{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 122

E così il gruppetto tolse il disturbo, sulla riva destra del Po rimasero solo piante e arbusti spelacchiati dalla recente grandinata, non più un’anima viva. - Come pensavo! - esclamò Lodovico osservando dal binocolo - solo alla vista dei miei cavalieri e dello stendardo dei Visconti si sono spaventati a morte e sono scappati con la coda tra le gambe! - Aspettavano il nostro arrivo, possiamo ringraziare la vostra scorta e il temporale - soggiunse Fosco riprendendosi il binocolo - ora non rimane che attendere i comodi del fiume Si accamparono nella radura, in quell’angolo l’erba alta una spanna si era asciugata in fretta sotto i raggi del sole che dopo il temporale avevano ripreso a scaldare. Bivaccarono con gli animi in pace. Alcuni uomini vennero messi di guardia ai quattro angoli del campo, altri ad osservare il livello del fiume che non accennava a diminuire. Il rumore della corrente dominava sugli altri rumori, sulle voci degli uomini e sui versi degli animali del bosco che dopo la tempesta ricominciavano la loro vita quotidiana. Edoardo chiamò Lorenzo che se ne stava in riva al fiume a contemplare i flutti, Astore si era involato tra le nubi, che ora apparivano bianche tra l’azzurro del cielo, scomparendo verso gli alberi della foresta a caccia di qualcosa che solo il suo istinto sapeva. Il giovane se ne stava in disparte, non voleva avvicinarsi al gruppo che si era disposto in cerchio a poca distanza dai carri: la vista di Francesca lo metteva in subbuglio, la somiglianza con la sua fidanzata era impressionante. Chissà, forse era lei prima che rinascesse… nel futuro. - Hai con te quell’aggeggio che fa i dipinti in un baleno? come si chiama che non ricordo più? - chiese Edoardo a Lorenzo che ora si era avvicinato al gruppetto vincendo l’imbarazzo - Sì! - rispose infilando le mani in una tasca della sopravveste che copriva l’usbergo - si chiama fotocamera o macchina fotografica - Fai vedere a Francesca quello che hai fatto vedere a noi. Mostragli il ritratto della tua fidanzata! Lorenzo titubò ma riuscì a vincere la ritrosia, il suo cuore batteva all’impazzata e sicuramente chi lo avesse visto in viso avrebbe percepito il suo rossore. Francesca lo guardò e di questo se ne accorse subito. - Faccia vedere, Lorenzo! - gli chiese la ragazza con voce suadente. Lorenzo si avvicinò e accese la fotocamera con mani tremanti, l’emozione era 122

Profile for Nost Munfrà

Nel vortice del tempo  

Nel vortice del tempo la storia dello jus primae noctis che portò all'incendio del castello dei Miroglio nel racconto di Renzo Badiale da Ca...

Nel vortice del tempo  

Nel vortice del tempo la storia dello jus primae noctis che portò all'incendio del castello dei Miroglio nel racconto di Renzo Badiale da Ca...

Profile for ghigiot
Advertisement