Issuu on Google+


Restyling della ceramica “Vecchia Mondovì” 2006

Piatto dal doppio utilizzo: marchio in evidenza, utilizzo decorazione tradizionale, avvicinamento alla tradizione

MonDuo

MonDuo A'

240 mm

A

MONDOVI'

MONDOVI'

Dipinto a mano

Dipinto a mano

Sezione A-A' Ceramica

MONDOVì

Dipinto a mano

MONDOVì

Dipinto a mano

Scala 1:1 Utilizzo di MonDuo Piatto da portata

Piatto da dolce


INFORMAZIONI IGIENE E PULIZIA

Esaltare i colori alterati dalla glassatura Dare più informazioni al cliente: modalità di conservazione e utilizzo Invogliare il cliente all'acquisto

Migliorare l'immagine grafica del prodotto Possibilità di consultare le informazioni a casa Dare maggiore senso di pulizia e igiene

Migliorare e aumentare la manutenzione Rendere il servizio accessibile a tutti Migliorare, semplificare e velocizzare la modalità di acquisto Mantenere la temperatura costante del prodotto durante tutto il ciclo di vita

Prendi lo scontrino

e ra im ttu id ru ig st i irr d

ea gr zi igli on a e

Sezione B-B'

ar

25cm

e

sp

in

ot to

80

m

an

ig

ar lia

gu

S m e pi od lf s e ù a r ve lità vic lo e: ce

4 q 50 im uan gr po tit st à a

ua no nti n e r iu s a til cc iz he za t bi ti li

G

ni

zi

on

on t ri

no

s 20 cat x3 ola 0 to

at 20 ola x 2 to 0

sc

te

175

G ac raf ca ica tti va n

F p ot cu rod o d ci ot el na to to

is rra ol tu an ra te e

se

sc

,

P pu rod bb ot lic ti n iz on za ti

ar ca

sa cc

he tti

se rra tu ra

95

Im V co ba po ass lo lla l i s oi ra g tir o to gi ol i n o o

M

E C ca tich ell op rta e ha ce tta ne a

F pr re od ez ot er ti ill pi um ù i vi na si t bi i In li s fo sc ul r rm P a t et az ol ro io di rod a d ni m ot el ar ti la ca

P n re pr om zzo ov e , en pr ie od nz ot a to

P s er a gra cez gl ca de io a s us v ne sa a ole tu de ra lla

N pa on ck c'è ag in g

Bu s ny ta d lo i n

LE D

ve t ro

ce rn ie ra

P PV S C esp an so

ve t ro

D v isp d M pi 'ac oda ertic os ù qu l i al izio ve is tà e n lo to e ce

M vi ag si g bi i o lit re à

M vi ino si r bi e lit à

B da an l r co ep ni ar d i s to ta su nt rg i el a

ti

P di rob ig le ie m ne i

D te D is m is or po at p iz siz ic o zo io o a: sizi nt ne tip co on al pr ol l o e e od og re ot i a to

VISIBILITA'

Sezione C-C'

in car PV te C r

ns at or

20

de

co n

15

a

10

er

5

ni

za

0

ce r

iz

e

20

s in civ PP olo

area motore

ve tro

rp

on

m

Pe

al

80 A'

nz a

rs

Pe

lie

za

20

pi

va in sc PM he M tta A

32

te

za

ot tig

ez

B'

b in as ( t am la cop ruc en m e io to in rtu lar at ra e o) i n

at ti pe na r s me os ta te llic bil gn a an ci o a

pi

an in igli PP a

95

iz

pa e gn vi e ni

m

ha

al

on

rb

Pe

er

Borse termiche ad uso privato

m

63

P C im rat a pi ici ma pie gg n la tà bi e io za lit re à

rc

Pe

rs

Pe

gg

Ac su qu pe ist rm ate er ne ca i ti

Le

Bi la de Il cl nc qu c id ien ia: an e l te tit a à

M pi od ù a le lità nt a

A In dd su for ett de lla m o v l p p a i en r o r ov l c di do e lie ta tto nie nte : nz a

V p is ac rod ione ca ot d tti to el va po nt co e

PERCEZIONE

A

Tira la leva

SERVIZIO

Vista frontale

Posiziona il sacchetto

ACCESSIBILITA'

A al sco cce pr m ss od od o ot o to

P c ro en ons dot sc tr um to on o 2 a da ge 4h re la d m al en lo to

C fa on ric cil fez hi e d io ud a ne er e

l'is C ol lip am s en per to

Contenitori per negozi/bar/ristoranti

Tira il sacchetto

PERCEZIONE

ut Po de ilizz ssi l c ar bil on e p ità te ar di nu te to

M de an llla ten te im m en pe to ra tu ra

bu Su r da sta ge : la e ord diff ti i im in ic n pi ar ili la e re

QUANTITA' E SERVIZIO

2007

P i m r at pi ic i la tà bi e lit à

TRASPORTO

FREEZER

Sfuso... detto di merce che si vende sciolta, non confezionata Freezer per vendita sfusa di surgelati: prodotto sfuso messo in risalto, design for all, annullamento addetto, multifunzionalità

TIRAPESA&VIA Togli l'addetto e metti te stesso C

Sezione A-A'

90°

B

area motore

100

A'

nt o

Esploso

LINEE GUIDA

TEMPERATURA


D

"Sedia Fenice" Mollino

"Sedia Fenice" Mollino "Lampada Tizio" Sapper

"Lampada Tizio" Sapper

" Ta v o l o V i d u n " Magistretti

C CIR

PO COR

A

TASTIERA

GI ER EN

DIS PLA Y

ANTENNA

470 mm

C

RO FO NO

Imballaggio esterno Peso: 64gr Materiale: cartone stampato

L E G E N D A

o B p

Tavolo Vidun, Libreria Troll, Sedia Fenice, Lampada Tizio

I N A L I E N A B I LI

C

M a

B s A a c I B ss he Bunca S a c rin rit a on str ic s a o ità u ec di pe oc sm r om on ior pa ta e ( tib gg 3g ilit io .) à M P e te V e t M P dia gn C ero dia ra C a A o Is o p A Ta o B a vv rch criti d o B Ba vv dic nite criti re M r P a e Al ola ci is M nn ss itam io Ba at Ve ed po B s In P ssa rch tà p ss itat i al co cità for t N e S n a c e a t P PP as tier C tr ia m l yl c te ilic dia tt Ba ca ss er en as is o fan n d a I d I a i c P n e n N o s I o o A is y si rit n Ba co on riti (0 B v di ni cr e co to a Ba ca io c or ss str um cir i s ta( A u e a a( Vi m m d (r a ia ic ba m (2 ci ,5 a vit ci te itic ta co e co a o ss lla ss str , ra ritic i e Ba pp me go crit 3g. a ità t In ar ica ive crit (2 ti ( on g. tà g ss a a , it ll er cuit mo 13 s g B ec o i m r 0 e i o s z a c c i P n i m ) m g l t B c t 3 i it m ic i nt . ss ss gg , mm icit ) ta di .) di e co is e fan P à d co a h io ti i g pa co rut A as g ec gio oc si n u e i ( im e e à d ic a io let a à sm sm ria ass stro io c ni me tà d .) co i re stam agg ) tib lla tric ggi oc om m to m a sm 8g B Av ccia sa .) di te ec is r di nt i a is la p io o m P a ( g v a o c o i re o o e 2 s l s lit g si er lu o .) uo ita io ri tiv a ec oc sa u o) m P mo fo pa n nt g. pa m e i à m t t t o ic m nt co i a ti i ic ag oc om e s mo ag ) pa na m tib co iliz e on nt n tib a i a i i co ic nr re nio g om gi gi ag o ( im nta tib C ilit ec st zo pil ta ilit pa C ec ent tà d gi o o la om am m o ru e a gg à b gi 4g i o à oc h p l t o o i ità tiv ib ol ggio M p pa at o .) ttr s al io sm co M ip om po e ilit i P e r ib ic m lit tib i a m Si ed (2 on Av P dia i v à ne ilit e, al io i pa g p I i l i c l i n i B ità ta à at nt om co tim (in c te Ba ca cio a c .) a vit tib gg ib i ss am riti (1 di en te r s ilit s p i i c g lit tic io sa tro ce to rn a e on à à ità ec nt ità .) en ec a , o) di oc o di ba ti oc sm om e i sm rre om pa nca on on pa tib str tag ta tib gg gi ilit o ilit o à io à

So s

ni A KI NO

Pi M as

io

Pr

Vo Ta B o P a te B lu M P ssa zio B st P P as m In ar P P as o a In sa e sa c Bu co ch crit ne In Ba ca cr alt c cr ce on llag io c icit sc ss str iti o Bas as a g a à h iti n c o t a ità pa sa ro ci s di e ec tà io ecoio e sa r e sm rm d l oc di ne co in co i s an co on o om m ca str m te co sm ( ta (3 on ( m 1g pa st ut pa o tib ro tric gg g.) nt .) ta 1g pa tib io ag gg .) tib ilit e ilit à gi io ilit à o à

" L i b r e r i a Tr o l l " A. e C. R. Mosca

ec gio ità dis di p oc sm la om on y(1 pa ta g. tib gg ) ilit io à

u M a G e rn I o d iz Banco mmia c io ss lla a riti ne c a g

G

" Ta v o l o V i d u n " Magistretti

" L i b r e r i a Tr o l l " A. e C. R. Mosca

2007

A An Al A is P lt pl Ba nte Al im G A to C oli a c ay A t n A s a a M lta pa In od m riti (2 M C llu sa n n C llu cr a (5 B C a Ba co ic er ci g. a I o m a A o m i A a c I o g cr rla B s Po Bunca dic ini crit (2g ss lla i al o, c tà d ) Ba vv dic ini ticit g.) Banca dic net itici nt I ll ss io P a c is gg fan ris i on str i al o icit .) Bu ncaumi a c (1g ss itami al o, r à d ss str i a e e tà e ( Al rta C P ssa he s s i f à . r o n t s o f a m i a ) u a i is e an am i s is o lfa g di 2g on tr io tic m I o A ta di m lli o cr rin ec nu si n u e m si a a o In llum cr sim Banca dici i n e l i t m m numom sm .) s a m i t t à q m e o t o i r on m ec ci i ag st a i Bu ca i itic ( e m o u a a c c s e c d e t on oc om sa ro lfa ric i r idi g oc à nf is ec ric go tag ec eri a nta on str nio ità 1g om ela , c io di er ta nu om m gg ec oc i m g oc ci r pa i a o di .) gg ol on io sm io m m t o o o io p t i ec p l v i sm co m m ela at bi io a er at ta i a ant on re oc lit pa pa tiv ib ic m i g i o b ( i à t g i 3 i om nt ilit co lit ag g pa tib tib i a i o à a à lle m tib ilit gi .) ilit pa gg po o à à ilit pr tib io ne es à ilit nt ta à i z

Modelli in legno realizzati a mano che riproducono famosi oggetti di design Analisi di disassemblaggio di un prodotto elettronico per testare l'eco design Disassemblaggio e analisi del cellulare Nokia 8210

M IC

RETE DI SOSTEGNO

COLORI COVER

ATTIVAZIONE CHIAMATA / SMS

Il disassemblaggio ha richiesto circa 15 minuti e abbiamo utilizzato semplicemente un cacciavite a stella e un coltellino. Dal punto di vista ecocompatibile l'oggetto risulta discreto poichè l'involucro può essere cambiato (quindi allunga la vita dell'oggetto), ma per creare gli elementi elettronici si producono molte sostanze tossiche. Il componente più complesso è la piastra preforata che abbiamo considerato come particolare unico anche se è composta da elementi che differiscono tra loro per forma, materiale e funzione. Alcuni pezzi, quali ad esempio chip e connettori, risultano essere l'unione di più particolari: essi sono formati da una parteplastica ed una metallica. Infine i due componenti più dannosi per l'ambiente risultano essere la batteria e il display in vetronite; entrambi non sono riciclabili.

Sviluppo imballaggio esterno

2007

SCHEMA GENERALE

COMUNICAZIONE

ALTO PAR L ANT E

SOFTWARE

I UIT

SCHEMA ESSENZIALE

A L I E N AB I LI ENERGIA

INTERFACCIA

RETE DI SOSTEGNO

COMMENTO

COMUNICAZIONE

Auricolare Media criticità di smontaggio PP, rame, alluminio Codici alfanumerici per volume e accensione Incastro, incollaggio Bassissima ecocompatibilità

Caricabatterie (da tavolo) Media criticità di smontaggio PP, rame, alluminio Marchio casa costruttrice Incastro, incollaggio Bassissima ecocompatibilità

Caricabatterie (con prolunga) Media criticità di smontaggio PP, rame, alluminio Marchio casa costruttrice Incastro, incollaggio Bassissima ecocompatibilità

Caricabatterie (per presa 12V) Media criticità di smontaggio PP, rame, alluminio Marchio casa costruttrice Incastro, incollaggio Bassissima ecocompatibilità

BATTERIA

IMBALLAGGIO

355 mm Imballaggio interno Peso: 29gr Materiale: cartone riciclato

Attrezzi usati per lo smontaggio Simboli e/o codici

Criticità di smontaggio Connessione

Materiale Ecocompatibilità


"Cioccolato come materia" workshop tenuto da Guido Castagna 2007

Analisi e scenario dei prodotti già esistenti e progettazione di un kit di degustazione per i prodotti di Guido Castagna

Progetto: CQ-KIT

ANALISI PRODOTTI ESISTENTI

KIT DEGUSTAZIONE TAVOLETTE

C

O N

FE

- FAVA DI CACAO - NOCCIOLA PIEMONTE I.G.P - CAFFE' - ARANCIO - ZENZERO - MANDORLA

U C N L' AM ICA ET B S IC IA CA H SO T ET O TA LO LA

Z R ION ES E IS P TE O N CO TE

Liquore LACRì BLEND EQUADOR

Cialde

LACRì BLEND VENEZUELA LACRì BLEND GHANA

P N RO O D N O VI T T SI O BI LE

VI SI BI LE

LA EL N

CIOCCOLATO AL LATTE

Bassinato

specialità aggiunta

D O PR

PA T C R KA O G PP IN O G

GUSTO CREMINO

120°

GUSTO SPEZIATI 6 cm

A D MP IG I U AS ST C I EL TA

B D A FA ER RAT R IV TO M AZ L AC I O EUON D TI E I C A

APERTURA OTTIMALE PER VISUALIZZARE MEGLIO LE ISTRUZIONI

N

O PR N O VI DO SI T BI TO LE

C F O R AC NF IC IL E H M Z IO IU E D NT NE IB E IL E

C IG ON IE F N EZ IC IO A N

E

GUSTO TARTUFI

I F PR ID AC O EN IL DO TI ME TT FI N I C TE SO AB N O IL I

N LA TI O

E

C C

R

EM

C IO C

KIT TEMATICI LINEA GIANDUIA - nocciola piemonte - nocciola piemonte I.G.P - nocciola laziale - nocciola napoli - nociola siciliana - nocciola turca

LINEA AGRUMI - arancia gialla - arancia rossa - limone - mandarino - lime - pompelmo

LINEA FRUTTA - mandorla - nocciola - arancia candita - pistacchio - cocco - uva passa

LINEA COLORI - verde (pistacchio, menta) - rosso (lampone, fragola) - giallo (limone, banana) - arancione (arancia, mandarino) - bianco (vaniglia, latte) - nero (fondente, fava di cacao)

LINEA SPEZIE - peperoncino - cannella - zenzero - pepe - zafferano - cardamomo

LINEA PIANTE E FIORI - malva - violetta - rosa - camomilla - anice - menta

CQ-BISCO

POSSIBILI VARIANTI DI COLORE

L IN ' E R FL SP D IC U O EI O IS S PR NO CE ITO O SC N RE D IM E N O E L O TT N I TO N

T C AV IO O C LE C T O T LA A TO DI ,

LA O RE T A LA NE SCGO TO N AR TA C T E IN R

I

13X13 CM

B A U AI CC ON PR ES A O SI D BI O B TT LI I TA

ESEMPIO DI ESPOSITORE GIA' ESISTENTE

S PR ED I IN OT CI PL ET CIO AS TI C TI DA CO C F LA A O T O G IN PA LI I C O A

IN QU SC C AD AT AR R O TO AT LA N A E

C F O IM AC NF PI ILM EZ LA E IO BI N NE LE TE

poste sotto il coperchio per aiutare l'utente

CIOCCOLATINI

ALCUNI PACKAGING GIA' ESISTENTI

C F O IM AC NF PI ILM EZ LA E IO BI N NE LE TE

Istruzioni

GIANDUIA

- CREMA 58% DI NOCCIOLE

30X39 CM

nel CQ-KIT generico 10 creme a scelta

O

TT O

D C IFF H I IU C SU OL R TA A '

CREME

- CREMA 30% DI NOCCIOLE

Creme

GRANELLI DI FAVA FONDENTE EXTRA

DIVERSE COMPOSIZIONI:

liquore o vino e cialde degustative per assaporare meglio le creme

22 cm

BASSINATI

CQ-DITO

POSSIBILI VARIANTI DI COLORE


Progettazione di un'esposizione per Palazzo Bricherasio La storia dell'evoluzione del cartone animato

o Tu b

Fase 3

16

Cornici: di legno verniciaTO NERO. sono appese tramite ganci posilock nei pannelli curvi, con gancetti nei pannelli piani

Piedino regolabile per fissaggio pavimento/ soffitto Diametro 12cm Materiale: acciaio al carbonio

li

Razza per fissaggio pannelli verticali a 90° Larghezza: 12,2cm Spessore: 0,6cm Altezza: 12,2cm Materiale: alluminio

ILLUMINAZIONE Lampada LED (2 W) Stelo flessibile Materiale: acciaio (all'interno c'è un cavo trasparente di 3m) Doppio attacco: - a pannello (spess. 0,1-3cm) - a tubo ø 3,4cm. Trasformatore: fino a 4 lampade LED, 110-250V, 50-60Hz Larghezza: 11,5cm Spessore: 4,5cm

10 Piattine e ganci: marca Posilock, (scelti per abbassare i costi). usati nei pannelli curvi. le piattine sono in alluminio.

scala 1:200

C av i 7

In 6

B

A'

Pi

1945

a

esistono due tipi di pannelli curvi o piani, usati insieme creano una forma simile alle orecchie di topolino. le due zone concave inoltre creano un'atmosfera piu' tranquilla. nella seconda zona concava e' posizionato il manifesto di "fantasia", tensionato tramite cavi posilock ed e' possibile ascoltare la musica per mezzo del sistema sound tube.

E di lem te e ns nt io o ne

n° co

5

ta c

Primo cartone in tecnica mista. I personaggi interagiscono con attori veri

B'

a

n tti

2

Installazione su tubo

I TRE CABALLEROS

1924-'27 ALICE'S COMEDIES

C or ni ce

1940 FANTASIA Primo film stereofonico. Le storie nascono partendo dalla musica

At

LAUGH-O-GRAMS Primo cartone della Disney

i pannelli publibeta sono alti ognuno 98 cm e posizionati in verticale a file di 3, uniti tra loro con delle razze attaccate a dei morsetti ancorati ai pali. i pannelli sono rivestiti di velluto rosso tramite del biadesivo.

45-61

lo ck Po si

LE D

296

co

gr

es s

o

At

ta c

30°

La m pa da

1

85°

8 645

2

zoom on-off

A

1922

PANNELLI

m

9

Razza per fissaggio complanare pannelli verticali Larghezza: 12,2cm Spessore: 0,6cm Altezza: 12,2cm Materiale: alluminio

70c

Pavimento a scacchi e specchio per effetto ottico: SERVONO ENTRAMBI per dare centralita' alla teca. il pavimento riprende quello del deposito di zio paperone

7

8

Tubo di sostegno Diametro 3,4cm Altezza: 200/250/300cm Materiale: policarbonato trasparente/ alluminio satinato/alluminio anodizzato colorato

P su iat pe tin rio a re

D

Pannello curvo forato Larghezza: 116cm Spessore: 0,15mm Altezza: 98cm Raggio: 130cm Peso: 5kg Materiale: Alluminio anodizzato e satinato

el et Bi tri na fic ri at o o

C'

E

Pannello curvo Larghezza: 116cm Spessore: 0,4cm Altezza: 98cm Raggio: 130cm Peso: 5kg Materiale: PMMA opaco o trasparente

el

7

Teca: simulazione porta "monetina n. 1" di Paperone. e' stata scelta per dare maggiore importanza al libro di valore inestimabile, come la moneta. il libro sara' aperto alla pagina degli schizzi riguardanti il deposito di zio paperone

Morsetto per avvitare la razza al palo. Larghezza: 12,2cm Spessore: 8,2-12,2cm Altezza: 6,2cm Materiale: policarbonato

nn

Pannello autoportante a base triangolare in truciolare verniciato con vernice alpha tacto rossa. e' costituito da 7 pannelli e nella parte posteriore e' presente una porta per la manutenzione del televisore

Pannello piatto Larghezza: 116cm Spessore: 0,15cm Altezza: 98cm Peso: 5kg Materiale: alluminio anodizzato e satinato

Pa

6 50

8

345

Fase 1

so no ro

35

25

Televisione lg: al plasma 32" sorretto da un supporto universale gia' esistente in commercio (scelto per abbassare i costi) che si inserisce all'interno del pannello triangolare

D iff us or e

5

2

2005 CHICKEN LITTLE Primo cartone con computer grafica senza l'aiuto della Pixar

2000 DINOSAURI Primo cartone con computer grafica su sfondi reali

Pannello piatto Larghezza: 116cm Spessore: 0,4cm Altezza: 98cm Peso: 5kg Materiale: PMMA opaco o trasparente

C Pa av nn o el su Pos lo pe ilo rio ck re

15

co

1995 TOY STORY Primo lungometraggio 3D

ta c

14 1994 NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS

Primo cartone in stop motion con la collaborazione di Tim Burton e della Touchstone Pictures

At

Primo cartone con aiuto della computer grafica

Fase 2

o

1991 LA BELLA E LA BESTIA

M8 x 2cm

in

1986 LUXO JR. Primo cartone 3D della Pixar

Abaco

Montaggio

Bullone

per regolazione in altezza

ed

Primo film Disney

164

1946 I RACCONTI DELLO ZIO TOM

13

11

10 1945 I TRE CABALLEROS Primo cartone in tecnica mista. I personaggi interagiscono con attori veri

185

9

Guarnizione adesiva

4

C P a in ia fe tti vo rio na P re in osi fe lo rio ck re

Pouf gonfiabile: marca blow (scelto per abbassare i costi). riprende il colore delle impronte di paperino che segnano percorso. serve per visionare comodamente il video "il drago

80

200

15°

ci al e

4 310

15°

3

o

Sistema Sound Tube attaccato al binario elettrificato: e' un sistema gia' esistente in commercio (scelto per abbassare i costi). e' rivestito da un cartoncino blu con stelle argentATE, che RICORDA IL CAPPELLO DI TOPOLINO NE "L'APPRENDISTA

60

3

Br ac

Pannelli piani e curvi della publibeta. sistema gia' esistente, modulare. i piani sono forati per consentire di

2

Tu b

2

200/250/300

impronte di Paperino: indicano il percorso che i visitatori dovranno seguire per visionare la mostra

7

9

Sezione A-A'

1

SISTEMA DI MONTAGGIO PANNELLI

alluminio diametro 3,2cm 1 Altezza 60cm

Pi

torino, Palazzo bricherasio, via Teofilo rosso angolo via lagrange. e' stata scelta la sala h poiche' essa e' la piu' grande tra le sale proposte. inoltre essa presenta un pavimento sopraelevato che facilita il passaggio dei cavi, e non presenta il soffitto a cassettoni come le altre sale. il tema della mostra e' la disney. poiche' palazzo bricherasio e' un palazzo storico l'esposizione e' incentrata sulla storia dell'evoluzione del cartone animato. Ecco un breve resoconto delle opere scelte che comprendono un periodo di tempo che va dal 1922 al 2005. - 1922 "Laugh-o-grams": primo cartone animato della disney - 1924-'27 "alice's comedies": prima serie di cartoni animati - 1928 "crazy plane": primo cartone con topolino, - 1928 "steamboat willie": primo cartone con suono sincronizzato. - 1929-39 "silly simphonies": primi 75 cartoni animati a colori . - 1938 "biancaneve e i sette nani": primo lungometraggio animato - 1940 "fantasia": primo film stereofonico - 1941 "il drago riluttante": primo cartone in cui i disegnatori diventano veri e propri attori, poiche' mostrano come viene creato un cartone. - 1945 "i tre caballeros": primo cartone in tecnica mista. - 1946 "i racconti dello zio tom": primo film della disney. - 1986 "luxo jr.": primo cartone 3d della pixar, con cui la disney collaborera' negli anni seguenti. - 1991 "la bella e la bestia": primo cartone realizzato con l'aiuto della computer grafica . - 1994 "nightmare before christmas": primo cartone in stop motion, con la collaborazione di tim burton e della touchstone pictures. - 1995 "toy story": primo lungometraggio 3d in collaborazione con la pixar. - 2000 "dinosauri": primo cartone con computer grafica su sfondi reali - 2005 "chicken little" primo cartone con computer grafica realizzato dalla disney senza l'aiuto della pixar. infine e' possibile visionare il libro che contiene i migliori schizzi dei disegnatori disney. la forma della teca e' simile a quella contenente la monetina portafortuna di paperon de paroni nel suo deposito.

legenda el e t Bi tri na fic ri at o o

Walt Disney 165

2007

entrambi i tipi pannelli sono forati per facilitare l'ancoraggio delle cornici e dei cartellini.

Prima serie di cartoni della Disney

poiche' il sistema sound tube non permette alla luce degli spot (appesi al binario elettrificato) di illuminare il manifesto, e' stata inserita una lampada led, installata al pannello.

Primo film Disney

LUXO JR. Primo cartone 3D della 1991

5

2

1922

3

4

6

1924-'27

LAUGH-O-GRAMS

ALICE'S COMEDIES Prima serie di cartoni della Disney

1928

1928

CRAZY PLANE

STEAMBOAT WILLIE

Primo cartone con Topolino

Primo cartone con suono sincronizzato

1940

1938 BIANCANEVE E I SETTE NANI Primo lungometraggio animato

Primo film stereofonico. Le storie nascono partendo dalla musica

scala 1:200

S ve pe tro sso : 1 re cm

20 1941

17

18 TECA CON IL LIBRO CONTENTE GLI SCHIZZI

tti

o

ce possibilità di disposizione orizzonatale

100

Diffusore sonoro Sound Tube Diametro: 78,1cm Altezza: 33,3cm Materiale: PETG

103

106

P in Iat m tin et a al lo

Primo cartone con computer grafica senza l'aiuto della Pixar

185

250 180

CHICKEN LITTLE

IL DRAGO RILUTTANTE

70

av i

Primo cartone con computer grafica su sfondi reali

2005

Primo cartone con sequenze dal vivo. Vengono inseriti filmati mentre i disegnatori studiano per la realizzazione del cartone

76

DINOSAURI

Primi 75 cartoni animati a colori

8

scala 1:200

73

B el ina et ri tri o fic at

2000

9

C

es

Sezione D-D'

gr

p M de ub an lla blic ife m ita sto os rio tra

6

5

Sezione C-C'

SILLY SIMPHONIES

so

Primo lungometraggio 3D

In

2

2

116

70c 70cm m

cornici di legno, verniciate di nero. sono costituite da 4 pezzi ad incastro. nel retro sono inseriti dei gancetti per ancorare le cornici ai cavi posilock. cio' consente di appendere immagini e manifesti anche nelle zone con pannelli curvi.

Manifesti composti da: poca cellulosa, molta pasta di legno e cavolino. quindi e' necessario che i manifesti siano protetti da vetri molto spessi.

ra

Dal diffusore sonoro e' possibile sentire la musica di Fantasia, primo film in stereofonia. La struttura e' rivestita da un cartoncino blu con stelle argentate che ricorda Topolino ne "L'apprendista Stregone". Mentre si ascolta la musica e' possibile visionare il manifesto di Fantasia.

1995 240

200

APPENDERIA

TOY STORY 205 1028

1940

160

25

Primo lungometraggio animato

1929-'39

3

Primo cartone in stop motion con la collaborazione di Tim Burton e della Touchstone Pictures

7

FANTASIA

1929-'39 SILLY SIMPHONIES Primi 75 cartoni animati a colori

120

G an

1

Primo cartone della Disney

80

SOUND

NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS

98 314

200 185 165

1938

40

348

TUBE

1994

BIANCANEVE E I SETTE NANI

Sezione E-E' scala 1:20 Misure in cm

Particolare sezione B-B' in scala 1:20

ne

Primo cartone con aiuto della computer grafica

E'

ce

LA BELLA E LA BESTIA

Primo cartone con suono sincronizzato

Installazione su pannello

70c 70cm m

STEAMBOAT WILLIE

a

o

ni

3

10

Sezione B-B'

1928

C

llin

Ve r

D'

1245

1986

Walt Disney

1 2

P in av lin im ol en eu ta m zio ne ne ro

3

4

WaltDisney Walt Disney

I RACCONTI DELLO ZIO TOM

rte

MANIFESTO PUBBLICITARIO DELLA MOSTRA

FANTASIA

Tensionamento quadri Pi al atti lu na m i in n io

4

Primo film stereofonico. Le storie nascono partendo dalla

8

345

MANIFESTO PUBBLICITARIO DELLA MOSTRA

1941

parte anteriore

Scala 1:50 Misure in cm

IL DRAGO RILUTTANTE

100

Primo cartone con sequenze dal vivo. Vengono inseriti filmati mentre i disegnatori studiano per la realizzazione del cartone

200

300

400

parte posteriore

56

500

1922 LAUGH-O-GRAMS Primo cartone della Disney

2 1924-'27 ALICE'S COMEDIES

Prima

serie della di cartoni Disney

17

18 TECA CON IL LIBRO CONTENTE GLI SCHIZZI

3

MANIFESTO PUBBLICITARIO DELLA MOSTRA

Primo

1928 CRAZY PLANE cartone con Topolino

4 1928 STEAMBOAT WILLIE Primo suono cartone sincronizzato con

9 I TRE 1945 Primo CABALLER intmista.cartone eragiscono OS I personaggi in tecnica veri con attori

10

I RACCONTI 1946 Primo DELLO film ZIO Disney TOM

30

33

36

possibilità di disposizione verticale

4

1 1941 IL DRAGO RILUTTANTE Primo cartone con sequenze dal vivo. Vengono inseriti filmati mentre i disegnatori studiano per la realizzazione del cartone

co Elem di Ele n te me all G nes ent ns n a a si o d ion to co nc on i rn et e e ice to de app l q lic ua at dr o o Pi at tin a

8

45-61

G

50

an

RENDER

ce

tti

53

5 7

11 SILLY

1940 FANTASIA ico.dalla stereofon partendo film Le

Primo nascono musica storie

Primi

carton JR. Pixare

1929-'39 SIMPHO

1986 Primo LUXO

3D

NIES 75 cartoni a colori animati

6 BIANCA 1938

della

12 LA BELL 1991 Primo della A E cartonLA comp BEST e utercon IA aiuto grafic a

NEVE E Primo NANI I SETTE lungome animato traggio

parte anteriore

parte posteriore

10

Walt Disney

CRAZY PLANE Primo cartone con Topolino

1946

WaltDisney Walt Disney

C

1928


Esploso

Pa rt e pe fo r l rat a a tv

r ce tico rn lar ie e ra

Vista frontale

Vista posteriore

Pa re te

Vista laterale

P p or la osi ta p tv zio e al na r l' in r e te rn o

il pannello triangolare autoportante e' formato da 7 pannelli in truciolare verniciati solo nella parte esterna con alpha tacto rossa. i 7 pannelli si uniscono tramite tasselli, vengono giuntati e poi stuccati per simulare una parete monocomponente. nella parte posteriore e' presente una porta per consentire agli addetti alla manutenzione di posizionare ed eventualmente aggiustare il televisore, inserito all'interno del pannello stesso.

C Tele or ni vis ce or e

Pianta no

A'

Sp i

A

la teca riprende la forma del porta moneta n. 1 di zio paperone. e' costituita da una cupola di vetro che appoggia su una base verniciata con alpha tacto rossa effetto texile. la colonna e' in polistirolo verniciata da cementite e vernice beige. per dare la giusta inclinazione al libro (30) viene utilizzato un cuscino di velluto rosso. il libro che contiene gli schizzi dei migliori disegnatori disney, e' aperto alla pagina che mostra le immagini del deposito di zio paperone in cui e' situata la teca che contiene la moneta n. 1.

500

Particolare in scala 1:50

490

tto

Cuscino: in gomma piuma rivestito in velluto rosso Fissaggio: gancetto per fissare la fibraottica

250

180

Scala 1:200

Libro Disney: Dimensioni 20x30x8

60

Pa

6

Fibra ottica: filo inguainato semirigido, passa all'interno della colonna, fuoriesce alla base e giunge all'illuminatore dietro il pannello

scala 1:200

70

70c m

Campana in vetro: Diametro 70cm Altezza 60cm

180

6

PANNELLO TRIANGOLARE Se rra lu pic tura cc c e he ol o tto

TECA

300

400

ttu

200

500

Porta in legno che permette di accedere alla tv

St ru

10

100

ra

Scala 1:50 Misure in cm

164

70

3

Scala 1:20 Basi: in truciolare verniciato con pittura Alpha Tacto finitura Texile rosso RAL 3020

Sezione A-A'

100

STRUTTURA DI SOSTEGNO DEL TELEVISORE

Televisore

70c m

Cilindri: per irrigidire la struttura e ancorarsi alla colonna

5

81,2 cm

Legenda materiali vetro

64,6 cm

90

98,8cm

Scala 1:200

B'

0,3 cm

,8

STEAMBOAT WILLIE Primo cartone con suono sincronizzato

rp an pi nell at i ti

18

Pe

17

TECA CON IL LIBRO CONTENTE GLI SCHIZZI

o to

po

POUF GONFIABILE PER VISIONARE IL FILM

Esploso 3 pannelli 163x250x3cm connessi con spinotti in legno, rivestiti in laminato rosso RAL 3020

4

Porta per addetti alla sicurezza

Scala 1:200

lin

Fo

ro

o

Ap 5

Televisore LG al plasma 32" peso: 17 Kg profondità: 30,5cm

L o e LI E n izc zo a n t o

n

70

15°

1924 -'27 AL CO ICE'S ME DIE Prim S a s eri e decarto lla ni di Dis ney

S 19 C T c RA 28 E P a sr A r ZY u im M 19 to P o 2 n LA no BO 8 e N o c c E A o T sa n inr W To cto I po r n

tio

P pi ort at a to ca

rte

llin o

Esempio di spicchio di linoleum

4

Pr

im o

1922 LAUG H-OPrim GRAM o ca S rton e de lla Disn ey

100 cm

im St pr es on sa te co di lo Pa raz pe ion rin e o

ar

In de dic l n az um io er ne o

te

llin o

3

pl ic a

nt

2

Fo

1

:w eb

le t

te

6 "spicchi" di linoleum posizionati per formare un angolo di 90 gradi. Gli specchi creano un effetto ottico circolare per dare piu' centralita' alla teca. Le fasce di "mattonelle" si stringono a mano a mano che lo spicchio si stringe. Si passa da 70 fino a 5 cm.

170 cm

llle

5

re 12 r bb pt

34

P cu ort rv a c o

scala 1:200

per poter visionare nel modo migliore il filmato e' stato posizionato davanti al pannello triangolare un pouf gonfiabile dello stesso colore delle impronte di paperino che segnano il percorso. sopra di esso sono state applicate alcune di queste impronte per consentire ai bambini di salire in piedi sul pouf.

de

Scala 1: 5 Misure in cm

50 cm

hi cc

Fondo bianco

Sp e

8

35

m

PAVIMENTAZIONE

MANIFESTO PUBBLICITARIO DELLA MOSTRA

Ta s e nt

cm

m

14,8

1928

CRAZY PLANE Primo cartone con Topolino

70c

rp an cu nell rv i i

i porta cartellini riprendono la forma dei pannelli publibeta e sono in plexiglass. la colorazione scelta e' quella nera e bianca in modo tale da far risaltare i contenuti. il colore bianco viene usato solamente per la descrizione della teca e d e l m a n i f e s t o publicitario. i porta cartellini sono appesi al pannello tramite bulloni. il porta cartellino supporta il formato a5. in ogni portacartellino sono descritte due opere e la manina di topolino riporta il numero dell'opera. il font scelto e' il webletterer bb, che e' il font usato per i fumetti di topolino.

Fondo nero

Posizionamento dell'illuminatore dietro il pannello. Il cavo della fibra ottica e' posizionato sotto il pavimento di linoleum "a spicchi" e giunge sotto la colonna-teca.

70c

98

4

3

1928

Fibraottica: guida di luce semi-rigida autoportante

Particolare in scala 1:50

la

Fi

CARTELLINI DELLE OPERE 21

Pe

tti ca ao Fi br 1,3 cm

0,3 cm

he er

13 cm

12 cm

Su e Giù

scala 1:200

la potenza dell'illuminazione della fibraottica e' superiore a quella degli spot presenti nella sala, per evitare che la luce si rifletta sul vetro della teca. inoltre la fibra ottica non scalda, quindi non danneggia le pagine del libro.

Sc w

15,3 cm

6

rm

83,8-117,2 cm 83,8-117,2 cm

B

24 cm 22,5 cm

Scala 1: 10

pa r

7

B-B'

70

ILLUMINATORE

LG

Tasselli di legno per connettere i pannelli Sono posti ogni 30cm

Walt Disney

65

Walt Disney

Cavo inguainato: passa all'interno della colonna, esce sotto la base e si allaccia all'illuminatore posizionato dietro il pannello. Per non essere visibile al pubblico il cavo è rivestito da una guaina nera protettiva.

to

50

Al

40

e

30

Walt Disney

20

Walt Disney

10

Scala 1: 100

v A er Te l p h nic Co xi a iat rni le T o ce ro a c c o i ss t o n n le o R f i n pitt gn AL i u o 30 t u r a r a 20

Scala 1:5 Misure in cm

all'interno del pannello triangolare viene inserita una struttura gia' esistente in commercio che ha la funzione di sorreggere il televisore lg da 32". questa struttura Ha un'escursione di 66,8 cm, le sue guide prismatiche servono per dare massima stabilita', ed hanno dei cursori in polimeri autolubrificanti contro la corrosione. poiche' la struttura non consente al televisore di aderire perfettamente al pannello, e' stata aggiunta una cornice di legno al pannello, per evitare l'entrata della luce che disturberebbe la visione del filmato.

L v e in eng due co o p lla no ar gg u ti io nit de e lla tra c m orn ite ic

truciolato

Ba ne rra C se cor G di Al at ui en lu du par sa al de m lu a e at im in m p pa la am po i i r o ni is in ti i e st ss c o m st n nt ab ro m at m aca al fa e il m ob ic ob v la se su i a h zi d to ile ile i e on i e

Colonna: in polistirolo verniciato con tintura Alpha Tacto beige RAL 1015 su cementite (2 mani)

polistirolo


Restyling delle stufe in ceramica de La Castellamonte 2008

Stufa personalizzabile, multifunzionale e con accessori aggiuntivi modulari

A

50-60anni

Tradizione/Moderno

0

25-35 anni

Target

Prezzo

20

30

40

DECORAZIONI

Caratteristiche aggiuntive

dl en

ile iz za b

im al

Mensole

Forno

Legna e giornali

Sezione 0

20

40

60

80

100

pe

rs on

al

m in

FUNZIONI

ca gi te

cn o

lo

pe am r d bi ive en rs ti i a si cu r

Rivestimento refrattario interno

50

fri

ec on

10

Alta o bassa?

Requisito fondamentale per un progetto che si basa sull'economicità e l'ottimizzazione degli spazi. E' possibile applicare la multifunzionalità attraverso l'inserimento di moduli specifici.

INCASTRI RENDERING

Multifunzionalità

p er iù go sic no ur m ae ic d a

Modularità

m ad od di ul zi i on ab

e zi on o sp ttim az iz i za Grazie alla personalizzazione si crea una sorta di affezione dell'oggetto da parte dell'utente finale che potrà organizzare la propria stufa secondo i criteri che riterrà più opportuni per il suo ambiente.

L'esistenza di moduli consente una migliore organizzazione degli spazi e un utilizzo alternativo di ogni singolo modulo (che potrà avere funzioni diverse).

ic a

Pellet o Legna? p ec iù on om

Apertura principale: sopra o frontale?

ili

Rotonda o squadrata?

Ceramica

A'

Sportello fusione in ottone Vetro ceramico

y

om ic a

de in cor no a va zio ti v ne a

Caratteristiche prioritarie

Sezione laterale A-A'

60cm

60cm

2000-5000€

L'obiettivo è volto ad un target giovanile (25-35 anni), proponendo una stufa economica, adattabile a piccoli ambienti e multifunzione, ma che si rifaccia alla tradizione dell'azienda

Personalizzazione

LINEE GUIDA

ESIGENZE REQUISITI PRESTAZIONI NEW CONCEPT

L'azienda

Vista laterale

Vista frontale

TECNICI

Target

Prezzo

BRIEF

Ceramica Decorazione

3000-11000€

Tradizione

Vista superiore

MODULO FRONTALE

MODULO DALL'ALTO

Porta attrezzi

Libreria

Legna

CD


Nuovo prodotto per azienda Superga

SUPERGA PEOPLE'S SHOES OF ITALY

Analisi e scenario dell'azienda e del mercato, e progettazione di una scarpa da beach running

Perchè le indossano?

Gomma espansa AHAR

C

Sp ia gg ia

Li be rt à

Sv ag o

io ne m bi z

Stacco finale

Affossamento nel terreno

C l C ima oo l

F a as il vvo cia pi l r e ed ge , e re

A il um in gr en pu ip ta re nt a

A ffo ss am en to

e on si To r

S pi uo ù la la rg a

Pietre

am ol iv Sc

Conchiglie/pietrisco

Sabbia

Bagnasciuga

Ba

ld

in

i

Combina gestione dell'umidità e ventilazione nelle aree chiave per un'evaporazione efficiente del sudore ed una ventilazione a 360°

M im a m p teri a er al tr m e as e pi ab ra ile nt S e ba c a gn r p at a a

e

S la ab sc bia ar d pa en tro

leggerezza

en

Maggiore traspirabilità

P ad oc er a en za

Sono leggere e durevoli, il materiale sintetico possiede una resistenza all'abrasione maggiore della gomma espansa

zi B gr o r pe ina do r l to es e ind te sp ic rn ro ia a o cc g to io ge se

P p un l'a er ta ffo im ria ss pe lza am dir ta en e to

Suola

S c ag st onf om ab er a ilit ire tur à m a al ag pe pi g r ed ior e

St e

fa

Area di contatto con il terreno maggiore rispetto alle normali calzature

Battistrada profondo Battistrada liscio

Colorazioni possibili

Bi an co

G

rig io

Polyarmour

Rinforzo tallonare e mediale Polyarmour, trattato water-resistent (Teflon)

...stabile

Senza cuciture e...

...traspirante

...da indossare senza calze

P d or el i ca zion as lz e tic ino izz at o

Comoda e...

Non assorbe l'acqua

A m ltez ag z gi a or e

Leggera ma...

Come evitare che entri la sabbia?

Progettare una scarpa performante che sia:

Prima alternativa

Seconda alternativa

N pe ast r c ro hiu el de ast re iciz la za sc to ar pa

Flessione

Il Polyarmour è un materiale estremamente leggero e con una tramatura minima che consente di far lavorare il prodotto come un’autentica seconda pelle. Ne esistono due tipi in commercio: - UA Cold Gear: usato per temperature con meno di 18°C. E' studiata per tenere l’atleta asciutto e caldo. Il materiale è costituito da fibre di nylon mescolate alla micro-fibra Polyarmour. La parte interna della micro-fibra viene inoltre sottoposta ad un trattamento “brushed”, viene cioè “grattata” rendendola meno liscia ma più grezza. - Heat Gear: usato per temperature superiori ai 18°/20°C. L’obiettivo è quello di tenere l’atleta fresco e asciutto evitando quella brutta sensazione del cotone impregnato di sudore che aumenta il senso di calore e di oppressione. Una volta rovinato o rotto il materiale, il materiale può essere riciclato, ma non riutilizzato poiché perderebbe le sue caratteristiche meccaniche, in particolare l’elasticità.

u Bl

Tomaia

M

ov

im

en

to

M

Comfort

P re oss go ibi la lità zio d ne i

od

a

Rinforzi Ergonomia

Elasticità

Concept

Massima pronazione

no

ili St ab

Te p cn in res olo ev ta gi id zio a e en n za i

Giudizio: destinata al runner evoluto alla ricerca delle migliori prestazioni è una calzatura veloce, estremamente controllata e con una risposta secca e reattiva

Te Pub Sp stim blic on on ità so ia r l

Su

pe

r le

gg

er

e

Q St uic r ik k e

Flessibilità

Asics Gel DS Racer

Percezione

St C abi r a lit dl y e

Biotecnica

Rinforzo

Peso: 344 gr. Tomaia: in Air mesh con rinforzi in pelle sintetica e inserti 3M Reflective, calzata PHF Plantare: in EVA compressa e modellata, removibile Intersuola: in Solyte con unità ammortizzante Gel nell'avampiede e Visible Gel nella zona tallonare; stabilizzatore mediale Space Trusstic Asics GT 2130 e inserto antipronazione DuoMax Suola: realizzata con tecnologia IGS, in Dura Sponge e Ahar+ nel tacco Giudizio: giusto mix tra ammortizzamento e stabilità per un modello che pur essendo molto alto d'intersuola e avendo un evidente sostegno mediale, è uno dei più flessibili della categoria

Piede in piano

Affossamento nel terreno

Maggiore stabilità nella parte posterio, anteriorere e mediale del piede

Protezione

Peso: 203 gr. Tomaia: in mesh e pelle sintetica con inserti 3M Reflective Plantare: anatomico in EVA compressa e modellata, estraibile Intersuola: in SpEVA con unità ammortizzante Gel sia nell'avampiede sia nella zona tallonare; stabilizatore mediale Extended Trusstic e inserto antipronazione DuoMax Suola: realizzata con tecnologia IGS, in DuoSole con Ahar+ nel tacco

Inizio fase di appoggio

S di uo ffe la re nz ia ta

asfalto

Rischio torsione

A ffo ss am en to

spiaggia

Falcata sulla spiaggia

pavimento

sterrato

Buon contatto con il terreno ed una maggiore durata

Analisi problematiche

Strada

Una o due volte la settimana

Luoghi

Spiaggia

Sp D on ura ge

Palestra

Luoghi

Parco

Requisiti richiesti

Chi si avvicina alla disciplina Chi le utilizza per abitudine

A

Per seguire la moda

Quanto corrono?

Dove corrono?

Fi si co

Chi le utilizza per abitudine

tà C ar at te re

Una o due volte la settimana

Per il fisico

Pr at ic ità

Per abitudine

om od i

Target

Chi si avvicina alla disciplina

Chi sono?

Quanto corrono?

to

Perchè le indossano?

M od a

Chi sono?

Target

2008

Terza alternativa


Beach Sock Rischio torsione

Inizio fase di appoggio Scivolamento nel terreno

Massima pronazione

Piede in piano

A

Affossamento nel terreno

Su

Ig am nif ola m ugo in or , tiz id E za rof VA nt ug : e o ,

So

l

ric M ett ic ix a la d in am ti, t i p V m ras oliu ala or pi re i tiz ra ta r: la za bile ni va nt , bi e, le

C

F a na ibr lzi tu a a no ra n i le tib n , a at X nt ter -S is ic ta ta a t tic , ic : a

ai a

i

PROGETTO - un battistrada che si adatti ai vari tipi di spiaggia (sabbia, pietre, pietrisco e conchiglie); - una tomaia composta da due elementi: la parte inferiore impermeabile, traspirante ed elastica (Polyarmour); la parte superiore, in X-static traspirante e antibatterico, evita che la sabbia entri nella scarpa.

tra l n P sp eg o ira ge ly nt ro, ar e, id m ric ro ou ic fug r: la o bi , le

te R i ss nf u o sp to rzo es pi첫 : so

CONCEPT Scarpa performante per beach running per coloro che si avvicinano alla disciplina correndo occasionalmente.

To m

B

Spinta finale

A'

SEZIONE AA'

SEZIONE BB'

C rib uci a t tu r tu a ta

S in u p e L o g ril rg o ie a vo

B'

VISTA MEDIALE

SEZIONE C-C'

B

A

Papera

C

B'

L au ame m lle en p il tar er gr e ip

D is ta nz rim a an ch pe ga e r in la s evit ca ab ar st b e ra ia ta Su ga o lle la a gg m ia pl m ia en ta to pe r

D su ime ol ns a io tra ne di d zi i u on n al a e

VISTA LATERALE

Tartaruga

Ta cc sc h iv ev ett ol ita i p am r e en e lo r to

Scala 2:1

Granchio

C'

A'

VISTA INFERIORE

VISTA POSTERIORE

VISTA ANTERIORE

VISTA SUPERIORE 0

10 20 30 40 50mm

Scala 1:1 scarpa n째38


Realizzazione di un gadget Gadget per i fans di artisti musicali

Le

d

Linee guida

C

E r ic s s e o n re os ci b

ili

uf fie

Pu

ls an

ti

V co en t u n o ir e tte s a le c e n ne za w d s i

Consentire ai fans di:

P M en p3 na e U R SB FI D

In sc ter m a a fa ate mb gire ns r ia e ia r e le tra

Gadget

Ascoltare la musica

Scaricare news dalla community

Scambiare info tra fans

Essere riconoscibili

n so ne la llo re

Permette al fans di:

Pa

2009


Realizzazione di un fotolibro

VersatilitĂ  del prodotto, altri campi di applicazione 2009

Dal gadget al prodotto

Fotoritocco di immagini con qualitĂ  scadente

Foto concerti

Evitare l'uso del cellulare alla guida

Evitare l'utilizzo del navigatore durante la guida

Cuffiette integrate al cappellino e collegate via bluetooth al cellulare

Chiavetta con dati consegne e collegamento al navigatore

Prima...

Non distrarsi durante la guida evitando

L'uso diretto del cellulare

L'interazione diretta con il navigatore

Inutili e scomodi elenchi/liste

... e dopo

2009


Design per componenti Analisi e scenario su usi, costumi e alimentazione dell'America Latina, progettazione di due macrocomponenti per la cucina

ALIMENTI PIÙ COMUNI COMMON FOODS

BEVANDE DRINKS Super Alcolici Super Canna Alcoholics

Tamales

Carni, Pesce, Crostacei

Caffè Coffee

DINING ROOM

Chorreadas

Cane

Riso, Mais

Mate Succhi Juices

ROOM TEMPERATURE CARATTERISTICHE

KITCHEN

Traspirante Transpiring Trasportabile Carrying

Feijoada

42cm

TEMPERATURE TEMPERATURE

IN

T H ER

PA STI

HE

Ba m

STAGIONI SEASONS Piogge

5°/15°C

RISCALDAMENTO HEATING

LIA U N I TA

TATA UNIC

A

MIG FA

R PO

115cm

30°/40°C

Termosifoni Radiator

Sole Sun

5

10

25cm

ANOTHER USE Particular docking juta

MEZZI DI TRASPORTO MEANS OF TRANSPORT Autobus Buses

Auto Cars

P bu res tto sio n n

AREE GROUND Rurali Rural

Camino Chimney

0

2/3 gg.

2/3 gg.

Rains

Secca Shoal

Prodotti freschi Fresh food

Urbanizzate Urbanized

ABBIGLIAMENTO CLOTHING

2/3 gg.

Urbanizzate Urbanized

Rurali Rural

DIMENSIONS

WEAVES RANGE

PAESAGGIO LANDSCAPE Mare Sea

1 mese

L Li ino ne n C C oto ot n to e n

1 mese

Aree ricche Rich areas

18

Allevamento Farming

25

Aree povere Poor areas

Colture Feed

Montagna Mountains 12

1 sett.

Deterioramento rapido Rapid damaging Utilizzo frequente Frequently use

cm

O

Tropicale Tropical Montagnoso Mountains

Luogo

Multifunzionale Multifunction

34

MEA LS T

G

I

E EM

CONSUMO ABITUALE USUAL CONSUME

APPROVVIGIONAMENTO SUPPLYING

1 2 3

!

Anticuchos

Giardino Garden

Patio Patio

Praparazione Consumo Coltivazione Allevamento Cooking Farming Consume Feed

Alimenti

Carangueijo

Frutta

S

Sala pranzo Dining Room

Leggero Light

PRECAUZIONI

Patate, Pomodori, Fagioli, Peperoncino

STANZE ROOMS Cucina Kitchen

FRUITS VEGETABLES

0

10 20

50cm

J Ju uta te

Alcolici Alcoholics

CIBI FOOD

bo o

2009


DINING ROOM KITCHEN

CARATTERISTICHE Volumi diversi Differents volumes

ROOM TEMPERATURE COLD FROZEN

Ricircolo aria Air circulation

TUBERS, LEGUMES CEREALS, PACKAGED FOODS

Dimensionato per il nucleo famigliare Family proportioned

PRECAUZIONI

!

Assortimento elevato High assortenment Utilizzo frequente Frequently use

Ba

m

bo

od ul e

o

60cm

Ju

ta

M

A

od ul e

90°

i P fe olim rro e el ri et tri c

C

M

175cm

od ul e

M

B

60cm 25cm

25cm

AYLLO 50cm 70cm

Vocabolo quechua riferito alla famiglia allargata andina.

DOORS RANGE

Permettono la traspirabilità Enable to transpire

O fro pti ze on n al

Juta Jute

Vetro con grafica Glass with grafic

C m oo od le ul r es

Pl G as la ss tic

Pa

pe

r

Al

um

50cm

Listelli scorrevoli su binario Sliding planking on track

0

10 20

50cm

SCHEMA COOLING SYSTEM 25cm

POSSIBLE COMBINATIONS Kitchen

Dining room

Kitchen

Dining room

ng

Dining room

It remove INSIDE heat

Possibility of using solar panels

ni

Kitchen

It make over heat OUTSIDE

12h/day

pe

Dining room

ELECTRIC FIELD ordinato/disordinato untidy/tidy

Elimina compressore e serpentina It remove compressor and winding

O

Kitchen

ELECTRIC FIELD ordinato tidy

En er gy

10

ric

5

El ec t

0

NATURAL CONDITION disordinato untidy

Diminuisce il numero di componenti Reduce the number of components

AYNI Definisce l'apporto del singolo alla propria famiglia allargata, l'ayllo.


Portfolio Federica Di Gianni