Page 1

Spedizione in A.P. - 45% - art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Filiale di Milano - € 2,50 - ISSN 2499-1724 - Copia omaggio

Nella goccia di Cannes TAX FREE

DAL 2 AL 7 OTTOBRE

LLA

Anteprima

2016

A ITI

La bellezza è lusso quotidiano

13 N°SETTEMBRE 9

IT U: RY. IS U X TER UIC LU Y LET SEG.DAIL WS W NE

WW

ANNO

RIV ISC

Fondato da LUCIANO PARISINI


INNANZITUTTO L U C I A N O PA R I S I N I

Di che? D

I CHE? di che scrivere, di che rimuginare, per far testo in bellezza? Di un oceano di… rifornimenti in cosmo e in profumo a sorreggere l’inizio della pre-guerra di fine anno, conquista del Natale, rabbocco del vaso di bilancio? o di questioni programmatiche tra business e prestigio come un Cosmoprof che intende riaccorgersi di quanto attesta il suo nome? o di una Accademia del Profumo che si spreme di dolce scenografia nella coinvolgente natura degli Orti botanici? o del coraggioso svolgere su carta il bello “che c’è” e soprattutto “che ha” ogni novità-prodotto affrontando una disarmante, avvilente, rapida, incontenibile, approssimativa, battaglia con il web? Basta. Potrei aggiungere o, meglio, aggrapparmi ad appassionata polemica per difendere ciò che mi dicono (con subdolo dileggio!): non conta più, è video è touchscreen, la carta pur squisitamente colorata e scritta, via! nel cestone! Passo allora a ribadirmi giocator di vita; e mi siedo al tavolo del dramma, i tasti del computer coperti del marasma che viene dall’ira tellurica. E srotolo un red carpet che continua ad allungarsi tra indifferenza e supponenza, nel fragoroso sbriciolarsi di un mondo che ci è elargito per viverlo non per ucciderlo. Il mio… poker di vita è dunque questo: con fiches da giocare a un tavolo che traballa ad ogni scossa. Mentre il mio… blog di carta condensa cinquant’anni d’esperienza,

4

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016

senza errori d’ortografia, con i congiuntivi tutti in ordine, con le idee da entusiasmo, con i riflessi della tradizione. Senza presenzialismo, ma con il sentimento di esserci, sempre e comunque. Come allora, con quel traballante camion di sacchi a pelo, offerti al Sud d’altro terremoto. Sempre e comunque: e in ansia sottile, senza scosse d’assestamento. Ma vale? Quanto vale? Forse mi conviene noleggiare un drone che subito, all’alba e di seguito, ora per ora, sparga le mie news di carta illustrata, prima che tutti accendano le loro ■ bibbie-web ad audio ancora sonnolento…


La Linea di CHANEL - Numero con addebito ripartito 840.000.210 (0,08€ al minuto).

the new N°5

DISPONIBILE SU CHANEL.COM

# YOU KNOW ME AND YOU DONT


AVA N T GARDE

S

E C’È SENSO DELLA VITA, E C’È,

accade che a volte sia doppio, ma doppio senso dell’essere. Da capire, da interpretare, specie se hai al dito quell’anello di... fidanzamento che è l’iPhone. Così da inghiottire ogni vagante e improvviso doppio senso dell’essere: vedi, sorridi, ti commuovi, ricordi nel turbine gioioso e grottesco della memoria, monumentali trionfi della natura. Il senso, il doppio senso dell’essere li ferma però nell’ipocrisia dell’ostentazione, accoppiando impertinente una superba vetta dolomitica a un’onda verde d’Appennino che pur s’adorna dei suoi paggi d’abete e di castagno. È in quell’attimo, in quell’ingobbirsi dell’onda, che un refolo di piacere fluttua silente: tutto si stempera nel verde di fondo, tra quinte di rami orgogliosi, nella dolcezza del vero senso della vita. Che riesce a sovrapporre sull’iPhone della magnificente vetta dolomitica, questo iPhone che abbraccia, da un terrazzo di montagna a ringhiera di ferro lucidato di bianco sulla ruggine, l’ immensità di uno dei mondi di maggior riservata bellezza, timidamente ostentato, seppur fiero degli atavici orgogli del suo essere. È il mondo, carattere vero, legnoso, verde, di San Benedetto Val di Sambro, scenario di un tempo che pulsa ancora, ma timido, di storie centenarie, a ridosso del crinale che trabocca nella Toscana altezzosa; e quindi teatro di un doveroso (impellente) divenire d’eccellenza, che ha già in scena i ciotoloni millenari della Strada Flaminia, picconata tra i boschi, scorciatoia militare del Romano Impero; e che vanta il Lago di Castel dell’Alpi, imposto dal vezzo orribile di una natura che, nel gelo di febbraio, sbriciolò il monte per farsi una vasca immensa, allora di tragedia, ora di invitante, seduttrice panoramicità; e che si compiace di borghi stretti in orgoglioso, atavico essere; e che si nutre di gente sempre tenera di compiacenza; e che tra i rami di questo nostro iPhone diffonde il sentore del suo cibo di entusiasmante semplicità. L’olfatto e il gusto l’assorbono con il senso vero della vita, non con il doppio senso dell’essere. ■ Luciano Parisini


SOMMARIO

4

EDITORIALE

Le considerazioni di Luciano Parisini

N°9 SETTEMBRE 2016

8

34

AVANT GARDE

CULTURA

L’arte per l’arte

Prime pagine

al Castello Estense di Ferrara

in anteprima

22

ANTEPRIMA

Cannes Tax Free

dal 2 al 7 ottobre

5 56

42

SPECIALE

SPECIALE

Sisley

Dior

soin ad alta tensione

RUBRICHE

una Miss floreale

16

18

20

30

DIEGO DALLA PALMA

CINETIME

CARNET

SILVIA MANZONI

CAROLE HALLAC

LUCIANO PARISINI

MARINA SANTIN

STILE

DALLA FRANCIA

DALLA USA

32

DAILY LUXURY • Mensile di HIGH PUBLISHER EDITORIALE Direttore responsabile: Luciano Parisini • Direttore generale: Diana Baravelli • Caporedattore: Marina Santin Redazione: Lucio Chiari, Giulia Zoni, Paola Cardona • Progetto grafico: Denni Poletti • Fotografo: Graziano Ferrari Collaborano: Diego Dalla Palma (stile) • Rebecca Belize (food) • Lorena Poletti (design) • Lucia Parisini (accessori) Estero: Silvia Manzoni (Francia) • Carole Hallac (USA) • Autorizzazione del Tribunale Bologna n° 7396 in data 15/01/2004.


SOMMARIO

N°9 SETTEMBRE 2016

64 LOOK

Moda & Accessori di tendenza

58

76

Ferragamo

Le novità

SPECIALE

BELLEZZA

un nuovo uomo tra stile e carisma

dell’universo beauty

92 96

90

DESIGN

BENESSERE

White Spa ad Abano Terme

il wellness va in... bianco VISITA IL NOSTRO SITO

Plastica plasticae… plasticarium ISCRIVITI SUBITO

FOOD

L’etichetta in tavola

scopri tutti i “segreti” di sigle e numeri

SCOPRI LE NOSTRE SEZIONI AGGIORNATE IN TEMPO REALE

SEGUICI E SCARICA

L’APPLICAZIONE

VERSIONE VERSIONE DESKTOP MOBILE WWW.DAILYLUXURY.IT

ALLA NOSTRA

NEWSLETTER PERIODICA

NEWS

BEAUTY OPINIONS COMMUNITY

LE NOVITÀ E I LANCI IN GLI EVENTI ANTEPRIMA

EDITORIALI DI PARISINI

GRATUITA SU iTUNES

CONDIVIDI LE TUE FOTO CON NOI

Sede: Via G. Tinozzi, 3 - 40137 Bologna • Tel. +39 051 5878850 • Fax +39 051 5878860 • e-mail: info@high-publisher.it • info@dailyluxury.it ABBONAMENTO ANNUO PER L’ITALIA: 20€ DA EFFETTUARSI CON BONIFICO BANCARIO A: BANCA POPOLARE DELL’EMILIA-ROMAGNA: IBAN: IT 10 F 05387 02412 00000 1404423; o sul c/c postale n° 50673359 intestato a: HIGH PUBLISHER, Via G.Tinozzi, 3 - 40137 Bologna E-MAIL PER ABBONAMENTI: abbonamenti@dailyluxury.it • Sped. in abb. post. Pubblicità inferiore al 45% Stampa: GRAPHICSCALVE SpA - Località Ponte Formello, // -  Vilminore di Scalve (BG) - ITALY Egregio abbonato, ai sensi dell’art. 10 della legge 675/96, La informiamo che i Suoi dati sono conservati nel nostro archivio informatico, vengono utilizzati esclusivamente per l’invio della pubblicazione e non vengono ceduti a terzi per alcun motivo. La informiamo, inoltre che, ai sensi dell’art. 13 della legge, Lei ha il diritto di conoscere, aggiornare, rettificare i Suoi dati o opporsi all’utilizzo degli stessi, se trattati in violazione della legge.


LA-PRAIRIE.IT © 2016 LA PRAIRIE INC.

l’essenza del caviale la prairie presenta skin caviar essence-in-lotion Delicata e allo stesso tempo altamente efficace, straordinaria ma essenziale, ricca di acqua di caviale, diventerà il primo step del vostro rituale quotidiano dall’effetto lifting e rassodante. Non ha eguali, così efficace sulla pelle, così sofisticata, così incredibilmente preziosa. Scoprirete che lo step mancante nel vostro programma di bellezza era proprio il primo: Skin Caviar Essence-in-Lotion.


Chic & Shock

STILE D I E G O DA L L A PA L M A

Mia Ceran

PRESENZA CHIC

Bella, originale, preparata ed elegante Mia Ceran: una vera rivoluzione nello stantio ambiente televisivo nazionale! Se Mamma Rai non ha capito il potenziale di questa ragazza, è un brutto segno per il mondo femminile.

Carmen PRESENZA CHIC Consoli Poche e sagge le apparizioni di Carmen Consoli.

L’intelligente e raffinata cantautrice, quest’estate si è distinta come organizzatrice e concertatrice della Notte della Taranta. Una musicista preparata e una giovane donna discreta e originale.

Rosanna Cancellieri

Quello che state vedendo non è il volto di Bette Davis alla fine della sua carriera. No. È quello di Rosanna Cancellieri che si affanna a precisare che lei non è ricorsa a nessun ritocco. Beh, in realtà ha ragione: non si tratta di ritocco…

PRESENZA SHOCK

16

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016

Ilona Staller PRESENZA SHOCK Pare che Ilona Staller, in “arte” Cicciolina, abbia un amico in comune con Rosanna Cancellieri. Indovinate, la professione di costui? Èun mestiere che ha a che fare con le autorimesse.


da l l a f r a n c i a s i lv i a m a n z o n i

La rentrée profuma di… nuovo

A

Parigi la rentrée è… profumata. Do-

po le vacanze, debuttano nuovi brand e si moltiplicano le esperienze olfattive inedite.

Jus. Si chiama Jus (Succo), ma non va

bevuto. È il primo profumo che applica i principi dell’Open Source e dell’Upcycling ed è stato presentato in luglio al nuovo salone parigino consacrato ai profumi di nicchia, Alternative (alla sua prima edizione) dall’agenzia di design Aesthete. Il suo flacone è rivestito da una sottile membrana colorata che altro non è che un palloncino riciclato e biodegradabile; la fragranza, creata da Céline Ellena, ha la particolarità di avere una formula libera d’utilizzo. On-line, attraverso un kit grafico scaricabile, ognuno ha la possibilità di personalizzare il suo Jus. Fresco e fiorito, il profumo è stato ispirato dalla canzone Nationale 7 di Charles Trenet che parla di vacanze e di evasione. Un nuovo approccio che sicuramente apre la strada a modi alternativi di pensare il profumo, più collettivi e nel rispetto delle risorse del pianeta.

Un Soir à l’Opéra.

Anche l’Opera lirica e il balletto possono ispirare delle fragranze. A Parigi è nata questa marca che allea l’universo della musica e del profumo grazie a candele profumate che evocano le grandi arie del repertorio classico. La creatrice, Katia Gortchakoff, figlia di una cantante lirica, si è ricordata delle emozioni che provava quando accompagnava la madre all’Opéra Garnier. Le candele sono composte da cera naturale a base di noce di cocco ed evocano ora il Flauto Magico (con note di cedro e di rosa) ora il Lago dei Cigni (zenzero, spezie e muschi), ora Romeo e Giulietta (un bel gelsomino). I prezzi vanno dai 38€ ai 45€. Nella collezione, anche un omaggio a Rudolf Nureyev, con la candela da uomo 23 Quai Voltaire (l’indirizzo dove abitava l’artista) che esala

18

|

DailyLuxury

|

n°9 settembre 2016

note di cuoio di Cordova e thé nero (65€). Le bougies sono vendute nei negozi dei due maggiori teatri parigini - Garnier e Bastille e gli altri punti-vendita sono indicati sul sito del brand (www.unsoiralopera.com).

BDK.

Lagrandetraduzioneprofumiera francese rivive in questa moderna Maison appena fondata da un giovane creatore che rivendica un’ispirazione classica, ma aperta sul mondo e senza tabù. È il nuovo brand di David Benedek (da cui il nome), i cui nonni furono i primi distributori autorizzati dalle grandi marche come Dior o Worth a Parigi, negli anni ’50. Quest’eredità familiare si traduce in un gusto per le belle composizioni realizzate con uno spirito quasi artigianale. Cinque fragranze, ciascuna delle quali rivela una personalità ben definita: Bouquet de Hongrie (floreale, fresco e fruttato); Pas ce Soir (spezie, gelsomino e patchouli); Wood Jasmin (orientale con assoluti di gelsomino e rosa e un fondo con incenso, vaniglia e patchouli); Tubereuse Impériale (tuberosa, sandalo, bezoino); Oud Abramad (spezie, rosa turca, legno di oud e di gaiac, incenso, patchouli). In vendita a 160€ il flacone da 100 ml nel negozio parigino Liquides e sul sito www.parfumsbdkparis.com

Grand Musée du Parfum.

Un grande progetto per offrire a Parigi un museo del profumo degno dell’importanza che questo settore ha nello sviluppo industriale e creativo del paese. Presentato in anteprima alla stampa, sarà ufficialmente aperto a dicembre in rue du Faubourg Saint Honoré, nel palazzo che fu la sede della Casa di moda Christian Lacroix. Nelle ampie sale (1400 metri quadrati) verrà ripercorsa la storia del profumo dall’Egitto dei faraoni fino ai nostri giorni, con installazioni che privilegiano il contatto sensoriale. Il museo è stato finanziato con fondi privati, ma con il sostegno della Feden razione di settore.


dag l i u sa C a ro l e H allac

L’Oculus fa “centro” in… bellezza

A

pre il centro commerciale al World Trade Center, una location davvero splendida dal design ultra-

futuristico. Inaugurato nel mese di agosto, il nuovo spazio, la cui costruzione ha richiesto ben 15 anni di lavoro, vede quale cui punto focale l’Oculus, una struttura “spaziale” che accoglie negozi di moda, bellezza, tecnologia e food. Tra questi, oltre all’immancabile Apple Store, una nuova sede per Eataly, e la boutique beauty Kiko Milano.

Hugo Boss. Lo stilista newyorkese Jason Wu, direttore artistico della collezione moda donna del brand, ha creato per la Maison tedesca la versione femminile del profumo Boss, The Scent, un floreale fruttato con note di pesca, fresia e albicocca. La campagna pubblicitaria, scattata all’ultimo piano della Freedom Tower di New York, è firmata dal regista dark Darren Aronofsky, noto per film come “Black Swan” e “Requiem for a Dream”.

Pat Mc Grath.

La make-up artist più richiesta al mondo, è a capo del rilancio dell’iconica linea di make-up Max Factor, che aveva sospeso la produzione nel 2010. Per ora solo una collezione in edizione limitata con i prodotti essenziali per realizzare affascinanti “cat eyes”.

M.A.C. L’ultima collaborazione del celebre brand beauty

è con Taraji P. Henson, l’attrice della popolare serie televisiva Empire. Il frutto è una collezione di sei prodotti studiati per realizzare il classico look della diva, con occhi neri e ben definiti e labbra nude. Include eyeliner, mascara, due ombretti, un pennello e un rossetto.

Estée Lauder. Victoria Beckham lancia la sua nuova linea di trucco quest’autunno in collaborazione con la Casa cosmetica. Quindici prodotti, alcuni in edizione limitata, tra cui sei ombretti, una terra matte, e Morning Aura Cream, un prodotto che regala luminosità al viso.

20

|

DailyLuxury

|

n°9 settembre 2016

Sarah Jessica Parker.

Arriva la quarta fragranza della nota attrice: Stash SJP, un sensuale mix di note di vetiver, muschio, patchouli, lily e pepe nero. Il profumo, unisex, è stato lanciato su Instagram: muri e strade di New York e Los Angeles sono stati tappezzati con l’hashtag #ComeAndFindIt, per creare curiosità tra i suoi fan.

Calvin Klein. Dopo anni da Dior, Raf Simmons

diventa il nuovo direttore creativo della griffe fashion, prendendo il posto di Francisco Costa che ha lasciato la casa in aprile.

Hailey Baldwin. È l’ultima “it girl” a lanciare

una linea make-up per realizzare un perfetto “selfie”. Per realizzare la collezione, declinata in 25 prodotti, la modella ed ex fidanzata di Justin Bieber, ha collaborato con la casa australiana ModelCo. n


ANTEPRIMA

Nella... goccia di Cannes LU C I A N O PA R I S I N I

A

NDREMO A QUESTO TAX

con la stessa orgogliosa consapevolezza subito maturata il giorno e l’anno primo, poi sviluppata in lunga età, nel senso vero dei suoi valori. Era il 1985 e fu Nizza; poi l’anno dopo chi l’aveva fondato nell’84 il Tax Free conquistò Cannes - Palais du Cinema. Trentadue anni quindi nei ristretti cunicoli che ospitano centinaia e centinaia di espositori e un nugolo sempre crescente di visitatori costretti a un budget d’ingresso quanto mai severo. Ecco quindi il... senso primo dei suoi valori: Cannes è prezioso, fondamentale, dalla sua nascita per un innegabile business-première d’orizzonti universali. Lo sosteniamo dal primo ingresso nell’area-Palais che subito aveva coinvolto anche la banchina del porto adiacente, sviluppatasi ad approdo prestigioso di barche-stand d’alto e lussuoso cabottaggio. Importante, fondamentale, prestigioso, per contatti e impostazione business

22

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016

conclusivi, ancor prima che l’anno a venire aprisse le porte a fluttuanti operatività. Cannes trionfale, si è scritto, Cannes irrinunciabile, si è detto, Cannes rigorosamente indispensabile, ora, per affrontare un’età di perversante crisi mondiale. E che questa “fiera” tenda costantemente allo sviluppo, alla ricerca, ai dati e alle critiche del mercato, lo dimostra quel “Conference” che si è inserito stabilmente nel logo del Tax. Conference sempre recitata da personalità di credibilità assoluta, scelte per l’alone politico tra virtù tecniche del business. Basta scorrere non l’argomento dei loro interventi all’Auditorium il giorno di lunedì-apertura il 3 ottobre, ma il curriculum del loro prestigio, davvero di eccezionale entità. C’è infatti sul palco Julian Diaz Gonzales, il cervello massimo della distribuzione, CEO del Dufy che significa l’universalità del suo impegno; e c’è David Miliband, President e Chief Executive dell’IRC, fondata nel 1933 da Einstein, un piedistallo mondiale di intelligenzia


0

I “NOSTRI”

05

ACCA KAPPA

■ RA 6

NOUBA PROFESSIONAL MAKE UP

■ H 42

REMINISCENCE

■ J 43

ORLANE

■ GO 8

ROCCOBAROCCO

■ H 38

ANGELINI BEAUTY - IDESA PARFUMS ■ RE 13

P&G PRESTIGE

■ RJ 5

SALVATORE FERRAGAMO

ANGELINI BEAUTY - IDESA PARFUMS, ITF ■ RD 9

PARFUMS MARINA DE BOURBON

■ RG 7

SHISEIDO

AQUOLINA / PINK SUGAR

PATYKA

■ H 21

SHISEIDO-DOLCE&GABBANA

PERFUME HOLDING

■ GO 10

PERFUMES LOEWE

■ F 36

SISLEY

PROFUMITALIA

■ J 22

THE FIRST

■ R6

ARTDECO COSMETIC GROUP

■ RF 8

BEAUTE PRESTIGE INTERNATIONAL ■ RH 3 BEAUTY SAN

■ A6

BOND NO.9 - NEW YORK

■ J 46

BULGARI

■ FOYER 2

BURBERRY

■ FOYER 1B

BY TERRY CHANEL CLARINS GROUP COLLISTAR

■ RH 2

COTY COURREGES

BAY VILLAGE

RIVIERA VILLAGE desk Information

BAY ETAT LIBRE D’ORANGE TERRACE

■ RE 2 Meeting point

GUERLAIN INTERTRADE EUROPE AMBASSADEURS VILLAGE

JACQUES BOGART

■ C 16 ■ C 28

LA MARTINA

■ H 36

LA PRAIRIERIVIERA

LUCIANO SOPRANI

MARINE

ENTRANCE

MAKE-UP STUDIO MAVALA GOLDEN VILLAGE MICYS COMPANY SPA - PUPA

MOLINARD BUSINESS & PARFUMS EXHIBITION SERVICES PRESS CENTRE

■ S8

01

ENTRANCE

MEDITERRANEAN VILLAGE

Information desk

YELLOW YELLOW VILLAGE VILLAGE

RIVIERA MEDITERRANEAN RIVIERA VILLAGE ENTRANCE

ENTRANCE

RIVIERA

ENTRANCE

MEDITERRANEAN VILLAGE

■ M 30

BUSINESS & EXHIBITION SERVICES

GREEN VILLAGE

VILLAGE

BLUE VILLAGE

GOLDEN ENTRANCE

RED VILLAGE Information

RED VILLAGE

GREEN VILLAGE

desk

BLUE VILLAGE YELLOW VILLAGE Information desk

GREEN GREEN VILLAGE VILLAGE

ENTRANCE

YELLOW VILLAGE

RED VILLAGE

■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■

YELLOW VILLAGE GREEN BLUE VILLAGE VILLAGE RED VILLAGE

Bay Village Riviera Village Mediterranean Village Blue Village Red Village Yellow Village Green Village Golden Village Marine Village Ambassadeurs Village

GOLDEN

ENTRANCE

MEDITERRANEAN VILLAGE

tra politica e umanità; e c’è ancora, fascino e genialità, TFWA & ALTEC OFFICES Randi Zuckenberg, fondatrice del suo Zuckenberg MeCROISETTE ENTRANCE MEDITERRANEAN ENTRANCE MEDITERRANEAN dia, vera boutique del marketing, come in antitesi a suo Access to Registration Pavilion VILLAGE Information desk fratello Franck con lei tra i cinque inventori di FaceboCROISETTE ok. Cosa dirannoENTRANCE sotto la “moderazione” di Stephen RED VILLAGE Sackur, stella effervescente -01 del giornalismo, operativo GREEN VILLAGE YELLOW VILLAGE d’eccellenza tra Cairo e Gerusalemme? Gli argomenti BLUE VILLAGE BLUE GREEN sonO solo col titolo di inevitabile ovvietà, il business, la VILLAGE YELLOW VILLAGE VILLAGE RED difesa, il futuro, tutto in rapporto alla crisi e ai suoi veleVILLAGE Information desk

ni; ma sarà la... recita di questi attori a tener viva l’immensità della platea. E dunque, si avrà un avvio Tax Free World Exibition & Conference d’intelligenza e d’ironia produttrice oltre al solito prosieguo nel fondamentale forum tra Palais e dintorni: il tutto graficamente simboleggiato - eppur “bravò” i precedenti... - da quella goccia che cade nel mare della crisi schizzando da una parte e dall’altra il denaro e le sue fluttuanti effervescenze. ■ Premonitrice, o?...

N°9 SETTEMBRE 2016

ENTRANCE

RED RED VILLAGE VILLAGE

BLUE VILLAGE

Information desk -01

CROISETTE

BLUE BLUE

& EXHIBITION SERVICES

ENTRANCE

GOLDEN VILLAGE

-01 MEDITERRANEAN VILLAGE

MEDITERRANEAN VILLAGE VILLAGE

CROISETTE ENTRANCE MEDITERRANEAN ENTRANCE Access to Registration Pavilion

CROISETTE

0

ENTRANCE ENTRANCE

ENTRANCE

GOLDEN VILLAGE

W LO

CROISETTE CROISETTE

TFWA & ALTEC OFFICES

Information desk

GOLDEN GOLDEN WELL BEING ENTRANCE GOLDEN ENTRANCE LOUNGE VILLAGE 00

ENTRANCE

ENTRANCE

PRESSYELLOW CENTRE

■ C 27

ENTRANCE

RIVIERA TFWA LOUNGE

GOLDEN

00

WELL WELL BEING BEING LOUNGE LOUNGE

MEDITERRANEAN MEDITERRANEAN VILLAGE VILLAGE

Information desk

■ RG 16 ■ RC 5 WELL BEING LOUNGE

HARBOUR VILLAGE

GOLDEN ENTRANCE

MARINE VILLAGE

ENTRANCE

■ K 25

BUSINESS BUSINESS & & GOLDEN EXHIBITION SERVICES EXHIBITION SERVICES PRESS CENTRE PRESSVILLAGE CENTRE

RIVIERA AUDITORIUMS A, B,MEDITERRANEAN C, D, E ENTRANCE RIVIERA MEDITERRANEAN ENTRANCE

REGISTRATION PAVILION BUSINESS

TFWA LOUNGE MEDITERRANEAN VILLAGE

■ RE 6

CROISETTE

0

BUSINESS & EXHIBITION SERVICES GOLDEN BUSINESS & PRESS CENTRE ENTRANCE EXHIBITION SERVICES PRESS CENTRE

PRESS CENTRE

AUDITORIUMS A, B, C, D, E

00

DITERRANEAN

REGISTRATION PAVILION Access to Registration Pavilion

MARINE CROISETTE

CROISETTE RIVIERA MEDITERRANEAN ■ L 40

TFWA LOUNGE REGISTRATION PAVILION

MAVIVE

03

■ V6

LA COLLINE RIVIERA ENTRANCE

Bridge

01

FLOOR

EXHIBITION SERVICES PRESS CENTRE

■ RC 1 HARBOUR VILLAGE

BEACH L’OCCITANE EN PROVENCE VILLAGE

VILLAGE

RIVIERA VILLAGE

MARINE CROISETTE

■ RJ 17 Meeting point Information 04 deskGOLDEN AMBASSADEURS VILLAGE ■ V9 VILLAGE WELL BEING Information desk AUDITORIUMS I, J, K LOUNGE ■ F3 BUSINESS &

INTER PARFUMS

MARINE LAYLA COSMETICS SRL VILLAGE

5

VILLAGE

REGISTRATION REGISTRATION PAVILION PAVILION

Access to Registration Pavilion ■ RC 9 RIVIERA ENTRANCE TH

05

MARINE VILLAGE VILLAGE

MARINE RIVIERA RIVIERA BEACHVILLAGE VILLAGE

TFWA LOUNGE

BAY EUROITALIAVILLAGE

MARI CROI

TFWA LOUNGE

GOLDEN GOLDEN VILLAGE VILLAGE

HARBOUR

ENTRANCE ENTRANCE 03

■Bridge U 3 RIVIERA ENTRANCE 1 & 2 ENTRANCES

EUROCOSMESI

JEAN PATOU

Meeting point

■ RE118 & 2 ENTRANCESMARINE VILLAGE

Bridge

HARBOUR HARBOUR VILLAGE VILLAGE

RIVIERA RIVIERA

MARINE CROISETTE MARINE VILLAGE

TFWA LOUNGE

AUDITORIUMS I, J, K

ENTRANCE

PAVILION

Bridge BAY TERRACE

AMBASSADEURS VILLAGE

BEACH BEACH VILLAGE VILLAGE

RIVIERA

RIVIERA RIVIERA ENTRANCE ENTRANCE REGISTRATION Access to Access to Registration Registration Pavilion Pavilion

RIVIERA VILLAGE

ESTEE LAUDER

Bridge Bridge

VILLAGE

04

REGISTRATION

■ SENSEI

01

MARINE MARINE CROISETTE CROISETTE

MARINE VILLAGE TFWA TFWA LOUNGE LOUNGE

BAY 5TH FLOOR

05

CREED ■ DBEACH 13 RIVIERA VILLAGE 00 VILLAGEREGISTRATION PAVILION DECLARÉ / JUVENA / MARLIES MOLLER BEACH VILLAGE BEACH VILLAGE ■ K HARBOUR 36 RIVIERA RIVIERA VILLAGE VILLAGE VILLAGE 1 & 1 HARBOUR &2 2 ENTRANCES ENTRANCES VILLAGE DIEGO DALLA PALMA ■ RB 8 REGISTRATION ELIZABETH ARDEN

0

■ F 47

BAY

BEACH VILLAGE

■ PAVILION T2

03

■ ANNAMIA

BAY TERRACE BAY VILLAGE VILLAGE

VILLAGE

DIOR

■ L 61

BAY BAY TERRACE TERRACE

HARBOUR VILLAGE ■U 6 RIVIERA VILLAGE AMBASSADEURS

00

AMBASSADEURS VILLAGE

MARINE MARINE VILLAGE VILLAGE

RIVIERA VILLAGE Information desk

00

VILLAGE VILLAGE

■ BEACH 08

■ H 51

BAY VILLAGE

■ FOYER 3

AMBASSADEURS AMBASSADEURS AMBASSADEURS VILLAGE

■ V 13

0

■ RE 19

RANCE 1795 01

■ RC 13

SIRPEA SPA

■ L 29 TERRACE BAY VILLAGE BAY ■ RE 5 Information desk 01 BAY VILLAGE ■ VBAY 11 TERRACE Information desk BAY TERRACE ■ V 1+5

01

CARON

PUIG

04

|

DAILYLUXURY

|

23

-0

GREE VILLA


IL DYLAN DI VERSACE ANCHE IN UN PROFUMO COME QUESTO, DOVE LA QUALITÀ NELLA DIVERSITÀ DIVENTA EMBLEMATICA ENTRO E FUORI UNO SPLENDIDO FLACONE E ANCOR PIÙ NELLA COMPOSIZIONE GENIALE DELLA COMUNICAZIONE, PUÒ ESSERCI IL “VERO” DI UNA GENERAZIONE DI DYLAN. E PER LORO UN MESSAGGIO FRAGRANTE IN... DYLAN BLUE.


FOCUS ON

LU C I A N O PA R I S I N I

V

OGLIO RICORDARMI CIÒ CHE SAPEVO e mi è rimasto del

nome Dylan in straordinaria coincidenza con quest’ultimo “gioiello” Versace. Opra ovviamente di Euroitalia, il marchio esemplare dell’italianità non solo fragrante, diffuso e ammirato in ogni dove del mondo, per qualità e prestigio di ogni creatura voluta con intelligente genialità dal team Sgariboldi. Voglio ricordarmi della sua radice Gaelica, mitologia del Nord (più specificatamente l’Irlanda) che identifica in Dylan il dio del mare. E poichè questo Dylan Blue, oltre ad eccitare per il suo nome “storicamente” moderno, predicato da ogni mamma che aspetti un maschio secondo una statistica americana che aumenta costantemente le sue incredibili proporzioni, non mi sfugge quanto Dylan Blue possa raggiungere totali consensi: e per il nome di assoluto prestigio internazionale e per un richiamo alla freschezza del Mar Mediterraneo, magnificata da una composizione fragrante che Donatella Versace definisce “Essenza dell’uomo Versace di oggi, espressione di forza, carattere e individualità. Amo come le note tradizionali si uniscono a nuovi elementi che le rendono contemporanee e totalmente nuove, per il presente e il futuro”. Note di vita, note dell’essere, quasi un “messaggio” aggiungo. Contenute in quel blue del maschilissimo flacone, scaturito da un mare d’abbagliante colore, il più moda di questo tempo, così generalizzato in blue.

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

25


Composizione fragrante:

la cito senza scendere a particolari tecnici di specifica integrazione olfattiva. Potrei riassumerla limitandomi ai componenti di una famiglia che ha per definizione tecnica: legno aromatico fougère, segnando quindi che in “testa” c’è bergamotto di Calabria, pompelmo, foglie di fico, note acquatiche; che il “cuore” assembla foglie di violetta, pepe nero, legno di papiro, ambrox e patchouli bio; e che il “fondo” sfoggia muschio minerale, fava tonka, zafferano, incenso pyrogéné. Ma gli elementi di questa piramide olfattiva, così frettolosamente elencati, non significano poesia e liturgia di un profumo, il cui ardore va declamato con emozione. Che trovo in questo spartito ricco di melodici sentori: FOCUS ON

Un legno aromatico fougère dal forte carattere distintivo, basato sull’unicità olfattiva di preziosi ingredienti naturali e molecole di ultima generazione. Nuove e pregiate qualità di agrumi naturali, bergamotto e pompelmo, con accenti moderni di foglie di fico, donano una freschezza mediterranea e decisa. Note acquatiche incidono profondità e completano la freschezza degli agrumi. Le foglie di violetta con tocchi di pepe nero aggiungono un’ulteriore dimensione fresca e virile, mentre note legno innovative e sofisticate di ambrox, papiro e

26

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016

patchouli bio, costituiscono l’anima del profumo, forte e vibrante. Avvolgente fava tonka, zafferano prezioso e note di incenso pyrogéné donano calore e sensualità. Una nuova qualità di muschio con accenti minerali contraddistingue il carattere intenso e seducente.

Campagna stampa: è il tema che caratterizza questo Dylan Blue. Bruce Weber, il genio dell’immagine che ha sempre vissuto e vive l’atmosfera Versace, anche stavolta ha centrato il significato del profumo, il suo richiamo, la sua straordinaria, eccellente digressione dal tradizionale. Creando questi uomini, questi attori marziali che ostentano quanto vorrebbero valere per sedurre le protagoniste femminili delle foto e del film che interpretano. Che poi, in fondo, “forti e disciplinati come grandi atleti - spiega Bruce - possono innamorarsi della ragazza dei propri sogni”. A proposito della ragazza del sogno, la protagonista femminile della comunicazione di Dylan Blue è Gigi Hadid, splendida per carattere oltre che per immagine, uno splendido gioiello comunicativo dell’indomita Euroitalia. Lotta con i ragazzi, Gigi Hadid: i protagonisti maschili voluti da Bruce Weber: Trevor Signorino (primo piano nella nostra copertina) Alan Jouban, Louis Solywoda e Filip Sjunnesson. ■


FOCUS ON

QUANDO LA SCIENZA...

UNA COPPIA DI GIOIELLI: STAVOLTA LO SCRIVO CON ASSOLUTA CONVINZIONE E NON CON LA PRUDENZA CHE SPESSO MI ACCOMPAGNA PER SOTTOLINEARE IL VALORE DI UN PRODOTTO A PUR NOTEVOLE SCIENTIFICITÀ. ALTA, ALTA SCIENTIFICITÀ, CERTO, IN QUESTE DUE CREAZIONI - REPLETION E BRIGHT EYE - PER SOLUZIONI COSMETICHE CHE ATTESTANO TOTALE PIENEZZA DI VALORI. L U C I A N O PA R I S I N I

Q

REPLETION UESTO “GIOIELLO” DELLA LINEA COSME DECORTE AQMW È: “Trattamento

4D anti-age che rigenera la pelle dall’interno”. Una headline che chiama ovviamente a riflessione e a immediata considerazione: Repletion è d’avanguardia, è un anti-age che

chiama in causa la medicina, i principi della medicina rigenerativa e i più recenti valori delle cellule staminali. E perchè 4D? Perchè studia le 4 Dimensioni spaziali: altezza, larghezza. profondità e... tempo. Ciò secondo il principio della medicina alternativa, meglio: del coinvolgimento della mente che promuove la capacità del corpo di guarire se stesso. Mi rendo conto che sto disquisendo in campo oltre che scientifico anche filosofico, avvalendomi della medicina alternativa per ribadire che questo AQMW Repletion è efficace trattamento di prevenzione, basato sulla sinergia tra medicina rigenerativa (guarire fisicamente) grazie alla Mucina - il mucopolisaccaride che mantiene le cellule a stato ottimale rigenerando quelle danneggiate - e la medicina alternativa grazie al profumo di legno di sandalo che punta a risolvere i danni dello stress per guarire attraverso il potere della mente. E quindi nasce da questo che si può definire concetto di bellezza integrata tra medicina rigenerativa e alternativa, la soluzione di una pelle del viso splendida per una bellezza completa, del tutto... repletion. Un siero quindi da usare quando il tempo comincia ad intervenire inesorabile. Ed è allora che AQMW recupera fermezza e densità del volume basandosi sulla qualità di riprodotte cellule epidermiche con il complesso Cosme


Decorte Stemrise iPG, il cui sviluppo chiama in causa cellule staminali e cellule progenitrici, queste ultime fonte determinante di una pelle più giovane. AQMW Repletion agisce sulla perdita di luminosità e compattezza, struttura irregolare, rughe e cedimento dei contorni del viso promuovendo una pelle... senza età. E un uso continuo produce corposità e densità dall’interno, procurando tonicità e fermezza verso l’alto. Ciò per gli ingredienti attivi (tra cui estratti di piante) e soprattutto per il Palmitol Pentapeptide che attiva la produzione di collagene di cui si avvale Repletion, favorendo nientemeno che la produzione, l’incremento e la nutrizione di cellule in piena salute. Ingredienti attivi in AQMW Repletion: ■ Adenosina rivitalizzante, attivatore delle cellule; ■ Stemrise iPG, migliora la qualità delle cellule progenitrici; ■ Acqua di betulla bianca idratante, antiossidante; ■ Estratto di legno di sandalo, inibitore delllo stress; ■ Mucinsoma, idratante; ■ Palmitoil Pentapeptide, attivatore produzione collagene ■ Steroli di riso, emollienti.

BRIGHT EYE SERUM L’headline dichiara: “per un contorno occhi ringiovanito, rivitalizzato e compatto”. E qui la linea AQMW di Cosme Decorte non lascia spazio alle incertezze aggiungendo che Bright Eye Serum è “trattamento intensivo rivitalizzante con effetto anti-age basato sui principi della medicina rigenerativa e sull’insieme delle ricerche e scoperte sulle cellule staminali nel perseguire l’obiettivo di riparare i tessuti danneggiati dall’incecchiamento”. Come a dire che... basta così e chiudiamo l’argomento?

No, il tema riassunto qui sopra ha già riferimenti a quanto espresso relativamente a Repletion e quindi non basta se non si affrontano i particolari di un trattamento di prevenzione che si avvale come per Repletion della sinergia tra medicina rigenerativa della guarigione fisica ricorrendo alla Mucina, e la medicina alternativa con profumo di legno di sandalo che intende riparare i danni dello stress con... guarigione attraverso la mente. Siamo dunque al concetto di bellezza integrata tra medicina rigenerativa e medicina alternativa per mantenere splendida la pelle del viso. E quindi Bright Eye Serum è in grado di migliorare “immediatamente” la pelle del contorno occhi partendo dagli strati più profondi dell’epidermide. “Un prodotto - sottolinea Cosme Decorte AQMW - che dispone di potenzialità diverse al servizio della delicata zona contorno occhi, migliorando la circolazione, ricompattando il tessuto e quindi attenuando le occhiaie”. Richiamo, ovvio, anche all’età che incrementa le occhiaie a causa di una classe di enzimi (metalloproteinasi MMPs) che degrada il supporto dermico con perdita di compattezza. Cosicchè tutti i “cuscini” del derma che prima hanno sostenuto i vasi sanguigni cominciano a degradarsi, giunge la perdita di tonicità, rilassamento dei vasi capillari, rallentamento del flusso sanguigno causando ovviamente ristagni di sangue. Ecco allora Bright Eye Serum che incentra il suo intervento nel recupero della fermezza e compattezza del contorno occhi. Come? Con ingredienti attivi e glicosamminoglicani a produzione, incremento, nutrizione di cellule vigorose. Questi gli ingredienti attivi: ■ Glicosamminoglicani ad effetto riparatore rinforzante; ■ Stemrise iPG migliora le cellule progenitrici (PG Cell); ■ Palmitoil Pentapeptide, attivatore produz. collagene; ■ Adenosina, rivitalizzante attivatore delle cellule: ■ Acqua di betulla bianca, idratante antiossidante ■ Estratto di legno di sandalo, inibitore dello stress; ■ Mucinsoma, cellule più turgide, volume all’epidermide. ■

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

29


Quando il cinema è Kinéo

L U C I A N O PA R I S I N I

A

NCORA GRAN CLAMORE A VENEZIA, nell’ottica del Festival, per il “Premio Kinéo Diamanti al Cinema”, quattordicesima edizione. Nel turbinio di “star”, nell’immenso carnet dei Premi, nel fulgore di un cerimoniale massimo firmato Rosetta Sannelli e Tiziana Rocca, anche un effluvio profumato: Salvatore Ferragamo Parfums.

Q

uesto anno quattordici del Kinéo, il Premio Diamanti al Cinema che coinvolge per le sue scelte una miriade di “pulpiti” votanti (i social, il pubblico, gli spettatori delle sale, il sito www.kineo.info, una Giuria d’ Eccellenza, il sondaggio di Best Movie, il SNCC, il Rai Com) ha portato al Red Carpet nell’ottica del Festival e quindi alla premiazione conclusiva nel fasto della Tensiostruttura Biennale Beach sulla spiaggia dell’Excelsior, un’autentica, magnifica corolla di interpreti del cinema nostro (e non solo), così da rendere ancora una volta quanto mai degno di encomio solenne il direttore di Kinéo, Rosetta Sannelli e la magia produttrice di Tiziana Rocca. Corolla dai petali preziosi, certo; magnificata al suo interno da una splendida per sommo prestigio, per bravura professionale e coinvolgente bellezza, Sophie Turner,

30

|

DAILYLUXURY

|

l’affascinante Sansa figlia maggiore degli Stark ne “Il trono di spade” e non solo. Mi ha infatti fatto ricordare che a soli vent’anni era già in schermo con Samuel L. Jackson e con Jessica Alba in “Barely Letal - 16 anni e spia”, e quindi chiamata anche da Isabel Coixet per “Another Me” e da Brian Singer per “X-Men - Apocalisse”. Insomma una star che ha eccitato un vero nugolo di giornalisti e fotografi anche fuori premiazione, dove è stata insignita del “Kinéo International Movie Award”. Non solo Sophie, certo. Il Kinéo di quest’anno ha avuto il carisma, la classe, la simpatia e il fascino indelebile di Patty Pravo, Premio Kinéo Excellence Award, una donna più ancora che un’artista, icona del suo essere più che del suo eccezionale talento. Eppoi, sempre in auge femminile, nientemeno che Paola Cortellesi e ancor più

N°9 SETTEMBRE 2016

Carolina Crescentini con il suo spot in chiave WeWorld e quindi a conquista del Kinéo Excellence Award, Premio sociale per la violenza contro le donne. E in auge maschile? Cito il talentuoso Marco Giallini, attore maximo del momento, e Marco D’Amore un grande di “Gomorra”, e Gabriele Mainetti, regista di “Lo chiamavano Jeeg Robot”, e Paolo Genovese (padre del film… telefonino che svela le tresche), e Daniele Lucchetti, il Papa di “Chiamatemi Francesco”. Quattro donne al vertice, con tanti uomini d’eccellenza, tutte gemme di una notte di fulgore cinematografico, ribadito dal gran “cast” dei premiati che fa sfoggio copioso nel “box” di queste pagine. E nel piacevole turbinio di autentiche star, un tocco davvero fragrante: Salvatore Ferragamo Parfums, Premio speciale ad Anna Foglietta, la coinvolgente… perfetta

1

sconosciuta nell’omonimo stupendo inarrivabile “Perfetti sconosciuti” di Paolo Genovese. ■ FOLLA DI VIP Premiati, sponsor, autori, una folla di Vip sul red carpet di “Kinéo Diamanti al Cinema” nell’atmosfera del Festival di Venezia. Eppoi, a corolla d’alto lignaggio, alcuni premiati e un rosso cadeau di Salvatore Ferragamo Parfums (c’è l’AD Luciano Bertinelli) a dipingere “fragrante” questo puzzle di festa. In particolare: foto 1, Sophie Turner; foto 2, Daniela Sola (Salvatore Ferragamo Parfums), Giampaolo Letta (AD Medusa), Marco Giallini, Paolo Genovese e Anna Foglietta; foto 3, Luciano Bertinelli, Anna Foglietta e Alberto Barbera; foto 4, Alberto Barbera, direttore Festival Venezia e Patty Pravo.

3


Miglior Film Perfetti Sconosciuti regia di PAOLO GENOVESE (Medusa - Lotus Production)

Miglior Regia DANIELE LUCHETTI per Chiamatemi Francesco - Il Papa della gente (Medusa - Tao Due)

Miglior Opera Prima Loro chi? Regia di FRANCESCO MICCICHÉ e FABIO BONIFACCI (Warner Bros - Picomedia)

Premio Kinéo&SNCCI Pubblico e Critica ROBERTO ANDÒ per Le confessioni (01 Distribution - Bibi Film)

Premio Movie&Art Award TaorminaFilmFest Marco Giallini

Premio RAI Com Miglior film italiano distribuito all’estero Lo chiamavano Jeeg Robot regia di GABRIELE MAINETTI (Goon Films - Lucky Red)

Premio Kinéo&Best Movie GABRIELE MAINETTI per Lo chiamavano Jeeg Robot

2

Premio Kinéo Excellence Award PATTY PRAVO

Kinéo International Movie Award SOPHIE TURNER

Miglior attore protagonista CLAUDIO SANTAMARIA per Lo chiamavano Jeeg Robot regia di GABRIELE MAINETTI

Miglior Attrice protagonista ex aequo PAOLA CORTELLESI per Gli ultimi saranno gli ultimi regia di MASSIMILIANO BRUNO

Miglior Attrice protagonista ex aequo ANNA FOGLIETTA per Perfetti sconosciuti regia di PAOLO GENOVESE Premio Speciale Ferragamo Parfums

Sondaggio Best Film Best Movie MASSIMILIANO BRUNO per Gli ultimi saranno gli ultimi

Miglior Attore non Protagonista ALESSANDRO BORGHI per Suburra regia di Stefano Sollima

Miglior Attrice non Protagonista Matilde Gioli per Belli di papà regia di GUIDO CHIESA e Un posto sicuro regia di FRANCESCO GHIACCIO

Premio Kinéo Giovani Rivelazioni EMANUEL CASERIO

Premio Kinéo Giovani Rivelazioni CATRINELLE MARLON

Premio Kinéo Giovani Rivelazioni GIULIA ANDÒ

Kinéo Excellence Award CLAUDIO BRACHINO

Kinéo Excellence Award FRANCA SOZZANI

4

Kinéo Excellence Award We World CAROLINA CRESCENTINI

Kinéo Excellence Award LAURA DELLI COLLI

Sondaggio Best Film2016 Movie N°9 SETTEMBRE | DAILYLUXURY | 31

MASSIMILIANO BRUNO per Gli ultimi saranno gli ultimi


L’arte verso il 2017 MARINA SANTIN

I

L PANORAMA ARTISTICO ITALIANO dopo l’estate si anima con un ricco programma di mostre e rassegne che salutano l’autunno guardando già al nuovo anno. Milano: Punta l’accento su tre grandi artisti dell’Ukiyoe (un

genere di stampa artistica giapponese su carta) sottolineandone le tematiche comuni, frutto delle esigenze del mercato dell’immagine dell’epoca che richiedeva soggetti precisi, location e personaggi noti al pubblico e alla moda, “Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Luoghi e volti del Giappone che ha conquistato l’Occidente”. n Palazzo reale, dal 22 settembre 2016 al 29 gennaio 2017. n info: www.hokusaimilano.it

Ferrara: Nell’aprile del 1516 terminava la stampa dell’opera simbolo del Rinascimento italiano. In occasione del quinto centenario, “Orlando Furioso 500 anni. Cosa vedeva l’Ariosto quando chiudeva gli occhi”, restituisce l’universo di immagini che popolavano la mente dell’autore mentre scriveva il suo capolavoro. n Palazzo dei diaManti, dal 24 settembre 2016 all’8 gennaio 2017. n info: tel. 0532.244949,

www.palazzodiamanti.it diamanti@comune.fe.it

3

|

dailyluxury

|

verona: Affronta il tema della cultura attraverso le parole, i testi e i capolavori d’arte di questo antico popolo “Maya. Il linguaggio della bellezza” che offre un lettura storico-artistica e solo archeologica delle opere. n Palazzo della Gran GUardia, dall’8 ottobre 2016 al 5 marZo 2017. n info: tel. 045.853221,

www.mayaverona.it

Storia profumata

L

a storia sarebbe stata la stessa se non fossero esistiti i profumi? È l’interrogativo che si pone “Storia del Profumo, Profumo della Storia”, una mostra affascinante, allestita nelle sale del Museo Nazionale Archeologico di Fratta Polesine. La rassegna racconta 3.000 anni di fragranze attraverso contenitori (da quelli d’epoca greca e romana fino a quelli dei nostri tempi, custodi dei bouquet delle più celebri Maison), oggetti, libri, antichi formulari e farmacopee, strumenti multimediali. Inoltre, offre la possibilità di vivere autentiche esperienze sensoriali quali trasformarsi in “nez” inebriandosi con gli effluvi delle essenze più rare e preziose e immaginare le più seducenti alchimie olfattive. DAL 17 SETTEMBRE 2016 AL 26 FEBBRAIO 2017. n info: www.comune.frattapolesine.ro.it/museoarcheologico-nazionale.html.

roviGo: È un percorso di colori ed emozioni “I Nabis, Gauguin e la pittura italiana d’avanguardia”. Attraverso oltre 100 opere narra le storie di artisti in fuga da città, legami e a volte da loro stessi che trovano rifugio in riva al mare quasi fossero alla ricerca del valore purificatore dell’acqua e degli elementi naturali. n Palazzo roVerella, fino al 14 gennaio 2017. n info:

www.palazzoroverella.com


Firenze: “Non separo Mamiano di Traversetolo:

Oltre 70 opere per “Italia Pop. L’arte negli anni del boom” che indaga i motivi che hanno portato alla nascita e alla diffusione di una “via italiana” alla Pop Art, linguisticamente autonoma seppur in sintonia con i modelli statunitensi ed europei. n Fondazione Magnani rocca, fino all’11 dicembre 2016. n Info: Tel. 0521.848327

www.magnanirocca.it info@magnanirocca.it

Roma: Racconta uno dei sentimenti universalmente riconosciuti indagandone tutte le sfaccettature e le declinazioni attraverso le opere dei più importanti maestri “Love. L’arte contemporanea incontra l’amore”. n Chiostro del Bramante, dal 29 settembre 2016 al 19 febbraio 2017. n Info: Tel. 06.68809035,

www.chiostrodelbramante.it info@chiostrodelbramante.it

mai la mia arte dalle altre mie attività. C’è un impatto politico nelle mie opere e non smetto di essere artista quando mi occupo di diritti umani. Tutto è arte, tutto è politica”. Così Ai Weiwei, artista dissidente cinese e icona della lotta per la libertà d’espressione, alla sua prima retrospettiva italiana. n Palazzo Strozzi,

dal 23 settembre 2016 al 22 gennaio 2017. n Info: Tel. 055.394711

www.palazzostrozzi.org info@palazzostrozzi.org

Torino: Celebra la più

importante congrega di artisti fiamminghi a cavallo tra il XVI e XVII secolo “Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga”, viaggio appassionante nel ‘600 alla ricerca del genio visionario di cinque generazioni di maestri.

dal 21 settembre 2016 al 19 febbraio 2017. n Info: Tel. 011.4992333

www.lavenaria.it prenotazioni@lavenariareale.it

n Reggia di Venaria,

Firenze: Ripercorre

Do Ut Do, se arte e design fanno “bene”

“Do Ut Do” un progetto biennale promosso dall’Associazione Tfondiorna Amici della Fondazione Hospice Seragnoli, il cui scopo è raccogliere a favore dell’Onlus che opera nell’ambito delle cure palliative volte a

migliorare la qualità e la dignità di vita dei pazienti affetti da malattie inguaribili e dei loro familiari. Giunto alla terza edizione, “Do Ut Do”, di cui è padrino l’attore e Premio Nobel Dario Fo, è nel segno del virtuale e vede dodici architetti e designer disegnare le stanze della casa progettata da Alessandro Mendini. Ogni stanza sarà dedicata a un valore scelto dai vari progettisti scelto tra quelli che compongono la qualità della vita e formano il senso più profondo di una casa, così come di una comunità, di una città, di un paese: vitalità, empatia, sogno, civiltà, gioco, attesa, inclusione, natura, complicità, luce, amore, incontro. All’interno della casa opere d’arte e pezzi unici donati da artisti, stilisti, architetti e autori che verranno assegnati a chi avrà dato un contributo per sostenere la Fondazione tramite un’estrazione a sorte che avverrà nella serata conclusiva dell’evento. A promuovere il progetto, diverse esposizioni che permetteranno di entrare virtualmente nella casa e nel suo giardino e di vedere tutte le opere in palio. I prossimi appuntamenti, dopo Napoli e Caserta in luglio, Rovereto e Roma dal 15 al 30 settembre e Bologna dal 10 ottobre al 10 novembre dove si svolgerà anche l’assegnazione delle opere.

n Info: www.doutdo.it, info@doutdo.it

l’esperienza artistica di pittore, scrittore, critico d’arte e polemista dell’autore, mettendo le sue opere a confronto con quelle degli esponenti dei movimenti artistici italiani ed europei con cui entrò in contatto e spesso in contrasto “Scoperte e Massacri. Ardengo Soffici e l’Impressionismo a Firenze”. n Gallerie degli

Uffizi, dal 26 settembre 2016 all’8 gennaio 2017. n Info: Tel. 055.23885,

www.uffizi.it ga-uff@beniculturali.it

 

|

DailyLuxury

|

33


cultura

Percorso d’arte

Punta l’accento sul contributo che gli artisti ferraresi offrirono, tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900, al rinnovamento dei codici di rappresentazione tradizionale tratteggiando i profili dell’arte moderna, “L’arte per l’arte”, nuovo allestimento-capolavoro in scena al Castello Estense di Ferrara. m a r i na sa n t i n

“L’arte per l’arte.

i

Da Previati a Mentessi, da Boldini a De Pisis. Un nuovo percorso al Castello Estense” Ferrara, Castello Estense fino al 4 giugno 2017 Info: Tel. 0532.299233 castelloestense@comune.fe.it www.castelloestense.it

34

|

DailyLuxury

|

n°9 settembre 2016


T

ra la seconda metà dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, l’arte moderna ha

s

vissuto uno dei suoi momenti cruciali, artefice del suo rinnovamento. Indaga e ripercorre le tappe salienti di questo periodo l’edizione 2016 de “L’arte per l’arte”, il nuovo allestimento al Castello Estense di Ferrara della galleria di capolavori d’arte moderna della città che offre la possibilità non solo di visitare il monumento-simbolo ma permette di ammirare il patrimonio delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Palazzo Massari, rimasto celato in seguito al terremoto del 1912. Il percorso focalizza la sua attenzione sul contributo che offrirono al panorama artistico dell’epoca gli autori ferraresi, guidandoci in un viaggio alla scoperta dei diversi orientamenti che, sul finire dell’800 e i primi del ‘900, coinvolsero generazioni di maestri, impegnati a darsi battaglia con l’obiettivo di rinnovare i codici della rappresentazione tradizionale per affermare la parola d’ordine di un’arte fedele al vero prima, e, poi, sul fronte opposto dell’arte simbolista, per superare i criteri di verosimiglianza e dare voce ai sentimenti più profondi dell’animo umano. Un itineraGiovanni Muzzioli • I funerali di Britannico, 1888

n°9 settembre 2016

|

DailyLuxury

|

35

s


cUltUra

arriGo Minerbi

nUDo Di FanCiUlla (il pianto Del Fiore) 19

rio quindi che spazia dalle poetiche del vero all’arte di idee; dalla pittura di macchia al Divisionismo; dalla rappresentazione della vita moderna alle suggestioni decorative del Liberty. A scandirlo, i motivi portanti delle ricerche di quegli anni: il ritratto moderno e i suoi nuovi codici, i temi storico-allegorici e la dimensione monumentale e decorativa, i nuovi soggetti della modernità, il paesaggio reale e il paesaggio dell’anima, le tensioni morali e spirituali alla vigilia della Grande Guerra. Molteplici suoi protagonisti che vedono alla ribalta artisti ferraresi attivi sulla scena italiana, come Giuseppe Mentessi, Alberto Pisa o Arrigo Minerbi, e, accanto ad essi, autori di fama internazionale quali Giovanni Boldini, celebrato ritrattista della Belle Epoque, e Gaetano Previati, che fu interprete del Divisionismo e della vague simbolista. Ed è affidato proprio a Boldini, che del genere fu indiscusso rinnovatore, il compito di svelare i nuovi codici del ritratto, presentando le sue prime prove fiorentine e le opere degli anni parigini, realizzate sull’esempio degli amici impressionisti quali Degas e Manet, interpreti della vita mondana della Ville Lumière e concretizzazione sensuale ed elegante dello charme femminile del tempo. A fare da contrappunto, l’atmosfera malinconica di Londra nella tela “Charing Cross” di Alberto Pisa, artista ferrarese attivo tra Parigi e Londra. A “raccontare” della veduta e del paesaggio, i lavori di Giuseppe Mentessi, una delle personalità ferraresi più originali degli ultimi decenni dell’Ottocento che ne fece il suo genere d’elezione. Testimoni ne siano le fresche vedute intrise di luce (“Laguna di Venezia) o le visioni soffusa da una vena fantastica (“Veduta di San Marco”) che rivelano la sua simpatia per la scapigliatura milanese. Ed è una delle sue tele più note “Pace”, il punto focale della sala dedicata al “Paesaggio reale e paesaggio dell’anima” che punta l’accento sue due tendenze apparentemente inconciliabili dell’universo artistico fine ‘800: la rappresentazione della realtà in tutti i suoi aspetti, anche i più duri (“Panem Nostrum Quotidianum” di Mentessi), e la natura come rifugio in cui riversare un profondo desiderio di armonia, come ben esprime “Paesaggio” di Gaetano Previati. Previati, lo ricordiamo, è un altro artista ferrarese di spicco di questa stagione: protagonista d’eccezione del Divisionismo italiano e considerato uno degli interpreti del simbolismo europeo, ispirò le prime ricerche dei futuristi. La anGeLo Conti

allegoria Della notte 181

3

|

DailyLuxury

|

n°9 settembre 2016


Giovanni Boldini

Madame X, la cognata di Helleu c. 1885-90

Alberto Pisa

Il ponte di Charing Cross, Londra

1901

2

1

Gaetano Previati

Paesaggio

c. 1910-12

città estense ne conserva opere particolarmente significative e in particolare, in questa occasione presenta una selezione di suoi disegni, che sottolineano la sua abilità nell’esplorare le possibilità del nero e dello sfumato per evocare la dimensione del mistero: un esempio per tutti il carboncino “Cleopatra”, femme fatale per eccellenza. Quest’opera è al centro della sala riservata ai protagonisti storico-letterari e allegorici della pittura d’ambizione monumentale e decorativa che si diffonde sullo scorcio del secolo sull’onda della fortuna della pittura vittoriana e preraffaellita. Sublimi interpreti, la pittura del modenese Muzzioli, in cui queste tematiche prendono forma in un linguaggio teatrale che risente dello straordinario successo di cui gode in questa fase il melodramma. La sua tela monumentale, “Funerali di Britannico”, fronteggerà uno dei capolavori di Previati, “Paolo e Francesca”, un’opera che colpì l’immaginario del giovane futurista Boccioni. Accanto, “Il pianto del fiore” un gesso di Arrigo Minerbi, amico di Previati, a testimoniare l’eredità, oltre la Prima Guerra Mondiale, di un gusto per la linea pura dalle eleganti cadenze Liberty.

1 Giuseppe Mentessi

Panem nostrum quotidianum 1894-95

2

Giuseppe Mentessi

pace 1907

Il percorso de “L’arte per l’arte” al Castello Estense dal piano nobile prosegue nei Camerini di Alfonso I, dove rimane allestita l’esposizione dedicata alle opere di Filippo De Pisis, altro maestro ferrarese attivo sulla scena italiana e parigina a partire dagli anni Venti del ‘900. La monografica ne ripercorre l’intero iter creativo, dalle opere giovanili, in cui si ravvisa la sua riflessione sull’incontro con De Chirico e la pittura metafisica, ai capolavori del periodo parigino che segnano la nascita di un linguaggio personale, trascrizione pittorica delle emozioni che gli regala la Ville Lumière, fino alla produzione successiva al rientro in Italia, esiti estremi nei quali la poesia n delle immagini si spoglia fino all’essenziale.

n°9 settembre 2016

|

DailyLuxury

|

37


robertocavalli.com


R I B A L TA Quando notizie ed eventi accendono la luce... L U C I A N O PA R I S I N I

L’unghia con la lampo!...

Alla scoperta di Alessandro International, firmamento incredibile di prodotti per le unghie. Straordinario lo Striplac, un “geniale” che Massimiliano Gerardi, presidente di Emmegi Distribution, ci spiega con entusiasmo e professionalità scientifica (Laurea in Scienze Biologiche).

L

A CURIOSITÀ DIVENTA SUCCUBE, vittima, quando un piccolo oggetto

di bellezza, straordinariamente presentato, ti porta a voler di più. Di più nei particolari, nelle persone che gestiscono, nella produzione che non ha limiti. Di tutto ciò che insomma fa parte della Alessandro Internationa”, la... scoperta rivelatami da quell’unghia a zip che sembra togliersi, per paradossale allegoria, lo smalto rosso che la ricopre. Una soluzione impossibile, penso e non credo: perchè maneggiato il computer, scopro che questo “Alessandro” che vanta internazionalità è in primo piano anche in Sephora, uno templari, pardon dei templi che misurano l’immensità della bellezza ad ogni esemplarità. Mi accorgo che cado nell’imbarazzo e... soccombo alla curiosità, quella di cui dicevo, e che, pur

40

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016


rodato da oltre trent’anni di partecipazione bellezzara, si pretende che vada alla fonte. E cioè da un quarantenne trevisano di Oderzo che fa il presidente della Emmegi Distribution con sede a Conegliano, ditributrice di prodotti per la cosmesi. ■ Mi chiarisce, signor Massimiliano Gerardi, cosa fa quella “lampo” su quell’unghia che vanta anche una definizione indubbiamente onomatopeica come Striplac? Il signor Massimiliano è entrato nel mondo profumato e non solo (“Alessandro” fa parte della QVC, una miriade di prodotti a gruppi più che copiosi che impiegano in elenco alfabetico ogni iniziale sino alla zeta presentando un numero immenso di referenze, dalla bellezza alla moda, agli accessori, alla cucina, ai gioielli e all’elettronica con un rimbalzo di promo senza fine) perchè la sua Emmegi Distribution è collaterale alla profumeria e quell’unghia sotto zip è l’emblema di uno tsunami di prodotti per le mani. ■ E dunque, signor Massimiliano, quell’unghia rossa?... “Striplac è uno smalto semipermanente. Si applica come uno smalto tradizionale, dura 15 giorni senza scheggiarsi e non pretende nessun tipo di acetone o solvente per rimoverlo. Quando si ha voglia di cambiare colore, basta semplicemente sfilarlo dall’unghia”.

Gioielli Massimiliano Gerardi presidente di Emmegi Distribution tra i suoi gioielli: Striplac (smalto che si “sfila”) e un carnet cosmetico di alto trattamento per le unghie.

■ Lei mi ha ribadito quel che assicura la sua promozione,

ma mi sveli il segreto quale esperto... farmaceutico che ha avuto impiego nella Pfizer Italia di Valdobbiadene come Regional Affair Manager. C’è stato tre anni in Pfizer e prima altri tre nientemeno che in Wyeth Lederle, altra farmaceutica ad Aprilia, e un anno a Bioprogramm (controllo di qualità, settore ecologia applicata)... “Striplac è prodotto nuovo che vanta componenti elastici e flessibili così da impedire all’unghia di scheggiarsi rendendola protetta dal graffio”. ■ E tolto Striplac? “Unghia sana, intatta”. ■ Donne felici... “Quanto mai. Se vogliono uno smalto a lunga durata e resistente da togliere quando si vuole, evitando unghie artificiali o una manicure senza impegnarsi in un centro specializzato, Striplac c’è...”. ■ E i colori? “Settanta. Durano fino a 15 giorni, si polimerizzano in 60 secondi sotto luce LED o in 120 sotto la UV. E mantengono lucentezza, garantita sino allo stacco”. ■ Nel suo carnet non c’è solo Striplac... “Disponiamo di smalti in ben 99 colori tutti “7-free” cioè senza sostanze nocive come ftalato di dibutile, toluolo, formaldeide, resina di formaldeide, canfora, parabeni e xilolo”. ■ E per le mani? “Hand-Spa, cura e trattamento con estratti di proteine a lungo elenco”. ■ Le unghie oltre agli smalti e a Striplac? “Nail-Spa, cura e trattamento. Tre linee per sopperire alle esigenze di ogni tipo di unghia. Eppoi “Professional manicure”, linea completa di livello estremamente professionale. E “Dream Collection” raffinati prodotti che definiamo “ambasciatori del lusso, apportatori del glamour in ogni stanza da bagno”. ■

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

41


CHE MISS DIOR FRANÇOIS! 42

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016


SPECIALE

UN ALTRO CAPOPLAVORO DI FRANÇOIS DEMACHY, PARFUMEUR-CRÉATEUR DIOR. UN VERO INNO ALLA ROSA E IN SPECIE A QUELLA DI MAGGIO, LA CENTIFOLIA CHE CHRISTIAN DIOR HA IMMORTALATO NELLA TENUTA DEL SUO CHATEAU DE LA COLLE NOIRE, NON LONTANO DA GRASSE.

Q

LU C I A N O PA R I S I N I

UESTA FOTO SCATTATA DA TIM WALKER (il portafor-

tuna di Natalie Portman) dice tutto: un po’ di insolenza, molta passione, assolutamente libera; e cioè... “Miss Dior Absolutely Blooming”, assolutamente floreale, sensualmente deliziosa. È il preludio alla dichiarazione d’amore di François Demachy, ParfumeurCréateur della Maison: “Uno slancio floreale rivestito di note vivaci e gioiose, un bouquet che sboccia e trionfa, una Miss Dior piena di colori, svelata sotto una nuova luce”. Che aggiungere? Gli elementi che compongono un’autentica pozione floreale, fresca e muschiata... “un regalo entusiasmante, da afferrare senza esitazione” insiste Demachy che mi accompagna nella discesa dalla... piramide olfattiva: Frutti di bosco lassù in “testa” con lampone, melagrana e accordo ribes nero... punto da bacche rosa. Dice Demachy: “Un avvio esplosivo. Le prime note fruttate zampillano offrendo positività. Si tratta, come ovvio, di una composizione pensata per una donna gioiosa, innamorata della vita”.

Poi il “cuore”. Davvero tutto fiori. Si va dall’assoluta di rosa di Grasse, cento petali di centifolia che diffondono sentore di miele e di pepe nero. Il tutto esaltato dall’essenza di rosa damascena, così da creare un vivace binomio di rose che va a fondersi in un luminoso accordo di Peonia. Tanta freschezza sorretta da un “fondo” di muschi bianchi da riemergere nelle note fruttate di “testa”. Un altro capolavoro di Demachy che si è anche avvalso, in un gesto di riverente amore per Christian Dior, della stupenda rosa di Maggio, centifolia tanto cara al Genio che nella sua tenuta del Chateau de La Colle Noire, vicina a Grasse, aveva piantato all’infinito, generando qualità e spettacolarità per il futuro delle sue fragranze. Un “infinito” che oggi risplende di ancora tantissime nuove piante poste in occasione del recente, favoloso restauro del Chateau. Un capolavoro di Demachy, una mirabile immagine di Natalie Portman che il suo ammirato fotografo, l’inglese Tim Walker, ha così reso: una Miss Dior in Absolutely Blooming, pervasa da seduzione di grazia e disinvolta sensualità. ■

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

43


SPECIALE

CHE CONCERTO PEP-START! START!

CLINIQUE SEMPRE IN... SINFONIA D’EFFICACE FORMULAZIONE PER UN AUTENTICO SPARTITO SCIENTIFICO CHE QUI PRESENTIAMO IN TRE “MODI” A CRESCENTE VIBRAZIONE DI NOTE. PER PROTEZIONE ED ELEZIONE DELLA PELLE.

Q

L U C I A N O PA R I S I N I

UESTO PEP-START NON FINISCE PIÙ di sor-

prendere. E quanto mai positivamente. Ogni sua declinazione è qualità nella praticità, come una catena infinita di alto benessere per la pelle. Ne metto insieme tre di declinazioni, meglio: di novità, facendole sfilare su questa passerella cosmetica a riassunto, una per una, dei loro valori di incontestabile eminenza.

Pep-Start HydroRush SPF20 Moisturizer

È il totem della protezione cutanea, concepito con numerosi ingredienti a composizione di una formula sviluppante una carica immediata di idratazione e di protezione.

44

|

DailyLuxury

|

n°9 settembre 2016


Eccoli per la protezione: n Ovobenzone al 3%, filtro solare contro gli UVA; n Octisalato al 5 % filtro solare contro gli UV; n Poliestere-8 filtro solare a protezione UVA; n Tecnologia a matrice “galleggiante”, filtro solare; n Mix antiossidante di Ergotioneina, BHT, Vitamina C, Vitamina E: massima protezione dai radicali liberi. Eccoli per la barriera idrolipidica: n HydroRush Moisture Barrier Technology (Estratti di orzo/germe di grano) per idratazione intensa e maggior funzionalità della barriera idrolipidica; n Estratto di Plancton, per regressione danni raggi UV; n Estratto di alghe, Estratto di Gorgonia, antiossidanti, antinfiammatori; n Caffeina, anti irritante. Eccoli per l’idratazione: n Trealosio, Ialuronato di sodio, Glicerina per rimpolpare, rassodare la pelle; n Palmitoyl Tripeptide-1 & Palmitoyl Tetrapeptide-7 stimolano la produzione endocutanea di acido ialuronico per mantenimento pelle idratata e levigata.

Pep-Start 2-in-1 Exfoliating Cleanser

Esfoliazione e detersione delicata in un unico prodotto. Il cleanser in gel-oil-free produce una schiuma che pulisce e rinfresca istantaneamente la pelle. Agenti esfolianti fisici e chimici la rendono soffice e liscia subito, pronta per un makeup veloce e d’effetto. Ecco la combinazione Get Pepped: n Sodium Coco PG-Dimonium Chloride Phosphate, derivato dalla noce di cocco, delicate proprietà detergenti; n Acetilglucosammina e Acido salicilico stimolano il processo di rinnovamento cellulare, migliora la texture della pelle a favore dei trattamenti successivi; n Silice ed Estratto di Bambù a rimuovere le cellule morte liberando la pelle; n Estratto di Papaia, esfoliazione della pelle onde uniformarla evitando irritazioni. Ecco la combinazione Stay Pepped:

n Estratto di Laminaria Saccarina a normalizzare la

produzione di sebo;

n Saccarosio e Caffeina a lenire la pelle: n Sodium Hyaluronate e Glicerina a favorire

l’idratazione della pelle;

n Palmitoyl Tripeptide-1 e Palmitoyl Tetrapeptide-7,

uniti stimolano la produzione di collagene e acido ialuronico.

Pep-Start HdroBlur™ Moisturizer Utilizza la nuova straordinaria tecnologia Hydroblur™ cosicchè linee sottili, rughe e imperfezioni diminuiscono lasciando la pelle vellutata e morbida. Da indossare, sola, per un look naturale, impeccabile come primer per il makeup, facilitando l’applicazione del fondotinta o cipria. Ecco per un primer perfetto: n Mix HydroBlur™, cocktail di ingredienti per una facile distribuzione dello stesso sulla pelle a dissimulazione delle imperfezioni; n Estratto di Laminaria Saccarina, derivato dalle alghe marine normalizza la produzione sebacea in eccesso così prevenendo che il sebo stesso si depositi nei pori diffondendosi sul viso; n Estratto di Alghe, Estratto di Alga Hypnea Musciformis, Estratto di Alga Gelidiella Acerosa, tutti estratti ad eccezionali benefici decongestionanti e lenitivi; n Caffeina anti-irritante a decongestionamento della pelle. Ecco per una perfezione prolungata:

n Trealosio, Ialuronato di Sodio, Glicerina, aiutano la

pelle, idratandola, a mantenersi turgida, compatta a benessere generale; n Vitamina E promuove un aspetto più sano della pelle combattendo i danni procurati dai radicali liberi e proteggendola dalle aggressioni di origine ambientale: n Argirelina (Acetil Esapeptide-8) a riduzione delle rughe, a produzione di nuovo collagene, a ricostituire il tessuto connettivo dalla base di una ruga, diminuendo linee e rughe nel tempo; n Estratto di Siegesbeckia Orientalis, dalle foglie di una pianta del Madagascar per inibire la collagenesi. Un enzima distruttivo in maniera definitiva della struttura collagenica, indebolente il supporto naturale della pelle. n

n°9 settembre 2016

|

DailyLuxury

|

45


SPECIALE

ALCHIMIA NERA

LEI AYMELINE, STUPENDA, TUTTA SEDUZIONE PER QUEGLI OCCHI E QUELLA MISE VOLUTA DA RICCARDO TISCI, COUTURIER DI GIVENCHY, È PIÙ DELICATAMENTE SENSUALE DELLA ALCHIMIA “NERA” CONSERVATA DA QUEL “FARAONICO” FLACONE NOIR? CHIEDERLO A UN EFFLUVIO CHE SGORGHI DA QUESTO L’ANGE NOIR... LU C I A N O PA R I S I N I

È

UN FILM NOIR CON LEI PROTAGONISTA che, per un copione or-

mai tradizionale, batte l’ansia dell’uomo in una affannosa rincorsa alla seduzione? E il profumo, questo angelo del nero, della notte, del mistero, che ruolo ha nel “magnificat” del potere femminile? La risposta è una sola, la solita, inevitabilmente vera, inevitabile: vince lei, corre lei sui gradini della scala che porta alla sala nera della seduzione (lo spot di Paul Franco) tanto da chiudere la porta a chiave alle spalle di un lui irrimediabilmente sconfitto. Ma chi è lei, quest’angelo nero, ammaliante, austero, irraggiungibile nell’alveo della sua seduzione? È Aymeline Valide la perfetta stupenda incarnazione del profumo: bionda, gli occhi penetranti, l’immagine da cui non puoi sottrarti. Con questo suo carisma, che classe e natura le regalano attraverso un abito Haute Couture, giacca a piume nere, sottile conturbante trasparenza che avvolge di seduzione. Riccardo

46

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016

Tisci, il maestro couturier di Givenchy ha compiuto uno dei suoi capolavori; e L’Ange Noir, oltre che un profumo, diventa un totem della seduzione nera, del mistero nero. Un profumo che non può esser altro che un’alchimia: magica, enigmatica entro quel flacone laccato ovviamente di nero, punteggiato di lustrini effetto Tisci, secondo le più recenti sfilate d’alta moda. Alchimia magica: che apre il suo potere con la freschezza coinvolgente del bergamotto e della mandorla fresca, poi speziata dalla frizzante audacia del pepe rosa; ma sono l’iris e il sesamo nero a entrare in scena, pardon, in alchimia col loro potere ipnotizzante nel “cuore” della magia; che poi vibra di un “fondo” ad ammaliante pozione d’ambra, semi d’ambretta, fava tonka. Guardare, anzi incrociare lo sguardo seduttivo di Aymeline: è lei il profumo, o il profumo la rende così seduttiva per classe e sottile sensualità? Basta che l’olfatto chieda di togliere il tappo a quel flacone di ■ evidente, conturbante foggia…


STORDIRSI DI PEONIA 48

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016


SPECIALE

È L’EFFETTO DI ACQUA DI PARMA CHE SUL VIALE NOBILE DI UNA MERAVIGLIOSA FIORITURA - IRIS, MAGNOLIA, GELSOMINO, ROSA - AGGIUNGE ORA LA COINVOLGENTE, AMMALIANTE PEONIA. FRAGRANZA E CREMA LUSSUOSA.

G

L U C I A N O PA R I S I N I

LI OCCHI DELLA MIA IMPERTINENTE FANTASIA co-

sì immersi tra petali curiosi e gioiosi di sfiorarmi lievi un viso incredulo... Vero: sto vagheggiando. Come stordito da ciò che Peonia prorompe in magnificenza, io insetto enorme che natura mi sopporta in avvilente contrasto con la bellezza di un cespo rosa a composizione disordinatamente ordinata. Che natura regala a quel tempo luminosamente teatrale del suo divenire, chiamato primavera.

naturale completamento nella ricchezza del fondo, dove i toni vellutati e avvolgenti delle note d’ambra si intrecciano con gli accenti legnosi del patchouli e del musk. Un sillage ricercato, una fragranza decisa e di sublime eleganza”. “La Crema Lussuosa per il Corpo, impreziosita dalle note profumate e eleganti di Peonia Nobile, offre un’avvolgente carezza. La sua formulazione unisce le proprietà antiossidanti dell’estratto di peonia all’azione idratante delle proteine di riso e al potere nutritivo dell’olio di mandorle dolci, ricco di omega 6 e 9. Un gesto di intesa bellezza che, con un tocco di polvere di perle, dona alla pelle una nuova luminosità”. ■

Un fiore basta a stordirti se hai il senso profondo dell’emozione. L’emozione che ti ravviva la natura quando lasci che il suo ardore avviluppi il tuo senso dell’essere, il tuo tormento di capirla. Ecco perchè il mio viso abnorme, irriverente in contrasto, ha voluto sprofondare la sua curiosità in un gioiello del vivere come la Peonia. Ecco perchè provi disagio dell’intorno ribelle; il disagio, la sottile, impercettibile ansia di assimilare tanta gioiosità, che ora non tutti vedono e sanno. Ecco perchè Acqua di Parma con queste sue invenzioni traboccanti di poesia (e di business riverente, certo) allunga il viale fastoso delle sue Nobili iris, magnolia, gelsomino, rosa - magnificando le facce meravigliose del profumo, quelle della semplicità in cui sprofondare il viso e gli occhi del tuo stupore. E... volto emozioni. Riportando risposte come a una intervista tra tecnicismo e romanticismo, sulla carezza della fragranza e della crema. “L’esordio: perfetto preludio all’intenso cuore fiorito. Le note sontuose della peonia, accompagnate dalla luminosità del geranio, dalla morbida dolcezza della rosa turca e dalla freschezza della fresia. Una sensuale armonia che trova il suo

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

49


SPECIALE

HO GIOCATO CON L’APPASSIONANTE, SEDUCENTE, DIVERTENTE, INFINITA, LA PETITE ROBE NOIRE DI GUERLAIN E NON FINIVO DI SOTTOSTARE AL SUO VOLERE. UNA FAVOLA, ANCORA UNA FAVOLA: PER UNA NUOVA EAU DE PARFUM INTENSE.

MERAVIGLIOSA L U C I A N O PA R I S I N I

PETITE! 50

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016


L

A PETITE ROBE NOIRE ha un desiderio irresisti-

bile di viaggiare per diffondere il suo French Touch, un alone della sua nuova Eau de Parfum Intense che Thierry Wasser ha vestito di un abito blu come il pianeta che Petite va a toccare secondo un nuovo spot realizzato ovviamente da Kuntzel+Deygas per un avventura che scatta da Venezia per lei gondoliera di folle seduzione, poi destinata con un volo ad angelo, su New York, assalto ai grattacieli, stupore per i fotografi che mentre gridano dov’è andata, l’avete vista? è già a Mosca, cappello di pelliccia, abito da freddo pungente, silhouette ondeggiante, sensuale, sulla Piazza Rossa; di dove, col suo flacone navicella spaziale, coinvolge un astronauta per... l’orbita più seduttiva. Che favola La Petite Robe Noire! La tua Eau de Parfum Intense è davvero irresistibile: seduzione ammaliante che Delphine Jelk, una delle creatrici, mi racconta nei particolari e io trascrivo senza toccare. “Una melodia inedita - attento, mi ragguaglia Delphine - dove l’accordo di zucchero filato si unisce alla Guerlinade, in una deliziosa simbiosi di note golose di vaniglia ed essenza di rosa di Bulgaria. Scorze di bergamotto si mescolano con note di mirtillo per svelare tutta l’energia della fragranza. Sono accompagnate da muschi bianchi ovattati e da un accordo legnoso sandalo-patchouli dalla scia sconvolgente Nessuno saprà resistere a questa sensualità carnale”. Daccordo la fragranza, Delphine; anche il flacone però... Non l’avessi mai detto: mi riprende imputandomi scarsa attenzione ai particolari. “Guarda: Il vetro del mitico flacone a “cuore rovesciato” si tinge di un blu notte magnetico e incredibilmente chic. Il nuovo modello si svela attraverso alcune ombre cinesi, mostrandoci le sue spalle nude, pronto a spiccare il volo al minimo movimento”. E c’è un guardaroba olfattivo che non chiedo di spiegarmi abito per abito se non riassumendo. Ecco: Abito primo... Eau de Parfum, floreale fruttata: rosa e ciliegia in abbinamento con tè nero, fava tonka, patchouli. Abito cocktail... Eau de Toilette, floreale fresca: rosa, agrumi smussati da teneri muschi bianchi. Abito a petali... Eau Fraîche, floreale verde: una cucitura di pistacchio e mandarino. Un’Eau “eterea” come i petali di rosa e fresia. Robe Sous le Vent... Eau de Parfum Intense, floreale golosa: zucchero filato, vaniglia rosa di Bulgaria, mirtillo e binomio legnoso: sandalopatchouli, muschi bianchi. E Robe Sous le Vent... non è mai sola: Nuovo Smalto Blu, 008 Denim Jacket. ■

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

51


SPECIALE

IL NUOVO-ANTICO DE L’EAU 52

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016


Antaeus e Coco) mette naso nel 5 e lo “carica” facendone Eau de Parfum. Colpendo ovviamente gli innamorati... Cinquenni (anche come il sottoscritto, presente al lancio) con una alchimia nuova, talmente nuova per lasciarle spazio di incontrastato successo nell’epopea di ventidue anni. Quando però, non resiste a creare quell’Eau Première che il mio modesto nez non l’ha mai voluta considerare nemmeno un refolo di novità. Poi, poi...

CHANEL N°5 SI RIGENERA DI CONSAPEVOLE FRESCHEZZA: OPERA DI UN OLIVIER POLGE CHE QUASI NE FA UN PROFUMO NUOVO. AVVOLTO DI CLASSE ESTERIORE E RICCO DI FIORITA ELETTIVITÀ INTERIORE. PER UNA LILY ROSE DEPP TRA LE ROSE.

“R

LU C I A N O PA R I S I N I

EINTERPRETARE”:

verrebbe spontaneo imputare a Chanel questa profonda e nello stesso tempo disinvolta alchimia di Jaques Polge. Reinterpretare Chanel N°5? Ma perchè se già nel 1924 a distanza di soli tre anni dalla sua miracolosa “nascita” in pomposo “extrait” voluto da Madame Gabrielle Bonheur “Coco”, Ernest Beaux la declina in Eau de Toilette? E fu eccezione che ebbe età di oltre sessant’anni così a dominare con quell’iconico effluvio un mondo di passione incontrastabile. Ma venne l’età e il genio di Jacques Polge a schiudere il periodo del sogno (mantenuto senza sussulti dal successore di Beaux, Henry Robert). Il genio che viene da Grasse; che ha metabolizzato sin da ragazzo le rose centifoglia e che ora (1986) già entrato nell’area fragrante di Chanel (creando nientemeno che

Poi è la volta di Olivier, il figlio di Jacques. Entra nella Maison profumata di Chanel nel 2013 con il sigillo del Prix International du Parfum che vince nel 2009. Ha una storia di erede geniale (nasce a Grasse nel 1914, là nel regno del padre) che fiorisce da studi d’arte. Poi però ha un apprendistato all’IFF, International Flavors and Fragrances; ed è subito autore di successi, dedicandosi a firme dell’elettività fragrante come Balenciaga, Bulgari, Cacharel, Dior, Armani, Kenzo, Lancôme, Ferragamo... e chiedo scusa se non mi perdo nell’elenco che precede il suo ingresso di massimo prestigio in Chanel, nel 2013. Ci lavora con risultati che dicono Misia e Chance Eau Vive (questo nientemeno che Profumo dell’anno 2015 all’Accademia); e ora, 2016, eccolo con le mani in... alchimia del N° 5 creandogli questa L’Eau che ha la profonda, incomparabile semplicità del nome. Le sue note agrumate - limone, mandarino, arancia - fanno amalgama vibrante: che poi si arrovella di rosa, gelsomino e ylang ylang. L’effetto di una pioggia di natura ravvivata da uno schiaffo d’ardore: vetiver, cedro, muschio a generare la freschezza temprata di questo 5. E dove può essere “dentro”, se non nel flacone dello stile, nel pack del genio, avvolti nella freschezza di un design che fa minimalismo, ma minimalismo Chanel, limpido, quasi da odiare per la sua coinvolgente naturalezza. Quella anche di Lily Rose Depp che rischiara queste pagi■ ne di femminilità nuova-antica.

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

53


SPECIALE

MASSIMO FATTOR! ANCORA UN’AFFERMAZIONE DEL SUO GENIO, ANCORA UN SÌ DI GIORGIO ARMANI FACENDO DI UN’ICONA (ORMAI...) DELL’ALTA PROFUMERIA, LA VERSIONE DI PIÙ INTENSA FATTURA. COL NOME “SÌ LE PARFUM” E UN ALONE DI SEMPRE MAGGIOR CLASSE; NONCHÈ TESTIMONE DI SE STESSO IN QUESTE PAGINE, SPAZIO LIBERO ALLA SUA ECCELLENZA. L U C I A N O PA R I S I N I

Q

UANDO È NATO QUESTO IMMENSO GIOIELLO, qualità

e fascino fragrante di Armani, non fui tra quelli che banalizzarono il giudizio di quel Sì, partecipandolo come l’ennesima ostentazione di disinvolta e nobile semplicità del nostro inarrivabile fenomeno. Seguendo l’opra del Giorgio “mondiale” da lungo tempo, sin dall’esordio in profumo a Parigi, invitato tra gli invitati di rigorosa cernita, mi sono invece convinto, ancor più, quanto Armani abbia sempre saputo giocare con gli effetti della sua innegabile sommità; e quindi dire Sì con in mano un flacone austero di eleganza e d’eccellenza, portatore di

54

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016

qualità e straordinarietà fragrante, voleva dire prepararsi sornionamente a ridire Sì quante volte gli sarebbe venuto in mente, ad onore di massimo fattor (direbbe il Manzoni nel suo 5 maggio “napoleonico”) pur sempre suggerito, non stimolato, ovvio, da un indubitabile business. Ed eccolo quindi “ancora una volta” il suo Sì in versione indubbiamente d’effetto grande, da massimo fattor: un’armonia ancora come lo è stato il primo, un’armonia di elementi fragranti d’eccezione che ora con il superlativo “Sì Le Parfum” diventa più intensamente ambrato, vibrante, sensuale, così da suggerirmi una solenne descrizione lettera-


ria che, indegno, non provo a ritoccarne espressioni, evitando di scalfire quella sornionità di intenti in valori d’alta gamma qualitativa e d’alta efficacia sensoriale. Trascrivo: “Sì Le Parfum celebra l’essenziale. Il nero luminoso del cassis incontra l’incandescenza dell’ambra, eredità dell’alta profumeria tradizionale, in un contrasto di luce e ombra. Il suo moderno accordo chypre è trasceso da una nuova sensualità Fin dalle prime note, Sì Le Parfum fa eco al carattere di Sì nella brillantezza profonda e satura del cassis Neo Jungle Essence™. Il suo nettere è accattivante, sublimato dall’essenza del bergamotto, come un’ode luminosa all’Italia di Giorgio Armani. La luce sfuma in ombre dorate, mentre i primi arabeschi dell’incenso resinoide sfiorano il cuore femminile di assoluta di gelsomino, ammorbidita dagli accenti fruttati e vellutati di assoluta d’osmanto. L’accordo ambrato è reso più intenso dall’opulenza indimenticabile del benzoino resinoide, dell’assoluta di vaniglia, del cisto e dell’essenza di patchouli, che avvolgono la pelle in un calore radioso”. Sul flacone, ancora una volta il potere unico del... massimo fattor che riesce sempre ad amalgamare il magnifico del passato con la classe lussuosa del moderno (che è rigorosamente sua). Un refolo, meglio: una goccia di onice fuso nel tappo cristallino; il contenuto fragrante, rosa ambrato cipriato, come sospeso nel flacone; così per citare il minimo dettaglio che in Armani fa l’eccellenza del totale. Sì, come in questo Sì Le Parfum. ■

Eccellenza

Sì, davvero: questo Le Parfum ha meritato sontuosa eleganza anche e soprattutto nel flacone. Jus d’eccellenza, d’accordo: ma il magnifico dentro meritava, e merita, un magnifico fuori come questo.

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

55


SPECIALE

DIOR

COLORITO PERFETTO!


CLAMOROSA CREAZIONE DI DREAMSKIN PERFECT SKIN CUSHION, IL PRIMO TRATTAMENTO DI GIOVINEZZA PER UN COLORITO PERFETTO, NATURALE, CHE UNIFORMA IN TRASPARENZA A FUSIONE CON LA PELLE. PER OGNI ETÀ, SU TUTTI I TIPI DI CUTE E IN OGNI CIRCOSTANZA!

D

L U C I A N O PA R I S I N I

IOR, E QUINDI CAPTURE TOTALE, eppoi DreamSkin: un percorso bel-

lezza, bellezza suprema, già raggiunta nel 2014. Quindi impegno scientifico per realizzare, anzi per accentuare il valore dello stesso DreamSkin riproponendolo in Perfect Skin Cushion, così da azzerare, con un risultato eclatante, la diffidenza di una donna su due in Europa verso il fondotinta, facilitandola ad ottenere il “miracolo” di una bellezza nessun difetto, naturale, a respiro e splendore salute e giovinezza.

DreamSkin Perfect Skin Cushion Spf 50 PA+++ è dunque il primo trattamento di giovinezza, che crea il colorito perfetto. Nella formula un concentrato prodotto da tecnologia brevettata “Air Cushion” e da texture ultra fluida e idratante, performante in trasparenza, protezione elevata: il più efficace risultato naturale a fusione con la pelle. Per ogni età, ogni tipo di epidermide e in ogni occasione. C’è trattamento e makeup per la bellezza del colorito. Un cosmake-up con risultati incerti che in Corea va oltre, concedendo alle donne il cushion. Risultato da sfruttare al mattino e durante il giorno per qualche ritocco. Dior nota e non si ferma e va oltre con un trattamento a texture ultra fresca ravvivante la pelle durante la giornata così permettendo a DreamSkin di diventare perfino tascabile e quindi a performances in tempo reale per un colorito uniformato in maniera impercettibile. Tre le tinte in modo da soddisfare il maggior numero di pelli, così da ottenere il risultato voluto: perfezione del colorito in maniera naturale. Ma cosa in DreamSkin Perfect Skin Cushion Spf 50+++ ? I principi attivi propri di Dior perchè ottenuti nelle sue coltivazioni: giardini del Madagascar la Longoza e del Burkina Faso l’Opilia. Così arricchito e certamente anche per i filtri UV Spf 50, questo geniale DreamSkin assicura una protezione elevata e quanto mai duratura dell’uniformità cromatica, eliminando le imperfezioni del colorito e delle rughe causate da ingerenze esterne. Accentuazione quindi di confort, tenuta e freschezza per una texture esclusiva a fusione istantanea con la pelle per una incredibile sensazione di... acqua. Per quella che si può definire la sfida perfezione lunga durata, ecco una nuova generazione di polveri, assicura Dior, che blocca l’eccesso di sebo in superfice riducendo la sua produzione in profondità così da bloccare l’effetto lucido e i rossori. Grazie a questa tecnologia “Shine & Control” evita che i ritocchi durante la giornata creino un effetto “multistrato”, continuando, invece, a trattare la pelle in trasparenza. Tre le tinte necessarie e sufficienti per tutte le carnagioni, tali da assicurare una correzione cromatica impercettibile, colorito radioso, luminoso, mat e naturale. Per tutte le donne e in ogni parte del mondo. Routine di bellezza quindi a colorito perfetto. Conservata in uno scrigno ultra ermetico dotato della tecnologia “Air Cushion” che preserva formula, ingredienti e freschezza. Specchietto ampio e spugnetta ultramorbida ad uso “facili ritocchi”. Scrigno a ricarica semplice, facile. Conclusione: DreamSkin Perfect Skin Cushion agisce sulla bellezza del colorito - conclude Dior - come mai un nostro trattamento aveva fatto prima. Tecnologia brevettata esclusiva l’ “Air Cushion”, che assicura: “alta protezione Spf 50+++, texture fine e ultra fluida, risultati naturali e fondenti, ingredienti ed efficacia benefica preservati”. ■

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

57


speciale

Gli onori di un UOMO L u c i a n o Pa r i s i n i

La classe, la signorilità, l’eleganza, il genio di Ferragamo nell’esaltare l’ennesimo evento profumato nella sua Firenze, carismata d’altra nobile età. Davvero onore massimo per questo UOMO... scent of life. 58

|

DailyLuxury

|

n°9 settembre 2016


S

Trasposizione

Ci piace definire “intreccio olfattivo” più che “piramide” questo trionfo di colori (gli elementi del profumo) che rafforza il logo Ferragamo in bianco e nero sul pack a destra in alto.

ALTATO IL REFOLO SUBITANEO della cro-

naca web, che disbriga gli eventi con lo stesso condensato di quell’ANSA preistorica che in cinque righe sul foglietto della mia telescrivente annunciava allora il bello e il brutto, mi soffermo finalmente su questo spazio per meditare e gioire di quanto può Ferragamo, pardon: la Salvatore Ferragamo, in occasione del battesimo di un suo profumo. Firenze, la Firenze Ferragamo, i suoi “teatri” di sensazioni Medicee, sono come avviluppati da un alone di emotività che cancella, travolge il presente per aprire i cancelli del passato. Come quelli del Giardino di Boboli, l’immensità trionfante di secolarità verde, che sa essere anche e solo il giardino di casa; come quelli della sua Limonaia, monumentale, tenebrosa di classe e suggestione per una cena placée; come quelli di Palazzo Feroni, il... castello Ferragamo, che aprono a emozioni d’arte, a sensazioni sottili di Palazzo e di un museo senza ostentazione; come quelli sempre aperti alla libertà di chi vuol capire, di Piazza di Santa Trinità, dove può ergersi d’improvviso il... presente, il Florence Blossom, rosso fuoco d’attuale esterefatta creatività, affidata a Daniel Libeskind. Un Scent of Life, un gioco di maniere di vita vera, ammaliante (che mette Scent al posto del tradizionale Sense) per il lancio di un profumo, ma di un profumo Salvatore Ferragamo che fa sbocciare il suo Scent, il sentore della sua alchimia aprendola di pepe nero, cardamomo e bergamotto, per poi fiorirla d’impulso gourmand con il... tiramisù, i fiori d’arancio e l’ambrox, sicurezza e malizia ma anche dolcezza e sensualità di un uomo tipicamente italiano; che poi sa sapientemente diffondere dal suo “Uomo” una sottile scia conclusiva di legni di cachemere e sandalo sorretti in persistenza da semi di tonka. Per essere, in definitiva, un orientale-legnoso creato nientemeno che da Alberto Morillas e Aurélien Guichard. Un gioco di colori e di sottili tonalità nella composizione dell’intreccio olfattivo (non della “piramide”); eppoi di un flacone “uomo”, mascolino, elegante, seducente così come l’originale pack con il logo Venna in nero per un autentico capolavoro che Ben Barnes, con il volto radioso, convincente esaltato dall’obiettivo di Carrozzini, ha il doveroso compito di rendere icona, un’altra icona di Salvatore Ferragamo Parfum. Lui che ha i segni dell’attore vero, mostrati verbalmente anche alla tavola rotonda, supporto di Scent of Life, in quel salone stupendo di Palazzo Feroni governato dal sempre “insopportabile” per sua raffinata, esauriente, incipiente, cultura, Philippe Daverio, professore interrogante oltre a Barnes, Ferruccio Ferragamo, Daniel Libeskind, Francesco Carrozzini, Alberto Morillas, Aurélien Guichard. Tavola rotonda che poi ha anche sfiorato (ero in ansia di platea...) i meriti dell’ Uomo che ha onore, ■ voglia, dovere di profumare efficacemente...

n°9 settembre 2016

|

DailyLuxury

|

5


SPECIALE

È... ALTA TENSIONE!

COSÌ AVVISA SISLEY PER QUESTO SUO DOUBLE TENSEUR AD EFFETTO IMMEDIATO E A LUNGO TERMINE. CON RISULTATI PROMESSI E GARANTITI DA QUALITÀ IN SPECIFICO ELENCO DI ELEMENTI A REALIZZAZIONE.

60

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016

L U C I A N O PA R I S I N I


S

UBITO AL RISULTATO: me lo impone Sisley

avvisandomi che questo Double Tenseur è un nuovo trattamento... ad alta tensione. Non è una boutade ma il claim per significare che quel double vale doppio: effetto immediato e lungo termine. E quindi: per un’azione subitanea, tratti del viso distesi, levigati, idratati, così da renderlo subito più fresco e riposato. Per un’azione a lungo termine, e quindi in profondità, il risultato è compattezza, elasticità, tonicità per una pelle rimpolpata e quindi segni di rilassamento rinviati. Basta? avrei scritto tutto, ma Sisley non conosce nemmeno un refolo di disinvolta, superficiale, sbrigativa spiegazione. E allora... copio con massima fiducia:

1 L’estratto di semi d’avena crea un reticolo 3D omogeneo, elastico e flessibile sulla superficie della pelle che, ritraendosi, leviga il micro-rilievo e crea un effetto liftante immediato, lasciando respirare la pelle. Simultaneamente, l’associazione di estratti di ratania e limone, dalle proprietà astringenti, tonifica e leviga la grana della pelle. Risultati: il viso è istantaneamente “sostenuto”, i tratti distesi.I segni di stanchezza sono attenuati. L’effetto tensore dura tutto il giorno donando una piacevole sensazione di confort. 2 L’estratto di cipero, aiuta a rinforzare la struttura del derma* migliorandone elasticità, coesione e resistenza. • Estratto di semi di cotone, ha una doppia azione rigenerante e ricostituente. Agisce a livello dell’epidermide per stimolare la produzione di acido ialuronico*, aiutando in questo modo la buona idratazione della pelle. Inoltre, a livello del derma, stimola la sintesi del collagene I* e contribuisce a mantenere densità e compattezza della pelle. • Estratto di vite rossa, aiuta a proteggere la pelle dallo stress ossidativo grazie all’azione anti radicali.

• Estratto di crescione, rivitalizza e tonifica la pelle. Risultati: dopo 4 settimane, la pelle è più tonica, appare più densa al tatto, come rimpolpata. L’asterisco indica l’uso dei test in vitro. E la texture? Sisley promette e mantiene. Freschezza e profumazione dagli oli essenziali di geranio, coriandolo, lavanda e lisea cubeba. E l’uso? Al mattino per risolvere gli effetti negativi di una notte con poco sonno. Eccellente base per il make-up: migliora la tenuta del fondotinta. Durante la giornata: picchiettando leggermente a ritocco del make-up, così ottenendo una “sferzata immediata”. La sera: mise in beauté ■ flash prima di un appuntamento.

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

61


SPECIALE

CON IL ROSSO MADAM PRESIDENT SI CHIAMA WASHINGTON D.C. LA COLLEZIONE AUTUNNALE DEGLI SMALTI OPI. NE È CREATIVE AMBASSADOR, KERRY WASHINGTON E TRA LE DODICI TONALITÀ SPICCA... POLITICAMENTE IL ROSSO MADAM PRESIDENT. LU C I A N O PA R I S I N I

62

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016


N

ON V’È DUBBIO che Washing-

ton sia la città più intensamente coinvolgente ed è davvero straordinario che ispiri la nuova linea autunnale degli smalti OPI. Se poi la Creative Ambassador delle dodici splendide tonalità che la compongono, è nientemeno che la candidata agli Emmy e Golden Globe, l’attrice... Washington, Kerry Washington, e che il “pezzo” più forte, il più simbolico, sia il rosso di Madam President, allora il cerchio si chiude conglobando meraviglia di colori e un’ispirazione da preciso significato politico, se è vero com’è vero che la candidatura alla presidenza degli Stati Uniti è una donna. E dunque: audacia per un forte impatto questa collezione autunnale che Suzi Weiss-Fischmann, co-founder e brand ambassador di OPI, ha così commentato: “Kerry è un’icona di stile, un modello di riferimento, un’amante degli smalti ed è perfettamente a suo agio in questo suo nuovo ruolo. Incarna appieno lo spirito delle donne di Wa-

shington D.C. e il suo approccio coraggioso verso la vita emerge in tutto ciò che fa, dalla recitazione al suo impegno sociale, al suo stile red carpet”. Un vero glorificante omaggio di Suzi a questa donna di ardore infinito, nata nel Bronx nel ‘77, salita alla notorietà soprattutto per la sua interpretazione di Olivia Pope nella Serie TV Scandal 6, ottenendo al proposito la candidatura agli Emmy e Golden Globe. “È stato così stimolante collaborare con Suzi - ha risposto Kerry - nella creazione e nella scelta dei nomi di questa collezione. È da considerarsi una vera scienza, un’arte, riuscire a sviluppare un colore che possa piacere a qualsiasi donna, che si adatti a qualsiasi incarnato e che colga appieno i trends della stagione. Indossare tonalità audaci come quelle della collezione Washington DC, dona energia e carattere. Per non parlare del fatto che sono perfette per mostrare un po’ di spirito elettorale!...”. E allora anche per affiancare la sua seducente bellezza, inevitabile il rosso... politico di Madam President aggiungendo opportunamente, in queste pagine, il Kerry Blossom. ■

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

63


LOOK


OLAZIONE FATTA, ZAINO PRONTO, LOOK SCELTO PER L’OCCASIONE...

M A R I NA SA N T I N G I OVA N N I G I A N N O N I

Pronti, si parte! Destinazione: scuola. Capitolo vacanze chiuso, è tempo di rimettersi al lavoro dietro ai banchi. Che fare per rendere meno difficile il “back to school”? Innanzitutto sdrammatizzare, prendendolo con filosofia, anzi meglio con arte, Street Art per l’esattezza scrivendo a grandi lettere il “bentornato”! Eppoi, guardare il lato positivo della cosa: si cresce e i vestiti dello scorso anno non entrano più. Urge un nuovo guardaroba super-fashion. Cosa scegliere? Presto detto. Le girls attingeranno a un universo dove fantasia, eleganza e comfort coesistono, con abitini rétro boostati da dettagli innovativi, capi dalle forme loose, tra gonne a ruota o a palloncino e pantaloni culotte, trench spalmati, cappottini e cappe, tutti declinati nelle cromie dell’estremo nord e dei paesaggi autunnali. I boys, vestiranno come papà rivisitando con ironia gli outfit dei grandi mixando formale e sportivo in un alchimia di urban street e chic couture. Alla ribalta blazer, t-shirt, felpe, denim ma anche montgomery, cappotti, moderni peacoat e tuxedo firmati da una palette che spazia dal blu militare al grigio army con incursioni “flashy”.

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY LUXURY

|

65


STELLA JEAN

STELLA JEAN

YCLÙ

YCLÙ

IL GUFO


STELLA JEAN

CHILDREN’S FASHION FROM SPAIN

FUN & FUN

CHILDREN’S FASHION FROM SPAIN

YCLÙ


CHILDREN’S FASHION FROM SPAIN

CHILDREN’S FASHION FROM SPAIN

PERO

YCLÙ

CHILDREN’S FASHION FROM SPAIN


CHILDREN’S FASHION FROM SPAIN

LAMANTINE

YCLÙ

HILDA HENRY

YCLÙ


FUN & FUN

CHILDREN’S FASHION FROM SPAIN

CAPE

HILDA HENRY

YCLÙ


CULT

AC C E S S O R I

Boyish

Una nuova stagione fashion si avvicina ed ecco i principali trend e le nuance degli accessori moda da non perdere.

Trends

Sporty FRAU

OTTAVIANI

D&G

Precious

FRAU

D.A.T.E.

Rocker

Flower Power

Animalier Cow Girl

L4K3

FERRUCCIO VECCHI

Patchwork

Military

Anni ‘80

L4K3

IXOS


UNA PELLE STRAORDINARIA INIZIA QUI

SCOPRI LE NUOVE FORMULE EXTRAORDINAIRE


EMPORIO ARMANI

AC C E S S O R I

Colors

O CLOCK

Cognac

Rosa

CASIO SITON

SITON

Blu

Argento WHAT FOR

B&N

Panna

WHAT FOR

Bordeaux

ELVIO ZANON

Rosso

Giallo Petrolio CORI AMENTA

L4K3


ANTEPRIMA BELLEZZA

76

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016


GIOVINEZZA ATEMPORALE IL POTERE BENEFICO DELLA LUCE E TRE MOLECOLE DALL’ECCEZIONALE AZIONE ANTI-AGE PER L’INTEMPOREL DI GIVENCHY, TRATTAMENTO GLOBALE HI-TECH CHE RISPONDE ALLE ESIGENZE DI BELLEZZA DELLE DONNE ALLEANDO EFFICACIA E PIACERE PER UNA GIOVINEZZA SENZA TEMPO. M A R I NA SA N T I N

C

OSA CHIEDONO LE DONNE a un trattamento anti-age?

Risultati visibili, azioni multitasking in armonia con i loro ritmi di vita, texture sensoriali che trasformino la routine beauty quotidiana in un momento di piacere. Tre atouts imprescindibili di cui si fa portavoce Givenchy che, da sempre attento alle esigenze di bellezza femminile, crea L’Intemporel, soin globale che associa tre molecole anti-età a un’innovazione biotecnologica (il potere benefico della luce) per offrire al volto una giovinezza atemporale. Consapevoli che i raggi infrarossi amplificano i segni dell’invecchiamento prematuro, i Laboratori della Maison sono riusciti a creare un ingrediente biotecnologico termosensibile iperattivato a contatto con la luce naturale, l’IR Sensitive, capace di rafforzare la protezione delle cellule cutanee contro l’ossidazione e di promuovere la sintesi del collagene, indispensabile per garantire tonicità e densità all’epidermide. Accanto, tre attivi specifici per contrastare i segni del tempo: vitamina E stabilizzata, antiossidante; polifenoli incapsulati, potenti recettori di radicali liberi; acido ialuronico a basso peso molecolare, per un assorbimento ideale degli attivi e per rimpolpare i tessuti anche in profondità. Racchiusa in un packaging rosa poudré che celebra l’iconica borchia che firma le creazioni fashion della griffe, la gamma si declina in quattro gesti essenziali. Crème Fine Soyeuse, ideale per tutti i tipi di pelle allea leggerezza e cremosità per una sensazione ad effetto seta; Crème Riche Divine, specifico per la cute più secca, è un balsamo compatto che si fonde a contatto con l’epidermide senza ungere; Crème Voluptueuse Regard, dedicato al contorno occhi idrata e rassoda offrendo freschezza allo sguardo; Lotion Exquise, primo gesto del soin, offre idratazione, elasticità e luminosità immediata preparando il volto a ricevere i successivi trattamento ottimizzandone l’efficacia. ■

GIRA PAGINA E SCOPRI LE NOVITÀ DELL’UNIVERSO BEAUTY

|

DAILYLUXURY

|

77

▲ ▲

N°9 SETTEMBRE 2016


BELLEZZA

DIOR

ROUGE REINVENTATO

R

ouge Dior, l’iconico lipstick della Maison si reinventa per far vibrare il sorriso delle donne contemporanee offrendo loro la possibilità di scegliere il colore e il finish a seconda dell’occasione o dell’umore. Attualizzata la formula che assicura un soin ottimale alle labbra e 16 ore di comfort, grazie a un pool di attivi: burro di mango, idratante, Aroleat Samphira, che favorisce il rinnovamento cellulare, sfere di acido ialuronico, idratanti e riempitive, Decox, dall’effetto volumizzante di superficie; e Lipexel™, relipidante. Restyling anche per il packaging, un nuovo abito Couture, metallico, più solido, raffinato e curatissimo nei dettagli quali l’interno del cappuccio realizzato nella nuance Rouge 999, firma cromatica della Maison. Completa e ricca la palette delle nuances, a effetto mat o satinato, basate sulla tecnologia Shade Perfector Complex™, un binomio di pigmenti specifici, neri o colorati, adattati a ogni tonalità per ottimizzarne il risultato. Declinata in cinque famiglie, dai rossi ai nude passando per i coralli e i rosa, vede protagoniste quattro It-Shades strettamente legate alla storia della griffe: 999 Matte, il leggendario rosso Dior, 080 Red Smile, 047 Miss e 060 Prèmiere. A complemento, quattro Rouge Dior Brillant, quattro Matite Dior Contour e quattro Dior Vernis in armonia con le sfumature cult. Ma non è tutto. Debutta anche la capsule collection Extrême Matte Shades, tonalità mat estreme che riflettono l’audacia e l’avanguardia di uno shooting di moda.

RUBINSTEIN

SOIN “EFFETTO BENDAGGIO”

I

spirata ai protocolli pre e post-intervento di chirurgia estetica de Laclinic-Montreux, la linea Re-Plasty Age Recovery di Helena Rubinstein accoglie un nuovo soin studiato per mani, collo e décolleté. Esposti costantemente alle aggressioni esterne e troppo spesso dimenticati nella routine quotidiana di bellezza, rischiano infatti di invecchiare precocemente rivelando i segni dell’età, proprio come se fossero un “secondo viso”. Nasce così un trattamento innovativo, una crema “ad hoc” con “effetto bendaggio” duraturo e impercettibile. Alla base della formula, gli attivi cult della gamma, il Pro-Xylane, che favorisce la rigenerazione della pelle e migliora la sua funzione barriera, e l’acido ialuronico, idratante e rimpolpante. Accanto, la soluzione Volumage, estratta dalla peonia, che assicura turgore, elasticità e volume ai tessuti, e un complesso specifico contro il foto-invecchiamento che allea un Spf 15 e vitamina B3, lenitiva e anti-pigmentante. Esclusiva anche la texture che si fonde con l’epidermide senza lasciare traccia se non una sensazione di morbidezza e comfort e un delicato profumo.

GUERLAIN

NUOVE “ABEILLES”

F

orte della sua expertise, Guerlain reinterpreta i due “basic” della sua linea di trattamento antietà globale Abeille Royale. Rivisitate le formule della crema giorno e della crema notte per un’efficacia e una sensorialità ancora maggiori. Alla base delle loro performance, il Complesso riparatore esclusivo della gamma, connubio di miele di Ouessant e cera d’api di Sologne, che agisce su tutti i livelli della pelle per un’azione riparatrice eccezionale e per rassodare, minimizzare i segni del tempo e donare luminosità. La Crème Jour, disponibile anche in versione Riche, si avvale ora di due tipi di acido ialuronico: ad elevato peso molecolare, per idratare e levigare la cute in superficie; e a basso peso molecolare, che penetra in profondità per stimolare la produzione di cellule epidermiche e la sintesi di collagene e fibroblasti. Nuove anche le texture, connubio di ricchezza e leggerezza per la versione “classica”, fondente come un balsamo, con burro di cera d’api 100% naturale, quella “ricca”. Così come la profumazione che alle note di miele dell’assoluta di cera d’api allea inediti guizzi fioriti di geranio e ginestra e tocchi d’erbe fresche. La Crème Nuit, che ottimizza durante il sonno il potere rigenerante della pelle grazie al concentrato Riparatore Abeille Royale, accoglie ora il miele del Marocco, dalle virtù anti-ossidanti e lenitive, capace di diminuire di oltre il 50% la produzione di radicali liberi e di ridurre le prostaglandine E2, mediatori pro-infiammatori che contribuiscono all’invecchiamento prematuro.

BVLGARI

VIRILITÀ ORIENTALE

V

irile ma delicato, inebriante ma selvaggio, dedicato all’uomo che allea mascolinità assoluta e somma eleganza. Così è Bvlgari Man Black Orient, terzo atto della saga olfattiva firmata Bvlgari Man in Black, che conserva la sensualità, la potenza e la raffinatezza del jus originario offrendone un’interpretazione velata di mistero e dalle suggestioni orientali. Boisé, orientale e coriaceo, cattura l’essenza della cultura orientale nell’arte della profumeria con un’alchimia di nuances estremamente pure e pregiate. Rum d’annata e cardamomo nero al debutto, tuberosa e rosa taif, nel cuore, e accordi di cuoio conciato e di oud nel sillage. Ad annunciarlo l’iconico scrigno “di sempre”, nero assoluto e intenso, quasi a rievocare la preziosità di un diamante nero, illuminato da guizzi oro rosa.


LAUDER

BURBERRY

PER VISO E LABBRA SENSUALMENTE “BLACK”

S

i ispira all’emblematico trench coat Heritage nero del brand per offrire una nuova interpretazione più audace, intensa e sensuale del femminile bouquet di My Burberry, il nuovo My Burberry Black. Avvolgente e inebriante, cattura gli effluvi che aleggiano in un giardino londinese, il cielo ancora solcato da nubi cariche di pioggia, subito dopo un acquazzone improvviso che ha restituito freschezza ai fiori, scaldati dal sole. Si annuncia infatti con i sentori del fiore di gelsomino, per poi rivelare un cuore di rosa candita e nettare di pesca, soffuso da un’eco di patchouli ambrato. Perfetto anfitrione, il suo scrigno, in cristallo color ambra, personalizzato da dettagli che richiamano l’outfit cui attinge: cap scuro con finiture effetto corno, per ricordare e bottoni, e nastro nero in gabardine inglese per rendere omaggio al mitico tessuto della griffe.

E

stée Lauder punta l’accento sul make-up e arricchisce il suo universo con nuove formule dedicate a labbra e incarnato. Madame Lauder affermava che un tocco di fard regalava un aspetto meraviglioso. Ed ecco che il brand propone due news. Debutta Pure Color Envy Sculpting Blush, poudre compatta in 8 nuances la cui formula si avvale della tecnologia True Vision™ che avvolge i pigmenti concentrati con un film simil-cristallino per il massimo impatto cromatico; di un complesso anti-ossidante, e della Tecnologia Ottica luminosa per sublimare la radiosità e scolpire i volumi. In limited edition, invece, Pure Color Lip and Cheeks Multistick, dalla texture cremosa, con attivi antiossidanti e idratanti, pigmenti dai toni cromatici reali e tecnologie ottiche luminose, capace di offrire a labbra a guance un finish fresco e radioso. Dedicata alle labbra, invece, una nuova collezione che vede protagonisti Pure Color Envy Hi-Lustre Light Sculpting Lipstick, ora arricchito da un mix perlaceo ottico che dona volume estremo al sorriso e disponibile in 12 tonalità inedite; e Pure Color Envy Vinyl Lipcolor, rivisitato nella formula, con un pool di attivi che idratano e assicurano un risultato a lungo impeccabile, modellando e offrendo definizione, creato in 5 sfumature.

PURIFICA E LENISCE

L’

epidermide mista e grassa ha bisogno di cure ad attenzioni specifiche. Consapevole di questo, Sisley 40 anni fa creava il primo trattamento purificante Aux Résines Tropicales. Oggi lo reinventa per offrire formule ancora più performanti. E ne amplia la gamma con tre formule inedite, specifiche per riequilibrare, controllare l’eccesso di sebo, minimizzare pori dilatati, idratare e ridurre le imperfezioni. Alla base delle formule, ancora le resine tropicali purificanti e lenitive, ma dall’efficacia potenziata grazie a nuove tecnologie e nuovi metodi d’estrazione: estratto di benzoino, che riduce la proliferazione microbica, ed estratti di mirra e incenso, che attenuano i rossori dovuti agli inestetismi. A essi si affiancano attivi d’origine vegetali inediti, quali estratti di bardana, filipendula, altea selvatica, tè di Java, polvere di bambù e D-pantenolo. Sei le specialità della linea, che accanto al Pain de Toilette Facial, alla Lotion e alla Masque Crème, vede il debutto il Gel Doux Nettoyant, che deterge in tutta delicatezza trasformandosi in soffice mousse a contatto con l’acqua; il Sérum Intensif, siero ad alta concentrazione per una pelle zero difetti; e Soin Hydratant Matifant, che assicura un volto serico, idratato e opaco per tutto il giorno.

SISLEY

GIVENCHY

RESTYLING “PRISMATICO”

G

ivenchy reinventa Prisme Visage, il suo iconico quartetto di poudres per il volto ispirato al look spezzato proposto della griffe Couture nella sua collezione “Les Séparables”. Nuove, innanzitutto, le formule delle quattro polveri compatte racchiuse nel boîtier, dalle cromie complementari, facili da sovrapporre e dal finish modulabile. Si avvalgono ora di una proteina della seta, per un’azione addolcente, idratante e per offrire un tocco serico e vellutato al make-up, e di pigmenti associati a polvere di mica e a un elemento sfumante per donare radiosità, levigare e minimizzare le imperfezioni. Inedite poi, le tonalità, una tinta chiara con madreperle, per illuminare; tre toni più intensi per correggere, scolpire i tratti e ridefinire i contorni, da utilizzare anche assieme, allover, per un maquillage nude che uniforma, opacizza e perfeziona l’incarnato. E al debutto anche le sette armonie cromatiche disponibili, sei studiate per adattarsi alle pelli chiare, a quelle intermedie e a quelle scure e abbronzate, più un quad correttore universale, Mousselline Pastel, connubio di madreperla, blu, verde e rosa, che dona éclat, attenua i rossori, SETTEMBRE 2016 | DAILYLUXURY | 79 cancella il coloritoN°9 spento e regala freschezza.


BELLEZZA

LANCÔME YSL

SPIRITO ROCK, ÉCLAT VINILE

S

i ispira alla brillantezza dei dischi in vinile e porta nel make-up l’energia, il ritmo e lo spirito cool e ribelle del rock, Vernis à Lèvres Vinyl Cream di Yves Saint Laurent. Nuova “declinazione” dell’iconico Vernis à Lèvres, allea le performance di un rossetto, di un gloss e di un inchiostro per labbra. Alla base dei suoi atout, una formula che associa due componenti distinte. Una con ceramidi e attivi utilizzati nello skincare per offrire confort, idratazione e morbidezza; una con pigmenti ultra-concentrati che assicura un finish dal colore intenso e duraturo dalla lucentezza vinilica. Dodici le cromie, racchiuse in un pack che si ispira ai codici del Vernis à Lèvres originale dipinto però di nero glossy, caratterizzato da un nuovo applicatore che rievoca la forma della punta di un diamante finemente intagliato con sottili striature che si impregnano di prodotto per offrire una stesura precisa e impeccabile. Complici di seduzione del rouge, tre nuove sfumature di Rouge Pure Couture (Rouge Vinyle, Rhythm Red e Orange Elecro) e dello smalto La Laque Couture (Noir Over Noir, Rouge Over Noir e Fuchsia Over Noir). Più Dessin des Lèvres Lip Highlighter, primo strobber per labbra della griffe che permette di scolpirle con tocchi di luce, e Dessin des Lèvres Universal Lip Definer, matita labbra universale e dal colore invisibile che impedisce al lipstick di migrare.

CLINIQUE

80

|

SEMPRE PIÙ… CUSHION

N

el 2015 Lancôme lanciava Miracle Cushion, il suo primo fondotintacuscinetto che, ispirato all’iconico Teint Miracle, alleava la praticità di un compatto alla freschezza di una texture fluida. Oggi la Maison firma due nuovi gesti make-up: Teint Idole Ultra Cushion e Cushion Blush Subtil. Il primo, guarda al fondotinta Teint Idole e rivisita la sua formula mat ad alta copertura in versione cushion. Si avvale infatti della tecnologia Cushion Polar™, ovvero di un cuscino a spugna composto di fibre intrecciate con spazi larghi coperto da un reticolato che filtra la formula rilasciandone la quantità ottimale. Inedita la texture, ricca di micro-pigmenti che minimizzano le imperfezioni, assicurano un finish naturale e mat, e con Spf 50. Disponibile in 9 tonalità è caratterizzata dalla tecnologia Jel-Liquid, dove un agente gel cambia viscosità al momento dell’utilizzo. Prima è denso per garantire una migliore tenuta nel cushion, con l’applicazione diventa fluido per una stesura facile e piacevole. Complice del look Cushion Blush Subtil, dove il soffice cuscinetto sprigiona un fard setoso, modulabile nel risultato e dalla tenuta duratura. Realizzato in sei nuances, permette di scolpire i lineamenti, sottolineare gli zigomi, valorizzare i tratti e di regalarsi una bonne mine luminosa e glowy.

DUPLICE PERFORMANCE

D

uplice performance per Even Better Clinical Dark Spot Corrector & Optimizer di Clinique. Siero innovativo, racchiuso in un contenitore diviso in due scomparti, per tutelare l’integrità e l’efficacia dei prodotti fino al momento dell’erogazione allea due formule studiate per agire in sinergia: Even Better Clinical Dark Spot Corrector, già in gamma e specifico per uniformare l’incarato e contrastare le macchie scure; e Optimizer, nuovo soin che agisce contro le irritazioni causate dalle aggressioni esterne, anch’esse responsabili della comparsa di discromie. Il primo siero si avvale di CL-302, un complesso costituito da quattro attivi illuminanti (estratto di Dianella Ensifolia, glucosamina, derivato della vitamina C ed estratto di lievito) che riducono e prevengono i segni di iperpigmentazione, svolgono un’azione antiossidante, stimolano l’esfoliazione e il turnover cellulare e disgregano gli agglomerati di pigmento riducendoli in particelle microscopiche che vengono disperse. Il secondo, abbina quattro ingredienti chiave lenitivi (estratto di Gyokuro, melassa, estratto di alghe e Dipotssion Glycyrriate più saccarosio e sorbitolo), che placano le irritazioni, neutralizzano i radicali liberi, inibiscono le sostanze che DAILYLUXURY | N°9 SETTEMBRE 2016e donano comfort e sollievo. stimolano i melanociti, idratano

CHANEL

TRATTAMENTO INTENSIVO

L

a linea di soin Le Lift di Chanel, specifica per contrastare l’invecchiamento cutaneo, si amplia con una nuova specialità: Crème-Huile Réparatrice. Alla base delle sue performaces, l’attivo-star della gamma, il 3.5-DA, che, frutto delle più recenti acquisizioni dell’epigenetica, agisce sui miRs, micro frammenti di Rna che modulano la sintesi delle proteine responsabili della giovinezza cutanea favorendone l’espressione e assicurando un’azione rassodante. Trattamento intensivo dalle proprietà rigeneranti e nutrienti specifico per le pelli più secche e per quelle mature, offre assoluto comfort e un’efficacia anti-età rafforzata associando al 3.5-DA a un pool di ingredienti riparatori composto da oli nobili ristrutturanti (olio di jojoba, olio di limnanthes ed estratto di burro di karitè), aminoacido vegetale e fitosqualane, specifici per riparare la barriera cutanea e il cemento intercellulare, per tutelare l’idratazione ottimale e garantire una riparazione cutanea pari al 30%. Ulteriore plus, la texture sensoriale, perfetto equilibrio tra la morbidezza di una crema e la consistenza vellutata degli oli.


BELLEZZA

GUERLAIN MAKE-UP LINGERIE

I

GIVENCHY

GENTLEMAN… ASSOLUTO

S

i ispira allo spirito Couture della Maison per offrire all’uomo moderno la firma olfattiva dei momenti “assoluti”, quelli speciali, da red carpet, Gentlemen Only Absolute, nuova sfaccettatura del virile jus Gentlemen Only di Givenchy. Eau de Parfum boisée, speziata e orientale, connubio di raffinatezza e sensualità, associa alla freschezza del bergamotto un trio trio di spezie caldo e inebriante (zafferano, noce moscata e cannella) soffuso di sandalo e vaniglia per avvolgere in una scia vibrante che indugia a lungo a fior di pelle. Ad annunciarlo, l’iconico scrigno di sempre ma in cristallo nero opaco ravvivato dal guizzo rosso vivo dell’etichetta in seta.

LA PRAIRIE

CON ACQUA DEL CAVIALE

L

a linea Skin Caviar de La Prairie, si completa con un nuovo soin creato per essere il primo step della cura quotidiana e per ottimizzare l’efficacia dei successivi trattamenti: Essence-inLotion. La sua formula reinterpreta il caviale, l’attivo iconico della gamma, in una nuova versione grazie ad una tecnologia messa a punto dai laboratori della Casa. Si avvale infatti di acqua del caviale, un attivo ottenuto tramite un processo di distillazione del vapore delle perle di caviale che ne conserva le proprietà liftanti e rassodanti così da migliorare la qualità dell’incarnato e assicurare idratazione ed elasticità alla pelle. Accanto, ancora l’esclusivo complesso cellulare La Prairie che apporta ai tessuti tutti gli elementi nutrienti e rivitalizzanti indispensabili per contrastare l’invecchiamento, rassodare, illuminare e donare sericità e levigatezza all’incarnato.

82

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016

l fondotinta ideale? Per tutte le donne è quello che sublima l’incarnato senza trasformarlo, che lo perfeziona in tutta naturalezza senza “soffocarlo”. Lo sa bene Guerlain. Convinto che la soluzione stia nel trovare una formula della giusta tonalità associata alla texture ottimale, firma la nuova gamma Lingerie de Peau. Texture inedita quindi per il fondotinta ad effetto seconda pelle, dal finish duraturo e dall’assoluto comfort, frutto di una tecnologia presa in prestito dall’universo tessile che pernette di tessere fibre naturali di seta e di lino e di intrecciarle a fibre stretch leviganti per formare un velo invisibile che asseconda i tratti del volto e assicura un comfort assoluto. In questa microrete poi si inseriscono polveri e pigmenti correttori che si fondono con la pelle per creare un look modulabile che rivela la perfezione e l’éclat dell’incarnato sublimandolo senza coprirne la naturalezza e la radiosità. Reinventata anche la palette delle nuances, nove cromie dal porcellana all’ebano, divise in tre sottotoni (Cool, rosato; Neutral, neutro; e Warm, dorato). Accanto, partner del maquillage, l’anti-Cernes Correcteur Multi-Perfection, correttore ibrido che minimizza macchie, occhiaie e imperfezioni associando un effetto blurring e un’azione trattante che idrata e attenua borse e gonfiori, e il pennello applicatore per un risultato degno di un make-up artist.

LA MER

“MIRACLE” DI LEGGEREZZA

L’

universo del trattamento La Mer, nato da oltre 50 anni e basato sulle virtù del Miracle Broth™, che idrata, rigenera e trasforma visibilmente l’epidermide, si amplia con una nuova specialità. Debutta The Moisturizig Soft Lotion, lozione hi-tech che offre gli stessi benefici effetti dell’iconica Crème de La Mer, ma in una versione leggera ed evanescente. Alla base della sua efficacia, le Soft Lotion Microcapsules che veicolano in profondità gli attivi della formula: il Miracle Broth™ e il Lime Tea Concentrate™, che contrastano l’aridità, rientegrano le riserve d’energia della cute e attenuano dl’invecchiamento. Accanto, le Moisture Spheres (esclusive di The Moisturizing Soft Cream) oggi reinventate. Sfere micronizzate così piccole che penetrano nei tessuti come migliaia di goccioline d’acqua avvolte da un gel fresco e profondamente umettante per assicurare un’idratazione immediata che dona turgore dall’interno, lenisce irritazioni e rossori e minimizza rughe e segni del tempo. Esclusiva anche la texture, fresca e impalpabile ma ricca e vellutata che si fonde immeditamente con l’epidermide assicurando anche serictà e comfort.


SISLEY LANCÔME COLLO GIOVANE E RIDISEGNATO 25 ANNI CON NOVITÀ “ASSOLUTE”

“U

n rossetto dovrebbe brillare come un gioiello”. Così scriveva Armand Petitjean, fondatore di Lancôme, nel 1937. Un’affermazione che trova espressione di sé nel presente della Maison grazie a Rouge L’Absolu, nato nel 1990 e divenuto subito un’icona del make-up. Oggi, a 25 anni dal suo debutto, il lipstick si reinventa diventando anche più prezioso, femminile e performante. Nuova, la gamma delle nuances, ben 30 sfumature di rosa e di rossi, dal più nude e naturale al più audace e deciso, che vedono protagoniste quattro tonalità star: Caprice, Rose Lancôme, Pourquoi Pas e Nuit & Jour. Tre le texture in cui sono disponibili per regalare altrettanti effetti: Cremoso, per un finish intenso dal colore pieno; Sheer, per un look brillante e luminoso; e Mat, per un maquillage vellutato dalle tonalità profonde. Rinnovato anche il packaging, un astuccio nero laccato, espressione di lusso, eleganza e modernità, firmato da un sigillo dorato che riproduce la rosa simbolo della griffe. Basta una leggera pressione sul bocciolo del fiore e… click, lo stick del rossetto si rivela in tutta la sua esclusività.

MILLION “PRIVATI”

C

oppia olfattiva affascinante, irresistibile e priva di inibizioni, 1 Million e Lady Million di Paco Rabanne, debuttano in una nuova dimensione olfattiva e diventano Privé. Racchiusi nell’iconico scrigno, un lingotto per lui, un diamante sfaccettato per lei, abbandonano i guizzi dorati di sempre per vestirsi d’ambra, rivelando fin dl primo istante il carattere deciso e intenso delle fragranze. Per lei, un’essenza ipnotica, sensuale e orientale che intreccia eliotropio, vaniglia, lampone, seme di cacao e patchouli. Per lui, un bouquet orientale e boisé, dal cuore di tabacco per narghilé e mirra, soffuso da un mélange avvolgente di patchouli e fava tonka.

PACO RABANNE

N

el 1981 Sisley presenta la sua prima crema dedicata a collo, una zona particolarmente fragile che, spesso dimenticata nel soin quotidiano, rischia di invecchiare precocemente. Oggi, forte della sua expertise la Maison ne reinventa la formula e firma la Crème pour le Cou, per offrire un trattamento completo che contrasta i segni del tempo, rassoda, affina il collo e ridisegna l’ovale del volto attenuando il doppio mento. Assicura infatti: un effetto tensore, tonificante, levigante e di lifting immediato (estratti di semi d’avena, ratania e alchemilla); un’azione rassodante intensiva (estratto di fibre di soia, acetato di vitamina E); un risultato affinante che rimodella e snellisce restituendo armonia ai volumi e riducendo il doppio mento (caffeina ed estratto di castagna d’India); e un’efficacia nutriente ed idratante (burro di karitè, glicerina d’origine vegetale, olio di girasole e D-pantenolo). Ulteriore plus la texture lieve ma ricca e avvolgente che penetra in pochi istanti fondendosi con l’epidermide.

LA FEMME, L’HOMME

“C

’è l’idea di La Femme Prada e L’Homme Prada, ma in realtà non esistono; sono molti”. Così Miuccia Prada racconta i suoi nuovi profumi La Femme Prada e L’Homme Prada, due essenze che “Ho voluto presentare insieme, con lo stesso concept e lo stesso fotografo, in modo che siano realmente intercambiabili. Abbiamo due attrici e due attori che interpretano tre o quattro ruoli ciascuno. Il concetto principale è proprio questo: il fatto che non c’è un’unica icona che rappresenta il sogno di una donna o di un uomo. Queste persone rappresentano la realtà, le differenze, e così via”. Il tema dell’identità è al centro di entrambi i bouquet che abbandonano lo stereotipo di un’unica icona rappresentativa per evocare molteplici identità e celebrare l’individualità e la diversità delle donne e degli uomini che li indosseranno accompagnandoli in un viaggio attraverso il tempo, lo spazio e la memoria. Per lei, un floreale ipersensuale dai sentori esotici che intreccia frangipane, ylang ylang, vaniglia, tuberosa, cera d’api e vetiver. Per lui, un jus connubio di contrasti, abbinamenti, giustapposizioni e doppi che rivisita ai codici classici dei fougère con note sensuali e femminili: neroli, pepe, violetta, iris, cedro, ambra, geranio e patchouli. Complementari anche gli scrigni che li racchiudono, mix dei codici del fashion e dell’architettura e personalizzati da dettagli nell’iconico saffiano del brand: bianco illuminato da guizzi d’oro per La Femme Prada; nero enfatizzato da tocchi d’argento, per L’Homme Prada.

PRADA


BELLEZZA

ARDEN

BIOTHERM FORMULA CREAM-IN-OIL

L

a linea Blue Therapy di Biotherm si amplia con Cream-in-Oil, un trattamento che nutre intensamente e contrasta i segni d’invecchiamento assicurando all’epidermide sericità, elasticità ed éclat. Caratterizzata da una texture inedita, ricca ma dalla leggerezza impalpabile, la sua formula nasce dalla scoperta del ruolo fondamentale degli zuccheri solfati (zuccheri specifici che si trovano solo negli organismi marini e nell’uomo, dove sono presenti nello strato corneo e nell’epidermide) nel tutelare l’integrità della struttura e della composizione della cute. Si avvale infatti di Marine Connectum™, uno zucchero solfato estratto da un microrganismo marino capace di combattere la disidratazione per sopravvivere ai livelli di salinità più elevati, affine alla pelle e ricco di solfato e ramnosio che leviga istantaneamente, rinforza la barriera cutanea, migliora la coesione cellulare per favorire lo scambio di nutrienti e promuove la sintesi di lipidi e proteoglicani. A ottimizzarne l’efficacia un pool di oli di origine naturale dalle virtù nutrienti, rigeneranti e riparatrici.

SHISEIDO

D

C

onsapevole che l’80% dei segni d’invecchiamento sono il frutto delle aggressioni esterne, Elizabeth Arden presenta Prevage City Smart, scudo protettivo invisibile che ripara la pelle del viso dai danni causati dai raggi Uv e dell’inquinamento, neutralizza i danni degli stress ossidativi e rafforza l’epidermide per contrastare i segni del tempo e renderla serica e luminosa. La sua formula, si avvale di una tecnologia a tripla azione che agisce in tre fasi. Protegge grazie all’Anti-Pollution Shield che forma una barriera invisibile 100% minerale (ossida di zinco micronizzato e biossido di titanio) che impedisce a tossine e particelle inquinanti di penetrare nella cute e blocca i raggi Uva ed Uvb (Spf 50). Previene, grazie al complesso anti-inquinamento, un mix antiossidante esclusivo (Idebenone, tè verde, Thiotine, acido ferulico e L-carosina) che neutralizza i radicali liberi compresi queli a base di azoto e di ossigeno, e contrasta l’insorgere dei segni d’invecchiamento quali rughe, linee d’espressione e iperpigmentazione. E rafforza grazie al DNA Enzyme Complex™ (enzimi purificati derivati dal plancton, estratti di batteri oceanici) che supporta il processo di riparazione della pelle contro gli stress ossidativi, promuove la sintesi del collagene e dell’elastina e ne ottimizza i processi di riparazione proteggendola e rendendola più resistente alle aggressioni ambientali. Ma non è tutto. Oil-free, priva di parabeni e dermatologicamente testata è caratterizzata da una texture universale con diffusori ottici che le permettono di adattarsi a tutte le tonalità di carnagione.

LIFTING ANTI-ETÀ

a Shiseido, Bio-Performance Liftdynamic, linea di soin basata sulle più recenti scoperte della casa in tema di rilassamento e perdita di tonicità del volto: le Sub-Derm Pockets, particolari aree di fragilità cutanea che minano la compattezza della pelle, e il ruolo determinante delle cellule staminali (Master Cells, la cui attivazione porta alla sintesi di fibroblasti, e Shiftable Master Cells, che si possono differenziare in vari tipi di cellule a seconda del tessuto in cui si trovano, quindi in fibroblasti se localizzate nel derma). Alla base delle formule, la TruStructive™ Technology che agisce sulle Master Cells inducendole a moltiplicarsi e a produrre nuovi fibroblasti (Bio-Renewal Complex) e sulle Shiftable Master Cells portandole a trasformarsi in fibroblasti per riempire le zone di fragilità (Rosemary Phyto-Essence). Accanto, il RenoCycle System, favorisce la riparazione cellulare per un ciclo ottimale di rinnovamento cutaneo. Tre i prodotti, racchiusi in un pack inedito in arancio e argento, frutto della creatività dei designer del brand (Akira Muraoka e Mao Komai) che hanno voluto un look capace di evocare l’energia che scaturisce dalla pelle e che la rigenera: Sérum, Cream ed Eye Treatment, tutti 24 h, liftanti, rassodanti e anti-età.

PROTEZIONE IN THE CITY

GIVENCHY

“STUDIO” PER… SOPRACCIGLIA

C

ornice indispensabile per lo sguardo, capaci di valorizzarlo e di sublimarne l’espressività, le sopracciglia hanno un nuovo alleato: Brow Studio di Givenchy, una collezione declinata in quattro “esperti” dalle performance esclusive. Riempie i vuoti e volumizza, Mister Brow Filler, in tre nuances, la cui formula fluida con particelle di silicone ibrido si trasforma in polvere all’applicazione delineando le sopracciglia in modo naturale. Mister Brow Groom, trasparente, dalla tenuta duratura e con vitamina B5, fissa e dona volume e densità; Eyebrow Pencil, matita in tre cromie, con talco e pigmenti intensi, permette di disegnare linee impecabili dal finish mat e poudré; Eyebrow Couture Designer, infine, stylo dalla texture cremosa, in un solo passaggio regala un effetto scolpito ad effetto grafico per ben 8 ore.


BELLEZZA

DALLA PALMA

DUO PER SOPRACCIGLIA

D

edicata alla cura e alla bellezza delle sopracciglia, la collezione The Brow Studio di Diego Dalla Palma, si completa con il Duo Perfezionatore Arcata Sopraccigliare. Praticissimo matitone dalla texture morbida, scorrevole e facile da sfumare, abbina un colore mat da utilizzare per sottolineare l’arcata sopraccigliare e assicurare un immediato effetto ottico di lifting; una tonalità perlata, che enfatizza la luminosità dello sguardo. Due le tonalità in cui è disponibile: rosa freddo, ideale per gli incarnati chiari e rosati, e beige, perfetto per le carnagini più scure e olivastre.

DOLCE & GABBANA ROSEO CONTOURING

D

olce & Gabbana guarda alle più attuali tendenze del maquillage per offrirne un’interpretazione inedita e personale, firmata dal suo inconfondibile stile. Presenta Blush of Roses Creamy Face Colour, la sua prima collezione dedicata al contouring del viso. Tre le formule, racchiuse in un boîter in metallo nero lucido, caratterizzate da una texture in crema che, vellutata e lieve, si fonde con la pelle per creare un finish luminoso e naturale. E tre gli step di bellezza per ottenere un risultato ottimale. Primo passo, il Creamy Blush, in quattro nuance, fard da applicare sulla zona superiore delle guance sfumandolo sugli zigomi, che regala un’immediata bonne mine e un effetto “rossore” delicato. Secondo gesto, Creamy Bronzer in Rosa del Deserto, che, steso sotto gli zigomi e appena sotto i mento, permette di scolpire i contorni del viso e di delineare i tratti. Ultimo tocco, Creamy Illuminator in Rosa del Mattino, che permette di creare punti luce che regalano freschezza e radiosità al volto.

JO MALONE

SEMPLICITÀ SORPRENDENTE

C

elebra le origini del brand e si ispira ai giardini botanici e agli spazi verdi nascosti tra le architetture urbane di Londra, Basil & Neroli, nuova Cologne di Jo Malone. “Un profumo fresco, sofisticato, sensualmente fiorito con sfumature erbacee, sorprendente nella sua semplicità” lo definisce Anne Flipo, Master Perfumer che l’ha creato. È infatti un jus tipicamente British che cattura l’animo spensierato, vivace e divertente della City concretizzandolo con le note del basilico, uno degli ingredienti simbolo del brand, valorizzate dagli effluvi floreali del neroli e da un sillage di muschio bianco. Accanto alla Cologne, una collezione completa, declinata in Body & Hand Wash, Body Crème e Home Candle.

86

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016

L’ORÉAL PARIS

TRIS D’ARGILLE

L’

Oréal Paris attinge alla natura per regalare nuova bellezza e perfezione all’incarnato. Presenta le Maschere Viso Argilla Pura, tre formule che si associano alle benefiche virtù di tre argille minerali attivi trattanti specifici. Alla base della loro efficacia, la sinergia di caolino, che assorbe impurità ed eccesso di sebo; montmorillonite, che purifica e riequilibri la cute riducendone le imperfezioni; e Ghassoul, che illumina e dona éclat. Tre, dicevamo, i soin: Maschera Purificante Argilla Pura, con estratto di eucalipto per purificare, regolarizzare la secrezione sebacea, pulire in profondità e opacizzare la pelle; Maschera Esfoliante Argilla Pura, con estratto di alga rossa, che leviga l’epidermide e restringe i pori; e Maschera Detox Argilla Pura, con carbone, per detossinare, rimuovere le impurità e offrire luminosità al colorito


FERRAGAMO

KORS

LA TOSCANA A CORTE

ESOTICA PASSIONE

“È

un desiderio infinito di avventura, romanticismo e scoperta. Si rivolge alla donna con la curiosità e la passione di credere in se stessa e seguire il suo cuore”. Così Michael Kors racconta Wonderlust, la sua nuova fragranza femminile, un bouquet ispirato dal viaggio e dalla sua destinazione e a tutto quello che è imprevisto, ignoto ed esotico. Trascrizione olfattiva di un mondo dove tutto è possibile, in cui il ritmo della vita è scandito da bellezza, passione e sensualità si rivela un’essenza orientale, floreale e gourmande, che conquista i sensi. Guizzi freschi e inebrianti di bergamotto, mandarino, latte di mandorle, pepe rosa, al debutto; una corbeille di fiori soffusa da nuances speziate e vanigliate nel cuore (assoluta di gelsomino grandiflorum e di gelsomino sambac, garofano ed eliotropio); e un sillage avvolgente e sensuale che intreccia legno cashmeran e di sandalo e benzoino. A racchiuderlo uno scrigno essenziale e puro in cristallo degradé, illuminato da tocchi d’oro.

RUBINSTEIN

NUOVI RITI DI PUREZZA

C

apace di trasformare la detersione in un vero rituale di bellezza, la linea Pure Ritual di Helena Rubinstein, le cui formule eliminano le impurità ambientali, purificano dall’inquinamento, ottimizzano la funzione barriera e assicurano idratazione, sericità ed éclat, si amplia con due nuovi soin che, pensati per il “dopo”, aggiungono una nuova dimensione di trattamento rendendo ancor più completa la gamma. Debuttano Care-In-Moist, crema idratante che migliora l’idratazione naturale e la qualità della pelle assicurandole comfort e sericità grazie ai lipidi MP; e Care-In-Balm, latte per il corpo che nutre, favorisce il rinnovamento cutaneo e dona tono ed elasticità avvalendosi di oli vegetali antiossidanti e idratanti e di estratto di nocciole.

V

iaggio olfattivo nel cuore della Toscana che cattura i profumi delle bellezze del territorio, la magia delle tradizioni e il fascino della storia, Tuscan Soul Quintessential Collection di Salvatore Ferragamo si ampia con una nuova essenza. Debutta La Corte che, ispirata al Rinascimento, trascrive in profumo lo splendore e la magnificenza della Corte Medicea. Racchiusa nell’iconico scrigno in cristallo dal design puro ed essenziale sublimato dal cap in legno di frassino, si rivela un bouquet nobile, lussuoso e illuminato dagli effluvi floreali e orientali. Gelsomino e latte di mandorla al debutto, candide corolle di giglio bianco e iris, nel cuore, e sensuali nuances di vaniglia intensa e ambra bianca nel sillage.

MIU MIU

A FIOR DI PELLE E SULLA CHIOMA

D

edicato alle donne contemporanee, brillanti e ironiche al tempo stesso, il bouquet di Miu Miu amplia la sua Bath & Body Collection con due nuovi gesti di bellezza che, come i loro predecessori, trasformano la mise en beauté quotidiana in un rito esclusivo. Allo Shower Gel, alla Body Lotion e alla Body Cream, si affiancano ora il Bubble Bath, bagnoschiuma vellutato che illanguidisce in una soffice mousse, e l’Hair Mist, versione leggera dell’Eau de Parfum da vaporizzare sulla chioma per rinnovare a ogni movimento dei capelli la magia della fragranza. Entrambi sono caratterizzati dall’inconfondibile jus della fragranza, che, basata sui contrasti, vede protagonisti gli effluvi floreali e delicati del mughetto e la nota pepata dell’Akigalawood.


BELLEZZA

CON L’AYURVEDA TRA I CAPELLI

B

iopoint guarda a Oriente e attinge alla tradizione e alla filosofia millenarie dell’antica scienza ayurveda per creare la sua nuova linea per il benessere e la bellezza dei capelli. Alla base delle formule, della gmma Ayurveda, l’estratto di Amla, una delle piante più importanti della medicina ayurveda, che, ricchissima di vitamina C, condizionante e ricostituente, rigenera la fibra cheratinica, nutre e dona forza e luminosità alla chioma. Accanto, a enfatizzarne le virtù, oli essenziali di ylang ylang, bergamotto e arancio amaro, che offrono sericità ed éclat e “coccolano” i sensi con un inebriante profumo. Quattro i prodotti: Oleo Impacco, olio restitutivo intensivo, Shampoo, che deterge in tutta delicatezza, Maschera, trattamento rivitalizzante che assicura docilità e lucentezza, e Olio Setificante Spray, da applicare sulla capigliatura asciutta o bagnata prima dello styling.

BIOPOINT

DETERSIONE PROFONDA

P

PUPA

upa arricchisce la sua linea di Detersione Viso con due nuovi soin che assicurano una pulizia profonda nel totale rispetto dell’epidermide. Scrub Esfoliante Delicato, rimuove impurità e cellule morte assicurando sericità al volto avvalendosi di pomice naturale in granuli, esfoliante, argilla bianca, detossinante e remineralizzante, ed estratto di limone, che stimola il turnover cellulare e migliora tono e l’elasticità cutanei. Panno Detergente Perfezionatore, assicura una pulizia ottimale anche a chi non usa il maquillage. Utilizzato al mattino, rimuove eccessi di sebo e residui di trattamento; la sera passato su viso e collo dopo la detersione, cattura le ultime tracce di make-up. Ma non è tutto. Si rivela perfetto anche per eliminare maschere senza risciacquo e gommage.

PER UOMINI VERI

o immaginato un uomo con dei valori veri, che è animato e rinvigorito dall’idea dell’avventura. Si mette sempre in gioco e gli piace superare tutto ciò che lui o i suoi amici hanno già fatto in precedenza. È un uomo eclettico, sicuro, molto virile che gioca un ruolo cruciale nell’influenzare le avventure divertenti del suo entourage. Trasuda innato sex appeal ovunque si trovi”. Con queste parole, il “nez” Jacques Huclier racconta l’uomo che indosserà Dare for Men, la nuova fragranza che lui ha creato per Guess. Legnoso e aromatico il jus che, protetto da uno scrigno color canna di fucile, e personalizzato dalla placca in metallo incisa con il logo e da un décor che riproduce un motivo di viti in rilievo, si rivela audace e vibrante. Si schiude infatti con guizzi di bergamotto, pepe bianco e bacche di ginepro, anfitrioni di un carattere raffinato e vibrante che intreccia geranio, gelsomino e legni di cashmere, e di un sillage sensale e avvolgente, connubio di muschio, patchouli e legno di cedro.

GUESS

MÖLLER

88

|

DAILYLUXURY

|

“H

“VEGGIE” PER LA CHIOMA

D

all’expertise nel soin capillare di Marlies Möller, nasce la nuova linea Veggie Protein, specifica per rinforzare e rigenerare la chioma restituendole sericità ed éclat. Le sue formule si avvalgono di proteina vegetale idrolizzata, che rinforza il capello dall’interno e lo avvolge con un film protettivo ed emolliente; proteina del Cashmir, che ripara le rotture dello stelo e dona morbidezza; olio di semi di mango, idratante e rigenerante; e Hair & Root Beauty Complex. Due i prodotti: Shampoo, che deterge delicatamente e rilascia sulla chioma una pellicola dall’effetto elettrostatico e rinforzante; e Conditioner, balsamo privo di siliconi con estratti naturali di buccia di limone e di zucchero di canna, che offre un plus di setosità e luminosità. N°9 SETTEMBRE 2016


BENESSERE

CANDIDO WELLNESS M A R I NA Sa N t i N

Sceglie il bianco a iniziare dal nome per concretizzare la sua personalissima interpretazione del benessere che vede protagonisti purezza e autenticità la White Spa di Abano Terme, location ideale per ritrovare l’equilibrio di corpo e mente. 9

|

DailyLuxury

|

n°9 settembre 2016


ed essenzialità, quindi per il nome, per gli spazi, gli arredi e il décor. E per concretizzare la sua vocazione e la sua interpretazione del concetto di benessere in… purezza. Protagonisti delle cure infatti, ingredienti naturali proprio come il colore bianco, che, utilizzati da secoli per regalare salute e bellezza, diventano interpreti di nuovi trattamenti che rivisitano gli antichi rituali dalla tradizione millenaria. Acqua termale, argilla e aria, in primis, abilmente mixati con luci, suoni, musica e colori, per offrire un’esperienza multisensoriale personalizzata che si avvale dalla manualità e dell’expertise di terapisti professionisti. Argilla quindi per soins dedicati al viso e alla silhouette dall’azione detox, anti-aging e di remise en forme; eppoi massaggi che contrastano i più diffusi inestetismi, restituiscono energia e vitalità, allentano le tensioni e cancellano la stanchezza, da White Spa scegliere in un carnet che spazia da Grand Hotel Trieste & Victoria Via Pietro d’Abano 1 - 35031 Abano Terme quelli della scuola occidentale Tel. 049.8665100 - triestevictoria@gbhotelsabano.it all’ayurveda, allo shiatsu fino alla riwww.gbhotelsabano.it flessologia; e ancora “The Rituals” che, alleando profumi, sostanze naturali e gestualità sapienl bianco? Sintesi di tutti i colori dello spettro te, si occupano del côté beauty di viso e corpo. non ultimo, un luminoso, simboleggia l’inizio di ogni ciclo vitale, di ricco corollario di proposte quali sauna, bagno ai vapori teruna nuova vita. Ma rappresenta anche la purezza, mali, Ice Room, River Kneipp e l’esperienza coinvolgente la voglia di cambiamento, l’apertura a ogni possibidella Crystal Pool. lità, la congiunzione dell’uomo con l’universo. E Fiore all’occhiello però, da non lasciarsi sfuggire assoanche l’aspirazione verso ciò che non si è ancora verificalutamente, il percorso 5 Senses, che, coinvolgendo tutti i to, il desiderio di acquisire un nuovo stato, di passare a sensi, offre un effetto di rilassamento totale. Ispirato a una nuova condizione. Come, ad esempio, ritrovare forun’antica pratica orientale di purificazione appaga la vima, vitalità e benessere. sta con un’ambiente accogliente e suggestivo; inebria Chi meglio del bianco quindi poteva farsi interprete di l’olfatto con profumi d’Oriente; incanta l’udito con musiun nuovo concetto di bellezza e bien-être che fa della che coinvolgenti; soddisfa il gusto con le prelibatezze che purezza il suo atout e che offre la possibilità di scoprire siglano la conclusione del rituale; e, soprattutto, “coccola” una nuova armonia di corpo e mente rendendo migliore il tatto con la manualità sapiente che accompagna i tratla qualità della vita di tutti i giorni? tamenti. Trattamenti la cui efficacia è assicurata dall’utiNasce da questa consapevolezza la White Spa, un’oasi lizzo di prodotti naturali, quali sapone nero, ricavato di pace, wellness e relax, moderna, dall’atmosfera chic e dalla pasta di olive ed estremamente delicato; Rassoul, cool, ma soprattutto candida e immacolata, immersa nelun’argilla che rende l’epidermide setosa e levigata e dona la cornice raffinata e lussuosa del Grand Hotel Trieste & lucentezza, idratazione e morbidezza ai capelli; e oli proVictoria, ad Abano Terme, tra verde lussureggiante, sorfumati dall’azione nutriente, elasticizzare e restitutiva. genti termali e architetture preziose che riecheggiano di Impossibile resistere al richiamo dei sensi. n un passato prestigioso. Bianco, espressione di autenticità

I

i

n°9 settembre 2016

|

DailyLuxury

|

91


DESIGN

PLASTICA PLASTICAE… PLASTICARIUM Viaggio a Bruxelles per scoprire “Plasticarium”, una collezione incredibile, coloratissima e davvero unica che ripercorre e indaga attraverso 2000 oggetti di design la storia e il ruolo della plastica nel mondo della creazione. M A R I NA SA N T I N

T

UTTO HA AVUTO INIZIO QUASI PER CASO NEL 1987. Philippe Decel-

le, appassionato di design e collezionista curioso di Bruxelles, trova nella spazzatura una sedia firmata da Joe Colombo. La recupera e nella sua mente “scatta” subito qualcosa. Un pensiero innanzitutto, la consapevolezza che spesso arriviamo quasi a odiare e a considerare inutile ciò che un tempo amavamo. Decide così di “salvare” le opere d’arte e gli oggetti emblematici di design realizzati in plastica dagli anni ’60 ai giorni nostri, con l’obiettivo di conservare la memoria di un genere creativo che era stato adorato e poi dimenticato da una società volubile. Inizia così a frequentare mercatini delle pulci, brocantes, vendite private di oggetti custoditi in soffitta o in cantina, e anno dopo anno raccoglie migliaia di pezzi, da quello più comune a quelli più geniali ed artistici.

92

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016

i

ADAM ART DESIGN & ATOMIUM MUSEUM

Place de Belgique – B - 1020 Bruxelles Info: Tel. +32(0) 4754764 info@adamuseum.bev www.adamuseum.be #adamuseum


L’artefice… Qui accanto, Philippe Decelle, appassionato di design e collezionista di Bruxelles. A lui si deve il Plasticarium, una collezione d’oggetti di design realizzati interamente in plastica dagli anni ‘60 ai giorni nostri declinata in oltre 2.000 pezzi d’autore.

Perché vi raccontiamo tutto questo? Perché nasce da qui il “Plasticarium”, una collezione incredibile e unica al mondo accolta nell’ambito dell’Art & Design Atomium Museum di Bruxelles. Mostra permanente, propone in uno spazio di oltre 1.500 mq più di 2000 pezzi, esposti non in ordine cronologico, per tema o per colore ma cercando di stabilire dei legami concettuali e sociali, e talvolta addirittura filosofici, tra i vari protagonisti. Spetta così al loro significato, evidenziato dalle associazioni con le altre discipline e le altre categorie di oggetti, il ruolo di fil rouge della scenografia. Da qui la scelta di valorizzare e rispettare al massimo lo spirito delle creazioni esposte inserendole in un contesto raffinato ma minimal e realizzato con materiali grezzi e comuni: legno, acciaio, alluminio e policarbonato, in netto contrasto con la plastica e i colori brillanti e vivaci della collezione. Difficile resistere all’appeal del “Plasticarium”, perché varcandone la soglia, si apre allo sguardo un percorso coinvolgente e suggestivo che indaga il ruolo che la plastica ha avuto e ha tuttora nella produzione

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

93


DESIGN

industriale e nella società dei consumi. Un itinerario che inizia nei Golden Sixites, i mitici anni ’60, periodo in cui lavorare la plastica era quasi un dovere per designer e artisti e a cui appartengono la maggior parte dei pezzi esposti, espressione del sogno utopico del “tutto in plastica” dei creativi di quei tempi, per arrivare, passando per postmodernismo e pop art, ad oggi, momento in cui dopo essere stati dimenticati e poco utilizzati, i materiali plastici sono stati rivalutati grazie alle innovazioni chimiche e alle nuove tecniche produttive. Un caleidoscopio in technicolor punteggiato di oggetti, arredi, décor e tanto altro, spesso dalle forme originali e insolite, tutti accomunati da un mood gioioso e vitale, come l’epoca del boom che ne ha decretato l’avvento e che li rende ancor oggi primattori delle nostre case. Così, neofiti, “addict” e appassionati del design potranno rispettivamente scoprire o riconoscere autentiche icone che hanno scritto le pagine di questo universo, firmate dai designer più noti quali Joe Colombo, Verner Panton, Earo Aarnio, César, Arman, Evelyn Axell, i contemporanei Philippe Starck e Charles Kaisin e molti altri nome più o meno celebri. Noi ne siamo già sedotti solo guardando le immagini di queste pagine e stiamo già meditando una ■ trasferta a Bruxelles.

94

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016


N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

95


FOOD

L’ETICHETTA ETICHETTA IN TAVOLA M A R I NA SA N T I N

Mangiare… informati. Come? Leggendo le etichette. Decriptare le sigle e i numeri che riportano permette di avere importanti informazioni per portare in tavola alimenti privi di sostanze nocive per la salute e il benessere.

96

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016


C

OSA PORTARE IN TAVOLA è uno degli inter-

rogativi che ci poniamo più spesso in tema di food. Non tanto però per scegliere quale portata servire o quale ricetta provare; quanto piuttosto per privilegiare i cibi giusti per un’alimentazione equilibrata e salutare. Tutti siamo consapevoli del ruolo fondamentale della dieta nella prevenzione di malattie croniche quali diabete, tumori, obesità, patologie cardiovascolari, e anche dei molteplici vantaggi e benefici che offre in termini di salute e benessere uno stile di vita corretto. Di conseguenza viene naturale prestare più attenzione a cosa mangiamo, ma limitarsi a scegliere “healthy” non è sufficiente. Infatti… Varchiamo l’entrata del supermercato brandendo fieri la nostra lista della spesa, determinati più che mai a riempire il carrello solo di alimenti sani e di qualità, evitando junk food, cibi preconfezionati e prodotti industriali. Fin qui, nulla da eccepire. Ma siamo veramente sicuri di conoscere esattamente ciò che mettiamo nel carrello, o meglio abbiamo letto attentamente l’etichetta? La risposta più frequente è: no. Male. L’etichetta è uno strumento importantissimo che ci permette di conoscere tutto ciò che è contenuto in un prodotto e le sue caratteristiche quindi: elenco degli ingredienti, tabella nutrizionale, termini di scadenza, modalità di conservazione, provenienza. Orientarsi però tra la miriade di diciture che riporta non è sempre facile e districarsi tra nomi, sigle, numeri e codici a volte è una vera impresa. Ecco un’utile guida che ci viene in soccorso aiutandoci a fare un po’ di chiarezza. Innanzitutto due certezze. Tanto più è dettagliata l’etichetta e la descrizione degli ingredienti, tanto più facile sarà giudicarne la qualità. Il produttore è tenuto per legge a rispettare la veridicità delle informazioni quindi, ad esempio, la dicitura “olio di oliva extravergine di prima spremitura” indicherà un elemento nutrizionalmente migliore di un semplice “olio di oliva”. Altro dato di fatto, l’ordine con cui appaiono gli ingredienti. Non è casuale, ma è regolato dalla legge. I componenti devono essere riportati in ordine decrescente in relazione al peso. Ciò significa che il primo dell’elenco è quello quantitativamente più rappresentato e via via seguiranno gli altri. Ed è proprio scendendo verso il basso, scorrendo progressivamente tutti gli ingredienti che arriviamo al punto critico: gli additivi. Gli additivi alimentari sono sostanze che vengono aggiunte al cibo per migliorarne alcune caratteristiche quali il tempo di conservazione, l’aspetto, il colore, il sapore. Da sapere però che non


FOOD

sono dei veri ingredienti, che non hanno alcun valore nutrizionale e che non sono del tutto innocui come si potrebbe facilmente credere. Sebbene per alcuni non sia ancora stata provata la tossicità (mentre per altri è un dato di fatto) non si ha nemmeno la certezza che nel tempo e in quantità significative si rivelino nocivi per la salute. Sono classificati a seconda della funzione, il loro impiego è regolamentato a livello nazionale e comunitario e in etichetta sono identificati da una lettera e un numero. La lettera “E” significa che l’additivo è permesso in tutti i paesi dell’Unione Europea; il numero ne definisce la categoria di appartenenza. Vediamoli in dettaglio, così da conoscerli e di conseguenza di evitare di acquistarli o almeno di essere consapevoli dei rischi che comportano in tema di benessere.

Coloranti. Da E100 a E199. Donano agli alimenti una colorazione che li rende più appetibili e accattivanti poiché ne migliora significativamente l’aspetto. Ecco perché sono usati in particolare in caramelle, dolciumi, snack, bibite gassate, le cui cromie vivaci e “golose” attraggono i bambini come calamite. Attenzione però, sono proprio gli junior il loro bersaglio privilegiato: causano iperattività e mancanza di concentrazione nei più piccoli (una dicitura che spesso compare per esteso in etichetta). Quelli gialli (E102, E110), sono poi controindicati per gli allergici all’acido acetilsalicilico e agli asmatici. Conservanti. Da E 200 a E210. Impediscono lo svi-

luppo di batteri, lieviti e muffe rallentando il processo di deterioramento degli alimenti e protraendone i tempi di conservazione. Alcuni sono sospetti: E210, E211 e da E212 a E217. Inoltre, l’E220 indica l’anidride solforosa che è tossica.

Antiossidanti. Da E300 a E322. Evitano l’ossidazione dei cibi impedendo che il colore cambi o scurisca e che i grassi si ossidino, irrancidendosi. Si trovano nei prodotti da forno, cereali, biscotti e merendine. L’acido L-ascorbico (E300, E304) non è tossico ma può avere un effetto lassativo; il butilidrossianisolo (E320), distrugge la vitamina D, aumenta i livelli di colesterolo e causa al98

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016


che altrimenti tenderebbero a separarsi. L’acido alginico, gli arginati (da E400 a E405) e le carragenine (E406 E407) utilizzati soprattutto nelle salse per renderle cremose, possono provocare reazioni allergiche e in grandi quantità alterare il metabolismo. Sorbitolo e mannitolo (E420 ed E421), sono responsabili di problemi allo stomaco. Mono e digliceridi degli acidi grassi (E471) contenuti spesso in merendine e biscotti vengono riconosciuti e utilizzati dall’organismo al pari dei grassi.

Sali e agenti lievitanti, vanno da E500 a 585.

Non sono segnalate sostanze pericolose, salvo la raccomandazione di fare attenzione al contenuto di sale degli alimenti (soprattutto quelli conservati), che pesa significativamente sulla quantità quotidiana di sale consigliata dagli esperti.

lergie; la lecitina di soia (E322), in sé non è tossica ma favorisce la metabolizzazione e il trasporto degli acidi grassi dal fegato alla periferia e in dosi elevate può causare malassorbimento intestinale.

Correttori di acidità. Da E325 a E385.

Apportano all’alimento un gusto acidulo. L’E330 è tossico, da E338 a E341 sono sospetti.

Addensanti, emulsionanti, gelificanti e stabilizzanti. Da E400 a E495.

tutti, il più noto: il glutammato monosodico (MSG o estratto di lievito) ovvero E620 ed E621. Rafforza il gusto degli alimenti e viene usato in dadi per brodo, salse, snack salati, piatti pronti, patatine. Causa mal di testa, squilibri ormonali, obesità e danni celebrali.

Dolcificanti artificiali o sintetici ed edulcoranti. Da E950 a

E967. Provocano principalmente problemi intestinali:. Alcuni poi sono potenzialmente cancerogeni: l’aspartame E951 rilascia metanolo e formaldeide, causa di tumori celebrali e leucemie; l’acesulfame-K non è metabolizzato dall’organismo e sembra favorire l’insorgere del cancro. ▲

Migliorano la consistenza del cibo e ottimizzano l’aggregazione degli ingredienti

Esaltatori del gusto. Da E600 a E640. Uno tra

N°9 SETTEMBRE 2016

|

DAILYLUXURY

|

99


FOOD

Accanto, un ricco corollario di additivi, tra i più comuni e diffusi, presenti nei cibi che consumiamo abitualmente la cui azione dannosa, proprio perché spesso li troviamo sulle nostre tavole, viene sottovalutata.

Nitrati (E429, E250) e Nitriti (E251, E252) sono conservanti utilizzati nei salumi, negli insaccati e nelle carni lavorate per impedire lo sviluppo di un batterio, il Clostridium botulinum, il botulino, una tossina mortale. Inoltre ne mantengono vivace il colore e ne migliorano il sapore. I nitrati in piccole dosi non sono dannosi; i nitriti, al contrario, legandosi alle ammine presenti in altri cibi formano le nitrosammine, considerate potenzialmente cancerogene (cervello, pancreas e colon). I Solfiti (da E 220 a E227), vengono aggiunti alla frutta secca e al vino per evitarne la fermentazione e l’imbrunimento naturale. Sono irritanti per l’esofago, provocano reazioni allergiche e distruggono la vitamina B1, fondamentale per il sistema nervoso. Per questo possono favorire l’iperattivismo infantile. I Polifosfati (E450) si trovano negli insaccati cotti e nei formaggi fusi. Possono essere all’origine di problemi digestivi. Inoltre, forniscono all’organismo un elevato quantitativo di fosforo che, per poter essere eliminato, deve legarsi ad atomi di calcio. Il che si traduce in una perdita di calcio a scapito di ossa e denti.

100

|

DAILYLUXURY

|

N°9 SETTEMBRE 2016

Infine, ricordiamo che oli e grassi idrogenati e non idrogenati presenti nei prodotti da forno, negli snack e nei surgelati, olio di palma in primis, subiscono un processo chimico che ne modifica la natura e li rende capaci di alterare il livello di colesterolo, di influenzare la pressione, di indebolire i vasi sanguigni aprendo la strada a dislipidemie e patologie cardio-vascolari. La soluzione? La prossima volta che andiamo al supermarket, acquistare il più possibile cibi biologici e freschi, privilegiando frutta e verdure fresche, possibilmente “bio” e a km zero, e alimenti non processati industrialmente o preconfezionati o, peggio ancora precotti. Altra strategia vincente riscoprire le ricette della cucina tradizionale avvalendosi di ingredienti di qualità, poco trattati, cucinati in modo semplice e leggero senza aggiunte di condimenti, salse, topping e intingoli, ricchi di grassi, zuccheri e ingredienti artificiali. ■


EDIZIONE CARTACEA

EDIZIONE DIGITALE

EDIZIONE CARTACEA

EDIZIONE DIGITALE

SCEGLI IL TUO ABBONAMENTO ABBONARSI A DAILY LUXURY SIGNIFICA IMMERGERSI PER 365 GIORNI NELL’UNIVERSO-MERAVIGLIA DEL LUSSO-BELLEZZA. PUOI SCEGLIERE DI ABBONARTI ALLA RIVISTA CARTACEA, ALL’EDIZIONE DIGITALE (SCARICABILE SIA DA IPAD SIA DAL TUO COMPUTER) O A TUTTE E DUE.

EDIZIONE CARTACEA

14€

30€

20€

ALL’ANNO

EDIZIONE CARTACEA

EDIZIONE DIGITALE

ALL’ANNO

EDIZIONE DIGITALE

VISITA LA PAGINA WWW.DAILYLUXURY.IT/ABBONAMENTO PER SCOPRIRE TUTTE LE OFFERTE DISPONIBILI SCARICA L’APP GRATUITA PUOI PAGARE CON: CARTA DI CREDITO • PAYPAL BONIFICO BANCARIO • BOLLETTINO POSTALE

ALL’ANNO

WWW.DAILYLUXURY.IT SCEGLI IL TUO DISPOSITIVO

SCEGLI TRA I NOSTRI CANALI DAILY LUXURY. LA BELLEZZA È LUSSO QUOTIDIANO... ON-LINE


DAILY LUXURY • n.9 settembre 2016  

Tax Free • Nella… goccia di Cannes

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you