__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

Periodico € 0,50 - Dir. L. Castaldi - Stampa Bitprit - Reg. Trib. di Isernia/2015 - Pubblicità Progress - web: gazzettadelvolturno.com

n. 23 /Aprile 2018

ELEZIONI REGIONALI 2018

Regionali, ecco l’ordine degli aspiranti governatori sulla scheda elettorale CAMPOBASSO. Sorteg-

giato, in Tribunale a Campobasso, l’ordine di apparizione dei candidati governatori sulla scheda elettorale. Primo l’esponente di centrodestra Donato Toma, a seguire l’aspirante presidente del centrosinistra Carlo Veneziale, poi Andrea Greco di M5S e Agostino Di Giacomo di CasaPound. L’estrazione è stata effettuata dal presidente del Tribunale di Campobasso, Enrico Di Dedda, alla presenza dei rappresentanti delle coalizioni di centrodestra, centrosinistra e di Casapound.


2

2018

BASTA CELLULARI E TABLET AI BAMBINI, I DANNI SONO NEFASTI L’utilizzo dei cellulari, come spiegano i pediatri della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, si sta modificando da uso ad abuso e gli effetti dannosi per la salute sono sempre più lampanti: mancanza di concentrazione, difficoltà di apprendimento e aggressività. Ma non solo. L’allarme riguarda anche le onde magnetiche emanate dai telefonini: “L’Italia è al primo posto in Europa per numero di cellulari in utilizzo e l’età media dei possessori diminuisce sempre di più – spiega Maria Grazia Sapia, pediatra – Stiamo passando da un uso ad un abuso. Non dimentichiamo che cellulare, o smartphone che dir si voglia, è sinonimo di piccolo ricetrasmittente che viene normalmente tenuto vicino alla testa, durante le chiamate o mentre si sta giocando o comunicando. Gli effetti dannosi per la salute sono sempre più evidenti, alcuni in relazione agli effetti termici: il sistema naturale del nostro organismo, a causa dell’interazione del campo elettromagnetico con il nostro corpo, si attiva per via dell’aumento della temperatura generata dall’interazione stessa, localizzata dunque se parliamo di cellulari. Quando queste esposizioni sono prolungate ed intense possono comportare la morte delle cellule con necrosi dei tessuti, in quanto superano il meccanismo di termoregolazione. Inoltre è ormai appurato che, di fianco alle varie dipendenze che affliggono la nostra società senza escludere i più giovani, una collocazione predominante l’ha conquistata la “dipendenza da telefonino”, con danni serissimi sullo sviluppo sociale e psichico”. “Per ora – continua Giuseppe Di Mauro, presidente dell’SIPPS – non abbiamo prova di tutte le conseguenze collegate all’uso dei cellulari, ma siamo certi che da un uso ec-

COMUNICATO PER LA DIFFUSIONE DI MESSAGGI POLITICI ELETTORALI PUBBLICAZIONE PERIODICO 14 04 2018 Il Periodico Mensile “Gazzetta del Volturno” Editore L. Castaldi con sede in Corso 25 Archi, 16 86070 Montaquila IS.

Documento redatto ai sensi della delibera dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni N. 2/18 cons disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per le elezioni regionali Molise fissate per il 22 aprile 2018. Listino: Piede in B/nero all’interno euro 20 + Iva - Piede a colori paginone centrale a colori euro 50 + Iva. Il pagamento dovrà essere effettuato contestualmente alla sottoscrizione del contratto. Per la sottoscrizione del contratto va citato anche il mandatario del candidato o i responsabili delegati alla propaganda (munirsi di documento d’identità e mandato del candidato). Le richieste devono pervenire entro e non oltre il 10 aprile 2018 al seguente indirizzo email:

gazzettadelvolturno@gmail.com. Gazzetta del Volturno

cessivo potrebbero aver origine perdita di concentrazione o memoria, oltre ad una minore capacità di apprendimento, a disturbi del sonno e un aumento dell’aggressività. Se non mettiamo un freno, o se non ci dedichiamo ad una vera e propria educazione al corretto utilizzo del dispositivo (perché di reali vantaggi, se usato correttamente, ne ha ndr), rischieremo un’invasione da cellulare che comporterà ad una vero e proprio isolamento”.


Aprile 2018

3

Le elezioni regionali in Molise del 2013 si sono svolte in data 24 e 25 febbraio 2013, a seguito della sentenza del Consiglio di Stato del 29 ottobre 2012 che ha annullato le consultazioni del 2011

Addio Prefettura, la Regione Molise gestirà tutto il processo elettorale Per la prima volta con le prossime elezioni regionali del 22 aprile la Regione Molise gestirà in proprio il processo elettorale, sostituendosi alle Prefetture. Mentre dunque il Ministero dell'Interno conserva gli adempimenti che portano ai risultati ufficiali (le schede e i verbali dai seggi vengono portati al Palazzo di Giustizia dove si procede alla proclamazione degli eletti), sarà la Regione a gestire tutta la restante macchina elettorale. Il Governatore, Paolo di Laura Frattura, ha illustrato le novità partecipando alla trasmissione "Conto alla rovescia" su Teleregione Molise. "Prima della dodicesima legislatura - ha ricordato - il Molise ha votato sempre con la legge nazionale che regolamentava non solo le varie fasi del voto, ma anche la gestione dei dati. Rispetto alla possibilità di convenzionare la Regione con la società che ha sempre gestito in convenzione con il ministero dell'Interno la trasmissione dei dati - ha proseguito - abbiamo inteso applicare la legge regionale fino in fondo anche con la gestione dei flussi dei dati elettorali. Ci siamo dotati di un sistema innovativo e di questo devo ringraziare la struttura regionale che alacremente si è presa il carico non solo della predisposizione della piattaforma di software tutta realizzata con copyright Regione Molise, ma anche di tutte le altre procedure che ci hanno dato e ci daranno la possibilità di svolgere gli adempimenti elettorali". Con le gestione 'in house' del voto, ha spiegato il presidente, la Regione risparmierà circa 200 mila euro. Frattura ha anche annunciato che la sala stampa, solitamente allestita nella Prefettura di Campobasso, sarà predisposta nella sede della Fondazione Molise Cultura, in un edificio dunque di proprietà regionale. (Fonte Molise Web Tv)


Elezioni Regionali Molise - 22 Aprile 2018

DONATO TOMA SI PRESENTA Nato a Napoli 60 anni fa, e vive da molti anni in Molise. Presidente dell’Ordine dei commercialisti di Campobasso, già assessore al Bilancio con la Giunta Di Bartolomeo. Il programma politico, nella sua specifica, ha spiegato in una nota stampa rimane “Work in progress. Invece i temi critici, per una Regione affamata di soluzioni pratiche sono: sanità, infrastrutture, formazione e lavoro. Valorizzazione del territorio e sostegno delle imprese locali i punti cardine della perseguita ascesa economica, osservati dall’occhio del cittadino e del professionista prima ancora che dell’uomo politico”. Toma si presenta come professionista ultraventennale in materie giuridico economiche, prima come commercialista, poi come docente universitario. “Uno degli obiettivi primari del nostro programma è il rilancio dell’agricoltura. In Molise è ancora possibile reperire prodotti genuini e di alta qualità, pertanto è nostro dovere sostenere la competitività delle aziende agricole e agroalimentari, investire nella formazione, nell’innovazione, nella ricerca e nel trasferimento tecnologico. Va anche promossa la sostenibilità ambientale ed il corretto uso delle risorse (acqua, terra e suolo), preservare la qualità dei prodotti, che deve restare la scelta strategica ed il punto fermo della nostra agricoltura. Occorre diffondere l’eccellenza dei nostri prodotti in un mondo che chiede sempre più tipicità e merci made in Italy. In altri termini, è indispensabile che la politica si faccia carico di erogare sostegni economici - anche semplificando le procedure di accesso ai finanziamenti nazionali ed europei - nonché di promuovere il brand territoriale e reperire nuovi sbocchi sui mercati nazionali ed internazionali per la collocazione dei nostri prodotti agricoli e loro derivati. È necessario, inoltre, procedere alla rivisitazione del Piano agricolo regionale e lavorare a una nuova legge regionale di riordino dei Consorzi di Bonifica. Molte e articolate sono le che azioni che intendiamo mettere in campo: ripiano delle passività aziendali; ripristino dei prestiti agli operatori a tassi agevolati come pure dei servizi di assistenza per gli allevatori e le produzioni vegetali; agevolazioni per il rinnovo di macchine tecnologicamente innovative; sviluppo di impianti di trasformazione nei luoghi di produzione; incentivazione alle colture biologiche e officinali e agli allevamenti innovativi; riattivazione dei servizi primari in campagna; sostegno all’agriturismo, agri-camping, aree ricreative e agri-picnic lacuali; agevolazioni per la costruzione e la ristrutturazione di edifici produttivi e abitativi per gli addetti all’agricoltura”. Il candidato presidente Donato Toma


Speciale Elezioni regionali 2018

DI SANDRO Filoteo - ANTENUCCI Antonietta - CARANCI Cristian CERICOLA Michele - DI LELLA Katia - FANTILLI Mariangela MANCINI Giovancarmine - BUCCI Luciano - MANES Sabrina - MANNA Chiarina - MELE Cosimo - ZEZZA Loredana - MISTICHELLI Claudia - PADUANO Luciano PALLANTE Quintino - PITISCI Rossella - RICCI Michele RIVELLINO Lucia - ROMANAZZI Ruggiero


6

Aprile 2018

Raduno intersezionale Molise 2018 si farà a Colli a Volturno COLLI A VOLTURNO. Torna dopo dieci anni esatti il Raduno Intersezionale delle Penne Nere a Colli. La notizia, giunta da pochi giorni nella sezione degli alpini collesi, ha già fatto il giro del paese e accendere i motori della macchina organizzativa della sezione locale. Molto probabilmente la data ufficiale sarà il 30 giugno e 1 luglio 2018. Un evento al quale centinaia di "veci" e giovani alpini non mancheranno all’adunata, ribadendo il forte attaccamento al glorioso "Corpo degli Alpini. Di sicuro saranno due giorni pieni di ricordi e d’incontri. L'adunata si svolge in più giorni e ha suo culmine la domenica con la sfilata di decine di migliaia di alpini per le strade della città ospitante. Al Raduno partecipano solo gli iscritti all'Associazione Nazionale Alpini, che vengono divisi per Sezioni Ana d'appartenenza (i primi a sfilare sono gli alpini delle Sezioni all'estero, ultimi quelli della Sezione ospitante) e accompagnati dalla banda o fanfara. Le uniche altre persone che possono partecipare alla sfilata sono le autorità politiche locali e nazionali che prendono parte all'evento (generalmente ministri, sindaco, presidente della Provincia e di presidente della Regione). Il pubblico si colloca ai lati o sulle tribune. Infatti, la locale sezione di Colli, di cui è Presidente Pietro AMODEI, con la fattiva collaborazione dei suoi più stretti collaboratori, per l'occasione stanno predisposto un programma ricco di sorprese, per accogliere le “penne nere” provenienti da ogni parte della Nazione.

MULTE CAMBIO GOMME,

DAL 15 APRILE OBBLIGATORIO IL CAMBIO Il 15 aprile, come ogni anno, scade l’obbligo per gli pneumatici invernali, questo significa che si avrà via libera per montare nuove gomme estive per migliorare le prestazioni e la sicurezza, e risparmiare carburante. Con l’arrivo della bella stagione le strade non saranno più un pericolo con ghiaccio e neve e, complici le temperature che si alzano, per evitare problemi con le gomme da neve, particolarmente sensibili all’innalzamento delle temperature e a potenziale rischio scioglimento del battistrada, meglio optare per un prodotto estivo. Gli pneumatici estivi sono stati appositamente studiati per affrontare al meglio condizioni stradali con temperature ambientali che vanno dai 7° ai 40° C, senza correre il rischio di surriscaldamento e/o decadimento delle prestazioni. La mescola studiata ad hoc poi garantisce una migliore efficienza dell’auto, con notevoli risparmi di carburante sia nel breve che nel medio periodo. Dal 15 aprile dunque avremo un mese di tempo, fino al 15 maggio, per abbandonare le gomme invernali e per montare le dotazioni estive. Se entro tale data l’auto non avrà ancora le gomme estive il conducente sarà passibile di una multa che va da 422 euro fino a 1.695 euro. Vi sono inoltre aggravanti come il ritiro della carta di circolazione e l’obbligo di visita e prova nella sede più vicina della Motorizzazione Civile in caso di ulteriori illeciti riscontrati. Ovviamente chi possiede pneumatici 4 stagioni non rischia nessuna multa in quanto questo tipo di prodotto è utilizzabile durante tutti e 12 i mesi dell’anno.

La parte blu della gomma non serve a cancellare la penna:

ecco il suo vero utilizzo Ci sono alcuni oggetti che sono entrati a far parte delle nostre memorie: tra questi ce ne sono alcuni che abbiamo perlopiù usato a scuola. Chi di voi non ha riempito interi quaderni con la penna Bic e cancellato innumerevoli errori con la gomma Pelikan rossa e blu? Quest’ultima è circondata da un alone di mistero circa l’utilità della parte blu: tutti abbiamo sempre sostenuto, e lo facciamo tutt’ora, che servisse a cancellare la penna, ma sfidiamo chiunque ad esserci mai riuscito. Il fatto è che quella porzione ha tutt’altro uso… Provando a cancellare la penna da un foglio di carta con la parte blu, il foglio inevitabilmente si romperà o ne uscirà rovinato dal tentativo. Come mai? La parte blu non serve in realtà a cancellare la penna, come molti pensano: è praticamente impossibile farlo, a meno di togliere il primo strato di carta dal foglio e con sé anche il tratto di inchiostro. La parte blu, così come quella rossa, serve a cancellare la matita ma da superfici più dure come potrebbe essere un muro, un cartoncino o una ceramica. Ecco svelato il mistero! Ma non lo dite in giro: lasciamo che anche le generazioni più giovani crescano con la convinzione che questa gomma abbia dei poteri magici!


7

2018

Io sono stata battezzata da piccola. Avevo sei mesi e non ricordo nulla.

l’impegno di educare i figli alla fede; anche loro, come i primi cristiani, hanno fatto l’esperienza che, dopo aver conosciuto Gesù, non si può più farne senza. Non riescono a immaginare per i propri figli una vita priva di Dio. Ma in questi decenni stiamo assistendo a un cambio di tendenza. Alcuni genitori, pur essendo battezzati, non vogliono fare scelte per il proprio figlio. «Deciderà lui quando sarà grande», dicono.

Beh, i tuoi te ne avranno parlato. E hai anche altri testimoni: i parenti e gli amici invitati in chiesa. Anche loro possono raccontarti qualcosa. Sì, ma la mia compagna di catechismo è stata battezzata una settimana prima della Comunione. Siamo andati tutti alla sua festa e lei era molto felice. Se lo ricorderà per tutta la vita. Non sarebbe meglio battezzarsi da gran«Perché ci si di? Una premessa innanzitutto: ogni istante della vita può essere quello battezza da neonati? giusto per ricevere il Battesimo, dal primo all’ultimo giorno, perché il Non potrei decidere io da grande?» Signore ama sia quelli che giocano

Hanno ragione, no?

Io penso che così si perdano delle grandi opportunità. Ti faccio degli esempi. Un genitore vuole sempre il meglio per il proprio figlio. E si applica in prima persona perché d’anticipo che i ritardatari cronici. I dubbi sul Battesi- il bambino impari tutto il baQuando è iniziato il cristianesimo, il Battesimo era roba da grandi. Gli mo e le risposte da gaglio di cose necessarie per avere il meglio dalla vita. adulti che per la prima volta sentivadare ai piccoli Perciò gli insegna a cammino la lieta notizia di Gesù decidevanare, non aspetta di vedere se (e non solo...) no di aderire alla nuova fede perché imparerà da solo. Gli insegna quelle parole li avevano segnati nel a parlare, non sta a capire se profondo e cambiati così tanto che era impossibile farne senza e chiedevano il Battesimo. Con lui da solo deciderà di farlo. Gli insegna ad aveil passare dei secoli sono cambiate le consuetu- re cura della persona, a comportarsi bene… lo dini: nella nostra epoca si preferisce battezzare i manda a scuola e non solo perché lo prevede la neonati perché sono i genitori che si prendono legge, ma perché è consapevole che una buona

educazione scolastica farà la differenza. Allora mi chiedo, se ci si applica così tanto per tutti questi aspetti, perché non si fa altrettanto con la fede? Forse perché si ritiene che il cristianesimo non sia abbastanza importante? Una volta ho parlato con una persona che si è convertita da adulta e mi ha detto che io sono stata fortunata a crescere in una famiglia cristiana che mi ha sempre insegnato ad amare Dio, lei non avendo avuto questa fortuna si è persa tante belle cose.

Però nel giorno del battesimo io non ho potuto dire da me stessa che lo volevo fare! Anche a me è capitato così. Certo, sono nata in una famiglia cristiana, sono stata educata ai principi cristiani. Ma a un certo punto mi è successo di aver capito che Dio esiste, esiste per me, ama anche me, insieme a tutti gli uomini. Vedrai che anche tu avrai quest’opportunità. Dio non nasce una mattina, come un nuovo gusto nel banco frigo. E nemmeno la storia di amicizia tra l’uomo e Dio nasce per caso. È un incontro che lui ha preparato dall’inizio dei tempi e che i nostri genitori dovrebbero favorire. Credere di Famiglia Cristiana


Profile for lello

Untitled  

Untitled  

Profile for lello49
Advertisement