__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

I v o lti d ella P u glia ch e p r o du c e

MODA


PER INFORMAZIONI SULLE ATTIVITÀ DELLA REGIONE PUGLIA A SOSTEGNO DELLA INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Puglia Sviluppo S.p.A. SPRINT Puglia SPORTELLO REGIONALE PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE

I v o lti d ella P u glia ch e p r o du c e

Via delle Dalie, angolo Via delle Petunie Zona Industriale – 70026 Modugno (BA) Italia Tel. +39 080 5498811 sprint@regione.puglia.it

PER INFORMAZIONI SULLE ATTIVITÀ DEL DISTRETTO PRODUTTIVO DELLA FILIERA MODA PUGLIA Via Putignani, 12/A 70121 Bari Italia Tel. 080 / 52 89 753 Fax 080 / 52 20 665 mariototaro@mafrat.com confartigianato.puglia@virgilio.it


Il settore della moda 8

Il made in Puglia vola in alto

12

Le imprese pugliesi che fanno moda

20

Specializzazioni produttive divise per provincia

22

Il distretto produttivo

30

I tessuti del futuro

34

La Puglia, casa di moda

40

Spose di Puglia

46

Le calzature, eccellenza pugliese

50

Investire in Puglia

52

La forza della Puglia

56

Dotazioni infrastrutturali

57

Sistema imprenditoriale ed esportazioni

58

UniversitĂ e centri di ricerca

62

Gli incentivi per lo sviluppo


I volti della Puglia che produce Il settore della moda Con questa breve pubblicazione la Regione Puglia presenta ai mercati internazionali e agli operatori di settore italiani ed esteri il sistema moda della Puglia, un settore produttivo storico e allo stesso tempo strategico. Con più di 43mila addetti e quasi 5000 imprese, il sistema moda pugliese colloca la regione in una posizione di leadership in Italia in alcuni comparti, come nella produzione di abiti da sposa e da cerimonia o nella produzione di calzature da lavoro e antinfortunistiche. Il Governo regionale in questi anni ha fortemente creduto nel settore della moda puntando sulla qualità, l’innovazione, i marchi e l’aggregazione attraverso i Distretti. I numeri raccontano il successo del settore che, uscito dal mondo della subforniture, si sta sempre più affermando nei mercati nazionali e internazionali con proprie idee e brand. Il governo si è impegnato anche nel portare in Puglia tanti operatori stranieri per far conoscere le proprie eccellenze nel settore della moda, per mostrare la capacità di esprimere produzioni di qualità e per promuovere rapporti diretti con i buyers, gli operatori del settore e la stampa. 4

Il sistema moda pugliese si è dimostrato negli anni un settore capace di leggere i cambiamenti dei mercati e di riposizionarsi per cogliere nuove sfide. Un settore che oggi compete sulla qualità dei prodotti, forte dell’unione tra le elevate capacità artigianali che si tramandano da secoli, le specializzazioni della manodopera qualificata e i più innovativi e sostenibili processi produttivi. Questo ha permesso alla Puglia di arrivare a rappresentare oggi un’eccellenza all’interno del made in Italy nell’abbigliamento e nel calzaturiero. Oggi la Puglia si propone ai mercati internazionali e agli operatori di settore come partner affidabile per il diffuso sistema della ricerca al servizio delle imprese, per gli incentivi creati dal Governo regionale per il settore e per le punte di eccellenza raggiunte dal tessuto produttivo.

5


IL MADE IN

PUGLIA

La Puglia è terra di bellezza. Non solo nelle città, lungo le coste o nelle campagne, la bellezza la si trova anche nei settori produttivi come la moda dove estetica ed artigianalità si fondono in uno stile unico, l’apulian style. Il sistema della moda è uno dei settori tradizionali della regione Puglia. Un sistema, oggi in profonda trasformazione, dove creativi e imprenditori lavorano insieme facendo leva su innovazione e ricerca quali chiavi di sviluppo. Nuovi materiali, tecnologie di ultima generazione, diversificazione dei prodotti e diffusione capillare di operatori con esperienza su tutto il territorio sono alcuni dei punti di forza che rendono oggi il sistema moda pugliese un punto di riferimento per i Paesi del bacino del Mediterraneo, per il Nord Europa e per i mercati dell’Est; una realtà in continuo sviluppo che si sta riposizionando verso target di mercato sempre più alti.

8

Cartina tornasole dello sviluppo del settore sono i sempre maggiori brand e giovani stilisti pugliesi che conquistano riconoscimenti internazionali contribuendo a portare il Made in Puglia sempre più in alto. Il successo del sistema della moda pugliese è anche frutto di un preciso impegno del Governo della regione che ha attivato numerosi strumenti dedicati. Tra questi, Tex-Tech, un progetto transregionale di innovazione del settore tessile per la creazione di un centro di ricerca italo-cinese dedicato alla ricerca e sviluppo nel settore della moda, oltre che a favorire gli scambi commerciali con la Cina.

VOLA IN ALTO 9


ArtigianalitĂ , creativitĂ  e innovazione, da qui nace il successo del sistema moda pugliese.


LE IMPRESE

PUGLIESI

Il sistema della moda pugliese è composto da piccole e medie aziende, spesso artigianali, che lavorano accanto a grandi realtà imprenditoriali che stanno portando con successo i loro brand nel mondo. Gran parte delle aziende, distribuite su tutto il territorio ma con una certa concentrazione nella provincia di Bari, operano nella confezione di abbigliamento, nella maglieria e nella fornitura di servizi; a queste si aggiungono poi la produzione di tessili e la produzione di scarpe.

Il settore si caratterizza inoltre per la presenza di quattro poli produttivi. Nel polo di Bari si produce abbigliamento casual e sportivo, maglieria, biancheria intima e pigiami. Il polo produttivo della provincia di BAT ( Barletta - Andria - Trani) è specializzato nella produzione di calzature di moda, da lavoro e antinfortunistiche. Nel polo di Lecce invece si produce abbigliamento casual, calzature e articoli di pelletteria. Il quarto polo è quello di Taranto, dove si concentrano le imprese specializzate nella produzione capispalla, camicie e abbigliamento per bambino e dove si concentra anche la produzione di abiti da sposa.

CHE FANNO

MODA I numeri del settore della moda imprese attive: addetti:

4.897 *

43.995 *

esportazioni:

610,9 milioni di euro **

* fonte: CCIAA Bari, anno 2013 ** fonte: ICE, anno 2013 12

13


Sono tanti gli atelier e le sartorie dove prende vita la moda pugliese - Putignano (provincia di Bari).


Le tecniche tradizionali di ricamo con il telaio continuano a impreziosire la moda made in Puglia.


Il successo del sistema moda in Puglia nasce anche da una manodopera esperta e qualificata.


63(&,$/,==$=,21,352'877,9( ',9,6(3(53529,1&,$

0$*/,(5,$(67(51$ %,$1&+(5,$(0$*/,(5,$,17,0$ O$%%,*/,$0(17263257,92(3(5,/7(032/,%(52 O)(/3((3,*,$0(5,$ O

)2**,$

O

%$5, &21&$'(/125'%$5(6(

%$7

%DUOHWWD$QGULD7UDQL

&$/=$785(8202'211$O &$/=$785($17,,1)25781,67,&+(O

%5,1',6, $%%,*/,$0(172  &$68$/ -($16

O &$/=(&$0,&,(&5$9$77(  (&$33(//, O &$/=$785(($57,&2/,  ',3(//(77(5,$ O

/(&&( 7$5$172 &$3,63$//$O &$0,&,(O $%%,*/,$0(1723(5%$0%,12O 727$//22.  $%,7,'$6326$('$&(5,021,$O

20

21


Il Distretto inoltre opera per migliorare la risposta delle imprese del settore ai cambiamenti degli scenari economici e a rafforzare la loro presenza nei mercati internazionali. Nel piano strategico del Distretto trova ampio spazio anche la formazione, un processo continuo che coinvolge tutti gli attori del settore, dai tecnici agli imprenditori.

IL

DISTRETTO PRODUTTIVO L’unione dà forza a tutta l’economia, è questa la visione del Governo regionale che ha promosso la nascita di Distretti Produttivi per stimolare la crescita dei settori economici e industriali della regione. Ogni Distretto Produttivo, infatti, rispondendo alle esigenze del settore, diventa strumento di crescita e viluppo promuovendo ricerca, diffusione di knowhow è applicazione di logiche di filiera. Il Distretto Produttivo della filiera della moda Puglia nasce con lo specifico intento di trasformare il settore pugliese in un’eccellenza a livello internazionale attraverso il miglioramento della capacità creativa e della qualità dei prodotti, incrementando la capacità di realizzare campionari innovativi e rafforzando i brand locali.

I numeri del Distretto Produttivo della filiera moda puglia

243 imprese 4 università e centri di ricerca 3 sindacati 20 enti e associazioni di categoria

*fonte: Distretto Produttivo della filiera moda puglia, Anno 2014 22

23


Fase di creazione di un abito made in Puglia - Nardò (provincia di Lecce)


Gli abiti confezionati in Puglia hanno conquistato i mercati di tutto il mondo.


In Puglia è fiorente la produzione di abiti per bambini.


DEL

In Puglia, ad esempio, si producono filati di nuova generazione per l’edilizia, l’agricoltura, l’industria e per il tempo libero. Una realtà partita nei primi del ‘900 da Putignano (Bari) con la produzione di tessuti di canapa e oggi leader per la fabbricazione di nuove fibre plastiche.

i TESSUTI FUTURO Il settore tessile pugliese è quello dove innovazione e ricerca sono maggiormente presenti. Un settore che negli ultimi anni è stato in grado di rinnovarsi e superare l’arrivo di competitor stranieri, in un mercato sempre più globalizzato, puntando sul riposizionamento verso l’alto della propria offerta in termini qualitativi e di target di mercato. Grazie anche alle politiche mirate del Governo regionale, la produzione di filati in Puglia è oggi una realtà dinamica e fortemente orientata verso la sperimentazione. Centri di ricerca, università e imprese lavorano insieme per testare nuovi materiali e nuovi processi produttivi che siano sempre più sostenibili e che rispondano alle esigenze dei mercati nazionali ed esteri.

30

Altro esempio di innovazione del tessile pugliese sono i nuovi processi di produzione che prevedono l’utilizzo di prodotti naturali e non inquinanti al posto di quelli sintetici. Un progetto realizzato negli stabilimenti di Melpignano (Lecce) e cofinanziato dalla Regione Puglia che permette la produzione di filati di lusso abbattendo le risorse energetiche impiegate e gli inquinanti prodotti.

31


Ricerca e nuove tecnologie rappresentano il futuro dei tessuti pugliesi - Melpignano (provincia di Lecce).


LA

PUGLIA, La creazione e la produzione di capi di abbigliamento in Puglia rappresenta il cuore del sistema della moda; un comparto che realizza diverse tipologie di prodotti, dai capi spalla all’intimo, dalla maglieria agli abiti da cerimonia passando per la calzetteria. Accanto alle molte imprese che operano come subfornitrici per grandi marchi della moda Made in Italy, sono in aumento le giovani realtà che riescono a imporre sui mercati nuovi e originali brand e collezioni. La creatività dei giovani designer pugliesi e il know-how tramandato da generazioni di artigiani sono il connubio vincente che porta oggi il made in Puglia nel mondo.

34

Questo il caso delle magliette stampate prodotte da un giovane designer di Grottaglie (Taranto) e molto apprezzate negli Stati Uniti, o di un gruppo di imprenditori di Altamura (Bari) che espongono le loro creazioni casual negli showroom di Los Angeles; e ancora il sarto di Ginosa (Taranto) che realizza camicie di alta sartoria che hanno conquistato anche la casa reale inglese. Questi casi sono alcuni esempi di un comparto produttivo che si sta riposizionando con successo verso fasce di mercato medio/alte e che si distingue per una sempre crescente propensione all’internazionalizzazione dei rapporti commerciali.

CASA DI

MODA 35


La moda in Puglia è anche fatta di artigianalità che si tramanda da secoli - Alberobello (provincia di Bari).


Dai capispalla alla produzione di calze tecniche, l’abbigliamento pugliese diventa brand di successo - Nardò (provincia di Lecce).


Un patrimonio artigianale e culturale che è sopravvissuto negli anni grazie all’impegno dei piccoli e medi imprenditori, al sostegno del Governo regionale e alla capacità di sapersi adeguare ai cambiamenti dei mercati. Perché anche nei prodotti più tradizionali è possibile fare innovazione. Leader nazionale per la produzione di abiti da sposa, oggi la Puglia detiene il 40% della produzione nazionale; un mondo al femminile che porta il Made in Puglia in giro per il mondo.

SPOSE DI PUGLIA Da sempre prodotto tradizionale pugliese, gli abiti da sposa sono ancora oggi un vanto per tutto il settore della moda. E’ infatti dagli anni ‘50 che a Putignano (Bari), cuore della produzione, si realizzano abiti da sposa di alta qualità. Elevate capacità sartoriali, materiali pregiati, creatività e imprenditorialità hanno trasformato i tradizionali pizzi e merletti in un’attività economica che produce oltre 30.000 abiti ogni anno.

40

41


Nei laboratori pugliesi pizzi, merletti e tessuti pregiati diventano abiti da sogno - Putignano (provincia di Bari).


La Puglia è la regione leader italiana per la produzione di abiti da sposa e da cerimonia.


LE

CALZATURE, La produzione di scarpe è uno dei comparti produttivi storici del sistema moda pugliese. Diffusa su tutto il territorio, esistono delle particolari concentrazioni soprattutto nelle aree produttive di Barletta, Trani e Molfetta e, in minore misura, nella Provincia di Lecce. La storia di questo settore è emblematica della forza e del dinamismo delle aziende pugliesi. Partita nei primi del ‘900, la produzione di calzature si è sviluppata per decenni divenendo un elemento cardine del sistema moda pugliese. Quando la crisi provocata dalla sempre maggiore concorrenza in un mercato ormai globalizzato ha investito il comparto, gli imprenditori hanno risposto positivamente operando una differenziazione delle produzioni e specializzandosi in calzature da lavoro e antinfortunistiche di qualità. Un esempio di come la crisi sia diventata opportunità di cambiamento e di crescita; oggi infatti la Puglia è leader nazionale nella produzione di questa tipologia di calzature. 46

Capacità imprenditoriale e artigianale sono divenuti dunque elementi distintivi del comparto e alla base di produzioni di altissima qualità e affidabilità. Le imprese oggi continuano a investire in ricerca e progettazione, spesso attuando politiche di marchio e di diversificazione dei prodotti. Queste caratteristiche contraddistinguono un settore calzaturiero sempre più innovativo e in linea con le dinamiche dei mercati internazionali. Ciò è testimoniato anche dalla presenza di grandi brand italiani che hanno scelto la Puglia per le nuove linee di produzione.

ECCELLENZA

PUGLIESE 47


Il polo produttivo della provincia di BAT è ai primi posti in Italia per produzione di calzature da lavoro e antinfortunistiche.


La Puglia si conferma una delle regioni più vitali del Sud Italia. Il modello di sviluppo per promuovere nuove sinergie tra imprese e ricerca, per migliorare le infrastrutture e la disponibilità di forza lavoro qualificata si è rivelato vincente per tutti i settori produttivi.

Il Governo regionale infatti garantisce una competenza elevata nella gestione dei rapporti internazionali e un supporto agli insediamenti stranieri.

INVESTIRE IN PUGLIA Punto di forza del “modello pugliese” è la garanzia di regole certe per gli operatori economici anche con la creazione di un set di incentivi per tutte le tipologie di imprese. Imprese che in Puglia sono vitali, proattive, leader in alcuni settori, aperte alla sperimentazione ma anche ricche di tradizione artigianale e internazionalizzate.

50

La posizione geografica strategica, l’impegno per la sostenibilità ambientale, il welfare all’avanguardia, la ricchezza del capitale sociale sono gli altri elementi unici che rendono la Puglia un luogo di bellezza e interesse, dove vivere e investire.

51


Un governo regionale attento alle esigenze delle imprese che investe nello sviluppo economico locale. Un clima d’affari positivo, con un sistema imprenditoriale altamente dinamico.

Una posizione geografica strategica ed un’ottima dotazione infrastrutturale.

Una forza lavoro altamente qualificata e un mercato del lavoro attivo.

LA FORZA DELLA PUGLIA Un’eccellente rete di università e centri di ricerca.

Un ATTRATTIVO sistema di incentivi, finalizzato sia ad attrarre investimenti esteri, sia a promuovere lo sviluppo imprenditoriale del sistema produttivo regionale.

Una buona qualità della vita (Apulian lifestyle). 52

53


Le imprese pugliesi, grazie anche al sostegno del Governo regionale, hanno saputo adeguarsi ai cambiamenti dei mercati.


DOTAZIONI

infrastrutturali

12.000 km di strade 1.528 km di rete ferroviaria 2 aeroporti internazionali e 2 interni 9 porti tra commerciali e passeggeri 1 Interporto Il

98% della popolazione dispone

di connessione a banda larga, contro il 96,5% della media nazionale *

* Fonte: Invitalia, dicembre 2013 56

SISTEMA

imprenditoriale ED ESPORTAZIONI 332 mila imprese attive * 1 impresA ogni 12 abitanti ** 1 milione e 156 mila lavoratori attivi *** 7,9 miliardi di euro il valore delle esportazioni *** 2,039

miliardi di euro il valore delle esportazioni nel 1ยบ trimestre del 2014 ****

+18,1% rispetto allo stesso periodo del 2013)

(

* fonte: CCIAA Bari, anno 2013 ** fonti: CCIAA Bari e ISTAT, anno 2013 *** fonte: ISTAT, anno 2013 **** fonte: ISTAT, anno 2014 57


UNIVERSITĂ€

E CENTRI DI RICERCA 4 universitĂ (3 pubbliche e 1 privata) 1 politecnico 30 reti di laboratori pubblici per la ricerca 6 Distretti Tecnologici riconosciuti dal MIUR 5 aggregazioni pubblico-private

58

59


La produzione di filati con l’utilizzo di materiali naturali, è uno dei casi dove l’innovazione sposa la sostenibilità - Melpignano (provincia di Lecce).


Complessivamente la Regione Puglia ha movimentato nel proprio territorio investimenti per 3 miliardi di euro, moltiplicando per tre volte e piÚ le risorse pubbliche utilizzate, pari a 865 milioni di euro. Nella prossima programmazione dei fondi europei la Regione Puglia ha previsto di destinare al sistema produttivo piÚ di 2,4 miliardi di euro, il 44,36% dell’intero Programma operativo regionale.

GLI

INCENTIVI

Oltre alla spinta verso la sinergia fra mondo produttivo e mondo della ricerca, che ha creato sperimentazione, innovazione e trasferimento di know-how, il Governo regionale ha messo a disposizione notevoli risorse per sostenere e promuovere i vari settori economici della Puglia. Le risorse finanziarie, in gran parte provenienti dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, sono state destinate alle imprese di diverse dimensioni e presenti nei vari settori produttivi che operano in Puglia.

62

PER LO

SVILUPPO 63


contratti di programma regionali 291.772.093 euro per le imprese del manifatturiero hanno agevolato lo sviluppo di attività e progetti, rafforzato la competitività e l’attrattività del territorio e promosso l’occupazione.

Contratti di Programma Turismo Con 50 milioni di euro, lo strumento aveva l’obiettivo di favorire il processo di destagionalizzazione dei flussi turistici.

Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per Programmi Integrati di Agevolazione (PIA) 201.303.144 euro sono stati messi a disposizione per le attività manifatturiere, dei servizi e della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli con l’obiettivo di creare occupazione, stabilità sociale e dinamismo economico.

64

Aiuti alle medie imprese ed ai Consorzi di PMI per Programmi integrati di investimento (PIA Turismo) Con un budget di 54 milioni di euro l’intervento regionale ha favorito l’innalzamento degli standard di qualità e di classificazione dell’offerte turistica pugliese.

Aiuti agli investimenti iniziali alle microimprese e alle piccole imprese (Titolo II) Un totale di 106.855.077 euro ha permesso di agevolare lo sviluppo delle attività economiche delle imprese di piccole e piccolissime dimensioni facilitando l’accesso al credito.

Aiuti agli investimenti iniziali alle piccole imprese operanti nel settore turistico (Titolo II – Turismo) Lo strumento ha messo ha disposizione 25 milioni di euro come aiuto per le piccole e le medie imprese che svolgono attività turistico-alberghiera, di gestione degli approdi turistici e di gestione degli stabilimenti balneari e le piccole e medie imprese che realizzano nuove iniziative turistico-alberghiere riguardanti la riqualificazione di immobili di pregio storico-architettonico.

65


Aiuti alle piccole imprese innovative di nuova costituzione L’intervento del valore di 15 milioni di euro, ha stimolato la nascita di nuove micro e piccole imprese che hanno valorizzato a livello produttivo i risultati delle ricerche condotte nell’ambito dei settori industriali strategici per lo sviluppo del territorio pugliese (Materiali avanzati, Logistica avanzata, Sistemi avanzati di manifattura ICT, Ambiente e risparmio energetico, Salute dell’uomo, Sistema agroalimentare).

Aiuti alle piccole imprese innovative operative Con una dotazione di 15 milioni di euro, l’iniziativa ha agevolato il consolidamento e la crescita delle micro e piccole imprese innovative nell’ambito dei settori industriali individuati dalla Regione Puglia (Materiali avanzati, Logistica avanzata, Sistemi avanzati di manifattura ICT, Ambiente e risparmio energetico, Salute dell’uomo, Sistema agroalimentare), attraverso il sostegno a progetti di investimento proposti da imprese già operative.

PIA piccole imprese Per incentivare le piccole imprese pugliesi più dinamiche a consolidarsi, espandersi e innovarsi sono stati messi a disposizione 49.448.032 euro.

66

Aiuti all’insediamento in aree produttive extraurbanE Il Governo regionale ha sostenuto con 10 milioni di euro i consorzi o reti di imprese per il trasferimento delle unità produttive esistenti dai centri urbani dei Comuni, con popolazione superiore a 40.000 abitanti, verso agglomerati industriali o aree di insediamento produttivo.

Avviso Internazionalizzazione È il primo intervento regionale pensato per incentivare l’internazionalizzazione delle imprese. Con una dotazione di 20 milioni di euro l’obiettivo è di aumentare il numero degli esportatori che operano in Puglia.

NIDI, nuove iniziative d’impresa L’iniziativa della Regione si rivolge a giovani, donne, disoccupati, persone che stanno per perdere l’impiego e lavoratori precari con partita Iva che vogliono aprire una nuova impresa. Con una dotazione di 54 milioni di euro, l’incentivazione, tra fondo perduto e mutuo, prevede la copertura dell’investimento dall’80 al 100%.

CLUSTER TECNOLOGICI REGIONALI PER L’INNOVAZIONE Con 30 milioni di euro lo strumento potenzia le attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione delle imprese micro, piccole, medie e grandi, negli ambiti tematici della strategia regionale SmartPuglia2020: Manifattura sostenibile, Salute dell’uomo e dell’ambiente e Comunità digitali, creative ed inclusive. 67


Sono numerosi gli strumenti messi in campo dal Governo regionale a sostegno delle piccole e medie imprese del settore della moda.


PER INFORMAZIONI SULLE ATTIVITÀ DELLA REGIONE PUGLIA A SOSTEGNO DELLA INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Puglia Sviluppo S.p.A. SPRINT Puglia SPORTELLO REGIONALE PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE

I v o lti d ella P u glia ch e p r o du c e

Via delle Dalie, angolo Via delle Petunie Zona Industriale – 70026 Modugno (BA) Italia Tel. +39 080 5498811 sprint@regione.puglia.it

PER INFORMAZIONI SULLE ATTIVITÀ DEL DISTRETTO PRODUTTIVO DELLA FILIERA MODA PUGLIA Via Putignani, 12/A 70121 Bari Italia Tel. 080 / 52 89 753 Fax 080 / 52 20 665 mariototaro@mafrat.com confartigianato.puglia@virgilio.it

© REGIONE PUGLIA Fotografia: Michele Stallo Stampato a Dicembre 2014 da Stampa Sud S.p.A. - Mottola (TA)


Intervento cofinanziato dall’UE a valere sul PO FESR Puglia 2007/2013, Asse VI, Azione 6.3.2 “Interventi di sostegno ai processi di internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali”.

REGIONE PUGLIA ASSESSORATO ALLO SVILUPPO ECONOMICO AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO ECONOMICO, IL LAVORO E L’INNOVAZIONE Servizio Internazionalizzazione Corso Sonnino, 177 70121 Bari Italia Tel. +39 080 540 47 47 Fax +39 080 540 47 43 servizio.internazionalizzazione@regione.puglia.it www.internazionalizzazione.regione.puglia.it www.regione.puglia.it www.sistema.puglia.it

Profile for internazionalizzazione

Brochure moda ita  

Brochure moda ita  

Advertisement