Page 1

ATTENZIONE: Web Reputation

Personal brand

Greta Rosalia Procentese - Marketing Account and Brand Management

GRETA

Come cambiare la propria immagine?

I segreti per comunicare al meglio

Strategie

per entrare nel mondo del lavoro!


sommario Background Target Competitors Obiettivi Strategie 11

1 - PRESENTARSI AL PUBBLICO DI RIFERIMENTO

11

Creazione immagine coordinata

11 13 14

Marchio personale Carta intestata E-mail personalizzata

15

Strumenti di presentazione

15 16 17 19 20

CV CV creativo Video CV Lettera motivazionale Postcard digitale

22

Canali di presentazione

22 23 25

Mailing-list - Database Portali offerte di lavoro Partecipazione a contest per assunzioni

26

Social network dedicati al mondo del lavoro

26 27 27 28

LinkedIn Jobyourlife Withandwithin Behance

29

2 - COMUNICARSI AL MEGLIO

30 32

Identità unica Importanza della parola

32 33 33

Corso di dizione I speak english Havlo español

34

Sei come ti vesti?

34

Attenzione allo stile

35

Contatti = infinite possibilità

35 35 36

Relazioni interpersonali Analisi contatti Partecipazione a eventi

1 3 5 8 9


37 38 38

3 - WEB REPUTATION Importanza dei social Restyling presenza social

39 40 42 42 43 43

Facebook Twitter Google+ LinkedIn Instagram Foursquare

44

Aggregatori Social Network

44

Hoot Suite

45

Nuovi canali di comunicazione

45 46

Creazina Glamour - Fashion Angel

47 48

49

50 50 50 50 51 51

52 52

53

4 - BLOG Restyling Contenuti

Interazione Twitter Pagina Facebook Pinterest Creazina Glamour

Organizzazione Timing e media planning

5 - COMPETENZE BRAND

54 54 54

Aggiornamento Condivisione Organizzazione personale

54 54

Timing - To do list Cashflow

55

Proposta alternativa

55

The Big Brand Theory

56 57

6 - GRAFICA Competenze specifiche

57

Corso di alta formazione - Web Design

57

LogoLab


BACKGORUND

G

reta Rosalia Procentese nasce a Napoli nel 1992. Dopo la maturità scientifica, seguendo la sua grande passione, si iscrive al corso universitario in Design per la Moda, facoltà di Architettura della SUN. Durante l’anno accademico, ha l’opportunità di partecipare all’organizzazione di alcuni progetti, grazie ai quali entra in contatto con i meccanismi del back end moda, da cui è fortemente attratta. Da queste premesse, intuisce, pensando al futuro professionale, di non voler partecipare al settore moda nella parte stilistica, ma di volersi occupare degli aspetti che rendono un brand tale, con le scelte di marketing e comunicazione. A conoscenza dello IED, decide di provare il concorso “Un creativo al giorno”, per il tema “Io sono qui” Greta presenta un progetto con protagonista la sua città natale. Vince la borsa di studio per il corso in Marketing Account and Brand Management, trasferendosi a Roma nell’ ottobre 2011. Questa decisione è supportata dall’idea che per un futuro

professionale le possa essere più idonea una preparazione approfondita sulle tematiche di brand e marketing, da utilizzare poi nella sfera moda. Durante il primo anno allo IED, per il corso di Digital Media ha l’opportunità di aprire un blog, www. boxalchemy.com, incentrato sempre sul fashion, Greta ne descrive news, eventi, collaborazioni, le novità che ruotano attorno al mondo della moda, spiegando tali fenomeni. Nei tre anni ha sempre avuto un grande impegno negli studi, appassionata a ogni materia trattata viste come opportunità per accrescere le proprie competenze nel settore, curiosa e volenterosa di poter attingere il più possibile da quanto le viene offerto. Con l’obbligo dello IED di ottenere un riconoscimento per la lingua inglese decide di trascorrere l’estate 2013 a Londra, dove segue un corso di lin1


gua e ha l’opportunità di lavorare con uno stage alla KBM Train & Recruitment, azienda internazionale che si occupa di account e formazione. Impiegata all’interno dell’ufficio marketing, ha la possibilità di applicare nel concreto le conoscenze studiate allo IED. Questa esperienza rappresenta un momento determinante per Greta, ottenendo ottimi riscontri, pronta ad applicare nel pratico le competenze acquisite. Attualmente segue il terzo e conclusivo anno allo IED, già impegnata con il progetto di tesi. Per la scelta della case history da trattare, Greta approfitta dell’occasione, per utilizzare le conoscenze apprese nel triennio all’ambito moda, cimentandosi in quello che spera sia il suo lavoro. In contatto con un’azienda napoletana di borse, la Big Bubble Bags, a conoscenza delle potenzialità del brand ma di alcune problematiche strategiche, presenta a tale azienda la richiesta di effettuare una tesi progettuale per il re-branding e rilancio della BBB, progetto di cui si sta occupando. Recentemente ha intrapreso una nuova collaborazione, curando la sezione moda del webzine Creazina, con reportage di eventi e progetti legati al fashion in Roma. Grazie al docente IED Franco Zeri, Greta si sta cimentando anche in un progetto di grafica e comunicazione, questa rappresenta un’ottima opportunità lavorativa e di crescita professionale. Fin da quando seguiva il corso in Design per la Moda, Greta si è interessata alla grafica, vista come un’opportunità per arricchire le proprie competenze unendole con quelle già apprese, è prossima a seguire il corso IED di Alta Formazione in Web Design.

2


Considerando l’obiettivo di Greta, una volta terminato il percorso di studi allo IED, di inserirsi nel settore professionale legato al fashion marketing, ne consegue che il target a cui rivolgersi sarà delineato da chi consente la realizzazione di tale obiettivo; pertanto il pubblico viene suddiviso in quattro categorie a seconda del ruolo occupato per avviare Greta alla sfera professionale. Diretto, rappresenta il pubblico obiettivo, diretto interessato del prodotto/servizio offerto, il target specifico a cui indirizzarsi in considerazione degli obiettivi prefissati. Nel concreto, per Greta risulta composto da: aziende leader nel settore moda con all’interno uffici marketing e comunicazione; nuove startup, giovani designer emergenti con il bisogno di applicare nuove strategie comunicative per emergere nel mercato in cui operano; redazioni di magazine e webzine, che fanno della comunicazione moda il loro focus principale; showroom e uffici di comunicazione, che lavorano come agenzie indipendenti per promuovere i brand di moda con cui collaborano, scegliendo le strategie comunicative più efficaci per la pubblicità dei loro clienti. Per arrivare a lavorare in una di queste aziende il target primario di Greta consiste nei loro Uffici Risorse Umane, cioè quegli uffici all’interno di ogni brand che hanno il compito di selezionare nuovi candidati per le assunzioni, analizzandone i CV e curandone i colloqui.

Indiretto, è composto dal target che ha il ruolo d’intermediario per il raggiungimento dell’obiettivo prefissato. In questo caso ne fanno parte: Placement IED, organizzazione interna all’Istituto che, in contatto con le aziende, risponde alle loro richieste lavorative proponendo gli studenti più idonei a tali incarichi; docenti IED, professionisti del settore, che possono ricevere richieste dai loro contatti professionali per nuovi impiegati, anche in questo caso proponendo gli studenti più idonei; contatti personali di Greta, che già lavorando nel settore d’interesse, a conoscenza di possibili offerte lavorative possono proporla come adatta a tali occupazioni professionali. Complementare, il pubblico che con la propria opinione ha il potere di influenzare le scelte del target diretto. A differenza del target indiretto, non ha il ruolo d’intermediario necessario per il dialogo tra Greta e il suo target obiettivo, ma viene consultato dal target diretto per conoscerne il parere, considerato come una voce influente sull’argomento. Nello specifico, s’inseriscono in tale categoria: docenti IED, consigliati in un secondo momento dalle aziende, che richiedono un’opinione sulle competenze e adeguatezza per il ruolo professionale a cui Greta è candidata; contatti personali, qualora Greta decidesse di proporsi per un impiego, l’azienda potrebbe informarsi sulla sua preparazione e predisposizione a tale lavoro dai contatti reciproci, quin-

3


di non solo docenti IED, ma anche persone che già lavorano per tale brand o in contatto con gli uffici risorse umane, che curiosi di ottenere informazioni più dettagliate possono sfruttare tali conoscenze. Follower, la massa critica, cioè gli appassionati del settore, che con il loro parere possono influenzare le scelte dei brand a seconda del riscontro positivo o meno ottenuto nei confronti del loro gusto. Anche se Greta aspira a una posizione lavorativa back office, tenendo in considerazione l’importanza del web e della presenza online, sia per Greta nello specifico, sia per le aziende in cui desidera lavorare, che fanno dell’ottima comunicazione online un requisito necessario e indispensabile del loro lavoro, questa caratteristica viene analizzata anche in fase di recruitment nella scelta di nuovi impiegati, vedendo quanto siano predisposti a tale comunicazione e come l’applicano personalmente, per poi curare professionalmente quella del brand.

DIRETTO

COMPLEMENTARE

Aziende leader nel settore Nuove startup Redazioni magazine e webzine Showroom Uffici di comunicazione

Docenti IED Contatti personali Follower

Placement IED Docenti IED Contatti personali

INDIRETTO 4

Alternativo, questo segmento rappresenta il pubblico a cui indirizzare il prodotto/servizio in maniera alternativa rispetto a quella pensata per il target diretto. In questo caso, considerando che Greta ha effettuato studi in Marketing Account and Brand Management, ha quindi le competenze adatte per seguire progetti di brand per qualsiasi settore, non limitandosi al fashion a cui è appassionata, ma dedicandosi ad aziende diversificate, curando progetti come libera professionista. Inoltre, ricordando la passione per la grafica e i lavori che già sta intraprendendo in tale direzione, è interessante considerare delle consulenze, potendo unire le conoscenze teoriche di brand a quelle più pratiche di programmi grafici, riuscendo a rappresentare visivamente valori e suggestioni di un brand.

WHO? Piccole-medie aziende o startup Progetti grafici

ALTERNATIVO


Competitors Nella definizione dei competitors, risulta utile dividerli in due categorie: i diretti, rappresentati dagli studenti di Fashion Marketing e Communication, che hanno già manifestato la volontà di dedicarsi a tale specifica sfera; come competitors indiretti, gli studenti che affrontano un percorso di studi in marketing e comunicazione, e che a seconda delle potenziali offerte lavorative e delle loro inclinazioni, possono scegliere o meno di indirizzarsi al settore moda. Al fine di facilitare la comprensione di tali categorie, risulta efficace descrive i differenti piani di studi, comprendendo quindi le specifiche abilità ottenuti durante il periodo formativo. COMPETITORS DIRETTI: Bocconi: Economia e Management di arte, cultura e comunicazione Il corso affianca alle basi economico-aziendali, insegnamenti di tipo umanistico. Il taglio del corso s’indirizza ai settori artistici [musei, teatri, case d’asta], culturali [editoria, musica, televisione], creativi [moda, design, comunicazione, sviluppo urbano], con uno spiccato interesse per la varietà di culture e di linguaggi espressivi. Il piano di studi ha l’obiettivo di sviluppare lo spirito critico e la capacità di ascolto, oltre a fornire strumenti e modelli gestionali. IED: Fashion Marketing e Communication Il corso ha l’obiettivo di preparare gli studenti ad affrontare efficacemente un percorso di progettazione nei settori marketing e comunicazione per la moda, con focus differenti tra il marketing e la comunicazione. Nel primo caso, analizzando mercato, tendenze ed evoluzioni dei brand e dei nuovi designers, guidando l’azienda a rapportarsi con il pubblico di riferimento, definendo strategie efficaci per comunicare identità e valori del brand. Nel secondo caso, un focus specifico sulla comunicazione, campagne pubblicitarie, i rapporti con i media e le relazioni con gli operatori del settore, l’organizzazione di eventi e sfilate, pubbliche relazioni e la creazione di piani per il lancio di prodotti, designers, fashion brand.

5


IED: Fashion Marketing Il corso è strutturato per formare figure professionali, che posseggano le abilità per intraprendere la lettura e l’interpretazione del macroscenario economico, di valutarne i punti di forza, di segmentare e monitorare il mercato, per poi guidare un’azienda e il suo rapporto con il pubblico, organizzando le attività di produzione, di lancio, di comunicazione e di distribuzione delle collezioni. Marangoni: Fashion Business Il corso ha lo scopo di formare professionisti esperti nei differenti ambiti a cui appartengono le aziende dell’industria della moda. Il focus del corso è incentrato sulle tecniche di gestione aziendale e marketing, le tecniche di vendita e di commercializzazione, per poi affrontare sia gli aspetti più tecnici di budget e pianificazione interna, sia le strategie comunicative più efficaci per la promozione di un brand. Polimoda: Business of Fashion Business of Fashion scommette sulla creazione di un esperto nella moda pronto a essere coinvolto in tutte le possibili attività di marketing, management e

6

branding. L’obiettivo è di formare una figura completa, con basi di business e marketing, legate alla comunicazione e promozione di un brand, con le capacità di art directing, abile nel creare tendenze e costruire forti identità di marca. Polimoda: Fashion Product Design Il corso ha l’obiettivo di formare figure professionali esperte in ogni ambito interno al settore moda: dalla ricerca alla programmazione, alla pianificazione e alla produzione delle collezioni, dalle attività di marketing all’internazionalizzazione, dalla commercializzazione al merchandising, dalla logistica alla supply chain. Un professionista esperto di moda, che guarda al futuro, preparato sui cambiamenti tecnologici, capace di coniugare creatività e management, business e mondo del web [e-commerce, m-commerce, infocommerce]. Polimoda: Fashion Communication Il corso ha l’obiettivo di formare figure professionali specializzate, in grado di affrontare con strumenti idonei i nuovi scenari e approcciare i diversi ambiti di un

progetto di costruzione e comunicazione strategica del brand, in modo innovativo ed evoluto. Il piano di studi è incentrato sull’insieme degli elementi necessari per la costruzione di una marca, dell’identità e dell’immagine. Agli studenti viene offerto un percorso basato su marketing e brand, sulle problematiche della comunicazione contemporanea, sull’organizzazione e gestione aziendale e su tutti gli aspetti legati alla comunicazione istituzionale, sulla pubblicità, la digital communication e tutti i nuovi strumenti di comunicazione. Per tutti i corsi sopraelencati, a esclusione di quello tenuto dalla Bocconi, si può notare che incentrano i programmi formativi esclusivamente al mondo del fashion, ciò può rappresentare un valore aggiunto in quanto gli studenti hanno già approfondito le dinamiche del settore in cui intendono inserirsi, d’altro canto, la formazione di Greta tocca basi più ampie, non limitandosi alla conoscenza di una specifica area, ma in grado di applicare le conoscenze di brand e marketing a differenti campi, mostrandone una padronanza e abilità applicativa maggiore.


COMPETITORS INDIRETTI: IED: Marketing Account and Brand Management Gli studenti che seguono in una delle sedi IED lo stesso corso di Greta, hanno ottenuto la stessa formazione, considerando che il loro primario interesse sia il brand, possono scegliere di lavorare per qualsiasi tipo d’azienda, ricordando l’utilità della materia d’interesse. Per questo motivo, nel selezionare le aziende a cui rivolgersi per candidarsi a posizioni lavorative, possono scegliere anche il settore moda, proprio perché con competenze adeguate a trattare progetti di qualsiasi area. Scienze della Comunicazione Il corso offre agli studenti un’accurata preparazione negli ambiti della comunicazione di massa, sociologia e antropologia, con focus sui media, dai più comuni ormai utilizzati abitualmente, al web e social networking e i potenziali new media. I programmi cambiano a seconda della facoltà in cui si segue tale corso, scegliendo focus differenti nicazione d’impresa. Il corso di scienze della comunicazione è presente all’interno dell’offerta formativa sia delle Università statali sia private, come IULM o LUMSA. Chi ha frequentato tale corso, a seconda dell’ambito d’interesse sceglie a quale settore dedicarsi, quindi se appassionati di moda, vorranno lavorare in tale campo, costituendo dei competitors per Greta.

Economia e Management I corsi in economia e management proposti dai differenti atenei sono incentrati sugli aspetti economici e organizzativi per la gestione di un’azienda, la pianificazione di budget e costi, le leggi per tutelare un’impresa con un forte ascendente dato dall’indirizzo economico. Molti studenti hanno potuto scegliere tale corso universitario perché non certi sulle proprie ambizioni professionali, e una volta ottenuta la laurea indirizzarsi al settore d’interesse, potendo occupare all’interno di un’azienda ruoli amministrativi e gestionali. Come considerazioni sui competitor indiretti bisogna notare che gli iscritti allo stesso corso IED di Greta, al momento dell’iscrizione all’Istituto, potevano scegliere di frequentare il corso in Fashion Marketing, e che la scelta di non indirizzarsi al settore moda, fa intuire che non siano interessati a tale ambiente professionale, non costituendo reali competitors per Greta. Per gli studenti di Scienze della Comunicazione o di Economia e Management, la differenza è nella tipologia del piano di studi offerto, il plus dello IED è di affiancare alla parte teorica di ogni esame la preparazione di un progetto pratico che avvicini gli studenti alle reali richieste lavorative, ciò porta Greta a essere molto più competente sulle reali richieste, progettuali e professionali, rispetto a tali studenti.

7


obiettivi 8

- creazione di un piano di personal brand finalizzato alla promozione verso il mondo professionale legato al fashion; - focus sui canali online; - proposte creative;


Strategie

9


I S R A T N O O E C S I E L T R B N P B E U M P I L R E A F I R DI

1

L’impressione data a un primo incontro è essenziale per l’idea che si trasmette di sé. Ciò non si limita solo ai contatti face to face, ma a qualsiasi circostanza in cui s’interagisce con un’altra persona. Soffermandosi alla sfera professionale, è importante riuscire a comunicare fin da subito un’immagine coerente con la figura lavorativa a cui si ambisce. Risulta quindi essenziale curare tutti i device personali che hanno il compito di fare da tramite e rappresentare Greta alle aziende a cui si rivolge.

10


Creazione immagine coordinata Al fine di presentarsi come professionista che pone attenzione e cura alla propria comunicazione, coerentemente con l’ambito di riferimento in cui s’intende operare, è opportuno concentrarsi non solo sui rapporti face to face, ma anche agli strumenti scelti per veicolare un’identità unica e coerente con il soggetto. Ciò ha l’intento di trasmettere l’attenzione di Greta rivolta a ogni estensione del sé, e rappresenterà anche un supporto visivo per le aziende a favore della memorizzazione e distinzione da altri candidati. Il marchio personale, è uno strumento che rappresenta Greta, creando un filo conduttore tra tutti gli elementi di presentazione, conferendo un’impronta e un’identità unica, con l’intento di creare un forte collegamento, identificandola visivamente.

MARCHIO PERSONALE

La creazione di un marchio personale, si rivela una strategia efficace, così da avere un elemento identificatore, per rendere visibili caratteristiche intrinseche del soggetto, riuscendo a trasmetterne l’essenza e favorendone la memorizzazione. Il focus creativo è indirizzato alla creazione di un marchio che sia coerente anche con l’ambiente professionale in cui Greta intende inserirsi, quale il fashion, riuscendo a rappresentare Greta con caratteristiche appartenenti a tale mondo, così da creare un’immagine adatta alla realizzazione del suo obiettivo. Nel pratico per l’ideazione del marchio si predilige una forma che permette l’unione di linee rette con altre curve, così da trasmettere sia l’accuratezza di Greta ma anche la capacità di dedicarsi a molteplici progetti, allo stesso modo, rigore e leggerezza, entrambe caratteristiche personali. Considerando che un marchio, se composto dal solo simbolo, può non ricollegare a pieno al soggetto a cui si riferisce, e tenendo presente che nel caso specifico, Greta si sta immettendo nel mondo professionale in cui non è ancora affermata o conosciuta, si rischierebbe di creare un marchio che non riesca ad associarsi a pieno alla sua persona. Per tale considerazione si suggerisce di prediligere il lettering a elementi grafici stilistici, così da creare un collegamento più forte e facilmente identificabile. Il nome completo, Greta Rosalia Procentese, risulta essere troppo lungo, rischiando di non essere leggibile in riduzioni di scala del marchio o non aiutare il pubblico nella memorizzazione visiva, perché troppo complesso. Ne deriva la scelta di utilizzare un’abbreviazione composta dalle tre iniziali dei nomi, GRP, per la creazione del marchio, così da creare un elemento smart, riducibile in scala e facile alla lettura. 11


È importante realizzare un marchio concluso nella sua forma, identificabile, adattabile e leggibile su ogni superficie in cui è applicato, sia per colori sia per profilo, così da non diminuirne la potenzialità a causa delle marcature a cui è associato. Attualmente, Greta si è cimentata nella creazione di un prototipo, in attesa di consultare un designer per la realizzazione finale di tale progetto. Il marchio creato è composto dalle tre iniziali, GRP, realizzate da una font creata appositamente, che permette l’unione delle tre lettere come un nastro che le collega tra loro in un unico flusso, riuscendo a trasmettere gli input prefissi precedentemente. Il marchio si dimostra serio e professionale, come un timbro, finito e concluso nella sua forma. Per i colori, si sceglie di giocare maggiormente con l’universo professionale a cui Greta vuole indirizzarsi, trasmettendo eleganza e sobrietà. Come tonalità cromatica si è deciso il grigio perla, colore che riesce a rappresentare le caratteristiche sopracitate. Un colore essenziale e sobrio, che ben si combina con lo spessore del marchio rendendolo leggero. Si è pensato a tale colore, in quanto il nome Greta in latino significa proprio perla. Un altro intento, soddisfatto dalla tonalità scelta, è di riuscire a creare un marchio che ben si adattasse anche per il futuro, senza rifarsi a un colore che la possa identificare solo in un periodo connesso all’età e ai gusti del momento. Nello specifico la tonalità scelta è Pantone 427 C. Analizzando i contatti di Greta, si presuppone che possa fare affidamento ad alcuni designer e grafici di sua conoscenza per avere un parere critico sul progetto e procedere con la versione definitiva, senza pagare un professionista.

12


Carta intestata Greta Rosalia Pr ocentese Corso Trieste 17 5 00198 - Roma Mobile 338253 0821 gretaprocentes e@gmail.com

Una volta creato un marchio personale, è importante declinarlo in tutte le marcature che fanno da tramite per la propria comunicazione. Considerando che nella maggior parte dei casi per le proposte professionali, si avranno in precedenza contatti telematici e poi di persona, risulta sufficiente utilizzare come strumento di presentazione la carta intestata, senza soffermarsi sulla busta da lettere, quasi inutilizzata, e scegliendo strategie differenti per il biglietto da visita [successivamente analizzate]. La carta da lettere viene sfruttata in molteplici situazioni, soffermandosi agli incontri lavorativi, è utilizzata sia per i documenti inviati via e-mail, quali CV e lettera motivazionale, sia per i successivi colloqui face to face, in cui può essere ripresentato il CV. Inoltre, una volta creata la propria carta intestata, è utile adottarla anche per i propri documenti di lavoro, soprattutto per collaborazioni indipendenti, in cui si mette in risalto chi ha svolto il progetto. Adottare carta intestata, come base per il proprio curriculum e per i successivi documenti professionali, descrive l’attenzione posta nel mostrare sempre la propria immagine con cura e forte identità. Tale scelta di utilizzare carta intestata, non solo è uno strumento per aumentare la percezione di Greta nei confronti del pubblico a cui è indirizzato il documento, ma anche un mezzo per facilitarne la comunicazione. Infatti, l’intestazione contiene le principali informazioni per i contatti, quale nome, indirizzo fiscale e domicilio, numero telefonico e indirizzo e-mail. Greta sceglie di utilizzare come font Calibri, che già usa prevalentemente, una font senza grazie, in tonalità grigia 65%. Si sceglie di differire la prima pagina dalle successive, inserendo tutti i dati solo nell’intestazione del primo foglio, mentre in quelli a seguire inserire solo il marchio come elemento che contraddistingue il documento, senza ripetizioni inutili e informazioni superflue.

13


gretaprocentese@gmail.com

14


(agosto - settembre 2013)

(maggio 2013)

(da novembre 2012)

(novembre – dicembre 2012)

(maggio – settembre 2011)

Stage ufficio marketing

(agosto - settembre 2013)

Stage ufficio marketing

(agosto - settembre 2013)

Stage ufficio marketing

(agosto - settembre 2013)

K.B.M. Traininig & Recruinment, London

K.B.M. Traininig & Recruinment, London

K.B.M. Traininig & Recruinment, London

▪ Stesura strategie contenutistiche e promozionali, presentazioni con i dirigenti

▪ Stesura strategie contenutistiche e promozionali, presentazioni con i dirigenti

▪ Stesura strategie contenutistiche e promozionali, presentazioni con i dirigenti

Attività o settore Account, consulenza aziendale, formazione

Attività o settore Account, consulenza aziendale, formazione

Attività o settore Account, consulenza aziendale, formazione

Organizzazione mostra Dreamland

(maggio 2013)

Organizzazione mostra Dreamland

(maggio 2013)

Notte dei Musei 2013, Roma

Notte dei Musei 2013, Roma

▪ Organizzazione delle attività dell’evento, fase promozionale e rapporto con il pubblico

▪ Organizzazione delle attività dell’evento, fase promozionale e rapporto con il pubblico

▪ Organizzazione delle attività dell’evento, fase promozionale e rapporto con il pubblico

Attività o settore Mostra Design

Attività o settore Mostra Design

Attività o settore Mostra Design

Consulenza marketing

(da novembre 2012)

Consulenza marketing

(da novembre 2012)

K.B.M. Traininig & Recruinment, London ▪ Stesura strategie contenutistiche e promozionali, presentazioni con i dirigenti Attività o settore Account, consulenza aziendale, formazione

Organizzazione mostra Dreamland

Notte dei Musei 2013, Roma

Stage ufficio marketing

(maggio 2013)

Organizzazione mostra Dreamland Notte dei Musei 2013, Roma ▪ Organizzazione delle attività dell’evento, fase promozionale e rapporto con il pubblico Attività o settore Mostra Design

Consulenza marketing

(da novembre 2012)

Consulenza marketing

Albero Delfino, Marina di Camerota (SA) www.albergo-delifno.com

Albero Delfino, Marina di Camerota (SA) www.albergo-delifno.com

Albero Delfino, Marina di Camerota (SA) www.albergo-delifno.com

Albero Delfino, Marina di Camerota (SA) www.albergo-delifno.com

▪ Consulenza per rebranding, restyling web site, proposta nuove strategie

▪ Consulenza per rebranding, restyling web site, proposta nuove strategie

▪ Consulenza per rebranding, restyling web site, proposta nuove strategie

▪ Consulenza per rebranding, restyling web site, proposta nuove strategie

Attività o settore Struttura alberghiera

Attività o settore Struttura alberghiera

Attività o settore Struttura alberghiera

Creazione corporate image

(novembre – dicembre 2012)

Creazione corporate image

(novembre – dicembre 2012)

26° I.C. Imbriani – De Liguori, Napoli

26° I.C. Imbriani – De Liguori, Napoli

26° I.C. Imbriani – De Liguori, Napoli

▪ Creazione marchio per manifestazione finale P.O.N.

▪ Creazione marchio per manifestazione finale P.O.N.

▪ Creazione marchio per manifestazione finale P.O.N.

Attività o settore Pubblica Istruzione

Attività o settore Pubblica Istruzione

Attività o settore Pubblica Istruzione

Collaborazione allestimento

(maggio – settembre 2011)

Collaborazione allestimento

(maggio – settembre 2011)

Attività o settore Struttura alberghiera

Creazione corporate image

(novembre – dicembre 2012)

Creazione corporate image 26° I.C. Imbriani – De Liguori, Napoli ▪ Creazione marchio per manifestazione finale P.O.N. Attività o settore Pubblica Istruzione

Collaborazione allestimento

(maggio – settembre 2011)

Collaborazione allestimento

Festival Ravello, Mostra “More Craft More Design” a cura di Claudio Gambardella

Festival Ravello, Mostra “More Craft More Design” a cura di Claudio Gambardella

Festival Ravello, Mostra “More Craft More Design” a cura di Claudio Gambardella

Festival Ravello, Mostra “More Craft More Design” a cura di Claudio Gambardella

▪ Catalogazione e allestimento articoli in mostra

▪ Catalogazione e allestimento articoli in mostra

▪ Catalogazione e allestimento articoli in mostra

▪ Catalogazione e allestimento articoli in mostra

Attività o settore Mostra design

Attività o settore Mostra design

Attività o settore Mostra design

Attività o settore Mostra design

Pagina 1 / 3

Pagina 1 / 3

Pagina 1 / 3

Pagina 1 / 3

Strumenti di presentazione

Gli strumenti di presentazione costituiscono i device utilizzati da Greta per presentarsi al pubblico di riferimento, ovvero tutti quei canali che ne consentono la promozione per incarichi professionali, mostrandone le qualità, la formazione e l’adeguatezza per una specifica offerta lavorativa.

Il curriculum è lo strumento più utilizzato per presentarsi alle aziende, elemento indispensabile per candidarsi a una posizione lavorativa. Il CV è diviso in più parti, descrivendo i progetti lavorativi già realizzati, la formazione e le skills personali. Nella descrizione delle varie voci, oltre a riuscire a spiegare al meglio il background professionale e formativo di Greta, è consigliabile prestare grande attenzione all’area delle skills personali, in cui si mettono in risalto le sue caratteristiche, passioni e inclinazioni, elementi che possono far prediligere un candidato a un altro, favorendone la successiva assunzione. Si preferisce presentare il formato europeo, accettato da tutte le aziende e conforme con le attuali richieste. Tale modello risulta utile poiché nella prima parte, dedicata alle informazioni personali, ha già i campi precompilati per l’indirizzo e-mail, sito internet o blog personale e contatto Skype, tutti canali utili per entrare maggiormente in contatto con Greta. Nella compilazione di tale CV va posta grande attenzione alla lingua italiana, così da non essere scremati per futili refusi. Al fine di ottimizzare tale Greta Rosalia  Procentese   Corso  Trieste,  175     00198  -­‐  Roma   Cell.  3382530821   gretaprocentese@gmail.com   INFORMAZIONI PERSONALI

                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Greta Rosalia Procentese

Greta Rosalia  Procentese   Corso  Trieste,  175     00198  -­‐  Roma   Cell.  3382530821   gretaprocentese@gmail.com   INFORMAZIONI PERSONALI

Corso Trieste, 175, 00198, Roma, Italia Via Piazzolla, 18, 80141, Napoli, Italia 3382530821 0817513957

(settembre 2013)

(agosto - settembre 2013)

Greta Rosalia Procentese

Per tale CV verrà utilizzata la carta intestata già precedentemente descritta, per conferire dettagli personalizzati. Greta sceglie di utilizzare i colori preimpostati nelle voci delle macrocategorie così da abbinarli alle icone dell’intestazione tutte nelle tonalità di blu, mentre di utilizzare grigio al 90% per i testi, come font sceglie l’Arial Narrow, perché una font condensata e quindi con il pregio di occupare poco spazio compensando le descrizioni qualora fossero ben articolate.

CV Greta Rosalia  Procentese   Corso  Trieste,  175     00198  -­‐  Roma   Cell.  3382530821   gretaprocentese@gmail.com   INFORMAZIONI PERSONALI

Corso Trieste, 175, 00198, Roma, Italia Via Piazzolla, 18, 80141, Napoli, Italia 3382530821 0817513957

                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Greta Rosalia Procentese

Greta Rosalia  Procentese   Corso  Trieste,  175     00198  -­‐  Roma   Cell.  3382530821   gretaprocentese@gmail.com   INFORMAZIONI PERSONALI

Corso Trieste, 175, 00198, Roma, Italia Via Piazzolla, 18, 80141, Napoli, Italia 3382530821 0817513957

gretaprocentese@gmail.com

gretaprocentese@gmail.com

gretaprocentese@gmail.com

Boxalchemy.com

Boxalchemy.com

Boxalchemy.com

Skype gretaprocentese

Skype gretaprocentese

Skype gretaprocentese

                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Greta Rosalia Procentese

Corso Trieste, 175, 00198, Roma, Italia Via Piazzolla, 18, 80141, Napoli, Italia 3382530821 0817513957 gretaprocentese@gmail.com Boxalchemy.com Skype gretaprocentese

Sesso Femminile | Data di nascita 14/05/1992 | Nazionalità Italiana

Sesso Femminile | Data di nascita 14/05/1992 | Nazionalità Italiana

Sesso Femminile | Data di nascita 14/05/1992 | Nazionalità Italiana

Sesso Femminile | Data di nascita 14/05/1992 | Nazionalità Italiana

Codice Fiscale PRCGTR92E54F839A

Codice Fiscale PRCGTR92E54F839A

Codice Fiscale PRCGTR92E54F839A

Codice Fiscale PRCGTR92E54F839A

ESPERIENZA PROFESSIONALE (da dicembre 2013)

                                                                                                                                                                                                                                                                                               

strumento bisogna aggiungere nella parte conclusiva l’autorizzazione al trattamento dei dati personali per il DL 196/2003. Per alcune professioni viene dato risalto anche all’aspetto estetico di un candidato, qualora dovesse avere rapporti con il pubblico, richiedendo di allegare una foto al CV. In questo caso Greta allega quella già scelta per l’account dell’e-mail, un’immagine che risponde alle caratteristiche di serietà e professionalità, senza essere statica ma ritraendola in maniera propositiva.

ESPERIENZA PROFESSIONALE

Writer – fashion area

(da dicembre 2013)

ESPERIENZA PROFESSIONALE

Writer – fashion area

(da dicembre 2013)

ESPERIENZA PROFESSIONALE

Writer – fashion area

(da dicembre 2013)

Writer – fashion area

Creazina

Creazina

Creazina

Creazina

▪ Stesura di articoli, con attenzione ai canoni per la scrittura online e ottimizzazione di testi per il web

▪ Stesura di articoli, con attenzione ai canoni per la scrittura online e ottimizzazione di testi per il web

▪ Stesura di articoli, con attenzione ai canoni per la scrittura online e ottimizzazione di testi per il web

▪ Stesura di articoli, con attenzione ai canoni per la scrittura online e ottimizzazione di testi per il web

Attività o settore Webzine

Attività o settore Webzine

Attività o settore Webzine

Pubbliche relazioni

(settembre 2013)

Pubbliche relazioni

(settembre 2013)

Pubbliche relazioni

Attività o settore Webzine

(settembre 2013)

Pubbliche relazioni

Roma Web Fest, Roma

Roma Web Fest, Roma

Roma Web Fest, Roma

Roma Web Fest, Roma

▪ Rapporto con il pubblico, ospiti, organizzazione

▪ Rapporto con il pubblico, ospiti, organizzazione

▪ Rapporto con il pubblico, ospiti, organizzazione

▪ Rapporto con il pubblico, ospiti, organizzazione

Attività o settore Festival audiovisivo

Attività o settore Festival audiovisivo

Attività o settore Festival audiovisivo

Attività o settore Festival audiovisivo

Stage ufficio marketing

(agosto - settembre 2013)

Stage ufficio marketing

(agosto - settembre 2013)

Stage ufficio marketing

(agosto - settembre 2013)

Stage ufficio marketing

K.B.M. Traininig & Recruinment, London

K.B.M. Traininig & Recruinment, London

K.B.M. Traininig & Recruinment, London

K.B.M. Traininig & Recruinment, London

▪ Stesura strategie contenutistiche e promozionali, presentazioni con i dirigenti

▪ Stesura strategie contenutistiche e promozionali, presentazioni con i dirigenti

▪ Stesura strategie contenutistiche e promozionali, presentazioni con i dirigenti

▪ Stesura strategie contenutistiche e promozionali, presentazioni con i dirigenti

15


CV creativo Considerando sia l’ambito professionale in cui Greta si andrà a inserire, sia gli studi da lei compiuti, utilizzare come CV solo la versione in formato europeo, potrebbe non rappresentare a pieno l’universo in cui è inserita. Infatti, già nella sua formazione ha compreso l’importanza di identificarsi e differenziarsi in maniera unica, mostrando al meglio le proprie caratteristiche. Se è vero che per alcune candidature in aziende con un assetto formale, risulta indispensabile utilizzare il CV formato europeo, perché richiesto dall’azienda stessa, nella maggioranza dei casi, si predilige creare un CV unico che riesca a rispondere a pieno alle necessità di Greta.

16

Infatti, considerando la sua volontà di inserirsi in una sfera professionale ben specifica, e la richiesta di riuscire a differenziarsi e a rendersi facilmente riconoscibile al pubblico di riferimento, risulta opportuno creare un CV creativo. Creare un CV creativo, non significa riempirlo di elementi grafici e colorati, ma creare una veste grafica utile al fine di raccogliere tutte le informazioni in maniera adeguata e funzionale, aggiungendo un design ben identificabile e con il potere di associare visivamente Greta alle aziende a cui si rivolge. Attualmente, non è stato ancora realizzato tale CV e Greta è in attesa di crearlo durante il corso

di Progettazione, con la supervisione del prof. De Masi. Andando a tracciare le linee guida per il prossimo lavoro, si propone di creare un CV che non faccia della grafica la protagonista, ma di utilizzarla come strumento di rappresentazione e abbellimento, ciò a differenza di chi si occupa di design grafico, che può sfruttare tale strumento per mettere in risalto le proprie abilità. Per Greta, invece, si richiede che tale operazione non soffochi o offuschi la descrizione delle sue competenze, ma che abbia il compito di riuscire a far spiccare il suo CV rispetto a quello degli altri candidati, con elementi rappresentativi dell’universo a cui si rivolge.


Video CV Le aziende, al fine di ottenere maggiori informazioni sui vari candidati, richiedono video curriculum per migliorare la fase di recruitment. Tramite questo strumento è possibile ricevere maggiori informazioni per giudicare l’adeguatezza di un soggetto per uno specifico incarico. I candidati grazie ai videocv hanno l’opportunità di mostrarsi a 360°, riuscendo a trasmettere maggiori informazioni personali. Ciò può rappresentare sia un’opportunità sia un rischio, facendo attenzione a mettere in risalto solo i lati positivi. Per questo motivo, la creazione di un videocv, è un momento in cui va prestata grande attenzione alla scelta dei punti da trattare, passando per il tipo di comunicazione che si vuole adottare, la scenografia, e ovviamente la qualità del filmato. Per ottimizzare al meglio tale strumento, adattandolo alle caratteristiche di Greta e al lavoro in cui si proietta, si suggerisce di non realizzare un video statico e formale, ma di riuscire a rappresentare la dinamicità e l’entusiasmo che la contraddistinguono. Non si prediligerà un filmato in cui Greta si mostra passiva di fronte alla telecamera, preferendo un dialogo in cui racconta di sé e delle caratteri-

stiche che la rendono idonea per l’incarico a cui si propone. Durante il filmato saranno messi in risalto tutti i suoi punti di forza, non essendo solo descritti a parole, ma cercando di mostrarli nel pratico, così da entrare maggiormente in empatia con lo spettatore, che riuscirà ad apprendere nel concreto le caratteristiche descritte, potendole vedere. Verrà dato risalto alle competenze linguistiche,richiesta imprescindibile dei brand e si porrà grande attenzione per cercare di non enfatizzare la cadenza napoletana. Il video avrà una durata di massimo 2 minuti, per non annoiare il pubblico confondendolo con troppe informazioni, lo scopo è incuriosirlo sulle caratteristiche di Greta. Il mood pensato è informale, per raccontare e far percepire competenze e passioni della protagonista, riuscendo a sfruttare al meglio tale strumento. Si propone di inserire musiche ed elementi grafici per accompagnare il filmato enfatizzando i momenti salienti. Per la realizzazione pratica di tale strategia si reputa utile essere seguiti da un esperto, sia per ottimizzare tempi e scelte sul copione del video, sia per la

17


postproduzione e il montaggio del file. In generale, considerando che Greta non ha precisato il desiderio di entrare in un’azienda specifica, prediligendo tutto il settore fashion, per il concept si propone di non indirizzare tale video a un brand in particolare, mettendo in risalto i punti di connessione di Greta con la sfera professionale in cui intende inserirsi, così da sfruttare tale strumento per molteplici aziende. In considerazione di quanto espresso sopra, ovvero la scelta di sfruttare tale strategia per differenti candidature professionali, si propone di caricare tale video all’interno di piattaforme specifiche, o sul blog di Greta, così le aziende non solo riceveranno il link del videocv con la sua candidatura, ma tale strumento rappresenterà un ulteriore richiamo da cui il pubblico potrà essere attratto quando entrano in contatto con la presenza online di Greta. Il blog, si rivela la piattaforma più adatta per tale intento, considerando che al suo interno è presente una pagina statica di descrizione di Greta, e che

18

andrà a fare da punto di connessione tra la formazione in Marketing Account and Brand Management e la passione per il fashion, trasmettendo tale incontro anche nel videocv. A queste considerazioni si aggiunge che, anche chi non ha ricevuto una candidatura di Greta possa interessarsene perché follower del suo blog, e al contrario, chi ha ricevuto il link del video come proposta per un’offerta lavorativa, sia invogliato a leggerne il blog e scoprire ulteriori aspetti e caratteristiche di Greta. Considerando che tale strategia è stata strutturata per essere adeguata alla maggioranza delle offerte lavorative a cui Greta è indirizzata, si suggerisce di investire sulla realizzazione di tale progetto, collaborando con un professionista capace di aiutarla al meglio. Si sono contattati alcuni videomaker che operano sia nella città di Roma sia a Napoli, come media preventiva il corrispettivo dovrebbe essere all’incirca di €300,00 considerando che sono stati scelti alcuni professionisti con cui Greta è già in contatto, accordandosi per un prezzo di favore.


LETTERA MOTIVAZIONALE La lettera motivazionale è uno strumento che accompagna il CV, al fine di esprimere le motivazioni che portando un candidato a volersi impegnare per un incarico professionale, spiegando le ragioni per cui si reputa adatto e come possa arricchire l’azienda. Nella stesura di una lettera motivazionale, è opportuno mettere in risalto la compatibilità tra il soggetto e l’azienda in questione, mostrandone le caratteristiche in comune e l’adeguatezza della persona per tale incarico. È ovvio quindi, che le lettere motivazionali variano per ogni incarico, infatti anche se Greta intende inserirsi professionalmente nell’area fashion marketing, sono presenti molteplici ruoli lavorativi e differenti situazioni aziendali. Per tale ragione, a seconda dell’azienda e dell’incarico a cui si proporrà verrà scritta una lettera motivazionale differente. La lettera deve essere breve e non ripetitiva, soffermandosi non solo sui punti di forza di Greta, ma soprattutto sulla sua predisposizione al lavoro in questione, mettendone in risalto i punti di unione. Risulta inutile ripetere ogni elemento della forma-

zione o esperienze lavorative, in quanto la lettera andrà ad accompagnare il CV, usando questo strumento solo per raccontare le ragioni che spingono Greta a vedersi inserita in tale azienda. Anche se i contenuti varieranno, come punti saldi per tale strategia, è indispensabile porre grande attenzione a un corretto uso della lingua italiana, mostrando di avere ottime competenze lessicali e soprattutto non incorrere in refusi che possono portare a scartare un candidato. Il testo deve essere conciso e preciso, con frase introduttiva e conclusiva ben distinte dal corpo del testo, ogni elemento infatti ha un ruolo ben preciso andando a toccare punti differenti. Bisogna prestare particolare attenzione anche alla forma per le scelte introduttive in cui ci si rivolge all’azienda o al suo ufficio Risorse Umane e nei saluti conclusivi. Si sceglie di utilizzare la carta intestata sopra analizzata, come strumento per redigere tale documento, così da mostrare un’identità unica qualora la lettera fosse inviata in allegato insieme al CV formato europeo.

19


Postcard digitale La postcard digitale è una cartolina dall’appeal grafico, che viene inviata al pubblico di rifermento al fine di rimarcare il proprio messaggio con una comunicazione non convenzionale. Con la premessa che la maggioranza dei CV saranno inviati via telematica per le attuali richieste delle aziende, è nata la necessità di trovare uno strumento che potesse immediatamente incuriosire il destinatario, riuscendo a distinguere Greta rispetto agli altri candidati. Tenendo presente che il server Gmail permette di inserire immagini all’interno della e-mail come elemento di testo e non come allegato, riuscendo a essere immediatamente visibili dal destinatario della e-mail stessa, si è pensato di poter sfruttare tale canale al fine di creare una connessione più for-

20

te e rappresentativa, facendo forza sul potere delle immagini visive. Quindi l’idea di inviare una postcard associata alla candidatura per una posizione professionale, riuscendo a offrire un ulteriore strumento per valutare Greta, in questo caso non per le sue competenze, ma per l’idea di differenziarsi rispetto agli altri candidati. Nello specifico, per l’ideazione della postcard si decide di fare un chiaro riferimento al settore a cui Greta è indirizzata, utilizzando come headline una frase famosa e immediata, una citazione che permetta di collegare il concept della frase adeguandolo alla candidatura di Greta. Anche per il visual sono previsti richiami al mondo della moda, coerenti con la frase a cui sono associati.


Give a girl the right shoes and she can conquer the world

Considerando che Greta si rivolge a riviste del settore, showroom, uffici di comunicazione e PR, si reputa idoneo creare alcune postcard che abbiamo un preciso collegamento al settore, senza però essere caratterizzate da un elemento rappresentante un brand specifico, così da essere adatte ad ogni destinatario. Al contrario, per le postcard indirizzate ad aziende per cui Greta ha particolare interesse, si propone di personalizzarle con un prodotto o un elemento ben distinguibile del brand, così l’azienda possa notare la cura che Greta ha rivolto a tale progetto, pensandolo esclusivamente per quel brand specifico. Sono stati effettuati due prototipi per riuscire a

right e h t l ir g Give a she can d n a , s e o sh world e h t r e u conq onquer! eady to c e shoes, r

h ...I have t

rappresentare visivamente tale strategia, in attesa di un successiva rielaborazione definitiva. In entrambi i casi si è scelta come headline la famosa citazione di Marilyn Monroe “Give a girl the right shoes, and she can conquer the world” a cui è affiancata una frase in cui Greta dichiara di avere le scarpe e quindi essere pronta alla fase successiva, mostrandosi determinata e volenterosa di lavorare. Per i due prototipi si è scelto di proporre le versioni indirizzate a due brand specifici, Giorgio Armani e Salvatore Ferragamo, senza inserire i marchi delle aziende, ma inserendo due packshot di famosi prodotti dei brand, scarpe appunto, associandole al testo scelto.

Give a girl the ri ght shoe s, and she c conq an u the w er orld ...I ha

ve t h

e sh

oes,

read y

to c

onqu

er!

21


Canali di presentazione Attualmente, la maggior parte di candidature o contatti con il mondo del lavoro, avviene per via telematica, con l’invio della documentazione richiesta, o grazie a social network che hanno l’obiettivo di fare da tramite tra aziende e potenziali lavoratori. Risulta utile, quindi, studiare i vari strumenti utilizzati dalle aziende per ricevere candidature, ottimizzando tali canali e facilitandone la fruizione.

LAVORO AZIENDA

TIPOLOGIA

CITTÀ

SITO

Gruppo Armani

fashion

Milano

http://www.armanicareers.com/

Valentino

fashion

Milano/Roma

http://www.valentino.com/

http://www.armanicareers .com/candidaturaspontanea sul sito in basso a destra

Gruppo MaxMara

fashion

Milano/Reggio Emilia

http://joinus.maxmarafashiongro up.com/it/

https://secure.maxmarafa shiongroup.com/it/cv

Ferragamo

fashion

Milano/Firenze

http://www.ferragamo.com/shop/ it/ita/contatti--4/risorse-umane

Diesel

fashion

Milano

Marni

fashion

Milano

Moncler

fashion

Milano

Tod's Group

fashion

Milano

http://213.26.184.248/cezannec v/RecruitmentWeb/CznWfResearc h_TODS.asp?FUNID=7004517&L ANGID=1040

Gucci

fashion

Milano/Firenze

http://www.gucci.com/it/services /mosaic/careers

Furla

fashion

Milano

Sergio Rossi

fashion

Milano

Dolce & Gabbana

fashion

Milano

Bottega Veneta

fashion

Milano

http://www.furla.com/it/offertelavoro/ https://kering.taleo.net/careersec tion/sergiorossi/moresearch.ftl?la ng=it

fashion

Milano

Aeffe group

fashion

Milano

http://careers.aeffe.com/ http://yamamayitalia.sites.altami raweb.com/

Yamamay

fashion

Milano/Gallarate

Msmg Frankie Morello

fashion fashion

Milano Milano

Rinascente

shop

Italia

Luisa Via Roma

e-commerce

Firenze

http://www.msgm.it/ http://www.frankiemorello.it/ http://www.rinascente.it/rinascen te/it/workwithus/jobopportunities / http://www.luisaviaroma.com/Co ntactUs.aspx?Language=IT&Secti on=lvr_job

CANDITATI

selezione@ferragamo.com recruitment@diesel.com hr_italy@diesel.com hr@marni.com hr@moncler.com http://213.26.184.248/ce zannecv/RecruitmentWeb/ CznCandidate_TODS.asp? FUNID=7004516&ACTION =INSERT&LANGID=1040& WFID= http://www.gucci.com/it/s ervices/articles/opportunit a-in-gucci job.opportunity@furla.com https://kering.taleo.net/c areersection/iam/accessm anagement/login.jsf http://www.dolcegabbana .it/corporate/club/registra zione/ https://kering.taleo.net/c areersection/iam/accessm anagement/login.jsf

http://www.dolcegabbana.com/c orporate/en/job_en.html https://kering.taleo.net/careersec tion/bottegaveneta/moresearch.ft l?lang=en http://world.philippplein.com/it/corporate/career

Philippe Plein

service@philipp-plein.com

info@msgm.it jobs@frankiemorello.it

http://careers.aeffe.com/ Annunci/InviaCVSpontane o http://yamamayitalia.site s.altamiraweb.com/Annun ci/InviaCV

http://ecv.rinascente.it/pu bs/index.aspx risorseumane@luisaviaro ma.com https://saas.hrzucchetti.it /cvo3edconde/SpTheme_ 9/index2.htm?m_cMode= hyperlink&m_cParameterS equence=

Condenast

editoria

Milano

https://saas.hrzucchetti.it/cvo3ed conde/SpTheme_9/index2.htm?m _cMode=hyperlink&m_cParamete rSequence=

RCS media group

editoria

Milano

http://www.rcsmediagroup.it/wps /portal/mg/home/lavoraconnoi?la nguage=it

Gruppo Mondadori

editoria

Milano

http://www.mondadori.it/Lavoracon-noi

Nssmag

webzine

Milano/Napoli

http://www.nssmag.com/

Maria Licci Garbo Runin2 Beside Communication Negri Firman 360onequarter Progetto Showroom

PR PR PR

Milano Milano Milano

http://www.marialicci.it/ http://www.garbo.biz/ http://www.runin2.com/it/

PR

Milano

http://www.besidecom.com/

PR PR

Milano/New York Milano

http://www.negrifirman.com/ http://www.360onequarter.com/

Showroom

Milano

http://www.progettoshowroom.it/

info@progettoshowroom.it

Showroom

Milano

http://www.marcona3.com

marcona3@marcona3.com hr@massimobonini.com

Marcona3

22

http://www.diesel.com/jobs http://www.marni.com/experienc e/marni/it/marni_group/marni_co ntacts.asp?tskay=6383154F http://www.monclergroup.com/it /careers/

MAIL

recruitment@rcs.it

info@marialicci.it info@garbo.biz info@runin2.com v.innella@besidecom.com m.leoni@besidecom.com info@negrifirman.com info@360onequarter.com

Massimo Bonini Showroom

Showroom

Milano

http://www.massimobonini.com/

Riccardo Grassi

Showroom

Milano

http://www.riccardograssi.com/

Camera di Commercio

Camera di Commercio

Milano

http://www.promos-milano.it/

selezione.promos@mi.cam com.it

Disaronno

Drink

Varese

http://www.illva.com/

cv@disaronno.it

http://www.mondadori.it/ Lavora-con-noi/Posizioniaperte http://www.nssmag.com/i t/p/career

http://www.riccardograssi .com/index2 http://www.promosmilano.it/Profilo_Promos/ Dettagli/Lavora_Con_Noi. kl

Mailing list - database Una volta scelto l’ambito d’interesse in cui si vuole operare, è opportuno andare a delineare le aziende specifiche a cui proporsi, non aspettando che siano loro ad inserire annunci di lavoro, ma proponendosi per tali brand. Infatti, ogni azienda ha all’interno del proprio sito internet, un’area dedicata ai potenziali nuovi candidati, i quali hanno l’opportunità di inviare tutto il materiale necessario – CV, videocv e lettera motivazionale – al fine di entrare nel database di recruitment del brand. Analizzando alcune aziende si nota che nella maggioranza dei casi i form destinati a tale obiettivo, sono strutturati in due maniere differenti, nel primo caso mettendo a disposizione solo l’indirizzo e-mail dell’ufficio Risorse Umane, oppure creando un’apposita sezione in cui ogni candidato dopo aver effettuato il login ha l’opportunità di candidare differenti file rispondendo alle richieste dell’azienda, che a sua volta in un’ulteriore finestra riassume le posizioni lavorative al momento disponibili. Viene realizzato un database con l’elenco delle aziende per cui Greta si candiderà, così da facilitarla nella fase di ricerca e selezione dei differenti brand. È stato realizzato un file Excel, in cui ogni azienda viene descritta per settore – casa di moda, editoria, showroom, uffici pr e comunicazione – la città con sede operativa, sito internet, numero telefonico, indirizzo e-mail o area candidati all’interno del website. In questo modo, una volta che verrà realizzato ogni strategia sopradescritta, come il CV creativo, il videocv e adeguando la lettera motivazionale per i differenti brand, Greta velocizzerà l’invio delle proprie candidature potendo seguire la tabella realizzata.


Portali offerte di lavoro Le aziende, quando sono alla ricerca di nuovi impiegati e collaboratori, utilizzano portali che offrono un servizio di collegamento tra brand e potenziali lavoratori. Nello specifico sono numerosi i portali dedicati al settore fashion, non solo come strumenti a cui le aziende si affidano per promuovere la propria ricerca di personale, ma in alcuni casi sono vere agenzie che hanno di per sé il compito di occuparsi di una prima fase di recruitment, selezionando tra i vari candidati quelli più adatti per le aziende per cui collaborano. Per Greta risulta utile iscriversi a tali portali, al fine di essere sempre aggiornata su nuove proposte lavorative, potendosi candidare. Attualmente nella ricerca di possibili impieghi ci si soffermerà sugli stage offerti dalle aziende del settore, in quanto una volta concluso il percorso di studi allo IED, lo stage rappresenta la principale possibilità per avvicinare Greta al mondo del lavoro. I maggiori portali di offerte di lavoro utili per il raggiungimento dell’obiettivo di Greta: FashionUnited [www.fashionunited.it] Un network per l’industria della moda in cui viene dedicato uno spazio alle offerte lavorative del settore fashion, con proposte internazionali e un area speciale incentrata sugli stage. Questa piattaforma risulta utile non solo come strumento per la ricerca lavorativa, ma anche come network incentrato sulla moda in cui è possibile venire a conoscenza delle ultime novità, con focus sulle news economiche dei vari brand. A tale piattaforma e agli annunci contenuti, si ricollegano anche altri portali che offrono lo stesso servizio, come FashionTimes [www.fashiontimes.it]

23


Fashion Jobs [www.fashionjobs.com] Un sito dedicato alla descrizione dei lavori del settore, dividendo la propria offerta tra moda, lusso e beauty, l’area lavorativa d’interesse, regioni italiane e Stati stranieri, tipi di contratto – includendo anche gli stage – e tipologie lavorative. Al fine di ampliare la propria offerta e mostrarsi attento a ogni fenomeno del mercato moda, il portale ha aperto un altro sito, [www.fashionmag. com] in cui descrive le principali news, offrendo maggiori servizi d’informazione ai propri utenti. Per entrambi i web site è possibile creare un account unico e favorire dell’area dedicata al network interno. PambiancoJobs [www.pambiancojobs.com] Pambianco è un’agenzia che da anni opera nel campo del fashion luxury, offrendo servizi e consulenze strategiche alle aziende del settore, analizzandone il marketing e strutturando nuovi piani per aumentarne il successo. Oltre alla sua offerta principale, Pambianco ha esteso i propri servizi con un magazine, presente anche online, che s’interessa di comunicare le principali notizie del settore fashion luxury e Pambianco Jobs, piattaforma autonoma per la pubblicazione di annunci di lavoro dei principali brand, per cui Pambianco fa da smistamento dei possibili candidati, avvalendosi della grande esperienza nel settore. All’interno del portale annunci però non sono presenti offerte di stage, per cui non sempre Greta può risultare adatta a tali proposte considerando la poca esperienza maturata professionalmente.

24


Partecipazione a contest per assunzioni Considerando che l’area in cui Greta si sta formando e di cui si occuperà professionalmente, è un settore ad alto contenuto creativo, sempre più spesso molte aziende si affidano a contest per misurare il grado di inventiva dei candidati, ottenendo come premio finale proprio un contratto o stage formativo nell’azienda promotrice. Da un’attenta analisi si è notato che Vogue è uno dei principali canali di promozione per tali eventi, non solo perché esso stesso è uno dei brand che realizza tali contest, ma soprattutto pubblicizzando quelli di maggior interesse. A conferma di tale attività della rivista, all’interno

del web site è presente la pagina statica VTaltens, punto di raccolta di tutte le opportunità per i giovani creativi. Vogue all’interno della propria azienda ogni anno permette a giovani di inserirsi mensilmente nella redazione a seconda delle proprie aree di interesse: scrittura, styling, comunicazione. Ogni anno il bando viene lanciato verso la fine del mese di gennaio e attualmente Greta attende la pubblicazione di quello per l’anno appena iniziato. Inoltre Vogue è da sempre promotore di talenti, non soffermandosi solo alla parte stilistica e creativa del mondo della moda,

ma di ogni possibile occupazione del settore. Recentemente ha promosso il progetto Employer Talent per il gruppo Kering, in cui venivano offerti stage nelle aree marketing, comunicazione e pubbliche relazioni nei più importanti brand del gruppo, quali: Gucci, Bottega Veneta, Pomellato e Sergio Rossi. Anche se sono paragonabili a delle pillole rispetto alla vastità dei metodi per raggiungere l’obiettivo prefissato da Greta, questi contest rappresentano un nuovo modo per realizzare tale proposito, riuscendo a connettere Greta con le aziende a cui è interessata.

25


Social Network dedicati al mondo del lavoro Con la diffusione dei social network ne sono nati sempre di nuovi adeguati alle richieste del mercato, potendo offrire funzioni diversificate a seconda del pubblico per cui sono stati ideati. Anche il mondo professionale è stato coinvolto da tale fenomeno, con l’apertura di specifici social network per avvicinare persone dagli interessi lavorativi comuni, oltre che fare da tramite per offerte occupazionali tra brand e possibili nuovi impiegati.

LINKEDIN Linkedin è il social network più conosciuto a fini professionali, una volta registrati è possibile ricreare virtualmente il proprio CV, mettendo in risalto le esperienze pregresse e le competenze specifiche, oltre ad interagire con ex collaboratori o con potenziali nuovi contatti professionali. Infatti, il punto di forza di tale social è la possibilità per le aziende di inserire annunci per la ricerca di nuovi candidati, agevolando la fase di recruitment potendo valutare i vari profili e l’adeguatezza per il ruolo proposto. Linkedin rappresenta una nuova strategia delle aziende per la ricerca di nuovi collaboratori, per Greta risulta utile esservi iscritta così da poter accedere e candidarsi a nuove offerte professionali. Greta è già iscritta a LinkedIn pur non sfruttandolo al meglio, successivamente verranno analizzate le strategie più adatte per favorire la sua presenza su tale social network.

26


JOBYOURLIFE Giovane startup italiana che in breve tempo ha rivoluzionato il recruitment online, permettendo alle aziende di selezionare i candidati più idonei; Jobyourlife si basa sulla caratteristica di geolocalizzazione così gli iscritti possono selezionare le città in cui preferirebbero vedersi inseriti professionalmente, interagendo con i brand che operano in quell’area. Tale strumento è particolarmente adatto per Greta, perché le aziende tendono ad utilizzarlo soprattutto per la ricerca di profili junior e stagisti. Contestualmente alla decisione di utilizzare tale strumento è stato aperto un account per Greta, inserendo tutte le informazioni sulla sua formazione ed esperienze passate, skills ed aree d’interesse e le città in cui si immagina professionalmente. In attesa di un riscontro sul successo di tale strategia, Greta si dovrà impegnare nell’aggiornamento e nel dialogo con altri utenti, visti come possibili contatti futuri. WITHANDWITHIN È una piattaforma online pensata per il pubblico femminile, si ha l’opportunità di scambiare le proprie competenze, in maniera solidale o con profitti per aiutare le altre iscritte alla community. L’idea di base è quella di creare un luogo in cui le donne possano mostrare le proprie idee, promuovendo se stesse e mettendosi a disposizione di altre utenti, trasformando passioni in opportunità di lavoro. Strutturato in tre are: guadagna, condividi e scambia, così da utilizzare la piattaforma a seconda dell’offerta che si propone. Per Greta è utile aderire a WithandWithin per la potenzialità di successo ottenuto nell’aderire a una commuinity che premia le donne, mettendo idee e talento in primo piano e a disposizione di altre utenti. Un’occasione non solo per ampliare le proprie possibilità professionali, ma soprattutto per aumentare la propria notorietà in un pubblico più vasto, potendo offrire consigli in maniera attiva e propositiva.

27


Contestualmente alla decisione di utilizzare tale strumento, Greta ha aperto un proprio profilo, cominciando a interagire con le altre donne iscritte e partecipando a gruppi di discussione, notando un clima disponibile e aperto. Nell’immediato ha intenzione di essere maggiormente attiva, pubblicando servizi e condividendo idee con la nuova community, la più grande d’Italia. BEHANCE Behance è un social network pensato per promuovere il lavoro di giovani designer, fotografi, illustratori, stilisti e pubblicitari, avendo come macrovoce anche l’area “branding”. Il concept è quello di aumentare la notorietà di tali lavori, proponendoli su scala globale alle aziende interessate che poi potranno stringere accordi con i creativi. Il plus di questo social consiste nell’essere interamente rivolto alle professioni artistiche e di design, coerenti con la formazione di Greta, così da effettuare una scrematura importante rispetto ad altri social incentrati sempre sul rapporto tra gli iscritti ed aziende, avendo una chiave di lettura unica in tale direzione. Inoltre, Behance ha raggiunto un successo mondiale come raccoglitore di novità creative, visitato da chiunque è alla ricerca di ispirazione e appassionato del bello. Essere presenti su Behance, quindi, non fornisce solo la possibilità di entrare in contatto con aziende interessate al proprio lavoro, ma di rivolgersi a un mercato più ampio, utilizzando tale strumento come una vetrina per mostrare il proprio lavoro. Per Greta si sconsiglia di non iscriversi immediatamente su tale piattaforma, dandole la possibilità di poter rivedere alcuni dei suoi lavori e realizzarne di nuovi, prestando grande attenzione alla componente visiva, categoria più apprezzata su tale piattaforma.

28


I S R

A C I N U O I M L G CO E M AL

2

Se in precedenza sono stati analizzati gli strumenti utili al fine di ottimizzare la promozione professionale, bisogna prestare altrettanta attenzione alla figura di Greta e agli incontri face to face. In tali occasioni, il pubblico ricrea nella propria mente un’idea ben precisa della persona che ha di fronte, catalogandola e decidendo se corrisponde ai propri interessi.

29


Identita unica

L’obiettivo principale è quello di creare un’identità unica e ben distinta rispetto ai propri competitors, mettendo in primo piano i propri punti di forza con un’immagine precisa e coerente in ogni sua rappresentazione.

Il biglietto da visita è uno dei primi elementi con cui si entra in contatto nelle relazioni professionali, avendo non solo il compito di fornire le informazioni per i prossimi contatti, ma rappresenta uno strumento utile per aumentare la percezione, memorizzazione e identificazione. Infatti, sempre più spesso alle business card viene affidato un compito più consistente, facendosi portavoce di valori e caratteristiche della persona. Le ultime tendenze propongono di creare un biglietto da visita a cui si aggiunge la funzione di gadget, così da avere un utilità concreta per il pubblico che lo riceve, potendolo sfruttare in diverse situazioni e quindi aumentando la percezione e il contatto del soggetto protagonista. Inoltre, l’idea di creare e offrire un gadget per il proprio pubblico, rappresenta la scelta di aver pensato e donato un servizio adatto a specifiche esigenze coerenti con il settore d’interesse. Anche se per Greta è stata ideata un’immagine coordinata, si sceglie di diversificarsi per tale strumento, pensando a una strategia specifica al fine di potenziarne la funzione. Infatti, alla business card viene affidato il compito di connettere l’area di brand management in cui Greta è competente, con la sfera del fashion in cui vuole inserirsi. L’obiettivo è di proporre un oggetto che riesca a connettere la formazione di Greta al mondo professionale in cui intende inserirsi, rappresentandola e creando un oggetto utile per il pubblico, che utilizzandolo, si ricorderà di Greta positivamente.

30

Il concept prevede di strutturare il biglietto da visita come uno specchio, elemento che aiuta chiunque ad essere sempre in ordine e perfetto. Il paragone viene fatto con l’attività del brand manager, che ha il compito di riuscire a migliorare un’azienda, proponendo strategie per ottimizzarne le attività, rappresentandola al meglio e promuovendola al pubblico interessato. Allo stesso modo lo specchio è uno strumento indispensabile per notare i propri difetti e aiutare a correggerli, utilizzato per presentarsi al meglio e mettere in luce le proprie qualità, focus principale anche del brand management. Inoltre, considerando che Greta intende inserirsi nell’ambito moda, si suppone che coloro che riceveranno il suo biglietto, nella maggioranza dei casi, presteranno per professione molta attenzione alla loro persona, gradendo tale oggetto, e potendolo utilizzare nel tempo. Infatti, sono molti gli individui che portano con sé specchietti per controllare il proprio aspetto durante lunghe giornate di lavoro, in questo caso, possono utilizzare uno strumento bidimensionale, conservato all’interno del portafogli senza occupare spazio superfluo. Per la realizzazione pratica di tale strumento si vagliano le differenti opzioni per il supporto più adatto. Si scarta come materiale il vero specchio, in quanto qualora si rompesse, rappresenterebbe un simbolo di sventura, che per proprietà transitiva verrebbe identificata in Greta. Dopo aver effettuato una ricerca tra i fornitori e le tipografie, si è deciso di realizzare il biglietto da vi-


sita da un lato con un foglio d’alluminio specchiato e dall’altro in cartoncino, così da distinguere le due funzioni e rendere ben visibili i contatti. Per la forma si sceglie la misura tradizionale dei biglietti da visita, 8,5 x 5,5cm, con angoli fustellati e arrotondati, per non sembrare pericolosi alla vista come un reale specchio, lo spessore 0,2mm così da non essere ingombrante e potendo essere riposto all’interno di un portafoglio. Sul lato del cartoncino sono inseriti tutti i dati personali, nome e cognome, telefono, indirizzo email e sito del blog. Data la poca esperienza professionale di Greta, si preferisce inserire l’area in cui opera e non un titolo specifico che possa definire il suo ruolo, scegliendo la definizione brand management.

Greta Rosalia Procentese Brand Management + 3382530821 gretaprocentese@gmail.com www.boxalchemy.com

Graficamente, sullo stesso lato viene posto anche il marchio, così da creare continuità con gli altri elementi che costituiscono la sua immagine coordinata. Tenendo presente la forma del suo marchio, come un nastro, si sceglie di riproporre un elemento grafico similare sul lato specchiato, come una cornice, rendendolo coerente con l’immagine generale. Per la realizzazione sono stati contattati differenti fornitori, sia italiani che stranieri, e notando la poca differenza di prezzo per l’ordine di 100 o 250 pezzi, si preferisce abbondare nel numero, supponendo che all’inizio del proprio inserimento nel mondo professionale Greta possa sfruttare a pieno tale strumento, Il totale è di circa €650 compresa una prova per la grafica e le spese di spedizione. Tale opzione permette di effettuare un trattamento sul marchio e la cornice, riuscendo a rendere l’effetto perlato descritto precedentemente, che, dato il colore chiaro del marchio, riesce a renderlo più visibile una volta collocato sulla superficie bianca del foglio della business card, oltre a renderlo più pregiato e particolare, trasmettendo le caratteristiche per cui è stata scelta tale gradazione cromatica.

31


Importanza della parola Per chi opera nella comunicazione è essenziale porre attenzione alle tecniche di linguaggio, strumento per entrare in empatia con il pubblico e coinvolgerlo nei propri discorsi.

CORSO DI DIZIONE Greta è originaria di Napoli, e anche se non parla forme dialettali, ne subisce la cadenza oltre a utilizzare alcuni modi di dire tipici della cultura partenopea. Aggiungendo che il target a cui Greta si rivolge è concentrato nella città di Milano, culturalmente agli antipodi rispetto a Napoli, tale caratteristica potrebbe influenzare negativamente le aziende a cui si propone. Considerando che grazie alla sua formazione è consapevole dell’importanza della comunicazione e del suo potere, necessita di migliorare questa sua peculiarità al fine di favorire il futuro inserimento professionale. Un professionista che si occupa di comunicazione dovrebbe applicare in prima persona quanto necessario per rendere il più lineare possibile la sua comunicazione, consapevole dei plus di tale strumento. Inoltre, dopo un’attenta analisi Greta ha convenuto che tale elemento del suo linguaggio non l’agevola nelle conversazioni in lingua inglese, riducendo quindi una sua skills, considerata essenziale nel mondo professionale. Si propone di effettuare un corso di dizione, da seguire prima del termine del percorso formativo, così da proporsi successivamente alle aziende già avendo ridotto tale caratteristica. Sono state individuate tre accademie dove poter effettuare un corso adeguato, la formazione varia dalle 20 alle 30 ore di partenza, e l’importo da €200 a €300. In un secondo momento Greta potrà visitare le varie sedi e scegliere il corso più adatto alle proprie necessità.

32


I SPEAK ENGLISH La conoscenza della lingua inglese è un elemento indispensabile per la carriera lavorativa, dove si hanno sempre più contatti con persone provenienti da altri Stati, utilizzando la lingua anglofona come mezzo di comunicazione indispensabile per la comunicazione tra persone di diversa nazionalità. Greta dopo aver trascorso un mese a Londra ha raggiunto il livello B2, avendo una discreta conoscenza della lingua, esercitata soprattutto grazie alla permanenza all’estero in cui ha potuto apprendere terminologie e modi di dire specifici della lingua. Al fine di non perdere i progressi acquisiti e di poter aumentare la propria conoscenza della lingua, si consiglia di continuare a esercitarsi. Due sono le ipotesi di cui Greta si è già servita, sia corsi di gruppo in scuole di lingua, sia essere affiancata da una madrelingua con cui conversare di argomenti specifici. Considerando che da marzo Greta dovrà seguire solo due corsi allo IED, avendo molto più tempo libero, si reputa più idoneo iscriversi a una scuola che offra come promozione accesso illimitato, permettendo agli iscritti di poter seguire lezioni ogni giorno. In tale modo Greta potrà impegnarsi con costanza nel miglioramento della lingua, ottenendo risultati in breve tempo.

HABLO ESPAÑOL Conoscere e parlare differenti lingue è un plus molto considerato per la selezione di nuovi candidati all’interno delle aziende. Greta ha origini venezuelane, e sebbene comprenda la lingua spagnola, ha difficoltà nel parlarla. Dovendo scegliere di investire sull’insegnamento di una nuova lingua, al fine di aumentare le proprie competenze e mostrarsi idonea alle richieste del mercato, rivolgendosi ad aziende che operano in tutto il mondo, si reputa idoneo accrescere la propria competenza dello spagnolo, in quanto anche se non parlato, Greta è già abituata ad ascoltarlo, avendo parenti che continuano a parlarlo regolarmente. Le si propone di seguire un corso di lingua e soprattutto di chiedere alla famiglia di comunicare con lei in spagnolo, così da acquisirne maggiore familiarità. La conoscenza della lingua spagnola, non risulta essere il suo obiettivo primario a cui dedicarsi totalmente, è tuttavia utile, avere una conoscenza base della lingua, facilmente acquisibile dato il suo background.

33


Si dice che l’abito non fa il monaco, ma in realtà è breve il momento in cui si forma un’idea su una persona, basandosi su come essa si presenta, come comunica, che strumenti utilizza. Al fine di avere un aspetto professionale, adatto al proprio target, unico e ben distinguibile, non bisogna fare affidamento solo agli strumenti ideati per comunicare se stessi, ma fare della propria persona il primo mezzo di comunicazione.

34

ATTENZIONE ALLO STILE Rivolgendosi a un target ben specifico che fa della moda il proprio lavoro, operatori del settore che creano tendenze, le comunicano e ne decretano il successo, è importante riuscire a trasmette l’amore di Greta per tale mondo, non visto solo come opportunità lavorativa ma passione personale.

È opportuno quindi avere un look sempre curato e coerente con la propria immagine, facendo sentire Greta in primis a proprio agio così da mostrarsi sicura di sé, e poi avere un aspetto ricercato ma senza elementi esagerati, facilmente adattabile a diverse situazioni, così da mostrarsi sempre adeguata per possibili incontri professionali.

Al fine di riuscire a rappresentarsi come idonea a tale mondo, è opportuno delineare un aspetto stilistico che riesca a rappresentare sia la passione per il settore sia professionalità e competenza. Infatti, Greta non ha intenzione di essere una frontwoman, dovendo apparire con outfit sempre perfetti, ma è giusto mostrare uno stile coerente con l’ambito di riferimento, considerandone l’importanza data dalle aziende stesse.

Quindi nel tracciare un ipotetico look, si escluderanno jeans o indumenti casual, preferendo vestiti che possano mettere in risalto un aspetto più professionale, curato e ricercato. Scelta similare per le scarpe, e attenzione agli accessori, borse o bijoux, dettagli che definiscono lo stile rendendolo unico e personale.


Contatti = infinite possibilità Le relazioni pubbliche sono uno degli strumenti che favoriscono la comunicazione, sia personale sia aziendale, riuscendo a favorire il dialogo con il pubblico di riferimento.

RELAZIONI INTERPERSONALI Ogni contatto costituisce nuove opportunità lavorative, ulteriori contatti, proposte o situazioni favorevoli. È opportuno riuscire a rapportarsi al meglio con le proprie conoscenze, sia per avere un immagine personale che rispecchi la voglia di socializzazione e la ben disposizione al dialogo, sia per eventuali proposte che possono scaturire da tali rapporti. Per Greta, con l’obiettivo di immettersi nel mondo professionale, risulta opportuno impegnarsi in tale direzione, riuscendo a migliorare le proprie relazioni. Ciò porta vantaggi sia perché Greta si mostra ben voluta da un maggior numero di persone, che ne possono diventare follower, seguaci del blog, contatti sui

social network, migliorando la percezione esterna sulla sua persona; sia perché gli stessi contatti possono presentarsi come proposte professionali o intermediari per l’avvicinamento alle aziende in cui desidera inserirsi. ANALISI CONTATTI Ricordando che Greta è sempre stata attratta dal mondo della moda, ha da tempo già instaurato rapporti con persone del settore, o ha tra i sui contatti chi ha passioni similari alla sua, potendosi aiutare e supportare reciprocamente. Tra tutte le amicizie o conoscenze di Greta è opportuno fare uno scanner e analizzare quelle con cui è possibile intraprendere progetti o aiutarla per un inserimento professionale.

lisi si sono delineati alcuni profili che già lavorano nel ambito moda, potendola consigliare su come riuscire a intraprendere tale percorso, suggerendole posizioni lavorative in cui proporsi o presentandola all’azienda per cui lavorano. Inoltre, spiccano personaggi che si stanno affermando nel settore, sia a livello stilistico, sia come opinion leader, legata da un rapporto d’amicizia. In questi casi, sono possibili collaborazioni in cui Greta può strutturare adeguate strategie per implementarne il successo, viste come vere occasioni professionali in cui mettersi alla prova e rapportare le conoscenze conseguite durante la formazione a progetti concreti del settore moda.

Effettuando un’attenta ana-

35


PARTECIPAZIONE A EVENTI Gli eventi sono da considerarsi come uno dei principali momenti in cui è possibile stringere nuove relazioni e aumentare la propria cerchia di contatti. In tali occasioni si riuniscono persone appassionate da una medesima tematica, con la voglia di dialogare e confrontarsi sulla materia in questione. Con un’analisi sul settore di riferimento, si è notato che gli appassionati del settore moda, prestano molta attenzione a tutti i movimenti culturali, con mostre di arte, design, architettura, ma anche eventi di musica, teatro, cinema, letteratura e food. Molte di queste sono passioni di Greta, già assidua frequentatrice di mostre, musei e gallerie, teatro, spaziando da opere

36

contemporanee a balletto e musica classica, incontri di letteratura e qualsiasi altro importante evento culturale che possa entusiasmarla, oltre ovviamente a eventi incentrati sulla moda. La partecipazione a tali eventi la pone in contatto con appassionati del settore, persone con interessi similari che possono già lavorare nell’ambiente in cui intende inserirsi. Risulta ottimale partecipare alle inaugurazioni, momenti in cui intervengono come invitati coloro che fanno di tale settore la propria professione, utilizzando tali incontri per presentarsi come una persona attenta all’evento in questione, ma soprattutto poter sfruttare l’occasione per mostrare il proprio lato professionale, potendo scambiare i propri contatti, e quindi il biglietto

da visita, dando un’impressione positiva, in attesa di futuri contatti lavorativi. La partecipazione di Greta a tali eventi, cattura l’attenzione di chi vuole parteciparvi, potendo avere in Greta, nel suo blog o all’interno dei sui canali social, informazioni e anticipazioni su tali momenti, andando ad aumentare i potenziali follower e accrescendo la sua notorietà. Inoltre, scrivere o commentare un evento, mostra o incontro a cui si è partecipato, attira l’attenzione anche di chi ha creato e promosso tale momento, che leggerà il parare di Greta, scambiandone opinioni e informazioni, utilizzando tale espediente come occasione per iniziare un dialogo con il brand organizzatore.


3

N O I T

A T PU

E R B E W

L’online, web, smartphone e applicazioni, sono strumenti appartenenti alla attuale cultura, nuovi mezzi indispensabili della comunicazione e chiavi di lettura per mostrare la propria identità . Considerando la formazione di Greta, la grande attenzione che le aziende a cui si rivolge prestano a tale aspetto comunicativo, e i possibili ruoli professionali a cui va incontro, risulta necessario curare ogni aspetto della propria comunicazione online, ottimizzando la web reputation e scegliendo i canali e mood piÚ adatti per rappresentarla, coerentemente con gli obiettivi prefissati.

37


IMPORTANZA DEI social I social network rappresentano i nuovi strumenti di comunicazione, per esprimersi, raccontarsi ed essere visualizzati e giudicati, andando a costituire uno degli elementi che definiscono la persona, un estensione di sé che definisce il proprio carattere, rappresentandone una chiave di lettura e uno strumento per aumentare la percezione di se stessi. Tutte le aziende sono consapevoli dell’importanza della comunicazione online, aprendo canali appositi e dedicando una parte del proprio staff alla cura della presenza online del brand, mostrando informazioni inedite e specifiche per quel

determinato contesto e soprattutto sfruttando tale mezzo per una comunicazione diretta con il proprio pubblico. Per Greta è importante prestare attenzione alla sua comunicazione online, per riuscire a trasmettere giusti valori e percezioni, mostrandosi professionale, attenta alle novità, appassionata di moda. Grazie a tali canali è possibile accrescere la sua notorietà, e soprattutto dialogare con le aziende a cui è interessata a livello professionale, creando un dialogo informale e inconsueto per possibili successivi rapporti professionali.

Restyling presenza social Greta è presente online su numerose piattaforme, a cui non ha mai dedicato la giusta attenzione, considerandole uno strumento ludico e non collegandole al mondo professionale, il quale, invece, usufruisce della presenza online di un candidato per analizzarne l’adeguatezza, scoprendone passioni, interessi, gusti. È quindi opportuno stabilire nuove strategie per ogni social network utilizzato al fine di sfruttare al meglio le potenzialità di ogni singolo strumento, proponendo un tono comunicativo diversificato e adeguato al canale utilizzato.

38


facebook Greta è attiva su Facebook dal 2008 quando aveva solo 16 anni. Da sempre ha utilizzato il profilo Facebook come strumento di raccolta per le fotografie di eventi, viaggi, foto private e momenti di divertimento che possono non rendere un’idea di professionalità a cui attualmente vuole rifarsi. In passato era solita scrivere e commentare informazioni private con le sue amiche, ma negli ultimi anni condivide solo post che la interessano particolarmente, non svolgendo essendo molto attiva, tanto da essere sempre in modalità offline per la chat. Consapevole del carattere informale del proprio profilo, Greta ha già aperto di un nuovo account, cambiando il nome del precedente in “Gre Ta”, così da non essere rintracciabile da nuovi contatti. In attesa di completare il progetto sul suo personal brand, non ha continuato a lavorare sul nuovo profilo, volendo stabilire la strategia più adeguata per la gestione di entrambi. Si propone di chiudere il vecchio account, in quanto se si effettua un analisi sarebbero troppe le attività poco congrue con il mondo professionale, preferendo solo il nuovo profilo. Il nuovo account riprenderà tutte le amicizie più importanti, conoscenti con cui Greta è in costante dialogo, sostituendo il vecchio profilo anche all’interno della gestione di due pagine, quella del blog e quella dell’attività di famiglia, oltre che in gruppi in cui è inserita per scopi didattici o professionali. Verran-

no riprese le pagine di cui era fan, se coerenti con il nuovo profilo, ovviamente tutte quelle dedicata a moda, marketing, creatività e cultura. Per il nuovo profilo si sceglie di inserire la conferma per tag e post, così da evitare di essere associata a post non adeguati al mood del nuovo account. Per le foto soprattutto, si eviteranno immagini in discoteche, potendo inserire foto di vita privata ma accuratamente selezionate, evitando l’immagine data dal precedente account, legata strettamente al divertimento notturno. Come immagine del profilo è stata inserita la foto che Greta reputa più professionale, utilizzata anche per altre strategie già descritte, in cui è sorridente e indossa una giacca. Tale profilo non è limitato da un utilizzo meramente professionale, per cui si potranno inserire immagini più personali, che riescono a raccontare e descrivere Greta. A differenza di quanto fatto precedentemente, Greta si impegna nel commentare, condividere e dialogare in maniera attiva, sfruttando questo canale per aumentare e migliorare la propria presenza online, condividendo idee e opinioni. Per conservare tutti i propri ricordi racchiusi nel vecchio account, è stato effettuato un backup riuscendo a recuperare immagini e video raccolti all’interno del profilo. 39


Greta ha aperto il proprio profilo Twitter in occasione del corso di Digital Media seguito al primo anno dello IED. Da allora è sempre stata presente sul social network senza riuscire ad affermarsi e utilizzarlo al meglio, twittando con costanza solo gli aggiornamenti e i nuovi post pubblicati sul suo blog. Segue soprattutto persone famose e del settore moda, di cui legge i tweet senza rispondere o iniziare una conversazione, azione che dovrebbe mettere in atto al fine di sfruttare al meglio tale strumento per interagire con possibili contatti professionali. Il numero dei follower è in netta

40

Twitter

minoranza rispetto a quello dei following, e pur conoscendo la maggior parte di essi, non li segue a sua volta, ne conversa su argomenti comuni.

Il profilo non appare curato, considerando i pochi contenuti e tweet effettuati. Inoltre si reputa utile cambiare le immagini utilizzate: per la foto profilo Greta è immortalata con una sua amica ed entrambe occupano lo stesso spazio all’interno dell’immagine, ciò porta a non identificare chi è la proprietaria del profilo; per la foto dell’intestazione ha scelto un’immagine con protagonista una serie di scarpe di Barbie in tonalità rosa e fucsia, immagine ironica e divertente se ben conte-

stualizzata; si aggiunge poi come immagine dello sfondo una foto in cui Greta bacia il suo cane, troppo personale e non adatta a una tale esposizione, riproposta in sequenza per tutto lo sfondo del suo profilo. Dopo tale analisi è indispensabile effettuare una scelta di immagini coerenti tra di loro, che riescano a trasmettere la passione per la moda, senza risultare esagerate o troppo personali. Nello spazio delle informazioni, invece di inserire una breve bio utile a identificarla, riprendendo l’ambito in cui si sta formando e la passione per il fashion system, ha preferito inserire una citazione di Paulo Coelho; anche in


questo caso è opportuno ridefinire i contenuti al fine di utilizzare tale spazio come occasione di presentazione utile per i nuovi contatti. Greta è consapevole e favorevole a un restyling generale del proprio account Twitter, costruendo un’immagine coerente con gli obiettivi prefissati e riuscendo a sfruttare tale canale come mezzo di comunicazione con il target a cui si rivolge. Si sceglie di cambiare le immagini e la descrizione, così il profilo appare più coerente con l’immagine che Greta vuole dare di sé, ciò non significa un profilo

asettico e impersonale improntato solo alla professionalità, ma un account che riesca a unire ogni sua caratteristica senza dare il sopravvento a elementi futili o poco adeguati per l’uso specifico. Segue una ripulita dei follower, scegliendo di seguire aziende, brand o opinion leader con cui ha reali intenzione di instaurare un dialogo e farsi conoscere, senza avere la bacheca spammata da troppi tweet. Utilizzare il linguaggio specifico di Twitter, tramite l’utilizzo di hashtag e commenti riguardo le discussioni più attive, e avendo l’opportunità di esprimere il proprio pensiero a riguardo e farsi

conoscere dal pubblico del social network. Impegnarsi nel condividere pillole di quotidianità e dialogare con i propri conoscenti, per avere un profilo sempre attivo. L’utilizzo più importante di Twitter è legato al dialogo con brand o responsabili aziendali al fine di farsi conoscere e proporsi per via informale e indiretta per stage o altri incarichi. Inoltre, considerando che Greta ha un blog, tale strumento verrà utilizzato anche per accrescere la sua notorietà a un pubblico specifico appassionato di moda e interessato ai contenuti dei suoi post.

41


Google+ Google+ è il social network creato da Google, che permette di stringere relazioni, pubblicare post e partecipare a community in base ai propri interessi, funzionando in maniera simile a Facebook. Greta non ha mai utilizzato tale account pur avendolo in automatico perché ha Google come server e-mail, potendo così usufruire di ogni servizio offerto. Attualmente non le si suggerisce l’utilizzo per non confonderla nella gestione dei social network, ma si reputa una strategia utile per il futuro, qualora venissero scelte diverse tematiche di cui parlare e condividere in base al social network utilizzato, così da non spammare le stesse notizie, risultando ripetitiva per i propri contatti online.

LinkedIn LinkedId è conosciuto come il social network dedicato al mondo professionale, infatti già è stato analizzato precedentemente come strumento per interagire con aziende e proporsi per incarichi lavorativi. Come già detto, Greta è iscritta a tale piattaforma pur non sfruttando a pieno le sue potenzialità. Greta ha aperto il proprio profilo circa un anno fa, senza aggiornarlo successivamente, ne riportando al momento dell’iscrizione ogni dato o informazione ma facendo solo una sintesi sommaria. È sempre connessa tramite l’app scaricata sul suo smartphone e accetta le richieste di contatto inviatele, pur non instaurando un dialogo con i propri contatti. Consapevole delle potenzialità e dell’unicità specifica rivolta al mondo professionale di tale strumento, Greta vuole utilizzarlo al meglio per avvicinarla al suo obiettivo professionale. Andranno quindi aggiornate con frequenza le informazioni riguardo la sua formazione e professione e si connetterà con i suoi conoscenti o con persone dai profili interessanti e coerenti per la futura professione di Greta. Pubblicherà notizie e link con notizie interessanti e pertinenti alla sua formazione e all’area d’interesse così da mostrarsi attenta alle novità e notizie del settore e pronta al dialogo. Inoltre, è importante iscriversi e partecipare a gruppi in base ai propri interessi così da farsi conoscere dagli utenti – tutti professionisti del settore – che partecipano alle medesime discussioni, utilizzando tale strumento come tecnica indiretta per farsi conoscere nel mondo professionale.

42


Instagram Instagram è il social network basato sulla condivisione di foto e short video, permettendo la visualizzazione dei propri contenuti non solo ai propri follower ma indicizzando il materiale pubblicato con hashtag, così anche contatti esterni possono visualizzare le foto pubblicate da profili che non seguono. Greta è presente su Instagram da oltre un anno, utilizzandolo con costanza come strumento per comunicare in maniera informale sulla propria vita, fotografando luoghi che visita o eventi a cui partecipa, oltre ai famosi selfie che tanto vanno di moda, mostrando un dettaglio del proprio look, o il suo cane; in generale utilizza questa piattaforma come

strumento per raccontare con immagini la propria vita privata. Al fine di differenziare la comunicazione utilizzata per i vari canali, riuscendo a mostrarsi a 360° e raccontarsi in maniera adeguata e appropriata per ogni piattaforma, si sceglie di affidare a Instagram proprio la funzione corrente, e quindi utilizzarlo come canale principale per rappresentare la propria vita privata, anche grazie alla forza delle immagini che aiuta a entrare maggiormente in empatia con il proprio pubblico. In questo modo, chi segue Greta ha la possibilità di notare le sue diverse sfaccettature, non limitandosi solo all’aspetto professionale ma ricordando anche la sua giovane

età, e relativi comportamenti. Nell’utilizzo di Instagram analizzando follower e following si nota che la maggioranza dei contatti seguiti da Greta sono gli account del suo target diretto, aziende di moda, riviste, showroom, uffici di comunicazione e pubbliche relazioni. Inoltre, collegando l’utilizzo che Greta fa di Instagram rispetto agli altri social network, si nota che è quello in cui pubblica con maggior costanza, oltre a essere l’unico in cui già commenta e si rapporta con i contatti che segue, iniziando quel processo che è alla base delle strategie ideate per la sua presenza su tali piattaforme.

Foursquare Foursquare è il social network basato sulla geolocalizzazione in cui gli utenti possono registrare la propria posizione, associandola a foto e recensendo il luogo visitato, oltre a commentare le posizioni dei propri amici. Greta è iscritta su tale piattaforma e quando visita un luogo particolare o partecipa a un evento, è solita registrare la propria posizione tramite Foursquare, reindirizzando poi il post su Facebook

e Twitter, così da far conoscere a un numero più ampio di contatti la propria attività. Si consiglia di continuare a utilizzare tale piattaforma, con recensioni e commenti dei luoghi visitati così da dare un opinione personale e farsi conoscere dagli altri utenti che cercano quel determinato luogo tramite Foursquare, commentando e interagendo con i propri contatti, mostrandosi attenta e incuriosita

alle loro attività, invogliandoli a instaurare un dialogo con Greta. È condivisibile la scelta di usare Foursquare per la geolocalizzazione e connettere tale strumento con gli altri social network così da mostrarsi attenta agli utilizzi specifici per tutte le piattaforme scelte, dando la possibilità ai propri contatti di connettersi con lei tramite un ulteriore strumento.

43


AGGREGATORI SOCIAL NETWORK Gli aggregatori di Social Network sono piattaforme che permettono di gestire contemporaneamente la propria presenza online, visualizzando in un’unica finestra i propri account dei differenti social network, facilitandone la gestione. Uno dei possibili incarichi professionali a cui Greta è indirizzata è il Social Media Manager, ovvero chi si occupa di curare la presenza online sui social network del brand. Chi si occupa di tale strategia, per agevolare il proprio lavoro, utilizza proprio degli aggregatori, così da riuscire ad avere sottocontrollo ogni aggiornamento degli account che gestisce.

Hoot Suite

Al fine di preparasi al futuro professionale, e considerando le strategie sopradescritte per aumentare la propria presenza online, per Greta risulta utile sfruttare tale strumento, così da facilitare la gestione dei differenti account, e contemporaneamente diventare pratica di uno degli strumenti che potrà gestire professionalmente.

Come aggregatore da utilizzare è stato scelto Hoot Suite, rispondendo alle richieste sopra elencate, vero leader nel servizio di gestione per i social network. Tanto è il suo successo che tramite la Hoot Suite University, dopo studio e pratica della piattaforma, è possibile ottenere un attestato che ne qualifichi la conoscenza e abilità di utilizzo, ottenendone il certificato, che può fare la differenza della fase di recuitment. Tale piattaforma supporta tutti i social network selezionati per il personal brand di Greta, oltre a offrire una versione free adatta per l’utilizzo personale.

44

Greta ha deciso di utilizzare tale strumento, così da facilitarsi nella gestione dei differenti account e imparare nella pratica l’utilizzo di una piattaforma richiesta nell’ambito professionale. Una volta conosciuti tutti gli strumenti e le potenzialità di Hoot Suite, ha intenzione di certificarsi ufficialmente, rispondendo alle attuali richieste del mercato professionale.


Nuovi canali di comunicazione Come già detto, ottimizzare la propria presenza online è uno strumento indispensabile per migliorare la visibilità del proprio personal brand, scegliendo i canali migliori per rappresentarne le caratteristiche e promuoversi al proprio pubblico. Quindi, sono stati ricercati nuovi strumenti per veicolare i propri messaggi, adeguandoli e contestualizzandoli al mezzo selezionato e al target raggiunto.

Creazina Da dicembre Greta ha iniziato a collaborare con Creazina, il webzine creativo promosso dallo IED, incentrato su arte, grafica, pubblicità, video, eventi e moda. Greta è stata selezionata per curare proprio la sezione fashion; la sua decisione di partecipare a tale progetto deriva da una nuova sfida personale, volendosi cimentare e migliorare nella scrittura. Inoltre, da dicembre Greta già lavorava al progetto del proprio personal brand, avendo intenzione proprio di trovare nuovi canali per promuovere se stessa e il suo punto di vista a un pubblico diversificato e più vasto, ulteriore ragione per la scelta di tale collaborazione. Gli articoli scritti per Creazina, sono improntati sulla visione creativa e concettuale dell’argomento trattato, riuscendo a trasmettere sia una chiave di lettura analitica per descrivere ciò di cui parla, sia un’interpretazione coerente con i contesti culturali di riferimento, applicando la metodologia progettuale imparata nel triennio IED per analizzare fenomeni fashion, al fine di non sminuire ciò di cui parla in una semplice successione di eventi, ma riuscendo a trasmettere il contesto che ne ha portato alla creazione. È molto soddisfatta di tale collaborazione, notando sia una differenziazione nella metodologia di scrittura, adattandola al canale utilizzato, sia una maggiore esposizione online.

45


Glamour - Fashion Angel Glamour è uno dei principali magazine di moda, con tiratura internazionale e presente anche in Italia, appartenente al gruppo Condé Nast. Il website di Glamour Italia ha creato l’apposita sezione Fashion Angel, una piattaforma online in cui le lettrici e fan della rivista, una volta registrate possono postare le foto di capi alla moda, consigliando sulle nuove tendenze e sui negozi di riferimento nella propria città. Migliore è il proprio lavoro di ricerca associato a buon gusto personale, maggiore è la posizione in graduatoria, vinta con i consensi del pubblico. Una volta raggiunta la cima della classifica della propria città, si diventa Fashion Angel, rappresentanti ufficiali di Glamour nella città, consigliando sui migliori indirizzi di shopping con articoli pubblicati sulla rivista. Questa è una strategia scelta per differenziare il personal brand di Greta, non incentrandolo solo su di un’ottica puramente professionale, ma riuscendo a trasmettere la molteplicità della sua persona, mostrando in primis la passione per la moda, ma anche il suo gusto nel selezionare punti vendita particolari e alternativi. L’intento è quindi di trasmettere in maniera più frivola e legata al prodotto la passione per il fashion e ottenere un maggior riscontro con gli appassionati del settore, ma la vera ragione che la spinge a intraprendere tale strategia è di farsi conoscere dalla redazione di Glamour, uno dei principali target a cui si rivolge, avendo successive opportunità di collaborazione.

46


4

G O BL

I blog sono uno dei migliori strumenti utilizzati per comunicare un personal brand, mettendo in risalto idee e punti di vista di chi lo scrive, e promuovendolo al pubblico di riferimento, potendo accrescere la sua notorietĂ e presentarlo ad aziende del settore. Come descritto nella fase di background, Greta in occasione del corso di Digital Media, ha aperto un proprio blog, decidendo di scrivere di moda, con focus su eventi, novitĂ  e personaggi chiave del settore.

47


Restyling Recentemente Greta ha acquistato il dominio del blog, www.boxalchemy.com, cambiandone il layout, colori, font e testata. Sapendo di doversi impegnare nel progetto del proprio personal brand, ha atteso tale momento per la stesura di nuove strategie, al fine di migliorarne l’assetto contenutistico.

48


CONTENUTI L’intento che porta Greta a voler compiere il restyling del proprio blog, è di riuscire a trasmettere al meglio le competenze acquisite durante la propria formazione applicandole all’ambito fashion, differenziandosi dai principali blog di moda, incentrati sugli outfit e proponendo attente analisi del mercato di riferimento. In passato, per alcuni post, ha scritto di avvenimenti della propria vita privata, come il compleanno o le vacanze, notando un netto aumento di visualizzazioni del blog. Ciò ha portato a decidere di utilizzare tale canale anche come strumento di conoscenza della sua persona, scrivendo post su avvenimenti personali e pillole di quotidianità, descrizione di progetti effettuati, ma anche eventi a cui ha partecipato o considerazioni che si vogliono condividere. Da tali input si rivela indispensabile effettuare un aggiornamento del blog, così da rispondere alle nuove necessità di Greta. Analizzandolo, per il restyling richiesto, si reputa idoneo effettuare con un aggiornamento delle pagine statiche, utili per presentare al pubblico le linee guida del blog. Per le prime due pagine – Greta e Boxalchemy – si reputa idonea una revisione dei testi, aggiornando i contenuti con una descrizione più approfondita.

Per le successive pagine statiche, si decide di focalizzare una sulla moda in generale, come argomento alla base del blog; segue poi una pagina dedicata al brand, argomento in cui Greta è formata e chiave di lettura per i fenomeni fashion. Infine, aggiungendo una pagina per la cultura in senso ampio – musica, arte, letteratura, danza – fenomeni di cui Greta è appassionata e che vuole condividere sul proprio blog, considerando la moda una delle sfaccettature del bello, interagendo proprio con tali altri aspetti. Per i contenuti dei post, si decide di continuare a descrivere gli aspetti fashion, ma dando un tocco più personale, non riportando solo importanti avvenimenti, ma descrivendoli con una chiave di lettura coerente alla propria formazione, oltre ad esprimerne pareri personali. La scelta di differenziare i contenuti del blog ha l’obiettivo di mostrare la sua versatilità e curiosità per tutto ciò che la circonda. Proprio la personalizzazione e il raccontare di sé, devono diventare un elemento essenziale delle prossime pubblicazioni, con l’intento di rendere meno distaccato il blog, ma riuscendo a entrare maggiormente in empatia con il proprio pubblico, parlando di se stessa, della propria vita privata o professionale, ed esprimendo considerazioni sui fenomeni fashion descritti.

49


Interazione L’interazione del blog con altre piattaforme online è un potente strumento per aumentarne la visualizzazione, promuovendone i contenuti a un pubblico più vasto. Attualmente, i post vengono condivisi automaticamente sul profilo Twitter di Greta e sulla pagina Facebook dedicata al blog, senza personalizzare il commento in base alla piattaforma su cui viene condiviso.

TWITTER Al fine di migliorare tale funzione, rispettando le linee guida date per l’utilizzo dei differenti social network, Greta dovrà curare autonomamente la pubblicazione dei post all’interno del proprio account Twitter, così da affiancare la condivisione del post con un commento personale che riesca ad estrapolare l’essenza dell’articolo rendendolo interessante per i propri follower e utilizzando hashtag rilevanti per renderlo visibile a un target più vasto. PAGINA FACEBOOK Per la pagina Facebook è necessario stabilire nuove strategie al fine di promuoverla a un pubblico maggiore, che possa poi diventare lettore del blog. All’interno della pagina, oltre alla condivisione dei post del blog, è necessario pubblicare commenti, foto, video o link quotidianamente, così da avere un continuo flusso di comunicazione con i propri follower, rendendo la pagina di per sé degna di attenzione per il pubblico, offrendo informazioni e novità, che spingono nuovi utenti a mettere “mi piace”. Per facilitare tale operazione, a 50

differenza di quanto fatto precedentemente, Greta inizierà un lavoro di promozione personale del proprio blog, presentandolo ad amici che inizieranno a seguirne la pagina Facebook. Inoltre, per utilizzare tale strumento come mezzo di presentazione dei contenuti del blog verso un pubblico più vasto, considerando le offerte di Facebook di poter promuovere previo pagamento una pagina o un post di essa a tutti i contatti dei propri amici del social network, si propone di pubblicizzare un post a settimana per due mesi, così da ottenere maggiore visibilità, per aumentare i fan della pagina e quindi persone interessate ai contenuti del blog. Tale operazione è prevista per i prossimi due mesi, aprile e maggio, in cui Greta, avendo maggior tempo libero, si potrà prima dedicare a una ristesura dei contenuti delle pagine statiche del blog, e poi a una successiva fase promozionale, utilizzando appunto le offerte di Facebook. Per tale strategia ha previsto di investire €7,00 a settimana per

un totale nei due mesi di €56,00. PINTEREST Sempre con l’intento di rendere maggiormente visibili i contenuti del blog, presentandoli con una chiave di lettura differente a un nuovo segmento di pubblico, Greta sceglie di creare un profilo Pinterest associato al proprio blog. Il mondo della moda vive d’immagini, foto che rappresentano moodboard concettuali, raccolte di foto ispiratrici o favourite look e street style. Pinterest è il social media basato sulla condivisione d’immagini belle ed evocative, raccolte all’interno di board tematiche e descritte tramite hashtag che ne evidenziano i concetti chiave. Per tali ragioni si reputa strategia efficace utilizzare tale social media per accrescere la visibilità del blog Boxalchemy, in cui ogni post è incentrato proprio sul potere visivo delle immagini, che quindi potrebbero essere raccolte all’interno di specifiche board su Pinterest facendo da tramite all’articolo a cui sono collegate.


Infatti, il motivo per cui si propone tale strategia, consiste nella possibilità di Pinterest di affiancare il testo alle immagini pubblicate, potendo quindi presentare brevemente il fulcro del post del blog a cui sono collegate e inserendo il link del post specifico, dando al pubblico la possibilità di leggere l’articolo connesso alla board e aumentando la visibilità di Boxalchemy. CREAZINA Come già analizzato, Greta anche su Creazina cura una sezione di moda, pur utilizzando uno stile e chiave di lettura differente. Spesso, la redazione le affida articoli su eventi, presentazioni e mostre fashion, a cui Greta deve partecipare prima di poterne scrivere l’articolo. Nel rispetto del lavoro di Creazina, non intende utilizzare l’articolo o l’argomento per pubblicare un post similare all’interno del suo blog, ma si può creare una

connessione tra le due piattaforme con un collegamento e richiamo tra gli articoli. In tale modo, si sfruttano a vicenda per ottenere maggiore visibilità, proponendo al proprio pubblico link esterni, che rimandano a un diverso contesto in cui viene trattato lo stesso soggetto. Su Creazina può presentare con attenzione l’argomento scelto, e su Boxalchemy, descrivendo gli avvenimenti della propria vita, può citare quello a cui ha partecipato per il webzine, inserendo in entrambi i post il link al rispettivo articolo, così da andare a implementare le notizie o le curiosità, offrendo maggiori informazioni al pubblico. GLAMOUR Discorso analogo viene effettuato per il profilo di Greta come Fashion Angel sul website di Glamour. Anche in questo caso, pubblican-

do sul blog un post di resoconto settimanale, in cui raccontare le proprie novità, inserendo anche capi e indumenti che le sono rimasti impressi o ha acquistato – facendo percepire al pubblico la propria personale visione fashion – può inserire il link dell’articolo di Boxalchemy nella descrizione del post inserito all’interno del proprio profilo Glamour e viceversa. In tal modo, i visitatori del sito Glamour, se interessati alle pubblicazioni di Greta, possono approfondirle sul suo blog, e al contrario, chi legge Boxalchemy, qualora volesse supportare Greta nel diventare Fashion Angel, o semplicemente, vedere in maniera sintetica tutti i suoi consigli sui negozi o ultime tendenze, può visitare il suo profilo su Glamour. In entrambi i casi si favorisce la promozione dei suoi contenuti, grazie all’interazione delle piattaforme in cui è presente.

51


ORGANIZZAZIONE Il blog, è forse lo strumento che permette maggiore promozione del proprio personal brand, entrando in contatto con tutto il pubblico interessato all’argomento trattato. Quindi, tale strategia, deve essere ben gestita, al fine di ottimizzarne le potenzialità.

TIMING E MEDIA PLANNING Per riuscire in tali propositi si reputa indicato decidere un timing e un media planning per la pubblicazione e promozione degli articoli all’interno del blog.

L’ultimo post settimanale, prevede di unire in maniera più esplicita il brand al mondo della moda, descrivendo le campagne di comunicazione o nuove strategie adottate dalle aziende del settore, mostrando un punto di vista tecnico e consapevole.

Considerando che i post parleranno di notizie differenti, si sceglie di pubblicare tre post settimanali, scegliendo lunedì, mercoledì e venerdì.

Inoltre, qualora avvenissero grandi novità, scoop imperdibili che interessano tutti gli appassionati del mondo della moda, si provvederà a pubblicare un post a riguardo a prescindere dalla programmazione settimanale.

Il primo post, è incentrato sulla vita privata di Greta, descrivendo le proprie attività settimanali, partecipazioni a eventi e mostre, acquisti o capi che l’hanno colpita, ma anche routine quotidiana, studio e amicizie. L’obiettivo è di creare maggiore empatia con il proprio pubblico, raccontando di sé, come detto precedentemente, tale strategia deriva da un’analisi dei post precedentemente pubblicati. Il mercoledì, verranno pubblicati post inerenti al mondo della moda, come personaggi chiave, sfilate o nuovi trend, descrivendone il successo e il rapporto con il pubblico, tracciando analiticamente tali processi.

52

Per la pubblicazione dei post si sono scelte le ore 11.00 così da avere la restante giornata per aumentare le visite e promuovere l’articolo tramite i canali personali di Greta, condividendo post a orari differenti per Twitter o la pagina Facebook, così da ottimizzare ogni momento della giornata. Per la pubblicità a pagamento proposta da Facebook, si effettuerà a giorni alternati nelle 8 settimane interessate tra il mercoledì e il venerdì, così da comprendere i gusti del pubblico rispetto alle due differenti tipologie di articoli.


5

E Z EN

T E P M CO ND A R B

Il brand management ha il compito di analizzare il background di un’azienda per metterne in luce i punti di forza e migliorarne le potenzialità nei confronti del pubblico.

53


AGGIORNAMENTO Greta sta terminando il suo percorso di studi allo IED in Marketing Account and Brand Management, ma al fine di mostrarsi sempre attenta all’evolversi del settore di riferimento è necessario continuare la propria formazione, partecipando a seminari e corsi, e studiando libri di esperti. L’aggiornamento è essenziale sia per comprendere le dinamiche dei brand, il potere del pubblico e come le aziende cambino in funzione di tale rapporto, sia conoscere aspetti specifici della materia, come la web reputation, tecniche di promozione online, la comunicazione personale, nuove strategie di marketing, etc. CONDIVISIONE Dalle esperienze di studio effettuato, Greta ha appreso l’importanza della condivisione, ovvero del lavoro in team e come riuscire ad agevolare tale momento, servendosi di specifici strumenti che favoriscono l’interazione. In particolare ha trovato utile sia Skype che Google Drive: il primo, tramite la funzione di condivisione dello schermo permette a più persone di lavorare su un progetto pratico potendolo analizzare e commentare a più voci; il secondo, essenziale nei lavori di team per la stesura di documenti comuni facilmente aggiornabili da qualsiasi utente. Tali competenze ormai fanno parte del suo background e andranno ad agevolarla nel futuro lavoro professionale, dove certamente dovrà comunicare e interagire con i propri colleghi. ORGANIZZAZIONE PERSONALE Dagli studi effettuati e dall’approccio didattico, Greta ha appreso anche tecniche e strumenti per facilitarla nell’organizzazione quotidiana e per un futuro professionale.

54

TIMING – TO DO LIST La “to do list” è uno strumento per schematizzare le azioni da compiere, applicabile sia all’interno di un progetto professionale, sia per la gestione di impegni personali. Greta da amante dell’organizzazione e pianificazione, ha subito imparato a sfruttare tale tecnica riuscendo così a visualizzare le attività da realizzare, facilitandola nella strutturazione di progetti, ma anche nel rispettare i tempi previsti. Fino ad’ora Greta ha sempre creato la propria “to do list” in fogli di carta, al fine di rendere tale strategia più efficace e facilmente organizzabile, si propone di utilizzare un’agenda, divisa settimanalmente in cui Greta può annotare ogni progetto, pubblicazione di post, eventi o impegni personali, così da ricordare ogni momento riuscendo a rispettare quanto previsto. CASHFLOW Il cashflow è uno strumento realizzato per pianificare le proprie entrate e uscite, riuscendo a gestire i flussi di cassa. Greta ha recentemente appreso tale strumento restandone affascinata data la potenzialità per una propria organizzazione interna. Ha quindi deciso di applicare tale strumento alla propria quotidianità creando tre fogli excell, uno con le previsioni, uno bianco dove apportare ogni entrata e uscita, e un terzo dove modificare quanto previsto in base alla realtà. All’interno del suo cashflow ha già inserito le prossime spese da realizzare in base a quanto strutturato dal suo piano di personal brand. Mentre come entrate ha inserito per il periodo successivo al diploma, un ipotetico stage, segue un futuro lavoro all’interno di un’azienda, e la possibilità di realizzare delle collaborazioni occasionali.


PROPOSTA ALTERNATIVA In un mercato saturo in cui è difficile riuscire a mettere in luce i propri punti di forza rispetto ai competitors, è interessante trovare strategie alternative per mettere in luce le proprie potenzialità e caratteristiche.

Giorgia, Alessandro e Greta per la promozione dei loro personal brand hanno pensato di sviluppare una strategia comune con l’intento di presentarsi attraverso una differente chiave di lettura rispetto alle singole strategie precedentemente esposte. L’idea è basata sulla creazione di una web serie che abbia come comune denominatore il mondo del branding e della comunicazione, differenziando le caratteristiche peculiari di ognuno dei partecipanti: green economy, cinema, fashion system. Ispirandosi alla serie televisiva di successo “The Big Bang Theory”, il nome pensato per il progetto creativo è “The Big Brand Theory”, giocando sull’assonanza tra i termini “brand” e “bang”, riprendendo anche il mood ironico con riferimenti tecnici e teorici [in questo caso connessi al branding]. Nella definizione della struttura narrativa la proposta prevede la creazione di puntate di durata massima di 5 minuti: pillole ironiche ma dense di riferimenti alla tematica trattata.

Il concept delle puntate si basa sulla creazione di un espediente che porta i protagonisti a mostrare la loro “brand addicted” in contesti quotidiani. L’idea è che, in qualsiasi luogo o situazione, i tre trovano lo spunto per discutere in modo caricaturale di brand e comunicazione, connesso alle loro aree di interesse; nello specifico chi parla del tema caratterizzante del suo personal brand ricoprirà il ruolo del nerd della situazione, mentre gli altri due si divertiranno a prenderlo in giro ironizzando sugli stereotipi legati all’argomento.

THE BIG BRAND THEORY

Si prevede l’apertura di un canale dedicato su Youtube; la scelta della piattaforma deriva dalla considerazione che questo social media sia particolarmente adatto allla promozione di questo genere di format verso un pubblico che rispecchia le caratteristiche dei target degli ideatori, favorendo così una maggiore diffusione della serie e il conseguente aumento di visibilità dei tre protagonisti. Per la pubblicazione è previsto di caricare all’interno del canale una puntata ogni 10 giorni, così da raccontare ogni mese le tre differenti aree d’interesse.

55


6

A C FI

A R G

Analizzando alcune offerte di stage a cui Greta potrebbe presentarsi, si è notato che sempre più aziende richiedono conoscenze di grafica del pacchetto Adobe, volendo giovani che non solo riescano a pensare a un progetto, ma abbiano le abilità per metterlo in pratica. Come descritto nel background, Greta da quando ha seguito il corso di Design per la Moda si è avvicinata alla grafica, restandone piacevolmente colpita e continuando a esercitarsi. Il suo intento è quello di unire conoscenze e abilità di brand, riuscendo ad applicarle in progetti pratici di grafica, proponendo al pubblico un servizio che unisca i due aspetti.

56


Aggiornamento costante Al momento, Greta, non possiede ancora le conoscenze pratiche che le permettano di realizzare progetti perfetti per essere presentati al pubblico, necessitando di formarsi ulteriormente su tale materia.

CORSO DI ALTA FORMAZIONE – WEB DESIGN Al fine di migliorare le proprie competenze, Greta ha deciso di frequentare il corso IED di alta formazione in Web Design, che partirà il prossimo marzo. Tale corso è finalizzato all’apprendimento di programmi specifici quali Illustrator, InDesign e Photoshop, oltre a focalizzarsi sulla realizzazione di siti internet e creazione di un servizio di e-commerce, argomento molto interessante per le sue prospettive professionali. Grazie a tale corso Greta riuscirà ad apprendere nozioni più tecniche da accompagnare a un continuo studio di brand management, con l’obiettivo di riuscire autonomamente nella stesura e creazione di strategie da proporre a un cliente, ciò non come lavoro ufficiale, ma per presentare schiz-

zi e prototipi, e soprattutto per essere a conoscenza di quanto effettuato dai propri collaboratori e valutarne l’adeguatezza, oltre che per scopi personali. LOGOLAB LogoLab è il naming del progetto ideato da una giovane coppia creativa che armonizza capacità di analisi e di realizzazione grafica, per soddisfare l’esigenza delle piccole e piccolissime imprese che necessitano restyling o creazione dell’immagine del proprio marchio. L’idea nasce dalla volontà di mettersi in gioco e sviluppare le diverse competenze acquisite durante il percorso di studi, confrontandosi con le dinamiche del mondo professionale e impegnandosi a rispondere alle richieste del mercato a cui fa riferimento il progetto.

La prima commissione è stata quella per sé stessi: creare un naming e un marchio che riuscissero a trasmettere in modo chiaro e immediato l’attività alla base della proposta. Con le premesse che fanno riferimento a un pubblico prevalentemente incompetente in materia si è scelto di utilizzare il termine logo, seppur improprio, perché maggiormente riconoscibile ed efficace nell’immaginario del target del progetto. Le due studentesse IED avranno ruoli differenti a seconda di competenze e inclinazioni personali: Giorgia si occuperà del rapporto con il pubblico, entrando in empatia con le differenti richieste, trovando la giusta chiave lettura del mood desiderato dal committente; Greta, realizzerà nel pratico i progetti grafici, convergendo le proprie capacità tecniche con quelle di analisi, dando espressione visiva alla richiesta del cliente.

57


Greta procentese personal brand  

Da un progetto di personal brand alla nascita di una rivista per raccoglierne il documento. Perchè una rivista come presentazione? Sfogliate...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you