Page 1

IL MIO

VINO

SPECIALE VINI del SUD

ALLEGATO AL NUMERO 10/2012 DE IL MIO VINO - NON VENDIBILE SEPARATAMENTE

I TERRITORI, I VINI E LE CANTINE

IL MIO CASTELLO Spa


nuove scelte di vite, nuovi stili di vino

II Speciale Vini del Sud

www.torrevento.it - info@torrevento.it


Introduzione

I grandi vini del Sud C

on questo allegato riservato ai vini del Sud si chiude il nostro tris di speciali dedicato, nel 2012, alle buone etichette d’Italia, alle cantine che le fanno e ai territori di

produzione delle uve. Bianchi e rossi, bollicine e vini dolci presentati dunque per macro-aree, Nord, Centro e Sud. Una scelta necessariamente forzata altrimenti, data la quantitĂ davve-ď ˝

Speciale Vini del Sud

1


Introduzione

ro elevata dei vini buoni che i nostri esperti hanno avuto fortuna e opportunità d’assaggiare, avremmo dovuto fare una dettagliata enciclopedia a fascicoli o un volume spesso come la vecchia guida del telefono. Che non era nei nostri intenti per motivi strutturali, organizzativi, logistici e soprattutto perché, ora della fine, le annate sarebbero nel frattempo cambiate. Qui vi presentiamo un’ottantina di vini, con gli indirizzi di chi li fa, prezzi in enoteca e schede di valutazione dei nostri esperti. Prodotti che vanno ad aggiungersi dunque ai 100 vini segnalati nello Speciale riservato al Nord e alle 82 etichette contenute nello Speciale Centro Italia. Tirate le somme, circa 260 vini – non è poco - che vale la pena cercare, comprare, bere da soli o da offrire ai vostri amici, con tutte le indicazioni del caso. Anche qui, come nei precedenti fascicoli, troverete riferimenti ad alcuni prodotti tipici regionali e soprattutto indirizzi di enti, associazioni, consorzi che si occupano di valorizzarli. Perché al buon vino si deve sempre abbinare un buon cibo e una buona tavola, pur se ci sono bianchi o rossi che meritano di essere bevuti anche da soli e con la consapevolezza, anzi con quella curiosità che solletica il gusto, di poter abbinare un prodotto di una regione con il vino di un territorio diverso, che non è negli stessi confini. Il nostro viaggio enogastronomico nel Sud è stato impegnativo, interessante,

2 Speciale Vini del Sud

scrupoloso, per certi versi sofferto. Un insieme di aggettivi per sottolineare che di vini buoni e meritevoli i nostri esperti ne hanno incontrati davvero tanti. L’impegno per assaggiarli come si deve è stato perciò necessariamente grande e attento e la “sofferenza” è dovuta al fatto che, per questioni di spazio e di tempo (il nostro lavoro è scandito anche dal numero delle pagine a disposizione e dai ritmi delle tipografie) diverse etichette le abbiamo dovute lasciar fuori, a malincuore. Questo ovviamente non vuol dire che saranno dimenticate. Anzi. Cercheremo di inserirle almeno nelle nostre prossime rubriche previste dalla rivista-madre di questi allegati, Il Mio Vino, compatibilmente con lo scadere delle annate e la loro presenza sugli scaffali ben forniti delle enoteche. Come del resto abbiamo fatto con i vini “esclusi”, per gli stessi motivi, dai due fascicoli precedenti. Le nostre indicazioni hanno un valore prevalentemente informativo, una specie di primo sorso, purtroppo solo… cartaceo, per farvi venire la voglia e la stuzzicante curiosità non solo di andare a cercare questi vini in enoteca per allietare le vostre riunioni conviviali, ma anche quello di prendere nota dei luoghi e dei produttori, per poi andarli a trovare, conoscerli, per assaggiare questi e altri vini in loro compagnia e dunque per moltiplicare anche le vostre conoscenze oltre che per gratificare il palato e il morale. ❦


Speciale Vini del Sud

3


Molise

Piccola terra a grande vocazione P

oco più di trenta chilometri di costa, da cui risale una benefica e calda brezza ma un entroterra che si allarga e si dirama in vallate ampie, soleggiate, solitarie, fino ad innalzarsi verso il massiccio del Matese, che con la sua lunga dorsale (circa 60 km) spesso intorno ai 2mila metri, separa questa regione, il Molise, dalla Campania ed è sorgente di molti corsi d’acqua, uno dei quali, il Biferno, dà anche il nome a una Doc. Geograficamente e climaticamente è terra assai gradita alla vite e ben lo sapevano anche le antiche popolazioni, come gli Osci e, dopo di

La coltivazione dei vigneti si concentra nella zona collinare della regione.

4 Speciale Vini del Sud

loro, i Sanniti, insediatisi qui almeno dal VII secolo avanti Cristo, gran coltivatori d’uva secondo le tecniche apprese dagli Etruschi e dai Greci, con i quali erano entrati in pacifico contatto già secoli prima. La viticoltura molisana è stata a lungo associata, spesso confusa, con quella abruzzese, anche se le due aree si sono separate ufficialmente nel 1963 dando vita a due regioni autonome, una delle quali, il Molise seconda, per ridotte dimensioni, solo alla Valle d’Aosta. Nel territorio però sono cresciute subito aziende che hanno saputo individua-


PRODOTTI DI TERRA E DI MARE Una piccola regione che ha nel turismo e nelle attività agroalimentari i suoi due punti di forza. Un clima favorevole, un terreno ideale, che dal mare risale in poche decine di chilometri alle montagne che hanno sempre favorito le coltivazioni agricole e l’allevamento del bestiame. Oli e vini, poi carni e insaccati “speciali” come la ventricina, composta da carne magra di coscia e lardo tagliato grosso (poi in ogni vallata ci mettono i loro condimenti), o la soppressata di Monacilioni, dalla fetta quasi rettangolare ottenuta dalle carni più pregiate dei suini. Poi carni di agnello e di pecora, che vantano un ricco corredo di ricette locali, col risultato di piatti saporiti e genuini. Gran festa, in Molise, anche per il palato di chi ama i formaggi. Ce ne sono molti, alcuni davvero speciali come il pecorino di Capracotta (Isernia) e il caciocavallo di Agnone, dalla caratteristica

re le qualità basilari di terreni e uve e produrre vino con una propria identità locale. Ridando vita anche a vitigni caratteristici come la tintilia, che non è autoctona ma tradizionale, nel senso che arrivò sui colli molisani già nel 1700, grazie ai traffici commerciali tra il Regno di Napoli, di cui anche l’attuale Molise faceva parte, e la Spagna. Il nome del vitigno deriva, si dice, da tinto, che in lingua iberica vuol dire rosso. Come il colore degli acini e quello, intenso, del suo vino. Il montepulciano è il vitigno a bacca rossa che continua ad andare,

forma a pera. Da mangiare al naturale, oppure, facendone dorare una fetta sulla griglia per poi adagiarla morbidamente su una fetta spessa di pane caldo. O tagliato a tocchetti e unito a uova sode, polpettine e cicoria selvatica, uno dei piatti più semplici e buoni della tradizione del Molise più montanaro. Da non sottovalutare, infine, i prodotti della natura, come i funghi, pregiati specialmente quelli della zona di Capracotta, e i tartufi, sopratutto quelli degli undici comuni facenti parte della Comunità Montana dell’Alto Molise. Ultime, ma solo per caso, anche le ricchezze gastronomiche costiere, dove domina il pesce. Termoli è un gran bel porto peschereccio e il suo brodetto, ricco di pesci di tutte le taglie, è per palati raffinati.

comunque, per la maggiore, affiancato poi dall’aglianico e dal sangiovese, quest’ultimo in calo per far posto a uve di stampo internazionale che qui hanno trovato buona accoglienza e abili tra❦ sformatori anche in cantina. Speciale Vini del Sud

5


Molise INDIRIZZI UTILI Consorzio per la Valorizzazione dei Vini DOC del Molise Presso Unioncamere Molise - Piazza della Vittoria 1 - 86100 Campobasso Tel. 0874.471450 - www.mol.camcom.it Consorzio Dal Molise contrada Macchie, 82 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.699290 www.dalmolise.it Strada del Vino del Molise via XXIV Maggio, 130 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.429422 www.stradadelvinodelmolise.it Per maggiori informazioni è possibile consultare i siti internet: www.tintilia.net www.regione.molise.it www.arsiam.it

6 Speciale Vini del Sud


Speciale Vini del Sud

7


Molise: vini da non perdere Molise Doc Tintilia “Masseria Grande” 2008 vitigni: tintilia 100% da d bere adesso fino al: 2015 Servire a 18/20° S in calici di circa 7 cm aall’imboccatura

N

el 1960 Silvio di Giulio acquisì una tenuta a Campomarino, attratto dall’esposizione a sud-est dei terreni e dalla splendida vista sulla costa Adriatica, fondando la sua azienda che oggi conta circa 60 ettari di vigneti. COM’È IL VINO

Bel colore rosso porpora brillante e molto profondo, praticamente impenetrabile. Al naso regala un profumo intenso, avvolgente e complesso, caratterizzato da aromi speziati, note di affumicato, sentori di marmellata di prugne e frutti di bosco e accenti di nocciola. Potente ed equilibrato in bocca, corposo, ha un’ottima freschezza e un intenso e persistente finale di liquirizia, cioccolato e spezie. ABBINAMENTO

Ottimo rosso da tutto pasto, si sposa bene con primi piatti sia al forno, come i cannelloni, sia con sughi rossi. Perfetto anche con secondi di carne alla brace e formaggi stagionati.

Tenuta Di Giulio - Campomarino (Cb) tel. 0875.57453

28 Euro

Terre degli Osci Igt Aglianico “Elkon” 2008 vitigni: aglianico 100% a da bere adesso fino al: 2018 Servire a 16/18° S in calici di circa 7 cm all’imboccatura

L

’azienda, incastonata nell’Appennino tra Abruzzo e Molise a 500 metri d’altitudine, rappresenta un’attività storica della famiglia Cipressi che, dal 1996, ha affiancato ai vigneti anche una moderna cantina per imbottigliare direttamente i propri vini. COM’È IL VINO

Limpido, rosso granata di media profondità. Pulitoal naso, di buona intensità e complessità, regala note fruttate di prugna con sfumature di frutti di bosco anche in confettura e accenni di tabacco e spezie. Asciutto e corposo in bocca, ha acidità marcata e tannini robusti, con appena un accenno di astringenza. Il calore alcolico si avverte solo alla deglutizione. Sapori di prugna, caffè e liquirizia di buona persistenza. ABBINAMENTO

Un buon rosso corposo e tannico, adatto ad accompagnare primi piatti al ragù, come lasagne o garganelli, e pietanze di selvaggina come il cinghiale in umido o l’anatra arrosto.

12 Euro 8 Speciale Vini del Sud

Cantine Cipressi - San Felice del Molise (Cb) tel. 0874.874535 - www.cantinecipressi.it


Speciale Vini del Centro

9


Sommario Introduzione:

1

Basilicata

50

Molise

4

Vini da non perdere

54

Vini da non perdere

8

Calabria

60

Campania

10

Vini da non perdere

19

Vini da non perdere

66

Puglia

30

Sicilia

72

Vini da non perdere

38

Vini da non perdere

80

IL MIO

VINO

SPECIALE VINI DEL SUD Direttore Responsabile Gaetano Manti Editore Delegato Emanuele Vescovo Realizzazione editoriale Trio S.r.l. Hanno collaborato Maddalena Baldini, Franco Faggiani, Alessandra Mascoli

Segreteria Maddalena Baldini - mbaldini@ilmiovino.it Nicoletta Pappalettera npappalettera@ilmiocastello.it Pubblicità e Agenti di zona Veneto e Friuli - Claudio Vazzoler cvazzoler@ilmiovino.it - cell. 338.6006949 Veneto e provincia di Brescia Efrem Casonato ecasonato@ilmiovino.it - cell. 392.3504297

Grafica e impaginazione Claudia Boara, Sarah De Felice

Toscana Attilio De Amicis adeamicis@ilmiovino.it - cell. 338.5480094

Fotografie - Illustrazioni Franco Faggiani Maurizio Brera

Umbria e Abruzzo Franco Mezzenga fmezzenga@ilmiovino.it - cell. 339.2203596

Lazio - Ernesto Alessandrini ernesto@mediaplaceadv.com cell. 335.6501005 Filippo Alessandrini filippo.alessandrini@mediaplaceadv.com cell. 335.6282317 Campania - Gianni Del Peschio gdelpeschio@ilmiovino.it cell. 349.0509186 Centro Sud e Sicilia - Giuseppe Leogrande gleogrande@ilmiovino.it cell. 333.3370528 Sardegna - Davide Struglia dstruglia@ilmiovino.it cell. 347.1850445 Speciale Andare per Cantine e Speciale Vini del Nord-Centro-Sud Patrizia Albanese palbanese@ilmiovino.it tel. 081.5515416 cell. 340.8250254

Una copia € 4,90 Non si effettua servizio arretrati Stampa Mediagraf Spa, - Noventa Padovana (Pd) Distribuzione esclusiva per l’edicola Parrini & C. Spa Via di Santa Cornelia 9 00060 Formello (Rm) tel. 06.9077811 - fax 06.90400386 Copyright: Il Mio Castello Spa Tutti i diritti di riproduzione e traduzione degli articoli pubblicati sono riservati. Manoscritti, disegni, foto e altri materiali inviati alla redazione, anche se pubblicati, non verranno, in nessun caso, restituiti. In particolare, l’invio di articoli implica, da parte dell’autore, l’accettazione (in caso di pubblicazione) dei compensi stabiliti dall’Editore, salvo accordi.

Editore Il Mio Castello Spa Sede legale, Direzione, Redazione e Amministrazione via Feltre, 28/6 - 20132 Milano tel. 02.27086.1 - fax 02.87365819 Pubblicazione mensile registrata presso il Tribunale di Milano N. 643 del 19/11/01

In allegato al numero di ottobre 2012 della rivista Il Mio Vino


CANTINE PELLEGRINO

www.carlopellegrino.it


Anteprima Speciale Sud - Il Mio Vino  

Anteprima Speciale Sud - Il Mio Vino

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you