__MAIN_TEXT__

Page 1

Giancolombo /Contrasto

curling Da Cenerentola ai Mondiali 2010 di Lalla Facco

“Il valore di un risultato sta nel processo per raggiungerlo” Albert Einstein

A

lle Olimpiadi Torino2006 si è presentato come la Cenerentola degli sport invernali. Eppure la bella e mitica Brigitte Bardot davanti il Majestic Miramonti (foto sopra) lanciava negli anni ‘60 la “stone”, roccia di granito scozzese tonda e del peso approssimativo di venti chili. Risalgono al 1949 le partite giocate sul ghiaccio del “rink” dell’hotel Cristallo che, grazie a Leo Menardi, nel ’53 divenne sede del Curling Club Cristallo. Abili “sweepers” prolungavano la corsa delle “stones” verso il punto indicato dal capo squadra sul campo di gioco che guardava le Tofane mentre gli ospiti osservavano i giocatori (“curlers”) sorseggiando un darjeeling tea

20

C.M. ~ SPORT

sulla terrazza dell’hotel. Era l’età della Dolce Vita quando il Curling faceva parte di quel mondo affascinante e veramente da intenditori che a Cortina trova nel 1969 con l’Italian Curling Association la sede ufficiale riconosciuta dal Word Curling Federation. Oggi il gioco non è mutato nelle sue regole fondamentali le cui tre “C” essenziali: concentrazione, confidenza, confort determinano un buon lancio. “A Torino2006 con il 7° posto della squadra italiana la Cenerentola ha però catturato la curiosità dei Media e dopo quarant’anni il Curling afferma nuovamente a Cortina la sua importante valenza sportiva e la capacità di suscitare interesse mediatico con l’assegnazione della sede del Word Men’s Curling Championship che si svolgerà nel 2010” dice con orgoglio Gianluca Lorenzi, presidente del Comitato Organizzazione Mondiali 2010. Il CURLING si troverà quindi sotto i riflettori del mondo intero durante dieci giorni di partite teletrasmesse da Eurosport. Cortina ospiterà ottomila fra partecipanti, accompagnatori, tifosi ed appassionati. Nel frattempo nel 2009 si prepara alle prove generali della macchina organizzativa dei Mondiali 2010 con un Test Event che si terrà dal 13 al 19 aprile allo Stadio Olimpico del Ghiaccio dove si svolgerà un Doubles Mix, nuova specialità inventata dalla Federazione che vedrà in gioco squadre formate da un uomo

ed una donna che si scontreranno alla pari sul ghiaccio in un gioco veloce ed avvincente. Teodoro Sartori, presidente del GIS che si occuperà della cura e gestione degli impianti sportivi che accoglieranno i mondiali, dice: “ Stiamo potenziando e migliorando lo storico Stadio Olimpico la cui idoneità la Federazione Mondiale del Curling è già venuta a verificare. Stiamo applicando agli impianti preesistenti tecnologie avanzate per il controllo della temperatura del ghiaccio e dell’umidità che verranno così controllati in ogni punto della pista per rendere la sua superficie perfetta e performante e al contempo per garantire al pubblico il massimo confort con una stadio riscaldato e con una capienza di 4.000 posti a sedere. Alla fine del 2008 i lavori termineranno e lo Stadio sarà pronto ad accogliere al top le Nazioni partecipanti”. Dopo i mondiali di Bob, un altro degno e meritato coronamento del costante impegno degli amministratori, tecnici, giocatori, promotori e organizzatori di questo sport il cui incomparabile spirito trova sintesi in una frase che ogni “curler” rispetta ed onora nella condotta abile e di gentleman ogni qualvolta lancia la “stone”. “A Curling si gioca per vincere, mai per umiliare gli avversari” Info: www.worldcurling.org - www.olympic.org www.cortinaworldcurlingchampionship.it

“The Roaring Game: A Sweeping Saga of Curling” di Doug Clark.

A

t the 2006 Turin Olympic games, the winter cinderella sport was present too. No one less than, the 2010 beautiful and the legendary Brigitte Bardot in front of the Majestic Miramonti in the 60’s threw the “stone”, the Scottish round granite rock that weighed about twenty kilograms . The games played on the hotel Cristallo’s ice rink date back to 1949 that, thanks to Leo Menardi, in year 53’ became the headquarters of the Cristallo Curling Club. Skilled sweepers took the stones towards the point on the rink, facing the Tofane, indicated by the captain of the team, whilst the guests looked at the players (curlers), sipping a Darjeeling tea on the terrace of the hotel. It was the dolce vita age, when curling was part of that fascinating world for true connoisseurs and in 1969 for what concerns the Italian Curling Association, the official headquarters was in Cortina recognized by the World Curling Federation. Today the game has not changed its fundamental rules, of which its 3 essential “C”s: concentration, confidence and comfort determine a good throw. At Turin 2006 where the Italian team was classified seventh , the Cinderella finally captured the attention of the media and after forty years curling reconfirms its importance in sport and the capacity to stimulate media interest, thanks to the assignment of the World Men’s Curling Championship that will take place in Cortina in 2010, proudly s

Sotto: un’azione di gara agli Europei 2004 a Courmayer, gli spazzolatori Marco Mayer Mariani e Alessandro Zisa e al tiro Stefano Ferronato. Below: European Games 2004 at Courmayer, The sweepers Marco Mayer Mariani and Alessandro Zisa and Stefano Ferronato throwing.

C.M. ~ SPORT

21


Sopra: un’immagine dello Stadio Olimpico di Cortina durante una gara. - Above: an image of the Cortina Olympic Stadium during a match.

says Gialuca Lorenzi, President of the 2010 World Committee Organization. Curling will be under the entire world’s eyes during the ten-day matches that will be broadcast by Eurosport. Cortina will host eight thousand people, between participants, companions, supporters and fans. In the meantime, in 2009 a general rehearsal will take place for the organizing machine of the 2010 World cup, a test event from the 13th to the 19th of April at the Ice Olympic stadium. A Doubles Mix will take place, a new speciality invented by the Federation that consists in two teams of one man and one woman that will play a fast and exciting game on the ice. Teodoro Sartori, President of the GIS, that will follow up the management of the sport circuits that will host the World Cup says: “We are reinforcing and improving the historic Olympic Stadium that has already been tested and verified by the World Curling Federation. We are applying advanced technologies for the ice temSotto: da sinistra Franco Zumofen, Ivo Lorenzi, Raimondo Giavi, Claudio Alverà. Below: From the left Franco Zumofen, Ivo Lorenzi, Raimondo Giavi, Claudio Alverà.

22

C.M. ~ SPORT

perature and humidity control to the already existing mechanisms, that will be controlled from every point of the rink, allowing its surface to be perfect and of good performance and also to guarantee the public maximum comfort with a heated stadium and capacity of 4000 seats. At the end of 2008 the works will end and the stadium will be ready to welcome the other participating countries. After the Bob World Cup, yet another point that demonstrates the constant and merited effort of administrators, technicians, players, promoters and organizers of this sport. The spirit of this sport can be summarised in a sentence that every curler respects and honours in his skilled and gentleman like way every time they throw the “stone”. “One plays Curling to win, never to humiliate the opposing team”. “The Roaring Game: A Sweeping Saga of Curling” by Doug Clark. Sotto: firma ufficiale della costituzione dell’ICA (Italian curling Association) Ivo Lorenzi, Renato Pesavento, Poncio Sovilla, Franco Zumofen e i delegati della wcf. Below: official signature of the constitution of the ICA (Italian curling Association) Ivo Lorenzi, Renato Pesavento, Poncio Sovilla, Franco Zumofen and the WCF delegates.

P

Profile for Lalla Facco

Curling  

Da Cenerentola ai Mondiali 2010 “Il valore di un risultato sta nel processo per raggiun- gerlo” Albert Einstein “The Roaring Game: A Sweepin...

Curling  

Da Cenerentola ai Mondiali 2010 “Il valore di un risultato sta nel processo per raggiun- gerlo” Albert Einstein “The Roaring Game: A Sweepin...

Advertisement