#OperaCollettiva - Rural Making Lab ai Giardini delle Esperidi Festival a Zagarise (CZ)

Page 1

N. S‐1

SCHEDA CASO STUDIO

Titolo: #OPERACOLLETTIVA_ Rural Making Lab TIPOLOGIA STRUMENTO INNOVATIVO

 Laboratorio territoriale  Eventi  Azioni di making  Comunicazione & marketing territoriale  Progetti di rigenerazione e coesione sociale

COMUNITÀ EMERGENTI

 Residenti:

 a medio/lungo termine  a breve termine  Turisti AREE INTERNE

 Localizzazione:

 Zagarise [CZ]  Calabria ‐ Presila catanzarese  E ‐ Periferico

SEZIONE DESCRITTIVA SEZIONE IDENTIFICATIVA

TARGETS DELLA STRATEGIA NAZIONALE AREE INTERNE [SNAI] / STRATEGIA REGIONALE AREE INTERNE [SRAI]

CREDITS_ Descrizione sintetica del progetto #OperaCollettiva di paesaggio è un progetto realizzato dal Rural Making Lab dell’associazione Pensando Meridiano in occasione del Festival Giardini delle Esperidi tenutosi a Zagarise, Albi e Magisano (prov. di Catanzaro) dal 19 al 23 Ottobre 2016. Il Rural Making Lab è il laboratorio territoriale permanente promosso da Pensando Meridiano per progetti e azioni di innovazione sociale, culturale, produttiva ed ambientale per lo sviluppo sostenibile delle aree interne. L’ #OperaCollettiva è stata realizzata in diverse fasi, attraverso l’attivazione di: ‐ un workshop pre‐festival per la formazione, l’in‐ formazione di 23 giovani makers under35 (che hanno aderito al progetto su call aperta dell’associazione) sui temi dei processi innovativi per le aree interne e il co‐design l’installazione di paesaggio. ‐ un cantiere di autocostruzione Recycle in loco, per la realizzazione di oggetti, elementi e installazioni utili alla riattivazione e alla valorizzazione del patrimonio culturale di Zagarise e alla fruizione del percorso paesaggistico del vecchio fontanile di acque e’ fohre.

Tutela attiva del territorio/sostenibilità ambientale Valorizzazione del capitale naturale/culturale e del turismo

Saper fare e artigianato


A tale scopo, successivamente agli interventi di pulizia, il laboratorio ha realizzato n. 4 totem informativi e un’installazione di n.9 totem sui caratteri identitari del borgo e visions di progetto lungo il percorso dal Museo dell’Olio al fontanile. È stata riciclata una vecchia fontana dismessa e convertita a vivaio di meli. È stata realizzata una “stanza di paesaggio” con telaio in legno rivestiti di pannelli di obs come spazio flessibile per ospitare eventi, proiezioni e usi temporanei. Sono state recuperate n.2 vasche risarcendo parti mancanti e riattivando il corso dell’acqua a partire dal fontanile che è stato interamente ripulito e riqualificato con il ripristino di una seduta interna e una esterna e l’inserimento di una pedana realizzata con scarti di pannelli di obs. ‐ un Laboratorio Digitale ad Alta Definizione DHD (a cura dell’arch. A. Procopio, PM) con la fabbricazione digitale mediante stampa3D di oggetti in pla, quali i sostegni del tubo del fontanile, gli appoggi delle sedute a L in legno obs, la struttura per l’alloggio e le “tasche” porta flyers dei pannelli dei totem, ibridando così i processi di produzione e di progetto delle opere. ‐ un Laboratorio di Comunità, con l’esplorazione del “capitale umano” di Zagarise attraverso una mostra di ritratti fotografici a cura di D. Borruto (PM) inaugurata in occasione del Cantiere Evento del 23 Ottobre 2016. ‐ un Laboratorio di Trekking Culturale attraverso le passeggiate archeologiche e paesaggistiche condotte da D. Guarna (PM) in concomitanza con gli eventi del Festival. L’ #OperaCollettiva è stata inaugurata il 23 Ottobre 2016 con l’iniziativa di Cantiere Evento promossa dall’associazione Pensando Meridiano e ha visto un’ampia partecipazione della comunità del borgo di Zagarise, degli ospiti del festival, di giovani e degli studenti del Liceo B. Telesio di Cosenza per un totale di circa 250 presenti. Le attività del Rural Making Lab sono state riprese e montate in un videospot a cura di A. Palermiti (PM) proiettato durante il Cantiere Evento. L’intero progetto è stato coordinato da C. Nava (ricercatrice UniRC, resp. scientifica dei progetti di innovazione dell’ass.ne Pensando Meridiano), G. Mangano (architetto e dottorando UniCal, resp. tecnico e Presidente di PM), A. Procopio (architetto, resp. del LabDHD e Vicepresidente di PM) e G. Minervino (pianificatore, membro del Lab Permanente di PM).


FONTI ED INFO DI RIFERIMENTO: ‐ su Rural Making Lab, cfr.www.pensandomeridiano.com ‐ su Giardini delle Esperidi Festival, cfr. https://giardinidelleesperidi.wordpress.com/ ‐ info&Media: videospot https://youtu.be/FeRlV6Se‐Rc; foto‐album www.facebook.com/media/set/?set=a.980167128796653.1073741873.285029644977075&type=1&l=cbcc7 8f972

SEZIONE CRITICA

VALORI DEL PROGETTO CON RIFERIMENTO AI TEMI DELL’INNOVAZIONE E DELLA SOSTENIBILITÀ › INNOVAZIONE ‐ Rural Making Lab ‐ Innovazione e coesione sociale ‐ Comunità emergenti [pendolarismo breve/medio termine – giovani innovatori – nuova imprenditoria] ‐ Nuovo artigianato/ fabbricazione digitale › SOSTENIBILITÀ ‐ Impiego di materiali da riciclo e recupero delle risorse ‐ Tutela attiva del territorio [cfr. SNAI] ‐ Valorizzazione del Capitale naturale e culturale [cfr. SNAI] ‐ Turismo sostenibile [cfr. SNAI]

REFERENZE TECNICHE E SCIENTIFICHE La presente “Scheda caso studio” è stata redatta da Giuseppe Mangano in data 31 Ottobre 2016. Essa si inserisce nel lavoro di costruzione dell’ ”Apparato di casi studio” in esame e per la sperimentazione per la Tesi di Dottorato in ‘Aree interne, processi innovativi per le comunità emergenti. Strategie e tattiche di Rural Making nelle ITI denominate Sila Orientale, Sila Occidentale e Area Grecanica’ ‐ Dottoranto di ricerca S.I.A.C.E. XXXI Ciclo, Università della Calabria – UniCal, Fondazione Salvatore Baffa‐Adele Lucchetta e Figli – ONLUS, Tutor: Prof. P. Pantano; Co‐tutors: Prof. C. Nava, Prof. F. Rossi.

*Le Schede Casi Studio sono redatte da Giuseppe Mangano e si avvalgono della Legge 22 aprile 1941 n. 633 sulla "proprietà intellettuale"


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.