto 1957. Nell’edizione nazionale, i personaggi (dichiaratamente ispirati ai genitori di Smythe, Andy e Florrie) sono immortalati come Andy e Flo, mentre approdano negli Stati Uniti soltanto nel 1963. Dato il grande successo della strip, Reg Smythe non porta avanti altri progetti, ad eccezione di “Buster” (in Italia “Gigi Peste”), figlio (probabile) di Andy e a lui molto simile, nei primi anni ‘60. € 250/500

[ 178 ]


[ 179 ]


ANGELO STANO (1958) 87. Dylan Dog - Il numero 100, La Storia di Dylan Dog Matita e china su cartoncino cm 25,5x37. Diciottesima tavola pubblicata a pag. 22. In eccellente stato.

Stano esordisce nel fumetto con una riduzione de “Dalla Terra alla Luna” di Jules Verne, sceneggiata da Roberto Catalano e pubblicata in un pocket dall’Editrice Sole di Francesco Paolo Conte. Nel 1975 realizza alcune storie autoconclusive per il settimanale “Audax” e dopo alcune collaborazioni con altre case editrici nel 1985 viene scelto dalla Sergio Bonelli Editore per realizzare gli studi per un nuovo personaggio creato da Tiziano Sclavi: si tratta di Dylan Dog, la cui prima storia viene illustrata da Stano con uno stile grafico ispirato all’arte di Egon Schiele. Dal n° 42 sostituisce Claudio Villa nella realizzazione delle copertine degli albi, compito a cui tuttora si dedica. Nel numero di Dylan Dog “La legione degli scheletri” del dicembre 2012 Stano ricopre, oltre al ruolo di copertinista, anche le vesti di sceneggiatore e disegnatore della storia, creando il primo albo sull’indagatore dell’incubo firmato da un unico autore. Il traguardo del numero 100 è sempre molto importante per i personaggi seriali: Sclavi ci trasporta in un universo onirico popolato da amici e antagonisti di Dylan. Stano si rivela all’altezza del difficile compito affidatogli. € 450/900

[ 180 ]


[ 181 ]


STUDIO UDERZO 88. Asterix e Obelix Coppia di cel, tempera su acetato montate su unico supporto cm 24x32. Illustrazioni realizzate per uno spot pubblicitario della Pasta Panzani. Non datate ma 1990 circa. In eccellente stato.

Oltre alla vasta e fortunata produzione editoriale delle avventure del villaggio gallico, Asterix e gli Irriducibili Galli sono protagonisti di una serie di lungometraggi d’animazione. A partire dal 1967 si annoverano difatti numerosi adattamenti in cartone animato. Si ricordano tra gli altri: Asterix e Cleopatra (1968), Le dodici fatiche di Asterix (1976), Asterix contro Cesare (1985), Asterix e la pozione magica (1986), Asterix conquista l’America (1994). ₏ 800/1600

[ 182 ]


[ 183 ]


STUDIO MORRIS 89. Lucky Luke e i Fratelli Dalton China e tempera su poliacetato applicato su cartoncino cm 27x19,2. Originale di produzione per cartone animato, non datato ma anni ’90. In eccellente stato.

Morris, pseudonimo di Maurice de Bévère (1923-2001), incomincia la sua carriera prima della Seconda Guerra Mondiale, entrando a far parte della Compagnie Belge d’Actualités, uno studio per la produzione di cartoni animati, collaborando con artisti quali Eddy Paape, Peyo e André Franquin. Nel 1946 idea il suo personaggio più conosciuto, Lucky Luke, un cowboy solitario e taciturno, capace di sparare più veloce addirittura della propria ombra. Paladino della giustizia, è sempre alle prese con i banditi del Far West, ma grazie alla propria integrità morale cerca di non uccidere mai nessuno. Trasferitosi negli Stati Uniti per approfondire le tematiche e le ambientazioni per le sue storie, Morris conosce l’autore René Goscinny, col quale intraprende una costante attività collaborativa per lo sviluppo dei personaggi e delle storie del cowboy difensore della legge. prende parte alla Biennale d’Arte di Venezia. € 800/2000

[ 184 ]


[ 185 ]


RENAUD DENAUW (1936) 90. Venus H. Tavola originale matita, china e acquerello su carta da disegno cm 38,2x46,5 per la graphic novel edita nel 2005. In eccellente stato, firmata in basso a destra.

Dopo gli studi in disegno e litografia lavora per il settore della pubblicità, passando nel 1975 alla rivista “Spirou”. Inizia a farsi conoscere per il suo stile sensuale grazie alla storia per adulti “Merline”, realizzando al tempo stesso personaggi destinati a un pubblico più giovane. Collabora anche con la rivista “Tintin”, dove illustra la serie per bambini Platone, Torloche et Coquinette. Nel 1987, grazie all’incontro con il collega belga Jean Dufaux, nasce la serie “Jessica Blandy”, incentrata sulle vicende dell’omonima protagonista, una sensuale giornalista di origini californiane. Il personaggio ha riscontrato un vasto successo di pubblico, e a oggi è ancora edito dalla Dupuis con 24 volumi pubblicati. € 800/1600

[ 186 ]


[ 187 ]


FERDINANDO TACCONI (1922-2006) 91. Casotto a Porto Cervo Tempera su cartone cm 30x47,5. Originale di copertina per “Draghi” n° 3, del maggio 1975. In eccellente stato, al retro timbro “Edifumetto S.p.A.” e data del 29 aprile 1975.

Da sempre appassionato di disegno, coltiva questa passione frequentando la Scuola Superiore d’Arte Applicata di Milano, e successivamente la Scuola di Nudo di Brera. Al termine della Seconda Guerra Mondiale inizia a lavorare per la Mondadori come illustratore per riviste femminili. Dopo la collaborazione con Torelli, che lo vede lavorare al fianco di Paludetti, approda nel 1955 alla Fleetway, casa editrice specializzata in storie di guerra. A partire dagli anni ’70 lavora per Renzo Barbieri, uno dei pionieri del fumetto erotico in Italia, per il quale realizza numerose copertine ed episodi di svariate serie. Realizza moltissime copertine anche per altri editori: tra i personaggi più importanti non possiamo non citare “Jacula”, “Lucrezia” e “Zora la Vampira”, tutti fumetti per adulti esplicitamente erotici.Più di recente disegna alcuni episodi delle più celebri testate bonelliane: “Mister No”, “Nick Raider” e il fenomeno di costume “Dylan Dog”. € 1500/3000

[ 188 ]


[ 189 ]


GIOVANNI TICCI (1940) 92. Indiani alla carica Bozzetto matita su cartoncino cm 33,5x25,3 pubblicato a pag. 25 di Tex - L’Avventura e i Ricordi di Ticci e Verger, Little Nemo 2013. In eccellente stato, firmato.

Come molti suoi colleghi, debutta nello Studio D’Ami. Nel 1958 entra in Bonelli realizzando le matite de “Un Ragazzo nel Far West” su testi di Guido Nolitta. Dal 1960 lavora nello Studio Giolitti disegnando fumetti come “Gunsmoke” e “Turok” per il mercato statunitense. Il suo esordio texiano avviene con il n° 91 della serie, Vendetta Indiana. Divenuto uno delle colonne portanti della testata, Ticci ha attraversato tre diversi periodi stilistici: da un promettente esordio a una maturità che lo colloca tra i maestri assoluti del genere western. Artista completo, è capace di esprimersi nelle tavole in bianco e nero grazie a un dinamismo senza pari e nell’illustrazione a colori grazie a una sua personalissima e originale tavolozza. Particolarmente versato nel rappresentare i nativi americani, proprio nelle opere a matita Ticci rivela la sua forza e la sua capacità di sintesi. € 400/800

[ 190 ]


[ 191 ]


GIOVANNI TICCI 93. Tex - Là dove scende il fiume Matita e china su cartoncino cm 34x25. Illustrazione originale pubblicata a pag. 143 di Tex - L’Avventura e i Ricordi di Ticci e Verger, Little Nemo 2013. In eccellente stato, firmata in basso a destra.

Il fiume scorre impetuoso nel suo letto di pietra scavato in un territorio aspro e selvaggio. Una canoa solca la corrente, balzando con lei di rapida in rapida. Lungo entrambe le rive, indiani inferociti intendono fermarla, uccidendone gli occupanti. Per chiunque, non ci sarebbe scampo… Ma sulla canoa ci sono Tex Willer e Kit Carson. Ed è il sangue dei nemici ad arrossare le rive, ogni volta che Aquila della Notte fa fuoco, mentre Capelli d’Argento pagaia per allontanarsi (cfr. Moreno Burattini, Sangue sulle Rive, testo che accompagna l’iilustrazione). Solo un artista come Ticci poteva raccontarci tutto questo in una sola immagine. € 1200/2500

[ 192 ]


[ 193 ]


SERGIO TISSELLI (1957) 94. Tex Willer Tavola inedita Matita e acquerello su cartoncino Schoeller cm 30,5x44,5. La prima tavola proposta alla Bonelli dal maestro bolognese che ha in seguito realizzato la storia breve a colore diretto: “Sfida alla vecchia missione”, pubblicata nel “Tex Color” n° 8 in uscita nel novembre 2015. In eccellente stato.

Laureatosi in Storia Moderna, Tisselli realizza sulla base della sua tesi di laurea la graphic novel: “La Costellazione del Cane”. Dall’incontro con Magnus nasce il viaggio di “Giuseppe Pignata”, una storia di 120 pagine a colori pubblicata su “Nova Express”. Seguono storie a fumetti e volumi illustrati; la realizzazione per le copertine di “Martin Mystére l’Integrale”; il portfolio “Lampi sul West” per Little Nemo. È ora chiamato a contribuire con il suo stile unico alla più longeva saga a fumetti del West. Tisselli si è avvicinato al nostro Ranger con grande rispetto. Il suo Tex sorride e non ride, ha lo sguardo intenso e i tratti virili che rimandano al Tex di Ticci. La magia e le luci sono quelle di Tisselli, che siamo certi si guadagnerà uno spazio autorevole nell’Olimpo degli artisti texiani. € 700/1500

[ 194 ]


[ 195 ]


SERGIO TISSELLI 95. Bosco di betulle Illustrazione originale acquerello su cartoncino Schoeller cm 35x49,5. Firmata, in eccellente stato.

Distintosi come “pittore del fumetto” sin dagli esordi (ricordiamo le vignette dipinte una a una del Pignata) Tisselli ha fatto del colore e della luce il suo principale mezzo espressivo. Particolarmente versato al tema del West le sue opere, dipinte su diversi supporti e vitalizzate da colori all’acquerello che l’artista sembra lasciar scorrere liberamente sulla carta, e invece controlla con maestria, lo collocano nel pantheon dei grandi pittori dell’Ovest americano. Di prossima uscita, un portfolio dedicato agli Indiani delle pianure per i tipi della Little Nemo. € 900/2000

[ 196 ]


[ 197 ]


SERGIO TOPPI (1932-2012) 96. Il Bivio per Rahtndaga Settima tavola per una storia ambientata durante la Rivoluzione Irlandese del 1916 pubblicata su “Alter Linus”. Matita e china su cartoncino da disegno cm 36,5x51 (illustrazione cm 25,5x35). In eccellente stato

Sergio Toppi esordisce negli anni ’50. Dopo una collaborazione con gli studi Pagot, approda al fumetto nel 1966, sulle pagine del “Corriere dei Piccoli”. In seguito collabora con le più importanti testate del settore: “Sgt. Kirk”, “Linus”, “Alter Alter”, “Il Giornalino”, “Corto Maltese” “L’Eternauta”, “Comic Art” e “Nick Raider”. Le sue illustrazioni appaiono su “Famiglia Cristiana” il “Corriere della Sera”. Dopo aver realizzato 3 volumi per “Un uomo un’avventura”, nel 1984 Toppi crea Il Collezionista, unico personaggio “fisso” della sua carriera. Dalla seconda metà degli anni ’80 si dedica all’illustrazione. È il più segnico degli autori del fumetto: la sua maniera di intersecare i tratti, lo rende immediatamente riconoscibile. Unico anche il suo utilizzo del linguaggio del fumetto: in quest’opera il taglio profondo verticale mette in contrapposizione la piccolezza umana alla solidità della terra irlandese, mentre le nubi appaiono divenire sempre più incombenti, come a presagire la minaccia che attende i due sprovveduti soldati. € 1400/3000

[ 198 ]


[ 199 ]


ALEX VARENNE (1939) 97. Camera con rose Illustrazione originale matita e china su velina applicata su cartoncino cm 49x60 (illustrazione cm 43x46). Firmata, in eccellente stato.

Dopo una prima fase come insegnante d’arte, nel 1979 esordisce come fumettista insieme al fratello Daniel creando la serie “Ardeur”, edita su “Charlie Mensuel”. In parallelo inizia a pubblicare su “L’Écho des Savanes”, indirizzando la sua produzione sempre più verso il genere erotico: si ricordano “Carré noir sur dames blanches” (1984), i tre volumi di “Erma Jaguar” (1988-1992), “Corps à corps” (1987), “Les Larmes du sexe” (1989) e “Amours fous” (1991). Per la Casterman realizza alcune graphic novels più ambiziose, ma caratterizzate comunque da un’impronta sensuale: “Angoisse et Colère” (1988) e “Gully Traver” (1993). Dotato di uno stile apparentemente scarno e nervoso, in realtà Varenne riesce a dosare sapientemente il chiaro e lo scuro disegnando corpi femminili di raffinata sensualità. € 800/1600

[ 200 ]


[ 201 ]


ALEX VARENNE 98. Il nʼa pas oublié tout de même Matita china e retino su velina cm 29,6x42.Firmata in basso a destra. In eccellente stato, completata dalla velina con i balloons.

Varenne è capace di raccontare con pochi tratti sguardi, sentimenti e pensieri. € 900/1800

[ 202 ]


[ 203 ]


CLAUDIO VILLA (1959) 99. Tex - Alcatraz! Matita e china su cartoncino cm 25,1x36,2. Tavola pubblicata a pag 110 di “Tex” n° 355 del maggio 1990. In eccellente stato.

Formatosi presso lo studio di Franco Bignotti, esordisce con le Edizioni L.U.G., per poi passare alla Bonelli nel 1982. Entra a far parte del team di disegnatori di “Martin Mystère”, ma dopo pochi numeri viene chiamato a disegnare “Tex”. Nel 1986 gli viene affidato lo studio dell’immagine di “Dylan Dog” (su testi di Tiziano Sclavi), di cui diventa il copertinista ufficiale fino al numero 41, e “Nick Raider” (su testi di Claudio Nizzi). Continua comunque a lavorare per “Tex” come copertinista ufficiale e realizzando alcuni significativi episodi. Recentemente gli è stata tributata una personale al Lac, il Museo di Arte Contemporanea di Lugano. € 350/700

[ 204 ]


[ 205 ]


ALBERT WEINBERG (1922-2011) 100. Dan Cooper Illustrazione matita e china e acquerello su cartoncino cm 29,5x42. Firmata, in eccellente stato.

Albert Weinberg è assistente di Victor Hubinon per la serie “Buck Danny”. Tra il 1949 e il 1956 realizza numerose illustrazioni per riviste e crea due serie di fantascienza: “Luc Condor” e “Roc Meteor”. Nel 1950 si trova nel team della rivista “Tintin”, per la quale realizza due serie: “Alain Landier” e appunto “Dan Cooper”. È chiamato da Hergè a collaborare agli studi del soggetto per l’albo di Tin Tin “Obbiettivo Luna”. Realizzatore anche di altri personaggi, Weinberg resterà celebre nel mondo della bande dessinée per Dan Cooper, di cui sarà disegnatore e soggettista con l’aiuto di Jean Michel Charlier, creando uno dei personaggi di riferimento sul fumetto a carattere aeronautico. € 1600/3500

[ 206 ]


[ 207 ]


DANIJEL ZEZELJ (1966) 101. Rock Illustrazione tecnica mista su carta fotografica cm 30,2x23. In eccellente stato, firmata.

Artista delle ombre, compulsivo e violento nelle rappresentazioni, Zezelj fonde arti diverse: pittura, graffitismo, musica, danza e ritmi sincopati. Tra gli artisti che più lo hanno ispirato Magnus, Moebius, Liberatore, Eisner, Bilal, Munoz e Sampayo. Inizia a pubblicare i suoi fumetti nell’allora Jugoslavia, ma i suoi lavori si diffondono in altri Paesi europei; è proprio in Italia che l’artista decide di trasferirsi. Pubblica “Sophia”, “Sun City”, “Geronimo” e “Il ritmo del cuore” (con introduzione di Fellini); quindi con la Liberty Press realizza “Blues”, “Pagliacci” e “Nei tuoi occhi”. Nel 1995 si trasferisce negli Stati Uniti, dove collabora con Vertigo, la linea “adulta” di DC Comics. Nel 2001 fonda a Zagabria la casa editrice Petikat. In quest’opera Danijel sembra voler ricreare gli effetti della fotografia a lunga esposizione, tracciando sulla carta i movimenti e l’energia sprigionata durante un concerto rock. € 1200/2800

[ 208 ]


[ 209 ]


Condizioni sintetiche di vendita Partecipazione on line Condizioni sul sito www.liveauctioneers.com Contattare i nostri uffici per maggiori informazioni

ESPOSIZIONE DʼASTA La Little Nemo offre ai suoi clienti la possibilità di esaminare gli oggetti all’incanto nei giorni precedenti l’asta. Per alcune opere viene scelta la presentazione in cornice. Per i lotti in catalogo che rechino l’indicazione “in cornice” il prezzo di aggiudicazione sarà comprensivo anche del costo della medesima. Per i lotti che non rechino tale indicazione sarà possibile ritirare i medesimi “liberi” ovvero in cornice pagando il costo della medesima. I costi delle cornici verranno chiaramente indicati al desk di accoglienza. I signori clienti possono richiedere preventivamente l’elenco dei costi delle cornici per i lotti esposti. Tutte le opere sono presentate sul sito www.littlenemo.it AGGIUDICAZIONI IN SALA Le vendite vengono effettuate al maggior offerente e si intendono per contanti. Gli offerenti vincenti non saranno autorizzati a ritirare gli oggetti acquistati fino a quando il pagamento non sarà andato a buon fine, a meno che non abbiano preso accordi con la Casa d'Aste. CORRISPETTIVI DʼASTA L'acquirente dovrà corrispondere i diritti d'asta per ciascun lotto nella misura del 15% sul prezzo di aggiudicazione comprensivo di Iva ed oneri fiscali. I lotti contrassegnati con (*) sono stati affidati da soggetti IVA e pertanto al prezzo di aggiudicazione andrà aggiunta l’IVA. Il pagamento totale del prezzo di aggiudicazione e dei diritti d'asta potrà essere preteso dalla Little Nemo Casa d'Aste; in ogni caso lo stesso dovrà essere effettuato entro i 10 giorni successivi alla vendita. OFFERTE PER CORRISPONDENZA Per quanti non potranno essere presenti alla vendita la Little Nemo Casa d'Aste può accettare commissioni d'acquisto su preciso mandato. Per rendere l’ordine d’acquisto effettivo è necessario compilare per intero il modulo presente in catalogo indicando il proprio numero di Carta di Credito ed autorizzando la Little Nemo Casa d’Aste ad addebitare in caso di aggiudicazione il 30 % a titolo di acconto. Little Nemo Casa d’Aste si atterrà strettamente alle istruzioni riportate sul modulo e non si ritiene responsabile, pur adoperandosi con massimo scrupolo, per eventuali errori in cui dovesse incorrere nell'esecuzione di offerte (scritte o telefoniche). Nel compilare l'apposito modulo, l'offerente è pregato di controllare accuratamente i numeri dei lotti, le descrizioni e le cifre indicate. Il modulo deve essere inoltrato in originale tramite posta con allegata fotocopia del documento di identità. Qualora non vi fossero i tempi tecnici il cliente potrà verificare presso i nostri uffici la possibilità di far pervenire lʼofferta tramite fax o e-mail (fax 0039 11 812 70 89; casadaste@littlenemo.it). Non saranno accettati mandati di acquisto con offerte illimitate. Nel caso di due offerte scritte identiche per lo stesso lotto, prevarrà quella ricevuta prima. A parità di rilancio l'offerta effettuata in sala prevale sempre sulle commissioni di acquisto scritte. OFFERTE TELEFONICHE La Little Nemo Casa d'Aste offre ai propri clienti la possibilità di essere contattati telefonicamente durante l'Asta per concorrere all'acquisto dei lotti proposti. La richiesta di partecipazione telefonica sarà accettata solo se formulata per iscritto tramite compilazione dell'apposito modulo ed inoltrata entro le ore 12,00 del giorno stabilito per la vendita. Per consentire comunque la partecipazione anche in caso di impossibilità di reperimento tramite telefono, l'offerente deve indicare la sua offerta massima sul modulo. Il servizio sarà garantito nei limiti della disponibilità delle linee al momento ed in ordine di ricevimento delle richieste. DIRITTO DI SEGUITO Gli obblighi previsti dal Dlgs 118 del 13/02/06 in attuazione della Direttiva 2001/84/CE saranno assolti dalla Little Nemo srl in nome proprio e per conto del venditore e del compratore laddove applicabile. I lotti potenzialmente soggetti al diritto di seguito sono indicati con il simbolo

[ 211 ]


Condizioni di vendita PAGAMENTI Il pagamento dei lotti dovrà essere effettuato in euro entro i 10 giorni successivi alla vendita all’asta con una delle seguenti forme: - contanti (sino al limite attuale di legge pari a € 999) - assegno circolare non trasferibile intestato a: Little Nemo S.R.L. - Bonifico bancario presso: Banca Sella S.p.A. IBAN: IT 57 F 03268 01011 052120252930 BIC: SELBIT2BXXX Intestato a Little Nemo srl - Versamento su conto corrente postale: 001007071374 intestato a Little Nemo srl - assegno bancario previo accordo con la direzione amministrativa - carta di credito Per i pagamenti con carta di credito, verrà addebitato un forfait di spesa nella misura dell’1,50% da regolarsi in contanti; del 3,60% per Paypal. Diverse modalità di pagamento devono essere preventivamente concordate con la Casa d'Aste. In caso di contestazioni è competente esclusivamente il Foro di Torino.

IL RITIRO E IL PAGAMENTO DEI LOTTI AGGIUDICATI POTRÀ AVVENIRE: - nelle ore immediatamente successive alla vendita all'asta per pagamento in contanti o previo accordi con la Casa d'Aste tramite assegno o carta di credito. In quest’ultimo caso la commissione, stabilita in maniera forfettaria nella misura del 1,50%, dovrà essere regolata in contanti; - entro e non oltre i 10 giorni successivi presso la sede della Casa d'Aste in Torino via Montebello 2/d; - L’inoltro in fase successiva all’Asta dei lotti aggiudicati dovrà avvenire su precise indicazioni scritte da parte dell'acquirente; la Little Nemo Casa d'Aste potrà a spese e rischio dello stesso, curare i servizi d'imballaggio e trasporto. In caso contrario spetteranno tutti i diritti di custodia alla Little Nemo Casa d'Aste che sarà esonerata da qualsiasi responsabilità in relazione alla custodia e all'eventuale deterioramento degli oggetti. Chi concorre all'asta accetta di fatto il presente regolamento. La Casa d'Aste Little Nemo agisce in qualità di mandataria del committente, non acquista né assume obblighi in proprio. Little Nemo Casa d'Aste è incaricata a vendere gli oggetti affidati in nome proprio e per conto dei mandanti, come da atti registrati all'Ufficio IVA di Torino. Gli effetti della vendita influiscono direttamente sul Venditore e sul Compratore, senza assunzione di altra responsabilità da parte di Little Nemo Casa d'Aste oltre a quelle derivanti dal mandato ricevuto. I materiali offerti sono descritti al meglio in catalogo. La casa d'aste offre piena garanzia che tutti gli oggetti sono autentici e nelle condizione descritte in catalogo. Ogni reclamo deve pervenire alla Casa d'Aste entro 1 settimana dal termine della vendita: trascorso tale termine la Casa d'Aste, che agisce in qualità di intermediaria, non ha più alcuna responsabilità. Qualora il reclamo sia riconosciuto valido, la Casa d'Aste rimborserà all'acquirente la somma pagata esclusa ogni altra pretesa. Le tasse versate non sono rimborsabili. Nel corso della gara, il banditore può variare l'ordine previsto nel catalogo e ha la facoltà di ritirare, riunire o dividere i lotti. Qualora sorgessero contestazioni circa l'assegnazione dei lotti durante la gara, è insindacabile facoltà del banditore riprendere l'incanto partendo dall'ultima offerta. La Casa d'Aste Little Nemo si riserva il diritto di respingere qualsiasi offerta. L'offerente del prezzo più alto, riconosciuto dal banditore, sarà l'acquirente. Nel caso di qualsiasi controversia tra offerenti o nel caso di dubbi da parte nostra circa la validità di qualsiasi offerta, sarà lasciato alla discrezione del banditore di determinare l'offerente vincente, oppure rioffrire e rivendere l'articolo in discussione. Qualora insorgessero controversie dopo la vendita, sarà conclusivo il nostro registro delle vendite. NORME CHE REGOLANO LE ESPORTAZIONI. Gli acquirenti sono tenuti all'osservanza di tutte le disposizioni legislative e regolamenti in vigore relativamente agli oggetti sottoposti a notifica, con particolare riferimento alla Legge n. 1089 del 1 giugno 1939. L'esportazione di oggetti è regolata dalla suddetta normativa e dalle leggi doganali e tributarie in vigore. Little Nemo Casa d’Aste può, su richiesta dell’aggiudicatario espletare le pratiche per l’esportazione dietro rimborso dei costi sostenuti; tuttavia declina ogni responsabilità nei confronti degli acquirenti in ordine ad eventuali restrizioni all’esportazione dei lotti aggiudicati. L'aggiudicatario non potrà, in caso di esercizio del diritto di prelazione da parte dello Stato, pretendere dalla Little Nemo Casa d’Aste o dal Venditore alcun rimborso od indennizzo. Il Decreto Legislativo del 22 gennaio 2004 disciplina l’esportazione dei Beni Culturali al di fuori del territorio della Repubblica Italiana, mentre l'esportazione al di fuori della Comunità Europea è altresì assoggettata alla disciplina prevista dal Regolamento CEE n. 391/92 del 9 dicembre 1992, come modificato dal Regolamento CEE n. 2469/96 del 16 dicembre 1996 e dal Regolamento CEE n. 974/01 del 14 maggio 2001.

[ 212 ]


Vendere con la Little Nemo Casa dʼAste DIRITTO DI SEGUITO. Osservanza del decreto legge 118/2006, in caso il prezzo di vendita di un’opera originale sia superiore a euro 3.000, la Casa d’Aste Little Nemo è tenuta a versare il “diritto di seguito” per conto dei venditori alla SIAE. Per i lotti sottoposti a tale diritto, e indicati in catalogo dal simbolo ➜ l’onere SIAE dovuto nella misura del 4%, calcolato sul prezzo di vendita al netto dell’imposta, sarà dunque a carico dei venditori.

ESAME DEGLI OGGETTI. Presso gli uffici della Little Nemo Casa d'Aste, è possibile su appuntamento ottenere una valutazione gratuita dei vostri oggetti. In alternativa potrete inviare una fotografia corredata di tutte le informazioni utili alla valutazione in base alla quale verrà fornita una stima di valore indicativo. Qualora decidiate di affidare gli oggetti per la vendita, il personale della Little Nemo Casa d'Aste vi assisterà in tutte le procedure. Alla consegna degli oggetti vi verrà rilasciato un documento contenente la lista degli oggetti, il prezzo di riserva, la commissione e gli eventuali costi per assicurazione, foto, trasporto. Dovranno essere forniti un documento di identità e il codice fiscale per l'annotazione sui registri di P.S. conservati presso gli uffici della Casa d'Aste. Il mandato a vendere è con rappresentanza pertanto la Little Nemo Casa d'Aste non si sostituisce al mandante nei rapporti con i terzi. I soggetti obbligati all'emissione di fattura riceveranno unitamente al rendiconto l'elenco dei nominativi degli acquirenti per procedere alla fatturazione. La Casa d’Aste concorderà con il venditore il prezzo minimo di realizzo, stima al di sotto della quale l’oggetto in questione non potrà essere venduto. La commissione della Casa d’Aste viene fissata nella misura del 18% da calcolare sul prezzo di massimo realizzo al netto di tutte le spese eventualmente sostenute. Per le spese di assicurazione, custodia e inserimento nel catalogo con foto viene richiesto un parziale contributo di euro 10 per ogni lotto inserito. Eventuali interventi e conseguenti oneri di restauro e/o incorniciatura delle opere saranno preventivamente concordati con il mandante. Dopo l'Asta verrà inviato l'elenco di tutti i lotti con il relativo esito. I lotti non aggiudicati potranno essere ritirati o conservati presso la Casa d’Aste per un periodo di 30 giorni durante il quale potranno ancora essere venduti alla base d'asta. Ultimate le operazioni di incasso, a partire dal 30° giorno dalla data dell’asta, la Casa d’Aste provvederà alla liquidazione dietro emissione del documento contenente in dettaglio le commissioni e le eventuali spese addebitate. Per meglio porre in rilievo opere di particolare pregio la Casa d'Aste proporrà al venditore l'incorniciatura. Solamente in caso di aggiudicazione il costo vivo della cornice - che verrà chiaramente indicato al mandante - verrà addebitato. Garanzia di massima riservatezza. Per contattarci: casadaste@littlenemo.it

[ 213 ]


Conditions of sale and business

The original text for these Conditions of sale is written in Italian; in case of any difference between the Italian version and the English version, the Italian text will prevale. The Seller warrants to the Auctioneer and to the Buyer that he is the true owner or is properly authorised to sell the property by the true owner. The highest bidder to be the buyer. If during the auction the Auctioneer considers that a dispute has arisen he has absolute authority to settle it or re-offer the lot. Lots will be awarded at the first bid at the starting price. A premium of 15% Vat included will be added to the hammer price. Little Nemo Auction House will accept written offers to be sent within the apposite form included in this catalogue. The Auction House will bid on behalf of the customer till the maximum price indicated. Lots will be acquired at the first bid after the best offer received during the auction. Customers could require to be contacted by phone to partecipate directly to the auction. Please contact our offices for further informations. The buyer shall forthwith upon the purchase give in his name and permanent address together with proof of identity and pay to the Auctioneer an advance payment at the order and the total amount no later than 10 days after the auction. The buyer shall at his own expense take away any lot or lots purchased no later than 10 days after the payment; otherwise the lots will be kept in repository for 15 days. Every cost will be debited to the buyer. After that period the Auctioneer refuse all responsibility for custody and conservation of the lot. The Auctioneer guarantee that every lot is authentic and in the conditions described in the catalogue. An exhibition of the lots will be held before the auction. Prospective buyers are strongly advised to examine personally any goods in which they are interested, before the auction take place. Lots acquired shall be considered as “seen� by the customer. All lots are published in our website together with a photo. Our experts are at disposal for any further information and supplementary scans. The Auctioneer has the right at his absolute discretion to refuse any bid, to advance the bidding in such manner as he may decide, to withdraw or divide any lot, to combine two or more lots and, in case of error or dispute, to put an item up for bidding again. Due to Italian export regulations, when shipping abroad, every piece of original art and vintage item more than 50 years old has to wait for the approval of the Department of Culture. The process might take up to 15/30 days.

For any dispute the exclusive place of jurisdiction will be the Court of Justice of the city of Turin.

[ 214 ]


Stampato nel novembre 2015 da Tipo Stampa, Moncalieri (To)


CASA D’ASTE

Little Nemo Asta/Auction 36 Illustration and comic art Masters  

14 Novembre 2015 | November 14th 2015 Illustration and Comic Art Masters Illustrazioni e tavole originali dei Grandi Maestri Sede asta: Tor...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you