Page 1

Italiano - English

Free

magazine

CAGLIARI sotterranea

Coast to Coast

DA OLBIA A PULA

IN BICICLETTA

Speciale

SARDEGNA LEGEND R A L LY

2008

WEEK END SHOPPING E RELAX A COLONIA

Eventi in città

Guida ai migliori locali


www.rinascente.it

COLLEZIONI AUTUNNO INVERNO, LE TENDENZE DELLA NUOVA STAGIONE, TUTTE DA VIVERE IN RINASCENTE.

CAGLIARI . V


VIA ROMA


ph. Marino Parisotto

E

hollywoodmilano.com

L

I

S

A

B

E

T

T A


C

A

N

A L

I S


Inside SOMMARIO S O M M A R Y

13 EDITORIALE 14 EVENTI

WEEKEND 22 Willkommen in Köln!

OtTOBre 2008

30

Welcome to cologne!

Un piccolo Eden all’interno della città... A little Eden in the middle town... 56 33 volte il Piccolo Principe 33 times the Little Prince 62 Draghi, unicorni e creature fantastiche? Dragons, unicorns and fantastic creatures?

38

PORTRAIT

Immagini che raccontano Images that tell 48 L’arte di rendere visibile l’invisibile The art of making the invisible visible 112 Conosciamo insieme Dita Von Teese Let‘s know Dita Von Teese

SPOTLIGHT 70 Storie sotterranee nella “capitale” dei sardi

Underground features in “capital” of sardinian 120 46th New York Film Festival 46th New York Film Festival


Inside LIFESTYLE 78 Sei una fashion addicted? Are you a fashion addicted? 80 Tendenza e moda Trend and fashion 86 Il piacere di sentirsi a casa The pleasure to feel at home 146 Mini crossover concept Mini Crossover Concept

OUTDOOR 88 Kitesurf: tra vento e mare

96

Kitesurfing: between wind and sea

Sardegna Legend Rally 2008 Sardegna Legend Rally 2008

102

OtTOBre 2008

Da Olbia a Pula in bicicletta From Olbia to Pula by bike

WORLD FOOD 128 Dalla Cina: Jiaozi

From Cina: Jiaozi

VETRINA 132 Chic, sexy e funzionale

Chic, sexy and functional 141 Classici con brio Classical with brio

Review 152 In libreria...

In bookshop... Musica nell’aria... Music in the air... 156 Al cinema... At the cinema...

154


Inside DOVE W H E R E

OtTOBre 2008

160 EAT&DRINK Ristoranti Pizzerie Piano bar 166 ...STAY... Bed&Breakfast Alberghi 170 ...SHOPPING... Negozi top 172 ...PARTY... Divertimento 174 ...RELAX... Centri benessere

I contenuti delle informazioni presenti nella sezione DOVE - WHERE sono puramente indicativi. La redazione di INSIDE non si assume alcuna responsabilita per eventuali imprecisioni all’interno della stessa.


Agenzia generale per la Sardegna Tel. 070 9484177 - info@deltatc.com


Inside

Direttore responsabile Gian Luca Corona - gianluca@insidemagazine.it

Editore JJCT S.r.l. - www.jjct.it - info@jjct.it - 09100 Cagliari Via Logudoro 8 - 20142 Milano - Via Frà Cristoforo n°2 REDAZIONE 09032 Assemini (CA) - Z.I. Truncu is Follas

Inside numero 01 ottobre 2008

Responsabile di Redazione e COORDINATRICE Patrizia Salaris - patrizia@insidemagazine.it HANNO COLLABORATO Marcello Polastri - Mirko Cantone - Marco Tardiola Kerstin Freese-Rönnbeck - Alessandro Ferro - Bike Village - Illustrakids FOTOGRAFIE Giorgia Pittau - Bike Village - Illustrakids TRADUZIONI Giorgia Pittau - giorgia@insidemagazine.it Art DirectION E GRAFICA Mattia Porcu - mattia@insidemagazine.it Distributore per la Sardegna Recapiti Più - Tel. 070 4560734 Pubblicità JJCT S.r.l. - info@insidemagazine.it - Tel. 070 948052 Progetto grafico JJCT S.r.l. INSIDE MAGAZINE Tutti i diritti sono riservati. Manoscritti, dattiloscritti, articoli, fotografie, disegni non si restituiscono anche se non pubblicati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta in alcun modo senza l’autorizzazione scritta preventiva da parte dell’Editore. L’elaborazione dei testi, anche se curata con scrupolosa attenzione, non può comportare specifiche responsaboilità per eventuali involontari errori o inesattezze. Ogni articolo firmato esprime esclusivamente il pensiero di chi lo firma e per tanto ne impegna la responsabilità personale. Le opinioni e più in genere quanto espresso dai siongoli autori non comporta responsabilità alcuna per l’Editore. Gli autori e l’Editore non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti o conseguenti danni che derivino o siano causati dall’uso improprio delle informazioni contenute. Registrazione tribunale di cagliari n°28/08 del 13/10/2008


EDITORIALE Carissimi lettori, vorrei presentarvi in breve questo nuovo progetto editoriale. L’idea nasce quasi da una necessità, nonostante tutte le nuove tecnologie ormai a nostra disposizione si sente spesso il bisogno di uno strumento immediato, che dia una panoramica generale su tutto ciò che viene organizzato in termini di mostre, sagre manifestazioni, appuntamenti e novità: ecco quindi INSIDE MAGAZINE. Inside Magazine presenta interviste a personaggi del mondo della moda, dello spettacolo, dell’imprenditoria e dello sport; notizie e approfondimenti su eventi culturali e mondani. Ma anche le recensioni sui migliori alberghi, ristoranti, negozi e mostre. La rivista è legata al territorio ma non trascura gli eventi, le mode del momento e le tendenze che provengono dalle capitali internazionali. Come potete constatare, è patinato e in doppia lingua. Inside Magazine vuole essere il punto di riferimento per chi visita l’Isola. Permetterà di scoprire i luoghi nascosti, frequentare i locali più cool, i ristoranti più particolari, i negozi alla moda. Una guida per essere aggiornati e informati sulle notizie più curiose e su quanto accade in città. Oltre alla versione cartacea, prossimamente sarà on line www.insidemagazine.it, un sito internet che conterrà non solo tutti gli articoli del magazine, ma anche informazioni aggiornate su tutti gli eventi in programma in Sardegna. Vi esorto già da ora, a segnalarci eventi, appuntamenti o qualsiasi altra notizia riteniate interessante: noi provvederemo ad approfondire e a pubblicare il tutto. L’indirizzo per inviarci non solo le segnalazioni, ma anche le vostre impressioni è il seguente: info@indisemagazine.it Buona lettura!

Gian Luca Corona

Dear friends, I would like to introduce shortly this new publishing project . The idea was almost born from a need, in spite of all new technologies we have at our disposal it feels the need of a prompt tool. Something that gives a general overview on events, exhibitions, shows, appointments and news: here is INSIDE MAGAZINE. Inside Magazine presents interviews and personages from the show business and fashion, entrepreneurship and sport world, news and focus on cultural events and social life. But also reviews about best hotels, restaurants, shops and shows. This magazine is connected to our land but it doesn’t neglect events and trends coming from international capitals. As you can see, it’s glossy and bilingual. Inside Magazine wants to be a point of reference for those who visit the Isle. It will give the opportunity to discover hidden places, frequent most cool locals, most particular reastaurants and fashion shops. A guide to be up-to-date about most curious news and everything happens in the city. More than the paper version, soon it will be online www.insidemagazine.it, a website that will contain all the articles of the magazine and up-to-date news about events in Sardinia. I hence urge you to communicate us events, appointments or anything you think it could be interesting: we will think to deepen and publish. Send your suggestions but also impressions to this address: info@insidemagazine.it Enjoy your reading! Gian Luca Corona


Eventi


Eventi

ottobre - novembre 12 ottobre

Triathlon Sprint Triathlon a squadre crono age group VILLASIMIUS (CA)

Dal 24 al 26 ottobre

Cagliari Tattoo Convention 1° Edizione Setar Hotel, Quartu Sant’Elena, Località S’Oru ‘e Mari

25 ottobre

TRICKY Cagliari, Auditorium Pierluigi Da Palestrina Dopo cinque anni di silenzio discografico, ecco “Knowle West Boy”, un disco estremamente autobiografico in cui il re del trip hop si mette a nudo, svelandosi attraverso 13 canzoni che spaziano dal blues al reggae, diverse sfaccettature di uno stesso genio musicale. Evento conclusivo del KAREL MUSIC EXPO

1 novembre

Motocavalcata RTD 36 Memorial F.Meoni M.C. Il Centauro - Quartu S.E.

Dal 7 al 14 novembre

COMPAÑIA NACIONAL DE DANZA “Nacho Duato” Molteplicità. Forme del silenzio e del vuoto. in coproduzione con Weimar 1999, Capitale Europea della Cultura prima rappresentazione in Italia. 15


E V E N T I

dal 07 al 16 novembre

Salone antiquariato Fiera internazionale della Sardegna Cagliari (CA)

dal 07 al 16 novembre

Salone Arredamento Fiera internazionale della Sardegna Cagliari (CA)

8 e 9 novembre

Campionato nazionale ANA di tiro a segno Poligono di Elmas www.ana.it

14, 15 e 16 novembre

European Jazz Expo Fiera di Cagliari

21, 22 e 23 Novembre

Agustin Barrios International Guitar Competition Nuoro, Auditorium della Biblioteca “Sebastiano Satta�

22 novembre

Coro della Scuola Civica di Musica di Cagliari Concordia Vocis - XVII edizione del Festival Internazionale di Musica Vocale Basilica di Santa Croce

16


Foto da: www.sparrow.uk.net


E V E N T I


Karel Music Expo seconda edizione

Una straordinaria occasione di incontro e confronto fra etichette discografiche, artisti, media e pubblico, tutto dedicato alla musica indipendente della scena sarda e le massime espressioni della musica d’autore internazionale. VOX DAY tel. 070 84 03 45 E-mail: voxdaycagliari@hotmail.com - www.voxday.com

dal 4 al 25 ottobre 2008 dalle ore 21h00

4 Auditorium del Conservatorio TAMBOUR DU BRONX

9 Teatro Civico in Castello

BABYSUN - BISHOPS OFFLAGA DISCO PAX APRILE IN SUPER8 - DAVE MULDOON

10 Teatro Civico in Castello

DAINOCOVA - LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA JOE LALLY (FUGAZI) - DENTE - NIELSA

11 Teatro Civico in Castello BLACK SESAME - MEG - ZITA SWOON (DEUS) MANGE TOUT - BEN PARKER dalle ore 1h00 AFTER SHOW Palazzo Floris Torel ingresso rigorosamente ad inviti. Ingresso consentito ai detentori di abbonamento Gold

14, 15 e 17 Linea Notturna SOTTOSUONI CONCORSO NAZIONALE PER BAND EMERGENTI fasi eliminatorie 18 Teatro Civico in Castello

SOTTOSUONI CONCORSO NAZIONALE PER BAND EMERGENTI finale guest: MARTA SUI TUBI

21 e 23 Sala Riunioni Centro Giovani Via Dante 11- Cagliari workshop tecnico-musicali ANDREA VITI (ex Afterhours) XABIER IRIONDO (ex Afterhours)

19


E V E N T I

Campidano film festival

Il cinema come strumento privilegiato di analisi della realtà, una straordinaria finestra sul mondo attraverso la quale rendere visibili culture e paesi lontani nello spazio e nel tempo. Il cinema come impegno sociale, il cinema che denuncia le ingiustizie. BIBLIOTECA COMUNALE via XI febbraio San Sperate I maestri del cinema italiano

18 ottobre ore 20:30

Jimmy della Collina di Enrico Pau Partecipa il regista Enrico Pau e la sceneggiatrice Antonia Iaccarino

19 ottobre ore 21:00

Sonetaula di Salvatore Mereu Partecipa il regista Salvatore Mereu

20 ottobre ore 21:00 La ragazza del lago di Andrea Molaioli 21 ottobre ore 21:00

Luchino Visconti di Carlo Lizzani Introduce il critico cinematografico Gianni Olla

22 ottobre ore 21:00 Roberto Rossellini di Carlo Lizzani SALA CINEMA ITALIA via roma Samassi La scuola incontra il cinema per ragazze e ragazzi 17 novembre

Persepolis di Marjane Satrapi

18 novembre

Rosso Malpelo di Pasquale Scimeca Partecipa il regista Pasquale Scimeca che illustrerà il progetto Liberiamo dalla schiavitù del lavoro i bambini del mondo

19 novembre

La rosa bianca di Marc Rothemund 20


20 novembre

Il suo nome è Tsotsi di Gavin Hood

21 novembre

Siamo tutti in ballo di Mad Ballroom

22 novembre

Azur e Asmar di M. Ocelot

“Il teatro e il suo spazio”

meeting internazionale di pedagogia teatrale

Domenico Polidoro condurrà il laboratorio di regia teatrale: “Sulle orme del Prometeo incatenato di Eschilo”.

15 al 24 ottobre

Sala “Mauro Lai” in via Italia 3, Pirri

Stagione di Teatro Ragazzi Auditorium Comunale piazza Dettori, Cagliari

18/19 ottobre ore 18.00 Storia di un palloncino compagnia Stilema-unoteatro

25/26 ottobre ore 18.00

Come Kasper diventò re Compagnia Fabularia & Peregrini

8 /9 novembre ore 18.00 Don Chisciotte e Sancio Panza Compagnia La Botte e il Cilindro

22 /23 novembre ore 18.00 Storia del Gallo Sebastiano Compagnia Serra Teatro

21


W E E K E N D


Willkommen in Kรถln!

welcome to cologne!


W E E K E N D

Colonia

La metropoli tedesca co attrae ogni anno 100 milio

Il Reno, i musei, gli numerosi eventi e gli abitanti stessi con il loro tipico dialetto e lo stile di vita “mediterraneo”, rendono Colonia una città da visitare ad ogni costo. Colonia è raggiungibile da Cagliari-Elmas con la compagnia Tuifly, che ci collega alla città tedesca con sette voli settimanali. Dopo circa 2 ore e dieci minuti di volo si raggiunge l’aeroporto ColoniaBonn. I collegamenti verso la città sono frequenti, sia in bus che in treno. Colonia è quindi la meta ideale per un week-end fuori casa. Ecco alcune info sulla città:

(fonte www.koeln.de).

Highlights turistiche Il Duomo di Colonia è il monumento più visitato in Germania, indicato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1996 viene visitato da 6 milioni di visitatori all’anno.Assolutamente imperdibile una visita a piedi delle torri. E poi: le chiese romaniche nel centro cittadino, il municipio, Gürzenich e le porte medioevali della città; il Museo della Cioccolata Imhoff-Stollwerck. Come non citare poi i giardini sul Reno che sono il punto di incontro per i locali e i turisti. Un quartiere affollato, ricco di birrerie dove assaggiare la tipica birra chiara “Kölsch”, leggera e molto fermentata. Oltre 30 musei accolgono gli amanti dell’arte insieme a 100 e più gallerie, giustificando la fama mondiale della città come capitale dell’arte.

Shopping Colonia è la metropoli numero uno in Germania per quanto riguardo lo shopping. Nella Schildergasse nel 2007 si è registrato il passaggio record di 17.000 persone in un’ora! Anche la contigua Hohe Straße è ad alto transito pedonale per via anche dei numerosi grandi magazzini e negozi dei più famosi nomi della moda internazionale. Nel cosiddetto Quartiere Belga si possono trovare i negozi di giovani stilisti che offrono le loro creazioni in piccoli shops molto originali. Tranquilli caffè, bar di tendenza e ristoranti di ogni tipo rendono ogni giornata di shopping un evento speciale. 24


on oltre 2000 anni di storia milioni di visitatori


W E E K E N D

Mercatini di Natale Durante il periodo natalizio, Colonia ha un fascino speciale. I numerosi mercatini di Natale le conferiscono un’atmosfera festiva e spensierata. Il mercatino più grande e più amato è quello al Duomo. In questa location meravigliosa, il mercatino di Natale presso il Duomo offre ai visitatori 160 stands riccamente addobbati. Ai piedi di un imponente albero di Natale si può scegliere tra dolciumi di ogni genere, o spiare gli artigiani al lavoro. Qui si possono trovare giocattoli di latta, animali di pezza, artigianato artistico, i tipici biscotti “Spekulatius” e tanto altro ancora. Non possiamo poi non consigliare il “Christkindl Glühwein”, ottimo vino caldo e speziato, servito in tazze decorate, necessario per sopportare con allegria le temperature invernali! Il mercatino è allestito con amore e attenzione ai dettagli. Qualità e varietà nell’offerta caratterizzano gli stand. Oltre alle tipiche golosità di Natale, si possono gustare piatti da tutto il mondo e naturalmente i biscotti speziati “Spekulatius”. Il mercatino è molto amato e durante i fine settimana è invaso dai visitatori. Se volete quindi visitarlo con calma e tranquillità potete farlo dal lunedì al giovedì.

Terme - THERMAL BATHS

Per chi vuole rilassarsi ecco i migliori indirizzi: For those who want relax these are the right addresses: Mediterana Saaler Mühle 1 51429 Bergisch Gladbach. Un paradiso per le vacanze in stile mediterraneo alle porte di Colonia. A paradise for holidays, mediterranean style, near Cologne. http://www.mediterana.de/

Claudius Therme Sachsenbergstr. 1 50679 Köln Deutz Aperto tutto l’anno è uno dei bagni termali più belli d’Europa. Un’oasi di benessere nel cuore di Colonia. Open all year, it’s one of the most beautiful baths of Europe. A well-being oasis in the heart of Cologne. www.claudius-therme.de

26

AQUANA Willy-Brandt-Ring 100 52146 Würselen. Divertimento per tutta la famiglia. Piscine, Sauna e Wellness. Pleasure for all the family. Pools, saunas and wellness. www.aquana.de


Mangiare

food In Cologne there are more than 3000 restaurants. Nothing else city in Germany has so many locals and good reastaurants compared to the number of inhabistants.It’s impossible to name all, but you have absolutely to try these ones:

A Colonia esistono oltre 3000 ristoranti. Nessun’altra città in Germania ha così tanti locali e ristoranti di prima categoria per numero di abitanti. Impossibile citarli tutti quindi, ma questi vanno assolutamente provati: A LA GUITARRA RESTAURANTE & TAPAS Alteburger Str. 20 50678 Colonia-sud La Guitarra è un ristorante in puro stile spagnolo nel cuore di Colonia. Ambiente rilassato e ottima cucina. Typical spanish reastaurant in the heart of Cologne. Relax and good food.

ANNO POMM Wilhelm-von-Capitaine-Str. 15-17 50858 Köln (quartiere Junkersdorf) Tutto ciò che si può cucinare con le patate è qui sul menù! Le possibilità sono tantissime, vedrete! Every thing you can cook with potatoes is in the menù! Possibilities are numerous, you see!

PANTANAL - RODIZIO Maybachstraße 22 50670 Colonia-centro Le specialità di carne vengono preparate alla maniera dei Gauchos e cucinati allo spiedo. La carne viene servita direttamente dallo spiedo al vostro piatto! Meal specialities are cooked in the way of Gauchos and spit-roasted. Meal is served directly from the spit to your dish!

MAYBACH RESTAURANT & BIERGARTEN Maybachstr. 111 50670 Köln (Ringe) Con i suoi spazi architettonici fuori dal comune e il curatissimo Biergarten – insieme ad una cucina Crossover d’alto livello e all’importante selezione di vini- questo locale è uno dei migliori in città ed è il punto d’incontro della scena culturale e dei media di Colonia. With its original spaces and the tidy Biergarten, with a Crossover cooking and an important selections of wines, this local is one of the best of the city and a meeting point in the cultural and media scene of Cologne. YA HABIBI Sömmeringstr. 48 50823 Köln (quartiere Ehrenfeld) Il ristorante orientale Ya Habibi rapisce il visitatore in un viaggio culinario da 1001 notte. Oltre la porte di ingresso ci si sente come in un palazzo d’oriente. Gli ospiti si possono metter comodi sui cucini del bellissimo arredamento e mangiare serviti come pascià! The oriental restaurant Ya Habibi takes the visitor to a cooking trip by 1001 nights. Further than the entrance doors you feel like in an oriental palace. Guests can sit down on beautiful pillows and eat like pascià!

SU JOUNG SUSHI Auf dem Berlich 11 50677 Colonia-centro Il piccolo e tranquillo Sushi-Restaurant è a gestione familiare e non ha luci neon, mobili di design o altri elementi moderni. Qui è tutto molto tradizionale, anche la cucina proposta che fa a meno delle influenze californiane. The little and calm sushi-restaurant is managed by a family and it doesn’t have neon lights, fashion design or other modern elements. Here it’s very traditional, like the cooking way, that avoids californian influences.

BRAUHAUS EM HÄHNCHE Olpener Str. 873 51109 Köln (quartiere Brück) In the summer you can stay in the Biergarten that offers 250 seats and taste a fresh Kölsch or other good cooked dishes.

BRAUHAUS EM HÄHNCHE Olpener Str. 873 51109 Köln (quartiere Brück) In estate si può stare comodamente nel Biergarten che offre 250 posti e gustare al fresco una fresca Kölsch o dei piatti cucinati ad arte. 27


W E E K E N D

Colonia

The Rhine, museums, numerous events and inhabitants themselves with their typical dialect and their “mediterranean” lifestyle, make of Cologne an absolutely interesting destination. Cologne is reachable from Cagliari-Elmas with the air company Tuifly, that connects the german city with its seven flights weekly. After 2 hours and 10 minutes of flight you arrives in the airport of Cologne-Bonn. Connections with the city are frequent, whether in bus or in train. So Cologne is a ideal destination for a weekend. These are some info about the city:

Tourists Highlights

The Cologne Dome is the most visited monument in Germany, it’s part of the World Heritage Fund by UNESCO since 1996, it receives 6 millions of people every year. Absolutely you can’t blow a visit on foot to the towers. Then the romantic churches in the middle-town, the town council, Gürzenich and the medieval doors of the city; the chocolate museum of Imhoff-Stollwerck. How can we forget the Rhine Gardens that are a meeting point for locals and tourists. A crowed area, full of breweries where you can taste the typical lager beer called Kölsch, light and very fermented. More than 30 museums welcome to art lovers with more than 100 galleries, making of Cologne a mondial capital of art.

Christmas markets

During Christmas time Cologne has a special charme. Numerous Christmas markets give it an festive and carefree atmosphere. Biggest and most loved market is the Dome one. In this beautiful location, Christmas market of the Dome offers to its visitors 160 richly decorated stands. Under a great Christmas tree you can choose among sweets, or watch craftmen at work. Here you can find tinplate toys, puppets, artistic craftsmanship, typical biscuits called Spekulatius, and many other things. We can’t forget to advice the Christkindl Glühwei, an hot and spicy wine, served in decorated cups, necessary to tolerate the wintry temperatures! This market is held with love and attention for details. Quality and variety characterized the offer in stands. More than typical Christmas good things, you can taste dishes from all the world and naturally the spicy biscuits Spekulatius. It’s very loved by people and during weekend is invaded by visitors. If you want to visit it quietly you can do it from monday to thursday. 28


The metropolitan city with more than 2000 years of history that attracts every year 100 millions of tourists (from www.koeln.de).

Shopping

Cologne is the first city in Germany for shopping. In the Schildergasse in 2007 passed 17.000 persons in an hour! The next Hohe StraĂ&#x;e is a crosswalk way very crowed for numerous department stores and famous boutiques. In the so-called Belgian Quarter you can find young stylist’s shops that offer their creations. Nice cafes, fashion bars and restaurants of any kind make every shopping day a special event.


W E E K E N D


A little Eden in the middle town... The botanical garden of Cagliari: an unchartered place

Un piccolo Eden all’interno della città... L’Orto Botanico di Cagliari: un luogo da scoprire


W E E K E N D

Origini degli Orti Botanici: quando e perché...

foto di: Marco Tardiola climatazione delle specie tropicali provenienti dalle colonie del nuovo mondo, dall’Africa e dall’estremo oriente. Per questo motivo vengono realizzate le prime serre espositive che assumeranno maggior importanza a partire dal XVIII sec. Gli Orti Botanici divengono i principali centri di ricerca e importanti sedi di collezioni tematiche particolari, si aprono al pubblico ed iniziano ad avere una funzione didattica non più limitata all’insegnamento delle materie universitarie.

Risale al 1544 la fondazione del primo Orto Botanico, ad opera dell’Università di Pisa. I primi orti botanici nascono infatti dall’esigenza per le scuole di Medicina del ‘500 di disporre di piante officinali fresche per gli studenti che dovevano studiarne natura e utilizzo. Nel corso del secoli la funzione degli Orti Botanici, ormai diffusi in tutta Europa, cambia più volte. Durante l’epoca delle scoperte e delle spedizioni di esplorazione geografica diventano giardini d’ac32


Mentre a Cagliari... I cagliaritani invece dovettero attendere sino al 1866 per inaugurare il proprio giardino. La vallata Palabanda, compresa fra l’anfiteatro romano e la villa di Tigellio, venne scelta per le sue favorevoli caratteristiche climatiche, in quanto protetta dai venti dominanti, in particolare dal maestrale. L’area, di natura calcarea, si estende per 5 ettari e ospita piante provenienti dalle Indie occidentali e dall’America australe, dall’Africa australe e dal Madagascar, dall’Africa boreale e dall’Arabia, dalle iso-

le Atlantiche e dalle Indie Orientali, dalla Cina, dal Giappone, dall’ Australia, dal Malaya e dalle isole dell’Oceania. 

Passeggiando all’Orto Botanico... Il viale principale dell’Orto Botanico di Cagliari conduce verso un’immensa galleria verde, dov’è possibile osservare, sulla sinistra, l’esemplare più grande in Europa di Euforbia delle canarie (Euphorbia Canariensis L.) che emette un curioso crepitio all’apertura dei suoi frutti nei mesi estivi. Oltre la vasca centrale è osservabile un Fico (Ficus Magno) con eccezionali radici colonnari.

Nelle diverse vasche inoltre, trovano posto le numerose ninfee, il giglio d’acqua, gli splendidi fiori di Nelumbium o i ciuffi dei papiri e di altre Cyparea e Typharea.  Su tutta la superficie dell’Orto Botanico si trovano inoltre numerose testimonianze di epoca romana particolarmente interessanti. Sono presenti un sistema di cisterne, una vasca a forma di trifoglio, un Calidarium (grotta Gennari) e un Libarium, dove si dissetavano gli antichi attori romani che recitavano nel vicino teatro. La ricchezza di specie tropicali e subtropicali che si sono facilmente acclimatate e hanno ormai raggiunto notevoli dimensioni, unito all’elevato numero di piante, ca. 3000 specie, donano all’Orto Botanico di Cagliari un’importanza dominante in Italia e all’estero.


W E E K E N D Le Piante succulente, dette anche impropriamente piante grasse, sono le piante dotate di particolari tessuti succulenti tramite i quali possono immagazzinare grandi quantità di acqua durante i periodi di pioggia. L’acqua assorbita viene amministrata durante i periodi di siccità migrando ad ogni distretto periferico. Proprio in virtù di questa caratteristica le foglie e i fusti di queste piante sono carnosi e ingrossati, dando spesso vita a forme sferiche, a rosetta, colonnari o a cuscino. Le succulente sono perciò adattate a vivere in condizioni di aridità e necessitano in generale di poca acqua per sopravvivere.


Origins of Botanical Gardens: when and why... In 1544 the first botanical garden was born, created by the University of Pisa. First gardens were born because students of medicine schools of 500s needed medical plants to study their nature and use. During the centuries functions of gardens changed many times. In the age of discovery and exploration they became gardens of acclimatization of tropical plants that came from new colonies, from Africa and extreme Orient. For this reason first exhibiting hothouses were created, they would become more important from XVIII century. Botanical gardens became research centres and important places for particular collections, they opened to the public and began to have a didactical function, no more limited to the university subjects teaching.

While in Cagliari... Cagliari inhabitants had to wait to 1866 to open its first garden. Palabanda valley, situated between the roman amphitheatre and the Tigellio’s ville, had been chosen for its good climatic conditions beacause it’s protected from winds like mistral one. The calcareous zone is large 5 hectares and has plants from West India and South America, from South Africa and Madagascar, from Boreal Africa and Arabia, from Atlantic isles and Eastern India, from China, Japan, Australia, Malaya and Oceania isles.

35


W E E K E N D

A walk in the botanical garden... The principal way of the botanical garden of Cagliari goes to a large green gallery, where it’s possible to see, on the left, the biggest kind in Europe of Euforbia of Canarias (Euphorbia Canariensis L.) that gives out a curious sound when its fruits opens in the summer time. Further than the central tub you can see a Ficus (Ficus Magno) with extraordinary roots. Moreover in different tubs there are numerous ninfa plants, water lilies, wonderful flowers of Nelembium or papyrus and other Cypareas and Typhareas. On all the surface of the garden there are many interesting testimonies of the roman age. There a system of cisterns, a clover form tub, a Calidarium (Gennari cave) and a Libarium, where the roman actors drunk. The richness of tropical and subtropical species that had easily acclimated and now are very big, with the large number of plants, more or less 3000 species, gives to the garden a great importance in Italy and in Europe.

Indirizzo: Viale Sant’Ignazio 11 – 09100 Cagliari. Aperto tutti i giorni dalle 8.00\13.30, dall’ultima domenica di marzo all’ultimo sabato di Ottobre: 8.00\13.30 e 15.00\19.00. Prezzi: intero 2.00 €, ridotto: 1.00 €, visite guidate: 3.00 €. Bambini di età inferiore ai 6 anni, portatori di handicap ed accompagnatori entrano gratuitamente. Address: Viale Sant’Ignazio 11 – 09100 Cagliari.open all days from 8.00 am to 1.30 pm and from 3.00 pm to 7.00 pm, from the last sunday of March to the last saturday of October. Prices: full 2.00€, reduced 1.00€, with the guide 3.00€. Children younger than 6 years old, disabled persons and accompanists are free.

36


Succulent plants have particular tissues that keep inself great quantity of water during rainy periods. The water soaked up is used in periods of aridity, going in every part of the plant. For this reason leafes and trunks are fleshy and swollen, creating often spherical forms, like rosettes, a columns or pillows. Succulent plants are right to live in arid conditions and need not much water to alive.


P O R T R A I T

STEFANO PIA

immagini che raccontano


IMAGES THAT TELL


P O R T R A I T

S’Urhtu, l’orso, lotta tentando di liberarsi dalle catene, aggredendo uomini e cose che incontra sul suo cammino, arrampicandosi dappertutto (carnevale di Fonni). S’Urhtu, THE BEAR, FIGHT TRYING TO RELEASE FROM CHAINS, ASSAILING MEN AND THINGS THAT IT FINDS ON ITS WALK, CLIMBING EVERYWHERE (FONNY CARNIVAL)


foto di: Stefano Pia

testo di: Patrizia Salaris

Per questo primo numero di INSIDE, abbiamo intervistato Stefano Pia, giovane fotografo emergente sardo Stefano Pia ama definirsi “fotografo di reportage” e ritrarre le persone cercando di cogliere, uno sguardo, un gesto, un’espressione, che regalino emozioni. Conosciamolo insieme! Quando e come hai iniziato ad appassionarti di fotografia? Mi sono appassionato di fotografia nell’agosto del 2004 dopo aver acquistato una macchina fotografica compatta digitale. Appena l’ho tolta della scatola ho cominciato subito a fotografare … e non mi sono ancora fermato. Quali soggetti prediligi per i tuoi scatti? Mi piacciono le persone semplici, con il volto segnato dalla loro storia, piccola o grande che sia. I loro movimenti, i gesti colti nell’attimo giusto, ti permettono di catturare un’immagine che “racconta”. Molte delle tue foto riguardano la Sardegna: cosa ti affascina così tanto della nostra Isola? Della Sardegna mi affascina il carattere aspro, forte e resistente che si rispecchia nel suo mare, nella terra, negli animali e nei suoi abitanti. Raccontare questo carattere con le immagini è una vera avventura: bisogna uscire dalle banalità. La Sardegna non è banale, ma molto complessa. L’Isola non si racconta con un classico ritratto di una bella ragazza in costume sardo, o con una bella spiaggia e tanti turisti. Per raccontare la vera Sardegna c’è bisogno di immagini dure come le sue rocce, immagini dinamiche, di sudore, e a volte di tristezza e solitudine. 41


P O R T R A I T

Che peso ha nel tuo lavoro il computer? Ritocchi le tue foto fotografie?

Ti ispiri a qualche maestro della fotografia in particolare? Naturalmente sono rimasto affascinato da fotografi come i grandi Cartier Bresson, Robert Capa Salgano e dagli italiani Dario Colletti, Francesco Cito e Francesco Zizola. Non mi ispiro a nessuno in particolare, mi piace guardare belle immagini, anche di fotografi poco conosciuti. Ma quando scatto, cerco di mettere solo me stesso.

Il computer oggi è la nuova camera oscura, la “camera chiara”: non se ne può fare a meno. Ogni immagine ha bisogno di un leggero ritocco, il contrasto, la saturazione o la luminosità. Tutti ritocchi che si facevano, e si fanno, anche nella camera oscura. Con il foto-ritocco però non bisogna esagerare, altrimenti l’immagine non è più pura e se ne modifica l’essenza.

Come definiresti la tua ricerca in campo fotografico?

Hai dei “tabù” nel tuo lavoro? Cosa non vorresti mai fotografare?

Il mio lavoro è finalizzato alla ricerca dell’ immagine artistica, nessun tema escluso. Quali sono, secondo te, le caratteristiche di una buona foto? Fotografare significa scrivere con la luce: chi scrive vuole raccontare qualcosa, suscitare emozioni in chi osserva. Dal punto di vista tecnico, una buona foto dovrebbe avere una composizione armoniosa dei soggetti , una buona luce e i colori non bruciati. Queste sono solo delle regole che possono essere infrante, con originalità.

...“Mi piacciono le persone semplici, con il volto segnato dalla loro storia, piccola o grande che sia. I loro movimenti; i gesti colti nell’attimo giusto, ti permettono di catturare un’immagine che racconta.”

Da che cosa è composto il tuo corredo fotografico? Il mio corredo fotografico è composto da due corpi macchina, una Canon 350 d e una Canon 30 d. Come obbiettivi uso il grandangolo sd 1224 Tokina , il 50mm f1, 8 di Canon ed il teleobbiettivo 70-200 f 4 sempre Canon. Una domanda difficile: bianco e nero o colore? Una domanda difficile davvero. Molte volte sono indeciso su come stampare una mia foto. Di solito, comunque preferisco il bianco e nero per i soggetti umani. Per tutto il resto, paesaggi o animali, il colore. Una foto in bianco e nero si può definire più “ artistica” , perchè ci toglie della realtà dei colori e lo sguardo va subito al concetto dell’immagine stessa. Ma non è una regola assoluta: può essere artistica anche un immagine con dei bellissimi colori. La questione bianco e nero o colore è comunque soggettiva. 42


Non mi piace fotografare funerali, è un momento così profondamente triste e da rispettare. Che consiglio daresti a chi è appassionato di fotografia e vorrebbe farne il proprio lavoro? Consiglio di frequentare un corso base di fotografia, se ne fanno diversi in Sardegna, e poi di tuffarsi a pieno nella fotografia a 360 gradi. Fotografare spesso e di tutto, solo così si capisce per quale stile di fotografia si è più portati. Poi consiglio vivamente di confrontarsi con altri. Conosco fotografi con anni di esperienza alle spalle, ma che rifiutano il confronto. Vedono bello il proprio lavoro e non accettano consigli. Tutti i grandi fotografi che ho conosciuto sono di una umiltà im-

pressionante, credo non sia solo una coincidenza. Al momento quali progetti hai in cantiere? Ne ho diversi. E’ in corso un progetto, al quale partecipo con altri otto fotografi dell’Associazione fotografica “Dyaphrama “ di Oristano, per creare un libro fotografico sugli stagni della provincia di Oristano, in collaborazione con il direttore del Su Palatu Salvatore Ligios . Con delle modelle non professioniste sto preparando una mostra sulle ragazze di oggi. Un altro progetto, il più importante, è in corso di elaborazione. Sarà una mostra a Cagliari, ma per scaramanzia non dico ancora nulla…. Ho diverse mostre pronte per essere presentate, aspetto solo un aiuto e lo spazio giusto per esporle.


P O R T R A I T

FOR THE FIRST NUMBER OF INSIDE, WE INTERVIEW STEFANO PIA, YOUNG EMERGENT SARDINIAN PHOTOGRAPHER

Stefano Pia loves defines himself a “reportage photographer” and portray people trying to take a look, a gesture, an expression that gives emotions. Let’s know him together!


rists. To tell the real Sardinia it needs pictures strong as its stones, dynamic images, about sweat, sometimes about sadness and solitude.

When and how did you begin to be a photography passionate? I took a great interest in photography in August 2004, after buying a digital compact camera. As I took it I began to photograph... and I still don’t stop.

Are you inspired by any expert of photography?

I like simple persons, with faces signed by their story, more or less important. Their movements: gestures captured in the right moment, they allow you to take a picture that “tells”.

Naturally I was delighted by photographers as Cartier Bresson, Robert Capa Salgano and the italian Dario Colletti, Francesco Cito and Francesco Zizola. I am not inspired by someone particularly, I like to look beautiful pictures, by photographers not very famous too.

Many of your photos are about Sardinia: what do you like of our isle?

How do you define your search in photography?

I like the uncharitable and strong character, you can see it in its sea, its land, its animals and its inhabitants. To tell about this character with pictures is a real adventure: it needs to go out from commonplaces. Sardinia is not banal, it’s complicated. The isle cant’ be seen as the classical portrait of the girl dressed with typical sardinian costumes, or with a beautiful beach and many tou-

To photograph means to write with light: who writes wants to tell something, provoke emotions. From a technical point of view, a good picture would have an armonious composition of subjects, a good light and colours not burned. These are the rules that you can break, with originality.

Which subjects do you prefer?

How is your equipment? I have two cameras, a Canon 350 d and a Canon 30 d. As lens I use the wide angle lens sd 12-24 Tokina, the 50mm f1, 8 of Canon and the telephoto lens 70-200 f 4 of Canon. A difficult question: black and white or colour? A real difficult question. Many times I’m indecisive about the print. Usually I prefer black and white for persons. For other subjects, landscapes or animals, colour. A black and white photo can been defined more “artistic”, because it alienates us from the reality of colours and the eye can go immediatly to the image concept. But it’s not an absolute rule: an image with beautiful colours can be artistic too. Anyway, the issue about colours and black and white is subjective. Have you any taboo? What would you ever want to photograph? I don’t like to photograph funerals, it’s a so deeply sad and respectable moment. 45


P O R T R A I T Which role has the computer in your work? Do you touch up your photos? Today computer is the new darkroom, the “light room”: you can’t give up to it. Every picture needs a light touch up, contrast, saturation or brightness. These things existed before in the darkroom, as today. You have not to exagerate with photo editing, otherwise the photo becomes impure and its essence changes. Have you any taboo? What would you ever want to photograph? I don’t like to photograph funerals, it’s a so deeply sad and respectable moment. Which advice would you give to a photographer passionate that would make of a passion a work? I advice to attend an elementary course, there are many

...”I like simple person, with faces signed by their story, more or less important. Their movement: gestures captured in the right moment, they allow you to take a picture that “tells”.

different courses in Sardinia, and then to begin to photograph often and everything. Only in this way you can understand how is your favourite style. Moreover I advice to compare oneself with others. I know photographers with years of experience that refuse a comparison. They consider a good work their own work and don’t accept advices. All the big photographer I know are very humble, I don’t think it’s only a coincidence. At the moment what are your plans? Different plans. There’s a project in progress, with other eight photographers of the photo association “Dyaphrama” in Oristano. Objective is to create a photobook about watertights of Oristano, with the contribute of the Su Palatu director, Salvatore Ligios. With nonprofessional models I’m preparing an exhibition about today girls. Another project, the most important, is in progress. It will be an exhibition in Cagliari, but I prefer don’t talk about it, not yet... I have numerous exhibitions ready to been presented, I’m, waiting only for help and a right space.


P O R T R A I T

L’ARTE DI RENDERE VI


ISIBILE L’INVISIBILE The art of making the invisible visible


P O R T R A I T Ciao Giorgia, dalla tua autobiografia emerge che sei stata sempre creativa e sembra che i disegni ti abbiamo accompagnato dall’infanzia: il tuo ricordo più lontano è legato a questo tuo aspetto? Si esatto. In effetti non è un segreto: da piccola giocavo con le matite colorate. Lo testimoniano anche moltissimi album contenenti i primi scarabocchi che ancora possiedo e tengo gelosamente custoditi. Sul mio sito www.giorgiatzeni.com è pubblicato uno dei miei disegni preferiti del 1978 (avevo 5 anni): una figura femminile sorridente con la gonnellona a righe colorate. Mi piacerebbe disegnare ancora in quel modo.

giorgia atzeni, illustratrice sarda, racconta il mondo attraverso i suoi disegni

Usa ciascuna lettera del tuo nome per descriverti attraverso qualità che pensi ti caratterizzino o che abbiano affinità con le tue opere! Giovane, Illustratrice, Ordinata, Raggiante, Genuina, Idealista, Attiva. Forse è una mia impressione: mi sembra che le tue illustrazioni rappresentino un mondo giocoso e colorato visto con gli occhi di un bambino maturo (come lo sono i bambini di oggi) o di un adulto un po’ naif! Non è solo una tua interpretazione. È proprio questo uno degli aspetti che più caratterizza la mia ricerca figurativa. Mi piace credere che chiunque guardi le mie illustrazioni abbia il dubbio che sia stato un bambino ad averle realizzate. Molti sanno che utilizzo il trucchetto della “regressione indotta”: pur non essendo mancina, infatti, disegno con la sinistra affinché il mio tratto sia più incerto possibile e più vicino al segno infantile. Nelle tue illustrazioni manca del tutto l’aspetto pauroso. Anche l’uso dei colori, caldi e consolanti, sembra riflettere questo tuo modo di vedere il mondo: è una difesa contro le brutture quotidiane? Non ho mai riflettuto sull’elemento colore caldo/ serenità-consolazione. L’intensità del colore viene da una passione sfrenata per i verdi, i rossi, i viola. In effetti chi mi conosce sa che per carattere sono ottimista e solare. Forse il cromatismo accentuato riflette la mia positività, ma svela anche il mio egocentrismo. Pure nell’abbigliamento eccedo con le tinte forti, così non passo inosservata!! Comunque adoro il bianco e le illustrazioni in bianco e nero, ma ancora devo esercitarmi nella resa dei chiaro scuri. 50


Ti riconosci nei personaggi dei tuoi disegni? Sono un tuo alter ego ludico e disimpegnato? Tante persone scorgono una somiglianza tra Giorgia e i bambini/adolescenti che Giorgia ritrae. Forse perché queste figurine hanno le gote rosse come me. Per il resto ciò che rappresento è specchio del mondo che mi circonda: sono il mio immaginario quotidiano, non il mondo che vorrei, ma il mondo che vedo. Cosa vuoi comunicare esattamente attraverso il tuo disegni? Quale è il messaggio che speri arrivi?

Nella mia vita, finora, non ho mai concepito un’arte come veicolo di particolari messaggi, seppure la parola arte sia sempre associata alla parola comunicazione. Infatti essa nasce come forma di comunicazione antecedente anche alla parola scritta, e ne possiede le stesse finalità: trasmettere emozioni, narrare. L’arte è un raccontare ed un racconto, è come consegnare una serie di esperienze attraverso il fare. Ed è questo l’aspetto che più mi interessa. Fare, raccontare per immagini, rendere visibile l’invisibile. Non a caso ho scelto il mestiere dell’illustratore e non dell’artista concettuale. La parola il-

...“L’Arte è un raccontare ed un racconto, è come consegnare una serie di esperienze attraverso il fare. Ed è questo l’aspetto che più mi interessa.”


P O R T R A I T

effettivamente somiglia ad uno dei tuoi: nero, peloso e denti appuntiti che lo fanno assomigliare ad un pipistrello con la coda...

lustrare deriva dal latino illustris: questo vocabolo possiede una molteplicità di significati uno dei quali allude a illuminare, mettere in luce, rendere chiaro un testo. Questo significato è quello che preferisco, perché è più vicino alla mia sensibilità e all’uso pratico dell’immagine. L’illustratore si pone questo problema quando illustra una fiaba o un racconto. È un interprete, riempie gli spazi vuoti del testo o evidenzia le azioni centrali del testo. È in sostanza un co-autore, se illustra il testo di uno scrittore, ma anche un autore con la a maiuscola, quando il disegno nasce in simbiosi con il racconto. A questo aspiro: pubblicare un libro tutto mio.

Allora i Mostrilli sono Mostrilli e basta, pupazzetti a forma di mostro. I gattini, cani e altri animaletti che cucio sono solo una variante sul tema.Ho constatato che gli animaletti piacciono molto, e molti sono appassionati di cani e gatti. Quali sono i tuoi prossimi impegni di lavoro? È in programma la mia partecipazione come ospite al Festival Tuttestorie: “Bestival, Racconti, visioni e libri bestiali”, che si svolgerà a Cagliari il prossimo ottobre. Condurrò due laboratori per bambini: uno sotto la suggestione de Il libro delle meduse, (filastrocche di Luca Ragagnin, illustrazioni di Giorgia Atzeni , Il Castoro 2007) e uno sulla costruzione di morbidi mostri colorati, che tutti i partecipanti potranno portare a casa. Dulcis in fundu a fine estate è prevista la consegna la mia tesi di dottorato che verte sull’Orlando Furioso illustrato nel Cinquecento. Per il resto non so cosa mi riserverà il futuro. Comunque non vorrei mai lasciare Cagliari. Spero di poter continuare a vivere e lavorare in questa città.

Le illustrazioni sono destinate a quale pubblico? Per il momento ho lavorato con editori che pubblicano libri per bambini e ragazzi, ma anche con enti e associazioni che svolgono attività destinate ad un pubblico senza età. Per esempio ho realizzato alcuni manifesti per eventi teatrali. Quali sono le emozioni che ispirano i tuoi lavori creativi? Devo dire che in passato hanno dato ottimi frutti i miei momenti più bui. C’è chi scribacchia sul proprio diario segreto, e chi fa ghirigori su carta. Ora, sempre più spesso, disegno perché me lo chiedono. E dunque le emozioni sono quelle del contingente. Parliamo dei mostrilli: sei riuscita e sdrammatizzare l’incubo di tutti i bambini creando dei piccoli e simpaticissimi pupazzi che confezioni tu stessa! Come hai avuto questa idea geniale e come vengono accolti? Geniale? Non lo so. Sono tantissimi gli artisti che creano ugly dolls, pupazzetti mostruosi, e bamboline orride. E mi pare che lo abbia potuto constatare chi ha visitato la mostra Sono arrivati i Mostri! che ho allestito nel 2006 a Cagliari. Per il resto piacciono a tutti, grandi e piccoli. E nessuno pensa che possano fare minimamente paura. Sono piccoli mostri solo perché hanno una forma strana, magari hanno tre gambe, dieci occhi, tre teste. Ma non sono affatto spaventosi, no? Perché il soggetto dei mostrilli sono spesso cani e gatti? A me non sorprende perché il gatto di mia madre 52


Giorgia atzeni, Sardinian illustrator, tells the world WITH HER drawings

Use each letter of your name to describe yourself through qualities you think are right for you and your works! Young, illustrator, tidy, radiant, genuine, idealist, active. Maybe it’s a my impression but it seems that your images represent a playful and colorful world seen with eyes of a mature child, (like today children are) or of an adult a little bit naive!

Hi Giorgia, thanks to your autobiography we understand that you always have been a creative and it seems your drawings walked with you from childhood: is your furthermost memory related to this aspect?

It’s not only your impression. It’s exactly one of the aspects that represents better my figurative search. I like to believe that anyone looks to my drawings coul think that maybe it’s been a child to do it. Many know that I use the trick of “induced regression”. Infact even if I’m not a left-handed, I draw with my left hand to make my stroke more uncertain and more similar to a child sign.

Yes, exactly. It’s not a secret: since I was a child I played with colored pencils. Many sketch books testify this fact with my fist sketches, that I still now keep with jealosy. On my website www.giorgiatzeni.com there is one of my favourite drawings of 1978 (I was five years old): a female smiling figure with a large skirt with colored lines. I’d like to draw still in that way.

In your illustrations there is no fear elements. Using of warm and comforting colours too, it seems to reflect your way to see the world: is it a defence from daily bad things?

53


P O R T R A I T

...”The art is to tell and a tale is like deliver some experiences through actions. And this is the aspect I prefer”.

I have never thought about the warm colours as element of consolation and serenity. The colour intensity come from a great passion for green, red, purple. Who knows me knows I am optimist and solar too. Maybe strong colours reflect my positivity, but it reveals my egocentric character too. With my dressing too I exagerate with colours, so I don’t go unnoticed!! Anyway I love white and black and white drawings too, but I stll practise with chiaro scuri tones. Do you recognise yourself in your drawings? Are they your playful and light alter ego? Many persons see similar aspects between Giorgia and Giorgia’s children/teens that Giorgia draws. Maybe because these figures have red cheeks like me. Except this aspect, I represent a mirror of the world as I know it: they are my daily immaginary, not the world I’d like, but the world I see. What do you want to communicate exactly through your drawings? What’s your message? In my life, till now, I have never thought to art as instrument of messages, even if the word art is always been associated to the word communication. Infact it was born as communication form before the word, and it has the same objectives: to give emotions, to tell. The art is to tell and a tale is like deliver some experiences through actions. And this is the aspect I prefer. To tell trough images, making visible the invisible. Not by chance I choose this job of illustrator and not the concept artist. The word “to illustrate” comes from latin “illustris”: this word has many meanings, one of them is like to illuminate, put in evidence, make more clear a text. This meaning is my favourite one, because it’s closer to my sensitivity and to my way to use images. The illustrator think about it when draws a fairy tale or a story. He is an interpreter, he fills empty spaces of the text or put in evidence central action of the text. Basically he is a secondary author if he illustrates the text of a writer, but he is a real author when the drawing born with the story.

To which kind of public are your drawings destined? Till now I worked with editors that publish children’s letterature, but also associations that work for an ageless public. For example I realized posters for theatrical events. Which emotions inspired your works? In the past my darkest moments helped me. Some write on a secret diary, some dash off on a piece of paper. Now, more often than in the past, I draw beacause someone ask me to do it. So, emotions are related to the situation. Let’s talk about your “Mostrilli”: you have been able to play down the all childrens’s incubus creating little and nice puppets made by yourself! 54


How did you have this brilliant idea and how are they received?

a theme variant. People like little animals very much, and they are devotee to dogs and cats.

Brilliant? I don’t know. There are many artists that create ugly dolls and monstrous puppets. I think who visited the exhibition verified this fact. Monsters I created arrived in Cagliari in 2006. They like to adults and children. And nobody think they can be frightening. They are monsters only beacause they have a strange form, sometimes with three legs, ten eyes, three heads. But they are not frightening, are they?

What’s your next works?

Why often monsters are dogs and cats? It doesn’t surprise me because my mom’s cat is similar to one of yours: black, hairy and with pointed teeths, it’s like a bat with a tail... Well, Mostrilli are only Mostrilli, puppets with a monster form. Cats, dogs and other little animals that I sew are

It’s in my plans a participation as guest to the Festival Tuttestorie: “Bestival, racconti, visioni e libri bestiali”, that will be held in Cagliari this month. I will conduct two workshops for children: one inspired to the book “Il libro delle Meduse” (nursery rhymes by Luca Ragagnin, drawings by Giorgia Atzeni, edition Il Castori, 2007) and one about the building of soft colored monsters, that partecipants could take away. Dulcis in fundu in these days there will be the presentation of my doctor’s degree about the Orlando Furioso illustrated in 500. Moreover I don’t know what’s in the future. Anyway I woudn’t never leave Cagliari. I hope I could continue to work and live in this city.


W E E K E N D


33 volte il Piccolo Principe 33 times the Little Prince


W E E K E N D

Illustratori provenienti da diverse città si danno appuntamento a Cagliari per omaggiare il celebre scrittore Antoine de Saint-Exupéry Foto: Illustrakids

Dall’11 settembre al 4 ottobre lo spazio espositivo di piazza Savoia a Cagliari ospiterà le opere di vari artisti, uniti in quest’occasione da un’unica fonte di ispirazione: “Il Piccolo Principe”, il racconto più conosciuto dello scrittore e aviatore francese Antoine de Saint-Exupéry. Pubblicato nel 1943, Le Petit Prince è tra le opere letterarie più celebri del XX secolo e tra le più vendute. Un successo sorprendente se si considera che si tratta di letteratura per ragazzi. Un’opera che con la sua poesia e la sua magia è riuscita a imporsi nei cuori di piccoli e grandi. Protagoniste assolute della mostra sono le illustrazioni del libro, acquerelli prodotti dallo stesso Antoine de Saint-Exupéry, che con un tocco delicato e semplice ha arricchito l’opera, rendendola unica nel panorama letterario. Dal collage alla tempera, dal chiaroscuro all’acquerello, composizioni diversificate catturano le immagini tratte dal romanzo e le ripropongono al pubblico svelando il talento creativo degli artisti attraverso 33 elaborati. Petrilli, Assirelli, Tanco, Pigaglio, Giordano sono solo alcuni dei nomi di coloro che regalano una visione personale degli ormai noti disegni. L’evento, organizzato da Illustrakids e curato da Simone Cantarelli, è patrocinato dalla Regione Autonoma della Sardegna, dalla Provincia e dal Comune di Cagliari.

Statua del piccolo principe nel museo a lui dedicato ad Hakone - Giappone. Statue of the little prince in the museum dedicated to him in Japan.


Curiosità - Tradotto in più di 180 lingue e stampato in oltre 50 milioni di copie in tutto il mondo! - Le illustrazioni sono state utilizzate per creare le copertine del libro. Ad oggi ne sono state stampate ben 315 differenti! - L’autore, come il narratore/ protagonista del racconto, fu pilota di aerei. La vicenda descritta nel suo romanzo più noto, l’incidente aereo, appare come un presagio del triste destino dello scrittore, precipatato durante una missione nel Tirreno col suo F-5, anno 1944.

Il Piccolo Principe in breve L’autore narra di aver effettuato un atterraggio di fortuna nel deserto del Sahara. Il giorno dopo l’atterraggio, si risveglia al suono di una voce di un biondo bambino. Antoine capisce che è un piccolo principe proveniente da un altro pianeta. Egli vive infatti su un asteroide poco più grande di una casa, chiamato B 612, che ha tre vulcani, uno dei quali è spento, e una rosa molto esigente, vanitosa e spavalda. Un giorno parte per vedere com’è il resto dell’universo, e visita altri asteroidi abitati da adulti. Mentre l’aviatore cerca di riparare il guasto al suo aereo, il bambino gli racconta dei vari incontri che ha avuto sugli altri pianeti... Una carrellata di personaggi, ricordiamo il geografo, l’uomo d’affari, il re triste e la volpe, permette al principino di conoscere verità prima a lui ignote sulla vita, l’amicizia e l’amore. Insegnamenti importanti per un libro che affronta il delicato tema del rapporto tra bambini e adulti in chiave volutamente fantastica.

The Little Prince in short The author tell us about his emergency landing in the desert of Sahara. The day after he wakes up with a voice of a blond child. Antoine understands that he is a little prince come from another planet. He lives infact on a small asteroid, called B 612, with three volcanos, and a demanding, vain and arrogant rose. He decided to leave to know the rest of the universe, and visit other asteroids populated by adults. While the aviator try to repair the airplane avaria, the child talk to him about his several meetings in the other planets. Various characters, the Geographer, the Businessman, the King and the Fox for example, are able to reveal to the little prince truths about life, friendship and love. Important teachings for a book that focus on the delicate theme of the relationship between children and adults.

59


W E E K E N D Photos: Illustrakids

Artists come from different cities to Cagliari to tribute the famous writer Antoine de Saint-ExupĂŠry


From the 11th of September to the 4th of October a space dedicated to exhibitions in Piazza Savoia in Cagliari will give hospitality to the works of several artists, united by an only inspiration : “The Little Prince”, the most famous novel written by the french aviator Antoine de Saint-Exupéry.

Curiosities - Translated in more than 180 languages and 50 milions of copies printed all over the world! - Illustrations are been used to create covers of the book. Nowadays there are 315 different covers! - The writer, as the narrator/protagonist, was an air pilot. The story of the air accident appear as an omen of the sad destiny of the author, felt down during a mission in Tirreno with his F-5, in 1944

Published in 1943, Le Petit Prince is one of the most well-known and best-selling literary works of the XX century. An extraordinary success if you consider that’s children’s literature. With its poetry and its magic this romance is been able to become popular for adults and kids at the same time. Drawings of the book are absolute protagonists of the exhibition. The same Antoine de Saint-Exupéry created watercolours, with a gentle and simple touch he made special his work, unique in the literary panorama. From the collage to the tempera, from the chiaroscuro to the watercolour, different compositions capture images from the book and offer to the public a new point of view, revealing the creative talent of the artists throungh 33 works. Petrilli, Assirelli, Tanco, Pigaglio, Giordano are only some of the names of those who give us a personal view of the famous pictures. The event, organized by Illustrakids and curated by Simone Cantarelli, is sponsored by the Regione Autonoma of Sardinia, from the Province and the Town Council.

61


W E E K E N D

Draghi, unicorni e creature fantastiche? Dragons, unicorns and fantastic creatures?


La Manticora


W E E K E N D

Si, grazie! Ma attenzione, non stiamo parlando di letteratura... Foto: Giorgia Pittau Non è un romanzo per ragazzi , non è un film e non è neanche una mia allucinazione! Si tratta bensì di una mostra dedicata alla zoologia fantastica che si terrà a Cagliari fino al 30 novembre. Un drago dalle dimensioni decisamente importanti accoglie i visitatori all’esterno del castello di S.Michele, suggestiva quanto azzeccata location per questa esposizione proveniente dal Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino. L’idea della mostra nasce dalla considerazione che, nonostante il grande numero di specie animali conosciute (1.500.000 circa ad oggi), l’Uomo sem-

bra continuare a sentire l’esigenza di inventarne di nuove. Fin dalla preistoria, così nel corso dei millenni, la fantasia umana ha continuato ad arricchire il bestiario fantastico. La maggior parte degli animali è nata con ogni probabilità per motivi legati alla magia, alla filosofia, alla religione, ma molti di essi hanno finito per assumere nel tempo una dimensione reale grazie all’accettazione acritica dei testi antichi, ai racconti fantasiosi di viaggiatori, mercanti e avventurieri, ad errate interpretazioni di fossili. Ecco come nei bestiari del Medioevo così come nelle opere di studiosi rinascimentali si trovano descrizioni accurate

L’unicorno, adorabile attaccabrighe Nonostante la nobiltà dell’aspetto pare che l’unicorno avesse un caratteraccio. Non perdeva occasione infatti per provocare il suo principale antagonista, l’elefante. Solo la presenza di una fanciulla vergine poteva renderlo mansueto e vulnerabile ai nemici.


mari. Ecco quindi il Kraken, per molti versi associabile ad una piovra gigantesca, e i terribili Serpenti di mare, che tanta fortuna avranno nella zoologia dei secoli successivi. Se oggi nessuno crede più ad unicorni e manticore, altre creature hanno preso il loro posto. Il Mostro di Loch Ness (Nessie per gli amici), lo Yeti, il Sucuriju e tante altre si sono imposte nell’immaginario comune. Un percorso curioso a dir poco quello offerto dalla mostra di “Zoologia Fantastica”. Un appuntamento per chi è disposto a farsi trasportare in epoche lontane, caratterizzate dalla fantasia e dalla creatività a volte davvero smisurata dell’Uomo. Per non smettere di sognare...

e precise di creature e mostri, dimostrazione del fatto che nessuno a quei tempi dubitava dell’esistenza di tali esseri. Le civiltà del vicino Oriente, prime fra tutte quella assiro-babilonese, offrono una notevole quantità di creature fantastiche: dai grifoni ai leoni alati, dagli uomini-scorpione ai sirrush, i primi draghi che si incontrano nell’iconografia del mondo antico. Nelle sue tante declinazioni (gli uri, i draghi occidentali e cinesi, quelli volanti ecc.), il drago diventa simbolo di forza, depositario di antica saggezza e spesso custode di tesori, come anche annunciatore di morte e distruzione. E’ grazie alle descrizioni dei naturalisti in epoca romana, Plinio il Vecchio per citarne uno, che si conosce la Manticora. Si dice vivesse in India, corpo di leone, coda di scorpione, volto umano e colore del sangue. Considerato l’animale più veloce del mondo, si nutriva soltanto di carne umana. Forse si capisce perché nella mostra è stato riprodotto dietro le sbarre, chiuso in una gabbia! L’epoca rinascimentale, caratterizzata dalle grandi scoperte geografiche, non può che accrescere i bestiari di nuovi animali, perlopiù provenienti dai 65


W E E K E N D

“Gli uomini credono volentieri a ciò che desiderano sia vero” Giulio Cesare - De Bello Gallico

INFO Orario di Visita: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Ingresso: 5€ (intero); 2/3€ (ridotto); 5€ con laboratorio (solo per bambini); 10€ formula famiglia (2 adulti + 1 bambino).


Yes, thanks! But pay attention, we are not talking about literature... Photos: Giorgia Pittau In front of me the Abominable Snowman, called Yeti, with his impressive measures (more or less two meters high), and his frightening look. You can read from the informative panel: “Some climbers talked about more or less close meetings. Hairy and anthropomorphic creature, there aren’t any kind of photographic documentation”. Just further a... unicorn? Yes, it is... the regal and elegant white horse loved by adults and children. That’s not a romance, not a movie, e not even an hallucination of mine! It’s an exhibition dedicated to the fantastic zoology, held in Cagliari up to the 30th of November. A very big dragon welcomes to the visitors out of the S. Michele Castle, suggestive and right location for this exhibition come from the Torino Natural Science Museum. The idea of this exhibition is born from the consideration that the Man continues to have the necessity to create new animals, even if the large number of species known (nowadays 1.500.000 more or less). Since the Prehistory, across millenniums, the human fantasy has continued to enlarge the fantastic bestiary. A very large number of animals was born probably for magic, philosophic, religious reasons, but many of them has finally obtain a real dimension, thanks to the a critic acceptance of ancient texts, fantastic novels, travel’s tales, merchants and adventurous men, and wrong interpretations. Here the accurate descriptions of creatures and monsters in the Medieval bestiary as in the studious works of the Renaissance! This is the proof that nobody at that time doubted of the existence of that beings. Orient civilizations, first of all the Babylonian one, offer a large number of fantastic creatures: from the griffins to the lions with wings, from the scorpions men to the sirrush, first kind of dragon of the iconography of ancient world. With their numerous 67


W E E K E N D declensions (uri, occidental and Chinese dragons, flying ones etc.), dragon become a strength symbol, owner of ancient wisdom and treasures keeper, as also messenger of death and destruction. During the Roman Age, thanks to the description by naturalists like Plinio il Vecchio, we can know the Manticore. It probably lived in India, a composite red-blood beast with a man’s face, a lion’s body and the stinger of a scorpion. It has considered as the fastest animal in the world, he ate only human flesh. Maybe now you can understand why it has been reproduced behind the bars, closed in a cage! The Renaissance Age, characterized by important geographic discovers, has enlarged the number of

“Men believe willingly to anything they want to be real” Julius Caesar – De Bello Gallico

INFO Hours: from Tuesday to Sunday: 10.00 am – 1.00pm and 4.00pm – 7.00pm. Price: 5€ (full); 2/3€ (reduced); 5€ with laboratory (only for children); 10€ family price (2 adults + 1 child).

fantastic creatures, especially originated in the seas. Here the Kraken, like a giant octopus, and the terrible Sea Serpents, that will have a great success in the zoology of next centuries. If today nobody believes to unicorns and manticores, other creatures have substitute them, for example the Loch Ness Monster (Nessie for friends), the Yeti, the Sucuriju and other species join to the common imaginary. The “Fantastic” Zoology” exhibition offer a curious path. An appointment for people who want to be moved in far ages, characterized by the enormous fantasy and creativity of the Man. To not stop dreaming…


S P O T L I G H T

STORIE SOTTERRANEE NELLA “CAPITALE” DEI SARDI


UNDERGROUND FEATURES IN “CAPITAL” OF SARDINIAN


S P O T L I G H T

UNA PASSEGGIATA NEL SOTTOSUOLO DI CAGLIARI Foto e testo: Marcello Polastri Cagliari è “la città del sole”, bella da morire per un’infinità di motivi. Però è un tantino sottovalutata: i quartieri storici, le costruzioni arroccate, il clima mediterraneo, le lagune ed i fenicotteri che gioiscono sotto un cielo carico di luce e poi loro, i monumenti. Creature memorabili, ereditate dalle civiltà del passato e dalla natura che non possono - forse non vogliono - raggiungere l’orizzonte turistico-ricettivo. Al di là di questi aspetti più o meno noti, sotto Cagliari esistono posti segreti dalle mille e una notte, dove nei tempi andati le persone passavano e s’incrociavano come treni carichi di esperienze. Questi sotterranei, più di un migliaio, non compaiono sulla carta patinata delle riviste eppure sono un immenso tesoro; rappresentano la dimensione capovolta e nascosta della sovrastante città del sole. Le sue vie nascoste sono i corsi d’acqua e le piazze sono laghi profondi scrutati dagli speleologi che, muniti di luce, scoprono colori inaspettati: blu cobalto, smeraldo, turchese. Qualche timido pipistrello anima questi spazi vuoti dove il tempo, come per magia, si è fermato. Tutto è immobile in questo paradiso sepolto che accolse i Fenici ed i Romani. Popoli famosi che vi scavarono cisterne monumentali, cave e latomie per raccogliere l’acqua piovana ed estrarre la pietra da costruzione. E la città di sotto si tinge di poesia, grazie alle sue tombe monumentali dalle pareti tempestate di versi poetici incisi con lo scalpello. Un esempio memorabile? La Grotta della vipera, muto sepolcro di Attilia Pomptilla, matrona roma72


Da più di cento anni al servizio del cittadino

Oggi sempre al passo con i tempi con i servizi FARMACHECK: intolleranze, celiachia, PSA, helicobacter, analisi computerizzata del capello e della pelle, equilibrio alimentare, disassuefazione dal fumo, prevenzione cardiovascolare con ECG, esame baropodometrico, prevenzione del diabete, fototipo, pT I servizi HOMECARE per tutta l’ortopedia ,compreso il noleggio di letti, deambulatori, carrozzine ed altri ausili, consulenza gratuita per i progetti finanziabili dalla legge regionale. E la novità FARMASSISTENZA per una assistenza domiciliare personalizzata fatta da professionisti qualificati e certificati Infine l’OMEOPATIA, i VETERINARI, la DERMOCOSMESI, l’AUTODIAGNOSTICA, i FITOTERAPICI senza dimenticare gli sconti sui FARMACI OTC, quelli senza ricetta.

Farmacia Dr. Gulielmo Schlich FAMACISTI DAL 1890 Via Crispi, 12 - 09124 Cagliari Tel. +39 070 656650 - Fax +39 070 654164 schlich-ca-stazione@libero.it

La Farmacia del Dr.Guglielmo Schlich è organizzata per offrire tutti quei servizi oggi indispensabili, missione che nel nostro caso è arricchita da una esperienza più che centenaria iniziata alla fine del secolo scorso... così ancora oggi, mentre la quinta generazione dei farmacisti Schlich si affaccia alla professione, continuiamo ad esercitare con passione e dedizione quella che probabilmente è la più delicata tra le attuali professioni sanitarie.


na che diede la propria vita per salvare quella dell’amato sposo. La sventura capitò nel 65 d.C., ma si perde tra le innumerevoli leggende del sottosuolo urbano, dei suoi cunicoli, gallerie, sepolcri e ossari presenti ovunque sotto i rioni storici. Il quartiere Castello, giusto per citarne uno, è stato costruito nel Medioevo con la roccia prelevata da un immenso vuoto celato dalla crosta d’asfalto e da un soffitto di candido calcare. Tra la Cattedrale ed il Palazzo regio, si snoda un groviglio di passaggi segreti concepiti per favorire la fuga dei castellani in caso di assedio. Da quelle parti, ed anche sotto il bastione Saint Remy, si dipanano sono strade coperte che sanno di congiura e incontri clandestini tra nobiluomini e donne dalle labbra palpitanti. Risale a poco tempo fa la scoperta di una via sotterranea che favoriva lo spostamento dei condannati a morte. Se le caverne di Cagliari potessero parlare, quante cose racconterebbero! Di sicuro dai suoi spifferi d’aria emergerebbe il nome di qualche astuto tombarolo che ha depredato stanze segrete e vani zeppi di opere d’arte. Un giorno, pensando a queste storie, mi sono perso nel sottosuolo urbano come rapito dal suo intrinseco fascino. Ero poco più che bambino. Mi trovavo per caso a Tuvixeddu, il colle dei piccoli fori, nome che rimarcherebbe l’esistenza di una necropoli fenicio-punica, unica al mondo, poi utilizzata dai Romani e da altre civiltà. Anche i miei nonni usarono quelle stanze rifugiandosi durante i bombardamenti del 1943 e come loro, altri cagliaritani ebbero salva la vita. Premettetemi: avete osservato quelle tombe monumentali? Avete constatato come spalancano i loro accessi sulla candida roccia? Io ho appurato che, al pari di uno sguardo profondo, conquistano e incantano! Ma questa è un’altra storia; una delle tante storie racchiuse tra i segreti di Cagliari sotterranea.

Marcello Polastri, giornalista, premio letterario l’Intruso, conquistato nel 2007. E’ presidente del Gruppo Cavità Cagliaritane (www.sardegnasotterranea.org) che da 15 anni si occupa di far conoscere e valorizzare le meraviglie del sottosuolo. Ha al suo attivo esplorazioni, programmi tv, libri e inchieste sulla Sardegna e le realtà sotterranee d’Italia.

Marcello Polastri

75


S P O T L I G H T


spiracies and clandestine meetings among gentlemen and women. Not too long ago it was discovered an underground way that helped the movement of people on death row. If Cagliari’s caves could talk, how many things would tell! Surely the name of an astute tomb man that stole in secret rooms and spaces full of works of art. A day, thinking to these stories, I lost myself, delighted by its charm. I was a child. I was in Tuvixeddu by chance, the “hill of little forums”, name that confirm the existence of a Punic-Phoenician necropolis, unique in the world, then used by Romans and other civilizations. My grandparents too used that rooms to hide themselves during bombardments of the 1943, and like them, other persons survived. Can I say a thing? Have you observed that monumental tombs? I check that with a deep look, these things conquer and enchant! But this is another story, one of them closed among secrets of the underground Cagliari.

Underground stories in the “capital” of sardinian people Photos and text: Marcello Polastri

Cagliari is the “sun city”, beautiful for so many reasons. But it’s a little underestimated: storical areas, mediterranean weather, lagoons and flamingos that enjoy themselves under a full light sky, and then the monuments. Memorable creatures, inherited from past civilizations and from nature that maybe can’t, or don’t want, achieve the touristic-receptive horizon. More than these more or less known aspects, under Cagliari secret places like “One Thousand and One Night” exist. Places where in the old ages people passed and crossed themselves like trains full of experiences. These undergrounds, more than one thousand, don’t appear in coated paper of rewies but are a big treasure; represents the hunted and overturned dimension of the overhanging “sun city”. Its hunted streets are rivers and its squares are deep lakes looked by speleogists who, with lights, find new colours: cobalt blue, esmerald, turquoise. Some shy bats live in these empty spaces, where the time, like a magic, stopped. Everything is motionless in this paradise that received Phoenicians and Romans. Famous people that dug monumental tanks and quarries to collect rain water and extract building stones. The town behind dyes itself of poetry, thanks to monumental tombs with written walls, poetries engraved with a chisel. A memorable example? The “Viper’s Cave”, Attilia Pomptilla’s silent sepulchre, matronly roman woman who died for her loved husband. The misfortune was in the 65 BC, but it’s only one of the numerous underground legends, of its tunnels, sepulchres and ossuaries under the storical areas. The area called “The Castle”, was building in Middle Ages with rock taken from a large empty space hunted by the asphalt crust and by a limestone ceiling. Between the Cathedral and the Royal Palace, there are many secret ways created to help the escape of people in case of siege. There and under the St.Remy’s Bastion too there are covered streets that remember con-

Marcello Polastri

Marcello Polastri is a journalist, winner of the Intruso prize in the 2007. He is president of the Gruppo Cavità Cagliaritane (www.sardegnasotterranea. org), since 15 years his objective is to make the most for underground beauties and render them known as much as possible to the people. He realized explorations, TV broadcasts, books and investigations about Sardinia and underground realities of Italy.

77


L I F E S T Y L E

Sei una fashion addicted? Sei sempre in cerca di novità per quanto riguarda la moda e le sue tendenze?

In questo caso il posto giusto per te è la Rinascente di Cagliari Due piani interamente rinnovati, dedicati a chi ama lo shopping di classe, a chi fa della ricerca di stile una vera e propria missione. PF PAOLA FRANI, LALTRAMODA, CARACTERE e GERARD DAREL, GUESS JEANS, M MISSONI, sono solo alcuni dei tanti marchi fashion presenti nella sede della Rinascente nel capoluogo sardo. Il piano terra, da sempre interamente dedicato alla bellezza in tutte le sue sfaccettature, è stato rivisitato per offrire una maggiore visibilità ai migliori brand della cosmesi e agli accessori, con l’introduzione di nuovi marchi di alto livello. Parliamo di Fendi, Moschino, Valentino e soprattutto del nuovo box profumeria GIORGIO ARMANI COSMETICS. Merita una nota speciale l’area interamente dedicata alle calzature KURT GEIGER, il noto gruppo britannico sinonimo di eleganza e cura nei dettagli.


Are you a fashion addicted? Are you always looking for fashion news and trends?

In this case the right place for you is the Rinascente in Cagliari Two floors completely refurbished, dedicated to the people that loves first level shopping, for whom makes of the style research a real mission. PF PAOLA FRANI, LALTRAMODA, CARACTERE and GERARD DAREL, GUESS JEANS, M MISSONI are some of fashion brands presented in the Rinascente of the sardinian chief town. The ground floor, ever dedicated to beauty in all its aspects, has been refurbished to offer a best view of cosmetic brands and accessories, with the insertion of new high level brands. We are talking about Fendi, Moschino, Valentino and especially the new perfumes box by GIORGIO ARMANI COSMETICS. It needs a particular attention the zone completely dedicated to KURT GEIGER’s shoes, the famous british group synonimous of elegance and details’s care.

79


L I F E S T Y L E

TENDENZA E MODA 0 semplicemente esigenza concreta?

Trends or simply a real demand?


Un tempo il Personal Trainer era lo status symbol di persone ricche e famose e le radici di questa attività risalgono agli albori del fitness e del training mirato al peso forma. Ma ora non è più così, il Personal Trainer è una figura professionale con una notevole esperienza e preparazione nel campo dell’ attività motoria, nella fisiologia, nelle scienze dell’ alimentazione e nella posturologia, grazie alle quali è in grado di indirizzare la persona verso l’ attività fisico-motoria più adatta alle proprie esigenze, pianificando e personalizzando l’ allenamento in base alle caratteristiche fisico-strutturali e agli obiettivi stabiliti, seguendolo passo dopo passo, seduta per seduta in un percorso il cui obiettivo principe è quello di raggiungere una massima forma ed efficienza fisica e il massimo equilibrio psico-fisico. La scelta di farsi guidare da un professionista, che studia e mette a punto un percorso mirato e specifico alle esigenze di ogni singolo caso, è ormai un fenomeno molto comune e diffuso. Capita quotidianamente di vedere in palestra persone che si allenano col proprio personal trainer. Non è più una moda, ma una vera e propria esigenza dettata dalla voglia di sentirsi in forma e in salute: ogni individuo ha esigenze diverse che sono prettamente personali dettate da finalità più svariate, ma ci si rivolge a un ’allenatore privato anche per ottimizzare gli esercizi, ottenere motivazione ed essere spronati da un operatore esperto e qualificato. Il dimagrimento, il rassodamento, il trattamento della cellulite, il miglioramento della postura, il recupero funzionale post-traumatico, la ricerca di una buona forma fisica o il miglioramento prestazionale nello sport, sono tutti obbiettivi raggiungibili da chiunque, ma solo se si è costanti, determinati e si segue un metodo giusto e appropriato. Lo svolgimento regolare di attività fisica inoltre è consigliato anche da medici e dietologi come prevenzione verso alcune patologie o per il controllo di esse o semplicemente per migliorare l’efficienza fisica. Il luogo dove potersi allenare: in palestra, all’aperto, a casa propria…ma con costanza e metodo, questi sono i fattori determinanti. Non dimentichiamo l’ importanza di un’ alimentazione sana ed equilibrata, calcolata anche in base allo stato di forma in cui ci troviamo e a quello che ci siamo prefissati di raggiungere.

testo di: Mirko Cantone 81


L I F E S T Y L E

I consigli del Personal Trainer

...“Ci si rivolge ad un’ allenatore privato anche per ottimizzare gli esercizi, ottenere motivazione ed essere spronati da un operatore esperto e qualificato.” Per prima cosa bisogna stabilire quali sono gli obiettivi da raggiungere. E’ necessario fare un buon riscaldamento generale prima di iniziare la seduta d’allenamento soprattutto per chi non è abituato a fare sport regolarmente. Se si punta sulla corsa iniziare con 20 min. (per i meno allenati anche 10 min.), per poi incrementare progressivamente, fino ad arrivare a 45-60 min. a ritmo costante con una frequenza cardiaca che non superi il 75% della vostra frequenza cardiaca massima (220 – età x 75% ). Oltre alla corsa vanno bene anche una passeggiata in bici o una nuotata, l’importante che siano fatte con regolarità.

Se invece si vuole tonificare e modellare, meglio preferire l’utilizzo di macchine o manubri o solo esercizi a corpo libero accompagnati da un programma studiato e mirato. La dieta mediterranea è sempre la migliore, ma nel caso in cui si voglia perdere peso velocemente può essere utile seguire, per periodi non troppo lunghi, una dieta Low Carb (a basso contenuto di carboidrati). Un buon risultato può essere ottenuto anche eliminando i carboidrati la notte, sostituiti da carne, pesce, insalata e contorni vari, il tutto condito in modo molto semplice e senza sale. Resta sottinteso che i fritti, soffritti, e i dolci sono banditi dalla dieta.. 82


Losing weight, firming, cellulite treatment, improvement of bearing, recovery after a trauma, research of good physical form, improvement of sporting abilities, are all reachable objectives for anybody, but only if constant and decisive, having a good method. Doctors and dieticians advice a regular course of activity too, as prevention of some pathologies or to take control or simply to improve the physical efficacy. Right places to training: gyms, open air, own house... but with constancy and a method, these are the most important things. We don’t have to forget the importance of a right nutrition, sane and balanced, act on the present form and that one we’d like to reach.

... “You ask to a personal trainer to optimize exercises, have motivations and to be spured from a qualified expert.” Once the personal trainer was a status symbol of rich and famous persons and origins of this activity were born with beginnning of fitness and training focused on right weight. But now situation has changed. The personal trainer is a professional figure with a great experience and preparation in motor activities, physiology, food science and posturology. Thanks to these aspects he can help persons with motor activity most correct for them, planning and personalizing training on them physical characteristcs and objectives, following them step by step, with a course that aims to the best form and the maximum psyco-physic balance. The choice to be guided by a professionist, who studies and prepares a path focused on needs of every single case, it has grown a phenomenon very common and diffused. Everyday you see people in gyms working with their own trainer. It’s no more a trend, it’s a real demand imposed by will to feel good, in every aspect. Every individual has different demands with different objectives, but you ask to a personal trainer to optimize exercises, have motivations and to be spured from a qualified expert. 83


L I F E S T Y L E

Training with a Personal Trainer: First of all you have to decide objectives. It’s necessary have a good general warm-up before starting the session, especially for those who doesn’t do usually sport. If you want to run you have to begin with 20 minutes (for less trained 10 minutes are better), to increase then slowly, till 45-60 minutes with a constant rhythm and a cardiac frequency not higher than 75% of your maximum cardiac frequency (220 – age x 75%). Further than race it’s good a walk by bike or have a swim, the important thing is to be regular. If you want to tone up and building, it’s better to prefer use of machines and tools, or simple exercises with a studied and focused program. Mediterranean diet is always the best, but in the case you want to lose weight quickly it could be advantageous, for not too long periods, a Low Carb diet (with a low percentage of carbohydrates). A good result could be reached also eliminating carbohydrates during the night, eating meal, fish, salad and other vegetables, all dressed lighty and without salt. Clearly fried and sweets are off limits!

BIO MIRKO CANTONE Diploma di: allenatore di Physical Fitness & Body Building Certificazione internaz. ISSA come: Personal Trainer Masters in: Nutrizione sportiva - Riabilitazione funzionale in palestra - Retrazioni e tensioni muscolari - Cellulite, prevenirla e combatterla con alimentazione ed allenamento etc. Programmi specifici per:

Fitness & Cardio-fitness - Fitness posturale Dimagrimento, rassodamento e tonificazione preparazione atletica - consulenze nutrizionali consulenze tecniche - body building

84


Diploma of: Physical Fitness & Body Building Trainer International certification ISSA as Personal Trainer Masters in sporting nutrition, functional recovery in gym, muscles tensions, how to prevent and fight the cellulite with a right nutrition and training. Specific programmes for: Fitness & Cardio-fitness - Postural Fitness Losing weight, firming, and toning up Athletic training - Nutritional and technical advices Body building

www.mirkocantone.it - info@mirkocantone.it

85


L I F E S T Y L E

Situato in posizione strategica, tra il centro città e l’aeroporto internazionale di Cagliari Elmas l’Holiday Inn Cagliari garantisce ai propri ospiti, sia viaggiatori d’affari che clienti leisure, un soggiorno di qualità. L’albergo, inaugurato alla fine del 2005, offre 92 camere arredate in stile moderno e raffinato, dotate di comfort e tecnologie avanzate. Per gli ospiti più esigenti, l’Holiday Inn Cagliari mette a disposizione l’Executive Floor, un intero piano con 23 ampie camere dotate di stirapantaloni, set per la preparazione di bevande calde, linea cortesia in bagno, con prodotti per il benessere del corpo, accappatoio, ciabattine e room service incluso. Tutte le camere dell’hotel dispongono di “angolo business” con scrivania, telefono e collegamento Internet ad alta velocità, con connessione via cavo messo a disposizione dall’hotel. E’ possibile inoltre accedere ad Internet da tutte le zone comuni dell’hotel grazie alla tecnologia Wi-Fi. Per il relax dei propri ospiti l’Holiday Inn Cagliari dispone di un attrezzatissimo centro fitness con sauna e bagno turco. La piscina all’aperto ed il solarium completano l’offerta wellness.

Holiday Inn Cagliari: il piacere di sentirsi a casa Holiday Inn Meetings Network Chi organizza riunioni di lavoro o convegni, da 10 a 400 persone, può affidarsi allo Staff qualificato dell’hotel in grado di proporre pacchetti personalizzati, sicuro di trovare strutture e tecnologie d’altissimo livello. Ristorante “Vecchia Darsena” E’ il punto di riferimento e ritrovo per gli ospiti abituali dell’hotel che apprezzano con entusiasmo la nuova linea ristorativa impostata dallo Chef Executive Piero Paiano, volta alla valorizzazione dei prodotti del territorio sardo e dei profumi della cucina mediterranea. L’offerta prevede una ricca colazione a buffet la mattina, in perfetto stile Holiday Inn, un menù a la carte per pranzi leggeri e bilanciati e una gran carte per cene a degustazione. Il ristorante è reso ancora più accogliente con un’ala tutta nuova con vista sulla piscina in grado di ospitare buffet, banchetti e ricevimenti per gruppi di piccole o grandi dimensioni, adattandosi perfettamente alle esigenze congressuali. L’American Bar “Le Saline” completa l’offerta accompagnando gli ospiti durante tutta la giornata:dalla pausa caffè mattutina al digestivo del dopocena.


Holiday Inn Meeting Network Even the most experienced meeting planning professional can trust the qualified staff of the hotel, who is able to suggest tailor made packages for events from 10 up to 400 people together with high professional technologies to assure the success of the event.

Holiday Inn Cagliari: the pleasure to feel at home. Holiday Inn Cagliari is conveniently located between the city centre and the international airport of Cagliari Elmas and it is the perfect point of reference for business stay, meetings or leisure breaks. Officially opened at the end of 2005, the hotel has 92 bedrooms and features a modern style with attention to details and a personalized service that make its guests to feel at home at any time. Fore the most demanding guests the Holiday Inn Cagliari offers 23 Executive rooms located on the top floor of the hotel. Guests in Executive rooms enjoy all privileges of the Executive Floor including complimentary room service, bathrobe and slippers, amenities, trousers press and coffee & tea set. Each room of the hotel has a “business corner” with Hi-speed Internet connection and cable already included, while WI-FI Internet connection is available in all public areas and in the conference rooms.

“Vecchia Darsena” Restaurant The hotel restaurant “Vecchia Darsena” features warm and casual atmosphere and it is really appreciated by its old and new guests who love the international and regional delicacies proposed by the Executive Chef Piero Paiano. The restaurant offers a great buffet breakfast in the morning in the perfect Holiday Inn style, an a la carte menu at lunch time and the Grand carte for dinner. A new area overlooking the pool lets the restaurant be the ideal place for buffet lunches and cocktail receptions. “Le Saline” American Bar located in the lobby accompanies guest all day long: from the morning coffee break to the after dinner liqueur.

For the relax of its guest the Holiday Inn Cagliari offers a well equipped fitness centre with sauna & steam bath. An open air pool and a solarium complete the leisure facilities.

Holiday Inn Cagliari Viale Umberto Ticca, 1 – 09122 Cagliari Telefono: +39-070-5379 – Fax: +39-070-2110401 E-mail: info@hicagliari.com – Url: www.hicagliari.com 87


O U T D O O R

Kitesurfing: between wind and sea


Kitesurf: tra vento e mare


O U T D O O R Testo: Alessandro Ferro

Nata nel 1998, questa disciplina sportiva conta oltre tre milioni di praticanti nella sola Europa Scopriamone i segreti con Alessandro Ferro, maestro FKI, del Porto Botte Kitesurf Club. Il kitesurf rappresenta oggi la nuova frontiera nel mondo degli sport con la tavola a vela. E’ una felice sintesi di tre sport molto diffusi: windsurf, snowboard e parapendio. La tavola è simile a uno snowboard, la vela è un aquilone (o ala) da trazione. Il rider, sfruttando la trazione che il vento esercita sull’ala, plana con la tavola sull’acqua e compie delle spettacolari evoluzioni nell’aria. La sua rapida diffusione è dovuta a molteplici fattori: la relativa facilità di apprendimento della tecnica di base, l’estrema spettacolarità e la possibilità di praticarlo anche con venti considerati deboli. Per il kitesurf è infatti sufficiente una velocità del vento superiore ai 12 nodi, una soglia facilmente riscontrabile sulle coste sarde in molti giorni dell’anno.

Kitesurf: come funziona Per praticarlo occorrono: una tavola, un aquilone (kite), boma e set di cavi, trapezio. Il boma è il volante ed acceleratore del kite, ed è collegato a quest’ultimo tramite quattro cavi in dynema prestirato, una fibra molto resistente che viene dal paracadutismo. Il trapezio è un imbracatura con cui leghiamo il kite al nostro corpo. Per veleggiare il kiter muove il kite in aria descrivendo una sinusoide nella direzione in cui si vuole andare. Le dimensioni delle vele e delle tavole usate sono molto variabili e dipendono sia dalle condizioni 90


meteo che dal peso del kiter. Con vento leggero si usano vele e tavole più grandi di quelle che si usano con venti più forti. Generalmente nell’armadio del buon kiter ci sono due kite uno per vento forte l’altro per vento leggero, una tavola, 2 mute una invernale e una estiva, un trapezio.

Il corso Per quanto sia uno sport affascinante e di facile apprendimento, il kitesurf è uno sport estremamente pericoloso. Consigliabile quindi frequentare un corso in una delle tante scuole FKI .

Il corso serve ad impadronirsi delle nozioni di base per controllare la vela e soprattutto per non essere pericolosi né per sé né per gli altri. Il corso dura 6-8 ore, con un costo medio circa € 200/300 e comprende l’uso dell’attrezzatura, la tessera FKI e l’assicurazione. Si articola in tre fasi: teoria ed utilizzo a terra di un piccolo aquilone (2 mq) body drag: si va in acqua senza tavola e si prende confidenza con aquilone più grande (7-9 mq) uso la tavola Normalmente dopo una stagione si è in grado di planare e occorre poco di più per mantenere una corretta andatura di bolina (perpendicolare al vento), in modo da riuscire a tornare sempre al punto


O U T D O O R di partenza. Dopodichè risulta una naturale evoluzione provare salti e manovre via via più complesse e spettacolari.

Kitesurf & turismo in Sardegna Oggi un numero sempre maggiore di turisti ricerca fra le offerte del mercato non solo prodotti di qualità ma soprattutto interessi e motivi per decidere di trascorrere in un determinato luogo le proprie vacanze. I nostri inviti a trascorrere le vacanze in Sardegna si basano quasi esclusivamente sulla bellezza del mare e dei litorali. Questo però non basta più, o meglio non ci consente di intercettare i nuovi turisti, giovani e curiosi, in cerca di emozioni, che frazionano le loro vacanze in diversi periodi, non necessariamente in estate. E’ necessario sviluppare in Sardegna il turismo sportivo, attrezzare il nostro territorio in modo da consentire al turista di praticare il suo sport preferito o un nuovo sport: trekking, arrampicata sportiva, canoa, vela e, in particolare, il kitesurf, che ha una forte presa sui giovani e non è legato al periodo estivo e al bel tempo. Porto Botte e le zone limitrofe hanno tutti i requisiti per diventare la principale meta del turismo del kitesurf in Sardegna.

Dati di affluenza turistica a porto botte estate 2008: - nelle giornate ventose, circa 20 kiters con punte di 50-60 kiters al giorno nei mesi di luglio/agosto. - presenze registrate dall’agenzia immobiliare CaseSardegna1 nella stagione 2008: 700 -provenineza turisti kitesurf: Italia, Germania, Svizzera, Austria, Svezia, Inghilterra, Repubblica Ceca, Russia, Francia.

Kitesurf spots nel Sulcis In queste aree è possibile praticare il kitesurf ad esclusione del periodo dal 1 Maggio al 30 Settembre. Durante questo periodo l’unica area autorizzata è quella Porto Botte gestita dalla ASD Porto Botte Kitesurf Club Isola di S.Antioco: Coequaddus, Spiaggia Grande e Spiaggia Salina Isola di S.Pietro: spiaggia del Giunco, scogliera della Tonnara Gonnesa: Funtanamare Buggerru: S.Nicoloò Masainas-Giba: Is Solinas, Porto Botte Sant’Anna Arresi: Porto Pino – zona dune Portoscuso: Punta s’Aliga e Portovesme *Alessandro Ferro: Maestro primo livello FKI, www.kitesurfsardegna.it


Text: Alessandro Ferro

It was born in 1998, this sporting discipline has more of 3 milions of praticants, only in Europe.

Let’s discover its secrets with Alessandro Ferro,FKi teacher in the Kitesurf Club of Porto Botte.

Kitesurf represents today the new frontier in the world of sailing sports with boards. It’s a nice synthesis among three widespreads sports: windsurf, snowboard and paragliding. The board is similar to a snowboard one, the sail is like a traction kite (or wing). The rider, taking advantage of the wind on the wing, glides with the board on the water, making spectacular evolutions in the air. Its fast diffusion is due to many reasons: the relative easy learning of basis of technique, the extremely acrobatic actions and the chance to do it with weak winds too. Infact for kitesurf it’s enough a wind speed higher than 12 knots, an easily reachable threshold on the sardinian coasts in many days of the year.

Kitesurf: how it works It needs: a board, a kite, a boom and a set of cables, and a trapeze. The boom is the wheel and the accelerator of kite, and it’s connected to this one with four cables made of low stretch Dyneema, a very strong fiber coming from parachuting. The trapeze is a sling which ties together kite and body. To sailing the kiter moves the kite in the air, writing a sinusoid in the direction he wants to go. Dimensions of sails and boards used are very variable and depend on weather conditions and to the kiter 93


O U T D O O R weight. With a light wind, sails and boards used are bigger than those used with a stronger wind. Generally a good kiter has two kites, one for a strong wind and one for a light one, a board, two diving suits, one wintry and one for summery, a trapeze.

The course Even if it’s a fashinating and easy learning sport, kitesurf is an extremely dangerous sport. It’s better to attend a course in one of the various FKI school. The course is used to learn basis notions to control the sail and to be less dangerous for us and others. The course takes 6-8 hours, it costs 200/300 € more or less and it consists of the equipment use, the FKI card and the insurance. There are three stages: theory and use of a little kite (2 square feet), piloting body dragging: on water without a board, using a larger kite (7-9 square feet) board using

Normally after a season you are able to glide and shortly afterwards to keep a bowline (perpendiculare to the wind) in the right way, able to come back to the starting point. Whereupon it’s natural to try more difficult and acrobatic evolutions, jumpings and movements.

Kitesurf and tourism in Sardinia Nowadays a still larger number of persons is in search of not only good products but especially reasons and interests to decide to have holidays in a place. Our invitations to have holiday in Sardinia are based only on the beautiful sea and beaches. This is not enough, it’s not an advantage to intercept new tourists, young and curious, in search of emotions, who have holiday in different periods of the year, not only in the summer. It’s necessary to create in Sardinia a sporting tourism, to equip our territory so that tourists could practice their favourite sports, or a new sport. For example


trekking, free climbing, canoe, sailing and especially kitesurfing, which likes to youngs and it’s not necessary related to the summer season and good weather. Porto Botte and near places have all the qualifications to become the first destination of kitesurfing tourism in Sardinia. Numbers about summer 2008 in Porto Botte: in windy days, from 20 kiters to 50-60 daily in July and August 700 presences registered in summer 2008 in the real estate agency called CaseSardegna origin places of kitesurfing tourists: Italy, Germany, Switzerland, Austria, Sweden, England, Czech Republic, Russia and France. Kitesurf in Sulcis area

In these zones it’s not possible to practice kitesurf only from 1st May to 30th September. In this period the only authorized zone is placed in Porto Botte, managed by the ASD Porto Botte Kitesurf Club. Isola di S.Antioco: Coequaddus, Spiaggia Grande and Spiaggia Salina Isola di S.Pietro: beach of Giunco, cliff of the Tonnara Gonnesa: Funtanamare Buggerru: S.Nicoloò Masainas-Giba: Is Solinas, Porto Botte Sant’Anna Arresi: Porto Pino – dunes zone Portoscuso: Punta s’Aliga and Portovesme *Alessandro Ferro: First level teacher FKI, www.kitesurfsardegna.it


O U T D O O R

Sardegna Legend Rally 2008


O U T D O O R

Appuntamento enduristico da segnare in agenda Foto: Bike Village

Percorso

E’ in arrivo un’occasione di puro divertimento per gli appassionati del genere. Parliamo del Sardegna Legend Rally, evento che si terrà dal 24 al 26 ottobre.

1° tappa venerdì 24 ottobre 2008 S.Teodoro-Castelsardo Partenza ore 09.00 da Cala D’ambra (S.Teodoro) ed arrivo a Castelsardo. Punto di ristoro a metà tappa, autonomia km 80 circa.

Seconda edizione di quello che fu il Sardegna Adventure Rally nel 2007, cambia il nome ma non la formula. Si tratta di una manifestazione turisticoamatoriale, caratterizzata dall’assenza di tabelle di marcia o cronometri. Privilegio unico in “dote” il road book, quell’importante rotolino di carta sul quale sono rappresentati in pianta i bivi stradali con la direzione da seguire, oltre alle distanze ed altre informazioni. Il percorso si estende in tre tappe, ciascuna di circa 220 Km, che si sviluppano tra gli scenari incomparabili della parte settentrionale dell’isola, tra S.Teodoro e Castelsardo.

2° tappa sabato 25 ottobre 2008 Castelsardo-S.Teodoro Partenza ore 09.00 da Castelsardo ed arrivo a S.Teodoro, tappa di rientro completamente diversa di 230 km circa. Punto di ristorno di metà tappa.

3° tappa domenica 26 ottobre 2008 S.Teodoro-S.Teodoro

Nonostante non sia la competitività a farla da padrone, è previsto comunque un premio per il pilota amatoriale che risulterà più bravo, l’iscrizione gratuita al prossimo campionato del mondo Sardegna Rally Race worldchampionship 2009 Cross Country. Una grande opportunità per un dilettante di fare il salto di qualità, ambito da tanti, raggiunto da pochi.

Partenza ore 09.00 da Cala D’ambra: questa tappa sarà più breve (150 km circa) per consentire il rientro dei partecipanti in serata.

Unico limite imposto dall’organizzazione, la Bike Village di Antonello Chiara, il numero di partecipanti, 120. Questo per consentire al meglio l’allestimento di tutti gli aspetti legati alla sicurezza. Difficile non farsi tentare dall’idea di poter trascorrere 3 giorni off-road all’insegna dell’avventura. Niente brivido dell’estremo, bensì tanta voglia di divertirsi in tutta tranquillità, godendo delle bellezze naturali che solo questa terra ci può regalare. 98


Info Quota di partecipazione: 300â‚Ź Cosa serve: tessera FMI e licenza turistica rilasciata dal MotoClub di appartenenza Per saperne di piĂš: www.bikevillage.it e-mail: info@bikevillage.it


O U T D O O R

Enduro appointment to mark in your diary Photos: Bike Village

An opportunity of pure enjoyment is coming for passionates. Let’s talk about the Sardegna Legend Rally, held from the 24th to the 26th of October. Second edition of what was called Sardegna Adventure Rally, the name changes but not the formula. It’s a tourist happening for amateurs, characterized by the absence of timetable or chronometers. Unique privilege is the road book, that small roll of paper that contains the map of forks with directions, distances and other informations. Route extends in three stages (everyone long 220 Km), that develop among beautiful sceneries of north Sardinia, between S.Teodoro and Castelsardo. Even if competitivity is not the principal subject, it has considered a premium for the best driver, a free subscription to the next worldchampionship Sardegna Rally Race 2009 Cross Country. A great opportunity to go over amateurs events. The only limit imposed by the organization, Antonello Chiara’s Bike Village, is the number of participants, 120. In this way it’s better organize all the aspects related to security. It’s hard not been tempted by the idea to live three days off-road of adventure. Not an extreme thrill, but a great wish to enjoy yourself in calm, enjoying of the natural beauties that only this land has.

100


Route 1° stage – friday 24th of October 2008 S.Teodoro-Castelsardo

Start at 09.00 am from Cala D’ambra (S.Teodoro) and arrive to Castelsardo. Refreshment break at half stage, autonomy of about 80 Km

2° stage – saturday 25th of October 2008 Castelsardo-S.Teodoro

Start at 09.00 am from Castelsardo and arrive to S.Teodoro, fully different return , about 230 km. Refreshment break at half stage

3° stage – sunday 26th of October 2008 S.Teodoro-S.Teodoro

Start at 09.00 am from Cala D’ambra: this stage is shorter (about 150 km) to allow the participants comeback within the evening

Info Enrolment fee: 300€ What you need: tessera FMI e licenza turistica rilasciata dal MotoClub di appartenenza More info: www.bikevillage.it e-mail: info@bikevillage.it


O U T D O O R

Coast to Coast: da Olbia a Pula in bicicletta


Coast to Coast: from Olbia to Pula by bike


O U T D O O R

Con il team di Karalis Reisen, tour operator tedesco con base a Villa San Pietro, partiamo per un fantastico viaggio in bici da Olbia a Pula. E’ stata un’esperienza indimenticabile: faticosa ma ricca di emozioni. Sicuramente un modo diverso di scoprire la Sardegna e le sue bellezze. La Sardegna, grazie ad una rete stradale poco trafficata, alla bassa densità di popolazione e alla natura incontaminata è il posto ideale per il cicloturismo. Percorrendo l’Isola da nord a sud si ha la possibilità di scoprire angoli suggestivi, panorami mozzafiato, visitare siti archeologici fuori dalle solite rotte turistiche. Con la propria bicicletta, o con quella fornita da Karalis Reisen partiamo insieme per un tour che ci farà attraversare l’Isola da Olbia a Pula. Per godersi al meglio quest’avventura è necessario possedere una buona condizione fisica per poter affrontare, senza brutte sorprese, le salite, anche piuttosto ripide, che si presenteranno durante il tour.


Olbia – Arzachena, 33 km, + 389 m / - 392 m                         Si parte tutti insieme da Olbia e si percorre la strada provinciale per Arzachena, dove si pernotta in agriturismo.

Arzachena - Santa Teresa di Gallura, 41 km, + 387 m / - 479 m La prima tappa ci porta nel Golfo di Arzachena, poco lontani dalla dorata Costa Smeralda. Si procede poi per Palau e Santa Teresa di Gallura, punto d’arrivo della giornata. Siamo a pochi chilomentri da Capo Testa, il punto più a nord della Sardegna.

Santa Teresa di Gallura - Castelsardo, 70 km          Meta della giornata: Castelsardo. Sul nostro percorso Portbello di Gallura e la Costa Paradiso, con le sue meravigliose spiagge.

Castelsardo - Alghero, 90 km, + 525 m / - 545 m                      Da Castelsardo prendiamo la strada costiera che ci conduce a Porto Torres. Da qui ci dirigiamo verso l’interno, lungo strade che portano alle vecchie miniere di Argentiera. In breve tempo raggiungiamo Alghero.

Alghero - Bosa, ca. 43 km ,+/- 755 m                                             Di mattina lasciamo le bici e visitiamo le Grotte di Nettuno. Dopo un abbondante spuntino ci mettiamo in viaggio sulla “Panoramica” da Alghero a Bosa, sicuramente una delle più belle strade panoramiche in Sardegna. Arriviamo a Bosa, stanchi ma felici.

Bosa - Ula Tirso, 74 km, + 1100 m / - 770 m Lasciamo la costa e ci dirigiamo verso l’interno. Dobbiamo raggiungere Santulussurgiu a 540m slm. Si sale ancora verso Paulilatino. Attraversiamo un uliveto, lasciandoci la SS131 alle spalle e costeggiamo il Lago Omodeo. Raggiungiamo la sponda opposta del lago e imbocchiamo un sentiero che conduce ad Ula Tirso, la nostra tappa per questa giornata.


O U T D O O R

Ula Tirso - Barumini, 70 km                                                    Oggi percorriamo una bellissima strada provinciale che ci porta, attraversando pittoreschi paesini, verso la pianura di Barumini. Qui visitiamo il complesso nuragico “Su Nuraxi”.

Barumini - Arbus, 72 km                                                          Il percorso di questa giornata ci conduce da Barumini a Mogoro. Attraversiamo il Campidano incrociando la strada statale verso Cagliari e giungiamo, dopo Pabillonis, a Guspini. Dietro Guspini troviamo di nuovo le colline, raggiungiamo Arbus, dove passiamo la notte.

Arbus – Nebida, 72 km                                                                   Oggi ci aspetta una tappa faticosa. Da Arbus la strada in salita ci porta a Punta Buderi (a 462 m slm), e poi giù in discesa verso Buggeru. Se il tempo si mantiene buono potremmo fare una pausa nella bellissima Cala Domestica, riposarci e affrontare le salite discese che ci porteranno a Nebida.

Nebida – Calasetta, 57 km                                                          Lasciamo Nebida e proseguiamo ancora verso sud, verso la città di Iglesias, ex centro minerario, e attraverso una strada secondaria e molto suggestiva raggiungiamo Porto Vesme. Prendiamo il traghetto e arriviamo nell’Isola di San Pietro. Visitiamo il faro a Spalmatore e torniamo indietro verso il paese di Carloforte. Riprendiamo il traghetto e raggiungiamo l’Isola di Sant’Antioco.

Calasetta- giorno libero                                                                    Oggi ci riposiamo, andiamo al mare e visitiamo il paese di Sant’ Antioco, con i suoi resti archeologici.

Calasetta – Teulada, ca. 60 km                                                           Lasciamo Calasetta e l’Isola Sant’Antioco. A Tratalias visitiamo la chiesetta romanica di Santa Maria, costeggiamo il Lago di Monte Pranu fino a Giba e alle prime colline del Sulcis, verso Teulada.

Teulada – Pula, ca. 51 km                                                                   Pedaliamo nella Costa del Sud, con le sue spiagge sabbiose e meravigliose calette. Superiamo Capo Malfatano, raggiungiamo Pula, l’antica città romana e qui termina il nostro viaggio.


Intervista

Kerstin Freese-Rönnbeck, imprenditrice tedesca, vive prevalentemente a Villa San Pietro ed ha fatto della passione per la Sardegna il suo lavoro. Kerstin quando ti sei innamorata della nostra Isola? Nel 1990, quando sono stata a Decimomannu, con mio marito, pilota per l’aeronautica tedesca. Abbiamo vissuto per 4 anni a Margine Rosso e abbiamo fatto molte escursioni sull’Isola. Il nostro sogno era sempre quello di ritornare, non appena possibile. E nel 2002 il sogno è diventato realtà ! Come è nata l’idea della KARALIS Reisen?

A cosa non ti abituerai mai della vita in Sardegna? Cosa ti manca della Germania? Per me è strano che i sardi pensino sempre e solo al mare, mare, mare… e molti non vedono la bellezza e il potenziale delle parti interne della Sardegna. Qualche volta mi mancano i boschi tedeschi, verdissimi. In inverno mi mancano le case calde e ben riscaldate!

A noi piace molto l’interno della Sardegna, le montagne, i fiumi, la natura. Nel Sulcis poi, ci sono tante escursioni da fare e tanti itinerari interessanti da scoprire. Così è nata l’idea di far vedere anche ad altri tedeschi la bellezza della Sardegna: non solo le spiagge ma anche le montagne, gli agriturismo, la gente sarda, la buona cucina etc. Cosa cercano i tuoi clienti tedeschi nella nostra Isola? Cosa li affascina di più? Credo che sia la natura. Qui si trovano posti bellissimi, senza molta gente. Le montagne nel Gennargentu, per esempio sono stupende. Le strade e gli itinerari dell’interno sono poco battuti e così è un piacere percorrerli. In Germania, invece, c’è molto traffico ovunque! Quale tra i Vostri tour riscuote maggior successo? Quello con la bici che va da Olbia a Pula. Si impiegano due settimane e si vedono tutte le varie parti della Sardegna, sostando ogni sera in un posto diverso, in agriturismo o albergo. I nostri clienti amano la varietà della natura: spiagge, boschi, montagne, flora e fauna. Vengono anche molti turisti con la propria moto ai quali noi forniamo un programma, prepariamo un roadbook con tutte le informazioni e facciamo anche le prenotazioni per i pernottamenti. 107

Biografia: nata a: Berlino il 4.5.1959 professione: dottoressa di storia dell’arte e etnologia, vive prevalentemente in Sardegna dal 2002. Bio: Born in Berlin the 4th May 1959 Professor of art history and ethnology She lives predominantly in Sardinia since 2002.


O U T D O O R

KARALIS Reisen GmbH Kelzenberger Straße 2 41363 Jüchen www.karalis-reisen.de Tel: 0049.2165.879919 (Germania) Tel: 0039.070.907435 (Villa San Pietro)


Interview Kerstin Freese-Rönnbeck, german manager, lives predominantly in Villa San Pietro and makes of her passion for Sardinia her work. Kerstin when did you fall in love with our isle? In 1990, when I have been in Decimomannu with my husband, pilot in german aeronautics. We lived in Margine Rosso 4 years and we made many excursions in the isle. Our dream was to come back, as soon as possible. And in 2002 our dream came reality! How was born the KARALIS Reisen idea? We like very much the outback of Sardinia, mountains, rivers, nature. Then in Sulcis there are many excursions to do and many interesting uncharted routes. So we had the idea to show around to other germans the beauty of Sardinia, not only beaches but also mountains, farm holidays, Sardinian people, good food.,etc. What do your german clients look for? What do they attracted much more? I think it’s nature. Here you can find beautiful places with not too many persons. Mountains in Gennargentu, for example, are wonderful. Roads and routes inside are not very frequented, so it’s a pleasure walk in. In German instead there is traffic everywhere! Which one of your tours likes much more? That one with bike from Olbia to Pula. It takes two weeks and you can see every part of Sardinia, stopping every evening in a different place, in farms or hotels. Our clients love variety of nature: beaches, woods, mountains, flora and fauna. Many tourists come with their moto and we give them a plan, we prepare a roadbook with informations and we book to stay overnight. What don’t you get used to in Sardinia? What do you miss of Germany? In my opinion it’s strange that sardinian people think always to the sea, sea, sea… and many don’t see the beauty and the potential of the internal parts of Sardinia. Sometimes I miss german woods, so green. In the winter I miss hot and well- heated houses! 109


O U T D O O R

Olbia – Arzachena, 33 km, + 389 m / - 392 m

                        We’ll leave together from Olbia and will go all over the main road to Arzachena, where you’ll overnight in a farm.

Arzachena - Santa Teresa di Gallura, 41 km, + 387 m / - 479 m

First stage will be in the Golfo of Arzachena, not too far from the gold Costa Smeralda. Then you’ll go to Palau and Santa Teresa of Gallura, arrival point of the day. We’ll be near to Capo Testa, northest point of Sardinia.

Santa Teresa di Gallura - Castelsardo, 70 km         

Destination of the day will be Castelsardo. On our route we’ll find Portbello of Gallura and Costa Paradiso, with its beautiful beaches.

With Karalis Reisen team, german tour operator with headquarters in Villa San Pietro, let’s leave for a fantastic trip by bike from Olbia to Pula. It’s been a unforgetable experience: hard but rich of emotions. Surely a different way to know Sardinia and its beauties.

Castelsardo Porto Torres Sassari Alghero

Castelsardo - Alghero, 90 km, + 525 m / - 545 m                      

From Castelsardo we’ll take the coast road to Porto Torres. From here we’ll go inside, through routes that go to the old mines of Argentiera. Soon we’ll reach Alghero.

Bosa

Alghero - Bosa, ca. 43 km ,+/- 755 m                                             In the morning we’ll leave bikes to visit the Neptune’s caves. After a great break we’ll take the “Panoramic one” from Alghero to Bosa, surely one of the best panoramic roads in Sardinia. We’ll arrive to Bosa, tired but happy.

Oristano

Arbus

Bosa - Ula Tirso, 74 km, + 1100 m / - 770 m

We’ll leave the coast and go inside. We’ll reach Santulussurgiu, 540m high. We’ll go up to Paulilatino. We’ll go through an olive tree grove, leaving the SS131 road behind us and close to the Omodeo Lake. We’ll reach the opposite shore and we’ll take a path that goes to Ula Tirso, our destination point of the day.

Sant’Antioco

Teulada


Sardinia,thanks to a not too much crowded road network, to the low population density and its uncharted nature, is the ideal place for cycletourism. Going all over the isle from north to south you have the possibility to discover suggestive corners, breathtaking panoramas, to visit archeological places outside tha common touristic routes. With own bike, or with that one given by Karalis Reisen let’s leave together for a tour that will across the isle from Olbia to Pula. To enjoy most this adventure it’s better to have a good physical condition to face, without bad surprises, steep climbs that you will find on the tour.

Santa Tesera

Olbia

Ula Tirso - Barumini, 70 km                                                    Today we’ll go through a beautful main road that goes to Barumini, through picturesque villages. Here we’ll visit the nuragic complex called Su Nuraxi. Barumini - Arbus, 72 km                                                           Today we’ll go to Mogoro, from Barumini. We’ll across the Campidano, crossing the main road to Cagliari and we’ll reach Guspini, after Pabillonis. Behind Guspini we’ll find hills and we’ll reach Arbus, where we’ll overnight. Arbus – Nebida, 72 km                                                                    Today will be an hard day. From Arbus the uphill road goes to Punta Buderi (462m high) and then down to Buggerru. If weather will be good we could have a break in the beautiful Cala Domestica, have relax to face roads to Nebida. Nebida – Calasetta, 57 km

                                                         We’ll leave Nebida and go to south, to Iglesias, old mine center, and through a secondary but suggestive road we’ll arrive to Porto Vesme. We’ll take the ferry and arrive in the Isle of San Pietro. We’ll visit the lighthouse of Spalmatore and come back to Carloforte. We’ll the ferry back and reach the isle.

Nuoro

Arbatax

Barumini

Cagliari

Pula

Calasetta- giorno libero                                                                    Today relax. We’ll go to the beach and visit S.Antioco, with its archeologic rests. Calasetta – Teulada, ca. 60 km

                                                          We’ll leave Calasetta and the isle of S.Antioco. In Tratalias we’ll visit the romanic church of Santa Maria, we’ll close to the Monte Oranu Lake to Giba and first hills of Sulcis, to Teulada.

Teulada – Pula, ca. 51 km                                                                   We’ll bike in the South Coast, with its sandy beaches and wonderful bays. We’ll go over Capo Malfatano, reach Pula, the old roman ctown and here our trip will finish.


P O R T R A I T

Divina Dita

Conosciamo insieme la splendida e sensuale artista americana


Let’s know together the wonderful and sensual american artist


P O R T R A I T

Dita von Teese E’ lei la regina indiscussa del Burlesque, musa di stilisti e icona del vintage di classe. Dita von Teese inizia la sua carriera artistica come ballerina di danza classica. Frequenta l’università ad Irvine e partecipa a corsi di costumista di scena. La passione per gli anni ‘40 e ‘50 del ventesimo secolo diventa sempre più grande. A diciotto anni inizia a lavorare come stripper in un club. Annoiata dalla mancanza di originalità delle esibizioni, Dita crea per sè un personaggio ispirato alle dive di Hollywood dei tempi d’oro: acconciatura ad alveare, guanti neri fino al gomito, calze con la riga. Il successo tra la clientela del club è enorme. In questo periodo Dita intraprende anche la carriera di modella. Appare sulle copertine di magazine fetish come Bizzarre e Marquis e su Playboy nel 1999, 2001 e 2002.

Cinema Il cinema non resta indifferente al fascino di Dita von Teese. Le vengono offerte parti in diversi film tra i quali The death of Sarvador Dalì di Delaney Bishop, che le porta anche il riconoscimento come miglior attrice al Beverly Hills Film Festival. Innumerevoli sono poi le sue apparizioni in video musicali, per i Green Day in “Redudant”, per Royal Crown Revue e Agent Provocateur. Durante il live tour 2008 di George Michael, Dita von Teese si esibisce in un seducente show sulle note di “Feelin’ good”.

114


Moda Col suo look retro e sofisticato, Dita von Teese ha conquistato il proprio posto nelle top list delle donne meglio vestite al mondo. L’abbiamo vista sfilare in passerella per stilisti come Giambattista Valli a Parigi nel 2005, per Moschino Cheap & Chic a Milano nel 2006. Nel 2007 appare per due volte nelle sfilate parigine di Jean Paul Gautier. E’ testimonial della campagna primavera/estate 2005 di Vivine Westwood e per MAC Cosmetics. La Wonderbra le ha offerto di creare una linea con suo nome, la collezione limited edition “Wonderbra by Dita Von Teese” che sarà nei negozi di tutta Europa a partire dal 23 settembre 2008.

Bio Nome: Heather Renée Sweet. Nata il 28 settembre 1972 a Rochester (Michigan, USA) Professione: Burlesque artist, modella, attrice e stilista di lingerie.

Burlesque E’ un genere di spettacolo che nasce nell’Inghilterra vittoriana ed in seguito arriva negli Stati Uniti dove riscuote un gran successo. Il genere è cresciuto grazie alla compagnia delle British Blondes di Lydia Thompson, a Little Egypt e alle produzioni dei fratelli Minsky. Celebri le favolose artiste che sapevano spogliarsi con sensualità ed ironia: Dixie Evans, Gipsy Rose Lee, Tempest Storm, Blaze Starr, Ann Corio, etc. Intorno al 1990 nasce il new-burlesque, da cui viene fatto derivare anche il dark cabaret. I nomi più famosi del panorama contemporaneo di questa forma artistica sono quelli di Miss Dirty Martini, Julie Atlas Muz, le Pontani Sisters, la compagnia Velvet Hammer, Cecilia Bravo e Dita Von Teese. Dopo la riscoperta all’interno dello showbiz statunitense, il burlesque si è diffuso anche in Australia e in diversi paesi d’Europa.

Le informazioni riportate sono tratte da Wikipedia.it


P O R T R A I T

Burlesque It’s a genre of show that was born in the victorian England and later on arrived in United States, where had a great success. The genre grew up thanks to the company of Lydia Thompson’s British Blondes, to Little Egypt and Minsky bros productions. Dixie Evans, Gipsy Rose Lee, Tempest Storm, Blaze starr, Ann Corio, etc. were the fabulous artist that could undress with sensuality and irony. In 1990 the new-burlesque was born, from wich derives the dark cabaret too. Most famous names of contemporary panorama of this kind of show are those like Miss Dirty Martini, Julie Atlas Muz, Sisters Pontani, Velvet Hammer company, Cecilia Bravo and Dita Von Teese. After the rediscovery in the american showbiz, the burlesque began to spread in Australia and in different european countries. Informations come from Wikipedia.it


P O R T R A I T


Dita von Teese

She is the absolute queen of Burlesque, stylists’s muse and icon of elegant vintage. Dita von Teese began her carrier as classical dancer. She attended the University in Irvine and took part to costumer courses. Her passion for 1940s and 1950s begins greater. Eighteen years old she bagan to work as stripper in a club. Boring by absence of originality of performances, Dita created for herself a personage inspired by Hollywood divas of golden ages: hairstyle like an hive, black gloves till the elbow, raw edge stockings. Success with the public of the club was enormous. In that period Dita began a model carrier too. She appeared on fetish cover magazines like Bizzarre and Marquis, and on Playboy in 1999, 2001, 2002.

Cinema Cinema doesn’t resist to the charm of Dita von Teese. Many participations have been offered to her, for example in the movie The Death of Salvador Dalì by Delaney Bishop, that made her win as best actress at the Beverly Hill Film Festival. Numerous contributes in musical videos, for Green Day in “Redudant”, for Royal Crown Revue and Agent Provocateur. During the George Michael’s live tour 2008, Dita von Teese shows in a sexy performance on the notes of “Feelin’ good”.

Fashion With her old-fashioned and sophisticated lookstyle, Dita von Teese conquer her position in the top list of best dressed women in the world. We have seen her in fashion shows by stylists like Giambattista Valli in Paris in 2005, Moschino Cheap & Chic in Milan in 2006. In 2007 she appeared twice in Jean Paul Gautier’s parisian fashion shows.She was the testimonial in the spring/ summer 2005 campaign of Viviane Westwood and for MAC Cosmetics. The Wonderbra offers her to create a fashion line with her name, the limited edition collection called “Wonderbra by Dita von Teese” that is in stores of all Europe from 23th September 2008.

BIO Name: Heather Renée Sweet - Born in 28th September 1972 in Rochester (Michigan, USA) Profession: Burlesque artist, model, actress and lingerie stylist.

119


S P O T L I G H T


46th New York Film Festival tra gli sponsor spunta la Regione Sardegna

sponsored by the Sardinia Region Tourism


S P O T L I G H T

46th New York Film Festival Foto: Film Society of Lincoln Center

Si svolgerà tra settembre e ottobre (26/9 – 12/10) l’annuale festival del cinema di New York. Appuntamento di primo piano nell’ambiente cinematografico, il festival presenta le nuove realizzazioni di talenti emergenti e già affermati artisti, oltre a numerose world premiere. Nessun premio o riconoscimento previsto, e nessuna categoria per i film presentati. La rassegna si è aperta quest’anno con la visione di The Class, vincitore della Palma D’Oro di Cannes 2008 del regista francese Laurent Cantet e si chiuderà con la proiezione di The Wrestler, trionfatore al recente festival di Venezia grazie ad una interpretazione quanto mai azzeccata di un ormai logoro Mickey Rourke. Tra gli eventi principali la presentazione dell’ultimo film di Clint Eastwood, Changeling, o come verrà rinominato in Italia The Exchange, ambizioso thriller dalle tinte quantomai scure. Tra le nuove leve troviamo Antonio Campos, regista indipendente americano che presenta il suo Afterschool, panoramica agro-amara del mondo scolastico adolescenziale. Mentre la maggior parte delle proiezioni (28 film totali da 18 paesi) si terrà allo Ziegfield Theatre, la serata di apertura e chiusura del festival saranno ospitate dall’imponente Lincoln Center di Manhattan, il più grande centro culturale di New York dedicato alle arti drammatiche. Il New York Film Festival è una creazione della Film Society of Lincoln Center, istituzione fondata nel 1969, avente come unico obiettivo la celebrazione del cinema americano e internazionale. 122


Tra gli sponsor della manifestazione, accanto alla nota casa di luxury jewels, Chopard, e al New York Times, appare la Regione Sardegna. Per il secondo anno consecutivo infatti l’assessorato regionale del Turismo continua ad impegnarsi nella promozione e nel posizionamento della Sardegna sul mercato statunitense. La Regione è presente nelle hall dei teatri dove si svolge il New York Film Festival, con desk corredati di scenografie e videowall, dove viene proiettato ripetutamente un filmato con immagini significative dell’isola. Agli ospiti e al pubblico che partecipano al festival viene distribuito il materiale informativo (brochure, guide) sulla Sardegna. Lo slogan “Sardinia: almost a continent”, presente su tutti gli strumenti di comunicazione del NYFF, racchiude in pieno il desiderio di far uscire la Sardegna dai limiti che tanti nel mondo le attribuiscono. Non solo “mare e mondanità” ma anche “cultura, natura ed enogastronomia”.

INFO Per saperne di più: www.filmlinc.com/nyff/nyff.html Sardegna Turismo: www.sardegnaturismo.it/en/index.html


S P O T L I G H T


In proiezione anche l’italiano Gomorra di Matteo Garrone, tratto dall’omonimo romanzo di successo del 2006 di Roberto Saviano. The italian Matteo Saviano’s Gomorrah, from the homonymous 2006 bestseller novel, is present at the festival.


S P O T L I G H T Photos: Film Society of Lincoln Center

It will take place between September and October the annual New York Film Festival. First-class date in the cinematographic ambient, the festival presents new works by both emerging talents and recognized artists, including numerous world premieres. The show opens this year with the projection of The Class by the french director Laurent Cantet, winner at Cannes 2008, and it will close with the vision of The Wrestler, winner at the Festival of Venezia thanks to a right performance of an almost worn out Mickey Rourke. Among special events the presentation of last Clint Eastwood’s movie, Changeling, called in Italy The Exchange, ambitious dark thriller. Among new entries we find Antonio Campos, independent american director that presents his Afterschool, a bitter vision of teen world at school. While the major part of projections (28 movies from 18 different countries) will take place at the Ziegfield Theatre, the opening and closing night screenings will take place in the Lincoln Center of Manhattan, the biggest cultural centre of New York dedicated to drama arts. The New York Film Festival is a creature of The Film Society of Lincoln Center, organization founded in 1969, with an only objective, the celebration of american and international cinema. Among the event supports, with the famous luxury jewels production Chopard and the New York Times, there is the Sardinia Region Tourism. It’s the second year that the Region Tourism continues to devote to promotion and positioning of Sardinia in the american market. Region is present in halls of theatres where the New York Film Festival is taking place, with organized desks with video walls that project significant pictures of the isle. Brochures and guides about Sardinia are given to the public. The slogan “Sardinia: almost a continent” is present on every communication tool of NYFF, and contains the desire of free the isle from national and cultural limits. Not only “sea and fashion” but also “culture, nature, food and wine”. 126


46th New York Film Festival For more info: www.filmlinc.com/nyff/nyff.html Sardinia Region Tourism: www.sardegnaturismo.it/en/index.html


World Food


Dalla Cina: Jiaozi I Jiaozi, noti anche come “potstickers”, sono forse i più popolari tra i tanti tipi di ravioli cinesi. La nostra ricetta comprende anche la salsina e le indicazioni per fare la sfoglia.

Ingredienti:

Per la sfoglia: 250g di farina 00 130g di acqua bollente Per il ripieno: 230g di cavolo cinese 3 cucchiaini di sale 400g di carne di maiale macinata 40g di cipollotto verde 1 cucchiaio di vino bianco 1 cucchiaino di amido di mais 1 cucchiaino di olio di sesamo Un pizzico di pepe bianco Salsina: 85g di salsa di soia 1 cucchiaino di olio di sesamo Per friggere: 2 - 4 cucchiai di olio vegetale

Preparazione:

Affettare finemente il cavolo. Aggiungervi due cucchiaini di sale e far riposare per circa due minuti. Eliminare il liquido in eccesso. In un contenitore capiente unire insieme il

cavolo, la carne di maiale, le cipolle verdi, il vino bianco, l’amido di mais, un cucchiaino di sale, un cucchiaino di olio di sesamo ed infine il pepe bianco. In una ciotola, lavorare insieme la farina con l’acqua bollente fino a formare un impasto soffice. Lavorare l’impasto su una superficie piana con un po’ di farina per circa cinque minuti. Dividere l’impasto a metà. Da ciascuna metà formare un rotolo di circa 30 cm e tagliarlo in pezzi da circa 2 cm. Stendere ogni pezzo e formare un disco di circa 8 cm di diametro, al centro mettere un cucchiaino di ripieno. Sollevare i bordi del disco e fare cinque pieghe in modo da creare una tasca che contenga il ripieno. Chiudere bene i margini superiori. Ripetere l’operazione per i restanti pezzi di impasto. Far scaldare bene un wok o una padella anti-aderente. Aggiungere un cucchiaio di olio vegetale, e fare in modo di distribuirlo uniformemente all’interno del wok. Disporre 12 Jiaozi in un unico strato nel wok e friggere per 2 minuti, fino a quando il fondo dei Jiaozi sarà ben dorato. Aggiungere quindi mezzo bicchiere d’acqua. Mettere il coperchio e cuocere così per 6/7 minuti, fino a quando tutta l’acqua sarà stata assorbita. Ripetere per tutti i restanti Jiaozi. Per la salsa, in una piccolo tazza versare insieme la salsa di soia e un cucchiaino di olio di sesamo. Servire con i Jiaozi.


W O R L D

F O O D

From Cina: Jiaozi Potstickers are one of the most popular types of Chinese dumplings. This recipe includes a dipping sauce and instructions on making the dough. Yields about 48 potstickers. Scroll to the bottom of the recipe directions for more potstickers recipes.

Ingredients:

Dumpling Dough* 2 cups all purpose flour 1 cup boiling water Filling: 8 ounces celery cabbage (Napa cabbage) 3 tsp salt, divided 1 pound lean ground pork 1/4 cup finely chopped green onions, with tops 1 TB white wine 1 tsp cornstarch 1 tsp sesame oil Dash white pepper Dipping Sauce: 1/4 cup soy sauce 1 tsp sesame oil Other: 2 - 4 tablespoons vegetable oil

Preparation:

Cut the cabbage across into thin strips. Mix with 2 teaspoons salt and set aside for 5 minutes. Squeeze out the excess moisture. In a large bowl, mix the celery cabbage, pork, green onions, wine, cornstarch, the remaining 1 teaaspoon salt, 1 teaspoon sesame oil, and the white pepper. In a bowl, mix the flour and 1 cup boiling water until a soft dough forms. Knead the dough on a lightly flour surface about 5 minutes, or until smooth. Divide the dough in half. Shape each half into a roll 12 inches long and cut each roll into 1/2-inch slices. 130

Roll 1 slice of dough into a 3-inch circle and place 1 tablespoon pork mixture in the center of the circle. Lift up the edges of the circle and pinch 5 pleats up to create a pouch to encase the mixture. Pinch the top together. Repeat with the remaining slices of dough and filling. Heat a wok or nonstick skillet until very hot. Add 1 tablespoon vegetable oil, tilting the wok to coat the sides. If using a nonstick skillet, add 1/2 tablespoon vegetable oil. Place 12 dumplings in a single layer in the wok and fry 2 minutes, or until the bottoms are golden brown. Add 1/2 cup water. Cover and cook 6 to 7 minutes, or until the water is absorbed. Repeat with the remaining dumplings. To make a dipping sauce, in a small bowl, mix the soy sauce with 1 teaspoon sesame oil. Serve with the dumplings.


Chic, sexy

Chic, sexy and functional


e funzionale

lo skiwear 2009

it’s the 2009 skiwear


L’eleganza del bianco, l’effetto dei colori fluorescenti che contrastano con la neve

The white elegance, fluorescent colours that contrast with snow

E ancora lo stile di capi chic indossati in alta quota, il comfort delle tecnologie più moderne anche nell’apres-ski.

Style of chic clothes high-flying dressed, most comfortable and modern technologies for the apres-ski.

Capi caldi e preziosi, veri compagni di avventure invernali, ideali per affrontare tutte le situazioni in cima alla montagna come nelle strade delle località più eleganti.

Blauer Bomberino imbottito in nylon antivento e antipioggia. Nylon, resisting vented and bomber style rainjacket. 396,00 € Great One Modello all mountain con struttura sandwich e nuovi salva punta e coda integrati adatto alla donna che ama anche le nevi più dure. (senza attacchi) All mountain model with a sandwich structure and new point protections and tail adapted for women that love hardest snow. (without attachments) 579 €

Hot and precious dresses, real partners for winter adventures, ideal to face every situation in mountain as in the most elegance place streets.

Blauer Giubbino Blauer High Tech bianco in nylon waterproof e antivento, con cappuccio staccabile. Zip e profili delle tasche viola a contrasto. White nylon waterproof and resisting vented jacket, with detachable hood. Violet profiles of pockets and zips. 504,00 €


Blauer Piumino lungo nero in nylon antivento e antipioggia con fodera rosa a contrasto. Long black nylon resisting vented and quilted rainjacket with pink lining. 444,00 €

Blauer Giubbotto in nylon antipioggia e antivento con fodera interna imbottita staccabile. Nylon resiting vented rainjacket with internal detachable quilted lining. 430,00 €

Blauer Giubbotto uomo in nylon antipioggia e antivento con fodera interna in feltro staccabile. Cappuccio e zip laterali. Nylon resiting vented rainjacket with internal detachable felt lining. Lateral hood and zips. 372,00 €

Blauer Bomber arancio con cappuccio in nylon. Zip e profili neri a contrasto. Orange nylon quilted jacket. Black zips and profiles. 405,00 €


Snowboard e Sci: Novità Head per la stagione 2008/2009

Snowboard and Ski: Head News for 2008/2009 winter season Blauer Piumino marrone in nylon antivento e antipioggia. Brown nylon resisting vented quilted rainjacket. 372,00 €

Dream 12.5 Il primo progetto dedicato al piede femminile … non un semplice adattamento di uno scarpone maschile, ma un vero e proprio scarpone realizzato dalle donne per le donne. First enterelly dedicated to feminine foot project... not a simple adaptation of a masculine one, but a real boot made by women for women. 359 €


Helly Hansen W Verglas Softshell Jacket Busto interamente stretch Cappuccio integrale con regolazione One Hand Cerniere resistenti all’acqua Cerniere di aerazione Enterelly stretch body Hood with One Hand adjustment Waterproof zips Ventilation zips € 199,95

Helly Hansen W Verglas Softshell Pant Coulisse in vita regolabile Ghette stretch per maggior aderenza agli scarponi Interamente stretch Adjustable waistline coulisse Stretch gaiters to stick better to boots Enterelly stretch € 149,95

Jade Comfort e massimo delle prestazioni sono le caratteristiche fondamenta di questo scarpone, ideale per le rider di livello medio, avanzato. Comfort and best performances are the principal features of this boot, ideal for intermediate level riders. 200 €


Helly Hansen W Silver Rush Jacket Sistema Flo2w ™ Cappuccio rimovibile Cuciture saldate System Flo2w ™ Removable hood Jointed seams € 449,95

Helly Hansen W Silverrush Pants Cerniere stagne Orlo stretch - Orlo rinforzato Trasmettitore RECCO per ricerca sotto le valanghe Pannelli Stretch nei punti di maggior usura Watertight zips - Stretch border Reinforced border RECCO transmitter for search under avalanches Stretch panels in maximum wear points € 249.95

Pearl Serigrafia esotica che ricorda l’India, con i suoi incensi e il profumo di curry, rifiniture perlate e stampe in oro opaco che rendono questa tavola preziosa e particolare. An esotic serigraphy that remembers India, with its incenses and curry smell, perlish details and matt gold prints that make this board precious and particular. 329 €


Helly Hansen W Verglas Softshell Jacket Busto interamente stretch Cappuccio integrale con regolazione One Hand Cerniere resistenti all’acqua Cerniere di aerazione Enterelly stretch body Hood with One Hand adjustment Waterproof zips Ventilation zips € 199,95

Helly Hansen W Silver Rush Jacket Sistema Flo2w ™ Cappuccio rimovibile Cuciture saldate System Flo2w ™ Removable hood Jointed seams € 449,95

Helly Hansen W Silverrush Pants Cerniere stagne Orlo stretch - Orlo rinforzato Trasmettitore RECCO per ricerca sotto le valanghe Pannelli Stretch nei punti di maggior usura Watertight zips - Stretch border Reinforced border RECCO transmitter for search under avalanches Stretch panels in maximum wear points € 249.95


Helly Hansen W Silverrush Pants Cerniere stagne Orlo stretch - Orlo rinforzato Trasmettitore RECCO per ricerca sotto le valanghe Pannelli Stretch nei punti di maggior usura Watertight zips - Stretch border Reinforced border RECCO transmitter for search under avalanches Stretch panels in maximum wear points € 249.95

Helly Hansen W Norse Down Bomber Jacket Morbido nylon 90/10 piumino d’oca Cappuccio intergrato con regolazione one hand Soft nylon 90/10 quilted jacket Hood with One Hand adjustment € 239,95

Helly Hansen W Verglas Softshell Jacket Busto interamente stretch Cappuccio integrale con regolazione One Hand Cerniere resistenti all’acqua Cerniere di aerazione Enterelly stretch body Hood with One Hand adjustment Waterproof zips Ventilation zips € 199,95

Supreme Inserti in tessuto rosso uguali agli interni dello scarpone Jade con stampe ricche abbinabili quindi allo scarpone Jade e alla tavola Pearl. Red material insertions as internal side of the Jade boot, with prints matchable to the Jade boot and the Pearl board. 179 €


Classici con brio Classical with brio

I nuovi modelli Meltin’ Pot per la stagione 2009 Meltin’Pot new models for 2009 season


Nicole autentico boot cut, vita bassa e fondo svasato, che valorizza le forme e che rende la figura grintosa ed elegante. Denim scuro sottoposto a trattamenti, che gli donano un effetto “usedâ€? Very boot cut, low-rise and large bottom, that highlight forms and make the figure gritty and elegant too. 80,00 â‚Ź


MARK 5 pockets vestibilità anti-fit, e gamba slim, denim scuro non lavato, dall’effetto pulito. Anti-fit wearability, slim leg, dark not washed denim, with clean effect. 100,00 €


Morgan 5 pockets vestibilità regolare, denim “paper touch” dall’effetto used. Regular wearability, “paper touch” denim, with used effect. 115,00 €


Roksana 5 pockets vestibilitĂ Palazzo, denim stretch effetto vintage Prezzo al pubblico Palazzo wearability, stretch denim with vintage effect. 90,00 â‚Ź


L I F E S T Y L E

L’inizio della quarta la MINI Crossover  Concept.


dimensione: rossoverÂ

The beginning of the fourth dimension: the MINI Crossover Concept.


L I F E S T Y L E

la MINI Crossover Concept Ultima nata in casa MINI, la Crossover Concept è un concentrato di innovazione e design, risultato di una continua ricerca nel campo da parte del brand. Quarto modello, dopo la due porte classica, la MINI Cabrio e la MINI Clubman, la Crossover Concept si presenta con un nuovo formato caratterizzato da una lunghezza esterna di oltre quattro metri, quattro ruote motrici, quattro porte e quattro sedili separati. Novità tecnologica per quanto riguarda gli interni il MINI Center Globe, strumento centrale tridimensionale a forma di globo montato al centro della plancia portastrumenti, che consente di aumentare il livello di integrazione delle funzioni, offrendo una rappresentazione delle informazioni e delle funzioni di enter-


tainment adatta alla guida istantanea. Il MINI Center Globe è collegato al sistema di avviamento del motore. Al posto della chiave della vettura, il guidatore utilizza un elemento di Start/Stop definito Keyball. Per gli interni sono stati utilizzati altri tre materiali esclusivi, oltre la fine porcellana. Legno di tiglio massiccio per la zona della plancia portastrumenti e i braccioli delle porte, vetro temprato lucido colore blu laguna per gli inlay lungo i pannelli interni delle porte e nelle cornici delle bocchette di aerazione, alluminio

massiccio opaco per le maniglie interne delle porte del lato passeggero e il MINI Center Rail. Tonalità naturali e autentiche per la scelta cromatica degli interni. Dal verde scuro dei rivestimenti in pelle del sedile del guidatore al marrone caffè degli altri sedili. Oggetto di design esclusivo la MINI Crossover Concept propone nuove forme di mobilità, grazie all’ampio ventaglio di opzioni offerto, e il carattere non convenzionale che da sempre contraddistingue la MINI.

149


L I F E S T Y L E

the MINI Concept Crossover ultimate born in MINI house, the Crossover Concept is a concentrate of innovation and design, result of a continue research by the brand. Fourth model, after the classic one, the MINI Cabrio and the MINI Clubman, the Crossover Concept appears with a new size characterized by an external length of more than four meters, fourwheel drive, four doors and four separated seats. The MINI Center Globe is an important technological new entry, a central three-dimensional 150

tool with a globe form setted up in the middle of the instrument panel, which allow the increasing of the functions integration level, offering a representation of entertainment informations and functions, right for an instantaneous driving. The MINI center Globe is connect to the starter engine. In place of the key, the driver uses a Start/Stop element called Keyball. For the interior surfaces other three materials are been choose, more than fine porcelain. Solid lime wood for the instruments panel and door armrests, bright tempered blue lagoon glass for inlays on doors internal panels and for air exits frames, solid dull aluminium for handles passenger side and the MINI Center Rail. Natural and real tones for the colour selection. From dark green of leather covering driver side to the coffee brown of other seats. Exclusive design object, the MINI Crossover Concept offers new kinds of mobility, thanks to a large fan of options and a no-conventional character, typical of the MINI brand.


Review In libreria...

In bookshop... Tira fuori la lingua. Storie dal tibet di Ma Jian

Edito da Feltrinelli soltanto ora, questo lavoro fu messo clamorosamente all’indice in Cina nel 1987, causando l’esilio dell’autore, che tuttora non può pubblicare nel suo Paese. Si tratta di una raccolta di racconti che narra di un Tibet meraviglioso quanto terrificante, seducente e violento allo stesso tempo. Edited by Feltrinelli only now, this work was inserted in the index of China in the 1987, provoking the exile of the author, who still now can’t publish in his country. It’s a collection of tales about Tibet, as much wonderful as terrific, attractive and violent at the same time.

Estasi culinarie di Muriel Barbery

Monsier Arthens, critico gastronomico di indubbia fama, è in punto di morte. Prima di passare a miglior vita, il cinico ed egocentrico Arthens, si dedica alla ricerca di un sapore primordiale e sublime, il Sapore per eccellenza. Inizia così un viaggio che ripercorre le tappe principali della vita di Arthens, fin dall’infanzia. Con i divertenti interventi delle sue “vittime”, la famiglia, il gatto, l’amante… Monsier Arthens, famous gastronomic critic , is dying. Before gone, the cynical and conceited Arthens, try to find a primordial and divine taste. The Taste par excellence. It begins a travel that remember principal stages of his life, from the childhood. With the funny participations of his “victims”, family, cat, lover…

152


Kingdom of Fife La testa mozzata di Irvine Welsh The cut off head of Irvine Welsh Quello che l’autore di Trainspotting ci presenta è un mondo surreale ma neanche tanto, fatto di subbuteo, Guinnes, sesso e droga, ragazzi e ragazze con le loro vite noiose ma neanche tanto. Una storia d’amore e una storia d’amicizia. In entrambe la voglia di fuggire dalla realtà del Fife, popolosa regione della Scozia centro-orientale, nei pressi di Edimburgo. Irvine Welsh si nasconde dietro i due protagonisti, gli consente di raccontare a modo loro, dal loro punto di vista, con il loro modo di parlare. Ecco quindi che si alternano stili narrativi diversi, quello di Jason King, che ricorda per certi versi il linguaggio visionario dell’Alex kubrickiano, e quello di Jenny Cahill, sprezzante nel suo odio contro la famiglia. Poco più di un metro e mezzo d’altezza per il primo, 26enne ex fantino perennemente disoccupato, attuale campione di subbuteo, una passione esagerata per l’oro nero (la mitica birra) e le ragazze. Qualche chilo di troppo (in via di smaltimento), una passione smisurata per il cavallo Midnight e per Marylin Manson e un non-futuro nelle gare ad ostacoli per la seconda. Cos’hanno in comune questi due personaggi? Poco o niente. Ma chi dice che per essere felici si debbano avere necessariamente dei punti in comune? A volte l’amore arriva così, fulmineo come una testa mozzata da un cartello stradale, sorprendente come un funerale celebrato da un vecchio barbone ex-prete, romantico come un concorso di poesie a cui partecipi per farla felice… Favola dei giorni nostri, impregnata di fumo da pub, ironica e malinconica quanto dannatamente matura. Non resta che affidarsi a quella testa matta di Irvine Welsh, che ancora una volta fa centro.

What the author of Trainspotting presents is a surreal world but not too much, made of Subbuteo, Guinness, sex and drugs, boys and girls with their boring lifes, but not too much. A love story and a friendship story. Both characterized by the will to run away from the Fife, populated region of middle-eastern Scotland, near Edinburgh. Irvine Welsh hides himself behind two protagonists, he allows them to tell in their own way, with their point of view, with their way of talking. Here we have different writing styles, that one of Jason King, that remembers in some ways the visionary language of the kubrickian Alex, and that one of Jenny Cahill, depreciative with her hate against family.A little more than one meter and a half for the first one, 26 years old ex-jockey, always unemployed, present champion of Subbuteo, with an exagerate passion for black gold (the famous beer) and for girls. Too many kilos (on the road to losing), a great passion for the horse Midnight and for Marylin Manson, and a nonfuture in show jumping for the second one. What have they in common? A little or nothing. But who says that to be happy you must have numerous points in common? Sometimes love arrives suddenly as a head cut off by a road sign, surprising as a funeral celebrated by an old homeless ex-priest, romantic as a poetry competition you partecipate only to make her happy... Modern day fairy tale, soaked with pub smoke, ironic and melancholy as mature. It remains to place one’s trust in the Irvine Welsh’s crazy mind, who once more makes a goal.

Irvine’s Welsh Nato in Scozia nel 1958, vive a Dublino, dopo aver vissuto e lavorato a Edimburgo, Amsterdam e Londra. Tra i suoi tanti lavori due sono diventati film, Trainspotting, suo primo romanzo, per la regia di Danny Boyle nel 1993, e Acid House l’anno seguente per la regia di Paul McGuigan.

Irvine Welsh’s He was born in Scotland in the 1958, lives in Dublin, after working and lived in Edimburgh, Amsterdam and London. Among his works, two became movies, Trainspotting, his first novel, with directory of Danny Boyle in the 1993, and Acid House the next year, directed by Paul McGuigan.

153


Review Musica nell’aria...

Music in the air...

Black ice

Arriva nei negozi il 17 ottobre, a otto anni di distanza dal precedente Stiff Upper Lip, il nuovo album della storica hard rock band australiana. Le 15 tracce di Black Ice sono state registrate al Warehouse Studio di Vancouver, sotto la supervisione del produttore Brendan O’Brien (Pearl Jam, RATM e Bruce Springsteen, tra gli altri). It arrives in stores the 17th of October, eight years after the last Stiff Upper Lip. It’s the new album of the australian hard rock band. The fifteen tracks were produced at the Warehouse Studio of Vancouver, under the look of producer Brendan O’Brien (Pearl Jam, RATM and Bruce Springsteen, among the others).

Da solo

Nuovo album di inediti per Vinicio Capossela. S’intitola Da Solo, e lo stesso autore lo presenta come un album per pianoforte e strumenti inesistenti, composto soprattutto di ballate. Prodotto da Capossela, con la collaborazione del chitarrista Alessandro “Asso” Stefana, l’album, disponibile dal 17 ottobre, precede la partenza del tour teatrale del 31. New album for Vinicio Capossela too. It’s called Da Solo, and the author himself presents it as an album for piano and non-existent instruments, made especially of ballads. Produced by Capossela, with the guitarist Alessandro “Asso” Stefana, the album, available from the 17th of September, precedes the start of a theatrical tour, the 31th of October.

154


“Non è brit-pop!” Ma è il nuovo album degli fratelli Gallagher!

Esce il 6 ottobre l’album Dig Out Your Soul, ultimo degli Oasis. Noel Gallagher, in un’intervista a “6music”, il programma radio della BBC dedicato alla musica, lo definisce a tratti glam, più rock e coinvolgente rispetto ai precedenti lavori. Ma assolutamente non si tratta di brit-pop. Almeno così tuona il fratellino on air. Già, quel brit-pop che proprio loro contribuirono a inventare negli anni novanta (come non ricordare il successo planetario di What’s the Story - Morning Glory? coi suoi 23 milioni di dischi venduti), ora messo da parte per una maggiore sperimentazione. Settimo album, registrato nei mitici Abbey Road Studios di Londra e mixato a Los Angeles, segna il debutto in tutto il mondo dell’etichetta proprietaria della band, la Big Brother. Preceduto dal singolo The Shock of the Lightnening, uscito il 29 settembre, l’album contiene 11 tracce (12 con la ghost track). La b-side del singolo sarà Falling Down, remix dei Chemical Brothers. Il titolo dell’album è stato ripreso da un testo scritto da Gem Archer, chitarra del gruppo. In origine infatti l’album si sarebbe dovuto chiamare Bag It Up, come la prima traccia in scaletta, ma Noel non convinto decise di cambiare. Contribuiscono all’album con due brani ciascuno anche Gem Archer e Andy Bell, basso e tastiera del gruppo. Fine dell’oligarchia dei fratelli Gallagher?

“It’s not brit-pop!” But it’s the new album of Gallagher brothers! It arrives on the 6th of October the album Dig Out Your Soul, last one of Oasis. Noel Gallagher, in an interview to “6music”, the radio broadcast of BBC dedicated to music, defines it a little glam, more rock and fashinating than previous works. But absolutely it’s not brit-pop. As the little brother thunders on air. Of course! That brit-pop that they contributed to invent in the 90s (how can we forget the planetary success of What’s The Story - Morning Glory? with its 23 milions of copies selled?) now put aside for a major testing. Seventh album, registered in mythical Abbey Road Studios in London and mixed in Los Angeles, it signs the debut of band’s own label, the Big Brother. Preceded by the single The Shock of the Lightening, in radios from the 29th of September, the album has 11 tracks (12 with the ghost track). The single b-side will be Falling Down, remix of Chemical Brothers. The album title is been taken from a text written by Gem Archer, guitar. At the beginning it had to be called Bag It Up, as the first track in program, but Noel wasn’t sure and changed it. With two songs each one, Gem Archer and Andy Bell, bass and keyboard, contribute composition too. Is the end of the Gallagher brothers’s oligarchy?


Review Al cinema...

At the cinema... Nessuna verità Un film di Ridley Scott, con Leonardo DiCaprio e Russell Crowe dal 21.11.2008 Basato sul romanzo del 2007 di David Ignatius, editorialista del Washington Post, il film racconta dell’agente della CIA Roger Ferris (DiCaprio), che rintraccia un importante leader del terrorismo sospettato di operare fuori dalla Giordania. Quando Ferris costruisce un piano per infiltrarsi nella sua rete, si trova a lottare contro il veterano della CIA Ed Hoffman (Crowe) e l’intelligence della Giordania, alquanto sospetta... Based on 2007 David Ignatius’s novel, editorialist of Washington Post. Film talks about the CIA agent Roger Ferris (Di Caprio) that finds an important leader of terrorism suspected to work outside Jordan. When Ferris prepares a plan to enter in the his net, has to fight against the veteran Ed Hoffman (Crowe) and the Jordan intelligence, very strange...

Passengers un film di Rodrigo García, con Anne Hathaway, Patrick Wilson, David Morse, Clea DuVall, Dianne Wiest, Chelah Horsdal. dal 05.12.2008 Una giovane psicologa aiuta sei sopravvissuti ad un incidente aereo a superare lo shock, e con uno di loro stabilisce un rapporto speciale. Quando i sopravvissuti iniziano a sparire misteriosamente, la donna sospetta che ci sia un complotto e cerca di scoprire la verità. A young psychologist helps six survivors to get over the shock for an air incident, and with one of them she establishes a special feeling. When survivors begin to disapperar one by one, the woman suspects there is a conspiracy and try to find the truth...

156


La prima volta di Baricco

Esce questi giorni nei cinema Lezione 21 Metti uno scrittore, anzi un critico musicale, anzi un autore teatrale, anzi un interprete, insomma una personalità versatile e creativa come poche altre, aggiungi un profondo amore per la musica e uno sguardo capace di andare oltre il visibile. Il risultato è Lezione 21, opera prima che segna il debutto dietro la macchina da presa di Alessandro Baricco. Soggetto e sceneggiatura dello stesso scrittore, questa volta Baricco si mette in gioco completamente, curando in tutti i suoi aspetti la trasposizione cinematografica di un suo scritto. Lezione 21 è la storia di un accademico inglese, la storia di un genio chiamato Beethoven, ma anche la storia di una nostalgica ex allieva e quella di un barbuto giovane maestro di musica. Quattro storie che confluiscono nello stesso film grazie all’intuizione di Baricco. Il risultato è un’opera delicata, sottile nella sua analisi, “un film sulla vecchiaia, dal valore universale, nel senso che non ha riferimenti specifici alla realtà...”, come lo stesso Baricco afferma. Nonostante le atmosfere silenziose, ciò che si percepisce è un calore rassicurante, avvolgente, segno di una sensibilità registica per nulla scontata. Merito anche della fotografia di Gherardo Rossi, che con i suoi giochi di luce e colori dona alla pellicola una dimensione poetica, coadiuvata dai dialoghi manieristici e dai costumi sfarzosi.

Focus su Baricco: poliedrico artista Nato a Torino il 25 gennaio 1958, dopo la laurea in filosofia e il diploma in pianoforte al Conservatorio, pubblica alcuni saggi di critica musicale. Collabora come critico musicale per Repubblica e per la Stampa. Lavora anche in televisione, in veste di conduttore di più programmi culturali. E’ negli anni ‘90 che Baricco si afferma pubblicando i romanzi: Castelli di Rabbia (1991), Oceano Mare (1993), Seta (1996), City (1999), Senza Sangue (2002). Nel 1994 esce Novecento, da cui è stato tratto il film La leggenda del pianista sull’Oceano. Nel 2007 esce la trasposizione del romanzo Seta.

Baricco’s first time

Lecture 21 arrives in cinemas Put a writer, or a musical critic, or a theater author, or an actor, so a creative and versatile personality like no other, add a deep love for music and a look able to go over the visible. The result is Lecture 21, first work that signs the debut behind the movie camera of Alessandro Baricco. Story line and screenplay are created by the writer himself. This time Baricco devotes to the movie fully, taking care of the cinematographic translation in all its aspects. Lecture 21 is the story of an academic man, the story of a genius called Beethoven, but the story of a nostalgic ex-student too and that one of a young bearded music teacher. Four stories that flow into each other in the same movie, thanks to the Baricco’s intuition. The result is a delicate work, a discerning analysis, “a movie about the old age, with an universal value, without specific references”, as the author himself says. In spite of the silent atmospheres, it feels a reassuring warmth, sign of the original sensitivity of the director. Thanks to the photography of Gherardo Rossi too, that with his light and colour plays, gives to the film a poetical dimension, helped by manieristic dialogues and pompous costumes.

Focus on Baricco: poliedric artist He was born in Torino on the 25th of January, 1958, after the philosophy degree and the piano diploma he publishes some musical essays. He works as musical critic for Repubblica and for the Stampa. He works in television too, as conductor of many broadcasts about culture. In the ‘90s Baricco makes his name known publishing his romances: Castelli di Rabbia (1991), Oceano Mare (1993), Seta (1996), City (1999), Senza Sangue (2002). In 1994 he publishes Novecento, that inspires the movie La Leggenda del pianista sull’Oceano, directed by Giuseppe Tornatore. In 2007 Seta becomes a movie.


DOVE?


WHERE?


EAT&DRINK Ristoranti

Dal Corsaro

Viale Regina Margherita n°28, Ca 070.664318 Cucina: tradizione rivisitata con inventiva e raffinatezza. Piatti forti: tagliatelle con le cozze, scorfano con pomodorini, insalata d’aragosta, anguilla al pecorino, seppioline arrostite.

EAT&DRINK

Food: traditional with new and sophisticated elements. Main dishes: noodles with mussels, scorpion fish with little tomatoes, lobster salad, eel with pecorino cheese, roasted little cuttle fishes.

Antica Hostaria

Via Cavour n°60, Ca 070.6665870 Cucina: regionale, nazionale e internazionale Piatti forti: fregola con anguille, tagliolini agli ovuli, spaghetti con vongole e zucchine, mustela, orata con patate e cipolle, spigola con zafferano sfumata con spumante locale, carpaccio di orata con salsa di olive e polpo fritto. Food: regional, national and international. Main dishes: fregola with eels, noodles with ovules, spaghetti with clams and courgettes, mustela, black sea bass with potatoes and onions, bass with saffron and sparkling wine, carpaccio black sea bass with an olives sauce and fried octopus.

Basilio

Via Satta n°112/a , Ca 070.480330 Cucina: piatti tipici, non reinterpretati Piatti forti: spiccano burrida e frittura del golfo, culurgiones, fregola con arselle, risotto al nero di seppia, grigliate di pesce, tranci di pesce cappone con patate, spigole alla vernaccia, costolette di agnello o carne di asinello alla griglia. Food: typical, not reinterpreted Main dishes: burrida, mixed fried, culurgiones, fregola with clams, ink black rice, grilled fish, peaces of cappone with potatoes, bass with wine, grilled lamb or donkey meal.

Del Monte

Via Goceano n°10, Ca 070.667744 Cucina: regionale, nazionale e internazionale Piatti forti: Particolari gli antipasti ai salumi d’oca e le fettuccine al tartufo nero, Capriccio del Porto: Zuppa a base di crostacei. Tra i dessert: crema inglese con frutta e panna e mousse al cioccolato. Food: regional, national and international. Main dishes: original starters with goose salamis and noodles with black truffles. “Capriccio del Porto” is a soup with crustaceans. Desserts: english cream with fruit and chocolate mousse.


Flora

Via Sassari n°47, Ca 070.664735 Cucina: regionale, nazionale e internazionale Piatti forti: ottimi antipasti vegetali, zuppe, pesci, dolci fatti in casa e delizioso croccante in salsa di fragole. Food: regional, national and international. Main dishes: optimal vegetable starters, soups, fishes, homemade sweets and a delicious crisp sweet with a strawberry sauce.

Italia

Food: regional Main dishes: culurgiones made in the “ogliastrina” way, roasted little pork, sea starters, noodles with angler, fish soup, mixed fried, sardines made in the “scabecciu” way. Optimal the burrida.

Il Corso, da Luciano

Corso Vittorio Emanuele n° 78, Ca 070.662690 Cucina: regionale, nazionale e internazionale Piatti forti: pesce. Cucina ottima, abbondante, eccellente rapporto qualità / quantità / prezzo. Food: regional, national and international. Main dishes: fish. Optimal and generous food, excellent the quality/price/quantity bearing.

Su culu infustu

Via Sardegna, n°49 070.655687 Cucina: regionale, nazionale e internazionale Piatti forti: fregola della taverna. cucina di ricerca, sarda, a base di pesce.

Food: regional, national and international. Main dishes: inn fregola. Fish and sardinian food.

EAT&DRINK

Via sardegna n°30, Ca 070.6579870 Cucina: regionale Piatti forti: culurgiones all’ogliastrina, porchetto arrosto, antipasti marinari, fregola con arselle, linguine con pescatrice, zuppa di pesce, frittura mista, sarde a scabecciu. Ottima la burrida.


EAT&DRINK P i z z e r i e

160

Viale Poetto n°160, Ca 070 664318 Locale: elegante con ampia sala all’aperto è situato lungo il litorale della spiaggia del Poetto.

EAT&DRINK

Elegant with a big open air hall, located on the Poetto beach.

3 Archi

Viale Diaz n°95, Ca 070 664487 Caratterizzato da un ampio numero di coperti, a disposizione tre sale ampie e confortevoli, dotato di un ampio giardino all’interno. It’s characterized by a great number of seats, has three comfortable rooms, with a great internal garden.

Buffalo Ranch

Via Dei Conversi n°25, Ca 070.494623 Locale: ampia sala interna e sala all’aperto, a ridosso del parco di Monte Urpinu, si avvale di un servizio efficente e veloce. Ampio parcheggio.

It has a big internal hall and an open air one, near to the park Monte Urpinu, has a good and fast service. Large parking.

I 2 Amici Inn

Viale Diaz n°93, Ca 070 6402442 www.idueamiciinn.com Si può gustare un’ampia gamma di piatti tipici della cucina sarda rinnovati con creatività. Lo chef propone anche cucina internazionale a base di pesce con prodotti di prima scelta che ne garantiscono la qualità. You can taste a great variety of typical sardinian dishes, refurbished with originality. Chef suggests internation fish cooking too, with first quality products.


Il Lido

Viale Poetto n°41, Ca 070 373652 Locale: Suggestivo per la sua posizione, sorge direttamente sulla spiaggia del Poetto, ha a disposizione una sala interna e sala all’aperto. Suggestive position, directly on the Poetto beach, has an internal room and an open air one.

Al Poetto

It has two internal halls and a big semicovered one, one minute far from the Poetto. With a good service.

La Marinella

Corso Vittorio Emanuele n°78, Ca 070 653912 Ambiente: Un’elegante ed accogliente sala da pranzo organizzata in una suggestiva terrazza rendono il locale assolutamente originale. An elegant and homy dining room organized in a suggestive terrace that makes of it an original restaurant.

Lo Spinnaker

Porticciolo di Marina Piccola, Ca 070 370295 Ambiente: Dalla splendida terrazza di questo locale, potrete tenere d’occhio il vostro tre alberi o canotto che sia, ormeggiato nel porticciolo turistico sottostante. Gusterete le ricche insalate e le fragranti e saporite pizze. From the wonderful terrace you can look at your boat or craft, moored in the marina downstairs. You will taste rich salads and fragrant pizzas.

EAT&DRINK

Via Ischia n°1, Ca 070 380208 Locale: Dispone di 2 sale interne e una capiente sala semicoperta, ad un minuto dalla spiaggia del Poetto, si avvale di un servizio efficente e veloce.


EAT&DRINK Piano Bar

Alla Buca di Lapo

EAT&DRINK

Corso Vittorio Emanuele n°56, Ca 070 654570

Antica Vineria Italia Viale Trieste n°24, Ca 070 651459 www.anticavineriaitalia.it

Caffé dell’Elfo Salita Santa Chiara n°4/6, Ca 070 666759

Bossanova Corso Vittorio Emanuele n°309, Ca 340 9459771


Caffè Savoia Via Savoia n°14, Ca 070 6519a81

Cagliari Novecento

De Candia Via De Candia n°3, Ca 070 655884

Vineria Sant’Efisio Via Santa Restituta n°72, Ca Telefono: 070 653518 www.vineriasantefisio.com

EAT&DRINK

Via G. M. Angioy n°23, Ca 070 658954 www.cagliarinovecento.com


...STAY...

Hotel - B&B

T Hotel

Via dei Giudicati n°66, Ca 070 47400 www.thotel.it Ogni camera è caratterizzata da un colore dominante screziato di luce: arancio, rosso, verde e violetto per regalare vitalità, energia, relax e serenità.

Every room is characterized by a colour: orange, red, green and violet to give vitality, energy, relax and serenity.

Holiday Inn Cagliari

STAY

Viale U. Ticca, 1 09122 Cagliari Tel. +39 070 5379 - www.hicagliari.com L’Holiday Inn dispone di 92 camere con i migliori servizi per la clientela più esigente. Il ristorante Vecchia Darsena propone piatti di cucina regionale.Per il relax, l’hotel dispone di piscina, solarium, palestra con sauna e bagno turco. It has 92 rooms with best services for most choosy clients. The restaurant Vecchia Darsena suggests regional dishes. For having relax there are a pool, a solarium, gym with sauna and turkish bath.

Hotel Panorama

Viale Diaz n°231, Ca 070 307691 www.hotelpanorama.it Situato in una tranquilla zona residenziale, dista pochi minuti dalla spiaggia e dal centro cittadino. L’imponente struttura, moderna e funzionale, dispone di piscina esterna, ristorante panoramico e numerosi altri servizi con personale altamente qualificato di squisita cortesia. Located in a quiet residential district, few minutes far from the beach and the middle town. The big structure, modern and functional, has an external pool, a panoramic restaurant and numerous other services with a qualified staff absolutely fine.

Hotel Regina Margherita

Via Regina Margherita n°44, Ca 070 670342 www.hotelreginamargherita.com L’Hotel Regina Margherita è situato nel centro di Cagliari a 2 minuti dal porto, in un edificio moderno totalmente ristrutturato nel 1987. L’eleganza degli spazi e l’alta qualità dei servizi si coniuga con un’avanzata tecnologia che garantisce il massimo comfort. It’s located in the middle town, 2 minutes far from the port, in a modern structure completely refurbished in 1987. The elegance of spaces and the high quality of services are together with an advanced technology that guarantees the maximum comfort.


Hotel Mediterraneo

Lungomare C. Colombo n°46, Ca 070 342361 www.hotelmediterraneo.net L’Hotel è situato al centro del Golfo di Cagliari con ampia vista sul mare e sulla scenografica basilica di Bonaria, primo nella tradizione alberghiera cittadina, offre un servizio all’insegna del comfort e del benessere. Hotel is located in the middle of the gulf of Cagliari, with a great sight on the beach and on the basilica of Bonaria. First hotel in the tradition of the city, it offers a comfortable service .

Sardegna Hotel

Via Lunigiana n°50, Ca 070 282222 www.sardegnahotelcagliari.it Il Sardegna Hotel, completamente rinnovato nel gennaio del 2008, unisce un impeccabile servizio ad un arredamento di classe, curato da prestigiosi progettisti e designers, offrendo ai suoi ospiti un ambiente elegante ed accogliente con tutti i comfort di un grande albergo.

STAY

Completely refurbished in January 2008, has a perfect service and classy furnishings, realized by famous designers, to offer to its guests an elegant and welcoming ambient with every comfort.

Jolly Hotel

Circonvallazione nuova Pirri n°626, Ca 070 529060 www.jollyhotels.com L’albergo è situato posizione strategica, a 8 km dall’aeroporto di Cagliari Elmas e a 5 km dal porto e dalla stazione lungo una delle principali direttrici verso il centro città. It has a strategic position, 8 km far from the airport of Cagliari-Elmas and 5 km from the seaport and from station across one of the main direction to the middle town.

Quattro Mori

Vial G.M. Angioy n° 27, Ca 070 668535 www.hotel4mori.com L’albergo è ubicato nel centro di Cagliari, in un edificio storico dei primi anni del ‘900. Completamente ristrutturato, nella centralissima Via Angioy, è a pochi passi dallo scalo marittimo, dalla stazione ferroviaria e dal terminal per l’aeroporto di Elmas. It’s in the middle town, in a historical structure of first years of 900s. Completely refurbished in the central via Angioy, not too far from the port, the train station and from the terminal to the airport.


...STAY...

Hotel - B&B

B&B Crisaripa

Via Canelles n°104, Ca 347 9230287 www.crisaripa.it Situato nel cuore di Cagliari, si affaccia sulla Piazza Indipendenza con la sua Torre e la Cittadella dei musei; a due passi si possono ammirare il belvedere, il Palazzo Regio, la Cattedrale di S.Cecilia, il Bastione di S.Remy con le sue terrazze panoramiche e il Teatro Civico. It’s in the heart of Cagliari, close to piazza Indipendenza with its Tower and the Cittadella of museums; near you can see the panoramic viewpoint, the Royal Palace, the S.Cecilia’s Cathedral, the S.Remy’s Bastion with its panoramic terraces and the Civic Theatre.

B&B Ambra

STAY

Via Della Malva n°51, Ca 070 531608 www.ambra-beb.it Il B&B è situato su una piccola collinetta che domina la frazione di Pirri e dalla quale si può ammirare un incantevole panorama che spazia dai principali colli di Cagliari, alla Sella del Diavolo, dal Poetto alla costa della litoranea per Villasimius. It’s in a little hill on Pirri from which you can see a wonderful view of principal hills of Cagliari, the Devil’s Saddle, the Poetto and the salines till to the coast to Villasimius.

B&B Open

Via Sonnino n°147a, Ca 392 1542463 www.openbb.it Open BB è un Bed and Breakfast situato nel centro di Cagliari a 15 minuti di autobus dalla spiaggia del Poetto, adiancente alle vie dello shopping e all’animata piazza Yenne, luogo di incontro e cuore della vita notturna cittadina. It’s in the middle of Cagliari, 15 minutes far from the buses that go to the Poetto beach, next to shopping streets and the lively piazza Yenne, meeting point and heart of night life.

B&B Lewis

Lungomare Poetto, Ca 070 560784 www.vacanzainsardegna.it Il Lewis è un’ accogliente e confortevole B&B ubicato al secondo piano alto di una palazzina sul lungo mare del Poetto di recente ristrutturata. Dispone di camere doppie con bagno privato e TV. It’s a welcoming and comfortable B&B, situed on the second floor of a little redecorated palace on the sea. Double rooms with private toilet and TV.


B&B La Terrazza sul Porto

Largo Carlo Felice n°36, Ca 070 658997 www.laterrazzasulporto.com Attico con terrazza panoramica in pieno centro. Ricca colazione al mattino, camere con TV e aria condizionata, 2 con bagno privato. Internet. Un minuto dal porto, dalla stazione ferroviaria e dei pullman Penthouse with panoramic terrace in the middle town. Copious breakfast, room with TV and air conditioning, two with private toilet. Internet. One minute fra from the port, from the train and bus station.

B&B Villino di Luisa e Sandro

Via Ferraris n°5, Ca 070.521710 www.villinodisandroeluisa.it Il nostro B&B è inserito in un nuovo quartiere residenziale di Cagliari. In 10 min potete raggiungere l’aeroporto di Elmas, il porto, la stazione ferroviaria e dei bus, la spiaggia del Poetto, la Fiera. La zona è servita dai mezzi pubblici da e per il centro.

B&B La Rosa di Cagliari

Via Pola n°38, Ca 347 0162807 www.rosadicagliari.it Attico panoramico di 90 mq con altrettanti di terrazza. Situato nel cuore della vita sia notturna (pub, ristoranti. trattorie tipiche) che diurna (negozi, centri culturali, musei) della città. Si trova a soli 500 mt dal porto. Panoramic penthouse, 90 square meters large. It’s in the heart of night life (pub, reastaurants and typical inns) and day life (shops, culturals points, museums) of the city. It’s 500 mt far from the port.

B&B Regina Elena

Via Regina Elena n°23, Ca 070 659865 www.bbreginaelena.it Situato in Palazzo Valdes, nel centro storico di Cagliari, è un appartamento tranquillo e signorile arredato finemente, con eleganza. La zona è servita da diverse linee di autobus ed è in prossimità di un ampio parcheggio a pagamento. It’s in the Valdes Palace, in the old town. It’s a quiet and elegant apartment. There are different lines of buses, next to a big parking.

STAY

It’s in a new residential district of Cagliari, 5 minutes far from the old town. 10 minutes to the airport, the port, the train and bus station, the Poetto, the Fair. There is public transportation.


...SHOPPING...

N e g o z i

To p

OcchialinobiancO

Via Scano n°47/c, Ca 070 483774 www.occhialinobianco.com Pochi modelli, continuamente rinnovati, ci servono da prototipi o pronti per la vendita o punto di partenza per elaborarne altri, insieme alle nostre clienti, che soddisfino i gusti di ognuno di loro: consigli e idee nuove ogni volta per vestire con eleganza e buon gusto. Not too many models, continually renovated, as prototypes ready to be selled or as point of starting to create other ones, together with our clients, satisfying their tastes: advices and new ideas to dress with elegance and good taste.

Casa dello Sport

Via Alghero n°29 - piazza Martiri n°6, Ca 070.650339 - 070.668762 www.casadellosport.net Azienda leader nel settore dell’abbigliamento è oggi un punto di riferimento per una clientela variegata ed esigente. Da ben 50 anni, questa grande azienda veste donne, uomini e giovanissimi, con una scelta mirata verso la qualità assoluta.

SHOPPING

Leader in clothing industry, it’s today a point of reference for a variegated clientele. Since 50 years, this big company have dressed women, men and youngs, with clothes that testify a choose to an absolute quality.

United Colors of Benetton

via Garibaldi n°64, Ca 070.684256 www.benetton.com Oggi il Gruppo Benetton è presente in 120 Paesi del mondo. Il suo core business è il settore della moda: il gruppo ha una consolidata identità italiana di stile, qualità e passione, che si riflettono nei marchi United Colors of Benetton. It’s present in 120 countries in the world. Its core business is fashion: has a deep italian style identity, quality and passion, that reflects in Unoted Colors of Benetton brands.

Atmosphere

Via Dei Carroz n°6, Ca 070 554144 www.atmosphere2000.it Il nuovo punto di riferimento per l’abbigliamento maschile e femminile. Una superficie vastissima, con al suo interno una serie di mini boutiques di abbigliamento uomo, donna dov’è possibile scegliere la griffe che si addice ad ogni personalità. It’s the new point of reference for women and men clothes. A great space, with some little boutiques inside, where you can choose the best brand for your personality, with or without staff assistence.


Castangia 1850

Via Manno n°61, Ca 070 728628 www.castangia1850.com Seguendo i passi dei suoi predecessori la Sartoria Castangia custodisce inalterata questa loro tradizione di continua ricerca e rinnovamento selezionando uno stile moderno che riflette un look globale. Following in precursos’s footspteps, Castangia Couture doesn’t change its tradition of continue research and renewal of a modern style that reflects a global one. A style that has a contemporary touch without becaming high fashion.

Paul & Shark Store

Via Alghero n°33, Ca 070 666860 www.paulshark.it Paul & Shark, il marchio di moda casual, nato nei primi anni Ottanta e famoso per i mitici pullover blu confezionati in un barattolo. Lo stile del marchio è inconfondibile, un po’ lupo di mare, un po’ gentiluomo di campagna.

Casual fashion brand, born in the 80s and famous for blue pullovers packaged in tin cans. Its style is unmistakeable, sea dog and country gentleman at the same time.

Via Garibaldi, n°250 070 654898 www.cazedonia.it Azienda italiana che si occupa in particolare della produzione di abbigliamento intimo, calze e costumi, in particolare da donna, ma anche per uomini e bambini. Italian group that prefers underwear, stockings and swim-suits, especially for women, but also for men and children.

Quiksilver Surf

Via San Benedetto n°23, Ca 070 457019 www.quiksilver.com Una grandiosa marca di abbigliamento con sede alle Hawaii che produce abbigliamento per surfisti dalla strepitosa qualità e dal look considerevole. Ovviamente non sono capi adatti solo per surfisti, ma lo stile è quello sportivo ed aggressivo allo stesso tempo. Great clothes brand with headquarters in Hawaii. It produces surfers’s dressing with a special quality and a great style. Obviously clothes are not only for surfers because style is sporting and aggressive at the same time.

SHOPPING

Calzedonia


...PARTY...

Divertimento

Linea Notturna

Via Mameli, 154/156 - Cagliari 070.2886194 Un grande bancone centrale, come un ring dove assieparsi per aggiudicarsi un buon drink. Un piano rialzato, privè che ospita feste o cene speciali. Un giardino esterno e una sala centrale dove da oltre dieci anni passa il meglio della gioventù cagliaritana. A large central balcony, like a ring square where you’ll fight for a special drink. A mezzanine, private rooms for parties or special events. An external garden and a central hall where since more than 10 years there is the best of youth of Cagliari.

Tsunami

Santa Margherita di Pula 070.9246192 È la punta di diamante del divertimento notturno nella nota località turistica di Santa Margherita. Sorge su una vasta area di 7.000 mq. offrendo una spettacolare area esterna ed un’area interna in cui si trovano ben 2 sale. It’s the diamond point of night life in the famous touristic place of Santa Margherita. It’s large 7.000 square meters, and offers a spectacular external hall and an internal one where are two rooms. Structure is dipped into the mediterranean atmosphere, full of colours and original nuances.

PARTY

The Cube

Via Venturi, 18 - Cagliari 070.498196 Rappresenta uno dei locali notturni storici di Cagliari. Infatti la sua attività è iniziata verso la metà degli anni ‘80 con il nome di Open Gate. Le sue serate sono da anni un punto di riferimento per tutti i giovanissimi cagliaritani. It’s one of the memorable nighclubs of Cagliari. It’s activity began in the 80s with another name, Open Gate. Evenings are a point of reference for many youngs.

De Suite

Via Roma 070.3300200 - 346 3891853 - 348 8830715 Si presenta al pubblico cagliaritano in una veste inedita grazie soprattutto ai lavori strutturali che hanno contribuito a renderlo molto più ampio, troveremo inoltre una nuova sala ristorante-pizzeria più ampia e due nuovi privè: fashion, altamente selezionato, e gold, per coppie o gruppi. Completely recently refusbished, it’s bigger than before and has a new reastaurant and pizzeria hall and two private rooms: fashion, highly selected, and gold, for couples and groups.


Biggest

Via G. Marconi, 1 – Samassi (CA) 070.9388292 Storica struttura con la sala superiore dedicata al liscio ed al latino americano e la sala al pian terreno dove si trovano consolle e pista da ballo principale. Historical structure with the upper hall dedicated to ballroom dancing and to latinamerican one and the ground floor where you find the consolle and the principal dancefloor.

FBI

Via Brigata Sassari, 68 – Quartu Sant’Elena 070.882332 – 393 9933399 Uno dei locali più frequentati nella zona del cagliaritano. Discobar, ma anche e soprattutto serate dedicate alla musica live e al cabaret. One of the most frequented locals of the zone around Cagliari. Discobar, but also and almost all live music and cabaret.

Zero... club

Via dei Carroz - Cagliari 333 8023229 La struttura come vuole la tradizione offrirà due situazioni diverse nelle sue sale, nella Plaza de Cuba le selezioni salsa, bachata e reggaeton e nella Sala Disco le hit commerciali ed il revival.

Go Fish

Via Venturi, 12/14 – Cagliari 328.5717853 Da alcuni anni la discoteca Go Fish si è affermata come il club ideale per passare una serata fuori dai classici schemi. Originalità e libertà creativa sono alla base delle serate del Go Fish che propone continuamente eventi unici ed inimitabili. Since some years the Go Fish has been affirmed as the ideal club to have an unordinary evening. Originality and freedom are features of this club that suggests always unique and inimitable events.

PARTY

As tradition this structure offers two different situations in two rooms: Plaza de Cuba for salsa, bachata and reggaeton and the Sala Disco with all the commercial and revival hits.


...RELAX...

Centri benessere

T SPA

via dei Giudicati n° 66, Ca 070 47400 www.thotel.it Il centro offre una vasta scelta di massaggi e trattamenti viso e corpo. E’ l’occasione per dedicarsi al proprio corpo immersi in un ambiente raffinato ed accogliente che invita a godere del relax e della serenità. It offers a great variety of european and oriental massages, with face and body beauty treatments. It’s a chance to dedicate to our body in a welcoming and elegant ambient that invites to relax and serenity.

Sofitel Thalassa Timi Ama

Località Notteri, Villasimius 070 79791 Alla punta sud-est dell’isola e nella magnifica baia del Timi Ama, l’hotel occupa una posizione incantevole. In questo paradiso ricco di meraviglie è possibile, ad esempio, immergersi nell’energia di sei vasche di acqua marina, a varie temperature. The beautiful bay of Timi Ama gives to the hotel a special position. Around it there is a great garden, where nature beauties give pleasure and relax to guests. In this paradise it’s possible to dip into six baths of sea water, of different temperatures.

Capo D’Orso

Località Cala Capra, Palau - Olbia info@hotelcapodorso.com Prestigioso Centro Thalasso & Spa “L’Incantu” con reception, tre piscine di acqua marina multifunzione a diversa temperatura, 10 moderne cabine per trattamenti Thalasso, massaggi e trattamenti di bellezza; bagno turco.

RELAX

The Thalasso & Spa “L’Incantu” Centre has a reception, three sea water pools with different temperatures, ten modern thalasso cabins, massages and beauty treatments; turkish bath.

Valle dell’Erica Hotel

Località Valle dell’Erica, Santa Teresa di Gallura 078 9702108 Il Centro effettua trattamenti thalasso nel rispetto dei più severi standard internazionali. Per i trattamenti e per le piscine preleva acqua di mare di qualità eccellente grazie alla purezza dell’ambiente marino e alle correnti delle Bocche di Bonifacio. This centre does thalasso treatments with all the best international stardards. For treatments and pools it’s used excellent sea water from Mouth of Bonifacio.


Forte Village SPA

Santa Margherita di Pula, Ca 070 92171 www.fortevillageresort.com Le Thaermae del Forte ospitano il Centro di Talassoterapia diretto dal Dott. Angelo Cerina, considerato uno dei maggiori specialisti internazionali nel settore. La talassoterapia, può essere definita una vera e propria “medicina del benessere”. The thermae of Forte guest the Thalassotheraphy Centre of Dc. Angelo Cerina, considered one of the best international experts of this sector. Thalassotheraphy is a very “well-being medicine”.

Sighientu Hotel

Località Marina di Capitana, Quartu S.E. 070 870072 Direttamente sul mare, situato sul tratto di costa tra Cagliari e Villasimius, è inserito in un incantevole paesaggio naturale che si affaccia sul Golfo degli Angeli. Giardini interni e movimenti d’acqua introducono al Awellness & Thalasso Centre che propone la cura del corpo con i benefici dell’acqua di mare. Directly on the sea it’s inserted in a beautiful natural landscape that overlooks to the Angels Gulf. Internal gardens and water movements introduce guests to the Awellness & Thalasso Centre. It suggests beauty cares with sea water.

Antiche Terme di Sardara

Località Santa Maria Acquas, (S.S. 131) Sardara, Ca 070 9387200 www.termedisardara.it L’Hotel Antiche Terme di Sardara è un centro naturale di benessere, ideale per coloro che vogliono ritrovare se stessi e la forma fisica più splendente. Nei mesi primaverili o addirittura in pieno inverno, proverete il piacere di un bagno all’aperto in una caldissima piscina termale alimentata con preziose acque sorgive. In the green of Monreale hills, this hotel is a natural wealthy centre. Perfect service, sane and tasty cooking. In spring months or either in winter you’ll try the pleasure of an open air bath in a hot thermal pool with spring water.

It’s a centre in the forefront that uses various virtues of sea water as AntiStress element as natural therapy against rheumatisms, through many firming, toning up and modeling treatments.

RELAX

Thalassos

Via Leonardo da Vinci n°16, Margine Rosso, Ca 070 8341024 è un centro termale all’avanguardia, che sfrutta le molteplici virtù curative dell’acqua marina sia come ottimo rimedio Antistress, sia per terapie naturali contro l’Artrosi e i Reumatismi diffusi, attraverso una vasta gamma di trattamenti rassodanti, tonificanti e snellenti.


Nel prossimo numero di INSIDE Magazine:

In the next number of INSIDE: Week-end a Barcellona A Weekend in Barcellona

Hockey su prato, questo sconosciuto! Simile al calcio ma nettamente meno popolare Field hockey: this stranger! Similar to football but decisively less popular

Il Giappone conquista la Sardegna La nuova mania dal Paese del Sol Levante ha un nome semplicissimo: bento! Japan conquers Sardinia The new mania of the east country has a very simple name: bento!

MENOTRENTUNO, più talento! Rassegna di fotografia per giovani autoriù MENOTRENTUNO Photography exhibition for young authors

E tanti altri interessanti articoli…. And other more intresting articles

Inviaci le tue segnalazioni a info@insidemagazine.it


SCOPRI COSA ABBIAMO DA OFFRIRTI • 92 camere Classic e Executive • 9 Sale meeting da 10 a 400 persone • Ampio Foyer • Ristorante “Vecchia Darsena” • American Bar “Le Saline” • Mini Gym • Piscina all’aperto • Garage

Holiday Inn Cagliari Viale Umberto Ticca - 09122 Cagliari - Italy Tel. +39 070 5379 - Fax +39 070 2110401 www.hicagliari.com - info@hicagliari.com

Inside Magazine  

Free press magazine in pocket format, distributed in Cagliari, Italy

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you