Issuu on Google+

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO ‘F. SCARPELLINI’

Piano dell’offerta formativa 2013-2014


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 SOMMARIO LA NOSTRA MISSION ........................................................................................................ 3 LA STORIA ........................................................................................................................ 4 I PROTAGONISTI GLI STUDENTI .............................................................................................................

5 LA SCUOLA DI TUTTI .................................................................................................... 5 Diversamente uguali; Disturbi specifici dell’apprendimento; Tutti i colori del mondo SCUOLA E FAMIGLIA ....................................................................................................

7

IL SISTEMA SCUOLA ......................................................................................................... 8 INSIEME PER PROGETTARE, CONDIVIDERE E REALIZZARE IL PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA .................................................................................... 9 GLI SPAZI ............................................................................................................................10 ORARIO DELLE LEZIONI ........................................................................................................10 I NOSTRI DIPLOMATI LE COMPETENZE ..................................................................................................................11 I PERCORSI E LE METODOLOGIE .............................................................................................11 COMPETENZE DIGITALI: COMPETENZE CHIAVE PER LA CITTADINANZA EUROPEA .......................12 GLI INDIRIZZI DI STUDIO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING .................................................................. 13 SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI ................................................................................ 14 RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING........................................................... 15 TURISMO

.................................................................................................................. 16

LA PROGRAMMAZIONE E LA VALUTAZIONE LA PROGRAMMAZIONE

............................................................................................... 17

LA VALUTAZIONE ................................................................................................................17 ATTIVITA’ DI SOSTEGNO E RECUPERO ....................................................................................17

I NOSTRI PROGETTI GLI OBIETTIVI ........................................................................................................... 18 L’ORIENTAMENTO ...................................................................................................... 18

In ingresso, in itinere, in uscita LA SCUOLA E IL LAVORO SCUOLA IMPRESA .......................................................................................................................... 19 Stage professionali; A scuola d’impresa; Corso Teorico-pratico per ragionieri; Progetto Fixo; Fisco e Scuola MULTIMEDIALITA’ E TECNOLOGIE LE CERTIFICAZIONI INFORMATICHE .......................................................................................21 ECDL: La patente europea per l’uso del computer, EUCIP: L a certificazione per i professionisti informatici CITTADINANZA GLOBALE L’IMMERSIONE LINGUISTICA..................................................................................................22 Certilingua®, Esperienza di ‘Content and Language Integrate Learning’, Conversazione in lingua inglese: I love english, ‘Españoleando’, Corso di Cinese LE CERTIFICAZIONI DI INGLESE FRANCESE E SPAGNOLO .................................................. 22 PARTENARIATI E MOBILITA’ ....................................................................................... 23

Comenius partenariato scolastico B.Well; Mobilita’ individuale alunni LLP; “Agora’ per i giovani cittadini europei. La mia Europa”

1


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 CITTADINANZA SOLIDALE ........................................................................................... 24

Cittadini del Mondo HELP DESK ................................................................................................................................... 25

La scuola ascolta; Lo sportello didattico

COMUNICAZIONE E LINGUAGGI IL VIZIO DI SCRIVERE ...........................................................................................................26

‘C’ero Una Volta’, la scrittura autobiografica; Laboratorio di scrittura e Primo Premio IL VIZIO DI LEGGERE ............................................................................................................26

Incontro con l’autore; Il quotidiano in classe; IL PREMIO DAVID GIOVANI ....................................................................................................27 ITINERARI DIDATTICI IN ARCHIVIO DI STATO ..........................................................................27 PROGETTO “ALLA RICERCA DEL PENSIERO” .........................................................................27 LO SPORT A SCUOLA..............................................................................................................27 Il Centro Sportivo Scolastico

POTENZIAMENTO DELLA LOGICA E DELLA MATEMATICA LE OLIMPIADI ITALIANE DELLA MATEMATICA ............................................................... 28 CAMPIONATI DI GIOCHI MATEMATICI ............................................................................ 28 Giochi matematici - Giochi d’autunno MATEMATICA SENZA FRONTIERE ................................................................................. 28 GIOCHI DEL MEDITERRANEO ....................................................................................... 29 MATEMATICA E REALTA’ ............................................................................................ 29 GLI SCACCHI .............................................................................................................. 29

VIAGGIATORI SI DIVENTA I VIAGGI DI ISTRUZIONE .......................................................................................................30 LE USCITE DIDATTICHE ........................................................................................................30

APPENDICE PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’ REGOLAMENTO DI ISTITUTO PIANO PER L’INCLUSIONE LE GRIGLIE DI VALUTAZIONE IL CREDITO SCOLASTICO TABELLA DEI PROGETTI

2


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

LA NOSTRA MISSION L’identità dell’Istituto Tecnico Economico “F. Scarpellini” si è caratterizzata nel tempo per la continua ricerca di coerenza tra i compiti istituzionali di istruzione e formazione e la giusta risposta ai bisogni espressi dalla realtà culturale, sociale ed economica, in rapido e profondo cambiamento negli ultimi anni. E’ per questo che lo “Scarpellini” si presenta oggi come scuola aperta, proiettata in avanti, innovativa nel suo impianto curricolare ed attivamente inserita nel processo di trasformazione globale. La ricchezza di progetti di scambio e di partenariato con i paesi europei ed il costante aggiornamento delle tecnologie multimediali ordinariamente utilizzate e messe a disposizione degli studenti testimoniano proprio l’attenzione al mondo reale della nostra scuola ed il suo obiettivo prioritario di formare giovani con una solida preparazione culturale, propensi alla formazione continua e pronti sia per la frequenza di qualsiasi universitaria, sia per entrare con competenze adeguate nel mondo del lavoro. La nostra scuola vuole rappresentare un’opportunità importante per la realizzazione del progetto di vita di ogni singolo alunno e per questo si impegna a valorizzare la progettualità degli studenti ed a costruire un rapporto di fiducia e di collaborazione con la famiglia e con il territorio. Il successo formativo di ogni singolo alunno è la nostra sfida! Il Dirigente Scolastico Prof.ssa Giovanna Carnevali e tutta la Squadra “Scarpellini”

3


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

LA STORIA L’istituzione degli Istituti Tecnici risale al 1848, anno nel corso del quale essi furono fondati nel Regno di Sardegna e successivamente risistemati dalla legge Casati del 1859, per “dare ai giovani che intendono dedicarsi a determinate carriere del pubblico servizio, all’industria, ai commerci e alla condotta delle cose agrarie la conveniente cultura generale e speciale”. L’Istituto Tecnico Commerciale ‘F. Scarpellini’ 1 fu fondato nel 1934. Nel 1939 la legge di risistemazione del 15 giugno sancì che le finalità didattiche delle scuole a indirizzo economico consistevano nella preparazione dei giovani alle funzioni tecniche e amministrative nel settore agricolo, industriale e commerciale. L’Istituto Commerciale prefigurava, quindi, la figura professionale del “ragioniere” e fin dalle origini lo “Scarpellini” optò per la specializzazione del diploma di ragioniere ad indirizzo mercantile. Tale scelta, unica nell’Umbria, visto lo sviluppo in quell’epoca delle industrie tessili, cartacee ed agroalimentari, fu motivata dalle specifiche richieste del bacino d’utenza che necessitava, oltre che della figura professionale del ‘Ragioniere e Perito Commerciale’, anche di un tecnico nel settore merceologico. Dal 1984-85 ad oggi l’Istituto offre, in piena sintonia con i tempi e le richieste della realtà culturale artigianale ed industriale del comprensorio, una ampia scelta di indirizzi tali da garantire allo studente un ventaglio di opportunità adeguate alle sue capacità ed attese di lavoro e propedeutiche alle successive, eventuali scelte universitarie. Nell’anno scolastico 1984-85 è stato istituito l’indirizzo per ragionieri periti commerciali e programmatori. Nel 1985-86, l’Istituto ha introdotto il progetto I.G.E.A., assistito dal Ministero della Pubblica Istruzione, al fine di garantire una migliore formazione dell’alunno nelle discipline economicoaziendali attraverso la prosecuzione della prima lingua straniera fino alla quinta classe ed il potenziamento della matematica connessa all’informatica. Nell’anno scolastico 1993-94, il ragioniere programmatore è stato riformulato e ridefinito il corso di studio trasformando l’indirizzo per ragioniere programmatore in PROGETTO MERCURIO. Dall’anno scolastico 1995-96, il Ministero della Pubblica Istruzione ha aggregato al Commerciale l’Istituto Tecnico per il Turismo, unico istituto in Umbria, istituendo il progetto assistito ITER. Nel 1998-99 è stato attivato il Corso Serale “Progetto Sirio” rivolto agli studenti lavoratori. Dall’anno scolastico 2010-11, l’Istituto ha assunto la denominazione di Istituto Tecnico Economico secondo quanto disposto dal D.P.R. n. 88 del 15 Marzo 2010, introducendo contestualmente due nuovi indirizzi di studio: ‘Amministrazione, Finanza, Marketing’ e ‘Turismo’. E’ poi in fase di attivazione l’innovativo indirizzo in ‘Relazioni internazionali per il marketing’, corso di studi che ha già ricevuto parere favorevole dal Comune di Foligno.

1

Astronomo, nato a Foligno nell’ottobre del 1762 e morto a Roma nel 1840, fu fondatore dell’Osservatorio del Campidoglio e rinnovatore dell’Accademia dei Lincei.

4


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

I PROTAGONISTI GLI STUDENTI Il nostro Istituto ha un bacino di utenza molto vasto e vario, raccogliendo studenti provenienti dalla città e da molti comuni e centri limitrofi come Nocera Umbra, Valtopina, Montefalco, Trevi, Bevagna, Giano dell’Umbria, Gualdo Cattaneo, Spello, Sellano, Cannara e Campello sul Clitunno. Gli allievi sono per la gran parte pendolari ed impiegano fino a tre ore al giorno per il viaggio. L’Istituto si è arricchito nel tempo di presenze umane, linguistiche e religiose di varia natura. Questa realtà ha indotto e induce i docenti ad operare interventi educativi mirati e personalizzati, tali da valorizzare le personalità dei discenti e idonei a favorire l’integrazione culturale. La crescita umana e tecnico-professionale degli studenti è l’obiettivo che la scuola persegue tenendo conto, anche nella formazione delle classi, di criteri che possono favorire il positivo inserimento degli alunni. In particolare si tiene conto: 

della lingua straniera studiata nella scuola media

della presenza di fratelli

della seconda lingua straniera richiesta

delle richieste presentate dai genitori al momento dell’iscrizione (nei limiti del possibile).

In caso di eccedenza di richieste per una o più sezioni, la scuola si riserva la possibilità di procedere al sorteggio.

LA SCUOLA DI TUTTI La scuola di tutti è una scuola che non traccia confini, non distingue in base a presunti criteri oggettivi tra normalità e diversità, inclusione ed esclusione sociale. Non c’è un noi e un loro. La nostra è una scuola che accoglie. Non solo gli alunni disabili o portatori di qualche disagio, ma tutti gli studenti, valorizzandone le specificità e riconoscendone e coltivandone le diverse intelligenze. E’ la scuola di tutti e contemporaneamente la scuola di ognuno, indipendentemente dal livello di performance che raggiunge. Ciò non significa negare le differenze, siano esse cognitive, culturali, etniche, socioeconomiche, di genere. Tutt’altro. La scuola, così come noi la intendiamo, vuol essere pronta ad accogliere nella convinzione che tutti, a prescindere dal modo in cui lo esprimono, abbiano qualcosa da dire e da dare. Perché l’accoglienza è un metodo e non un contenuto.

5


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 DIVERSAMENTE UGUALI Convinti che la buona prassi prevalga sempre sulle dichiarazioni di principio, nella nostra scuola abbiamo cercato di abbattere non solo le barriere architettoniche (l’articolazione degli spazi, la presenza di rampe esterne e di un ascensore interno, garantiscono, difatti, agli alunni con disabilità motorie la massima accessibilità alle aule), ma anche di demolire le barriere relazionali e didattiche. Abbiamo scelto di valorizzare le differenze, intese come risorse e non come limiti. Contro ogni forma di marginalizzazione, anche quella dell’iperprotezione, abbiamo deciso di integrare realmente gli studenti disabili, attraverso concrete e flessibili modalità di organizzazione della vita scolastica, creando così una spontanea e informale rete di solidarietà. Vogliamo che tutti, anche gli alunni in condizioni di svantaggio, sviluppando lo spirito di adattamento, partecipino attivamente alla vita della scuola, diventandone gli attori e non gli spettatori. Sebbene nella scuola esistano aule attrezzate per bisogni specifici, dotate di ausili e tecnologie speciali come hardware e software per l’apprendimento e la comunicazione, abbiamo preferito optare per la piena condivisione degli spazi comuni. Nella consapevolezza che una reale inclusione cominci proprio dalla capacità e volontà di vivere gli uni accanto agli altri. Nella scuola opera un gruppo di lavoro per l’inclusione (GLI), costituito da docenti e genitori, che, sotto il coordinamento del dirigente scolastico, procede periodicamente alla verifica del piano educativo individualizzato per gli studenti con B.E.S. Tra le risorse interne dell’istituto, funzionali alla comunicazione e autonomia degli studenti con handicap, un congruo numero di ausili didattici, idonei a valutare i progressi in rapporto alle potenzialità e ai livelli di apprendimento iniziali. La scuola ha adottato un proprio piano per l’inclusività elaborato dal GLI. (allegato in appendice) DISTURBI SPECIFICI DELL’APPRENDIMENTO Agli studenti che manifestino disturbi specifici di apprendimento (dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia e disturbo specifico della compitazione, così come classificato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità) l’Istituto offre inoltre mirati interventi di prevenzione e aiuto, permettendo loro di utilizzare gli opportuni strumenti compensativi e adottando misure dispensative che assicurino ritmi graduali di apprendimento. Il tragitto verso l'autonomia nello svolgimento delle attività scolastiche, attraverso un opportuno sostegno emotivo e adeguate azioni didattiche, rappresenta l'obiettivo primario della scuola che da sempre favorisce e promuove una classe cooperativa ed inclusiva, dedicando tempo e energie alla costruzione di relazioni significative e non giudicanti, alla valorizzazione dei diversi stili di apprendimento e della diversità in generale.

TUTTI I COLORI DEL MONDO Il diritto all’istruzione scolastica degli alunni stranieri arrivati in Italia rappresenta un obbligo giuridico ma anche un irrinunciabile dovere morale cui l’Istituto ‘Scarpellini’ assolve attraverso l’elaborazione di un percorso formativo personalizzato che valorizzi la cultura di provenienza degli alunni, ma anche le capacità e le caratteristiche individuali di ciascuno di essi, nella convinzione che le differenze inter-individuali sono altrettanto e forse più rilevanti di quelle inter-culturali. La scuola ha attivato un Protocollo di accoglienza e integrazione per gli alunni stranieri non italofoni che presentino le seguenti necessità:

6

alfabetizzazione di base della lingua italiana

consolidamento della lingua italiana


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 SCUOLA E FAMIGLIA Il rapporto con le famiglie è elemento fondamentale del processo educativo e può essere determinante per il successo scolastico e formativo degli allievi E’ per questa ragione che si cerca di potenziare e rendere più incisiva ed efficace la partecipazione dei genitori agli organi collegiali della scuola, specialmente ai Consigli di Classe. L’Istituto promuove la collaborazione attiva delle famiglie mediante i seguenti servizi:  Registro elettronico 1  colloqui individuali con i docenti tutte le settimane;  colloqui quadrimestrali;  Colloqui con il Dirigente, previo appuntamento  incontri su richiesta dei genitori o dei docenti;  contatti telefonici o scritti in caso di necessità da parte della Presidenza, del coordinatore o dei singoli docenti;  consigli di classe con la partecipazione di tutti i genitori, in caso di necessità;  sito web www.itcscarpellini.com;  servizio sms per comunicazione assenze e ritardi.  Patto Educativo di Corresponsabilità (in appendice) 1

Il registro elettronico, attivo da gennaio 2013 per tutte le classi dell’istituto, è consultabile via internet dagli studenti e dalle loro famiglie attraverso un filtro di accesso che ne tutela la riservatezza. Esso è uno strumento importante per la comunicazione costante e trasparente con le famiglie che non intende però sostituire i colloqui in presenza con gli insegnanti e la partecipazione attiva delle famiglie nella vita scolastica dei propri figli.

7


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

IL SISTEMA SCUOLA

COLLEGIO DOCENTI

FUNZIONI STRUMENTALI

DIRIGENTE SCOLASTICO Prof. Giovanna Carnevali

COLLABORATORE

Prof. Donatella Mancini

AREA POF Prof. Marina Ferrata

AREA PROGETTI EUROPEI Prof. Margherita Battaglini

AREA DIDATTICA Prof. Federica Ferretti

AREA ORIENTAMENTO Prof. Antonella Fausti

AREA ALTERNANZA SCUOLA – LAVORO Prof. Elena Bevanati

8

COLLABORATORE

Prof. Fausto Rapaccini

CONSIGLIO DI ISTITUTO

DSGA Dott. Luciano Lolli

PERSONALE ATA


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

INSIEME PER PROGETTARE, CONDIVIDERE E REALIZZARE IL PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA

DIRIGENTE

Collaboratori, Funzioni Strumentali, Collegio Docenti, Consigli di Classe, Coordinatori di Classe, Responsabili dei Progetti

Consiglio di Istituto

Assemblee degli Studenti, Rappresentanti di Classe e di Istituto

Direttore dei Servizi Generali amministrativi e personale ATA

Assemblee dei genitori, Rappresentanti dei Genitori, nei consigli di Classe e nel Consiglio di Istituto

9


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 GLI SPAZI Oltre alle aule destinate ad accogliere le classi, tutte dotate di computer e 19 di LIM, sono presenti nell’Istituto: 

1 AULA MAGNA

7 LABORATORI DI INFORMATICA

2 LABORATORI DI LINGUE

1 LABORATORIO DI CHIMICA

1 LABORATORIO DI FISICA

1 AULA DI GEOGRAFIA

1 AULA VIDEO

AULE ATTREZZATE PER RIUNIONI E LAVORI DI GRUPPO

1 SALA STUDENTI

1 SALA RICEVIMENTO GENITORI

1 BIBLIOTECA SCOLASTICA

2 PALESTRE INTERNE ALL’EDIFICIO

1 PALESTRA INTERNA ALLO SPAZIO VERDE

1 CAMPO DI CALCETTO ALL’APERTO

  

AMPIA AREA VERDE PARCHEGGIO INTERNO BAR

I laboratori multimediali di informatica sono dotati di almeno 25 postazioni ciascuno collegate in rete e ad Internet. La scuola dispone di 25 tablet per la cl@sse 2.0. I laboratori di lingua sono dotati di 30 postazioni ciascuno, maxischermo, tv satellitare, videoregistratore, lettore Dvd, computer. La biblioteca dispone di oltre 6.000 volumi, CD Rom e cassette VHS, archivio in fase di informatizzazione, sezione antica con 1.500 testi pubblicati prima del 1945 e un congruo numero di testi risalenti all’Ottocento. L’Istituto, possiede tutti i requisiti di sicurezza (impianto antincendio, passerella-ascensore per disabili, uscite di sicurezza) previsti dalla legislazione vigente in materia. ORARIO DELLE LEZIONI L’orario giornaliero delle lezioni è: 8.00-13.20. Sono previsti due intervalli di dieci minuti ciascuno così da rendere meglio suddivise le ore di lezione e quindi i tempi di lavoro e le pause.

10


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

I NOSTRI DIPLOMATI LE COMPETENZE Il profilo dei percorsi del settore economico si caratterizza per la cultura tecnico-economica riferita ad ampie aree: l’economia, l’amministrazione delle imprese, la finanza, il marketing, l’economia sociale e il turismo. Gli studenti, a conclusione del loro percorso di studio, conoscono le tematiche relative ai macro-fenomeni economicoaziendali, nazionali ed internazionali, alla normativa civilistica e fiscale, ai sistemi aziendali, anche con riferimento alla previsione, organizzazione, conduzione e controllo della gestione, agli strumenti di marketing, ai prodotti/servizi turistici. Possono pertanto inserirsi in modo qualificato nel Mondo del Lavoro ed accedere a qualsiasi facoltà universitaria, non solo a quelle di elezione a carattere giuridico, economico e aziendale. 

In particolare, sono in grado di:

Padroneggiare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici ed economici

Utilizzare i linguaggi settoriali delle lingue straniere previste dai percorsi di studio per interagire in diversi ambiti e contesti di studio e di lavoro

Riconoscere l’interdipendenza tra fenomeni economici, sociali, istituzionali, culturali e la loro dimensione locale/globale

Analizzare, con l’ausilio di strumenti matematici e informatici, i fenomeni economici e sociali

Intervenire nei sistemi aziendali con riferimento a previsione, organizzazione, conduzione e controllo di gestione

Elaborare, interpretare e rappresentare efficacemente dati aziendali con il ricorso a strumenti informatici e software gestionali.

I PERCORSI E LE METODOLOGIE I percorsi degli Istituti Tecnici Economici sono caratterizzati da spazi crescenti di flessibilità, dal primo al quinto anno, funzionali agli indirizzi, per rispondere alle esigenze poste dall’innovazione e dai fabbisogni espressi dal mondo del lavoro e delle professioni, così come per assecondare le vocazioni del territorio. Le competenze tecniche sono promosse già a partire dal primo anno del biennio attraverso l’apprendimento di saperi-chiave, acquisiti anche attraverso l’attività di laboratorio. Nei primi due anni del triennio, le discipline di indirizzo assumono connotazioni specifiche con l’obiettivo di far raggiungere agli studenti, nel quinto anno, una adeguata competenza professionale di settore, idonea anche per la prosecuzione degli studi a livello universitario. Il triennio costituisce, quindi, un percorso unitario per accompagnare e sostenere le scelte dello studente nella costruzione progressiva del suo progetto di vita, di studio e di lavoro. Le metodologie sono finalizzate a valorizzare il metodo scientifico e il pensiero operativo.

11


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 COMPETENZE DIGITALI: COMPETENZE CHIAVE PER LA CITTADINANZA EUROPEA L’Istituto ha avviato un importante progetto di innovazione tecnologica e didattica, Smart Society, fondato sul riconoscimento della necessità improrogabile per i nostri allievi di saper utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie della società dell’informazione. L’utilizzo dei nuovi dispositivi e strumenti punta a ridurre il divario esistente fra il tradizionale linguaggio didattico e quello della società digitale che appartiene agli studenti ed ha l’importante obiettivo di motivarli e coinvolgerli maggiormente nel personale processo di istruzione e formazione. Queste le principali azioni realizzate:  istituzione, di una classe pilota che sperimenterà, con l’uso di tablet, una nuova didattica digitale;  introduzione di 19 Lim (lavagne interattive multimediali);  utilizzo della moderna e diffusa piattaforma di e-learning Moodle per docenti ed alunni;  potenziamento della connessione Internet (velocità, sicurezza, affidabilità);  rinnovamento del setting d’aula attraverso una mirata riorganizzazione dello spazio così da superare l’impostazione della lezione frontale in favore di una didattica interattiva volta al maggior coinvolgimento degli studenti;  adozione di nuove metodologie didattiche volte al miglioramento delle performance degli studenti  valorizzazione delle abilità tecnologiche dei nativi digitali (dalla semplice fruizione dei contenuti alla costruzione e condivisione delle conoscenze). L’implementazione delle nuove tecnologie della comunicazione nell’attività didattica costituisce la via maestra per sviluppare nei giovani un atteggiamento critico e riflessivo nei confronti dell’immensa quantità di informazioni attualmente disponibili nella rete e per favorire un uso responsabile dei mezzi di comunicazione interattivi, tanto diffusi proprio nelle giovani generazioni.

12


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

GLI INDIRIZZI DI STUDIO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING Il diplomato in ‘Amministrazione, Finanza e Marketing’ ha competenze generali nel campo dei macro-fenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi e processi aziendali, degli strumenti di marketing, dei prodotti assicurativo-finanziari e dell’economia sociale. Integra le competenze dell’ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire sia all’innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa inserita nel contesto internazionale. A conclusione del percorso quinquennale il diplomato nell’indirizzo “Amministrazione, Finanza e Marketing” è in grado di:  rilevare le operazioni gestionali utilizzando metodi, strumenti, tecniche contabili secondo i principi nazionali ed internazionali  redigere e interpretare i documenti amministrativi e finanziari aziendali  svolgere attività di marketing  collaborare all’organizzazione, alla gestione e al controllo dei processi aziendali  utilizzare tecnologie e software per la gestione integrata QUADRO ORARIO ‘AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING’ 1° Biennio

2° Biennio

5°Anno

Secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario

DISCIPLINE 1^

2^

3^

4^

5^

Lingua e Letteratura Italiana

4

4

4

4

4

Lingua Inglese

3

3

3

3

3

Seconda Lingua Comunitaria

3

3

3

3

3

Storia Cittadinanza e Costituzione

2

2

2

2

2

Matematica

4

4

3

3

3

Informatica

2

2

2

2

Economia Aziendale

2

2

6

7

8

Diritto ed Economia

2

2

Diritto

3

3

3

Economia Politica

3

2

3

Scienze della Terra e Biologia

2

Fisica

2

Chimica

2 2

Geografia

3

3

Scienze Motorie

2

2

2

2

2

Religione-Attività alternativa

1

1

1

1

1

TOTALE ORE SETTIMANALI

32

32

32

32

32

13


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI Il profilo si caratterizza per il riferimento sia all’ambito della gestione del sistema informativo aziendale sia alla valutazione, alla scelta e all’adattamento di software applicativi. Tali attività sono tese a migliorare l’efficienza aziendale attraverso la realizzazione di nuove procedure, con particolare riguardo al sistema di archiviazione dei dati, organizzazione della comunicazione in rete e sicurezza informatica. A conclusione del percorso quinquennale, il diplomato in ‘Sistemi Informativi Aziendali’ è in grado di: ▪ gestire processi gestionali sotto il profilo economico, giuridico, contabile; ▪ intervenire nei processi di analisi, sviluppo e controllo dei sistemi informativi per adattarli alle esigenze aziendali; ▪ creare software applicativi gestionali; ▪ utilizzare i sistemi informativi aziendali e realizzare attività comunicative con le tecnologie informatiche QUADRO ORARIO ‘SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI’ 1° Biennio

5° Anno

Secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario

DISCIPLINE

1^

2^

3^

4^

5^

Lingua e Letteratura Italiana

4

4

4

4

4

Lingua Inglese

3

3

3

3

3

Seconda Lingua

3

3

3

Storia cittadinanza e Costituzione

2

2

2

2

2

Matematica

4

4

3

3

3

Informatica

2

2

4

5

5

Economia Aziendale

2

2

4

7

7

Diritto ed Economia

2

2

Diritto

3

3

2

Economia Politica

3

2

3

Scienze della Terra e Biologia

2

Fisica

2

Chimica

2 2

Geografia

3

3

Scienze Motorie

2

2

2

2

2

Religione-Attività alternativa

1

1

1

1

1

32

32

32

32

32

3

3

3

TOTALE ORE SETTIMANALI Ore in compresenza con l’ITP 14

2° Biennio


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING L'articolazione fa riferimento sia all’ambito della comunicazione aziendale, con l’utilizzo di tre lingue straniere e appropriati strumenti tecnologici, sia alla collaborazione nella gestione dei rapporti aziendali nazionali e internazionali riguardanti differenti realtà geo-politiche e vari contesti lavorativi. Il nuovo indirizzo, ‘Relazioni internazionali per il marketing’, punta a formare diplomati pronti ad affrontare la sfida della crescita fornendo loro le competenze chiave per posizionarsi in un mercato globale. Al termine del percorso quinquennale è in grado di:    

rilevare le operazioni gestionali utilizzando metodi, strumenti, tecniche contabili secondo i principi nazionali ed internazionali operare con flessibilità in vari contesti affrontando il cambiamento comunicare in tre lingue straniere anche su argomenti tecnici utilizzare tecnologie e programmi informatici dedicati alla gestione amministrativa e finanziaria QUADRO ORARIO ‘RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING’ 1° Biennio

2° Biennio

5°Anno

Secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario

DISCIPLINE 1^

2^

3^

4^

5^

Lingua e Letteratura Italiana

4

4

4

4

4

Lingua Inglese

3

3

3

3

3

Seconda Lingua Comunitaria

3

3

3

3

3

Storia Cittadinanza e Costituzione

2

2

2

2

2

3

3

3

3

3

3

5

5

6

Diritto

2

2

2

Relazioni Internazionali

2

2

3

2

2

Terza Lingua straniera Matematica

4

4

Informatica

2

2

Economia Aziendale

2

2

Diritto ed Economia

2

2

Scienze Integrate (della terra e biologia, fisica e chimica) Geografia

4

4

3

3

Tecnologia della Comunicazione Scienze Motorie

2

2

2

2

2

Religione-Attività alternativa

1

1

1

1

1

32

32

32

32

32

TOTALE ORE SETTIMANALI

15


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 TURISMO Il diplomato nel Turismo ha competenze specifiche nel comparto delle imprese del settore turistico e competenze generali nel campo dei macro-fenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi aziendali. Interviene nella valorizzazione integrata e sostenibile del patrimonio culturale, artistico, artigianale, enogastronomico, paesaggistico ed ambientale. Integra le competenze dell’ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire sia all’innovazione che al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa turistica inserita nel contesto internazionale. Alla fine del quinquennio, il diplomato in “Turismo” è in grado di:  gestire servizi e/o prodotti turistici con particolare attenzione alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico, artistico, culturale, artigianale, enogastronomico del territorio  collaborare a definire con i soggetti pubblici e privati l’immagine turistica del territorio;  utilizzare i sistemi informativi per proporre servizi turistici innovativi  intervenire nella gestione aziendale per organizzare, amministrare e commercializzare QUADRO ORARIO ‘TURISMO' DISCIPLINE

16

1° Biennio

2° Biennio

5° Anno

Secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario

1^

2^

3^

4^

5^

Lingua e Letteratura Italiana Lingua Inglese Seconda Lingua Comunitaria Terza Lingua Storia Cittadinanza e Costituzione Geografia Geografia del Turismo Matematica Informatica Economia Aziendale Discipline Turistiche Diritto ed Economia Diritto e Legislazione Turistica Arte e Territorio Scienze della Terra e Biologia Fisica Chimica Scienze Motorie Religione-Attività alternativa

4 3 3

4 3 3

2 3

2 3

4 3 3 3 2

4 3 3 3 2

4 3 3 3 2

4 2 2

4 2 2

2 3

2 3

2 3

4

4

4

2

2 3 2

3 2

3 2

2 1

2 2 1

2 1

2 1

2 1

TOTALE ORE SETTIMANALI

32

32

32

32

32

2 2

2


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

LA PROGRAMMAZIONE E LA VALUTAZIONE LA PROGRAMMAZIONE Prefigura gli obiettivi in rapporto alle situazioni di partenza e alle potenzialità dei singoli ragazzi. Ogni indirizzo costruisce il proprio ‘curriculum’ prevedendo interventi ad hoc, risultati possibili, determinando i fini e gli obiettivi cui tendere, i mezzi ed i metodi attraverso i quali conseguire gli obiettivi, le modalità di verifica. LA VALUTAZIONE La valutazione rappresenta un sistema di attività, di tecniche e di strategie che accompagnano tutto il percorso formativo nel contesto del quale può assumere diverse funzioni con l’obiettivo precipuo della trasparenza: 

accertamento dei livelli di partenza per testare gli apprendimenti preliminari al processo da avviare ;

controllo in itinere del processo di apprendimento, strumento fondamentale per verificare l’efficacia delle strategie in atto ed eventualmente intervenire tempestivamente per correggere e regolare il processo di insegnamento/apprendimento in corso;

valutazione degli apprendimenti, delle competenze e dei comportamenti come da griglie allegate al presente documento;

La valutazione di fine periodo terrà conto dei risultati delle prove sommative e di altri elementi quali impegno, partecipazione e progressione negli apprendimenti. Il D.P.R. n. 122 del 22/6/2009 all’articolo 14, punto 7, prevede che la frequenza non debba essere inferiore ai 3/4 dell’anno scolastico e pertanto ai fini della validità dell’anno scolastico il limite massimo di ore di assenza è fissato in 264 ore (ridotte a 255 per gli studenti che non si avvalgono dell’insegnamento della religione cattolica). A conclusione del primo biennio i Consigli di Classe, nello scrutinio finale, certificano le competenze acquisite nell’assolvimento dell’obbligo di istruzione con la scheda predisposta dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca. Il credito scolastico, per il triennio, viene attribuito nell’ ambito delle bande di oscillazione indicate nella tabella A allegata al DM n. 99 del 2009. Il Consiglio di Classe valuterà la possibilità di attribuire il punteggio massimo della banda secondo quanto disposto dal DM n. 49/2000. Per i criteri di attribuzione si rimanda alla specifica griglia in appendice. ATTIVITA’ DI SOSTEGNO E RECUPERO Le attività di sostegno e recupero costituiscono parte ordinaria e permanente del piano dell’offerta formativa ed hanno lo scopo fondamentale di prevenire l’insuccesso scolastico. A tale scopo l’Istituto realizza percorsi di recupero differenziati e distribuiti lungo tutto l’arco dell’anno scolastico. Attua, pertanto, iniziative di sostegno e di recupero per gli allievi che, pur dimostrando impegno ed interesse, presentano difficoltà nel raggiungimento degli obiettivi formativi e disciplinari. Le attività di sostegno e recupero, attivate sulla base dei bisogni individuali, mirano a colmare eventuali lacune e a rispondere, tempestivamente, alle individuate carenze di base, di carattere motivazionale, legate al metodo di studio o a percepite difficoltà nell’applicazione delle conoscenze acquisite. Ai corsi di recupero extracurriculari pomeridiani e antimeridiani si affiancheranno moduli aggiuntivi per le materie individuate dai Dipartimenti nonché, recupero individualizzato durante la normale attività didattica, e pause didattiche con interruzione del programma.

17


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

I NOSTRI PROGETTI GLI OBIETTIVI Alla scuola i nostri giovani chiedono di essere in grado di “favorire un processo di maturazione che consenta un adeguato orientamento nella vita”, di valorizzare le potenzialità di ognuno, ponendolo al centro dell’attività didattica, di favorire una vera comunicazione fra insegnanti e studenti affinché essa sia più idonea ad affrontare le problematiche culturali e comprendere la complessità dei fenomeni. Pertanto l’offerta formativa è ampliata in modo tale da: ▪ coinvolgere, ove possibile, intere classi ▪ rendere gli alunni protagonisti attivi dei progetti ▪ attivare esperienze capaci di favorire la costruzione del sé L’obiettivo importante è di riscoprire la valenza formativa delle singole discipline curriculari e cercare un’interazione tra sistema educativo formale e sistema educativo extracurriculare. I progetti saranno adottati dai consigli di classe sulla base dei bisogni e delle attitudini degli studenti. Alcuni progetti sono trasversali e quindi aperti alla possibile partecipazione degli allievi di tutte le classi. L’ORIENTAMENTO

L’ORIENTAMENTO IN INGRESSO E’ rivolto agli allievi della terza media. E’ volto a favorire una razionale valutazione delle proprie attitudini ed aspirazioni e a fornire informazioni relative alle prospettive per il futuro inserimento nel mondo del lavoro e per la prosecuzione del percorso di studi.

L’ORIENTAMENTO IN ITINERE Intende fornire agli allievi del secondo anno del biennio una guida nella scelta relativa alla prosecuzione del percorso formativo e rappresenta un mezzo efficace per la scelta dell’indirizzo da seguire. A tal scopo si realizzeranno interventi di informazione e di counselling volti a facilitare la scelta da parte degli allievi nell’ottica del perseguimento del successo formativo di ognuno.

L’ORIENTAMENTO IN USCITA E’ destinato agli studenti del quarto e quinto anno. Si prefigge l’obiettivo di aiutarli nella scelta consapevole e razionale delle varie facoltà universitarie. E’ strutturato in incontri con rappresentanti del mondo universitario e del mondo del lavoro con lezioni concordate tra docenti universitari e docenti dell’Istituto.

18


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

LA SCUOLA E IL LAVORO SCUOLA- IMPRESA Il collegamento tra la scuola e il mondo del lavoro rappresenta uno dei punti qualificanti del percorso formativo del nostro Istituto. Il progetto curricolare Scuola-Impresa prevede visite aziendali per le classi terze, stage professionali per le classi quarte, incontri con esperti del settore produttivo e finanziario per le classi quinte. Esso offre una nuova modalità di studio che mira a collegare conoscenze apprese in aula a competenze spendibili nel mercato del lavoro e a coinvolgere le imprese nella formazione dello studente.

STAGE PROFESSIONALI Il progetto prevede un periodo di tirocinio formativo mediante l’inserimento degli alunni in aziende o enti pubblici e privati per un periodo di dieci giorni non consecutivi per studiare le strutture giuridico-organizzative delle imprese e degli enti, le dinamiche aziendali ed acquisire così esperienza pratica e competenze professionali nel mondo del lavoro. Gli studenti, durante lo stage, provvederanno alla compilazione di schede di osservazione e produrranno una relazione finale sull’esperienza.

SIMULAZIONE D’IMPRESA E’ un’ azione pilota promossa dall’Agenzia Umbra Ricerche, in collaborazione con l’ Ufficio Scolastico Regionale. Il progetto intende promuovere la cultura d’impresa e lo sviluppo dello spirito imprenditoriale attraverso l’attivazione di esperienze pratiche di apprendimento, corsi di formazione e seminari. Gli studenti, divisi in squadre, in seguito ad una mirata formazione, simulano un progetto di impresa partendo da un’idea imprenditoriale da essi stessi concepita.

CORSO TEORICO-PRATICO PER RAGIONERI L’I.T.E. “Scarpellini” collabora alla realizzazione del Corso promosso ed attuato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno con la partecipazione dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili della Provincia di Perugia e di Casse di Risparmio dell’Umbria s.p.a., riservato agli alunni diplomati della nostra scuola. Il sistema scolastico è ormai sollecitato a svolgere la funzione di intermediario tra domanda ed offerta di lavoro e le dinamiche attuali del mondo produttivo rendono indispensabile una formazione teorico-professionale che può essere incrementata solo sul campo o mediante una conoscenza pratica che analizza i diversi aspetti applicativi ed operativi della contabilità aziendale nella sua dimensione reale. Il corso risponde a questa esigenza perché consente ai partecipanti di conoscere le concrete dinamiche aziendali attraverso l’analisi di documenti e l’uso di programmi di contabilità di imprese realmente esistenti. L’Istituto sostiene così i propri diplomati nell’acquisire professionalità realmente spendibili, ne facilita la transizione dalla scuola al lavoro e li accompagna nel passaggio alla vita lavorativa.

19


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 PROGETTO FIXO Il nostro Istituto, componente di una Rete di Scuole, ha aderito al Programma “Formazione ed Innovazione per l’Occupazione”, promosso e sostenuto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con l’assistenza di Italia Lavoro S.p.A. In tutti i paesi europei il tema della transizione dei giovani alla vita adulta e professionale costituisce un argomento chiave per lo sviluppo e la coesione sociale ed esso fa parte della Strategia Europa 2020. Il progetto ha l’obiettivo di facilitare la transizione dalla scuola al lavoro con un insieme di interventi integrati e servizi di orientamento e intermediazione che rendano più fluidi e trasparenti i meccanismi di regolazione dell’incontro tra domanda ed offerta di lavoro.

FISCO E SCUOLA

Il progetto, promosso dall’Agenzia delle Entrate, prevede una serie di attività finalizzate a diffondere tra i ragazzi una "cultura della legalità fiscale” intesa come "educazione" alla concreta partecipazione dei cittadini alla realizzazione e al funzionamento dei servizi pubblici. Il progetto prevede un percorso formativo con una giornata di intervento teorico e uno stage/visita di una giornata presso gli uffici dell’Agenzia e rappresenta un valido intervento di supporto all’ educazione e alla convivenza civile, cercando di favorire sempre più l'inserimento degli studenti nella vita sociale e nel mondo del lavoro.

LA STAMPA PARLA DI NOI

20


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

MULTIMEDIALITA’ E TECNOLOGIE LE CERTIFICAZIONI INFORMATICHE

ECDL: LA PATENTE EUROPEA PER L’USO DEL COMPUTER

Allo scopo di fornire agli alunni l’opportunità di ottenere la patente europea del computer, titolo richiesto dalla quasi totalità delle aziende e riconosciuto dalla maggioranza delle università italiane che convalidano l’esame di informatica, esonerando lo studente in possesso di Ecdl, dal sostenerlo, la nostra scuola attiva, già dal mese di ottobre, uno specifico corso informatico, consentendo agli studenti di acquistare la Skill-card, necessaria per accedere alle prove, e di prenotare tali prove le ad un prezzo ridotto.

Il corso, aperto a tutti gli allievi dell’istituto, al personale docente ed ATA e all’utenza esterna, e tenuto da personale interno altamente qualificato, si articola in sette livelli e prevede sette esami corrispondenti, il superamento dei quali dà diritto al conseguimento della Patente Europea E.C.D.L.

EUCIP: LA CERTIFICAZIONE PER I PROFESSIONISTI INFORMATICI Il progetto per la certificazione Eucip (European Certification of Informatics Professionals) è un sistema completo di servizi di riferimento nel mondo delle professioni dell'informatica, dell'impresa e della formazione. Gli studenti che intendono certificarsi devono sostenere una serie di esami presso un Centro di Competenza Eucip. I cinque esami previsti sono costituiti da una prova teorica (test automatizzato, disponibile in italiano o in inglese) e da una prova pratica (configurazione e attività "dal vivo" sui sistemi hardware, sistemi operativi, servizi di rete, uso esperto delle reti e sicurezza). Il CNEL (Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro) ha individuato Eucip come standard di mercato per quanto riguarda le professioni informatiche e Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici ha suggerito l'adozione di Eucip come riferimento standard per le politiche di formazione e sviluppo delle competenze informatiche raccordate al mondo delle imprese. L’obiettivo del progetto è quello di certificare professionisti in grado di progettare, realizzare e gestire sistemi informatici.

21


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

LA CITTADINANZA GLOBALE L’IMMERSIONE LINGUISTICA CERTILINGUA ® Il Progetto “CertiLingua®, Attestato europeo di eccellenza per competenze plurilingui e competenze europee/internazionali”, ha obiettivo di soddisfare l’esigenza di una attestazione internazionale di supporto al plurilinguismo e alla mobilità degli studenti. L’Attestato costituisce un elemento di valore aggiunto al Diploma di istruzione secondaria di secondo grado e garantisce trasparenza e comparabilità delle competenze maturate nei percorsi scolastici dei vari Paesi. Nello specifico, l’Attestato delinea il profilo in uscita dello studente al termine della sessione degli Esami di Stato sulla base dei seguenti requisiti: competenze linguistiche di livello B2 o superiore del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue, accertate tramite Ente Certificatore riconosciuto a livello internazionale, in almeno 2 lingue diverse dalla propria lingua madre e frequenza di corsi CLIL (Content and Language Integrated Learning) in una o più discipline non linguistiche. ESPERIENZA DI ‘CONTENT AND LANGUAGE INTEGRATED LEARNING’ Con l‘acronimo CLIL (Content and Language Integrated Learning) si intende, letteralmente, l’apprendimento integrato di lingua e contenuto. L’approccio metodologico si basa sulla costruzione di competenze linguistiche e abilità comunicative che si accompagnano contestualmente allo sviluppo e alla acquisizione di conoscenze disciplinari. Si persegue, dunque, il duplice obiettivo di prestare attenzione sia alla disciplina che alla lingua target veicolare e non materna, potenziando così negli studenti la disponibilità alla mobilità tanto nell’istruzione che nel lavoro e fornendo loro competenze aggiuntive oltre a quelle comunicative nella lingua di immersione. CONVERSAZIONE IN LINGUA INGLESE: ‘I LOVE ENGLISH’ Il progetto di immersione linguistica è rivolto agli studenti che frequentano il triennio e che studiano la lingua inglese da almeno tre anni. Le lezioni sono tenute esclusivamente in lingua inglese ed hanno come oggetto temi di vita quotidiana, oltre che di attualità, cultura e cronaca, concordati con gli allievi in base ai loro interessi. Le conversazioni, della durata di novanta minuti, si svolgeranno, in orario pomeridiano, una volta a settimana. ‘ESPAÑOLEANDO’ Inserimento della scuola sulla piattaforma europea eTwinning per una riflessione linguistica su insegnamento-apprendimento dello spagnolo in Italia. CORSO DI LINGUA CINESE Il progetto è rivolto agli studenti, ai docenti dell’Istituto e a soggetti esterni interessati. Consiste in un corso base di lingua cinese proposto da esperti ed è previsto il rilascio di una certificazione. LE CERTIFICAZIONI DI INGLESE, FRANCESE E SPAGNOLO Il progetto, avviato dall’anno 1999, prevede corsi pomeridiani di lingua inglese, francese e spagnola, tenuti da docenti dell’istituto e rivolti agli alunni che intendono sostenere gli esami di certificazione in lingua straniera con enti certificatori riconosciuti e con il quali il Ministero dell’Università e Ricerca ha stilato un protocollo d’intesa per verificare le competenze in L2 in uscita secondo i livelli stabiliti dal quadro europeo comune di riferimento. Gli enti certificatori selezionati sono l’Università di Cambridge e l’Istituto Cervantes. Relativamente alla lingua francese gli studenti potranno sostenere l’esame per la certificazione del francese professionale in quanto l’Istituto è, per l’Umbria, centro d’esami accreditato dalla Camera di Commercio Ile-de-France di Parigi. 22


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 PARTENARIATI E MOBILITA’ Dal 2000 l’Istituto è scuola capofila o partner in numerosi progetti di partenariato europeo (Francia, Spagna, Portogallo, Inghilterra, Irlanda, Germania, Polonia, Finlandia, Danimarca, Norvegia, Svezia, Lettonia, Turchia, Ungheria, Croazia).

COMENIUS PARTENARIATO SCOLASTICO B.WELL : BUILDING WELLNESS Il progetto Comenius B.WELL, di cui l’ITE Scarpellini è coordinatore, è finanziato dall’Unione Europea e coinvolge Francia, Croazia, Danimarca, Turchia e Ungheria. E’ rivolto a studenti dai 14 ai 16 anni e ha per oggetto il benessere fisico e mentale, la prevenzione dell’uso di droghe, del tabagismo, del doping e delle malattie della sfera alimentare. Il programma è ricco di attività interessanti che condurranno docenti e studenti alla scoperta delle bellezze monumentali e naturali dei paesi partner; un modo ludico e coinvolgente per approfondire temi di grande rilevanza per i giovani in questa fascia di età .

MOBILITA’ INDIVIDUALE ALUNNI - PROGRAMMA LIFE LONG LEARNING Il progetto di mobilità individuale degli alunni consente agli studenti di trascorrere all’estero un periodo dai tre a dieci mesi presso una scuola e una famiglia. Lo scopo del progetto è quello di dare la possibilità agli studenti coinvolti di partecipare a un’esperienza di apprendimento europea. L’Istituto è sia scuola di provenienza di otto alunni che scuola ospitante per altrettanti alunni spagnoli. Il progetto è attivo da quattro

anni. EUROPA DA SCOPRIRE SOGGIORNI STUDIO ALL’ESTERO

Prevede soggiorni studio in città europee per il potenziamento delle lingue studiate a scuola confrontando diverse metodologie didattiche. Il progetto, oltre a offrire agli studenti la possibilità di visitare alcune tra le città europee più significative, consente loro una più consapevole conoscenza degli usi e costumi del Paese ospitante, potenziando la conoscenza della lingua e la motivazione all’apprendimento. Saranno coinvolte le classi terze e quarte del corso ITER e le classi del primo biennio.

“AGORA’ PER I GIOVANI CITTADINI EUROPEI. LA MIA EUROPA” Il progetto si propone di aumentare nelle giovani generazioni la consapevolezza dei diritti legati alla cittadinanza europea e intende promuovere momenti di dialogo e confronto fra gli studenti europei. E’ prevista l’ideazione e la realizzazione di uno spot promozionale sul tema “La mia Europa”.

23


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 CITTADINANZA SOLIDALE CITTADINI DEL MONDO Il progetto, promosso da tempo dalla Diocesi di Foligno, aperto a tutti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della città e condiviso da questo Istituto Economico, nasce dalla consapevolezza che il concetto di cittadinanza ha avuto in questi ultimi anni una profonda evoluzione di significato, mai disgiunto, però, dal valore della solidarietà. L’Istituto Tecnico Economico Feliciano Scarpellini intende favorire, con l’implementazione di tale progetto in questa annualità e con un approccio di tipo letterario, economico, giuridico, teologico, la consapevolezza nei discenti che le regole del vivere comune, la politica, il dialogo interreligioso e il volontariato possono sviluppare partecipazione attiva e pensiero critico nei giovani e negli uomini del nostro tempo. Gli obiettivi consistono nel promuovere una cultura della solidarietà come esperienza di apprendimento, occasione di crescita individuale e comunitaria e nel favorire il dialogo interculturale, ecumenico e interreligioso per abitare in modo più consapevole la Polis. UNA SCUOLA PER AMARE Progetto sperimentale di educazione affettiva e di prevenzione del disagio adolescenziale e delle devianze rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di alcune città dell’Umbria. Il progetto intende aiutare i giovani a saper affrontare le situazioni di distacco (dai condizionamenti), saper gestire i cambiamenti della sfera personale, percorrere il cammino della crescita in modo equilibrato e responsabile, saper gestire le dinamiche comunicative sia interindividuali che di gruppo, saper gestire il rapporto tra regole e libertà, saper raggiungere e gestire uno stile di vita sano, saper partecipare alle dinamiche di gruppo e sapersi muovere nel contesto sociale, sapersi orientare nella scelta dei gruppi comprendendone le dinamiche, gli aspetti buoni e quelli cattivi. E’, contestualmente, rivolto ai genitori e alla scuola perché possano, i primi, accompagnare con attenzione la crescita dei propri figli favorendo comportamenti improntati ad un’autonomia responsabile e, la seconda, possa impostare e gestire una prassi didattica che si caratterizzi per un’attenta considerazione dei problemi delle relazioni interpersonali, il cui equilibrio è fondamentale per il raggiungimento di un’autonomia responsabile nella fase adolescenziale. Rivolto alle classi terze, il progetto si inserisce in un contesto più ampio perché sarà realizzato anche nelle scuole di Assisi, Città di Castello, e Todi. Sostenuto e finanziato dalla Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio Umbre sarà realizzato dall’Associazione Psychostreet fondata oltre dieci anni fa dal dott. Stefano Pieri, psicologo e psicoterapeuta impegnato da tempo nella sfera del sociale.

24


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 PROGETTO “ADOTTA UNA BARRIERA” La finalità è quella di individuare le barriere architettoniche e sensoriali presenti nella città, trovare soluzioni più opportune per abbatterle e coinvolgere soggetti ed enti competenti. Il progetto ha il patrocinio del Comune di Foligno, della Regione Umbria e della Provincia di Perugia. La partecipazione degli alunni assume un alto valore educativo dal punto di vista civico e di sensibilizzazione. La scuola aderisce con l’indirizzo turistico per realizzare itinerari turistici accessibili: Foligno for all. E’ prevista la realizzazione di pacchetti turistici inclusivi, adatti a tutti, compresi potenziali viaggiatori con speciali bisogni di accesso. PROGETTO “VERSO UNA SCUOLA AMICA” Il progetto, proposto dal MIUR e dall’UNICEF Italia, si propone di favorire la conoscenza dei diritti enunciati dalla convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e l’assunzione di prassi educative che permettano ai ragazzi di vivere e condividere i diritti che li riguardano. Ha inoltre l’intento di sensibilizzare sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza mediante la diffusione e la valorizzazione della Convenzione e attivare e consolidare percorsi partecipati con il coinvolgimento diretto degli studenti sulle tematiche dell’accoglienza, dell’inclusione, della partecipazione e della legalità.

“SPETTACOLO DI SOLIDARIETA’” Il progetto prevede la realizzazione di uno spettacolo con la finalità di raccogliere fondi per azioni solidali concrete. Allestito dai docenti e realizzato dagli alunni, si svolgerà presso l’Auditorium San Domenico e sarà dedicato anche ad altre scuole del territorio. HELP DESK LA SCUOLA ASCOLTA La scuola, proponendosi come luogo di accoglienza e di dialogo, intende offrire agli studenti la possibilità di comunicare eventuali disagi. Con lo sportello d’ascolto, che offre garanzia di anonimato e riservatezza, mette a disposizione degli studenti le competenze professionali di un docente che si impegna ad un ascolto attento e rispettoso dei loro bisogni, promuovendo una relazione di empatia e fiducia. Il compito che si prefigge lo sportello è di tipo interlocutorio e non terapeutico.

LO SPORTELLO DIDATTICO Prevede la possibilità per lo studente in difficoltà di richiedere e ottenere da docenti della scuola interventi pomeridiani di sostegno didattico individualizzato. Consta di attività di recupero di conoscenze poco assimilate, studio assistito e approfondimento degli argomenti studiati.

25


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

COMUNICAZIONE E LINGUAGGI IL VIZIO DI SCRIVERE ‘C’ERO UNA VOLTA’, LA SCRITTURA AUTOBIOGRAFICA Il progetto, che prevede un laboratorio di scrittura autobiografica, è finalizzato al rafforzamento delle capacità espressive e alla contestuale e conseguente attivazione di percorsi di crescita individuali. Sollecita negli studenti il recupero di quelle “tracce di senso” esistenziali, spirituali, relazionali, cognitive e affettive presenti lungo il continuum esperienziale della personale storia di ciascuno.

LABORATORIO DI SCRITTURA E PRIMO PREMIO I due progetti sono volti a stimolare la sensibilità e l’autoanalisi e a potenziare le capacità espressive individuali. Prevedono attività di produzione di elaborati scritti finalizzati anche alla partecipazione ai concorsi che enti ed associazioni propongono alla scuola nel corso dell’anno scolastico.

IL VIZIO DI LEGGERE INCONTRO CON L’AUTORE Il progetto di educazione alla lettura denominato ‘Il vizio di leggere – Come prenderlo a scuola’, prevede una serie di incontri-dibattito con un autore (individuato tra narratori, poeti, traduttori di livello nazionale) di cui gli studenti hanno letto un’opera significativa, per rivolgergli domande sul percorso di vita e professionale, sulle tecniche narrative utilizzate, sui progetti realizzati e quelli ancora da realizzare. Gli incontri promossi dall’assessorato all’Istruzione, si svolgono negli spazi pubblici cittadini, deputati all’accoglienza di personaggi di spicco della cultura nazionale e/o locale (palazzo Trinci, Auditorium, ecc.). Il progetto è finalizzato al potenziamento delle abilità di lettura e scrittura attraverso la conoscenza della produzione letteraria di autori contemporanei.

IL QUOTIDIANO IN CLASSE L’adesione al progetto, proposto dall’Osservatorio Permanente Giovani Editori e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, permette alle classi iscritte di ricevere alcune copie di due quotidiani a tiratura nazionale e ne prevede la lettura guidata in classe. Il progetto prevede l’attivazione di una redazione WEB ilquotidiano.it su temi di attualità e gli iscritti partecipano anche ad un concorso diviso in tre campionati.

26


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

IL PREMIO DAVID GIOVANI Con questo progetto si intende ovviare all’inconveniente derivato dalla passività di un uso scorretto dei mezzi di evasione unidirezionali come la televisione. Si tratta di un premio che, per iniziativa dell'Agis Scuola, nell’ambito del David di Donatello, viene annualmente assegnato da una giuria di oltre mille studenti delle scuole superiori di ogni parte d'Italia. Gli studenti potranno visionare gratuitamente i film italiani della stagione per poi votare, alla fine, quello che ritengono migliore. Ai giurati che assisteranno ad almeno due terzi delle proiezioni verrà rilasciato un attestato di partecipazione utilizzabile come credito formativo. Ogni giurato dovrà, inoltre, consegnare una recensione su un film visto, con la quale parteciperà ad un concorso. Il primo classificato sarà ospite, in veste di giurato, alla Mostra del Cinema di Venezia, il secondo e terzo parteciperanno al ‘Campus Cinema Scuola Giovani’ a Roma. PROGETTO “LA SCUOLA INCONTRA LA STORIA “ ITINERARI DIDATTICI IN ARCHIVIO DI STATO Il progetto “La scuola incontra la storia” Itinerari didattici in Archivio di Stato offre ai giovani la possibilità di conoscere, attraverso lo studio delle fonti dell’Archivio di Stato, gli strumenti di lavoro degli storici e di comprendere il ruolo che la documentazione letta ed interpretata può svolgere nella ricostruzioni di fatti ed eventi che hanno segnato la storia dell’uomo. Gli alunni possono sperimentare, guidati e coordinati da esperti, criteri e metodi della ricerca archivistica che può rappresentare una metodologia di studio valida per ogni disciplina. PROGETTO “ALLA RICERCA DEL PENSIERO” La filosofia custodisce, sulle grandi questioni del pensiero, una ricca gamma di modelli e paradigmi con i quali provare ad interpretare la realtà. Il progetto pertanto è finalizzato all’approfondimento di temi filosofici e questioni morali che possano accompagnare gli studenti all’acquisizione della capacità di orientarsi su temi fondamentali quali l’etica, la politica, la scienza, il senso di libertà e di giustizia. Si articola in sei percorsi che possono offrire spunti per approfondimenti di carattere interdisciplinare e consentire, attraverso la riflessione filosofica, lo sviluppo di abilità critiche.

LO SPORT A SCUOLA

IL CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO E’ stato costituito il Centro Sportivo Scolastico, una struttura sportiva capace di individuare e valorizzare, senza tuttavia discriminare, le potenzialità e le competenze di ognuno, con l’obiettivo trasversale di prevenire e rimuovere eventuali disagi e devianze. Il progetto prevede la partecipazione ai campionati studenteschi e a manifestazioni sportive collaterali organizzate dal M.I.U.R., da enti e associazioni.

27


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

POTENZIAMENTO DELLA LOGICA E DELLA MATEMATICA I giochi matematici rappresentano l’espressione più evidente dello sforzo congiunto di docenti e esperti del settore nella formulazione di una nuova didattica delle discipline matematiche che punti, attraverso attività extra curriculari e che attengono alla sfera ludica dei ragazzi, non solo al possesso delle competenze specifiche ma anche all’acquisizione di precisione teorica e rigore logico e metodologico.

LE OLIMPIADI ITALIANE DELLA MATEMATICA Le Olimpiadi offrono agli studenti l’opportunità di mettere alla prova le proprie abilità intuitive e logiche attraverso test a risposta multipla di carattere generale, per la cui soluzione non è richiesta una preparazione specifica della materia ma sono invece valorizzate le personali predisposizioni di ragionamento logico-deduttivo. L’attività prevede una prima fase di Istituto, realizzata a scuola in concomitanza con tutte le altre scuole d’Italia; una seconda fase provinciale, che si svolge presso il DIMI dell’Università di Genova e cui si accede attraverso una graduatoria in riferimento al punteggio acquisito nella fase iniziale; successive fasi regionali e nazionali. L’attività consente di scoprire e valorizzare talenti non sempre scolasticamente evidenti, collaborando ad un rafforzamento dell’autostima, prerequisito di una personalità armoniosa e aperta al confronto. CAMPIONATI DI GIOCHI MATEMATICI GIOCHI MATEMATICI - GIOCHI D’AUTUNNO Organizzati dal Centro Ricerca “Pristem” (Progetto Ricerche Storiche E Metodologiche) dell’Università Bocconi di Milano, hanno lo scopo di favorire la diffusione della cultura scientifica, presentando la matematica in forme divertenti ed accattivanti. Si tratta di una serie di giochi matematici che gli studenti devono risolvere individualmente nel tempo di novanta minuti. MATEMATICA SENZA FRONTIERE Si tratta di un progetto, che prevede lo svolgimento di una serie di esercizi (alcuni dei quali in lingua straniera), volto a valorizzare lo spirito di iniziativa personale congiunto all’assunzione di responsabilità comune nel raggiungimento del risultato. La competizione vede il coinvolgimento di circa trenta Paesi.

28


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014 GIOCHI DEL MEDITERRANEO Si tratta di una competizione matematica, bandita dall’Accademia Italiana per la Promozione della Matematica (A.I.P.M.), riservata agli studenti del biennio. I Giochi si prefiggono lo scopo di mettere a confronto fra loro allievi di diverse scuole, gareggiando con lealtà nello spirito della sana competizione, al fine di valorizzare le eccellenze e sviluppare atteggiamenti positivi verso lo studio della matematica. Per gli alunni delle seconde classi le prove proposte costituiscono un test di allenamento per le prove Invalsi. MATEMATICA E REALTA’ Il progetto prevede l’attivazione nell’Istituto di un ‘Laboratorio sperimentale’ e la partecipazione alla ‘Gara di modellizzazione’ nell’ambito del progetto nazionale ‘M&R Matematica e Realtà’ del Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Perugia. Il progetto è rivolto agli alunni delle quinte classi allo scopo di aiutarli nel percorso di apprendimento, verificando il know-how raggiunto nel quinquennio di studi e facendo loro acquisire consapevolezza della propria propensione agli studi tecnicoscientifici. SCACCHI Il progetto intende introdurre i giovani al gioco degli scacchi, visto come mezzo per facilitare la maturazione dello studente e, attraverso un’attività di tipo ludico-ricreativo, accelerare lo sviluppo delle sue facoltà logiche.

29


Istituto Tecnico Economico ‘F. Scarpellini’ Anno scolastico 2013/2014

VIAGGIATORI SI DIVENTA I VIAGGI DI ISTRUZIONE

Il viaggio di istruzione è finalizzato alla conoscenza di luoghi di interesse paesaggistico, artistico e linguistico culturale, inerenti alla programmazione didattica e mira all’acquisizione di una più matura consapevolezza delle realtà economiche extraterritoriali. Inoltre, il viaggio di istruzione, a conclusione di uno specifico percorso didattico, educa alla condivisione di esperienze formative in ambito extrascolastico e favorisce la socializzazione tra studenti. La scelta delle mete è posta in relazione ai contenuti disciplinari di ciascun anno di corso e la realizzazione dei viaggi è vincolata alla presenza di accompagnatori disponibili e alla partecipazione di un numero di studenti pari almeno ai due terzi della classe. Si prevede inoltre la possibilità di trascorrere una settimana in montagna per l’apprendimento e/o la familiarizzazione con gli sport invernali e per promuovere, contestualmente, la conoscenza dell’ambiente. LE USCITE DIDATTICHE

Nel corso dell’anno scolastico gli alunni possono effettuare, su suggerimento dei docenti e/o su loro proposta, uscite didattiche per partecipare ad iniziative di evidente e riconosciuta valenza didattico-formativa. In sede di programmazione iniziale o di successive convocazioni, il Consiglio di Classe vaglia e eventualmente approva le varie proposte.

30


ISTITUTO TECNICO ECONOMICO ‘F. SCARPELLINI’

CONTATTI Via C. Menotti, n. 11 -06034 Foligno (PG) Tel. 0039(0)742.350417 Fax 0039(0)742.353916 e-mail:Pgtd01000v@istruzione.it; itcfoligno@tin.it Sito Web: www.itcscarpellini.com Facebook: staffscarpellini


Pof20132014