Page 1

portfolio giacomo bordignon 2013-2019 mail: cell:

giacomobordignon1@gmail.com +39 3351627937


Giacomo Bordignon

04/05/1991 Nazionalità Italiana Belvedere di Tezze sul Brenta (VI), Italy cell: +39 3351627937

ESPERIENZE LAVORATIVE Da Aprile 2019

Impresa Generale di Costruzioni Ufficio Gare per bandi pubblici e privati

Da Aprile 2018 a Marzo 2019

Studio Ennedue di Gastaldello Simone Studio di Architettura e Ingegneria, corte della Cucitoria, 3, 35016 Piazzola sul Brenta (PD)

Da Luglio 2016 a Agosto 2017

Studio di Architettura e Design Pio & Tito Toso

Studio di Architettura e Designo, via Mazzucco, 2, 31059 Zero Branco (TV)

Collaborazioni con lo studio TTE Tecnobrevetti Team Engineering Studio di ingegneria, Zero Branco (TV).

ISTRUZIONE E FORMAZIONE Maggio/Giugno 2016

Corso “Innovation and Design Thinking”, presso Fabrica – Benetton Group, Catena di Villorba (TV) Specializzazione in architectural design ed in comunicazione e web design per il marketing del prodotto

Dal 2013 al 2016

Laurea magistrale in Architettura e culture del progetto, Università IUAV di Venezia Università IUAV di Venezia Voto finale 104/110 Titolo tesi: “UNITA’ DIMENTICATE – Recupero e riscoperta delle aree abbandonate di Montebelluna”

Dal 2010 al 2013

Laurea triennale in Scienze dell’Architettura, Università IUAV di Venezia Università IUAV di Venezia Voto finale 100/110

Dal 2005 al 2010

Diploma di Geometra

I.T.C.G (Istituto Tecnico e Commerciale per Geometri) G. Girardi, Cittadella (PD) Voto finale 94/100


UN RACCONTO INDUSTRIALE Porto Marghera

Il progetto pensa a come dar forma ad un nuovo frammento di città in un contesto industriale di difficile intervento come Porto Marghera. Attraverso nuove architetture e spazi urbani, la struttura industriale esistente può raggiungere la densità, la complessità e l’intensità di uno spazio urbano. Il risultato è la creazione una nuova possibile cité industrielle contemporanea, fatta di spazi di relazione, di mixité funzionale, di trasformazioni dell’esistente e di nuovi manufatti, ricercando un’architettura dal linguaggio chiaro e lineare. Uno di questi elementi progettuali è una torre per uffici e residenze, che si pone come uno dei landmarks di questo nuovo spicchio di città e tramite un ponte/viale commerciale ricollega le due sponde dell’area, ridandole un’unità e restituendole vita. Il risultato di questo workshop di progettazione, svolto assieme all’architetto Fabrizio Barozzi di Estudio Barozzi - Veiga (vincitore del premio “Mies Van Der Rohe Award 2015”), sono stati esposti alla mostra Workshop IUAV 2013 e premiato come uno dei vincitori della mostra. Progetto sviluppato ed esposto all’interno del Workshop IUAV W.A.Ve 2013 (progetto vincitore del Workshop).


Area 14

Planimetria generale E. 1/5000

residenze e viale commerciale

Impianto progetto generale con evidenziati ponte e torre

Planimetria generale E. 1/5000

BB

B A

AA

A

AA

B

BB Residenze Uffici/Studioli Commerciale

Distributivo

Residenze Residenze

Residenze

Uffici/Studioli Uffici/Studioli Uffici/Studioli

Commerciale Commerciale Commerciale

Distributivo Schema distributivo torre Distributivo

Sezione B-B

Sezione B-B E. 1/500

Pianta zona commerciale

Pianta Zona Commerciale E. 1/500

Sezione A-A E. 1/500 Sezione A-A


Mostra:

WAVE 2013 - Un racconto industriale Università IUAV di Venezia

Mostra allestita a W.A.Ve 2013, Workshop di Architettura, presso l’Università IUAV di Venezia, progetto vincitore del Workshop.


UNITA’ DIMENTICATE Recupero e riscoperta delle aree abbandonate di Montebelluna Montebelluna (TV)

L’idea del progetto è quella di creare una via di percorrenza lenta, in contrapposizione alle vie di trasporto veloci, che riunisca tra loro tutti quei frammenti di territorio dimenticati, degradati o abbandonati a loro stessi, creando tra loro e con il centro di Montebelluna nuove connessioni che ne provochino la riscoperta da parte della popolazione e gli ridiano una funzionalità ed un ruolo all’interno del territorio. Il percorso di questo filamento, una pista ciclopedonale, sarà disegnato da tutte quelle aree inutilizzate o degradate che necessitano di un nuovo impulso per ripartire, con una serie di interventi di nuova costruzione, recupero, o semplice riscoperta e collegamento. A differenza di strade e ferrovie che tagliano il territorio senza badare a quello che incontrano e pongono spesso in secondo piano le sue caratteristiche ambientali, il progetto fonda le sue basi nei sistemi ambientali che caratterizzano la zona, che costituiranno la colonna vertebrale dell’intero percorso. Il progetto studia 5 zone principali: 1- Zona della stazione ferroviaria, con il recupero di diversi edifici industriali dismessi 2- Ex ferrovia susegana montebelluna 3- Frammento agricolo tra la città e la zona industriale 4- Zona industriale di Guarda 5- Superamento dell strada Pedemontana Veneta in costruzione Progetto di Tesi di laurea in collaborazione con Nicola Feltrin e fa parte di un più ampio progetto di Re-cycle Italy sullo studio del territorio pedemontano veneto. Progetto pubblicato nel trentatreesimo volume della collana Re-cycle Italy, intitolato “Paesaggi del Nordest”.


Ostello

Auditorium della musica Sale ad uso della comunitĂ

Ciclofficina Sala da concerti

Skate park

Piazza per concerti

Giardino delle erbe aromatiche

Parco pilastroni

Punto di sosta alberato

Pista ciclopedonale


Ex concimifici-Auditorium della musica - Sala da musica da 330 posti - Auditorium da 56 posti - Bar/sala giochi - Scuola di musica - Scuola di ballo - Sale per la comunità - Piccolo teatro all’aperto


Pista ciclabile ex ferrovia Susegana-Montebelluna

Percorso pedonale all’interno del parco

Passerella nodo di incrocio delle vie ciclo-pedonali


Uscita Bioparco e Maneggio

Recupero ex cava in area naturalistica


Ristorante / Scuola di cucina Area di sosta alberata Serre idroponiche

Parcheggio alberato

Magazzino prodotti del mercato

Mercato agroalimentare Recupero acque meteoriche Frutteto

Orti


Il riassetto di quest’area permetterà la creazione di un centro di raccolta e vendita agroalimentare che accolga i prodotti locali coltivati nelle aree vicine e conseta la produzione diretta nei luoghi sottratti alla cementifi cazione. Questo centro agroalimentare vuole rappresentare l’eccellenza dei prodotti della terra, e creare come nuova porta di accesso alla zona industriale un luogo maggiormente utilizzato da parte della popolazione.

Edifici industriali dismessi


Edifici sfitti zona industriale

Box informativo Facciata informativa Rastrelliera bici / Tettoia Punto di sosta

Intervento 1:

Box informativo e parcheggio alberato

Intervento 2:

Area di sosta e parcheggio alberato


Mostra:

PAESAGGI DEL NORDEST - indagini e scenari Re-Cycle ai margini della Pedemontana Veneta Collaborazione all’allestimento della mostra temporanea “PAESAGGI DEL NORDEST - indagini e scenari Re-Cycle ai margini della Pedemontana Veneta” nella sala Gino Valle presso l’università IUAV di Venezia, nella quale esposto il progetto “Unità dimenticate - Recupero e riscoperta delle aree abbandonate di Montebelluna”, assieme ad altri progetti facenti parte di un più ampio progetto di Re-cycle Italy sullo studio del territorio pedemontano veneto.

Progetto e risultati della ricerca pubblicati nel trentatreesimo volume della collana Re-cycle Italy, intitolato, come la mostra “PAESAGGI DEL NORDEST - indagini e scenari Re-Cycle ai margini della Pedemontana Veneta” (Aracne editrice).


TORRE GENERALI “TORRE HADID� progettazione esecutiva rivestimenti interni in Krion per 4 piani Progettazione e disego tecnico esecutivo per le sottostrutture di sostegno dei riverstimenti interni della Torre Generali, Citylife Milano, e disegno esecutivo dei relativi elementi di rivestimento in Krion, per quanto riguarda 4 dei 43 livellia fuori terra. Coordinazione per la produzione, assemblaggio e posa a regola d’arte delle sottostrutture metalliche (sistema di fissaggio invisibile Keil) e delle lastre di rivestimento. Collaborazione e coordinamento con Porcelanosa Group e con lo studio di progettazione Zaha Hadid Architects.


SVILUPPO 5-6-7-8

7 4

3

3346

+126.77

2

+124.38

C

3174

E

1

+122.00

D

2434

F

schema quotatura asse distanziatore montante

+129.00

975

5

2300

1894

559

2705

2735

890

1971

1525

1565

1354

1145

8

2473

2264

montanti

PS2_SCALA_19

PS2_SCALA_18

2819

B

14 alzate x 16 cm 13 pedate x 30 cm

H

6 PS2_SCALA_17

3198

2803

2

PS2_SCALA_16

3444

1394

980

1025

A 639

615

654

G 367

Pianta zona 22 1:100

443

484

2989

115

195 121

1598 2681

1068 538

2542

A

2113 8

LEGENDA GRAFICA 170

AL

115

255

172

B

369

170

371

4.

Distanziatore 60x60x2,7mm

5.

Distanziatore 80x60x2,7mm

379

0

246

1060

A_

PS

2_

C0

523

PS

SC

8

2_

SC

AL

A_

4

AL

363

A_

308

138

430

Distanziatore 100x60x2,7 mm distanziatore 120x60 sp32mm

8.

struttura carpenteria esistente

9.

Vite HILTI S-MD 03S 6.3x25 completo di rondella

530

530

8

523

530

530

530

27 PS

2_

C0

9

PS

2_

SC

SC

A

AL

AL

A_

28 PS

A_

2_

C1

SC

0 PS

2_

SC

AL

AL

A_

A_

29

PS

2_

C1

1 PS

2_

SC

SC

AL

A_

30

PS

AL

2_

A_

C1

PS

2

SC

2_

AL

SC

A_

AL

8

31

A_

C1

3

C

Finito pavimento primo pianerattolo PS2 +124.40

6. 7.

530

637

Montante L 60x40x2,7 mm

346

1046

3.

173

1000

Scatolare in alluminio 60x60 mm Montante T 100x60x2,7 mm

329

PS2_SCALA_12

AL

B

2.

406

171

PS2_SCALA_11

SC

26

LEGENDA 1.

369

A_

919

868

371

PS2_SCALA_10

2_

PS2_SCALA_06

369

SC

919

2_

PS2_SCALA_05

C03

370

PS2_SCALA_25 PS

PS2_SCALA_C06 PS2_SCALA_C07 PS

PS2_SC_C05

10

3

369

171

PS2_SCALA_09

1

374

PS2_SCALA_24

PS2_SCALA_08

9

5

struttura carpenteria esistente

Montanti

Distanziatori

365

172

919

Profilo omega

322

PS2_SCALA_23

PS2_SCALA_07

Finito pavimento secondo pianerattolo PS2 +126.79

195 121

172

PS2_SCALA_04

+0

3

271

PS2_SCALA_C04 PS2_SCALA_03

Sottostrutture Butech

943

Asse sottostruttura Butech

Parete in cartongesso

PS2_SCALA_C02 PS2_SCALA_01

Giunto su rivestimento in Krion

336

PS2_SCALA_02

Asse facciata punto di partenza posa

4 9

2

44

Parti curve Krion

PS2_SCALA_20

868

Asse quotatura

3

PS2_SCALA_C01

12

40

Nomi lastre PS2_SCALA_01

PS2_SCALA_22

170

11

Quote in mm

PS2_SCALA_21

1583 +0,00

Livello assi binari in cm

Rivestimento con pannelli Krion sp. 12 mm

PS

2_

SC

AL

A_

13

10. Vite HILTI SMD 12 - 24x2" per aggancio a struttura metallica

PS

11. Tassello

2_

SC

533

12. K-fix 13. Keil

PS

C

14. Moraletto in legno di compensazione

2_

Sezione B-B 1:5

SC

AL

ALA

_1

8

A_

14

462

D

265

COMUNE DI MILANO - QUARTIERE STORICO DI FIERA MILANO COMMITTENTE

PS

2_

CONTROLLO DELLA PROGETTAZIONE

CityLife s.p.a.

J&A CONSULTANTS

MILANO - Largo Domodossola 1 - Tel. 02.91437300 fax 02.91437380 info@city-life.it - www.citylife.it

3

RAMB OLL

B

14 10

7

GENERAL CONTRACTOR

SC

AL

Finito pavimento PS2 +122.02

Finito pavimento da progetto PS2 +122.00

TORRE HADID

419

711

11 74

693

252

558

910

190

720

910

312

598

910

910

910

860

2340

257

5

A_

15

D

2882

10 6538

ISTITUTO DI CERTIFICAZIONE QUALITA' IMPRESE E SERVIZI PER LE COSTRUZIONI

Certificato n°102 Norma UNI EN ISO 9001:2000

1449

558

4198

DIREZIONE ARTISTICA

Zaha Hadid Architects

1030

Studio London, 10 Bowling Green Lane London EC1R 0BQ - T: +44 20.72535147 F: +44 20.72518322 COOPERATIVA MURATORI E BRACCIANTI DI CARPI

Ing. Claudio Guido

Corso Re Umberto 44 - 10128 Torino

3

Ing. Marco Cruciani

COLLAUDATORE OPERE IN CA

Ce.A.S. S.r.l.

Ing. Bruno Finzi

Viale Giustiniano, 10 - 20129 Milano - T: +39 02.2020221

COORDINAMENTO PER LA SICUREZZA

Gestione Progetto S.r.l.

3328

1658

2418

252

2378

1508 3288

6

12

Arch. Donato Bertoncelli

Via Rossellini, 8 - 20153 Milano - T: +39 02.91437356

1468 326

Lastre

DIREZIONE LAVORI

In.PRO S.r.l.

598

PROGETTO ESECUTIVO ARCHITETTONICO

Planimetro S.t.p.

Via Fusetti, 14 - 20143 Milano - T:+39 02.45499914 - info@planimetro.it PROGETTO ESECUTIVO STRUTTURALE

Redesco Progetti S.r.l. Via Gioberti, 5 - 20123 Milano - T:+39 02.4699020 F:+39 02.436478

PROGETTO ESECUTIVO STRUTTURALE

D C B A REV

asse di posa

asse di posa

PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTI

Deerns Italia S.p.A.

Via Guglielmo Silva, 36 - 20149 Milano - T: +39 02.36167888 F: +39 02.36167801 - info@deerns.it - www.deerns.it

asse di posa

Holzner & Bertagnolli Engineering S.r.l.

Via Bolzano, 15/11 - 39011 Lana (BZ) - T:+39 0473.561526 F:+39 0473.559826 - info@h-b.it - www.h-b.it

7 TIPO DI EMISSIONE

BM

BM

BM

RED.

VER.

APP.

Per APPROV. Per INFORM.

TITOLO

A1 1:50

PTT

OV

C

AR

PS2

Localiz. 1° Liv

Localiz. 2° Liv

Fase Progetto

Disciplina

Tipologia documento

32340 n° Commessa

Numero Progressivo

8

4

PS2 - LAYOUT LASTRE E SOTTOSTRUTTURA KRION - ZONA SCALA COSCIALE DESTRO

SCALA

6

X

5

DATA

265

Seconda emissione

27/07/2018

FORMATO (ISO)

B

5

+124.40 +124.38

+126.79 +126.77

Architettonico 1:20

Indice di Revisione

+122.02 +122.00

Sezione D-D 1:5

Pianta localizzazione ZONA 09

PS2 ZONA 09 - PIANTA

C

PS2_Z02_29

PS2_Z02_27

02

PS2_Z02_28

A

2

1

3

4

A

Z09

Prospetto AC

1

2 B LEGENDA

3

LEGENDA Giunto su rivestimento in Krion

Pianta zona 02

Rivestimento con pannelli Krion sp. 12 mm

Asse facciata - punto di partenza posa

Parti curve

Parete in cartongesso

Asse montante Butech L 60x40 mm

Profilo omega

PS2_Z09_01

b a

b a

b a2 a

PS2_Z09_02

PS2_Z09_04

PS2_Z09_13

PS2_Z09_06 PS2_Z09_12

COMUNE DI MILANO - QUARTIERE STORICO DI FIERA MILANO

PS2_Z09_05 PS2_Z09_14

PS2_Z09_07a

COMMITTENTE

CONTROLLO DELLA PROGETTAZIONE

COMMITTENTE

PS2_Z09_16

J&A CONSULTANTS

MILANO - Largo Domodossola 1 - Tel. 02.91437300 fax 02.91437380 info@city-life.it - www.citylife.it

PS2_Z09_18

O

1a

Fissaggio lastre da valutare in cantiere

RAMB OLL

Dettaglio asse profilo omega 1:1

GENERAL CONTRACTOR 2789

2801

GENERAL CONTRACTOR

CONTROLLO DELLA PROGETTAZIONE

CityLife s.p.a.

PS2_Z09_17

PS2_Z09_09

MILANO - Largo Domodossola 1 - Tel. 02.91437300 fax 02.91437380 info@city-life.it - www.citylife.it

Allungare profilo anche nell'area piatta di pertinenza della lastra curva per permettere il fissaggio della stessa

TORRE HADID

PS2_Z09_15

PS2_Z09_10

CityLife s.p.a.

154

PS2_Z09_03

PS2_Z09_08

2616

b a

Posizionamento in base a sottostruttura cartongesso

PS2_Z09_11

Posizionamento in base a sottostruttura cartongesso

79

PS2_Z09_C01 PS2_Z09_07b

PS2_Z09_C02

157

Profilo omega

2759

Parete in cartongesso

157

Asse facciata - punto di partenza posa

Parti curve

Asse profilo omega

157

Rivestimento con pannelli Krion sp. 12 mm

Asse montante Butech L 60x40 mm

Giunto su rivestimento in Krion

Nomi lastre P0_Z3_01

Asse profilo omega

Nomi lastre P0_Z3_01

11

Quote in mm

11

Quote in mm

+0,00

Livello assi binari in cm

+0,00

Livello assi binari in cm

ISTITUTO DI CERTIFICAZIONE QUALITA' IMPRESE E SERVIZI PER LE COSTRUZIONI

Certificato n°102 Norma UNI EN ISO 9001:2000

A

1

B

3

2

Zaha Hadid Architects

In.PRO S.r.l.

+3442

+3099

+1698

RED.

VER.

APP.

X X

135

890

890

790

690

10 190

1320

455

890

920

841

890

890

890

2670

3394 3595

3560

Lastra curva

2705

Lastra curva

Lastra curva

TITOLO

PS2 - LAYOUT LASTRE E SOTTOSTRUTTURA KRION - ZONA 09

A1

4401 5321 6211

SCALA

1:50

6666

32340 n° Commessa

PTT

OV

C

AR

PS2

593

B

Localiz. 1° Liv

Localiz. 2° Liv

Fase Progetto

Disciplina

Tipologia documento

Numero Progressivo

Indice di Revisione

890 1780

1025

Per APPROV. Per INFORM.

1915

FORMATO (ISO)

+1696

+1796

+17

+00

+17

300

1098

303 Montanti

5 785

745

1098

19/06/2018 Prima emissione DATA

TIPO DI EMISSIONE

BM

BM

BM

RED.

VER.

APP.

Curva Z09_C01

X

A

Per APPROV. Per INFORM.

30 595

5

B 1599

PS2 - LAYOUT LASTRE E SOTTOSTRUTTURA KRION - ZONA 02

A1

196 564

1398

1106

2288

TITOLO

FORMATO (ISO)

SCALA

6

B

8 Sezione

7 570

890

500

365

244

890

890

508

747

10

+2

AAC

873

196

1460

865

1631

1398

2139

1510

3029 3919

1:50 32340

Layout montanti e binari sviluppo AB

890

+00

REV

PTT

OV

C

AR

PS2

581

B

Localiz. 1° Liv Localiz. 2° Liv Fase Progetto Disciplina documento Numero Progressivo Indice di Revisione Layout montanti e binari struttura lastre Tipologia curve PS2_Z09_C01

n° Commessa

20

+42

1

+997

lastra curva

TIPO DI EMISSIONE

GB BM

+137

lastra curva

DATA

GB BM

+1696

+997

586

D C B A

Lastre

REV

GB BM

+197

2 +335

+99

+257

+180

+102 +1796

PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTI

+1049

+402

+92

Attacco a terra/cartongesso

+00

06/11/2018 Seconda emissione 31/07/2018 Prima emissione

Deerns Italia S.p.A.

Via Guglielmo Silva, 36 - 20149 Milano - T: +39 02.36167888 F: +39 02.36167801 - info@deerns.it - www.deerns.it

+1226

+162

+2596

+699 +496

6

Fissaggio lastre da valutare in cantiere

lastra curva

+1299 +902

+92

6 76

31

+77

Via Bolzano, 15/11 - 39011 Lana (BZ) - T:+39 0473.561526 F:+39 0473.559826 - info@h-b.it - www.h-b.it

+1899

+1753

+1227

+660

D C B A

+2499

Holzner & Bertagnolli Engineering S.r.l.

+2159 +1795

PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTI

Deerns Italia S.p.A. Via Guglielmo Silva, 36 - 20149 Milano - T: +39 02.36167888 F: +39 02.36167801 - info@deerns.it - www.deerns.it

+2496

PROGETTO ESECUTIVO STRUTTURALE

PROGETTO ESECUTIVO STRUTTURALE

Holzner & Bertagnolli Engineering S.r.l. Via Bolzano, 15/11 - 39011 Lana (BZ) - T:+39 0473.561526 F:+39 0473.559826 - info@h-b.it - www.h-b.it

32

6

Struttura in comune con lastre piane +2596

Via Gioberti, 5 - 20123 Milano - T:+39 02.4699020 F:+39 02.436478 +2499

+2363

33

4

+222

+3396

PROGETTO ESECUTIVO STRUTTURALE

Redesco Progetti S.r.l.

+2835 +2596

+3296

3 +245

+3749 +3296

asse carpenteria metallica

PROGETTO ESECUTIVO STRUTTURALE

Redesco Progetti S.r.l.

5 76

34

A +277

+3749 +3396

Struttura in comune Via Fusetti, 14 - 20143 Milano - T:+39 con 02.45499914 - info@planimetro.it lastre piane

+3164

Via Gioberti, 5 - 20123 Milano - T:+39 02.4699020 F:+39 02.436478

Arch. Donato Bertoncelli PROGETTO ESECUTIVO ARCHITETTONICO

Planimetro S.t.p.

+3335

Ing. Bruno Finzi COORDINAMENTO PER LA SICUREZZA

Via Rossellini, 8 - 20153 Milano - T: +39 02.91437356

+3549

PROGETTO ESECUTIVO ARCHITETTONICO

Via Fusetti, 14 - 20143 Milano - T:+39 02.45499914 - info@planimetro.it

130

Viale Giustiniano, 10 - 20129 Milano - T: +39 02.2020221

Gestione Progetto S.r.l.

Arch. Donato Bertoncelli

Planimetro S.t.p.

Ing. Marco Cruciani

Quote struttura fissaggio COLLAUDATORE OPERE IN CA curva Z09_C01

Ce.A.S. S.r.l.

Ing. Bruno Finzi COORDINAMENTO PER LA SICUREZZA

Via Rossellini, 8 - 20153 Milano - T: +39 02.91437356

Parte curva

COLLAUDATORE OPERE IN CA

Viale Giustiniano, 10 - 20129 Milano - T: +39 02.2020221

Finito pavimento

COOPERATIVA MURATORI E BRACCIANTI DI CARPI

Ing. Claudio Guido

Corso Re Umberto 44 - 10128 Torino

Ing. Marco Cruciani

Ing. Claudio Guido

Corso Re Umberto 44 - 10128 Torino

Ce.A.S. S.r.l. Gestione Progetto S.r.l.

DIREZIONE LAVORI

lastra curva

In.PRO S.r.l.

COOPERATIVA MURATORI E BRACCIANTI DI CARPI

lastra curva

DIREZIONE LAVORI

+000

Studio London, 10 Bowling Green Lane London EC1R 0BQ - T: +44 20.72535147 F: +44 20.72518322

Layout lastre krion sviluppo AB

Studio London, 10 Bowling Green Lane London EC1R 0BQ - T: +44 20.72535147 F: +44 20.72518322

Sviluppo AC

DIREZIONE ARTISTICA

Zaha Hadid Architects

DIREZIONE ARTISTICA

Layout struttura sviluppo AC

Dettaglio zoccolino fresato krion 1:1


TETTOIA HYATT HOTEL, AEROPORTO DI ALGERI - Progettazione esecutiva rivestimenti esterni tettoie in Krion Progettazione e disego tecnico esecutivo per le sottostrutture in acciaio di sostegno dei pannelli di rivestimento delle due tettoie d’igresso all’Hotel Hyatt, presso il nuovo artoporto di Algeri (Algeria), per un totale di circa 1500mq coperti; disegno esecutivo dei relativi elementi di rivestimento in Krion, coordinazione per la produzione, assemblaggio e posa a regola d’arte delle sottostrutture metalliche (sistema di fissaggio invisibile Keil) e delle lastre di rivestimento. Collaborazione e coordinamento con Porcelanosa Group e con CSCEC (China State Construction Engineering Corporation Ltd).


2

2

ZONA 05

SEZIONE TRASVERSALE

1:20

AHR

Sous structure mur esterieur Ouest_CANOPIE NORD

MANDATAIRE GENERAL

1

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_46

CS_T03_08

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_65

CS_T03_66

CS_T03_67

CS_T03_68

CS_T03_69

CS_T03_70

CS_T03_71

CS_T03_72

CS_T03_73

CS_T03_74

CS_T03_75

CS_T03_76

CS_T03_27

CS_T03_28

CS_T03_29

CS_T03_30

CS_T03_31

CS_T03_32

CS_T03_33

CS_T03_34

CS_T03_35

CS_T03_36

CS_T05_07

CS_T03_38

Axes de rèfèrence X Y

CS_T05_06

Limite isolation Foamglas

Axes de projet

Périmètre revêtement Krion fini

CS_T05_05

CS_T05_04

CS_T05_03

Les soudures à pénétration complète doivent avoir au moins la même résistance des parties liées

MATERIAUX Acier/steel: s275jr - en 10025 Boulons/bolts: cl.8.8 - iso-898

2

1

Toutes les soudures seront continues à double cordonne en forme de t: la dimension devra être 0.7 de l'épaisseur minimum à souder.

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_64

CS_T03_26

SOUDAGE

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_63

CS_T03_25

Système de cotation

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_62

CS_T03_24

CS_T03_37

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_61

CS_T03_23

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_57

CS_T03_19

CS_T03_60

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_56

CS_T03_18

CS_T03_22

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_55

CS_T03_17

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_54

CS_T03_16

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_53

CS_T03_15

CS_T03_59

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_52

CS_T03_14

CS_T03_21

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_51

CS_T03_13

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_50

CS_T03_12

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_49

CS_T03_11

CS_T03_58

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_48

CS_T03_10

CS_T03_20

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_47

CS_T03_09

1

CS_T02_01

CS_T02_01

CS_T03_45

CS_T03_07

CS_T05_02

CS_T05_01

2 CS_T01_41

CS_T01_40

CS_T01_39

CS_T01_38

CS_T01_37

CS_T01_36

CS_T01_35

CS_T01_34

CS_T01_33

CS_T01_32

CS_T01_31

CS_T01_30

CS_T01_29

CS_T01_28

CS_T01_27

CS_T01_26

CS_T01_25

CS_T01_24

CS_T01_23

CS_T01_22

CS_T01_21

CS_T01_20

CS_T01_19

CS_T01_18

CS_T01_17

CS_T01_16

CS_T01_15

CS_T01_14

CS_T01_13

CS_T01_12

CS_T01_11

CS_T01_10

CS_T01_09

CS_T01_08


ABITAZIONI PRIVATE Sistema di costruzione a secco Abitazioni private studiate su misura del cliente sulla base di un sistema di costruzione a secco con struttura in acciaio che presenta diversi vantaggi; dalla libertà di espressione architettonica alla resistenza sismica, da una maggiore resistenza al fuoco all’assenza di muffe, da una elevata efficienza energetica e acustica alla non conduzione dell’umidità. Questo sistema fornisce un’abitazione di classe energetica A+, durabile e riciclabile , non solo per quanto riguarda i materiali: il progetto parte dall’analisi microclimatica per sfruttare le potenzialità del luogo e si serve delle energie passive.


SAXA RUBRA CONNECTIONS Nuovo centro di connessione per Roma Nord Il progetto “Saxa Rubra connections” prende in esame un’ampia area situata a Nord di Roma, dove sorge il centro RAI di Saxa Rubra; la creazione di un nuovo centro polifunzionale prevede la realizzazione di due grandi teatri, scuole di musica e recitazione, un nuovo terminal ferroviario, spazi commerciali, spazi pubblici di aggregazione e spazi per il turismo, la riqualificazione di un’antica strada romana ed il recupero di un’ex fornace riconvertita in spazzi pubblici ed educativi. Questo intervento punta a dare a questa area di Roma il ruolo di porta d’ingresso settentrionale della città. Una nuova linea di trasporto tramite People Mover e nuovi collegamenti pedonali faciliteranno il superamento di quelle barriere fisiche (il Grande Raccordo Anulare ed il Fiume Tevere) che separano quest’area dalle aree abitate limitrofe, e che fino ad oggi ne hanno causato uno scarso utilizzo e l’avanzata del degrado urbano. Un grande parco che lambisce il Tevere permetterà la riscoperta di questa zona anche dal punto di vista naturalistico e parteciperà alla creazione di un nuovo “corridoio verde” che segue il corso del fiume fino al centro della città, favorendo lo sviluppo di una viabilità lenta che aiuti a decongestionare il traffico della Capitale. Progetto univestitario che fa parte del più ampio Progetto “Roma 20-25 - Nuovi cicli di vita per la metropoli” un workshop internazionale che ha coinvolto dodici università italiane e tredici internazionali per produrre letture, visioni e progetti per la Roma futura. Le proposte di progetto sviluppate, sono state esposte in una mostra al museo MAXXI di Roma.


Schema intervento Esistente Aree liberate Intervento Parcheggi Infrastrutture Pista ciclabile Perc. pedonali principali Perc. pedonali secondari People Mover

Roma 20-25 - Nuovi cicli di vita per la metropoli

Mostra temporanea all’interno del museo MAXXI di Roma. _Link articolo sulla rivista Domus:

https://urly.it/35xsg


Bosco misto

Parco archeologico Parco umido

Parco con vegetazione dell’agro romano


Fasi di piantumazione per lo sviluppo del bosco misto

- Anno 0

- Anno 4

- Anno 30


Pista ciclabile e People Mover


Schema Parco della Fornace

Legenda 1 Fornace e campi sportivi 2 Alberature 3 Percorsi / Pista ciclabile


Recupero ex Fornace


NUOVA VITA INDUSTRIALE Riutilizzo di una struttura industriale in disuso Il progetto punta al dimostrare come il riutilizzo intelligente di una preesistente struttura industriale in disuso possa dare nuovi slanci e nuove prospettive a quella moltitudine strutture industriali presenti nel territorio Veneto che a causa dei mutamenti economici risultano sfitti e destinati al disuso, perchè troppo grandi e inutilizzabili dalla nuova tipologia di mercato che sta andando delineandosi. L’edicio perde la sua essenza di “capannone” e viene riorganizzato in due blocchi di uffici, collegati tra loro da una passerella sospesa al primo piano, ciascuno dei due blocchi indipendente, con un proprio accesso, servizi igienici ed una propria rampa di scale per accedere agli uffici al piano superiore. In questo modo le funzioni dell’ufficio vengono separate ed organizzate in maniera funzionale, dando all’edificio una maggiore flessibilità in modo da facilitare il suo utilizzo per diversi tipi di aziende, ma collegate attraverso la passerella che contiene le gli spazi comuni ed una grande sala riunioni. La flessibilità è anche interna agli uffici, grazie a soluzioni di divisori mobili. Progetto universitario.


Prospetto edificio per uffici

Vista interno passerella di collegamento


Progetto per il nuovo Polo logistico e direzionale dell’azienda Hausbrandt Trieste 1892 S.p.A. Nervesa della Battaglia (TV)

Progetto per il nuovo Polo logistico e direzionale di Hausbrandt Trieste 1982 S.p.A. , una delle maggiori aziende operatrici nel settore della torrefazione del caffè in Italia; in particolare progetto del nuovo Polo logistico con l’inserimento del logo aziendale ed il progetto del parcheggio, che funge anche da collegamento tra il Polo logistico e quello direzionale (già parzialmente costruito). Uno studio particolare è stato riservato ad una scala interna in acciaio del Polo direzionale, data la sua particolare posizione all’interno dell’edificio; la scala collega gli la hall agli uffici ed alle sale riunioni e di rappresentanza che saranno poste al primo piano del capannone finchè non sarà ultimato il Polo logistico. Collaborazione con lo studio di Architettura e Design Pio & Tito Toso di Zero Branco (TV).


Polo direzionale

Polo logistico

Parcheggio

Polo logistico


Parcheggio

GLIO 1

GLIO 2

GLIO 3

archeggio Polo logistico Hausbrandt

Fotografie parcheggio realizzato copyright all rights reserved

Maggio 2017

www.pioetito info@pioetito


Studio illuminazione del parcheggio

Scale polo direzionale

Scala interna Polo logistico Hausbrandt

copyright all rights reserved

Aprile 2017

www.pioetitotoso.com info@pioetitotoso.com

T. +3 F. +3


MUSEO DI ARTE MODERNA Recupero delle nappe abbandonate dell’Arsenale di Venezia Venezia

La creazione di un nuovo Museo di Arte Moderna e nuovi spazi pubblici vogliono aiutare la riscoperta dell’Arsenale di Venezia, area storica della città, ora poco utilizzata ed a tratti già in avanzato stato di degrado. Il Museo si articola in tre diverse zone; un’area di mostra temporanea, una di mostra permanente ed un’area espositiva esterna. Il percorso che un visitatore dovrà fare all’interno della struttura attraversa tutte e tre le aree passando tra ambienti molto diversi, differentemente illuminati a seconda delle esigenze e posizionati a diverse altezze, spostandosi così attraverso tutto il vasto spazio a disposizione. Il primo spazio è caratterizzato da una struttura di pareti mobili, per adeguarsi alle diverse esigenze espositive, ed è l’ambiente più luminoso e permeabile. Il secondo sfrutta la scarsa illuminazione all’interno della nappa e la sua grande dimensione per la creazione di un ambiente a forte impatto scenico, e la creazione di un auditorium. Il terzo ambiente, composto da una tensostruttura esterna, può essere utilizzato a livello del terreno come area di sosta o per eventi all’aperto, mentre al livello rialzato ospita l’esposizione di opere, con come sfondo il panorama della laguna veneziana. Il progetto di restauro delle nappe mantiene il massimo rispetto della storicità degli edifici e del loro passato industriale, con la qualifica delle strutture esistenti, la scelta dei materiali e delle forme utilizzate.


Piano primo

Piano terra


MARCHE’ DES CHAMPES Materì, Benin (Africa)

Il progetto si pone l’obiettivo il creare un modello di sviluppo sostenibile in un territorio rurale come quello dell’Atakorà (nord del Benin), proponendo un modo di abitare che parta dagli usi e dalle modalità di occupazione del suolo propri della tradizionale dispersione africana sul territorio, ma che affronti le questioni legate alla mancanza di sviluppo in ambito rurale, innestando un’economia autosufficiente in modo da frenare il processo di migrazione dalla campagna verso le grandi città e l’urbanizzazione incontrollata che ne consegue. L’idea è quella di creare un nuovo mercato agricolo, cuore dell’economia e della vita pubblica delle città africane, che dia un nuovo slancio all’economia e spinga verso nuovi modelli di produzione e nuovi spazzi di aggregazione. Alla crazione del mercato si affianca la proposta di un modello di sviluppo urbano alternativo alla pianificazione di impronta occidentale, nel quale la questione abitativa e delle infrastrutture si intreccia con la gestione delle risorse naturali, conil ruolo dell’agricoltura familiare e le relazioni di reciprocità tra “campagna” e città. Il progetto vuole dimostrare come sia possibile migliorare le condizioni di vita della popolazione della città di Materì attraverso lo sviluppo economico e sociale, realizzabile anche tramite un progetto architettonico legato sì alle tradizioni locali, ma con l’aggiunta di nuove tecnologie ed espedienti che utilizzino al meglio le risorse del territorio, indirizzandolo verso l’autosostenibilità; l’utilizzo di materiali locali e a basso costo si affianca all’applicazione di strategie sostenibili, come il riciclo dell’acqua piovana, attenzione alla ventilazione passiva, l’utilizzo di pannelli fotovoltaici e dei digestori anaerobici utilizzati sia in ambito familiare nei singoli quartieri che in ambito locale all’interno del mercato.


Ristorante/ commerciale Mercato

Mercato agricolo

Magazzini refrigerati

Stoccaggio e produzione Uffici direzionali

Biogas


STRATEGIE PROGETTUALI MERCATO AGRICOLO Rapporto con i campi Posizione strategica Incremento commerciale Sviluppo dell’agricoltura CICLO PRODUTTIVO Raccolta del prodotto Lavorazione prodotto Confezionamento Immagazzinamento Vendita diretta UTILIZZO ACQUA Canalizzazione fiume Riutilizzo acqua piovana Impianto di refrigerazione e raffrescamento ad acqua Lavaggio prodotti ENERGIE RINNOVABILI Raccolta scarti agricoli Raccolta scarti mercato Digestore anaerobico (Bio-gas) Impianto fotovoltaico


Abitazione standard


CAMERA CAMERA CAMERA

LOC.ACCESSORIO CUCINA CAMERA

ANTIBAGNO

PRANZO

BAGNO

CAMERA

CORTE


Mostra:

VENISE-BENIN Aller et retour Allestimento mostra temporanea “VENISE-BENIN. Aller et retour” allestita presso Stazione Rogers, Trieste. La mostra documenta gli esiti del viaggio di tirocinio-studio in Benin, Africa Occidentale, promosso prof.ssa Patrizia Montini Zimolo (Iuav) in partenariato con l’ Associazione Famiglie Rurali. L’associazione sin dal 2004 è attiva nella regione dell’Atakora in Benin dove promuove iniziative nel campo dell’agricoltura e della formazione, al fine di migliorare le condizioni di vita della popolazione attraverso lo sviluppo economico e sociale. Una riflessione sui rapporti che il progetto d’architettura deve oggi instaurare tra lo sviluppo e la sostenibilità del territorio, tra l’architettura e il luogo, in un contesto complesso e ricco di spunti di riflessione come quello dell’Africa sub-sahariana. Il viaggio ha rappresentato la conclusione dell’attività svolta dagli studenti nell’Atelier di sostenibilità ambientale ed è stato il punto di partenza per sperimentare un modello di sviluppo coinvolgendo come protagonisti di un processo comune di formazione, i docenti, gli studenti italiani e africani, la comunità e i rappresentanti di governo. Produzione materiali e video.


RECUPERO ABITAZIONE PRIVATA Villorba (TV)

Progetto di restauro di una abitazione privata costruita negli anni ‘30 in avanzato stato di degrado e la riorganizzazione delle sue aree esterne. Collaborazione con lo studio di Architettura e Design Pio & Tito Toso di Zero Branco (TV).


RECUPERO DEL BORGO RURALE CASE MARIAN

Cison di Valmarino (TV) - Render su commissione Produzine di render e fotoinserimenti riguardanti l’accantieramento per la partecipazione al bando di appalto dei lavori di recupero del Borgo Rurale Case Marian e realizzazione di spazi ricettivi ed espositivi in Comune di CIson di Valmarino (TV). Le viste vogliono evidenziare come il progetto di accantiermento permetta il regolare svolgimento di manifestazioni grazie al facile spostamento di alcune reti da cantiere e baracche, interferendo cosÏ il meno possibile nella vita degli abitanti e nelle iniziative del comune di Cison di Valmarino. Collaborazione con lo studio di ignegneria TTE Tecnobrevetti Team Engineering di Zero Branco (TV).


RECICLO DI UNA INFRASTRUTTURA DISMESSA - nuove forme lungo l’itinerario Render su commissione

Produzine di render e fotoinserimenti riguardanti un progetto di riqualificazione delle ferrovia Rocchette - Asiago turistica di alcune piazze o aree di paesi dell’altopiano di Asiago, comprendente il posizionamento di strutture modulari in punti strategigi lungo il percorso della ferrovia (Progetto dell’Arch. Sara Donato) Render su commissione.


QUATARA - lampade a sospensione “Quatara” è una collezione di tre lampade a sospensione in ottone satinato e acciaio lucidato con un bulbo illuminante interno in vetro bianco latte. Il design delle lampade richiamano le lampade in ferro battuto marocchine e le diverse superfici di foratura creano differenti giochi di luce, dotandole sia un fascio di luce puntuale, al di sotto della lampada, che di uno più articolato. Il progetto è stato sviluppato all’interno del corso “Innovation and Design Thinking”, presso Fabrica – Benetton Group. Motivo forature


giacomo bordignon 2013-2019 mail: cell:

giacomobordignon1@gmail.com +39 3351627937

Profile for Giacomo Bordignon

Portfolio - Giacomo Bordignon Architect  

Portfolio - Giacomo Bordignon Architect  

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded