Issuu on Google+

PROPOSTE ARTISTICHE STAGIONE 2012-2013 ITALIA


INDICE Introduzione

4

BALLET IL LAGO DEI CIGNI (Ciajkovskij, Petipa)

7

Corona del Balletto Russo di Mosca (Orchestra opzionale) Ballet Nazionale Russo del Teatro di Mosca Ottobre, Dicembre 2012; Gennaio, Marzo, Maggio 2013

LA BELLA ADDORMENTATA (Ciajkovskij, Petipa)

8

Corona del Balletto Russo di Mosca (Orchestra opzionale) Ballet Nazionale Russo del Teatro di Mosca Ottobre, Novembre, Dicembre 2012; Gennaio, Maggio 2013

LO SCHIACCIANOCI (Ciajkovskij, Ivanov)

9

Corona del Balletto Russo di Mosca (Orchestra opzionale) Ballet Nazionale Russo del Teatro di Mosca Dicembre 2012; Gennaio 2013

ROMEO E GIULIETTA (Prokofiev)

10

Corona del Balletto Russo di Mosca (Orchestra opzionale) Ballet Nazionale Russo del Teatro di Mosca Ottobre 2012; Marzo, Maggio 2013

GISELLE (Adam, Coralli, Perrot)

11

Corona del Balletto Russo di Mosca (Orchestra opzionale) Ballet Nazionale Russo del Teatro di Mosca Ottobre 2012; Marzo, Maggio 2013

CARMEN (Bizet) e EL AMOR BRUJO (Falla)

12

Corona del Balletto Russo di Mosca Marzo, Maggio 2013

BIANCANEVE E I SETTE NANI, ballet infantile

14

Corona del Balletto Russo di Mosca Dicembre 2012, Gennaio 2013

EVENTI SPECIALI CARMINA BURANA

16

OPERA SPETTACOLARE (200 artisti) Opera Statale di Bourgas Novembre, Dicembre 2012

ARMATA RUSSA DI SAN PIETROBURGO (100 artisti), L’originale

19

Dicembre 2012; Gennaio 2013

MICHAEL JACKSON, MOONWALKER

21

IL MUSICAL Novembre, Dicembre 2012, Gennaio 2013

2 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


ELVIS, IL RE DEL ROCK.

23

IL MUSICAL Dicembre 2012, Gennaio 2013

NOTTI DI SPAGNA

25

Musica e Ballet Ottobre, Novembre, Dicembre 2012; Gennaio, Febbraio, Marzo 2013

THE ORIGINAL GLEEN MILLER ORCHESTRA

26

Tribute to Gleen Miller - Tribute to Frank Sinatra Wil Salden, direttore Novembre 2012, Dicembre 2012; Marzo 2013

ALABAMA GOSPEL CHOIR (35 artisti)

27

Dicembre 2012; Gennaio 2013

SPIRIT OF THE DANCE

28

Date da confermare

MUSICA CLASSICA JOHANN STRAUSS Gran Galà di Capodanno

29

Strauss Festival Orchestra con balletto Dicembre 2012; Gennaio 2013

IL MEGLIO DELLA MUSICA CINEMATOGRAFICA

31

Cinema Symphony Orchestra Karen Nixon, direttore Gennaio, Maggio 2012

MUSICA SPAGNOLA

32

Date da confermare

CARMINA BURANA – 9ª di BEETHOVEN, concerto

33

Orchestra Sinfonica e Coro Statale Russo Novembre, Dicembre 2012; Aprile, Maggio 2013

REQUIEM (Mozart)

34

Orchestra Sinfonica e Coro Statale Russo Dicembre 2012; Marzo, Aprile 2013

CORI FAMOSI D’OPERA (Verdi, Bizet)

35

Orchestra Sinfonica e Coro Statale Russi Novembre, Dicembre 2012; Aprile, Maggio 2013

IL MESSIAH (Händel)

36

Orchestra Sinfonica e Coro Statale Russi Dicembre 2012 Contatto

37

3 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


INTRODUZIONE Agenzia promotrice di concerti di musica classica, Euroconcert collabora da 20 anni con i più importanti teatri europei, al fine di integrare l’offerta artistica delle città con cui collabora, e aumentandone il prestigio e l’esposizione culturale. Euroconcert ha al proprio attivo oltre 3000 spettacoli. Il campo d’azione di Euroconcert abbraccia varie forme di espressione musicale: dall’opera alla musica classica, senza dimenticare il balletto, le tradizioni folcloristiche ed il musical. Il programma di attività di Euroconcert è volto a promuovere l’arricchimento, sia qualitativo che quantitativo, della programmazione delle sale di concerto con le quali collabora. La nostra agenzia si propone di offrire al pubblico l’opportunità di rivivere le opere più importanti del repertorio sinfonico di tutti i tempi, integrandole con altre di musica contemporanea internazionale e locale, di grandi solisti e recitals di lirica. Il fine di Euroconcert è quello di promuovere e diffondere il proprio prodotto culturale spogliandolo dal carattere elitario tradizionalmente attribuitogli e favorirne, invece, una più ampia e diffusa accessibilità. Secondo i dati messi a disposizione da istituzioni quali la Societá Generale degli Autori, questo tipo di spettacoli attira in media meno del 10% della popolazione. Euroconcert vuole pertanto impegnare i mezzi a propria disposizione al fine di coinvolgere un settore di pubblico più amplio e differenziato possibile, dando accesso ai propri spettacoli al neofito quanto al melomane, in base a disponibilità di una vasta selezione di solisti, direttori, orchestre e compagnie artistiche, che vanno da quelle di fama mondiale a quelle che, pur non essendo molto note, godono comunque di solida reputazione. Vari fattori, tra i quali la continuità instituzionale ed l’ampia esperienza in ambito di tournée internazionali hanno permesso a Euroconcert di realizzare proposte attrattive ed ottenere così una cospicua partecipazione di pubblico. Euroconcert è solita offrire soventi repliche dei propri spettacoli ed offrire al pubblico biglietti a prezzi accessibile. Anche questo permette ad Euroconcert di vantare un’affluenza media di pubblico oscillante tra il 70 e il 75%. Tra i fattori determinanti il successo di ciascuna delle nostre tournées, non possiamo ovviamente non citare l’importanza di una buona strategia pubblicitaria. Le accurate campagne pubblicitarie vengono diffuse tramite i principali mezzi di comunicazione: stampa, radio, volantini, locandine, cartelloni stradali ed internet, permettendo di dar a conoscere efficacemente ognuna delle proposte dell’agenzia. Euroconcert è convinta che ogni iniziativa di promozione culturale sia da considerarsi un investimento, piuttosto che una spesa. Pur facendo propri gli oneri organizzativi ed economici di ciascun spettacolo, Euroconcert ha dimostrato nel corso degli anni che la propria collaborazione con enti pubblici e privati arreca importante esposizione mediatica e conseguente guadagno di immagine a tutte le parti coinvolte, non dimenticando infine, che il più importante beneficiario di tali accordi rimangono la città e la vita culturale dei suoi cittadini. Euroconcert ha organizzato stagioni negli ultimi anni in alcuni dei principali teatri europei, quali il Gran Teatre del Liceu, il Palau de la Musica e l’Auditori di Barcellona, l’Auditorio Nacional de Música ed il Teatro Lope de Vega di Madrid, il Palacio Euskalduna di Bilbao, il Kuursal di San Sebastian, il Het Concertgebouw di Amsterdam, il Musikverein di Vienna, il Gewandhaus di Leipzig, il Barbican Hall di Londra, il Tonhalle di Zurigo, il Parco della Musica a Roma, l’Arcimboldi di Milano, il teatro del Maggio Musicale di Firenze, l’Auditorio RAI di Torino, il Palazzo di Belle Arti

4 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


di Bruxelles, la Filarmonica di Berlino e di Monaco, il De Doelen di Rotterdam, il Jahrhunderthalle di Francoforte, il Musikhalle di Amburgo, il Dr Anton Philipszaal de L’Aja, la Victoria Hall di Ginevra, il Coliseo dos Recreios ed il Teatro Tivoli di Lisbona, la Casa della Musica di Oporto, il Konserthus di Stoccolma e Oslo, la Tivoli Concert Hall di Copenhagen, la Finlandia Hall di Helsinki, il Rudolfinum a Praga, la Filarmonica di Varsavia e di Lussemburgo, l’Auditorio Ranieri III di Monaco tra i più famosi. Dopo il successo degli eventi musicali da noi presentati al pubblico italiano nel corso della stagione teatrale 2004 – 2005 all’Auditorium Parco della Musica di Roma, all’Auditorium di Milano, all’Auditorium Giovanni Agnelli di Torino, all’Auditorium Teatro Manzoni di Bologna, all’Auditorium Paganini di Parma, al Teatro Grande di Brescia, al Teatro Verdi di Firenze e all’Auditorium J. Haydn di Bolzano – e della stagione 2011 – 2012 all’Arcimboldi, di Milano, all’Auditorio Rai di Torino, al Teatro Nuovo di Ferrara e di Verona ed al Teatro Sociale di Mantova, abbiamo in progetto numerose tournées italiane per la stagione teatrale 2012 – 2013.

5 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


cçÉàÜ \Äç|v{ V|t}~Éäá~|}

\Ä ÄtzÉ wx| V|zÇ| _t uxÄÄt twwÉÜÅxÇàtàt _É áv{|tvv|tÇÉv|

BALLET CORONA DEL TEATRO DI MOSCA

6 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


\Ä ÄtzÉ wx| V|zÇ| Ciajkovskij – Petipa Quando gli fu commissionato l’incarico dai Teatri Imperiali Russi di realizzare il ballet Il lago dei Cigni, Ciajkovskij accettò per necessità economica, e perchè “era da tempo che cercava di comporre musica di quel tipo”. Iniziò così a comporre il suo primo ballet. Nel 1877, al teatro Bolshoi di Mosca, la prima del ballet più famoso di tutta la storia fu un autentico fracasso, attribuito a posteriori al coreografo Reisinger. Il successo arrivò nel 1895, quando si rappresentò con il nuovo allestimento di Marius Petipa e Lev Ivanoc nel teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Un successo che, purtroppo, non fu mai visto dagli occhi di Ciajkovskij, che era deceduto due anni prima. L’opera, sottoforma di fiaba, narra la storia dell’amore impossibile tra il principe Sigfrido ed Odette, una principessa trasformata in cigno con tutta la sua corta dall’incantesimo del maligno Von Rothbart. Solo di notte alla principessa è permesso riassumere la forma umana, e l’incantesimopuò essere spezzato solo da colui che le giuri amore eterno. Quest’opera massima del ballet classico ci avvolge, grazie ad una impressionante coreografia e ad un indimenticabile narrativa.

7 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


_t uxÄÄt twwÉÜÅxÇàtàt Ciajkovskij – Petipa Nel 1888, Ciakovskji fu contattato dai Teatri Imperiali di San Pietroburgo con l’idea di allestire un nuovo balletto, basato sulla favola di Charles Perrault “La bella addormentata”, e gli fu richiesto di comporne la musica. Ivan A. Vsevolojsky, il direttore dei Teatri, ne scrisse interamente il libretto, mentre la coreografia fu incaricata a Marium Petipa. Fin dalla prima del 1890, nel teatro Mariinski di San Pietroburgo, il successo fu immediato. La struttura del ballet comprende un prologo e tre atti, nei quali si narra la storia della principessa Aurora. Il filo conduttore del ballet è la messa in scena del conflitto tra le due forze, il bene, incarnato dalla fata del Lilla, ed il male, Carabosse.

8 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


_É áv{|tvv|tÇÉv| Ciajkovskij– Ivanov Lo Schiaccianoci va in scena nel 1892, nel leggendario teatro Mariinski di San Pietroburgo, con la coreografia originale di Lev Ivanov ed il libretto di Marius Petipa. La storia è ispirata al famoso racconto di Ernst Theodor Amadeus Hoffman “Schiacchianoci e il re dei topi” anche se il tema che, anni più tardi, darà vita al ballet di Ciajkovskij, deriva da una adattazione che Alessandro Dumas padre reallizó del testo.

La storia si svolge in Germania, nella casa del rispettato giudice Stahlbaum, a Natale. La coppia e i suoi figli, Clara, Luisa e Fritz, ricevono le visite dei familiari, tra i quali l’anziano Drosselmayer, uno scapolo eccentrico e affezionato alla magia. Questi porta a Clara un regalo molto speciale: uno schiaccianoci di legno. Affascinata dal suo nuovo giocattolo, la bimba si addormenta abbracciata a lui. Nel mezzo della notte, Clara si sveglia: i giocattoli hanno preso vita e si ritrova circondata da un esercito di topi. Lo schiaccianoci si sveglia, ed inizia una battaglia che sarà finalmente vinta dallo Schiaccianoci, che trasformatosi in Principe accompagnerà Clara in un viaggio fantastico, che percorrerà il Regno delle Nevi ed il Regno dei Dolci. Lo Schiaccianoci è una favola che evoca la mancanza dell’infanzia perduta ed il contrasto tra la realtà del mondo degli adulti ed il mondo onirico dei bambini. Grazie alla staordinarietà dell’immaginario suggerito dai personaggi e dalle loro avventure, e grazie all’indimenticabile musica di Ciajkovskij, Lo Schiaccianoci è diventato uno dei ballet più rappresentati nel mondo, specialmente a Natale.

9 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


eÉÅxÉ x Z|âÄ|xààt Prokofiev

La storia d’amore e di conflitti di “Romeo e Giulietta” coniuga tutti gli elementi della tragedia in una coreografia piena di bellezza e potenza che evidenza l’archetipo dell’amore perfetto ma ostacolato dalla società. La musica ed il virtuosismo del ballet ci trasportano alla Verona dell’inizio del XVI secolo, che fa da teatro ad una storia di amore, rivalità, destino e morte protagonizzata dalla coppia di amanti più conosciuti nel ballet. Il tema è basato sull’opera omonima di William Shakespeare pubblicitada nel 1595, anche se si dovettero attendere duecento anni per la prima adattazione del balletto. Le interpretazioni furono varie, ma l’enorme ricchezza della musica di Sergei Prokofiev fu la più coreografata. La partitura data del 1935, però si riuscì a metterla in scena solo vari anni più tardi, per la complessità espressiva e artistica. Finalmente, la prima mondiale avvenne grazie alla Brno Opera House cecoslovacca e, posteriormente, nel 1940 a Leningrado si realizzò la prima produzione universalmente riconociuta come “Romeo e Giulietta”. “Romeo e Giulietta” fu uno dei primi incarichi ricevuti da Prokofiev nel 1934, appena ritornato in URSS dopo 15 anni di viaggi. Sulla stessa partitura, oltre alla musica per ballet, editó tre suite orchestrali e dieci concerti per piano.

10 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Z|áxÄÄx Adam, Coralli, Perrot Giselle, ovvero il balletto classico e romantico per eccellenza, fu ideato da un grande della letteratura francese: Théophile Gautier. Lo scritttore, sfogliando le pagine del libro "De l'Allemagne" di Heinrich Heine, rimase attratto dalla leggenda delle Villi, spiriti della tradizione popolare tedesca, simili agli elfi. Era il 1841 e Gautier, pensando alla ballerina Carlotta Grisi, di cui era devoto ammiratore, fu colpito dall'impulso immediato di prendere un foglio e di dare un titolo alla sua storia. La chiamò "Les Wilis. Balletto".

Ispirato a un opera di H. Heine, il balletto è ambientato nella valle del Reno, dove la protagonista Giselle è un’affascinante ragazza che s’innamora di Albert, credendo sia un contadino come lei di nome Loys. In realtà egli è il conte di Slesia, già promesso a Batilde, figlia del duca di Curlandia. Hilarion, il guardiacaccia, anch'egli innamorato di Giselle, scopre il segreto di Loys e tenta, inutilmente, di metterla in guardia; inoltre Giselle non vuole accettare i consigli della madre Berte, che le proibisce di danzare poiché malata di cuore. Durante una battuta di caccia Hilarion svela

la vera identità di Loys; Giselle, sconvolta dal dolore, impazzisce e muore. Nel secondo atto, il balletto si svolge di notte quando Albert e Hilarion s’incontrano davanti alla tomba di Giselle per pregare. Allo scoccare della mezzanotte appaiono le Villi, spiriti di donzelle amanti della danza: Mirta, la regina delle Villi, chiama le sue compagne a raccolta per accogliere Giselle nel loro mondo irreale. Le Villi scoprono Hilarion e si lanciano al suo inseguimento spingendolo a buttarsi nel lago; invece Albert, protetto dall’amore di Giselle che lo ha perdonato, lo aiuta a vincere la maledizione delle Villi, danzando con lo spirito dell’amata. All’alba svanisce l’incantesimo e Albert si trova senza l’amata, ma è salvo. A differenza di altri balletti, Giselle non ha subito significative modifiche per quanto concerne la coreografia nel corso del tempo, a differenza di altri balletti re-inscenati completamente. L'ultima rappresentazione originale all'Opéra National de Paris risale al 1868 e fu solo in seguito, con l'arrivo di Marius Petipa, fratello dei Lucien Petipa e primo interprete del balletto, che Giselle venne adattata alla tradizione della scuola russa. Petipa appurò dei tagli soprattutto nelle scene mimate e nella variazione che la protagonista esegue nel primo atto. Merito del successo del balletto al giorno d'oggi però va alla produzione dei Balletti russi di Sergej Diaghilev, nei primi decenni del XX secolo.

11 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


CARMEN EL AMOR BRUJO Corona del ballet Russo di Mosca

Un’appassionante serata spagnola con la seduzione del ballet di Carmen e la magia de El Amor Brujo.

12 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


La Carmen di Bizet ci invita alla danza, al movimento dei corpi dai quali trasparisce passione, alle coreografie più sensuali e artistiche, per mettere in scena i passi della famosa seduttrice gitana.

Manuel de Falla è il compositore di “El Amor Brujo”, una storia immortale, piena di sorprendenti ritmi musicali che son diventati un classico. Candela fugge dallo spirito di un vecchio amante mentre cerca di vivere la sua storia d’amore con Carmelo.

13 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


U|tÇvtÇxäx x | áxààx ÇtÇ|

“Biancaneve e i sette nani”, un gran racconto dei fratelli Grimm che grazie a Euroconcert diventa uno spettacolo per bambini. Uno spettacolo carico di fascino e magia, che unisce la musica di Pavloysky e la coreografia di Mayorov.

14 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


CORONA DEL BALLET RUSSO DI MOSCA Diretta da Anatoly Emelyanov, la compagnia “La Corona del Ballet Russo” (The Crown of Russian Ballet) fu fondata nel 1997. Nell’elenco degli integranti, figurano ballerini di grande esperienza e proiezione artistica, che hanno calcato le scene di famosi teatri russi. La compagnia ha realizzato importanti tournés in Inghilterra, Stati Uniti, Tailandia, Giappone, Israele, Messico, San Salvador, Guatemala, Costa Rica, Germania e Spagna, riscuotendo un gran successo. La loro linea di lavoro della suppone non soltanto il consolidamento del repertorio classico, ma anche la creazione di un repertorio più moderno, che possa risultare più attrattivo a diversi tipi di pubblico. La compagnia stessa riconosce il desiderio di dare un passo verso il futuro dalle radici più classiche del ballet russo. Il direttore sottolinea che la loro sfida è “creare spettacoli interessanti e di alto contenuto artistico che siano all’altezza di tutti i tipi di pubblico”.

15 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


CARL ORFF

CARMINA BURANA Opera spettacolare 200 artisti OPERA STATALE DI BOURGAS

“Un allestimento da vedere, con una scenografia travolgente: la ruota della

fortuna, attorno alla quale si articola l’opera, è alta otto metri e gira ininterrottamente durante tutta la rappresentazione. Una gigante metafora della vita accompagnata da altri simboli arcani di grande ricchezza estetica e di contenuto.”

16 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Quest’opera classica è un canto alla vita, al piacere, e dallo stesso tempo una critica amara al potere, all’ordine stabilito, a ciò che ci allontana dalla felicità. Lo spirito di libertà dell’opera invade ogni minuto della rappresentazione. Duecento artisti contagiano dal palco la loro energia in un canto alla vita frenetico ed ardente mentre il teatro, la danza e la musica si danno la mano in un’esperienza unica. Carmina Burana fu composta tra il 1935 e il 1936 da Carl Orff, basandosi sui canti che furono rinvenuti in un manoscritto nei pressi del monasterio di Benediktbeuern, in Germania, e che risalgono al medioevo. La matrice musicale è regolata da melodie ben squadrate e da ritmi regolari, da cori che cantano all’unisono, e con le percussioni che sottolineano la “cantata scenica”. Dopo il prologo, la celebre invocazione alla dea Fortuna (O Fortuna), si susseguono tre parti: la prima canta, nella primavera, l’aspetto terreno della natura, descritto con accenti di malinconica commozione (Veris laeta facies). Nella seconda (In taberna), sono protagoniste canzoni goliardiche. La terza sezione è un’apoteosi dell’amore (Cour d’amours) che culmina in un’invocazione a Venere per precipitare, senza soluzione di continuità, nella ripresa del coro iniziale O Fortuna, che conclude ciclicamente il lavoro sottolineando l’immagine dell’enorme ruota simbolica.

17 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


OPERA STATALE DI BOURGAS L’Opera Statale di Bourgas fu fondata nel 1955, e dal debutto con la messa in scena della Traviata di Verdi ad oggi ha sviluppato un’attività ininterrotta e crescente. Nell’anno 1972 ottenne la condizione di organismo con supporto statale, diventando da quel momento uno dei teatri dell’opera più importanti dei balcani. Prossima al festeggiamento del suo 50º anniversario, l’Opera Statale di Bourgas vanta una solida traiettoria istituzionale, che si è confermata negli anni con centinaia di realizzazioni operistiche, sinfoniche e di ballet nella sua programmazione annuale permanente. Tra i vari dipartimenti, artistici, solisti, coro, orchestra, ballet, gruppi da camera, tecnici e direttori, l’orchestra somma uno stabile di 260 elementi. La partecipazione come invitata a numerosi cicli e festival nei quali ha presentato ambiziose produzioni artistiche di Aida, Nabucco, Ernani, Otello ed altri, ha consolidato la reputazione dell’opera, che conta con il prestigio di rilevanti bacchette e voci della lirica bulgara e straniera. Il crescente livello professionale dell’Opera è stato messo in evidenza anche dal successo delle tournées, soprattutto nell’area di influenza di questa città importante della costa del Mar Nero, in Grecia, Turchia e Medio Oriente. Negli ultimi anni ha ampliato la sua sfera d’azione all’Europa occidentale, avendo ricevuto elogianti critiche della stampa durante le recenti tournées italiane e spagnole.

18 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Il fascino e il folklore della Russia d'altri tempi portati in scena dagli oltre cento artisti del celebre Coro, Balletto e Orchestra del Distretto Militare di San Pietroburgo. 19 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Il repertorio si basa sull’insieme di cori e danze che, nel corso dei due conflitti del XX Secolo, alleviarono le fatiche dei militari russi al fronte. Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, la fama del gruppo si diffuse oltre i confini sovietici, consentendogli di compiere ripetuti viaggi attraverso i cinque contintenti. Il dinamico amalgama di musica militare tradizionale e acrobatiche coreografie, che aveva rappresentato per decenni la principale attrattiva del programma, si arricchì così di suggestioni folcloriche originariamente estranee. Il programma è un dinamico amalgama di musica militare tradizionale (Occhi neri, Kalinka, Due file) canzoni popolari e danze che rievocano la vita agreste, amori e battaglie (Danza Ucraina, Danza dei Marinai e la Danza dei Cosacchi). Il balletto, con sgargianti costumi e coreografie originali e spettacolari, presenterà danze acrobatiche che rievocano la vita agreste, amori e battaglie. Le interpretazioni più divertenti e grandiose sono accompagnate dalle popolari balalaiche e fisarmoniche, gli strumenti musicali più tipici del popolo russo. Musica, danza e canto corale: una straordinaria fusione musicale che, grazie agli incredibili virtuosismi ed alle meravigliose evoluzioni del corpo di ballo, rende l’ “Armata Russa” uno spettacolo festoso, che riesce a coinvolgere il pubblico in un avvincente viaggio attraverso la Russia ancestrale.

20 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


The best of

Michael Jackson tribute

MOONWALKER IL MUSICal

21 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Lo spettacolo più acclamato di Micheal Jackson, l’originale americano, arriva in Italia per raccontarci la storia dell’incredibile del re del pop con musica dal vivo, accompagnata da fantastici effetti speciali, voci impressionanti ed una esplosiva coreografia. Protagonisti Frederick Henry, Orietta de la Peña e vari artisti di Las Vegas, in un susseguirsi di grandi musicisti, cantanti e ballerini.

Tutte le canzoni più famose di Jackson, in un viaggio musicale che percorre le tre decadi di traiettoria professionale dell’idolo: Bad, Thriller, Beat It, Black or White, Smooth Criminal, Wanna Be Startin’ Somethin’, Man in the Mirror, The Way You Make Me Feel, I’ll Be There, Billie Jean e non solo. Il dovuto tributo a questa stella ed icona della storia della musica che non sarà mai dimenticata.

22 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


ELVIS IL RE DEL ROCK Il MUSICAL

“Elvis Presley morì anni prima che Victor Trevino Jr. fosse nato ma, musicalmente, Trevino potrebbe essere il figlio di Presley.” – The Reading Eagle

23 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Il musical è un montaggio prodotto a Las Vegas, città dove Elvis riscosse un gran successo. Artisti, ballerini, cantanti, attori e orchestra dal vivo raccontano la storia di Elvis Presley, accompagnata da straordinarie immagini e video inediti che guidano il pubblico nell’evocare i momenti magici Della vita Re, accompagnati dalle sue canzoni più famose, Love me tender, Blue suede shoes, Don’t be cruel, Viva Las Vegas, In the ghetto tra le altre.

Non è un musical... non è un concerto.... è entrambi e molto di più!

24 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Una serata spettacolare, in compagnia dei più grandi classici della musica spagnola

25 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


GLENN MILLER ORCHESTRA

Le melodie che marcarono un’epoca - quella delle grandi bands dell’era del swing - danno forma al Glenn Miller Tribute, omaggio reso da Euroconcert all’indimenticabile creatore di “Moonligth Serenade”. Come tutta la musica riconosciuta come “classica”, anche l’opera di Glenn Miller risulta imperitura e, di generazione in generazione, la sua leggenda si è mantenuta intatta nella memoria dei suoi seguitori.

Le melodie che marcarono un’epoca - quella delle grandi bands dell’era dello swing - danno forma al concerto della Glenn Miller Orchestra, omaggio reso da Euroconcert all’indimenticabile creatore di “Moonligth Serenade”. Euroconcert è lieta di presentare al suo pubblico un repertorio integrato da titoli mitici ed indimenticabili come “Chatanooga Choo-Choo”, “American Patrol”, “In the mood”, straordinariamente interpretati dalla “The World Famous Glenn Miller Orchestra” directed by Wil Salden.

26 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Alabama Gospel Choir è formato da 35 artisti che riescono a plasmare la storia del Gospel in un cammino alle radici di questa musica che combina la parte più vviscerae con l’essenza più spirituale. Il coro, grazie al suo stile unico e personale, ha ottenuto eccellenti critiche e ha vinto numerosi festival, aumentando la sua popolarità. Al giorno d’oggi, è uno dei migliori rappresentanti del gospel americano.

27 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


L’incredibile "Spirit of the Dance" è uno degli spettacoli irlandesi che hanno riscosso più successo di tutti i tempi, e che è stato visto da più di 30 milioni di spettatori in tutto il mondo.

Il meglio della danza celtica

28 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Le tournées internazionali del premiato spettacolo sono costantemente coordinate dagli uffici centrali di “Spirit of the Dance” a Londra, in Inghilterra. È possibile realizzare contemporaneamente più di 10 rappresentazioni di “Spirit of the Dance” nella stessa serata, in diversi paesi del mondo. Allo stesso modo esistono 4 spettacoli permanenti negli Stati Uniti. Più di 350 ballerini, 75 tecnici, e un attento dipartimento direttivo lavorano insieme per ottenere il miglior risultato possibile. Vincitore di nove premi Global Awards, includendo la “Miglior Coreografia” e “Miglior Produzione Internazionale”, questo affascinante spettacolo ha comportato un record di botteghino assoluto in 15 diversi paesi. Nessun l’avrebbe mai immaginato, dopo la prima interpretazione nel Bristol Hippodrome Theatre in Inghilterra, nel settembre 1996, que lo spettacolo avrebbe avuto 10 gruppi in tournée costante nel mondo. Scrosci di applausi ed entrate esaurite in tutto il mondo avvallano “Spirit of the Dance come uno dei spettacoli di danza più importanti della storia. Ensordecedores aplausos y entradas agotadas en todo el mundo avalan a "Spirit of the Dance” como uno de los espectáculos de danza más destacados de la historia.

29 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Le fiabesche atmosfere della Vienna imperiale, evocate dall’interpretazione  della   Strauss Festival Orchestra e dalla danza dello Strauss Ballet Ensemble 

  30 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Durante un secolo di vita la musica caratteristica della Vienna Imperiale Ottocentesca ha acquisito crescente prestigio ed ha trovato nei festeggiamenti di Capodanno uno spazio privilegiato per il suo culto. Grazie anche all’enorme successo del Concerto televisivo dell’Orchestra Sinfonica di Vienna, nelle grandi sale da concerto e nei teatri europei riecheggiano l’entusiasmo e gli applausi risvegliati dal contagioso ritmo di valzer, marce e polche che hanno fatto storia.

Per vivere in diretta le emozioni fiabesche dell’incantevole corte di Francesco Giuseppe e della sua leggendaria consorte, l’Imperatrice Elisabeth di Wittelsbach (Sissi), vi invitiamo al Gran Galà Strauss di Euroconcert: un’accurata selezione di marce, polche, valzer e ouverture di Johann Strauss eseguite dai sessantacinque musicisti della Strauss Festival Orchestra, da più di quindici anni protagonisti dei principali palcoscenici europei, dal Concertgebouwn di Amsterdam al Philharmonie di Monaco e di Berlino, passando per Roma, Francoforte, Madrid, Amburgo, Milano e Barcellona.

All’ouverture de Il Pipistrello segue il noto valzer “Vita d’artista”, cui si susseguono, fra gli altri brani in programma, l’ardito “Banditen Galop” e polche veloci come “Tik-Tak” e “Ohne Sorgen”. Il concerto si fa spettacolo quando la musica si fonde con le danze eseguite dalle splendide ballerine dello Strauss Ballet Ensemble, che conducono il pubblico in un’atmosfera da sogno, in soffusi e irreali “boschi viennesi”. Le note del “Valzer dell’Imperatore”, invece, rievocano gli eleganti saloni ottocenteschi della corte di Francesco Giuseppe e della bella Sissi: eleganti ballerini, in abiti militari, conducono virtuosamente dame frivole e vanitose. E per il gran finale - come da tradizione – scandita dagli appassionati applausi del pubblico, la Marcia Radetzky.

31 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


IL MEGLIO DELLA MUSICA CINEMATOGRAFICA CINEMA SYMPHONY ORCHESTRA

Dalla prima rappresentazione cinematografica ai giorni nostri, il largo cammino percorso dalla così chiamata settima arte, l’ha portata a diventare forse il mezzo di espressione più emblematico della nostra era, grazie probabilmente anche alle risorse tecniche che hanno supportato la nascita di un nuovo linguaggio, nel quale si fusionano un po’ ognuna delle arti classiche. Sono stati i fratelli Louis e Auguste Lumiére, un lontano 13 febbraio del 1895, coloro che associarono definitivamente il loro nome alla nuovissima invenzione, brevettando l’apparato che loro stessi chiamarono cinematografo, e che arrivò a coronare il lavoro di decadi anteriori, che portò al dagherrotipo, alla fotografia ed alla crono-fotografia. Gli stessi fratelli Lumiére sono coloro che, nel dicembre dello stesso anno, presentarono al pubblico le prime immagini in movimento, creando il certificato di nascita di quello che, in poco tempo, si sarebbe convertito nel fenomeno massivo del nostro secolo. Quasi fin dall’inizio, la musica si associa alla nuova arte, attraverso pianisti o gruppi orchestrali che, in funzione delle possibilità di ogni sala, improvvisavano o adattavano frammenti sonori alle diverse sequenze. A partire della creazione del cinema sonoro, nell’anno 1929, si rivelò e si consacrò definitivamente l’importanza della musica concepita per un argomento filmico specifico. Diretta da Karen Nixon, la Cinema Symphony Orchestra, formata da musicisti qualificati e da solisti invitati specialmente per coprire la variata strumentazione di questo repertorio, ci presenta un attrattivo programma non solo per cinefili ma anche per amanti della musica in generale, con le melodie immortali che aiutarono a consacrare alcuni dei film più di successo e premiati dalla storia della storia della settima arte, e che col passo del tempo si mantengono vivi nella memoria del grande pubblico, come veri classici del genere.

32 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


MUSICA SPAGNOLA Un tributo a tre grandi autori che hanno raccontato la Spagna con le loro preziose composizioni.

É la chitarra classica la protagonista de “La Gran Noche de la Música Española” con il celeberrimo “Concierto de Aranjuez”, opera maestra di Joaquín Rodrigo. Fondendo armoniosamente classicismo e modernità, elementi colti e popolari, il compositore vi trasmette tutta la forza del suo genio: briosi ritmi andalusi e coloriti passaggi evocano l’atmosfera e l’ambiente della Spagna a cavallo fra Settecento ed Ottocento. Il raffinato dialogo lirico fra chitarra ed orchestra ne fanno una delle opere più diffuse e più volte interpretate di tutti i tempi. Magistrale l’interpretazione del chitarrista argentino Rolando Saad, uno dei pochi rappresentanti della “scuola di Francisco Tárrega” caratterizzata per il tocco con il solo polpastrello, senza unghie. Il “Concerto di Aranjuez” ha occupato una parte rilevante della sua vita avendo avuto modo di interpretarlo in piú di seicento occasioni; un’esperienza questa, che gli ha consentito di dar forma ad un’interpretazione personale e di gran pregio del concerto che si contraddistingue per il suono singolarissimo della chitarra e per un notevole livello dinamico che gli permette, come a pochi, di poter suonare insieme ad una orchestra sinfonica senza la necesisitá di ricorrere ad amplificazioni elettroniche. La serata continua con l’esecuzione di alcuni frammenti de “El Amor Brujo” di Manuel de Falla, opera che consentì alla Spagna di conquistare una posizione di rilievo nel panorama musicale universale. Il ritmo sinuoso della musica andalusa vi ritrae con profondità e passione l’essenza del mondo gitano, in una vicenda che evoca la lotta fra le forze brutali della natura e la potenza dello spirito umano. Il folclore andaluso è come noto anche scenario della celeberrima “Carmen” di Georges Bizet, capolavoro dell’opera musicale e mito universale della cultura contemporanea.

33 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


CARMINA BURANA, Carl Orff Potente invocazione corale alla dea Fortuna, un canto all’amore ed ai piaceri terreni ce ritratta la pietà cristiana e l’edonismo pagano con uno spirito leggero, gioioso e scherzoso, che contrasta totalmente con la concezione sulla vita e la morte che tradizionalmente si attribuisce al medioevo.

9ª SINFONÍA, Beethoven Il più conosciuto inno alla fraternità universale. La partitura originale della Nona di Beethoven è stata dichiarata Patrimonio Universale dell’Umanità dall’Unesco.

34 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


WOLFGANG AMADEUS MOZART

REQUIEM in RE minore K626

Il fatto di essere l’unica messa funebre del suo esteso catalogo, di essere la sua ultima opera, mai completa a causa della sua morte, e le misteriose circostanze che ne circondano l’incarico e la composizione, hanno creato la leggenda e contribuito al fascino che la messa di Requiem in Re Minore KV626 di Mozart continua ad esercitare ai giorni nostri.

35 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


CORI FAMOSI D’OPERA VERDI, BIZET, WAGNER

Il mito che la musica classica non sia popolare è da sfatare. Lo dimostra questo repertorio di cori, preludi, marce e aperture di autori come Verdi, Bizet e Wagner, che hanno raggiunto un successo straordinario avvallato da un pubblico amplio e diverso, grazie alla diffusione non solo per mezzo di concerti ma tramite video, cinema o televisione. Un ottimo esempio è il Nabucco di Verdi. Fin Dal debutto, nel 1842, il pubblico italiano si riconosce immediatamente nella storia deghi schiavi ebrei a Babilonia, nel suggerente parallelismo con l’oppressione austriaca. Il “Coro degli schiavi”, infatti, ha percorso le strade italiane come un inno patriotico, rivendicando il desiderio di indipendenza degli italiani. Di Bizet si rappresentano i cori della sua opera più famosa e controversa, la Carmen, che si dice abbia precipitato la morte dell’autore. Composta nella primavera del 1874, si dovette attendere un anno per vederla in scena, nell’Opera Comica di Parigi, dopo centinaia di prove, ritocchi, cambi e proteste da parte del coro e dell’orchestra per le esigenze eccessive dell’autore. Il 3 giugno dello stesso anno, giorno nel quale si compivano le 33 rappresentazioni dell’opera, Bizet muore ai 37 anni di età. Fu a partire dalla prima tedesca, nell’Opera Reale di Vienna, che la Carmen venne riconosciuta internazionalmente. Anche Wagner ed alcune delle sue opere hanno scavalcato i confini della musica classica per arrivare a diversi tipi di pubblico. Wagner optò per dar preferenza ai frammenti, cori o sinfonie, più rappresentativi del suo pensiero. Cosi, “Lohengrin”, del 1850, è passato alla storia della musica, tra le altre ragioni, grazie alla sua fantastica storia e ai suoi passaggi orchestrali, tra i quali, il preludio del primo atto e la famosa marcia nuziale, interpretata milioni di volte nelle chiese di tutto il mondo. Il concerto include anche frammenti di altre opere ben conosciute, come “Tannhäuser” (debutto nel 1845), che narra il dramma del cavaliere Tannhäuser, che, dopo essersi abbandonato ai piaceri dell’amore terreno tra le braccia di Venere, marcia a Roma cercando il perdono del Papa; “I maestri cantori di Norimberga” (1845 – 1867), che racconta la storia del trionfo di un poetamusicista in una gara di canto, che gli permette aquisire, oltre alla fama e ricchezza, la mano della sua promessa.

36 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


GEORG FRIEDERICH HÄNDEL

MESSIAH Arriva il concerto di Natale: un canto-riflessione sul mistero della redenzione e la relazione tra l’uomo e Dio. Il canto è diviso in tre grandi sezioni: la profezia della salvezza e dell’arrivo del Messiah, il sacrificio della redenzione e la promessa della salvezza. L’Alleluya e l’Amen finale, veri monumenti della musica, emozioneranno il pubblico di questo concerto ideale in queste date.

37 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Sara Zamana Euroconcert +34 93 587 89 60 europe1@euro-concerts.com

38 europe1@euro‐concerts.com +34 93 587 8960 


Euroconcert Stagione 2012 - 2013