Issuu on Google+

Per sostenere ACRA Conto corrente postale: CCP N° 14268205 Conto corrente bancario intestato ad ACRA: n° 102164 presso Banca Etica – ABI 05018 – CAB 01600 – CIN K Conto corrente bancario intestato ad ACRA: n° 8183 presso Banca Popolare di Milano agenzia 506 – ABI 05584 – CAB 01706 – CIN S Con carta di credito sul sito www.acra.it

Via E. Breda 54 - 20126 Milano tel +39 02 270 002 91 fax +39 02 255 2270 e-mail: info@acra.it www.acra.it

Rapporto di attività anno 2005


STAMPA: Arti Grafiche Vertemati - Vimercate (Mi) PROGETTO GRAFICO: Frimidia (www.frimidia.it) REDAZIONE A CURA DI: Annalisa Bortoluzzi, Ada Civitani, Maria Gatti, Alessandro Grassini CON LA COLLABORAZIONE DI: Paolo Albucci, Giuseppe Biella, Patrizia Canova, Ilaria Caramia, Sara Caria, Elena Casolari,Terenzio Dell'Orto, Simone Di Vicenz, Alfonso Espinal, Michele Falaschi, Sandro Filippini, Piera Freccero,Vanessa Gallo, Giordano Golinelli, Angelo Locatelli, Marta Marson, Andrea Mazzilli, Elena Modolo, Aissatou N'Dieye, Maria Cristina Negro, Luca Rannisi, Gianantonio Ricci, Francesca Torrani, Rocco Troisi EDITING A CURA DI: Margherita Brambilla e Laura Fusca CONTRIBUTO FOTOGRAFICO:


SOMMARIO Care amiche, cari amici,

4

Chi è ACRA

6

ACRA nel mondo

8

Elenco progetti per paese

10

Elenco progetti per area tematica

12

ACRA in numeri

13

Indicatori progetti

14

La strategia di ACRA

16

L’intervento di ACRA nelle 4 aree tematiche

18

ECONOMIA

19

AMBIENTE

20

SALUTE

21

EDUCAZIONE

22

La comunicazione di ACRA

23

I progetti di eccellenza

25

Lezioni apprese

32

I progetti ACRA nel 2005

35

La rete italiana, europea ed internazionale

47

3


Care amiche, cari amici,

il rapporto che vi presentiamo dà ragione di quanto ACRA ha realizzato nel corso del 2005. Ci guida, nella scrittura di questo resoconto, la voglia di raccontare il lavoro che facciamo ogni giorno nel tentativo di declinare con coerenza le finalità della nostra Associazione. Nel consolidarsi della nostra esperienza in questi ultimi anni è maturato un avanzamento della riflessione rispetto al concetto di autosviluppo. Dall’approccio rivolto al sostegno dell'autonomia delle comunità locali del Sud, l’attenzione si è spostata verso la linea del co-sviluppo, che coinvolge e vede le comunità del Sud protagoniste, insieme a quelle del Nord, di un unico processo di costruzione del futuro. Nel 2005, al rafforzamento di relazioni durature e paritarie con i nostri partner del Sud e del Nord del mondo, si è aggiunta la decisione dell’Assemblea dei Soci di radicare sempre più la nostra azione sui territori. La nostra lunga storia, fatta di relazioni, incontri e conoscenze, ha portato all’acquisizione di nuovi e qualificati interlocutori: reti nazionali ed europee, istituzioni territoriali, fondazioni, agenzie ONU (FAO, IFAD, IPGRI e UNESCO) sono tra i partner delle iniziative sui territori e dei progetti di sviluppo. La partecipazione dei nostri partner e dei beneficiari alla realizzazione degli obiettivi concordati costituisce certamente una risposta soddisfacente al lavoro quotidiano; tuttavia questo risultato non può distoglierci dall’impegno costante per la promozione di un mondo a dimensione umana.La nostra visione dello sviluppo vuole essere un tassello di un mosaico ampio e di un complesso movimento plurale di attori di uno sviluppo mirato al ripensamento e alla ridefinizione delle forme di cittadinanza e di democrazia al Nord come al Sud del mondo. In tutta l’azione di ACRA, la dimensione relazionale è l’ambito privilegiato in cui l’attenzione alla qualità dei processi è garanzia di risultati sostenibili nel tempo. Il coinvolgimento, la motivazione esplicita e la partecipazione attiva dei partner locali sono condizione indispensabile per una buona politica di cooperazione. La cooperazione decentrata intesa come decentramento della cooperazione, luogo in cui è viva la partecipazione e la solidarietà degli attori coinvolti, ha visto nel 2005 ACRA protagonista di iniziative di sostegno allo scambio di esperienze locali e di identificazione di percorsi di collaborazione tra cittadini del Nord e cittadini del Sud, così come tra cittadini di diversi paesi del Sud del mondo. Nel 2005 abbiamo affinato la nostra capacità di interlocuzione e di azione a partire dal Nord - in Italia e in Europa - attraverso campagne di advocacy centrate sui temi propri del nostro agire, con l'obiettivo di sostenere una nuova impostazione di sviluppo compatibile e duraturo. Nel corso del 2005, il Settore Programmi (unione dei Settori Educazione allo Sviluppo e Cooperazione nei PVS), ha lavorato su un totale di 55 progetti, di cui 49 nei PVS e 6 di Educazione allo Sviluppo. E’ stata inoltre potenziata la funzione di Comunicazione e Raccolta Fondi, con l'obiettivo da un lato di promuovere con più efficacia l'azione dell'Associazione, dall'altro di aumentare la capacità di autofinanziamento di ACRA. Il bilancio 2005, sottoposto come di consuetudine a

4

revisione contabile da parte di una società esperta, vede un aumento delle entrate ed una contrazione dei costi di struttura. I finanziamenti pubblici erogati nel corso del 2005 si sono notevolmente incrementati mentre si registra una riduzione dei finanziamenti raccolti all’estero, il tutto in un quadro di crescita del volume complessivo dei finanziamenti pubblici e privati pari a circa il 30%. Il notevole incremento dei finanziamenti pubblici è dovuto all’erogazione di prime annualità relative a progetti precedentemente decretati.Va tuttavia sottolineato che nel corso del 2005 altri progetti sono stati decretati ma i relativi fondi non sono ancora stati erogati. La Regione Lombardia ha co-finanziato un nuovo progetto. Sul piano organizzativo, oltre all'attivazione della funzione di “fund rising” e di comunicazione, nella seconda parte dell’esercizio è stata attivata una profonda ristrutturazione del settore amministrativo, con l’inserimento di nuove persone cui è stato chiesto di completare il passaggio dal sistema contabile per cassa a quello per competenza, con l'obiettivo di rappresentare con sempre maggior trasparenza l'andamento dell'associazione. Per quanto è stato fatto, un riconoscimento sincero va a tutti gli operatori di ACRA, alle donne e agli uomini che nella Sede di Milano e nelle Sedi decentrate dei Paesi sono impegnati a realizzare concretamente la mission di ACRA con professionalità, sensibilità e scelta di campo. La prospettiva dello sviluppo compatibile vede ormai legati indissolubilmente i destini delle popolazioni del mondo, al di là della loro collocazione geografica; per questo il nostro auspicio è che sia in Italia sia in Europa la Cooperazione allo Sviluppo assuma quella centralità politica che le è dovuta e che una gran parte dell’umanità esclusa attende. Quello che abbiamo realizzato è il frutto del contributo di molti. A loro va il nostro ringraziamento: - ai sostenitori che con il loro contributo ci hanno permesso di trasformare le nostre idee in azioni; - ai soci e ai volontari che mettono a disposizione la loro professionalità e il loro contributo in modo gratuito e generoso; - ai nostri partner, nella speranza che si consolidi sempre più la partecipazione e la fiducia reciproca; - alle Istituzioni decentrate e agli Enti privati e pubblici coi quali auspichiamo una sempre maggiore collaborazione e un consolidamento della fiducia riposta nel nostro operare; - agli Enti co-finanziatori dai quali attendiamo scelte politiche decise a sostegno della Cooperazione; - agli operatori in Italia e all’Estero che sono le colonne portanti della nostra Associazione. La Presidente Maria Colomba Gatti

Il Direttore Alessandro Grassini

5


Chi è ACRA

Chi è ACRA

ACRA (Associazione di Cooperazione Rurale in Africa e America latina) è una Organizzazione Non Governativa riconosciuta idonea alla cooperazione dal ministero Affari Esteri e dall’Unione Europea. ACRA nasce nel 1968 per iniziativa di un gruppo di persone, animate dalla volontà di promuovere un impegno laico per lo sviluppo sostenibile nei Paesi del Sud del mondo. In tutti questi anni gli operatori di ACRA sono stati a fianco delle popolazioni dei Paesi del Sud del mondo, parlando la lingua del progresso quotidiano e cercando di dare risposte ai loro bisogni fondamentali di sopravvivenza e di autosviluppo. Oggi ACRA è presente in diversi Paesi dell’Africa (Senegal, Ciad, Camerun,Tanzania), del Centro e Sud America (Bolivia, Ecuador, Nicaragua, Argentina, Brasile, Guatemala, Honduras, Repubblica Dominicana), dove realizza progetti di sviluppo integrato, con l’apporto di personale tecnico volontario, ai sensi della legge n° 49/87. Nel contempo ACRA è presente sul territorio italiano ed europeo, portandovi le istanze dei propri partner del Sud del mondo e unendo la loro voce a quella di altre realtà della società civile che lottano per un mondo più equo. Il radicamento nei territori e la lunga esperienza nei Paesi del Sud del mondo hanno rafforzato in ACRA la convinzione che il problema della povertà e del sottosviluppo debba essere affrontato alla radice, in modo profondo, radicale e continuativo, evitando interventi occasionali e superficiali, che si rivelano spesso semplici palliativi. Dal confronto con Ong del Sud, gruppi di base, organizzazioni di donne, cooperative di piccoli produttori, movimenti ambientalisti nascono i progetti di ACRA, che mirano alla crescita della democrazia locale e al perseguimento di un equilibrio sociale ed economico delle comunità, attraverso la collaborazione diretta con gli attori/beneficiari dei progetti nella ricerca di soluzioni sostenibili per l’autosviluppo. ACRA è un’associazione senza fini di lucro. I suoi progetti sono co-finanziati dal Ministero degli Affari Esteri, dall’Unione Europea da una parte e dall’altra da fondazioni, enti locali, associazioni, aziende, gruppi di sostegno e donazioni private.

6

7


ACRA nel mondo

ACRA CRA Nicaragua caragua Calle Carmen Casa No.523, Reparto S. Juan, de la UNIVAL 1/2 Cuadra al Sur APDO. 1545, Correo Central JN, Managua Tel. +505 277 4888 Fax +505 277 4676 E-mail: acracore@ibw.com.ni Referente: Gianantonio Ricci - gianantonioricci@acra.it ACRA - ICEI Repub Repubblica Dominicana Arroyo El Cabo 13 Las Galeras, Samaná Tel. + 809 538 02 01 Fax + 809 538 00 64 E-mail: guariquen@gmail.com Referente: Michele Falaschi - michelefalaschi@icei.it ACRA - ICEI Brasilee Rua Barroso, 355 Sala G-H Cep 69.010-050 Manaus Fax/Tel.: + 559 2 234 6562 E-mail: amazonas@tin.it Referente: Gabriella Pettazzoni ACRA Ecuador Calle Alemania 616 y Mariana de Jesús - Quito Fax/Tel. +593 2 2529692 /+593 2 2546023 E-mail: acra.acuador@andinanet.net Referente: Sara Caria - saracaria@acra.it ACRA Bolivia Pasaje Subteniente Aramayo 1008 Esquina Jaimes Freire C.P. 10424 Sopocachi - La Paz Tel. +591 2 242 1277 Fax +591 2 242 4467 E-mail: acracoor@entelnet.bo Referente: Silvia Balboa - silviabalboa@acra.it ACRA Camerun BP 115 Maroua Tel.+237 229 1871 E-mail: acracam@braouz.net Referente: Terenzio dell’Orto Tel.+237 987 3818

8

ACRA nel mondo

ACRA Ciad BP 1099 - N’Djamena Tel. +235 519 223 Fax +235 518 458 E-mail: acra.ciad@intnet.td Referente: Sandro Filippini - sandrofilippini@acra.it ACRA CRA Senegal gal Villa n. 10011 Quartier Sacre Coeur III - Dakar Tel. +221 827 6413 Fax +221 867 1910 E-mail: acradk@sentoo.sn Referente: Aissatou N’Diaye ACRA CRA Tanzania nzania c/o Njombe Development Office P.O. BOX 54 - Njombe – Iringa Region Tel: + 255 743 168 065 + 255 26 782 742 E-Mail: milotodeschini@acra.it Referente: Milo Todeschini ACRA CRA A Zanzibar Z PO Box 3067, Shangani - Stone Town - Zanzibar Tel. +225 742 02 8922 Referente: Piera Freccero - pierafreccero@acra.it UNA Kenya U y (ACRA, Africa 70, CAST, CESVI, GRT) Regional Office, Lower Kabete Road, Westland, (opposite Sonata School of Music, Block E, Apt. 2&3) PO Box 75776 - 00200 Nairobi (Kenya) Tel.+254 020 4440660/4442473 Fax +254 020 4442341 Sat Phone 0088 216 55508659 E-mail: nairobi@una.org Referente: Raffele Del Cima - delcima@una.org ACRA Sri Lanka (ufficio condiviso con COOPI e COSV) c/o Sea View Res. Unawatuna, Galle - Sri Lanka Fax/Tel.: +94 91 223 3519 Cell.: +94 77 91 140 39 Referente: Francesca Torrani - francescatorrani@acra.it

9


Elenco progetti per paese

Elenco progetti per paese

2003 totale progetti: 46 2004 totale progetti: 54 2005 totale progetti: 55

12 11

11 10 9

9

8 8 7 6

6 6 6

4

4

3

3 3

2

2 1

Senegal

0 0

0 0 Tanzania

1 1 1

0 0 Italia

Guatemala

Europa e PVS

Ecuador

Ciad

Camerun

Brasile

Bolivia

Argentina 10

1 0

Sri Lanka

1 1 1

1 1

Rep. Dominicana

1 0

Nicaragua

2 2

Kenya con l’Associazione UNA

2 2

3 3

11


ACRA in numeri

Elenco progetti per area tematica

Aiuto umanitario

Economia

Ambiente

Cultura

6%

Salute

7%

Entrate anno 2005

10%

24% 18%

3% 2004 54 progetti

2005 55 progetti

MAE UE Regione Lombardia Finanziamenti Raccolti all’Estero Raccolta fondi altri enti Raccolta Fondi Privati Proventi diversi

1.458.027,00 € 1.925.570,00 € 215.107,00 € 1.132.744,00 € 452.391,00 € 380.049,00 € 597.382,00 €

Entrate anno 2005

1.132.744,00 €

32%

2003 42 progetti

34% 66%

7%

6.161.270,00 €

Dettaglio Finanziamenti Raccolti all’Estero

UE (UESA-PRRAC) Privati

746.742,00 € 386.002,00 €

Entrate anno 2005

380.049,30 €

5% Dettaglio Raccolta Fondi da Privati

Tavola Valdese Associazioni Privati

24.800,00 € 20.217,67 € 335.031,63 €

88% 2% 2% 6% 5%

2 5 1 32 2

12

2 4 12 33 3

2 13 11 25 4

Uscite anno 2005 Progetti PVS Progetti Italia Costo Personale Spese generali Altre spese

6.178.796,00 €

5.269.681,00 € 294.206,00 € 352.436,00 € 109.627,00 € 152.846,00 €

85%

13


Indicatori progetti Italia

Indicatori progetti PVS

14

1.175.255 Beneficiari diretti

4 Pubblicazioni realizzate

1.950 Alunni/studenti formati

16.916 Persone formate

1 Borsa di studio assegnata

14 Stages realizzati

3.208 Crediti concessi (per un valore medio ponderato di 77,00 euro/credito)

9 Convegni/seminari/ corsi di formazione

15 ComunitĂ  locali coinvolte

594.700 Piante preservate

250 Persone formate

50 Istituzioni locali sensibilizzate

2.851 Infrastrutture costruite (di cui: 10 sanitarie, 114 idriche, 141 per attivitĂ  economiche, 10 scolastiche, 18 pubbliche, 2.550 abitative, 8 agricole)

150 Insegnanti formati

24 Associazioni coinvolte

208.460 m2 di aree protette

33 Scuole/universitĂ 

10.000 Persone coinvolte in iniziative pubbliche

3.064 ton di rifiuti raccolti

79 Classi coinvolte

12 Volontari Servizio Civile nazionale e internazionale

15


La strategia di ACRA

Governance, decentramento e partenariato per lo sviluppo Nel corso degli ultimi anni, la parola chiave che ha influenzato il pensiero e l’azione di organizzazioni internazionali, Nazioni unite e di molte istituzioni a partire da quelle europee, è good governance: buon governo. Si tratta di una prospettiva politica che modifica il tradizionale punto di vista rispetto ai rapporti di governabilità tra centro e periferie, puntando su un rapporto più diretto tra vertici istituzionali e base sociale, tra chi governa e chi vive il territorio, allo scopo di migliorarne la gestione e valorizzarne le risorse ai fini dello sviluppo. In questo contesto di riflessione, che ha maturato radici profonde nell’ambito della cooperazione internazionale, si è affermata l’idea di uno sviluppo più centrato sull’uomo e sostenibile per l’ambiente, perseguibile attraverso un processo a doppia direzione capace di promuovere rapporti paritari tra Sud e Nord del mondo così come tra la base e i vertici del sistema sociale di ogni Paese. Il percorso verso il buon governo, che tende alla valorizzazione di strategie di autosviluppo promosse localmente da soggetti attivi in campo economico, sociale e culturale, va di pari passo con i processi di decentramento istituzionale, amministrativo e decisionale attualmente in corso in molti Paesi. In questa prospettiva cresce l’importanza delle organizzazioni di base e delle reti territoriali, di cui diventa fondamentale valorizzare la capacità di azione ai fini dello sviluppo, utilizzando come strumento principe il partenariato. Attraverso il partenariato, gli stessi soggetti che prima erano meri destinatari o esecutori di politiche di sviluppo elaborate in una visione assistenziale, divengono attori del proprio sviluppo all’interno di un processo che li vede protagonisti, con pari dignità e pari responsabilità rispetto a chi promuove o sostiene dall’alto le dinamiche attivate. Requisiti necessari per i soggetti che a tutti i livelli concorrono alla pianificazione dello sviluppo di un territorio in un’ottica di partenariato sono: autonomia e rappresentatività rispetto al proprio territorio, consapevolezza e capacità di dialogo istituzionale, motivazione a essere parte attiva nelle sedi in cui lo sviluppo viene concertato e programmato, a partire dal contesto locale di cui le organizzazioni di base raccolgono interessi, bisogni e aspettative e intorno ai quali costruiscono reti. In ambito di cooperazione allo sviluppo tra Nord e Sud del mondo, la formula del “partenariato” tra comunità locali, cittadini, istituzioni decentrate, regioni, associazioni, operatori economici può oggi essere valorizzata come strumento di sviluppo, divenendo quasi sinonimo di cooperazione decentrata.Tutto ciò ha influito profondamente, nel tempo, sul nostro modo di pensare e di fare cooperazione, modificando sensibilmente lo sfondo delle nostre azioni. Coerentemente con questa visione ACRA concepisce iniziative progettuali che impattino sui territori sia del Nord che del Sud del mondo, con l'obiettivo di attivare percorsi e processi partecipativi di sviluppo che mettano in relazione persone, associazioni, aziende, enti locali, organizzazioni di base, in un'ottica propria di decentramento della cooperazione. Dalla teoria alla prassi Da sempre fedele a un approccio all’autosviluppo basato sulla partecipazione, oggi ACRA si muove in un orizzonte che fa del partenariato il suo più prezioso strumento di lavoro, sia per gli interventi di sviluppo che realizza nel Sud del

16

La strategia di ACRA

mondo sia nell’ambito delle attività di informazione, formazione e educazione che promuove sul territorio italiano ed europeo. L’intervento di ACRA si costruisce nel lavoro quotidiano con numerose comunità locali di diversi Paesi del Sud del mondo, al tempo stesso mobilitando, in ambito italiano ed europeo, attori sensibili alle problematiche dello sviluppo internazionale, dell’ambiente e della pace. Lo scopo è quello di attivare dinamiche di autosviluppo nei Paesi del Sud del mondo, coerentemente con gli orientamenti culturali locali e il rispetto degli equilibri socio-ambientali. Il metodo si concretizza nel lavoro sui meccanismi e i dispositivi che lo declinano in azioni concrete, nell’approfondimento della ricerca, nella sperimentazione sui casi positivi e nell’appoggio alla loro crescita e riproduzione. L’azione di ACRA nasce dall’esigenza di creare spazi adeguati per elaborare e rendere operative strategie di cooperazione attraverso la costruzione di una rete che vada dal livello di base a quello istituzionale, locale, nazionale e internazionale. La scelta-necessità di agire insieme ad altri per avere la possibilità di realizzare interventi di qualità, rafforza per ACRA la consapevolezza che oggi l’unione, il rapporto, l’associazione tra gruppi, organizzazioni di base e istituzioni è divenuto la condizione prima per il lavoro nella cooperazione e per il suo buon funzionamento. La scelta dei temi e dei filoni di intervento, declinata localmente a seconda delle specificità dei singoli contesti, è quindi per ACRA funzionale a un discorso più allargato che riguarda la qualità dell’azione di cooperazione internazionale nel suo complesso. Alcuni aspetti, ritenuti fondamentali nel momento costitutivo dell’associazione, sono rimasti invariati e, anzi, oltre a essere riconfermati nel tempo, sono diventati veri e propri punti di forza del suo modo di pensare e agire per lo sviluppo.Tra questi, alcuni obiettivi di fondo. La scelta quale ambito di intervento prioritario dell’ambiente rurale, sempre più impoverito dai processi di inurbamento e di globalizzazione neoliberista e nel contempo di importanza sempre più strategica per la qualificazione in senso sostenibile dei processi di sviluppo su scala mondiale. La partecipazione come scelta di vita e come metodologia di lavoro, attenta al rigore scientifico e alla qualità della relazione. L’appoggio alle organizzazioni di base quali primi interlocutori nella definizione delle strategie di sviluppo locale sostenibile attraverso l’applicazione di una metodologia partecipativa nella realizzazione dei progetti dalla fase di diagnostico a quella di valutazione. Il progressivo rafforzamento a livello locale, nazionale e internazionale della rete di partner sulla base di un effettivo radicamento nei territori. La promozione di autosviluppo a partire dall’espressione dei bisogni di una comunità e dall’attivazione delle sue risorse peculiari in una prospettiva di partenariato promossa trasversalmente tra Sud e Nord del mondo. Tutti questi fattori sono alla base della strategia di coinvolgimento di ACRA nei confronti dei territori con cui lavora, in Italia come nei Pvs, al fine di attivare dinamiche sostenibili di cooperazione decentrata. Allo scopo del progressivo ampliamento e rafforzamento della rete, infine, ACRA ha scelto di dare importanza alla capitalizzazione delle esperienze fatte insieme ai propri partner, per renderle occasione di apprendimento e ri-orientamento per sé e per coloro che sono interessati ad avvicinarle e conoscerle.

17


L’intervento ACRA nelle 4 aree tematiche

La strategia di sviluppo di ACRA si declina attraverso 4 aree tematiche: Economia, Ambiente, Salute, Educazione. Sul piano economico l’azione di ACRA punta al sostegno della piccola imprenditoria e al potenziamento delle capacità produttive delle comunità locali attraverso la loro inclusione in canali economici strutturati in senso etico e solidale: commercio equo, turismo responsabile, microfinanza. La salvaguardia e la valorizzazione dell’ambiente e della biodiversità, articolate allo sviluppo sociale, culturale ed economico, sono per ACRA il risultato di un processo che non si limita a un’analisi ambientalista, ma che valuta le minacce alla biosfera in un contesto più organico, identificando le interrelazioni tra la qualità dell’ambiente naturale e le condizioni di vita economica e sociale nelle zone di intervento. Il sostegno ai sistemi sanitari locali, la prevenzione e l’educazione sanitaria, unitamente alla valorizzazione delle tradizioni e dei saperi medici locali, sono gli obiettivi prioritari che ACRA si pone nel campo della protezione della salute e della qualità della vita. In quanto fattore chiave per lo sviluppo, la biodiversità culturale è quanto ACRA si propone di valorizzare attraverso la promozione di un’ottica qualitativa nell’istruzione, nell’educazione, nella formazione e nello scambio transculturale, in una prospettiva di capacity building delle comunità rurali e delle organizzazioni di base tanto nel Sud quanto nel Nord del mondo. Tutti i filoni tematici elencati entrano infatti a costituire la materia del progetto culturale che ACRA porta avanti tra Italia/Europa e Pvs come parte integrante della sua politica di cooperazione, costruendo spazi strutturati di ricerca, confronto e scambio tra diversi attori del Sud e del Nord del mondo. Su questa base, gli obiettivi della nostra azione di educazione allo sviluppo, realizzata trasversalmente sul territorio italiano ed europeo e dei Pvs nel contesto di relazioni di partenariato tra organizzazioni della società civile, soggetti del mondo economico e istituzioni, sono: - L’informazione sulle problematiche inerenti allo sviluppo, come strumento per una comprensione della realtà nel Nord come nel Sud; - Il dialogo costante tra i diversi attori e la comprensione delle dinamiche in gioco come conditio sine qua non per la partecipazione attiva dei cittadini alla gestione diretta del territorio; - La costruzione di spazi di ricerca ed elaborazione sperimentale di percorsi progettuali di cooperazione decentrata; - Il sostegno concreto, attraverso l’animazione della società civile, alla diffusione di forme di relazione eque e sostenibili sul piano economicoculturale tra Sud e Nord del mondo, a partire dalle diverse forme esistenti di economia etica: commercio equo e solidale, turismo responsabile, consumo critico, microfinanza. - L’aggregazione di attori sensibili sui territori al fine della costruzione di reti trasversali e dell’attivazione di movimenti d’opinione a sostegno di politiche sostenibili di sviluppo locale e cooperazione internazionale.

18

L’intervento ACRA nelle 4 aree tematiche

ECONOMIA I progetti economici che ACRA promuove si fondano sul riconoscimento dell’accesso al mercato come un diritto umano, un’espressione di democrazia economica. Mercato di prossimità, internazionale, di beni e di servizi. La tipologia d’intervento si articola in due filoni principali: - Costituzione e consolidamento delle filiere commerciali di prodotti agricoli e di pastorizia; - Accesso al credito attraverso la definizione e messa in atto di strumenti e prodotti finanziari al servizio dei piccoli produttori. Le organizzazioni contadine formali e informali, siano esse cooperative o/e organizzazioni d’interesse economico, sono partners e beneficiari dei nostri progetti. In Africa, in particolare in Ciad, Camerun e Senegal, il lavoro è finalizzato alla formazione tecnica per far crescere le realtà contadine nel mercato locale e incentivare lo scambio di prodotti con altre organizzazioni analoghe. In America Latina, invece, l’azione si focalizza sul consolidamento delle filiere di prodotto già presenti nei mercati internazionali (caffè, guaranà, noce amazzonica, fibre camelidi), da un lato incentrando l’attenzione sull’efficienza ed efficacia della cooperativa, sul raggiungimento degli standard qualitativi attraverso l’adozione di tecniche agricole a basso impatto ambientale, dall’altro promovendo a livello internazionale i prodotti derivati con una forte connotazione territoriale. L’accesso al credito è fondamentale per iniziare e consolidare le attività economiche che singoli contadini e cooperative svolgono quotidianamente. Per questa ragione, ACRA lavora a fianco di queste organizzazioni per studiare e realizzare un servizio finanziario che risponda alle esigenze degli esclusi dalle banche classiche. La tipologia d’intervento di microfinanza è funzionale al contesto: per esempio, in Senegal stiamo costituendo un’Unione di casse di risparmio e credito rurale formate da contadini e allevatori mentre in Bolivia stiamo mettendo a punto una tipologia di prodotti finanziari che soddisfi i contadini esportatori di caffè. In tutti i progetti economic i, l’obiettivo finale è quello di sostenere le organizzazioni economiche, affinché possano autonomamente prendersi in carico lo sviluppo della propria comunità. Il microcredito e la commercializzazione quindi rappresentano una modalità per concretizzare una strategia di sviluppo locale che pone il rispetto dell’uomo e del suo ambiente al centro dell’intervento.


L’intervento ACRA nelle 4 aree tematiche

AMBIENTE Salvaguardia e valorizzazione delle risorse naturali, in particolare foreste e acqua, sono un tema trasversale a tutti gli interventi ambientali nei diversi paesi in cui Acra opera. Il concetto ampio e complesso di gestione integrata, equa e sostenibile delle risorse naturali è via via maturato come approccio all’identificazione e alla realizzazione dei progetti sia tra i nostri operatori che tra i nostri partner nel Sud come nel Nord. Sicurezza alimentare, condizioni di salute e di vita, avvio e sostenibilità di processi di sviluppo sono possibilità intrinsecamente legate alla gestione sostenibile delle risorse naturali per le comunità locali dei paesi in cui operiamo. C’è un legame profondo e irrinunciabile tra la salvaguardia e la gestione a lungo termine dell’ambiente e il coinvolgimento e la crescita delle organizzazioni di base che rappresentano queste comunità nei PVS. Abbiamo perciò continuato a sostenere gli sforzi delle organizzazioni di base tesi a tutelare e valorizzare le risorse ambientali, a facilitare l’acquisizione di conoscenze e la valorizzazione di pratiche positive facendo da ponte tra organizzazioni del Sud e del Nord del mondo, cercando così di rispondere alla complessità della relazione ambiente/comunità con un approccio integrato. I nostri programmi e i nostri studi hanno coinvolto e messo in comunicazione tanti diversi attori (Organizzazioni della Società Civile, ONG, Enti locali, Università e Istituti di ricerca, Aziende) che in territori del sud e del nord guardano all’ambiente con competenze, necessità, attenzioni a cui cerchiamo di dar voce e sinergia.

20

L’intervento ACRA nelle 4 aree tematiche

SALUTE La salute è per Acra un concetto ampio, che racchiude fenomeni legati alla vita in una prospettiva olistica, integrale, di benessere degli individui e delle collettività nel loro insieme. È indissolubilmente legata alla qualità dell’ambiente e alle condizioni socioeconomiche non meno che allo sviluppo dell’identità culturale delle comunità. L’accesso ai servizi sanitari non è solo un diritto umano, ma anche un forte fattore di sviluppo economico. Il sostegno ai sistemi sanitari locali, la prevenzione e l’educazione sanitaria, sono pertanto nostri obiettivi prioritari tanto quanto la valorizzazione delle tradizioni e dei saperi medici locali. Crediamo che, per essere veramente efficaci, i nostri interventi non si possano limitare a realizzare infrastrutture e garantire ed estendere l’accesso ai servizi di assistenza medica. Perciò siamo impegnati a migliorare la qualità della salute, puntando sulla formazione del personale sanitario locale, e cerchiamo di non perdere di vista le interazioni con le dinamiche generali del contesto sanitario mondiale e di valorizzare il confronto tra i differenti sistemi di cura, specialmente quelli connessi a patologie quali HIV/AIDS, tubercolosi, malaria e altre malattie epidemiche. Oltre a finanziare la costruzione di ospedali e dispensari nelle zone in cui è presente, ACRA promuove programmi di vaccinazione e di sanità materna e infantile. La salute della madre e del bambino è un punto focale nella politica di sviluppo di Acra.

21


L’intervento ACRA nelle 4 aree tematiche

EDUCAZIONE Un’educazione aperta, accessibile a tutti e concretamente rivolta al raggiungimento di una qualità di vita sostenibile per tutti in ogni parte del pianeta, è la finalità che ACRA si propone attraverso i suoi interventi nell’area educativa. La predilezione per il lavoro in ambito rurale ha portato ACRA a sviluppare una particolare attenzione per gli aspetti legati alla sopravvivenza delle comunità umane in armonia con l’ambiente naturale. Lo sviluppo di conoscenze e competenze per la sicurezza alimentare e lo sfruttamento delle risorse ambientali, la promozione della biodiversità, sia sul piano naturale sia su quello culturale, come fonte di vita, la valorizzazione delle componenti di genere, la partecipazione civile delle persone al buon governo dei territori nel rispetto dei diritti di cittadinanza universale, il sostegno, locale e transnazionale, a dinamiche di sviluppo economico di natura sostenibile e solidale sono quindi gli obiettivi alla base del sostegno di ACRA all’educazione per le popolazioni rurali in Africa e America Latina, così come dei programmi di educazione allo sviluppo realizzati in Europa. Nel sud, al supporto ai servizi educativi rivolti all’infanzia e all’adolescenza (costruzione di infrastrutture scolastiche, formazione insegnanti, produzione di materiali didattici, avvio di orti scolastici e piccole cooperative a conduzione comunitaria), ACRA affianca azioni di formazione di base e professionale per giovani e adulti, e sostiene l’istruzione superiore attraverso borse di studio. In Europa ACRA realizza programmi di formazione in partenariato con scuole, centri di ricerca e formazione di ogni ordine e grado; inoltre organizza iniziative di studio, informazione e sensibilizzazione a cittadini, enti, aziende e istituzioni. In tutti questi casi, la crescita culturale delle comunità implicate e l���attivazione di esperienze concrete di cooperazione decentrata tra territori del nord e del sud, rappresentano due risvolti concreti e paralleli di un’unica azione. ACRA è capofila per l’Associazione delle ONG italiane nell’ambito del programma FAO/UNESCO Education for Rural People, volto a promuovere l’educazione per le popolazioni rurali nell’ambito delle strategie nazionali sicurezza alimentare, sviluppo sostenibile e lotta alla povertà.

La comunicazione di ACRA

Comunicare, informare, sensibilizzare per coltivare il nostro futuro. Nel corso del 2005 ACRA ha dedicato molti dei suoi sforzi al potenziamento del settore comunicazione e raccolta fondi, con l’obiettivo di aumentare la visibilità dell’associazione a livello nazionale, diversificare le fonti di finanziamento dei progetti internazionali e supportare le attività di sensibilizzazione promosse dal settore educazione allo sviluppo. Abbiamo deciso di puntare sull’attivazione di nuove forme di collaborazione, di promuovere la partecipazione diretta, alla realizzazione dei nostri progetti, dei diversi attori del territorio, imprese, opinione pubblica, mass media, sulla base di valori comuni e condivisi e di bisogni specifici. In particolare, con le aziende che oggi hanno intrapreso il cammino della responsabilità sociale, abbiamo promosso campagne di comunicazione e di raccolta fondi e sviluppato programmi di formazione specifici per i dipendenti sui temi dello sviluppo sostenibile e la gestione delle risorse naturali. Abbiamo moltiplicato le occasioni di incontro con l’opinione pubblica italiana, accrescendo la nostra presenza sul territorio, partecipando a rassegne e esposizioni del mondo non profit, come Fa' la Cosa Giusta, Civitas e Terra Futura e creando, attraverso l’organizzazioni di eventi pubblici e convegni, nuove occasioni di incontro e confronto. Inoltre, abbiamo puntato a rafforzare la nostra presenza sui mass media attraverso la riorganizzazione e il potenziamento della nostra redazione interna e dei nostri strumenti di comunicazione - il sito internet, la newsletter e il trimestrale di informazione Kubu - l’attivazione di nuove collaborazioni editoriali e il contatto con agenzie di pubblicità per la ricerca di spazi pubblicitari gratuiti. Quelle che seguono sono le iniziative più significative realizzate nel corso del 2005. ACRA e VIRGILIO: Cooperazione Nicaragua In collaborazione con il Canale Sociale di Virgilio, ACRA nel periodo tra il 15 giugno e il 31 luglio 2005, ha lanciato l’iniziativa “Cooperazione Nicaragua” con l’obiettivo di dare visibilità all’associazione, raccogliere fondi e coinvolgere in prima persona, due nostri sostenitori estratti a sorte, nella realizzazione del progetto di ricostruzione della città di Estelì, in Nicaragua. Virgilio ha promosso gratuitamente l’iniziativa mettendo a disposizione una pagina all’interno del sito “Canale Sociale” e 1.000.000 di passaggi del banner pubblicitario dedicato, all’interno di tutte le sezioni del portale. Il 1° novembre 2005, Luciana della provincia di Modena ed Emanuele della provincia di Bergamo sono arrivati a Estelì dove, per un mese intero, hanno dato sostegno materiale al progetto, svolgendo attività compatibili con le loro competenze e caratteristiche personali.

23


La comunicazione di ACRA

ACRA e GS: Il Ciad ha bisogno di medici ACRA e GS, a partire dal mese di novembre, sostengono la campagna “Il Ciad ha bisogno di medici”, con l’obiettivo di sensibilizzare i consumatori sul diritto alla salute in Africa e appoggiare concretamente la formazione di personale medico e infermieristico a N’Djamena, capitale del Ciad. Attraverso il Catalogo Punti, i clienti GS potranno ricevere gratuitamente un cd di fiabe tradizionali dell’Africa e dell’America latina e permettere a GS di devolvere 5 euro per il vitto e l’alloggio di 2 aspiranti medici della facoltà di Medicina e Chirurgia di N’Djamena. La Facoltà è stata avviata da ACRA nel mese di luglio in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano e l'Istituto Malattie Infettive Tropicali dell'ospedale Luigi Sacco di Milano. ACRA e LINUS: Altri mondi Dal mese di maggio ACRA collabora con il mensile nazionale Linus dove cura la rubrica “Altri Mondi”. L’obiettivo è quello di evidenziare l’interconnessione tra le problematiche ambientali, sociali, culturali ed economiche che oggi si affrontano a livello globale e soprattutto di dare a voce alle realtà, come organizzazioni contadine, gruppi di donne, piccoli produttori che lavorano sul campo per costruire uno sviluppo sostenibile.

I progetti d’eccellenza

Progetto “Sistema de Agua para uso Múltiple en la Provincia Loayza”JIICA Bolivia Nelle comunità contadine della regione delle valli interandine dell’Altipiano sud della Bolivia, le attività umane dipendono dalla presenza di acqua disponibile per il consumo umano e per la produzione agricola. Queste popolazioni cercano con grandi difficoltà di assicurarsi e controllare l’accesso a questa preziosa risorsa. Forme di organizzazione, norme interne e forme di compensazione per l’uso dell’acqua hanno portato a un delicato equilibrio sociale ed ecologico per la gestione e utilizzo delle risorse idriche. L’acqua dei fiumi è una risorsa sempre più scarsa e vulnerabile. Negli ultimi decenni è notevolmente aumentata la pressione sull’uso delle risorse naturali nelle conche dei fiumi della zona, particolarmente forte è la pressione sulla risorse acqua e suolo. Nell’ultimo decennio è aumentata la domanda di acqua per i differenti usi, per uso agricolo, industriale e per consumo umano, superando l’offerta che a sua volta si riduce; di conseguenza è estremamente importante che tutti i potenziali usi dell’acqua siano fatti in modo multiple, efficiente e razionale. In questa logica si inserisce il progetto “Sistema de Agua para uso Múltiple en la Provincia Loayza”, finanziato dall’ Ambasciata del Giappone in Bolivia, con un costo totale di 67.120,00 dollari e la durata di un anno. Il progetto è ubicato nella Provincia Loayza nel Dipartimento di La Paz. La Provincia Loayza ha un’estensione territoriale di 3.370 Km2 con una popolazione di 44 mila abitanti. La zona di intervento del progetto, che coincide con il municipio di Cairoma, è ubicata al nord est della provincia Loayza, ai piedi della cordigliera di Tres Cruces. La regione presenta diversi ecosistemi (Puna, Cabecera de Valle,Valle, y Sub Trópico). Con un clima temperato e caldo propizio all’agricoltura, ha significative risorse idriche per la presenza di laghi e ghiacciai da disgelo, che rappresentano un importate tributo alla conca del Rio delle Amazzoni. Beneficiari di questo progetto sono 197 famiglie, per un totale approssimato di 880 abitanti, distribuiti in 5 comunità. Il progetto si pone l'obiettivo di favorire l’uso, l’accesso e la gestione sostenibile delle risorse idriche per le famiglie contadine della regione Araca. Questo progetto è complementare al “Proyecto de Desarrollo Rural Integrado del Valle de Araca” che ACRA sta realizzando dal 1989 con il proposito di migliorare le condizioni di vita degli abitanti della regione combattendo le principali cause di povertà. Il progetto consiste nello sfruttamento di piccole fonti di acqua per la costruzione di sistemi di microirrigazione per aspersione e di distribuzione di acqua potabile per uso domestico mediante la costruzione di sistemi chiusi di distribuzione di acqua per tubatura. La strategia di esecuzione del progetto è basata sulla metodologia dell'autocostruzione, che significa che le opere sono costruite dalle stesse famiglie. Questa metodologia ha favorito la relazione orizzontale tra tecnici del progetto e beneficiari dello stesso, ottimizzando il processo di costruzione e rendendolo un’attività dinamica e partecipativa; l’applicazione di questa metodologia da parte delle comunità è stato un fattore di rafforzamento dell’organizzazione locale espressa in un'appropriata pianificazione e organizzazione dei lavori, in una divisione di compiti e responsabilità e,

25


I progetti d’eccellenza

soprattutto, nella partecipazione attiva delle comunità in ogni fase del progetto. L’esecuzione tecnica del progetto è a carico dello staff tecnico di ACRA, conformato da un ingegnere idraulico e due tecnici con esperienza in opere civili e idrauliche, che risiedono nella zona. Questo staff è responsabile della direzione tecnica locale e offre assistenza tecnica permanente, appoggiando l’organizzazione delle comunità, il disegno delle opere, il controllo della qualità delle costruzioni e dei materiali utilizzati. All’inizio del progetto sono state realizzate attività di formazione per favorire l’organizzazione delle comunità e per fare in modo che i beneficiari acquisissero le capacità sufficienti nella distribuzione dei compiti per la costruzione. Questa attività ha compreso l’addestramento pratico sulla costruzione dei sistemi idrici, l’utilizzo degli attrezzi, l’applicazione e l’uso dei materiali da costruzione. Nella prima fase del progetto, le comunità sono state organizzate in comitati per l’acqua rispettando le loro forme di organizzazione e la tradizione lavorativa, affinché questo livello organizzativo fosse responsabile della gestione e organizzazione delle comunità per la costruzione delle opere, della pianificazione delle attività in stretta collaborazione con beneficiari e tecnici del progetto e dell’amministrazione e controllo dei materiali, della gestione dei verbali e del monitoraggio del progetto. Come risultato globale il progetto è riuscito a costruire – nonostante le difficoltà interne delle comunità – le opere previste ed è riuscito a beneficiare più di 190 famiglie (760 abitanti), che rappresentano più del 7 % del totale delle famiglie del municipio di Cairoma. Le comunità beneficiarie sono circa il 10 % del numero totale di 46 del municipio. La superficie coltivabile coperta dal sistema di irrigazione è di circa 40 ettari, permettendo l’irrigazione tutto l’anno e di conseguenza un notevole incremento della produzione di alimenti, la diversificazione produttiva e alimentare, come pure il miglioramento del reddito proveniente dalle attività agricole delle famiglie partecipanti al progetto. La disponibilità di acqua per consumo umano ha inoltre ridotto l’incidenza di malattie legate all’inquinamento dell’acqua e all’igiene degli alimenti. Il progetto, conclusosi da pochi mesi nella parte relativa all’infrastruttura, avrà un ulteriore periodo di accompagnamento della durata di un anno da parte di ACRA; in questo periodo si pretende consolidare l’autogestione comunitaria dei sistemi idrici in funzione della formazione amministrativa, l’adozione di norme di gestione collettiva e l’elaborazione di un piano di manutenzione delle opere. Alla fine di questo processo, i comitati per l’acqua e gli stessi utenti saranno i diretti responsabili dell’amministrazione e gestione del progetto, nella convinzione che l’acqua è un bene comune appartenente a tutti i membri delle comunità coinvolte in questo progetto. Le “eccellenti” prestazioni del Deloc Programma di Sviluppo Locale nel Ciad saheliano, giunto nel 2005 alla sua ultima annualità, sono il risultato congiunto di due fattori: la competenza e la motivazione dell’équipe locale di intervento, che ha “manipolato” con destrezza gli elementi strategici dell’azione e l’appropriazione, da parte delle associazioni di produttori beneficiarie (allevatori e agricoltori), dei meccanismi del processo

26

I progetti d’eccellenza

di sviluppo locale. Se è vero ed importante sostenere che tecnicamente il progetto ha potuto raggiungere i principali risultati e obiettivi previsti nel suo documento operativo, è altrettanto vero e forse più importante ricordare che questi offrono oggi delle buone basi per la sostenibilità futura del processo di sviluppo locale nelle zone interessate dall’intervento. Situate nella fascia saheliana a grave rischio di desertificazione, zona di allevamento, agricoltura e transumanza e per questo esposta ai conflitti per le risorse, le due sottoprefetture di Massaguet e Massakory sono abitate da numerose etnie che conservano le loro strutture comunitarie tradizionali. Il progetto ha svolto inizialmente tutto un lavoro di conoscenza socioeconomica delle zone e un censimento delle associazioni di produttori presenti. Gran parte del lavoro di animazione ha riguardato l’identificazione partecipativa dei problemi di ogni gruppo e il loro accompagnamento nell’ottenimento dei finanziamenti per la realizzazione delle opere da loro richieste, oltre che alla preparazione e all'accompagnamento per la creazione di piattaforme locali rappresentative. Parallelamente a queste attività, un programma di formazione mirava al rafforzamento delle capacità organizzative e gestionali delle associazioni di base. Un’altra attività concatenata alle altre è rappresentata dal sostegno alla produzione agropastorale con un Fondo di Sviluppo Locale per il finanziamento di infrastrutture comunitarie come pozzi pastorali, magazzini di stoccaggio e mulini a miglio. La gestione di questo fondo è dettagliatamente indicata in un Manuale di Procedure condiviso dai beneficiari, che è risultato un documento di riferimento trasparente per la gestione finanziaria del fondo. La riforma sulla decentralizzazione avviata dal governo ciadiano negli ultimi anni avrebbe dovuto suddividere il paese in entità locali relativamente autonome. In realtà, la cronica instabilità politica del paese e la scarsa volontà di risolvere gli ostacoli derivanti dai particolarismi etnici non hanno fatto avanzare il processo. Il progetto Deloc ha dovuto fare i conti con questa situazione e, sebbene la sua azione fosse strettamente legata all’attuazione della riforma amministrativa, ha tuttavia continuato a “preparare” il terreno attraverso la responsabilizzazione delle realtà associative, che nel vuoto socio-politico hanno assunto il ruolo di collettività rappresentative in pectore. Il processo di sviluppo locale, che ha avuto inizio con un’esperienza pilota finanziata dalla banca Mondiale e gestita da Acra nelle stesse zone dal 2000 al 2002, ha intrapreso con il Deloc una rotta strategica chiara e condivisa dai beneficiari. Il progetto ha fatto della sua presenza sul terreno il punto di forza per conoscere la realtà e dare sostegno alle associazioni di produttori nell’identificazione dei propri bisogni e nella scelta delle soluzioni ai problemi. Il movimento associativo nella zona ha conosciuto un forte impulso e presenta oggi un quadro che va chiaramente nella direzione di una maggiore maturità organizzativa. A testimonianza di questo vi è la sempre più forte tendenza delle organizzazioni di villaggio di riunirsi in Unioni, che a loro volta danno vita a Coordinazioni. Pur nell’assenza di un quadro normativo chiaro, le due sottoprefetture, almeno a

27


I progetti d’eccellenza

livello degli strati economicamente attivi, si sono dotate di queste strutture con un buon grado di legittimazione e capaci di pianificare uno sviluppo che tenga conto di tutti i bisogni espressi localmente. La maturità in questo senso è stata dimostrata dalla forte implicazione dei beneficiari nella gestione del Fondo di Sviluppo per la realizzazione di infrastrutture agro-pastorali, al quale essi contribuiscono finanziariamente con il 25 % (per ogni opera i beneficiari contribuiscono con il 10% monetario e il 15% in natura).Tutto l’iter, dall’identificazione dei problemi alla redazione dei progetti da parte di un Consigliere salariato dalle stesse associazioni, fino alla valutazione e approvazione di questi da parte di un Comitato locale, dà la misura del coinvolgimento e dell'appropriazione di un fattore importante, quello della gestione trasparente di fondi destinati al bene comune. Un centinaio di richieste sono state preparate e valutate, molte di queste approvate, finanziate e realizzate secondo criteri di priorità e distribuzione geografica: numerosi pozzi pastorali, ma anche parchi di vaccinazione e magazzini di stoccaggio, mulini e carretti equini per le donne, etc. Ad oggi, le due sottoprefetture presentano strutture associative che si pongono come l’unico interlocutore valido di fronte ai finanziatori e allo stato; esse hanno un quadro chiaro della situazione della loro zona, i principali e più urgenti bisogni sono stati censiti e classificati e la ricerca di finanziamenti è partita. Le prospettive vanno nella direzione del loro riconoscimento politico nella futura realizzazione di collettività locali, con una propria autonomia finanziaria e amministrativa. Obbligo dei finanziatori e degli attori di sviluppo è di continuare a sostenere questo processo, armonizzando i propri interventi a partire dallo stadio raggiunto fino a questo momento. Progetto Miglioramento abitativo nei distretti II e III della città di Estelí – Nicaragua Il 4 di giugno del 2006 si è concluso con una grande festa un progetto dove ACRA, per la prima volta, si è impegnata nella costruzione e ristrutturazione di

I progetti d’eccellenza

case. Il Progetto Miglioramento abitativo nei Distretti II e III della città di Estelí, si inseriva nell’ambito del Progetto Integrato Estelí/Ocotal, nel quadro del Programma Regionale di Ricostruzione dell’America Centrale (PRRAC) dell’ Unione Europea, che appoggia i paesi del Centro America (Guatemala, El Salvador, Honduras e Nicaragua) che sono stati colpiti, nell’ottobre del 1998, dall´uragano Mitch. Obiettivo del progetto era di contribuire al miglioramento delle condizioni abitative della popolazione di 8 quartieri della città di Estelí. Gli otto quartieri selezionati si caratterizzavano per le forti problematiche sociali e per la carenza di servizi e strutture pubbliche; tali condizioni, unite alla mancanza di energia elettrica, acqua e servizi igienico-sanitari, rendevano critica la situazione dal punto di vista della salute pubblica. Grazie a questo progetto, si sono costruite 212 case nuove e se ne sono ristrutturate 336. Sono state inoltre realizzate 10 opere comunali, tra le quali una scuola materna, un parco giochi e un campo di calcio e pallacanestro. La riqualificazione degli spazi pubblici dei quartieri di intervento rappresentava infatti una delle attività del progetto. Si è cercato di stimolare l’appropriazione degli spazi pubblici da parte degli abitanti attraverso il loro coinvolgimento, non solo nella costruzione, ma anche nella scelta degli interventi. Inoltre, sono stati realizzati laboratori che, oltre a nozioni di tecniche costruttive e norme igienico-sanitarie per la cura della casa, hanno trattato tematiche di educazione urbana e ambientale; in questo modo, si sono forniti agli abitanti elementi utili per la cura e la manutenzione di queste aree al termine del progetto. La realizzazione di campi e attrezzature sportive, quali campi da pallacanestro, pallavolo e calcio, ha dotato infine il quartiere di un importante spazio di aggregazione per giovani. Una delle caratteristiche peculiari del progetto è stata la partecipazione attiva della popolazione beneficiaria, alla quale veniva richiesto di contribuire alla costruzione o alla ristrutturazione mettendo a disposizione un numero determinato di ore di lavoro. Il lavoro collettivo ha favorito il rafforzamento dello spirito comunitario e ha permesso alle persone coinvolte di approfittare di una possibilità di formazione professionale. I beneficiari del progetto hanno infatti ricevuto una formazione in merito alle tecniche di auto-costruzione che hanno poi messo attivamente in pratica. Un’altra particolarità del progetto è stata il rafforzamento del ruolo delle donne all’interno della famiglie, grazie ad una metodologia di intervento che prevedeva l’intestazione del titolo di proprietà delle case alle donne stesse. In questo modo si è migliorato lo status delle donne all’interno della gerarchia famigliare, riconoscendo allo stesso tempo l’importanza del lavoro domestico e del ruolo fondamentale che rivestono nel mantenimento degli equilibri familiari. Si ritiene inoltre che tutto ciò abbia contribuito a dare alle donne una maggiore indipendenza e autorità all’interno delle famiglie. Questo progetto ha rappresentato una novità nel lavoro di ACRA e ha contribuito a dimostrare che la ONG ha le capacità di allargare il proprio campo di azione anche a interventi di questo tipo, introducendo, accanto alle capacità operative, un elemento di qualità che coincide con la capacità di intervenire positivamente nelle dinamiche sociali delle popolazioni beneficiarie. Non si è

28

29


I progetti d’eccellenza

trattato semplicemente di costruire case e riqualificare spazi pubblici, ma anche di rafforzare la solidarietà e lo spirito cooperativo degli abitanti dei quartieri nei quali si è lavorato e di migliorare le condizioni di vita delle donne. Educare oltre i confini. Cittadinanza attiva: modelli educativi del Nord e del Sud del mondo a confronto Nel 2005 è arrivato a conclusione il lavoro sul progetto Educare oltre i confini. Cittadinanza attiva: modelli educativi del Nord e del Sud del mondo a confronto. Il progetto, di durata annuale, è stato promosso da ACRA in collaborazione con ASPEM e PIMEdit Onlus (Italia), ACDAR (Ciad), KDES (Senegal), CEDAPP (Perù), Prefeitura Municipal de Caarapò (Brasile) ed è stato realizzato con il supporto del Ministero Affari Esteri italiano e della Fondazione Cariplo. Lo sviluppo del progetto in Italia ha visto la partecipazione attiva delle scuole primarie Don Milani di Vimercate, “Ai caduti” di Ronco Briantino, di Agrate Brianza (plesso di Omate) e tre scuole primarie del Circolo didattico di Erba (di Arcellasco di Buccinigo di via Battisti di Erba). Si è trattato di una ricerca azione con momenti di strutturazione di esperienze d'incontro e confronto diretto fra insegnanti e operatori pedagogici italiani, ciadiani, senegalesi, brasiliani e peruviani, volte a mettere a confronto pratiche, modelli ed approcci educativi, al fine di creare una rete di partenariato Nord/Sud, a migliorare la qualità dell’azione educativa nei diversi contesti e il suo potenziale di incidenza sulla qualità dello sviluppo delle comunità locali. Facendo leva su spunti di reciprocità possibili nello scambio di conoscenze, tecniche, modelli ed esperienze concrete, il progetto ha cercato di rispondere congiuntamente a due differenti ordini di esigenze rilevate nel lavoro sul campo, a livello degli operatori come degli utenti dei sistemi educativi formali e informali. Rispetto alle comunità locali del Sud del mondo in particolare, ci si è impegnati a sostenere e valorizzare quanto in corso di realizzazione nell’ambito dei progetti di cooperazione da parte delle ONG proponenti insieme alle comunità locali, ci si è impegnati nel rafforzamento della qualità dei sistemi educativi e nella capitalizzazione delle conoscenze pedagogiche locali. In Italia, accanto alla costruzione di una rete territoriale sensibile e attiva nella promozione del diritto all’educazione come chiave per lo sviluppo umano in tutte le regioni del mondo, ci si è impegnati nel rafforzare la consapevolezza dei nessi esistenti tra modelli pedagogici applicati e qualità dello sviluppo locale, alla cui promozione concorrono la scuola e le altre istituzioni educative, nei settore formale e informale. Sulla base delle linee guida per lo sviluppo del lavoro, condivise nell’ambito di un seminario internazionale, sono stati identificati percorsi di analisi e ricerca su temi comuni, che hanno impegnato insieme insegnanti e studenti nei diversi paesi. Così facendo è stato possibile confrontare reciprocamente immagini e immaginari relativi all’identità, alla scuola, al proprio territorio e a quello dei partner dall’altro capo del mondo, ma anche, con il prezioso contributo delle insegnanti che si sono attivate in gruppi di ricerca/azione/formazione, esperienze concrete realizzate nel settore educativo. A seguire, gruppi di insegnanti italiani, accompagnati dagli operatori delle tre ONG, hanno effettuato visite di scambio nei Paesi del Sud coinvolti, al fine di approfondirne la conoscenza, nonché di

30

I progetti d’eccellenza

rafforzare il rapporto di collaborazione attivato con gli/le insegnanti locali, finalizzato alla costruzione di gemellaggi tra le scuole di appartenenza. Al ritorno dai viaggi in ogni gruppo di lavoro, classe e scuola coinvolta sono continuate le attività, e diverse iniziative sono state organizzate dalle insegnanti per restituire e condividere il senso dell’esperienza vissuta anche ai colleghi rimasti in Italia, ai bambini e alle loro famiglie. La tappa finale del progetto è stato il seminario finale, realizzato presso Villa Rogo a Esino Lario (LC) dal 27 al 29 maggio 2005 che ha visto la partecipazione di rappresentanti tutte le organizzazioni e scuole coinvolte in Italia, Senegal, Ciad, Perù, e Brasile. Nel corso di tre giornate di lavoro è stata effettuata una valutazione complessiva del progetto, sono stati presentati e confrontati i risultati del percorso svolto da ogni scuola e sono stati realizzati dei gruppi di lavoro tra scuole gemellate, al fine di condividere una valutazione e identificare le possibili linee di prosecuzione dei gemellaggi avviati. Al seminario erano presenti, oltre all'equipe di ricerc-azione, anche alcuni Amministratori locali dei comuni coinvolti. La presenza in Italia degli ospiti africani e sudamericani è stata anche l’occasione per organizzare momenti di incontro con le scuole italiane, così come una serie di momenti culturali di informazione e sensibilizzazione per il territorio: un concerto Gospel, uno di musiche popolari italiane e a una mostra itinerante e interattiva, che si è caratterizzata non solo come un’occasione per compiere un breve, ma suggestivo viaggio intorno al Mondo, alla scoperta di paesi lontani: Ciad, Senegal, Perù e Brasile, ma anche per avere uno sguardo sulla propria scuola e per scoprire aspetti interessanti del proprio territorio e di come i giovani cittadini lo percepiscono e lo vivono. La mostra è stata esposta e animata in 4 città; ai visitatori è stata offerta la possibilità di vivere una vera e propria esperienza multisensoriale: muovendosi tra gli stand hanno potuto guardare, ma anche ascoltare, annusare, toccare e assaggiare. Educare oltre i Confini è un progetto che ha lasciato una traccia profonda in tutte le persone che vi hanno partecipato, nel Nord e nel Sud: - perché ha costituito un’occasione di incontro, di scambio reciproco e di crescita culturale per tutti i suoi attori; - perché ha creato e consolidato un modello di lavoro in cui attori del Nord e del Sud si sono messi in gioco insieme, portando un contributo su un temi che riguardano da vicino il vissuto di entrambi; - perché ha visto concretizzarsi l’entusiasmo e l’iniziativa di giovani cittadini che, insieme alle loro insegnanti e alle loro famiglie, a seguito di un’opportunità di conoscenza, si sono attivati in percorsi concreti di solidarietà; - perché ha permesso di allargare il coinvolgimento alle Amministrazioni pubbliche e alle comunità territoriali attraverso l’azione delle persone che le abitano, perché ha costruito le basi concrete per una collaborazione destinata a durare nel tempo. Per tutti questi motivi EoC rimane, attraverso le testimonianze e i materiali didattici prodotti, una realtà viva e un’opportunità che ci piacerebbe estendere ad altri amici.

31


Lezioni apprese

Lezioni apprese nel 2005: Obiettivo qualità Anche quest’anno abbiamo ritenuto fondamentale dedicare una riflessione approfondita alle lezioni apprese nel corso del 2005, analizzare difficoltà e punti deboli del nostro operare per ridurre errori futuri, ottimizzare il nostro lavoro e migliorare i risultati e l’impatto del nostro intervento. L’elemento comune emerso dall’analisi, è sicuramente la necessità di concentrare i nostri sforzi, a tutti i livelli di intervento, al fine di raggiungere obiettivi di qualità. Puntare al rafforzamento delle competenze e alla valorizzazione delle capacità, delle professionalità e dell’associazione, a partire da una costante riflessione su metodi e contenuti delle nostre azioni, tanto nella realizzazione di progetti di sviluppo nel Sud del mondo quanto nell’attività di informazione, comunicazione e sensibilizzazione nel Nord. Tutto ciò tenendo sempre fede ai principi che da quasi quarant’anni guidano la nostra azione: partecipazione, equità, sostenibilità. Alcuni aspetti su cui abbiamo scelto di puntare, sono radicati nella nostra storia, altri nascono dal confronto con la realtà esterna in continua evoluzione. Partecipazione dei beneficiari L’elemento che da sempre caratterizza la nostra azione nel Sud, come nel Nord del mondo, è il coinvolgimento e la partecipazione attiva dei beneficiari diretti nel processo di individuazione, progettazione e realizzazione dei nostri interventi. Una strada che non solo vogliamo continuare a percorre, ma rafforzare, come unica via per il raggiungimento dell’autosviluppo dei popoli.

Lezioni apprese

Valorizzazione del contributo dei volontari Una novità emersa con forza nel corso del 2005 è l'importanza di valorizzare l’apporto dei volontari, sia in Italia che all’estero.Volontari che oggi rappresentano un’occasione di confronto e scambio con l’esterno e una straordinaria risorsa per il nostro lavoro quotidiano. In particolare ACRA sta puntando a rafforzare ulteriormente le opportunità offerte dal servizio civile, nazionale e internazionale, affinché diventi, attraverso il potenziamento della formazione dei volontari, un motivo di crescita per loro e per noi. Efficacia e trasparenza Efficacia e trasparenza nella gestione dei progetti e nei rapporti con gli enti finanziatori e i singoli sostenitori, sono due obiettivi che ACRA ritiene fondamentale perseguire. Per questo nel corso del 2005 abbiamo concentrato molti dei nostri sforzi per il miglioramento della gestione amministrativa, sia della sede di Milano che dei coordinamenti locali, avvalendoci, in particolare, della preziosa collaborazione di persone qualificate e di esperti esterni. Formazione Siamo da sempre convinti che la formazione rappresenti lo strumento più importante di cui disponiamo. Uno strumento indispensabile per la crescita dei volontari; l’aggiornamento continuo degli operatori del settore; la diffusione di consapevolezza sulle tematiche della pace, dell'intercultura, del consumo critico, dei diritti umani, nelle scuole e nei territori; il supporto all'azione di enti che si avvicinano al mondo della cooperazione internazionale e, come sempre la promozione dell’autosviluppo nel sud del mondo.

Radicamento sul territorio L'esperienza sul campo ci porta immancabilmente a sottolineare, anno dopo anno, l'importanza del radicamento nel territorio. Una condizione necessaria all’analisi seria e attenta delle dinamiche sociali, economiche e politiche dei contesti in cui operiamo, fondamentale per l’identificazione dei bisogni, la scelta della controparte locale e l’ideazione di progetti capaci di garantire una soluzione adeguata e sostenibile ai problemi che affrontiamo. Decentramento Il decentramento di responsabilità e funzioni verso i PVS è iniziato positivamente e siamo impegnati nel formalizzarlo a livello di procedure interne, al fine di garantire ai coordinamenti e alle controparti locali una maggiore indipendenza d'azione, di valorizzare al meglio le loro competenze e di rispondere alle sfide che il decentramento dei nostri donatori ci impone. Un passo quello verso la decentralizzazione che deve necessariamente essere affiancato dal potenziamento della comunicazione e del confronto tra sede italiana e coordinamenti locali, ma anche tra gli stessi coordinamenti.

32

33


I progetti ACRA nel 2005

Lezioni apprese

Progetti conclusi nel 2005

UN ANNO DI SUCCESSI SULL’ACQUA Il 2005 ci ha portato moltissimi riscontri positivi nel settore della gestione delle risorse idriche e dell’accesso all’acqua potabile e a strutture sanitarie di base. In particolare, entrambi i nostri progetti (Senegal e Tanzania), presentati al bando UE Water Facility 1a parte, sono stati approvati e hanno ricevuto una valutazione molto incoraggiante. I due progetti sull’accesso all’acqua e a strutture sanitarie di base (Nicaragua) e sulla gestione partecipativa delle risorse idriche (Ecuador), presentati al bando UE 210203 del 2004, sono stati entrambi approvati nel 2005. E anche un nuovo donatore, l’Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale (AATO) Laguna di Venezia, attraverso il Fondo di Solidarietà “Acqua Bene Comune”, ha riconosciuto la qualità progettuale del nostro intervento per garantire l’accesso all’acqua potabile nelle zone andine Boliviane, garantendo un significativo co-finanziamento. Da qui, ma anche dall’importanza delle nostre iniziative di sensibilizzazione ed educazione allo sviluppo sul tema, la volontà di arrivare in forma partecipata nei primi mesi del 2006, alla formalizzazione di un position paper di Acra sull’acqua e di lanciare quanto prima una nostra campagna sull’acqua.

Progetto

Budget

Finanziatore principale

Commercializzazione della noce amazzonica - Bolivia Il progetto appoggia la cooperativa COINACAPA, che comprende 450 famiglie della regione del Pando, perché diversifichino i mercati di sbocco (Italia, Francia, USA) della noce, e pro muovano nuovi prodotti ad alto valore aggiunto (brigaderios, cacao selvatico…), in collaborazione con le centrali d’importazione, la Coop Italia e Slow Food.

149.515,00

Sistemi di gestione delle risorse idriche nella Provincia Loayza, Dipartimento di La Paz - Bolivia Obiettivo del progetto è di costituire insieme alle comunità locali un sistema irriguo che risponda alle esigenze agricole dei contadini di Valle Araca rispettando gli usi e costumi Aymara dello scambio di acqua e beni tre le comunità a monte e a valle.

50.340,00

JICA Cooperazione giapponese

Commercializzazione e stoccaggio dei cereali con le organizzazioni contadine per lo sviluppo economico sostenibile della regione del Mayo Kani - Camerun Il progetto interviene nei seguenti settori: stoccaggio e commercializzazione di cereali. L’obiettivo è quello di garantire la sicurezza alimentare dei beneficiari attraverso l’auto-promozione delle organizzazioni contadine.

68.800,00

Unione Europea - DG

Gestione sostenibile delle risorse naturali nel Chari Baguirmi - Ciad Il progetto promuove una migliore gestione delle risorse naturali attraverso il consolidamento delle istanze locali di gestione, la prevenzione di conflitti tra agricoltori sedentari e allevatori nomadi, la promozione di attività eco-compatibili e della microfinanza al fine di ridurre la pressione sulle risorse naturali.

1.341.498,00

Valorizzazione delle risorse naturali attraverso la commercializzazione di prodotti tradizionali della zona Achuar delle Province di Morona Santiago e Pastaza - Ecuador Formazione, accesso al mercato, e miglioramento della qualità a sostegno del sistema di commercializzazione di prodotti provenienti dalla foresta amazzonica, costituito da 8 botteghe comunitarie Achuar e dal centro di stoccaggio prodotti nella cittá di Macas.

130.663,00

Unione Europea - DG

Unione Europea

Commissione Europea

35


I progetti ACRA nel 2005

I progetti ACRA nel 2005

Progetti conclusi nel 2005

Progetti conclusi nel 2005 Progetto Sostegno al miglioramento della produzione e della commercializzazione di ortaggi di gruppi di donne organizzate di Totonicapán - Guatemala Incremento della produzione e commercializzazione degli ortaggi con il fine di migliorare la dieta e incrementare le entrate delle famiglie del programma materno-infantile di Totonicapán – Guatemala. Ricerca sul trattamento non chimico del gusano telarañero (Amorbia essigana Busck) e formazione diretta al trattamento integrale delle epidemie e delle malattie nelle piantagioni di Avocados - Nicaragua

36

Budget

57.083,00

67,707.50

Finanziatore principale

Unione Europea - BG

FUNICA Fondazione per lo sviluppo tecnoe forestale del Nicaragua

Adattamento, verifica e miglioramento delle tecniche di allevamento, di pesca e protezione del gambero di acqua dolce - Nicaragua

84,586.62

FUNICA Fondazione per lo sviluppo tecnologico, agropecuario e forestale del Nicaragua

Creazione della cassa di risparmio e credito di Keur Massar - Senegal Miglioramento delle condizioni economiche della popolazione di Keur Massar attraverso la creazione di una Cassa di Risparmio e Credito.

25.475,00

Associazione Nord-Sud

Appoggio alla microfinanza in Senegal per un sistema finanziario solido e attento alle esigenze contadine - Senegal Attività di sostegno alle Casse di Credito e di Risparmio che si trovano nelle zone di intervento di Acra.

100.062,00

Prevenzione delle peggiori forme di lavoro dei bambini all’interno di un contesto di decentralizzazione e di sviluppo locale a Ziguinchor - Senegal Sensibilizzazione contro le forme di sfruttamento minorile, miglioramento delle condizioni economiche delle famiglie più disagiate, sostegno all’acquisto di materiali per una scuola materna.

24.849,00

Progetto Creazione di due Casse di Credito e di Risparmio all’interno del dipartimento di Oussouye - Senegal Miglioramento delle condizioni economiche della popolazione di Oussouye attraverso la creazione di due Casse di Risparmio e Credito. Educare oltre i confini. Cittadinanza attiva: modelli educativi del Nord e del Sud del mondo a confronto Italia, Senegal, Ciad, Brasile, Perù Totale

Budget

45.734,34

287.260,00

Finanziatore principale

Cooperazione Francese

MAE e Fondazione Cariplo 13 progetti conclusi

Comune di Milano

UNICEF

37


I progetti ACRA nel 2005

I progetti ACRA nel 2005

Progettiinincorso corsonel nel2005 2005 Progetti Progetto Progetto

Budget Budget

Organicos--Agricoltura Agricolturabiologica biologicaininArgentina, Argentina, Organicos appoggioaiaipiccoli piccoliproduttori produttorieesviluppo sviluppodei dei appoggio consumi--Argentina Argentina consumi

2.380.759,45 2.380.759,45

MAE--DGCS DGCS MAE

Lottaalla allapovertà povertànel neldipartimento dipartimentodi diSan SanJavier, Javier, Lotta provinciadi diMisiones Misiones--Argentina Argentina provincia

1.442.489,98 1.442.489,98

UnioneEuropea Europea Unione (CapofilaICEI) ICEI) (Capofila

Appoggioagli agliallevatori allevatoridel delsud suddi diPotosí Potosíper per Appoggio valorizzarelolosfruttamento sfruttamentosostenibile sostenibiledel dellama lama-valorizzare Bolivia Bolivia Obiettivodell’azione dell’azioneèèfornire fornireassistenza assistenzatecnica tecnicaagli agliallevatori allevatori Obiettivo appartenentiall’associazione all’associazioneARCCA, ARCCA,che cheraggruppa raggruppa515 515 appartenenti pastoridella dellaregione regionedel delPotosì, Potosì,per permigliorare miglioraredadaun unlato latoilil pastori sistemadidiproduzione produzioneeetrasformazione trasformazionedei deiprodotti prodottiderivati derivati sistema dailama, lama,dall’altro dall’altrodidipromuovere promuoveresul sulmercato mercatolocale localeee dai internazionalegli glistessi. stessi. internazionale Rafforzamentodell’Associazione dell’AssociazioneRegionale RegionaleAllevatori Allevatori Rafforzamento diCamelidi Camelidiper perlalavalorizzazione valorizzazionedella dellarisorsa risorsalama lama di (lamaglama). glama).Dipartimento Dipartimentodel delPotosí Potosí--Bolivia Bolivia (lama paralleloalle alleattività attivitàproduttive, produttive,prioritario prioritarioper perilil InInparallelo consolidamentodella dellafiliera filieraèèlalastrutturazione strutturazionedidiARCCA ARCCA consolidamento comeassociazione associazioneeecooperativa cooperativademocratica, democratica,efficiente efficienteche che come rappresentagli gliinteressi interessidegli degliallevatori. allevatori.Le Leattività attivitàsono sonoquindi quindi rappresenta focalizzatesusuformazione formazioneinincooperativismo, cooperativismo,economia economia focalizzate dell’impresaeesistema sistemadidicomunicazione comunicazionetra tracentro centroeeperiferia. periferia. dell’impresa Consolidamentodelle delleorganizzazioni organizzazionicontadine contadine Consolidamento cafetelerasdelle dellevalli vallidegli degliYungas Yungas--Bolivia Bolivia cafeteleras L’azionecongiunta congiuntacon conlalacooperazione cooperazionefrancese, francese,mira miraaa L’azione caratterizzareililcaffè caffèboliviano bolivianosul sulmercato mercatointernazionale, internazionale,ee caratterizzare quindi,aarafforzare rafforzareililruolo ruolodella dellaFECEFEB FECEFEB(Federazione (Federazionedegli degli quindi, esportatorididicaffè caffèboliviano) boliviano)come comeattore attorerappresentativo rappresentativo esportatori degliYungas Yungaseedel delcooperativismo cooperativismodidibase baseboliviano. boliviano. degli Programmaintegrato integratodi disviluppo sviluppoecocompatibile ecocompatibile Programma diturismo turismoresponsabile responsabileeedi diattività attivitàproduttive produttiveper per di diversificazioneeel'aumento l'aumentodei deiredditi redditidelle delle laladiversificazione popolazioniribeirinhe ribeirinhedel delMedio MedioAmazonas Amazonaseeilil popolazioni popoloindigeno indigenodei deiSateré-Mawé Sateré-Mawédella dellaforesta foresta popolo amazzonica--Brasile Brasile amazzonica

38

Progettiinincorso corsonel nel2005 2005 Progetti

1.414.908,95 1.414.908,95

963.476,38 963.476,38

1.548.212,00 1.548.212,00

761.875,00 761.875,00

Finanziatoreprincipale principale Finanziatore

MAE--DGCS DGCS MAE

UnioneEuropea Europea Unione

UnioneEuropea Europea Unione (capofilaCICDA) CICDA) (capofila

UnioneEuropea Europea Unione (CapofilaICEI) ICEI) (Capofila

Progetto Progetto Alleanzaper perililclima climaattraverso attraversolalapromozione promozionedei dei Alleanza prodottitipici tipiciamazzonici. amazzonici.Medio MedioAmazonas Amazonas--Brasile Brasile prodotti Rafforzamentodelle dellecapacità capacitàdelle delleorganizzazioni organizzazioni Rafforzamento contadineper perlolosviluppo sviluppoeconomico economicosostenibile sostenibile contadine dellaregione regionedel delMayo MayoKani Kani--Camerun Camerun della progettointerviene intervienenei neiseguenti seguentisettori: settori:strutturazione strutturazionedidi IlIlprogetto organizzazionicontadine, contadine,stoccaggio stoccaggiodidicereali, cereali, organizzazioni commercializzazionedidicereali, cereali,agricoltura, agricoltura,allevamento allevamentoee commercializzazione microcredito.L’obiettivo L’obiettivoèèmigliorare migliorarelelecondizioni condizionisocio socio-microcredito. economicheeeassicurare assicurarelalasicurezza sicurezzaalimentare alimentaredei deibeneficiari beneficiari economiche attraversol’auto-promozione l’auto-promozionedelle delleorganizzazioni organizzazionicontadine contadineeded attraverso sostegnoadadattività attivitàproduttive produttivesostenibili sostenibilieedurevoli. durevoli. ililsostegno Programmadi disostegno sostegnoalle alleiniziative iniziativedi disviluppo sviluppo Programma nellavalle valledel delLogone Logone--Camerun Camerun nella progettointerviene intervienenei neiseguenti seguentisettori: settori:consolidamento consolidamentodidi IlIlprogetto organizzazionididisviluppo, sviluppo,strutturazione strutturazionedidiorganizzazioni organizzazioni organizzazioni contadine,agricoltura agricolturaeeorticultura, orticultura,allevamento, allevamento,pesca, pesca, contadine, artigianatoed edeco-turismo. eco-turismo.L’obiettivo L’obiettivoèèquello quellodidimigliorare migliorare artigianato condizionisocio-economiche socio-economichedei deibeneficiari beneficiariattraverso attraversoilil lelecondizioni rafforzamentoistituzionale istituzionaledelle delleorganizzazioni organizzazionididisviluppo, sviluppo, rafforzamento strutturazionedelle delleorganizzazioni organizzazionicontadine contadineededililsostegno sostegno lalastrutturazione attivitàproduttive produttivesostenibili sostenibilieedurevoli. durevoli. adadattività

Budget Budget 205.080,00 205.080,00

901.665,00 901.665,00

977.220,00 977.220,00

Finanziatoreprincipale principale Finanziatore RegioneLombardia Lombardia Regione

UnioneEuropea Europea Unione

MAE--DGCS DGCS MAE

Integrazionetra tralalascuola scuolaeel’agricoltura l’agricolturanel nel Integrazione Guera--Ciad Ciad Guera Seriedidipiccoli piccoliprogetti progettididianimazione animazioneeeaccompagnamento accompagnamento Serie delleAssociazioni AssociazionididiGenitori Genitoriper perlolosviluppo sviluppodei deivillaggi. villaggi.Le Le delle attivitàreralizzate reralizzateriguardano riguardanol’educazione l’educazionedidibase base(costruzione (costruzione 1.295.000,00 1.295.000,00 attività equipaggiamentodidiscuole, scuole,formazione formazionedei deimaestri), maestri),lala eeequipaggiamento gestionedell’acqua dell’acqua(pozzi (pozzieedighette dighettedidiinfiltrazione) infiltrazione)eelala gestione sicurezzaalimentare alimentare(dotazione (dotazionedidimateriale materialeagricolo, agricolo, sicurezza costruzioneeegestione gestionedidigranai granaicomunitari). comunitari). costruzione

ACRA ACRA

Programmadi disostegno sostegnoall’educazione all’educazioneelementare elementare Programma treregioni regionidel delCiad Ciad--Ciad Ciad inintre L’azioneinterviene intervieneininappoggio appoggioalle allescuole scuolecomunitarie comunitariegestite gestite L’azione dalleAssociazioni AssociazionididiGenitori Genitorifornendo fornendoun unsostegno sostegnoinin termini termini dalle formazionedegli degliinsegnanti insegnantieefornitura fornituradidiattrezzatura attrezzatura didiformazione didatticaeeagricola agricolaalalfine finedidigarantire garantireun uninsegnamento insegnamentomigliore migliore didattica connetterel’insegnamento l’insegnamentoalle alleattività attivitàagricole. agricole. eedidiconnettere

MAE--DGCS DGCS MAE

898.129,26 898.129,26

39


I progetti ACRA nel 2005

I progetti ACRA nel 2005

Progettiinincorso corsonel nel2005 2005 Progetti Progetto Progetto Programmadidisviluppo sviluppolocale localeeedidirafforzamento rafforzamento Programma dellecapacità capacitàdelle delleorganizzazioni organizzazionidei deiproduttori produttori delle agropastoralinel neldipartimento dipartimentodidiHdjer HdjerLamis Lamis- -Ciad Ciad agropastorali L’azione promuove promuovelalastrutturazione strutturazionedelle delleorganizzazioni organizzazioni L’azione contadineattraverso attraversol’animazione, l’animazione,lalaformazione formazioneeel’appoggio l’appoggio contadine agliorgani organirappresentativi rappresentativididigestione, gestione,mettendo mettendoaadisposizione disposizione agli competenzeeei ifondi fondinecessari necessariper perililfinanziamento finanziamentodelle delle lelecompetenze attivitàagro-pastorali. agro-pastorali. attività

Progettiinincorso corsonel nel2005 2005 Progetti Budget Budget

999.435,00 999.435,00

Creazionedidiun unospedale ospedalePoliclinico Policlinico Creazione N’Djaména--Ciad Ciad aaN’Djaména trattadidisostenere sostenerelalacostruzione costruzionedidiuna unastruttura strutturaospedaliera ospedaliera SiSitratta 1.428.000,00 1.428.000,00 altamentequalificata qualificataeeprofessionale professionaledidi180 180posti postiletto lettoche che altamente possacostituire costituireununfertile fertileterreno terrenodidipratica praticaper pergliglistudenti studentiinin possa medicinaeeununpolo polodidiimpulso impulsodella dellaricerca ricercaininambito ambitosanitario. sanitario. medicina Introduzionediditecnologie tecnologieappropriate appropriateee Introduzione sostenibilinella nellalavorazione lavorazionedel delcaffè caffè(beneficiado (beneficiado sostenibili húmedo)eeriduzione riduzionedella dellacontaminazione contaminazione húmedo) dell’acquanei neiprincipali principalibacini bacinidel delfiume fiumeDipilto, Dipilto, dell’acqua NuevaSegovia Segovia--Nicaragua Nicaragua Nueva Contributoalla alladiminuzione diminuzionedell’impatto dell’impattoambientale ambientaledel del Contributo processodidilavorazione lavorazioneeeproduzione produzionedel delcaffè, caffè,così cosìdada processo migliorareanche anchelalaqualità qualitàdell’acqua dell’acquadel delRio RioDipilto. Dipilto. migliorare

40

Finanziatoreprincipale principale Finanziatore

UnioneEuropea Europea Unione

Progetto Progetto

Budget Budget

Sviluppodel delturismo turismosostenibile sostenibileed edeco-compatibile eco-compatibile Sviluppo nellazona zonadidiLas LasGaleras, Galeras,Rincón, Rincón,EL ELFrances Francesee nella dintorni- -Repubblica RepubblicaDominicana Dominicana dintorni Supportoaamicroimprese, microimprese,formazione formazioneeesviluppo sviluppodidi Supporto microprogettididiturismo turismoresponsabile. responsabile.Realizzazione Realizzazionedidi microprogetti interventididiappoggio appoggioalle allecomunitá. comunitá. interventi

998.262,00 998.262,00

Lacasa casadei deipiù piùpiccoli: piccoli:per perilildiritto diritto La all’istruzione- -Senegal Senegal all’istruzione programmaprevede prevedelalacostruzione costruzionedidiununasilo asilonido nido IlIlprogramma nellacomunità comunitài iCoubalan, Coubalan,Regione RegionedidiZiguinchor. Ziguinchor. nella FondazioneMonzino Monzino Fondazione

Educationfor forRural RuralPeople People(ERP) (ERP)and andFood Food Education Security- -Italia, Italia,Francia, Francia,Galles, Galles,Belgio, Belgio,Ciad, Ciad,Senegal, Senegal, Security Tanzania,Bolivia, Bolivia,Cile Cile Tanzania, Totale Totale

442.904,00 442.904,00

878.159,70 878.159,70

MAE- -DGCS DGCS MAE

RegioneLombardia Lombardia Regione

UnioneEuropea Europea Unione progettiinincorso corso 1919progetti

UnioneEuropea Europea-PRRAC -PRRAC Unione

Ricostruzioneeesvil sviluppo uppocomunitario comunitarionei neimunicipi municipi Ricostruzione León,Malpaisillo, Malpaisillo,Quezalguaque QuezalguaqueeeTelica, Telica,colpiti colpiti didiLeón, dall’uraganoMitch Mitchnel nel1998 1998- -Nicaragua Nicaragua dall’uragano Contributoalalconsolidamento consolidamentoumano umanoeecomunitario comunitarioinin Contributo un’areadel delNicaragua Nicaraguacaratterizzata caratterizzatadadaprofondi profondiprocessi processididi un’area 2.773.069,00 2.773.069,00 riconversioneproduttiva produttivaeedai daidisastrosi disastrosieffetti effettidell’uragano dell’uragano riconversione Mitch operando sui temi della distribuzione delle risorse e Mitch operando sui temi della distribuzione delle risorse e deipoteri, poteri,della dellapartecipazione partecipazionesociale, sociale,della dellatutela tuteladelle delle dei risorsenaturali, naturali,della dellaprevenzione prevenzionedai dairischi rischiambientali, ambientali,della della risorse riattivazioneeconomica economicaeedella delladiversificazione diversificazionedella dellaproduzione. produzione. riattivazione

MAE- -DGCS DGCS MAE

Gestionedidirifiuti rifiutisolidi solidinell’Arcipelago nell’Arcipelago Gestione Solentiname.IIIIfase fase- -Nicaragua Nicaragua didiSolentiname. Creazionedidiununsistema sistemadidiraccolta raccoltadifferenziata differenziatadidirifiuti rifiutisolidi solidi Creazione nell’ArciperlagodidiSolentiname. Solentiname. nell’Arciperlago

ProgrammaAlianzas Alianzas Programma UICN/NORAD UICN/NORAD

71.139,00 71.139,00

86.000,00 86.000,00

Finanziatoreprincipale principale Finanziatore

41


I progetti ACRA nel 2005

I progetti ACRA nel 2005

Progetti avviati nel 2005

Progetti avviati nel 2005

Progetto

Progetto

Budget

Budget Finanziatore principale

del Lipez: tessuto produttivo del Sud Lipez: Consolidamento del tessutoConsolidamento produttivo del Sud promozione lavorazione della fibra e della promozione della lavorazione della fibradella e della cultura tessile dei produttori di lama - Bolivia cultura tessile dei produttori di lama - Bolivia Questo progettodi èknow-how orientato all'appropriazione di know-how Questo progetto è orientato all'appropriazione 242.331,50 MAE, UE da partedi degli allevatori che permetta242.331,50 di consolidare ilCARIPLO, loro da parte degli allevatori che permetta consolidare il loro nelle politiche potere decisionale nelle politichepotere locali;decisionale al miglioramento della locali; al miglioramento della produttivo –commerciale a partire dal miglioramento filiera produttivo –commerciale filiera a partire dal miglioramento delle produzioni animale; delle produzioni animale; alla promozione culturale della alla promozione culturale della tradizione tessile locale. tradizione tessile locale.

Progetto didella appoggio e strutturazione della Progetto di appoggio e strutturazione filiera latte nellazona urbana e periurbana filiera latte nellazona urbana e periurbana di Maroua - Cameroun di Maroua - Cameroun scopo è ilalimentare miglioramento Lo scopo è il miglioramento dellaLosicurezza della della sicurezza alimentare della Fondazione Cariplo cittàsua di Maroua (Cameroun) e della sua cintura periurbana 264.809,82 città di Maroua (Cameroun) e della cintura periurbana 264.809,82 latte e UNIMI) attraverso il rafforzamento della attraverso produzioneil rafforzamento locale di latte edella produzione locale di (capofila dei prodottiindaprima esso derivati, dei prodotti da esso derivati, determinando istanza determinando in prima istanza influenze sulla “food security”, ma con l’obiettivo influenze positive sulla “food security”, mapositive con l’obiettivo dichiarato di perseguire la “food dichiarato safety”. di perseguire la “food safety”.

Gestione delle risorse forestiere e valorizzazione Gestione delle risorse forestiere e valorizzazione della Madiago pianta di-neem della pianta di neem nel Canton Ciad nel Canton Madiago - Ciad L’intervento preconizza la limitazione del degrado ambientale L’intervento preconizza la limitazione del degrado ambientale attraverso la gestione attraverso la gestione partecipativa di terreni boschivi partecipativa di terreni boschivi CILSS (Comité Inter Etat de Lutte à la secheresse e la forestali valorizzazione di sotto-prodotti forestali non legnosi. e la valorizzazione di sotto-prodotti non legnosi. 115.534,00 115.534,00 Le principali attività previste portano sulla formazioneau Sahel) Le principali attività previste portano sulla formazione la promozione di energie eco-compatibili, all’agro-foresteria, la promozioneall’agro-foresteria, di energie eco-compatibili, produzione e il commercio di olio il rimboschimento, la produzioneil erimboschimento, il commercio di laolio e sapone di neem. e sapone di neem.

Sostegno servizi socio-sanitari del distretto Sostegno ai servizi socio-sanitari del ai distretto sanitario di Goundi - Ciad sanitario di Goundi - Ciad rivolto a aimigliorare Intervento rivolto a migliorare laIntervento qualità e l’accesso servizi la qualità e l’accesso ai servizi sanitari e promuoverne l’autonomia finanziaria che prevede sanitari e promuoverne l’autonomia finanziaria che prevede l’assistenza sanitaria alla popolazione del distretto sanitario di l’assistenza sanitaria alla popolazione del distretto sanitario di MAE Goundi, maggiore integrazione1.454.814,00 tra la medicina preventiva Goundi, una maggiore integrazione tra launa medicina preventiva e quella un miglioramento dei servizi di base e quella curativa e un miglioramento dei curativa servizi die base (Paquet Minimun d’Activites) aumentando la copertura (Paquet Minimun d’Activites) aumentando la copertura in settori prioritari quali ostetricia, pediatria, sanitaria in settori prioritari qualisanitaria ostetricia, pediatria, vaccinazioni e malattie croniche.vaccinazioni e malattie croniche.

42

1.454.814,00

Finanziatore principale

CARIPLO, MAE, UE

Fondazione Cariplo (capofila UNIMI)

CILSS (Comité Inter Etat de Lutte à la secheresse au Sahel)

MAE

Progetti avviati nel 2005

Progetti avviati nel 2005

Progetto

Progetto

Budget

Budget Finanziatore principale

Finanziatore principale

Creazione della Facoltà privata di Medicina e Creazione della Facoltà privata di Medicina e Chirurgia “Il buon-samaritano” di N’Djamena - Ciad Chirurgia “Il buon samaritano” di N’Djamena Ciad La creazione di una Facoltà di medicina collegata all’ospedale La creazione di una Facoltà di medicina collegata all’ospedale dell’ATCP Policlinico dell’ATCP nasce dallaPoliclinico necessità di disporre nasce di unadalla necessità di disporre di una medica didi qualità nel Paese e aumentare diACRA formazione medica di qualità nelformazione Paese e aumentare 1.186.200,00 1.186.200,00 conseguenza la disponibilità di personale medico e Regione Lombardia conseguenza la disponibilità di personale medico e infermieristico qualificato. La nuova facoltà opera in infermieristico qualificato. La nuova facoltà opera in collaborazione con la Facoltà di Medicina e Chirurgia collaborazione con la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano e con il coinvolgimento dell’Università degli Studi di Milano e con il coinvolgimento dell’Ospedale Luigi Sacco di Milano. dell’Ospedale Luigi Sacco di Milano.

ACRA Regione Lombardia

Miglioramento abitativo neiMiglioramento distretti II e IIIabitativo della nei distretti II e III della città di Estelí - Nicaragua città di Estelí - Nicaragua Contributo miglioramento delle condizioni abitative Contributo al miglioramento delle condizionial abitative 1.899.698,78 1.899.698,78 Unione Europea - PRRAC della popolazione di otto quartieri selezionati, attraverso della popolazione di otto quartieri selezionati, attraverso la costruzionedidispazi abitazioni, la costruzione di abitazioni, la riqualificazione urbanila riqualificazione di spazi urbani e il recupero di strutture pubbliche. e il recupero di strutture pubbliche.

Unione Europea - PRRAC

Promozione della partecipazione di giovani Promozione della partecipazione di giovani imprenditori nel miglioramento della qualità imprenditori nel miglioramento della qualità di vita edegli dellaabitanti sicurezza alimentare degli abitanti di vita e della sicurezza alimentare del Solentiname - Nicaraguadel Solentiname - Nicaragua 118.620,00 Fondi di Controvalore 118.620,00 Appoggio alla nascita di piccole realtà imprenditoriali Italia - Nicaragua Appoggio alla nascita di piccole realtà imprenditoriali attraverso lo stimolo della produzione artigianale di saponi, attraverso lo stimolo della produzione artigianale di saponi, marmellate e vino di frutta. marmellate e vino di frutta.

Fondi di Controvalore Italia - Nicaragua

al programma di attività culturali del Appoggio al programma di Appoggio attività culturali del Museo dell’Arcipelago Museo dell’Arcipelago di Solentiname (MUSAS). di Solentiname (MUSAS). intensivi di poesia - Nicaragua Seminari intensivi di poesiaSeminari - Nicaragua Programa de Desarrollo 2.750,00 2.750,00 Appoggio diffusione di attività culturali nell’Arcipelago Appoggio alla diffusione di attività culturalialla nell’Arcipelago di Solentiname attraverso la organizzazione di Seminaricultural del BID di Solentiname attraverso la organizzazione di Seminari intensivi poesia pubblicazione di un libro con le poesie intensivi di poesia e la pubblicazione di undilibro cone lela poesie dei partecipanti. dei partecipanti.

Programa de Desarrollo cultural del BID

Riabilitazione di strutture comunali e creazione Riabilitazione di strutture comunali e creazione di piccoliOscar orti familiari di piccoli orti familiari nei quartieri Gomez nei quartieri Oscar Gomez 30.000,00 30.000,00 Fondo di Controvalore Santo Domingo di Estelì - Nicaragua e Santo Domingo di Estelì - eNicaragua USD USD Italia – Nicaragua un asilo infantile nel quartiere Santo Domingo Costruzione di un asilo infantile Costruzione nel quartierediSanto Domingo di Estelì. di Estelì.

Fondo di Controvalore Italia – Nicaragua

43


I progetti ACRA nel 2005

I progetti ACRA nel 2005

Progetti avviati nel 2005

Progetti avviati nel 2005

Progetto

Progetto

Budget

Finanziatore principale Budget

Un modello di sviluppo endogeno comunitario: Un modello di sviluppo endogeno comunitario: costituzione di una rete di microfinanza rurale costituzione di una rete di microfinanza rurale formata da 30 casse di risparmio e credito in di risparmio e credito in formata da 30 casse 223.773,00 Fondazione CARIPLO 223.773,00 Senegal - Senegal Senegal - Senegal Attività di sostegno alle Casse diAttività Creditodie sostegno di Risparmio che di Credito e di Risparmio che alle Casse si trovano nelle 7 regioni del Senegal. si trovano nelle 7 regioni del Senegal. Programma per la valorizzazione delle medicine Programma per la valorizzazione delle medicine tradizionali in Mali e Senegal - Senegal in e Mali tradizionali Mali e Senegal - Senegal e Mali 3.120.851,00 Il programma è volto alla valorizzazione delle èpratiche di valorizzazione Il programma volto alla delle praticheMAE di cura tradizionali e alla loro articolazione con il sistema di cura cura tradizionali e alla loro articolazione con il sistema di cura convenzionale. convenzionale.

3.120.851,00

Salvaguardia ambientale e pratiche di cura Salvaguardia ambientale e pratiche di cura tradizionale: strumenti di sviluppo localestrumenti nella di sviluppo locale nella tradizionale: regione di Ziguinchor - Senegal regione di Ziguinchor - Senegal209.978,00 Regione Lombardia 209.978,00 Il programma è volto a promuovere la salvaguardia ambientale, Il programma è volto a promuovere la salvaguardia ambientale, la biodiversità dell’ecosistema e laa valorizzare pratiche di e a valorizzare le pratiche di biodiversitàledell’ecosistema cura tradizionali. cura tradizionali.

44

Finanziatore principale

Fondazione CARIPLO

MAE

Regione Lombardia

Progetto di ristrutturazioneProgetto partecipativa della di ristrutturazione partecipativa della biodiversità nella comunitàbiodiversità rurale di Coubalan nella comunità rurale di Coubalan Regione di Ziguinchor - Senegal Regione di Ziguinchor - Senegal Il progetto di durata di 2 anni (dicembre 2005, novembre 2007)(dicembre 2005, novembre 2007) Il progetto di durata di 2 anni si propone di sostenere la biodiversità ambientale. L’obiettivo si propone di sostenere la biodiversità ambientale. L’obiettivo Fonds Mondial posto è il ripristino della mangrovia, e deldella palmeto, postodei è ilbonassi ripristino mangrovia, dei bonassi e del pour palmeto, 34.438,23 l’Environnement 34.438,23 nella zona di di Kalounayes (Comunità Rurale Coubalan, (Comunità Rurale di Coubalan, nella zona di didiKalounayes (FEM) dipartimento di Bignonia, regione di Ziguinchor). Le azioniregione di Ziguinchor). Le azioni dipartimento di Bignonia, previste sono riboscamento, trapianto piantine, formazione, previstedi sono riboscamento, trapianto di piantine, formazione, animazione e sensibilizzazione neianimazione villaggi dieFinthiock, sensibilizzazione nei villaggi di Finthiock, Niandane, Dioubour, Djilacoune,Niandane, Coubanao, Hathioune Dioubour, Djilacoune, Coubanao, Hathioune et Tapinane. et Tapinane.

Fonds Mondial pour l’Environnement (FEM)

Progetto in Casamace sul Programma Progetto inAlimentare Casamace sul Programma Alimentare Mondiale (PAM) - Senegal Mondiale (PAM) - Senegal «Progetto Casamance» è il nome«Progetto del progetto sostenutoèdal Casamance» il nome del progetto sostenuto dal PAM nella regione di Ziguinchor,PAM il quale nellasostiene regionegli di studenti Ziguinchor, il quale sostiene gli studenti Programme Alimentaire attraverso un aiuto alimentare. L’obiettivo è diaiuto mantenere o L’obiettivo762,24 attraverso un alimentare. è di mantenere o 762,24 Mondial abbassare il tasso di abbandono scolastico zona. IL PAM si scolastico nella zona. IL abbassare nella il tasso di abbandono PAM si(PAM) è appoggiato a diverse ONG attive nella zona,atra le quali ACRA è appoggiato diverse ONG attive nella zona, tra le quali ACRA che si occupa di seguire diverse azioni del progetto. Il corrente che si occupa di seguire diverse azioni del progetto. Il corrente anno è partito a ottobre 2005 e terminerà a giugno 2006.2005 e terminerà a giugno 2006. anno è partito a ottobre

Programme Alimentaire Mondial (PAM)

Progetti avviati nel 2005

Progetti avviati nel 2005

Progetto

Progetto

Budget

Finanziatore principale Budget

Finanziatore principale

Il Fondo Italia del CILSS Lotta ControItalia la del CILSS Lotta Contro la Il Fondo Desertificazione per la Riduzione della Povertà Desertificazione per nel la Riduzione della Povertà nel Sahel (FLCDRPS), finanziato dalla SahelCooperazione (FLCDRPS),Italiana, finanziato dalla Cooperazione Italiana, risponde alla volontà di contribuire alla riduzione delladipovertà e alla riduzione della povertà e risponde alla volontà contribuire del miglioramento del livello di del sicurezza alimentare.Attraverso miglioramento del livello di sicurezza alimentare.Attraverso il miglioramento della situazioneilsocioeconomicadella dellasituazione socio- economica della miglioramento popolazione rurale l’obiettivo è popolazione quello della ristrutturazione rurale l’obiettivo è quello della ristrutturazione 3.811.225,00 MAE 3.811.225,00 e della gestione delle risorse naturali. FLCDRPS, e dellaIlgestione delleè un risorse naturali. Il FLCDRPS, è un programma della durata di 3 anni, intervienedella in quattro programma durataPaesi di 3 anni, interviene in quattro Paesi del Sahel : Senegal, Mali, Niger et I Paesi sono delBurkina Sahel : Faso. Senegal, Mali, Niger et Burkina Faso. I Paesi sono stati identificati per via dell’instabilità socio-economica che li stati identificati per via dell’instabilità socio-economica che li caratterizza e l’obiettivo tende alcaratterizza miglioramento delle capacità e l’obiettivo tende al miglioramento delle capacità di produzione e all’aumento delladi produzione reditto da della produzione del reditto da produzione del e all’aumento parte della popolazione rurale. parte della popolazione rurale.

MAE

Il diritto alla speranza, quattro centrialla persperanza, uscire quattro centri per uscire Il diritto dal trauma, prevenire la prostituzione, dal trauma, impedire prevenire la prostituzione, impedire lo sfruttamento di donne e lo bambini (Progetto sfruttamento di donne e bambini (Progetto in consorzio con Coopi e Cosv) - Sri Lanka in consorzio con Coopi e Cosv) - Sri Lanka Costruzione di centri comunitariCostruzione colpiti direttamente di centri comunitari colpiti direttamente o indirettamente dallo Tsunami nei distretti di Galle e Matara o indirettamente dallo Tsunami nei distretti di Galle e Matara e sviluppo di attivita’ di formazione per giovani e di attività e sviluppo di attivita’ di formazione per giovani e di attività generatrici di reddito per donnegeneratrici a basso reddito, colpite di reddito perdallo donne a basso reddito, colpite dallo Regione Lombardia 576.320,00 576.320,00 Tsunami o residenti in zone la cuiTsunami economia è stata gravemente o residenti in zone la cui economia è stata gravemente affetta dall’evento Tsunami. L’azione ACRA, inerente la L’azione di ACRA, inerente la affettadidall’evento Tsunami. creazione di attività generatrici dicreazione reddito,diprevede percorso di reddito, prevede un percorso attivitàungeneratrici formativo che comprende più fasi: 1) un periodo di formazione formativo che comprende più fasi: 1) un periodo di formazione professionale; 2) un periodo di formazione al managment della professionale; 2) un periodo di formazione al managment della micro-impresa; 3) la donazione di un kit che permetta di avviaredi un kit che permetta di avviare micro-impresa; 3) la donazione la micro-impresa; 4) monitoraggio dell’impresa (supporto alla la micro-impresa; 4) monitoraggio dell’impresa (supporto alla commercializzazione, formazionecommercializzazione, continua,mostre mercato). formazione continua,mostre mercato).

Regione Lombardia

Supporto al programma Tree is life, promosso Supporto al programma Tree is life, promosso dalla Diocesi di Nyahururu,dalla per l’ampliamento Diocesi di Nyahururu, per l’ampliamentoFondazione Cariplo e il migliora-mento delle sue operativedelle sue capacità operative e ilcapacità migliora-mento 226.353,00 Provincia di Trento 226.353,00 nel territorio - Kenya nel territorio - Kenya Educazione Ambientale, riforestazione, gestione foresta riforestazione, gestione foresta(Capofila UNA Nairobi) Educazione Ambientale, Rumuruti. Rumuruti.

Fondazione Cariplo Provincia di Trento (Capofila UNA Nairobi)

Elettrificazione rurale e riforestazione Elettrificazione rurale e riforestazione nel comprensorio di Madunda - Tanzania di Madunda - Tanzania nel comprensorio Promozione della crescita economica e socialedella deglicrescita abitantieconomica Promozione e sociale degli abitanti 2.690.041,00 MAE del comprensorio per mezzo dell’elettricità, formazione, del comprensorio per mezzo dell’elettricità, formazione, riforestazione, capacity building.riforestazione, capacity building.

MAE

2.690.041,00

45


I progetti ACRA nel 2005

La rete italiana ed europea

Progetti avviati nel 2005 Progetto

Budget

Finanziatore principale

Sostegno a Njombe Development Office e alla realizzazione di un intervento di elettrificazione rurale e riforestazione nel comprensorio di Madunda - Tanzania Capacity building di NDO e supporto al progetto.

46.145,00

VOLO (Volontari Orientati al Lavoro Oltreoceano) - Estero Inserimento di 6 volontari in servizio civile internazionale nelle sedi ACRA in Bolivia, Nicaragua, Senegal, Kenia.

244.380,00

Pres. Consiglio dei Ministri, UNSC

SVOLTA (ServizioVolontario Orientato al Lavoro in Termini Altruistici) - Italia Inserimento di 3 volontari in servizio civile nazionale nella sede di ACRA a Milano.

120.972,00

Pres. Consiglio dei Ministri, UNSC

40.000,00

Provincia di Milano

0,00

Scuole partecipanti

Globalizzazione e cooperazione internazionale - Italia Corso di formazione sulla cooperazioine internazionale promosso dalla Provincia di Milano – Assessorato Pace e Cooperazione Internazionale, in collaborazionae con Associazione delle Ong della Lombardia e Libera Università Popolare. Pluriverso - Italia Attivazione di 20 percorsi formativi in scuole primarie e secondarie. Totale

Regione FVG

23 progetti avviati

Associazioni - ACEA - Associazione per i consumi etici e alternativi - Milano - Associazione Ale G - Lomagna (Lecco) - Associazione Amici di Goundi - Milano - Associazione Aprimondo - Bologna - Associazione Benkadì - Staranzano (Gorizia) - Associazione Gruppo Area di Ricerca - Dobialab - Staranzano di Dobbia (Gorizia) - Associazione Millemondi - Catania - Associazione Nessuno Escluso - Carnago (Varese) - Associazione Nord Sud - Bergamo - Associazione RAM - San Rocco di Camogli (Genova) - Associazione teatrale indipendente per la ricerca - Milano - Associazione Vega - Galliate (Novara) - Associazione Viaggiare domandandosi - Biella - Circolo Arci Loggia de' Banchi - La Spezia - Comitato Italiano Contratto Acqua - Milano - Comitato Pavia Asti Senegal - Pavia - Consorzio Arianne - Matelica (Macerata) - Consorzio Gerundo - Bergamo - Cooperativa NAZCA - Milano - Cooperativa Raggio Verde - Cossato (Biella) - Cooperativa Viaggi e Miraggi - Brescia - CTA Volontari per lo sviluppo - Torino - Fondazione Fontana - Ravina (Trento) - GAL dell'Alto Bellunese - Auronzo di Cadore (Belluno) - Gruppo 1% - Milano - Gruppo ACRA - Cernusco Lombardone (Milano) - Gruppo ACRA - Bassano del Grappa (Vicenza) - Gruppo Amici di Gigi - Varese - Legambiente FVG - Udine - Organizzazione Interdisciplinare sviluppo e salute - Lari (Pisa) Cosa facciamo insieme: progetti di cooperazione internazionale, educazione allo sviluppo, cooperazione decentrata; iniziative con le scuole e sul territorio; corsi di formazione; servizio civile nazionale; campagne di comunicazione e raccolta fondi. Università Università degli Studi di Milano - Facoltà di Medicina e chirurgia, Istituto malattie infettive e tropicali (c/o Ospedale Luigi Sacco) - Facoltà di Scienze Politiche (Master in analisi e gestione dei progetti di sviluppo) - Facoltà di Lettere e Filosofia, Istituto di Geografia umana (Corso di specializzazione in Gestione ambientale) - Facoltà di Agraria - Facoltà di Veterinaria Università degli Studi di Milano Bicocca - Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali, Dipartimento di Scienze

46

47


La rete italiana ed europea

geologiche e geotecnologiche (Master in Uso del territorio e gestione delle acque nei Paesi in via di sviluppo) - Facoltà di Scienze della formazione - Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Pavia - Istituto universitario di Studi Superiori di Pavia, Scuole europee di studi avanzati (Master in cooperazione e sviluppo) - Corso di laurea in Scienze sociali per la cooperazione e lo sviluppo Università Bocconi di Milano - Scuola di direzione aziendale (SDA) Università di Camerino - Facoltà di Veterinaria Università di Padova - Dipartimento territorio e sistemi agro forestali Libera università di lingue e comunicazione (IULM) - Istituto di scienze umane e ambientali Università degli Studi di Parma -Facoltà di Economia Università Roma 3 - Dipartimento di Studi storici geografici antropologici (Master in Educazione alla pace) Università Ca’ Foscari - Facoltà di lettere e filosofia, Dipartimento di Studi storici Università di Brescia - Facoltà d Ingegneria - CETAMB (Centro di documentazione e ricerca sulle tecnologie appropriate per la gestione dell'ambiente nei paesi in via di sviluppo) - CIRPS (Centro nteruniverstario di ricerca per lo sviluppo sostenibile) Cosa facciamo insieme: interventi nell’ambito dei corsi, stage e tirocini, progetti di cooperazione internazionale, servizio civile nazionale. Servizio Civile Nazionale In quanto socio di ARCI Servizio Civile Milano, ACRA partecipa al Servizio civile volontario fin dalla sua prima edizione; dal 2001 presenta e gestisce progetti sia in Italia sia all’estero, a cadenza annuale. I progetti di servizio civile in Italia formano e inseriscono i partecipanti all’interno della struttura dell’associazione a Milano, in particolare nei settori Educazione allo sviluppo (area scuole), Cooperazione allo sviluppo (area progettazione per lo sviluppo locale), Comunicazione e raccolta fondi (area informazione, comunicazione e Internet). I progetti di servizio civile all’estero permettono ai partecipanti di formarsi e documentarsi all’interno della struttura a Milano per i primi due/tre mesi di servizio, quindi di partire per un’esperienza di lavoro sul campo di otto/nove mesi nei paesi del Sud del mondo. Nel 2005 sono stati attivi due progetti di servizio civile, uno in Italia e uno all’estero. In Italia sono stati inseriti tre ragazzi all’interno dello staff di ACRA a

48

La rete italiana ed europea

Milano, mentre presso le sedi ACRA all’estero (Nicaragua, Bolivia, Ecuador, Senegal e Kenya) hanno lavorato sei persone. Scuole ICS “Calvino” di Galliate - ICS. “Falcone e Borsellino” di Bellusco e Mezzago ICS “Falcone” di Cassina de’ Pecchi - ICS “Manzoni” di Ornago e Burago - ICS “Pini” di Milano - ICS di via Scialoia di Milano - ICS di Staranzano - Scuola primaria “Ai caduti” di Ronco Briantino - Scuola primaria “Crispi” di Milano Scuola primaria “Don Milani” di Vimercate - Scuola primaria di Cavenago IPSAR “Vespucci” di Milano - ITC “Morante” di Limbiate - ITC “Piero della Francesca” di San Donato milanese - ITA “Mendel” di Villa Cortese - ITSGPACLE “Levi” di Seregno - ITSOS “A. Steiner” di Milano - Istituto “Leone XIII” di Milano Cosa facciamo insieme: corsi di formazione, percorsi didattici, iniziative sul territorio, progetti di educazione allo sviluppo e cooperazione decentrata, campagne di comunicazione e raccolta fondi. Enti Locali Comune di Assago - Comune di Bellusco - Comune di Cassina de’ Pecchi Comune di Cavaria con Premezzo - Comune di Cinisello Balsamo - Comune di Cornate d’Adda - Comune di Crema - Comune di Cusano Milanino - Comune di Livorno - Comune di Milano - Comune di Opera - Comune di Pavia - Comune di Pessano con Bornago - Comune di Rho - Comune di Ronco Briantino Comune di San Donato Milanese - Comune di Staranzano - Comune di Vimercate - Provincia Autonoma di Trento - Provincia di Bergamo - Provincia di Biella - Provincia di Mantova - Provincia di Milano - Provincia di Napoli Provincia di Lecco - Provincia di Livorno - Provincia di Pavia - Regione Friuli Venezia Giulia - Regione Lombardia - Regione Toscana Cosa facciamo insieme: progetti di cooperazione internazionale e decentrata; iniziative con le scuole e sul territorio; corsi di formazione; campagne di comunicazione e raccolta fondi. ONG Europee Italia: Alisei, (Roma) - Aspem, Associazione solidarietà paesi emergenti (Cantù, CO) - Cast, Centro per un appropriato sviluppo tecnologico (Laveno Mombello, VA) - Celim, Centro laici per le missioni (Bergamo) - Cesvi, Cooperazione e sviluppo (Bergamo) - Cisv, Comunità impegno servizio volontariato (Torino) Comi, Cooperatrici Oblate Missionarie dell'Immacolata (Roma) - Coopi, Cooperazione internazionale (Milano) - Cospe, Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti (Firenze) - Cosv, Comitato di coordiamento delle organizzazioni per il servizio volontario (Milano) - Cps, Comunità promozione e sviluppo (Castellamare di Stabia, NA) - Lvia, Associazione Internazionale Volontari Laici (Cuneo) - Mais, Movimento per l'autosviluppo l'interscambio e la solidarietà (Torino) - Mlal, Movimento laici per l’America latina (Verona) - Movimento Africa 70 (Milano) - Movimondo (Roma) - Pimedit onlus, Pontificio istituto

49


La rete italiana ed europea

missioni estere (Milano) - Terra nuova (Roma) - Ucodep, Unità e Cooperazione per lo Sviluppo dei Popoli (Arezzo) - Vis,Volontariato internazionale per lo sviluppo (Roma) Francia: Association Française des Volontaires du Progrès - Agence Française de développement - Aide et action - CICDA - Agronomes et Vétérinaires sans frontières - Association de développement - Eau vive - Groupe de recherche et d'échange technologiques - Handicap International - La Kora Senegal Partenariat avec Saint-Louis et sa Région - Service de Coopération et d'Action Culturelle - Village pilote - Comité Français pour la Solidarité Internationale Coop’dec, Coopération décentralisée Belgio: Aquadev - Coopération Technique Belge - Islas de Paz - Médecins sans frontières - Protos - Solidarité Socialiste FCD - Vredeseilanden-Coopibo Spagna: Ayuda en accion - Centro de investigacion y cooperacion para el desarrollo - Cooperaccio' - Intermon Oxfam - Medicus Mundi - Paz y Desarrollo - Solidariedad Internacional Regno Unito: Council for International Development - Catholic institute for international relations - Oxfam-UK - Global connections - Cyfanfyd Germania: Deutscher Entwicklungsdienst - Deutscher Genossenschafts und Raiffeisenverband - Eirene - Deutsche Gesellschaft für Technische Zusammenarbeit - Association de soutien à l'amitié Thiès/Solingen Svizzera: Helvetas - Sdc-Sti - Swisscontact Austria: Horizont 3000 Olanda: Humanistisch Instituut voor Ontwikkelingssamenwerking - Servicio Holandés de Cooperación al Desarrollo - Solidariedad - Instituto de Estudios sobre Desarrollo y Cooperación Internacional Danimarca: Ibis Portogallo: Cooperaçao e desenvolvimiento - Oikos Irlanda: Agence catholique pour le développement mondial - Kerry Action for Development Education Svezia: Education for Aid Activities Grecia: Gaia

La rete italiana ed europea

Consorzio Consolida - Banca Etica - CREC - SIPRA - FCB - Studio Paoletti Associati Reti di rappresentanza Associazione nazionale delle ONG italiane - Associazione delle ONG lombarde Piattaforma nazionale ONG per l’Educazione allo Sviluppo - Associazione Rete Nuovo Municipio - Coordinamento Agende 21 locali Italiane (Gruppo di lavoro sulla cooperazione) - CONCORD (Confederazione europea delle ONG di sviluppo ed emergenza) - CONGAD (Conseil des Organisations Non Gouvernamentales d'Appue au développement du Sénegal) - UICN Mesoamerica Consorzi e reti tematiche Conges (Consorzio di tutela del prodotto giusto, etico e solidale) - Consorzio Gerundo - AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile) - TRANSFAIR ETIMOS (chiedere a Alessandro) - UNA - Consorzio Arianne - Rete internazionale Slow Food - Associazione Arci Servizio civile Milano - (chiedere a Ilaria se ci sono reti o consorzi riguardo al microcredito) - Alleanza Internazionale Education for Rural People (ERP)

Agenzie internazionali ONU - FAO/SDRE - UNESCO - UNICEF - UNDP/FMAM - UICN/ORMA BANCA MONDIALE - PAM - CECI (Canada) - UNOPS - WORLD RELIEF (Stati uniti) - WCS (Stati uniti) - IPGRI - IFAD ACRA è capofila delle ONG italiane che aderiscono al programma FAO/UNESCO “Education for Rural People” Aziende ALSI Spa - Banca di Credito Cooperativo di Treviglio - BancaIntesa - Banca di Credito Cooperativo di Crema - Banca Popolare di Milano - GUNA - Istituto Geografico De Agostini - Bioagricoop - AVIS Service - Delta elettronica Brovind Group - Azienda Trasporti Milanesi - DEIM - Ecosystem Spa Etatec Srl - FIBA Cisl - Forum Assago - SEA System srl - Axel Technology RAI - Mediaset - RCS - Publikompass - Osteria Del Botero - Osteria del Riccio AMCA Elevatori - Bolciaghi Carrozzeria - Famiglia Cristiana - EMI - Falcri -

50

51


La rete internazionale: partner locali di progetto

Argentina Fundación del Sur (FdS). FdS è un'associazione costituita il 19 marzo 1987. Da anni opera nei settori dello sviluppo comunitario, tutela ambientale, promozione sociale, assistenza tecnica alle amministrazioni locali e educazione di base. Bolivia Cooperativa Integral Agroextractivista “Campesinos del Pando” Ltda - COINACAPA. Si tratta di una cooperativa, con 391 soci, opera nel settore dell'economia contadina e indigena su problemi della terra, territorio, risorse naturali e società civile nella regione del Pando. Sono stati partner di ACRA in progetti di appoggio ai raccoglitori della noce amazzonica. Coordinadora de Integración de Organizaciones Económicas Campesinas de Bolivia - CIOEC Bolivia. Si tratta di un'organizzazione di secondo livello che riunisce le organizzazioni contadine di tutto il paese, opera nel settore dell'economia contadina e indigena su problemi della terra, territorio, risorse naturali e società civile, sono partner di ACRA in un progetto attualmente in istruttoria di appoggio al settore contadino. Servicios Financieros Cafetaleros - FINCAFE. Si tratta di una finanziaria

La rete internazionale: partner locali di progetto

che opera nel settore cafetalero nella regione de los Yungas, partner nel progetto FORCAFE. Sindicato seccional Campesino del Municipio de Cairoma. Sindacato contadino della zona di Cairoma, opera nel settore dell'economia contadina e indigena su problemi della terra, territorio, risorse naturali e società civile. Agronomes et Veterinaires sans Frontieres (CICDA - VSF). Si tratta di una ONG francese che opera nei PVS soprattutto in ambito rurale, in sostegno dell'economia contadina e indigena su problemi della terra, territorio, risorse naturali e società civile, partner di ACRA, capofila del progetto FORCAFE. Programa de Desarrollo Energetico - PRODENER. Opera nel settore della gestione delle risorse naturali, specializzato nel settore idro-energetico, costruzione di microcentrali idroelettriche. Partner di ACRA in progetti in istruttoria in ambito energetico e di gestione delle risorse naturali. Brasile CGTSM, Consiglio Generale Tribale dei Sateré Mawé. Il CGTSM raggruppa le popolazioni indigene comprese tra i fiumi Andira Marau produttori del guaranà nativo. ASPAC, Associazione di Silves per la Preservazione Ambientale e Culturale. ASPAC gestisce la Posada dos Lagos in Silves, struttura alberghiera i cui ricavati finanziano le attività di protezione ambientale. INPA, Istituto Nazionale di Ricerche sull'Amazzonia. IPA, Istituto di Permacultura dell'Amazzonia. ACOPIAMA, Associazione di Consulenza e Ricerca Indianista dell'Amazzonia. SAPOPEMA, Società dei popoli per l'ecosviluppo dell'Amazzonia ltda; l'incarnazione formale del processo di costruzione di un sistema. Un'impresa, con natura di consorzio in funzione principalmente de esportazione di prodotti tipici e locali. Spazio di cooperazione economica fra comunità organizzate dell'Amazzonia. Attori coinvolti nell'ultimo anno Agroriza di Manaus: microimpresa familiare distribuzione commercializzazione guarana e altri prodotti : miele conserve di frutta etc. Cooperativa Agrofrut di Urucara: microimpresa di produzione e trasformazione di guaranà e polpa di frutta amazzonica. Associaçao de pescadores di Silves: organizzazione di pescatori coinvolta nella gestione sostenibile dell risorse peschiere della regione e nella definizione degli accordi di pesca a livello regionale. Avive di Silves: associazione di produzione di essenze naturali e loro prodotti, gestione delle aree di foresta educazione ambientale. Secretaria Meio Ambiente del Municipio di Itapiranga: gestione aree preservate del municipio in partnership con ASPAC. IBAMA Instituto Brasileiro do Meio Ambiente di Amazonas:Vigilanza controllo, gestione patrimonio naturale e risorse ambientali partnership con ASPAC. Amazonas Tour: Impresa Amazonense de Turismo, organo statale per lo sviluppo del turismo partnership con ASPAC, inserita nel programa Pro- Ecotur.

52

53


La rete internazionale: partner locali di progetto

WWF Brasile: Gestione congiunta corsi professionalizzanti partnership con ASPAC elaborazione piani gestionali. CPT di Manaus: campagna per la preservazione di laghi e di azioni per il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione ribeirinha. AMISM: Associazione delle Donne indigene Satere Mawe si occupano della raccolta e riciclaggio rifiuti dentro area indigena. APICISM: Associaçao dos Produtores Sateré do Rio Marau produttori di guaranà. Escola Agrícola São Pedro del PIME, Formazione agricola nell' area Indígena Satere Mawe nel Rio Andirà. Slow food: incontro mondiale di Terra Madre, e costituzione Presidio internazionale del bastone del Guarana e processo di ingresso della comunità del cibo di Silves. Forum e organizzazioni che partecipano: Fórum de Debates, GTA Grupo de Trabalho Amazônico, Encontro dos Povos da Floresta, Fórum do Comercio Ético e solidário, Fórum Panamazonico, Faces - Fórum de Articulação do Comercio Ético e Solidário do Brasil, etc. Camerun FAPEN - Fédération pour l'Autopromotion des Paysans de l'Extrême-Nord, Moussourtouk- Cameroun. La FAPEN è una federazione di organizzazioni di produttori di miglio, fondata nel 1998, allo scopo d'assicurare la sicurezza alimentare e migliorare le condizioni socio-economiche dei suoi membri attraverso lo stoccaggio e la commercializzazione di cereali, attività di formazione a livello d'organizzazione e tecnico, l'erogazione di crediti e sovvenzioni per finanziare attività agricole e d'allevamento. SANA LOGONE - Association de Promotion Humaine dans la Vallée du Logone,Yagoua-Cameruon. SANA LOGONE è stata fondata nel 1999 per rafforzare le capacità dei membri delle organizzazioni di base (organizzazioni contadine, associazioni di genitori, etc.) e promuovere lo sviluppo locale attraverso l'appoggio ai Comuni. SATOLD - Service d'Appui Technique aux Organisations Locales de Développement,Yagoua- Cameroun. SATOLD è un'associazione d'appoggio allo sviluppo locale fondata nel 2000 allo scopo di strutturare ed organizzare casse di risparmio e credito a livello di villaggio, auto-gestite dagli abitanti stessi. C.E.M. Coopérative des Eleveurs de Maroua. CEM è una cooperativa nata nel 1999 per avere maggior forza contrattuale nell'acquisto di derrate alimentari per gli animali e corsi di formazione per migliorare l'allevamento. Ciad Direction du Développement des Productions Animales et du Pastoralisme (DDPAP) - Presso il Ministero dell'Agricoltura - N'Djamena Allevamento. Comité interprofessionnel du lait (CIL) - Presso il Ministero dell'Agricoltura - N'Djamena - Allevamento. Direction de la Protection des Forêts et de la Lutte contre la Désertification - Presso il Ministero dell'Ambiente e dell'Acqua - N'Djamena Foreste, protezione ambientale.

54

La rete internazionale: partner locali di progetto

Associations Parents d'Elèves de la Préfecture Apostolique de Mongo - Presso Padre Martellozzo, Mongo - Educazione. L'Action pour le Développement et l'Arbre (ACDAR) - Presso Mongo Protezione ambientale. Associazione AMTINE (la nostra acqua in lingua migami) - Presso Mongo Attività ambientali attraverso la lotta all'erosione. Association Tchadienne «Communauté pour le Progrès» (ATCP) Presso Padre Gherardi - Salute, educazione, agricoltura. Associazioni di Genitori di Bongor - Presso suor Marga, Bongor Educazione. Associazioni di Genitori di Bekamba - C/o Padre Corti, Bekamba Educazione. Istituto Africano per lo Sviluppo Economico e Sociale (INADES Formation Ciad) - BP 654 N'Djamena - Cittadinanza responsabile, imprenditoria, sviluppo delle organizzazioni contadine. Ecuador Fundación Chankuap': recursos para el futuro. La Fondazione é nata nel 1997. Realizza progetti a favore delle etnie indigene Shuar ed Achuar della zona del Transkutukú, nella Provincia amazzonica di Morona Santiago. Gli ambiti di intervento sono il rafforzamento organizzativo delle comunità, associazioni e federazioni Shuar ed Achuar, la gestione sostenibile delle risorse forestali, la commercializzazione di prodotti provenienti dalla selva e dalle zone colone e meticcie della Provincia. Central Ecuatoriana de Servicios Agricola - CESA. Nata nel 1967 é una delle ONG più antiche del paese. Si occupa di sviluppo rurale, in particolare di sviluppo agricolo-produttivo e di costruzione, riabilitazione e gestione partecipativa di sistemi irrigui. E' presente nella parte centrale montagnosa dell'Ecuador nelle Province di Imbabura, Cotopaxi,Tungurahua, Chimborazo e nella Provincia costiera del Guayas. Red Financiera Rural - RFR. Rete costituita nel 2000 che raggruppa circa 40 istituzioni finanziarie di varia natura (ONG, cooperative, banche) le quali operano in zone rurali. Il suo obiettivo principale è fornire servizi di assistenza tecnica e formazione ai suoi affiliati e costituire uno spazio di condivisione di esperienze e strumenti finanziari per migliorare le performance dei singoli associati. Consorzio Camaren. Consorzio di istituzioni (ONG, università ed organismi dello stato) che si occupa di formazione a tecnici ed a promotori comunitari nell'ambito delle risorse naturali rinnovabili. Coordina il Foro delle Risorse Idriche, uno spazio partecipativo di analisi della problematica dell'acqua a livello nazionale e di formulazione partecipativa di proposte per una gestione alternativa. E' attivo soprattutto nella zona centrale montagnosa del paese e con minore forza nella costa. Agrónomos y Veterinarios sin Fronteras- AVSF. ONG francese che si occupa di sviluppo rurale. E' attiva in vari paesi dell'America Latina e dell'Africa con progetti di sostegno a piccoli e medi produttori. Redmanglar Internacional. E' una rete costituita da diverse istituzioni del

55


La rete internazionale: partner locali di progetto

Centro e Sudamerica attive nell'ambito della difesa e conservazione delle zone di mangrovie. I suoi soci sono ONG, centri di formazione e organizzazioni di base. Ha sede a Quito. Kenia Tree is life: associazione informale della diocesi di Nyahururu. Comitato di Rumuruti: Associazione dei villaggi confinanti con la foresta di Rumuruti. Nicaragua FUNSAMI, Fondaciones Mujeres de S.Miguelito. San Miguelito, Departamento Río San Juan de l'Alcaldía, 1c. Al Oeste. Sviluppo di progetti o attività a favore del miglioramento della qualità della vita delle donne, sviluppo locale e salute materno-infantile. Gestione di una clinica ginecologica, di una farmacia popolare. Al momento implementazione di un progetto di orti familiari in 20 frazioni di S. Miguelito e di un programma rivolto alle donne per la commercializzazione del pesce. MUSAS: Museo Archipielago Solentiname. Departamento de Rio S.Juan, Isla de S. Fernando, en el Archipielago de Solentiname. Amministrazione del museo de Solentiname. Promozione di studi scientifici e sviluppo turistico e culturale. Si è occupato della ricerca scientifica promossa dai Progetti ACRA di Gestione dei Rifiuti, Educazione Ambientale e Capacitazione di Giovani Imprenditori. Gestione di orti organici per la popolazione del Solentiname. Maestri delle scuole primarie del Solentiname. Personale docente che insegna in Solentiname. Attività di educazione e cultura generale nelle scuole dell'Arcipelago. Xotchil Acalt di León: associazione di donne. Asilo de Ansiano 120 vrs al Norte León. Sviluppo locale e microcredito. Gestione di piccoli programmi di assistenza tecnica per la produzione locale. Organizzazione di corsi tecnicoprofessionali per ragazzi. FEV Fondazione entre Volcanes. Salute preventiva, sviluppo locale, gestione di fondi di microcredito per produttori di platanos. Animazione sociale e progetti ambientali attraverso un comitato ambientale di Ometepe. UCAFE, Unione di Cooperativa Cafetalera a Dipilto. Frente a la Acaldia Dipilto - Nueva Segovia. Formazione, assistenza tecnica e organizzazione dei produttori di caffé di Dipilto. Forte interesse nella commercializzazione della produzione di caffé locale. Xotchil Acalt di Malpaisillo. De la Alcaldía 1c. Abajo 2 1/2 al Sur - Malpaisillo - Municipio de León. Attività rivolte a sole donne a scopo di integrazione femminile nella società di Malpaisillo. Gestione di una clinica ginecologica. Corsi di formazione di manegement. Programma di appoggio agricolo. Imprementazione di un progetto di viviendas a nome delle donne. Appoggi alla partecipazione delle donne nei comitati gestionali locali. Fabbricazione di mulini a vento scopo energetico per uso domestico: pozzi, forni, etc). Codehuinque: Consorzio di sviluppo umano di Quezalguaque. Empalme de Quezalguaque 100 Mts al Sur Quezalguaque - Municipio de León. Attività di microcredito, commercio, supporto di produzione, assistenza tecnica. UNICAFE: unione nicaraguense dei cafetaleros. Donde fue el Bani1c. al

56

La rete internazionale: partner locali di progetto

EsteOcotal - Nueva Segovia. Formazione, assistenza tecnica e organizzazione dei produttori di caffè di Dipilto. Forte interesse nella commercializzazione della produzione di caffè locale. COOPMULTE: cooperativa multisettoriale di Telica. Frente a la Alcaldía de Telica - Telica Municipio de León. Cooperativa di produttori di caffè che si occupa di microcredito, commercializzazione e promozione di prodotti da esportazione. FUPADE: Fondazione Ruben Darìo per lo sviluppo umano. Fondazione che lavora nell'ambito dello sviluppo territoriale. FUNADESIC: Fondazione per l'autosviluppo sostenibile della popolazione indigena e contadina. Organizzazione che lavora nell'ambito dello sviluppo sostenibile delle popolazioni indigene e contadine. UNA - Università Nazionaledi Agraria. ACRA collabora in particolar modo con la Facoltà di Risorse naturalie Ambiente) Municipi di Dipilto (Nueva Segovia), Estelì, San Carlos (Rio San Juan), La Paz Centro (Leon),Telica (Leon), Quetzalguaque (Leon). Repubblica Dominicana Asociación San Benedetto del Puerto - Las Galeras. Samaná Sviluppo comunitario. Cebse (Centro para la conservación y ecodesarrollo de la Bahia de Samaná y su entorno) - Tiro al Blanco, Samaná - Ecosviluppo e protezione ambientale. Infotep (Instituto Nacional de Formación Técnico Profesional) San Francisco de Macorís - Formazione técnica professionale. Poveda (Centro Cultural Poveda) - Formazione comunitaria. Senegal KDES - Association des Kalounayes pour le Développement Economique et Social Koubanao. KDES si occupa di ambiente, sviluppo locale, medicina tradizionale, educazione e turismo integrato ADAF - Association pour le Développement de l'Arrondissement de Fimela. ADAF si occupa di ambiente, sviluppo locale e medicina tradizionale. URMECS - Union Rurale Mutuelle d'Epargne et Crédit du Sénégal. URMECS si occupa di gestione finanziaria e del coordinamento delle Casse che fanno parte dell'Unione. Sri Lanka Lanka Mahila Samiti. ONG Locale presente sul territorio dal 1930, che si occupa di sviluppo di associazioni femminili rurali in Sri Lanka. Affiliata alla Associated Country Women of the World (ACWW) del Regno Unito. SIDA - South Island Development Association. ONG Locale Musulmana impegnata nella formazione professionale di donne nel quartiere musulmano Mohidden Watta di Galle. Ministry of Sports,Youth Affairs, Rural development, Rural Industries,Women's Affairs, Fisheries, Housing & Construction and public Affairs - Southern Provincial Council - Galle.

57


La rete internazionale: partner locali di progetto

SEDD - Small Enterprise Development Division - Matara. Struttura del governo locale che cura la formazione in materia di “micro-enterprise management�. Tanzania Njombe Development Office: Ong riconosciuta dal governo tanzaniano che opera nei distretti di Ludewa, Njombe e Makete in collaborazione con la Diocesi di Njombe. Labaika Development Fund - Nungwi.


bilancio consuntivo 2005


STATO PATRIMONIALE AL 31 DICEMBRE 2005 ATTIVITA'

2005

2004

Liquidità Casse Banche Investimenti finanziari a breve Acconti in loco per progetti (allegato n.1) C/c postale

3.086 1.120.384 400.257 810.453 86.566

1.516.438 38.519

Totale liquidità

2.420.746

1.722.604

Crediti Crediti Diversi Totale crediti

73.754 73.754

177.899 177.899

Magazzino Giacenza magazzino Totale magazzino

12.331 12.331

Immobilizzazioni Materiali: Immobili Attrezzature varie Centro elaborazione dati Macchine ufficio Mobili ed arredi

7.350 160.297

111.122 10.052 70.687 19.443 17.900 229.204 (119.872) 109.332

111.122 10.052 70.687 18.631 17.900 228.392 ( 112.298) 116.094

Immateriali: Migliorie su beni di terzi Software Totale immobilizzazioni immateriali

5.524 5.524

3.976 8.976 12.952

Finanziarie: Partecipazioni Fondo Nextra Euro Monetario Depositi cauzionali Totale immobilizzazioni finanziarie

14.548 145.242 18.797 178.586

14.548 145.242 29.741 189.531

Totale immobilizzazioni

293.442

318.577

2.800.273

2.219.080

4.335.465 7.299.485 5.894.380 2.062.461 822.510 2.341.661

3.344.828 3.433.123 2.557.138 2.155.722 1.180.586 1.786.220

22.755.963

14.457.657

Impegni per fideiussioni Unipol - Fideiussione Progetto 1137/G230/Porvenir

164.203

164.203

Banca Intesa S.p.A. Prodotti tipici Amazzonia Turismo sostenibile Senegal Totale impegni per fideiussioni

104.649 77.354 346.206

104.649 77.354 346.206

meno fondi ammortamento Totale immobilizzazioni matriali

TOTALE ATTIVITA' Impegni per progetti con contratti già sottoscritti Quote Acra da raccogliere (allegato n.2) Quote Controparti Sovvenzioni MAE da ricevere Sovvenzioni U.E. da ricevere Coordinamento esovvenzioni PVS da Privati Liquidità progetti (allegato n.6) Totale impegni per progetti di contratti già sottoscritti

Pagina 1


STATO PATRIMONIALE AL 31 DICEMBRE 2005 PASSIVITA'

2005

Debiti Verso banche Verso fornitori Tributari e sociali Anticipi ricevuti per progetti Debiti verso collaboratori Debiti diversi Altri debiti Totale debiti

2004

159.003 65.112 7.647 11.816 21.293 32.961 3.232 301.065

90.960 82.318 14.826 42.886 10.924 1.990 243.904

Fondi realizzazione progetti

2.341.661

1.786.220

Trattamento di fine rapporto

12.160

23.104

Fondi per imprevisti

16.678

26.137

39.776 40.520 65.940 (17.527) 128.709

35.104 40.520 59.421 4.670 139.715

PATRIMONIO NETTO Fondo dotazione Organismo Fondi dotazione Immobili Riserva integrazione progetti Avanzo/disavanzo di gestione Totale patrimonio netto

TOTALE PASSIVITA' E PATRIMONIO NETTO

2.800.273

2.219.080 ###

12.687.896 6.485.678 2.062.648 72.664 722.591 724.486 22.755.963

4.741.739 5.142.118 3.371.466

Contratti sottoscritti per progetti da realizzare Progetti da realizzare in Africa Progetti da realizzare in America Latina Progetti da realizzare in America Centrale Progetti da realizzare in Asia Progetti da realizzare in Italia Donazione Globale 2002 Totale contratti sottoscritti per progetti da realizzare Impegni per fideiussioni Unipol - Fideiussione Progetto 1137/G230/Porvenir Progetto Grundtvig Progetto Comune di Cinisello Banca Intesa S.p.A. Prodotti tipici Amazzonia Turismo sostenibile Senegal Totale impegni per fideiussioni

Pagina 2

1.019.520 182.814 14.457.657 ###

164.203 ###

164.203 ### ### ###

104.649 ### 77.354 346.206

104.649 77.354 346.206


RENDICONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2005 PROVENTI

2005

2004

Proventi per progetti Mae coofinaziato estero Mae coofinaziato Italia UE dg8 coofinanziato estero UE dg8 coofinanziato Italia Progetti in consorzio con altre ONG Regione Lombardia coofinanziato estero/italia Altri Finanziatori Progetti finanziati all'estero Donazione globale Totale proventi per progetti

1.458.027 1.057.762 351.316 130.069 215.107 452.391 746.742 386.423 4.797.836

Coordinamenti paese Ciad Senegal Camerun Nicaragua Bolivia Totale coordinamenti paese

79.488 138.578 108.130 59.806 386.002

Privati Raccolta per progetti Mae all'estero Raccolta per progetti Mae in Italia Raccolta per progetti UE DG.8 all'estero Raccolta per progetti UE DG.8 in Italia Progetti in consorzio con altre ONG Donazione Globale 2002 Raccolta per progetto Regione Lombardia all'estero Raccolta per progetti finanziati in loco Raccolta per progetti altri finanziatori Totale privati Totale proventi per progetti

105.978 2.150 65.681 9.197 8.845 46.466 54.017 87.715 380.049

115.197 130.020 52.062 131.361 13.840 442.480

101.851 15.597 267.318 8.564 -3.819 40.723 622 392.770 823.626

5.563.887

4.941.376

2.450 163.394 12.331 597.382

4.965 123.521

6.161.270

5.548.844

Proventi diversi Entrate associative Entrate contributive Rimanenza magazzino Quote organizzative Interessi e sopravvenienze Totale proventi diversi (allegato n.3)

TOTALE PROVENTI

322.652 100.071 732.854 234.734 48.804 233.003 299.819 1.395.384 307.949 3.675.270

Pagina 3

425.471 53.512 607.469


RENDICONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2005 ONERI

2005

2004

Uscite realizzazione progetti Mae coofinanziato estero Mae coofinanziato Italia UE DG8 Estero UE DG8 Italia UE consorzio con altre ONG Regione Lombardia Progetti finanziati nei PVS Altri finanziatori Coordinamenti paese Utilizzo residuo progetti da realizzare (allegato n.5) Totale uscite realizzazione progetti Oneri diversi Costo personale e collaboratori Spese di rappresentanza Spese per informazione Oneri finanziari Sopravvenienze passive Spese generali Ammortamenti ed accantonamenti Totale oneri diversi (allegato n.4) Avanzo/Disavanzo di gestione TOTALE ONERI

Pagina 4

1.094.351 69.175 1.199.924 225.031 82.052 190.143 1.499.673 283.471 364.668 5.008.487 555.400 5.563.887

1.033.001 75.558 1.163.646 98.795 28.350 97.553 354.374 621.264 548.694 4.021.235 920.141 4.941.376

352.436 25.097 70.455 26.144 16.147 109.627 15.003 614.909

353.867 31.048 56.151 8.412 11.541

124.329 17.448 602.798

(17.527)

4.670

6.161.270

5.548.844


Bilancio 2005 allegato n. 1 ACCONTI IN LOCO PER PROGETTI, IN VALUTA ESTERA

Micro Bolivia noce Amazzonia Caffè Yungas - Cicda Camelidi Mae Camelidi UE JICA - coop. Giapponese Erp bolivia Coordinamento Bolivia Totale depositi in Bolivia Micro commercializzazione Camerun Logone mae Mayo Kani Coordinamento Camerun Totale depositi in Camerun

Importo -20.167 8.739 -51.307 106.243 -184 -5.236 -4.257

33.832

32.721 -13.910 27.285 46.097

Coordinamento Equador Totale depositi in Equador Produzione Caffe Binacional Dipilto UE Minicipi Leon Micro progetti fin. Loco Esteli Coordinamento Nicaragua Totale depositi in Nicaragua Senegal ERP Ufficio Casamance Pratiche di cura Ziguinchor Senegal Educare oltre i Confini Coordinamento Senegal Totale depositi in Senegal Creazione Ospedale N'Djamena Educazione Ciad Scuole GuerĂ  Misereror Sostegno Socio Santiario Goundi ATCP Agro pastorale Lamis Coordinamento Ciad Totale depositi in Ciad Agruicolt. Biologica Sri Lanka diritto alla speranza Brasile prod. Tipici Gariquen - Santo Domingo Cospe e Mlal Ecotrend - anticipi Educare oltre i confini ERP Tuttounaltrocorso Mondo Aperto Totale altri deposito

Totale

794 794

29.011 1.693 4.458 576.222 2.174 613.558 3.805 16.403 27.822 505 -16.675 31.861 186.244 -20.572 -14.802 19.262 40.992 -141.376 -32.809 29.063 66.002 2.996 11.166 30.699 -51 -5.455 -21.758 20.171 -601 1.754 -20.611 18.310

TOTALE ACCONTI IN LOCO PER PROGETTI

Pagina 5

810.453


bilancio 2005 Allegato n. 2 DETTAGLIO QUOTE A.C.R.A. DA RACCOGLIERE

PROGETTO

Previsto da Previsto raccogliere valorizzato in contanti

02dono Sp. Amm. Audit italia 02bol9 - Micro castagna Bolivia 02cam1 - Micro camerun 02ecu8 - Micro Equador 02gua7 - Micro Guatemala 02nic4- Micro Pesca Nicaragua 02nic5- Micro Frutta Nicaragua 02nic6-Micro banane Nicaragua 02sen3 - Micro Agri. Biologica AnsXX! ARGAGR - Agric. Bio Aregntina bolarc - VALLE ARACA Bolfor - Forcaffè cicda Bollam - Camelidi MAE Bolpot - Camelidi Potosi Bolyun - Los Yungas Bradoc - Prod. Tipici Brasile Camele - elettrificazione Moussourtouk Camlog - Logone Camerun Cammay - Mayo Kani Camerun Domgua - Santo Domingo Ecuidr - ue 094-906 ecuidr Ecumor - risorse naturali tradizionale Morona/santiago Itabor - Borsa studio memor. Gigi B. Itacon - Educ. Oltre i confini Itaeco - Ecotrend Itaedu - Educazione scuole Itaerp - Education for Rural People Italam - Att. Animaz. Il Lama e la Giraf. Itamig - Migrazioni Itanat - Iniziativa natale 2004 Itavil - Villaggio Globale Nicbas - Bassani - Solentiname Niccaf - Caffe Solidaridad Nicdip - Dipilto Nicdon Nicest - Esteli Nicleo - MUNICIPI LEON Nicpes - PESCA S.CARLO Nicuni - Unicafe Senisi - Iside Senjoa - Donne di Joal Senkao - KAOLACK Senmed - medicina tradizionale Sentur- Turismo responsabile Tanmad - Madunda elettrificazione rurale Tcdare - Ares Tcdcre - Ospedale N'Djamena Tcddev - Agro pastorale Tcdedu - educazione Tcdfmw - faccolta medina Waila Tcdgdr - Gestioni Durevoli Tcdgss - Goundi sostegno sociosanitario Tcdgu2 - Sc. Guera - Comune Cinisello Tcdhiv - prog. Pilota HIV Goundi Tcdpol - Sostegno ospedale policclinico N'Djamena Tcdscu - Scuola agricola di Goundi Zantur TOTALE

643 4.930 6.927 11.109 3.043

120.753 11.633 95.858 121.004 18.750 39.680 81.422 37.063 142.406 54.300 515 73.500 2.678

277.206

77.567 14.538 558.111 32.602 129.088 77.706 70.800

218.430 80 30

41.101 112.025 190.160 82.107 33.200 13.078 14.626

158.050 17.989 151.230

415.560 48.086 253.640

371.875 0 77.675 0 118.805 172.100

83.152

50.000 209.760 0 42.958 2.819.357

65.997

47.050

36.500

2.269.739

Pagina 6

Totale 643 0 4.930 0 6.927 11.109 0 3.043 0 0 397.959 0 11.633 173.424 121.004 14.538 576.861 0 72.282 81.422 166.151 142.406 132.006 515 144.300 2.678 0 218.430 0 80 0 30 0 0 41.101 112.025 190.160 82.107 33.200 13.078 14.626 0 0 573.610 66.075 404.870 0 455.027 0 143.672 0 118.805 219.150 0 50.000 246.260 0 42.958 5.089.096

Raccolta Raccolto anticipata nell'anno negli anni in corso precedenti

Valorizzato nell'anno in corso

4.852 1.231 6.274 13.000 152 2.030 37 3.891 1.245 6.173

156 5.073 8.845 5.334 150

1.617

2.585

11.801 12.262

1.000 2.150 328 12.020 9.197 830 5.203 1.220 700 5.423

18.188 30.147

52.400 140

7.379 883 1.889 6.161 22.600

28.548 5.000

26.277 -430 3.348 44.577 32.856 73.659 4.430 30.666

34.517

13.466

264.926

380.049

59.716 24.999

83.152 24.284

108.656

Rimanenza 643 -4.852 4.930 -1.231 653 -1.891 -152 1.013 -37 -4.047 392.886 -1.245 -3.384 168.090 120.854 14.538 576.861 -1.617 72.282 69.621 151.305 142.406 132.006 -485 142.150 2.351 -12.020 209.233 -830 80 -5.203 -1.190 -700 -5.423 41.101 112.025 137.760 63.779 3.054 13.078 14.626 -7.379 -883 573.610 64.186 398.709 -22.600 345.598 -59.286 116.039 -69.576 85.949 145.491 -32.978 14.334 246.260 -47.983 42.958 4.335.465


bilancio 2005 Allegato n. 2 bis Dettaglio quote monetarie A.C.R.A. da raccogliere

PROGETTO 02dono Sp. Amm. Audit italia 02bol9 - Micro castagna Bolivia 02cam1 - Micro camerun 02ecu8 - Micro Equador 02gua7 - Micro Guatemala 02nic4- Micro Pesca Nicaragua 02nic5- Micro Frutta Nicaragua 02nic6-Micro banane Nicaragua 02sen3 - Micro Agri. Biologica AnsXX! ARGAGR - Agric. Bio Argentina Consortile Acra/Icei Quota raccolta Icei bolarc - VALLE ARACA Bolfor - Forcaffè cicda Bollam - Camelidi MAE Bolpot - Camelidi Potosi Cariplo sud Lipez Bradoc - Prod. Tipici Brasile Camele - elettrificazione Moussourtouk Camlog - Logone Camerun Cammay - Mayo Kani Camerun Domgua - Santo Domingo Consortile Acra/Icei Quota raccolta Icei Ecuidr - ue 094-906 ecuidr Ecumor - risorse naturali tradizionale Morona/santiago Itabor - Borsa studio memor. Gigi B. Itacon - Educ. Oltre i confini P.I.M.E Itaeco - Ecotrend Itaedu - Educazione scuole Itaerp - Education for Rural People Italam - Att. Animaz. Il Lama e la Giraf. Itamig - Migrazioni Itanat - Iniziativa natale 2004 Itavil - Villaggio Globale Nicbas - Bassani - Solentiname Niccaf - Caffe Solidaridad Nicdip - Dipilto Nicdon Nicest - Esteli Comune Milano - Ambasciata Italia - Raccolta Loco Nicleo - MUNICIPI LEON Nicpes - PESCA S.CARLO Nicuni - Unicafe Senisi - Iside Senjoa - Donne di Joal Senkao - KAOLACK Senmed - medicina tradizionale Raccolta partern + Progetto RL pa052 dgr 20924 16/2/05 Sentur- Turismo responsabile Tanmad - Madunda elettrificazione rurale Tcdare - Ares Tcdcre - Ospedale N'Djamena Cooperazione Francese Tcddev - Agro pastorale Tcdedu - educazione Raccolta partners locali Tcdfmw - faccolta medina Waila Tcdgdr - Gestioni Durevoli Tcdgss - Goundi sostegno sociosanitario Raccolta Amici di Goundi Tcdgu2 - Sc. Guera - Comune Cinisello Tcdhiv - prog. Pilota HIV Goundi Raccolta Amici di Goundi Tcdpol - Sostegno ospedale policclinico N'Djamena Tcdscu - Scuola agricola di Goundi Zantur TOTALE

Raccolta Raccolto da da da anticipata nell'anno in Rimanenza raccogliere raccogliere raccogliere Rimanenza negli anni corso nel 2006 nel 2007 oltre precedenti 643,43 643,43 643,43 643,43 4.851,66 -4.851,66 -4.851,66 -4.851,66 4.930,48 4.930,48 4.930,48 4.930,48 1.231,05 -1.231,05 -1.231,05 -1.231,05 6.927,02 6.274,00 653,02 653,02 653,02 11.109,36 13.000,00 -1.890,64 -1.890,64 -1.890,64 152,14 -152,14 -152,14 -152,14 3.043,18 2.030,00 1.013,18 1.013,18 1.013,18 36,61 -36,61 -36,61 -36,61 3.890,91 156,00 -4.046,91 -4.046,91 -4.046,91 120.753,23 5.072,98 115.680,25 38.560,08 38.560,08 38.560,08 115.680,25 -20.125,54 -20.125,54 -20.125,54 -60.376,62 1.245,00 -1.245,00 -1.245,00 -1.245,00 11.633,38 6.172,67 8.844,75 -3.384,04 -3.384,04 -3.384,04 95.857,63 5.334,15 90.523,48 30.174,49 30.174,49 30.174,49 90.523,48 121.003,50 150,00 120.853,50 90.000,00 30.853,50 120.853,50 -90.000,00 -90.000,00 18.750,00 18.750,00 18.750,00 18.750,00 1.617,00 -1.617,00 -1.617,00 -1.617,00 39.679,52 39.679,52 30.000,00 9.679,52 39.679,52 81.421,94 11.800,75 69.621,19 34.810,60 34.810,60 69.621,19 37.063,05 2.584,52 (a) 12.262,21 22.216,32 22.216,32 22.216,32 -11.108,16 -11.108,16 142.406,00 142.406,00 47.468,67 47.468,67 47.468,67 142.406,00 54.300,00 54.300,00 18.100,00 36.200,00 54.300,00 515,00 1.000,00 -485,00 -485,00 -485,00 73.500,00 2.150,00 71.350,00 71.350,00 71.350,00 -70.000,00 -70.000,00 2.678,42 327,82 2.350,60 2.350,60 2.350,60 12.019,95 -12.019,95 -12.019,95 -12.019,95 218.430,45 9.197,23 209.233,22 104.616,61 104.616,61 209.233,22 830,00 -830,00 -830,00 -830,00 79,73 79,73 79,73 79,73 5.203,39 -5.203,39 -5.203,39 -5.203,39 0,00 0,00 0,00 700,00 -700,00 -700,00 -700,00 5.422,98 -5.422,98 -5.422,98 -5.422,98 41.100,60 41.100,60 41.100,60 41.100,60 112.024,79 112.024,79 56.012,40 56.012,40 112.024,79 190.159,85 52.399,70 137.760,15 137.760,15 137.760,15 -68.000,00 -68.000,00 18.187,79 140,00 -18.327,79 -18.327,79 -18.327,79 33.200,47 30.146,71 3.053,76 3.053,76 3.053,76 13.078,03 13.078,03 13.078,03 13.078,03 14.626,24 14.626,24 14.626,24 14.626,24 7.379,00 -7.379,00 -7.379,00 -7.379,00 883,03 -883,03 -883,03 -883,03 158.050,00 158.050,00 104.380,00 53.670,00 158.050,00 -104.380,00 -53.670,00 -158.050,00 17.989,18 1.889,00 16.100,18 16.100,18 16.100,18 151.230,00 6.161,22 145.068,78 48.356,26 48.356,26 48.356,26 145.068,78 22.600,00 -22.600,00 -22.600,00 -22.600,00 371.874,80 26.277,05 345.597,75 115.199,25 115.199,25 115.199,25 345.597,75 -115.199,25 -115.199,25 -115.199,25 -345.597,75 0,00 59.716,40 -430,00 -59.286,40 -59.286,40 -59.286,40 77.674,98 3.348,40 74.326,58 37.163,29 37.163,29 74.326,58 -37.163,29 -37.163,29 -74.326,58 0,00 24.999,00 44.577,00 -69.576,00 -69.576,00 -69.576,00 118.804,73 32.855,98 85.948,75 85.948,75 85.948,75 172.100,00 73.659,46 98.440,54 32.813,51 32.813,51 32.813,51 98.440,54 -32.813,52 -32.813,51 -32.813,51 -98.440,54 28.547,99 4.430,00 -32.977,99 -32.977,99 -32.977,99 50.000,00 5.000,00 30.666,00 14.334,00 14.334,00 14.334,00 -14.334,00 -14.334,00 209.760,00 209.760,00 69.920,00 139.840,00 209.760,00 0,00 34.517,00 13.466,15 -47.983,15 -47.983,15 -47.983,15 42.958,00 42.958,00 14.319,33 14.319,33 14.319,33 42.958,00 2.819.356,99 264.925,67 380.048,982.174.382,34 366.609,47 482.745,92 334.793,30 1.184.525,31 (a) (b) Previsto da raccogliere in contanti

a) Impegno di raccolta quote monetarie al 31/12/2005 b) Valore quote monetarie da raccogliere al netto di quote concordate con altri finanziatori, partner locali o gruppi di appoggio

Pagina 7


bilancio 2005 allegato n. 3 PROVENTI DIVERSI

Importo

Entrate associative Quote e e contributi Soci totale entrate associative

2.450

Entrate contributive Contributo Soci non residenti Contributo Coop. Nazca/Icei Contributo iniziative varie Contributop iniziativa raccolta fondi Altri contributi totale entrate contributive

15.647 51.989 16.999 72.795 5.964

Rimanenza Magazzino Rimanenza Magazzino totale magazzino

12.331

Totale

2.450

163.394

12.331

Quote organizzative Quote organizzative altri donatori ed Enti Quote organizzative ComunitĂ  Europea Quote organizzative Cooperanti e Volontari Quote organizzative formazione Quote organizzative ideazioni Quote oragnizzative Regione Lombardia Quote oragnizzative M.AA.EE. totale quote organizzative

45.687 104.512 6.055 2.000 37.704 15.745 128.392 340.095

Interessi e sopravvenienze Abbuoni e sconti attivi Interessi att. c/c Recuperi vari di gestione Sopravvenienze attive totale interessi e sopravvenienze

341 564 74.889 3.318 79.112

TOTALE PROVENTI DIVERSI

597.382

Pagina 8


bilancio2005 allegato n. 4 ONERI DIVERSI Importo Costo personale e collaboratori Stipendi e contributi TFR Compenso collaboratori Compenso collaborazioni saltuarie Compenso obbiettori totale costo personale e collaboratori

105.686 243.076 1.384 2.290

Spese di rappresentanza Viaggi nostri funzionari Spese di rappresentanza Spese di vita associativa Quote associazione UNA Quote associative totale spese di rappresentanza

16.338 483 4.212 1.040 3.024

Informazione Materiale editoriale Materiale comunicazione Costi per campagna GS Spese postali invio pubblicazioni Iniziative varie Eventi, fiere Consulenti comunicazione Spese viaggi totale informazione

17.062 15.739 17.402 678 2.403 3.692 2.279 11.199

Oneri finanziari Interessi passivi su c/c Oneri bancari Differenze cambio Spese Fidejussione totale oneri finanziari

17.724 6.767 71 1.582

Sopravenienze passive Abbuoni e sconti passivi Perdite varie Eccedenze spese per progetti totale sopravvenienze passive

239 171 15.737

Spese generali Affitto locali e spese condominiali Pulizia locali Acqua, luce e gas Gestione sede Cancelleria stampati e fotocopie Gestione elaboratori Spese telefoniche Spese postali e valori bollati Consulenze fiscali e amministrative Aggiornamento e formazione personale Premi assicurazioni Corrieri e trasporti diversi Manutenzione macchine ufficio Imposte e tasse varie Certificazione di bilancio Spese varie ed impreviste totale spese generali

37.382 8.319 5.560 3.584 7.466 5.666 11.955 1.364 8.804 448 1.494 4.398 2.254 17 9.240 1.675

Ammortamenti Ammortamento macchine ufficio Ammortamento attrezzature Ammortamento elaboratori Ammortamento spese nuova sede Ammortamento software Ammortamento immobile totale ammortamenti

Totale

352.436

25.097

70.455

26.144

16.147

109.627

496 26 3.719 3.976 3.453 3.334 15.003 Pagina 9


TOTALE USCITE DI GESTIONE

614.909

Pagina 10


bilancio 2005 allegato n. 5 UTILIZZO RESIDUO PROGETTI DA REALIZZARE PROGETTI

sovvenzioni Enti

02amau - Sp. Amm. Audit dg.2 02bol9 - Micro castagna Bolivia 02cam1 - Micro camerun 02ecu8 - Micro Equador 02gua7 - Micro Guatemala 02nic4- Micro Pesca Nicaragua 02nic5- Micro Frutta Nicaragua 02nic6-Micro banane Nicaragua 02sen2 - Micro Creazione reti Sen. 02sen3 - Micro Agri. Biologica AnsXX! ARGAGR - Agric. Bio Aregntina Bolcoo - Coord. Bolivia Bolfor - Forcaffè cicda Boljic - JICA cooper. Giapponese Bollam - Camelidi MAE Bollip - lavorazione della fibra del Sud Lipez Bolpot - Camelidi Potosi Bradoc - Prod. Tipici Brasile Camcoo - Coordinamento camerun Camele - elettrificazione Moussourtouk Camlog - Logone Camerun Cammay - Mayo Kani Camerun Domgua - Santo Domingo Ecucoo - Coordin. Equador Ecuidr - ue 094-906 ecuidr Itacon - Educ. Oltre i confini Itaedu - Educazione scuole Itaerp - Education for Rural People Nicbas - Bassani - Solentiname Niccoo - Coord. Nicaragua Nicdip - Dipilto Nicdon Nicest - Esteli Nicleo - MUNICIPI LEON Nicloc - Micro prog. finanziati in loco Nicuni - Unicafe Sencoo - Coord. Senegal Sencur - Ambiebte e cura tradizionale Senegal Senmed - medicina tradizionale Senpet - Petit Sentur- Turismo responsabile Senuca - Ufficio casamance Srilan - Diritto alla speranza Sri Lanka Tanmad - Madunda elettrificazione rurale Tcdcoo - Coord Ciad Tcdcre - Ospedale N'Djamena Tcddev - Agro pastorale Tcdedu - educazione Tcdfmw - faccolta medina Waila Tcdgdr - Gestioni Durevoli Tcdgss - Goundi sostegno sociosanitario Tcdgu2 - Sc. Guera - Comune Cinisello Tcdhiv - prog. Pilota HIV Goundi Tcdmis - Mesereror Tcdscu - Scuola agricola di Goundi Tcdtcp - Atcp Tcdzoo - Agro zootecnico Cariplo TOTALE

raccolta

uscite

6.274 13.000 2.030

156 5.073 59.806 48.923

8.845 5.334

181.920 75.323 108.130

150

2.500 55.050 20.009 19.212 25.027 18.799 43.859 20.489 50 66 280.552 63.036 60.276 37.268 155.997 1.341 166.420 57.557 66.933

1.617 125.072 141.650 52.603

11.801 12.262

118.245 172.470 122.015 12.306

168.720 990 351.316

79.194 386.423 667.548

116.165 97.380 104.999 510.729 9.000 25.785 41.199 81.146 490.875 79.488 292.831 240.224 21.000 209.083 257.749 78.570

2.150 12.020 9.197 700

6.161 26.277 -430 3.348 44.577 32.856 73.659 4.430 30.666 13.466

80.000 5.183.839

Pagina 10

54.585 33.760 21.776 46.684 71.847 180.434 283.288 190.056 33.245 372.686 119.748 1.022 63.191 34.009 10.120 76.104 24.640 5.008.487

555.400

1.056.650 35.031 5.736 146.101 44.756 26.023

1.889

380.049

-2.500 -55.050 -20.009 -19.212 -18.753 -5.799 -43.859 -18.459 -50 -66 156 -275.479 -3.230 -2.508 -37.268 -150.663 -1.341 15.650 17.766 41.197 1.617 6.827 -19.019 -57.150 -12.306 168.720 -67.025 10.286 135.482 700 -4.445 -176.951 386.423 -336.702 -34.891 -5.736 116.165 -48.722 60.243 484.706 9.000 -26.911 7.439 59.369 450.352 7.641 138.674 -43.494 -165.708 11.332 -130.747 211.660 3.408 46.045 -34.009 3.347 -76.104 55.360

69.175 2.724 225.031 4.445 256.145

52.400 140

totale


Pagina 11


bilancio 2005 allegato n. 6 Andamento progetti PROGETTI

totali 2004

02amau - Sp. Amm. Audit dg.2 02bol9 - Micro castagna Bolivia 02cam1 - Micro camerun 02ecu8 - Micro Equador 02gua7 - Micro Guatemala 02nic4- Micro Pesca Nicaragua 02nic5- Micro Frutta Nicaragua 02nic6-Micro banane Nicaragua 02sen2 - Micro Creazione reti Sen. 02sen3 - Micro Agri. Biologica AnsXX! ARGAGR - Agric. Bio Aregntina bolarc - VALLE ARACA Bolcoo - Coord. Bolivia Bolfor - Forcaffè cicda Boljic - JICA cooper. Giapponese Bollam - Camelidi MAE Bollip - lavorazione della fibra del Sud Lipez Bolpan - PANDO CEE Bolpot - Camelidi Potosi Bolyun - Los Yungas Bradoc - Prod. Tipici Brasile Camcoo - Coordinamento camerun Camele - elettrificazione Moussourtouk Camlog - Logone Camerun Cammay - Mayo Kani Camerun Domgua - Santo Domingo Ecucoo - Coordin. Equador Ecuidr - ue 094-906 ecuidr Itabor - Borsa studio memor. Gigi B. Itacon - Educ. Oltre i confini Itaeco - Ecotrend Itaedu - Educazione scuole Itaerp - Education for Rural People Itafor - Foreste Ambiente Italam - Att. Animaz. Il Lama e la Giraf. Itamig - Migrazioni Itamil - Passaggio Millennio Itamon - Mondoaperto Itanat - Iniziativa natale 2004 Itavil - Villaggio Globale Nicbas - Bassani - Solentiname Niccaf - Caffe Solidaridad Niccoo - Coord. Nicaragua Nicdip - Dipilto Nicdon Nicest - Esteli Nicleo - MUNICIPI LEON Nicloc - Micro prog. finanziati in loco Nicpes - PESCA S.CARLO Nicuni - Unicafe Sencoo - Coord. Senegal Sencur - Ambiebte e cura tradizionale Senegal Senisi - Iside Senjoa - Donne di Joal Senkao - KAOLACK Senmed - medicina tradizionale Senmic- Microfinanza Senpet - Petit Sentur- Turismo responsabile Senuca - Ufficio casamance Srilan - Diritto alla speranza Sri Lanka Tanmad - Madunda elettrificazione rurale Tcdare - Ares Tcdcoo - Coord Ciad Tcdcre - Ospedale N'Djamena Tcddev - Agro pastorale Tcdedu - educazione Tcdfmw - faccolta medina Waila Tcdgdr - Gestioni Durevoli Tcdgss - Goundi sostegno sociosanitario Tcdgu2 - Sc. Guera - Comune Cinisello Tcdhiv - prog. Pilota HIV Goundi Tcdmis - Mesereror Tcdpra - Praop Ciad Tcdscg - Sc.comunali Goundi-Unesco Tcdscu - Scuola agricola di Goundi Tcdtcp - Atcp Tcdzoo - Agro zootecnico Cariplo

TOTALE

sovvenzioni Enti

-10.921 15.518 4.709 3.190 11.329 9.692 25.193 21.311 9.871 -268 3.891 155.796 -24.978 -1.027 -21.166 37.084 1.307

2005 raccolta

uscite

13.466

10.120 76.104 24.640

-13.421 -39.532 -15.301 -16.022 -7.424 3.892 -18.665 2.852 9.821 -335 4.047 -119.684 -24.978 -4.257 -23.674 -184 -149.356 -1.341 -40 -6.415 -34.642 111.921 24.785 1.617 -27.738 1.906 -8.593 -6.990 168.720 617 -19.881 -36.958 10.286 288.046 -19.595 220 -4.851 -8.323 -40.422 -6.739 -9.353 700 -6.239 16.519 -10.373 386.423 608.622 -39.126 -50.633 -6.204 -15.437 -22.297 60.243 -14.626 7.379 -11.186 484.706 328 60.000 14.318 16.403 59.369 450.352 22.600 -61.835 395.310 106.178 -25.311 36.331 -191.850 211.660 -1.141 51.045 19.262 -23.490 7.179 37.864 -191.302 -4.138

380.049

5.008.487

2.341.661

6.274 13.000 2.030

156 5.073 59.806 48.923

8.845 5.334

-40 -22.065 -34.642 94.154 -16.412

181.920

150

75.323 108.130

2.500 55.050 20.009 19.212 25.027 18.799 43.859 20.489 50 66 280.552 63.036 60.276 37.268 155.997 1.341 166.420 57.557 66.933

1.617 -34.565 20.925 48.557 5.315

125.072 141.650 52.603

11.801 12.262

118.245 172.470 122.015 12.306

2.150

69.175

12.020 9.197

2.724 225.031

168.720 617 47.144 -36.958 0 152.563 -19.595 220 -4.851 -8.323 -40.422 -6.739 -9.353 0 -6.239 20.964 166.578

990 351.316

700

79.194 386.423 667.548

945.324 -4.235 -44.897 -6.204 -131.602 26.425 -14.626 7.379 -11.186 0 328 51.000 41.229 8.964 0 22.600 -69.476 256.636 149.672 140.397 24.999 -61.103

1.786.220

52.400 140

510.729

26.023

209.083 257.749 78.570

1.889

6.161 26.277 -430 3.348 44.577 32.856 73.659 4.430 30.666

80.000

5.183.839

Pagina 11

1.056.650 35.031 5.736

146.101 44.756

79.488 292.831 240.224 21.000

-4.548 5.000 53.271 -23.490 7.179 34.517 -115.198 -59.498

4.445 256.145

116.165 97.380 104.999

9.000 25.785 41.199 81.146 490.875

totali

54.585 33.760 21.776 46.684 71.847 180.434 283.288 190.056 33.245 372.686 119.748 1.022 63.191 34.009


TOTALE

5.563.887

5.008.487

555.400

Il saldo negativo di alcuni progetti significa che i medesimi hanno effettuato delle spese nell'anno 2005 ma avevano ricevuto dei finanziamenti durante gli anni precedenti Il saldo positivo degli altri porgetti dovrĂ  essere speso nell'anno 2006

Pagina 12


spese progetti

IMPORTO

TOTALE

finanziamento mae estero Valle Araca Camelidi MAE sigloxx Yungas Comerc. Camerun Logone Camerun Santo Domingo Leon SiaPaz Educaz. Ciad Kaolack Argentina infermieri

98.945,29 22.083,98

112.177,78 132.608,56 296.976,04 71.939,91 298.269,40 1.033.000,96

Finanziamento mae italia Ecotrend Educare oltre i confini Itamig

12.150,94 52.926,48 10.480,25 75.557,67

Altri finanziatori Creaz.Osp.N'Djamena Monzino Osped. Goundi Monzino Yagua Borsa Studio CD fiabe Porg. Bassani Bigletti Natale 03 Educazione nelle scuole ANSXXI Micro Finanza Camelidi valdese GuerĂ  Biglietti Natale 04 Medicina Tradizionale Animazione lama Fondazione Cariplo

455.221,44

1.912,01 12.407,16 -925,92 11.550,75 14.147,43 1.434,73 10.029,39 6.773,93 18.710,83 11.942,76 25.030,74 610,00 52.418,31 621.263,56

UE consorzio con altre ONG Forcaffè Cicda Villaggio globale Grundvig

28.349,92 28.349,92

MAE consorzio con altre ONG Cocis Villaggio Globale Migrazioni

-


ECHO Camelidi UE estero Caffè solidaridad Ometepe Pesca camelidi UE Casse credito GDR Mayo Kani Tcddev Tcdsan FEEP Uesa Caffè Donazioni globali

131.191,82 214.419,51 231.735,85 239.487,58

509,43 346.301,91 1.163.646,10

UE Italia Grundvig ERP

8.061,35 90.733,82 98.795,17

UE dg1 Guatuzos Pando Cee

-

regione Lombardia Bradoc Turismo sentur

10.494,53 87.058,82 97.553,35

Coordinamenti paese Coordinamento Bolivia Coordinamento Ciad Coordinamento Camerun Coordinamento Nicaragua Coordinamento senegal Coordinamento Senegal Coordinamento Ecuador

39.788,72 205.731,43 70.955,46 110.396,89 97.596,83 22.419,20 1.805,61

548.694,14

24.221,95 5.236,34 18.072,21 68.257,19 47.303,50 1.253,80 7.773,16 66.034,72 1.023,70 115.197,73

354.374,30

Progetti in loco Dipilto Misereror Jaca . Coop. Giapponese Nicaragua varie loco Esteli Inkalarka Imbert latte Marche de Bois ATCP Tavola Valdese Camelidi Valdese Caseificio -

4.021.235,17

4.534.202

512.966,88


Ricavi progetti

RACCOLTA DA PRIVATI

Mae cofinaziato estero

IMPORTO

Logone Cameun Guariquen - S.domingo Leon Agricoltura Biologica Socio Sanitario Goundi Madunada elettrificazione medicina trad senegal Educazione Ciad Infermieri camelidi lama Yungas sigloXX

125.071,56 52.602,83

TOTALE

12.262,21 140 5072,98 73659,46 6161,22

257.748,71 490.874,71 510.728,71 21.000,00

3.348,40 5334,15

1.458.026,52

105.978,42

Mae cofinaziato Italia Educare oltre i confini

2.150,00 -

2.150,00

Altri Finanziatori Osp. Goundi Monzino Ospedale N'Djamena 292.831,00 Scuole Guera Scuole Bekamba Educazione nelle scuole 990,00 Medicina tradizionale Borse Studio Gigi Ares Progetti Bassani Borse di studio ragazze Nicaragua Salvador Prog. Pilota HIV 78.570,00 AnsXXI Micro Fianaza Pozzi ciad Scuole Ciad Comune faccoltĂ  medina Waila CD Fiabe Biglietti natale 03 Agro zootecnico Karma Batre/cariplo 80.000,00 Attivita lama Libri bambini Goundi Scuola agricola di Goundi

26.277,05 4.430,00 12.019,95

700,00

30.666,00 156,00

452.391,00

13.466,15

87.715,15

Prog. In conosorzio con altre ONG Forcafe Migrazioni Fad- Caras Grundvig Cocis prog. Unieas Diritto alla speranza srilanka

48.923,26

8.844,75

81.145,92 130.069,18

8.844,75

Porg. Finanziati in Loco Dipilto Esteli Micro loco Nicaragua Christian Imbert latte Jica Marche de Bois elettrificazione moussourtouk Misereror

79.193,98 667.548,45

52.399,70

1.617,00 746.742,43

UE coof. Italia ERP Grundvig

351.315,50

54.016,70

9.197,23 351.315,50

Progetti UE DG8 Fepp Donazione globale Pando cee Camelidi UE mayo Kani caffe binacional water facilities ecuador liceo goundi Pesca Casse credito Commerc. Ciad Agro pastorale Lamis GDR Los Guatuzos Sanitario Goundi Saldo Progetto nicuni

9.197,23

21.304,00 181.920,00 141.650,00

150,00 11.800,75

168.720,00

240.224,00 209.083,00

116.164,59

-430,00 32.855,98

1.057.761,59

65.680,73


Reg.Lombardia cofinanz.estero/italia Petit 9.000,00 UniversitĂ  Waila Ambiente Senegal 104.999,00 >Prodotti tipici Amazzonia 75.323,00 Turismo 25.784,75

44.577,00

215.106,75

1.889,00

46.466,00

Tavola Valdese Camelidi -

Donazione Globale 2004 amministrazione Noce Brasile - Bolivia Cereali Camerun Commerciliz. Prodotti Ecuador Pesca Nicaragua Frutta Nicaragua banane Nicaragua Guatemala Creazione rete senegal Agric. Biologica Senegal

-

386.423,29

386.423,29

-6349,42 307,85 -13060,86 1396,29 13449,42 -4256,72

-

Progetti UE finaz. Italia Filamamondo Tuttounaltrocorso

-

coordinamenti bolivia 59.806,17 camerun 108.129,71 Nicaragua Ciad 79.488,30 equador senegal 97.379,54 casamance 41.198,53

386.002,25 5.183.838,51

380.048,98


ACRA – Associazione di Cooperazione Rurale in Africa e America Latina O.N.G. ONLUS Nota Integrativa al Bilancio chiuso al 31 Dicembre 2005 Cenni sui risultati della Gestione Il Bilancio dell’esercizio 2005 chiude con un disavanzo di gestione di 17.527 Euro. Ristrutturazione Organizzativa Nella seconda parte dell’esercizio è stata avviata una profonda ristrutturazione, che ha toccato principalmente l’Amministrazione, anche a seguito della scomparsa del compianto Antonio Scampini , che si è tradotta nell’inserimento di nuove persone e nel completamento del processo di conversione del sistema contabile che attualmente segue il criterio di cassa a quello di competenza. Questo processo, finalizzato al miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza dell’organizzazione, ha già prodotto dei benifici economici in quanto l’incidenza dei costi di struttura sui costi totali si è ridotta dell’1%, passando dall’11% al 10%. Inoltre, è stata attivata una nuova funzione di “Fund Raising” , con lo scopo di rafforzare la presenza di Acra sul mercato della raccolta fondi. Finanziamenti da enti pubblici e privati Le dinamiche rilevanti che emergono dalla lettura dei finanziamenti erogati nel corso dell’anno illustrano, da una parte il notevole incremento della voce “finanziamenti da enti pubblici”, dall’altra una riduzione della voce “finanziamenti all’estero" da ricondursi alla fase di chiusura del progetto “Esteli” in Nicaragua. Il tutto in un quadro di sostanziale crescita del volume complessivo dei finanziamenti sia da enti pubblici che da privati, che sono passati da un valore di 3.675.270 Euro a 4.797.836 Euro, riportando un incremento di circa il 30%. Il valore complessivo dei finanziamenti da enti pubblici, a differenza dello scorso anno, ha registrato un aumento di circa il 90% passando da un ammontare di 1.623.314 Euro a 3.082.212 Euro. Nello specifico il Ministero degli Affari Esteri ha erogato dei finanziamenti maggiori per quanto riguarda i progetti all’estero evidenziando un aumento del 360 % ponendosi così come la prima categoria in termini di crescita . Le altre categorie in cui si segnalano degli incrementi sono quella relativa ai finanziamenti sottostanti ai progetti consortili con altre O.N.G. (progetto Sri Lanka con Coopi) e quella pertinente ai finanziamenti di enti privati che rientrano nella categoria “altri finanziatori”. Per una lettura più esplicativa si rimanda alla tabella sottostante:

Mae cofin. Estero Mae cofin. Italia UE dg8 cofin.estero UE dg8 coofin. Italia Reg. Lombardia Sub-totale Prog. Cons. altre ONG Altri finanziatori Prog. Finanziati all’Estero Donazione globale Totale

2005 1.458.027

% 30,39

2004 322.652 100.071

% 8,77 2,72

% differenza + 360,26 -100

1.057.762 351.316 215.107 3.082.212 130.069 452.391 746.742 386.423 4.797.836

22,05 7,32 4,49

732.854 234.734 233.003 1.623.314 48.804 299.819 1.395.384 307.949 3.675.270

19,94 6,39 6,34

+ 44,33 + 49,66 - 7,68 + 89,87 + 166,51 + 50,89 - 46,48 + 25,48 + 30,54

2,71 9,43 15,56 8,05 100

Pagina 14

1,33 8,16 37,97 8,38 100


Il notevole incremento avvenuto nei progetti finanziati dal Ministero degli Affari Esteri è dovuto all’erogazione delle sovvenzioni relative alle prime annualità del progetto Medicine Tradizionali in Senegal e Mali di cui siamo capofila e del progetto di elettrificazione nell’area di Madunda in Tanzania. Si evidenzia inoltre, che nel corso del 2005 sono stati approvati una serie di nuovi progetti di cui ancora non sono stati erogati i relativi finanziamenti previsti per le prime annualità di attività. Due di questi sono stati approvati dal Ministero degli Affari Esteri, uno dall’ente A.A.T.O. (Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale ) di Venezia e un altro dalla Regione Lombardia. TITOLO Ente ACRA VALOR. CONTROP. TOTALE Ecuador M.A.E. 424.906 54.300 77.706 297.698 854.610 Ospedale Ciad M.A.E. 769.835 209.760 36.500 622.480 1.638.575 A.A.T.O Valle Araca Bolivia 250.000 250.000 Università di Waila R.L. 34.000 34.000 Totale 1.478.741 264.060 114.206 920.178 2.777.185 Tali nuovi progetti risultano iscritti in bilancio nei conti d’ordine, nella voce “Impegno per progetti con contratti già sottoscritti”. Struttura e contenuto del Bilancio Il Bilancio è costituito dallo Stato Patrimoniale, dal Rendiconto Economico al 31 dicembre 2005 e dalla presente Nota Integrativa. Il Bilancio è stato redatto in conformità del Codice Civile. La Nota integrativa ha la funzione di fornire l’illustrazione, l’analisi ed in taluni casi un’integrazione dei dati esposti in Bilancio, ritenute necessarie a dare una rappresentazione veritiera e corretta, anche se non richieste da specifiche disposizioni di Legge. Si evidenzia, infine, che non si sono verificati nel corso dell’esercizio 2005, casi eccezionali tali da rendere necessario il ricorso a deroghe previste dal Codice Civile, all’art. 2423. Ai fini di una maggiore chiarezza del Bilancio, vengono inoltre, forniti i seguenti allegati: • Acconti in loco per progetti, in valuta estera; • Dettaglio quote ACRA da raccogliere; • Proventi Diversi; • Oneri diversi; • Utilizzo residui progetti da realizzare; • Andamento progetti. • Tabelle valori di sintesi ed indicatori Il Bilancio è stato sottoposto a revisione contabile da parte della Società PKF Italia S.p.A. Principi contabili e criteri di valutazione L’Associazione opera come “Organizzazione Non Governativa - ONLUS”. Come tale, pur non sussistendo un obbligo di predisporre il Bilancio di esercizio secondo gli schemi previsti dalla normativa civilistica, l’Associazione ha deciso di redigere il proprio bilancio uniformandosi il più possibile a quanto previsto dalla normativa di Legge, integrata dai Principi contabili di riferimento, predisposti dai Consigli Nazionali dei Dottori Commercialisti e Ragionieri.

Pagina 15


I principi contabili e i criteri di valutazione utilizzati nella redazione del Bilancio al 31 dicembre 2005 non si discostano dai medesimi utilizzati per la preparazione del Bilancio dell’esercizio precedente. I criteri di valutazione adottati sono i seguenti: a) Liquidità Le consistenze di cassa e i depositi bancari sono iscritti al valore nominale. Il cambio di riferimento per l’iscrizione dei valori degli Acconti in loco per progetti in valuta estera, è quello della data dell’avvenuto trasferimento. b) Crediti I crediti sono iscritti secondo il presumibile valore di realizzo. c) Immobilizzazioni materiali Le immobilizzazioni materiali, che costituiscono beni strumentali, vengono sistematicamente ammortizzate in ogni esercizio sulla base delle aliquote economico-tecniche determinate in relazione alle residue possibilità di realizzo. Sono iscritte al costo d’acquisto, eventualmente rivalutato e comprensivo degli oneri accessori. d) Immobilizzazioni Immateriali Sono iscritte al costo di acquisto ed ammortizzate sistematicamente in conto, in 5 esercizi. e) Immobilizzazioni Finanziarie Le partecipazioni, che rappresentano investimenti duraturi, sono valutate col metodo del costo, rappresentato dal costo di acquisto o di sottoscrizione, incluso gli eventuali oneri accessori. Il costo viene ridotto in caso di perdite permanenti di valore. I titoli relativi ad investimenti di liquidità duraturi, sono iscritti al costo, che in ogni caso, non è superiore al valore di mercato. Nel caso di perdite permanenti di valore, il valore iscritto in bilancio viene svalutato. I depositi cauzionali sono iscritti al valore nominale. f) Ratei e Risconti Sono iscritte in tali voci, quote di costi e proventi, comuni a due o più esercizi, in applicazione del principio di competenza temporale. g) Debiti I debiti sono iscritti al loro valore nominale. h) Fondi realizzazione progetti I “Fondi realizzazioni progetti” rappresentano uno sbilancio temporale tra l’incasso dei contributi e la contabilizzazione delle uscite per le iniziative per cui i contributi sono vincolati. Sono iscritti al loro valore nominale. i) Fondo trattamento di fine rapporto Il trattamento di fine rapporto viene stanziato per coprire quanto maturato dai dipendenti a tale titolo, in conformità alla legislazione vigente. Alla fine di ogni esercizio viene adeguato e rivalutato. l) Riserva integrazione progetti Tale riserva risulta costituita a fronte di rischi generici legati alla gestione dei progetti.

Pagina 16


m) Contabilizzazione delle operazioni di gestione La contabilizzazione delle maggior parte delle operazioni relative alla gestione delle attività dell’Associazione avviene per cassa. Cioè vengono contabilizzati i proventi solo quando percepiti e gli oneri solo quando corrisposti. Peraltro, alcuni ricavi e costi, relativi alla struttura e generali, quali le quote amministrative, le spese di gestione e i recuperi vari vengono contabilizzati per competenza, con ricorso quando necessario, alla rilevazione di Ratei e Risconti. In sede di chiusura di Bilancio, vengono rilevati anche gli ammortamenti. Pertanto, l’avanzo/disavanzo di gestione è il risultato di conti gestiti per cassa o per competenza. In relazione al fatto che i progetti d’intervento dell’Associazione hanno propria autonomia gestionale e finanziaria l’organizzazione amministrativa-contabile di Acra gestisce in regime di contabilità separata ogni progetto attivato. Ciò significa che i Proventi e gli Oneri relativi alla gestione dei Progetti non transitano nel Rendiconto Economico di ACRA, ma solo nella rendicontazione dei progetti. Il saldo dei movimenti finanziari intervenuti nell’esercizio nei progetti, alla data di chiusura di bilancio, denominato “Utilizzo residuo progetti da realizzare”, rappresenta il debito di ACRA verso i Progetti ed è iscritto nel passivo dello Stato Patrimoniale. Più in particolare: i contributi e le sovvenzioni ricevute da Organismi Internazionali, da Governi, da Enti, da istituzioni Pubbliche e Private e da privati per il raggiungimento di obiettivi conformi agli scopi dell’Associazione, nonché le quote sociali annue determinate dal Consiglio Direttivo, vengono contabilizzate come Entrate, nell’esercizio in cui avviene l’incasso. I trasferimenti in danaro (generalmente in valuta e vincolati all’esecuzione del Progetto) destinati ai Coordinamenti dei progetti in loco, approvati dagli Enti Finanziatori, vengono contabilizzati come ”Acconti in loco per progetti”, nell’attivo dello Stato patrimoniale e girati alle varie voci delle Uscite, nel momento in cui all’Associazione vengono rendicontate le spese effettuate. Il cambio di riferimento per l’iscrizione dei valori di tali Acconti in Bilancio è quello della data dell’avvenuto trasferimento. Le spese sostenute direttamente dall’Associazione, per attività cofinanziate e non, sono contabilizzate nel Rendiconto Economico nell’esercizio in cui vengono effettuate. n) Altre informazioni Alcune voci relative al Bilancio dell’esercizio precedente sono state riclassificate per renderle comparabili con quelle del presente esercizio. Per il dettaglio delle stesse, si vedano i commenti delle singole voci di bilancio. o) Fiscalità L’Associazione non svolge attività commerciale e di conseguenza non è assoggettabile all’IRES. Beneficia anche, dell’esenzione IRAP. Le donazioni che vengono effettuate all’Associazione possono beneficiare della deducibilità fiscale.

Pagina 17


STATO PATRIMONIALE Commenti alle principali Voci di Bilancio ATTIVITA’ Liquidità La liquidità è formata: dai saldi attivi delle casse (Italia e Estero), dai conti bancari attivi in Italia, dagli investimenti finanziari a breve, dagli acconti in loco per progetti in valuta estera e dal conto corrente postale. Rispetto al 31 dicembre 2004 (Euro 1.722.604), la voce ha registrato un incremento di 698.142 Euro ammontando a 2.420.746 Euro, sostanzialmente per effetto delle maggiori risorse ricevute dalle istituzioni erogatrici, a fronte di progetti in loco, nell’ ultimo mese dell’esercizio. Il saldo Cassa si compone come segue: Descrizione Cassa contanti Cassa valute TOTALE CASSE

Valore 1.963 1.122 3.086

La Cassa valuta è costituita dall’insieme di varie valute estere in deposito. Il saldo Banche si compone come segue: Descrizione Valore B. Etica c/c102164 381.860 B. Etica c/c 512630 6.233 Totale B. Etica 388.093 B.P.M. c/c 8183 132.853 B.P.M. c/c 9075 518.924 Totale B.P.M. 651.777 B.Intesa c/c 97491/15 80.512 Totale Banca Intesa 80.512 TOTALE BANCHE 1.120.383 Tutti i conti correnti sono utilizzati sia per la gestione ordinaria che per i progetti. Gli investimenti finanziari a breve corrispondono a investimenti in fondi monetari di Banca Etica e Banca Popolare di Milano in cui si è fatta transitare la liquidità per un arco di tempo limitato. L’ammontare di tali investimenti temporanei, smobilitati nei primi mesi del 2006 senza realizzare minusvalenze, è pari a 400.257 Euro. Descrizione Banca Popolare di Milano Banca Popolare Etica

Fondo Valore N° Quote Bipiemme 250.000 40.282 tesoreria Valori 150.257 28.722 responsabili monetario Totale 400.257 Pagina 18


Il saldo Acconti in loco per progetti si compone come segue: Descrizione Valore Acconti Bolivia 33.832 Acconti Camerun 46.097 Acconti Equador 794 Acconti Nicaragua 613.558 Acconti Senegal 31.861 Acconti Ciad 66.002 Acconti Rep. Dominicana -51 Acconti Argentina 2.996 Acconti Brasile 30.699 Acconti Sri Lanka 11.166 Acconti Attività Italia -26.500 Totale acconti 810.453 Negli acconti in loco sono comprese le disponibilità monetarie a fine anno 2005 nei Paesi d’intervento sia liquide in cassa, che nelle varie banche. Trattasi dei trasferimenti di denaro effettuati da ACRA Sede ai Coordinamenti Acra Estero, che sviluppano i Progetti in loco e che risultano convertiti in euro al cambio della data di trasferimento. Tali somme trasferite, sono di fatto Acconti che la sede invia ai Coordinamenti di progetto, destinati ad essere interamente spesi per acquisire i beni, i servizi e le prestazioni previste dal Progetto stesso. In pratica, trattasi di transazioni numerarie assimilabili ad Acconti in moneta estera per spese non ancora effettuate. (vedi allegato n. 1) Il saldo c/c postali si compone come segue: Descrizione Valore C/c post.14268205 C/c post.28331502 C/c post.6549660 Totale c/c postali

82.097 76 4.392 86.565

Crediti Rispetto all’esercizio precedente in cui il saldo ammontava a 177.899 Euro la voce ha registrato un decremento di 104.145 Euro che ha riguardato essenzialmente la voce “crediti da ricevere per progetti”. Il saldo dei crediti diversi si compone come segue: Descrizione Valore Crediti verso Enti 27.203 Crediti da ricevere per 24.755 progetti Crediti diversi 6.623 Anticipazioni a terzi 330 Anticipi a collaboratori 14.841 Totale crediti 73.754 Pagina 19


I crediti sono costituiti da crediti diversi che l’Acra vanta nei confronti del MAE, dell’associazione ARCI per compensi anticipati agli obbiettori, da crediti per progetti diversi e da anticipi a collaboratori, considerati tutti esigibili. Giacenza magazzino La giacenza magazzino, costituita da un deposito di CD di fiabe realizzate per promuovere la raccolta per i progetti, ammonta ad un valore di 12.331 Euro. Immobilizzazioni materiali Il valore delle Immobilizzazioni materiali diminuisce rispetto all’esercizio precedente per effetto degli ammortamenti addebitati nell’esercizio. Il saldo immobilizzazioni si compone come segue: Categoria

Costo storico

Immobili Attrez. Varie Macchine ufficio Mobili ed arredi Centro elaboraz.dati Totale

111.122 10.052 19.443 17.900 70.687 229.204

F.do Ammortamento e dotazione 6.668 10.052 18.450 17.900 66.802 119.872

Valore residuo 104.454 0 993 0 3.885 109.332

Immobilizzazioni immateriali La voce voce: “Migliorie su beni di terzi”risulta totalmente ammortizzata. La voce “software” diminuisce per la quota di ammortamento dell’esercizio. Immobilizzazioni finanziarie Partecipazioni Il saldo delle Partecipazioni si compone come segue: Descrizione Banca Etica Cooper. Nazca Conges Etimos

Valore

Totale

1.033 10.432 500 2.582 14.547

Il valore delle quote delle partecipazioni iscritto nel bilancio 2005 al costo, è rimasto invariato a quelle dell’anno precedente. Non vi sono perdite permanenti di valore da considerare. ACRA detiene il 60 % della Cooperativa Nazca, sulla quale non esercita alcun tipo di controllo, detenendo un solo voto. Fondo Nextra Euro Monetario L’Associazione nel passato, ha investito della liquidità a titolo d’investimento duraturo nel Fondo Nextra Euro Monetario. Il valore iscritto risulta essere inferiore all’attuale valore di mercato.

Pagina 20


Depositi cauzionali Il saldo dei Depositi Cauzionali si compone come segue: Descrizione Valori Depositi Cauzionale affitti Depositi CISL Dep. ENEL-TELECOM Tot. depositi cauzionali

4.751 12.160 1.885 18.796

Il deposito CISL è costituito dal TFR maturato a fine anno dai dipendenti. Il decremento di 10.944 Euro rispetto al valore iscritto l’anno precedente è dovuto alla liquidazione di quanto dovuto ai dipendenti Giovanni Venturini e Antonio Scampini. Conti d’Ordine Impegni per progetti con contratti già sottoscritti Fanno parte di questa Voce: 1) le quote che ACRA si è impegnata a raccogliere per la realizzazione dei progetti; 2) le quote che le controparti hanno sottoscritto per i progetti; 3) gli impegni assunti dagli Enti erogatori (MAE, UE, privati) all’approvazione dei progetti; 4) il saldo liquido di capitale a disposizione per l’ultimazione dei progetti, di cui abbiamo già ricevuto i finanziamenti. Relativamente alle quote da raccogliere da parte di ACRA al 31.12.05, a fronte degli impegni assunti per i progetti in corso, si evidenzia che l’importo complessivo ammonta a 4.335.465 Euro; nello specifico si tratta, come risulta dall’allegato 2,: - di valorizzazioni di prestazioni, beni e opere per 2.269.739 Euro - di quote monetarie da raccogliere da privati nei prossimi anni per 2.819.356 Euro. Tale impegno si è incrementato significativamente in funzione dei nuovi progetti approvati. Impegni per fideiussioni Sono ancora in essere gli impegni che l’Associazione aveva assunto in favore del MAE per quanto riguarda la chiusura del progetto 1137/G230/ACRA/BOLIVIA con l’Assicurazione UNIPOL e gli impegni con la Regione Lombardia, per quanto riguarda il progetto “Turismo sostenibile in Senegal” e “Prodotti Tipici in Amazzonia”, garantiti dalla Banca Intesa. PASSIVITA’ Debiti Rispetto all’esercizio precedente si registra un incremento di 57.161 Euro da 243.904 Euro a 301.065 Euro. Gli anticipi ricevuti per progetti, ammontanti a 11.816 Euro, sono dei fondi messi a disposizione da privati o organizzazioni per la realizzazione di progetti in fase di studio, di approvazione o di avvio. Inoltre, i debiti sono costituiti da debiti verso fornitori (65.112 Euro), da debiti verso l’Erario ed enti previdenziali (7.647 Euro) e da debiti nei confronti di alcuni soci e collaboratori che hanno prestato

Pagina 21


la loro opera con l’impegno da parte di Acra di ricompensare questi servizi. La voce debiti diversi (32.961 Euro) è costituita da fondi raccolti da trasferire in Ciad. Altri debiti sono le competenze maturate ma non liquidate a collaboratori. Fondi realizzazione progetti Rispetto all’esercizio precedente, passano da 1.786.220 Euro a 2.341.661 Euro. E’ la disponibilità liquida a fine anno per la realizzazione dei progetti, di cui l’Associazione ha già ricevuto i finanziamenti. (v. allegato 6). Trattamento di fine rapporto Il Trattamento di fine rapporto pari a 12.160 Euro si è ridotto per la liquidazione di Antonio Scampini e Giovanni Venturini. Fondo imprevisti Il fondo imprevisti ammonta a 16.681 Euro. Nel corso dell’esercizio è stato utilizzato una parte di questo fondo per 13.327 Euro al fine di ricondurre alcuni crediti di dubbia esigibilità al loro valore di realizzo. Patrimonio netto Il Fondo Dotazione Organismo si è incrementato questo anno dell’Avanzo di esercizio di 4.670 Euro dell’anno fiscale 2004. Conti d’Ordine Contratti sottoscritti per progetti da realizzare Fanno parte di questo capitolo le valorizzazioni che vengono annualmente evidenziate nella realizzazione dei progetti, in particolar modo quelli realizzati in Italia. La quantificazione della realizzazione dei progetti, che sono già stati approvati ed in corso di realizzazione, sono suddivisi per le aree di intervento. Impegni per fideiussioni Sono impegni che l’Associazione ha assunto in favore del MAE per quanto riguarda la chiusura del progetto 1137/G230/ACRA/BOLIVIA con l’Assicurazione UNIPOL, mentre gli impegni con la Regione Lombardia, per quanto riguarda il progetto “Turismo sostenibile in Senegal” e “Prodotti Tipici in Amazzonia”, sono stati garantiti dalla Banca Intesa.

Pagina 22


RENDICONTO ECONOMICO PROVENTI Proventi in Italia per progetti Ad integrazione di quanto già illustrato a pag. 1, “cenni sui risultati della gestione”: -

I proventi Mae coofinanziati estero corrispondono ai finanziamenti relativi alla prima erogazione per due nuovi progetti in Tanzania e in Senegal e i finanziamenti relativi alle seconde annualità di progetti in Ciad, Camerun e Repubblica Dominicana. I proventi dall’Unione Europea ACRA sono riconducibili a finanziamenti per nuovi progetti in Ecuador, in Nicaragua e sovvenzioni per le seconde annualità di progetti già in fase di realizzazione in Ciad, Nicaragua, Camerun, Bolivia ed Italia.

La Regione Lombardia ha erogato le sovvenzioni relative alle annualità in corso dei finanziamenti per progetti in Brasile e Senegal. Altri Finanziatori Nel corso del 2005 ACRA ha ottenuto: - la seconda tranche del finanziamento da parte della Fondazione Italo Monzino per l’Ospedale di N’Djamena in Ciad, - un contributo da parte della fondazione Anlaids per il progetto pilota HIV in Ciad, - un contributo da parte della Regione Friuli Venezia Giulia per il progetto “Madunda” in Tanzania, - il saldo del finanziamento deliberato da parte della Tavola Valdese per un progetto in Nicaragua, - il saldo del finanziamento deliberato dalla Fondazione Ca.Ri.P.Lo. per un progetto zootecnico in Ciad. Fondi pubblici per progetti finanziati all’estero I finanziamenti ottenuti direttamente all’estero sono stati in Nicaragua per i progetti “Dipinto” ed “Estelì”. Coordinamenti Paese Sono stati inseriti i saldi delle disponibilità createsi in loco per i coordinamenti di Senegal, Camerun, Ciad, Equador e Bolivia. Privati Si sono quantificati tutti i proventi pervenuti all’Associazione da parte di privati per la realizzazione dei progetti cofinanziati da parte dei vari Enti. Per maggior dettagli sui finanziamenti ricevuti e sulla raccolta di quote a carico di Acra vedere gli allegati 5 e 6. Proventi diversi I proventi diversi sono le quote che permettono all’Associazione di poter svolgere la propria attività istituzionale e sono costituiti: dalle quote sociali che i soci annualmente versano, dai contributi Pagina 23


ricevuti per poter realizzare le varie iniziative, dalle quote organizzative che i vari Enti riconoscono all’Associazione, dai proventi finanziari e da eventuali sconti e sopravvenienze attive. ONERI Uscite realizzazione progetti Le uscite per progetti cofinanziati sia in Italia che all’estero rappresentano le spese effettive che vengono effettuate durante l’anno per la realizzazione dei progetti. La medesima considerazione va effettuata anche per gli Enti Finanziatori. Residuo progetti da realizzare Costituisce la differenza ottenuta tra i proventi dei progetti ricevuti durante l’anno e le spese effettivamente sostenute per la realizzazione dei medesimi. Il saldo positivo o negativo rappresenta l’incremento o il decremento della risorsa vincolata alla realizzazione dei progetti e fa parte della Liquidità per progetti. (vedi allegato 6) Oneri diversi Sono gli oneri che l’Associazione sostiene per poter svolgere la propria attività e sono costituiti dagli stipendi che riconosce ai dipendenti, alle spettanze per collaborazioni, a spese di rappresentanza per viaggi, incontri ed iniziative varie, alle spese di informazione ai soci e simpatizzanti, alle spese per la gestione dei conti correnti bancari, a eccedenze di spese su programmi e sopravvenienze passive, alle spese generali di gestione nonché agli ammortamenti delle attrezzature acquisite. Disavanzo di gestione E’ costituito dalla differenza tra i proventi diversi e gli oneri diversi; l’anno 2005 si chiude con un disavanzo di 17.527 Euro, che si propone all’Assemblea di ripianare utilizzando per tale importo il “Fondo dotazione organismo”. Altre informazioni L’Associazione ha redatto il documento programmatico sulla sicurezza ai sensi del DL. GS. 196/2003.

Pagina 24


VALORI DI SINTESI E INDICATORI

( migliaia di € )

confronto esercizi 2003-2004-2005

2003

2004

var. %

2005

var.%

I principali valori patrimoniali sono: Totale attività di cui totale liquidità rapporto totale liquidità / totale attività (%)

1.276

2.219

73,9

2.800

26,2

739 57,9

1.723 77,6

133,2

2.421 86,5

40,5

2005 2004 2003 0 250 500 750

1.250 1.500 1.750 2.000 2.250 2.500 2.750 3.000 Riga 9

Riga 11

2003

2004

var. %

2005

var.%

I principali valori economici sono: Totale proventi oneri diversi / totale oneri (%)

4.765

5.549

10,28

10,87

2005 2004 2003 0 500

1.500

2.500

3.500

4.500 Riga 29

Pagina 12

5.500

6.500

16,5

6.161 9,98

11,0


2003

2004

variaz.

2005

variaz.

Distribuzione % dei proventi per natura proventi da enti istituzionali pubblici e privati coord. Paese privati proventi diversi

68,0 4,1 17,5 10,4

66,2 8,0 14,8 11,0

-1,7 3,8 -2,6 0,6

77,9 6,3 6,2 9,6

11,6 -1,7 -8,7 -1,4

Distribuzione % proventi anno 2005 proventi da enti istituzionali pubblici e privati proventi diversi privati

coord. Paese proventi da enti istituzionali pubblici e privati

coord. Paese

privati

2003

proventi diversi

2004

variaz.

2005

variaz.

Contratti sottoscritti per progetti da realizzare Progetti da realizzare in Africa Progetti da realizzare in America Latina Progetti da realizzare in America Centrale Progetti da realizzare in Italia (+in Asia nel 2005) Donazione Globale Totale

5.660 5.034 2.641 43 529 13.907

4.742 5.142 3.371 1.020 183 14.458

2005 2004 2003 0

5.000 7.500

12.500

17.500 Riga 76

Pagina13

22.500 25.000

-918 108 730 977 -346 551

12.688 6.486 2.062 795 725 22.756

7.946 1.344 -1.309 -225 542 8.298


ft<l

Revblonee organhzazlonecontabilè

di A.C.R.A.- Associazione CooperazioneRurale in Africa e America Latina BILANCIO D'ESERCZIO AL 3I DICEMBRE2OO5 pl npvrirour, DELLA socrETA' RELAzoNE


PKI

PKFltaliaS.p.A.

Revisionee ofganizzazionecontabile

RILAZIONE

DELLA SOCIETA DI RJ'VISIONE

Ai soci Rurale di Cooperazione dellaA.C.R.A.- Associazione in Africa e America La|ina

l.

2.

Abbiamo svolto la revisionecontabiledel bilancio d'esercizio della A.C.R.A' Associazionedi CooperazioneRurale in Africa e America Latina (di seguito riconosciuta di un'associazione A.C.R.A.)chiusoal 31 dicembre2005.Trattandosi alla data del bilancio, gli obblighi previsti dalla per la quale non sussistono, per quanto riguarda le forme di predisposizionedel bilancio e gli normativavigente il bilancio ha predisposto obblighirelativial depositodello stesso,I'Associazione integrativa, e la nota (stato patrimoniale, economico) rendiconto d'esercizio utilizzandolo schemacivilistico. Nella nota integrativasono illustratele principali voci di bilancio ed i principali criteri contabili ulilizzati che, facendoriferimentoa quanto applicabile alle associazioni,consentonola conrabrlizzazioneper cassa della maggior parte delle operazioni relative alla gestione delle attività dell'Associazione. La responsabilità della redazione del bilancio compete al consiglio di amministrazione della A.C.R.A. E' nostra la responsabilità del giudizio professionaleespressosul bilancio e basatosulla revisionecontabile' Il nostroesameè statocondottosecondogli statuitiprincipi di revisionecontabilee in conformitàai predettiprincipi e criteri, la revisioneè statapianificatae svoltaal fine di acquisireogni elementonecessarioper accertarese i[ bilancio d'esercizio sia viziato da enori significativi e se risulti, nel suo complesso,attendibile ll procedimentodi revisionecomprendeI'esame,sulla basedi verifiche a campione, degli elementi probativi a supportodei saldi e delle informazioni contenuti nel e della corettezza dei criteri bilancio, nonché la valutazione dell'àdeguatezza contabili uî\lizzafi e della ragionevolezza delle sÎime effettuate dagli amministratori.Riteniamo che il lavoro svolto fornisca una ragionevolebaseper del nostrogiudizioprofessionale. l'espressione Per il giudizio relativo al bilancio dell'esercizioprecedente,i cui dati sono presentatiai fini comparativisecondoquantorichiestodalla legge,si fa riferimento allarelazioneda noi emessain data13 maggio2005.

3.

A nostrogiudizio,il bilanciod'eserciziodella A.C.R.A. al 31 dicembre2005,è conforme ai criteri contabili consentiti per le associazioni,come specificatonel primo paragrafo;essopertantorappresentala situazionepatrimonialee fnanziaria dei qualerisultain baseall'applicazione e il risultatodi gestionedell'Associazione criteri espostinel primo paragrafo.

Ufiicio di Milano:Vìale VittorioVeneto, 10 - 20'124Milano- ltaly Tel. +39 02 2023321- Fax +39 02 20240166- E-mail:pkimi@pklit - wwwpkf.it Societadi revisionee organizazione conlabile- lscrittaatlAtboConsobe RegistroRevisonContabiti, AssociaiaAssirevi Sede Legale:Vale VitlorioVeneto, 10 -20124 Milano-leL.02202332.1 Fax 02 2024 0166-Capitale Sociale€ 249.600,00, REA Mìlano1M5319 Cod. Fiscalee Pl. 04553780158,Regisfo impresen. 222202t6U612Mitano


PKI

Bevisione e organjzzazione conlabile

2.

A titolo di richiamo di informativasi evidenziaquantosegue: -

L'Associazione evidenzia tra i conti d'ordine, esposti per erc00 4.335' dai fondi in contantiche la stessasi è I'importo di €/000 2.819rappresentato impegnata a raccogliere per la realizzazione di progetti approvati da parte degli Enti erogatori.Come indicato nella nota integrativa,I'introito di tale "fund rising" attivate somma è subordinato all'esito delle azioni di dall'Associazione,che peraltro ad oggi rispettano il piano degli incassi previsti.

-

Nella secondaparte dell'esercizio 2005 sono stati approvati una serie di progetti di cui ancoranon sonostati erogatii finanziamentirelativi alle prime annualitàdi attività. Di questi, due sono stati approvatidal Ministero degli Affari Esteri, uno dall'Ente AATO (Autorità d'Ambito Territoriale Ottimale) di Veneziae un altro dalla regioneLombardia'Per questiultimi due progetti non è previsto un impegno di raccolta da parte di ACRA. Nella nota integrativa,vengonoindicati l'ammontaredei suddettiprogetti ed i fondi in contantiche l'Associazionesi è impegnataa raccoglierepari ad C/000264.

Milano, 12 maggio2006

PKF Italia S.p.An

(Socio)


Rapporto 2005