Page 1

L’INFORMAZIONE CHE CERCAVI

Settimanale d’informazione - Anno II N. 14 del 12 aprile 2019 direttore: Mario Mercuri Questo giornale non usufruisce di finanziamenti pubblici

Scarica la tua copia dal nostro canale Telegram o sfoglialo in formato digitale su www.ilclandestinogiornale.italiasera.it

Raid in centro, furti da Benito e Romolo

Notte brava in centro a Nettuno, danneggiate diverse auto in sosta a via Napoli >pag. 3 ELEZIONI In due diversi episodi sono dovuti accorrere Carabinieri e Guardia di Finanza

Tutte le iniziative dei candidati in corsa a Nettuno, iniziano le polemiche tra Mancini e i 5 stelle

Botte da orbi a Lavinio e Lido dei Pini >a pag. 5

Van a fuoco in via della Liberazione a Nettuno: si teme il dolo

l’Editoriale Il centro nel mirino, cresce l’esasperazione

da pag. 8 a 10

ANZIO a pag. 4

Si rompe una condotta fogniaria, cede l’Ardeatina

NETTUNO

Approvato il progetto per rifare il parcheggione

a pag. 10

ANCORA Auto in fiamme a pag. 5

I periodici raid vandalici e i furti in centro a Nettuno tanno diventando un’abitudine sgradevolissima. Periodicamente si pone rimedio alla situazione con arresti mirati. Poi finiscono le misure restrittive e ricomincia il balletto. A pagare, in termini letterali, i commercianti, con le vetrine rotte i piccoli furti in cerca anche di pochi spicci, non si fa scrupolo a fare danni per migliaia di euro. Al centro è una lotteria. Quasi tutti sono stati colpiti, altri lo saranno a breve. La stampa lo racconta, un rimedio sembra non esistere e chi lavora e investe al centro di Nettuno è esasperato. In questo clima nasce la voglia di giustizia fai da te. E poi troppo ci sarà da dire.


Cronaca

L’appello di un pendolare che ha visto le due persone accamparsi nella sala di attesa

Senzatetto alla stazione di Padiglione Un sentimento di tristenza per il cittadino che chiede l’intervento degli uffici servizi sociali del comune di Anzio per aiutare queste due persone in difficoltà, costrette a pernottare lì per trovare riparo da freddo e pioggia già due quartieri difficili; il parcheggio della stazione di Padiglione necessita da tempo di una riqualificazione. Nessuno sente il bisogno di aumentare il degrado del quartiere”. “Questa segnala-

zione verrà fatta anche a RFI – Rete ferroviaria italiana, competente per la stazione, che non ha un indirizzo di posta elettronica a cui fare questo tipo di segnalazioni”. Qualche anno fa un citta-

dino straniero senza fissa dimora, ad appena trent’anni è deceduto per il freddo proprio mentre dormiva alla stazione di Padiglione. Una storia che speriamo di non dover raccontare mai più.

ANZIO

E

’ un cittadino di Anzio e Nettuno a fare presente che, da qualche settimana, la sala d’aspetto della stazione ferroviaria di Padiglione – Anzio è occupata, specialmente nelle ore notturne, da due persone senza fissa dimora. “Faccio fatica a scrivere queste righe – ci spiega il cittadino residente in zona – perché non voglio accanirmi contro due persone che cercano riparo al freddo della notte ma, per mille motivi, non è nemmeno giusto che si faccia finta di nulla. Chiedo all’Ufficio che segue i servizi sociali del Comune di Anzio, chiedo all’Assessore com-

Tenta di rubare al Maraschino, ladro inseguito e bloccato petente, di trovare una sistemazione a queste due persone, con l’eventuale supporto di un’associazione locale dedita a questi scopi. Anzio è una città turistica, in molti parlano di bandiere blu e di bandiere verdi. Non credo faccia un buon servizio alla città di Anzio il fatto che la sala d’aspetto di una delle più importanti stazioni ferroviarie della città sia di fatto inservibile ed occupata in modo improprio da questi due cittadini che meritano un ricovero decisamente migliore. I quartieri di Sàcida-Padiglione di Anzio e di Sandalo di Nettuno, che si affacciano sulla stazione di Padiglione, sono

N

otte di super lavoro per i Carabinieri che lo scorso lunedì sono intervenuti sulla riviera Zanardelli ad Anzio presso il “Maraschino” per sventare l’ennesimo tentativo di furto della nottata lunedì sul litorale. Un cittadino straniero aveva infatti cercato di entrare nell’attività commerciale sfondando la porta di ingresso. Ad accorgersi del tentativo di effrazione una guardia giurata che sorvegliava la zona. Il vigilante ha inseguito il ladro che, nel tentativo di darsi alla fuga, è rovinato a terra e si è ferito in maniera seria. L’uomo è stato denunciato a piede libero e trasportato al Pronto Soccorso per le cure del caso.

Centro Anziani di Nettuno, Ultimo appello di Brico una colomba per ogni socio “Aiutatemi a non chiudere” I nformativa per i soci del Centro Sociale Anziani Franco Romani di Nettuno. Per quest’anno i componenti del comitato di gestione hanno deciso di regalare una colomba ad ogni socio per augurare loro una Santa Pasqua di pace e serenita’. La consegna ai soci avverrà da martedì 9 aprile negli orari di segreteria: mattina: 9 – 11; pomeriggio:15.30 /19. Per ritirare la colomba è necessario presentarsi muniti di tessera regolarmente rinnovata. A darne notizia la presidente del Centro anziani di Nettuno Iolanda Bellobono.

E

nnesimo appello della Ferramenta Brico Marchetti di Nettuno che, se entro dieci giorni non trova qualcuno pronto a finanziare la sua attività, dovrà dichiarare fallimento e chiudere. Tanta l’amarezza del titolare sul web, che ancora una volta torna a chiedere aiuto dopo che si è visto chiudere ogni porta e ogni speranza da finanziare e Istituti di credito. “Se non ci sarà un vero miracolo e non solo chiacchiere – spiega Roberto Marchetti – la ferramenta Brico chiuderà perché non riesco a pagare le bollette e i fornitori”. Inevitabile poi lo sfogo contro le istituzioni che lo hanno lasciato solo. “Contrariamente a quello che si sente in Tv – ha detto – lo Stato non aiuta gli imprenditori. Nessuno mi ha tirato un salvagente. Ringrazierò sempre i cittadini che mi hanno evitato la chiusura un mese fa. Ho cercato

in tutti i modi di evitare la chiusura, anche stando aperto 7 giorni su 7. Nessuno mi vuole dare fiducia anche se mi basterebbe una cifra misera per evitare la chiusura”. Si spera quindi in un miracolo, che sembra ogni ora più difficile.

2


Cronaca

Rissa tra stranieri a Lido dei Pini

I residenti hanno raccontato di due cittadini Bulgari completamente ubriachi che hanno aggredito senza motivo un cittadino marocchino che non è mai stato litigioso, preso di mira anche il vigilante

S

perante e per essere spesso ubriachi e molesti, hanno quindi aggredito in maniera pesantissima un cittadino marocchino. Un uomo tranquillo, colpevole solo di essere in zona in quel momento. La situazione si è fatta tesa al punto che i titolari del negozio hanno deciso di chiudere e andare via mentre sul posto c’è chi è intervenuto a difesa del cittadino marocchino. Quindi è arrivato sul posto l’addetto della sicurezza al Consorzio, che dopo aver visto il sangue per terra, mazze e bottiglie rotte, ha

ono residenti a raccontare la dinamica della rissa che si è scatenata la scorsa domenica in zona Lido dei Pini ad Anzio. Due cittadini Bulgari, completamente ubriachi, hanno iniziato ad infastidire le persone presenti all’esterno di un’attività commerciale dedicata alla vendita di prodotti stranieri. Un’attività, è bene precisarlo, gestita con passione e mai protagonista di atti di inciviltà che questa volta ha dovuto subire questa situazione. I due, che invece in zona sono noti per il carattere intem-

chiamato la Polizia ed ha cercato di prendere le targhe dei responsabili. Per questo anche lui è stato aggredito verbalmente ed ha rischiato di finire nel pestaggio. Sul posto è intervenuta la volante del commissariato, che ha preso atto delle dichiarazioni dei presenti e sta indagando sulla situazione. La speranza dei residenti è che le forze di polizia si facciano vive più spesso in zona per evitare che i due Bulgari, già protagonisti di aggressioni e atteggiamenti non consoni, creino il panico in zona.

Notte di danni e furti quella di lunedì in pieno centro a Nettuno a causa di ladri e vandali

Raid in centro, furto e danni da Benito e Romolo

NOTTE BRAVA

Auto in sosta danneggiate tra via Napoli, Piazza Cesare Battisti e via De Gasperi

N

ottataccia per i titolari del Bar Benito, in pieno centro a Nettuno. L’attività commerciale lo scorso lunedì è stata presa di mira dai ladri. Prima è scattato l’allarme alle tre di notte. I titolari sono giunti sul posto ed hanno visto un vetro spaccato. Solo danni quindi, e sono tornati a casa. Alle 4,30 l’allarme ha suonato di nuovo e stavolta i malviventi hanno completamente spaccato la porta a vetro, sono entrati ed hanno portato via la cassa con pochi spicci. Un colpo davvero da stupidi se si considera che il bar il lunedì è chiuso e che quindi non potevano esserci soldi in cassa. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di

Nettuno che hanno acquisito le immagini della videosorveglianza. La scena del furto, infatti è stata tutta ripresa. Dopo mesi di tranquillità, a seguito dell’arresto di una coppia di ladri che ha martorizzato il centro cittadino (compresi due tentati furti anche da Benito), torna l’incubo dei furti in centro. Ora resta da capire quante altre attività dovranno subire danni e furti prima che il responsabile venga di nuovo fermato. Lo scorso sabato una persona, probabilmente la stessa, ha spaccato i vetri ad un’auto ed ha tentato di entrare in un negozio a pochi metri da Benito. Nella stessa notte colpito anche Romolo Al Borgo.

N

otte brava per un ragazzo ripreso dalle telecamere, nella notte tra lunedì e martedì di questa settimana in via Napoli in pieno centro a Nettuno. Dopo aver sfondato i finestrini di un’auto per rubare l’uomo ha tentato di forzare alcuni dei negozi della zona, ma non è riuscito ad entrare e a prelevare nulla. Le immagini dell’uomo in azione sono rimaste immortalate nei sistemi di videosorveglianza, diffusissimi in zona. Le immagini ora sono la vaglio della Polizia di Stato che le ha acquisti in mattinata. La speranza è che non si tratti della stessa persone che, di recente, aveva messo a

3

segno una serie infinita di colpi proprio in centro. L’uomo era infine stato arrestato e ristretto ai domiciliari. Una reclusione che ha regalato un periodo di

pace ai residenti e commercianti della zona, con i furti ridotti a zero. Tutti chiedono a gran voce che si ponga subito fine alla situazione.


Cronaca

Si rompe una condotta fognaria e crolla l’asfalto su via Ardeatina Nella buca finisco una macchina e anche un autospurgo giunto sul posto

E

’ stato un cedimento improvviso e pericoloso quello che si è verificato in via Ardeatina, la scorsa domenica all’altezza di Tor Caldara ad Anzio. Un guasto sulla condotta fognaria ha richiesto un primo intervento dei tecnici di Acqualatina, ma la gravità della situazione è stata chiara solo alle 17, quando un’auto che faceva manovra per entrare nel parcheggio della pizzeria El Sangria, è letteralmente sprofondata dentro una buca causata dallo sgrossamento della fogna.Sul posto sono subito accorsi gli agenti della Polizia locale,

che hanno creato il senso unico alternato sulla via per permettere i soccorsi, rivelatisi difficilissimi. Il carroattrezzi chiamato per spostare l’auto crollata nella buca ha avuto enormi difficoltà a fare manovra. Quando poi è arrivato l’autwspurgo di Acqualatina, per pulire la buca e permettere l’intervento di riparazione, c’è stato un ulteriore crollo, sempre sulla linea della condotta. Il mezzo della società che gestisce il servizio idrico è rimasto a sua volta incastrato nella buca ed è stato necessario chiedere l’intervento di ulteriori mezzi

per effettuare i lavori, per lo spurgo e per la rimozione. A supervisionare il traffico la Polizia locale, inevitabili le code e i rallentamenti sull’Argentina. Anche la delegazione di Bad Pyrmont attesa al Porto per le cerimonie di DiportAnzio è arrivata in ritardo perché è rimasta intrappolata nel traffico. Ora i tecnici sono ancora al lavoro e probabilmente andranno avanti anche stanotte. Nel frattempo la pizzeria questa sera non può far entrare le persone nell’area di sosta con ulteriore danno all’attività commerciale.

CONTROLLI SERRATI SUL CONFERIMENTO DEI RIFIUTI

Nettuno, multe ai commercianti L

a Polizia locale di Nettuno da una settimana monitora il conferimento dei rifiuti in centro a Nettuno ed ha potuto constatare una serie di violazioni, anche gravi, compiute da alcuni commercianti della zona e da una serie di cittadini che, dopo aver visto i rifiuti impropriamente ammucchiati dai commercianti persino vicino ad un gettarifiuti, decidevano di aggiungere inciviltà ad inciviltà. Alcuni tra coloro che hanno compiuto comportamenti scorretti, per cui è prevista una sanzione amministrativa, sono gli stessi che poi si lamentano perché la città non è adeguatamente curata e pulita anche nelle zone centrali. In questi gironi in corso il posizionamento di nuove telecamere, in centro e

E

nnesimo reato ambientale in via delle Grugnole a Nettuno, al confine del Bosco di Foglino. Ignoti hanno abbandonato dei rifiuti cosiddetti speciali. Guina e vetrate che hanno tutta l’aria di essere attrezzi di un’attività commerciale appena smontata. Ad accorgersi del fattaccio i responsabili dell’Università agraria che attendono le fototrappole (dovrebbero essere montate entro la fine della settimana) per poter inchiodare gli autori di simili gesti alle proprie responsabilità, per multarli e, soprattutto, costringerli a pulire quello che hanno sporcato. In questa occasione gli autori del gesto non sono stati colti in flagranza di reato, ma c’è chi guardando le immagini ha riconosciuto i rifiuti e fatto una precisa segnalazione alla

in periferia e presto saranno tutte tarate per permettere alla Polizia municipale di fare precise contestazioni ai trasgressori. Ma è ovvio che quello che l’Amministrazione comunale vuole non è sanzionare i cittadini ma collaborare con loro per ottenere risultati importanti sul decoro cittadino. I comportamenti corretti nello smaltimento dei rifiuti sono una garanzia per tutti di avere una città pulita, soprattutto per chi al centro lavora ed ha tutto l’interesse a mantenere una situazione di decoro sempre. Ricordiamo. tutti che con le immagini delle telecamere sarà possibile multare i responsabili di comportamenti scorretti, anche senza una contestazione immediata.

Getta ingombranti in via Santa Maria Goretti, sanzione di 600 euro e bonifica del sito

E

nnesimo e positivo intervento del nucleo forestale dei Carabinieri a Nettuno, questa volta su via santa Maria Goretti. Il personale, che sta lavorando sul territorio per contrastare la piaga dei reati ambientali e in particolare dell’abbandono dei rifiuti, ha multato un cittadino per aver accumulato rifiuti e disposto la bonifica della zona. Il verbale ammonta a 600 euro come per l’altro cittadino sorpreso a buttare rifiuti al Bosco di Fognino. Solo nella scorsa settimana sono state sei le persone sorprese a buttare rifiuti e ad essere verbalizzate.

NETTUNO

Ennesima discarica a ridosso del bosco di Foglino Polizia locale. Nei prossimi giorni ci saranno degli accertamenti e c’è ottimismo sulla possibilità di inchiodare il responsabile che, vista la natura del rifiuti, sarà denunciato anche per reato ambientale. Intanto continuano anche i controlli del nucleo forestale dei carabinieri, che nell’ultima settimana ha fermato tre zozzoni, li ha sanzionati per la somma di 600 euro l’uno, e li ha costretti a ripulire. A quanto pare per alcuni incivili questa è l’unica via per apprendere l’educazione e il corretto comportamento civile.

4


Cronaca

Esplosione e fiamme a Cretarossa, si teme atto doloso

E

splosione in strada giovedì alle 5,20 di questa mattina su via della Liberazione nel quartiere di Cretarossa a Nettuno. A far svegliare di soprassalto i residenti della zona con un fragoroso boato un van in fiamme sulla strada.I cittadini hanno chiamato il 112 segnalando l’incendio e la situazione di pericolo, ma nonostante il tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco, sono state danneggiate in maniera irreparabile altre due vetture in sosta. Una era ferma davanti, l’altra dietro al van andato a fuoco. E’ convinzione che si tratti di un gesto doloso. La volante del commissariato di Polizia di Anzio, giunta sul posto per le indagini del caso, ha acquisito stamattina le immagini della videosorveglianza delle attività commerciali della zona e del deposito Cotral che si trova lì a pochi passi. la sequela di auto in fiamme a Nettuno sta iniziando a diventare preoccupante visto il crescente numero di casi negli utlimi mesi.

Botte da orbi alla stazione di Lavinio Tremenda rissa mercoledì sera nel quartiere di Anzio. Coinvolte almeno cinque persone. Alcuni si sono dileguati alla vista dei Carabinieri. Altri hanno continuato ad urlare

U

na rissa di quelle che si ricordano è scoppiata mercoledì pomeriggio a Lavinio stazione, nei pressi del Bar di di zona. Almeno cinque le persone coinvolte, tutte note in zona perché stazionano spesso vicino la ferrovia. Due delle persone coinvolte hanno riportato ferite ben visibili al volto. I residenti e i cittadini di passaggio, allarmati dalla situazione di evidente pericolo hanno subito chiamato il 112. Sul posto è sopraggiunta un’auto dei Carabinieri e si è fermata anche una pattuglia della Guardia di Finanza di passaggio in zona. L vista delle forze dell’ordine ha calmato gli animi,

alcuni si sono allontanati, altri hanno continuato ad urlare. Non è chiaro al momento il motivo della discussione quello che invece è certo è che la situazione della stazione di Lavinio, a due passi dallo Zodiaco, sta esagerando i residenti, sia italiani che stranieri, che a Lavinio vivono e lavorano e che vorrebbero veder garantita una situazione di maggiore sicurezza. La zona invece, ci raccontano i residenti che non vogliono essere identificati, è una piazza di spaccio ed è frequentata da diverse persone con precedenti penali che spesso discutono, arrivano alle mani, spaccano bottiglie e creano situazioni di continua tensione.

NETTUNO Nuova luce e nuovo look al Parco della Rimembranza

SCONTRO A LAVINIO

Mancata precedenza, i due conducenti in ospedale

E

’ stato uno scontro violentissimo quello avvenuto tra due auto all’incrocio tra la via Ardeatina e via di Valle Schioia nel quartiere di Lavinio ad Anzio. Le due vetture sono entrate in collisione a causa di una mancata precedenza e l’esito dello scontro è stato devastante per entrambi i mezzi. I due conducenti sono stati subito soccorsi da due ambulanze sopraggiunte sul posto e trasportati di corsa al Riuniti di Anzio e Nettuno. Le loro condizioni fortunatamente non sono gravi ed entrambi sono sotto osservazione, ma registrati in codice giallo. Sul posto pe ri rilievi del caso La Polizia Locale di Anzio.

ALL’ALTEZZA DI TOR CALDARA

Incidente sull’Ardeatina, ferito un centauro 5

B

rutto incidente sulla via Ardeatina nel comune di Anzio, all’altezza della Riserva Naturale di Tor Caldara. La scorsa domenica un’auto, per motivi ancora da accertare si è scontrata con una moto. Il centauro è finito a terra con violenza. Sul posto è accorsa un’ambulanza che ha portato l’uomo al Pronto soccorso. Quindi sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Anzio per i rilievi del caso e per accertare le responsabilità dello scontro.

N

elle scorse settimane il Parco di via Santa Maria in pieno centro a Nettuno era balzato agli onori delle cronache per alcuni atti vandalici. Il Commissario prefettizio Bruno Strati era subito corso ai ripari, inviando la Poseidon a ripristinare la situazione messa a rischio da qualche vandalo che la sera non ha nulla da fare e danneggia i beni comuni. Successivamente l’Amministrazione commissariale ha fatto alcune valutazioni per rendere più sicura la zona che durante il giorno è frequentata da tanti bambini. E questa sera, dopo qualche giorno di lavori, è stato installato un palo di illuminazione che rende più difficili gesti inconsulti. Anche in zona, a breve, dovrebbe essere installata la video sorveglianza.


Politica

“Il Patto non è un mascheramento”

La componente anziana della lista che sostiene Marchiafava Sindaco di Nettuno tiene a precisare che il progetto non ha nulla a che fare con la ‘restaurazione’. “Non siamo congregazione di dinosauri”

I

sottoscritti vogliono rispondere pubblicamente alla voce diffusa da alcuni schieramenti politici che accusano la lista civica Patto per Nettuno di essere il mascheramento di alcuni storici politici nettunesi. Patto per Nettuno è stato accusato a giorni alterni di essere il partito della restaurazione, un circolo bocciofilo, una congregazioni di dinosauri della vecchia politica e tutto questo a causa della nostra presenza nel movimento. Siamo autoironici e non ce la siamo presa sul personale: ma occorre fare chiarezza! Niente di più fazioso e offensivo poteva essere detto. Evidentemente, non avendo contenuti da proporre, i nostri avversari giocano la partita innescando una ridicola caccia alle streghe. Patto per Nettuno non è la maschera di nessuno e non ha amministratori nascosti dietro le quinte: siamo un movimento civico trasparente, che ha come obiettivo principale la rinascita culturale di Nettuno e la selezione di una nuova classe dirigente capace e di qualità. Rivendichiamo con chiarezza la nostra partecipazione al Patto e riteniamo che la nostra esperienza e la nostra conoscenza rappresentino il valore aggiunto di questo progetto e la sua memoria storica. Al contempo sottolineiamo pubblicamente che

Caso Next, il Comune nomina l’avvocato Paolo Stella Richter

I

la nostra partecipazione è un atto di generosità e non di protagonismo politico o di ingerenza nelle decisioni. Patto per Nettuno vuole essere un contratto tra due generazioni di nettunesi nel quale, però, i ruoli sono distinti e ben delineati. Da una parte c’è l’esperienza, la conoscenza della storia nettunese e la consapevolezza di aver terminato da tempo il ruolo all’interno dell’Amministrazione, dall’altra parte c’è chi deve assumersi oggi l’onere e l’onore di governare questa Città in un rapporto con noi di dialogo e di indipendenza. Con questo documento abbiamo il coraggio di essere trasparenti e di definire il nostro ruolo per dimostrare che nel Patto per Nettuno non c’è chi muove i fili e chi è mosso, come forse avviene

altrove. Ribadiamo che i sottoscritti, pur sostenendo apertamente Patto per Nettuno, non vogliono essere candidati e non intendono ricoprire ruoli di governo in caso di vittoria elettorale e con la presente si impegnano pubblicamente in tal senso. Ci chiediamo se anche gli altri schieramenti politici e civici possano fare lo stesso o se stiano mettendo in scena solo una verniciatura delle facciate senza la volontà di costruire una nuova classe politica veramente autonoma e indipendente. Luigi Noro Antonio Simeoni Giovanni Cancelli Giuseppe Giallongo Alberto De Carolis Giampiero Pedace Giuliano Tirocchi

l Comune di Nettuno cambia legale per continuare a dare battaglia sul Bando Next. Il Commissario prefettizio Bruno Strati ha nominato Paolo Stella Richter. La nomina è avvenuta a seguito della notifica del proposto davanti al Tribunale amministrativo regionale (Tar) del Lazio dall’amministratore della Next, per l’esecuzione della sentenza TAR Lazio, per l’annullamento dell’autorizzazione notificata dal Comune e per il risarcimento di tutti i danni subiti e subendi. Il Dirigente dell’Area Economico-Finanziaria ha comunicato la necessità e l’opportunità di costituirsi in giudizio avverso il predetto ricorso, producendo tutta la documentazione a supporto. L’avvocato Paolo Stella Richter curerà gli interessi di questa Amministrazione in funzione del mandato ad litem, conferendogli ampia facoltà di legge tra le quali quella di verificare ed eventualmente ricercare, sempre nell’interesse di questa Amministrazione, ogni possibile soluzione, anche stragiudiziale, che comporti vantaggio per l’Ente.

Informazione Politica Autogestita

Mirko Sannini: I trasporti siano vicini ai cittadini (informazione politica autogestita) er rimanere in tema di sicurezza pubblica è importante toccare anche il tema dei trasporti. In questi giorni, incontrando vari cittadini per la città, è emersa una forte problematica che da troppo tempo è passata inosservata per le varie amministrazioni che si sono succedute: molte persone, non motorizzate, si sentono isolate dal centro e dai maggiori servizi. Un collegamento più profondo e più articolato nei vari orari della giornata che unisca periferie e centro città, servizi fondamentali con i luoghi più lontani e i lavoratori con gli studenti alla capitale, è di notevole importanza. Mi impegnerò se eletto, insieme al candidato sindaco Marchiafava, di aumentare il servizio reso rendendolo ancora più capillare e continuo dialogando con la società ed impegnando l’amministrazione a fornire ai cittadini ulteriori navette per il trasporto; in particolare anche quello della domenica. Non solo, importante sarà aprire anche tavoli con Trenitalia, anche qui il servizio è migliorato in termini di qualità, ma dovrà essere rafforzato per l’enorme utenza che usufruisce dei servizi. Come andranno studiati piani di emergenza laddove ci siano problematiche sulla linea, per far sì che i disagi siano minimi. Voglio quindi mettere al centro i trasporti pubblici affinché nessuno rimanga isolato o tagliato fuori, specialmente nelle periferie. Mirko Sannini, Democratici per Waldemaro Marchiafava sindaco

P

6


Politica

L’ex vicesindaco Mancini risponde al candidato grillino Rizzo: “La giunta non sfiducia e sindaci”

E’ scontro tra Mancini e i 5 stelle sporca e l’immondizia in strada siano chiuse in un armadio per l’inerzia di chi non rispetta la città. Io e gli ex assessori ha detto abbiamo lavorato per tutti i progetti, compresa la videosorveglianza. Abbiamo finito tutto l’iter burocratico ma le telecamere non sono ancora montate per inerzia, noi vogliamo dare ga-

I

l candidato a Sindaco di Nettuno con il progetto civico Nettuno progetto comune Daniele Mancini, ospite di Youngtv e del Direttore Mario Mercuri mette i punti sulle ì, insieme alla giunta di cui ha fatto parte nell’ultima amministrazione comunale, rispetto alle accuse mosse dal candidato a sindaco del Movimento 5 stelle Mauro Rizzo, che ha parlato di Fake news in merito al fatto che gli ex Assessori oggi candidati in una lista alternativa ai 5 stelle si prendono il merito della realizzazione di diverse opere pubbliche che in queste settimane stanno vedendo la luce, dai lavori al Forte Sangallo alla pista ciclabile, dal progetto del parcheggione al Teatro comunale.”.“Siamo noi ad essere vittime di Fake new – ha detto Mancini – da parte di chi sostiene che abbiamo fatto cadere l’amministrazione precedente. Gli assessori – spiega – non possono sfiduciare il Sindaco. Le opere in corso di realizzazione le abbiamo fatte tutte noi assessori”. Poi una stoccata a Rizzo. “Si è fatto eleggere – ha detto – e poi è partito per sei mesi per una missione all’estero, a cui si prende parte su base volontaria. Rizzo, in-

sieme agli ex consiglieri a 5 stelle, a 24 ore dalle nostre dimissioni ha sottoscritto un verbale di maggioranza in cui si parlava di preventivi legati ad ex consiglieri. Ma io sulla verità non transigo. Il bene di Nettuno siamo noi – ha concluso Mancini – siamo noi che saremo garanti della realizzazione delle opere che abbiamo programmato”. Poi è stata la volta di Stefano Pompozzi, ex assessore all’Urbanistica. “Nel nostro programma . spiega – non cè né il teatro comunale né il parcheggione, perché sono cose già fatte. Le abbiamo fatte tenendo conto delle esigenze dei cittadini, che ci hanno comunicato i loro desideri”. E’ quindi rimessa l’idea del

Zomparelli nuovo coordinatore a Nettuno

progetto degli ex 5 stelle che al parcheggione volevano realizzare un bosco urbano, lasciando solo il 20% dell’area a zona parcheggi. Una proposta assurda per il centro cittadino e che, soprattutto, non ave alcun collegamento con le richieste esplicite dei cittadini”. “I cittadini devono sapere la verità – spiega Mancini – anche sulle fototrappole. Abbiamo vinto un bando di Area metropolitana per acquistare delle fototrappole per contrastare l’abbandono dei rifiuti. Le telecamere sono da due anni nei cassetti degli uffici, non importa nulla a nessuno. Io spesso vengo dipinto come aggressivo, ma mi fa arrabbiare che gli strumenti per prevenire la città

ranzie sul fatto che le cose si facciano per il bene collettivo. Bisogna efficientare la macchina amministrative. Non si possono raccontare bugie ai cittadini, né mettere nel programma cose già fatte, c’è qualcuno che non vuole fare le cose programmate e darne i meriti a qualcun altro”.

Rizzo e le “fake news”, come è iniziato il braccio di ferro

Stop Fake news. Continua a girare la voce che un gruppetto di persone, avrebbe compiuto azioni in totale autonomia rispetto ad un consiglio comunale democraticamente eletto. Delle magnifiche gesta se ne vanterebbe addirittura anche chi era all’opposizione in quel consiglio comunale. La verità è altra! Il merito è solo dei cittadini che nel 2016 col loro voto hanno deciso di mandare a casa tutta la vecchia politica. Non sarà una manovra di palazzo, o voglia di protagonismo, a vanificare un voto popolare”. Lo scrive in una nota stampa il candidato a Sindaco di Nettuno con il Movimento 5 stelle Mauro Rizzo, che evidentemente da riferimento a Nettuno progetto comune, il movimento civico che vede l’ex Vicesindaco di 5 stelle Daniele Mancini candidato a Primo cittadino.Il Movimento di Mancini che vede schierati tutti gli assessori della giunta Casto oggi, in campagna elettorale, rivendica il lavoro svolto in qualità di organo esecutivo del comune in merito a tutta una serie di opere pensate in autonomia rispetto al consiglio comunale (fatto che è alla base dello scollamento che ha poi portato al fallimento dell’Amministrazione pentastellata a Nettuno). Una versione dei fatti che gli ex 5 stelle evidentemente non condividono.

I GIOVANI DELLA LEGA

I

n occasione della nomina a coordinatore della Lega giovani di Nettuno, Luca Zomparelli ci tiene a ringraziare sentitamente Maurilio Leggieri, coordinatore della Lega Nettuno, per la stima riposta nella sua persona, nonché per l’onestà con cui porta avanti le proprie idee per il bene di Nettuno. “La mia presenza vuole essere un invito a tutti i giovani a contribuire alle esigenze della comunità: ognuno di noi, infatti, è un tassello di conoscenze, esperienze, idee ma solo insieme possiamo completare il puzzle. Questo per dire che quando si vuole fare politica, e con questo intendo perseguire il bene comune, c’è posto per tutti ed ognuno è fondamentale. E’ questa l’apertura e la disponibilità che ho trovato in Maurilio Leggieri, il coordinatore della Lega di Nettuno, il quale ringrazio per l’onestà con cui porta avanti le proprie idee per il bene di Nettuno e per aver da subito creduto in me. Ciò ha contribuito affinché accettassi la nomina a coordinatore giovani e prendessi parte attiva alla redazione del programma elettorale, portando le mie idee per il lustro di Nettuno. Ci tengo a ringraziare anche l’onorevole Zicchieri, il capogruppo Tripodi e il

7

consigliere regionale Corrotti per la fiducia subito riposta e l’entusiasmo praticato. Credo nella squadra e nel programma che abbiamo pensato. Tante sono le idee e forte la voglia di agire… c’è poco da aggiungere:#LEGAtialfare”.“Sono orgoglioso – ha sottoscritto il coordinatore della Lega Nettuno Maurilio Leggieri – che in giovane serio e preparato come Luca Zomparelli abbia deciso di impegnarsi con i giovani della Lega. Ha la mia piena fiducia e sono certo che otterrà ottimi risultati”.


Politica

Botta e risposta tra Marchiafava e Furina

Il Segretario del Partito Liberale diffida il dottore candidato con una formazione civica all’uso del termine ‘Liberali’. Immediata la replica anche ironica: “Vietare l’uso di un termine non è un atteggiamento liberale”

I

l Dirigente Nazionale Del Partito Liberale Italiano. Agazio Furina, in merito alla dichiarazione del dottor Marchiafava del 3 aprile scorso in cui testualmente dichiara: “Voglio essere il vostro Sindaco dissidente, riunire tutti i liberali e i democratici di Nettuno in una squadra civica …”. Tiene a precisare che nessun Liberale si è unito ai democratici di Nettuno, e che ufficialmente i Liberali di Nettuno regolarmente iscritti al PLI e simpatizzanti del PLI sostengono le liste di Enrica Vaccari Sindaco. Chiede inoltre la smentita ufficiale di codeste dichiarazioni fuorvianti e diffida il futuro utilizzo del termine Liberale a sfondo politico da parte di chi non ha rapporti con il PLI, sopratutto stanco delle solite scuse già avanzate da altri appartenenti al PD che giustificavano il termine con il “Liberal“ Americano, che è tutt’altra cosa rispetto al Liberalismo e non può esservi

associato e confuso”. Così in una nota stampa Agazio Furina. Immediata la replica del dottor Marchiafava. “In relazione alla nota del Dirigente Nazionale del Partito Liberale Italiano Agazio Furina, con cui si “diffida” ad utilizzare il termine “liberale” a sfondo politico, si rammenta che l’Istituto Treccani definisce l’aggettivo liberale riferendolo come

conveniente a persona di condizione libera, letteralmente di chi manifesta un animo libero o ne è espressione. Ancora, lo riferisce al fautore della libertà, che professa e propugna tali principi. In altri termini, il termine liberale si riferisce a tutti coloro che si ispirano ai principi etici del liberalismo (Locke e Montesquieu, per citare solo al-

cuni nomi), basati sul rispetto e sulla difesa della libertà individuale, per il cui vasto utilizzo in ambito politico si rimanda direttamente alla definizione del citato Istituto Treccani, facilmente reperibile anche in rete. Tale è il senso dell’utilizzo del termine italiano liberale, dovendosi comunque, per onor del vero, sottolineare che vietare l’uso di un

termine di uso comune sia poco liberale. Del resto, lo stesso Furina, nemmeno due anni fa, ha affermato che in Italia, come nel resto dell’Europa, si comincia a sentire la necessità di ancoraggi valoriali più solidi, e tra essi quello liberale, oltre ad essere il più antico si rivela quello più adatto ad interpretare la modernità”.

Il Patto per Nettuno organizza un convegno sulla cultura

G

ianfranco Rabini, patron della Stella del mare ufficializza l’impegno politico durante un convegno sulla cultura all’Hotel Astura e si candida a sostegno di Waldemaro Marchiafava. Rabbini, in campo con la lista del Patto per Nettuno, ha preso la parola e, dopo essersi detto disilluso sulle promesse fatte da Movimenti che promettevano cambiamenti ma che non avevano alcuna visione politica, entra nel merito e parla dell’importanza di “curare la balneabilità, intervenire sulla viabilità, rivalutare il turismo storico, a partire da Santa Maria Goretti, creando un turismo in grado di generare reddito per gli operatori commerciali. C’è anche – spiega – il turismo culturale. E sarà il professor Clemente Marigliani a portarci per mano nella cultura”.Rabbini ha poi sottolineato l’importanza di cambiare l’immagine della città di Nettuno, di puntare sulla cultura e si deve partire, in questa missione partendo dal rinnovamento del personale comunale, che deve essere preparato a questa rivoluzione culturale. “Riprendiamoci la nostra storia” ha concluso Rabbini, sostenendo che Nerone, Cicerone sono nati e hanno frequentato Antium, un territorio che da Torre Astura va a Capo d’Anzio. Nettuno ne è pienamente parte. “Se eletto lascerò la guida della mia associazione per interessarmi di tutte le Associazioni”. Quindi ha preso la parola il candidato a Sindaco Waldemaro Marchiafava. “Sono emozionato a trovarmi in queste situazioni e questo mi da carica – ha esordito Marchiafava – noi stiamo lavorando da un anno e vogliamo entrare nella testa delle persone per far capire che quello che sta accadendo in questa città non è normale. Tutti parlano di degrado, il degrado principale di questo paese è quello della politica, degrado profondo. La politica non è più interpretata come il bene comune è dato da insulti e accuse su ciò che non è stato fatto vantandosi di ciò che è stato fatto e che era un obbligo fare. Basta puntare il dito. Il giorno che andremo a governare questo paese è fondamentale l’ascolto dei cittadini. Chi è di qui, chi ci è vissuto sa bene cos’è l’orgoglio nettunese: il vino più buono, la terra più buona, si sta perdendo anche questo, riportiamo il ricordo di certe cose. Dico a chi verrà eletto siate onorati di essere letti consiglieri comunali, nel nostro gruppo ci sono figli di consiglieri comunali a Nettuno, faranno rivivere questo orgoglio. Non abbiamo progetti maga galattici, ma innovativi, cultura, scuole, innovazioni, non ho parlato di turismo, noi lo abbiamo, e abbiamo altro a costo zero. Il fondamento sarà l’ascolto dei cittadini, parte del nostro progetto”. Infine ha preso la parola Clemente Marigliani, per spiegare la storia di Anzio e Nettuno, città che sono un unicum. La relazione completa sulla pagina Fb del professor Marchiafava.

8


Nettuno

Coppola incassa l’appoggio anche dell’UdC

Il candidato sindaco del centrodestra unito presenta le liste a suo sotegno presso l’Hotel Astura Palace e annuncia investimenti sugli impianti sportivi per è stato avviato un dialogo col Coni

E

’ stata una mattinata di festa quella appena trascorsa a Nettuno, presso l’Hotel Astura. Il candidato a Sindaco del centrodestra unito Alessandro Coppola ha invitato i cittadini e la stampa per presentare la squadra, unita dopo quasi vent’anni, e il suo progetto di città. Arrivando a prendere, in chiusura di conferenza, un impegno importante con i cittadini. A presentare la manifestazione Francesca Imbiscuso che ha dato la parola per primo proprio al candidato Sindaco Coppola che, in apertura, ha annunciato che alla lista del Sindaco, della Lega, di Fratelli d’Italia e di Forza Italia si aggiungerà anche la lista dell’Udc. “Ho sempre detto – ha esordito Coppola – che le mie condizioni per accettare questo incarico che mi ha fatto rinunciare a tutta la mia vita, era legato all’unione della coalizione e alla libertà di manovra con la giunta. Ma questo è un secondo passo.Il primo passo lo ha fatto la coalizione, che ha fatto passi indietro rispetto alle legittime ambizioni personali per cercare una persona che fosse ingrato di passare dalle parole ai fatti. Sono lusingato di dire che hanno scelto me. Ci siamo seduti a un tavolo e mi hanno parlato di progetti per Nettuno. Chi ha parlato di nomine e incarichi oggi non è seduto a questo tavolo. Mi impegno con la coalizione e con i cittadini per fare il massimo per fermare il degrado di Nettuno e puntare alla rinascita a nettuno – ha concluso –

voglio lasciare un segno”. Quindi ha preso la parola Maurilio Leggieri della Lega. “Saluto tutti i delegati provinciali e nazionali – ha detto – e voglio dire che Coppola è il miglior sindaco che potevamo scegliere, gli saremo sempre accanto per risollevare Nettuno”. Vincenzo Capolei di Forza Italia ha ribadito “Sandro Coppola è un professionista assoluto con lui è facile fare campagna elettorale, quando andiamo casa per casa tutti lo conoscono e lo stimano, sono certo che farà benissimo”. Giovanni Isaia della lista del Sindaco ha puntualizzato: “Dico basta a chi pensa che siamo una bella facciata dietro cui si vogliono restaurare vecchie logiche. Nettuno ha bisogno di rinnovamento e di persone come Sandro Coppola, competenti, capaci, pronte al dialogo, questo è quello che proponiamo a Nettuno per la sua rinascita”. Infine, per i delegati di Nettuno, ha preso la parola Alessandro Mauro, segretario di Fratelli d’Italia. “Non abbiamo fatto passi indietro – ha detto rivolto a Coppola con un velo

di commozione – abbiamo semplicemente capito che nessuno come te poteva essere il Sindaco di Nettuno. Hai umanità e capacità professionali non comuni e sei un nettunese vero. Basta con chi scrive che Anzio mette le mani su Nettuno, siamo perfettamente in grado di esprimere una classe politica di qualità e dare finalmente un governo stabile a Nettuno. Non si strumentalizzi l’amicizia con i cugini di Anzio, Sandro Coppola sarà il sindaco di Nettuno, ha rinunciato a molto per questo ruolo e nessuno come lui può dare una governo solido alla nostra città. Una persona come lui può dare risposte per il turismo, la balneazione, lo Sport non come chi è venuto prima che ha saputo solo chiudere”. I delegati nazionali hanno espresso la massima fiducia per il candidato a Sindaco Sandro Coppola, universalmente riconosciuto come un professionista senza macchia ed hanno dato la massima disponibilità a sostenere l’Amministrazione del Tridente per una serie di progetti di riqualificazione.

Anche la neo segretaria dell’Udc Francesca Cervone ha detto la sua. “Abbiamo la massima fiducia in Sandro Coppola e nel programma per la città, siamo e saremo sempre al suo fianco”. Infine, per i saluti finali, proprio Coppola ha preso la parola e un impegno con i cittadini. “Mi sono comportato come se fossi già sindaco – ha detto

– ed ho incontrato dei funzionari Coni che mi hanno rassicurato sulla disponibilità ad accedere al credito sportivo a tasso zero. Abbiamo già un progetto per rifare la pista di atletica, per riaprire il Masin e per restituire decoro allo Stadio di baseball. La situazione degli impianti sportivi grida vendetta, tra i miei primi atti ci sarà quello di riaprirli”.

“Investiremo sulle strade delle periferie cittadine”

Ieri mattina come spesso accade di recente in questa emozionante campagna elettorale, nonostante il maltempo ho fatto un giro nelle periferie di Nettuno per incontrare i cittadini, spiegare loro il nostro programma e chiedere fiducia. Sono passato a Cadolino, poi a Tre Cancelli. Qui a via castel Madama sono dovuto tornare indietro. Asfalto in condizioni penose e una pozza causata dalla pioggia. Il Comune di Nettuno, meritatamente è riuscita ad ottenere una somma ingente per rifare le strade. Una situazione come questa, da terzo mondo, non è ammissbile e il Comune deve intervenire. Le periferie di Nettuno hanno un grande fascino e molti cittadini curano le abitazioni e i terreni, il Comune deve offrire loro infrastrutture e servizi degne di questo nome”. Lo ha scritto il candidato del centrodestra unito Alessandro Coppola sulla propria pagina Fb, di fatto annunciando un impegno per migliorare la situazione della viabilità nelle periferie, tema certamente sentito in questa campagna elettorale. Il candidato a Sindaco Coppola ogni domenica, fino al termine della campagna elettorale, sarà in giro nei quartieri per incontrare i cittadini.

9

I a


Attualità

Approvato dal commissario di Nettuno Strati il secondo stralcio funzionale del progetto di piazzale Berlinguer

Il nuovo parcheggione si farà

I

l Commissario prefettizio del Comune di Nettuno Bruno Strati ha deliberato nella giornata di mercoledì della scorsa settimana , l’approvazione del progetto definitivo dell’intervento di ripristino dell’area di sosta di piazzale Berlinguer. Il Commissario Strati, con i poteri della giunta, preso atto che nella programmazione delle opere pubbliche lavori pubblici per il triennio 2017/2019 è stata inserita la realizzazione dell’opera pubblica: “Intervento di ripristino e valorizzazione area ex parcheggio a raso di Piazzale E. Berlinguer” 2° stralcio funzionale a fronte di una previsione di spesa pari ad € 750.000,00, da finanziare con mutuo da richiedere alla Cassa Depositi e Prestiti; considerati che la somma prevista per la realizzazione dell’opera non era adeguata all’ipotesi di progetto sviluppato dall’incontro con la cittadinanza e dei successivi incontri con l‘Amministrazione, si

è deciso di incrementare la somma sulla base del quadro economico definito in € 1.232.256,03; l’Amministrazione provvederà nei tempi più brevi a disporre la variazione di bilancio per garantire in aumento lo stanziamento iniziale già approvato

ed ha invitato il professionista stesso a procedere al completamento delle fasi di progettazione affidate per il totale della spesa ammissibile di € 1.232.256. Considerato che il Consiglio Comunale non ha dato seguito alla variazione di bilancio per la co-

pertura economica della maggiore spesa rispetto allo stanziamento iniziale previsto nel programma triennale delle opere pubbliche 2017/2019 e che il Comune può spendere al massino un milione di euro nel rispetto dei principi di stabilità, si è ottenuta nella

contrattazione la disponibilità del progettista a completare il progetto senza oneri aggiuntivi. Infine quindi, è stata deliberata l’approvazione degli elaborati progettuali “Studio di fattibilità tecnico-economico ed il progetto definitivo”, redatti dall’Arch. Fabrizio Garzia relativi all’ “Intervento di ripristino e valorizzazione area ex Parcheggio a raso di Piazza E. Berlinguer.” – 2° stralcio funzionale e di prendere atto che la spesa complessiva dell’ “Intervento di ripristino e valorizzazione area ex Parcheggio a raso di Piazza E. Berlinguer” risulta pari a € 1.000.000,00 (un milione) da finanziare interamente con un mutuo presso la Cassa depositi e prestiti. Il progetto quindi, è ad un passo dal via. E le reazioni dei cittadini suoi social, al di là di ogni schieramento politico, sono ottime.I cittadini e i commercianti non vogliono più vedere la ‘buca’. E come dargli torto.

I Commercianti mettono i candidati a confronto

I

l Comitato spontaneo dei commercianti di Nettuno ha invitato tutti i candidati a Sindaco di Nettuno ad un confronto pubblico, moderato dalla giornalista Elisabetta Bonanni, che si terrà il prossimo giovedì 11 aprile alle 17,30 presso la sala convegni dell’Hotel Astura di Nettuno. I commercianti intendono cogliere l’occasione per porre cinque domande ai candidati a Sindaco, incentrati su tematiche di particolare interesse per la categoria, dalla viabilità alle aree di sosta, dal decoro al turismo. Siamo lieti di comunicare che tutti hanno aderito al nostro invito. Invitiamo i cittadini e la stampa a partecipare all’evento. Durante l’evento i candidati a Sindaco risponderanno in via esclusiva alle domande posta dalla giornalista e concordate con gli stessi commercianti.

Il coordinatore provinciale della Lega incontra la Guercio e Leggieri

M

attinata sul litorale di Anzio e Nettuno quella dello scorso lunedì per il segretario provinciale della Lega Francesco Zicchieri che, dopo aver dovuto rinunciare per un impegno alla presentazione della coalizione a sostegno di Alessandro Coppola per motivi strettamente di lavoro, ha subito cercato rimedio incontrando il candidato a Sindaco di Nettuno per offrire tutto il suo sostegno alla campagna elettorale ormai nel vivo. Zicchieri ha voluto incontrare Annalisa Guercio, che da pochi mesi tira le fila della Lega di Anzio e che in brevissimo è riuscita ad ottenere grandi risultati, primo tra tutti portare il sindaco Candido De Angelis nella grande famiglia della Lega. Per l’occasione è stato organizzato un convegno sui temi dell’Economia (da quota 100 ai fondi per Anzio) con la presenza di delegati nazionali. Zicchieri si è quindi complimentato con la Guercio, a cui ha dato carta bianca nella gestione del partito, per l’impegno e l’ottimo lavoro svolto. Annalisa Guercio sta anche organizzando il Direttivo per strutturare il partito a livello comunale. Quindi ha incontrato il coordinatore della Lega di Nettuno Maurilio Leggieri, impegnato nella campagna elettorale del Comune del Tridente a sostegno di Coppola. La coalizione di centrodestra, lo scorso sabato si è presentata ai cittadini e Zicchieri oggi ha voluto testimoniare la sua vicinanza al coordinatore e alla coalizione. A margine dell’incontro Zicchieri ha quindi promesso che farà il possibile per portare a Nettuno il ministro dell’interno e vicepremier Matteo Salvini, attesissimo dai cittadini.

10


Attualità

Resoconto dopo il grande successo nelle cittadine del litorale della Settimana dell’Inclusione.

Anzio e Nettuno dicono “no” all’intolleranza S

i è svolta venerdì 5 aprile presso la comunità di Sant’Egidio, nei locali del podere San Giuseppe ad Anzio, la conferenza stampa conclusiva della Settimana dell’inclusione, che ha visto il territorio tra Anzio e Nettuno animarsi con tanti eventi a favore dell’accoglienza e dell’integrazione. Tanti i momenti di incontro e di confronto tra le realtà di volontariato delle due città, cattoliche e non cattoliche, e i cittadini, che hanno risposto con entusiasmo, partecipando ai vari eventi in cartellone. L’iniziativa, che si è svolta dal 23 al 31 marzo, è stata organizzata dalla Comunità di Sant’Egidio, dai Vicariati territoriali di Anzio e Nettuno, Atletico Pop United, Caritas, Gruppo scout Agesci Anzio-Nettuno 1, Sezione Cngei di Anzio e Nettuno, Masci, Fondazione Migrantes, Movimento dei Focolari e Pax Christi, col patrocinio dei Comuni di Anzio e Nettuno. “Abbiamo voluto sensibilizzare le persone – ha detto Wanda Catalano della Comunità Sant’Egidio – sul clima di violenza e razzismo che si sta diffondendo, facendo vedere che c‘è ancora tanto di buono. Per noi l’inclusione è inclusione per tutti: disabili, anziani e stranieri”. “Drammaticamente – ha detto don Andrea Conocchia, vicario

territoriale di Anzio e parroco a Lido dei Pini – condividiamo questo clima e questi atteggiamenti, ma noi vogliamo dire, attraverso questa iniziativa, ciò che c’è di positivo, sottolineando esperienze positive con cui riusciamo a far emergere l’umanità di fronte a tanta violenza e razzismo. È possibile creare ponti e pensare a strategie di cammino insieme, pensando al bene della persone perché non esistono persone di serie A, B o C.

La Settimana dell’inclusione è stata una bella dimostrazione di umanità e di apertura verso tutti”. «Nei nostri cuori – hanno sottolineato Roberto Zaccagnini del gruppo scout Agesci Anzio e Nettuno 1 e Marco Valle del gruppo scout CNGEI – ci sono tanta soddisfazione e tanta sorpresa, sia per la risposta delle due città che per la risposta dei nostri amici venuti dall’Africa. È un risultato che ha reso felici tutti noi. Si dice sempre “bisogna fare”: oggi possiamo dire “abbiamo iniziato a fare”. Sul territorio siamo tanti e possiamo fare ancora di più. Adesso lavoreremo nel quotidiano per continuare a fare qualcosa di concreto”. “Siamo stati contattati anche da altre associazioni – ha detto Cristina Cavallo della Comunità di Sant’Egidio – che vorrebbero partecipare alla prossima edizione. È un evento che ripeteremo, vista la grande risposta dei cittadini. Abbiamo toccato vari ambiti di inclusione attraverso vari linguaggi, dall’arte allo sport per contrastare il linguaggio della violenza e per presentare livello di inclusione già in atto nelle nostre città. Da questa rete di collaborazione è nato tanto entusiasmo per continuare su questa strada e per continuare insieme”.

Salute & Sanita’

Si dice che la prevenzione è la cura migliore. Certamente è vero, ma la prevenzione delle malattie non sempre è facile: molte sono legate a predisposizione genetica, a stili di vita, fattori ambientali, ad alimenti non perfettamente salubri, a cause multifattoriali che spesso non è facile identificare e ancor meno modificare. Per alcune malattie, invece, la prevenzione è facile e funziona. E parliamo di tumori, le malattie che fanno più paura. Tra i tumori che si possono prevenire con misure davvero semplici ed efficaci ci sono alcuni tra quelli più diffusi: quello del collo dell’utero, quello della mammella, quello del colon. Il tumore del colon è il secondo tumore in ordine di frequenza, tanto tra gli uomini quanto tra le donne. In almeno l’80% di casi il tumore si sviluppa lentamente, nel corso di 5 – 10 anni o anche più, a partire da un precursore innocuo: l’adenoma. Per prevenire il tumore basta intervenire in una fase precoce, prima che l’adenoma diventi carcinoma: nella maggioranza dei casi basta una semplice asportazione endoscopica. Anche scoprire un carcinoma quando non ha ancora dato segno di sé causando sintomi al paziente è vantaggioso: permette di curarlo con un intervento chirurgico che ha elevate probabilità di essere risolutivo. Ma com’è possibile diagnosticare l’adenoma in fase davvero precoce? L’esame più importante, semplice, non invasivo, poco costoso è rappresentato dalla ricerca del sangue occulto nelle feci. L’esame consente di riconoscere almeno l’80% degli adenomi di maggiori dimensioni, prima che diventino neoplasia invasiva. Rappresenta un esame di primo livello: i casi in cui questo è positivo devono essere sottoposti in breve tempo ad una colonscopia, che permette di identificare, nel 50% dei casi in cui il sangue occulto è positivo, una lesione che probabilmente sarà possibile asportare durante la stessa colonscopia, evitando che progredisca fino a diventare un carcinoma. La ricerca del sangue occulto, eseguita nell’ambito di un programma di screening di popolazione, permette di ridurre la mortalità per tumore del colon in quella popolazione, e per ogni paziente che si sottopone all’esame questo può essere un semplicissimo investimento sulla propria salute. Se la risposta è negativa, abbiamo ottenuto una garanzia aggiuntiva sul fatto di essere in buona salute e abbiamo dimostrato di essere attenti, nei fatti e in modo concreto, alla nostra salute. Rimane solo da programmare la ripetizione dell’esame ogni anno, per aumentarne la sensibilità e per non perderne col tempo i benefici. E se la risposta è positiva, e nelle feci è stata identificata la presenza del “sangue occulto” cosa dobbiamo fare? Sarà necessario organizzare la colonscopia, che permetterà di accertare l’eventuale presenza di un problema intestinale, e se necessario i successivi accertamenti, in un ambiente qualificato in grado di garantire esami di qualità elevata, e le cure secondo gli standard di massima sicurezza ed efficacia. E tutto ciò non sempre è facile. Lo screening per il carcinoma del colon-retto è incluso nei LEA, cioè è un esame che deve essere fornito gratuitamente dalla sanità pubblica. Il sistema Sanitario Nazionale non riesce, tuttavia, a far sì che tutti i cittadini a rischio eseguano realmente l’esame, e talvolta non riesce a provvedere agli approfondimenti successivi nei tempi previsti. Il Campus Bio-Medico si è proposto di mettersi a disposizione dei Medici di Medicina Generale, cui i pazienti si rivolgono per essere consigliati ed accompagnati, attivando un “Ambulatorio OPEN per le neoplasie del colon-retto” cui i medici possono riferire tutti i pazienti ai quali è stato riscontrata la presenza di sangue occulto positivo, o per i quali esiste un fondato sospetto clinico di neoplasia del colon-retto. L’ambulatorio è caratterizzato dal fatto di essere aperto senza appuntamento: i pazienti si possono presentare all’Accettazione Ambulatoriale, al piano -1 del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, in Via Alvaro del Portillo 200 a Trigoria, ogni martedì pomeriggio non festivo, entro le 17 e verranno visitati il giorno stesso. Dopo una valutazione clinica completa, il paziente verrà sottoposto, in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale, agli approfondimenti diagnostici che risultano indicati (colonscopia, TC, eventuali altri esami). Qualora sia necessario, sulla base degli accertamenti eseguiti, il paziente sarà indirizzato al trattamento chirurgico necessario, che viene eseguito ogni qual volta è possibile con tecnica mini-invasiva, in laparoscopia, nell’ambito del protocollo internazionale ERAS (Enhanced Recovery After Surgery). Per qualsiasi informazione esiste una pagina internet dedicata: https://www.policlinicocampusbiomedico.it/news/ambulatorio-open-per-le-neoplasie-del-colon-rettoed è stata attivata una mail dedicata, all’indirizzo screeningcolonretto@unicampus.it; A cura del Prof. Marco Caricato Campus Bio Medico di Roma

11


Cronaca

Cento intossicati alla scuola di Polizia

Il giorno della Festa del Corpo il pasto servito in mensa ha causato malori seri a sei agenti, meno gravi gli altri

U

n centinaio circa di agenti, corsisti e personale della scuola Superiore per Ispettori di polizia di Nettuno, nella giornata del 10 aprile, giorno di Festa del corpo di Polizia, haccusato dolori addominali, crampi, nausea e vomito. Alcuni di loro, in sei, si sono sentiti male durante la notte ed hanno subito chiesto l’intervento di personale medico per i forti dolori addominali e crampi che li avevano colti. Ma quella che sembrava una nottatacia per sei persone, al risveglio si è rivelata un’intossicazione su larga scala. Al mattino, dopo una notte di disagi, oltre 70 agenti hanno marcato visita, chiesto l’intervento del medico e chiesto un giorno di malattia per riprendersi dalle conseguenze del malessere. Una delle persone colte da malore si è anche presentata al Pronto soccorso con forti dolori addominali. La mattina dell’11 aprile quindi, i vertici della Scuola di Polizia hanno avvisato la

Asl per cercare di capire cosa possa essere accaduto. La prima cosa da specificare è che il personale ha avuto accesso alla mensa in due fasi. Un gruppo, di stanza presso la scuola, alle 12,30 circa. Il secondo gruppo, di ritorno da Roma per le cerimonie organizzate nella capitale, alle 15 circa. In entrambi i gruppi ci sono state persone che hanno accusato il malore. In mattinata i vertici della scuola di Polizia hanno chiesto l’intervento della Asl per effettuare dei prelievi microbiologici sul cino servito in mensa, sia su quello lavorato (cotto) sia sul crudo. In questo modo si potrà capire quali siano state le cause della situazione. Il menù servito al personale del Ministero dell’interno era così composto: antipasto all’Italiana, cannelloni e carne bollita con verdure. Il servizio mensa è esterno alla scuola e, fino ad oggi non si erano mai verificati problemi. Si è quindi orientati a credere che sia stata acquistata

involontariamente una partita di merce avariata. Ipotesi che sarà accertata dalle analisi. Da giovedì, in ogni caso, in considerazione dell’esigenza della scuola di continuare a servire pasti ad un consistente numero di persone, tra corsisti e personale, fonti interne ci fanno sapere che è stato deciso di servire

13

esclusivamente cibo in scatola e confezionato. In particolare sarà servita solo acqua in bottiglia sigillata e non da erogatori, tonno, fagioli, e scatolame di ogni genere e riso o pasta bolliti ad late temperature senza condimento. Un modo per fronteggiare l’emergenza senza lasciare ‘ a digiuno’ chi nella scuola di

fatto vive per tutto il periodo in cui prende parte alla Formazionale professionale. Fortunatamente, nonostante i grandi numeri di quella che molto probabilmente è stata un’intossicazione alimentare, nessuno ha patito conseguenze gravi e nessuno ha avuto bisogno di essere rcioverato in ospedale.


Anzio

Autismo, Anzio si tinge di blu Grande successo per l’iniziativa dell’amministrazione neroniana per la giornata mondiale di sensibilizzazione sull’autismo. Monumenti illuminati e eventi in piazza per grandi e piccini

D

al 2 al 7 aprile alcuni dei luoghi simbolo della Città di Anzio, come il Monumento di Angelita, la fontana di Piazza Pia ed il Monumento al Pescatore, in occasione della Giornata Mondiale della consapevolezza sull’Autismo, si sono illuminati di blu. “E’ stato un grande sforzo organizzativo del Comune di Anzio – afferma l’Assessore alle politiche sociali, Velia Fontana – illuminare di blu, per una settimana, i luoghi simbolo di Anzio. E’ stato un atto simbolico, ma di grande significato sociale, che ha tenuto alta l’attenzione rispetto alle serie problematiche che vivono quotidianamente tante famiglie. Noi ci siamo, i nostri Servizi Sociali ci sono tutto l’anno; quotidianamente operano, con serietà ed impegno, in un settore delicato dell’Amministrazione sul quale continueremo ad investire risorse per stare vicino a chi è in difficoltà”. L’obiettivo dell’iniziativa è stato quello di sensibilizzare la cittadinanza sull’autismo, promuovendo la ricerca ed il miglioramento dei servizi finalizzati all’acquisizione di autonomia ed abilità relazionali. La manifestazione, promossa dal Consigliere Comunale Stefania Amaducci ed organizzata dall’Associazione Divento Grande Onlus, in collaborazione con l’Amministrazione De Angelis e altre Associazioni del territorio, nella giornata di ieri ha visto la partecipazione di tante persone alla passeggiata solidale, con partenza e arrivo in Piazza Pia. Successivamente si sono esibiti i giovanissimi ragazzi dell’Associazione “I Giullari”, capitanati dalla bravissima Elisabetta Bruni, che hanno allietato i presenti con dei monologhi davvero divertenti. Infine l’evento si è concluso con l’Holi Party blu, con il quale si è letteralmente colorata Piazza Pia, insieme a tutti i partecipanti. “Ieri mattina, quando mi sono svegliata – afferma il consigliere Stefania Amaducci – il cielo era grigio e pioveva ininterrottamente ma, nonostante questo e qualche richiesta di annullamento dell’evento, insieme agli amici delle varie Associazioni, abbiamo iniziato ad allestire Piazza Pia. In poco tempo il cielo si è aperto, è diventato azzurro ed è uscito uno splendido sole. E’ iniziata ad uscire la gente, sono arrivate famiglie, bambini, anziani, amici ed anche la delegazione della Città Gemellata di Bad Pyrmont”. “Ringrazio tutti i partecipanti – continua la Amaducci – Fabrizio dell’Associazione Divento Grande Onlus, Serena, Valerio e Emanuele dell’Associazione Giovanile Nettunia, Francesco dell’Associazione Il tuo bambino Onlus, Claudia, Chiara e Cristina dell’Associazione “La vita secondo Valerio”, Simone di Athletics, Elisabetta e i suoi teatranti “I Giullari” e tutte le associazioni che hanno aderito a questa splendida giornata, i Commercianti di Anzio, Sandro per il service, DiportAnzio per il palloncini blu e l’Ufficio Tecnico per il grande lavoro svolto. E’ stato bellissimo vedere la fontana di Piazza Pia colorata di blu, non solo dal punto di vista simbolico, ma anche da quello artistico, che in questa settimana ha attirato tanti curiosi. Per ultimi, ma non per importanza, ringrazio l’ex Assessore Alberto Alessandroni e l’Assessore ai Servizi Sociali Velia Fontana, insieme ai membri della commissione, per aver appoggiato questa iniziativa. Ringrazio infine – conclude Stefania Amaducci – l’Assessore Laura Nolfi e i Consiglieri Comunali che hanno partecipato all’evento: a nome della Città di Anzio affermo, con una punta di orgoglio, che siamo vicini alle famiglie che ogni giorno con coraggio, forza ed energia, convivono con l’autismo”.

MARIATERESA RUSSO M5S

“Sacida nel degrado, il Comune intervenga”

Allego missiva inviata via PEC agli indirizzi in calce con la quale chiedo al Sindaco di dare seguito a quanto detto in sede di ultimo Consiglio comunale sulla necessità di istituire un tavolo di crisi sulla drammatica situazione del quartiere Sacida, in seguito a mia ennesima interrogazione sul tema. Ho dato merito all’amministrazione di una parvenza di intervento. Ma purtroppo dopo un periodo di pausa sono ricominciati sversamenti illeciti e criminali di rifiuti indifferenziati ai quali seguono periodici roghi tossici di cui i cittadini sono vittime impotenti. Tre nel solo

mese di marzo. Non è tollerabile che tutto continui nella non curanza delle istituzioni. Comprendo la difficoltà delle forze a disposizione del Comune, ma occorre a maggior ragione affidarsi ad una intesa operativa con le forze dell’ordine. E auspico che la nuova ditta che gestirà l’illuminazione della città, con un accordo notevole in termini economici provveda ad illuminare il quartiere Sacida che sembra un angolo dimenticato da Dio e dal mondo”. Lo scrive in una nota stampa Mariateresa Russo, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Anzio.

Pineta di Lido dei Pini, intervento per la tutela dell’area del comune

L’Amministrazione Comunale, nella giornata nel corso di un costruttivo tavolo di lavoro, ha assunto l’impegno di procedere con la cura ed il recupero della Pineta di Lido dei Pini, partendo dallo studio prodotto dall’Università di Torino sulle infestazioni esistenti”. Lo ha affermato il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis, in riferimento al tavolo di lavoro, che si è tenuto a Villa Corsini Sarsina, insieme al Comitato Salviamo La Pineta di Lido dei Pini, al Consorzio, all’AD del Parco della Gallinara che ha prodotto lo studio universitario ed al Consigliere Comunale, Massimiliano Marigliani, che sta seguendo la vicenda per conto dell’Amministrazione Comunale. Da una prima verifica ammonterebbero a circa trenta le alberature malate da abbattere, oltre alla programmazione di trattamenti per riportare la pineta al suo antico splendore. “Ultimati gli interventi – conclude il Sindaco De Angelis – daremo seguito alle procedure per realizzare il nuovo parco giochi all’interno della pineta, inserito nel bilancio di previsione con l’emendamento del Consigliere Marigliani”.

14


Anzio

Anzio e Bad Pyrmont, siglato il Patto: Amici per sempre La delegazione del Comune gemello sul litorale per i 60 anni di Gemellaggio, eventi e commozione

S

essantesimo Anniversario del Gemellaggio tra Anzio e Bad Pyrmont: venerdì pomeriggio il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis e il Bürgermeister di Bad Pyrmont, Klaus Blome, nella Sala Consiliare di Villa Corsini Sarsina, alla presenza della delegazione tedesca e dei cittadini anziati, hanno sottoscritto il rinnovato Patto di Gemellaggio tra le due Città. In sala gli ex Sindaci di Anzio, Arrigo Cecchini, Piero Marigliani, Renzo Mastracci e Luciano Bruschini, che aveva sottoscritto l’atto del Cinquantesimo Anniversario, Assessori, Consiglieri Comunali, Studenti e la Corale Polifonica Città di Anzio che, con una performance canora di altissimo livello, alla fine della cerimonia, ha incantato tutti i numerosi presenti. Durante la celebrazione è stata proiettato un toccante video, commentato da uno straordinario Arrigo Cecchini che ha ripercorso, nella commozione generale, 60 anni di rapporti, di viaggi, di esperienze, di scambi culturali, di uno dei gemellaggi che hanno fatto la storia dell’Europa del dopoguerra. Un gemellaggio

tra Italia e Germania, tra Anzio e Bad Pyrmont, negli anni successivi alla seconda guerra mondiale, nato “da una lettera scritta dall’allora Sindaco, Castore Marigliani, nel lontano 1957, – come ha detto nel suo intervento il Bürgermeister di Bad Pyrmont, Klaus Blome – al quale si deve l’inizio formale di un gemellaggio che, in un rapporto di pace e fratellanza europea, ha visto protagonisti migliaia di giovani. Ho capito fino in fondo la Città di Anzio e gli anziati – ha proseguito Blome - lo scorso gennaio, nel corso del 75° Anniversario dello Sbarco al quale ho avuto l’onore di partecipare. Ho visitato i cimiteri militari, sotto una croce ho visto anche sei corpi di giovani soldati sepolti insieme; ho toccato con mano gli orrori della guerra. Voi avete avuto una Città distrutta, avete subito tante perdite, non mi sarei mai aspettato Amici di vedere la bandiera tedesca insieme alle altre; mi sono commosso, ho capito che avevate perdonato… ed ho apprezzato la grandezza dei cittadini di Anzio”. Parole a lungo applaudite.

La Musica protagonista durante le celebrazioni in tutti gli eventi

A

nche la musica, in occasione delle celebrazioni per il Sessantesimo Anniversario del Gemellaggio Anzio – Bad Pyrmont, è stata grande protagonista del programma di eventi pianificati in occasione della visita della delegazione tedesca ad Anzio. Ecco i Gruppi e gli Artisti che, gratuitamente, hanno suonato e cantato per l’importante occasione: giovedì 04/04, presso Villa Corsini Sarsina: Gruppo Archetipo Ensemble della Prof.ssa Maria Ausilia D’Antona, docente di Musica della SMS Virgilio, con interpretazione di musica popolare italiana e tipica napoletana; – venerdì 05/04, presso la SMS Virgilio: esibizione degli alunni del Liceo Musicale Chris Cappell College, diretti dai Prof. Massimo Balla e Daniele Iafrate, con interpretazioni di musica classica; – sabato 06/04, presso Villa Corsini Sarsina: esibizione della Corale Polifonica Città di Anzio, Presieduta da Tina Bellobono e diretta dai Maestri David Masci e Michele Zanoni, al pianoforte Sandra Petriconi con brani di Giuseppe Verdi e con l’interpretazione, congiunta alla Corale di Bad Pyrmont, dell’Inno del Gemellaggio, composto dal Maestro Zanoni su testo di Luigi Salustri, in occasione dell’Evento; – domenica 07/04, presso Villa Corsini Sarsina: esibizione “EMP – Eile, Mary and Paul” – Gruppo Musicale di Bad Pyrmont, con la cantante Marianne Weiland, Presidente dell’Associazione Gemellaggi di Bad Pyrmont, con brani folcloristici tedeschi e musica leggera.

Il Sindaco: “Evento di portata storica”

6

0° Anniversario del Gemellaggio Anzio – Bad Pyrmont. L’intervento ad Anzio del Bürgermeister Klaus Blome commuove ed emoziona tutti i presenti a Villa Corsini Sarsina:“Ho capito fino in fondo la Città di Anzio e gli anziati lo scorso gennaio, nel corso del 75° Anniversario dello Sbarco al quale ho avuto l’onore di partecipare. Ho visitato i cimiteri militari, sotto una croce ho visto anche sei corpi di giovani soldati sepolti insieme; ho toccato con mano gli orrori della guerra ed ho visto come Voi cittadini di Anzio onorate, ancora oggi, questi ragazzi. Al Porto di

Anzio, in occasione delle celebrazioni dello Sbarco, insieme alla bandiere dell’Italia, degli Stati Uniti e della Gran Bretagna, ho visto sventolare la bandiera tedesca. Voi avete avuto una Città distrutta, avete subito tante perdite, non mi sarei mai aspettato, cari Amici, di vedere la bandiera tedesca insieme alle altre; mi sono commosso, ho capito che avevate perdonato… ed ho apprezzato la grandezza dei cittadini di Anzio”. In questo preciso istante un lungo e commosso applauso, di tutta la sala, ha consegnato alla storia delle due Città, ma anche di due Nazioni, l’intervento del Bürgermeister tedesco. “Grazie Sindaco De Angelis – ha concluso un commosso Blome – per questo splendido programma e per questa straordinaria accoglienza, grazie a tutti voi che avete lavorato per questo evento. Vi aspetto a Bad Pyrmont, per il trecentesimo anniversario della fondazione della nostra Città”. Il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis ha subito resop onore all’intervento del Bürgermeister Klaus Blome:“Ringrazio l’amico Klaus per l’alto livello istituzionale del suo discorso. Pensare che nel mio anno di nascita, il 1957, all’indomani della tragedia di una guerra globale, il Sindaco Castore Marigliani inviava la prima lettera del gemellaggio, ci deve far riflettere sull’importanza dell’Atto di oggi ma, soprattutto, sulla portata storica dell’Atto di Gemellaggio a Bad Pyrmont nel 1958 e ad Anzio nel 1959. Caro Klaus ad

15

Anzio, insieme agli italiani, americani, britannici ed alleati, abbiamo sempre onorato anche i venticinquemila ragazzi tedeschi morti in questi territori ed è stato significativo andare, insieme, al Cimitero Germanico di Pomezia. Questo è il significato autentico del nostro gemellaggio, di questi nostri 60 anni di fratellanza, che rappresentano il più lungo periodo di pace che l’Europa abbia mai conosciuto”. I rinnovati patti di amicizia tra i due comuni sono solo l’inizio di tante iniziative comuni che faranno crescere entrambi.


Anzio

50 anni dell’Itis Trafelli, apre gli eventi la fisica Curceanu

S

ono iniziati gli eventi del ricco programma organizzato per festeggiare il 50° anniversario dell’Itis Trafelli di Nettuno. Ad inaugurare il tutto una conferenza che si è tenuta questa mattina all’insegna della memoria di Luigi Trafelli, tenuta dal primo ricercatore dell’istituto nazionale di fisica nucleare dei laboratori nazionali di Frascati, Catalina Curceanu, tra i massimi esperti del settore a livello internazionale. “Apriamo questo 50esimo anniversario – ha detto il dirigente scolastico Carlo Eufemi di questo che è primo istituto superiore nato sul territorio di Nettuno. Siamo felici di avere con noi

Dopo il clamoroso successo a Matera, Capitale Europea della Cultura, “La Passione di Cristo”, nella Domenica delle Palme (14/04), alle 20, in scena al centro storico di Anzio. L’Assessore Nolfi: “Un grande evento religioso e artistico con protagonisti, in un grande palcoscenico a cielo aperto, ben 150 personaggi”. “La Passione di Cristo, rappresentata nella suggestiva cornice del centro storico di Anzio, sarà un grande evento religioso, spirituale ed artistico. Piazza Pia e Piazza Garibaldi, insieme alla Chiesa Madre Santi Pio e Antonio, saranno un grande palcoscenico a cielo aperto, con centocinquanta personaggi che saranno portati in scena, grazie ad un gemellaggio teatrale e professionale, dai cittadini

I progetti dei ragazzi del servizio civile In una lettera il saluto dopo un anno di attività di volontariato

un’esperta del calibro della professoressa Curceanu, ma anche di avere qui tra noi un ospite illustre come la dottoressa Franca Podo, pronipote di Luigi Trafelli e insieme a lei stiamo ricordando anche la figura di Trafelli, importantissima per la città di Nettuno, oltre che festeggiare i 50 anni della nostra scuola” Visibilmente emozionata Franca Podo, ultima discendente del matematico e fisico nettunese vissuto a cavallo tra il 1800 e il 1900 e che ha dato un contributo fondamentale alla ricerca scientifica con i suoi lavori che hanno ispirati altri illustri fisici come Maiorana,

Fermi e Heisenberg. “Grazie al dirigente scolastico, al copro docente e agli studenti – ha detto Franca Podo – che hanno organizzato questo grande programma culturale. Sono qui con viva emozione. L’ultima volta che sono stata qui era 7 giugno 2001 quando è stato scoperto il busto del mio pro zio. Sono sempre disponibile per iniziativa che puntano a coltivare il dialogo tra questa scilla e e la mia famiglia”. Una conferenza quella organizzata dalla fisica Catalina Curceanu dal titolo “Un viaggio da Luigi Trafelli ai misteriosi buchi neri”, sottolineando l’importanza nella storia della fisica proprio di

Luigi Trafelli.“Esploriamo la fisica che tanto trafelli amava con un viaggio nella fisica moderna -ha detto Catalina Curceanu – Per me è davvero piacere e onore essere qui per un evento così sentito. Sono emozionata perché mi piace parlare di ciò che facciamo con i ragazzi e i giovani per far capire quanto sia interessante la scienza. Ho scelto di parlare della fisica moderna partendo da Trafelli perché è nato nel periodo in cui fisica moderna era nella sua fase più interessante e lui ha partecipato in prima persona nelle grandi conquiste di questo secolo delle meraviglie per la fisica. Ci concen-

triamo sui buchi neri. Era l’inizio del secondo quando questa teoria iniziava a prendere piede e di cui Trafelli è stato tra i protagonisti. Un personaggio che ha vissuto in questo periodo in cui fisica era in crisi e che a cavallo del secolo cambiò completamente faccia. Oggi come allora stiamo attraversando una crisi della fisica, con molte domande a cui non troviamo ancora risposte. Ci sono una serie di fatti che mettono la fisica odierna in crisi e magari qualcuno di voi che oggi avete l’età di Trafelli allora potrà essere il protagonista della fisica postmoderna”.

A PASQUA RAPPRESENTAZIONI AD ANZIO E AL SANTUARIO

La Passione di Nettuno conquista Matera di Anzio e Nettuno”.Lo ha affermato l’Assessore alla cultura e politiche della scuola del Comune di Anzio, Laura Nolfi, in riferimento alla rappresentazione de “La Passione di Cristo”, portata in scena dall’Ente Nettunese Sacre Rappresentazioni ed Eventi, all’indomani del clamoroso successo ottenuto a Matera, Capitale Europea della Cultura. L’Amministrazione De Angelis, infatti, lo scorso 14 marzo, ha approvato la delibera che finanzia la grande manifestazione, organizzata dall’Ente Nettunese in collabora-

I

zione con la Chiesa Madre di Anzio Santi Pio e Antonio e con la Comunità dei Padri Passionisti di Nettuno.“Dopo il successo ai Sassi di Matera – dichiara il Presidente dell’Ente Nettunese Sacre Rappresentazioni ed Eventi, prof. Fausto Onori – è soltanto la seconda volta, in 40 anni, che con La Passione siamo protagonisti fuori dal nostro territorio comunale. Ringraziamo il Sindaco De Angelis e l’Assessore Nolfi per aver messo in moto la macchina comunale e per aver sostenuto l’organizzazione dell’evento. Un parti-

colare ringraziamento all’Arciprete Padre Francesco Trani, unitamente alla Parrocchia, per averci supportato in tutto. Stiamo predisponendo – conclude il prof. Onori -, tramite il sodalizio Europassione per l’Italia, la candidatura all’UNESCO, come evento de La Passione di Cristo, per il riconoscimento come bene immateriale dell’umanità”. La Passione di Cristo, al centro storico di Anzio, sarà portata in scena con una performance teatrale statica in Piazza Pia (parata romana, entrata in Gerusalemme, ultima

cena, Orto degli Ulivi, Sinedrio, Ponzio Pilato, flagellazione, caricato della croce e impiccagione di Giuda) e con una toccante rappresentazione processionale, per una durata complessiva pari a circa 2 ore e 30 minuti, che si concluderà, in Piazza Garibaldi, luogo della crocifissione e della risurrezione. Insieme ai 150 personaggi sarà impegnato uno staff tecnico, con 30 professionisti ed una task-force del Comune di Anzio che si adopererà per la riuscita della manifestazione religiosa, nella Santa Domenica delle Palme.

PROLOCO CITTA’ DI ANZIO

volontari della Proloco città di Anzio hanno scritto una lettera al termine del loro esperienza di servizio civile, eccola di seguito: Siamo giunte al termine della nostra esperienza quali Volontarie del Servizio Civile Nazionale che ci ha visto impegnate dal 10 gennaio 2018 al 9 gennaio 2019 c/o la Pro Loco “Città di Anzio” per la realizzazione di 3 progetti, che hanno avuto come obiettivo principale la riscoperta delle tradizioni Anziati e la valorizzazione del Patrimonio culturale della nostra Città. Nel corso di questo anno, abbiamo svolto attività di ricerca e progettazione con la coordinazione dell’OLP (Operatore Locale di

Progetto), Federica Nicolò, e la consulenza storiografica dei Soci Arrigo Cecchini e Franco Salomoni, del Prof. Clemente Marigliani e della Prof.ssa Maria Lozzi Bonaventura. L’azione di tutela e valorizzazione della nostra Città, inoltre, è stata possibile grazie all’utilizzo delle risorse strumentali ed economiche messe a disposizione dalla Pro Loco. I tre progetti, presentati dall’Unpli (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia), approvati e finanziati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, sono stati realizzati dai seguenti Volontari: Marzia De Lorenzo e Giulia Perfetti: “I Beni culturali materiali nell’identità del Lazio“, Francesca Perica:

16

“Storie e tradizioni nelle terre dei Romani”, Federica Masinelli: “Testimonianze del passato e costruzione del futuro”. Per la realizzazione di questi progetti di ricerca, abbiamo seguito corsi di Formazione organizzati dall’UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia), effettuati da esperti del settore, ad Artena (Roma) e Palestrina (Roma), con relative attestazioni, nonché lezioni specifiche svolte c/o la sede della Pro Loco da Formatori Specifici qualificati. Gli argomenti trattati sono stati molteplici: conoscenza dell’Ente Pro Loco, Storiografia e Beni Culturali, Marketing e Comunicazione, Informatica


Anzio

Via le sedi comunali di Anzio ai partiti

Il Sindaco di Anzio Candido De Angelis: “Sono stato eletto per assumere decisioni utili alla cittadinanza e non per tutelare singole rendite di posizione, anche i partiti sono anacronistici” sociazioni impegnate nel sociale. Sono stato eletto per assumere LE REAZIONI A Villa Corsini Sarsina e nelle altre decisioni utili alla cittadinanza

e non per tutelare singole rendite di posizione. Nei locali di Piazza Pia, di proprietà del Comune, che necessitano di urgenti interventi di sistemazione e messa in sicurezza, realizzeremo il primo Ufficio Turismo della Città di Anzio. Sarà coordinato direttamente dal Comune, con postazioni di lavoro finalizzate a dare un servizio efficiente ai cittadini, ai turisti ed a tutti gli operatori del territorio. In questo nuovo contesto lavorativo siamo aperti, come sempre, al contributo di Patrizio Colantuono che, qualora lo vorrà, potrà portare la sua esperienza all’interno dell’Ufficio Turismo del Comune di Anzio”. Lo comunica il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis, in riferimento al paventato “sfratto”, dagli uffici comunali di Piazza Pia, di un ridondante distaccamento del Museo dello Sbarco di Villa Adele. “Nel massimo rispetto di tutte le posizioni – prosegue il Sindaco De Angelis – annuncio anche il prossimo ‘sfratto’ nei locali comunali del piano superiore, di

Piazza Pia 19, che ospiteranno il nuovo Dipartimento del Turismo e delle Attività Produttive della Città di Anzio. Si tratta di ulteriori 200 mq, al centro cittadino, assegnati ad un’associazione, per custodire i vestiti dei figuranti di una rappresentazione che si tiene una volta l’anno. Sempre in tema di ‘sfratti’, nell’interesse generale della cittadinanza, ho dato mandato all’Ufficio Patrimonio di verificare la situazione di tutte le sedi dei partiti, a mio avviso superate, per un censimento finalizzato ad assegnarle a serie as-

Il Pd: “Fatto gravissimo” I 5s: “Ottimo con le regole”

sedi comunali, che a breve saranno oggetto di ristrutturazione, potrà essere messa a disposizione una stanza che, con una regolare turnazione, ospiterà le riunioni dei gruppi consiliari o dei partiti che ne faranno richiesta”. Il Sindaco chiarisce anche la posizione sul Museo dello Sbarco: “A Patrizio Colantuono, proprio quale riconoscimento per l’importante lavoro svolto, è stata proposta la Presidenza a vita del Museo ma non è più pensabile che le divise ed i vari reperti, da decenni in mostra presso i locali museali pubblici di Villa Adele, con spese di utenze, personale, servizi, manifestazioni e rievocazioni, a carico della collettività, continuino ad essere espressione di una collezione privata. Insieme alla Presidenza a vita abbiamo proposto, a Colantuono, anche il trasferimento e l’ampliamento del Museo, presso l’edificio attualmente occupato dalla Polizia Locale, per un nuovo polo culturale pubblico a Villa Adele”.

Leggiamo il comunicato istituzionale del Sindaco dove si legge la ferma volontà di chiudere tutte le sedi di partito perché ritenute non più attuali. I locali requisiti verrebbero destinate ad Associazioni che operano sul territorio. Ora questa decisione, di stampo dittatoriale, ci induce a molteplici riflessioni”. Lo scrive in una nota stampa il consigliere comunale del Pd Lina Giannino. “Intanto – aggiunge – un attacco alla più elementare e storica forma di democrazia che si basa proprio sul dialogo, sul confronto e sulla crescita di cittadini e dunque elettori che vogliono incontrarsi e dibattere i propri pensieri e idee. Non sappiamo con quale metodo verranno scelte le associazioni”. Di-

versa la posizione dei 5v stelle. “Apprendo dalla stampa dell’intenzione del Sindaco di una ricognizione circa le #locazioni di immobili in uso gratutito ad associazioni e quelle dei partiti”. Lo scrive in una stampa il capogruppo del M5s di Anzio Rita Pollastrini. “Come 5s accogliamo positivamente questa intenzione, visto che da molti anni chiediamo di fare un pò di ordine in materia (fu il Meetup Grilli di Anzio a chiedere e ottenere la pubblicazione sul sito del Comune di tutte le locazioni). Come membro della Commissione Bilancio e Patrimonio ho piu volte sottolineato l’importanza di rivedere il ‘Regolamento per la locazione e concessioni d’uso di locali e immobili comunali’.

RITA POLLASTRINI DEL MOVIMENTO 5 STELLE: “ATTENDIAMO RISPOSTE”

Commissione “ Trasparenza sul Consorzio di Lavinio Non si sono presentati né il Segretario comunale né l’assessore al Bilancio

Si è svolta ieri la Commissione Trasparenza del Comune di Anzio da me presieduta, per discutere sui l rapporti economici che intercorrono tra Comune di Anzio e Consorzio Sant’Olivo e Sant’Anastasio. Dopo un’interrogazione in Consiglio Comunale di tre mesi fa senza alcuna risposta, e dopo un accesso agli atti inviato al Segretario Generale e all’Assessore al Bilancio oltre un mese fa con cui chiedevo tutti i documenti senza ottenere alcuna risposta, ho convocato la Commissione Controllo e Garanzia. I Consiglieri comunali hanno diritto di visionare tutti gli atti nei tempi utili per l’esercizio delle proprie funzioni e con pochissime limitazioni È quindi molto grave l’inottemperanza visto che il segretario generale è anche il responsabile della trasparenza amministrativa. Non c’è stata la possibilità di audire né il Segretario Generale né l’assessore al Bilancio, che ha presenziato per alcuni minuti, entrambi invitati. Nel merito si è discusso della convenzione approvata nel 2016 che stabilisce il contributo del Comune verso il consorzio. Contributo che in maniera anomala viene erogato in parte per il pagamento degli

stipendi dei dipendenti del consorzio, nonostante la legge stabilisca che questi contributi debbano essere spesi esclusivamente per le opere stradali. Altro punto focale la mancata approvazione da parte del Consiglio Comunale del Piano di ripartizione dei ruoli, ossia il tributo pagato dai consorziati. Assenti del tutto le informazioni su che tipo di controlli svolga l’Ente sulla spesa e la rendicontazione oltreche sulla regolarità dei bandi di gara e delle opere eseguite. Non essendo stata fornita alcuna documentazione, non è stato possibile accertare lo stato dei fatti. La Commissione all’unanimità ha convenuto che le osservazioni e la richiesta di trasparenza dei rapporti tra Ente e Consorzio vadano prese in seria considerazione ed ha deciso di approfondire la questione in Conferenza dei Capigruppo. Numerosi i cittadini intervenuti. Nel frattempo avviero’ l’iter di ricorso contro il mancato accesso agli atti”. Così in una nota stampa Rita Pollastrini capogruppo M5S e Presidente Commissione Trasparenza.

Carlo Cotti in tv per i 25 anni di Hollywood Party Telethon per la ricerca in piazza Pia

L

a trasmissione di Rai Radio 3 Buona la 25°, Hollywood Party compie 1/4 di secolo, festeggia i 25 anni dalla prima messa in onda con una diretta dalla sala A di via Asiago. La festa è fissata per il prossimo venerdì 12 aprile dalle 20,30 alle 22,30 sempre con un diretta dalla Sala A di via Asiago, presenta dalla squadra dei conduttori al completo. Tra gli ospiti anche il regista residente a Nettuno Carlo Cotti. L’argomento in discussione è il cinema dei grandi maestri, la vita sui set, la trasposizione della scrittura letteraria a quella cinematografica. In studio anche Enrico Vanzina, Alba Rohrwacher, Barba Bouchet, Fabrizio Gifuni e Daniele Lucchetti.Impressionante il curriculum del ‘nostro’ Carlo Cotti nato a Milano ma adottato dalla cittadina del Tridente.

17

L

a Pro Loco “Città di Anzio” aderisce, su invito della Fondazione Telethon, alla Campagna di Primavera “#IO PER LEI ”, che si svolgerà nelle giornate di Sabato 4 e Domenica 5 Maggio 2019 con l’obiettivo di raccogliere fondi per sostenere la ricerca sulle malattie genetiche rare. Ancora una volta, la Fondazione Telethon organizza una Campagna di Raccolta Fondi che prevede la distribuzione del loro prodotto simbolo, i Cuori di Biscotto nelle varianti:al gusto cacao con gocce di cioccolato, farina integrale e arance di Sicilia confezionati elegantemente in scatole di latta argentata, da distribuire a fronte di una donazione minima di 12 euro. La Pro Loco “Città di Anzio” allestirà un punto di raccolta in Piazza Pia per la vendita.


Anzio

E

’ Ilaria Carioti la scrittrice di Anzio e Nettuno che si è fatta un nome scrivendo dei Romance, romanzi sentimentali, che pubblica i suoi lavori in autonomia con il sistema del self publishing. Un istinto quello della scrittura che l’ha portata a rivoluzionare la sua vita. Come nasce – chiediamo – questa vena creativa? “Fin da bambina ho avuto una vena creativa, mi piaceva la pittura e la poesia, ma ho sempre fatto scelte pragmatiche negli studi e nel lavoro. Quando ho smesso di lavorare, qualche anno fa, ho ritrovato la mia vena creativa. Ho iniziato a scrivere e mi sono informata, sempre on line, su come fare a pubblicare il mio libro. Dopo due libri pubblicati in maniera autonoma ho inviato il mio terzo lavoro ad una casa editrice on line che lo ha accettato pubblicandolo. Successivamente ho deciso di tornare al self publishing perché avevo meno vincoli contrattuali e la massima autonomia

UN’AVVENTURA ROMANCE IN CROCIERA

L’ultimo libro di Ilaria Carioti su Amazon artistica. Dopo il primo successo con il quarto lavoro, che è stato comprato da davvero tante persone, mi sono anche affidata a dei professionisti per migliorare la cura dell’impaginazione, visto che le lettrici che comprano su Amazon sono davvero esigenti”. Sono sette i titoli già pubblicati da Ilaria Cariotio, i primi tre oggi sono introvabili. Oggi le sue vendite sono in continua crescita ma il mondo della vendita di prodotti editoriali on line è in continua evoluzione e per stare al passo bisogna essere preparati. Qual è stato il titolo che ha venduto di più? “‘Un imprevisto da favola’, che con gli abbonamenti Amazon ha venduto circa 1500 copie solo nel primo mese e poi con l’abbonamento ho registrato

circa 400mila pagine lette. Sono dati importanti per una persona come me che scrive e pubblica tutto da sola, senza sponsorizzazioni e marketing. Io curo tutto, dalla copertina alle promozioni, è tutto autoprodotto. Poi le regole del sito di vendita sono cambiante, favorendo i titoli gratuiti, ma chi la dura la vince e con l’ultimo

titolo sto ottenendo recensioni molto positive e sto scalando la classifica. Il mio miglior piazzamento è stato la 12° posizione della classifica generale Amazon”. I tuoi libri hanno avuto successo da subito? “I primi che ho pubblicato hanno venduto non so neanche io come, senza alcuna pubblicità, poi con gli altri titoli ci ho messo più impegno e maggiore conoscenza”. Il self publishing per Ilaria Carioti è una scelta precisa. “Ci rinuncerei solo per una grande casa editrice, le piccole spesso non offrono contratti convenienti e soprattutto, a chi vuole avviarsi a queso mondo: diffidate di chi vi chiede soldi per pubblicare. La buona notizia è che oggi chi ha una vena creativa ha la possibilità di farsi

leggere ed è il pubblico a decretare il successo di un titolo. La copia stampata è ancora una scelta che si può fare all’acquisto, ma è il mondo Kindle a creare reddito per le storie in vendita on line”. E visto che abbiamo una scrittrice locale, uno sguardo ai suoi titoli è d’obbligo. “L’ultimo lavoro – conclude Ilaria – l’ho pubblicato a fine marzo sulla piattaforma Amazon e si chiama ‘Rotta verso l’amore’. Una storia con una vena di mistero, un romance ambientato su una nave da crociera. La protagonista, dopo una delusione sentimentale cerca di individuare l’identità di un profilo Fb fake con il nome di Alex Mancini… Un viaggio di cui con un click su Amazon si può conoscere la fine.

Il viaggio della memoria del Colonna Gatti Il racconto attraverso poesie ed immagini della visita degli studenti ad Auschiwitz. Al comune presente la storica Anna Foa. Strati: “Siete stati i nostri ambasciatori”

M

omenti intensi e di profonda commozione quelli di ieri nella sala consigliare del comune di Nettuno. Gli studenti dell’istituto Colonna Gatti hanno condiviso con la città, e anche con i ragazzi di Bad Pyrmont sul litorale per il 60esimo anniversario del gemellaggio con Anzio, la loro esperienza del viaggio della memoria ad Auschiwitz. Ad aprire l’incontro la lettura, in tedesco e in italiano della poesia “I bambini di Lidice”.Ospite d’eccezione della giornata Anna Foa, tra le principali esperte di storia della cultura, storia sociale, storia degli ebrei e dell’olocausto. Un excursus il suo in cui ha dettagliatamente raccontato l’organizzazione dei campi di concentramento e l’orrore dell’olocausto. “Facciamo questi viaggi perché non si ripeta l’indifferenza – ha detto Anna Foa – ogni giorni assistiamo ad un riemergere di razzismo e antisemitismo, ma è improbabile che la storia si ripeta esattamente uguale, ma dobbiamo sanare le ferite e costruire un mondo migliore e possiamo farlo solo ricordando”. Profondo e toccante anche l’intervento del commissario prefettizio Bruno Strati. “Oggi tutta Nettuno – ha detto rivolto agli studenti del Colonna Gatti – vuole dirvi grazie perché con questo viaggio della memoria avete rappresentato nostra città, siete stati i nostri ambasciatori. Un viaggio nel tempo in

A

cui avete visto i luoghi dell’orrore e della morte e del dolore e i “non luoghi”dove si sono consumate le storie di uomini e donne per un disegno folle e criminale fondato sull’odio razziale. Questo viaggio ci deve far capire quando sia importante ricordare. Sono sicuro che questa esperienza – ha proseguito – vi ha segnato e sconvolto. I nazisti, invece, non si sconvolgevano. Essere crudeli era diventato normale. Noi dobbiamo sconvolgerci e ribellarci al male e riscoprire l’empatia per il dolore degli altri. Dalla commozione che avete provato

“Resistenza in periferia”, reading a Lavinio “LA RESISTENZA IN PERIFERIA. È importante portare la memoria storica della Liberazione anche nelle periferie, generalmente dimenticate dalle celebrazioni ufficiali. In occasione del 74° anniversario della Liberazione dal nazifascismo, Alternativa per Anzio ospita nella sua sede di Lavinio il reading “Memoria ’44” a cura dell’associazione Baraonda, una delle più interessanti realtà culturali del litorale. Faremo un viaggio attraverso i momenti cruciali vissuti a Roma dopo l’8 settembre, dalla battaglia di Porta San Paolo all’arrivo degli americani nel giugno del ’44, passando per il rastrellamento del Ghetto e le Fosse Ardeatine, con letture di passi de “La Storia” di Elsa Morante e di altri autori, testimonianze dirette, la proiezione di immagini di repertorio e interviste ai protagonisti della Resistenza romana e alle vittime della furia nazista. Vi aspettiamo giovedì 25 aprile alle 18, in via di Valle Schioia 125. Lo scrivono in una nota stampa i delegati di Alternativa per Anzio.

18

dobbiamo passare alle responsabilità. Tutti oggi dobbiamo scegliere tra la guerra e la pace, tra bene e male. Non pensiamo che fatti così lontano non possano ripetersi. Assistiamo ogni giorno a episodi di razzismo in tutto il mondo. In una società in crisi economica e di valori andiamo alla ricerca di capri espiatori e di nemici da combattere. Anche voi potete essere toccati da vicino da atto ingiusti che non condividete nel vostro quotidiano. Ribellatevi all’ingiustizia. Prendete posizioni giuste e non giratevi dall’altra parte. La nostra è una società complessa, ma alla base deve esserci sempre l’essere umano. Cultura e studio aprono la nostra mente. Date testimonianza dell’esperienza che avete fatto e così ricorderete degnamente chi ha perso la vita nei campi di concentramento”. Un saluto infine ai ragazzi di Bad Pyrmont. “Siete in Italia per festeggiare il gemellaggio con Anzio – ha detto Strati – vi ringrazio di essere qui con noi oggi e, come le definiamo con il sindaco di Anzio, le nostre sono due città sorelle e per oggi il vostro gemelleggio si estende anche a Nettuno”. I ragazzi hanno poi raccontato la loro esperienza ad Auschiwitz attraverso la proiezione di foto scattate dagli studenti durante questo viaggio delle memoria e attraverso la lettura di poesie accompagnate dalla musica del complesso bandistico Angelo Castellani.


Cultura

ViviNettuno conquista tutti Grande successo per l’iniziativa che valorizza le bellezze della città. In tanti già chiedono il bis

U

n successo strepitoso quello che ha fatto registrare la manifestazione ViviNettuno che ha animato il weekend della città del tridente.Un evento della Regione Lazio che incisiva la scoperta delle cittadini del territorio regionale, che ha visto a Nettuno la direzione dell’ufficio turismo coordinato dal dirigente di settore Margherita Camarda. Tantissimi i percorsi tematici che cittadini e turisti hanno potuto affrontare. Uno di questi, molto apprezzato, è stato quello enogastronomico con le visite alle cantine Bacco e Divina Provvidenza, vere eccellenze del territorio nettunese, che hanno fatto registrare il sold Altro tour richiestissimo è stata la visita guidata a Torre Astura con le prenotazioni esaurite in poche ore con l’ufficio turismo che ha ricevuto tante telefonate con perno che hanno richiesto la possibilità di effettuare il tour in altre date. Altro soul out è stata la visita alla fontana vecchia con oltre 400 visitatori. Successo anche per la parte sportiva

della manifestazione con la numerosa affluenza al porto turistico per la regata del Trofeo Marina di Nettuno e per la voga veneta. Pienone anche per Il borgo nella giornata di sabato animato dai figuranti in abiti rinascimentale e l’esposizione delle opere in ferro del maestro Righini. Apprezzatissimi anche la visita guidata del Borgo e il percorso gorettiamo con quattro pullman pieni di visitatori che hanno fatto il giro dei luoghi simbolo della Santa Bambina. Immancabile, poi, il cimitero americano di Nettuno che ha accolto i tantissimi visitatori accorsi. Alla manifestazione, fortemente promossa anche dal commissario prefettizio del comune di Nettuno Bruno Strati hanno collaborato anche tutti i ristoratori del centro che hanno offerto menu turistici realizzati, mentre al Parco Palatucci è andata in scena anche la Festa della Biodiversità. Il Punto forte dell’organizzazione è stato il P. I. T. di lungomare Matteotti, di fronte al comune di nettuno, dove tantissimi turisti di ogni nazionalità

(Americani, Russi, Brasiliani ecc..) si sono fermati x richiedere informazioni. Ad accoglierli il personale dell’ufficio Turismo diretto dalla Dottoressa Margherita Camarda Dirigente Area V. L’obiettivo della promozione del turismo della città è stato raggiunto, e a gran voce si chiede già una riorganizzazione di questi eventi culturali che hanno messo in mostra le tante bellezze della città di Nettuno.out per le loro degustazioni. di Davide Bartolotta

19


Cronaca

In una sala del palazzo municipale di Nettuno si conserva una pregevole tela raffigurante un suggestivo quadro di vita aulica rinascimentale. Si tratta della rappresentazione del poeta Antonio Ongaro (1560-1593) mentre declama, dinanzi alla corte dei principi Colonna raccolta nell’ampio salone dell’omonimo palazzo baronale di Nettuno, i versi del suo poema, l’Alceo. Siamo nel 1581, poco dopo l'autore avrebbe lasciato Nettuno per far ritorno a Roma. E questa opera che gli fornì una discreata fama rappresenta anche la prima favola elegiaco-pescatoria della letteratura italiana, conosciuta come “L’Aminta Bagnato” perché scritta negli stessi anni dell’opera del Tasso. Scansionando il Qr Code in allegato

CULTURA potrete scorrere l'opera nella sua interezza, fotografata e conservata presso il sito no profit Archive.org Composta dal prologo e da cinque atti, è accompagnata dalla dedica iniziale dello scrittore ai suoi Signori, nella quale spiega i motivi che lo hanno portato a realizzarla. Secondo Ongaro infatti le cause che spingono gli scrittori a dedicare le opere sono tre. La prima è “conseguir qualch’utile”, la seconda “per render ricompensa de’ benefici ricevuti” e la terza per “procacciar tutore”. Lo scrittore cerca quindi riparo dentro la Corte ed affida i suoi versi ai Signori scegliendo la terza. L'azione si svolge in un solo giorno, e a detta dello stesso Ongaro “La scena si finge ne’ lidi

20

dove fu già Antio, dove è hora Nettuno Castello de i Signori Colonnesi”. Ma sono tanti i richiami a Nettuno, ad iniziare da quelli del protagonista, il pescatore Alceo: “...ch’è prima gloria e ornamento di questo mar, che nacque nel castello che dal gran Dio de l’onde ha preso il nome”. Alceo ama la sua leggiadra Eurilla, ma inutilmente perché essa è “è piena di fasto, e d’alterezza Tumida incede, e lui disprezza, ed have Fuor che le sue bellezze, ogn’altro a schivo”. A nulla servono le parole che, in favore dell’amico Alceo, Alcippe rivolge alla giovane: “Che donna senz’amante è appunto come nave senza nocchiero in gran tempesta”. Un giorno Eurilla mentre sugli scogli pesca in compagnia di altre giovanette improvvisamente cade in mare e viene messa in salvo da Alceo. Anche questo non basta perché la bella Eurilla accetti il devoto amore del pescatore. Il disperato Alceo allora, viste vane le sue preghiere, decide di uccidersi e dall’alto d’una rupe si getta in mare. Quando tutti lo danno ormai per morto, viene casualmente salvato da alcuni pescatori e portato a riva presso la quale Eurilla piange, solo ora che lo crede morto, l’acerba scomparsa del giovane innamorato. “Eurilla, come ebbe veduto lui, spiccato un salto, entrò nel legno, e cadè tramortita. Sopra lui, dà begli occhi un rio versando Alceo, non riconosci Colei che sì t’offese? Eccola, prendi di lei qual più ti par degna vendetta. Al petto allor se la strinse Alceo, e per risposta, invece di parole le rese mille dolci abbracciamenti”.


Cts danza vola a Los Angeles per la World Dance La scuola di danza di Anzio vince l’Italy Edition. I complimenti del comune

L

a CST Danza di Anzio, nella sezione “Junior Team Division”, vince la competizione World of Dance – Italy Edition e conquista il biglietto per la finale di Los Angeles. L’Assessore del comune di Anzio Valentina Salsedo: “Onore alla Scuola ed a questi giovani del nostro territorio”. “Complimenti alla CST Danza che, con la vittoria alla ‘Junior Team Division’ nella competizione mondiale World of Dance – Italy Edition, ha guadagnato la possibilità di partecipare alla finalissima che si terrà, nel mese di agosto, a Los Angeles. Onore a queste ragazze e ragazzi del nostro territorio che, insieme alla loro Scuola di danza, avranno modo di coronare un sogno e

Cultura di cimentarsi con i migliori della categoria”. Lo ha affermato l’Assessore alle Attività Produttive, Turismo e Spettacolo del Comune di Anzio, Valentina Salsedo, in riferimento alla vittoria della CST Danza di Anzio alla World of Dance – Roma (Palacavicchi). Davanti ad una severa Giuria Internazionale, di primo livello, la CST Danza ha sbaragliato la concorrenza di altri tredici gruppi provenienti da tutta Italia ed ha conquistato, con il lavoro, la dedizione ed il sacrificio, il biglietto per la finalissima di Los Angeles. Adesso non resta che aspettare per tifare i ragazzi di Anzio nell’ultimo atto di questa straordinaria competizione in cui si sono distinti.

“Lavinio si racconta” al via il progetto di Salvatore Santucci

I

l 26, 27 e 28 aprile saranno tre giorni importanti per Lavinio. Infatti l’Associazione Lavinio sotto le Stelle, con il Patrocinio del Comune di Anzio, darà inizio al progetto LAVINIO…SI RACCONTA. Nelle tre mattinate alle 9,30 e alle 11, con partenza dal campeggio di Lido dei Pini, un pulmino scoperto di 25 post porterà i passeggeri in giro per Lavinio con una guida (Salvatore Santucci, dell’Associazione La Teca) che racconterà la Storia del luogo. Il tutto terminerà verso le 11 e 12,30 con inclusa una visita sempre guidata a Tor Caldara. Per meglio organizzare il giro, è obbligatoria la

prenotazione con il pagamento di 5 euro a persona. Tutte le altre informazioni si possono chiedere a questa mail o telefonando al 3477372366. Se l’interesse all’iniziativa sarà alto, i giri saranno programmati anche per l’estate. Ad agosto poi ci sarà la seconda parte di LAVINIO…SI RACCONTA, e sarà veramente una bella sorpresa. LAVINIO SI RACCONTA….VIENI AD ASCOLTARE! P.S. CERCATE LE PREVENDITE A LAVINIO MARE: Arte di Vicky, Tabaccheria Notari, Pizzeria Boccione e Edicola a Piazza Lavinia.

Casa Divina Provvidenza, successo al Vinitaly

La mostra di Rinaldo Sbarra esposta al Muma di Anzio

E

’ stata inaugurata la mostra di pittura Italo Rinaldo Sbarra presso il Muma di Anzio. L’apprezzata mostra ha ricevuto un continuo flusso di visitatori e appassionati delle storie del mare. Le opere di Italo Sbarra ispirate dalle grandi navi e piccole imbarcazioni risaltano all’interno del piccolo museo della marineria prospicente sul porto che ospita la mostra fotografica permanente del Navigatore Esploratore Antartico Giovanni Ajmone Cat, modellini navali e oggetti della tradizionale marineria. Un ringraziamento particolare per la loro presenza all’ Avvocato Antonio Bufalari della Marina Capo d’Anzio, a Sabina De Luca, a Cinzia Giuliani e al Maestro Marco Massarelli e al Presidente dell’Associazione Pungolo Club Andrea Cafà. La mostra continuerà la sua esposizione fino domenica 14 aprile con ingresso libero.

A

nche quest’anno Casa vinicola Divina Provvidenza conquista due premi al Vinitaly, la prestigiosa manifestazione e vetrina nazionale del vino italiano in tutto il mondo, con i vini ROMA Bellone 2017 e ROMA Bellone 2018. Complimenti quindi alle titolari della Casa vinicola Piera e Adelaide Cosmi e all’enologo della cantina, Marco Delli Zotti con cui la produzione della Divina provvidenza ha avuto una grande ascesa e conquista una serie di riconoscimenti di primo piano.

21


Sport

SPORT

Anche i VIP tifano Nettuno Baseball City Continua la campagna abbonamenti e intanto arrivano gli stranieri

M

anca sempre meno all’inizio del campionato e il Nettuno Baseball incassa anche il sostegno di personaggi famosi. Due icone nettunesi come il direttore unico creativo della maison Valentino, Pierpaolo Piccioli, e il campione del Mondo 1982 Bruno Conti, hanno invitato a sostenere la squadra di Nettuno che milita nel campionato di serie A1. Anche personaggi dello spettacolo e della Televisione con dei video hanno annunciato il loro

appoggio alla squadra. Si tratta del comico Dado, assieme al fotografo nettunese Valerio Cosmi, che ha anche annunciato”Dovrebberlo trasmetterlo su Sky. Viva Nettuno”. A loro si è aggiunta anche Valentina Autiero, protagonista del Trono Over di Uomini & Donne, popolare trasmissione di Canale 5, che ha invitato i tifosi a sottoscrivere l’abbonamendo assieme ai fratelli Garbella presso il Kinsale Irish Pub di Nettuno. Iniziata, poi, anche la campagna presso le

scuole del territorio con tutti gli studenti di Anzio e Nettuno che potranno entrare gratuitamente al Borghese. In arrivo in settimana, poi, anche i primi giocatori stranieri del roster che si aggiungono agli italiani già a disposizione del manager Carlo Morville. Davvero tutto pronto, dunque, per il playball contro il Castenaso il 19 aprile prossimo, anche la nuovissima maglia, con il dio Nettuno che campeggia, scelta dai tifosi tramite un contest su facebook.

Rugby Anzio Club Vela Classe J24 Impresa sfiorata contro il Colleferro Trofeo Marina di Nettuno, vince Bonanno Sul difficile campo di Colleferro, squadra con un recentissimo passato in serie B e ad alti livelli, il Rugby Anzio Club va vicino all’impresa. Una rimonta nel secondo tempo fa sfumare il sogno della vittoria, ma il risultato finale consente ai biancazzurri di tornare a casa col punto di bonus difensivo, per il distacco inferiore agli 8 punti. Il match della settima di ritorno finisce infatti 24 a 20 per i padroni di casa, ma si era messo immediatamente bene per il quindici di Nocerino che aveva chiuso la prima frazione di gioco avanti per 15 a 3. Merito di due mete di mischia, la prima ad opera di Marco Alimonti e la seconda di Simone Secchi, una delle quali trasformata da Raffaele Troiano che sempre nel primo tempo metteva a referto anche una punizione. Segnali che facevano il paio con le ottime prestazioni offerte negli ultimi impegni in cui la RAC è stata impegnata .In virtù del punto di bonus ottenuto, l’Anzio conserva comunque la quinta posizione in graduatoria, ed è atteso ora da una lunga sosta. Domenica infatti i biancazzurri riposeranno (era previsto il match contro l’Urbe Roma, ritiratosi dal campionato) e dopo la pausa per le festività pasquali torneranno in campo il 28 aprile in casa del Viterbo

E

’ stato Ignazio Bonanno, con il gruppo sportivo Marina Militare la Superba a conquistare il primo posto della Tappa di campionato nazionale classe J 24 Trofeo Marina di Nettuno. Secondo classificato Litkey Farkas, e terzo Francesco Cruciani del Vela club. E’ arrivato invece quarto nella classifica generale, ma primo per quello che riguarda i non professionisti, Pietro Diamanti della Marina di Carrara, che si è aggiudicato il premio Coronthias che va agli equipaggi non professionisti. La classe J24 ha annunciato che ha scelto Nettuno per disputare il Campionato Italiano e questa è una grande cosa per lo sport Velico Nettunese. Il sostegno del Presidente della Marina di Nettuno Bruno Manciocchi è stato fondamentale ha creduto nel Direttore sportivo dello Yatching club Valerio Taveri ed ha sostenuto l’evento. Il circolo di Anzio

Augusto Capolei in prova in Serie B Prova in serie B, con la convocazione per due amichevoli, per il calciatore che ha militato sia nelle squadre di Anzio che di Nettuno Augusto Capolei. A sorpresa è arrivata la richiesta di prendere parte alle prove per valutare un passaggio nella squadra più titolata della Regione Marche. Un bel salto per il giovane Capolei al quale facciamo un grande in bocca al lupo per questa avventura.

22

CVAT con il quale quello di Nettuno è gemellato ha contribuito alla splendida organizzazione della tre giorni di festa. La Guardia di Finanza ha garantito la sicurezza in mare durante la Regata. Sempre presente monitorando continuamente la regata durante i tre giorni. Il Supporto degli Sponsor: Bianchi & Migliori Veleria, Margutta che Frutta, Mille gomme, Agroama è stato essenziale. Il discorso del Presidente del Marina che Ringrazia Valerio Taveri per aver reso possibile il bellissimo evento può far solo immaginare la soddisfazione dello Yatching club, realtà che solo poco tempo fa ha rischiato la chiusura. Oggi è una realtà che ha ottenuto e mantenuto impegni Nazionali ed Internazionali. La gestione dell’evento ha ricevuto complimenti da tutti gli equipaggi che hanno preso parte alla tappa.


La pagina dei lettori

Segnalazioni, lettere, appuntamenti e auguri

DILLO A...

e.bonanni@tiscali.it - redazione@ilclandestinogiornale.it

Il cimitero americano di Nettuno assume due addetti per maggio

I

l Sicily-Rome American Cemetery, Nettuno (RM), della Commissione Americana per i Monumenti di Guerra (ABMC) cerca due (2) “Addetto al Cimitero”. Contratto a tempo determinato di cinque mesi e mezzo dal 2 maggio 2019, 40 ore settimanali. Mansioni e Responsabilità: semplici lavori di giardinaggio come sfalcio, taglio, potatura, pulizia, spazzamento, diserbo, carico, trasporto, spalatura, zappatura e rastrellatura. Manutenzione di base di pulizia degli edifici e assistenza in lavori più complessi. Lo svolgimento del lavoro prevede supervisione per le nuove mansioni ed è indipendente una volta appresi i compiti assegnati. Uso di semplici attrezzi manuali ed elettrici. Requisiti: diploma di scuola media superiore, preferibilmente presso un istituto tecnico/professionale di Agraria; esperienza lavorativa generale nel settore della manutenzione e giardinaggio. Conoscenza di base sull’utilizzo e il funzionamento di semplici utensili manuali ed elettrici.Patente B. Retribuzione lorda annuale: minima €22.646,00, massima €24.446,00 . Inviare C.V. in italiano entro il 22 marzo 2019 a recruitment@abmc.gove a sicilyrome@abmc.gov. Descrizione completa delle mansioni su richiesta. Non si accettano domande recapitate a mano.

Cinema

ASTORIA - 06.9844124 fino a domenica 14 aprile: Sala1: After 16/18,10/20,20/22,30 Sala2: Dumbo 16/18,15 Sala2: Book Club - Tutto può succedere 20,30/22,30 PROIEZIONE STRAORDINARIA DOMENICA 14 APRILE: Sala1: Dumbo 11 Lunedì 15 aprile: Sala1: After 16/18,15/20,30/22,30 Sala2: Book Club - Tutto può succedere 18,30/20,30/22,30 Martedì 16 aprile:

Sala1: After 16/18,15/20,30/22,30 Sala2: Dumbo 16 Sala2: Book Club - Tutto può succedere 20,30 EVENTO LA GRANDE ARTE Sala1:Il Museo del prado, la corte delle meraviglie

18,30/20,30 Mercoledì 17 aprile: Sala1: After 16/18,10/20,20/22,30 Sala2: Book Club - Tutto può succedere 16 Multisala LIDO - 06.98981006 Sala1: Hellboy 17,30/ 20/22,30 Sala2: Shazam 17,30/ 20/22,30 Sala3: Dumbo 17,30/ 20/22,30 Sala4: Wonder Park 17,30/20 Sala4: A un metro da te 22,30 MODERNO - 06.9844750 Sala1: Shazam 16,30/19/22 Sala2: Dumbo 16,30/18,30/20,30/22,30 Sala3: Hellboy 16,30/19/22 Sala4: Wonder Park 16,30/18,3020,30 Sala4: Noi 22,30 Rassegna film lunedì 15/04: Il vizio della speranza 16,15/18,15/20,15

I programmi di YoungTv A TU X TU Lunedi: 23 e 23,30 Mercoledì: 23 e 23,30 Giovedì: 23 e 23,30 Venerdì: 17 Sabato: 17 SANITA’ E SALUTE Martedì: 20,40 (diretta) Venerdì: 23 Sabato: 23 Domenica: 12,30 FREQUENZE DALLA LUNA Martedì: 22,30 IL BAR DEL BASEBALL Venerdì: 20,30 Lunedì: 21 Giovedì 15,30 ARTI E MESTIERI Domenica: 12

Tutti, ma proprio tutti leggono Il Clandestino

Inviateci i vostri selfie con il nuovo numero, li pubblicheremo la prossima settimana

Redazione Il Clandestino Sede legale: via Simeto, 2 - 00048 Nettuno (Rm). Sede operativa: Via Birago, 8 00048 Nettuno (Rm) Telefono: 328.3068862 - 06.9854165 Email: redazione@ilclandestinogiornale.it Ufficio Commerciale: 3209145500 ilclandestinogiornale@gmail.com Stampa: Grafiche Della Vecchia Srls - Via Maira, 13, 04100 Latina Tel. 0773.660565 info@grafichedellavecchia.it

23

Editore: DComunication - Associazione culturale Direttore Responsabile: Mario Mercuri Direttore Editoriale: Daniele Reguiz In redazione: Davide Bartolotta, Elisabetta Bonanni, Mirko Piersanti Aut. Tribunale Velletri n. 4/2011 in data 11/03/2011 La testata non fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge n. 250/1990 Chiuso in redazione il 11 aprile alle ore 13,25


Profile for Il Clandestino Giornale

Il Clandestino Giornale - Anno 2 - N.14  

Il Clandestino Giornale di Anzio e Nettuno, il settimanale di cronaca e politica del litorale romano.

Il Clandestino Giornale - Anno 2 - N.14  

Il Clandestino Giornale di Anzio e Nettuno, il settimanale di cronaca e politica del litorale romano.

Advertisement