__MAIN_TEXT__

Page 1

La Tua Rivista in Italiano

TUTTI

B2/C1

®

Anno XXXIII - N. 1 - Settembre /Ottobre 2012 - Imprimé à Taxe Réduite

1

Italiani brava gente

Le ragazze della musica LA RIVISTA CONTINUA IN RETE (vedi pag. 2)

www.elimagazines.com


Quadro Comune Europeo Livello Intermedio (B2 – C1)

Sommario

2

Chiara

Personaggi James Franco Bellitalia Roma: l’antico sposa il moderno Inchiesta Buon compleanno email! Italiani brava gente Le ragazze della musica Vivi sostenibile Città davvero efficienti Società e tendenze È qui la festa? Tutti invitati ai 30 anni di Radio Deejay 14 Giochi e attività Novità

In questo numero: • gli avverbi • le causali • il presente storico • il passato remoto • il si impersonale • il passato prossimo • il gerundio • il “che” relativo

Audio Per tutti gli abbonati, l’abbonamento alle riviste include la possibilità di scaricare gratuitamente, in formato MP3, l’audio di tutte le riviste dall’area risorse del sito www. elimagazines.com, inserendo il codice di accesso presente in ogni numero della rivista.

Note per l’insegnante Per l’ insegnante, l’abbonamento alle riviste include la possibilità di scaricare gratuitamente, oltre al materiale audio in MP3, le Note per l’insegnante di tutte le riviste disponibili in formato PDF. L’insegnante deve prima registrarsi nell’area risorse insegnanti del sito www.elimagazines.com. Codice di accesso: 4005 1000 0018

In giro per il mondo

Méliès e la musica lunare Sono passati 110 anni dal film Le voyage dans la lune di Georges Méliès, il padre del cinema di fantascienza, oggi celebrato anche da Martin Scorsese con il suo poetico film Hugo Cabret. La pellicola originale era accompagnata da musiche suonate dal vivo e scritte dal regista stesso ma adesso sono gli Air, il duo di musica elettronica più famoso al mondo, a musicare una nuovissima versione a colori del film. I due musicisti francesi hanno registrato un intero album, e non solo la colonna sonora della pellicola, che dura 14 minuti. In copertina c’è l’immagine più celebre del film: una navicella spaziale che si infila nell’occhio della Luna, che ha un volto umano.

Indovina Indovina quale tra questi videoclip musicali riprende molte scene del film di Méliès!

a b c d

Sing for absolution (Muse) Radio Gaga (Queen) Tonight tonight (Smashing Pumpkins) Sweet sacrifice (Evanescence) La soluzione è a pagina 15.

È VIETATA LA RIPRODUZIONE NON AUTORIZZATA, CON QUALSIASI MEZZO, ANCHE FOTOCOPIA, ANCHE AD USO DIDATTICO O INTERNO. FOTOGRAFIE: PER QUANTO RIGUARDA I DIRITTI DI RIPRODUZIONE, L’EDITORE SI DICHIARA PIENAMENTE DISPONIBILE A REGOLARE EVENTUALI SPETTANZE PER QUELLE IMMAGINI DI CUI NON SIA STATO POSSIBILE REPERIRE LE FONTI.

ELI srl, C.P. 6, 62019 Recanati, Tel. (071) 750701, Fax (071) 977851 Direttore responsabile: Lamberto Pigini. Realizzazione testi: Chiara Michelon. Autorizzazione Trib. di Macerata N. 252 del 3 luglio 1985. Realizzazione: Tecnostampa, Loreto © ELI Italy 2012

Ciao ragazzi! Inizia un nuovo anno scolastico e, come sempre, mi piacerebbe portarvi in giro per il mondo tra curiosità e notizie interessanti. Iniziamo quindi con la festa di compleanno della email e di una delle radio italiane più amate, Radio Deejay. E poi tanta musica, storia e impegno ecologico! Buona lettura.

3 4 6 8 10 12


Personaggi

3

: il passato prossimo

ELI srl, C.P. 6, 62019 Recanati, Tel. (071) 750701, Fax (071) 977851 Direttore responsabile: Lamberto Pigini. Realizzazione testi: Chiara Michelon. Autorizzazione Trib. di Macerata N. 252 del 3 luglio 1985. Realizzazione: Tecnostampa, Loreto © ELI Italy 2012

James Franco Attore, artista, modello, scrittore... James Franco è uno dei volti più richiesti del momento. Merito di un talento che spazia tra tutte le arti, ma anche di un sorriso da favola!

La vita privata James Edward Franco è nato a Palo Alto, in California, nel 1978 da una poetessa russa e un direttore di agenzia portoghese. È figlio d’arte: la nonna, infatti, era una scrittrice di libri per ragazzi e l’altra nonna la proprietaria di una famosa galleria d’arte di Cleveland. Anche se recita in alcune famose serie tv, come Freaks and Geeks, sceglie di studiare, laurearsi e trasferirsi a New York, dove ha frequentato corsi di scrittura, poesia e regia.

Come James Dean Nel 2001, per interpretare il ruolo di James Dean, ha imparato ad andare in moto, a suonare la chitarra e il bongo e ha letto molti libri sul leggendario attore. Tanta precisione è stata premiata con un Gloden Globe. Il vero successo, però, è arrivato nel 2002 con il celebre Spiderman, dove James interpreta il migliore amico del protagonista, Tobey Maguire. Da allora ha recitato in moltissimi film e nei due sequel di Spiderman di Sam Raimi. James ama alternare film indipendenti, come Milk con Sean Penn, a film commerciali, come Mangia prega ama.

Perfezionista* e sensibile Una delle sue caratteristiche più apprezzate è la capacità di immedesimarsi* e di studiare a fondo i personaggi da interpretare. Per i

suoi ruoli ha preso lezioni di boxe, di equitazione, di combattimento con la spada e anche la licenza di pilota. Nel film 127 ore di Danny Boyle ha interpretato la difficile parte dello scalatore Aron Ralston, caduto in trappola dopo un incidente in Utah. Nelle cinque settimane di riprese non ha mai abbandonato il set… e ha ottenuto la candidatura agli Oscar come miglior attore.

Arte, arte, arte La sua vita è caratterizzata da un interesse per tutte le arti. James ha presentato lo show americano Saturday Night, è stato nel cast della soap opera

Curiosità • Alla Palo Alto High School è stato eletto “studente con il sorriso più bello”. • Lo scrittore Jonathan Franzen lo ha chiamato “il Lady Gaga del cinema”. • È testimonial del profumo Gucci e in classifica tra gli uomini più sexy del mondo. • I suoi scrittori preferiti sono Ginsberg, Safran Foer, Salinger, Updike, Spark e McCarthy, dal cui libro Figli di Dio ha tratto il suo ultimo film, in uscita nel 2013.

General Hospital, è apparso in varie sitcom e ha fatto il regista di alcuni cortometraggi e documentari artistici. I suoi quadri sono stati esposti per la prima volta a Los Angeles e nel 2011 è stata lanciata la sua prima esposizione europea a Berlino. “Sto vivendo la vita che sognavo!”, dice James. “Assaporo* le giornate con pienezza, ho tanti interessi e vivo con passione. Tutto quello che guadagno lo investo nell’arte e nel finanziare progetti e idee”.

James e i libri Nel 2010 ha pubblicato una raccolta di racconti chiamata Palo Alto: stories by Franco, dove racconta la vita degli adolescenti della sua città. L’anno dopo è uscito un libro, The dangerous book four boys, un catalogo della sua esposizione a Tribeca di foto, schizzi*, video e sculture. “Non mi basta fare l’attore, amo la letteratura e sto bene ovunque riesco a fare esperienze positive, scattare* o dipingere”. James Franco ha scritto il terzo libro, che è un vero romanzo.

Glossario assaporo: mi godo lentamente immedesimarsi: identificarsi, entrare nella parte perfezionista: preciso, accurato scattare: fotografare schizzi: disegni veloci


4

Bell’Italia

il passato remoto

ROMA L’antico si* sposa con il moderno

Scopriamo il 2012 a Roma, capitale italiana e “città eterna”, dove l’antichità e una storia lunga tre millenni si sposano perfettamente con uno dei quartieri più innovativi e ipermoderni, il Flaminio, che compie 100 anni.

Il 2012 a Roma passerà alla storia come l’anno dell’anniversario dei 100 anni dalla fondazione del quartiere Flaminio e quello della riapertura al pubblico dei capolavori originali della Domus Aurea, la reggia* di Nerone. A Roma il matrimonio tra antico e moderno è di casa!


5

Mosca come Ponte Milvio Per imitare i protagonisti del film Tre metri sopra il cielo i ragazzi romani da anni mettono un lucchetto sui lampioni del ponte Milvio e gettano la chiave nel fiume Tevere come segno d’amore eterno. Questa moda è arrivata anche a Mosca: sul ponte russo che porta alla Galleria Tetrjakov il comune ha installato uno scenografico albero su cui chiudere i lucchetti dell’amore.

La Domus Aurea ieri

Il Flaminio ieri

Scopri l’intruso

La Domus Aurea, in latino “casa dorata”, è un grande palazzo costruito dall’imperatore romano Nerone dopo l’incendio che distrusse Roma nel 64 a.C. Prende il nome dai rivestimenti d’oro e dai preziosi elementi d’arredo, come i soffitti coperti di pietre preziose e avorio. Fu Nerone stesso a supervisionare* il lavoro degli architetti. Per la prima volta nella Domus Aurea i mosaici vennero posizionati sui soffitti e non sui pavimenti: questo divenne un elemento fondamentale dell’arte cristiana. Inoltre pare che la celebre cupola del Pantheon si ispiri proprio allo stile della Domus Aurea.

Il Flaminio, che prende il nome della via Flaminia, fu fra i primi 15 quartieri di Roma. Nel 1911, con l’Esposizione Internazionale, l’area diventò polo* culturale e sportivo, infatti vennero realizzate numerose opere espositive come la Galleria d’arte moderna. Nel 1960, con i Giochi Olimpici, si aprì una nuova fase di trasformazione urbana dell’area: si costruirono il Villaggio Olimpico, il Palazzetto dello Sport e lo Stadio Flaminio. Sono tutte opere di noti architetti, che formarono un insieme omogeneo e un manifesto* architettonico preciso e contemporaneo.

Esistono moltissimi film sulla vita dell’imperatore Nerone. Scopri qual è l’intruso tra questi titoli!

La Domus Aurea oggi La Domus Aurea è il monumento più delicato e suggestivo di Roma. Raffaello e vari pittori rinascimentali scoprirono al suo interno l’arte meravigliosa, le decorazioni fantastiche e le eleganti vedute di Roma, e subirono una forte influenza. Il monumento fu chiuso per 25 anni con porte stagne* per tenere lontano umidità e batteri, ma oggi gli affreschi, conservati intatti grazie a questo metodo di preservazione*, sono tornati visibili. Le porte blindate* hanno garantito le giuste condizioni microclimatiche e custodito alcuni dei capolavori più spettacolari e poco visitati dell’antichità.

Il Flaminio oggi La terza fase di riqualificazione urbana del Flaminio iniziò nel 1994, con il concorso per il nuovo Auditorium, e durò un decennio, terminando con la realizzazione del progetto di Renzo Piano. Il processo di trasformazione proseguì nel 2010 con l’inaugurazione del MAXXI, progettato da Zaha Radid, e nel 2011 con il Ponte della Musica, realizzato in acciaio e cemento armato. Il MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, è un museo di arte contemporanea pensato come luogo per la sperimentazione e l’innovazione di arte e architettura. Oggi il quartiere Flaminio compie 100 anni ed è diventato una sintesi* unica della storia dell’architettura italiana e delle trasformazioni urbanistiche.

a b c d

Quo vadis? Il calice d’argento La pazza storia del mondo Nero

Specchio Prendi uno specchio e leggi cosa dice l’architetto e designer irachena Zaha Radid, la prima donna a vincere il Premio Pritzker, il più importante premio internazionale per l’architettura. OIZAPS ONU NI ODNARTNE ENOSREP EL OCINOTTETIHCRA ANU ERAVORP OREBBERVOD EMOC ,AINOMRA ID ENOIZASNES OIGGASEAP NU NI ORESSETS ES IUQ OIRPORP .ELARUTAN ELANOSREP OIM LI EDEISIR .OSSUL ID OTTECNOC La soluzione è a pag. 15.

Glossario blindate: fortificate manifesto: programma polo: fulcro, punto centrale preservazione: conservazione, difesa reggia: palazzo reale si sposa: convive, va d’accordo sintesi: riassunto stagne: ermetiche, isolate supervisionare: controllare


6

Inchiesta

le causali; gli avverbi

Buon compleanno

email! Inventata 40 anni fa da un informatico, l’email è l’applicazione più popolare nella storia della rete. Il suo simbolo è entrato ufficialmente al MoMA di New York e la sua fama* è in continua crescita. Scopriamo insieme la sua storia!

L’ingegnere informatico americano Raymond Tomlinson utilizzò l’email, per la prima volta, per inviare messaggi di posta elettronica tra alcune università collegate in rete. Il vero successo però fu quando il marketing scelse l’email come strumento principale per inviare offerte, proposte e richieste.

“Electronic mail” La scrittura corretta della parola è “email”, senza trattino, come ha stabilito l’Associated Press Stylebook, perché è l’abbreviazione dell’inglese “electronic mail”. Si tratta di un servizio internet grazie al quale ogni utente* abilitato* può ricevere e inviare messaggi usando un computer o un dispositivo elettronico (palmari, cellulari) connesso in rete.

È sicuramente, insieme al web, l’applicazione internet più popolare della storia della rete. Infatti chi entra nella rete in* primo luogo si apre una casella di posta elettronica, anzi spesso più di una! Per questo nel mondo ci sono oltre 3 miliardi di profili email attivi, cioè uno e mezzo per ogni utente della rete.

interessanti, e in 90 minuti leggiamo la quantità di email che meritano veramente attenzione. Sai quante sono in media? Solo 12! Il consiglio degli esperti perché la vostra email venga letta è... spedirla all’alba! Solo così non verrà confusa con le proposte commerciali e gettata per sbaglio nel cestino.

La rivoluzione della velocità

Un simbolo diventato pezzo d’arte

A differenza della posta cartacea l’email arriva subito al destinatario. In brevissimo tempo possiamo allegare documenti, canzoni e immagini digitali a chi vogliamo. Ogni giorno riceviamo in media 147 email: in 5 minuti buttiamo nel cestino 71 di questi messaggi ricevuti, poiché mittente e oggetto non sono

Ogni Paese chiama la @, detta anche “a commerciale”, in un modo diverso: gli inglesi “at”, i francesi “arobase”, gli spagnoli “arroba”. Viene usato in informatica per dividere il nome dell’utente da quello del dominio negli indirizzi di posta elettronica. Si tratta di un carattere tipografico


7

!

Fino al 2010 sono state inviate 107 triliardi di email. È un numero impossibile da immaginare! In un minuto, nel mondo, vengono scaricati: 13.000 applicazioni per iPhone, 100.000 messaggi per Twitter, aggiornati 70.000 status su Facebook e inviate 170 milioni di email.

La “spam” Lo “spamming” è l’invio massiccio a molti utenti di messaggi indesiderati, solitamente commerciali, tramite posta

.............................................................. Preferisci comunicare con email o con social network?

Il galateo dell’email

.............................................................. Che tipo di mail scrivi e ricevi?

Ecco qualche regola da rispettare per seguire il galateo universale della posta elettronica:

.............................................................. Sei iscritto a qualche mailing list? Quale?

1. scrivi in minuscolo perché il maiuscolo equivale a “gridare” 2. non utilizzare caratteri non riconosciuti in altri Paesi (usa una tastiera americana) 3. limita la lunghezza dell’email (mai più di 100 kb) 4. usa uno “smiley” se fai una battuta 5. non scrivere numeri di carte di credito, password o informazioni private 6. fai attenzione ai rapporti tra i destinatari se l’email è spedita a più persone 7. non violare* mai la privacy degli utenti e chiedi sempre il consenso per l’uso dell’indirizzo email privato che rappresenta una “a” stilizzata con attorno un ricciolo: poiché assomiglia al guscio di un mollusco* spesso i vari nomignoli si riferiscono alla chiocciola (in italiano, francese e spagnolo), alla coda di una scimmia (in olandese) o di un gatto (in finlandese), a un pesce arrotolato (in ceco) o a un vermicello* (in ungherese). Nel 2010 il MoMA di New York ha ufficialmente inserito la @ nella collezione del museo in quanto strumento utilizzato in informatica e mezzo di comunicazione e forma della nostra identità.

Quali sono, secondo te, le caratteristiche migliori e quelle peggiori della email?

elettronica, chat e forum. La parola “spam” deriva da uno spettacolo comico dei Monty Python, nel quale una cameriera proponeva continuamente cibi a base di “spam”, una marca di carne in scatola molto usata tra gli anglosassoni dopo la seconda guerra mondiale. Nel vocabolario informatico le spam sono chiamate posta spazzatura (junk-mail). Oggi il 70% del traffico mondiale dell’email è spam! Spesso siamo noi stessi ad aver dato consenso* a ricevere informazioni sui prodotti commerciali, ecco perché i filtri antispam non funzionano e non fermano i messaggi. Ma ci sono altre espressioni negative dell’email, come le catene, cioè messaggi che contengono falsità e invitano a inoltrarle ai propri conoscenti, le truffe*,

..............................................................

che falsificano il nome del mittente visualizzato, in modo che ci fidiamo di lui, o gli worm, che si replicano quando apriamo allegati infetti.

Glossario abilitato: autorizzato consenso: permesso fama: conoscenza, celebrità in primo luogo: come prima cosa mittente: chi spedisce mollusco: animale marino dal corpo molle truffe: inganni, imbrogli utente: chi utilizza, cliente vermicello: piccolo verme violare: invadere, non rispettare


8

Italiani brava gente

il “che” relativo

Il festival di Sanremo 2012 è stato dominato dalle donne: sul podio sono salite tre cantautrici* di talento che hanno realizzato il loro sogno di vivere cantando.

Le ragazze della musica La finale del festival di Sanremo

Arisa

Il 62° festival della canzone italiana di Sanremo, che si è svolto come sempre al teatro Ariston di Sanremo, si è concluso con la vittoria di tre giovani cantautrici. Al primo posto Emma, al secondo Arisa, al terzo Noemi: le ragazze, che hanno tutte un nome d’arte e sono coetanee, sono diventate anche molto amiche grazie al festival.

Rosalba Pippa, in arte Arisa (che è l’acronimo* dei nomi dei componenti della sua famiglia), è una cantautrice e attrice genovese di 30 anni che mescola swing e pop. Raggiunge il successo nel 2009 a Sanremo con Sincerità, che diventa un tormentone* radiofonico.

Emma Emma è una cantautrice pop di Firenze di 28 anni, che inizia a esibirsi da giovanissima con il padre chitarrista. Nel 2009 partecipa a un noto talent show, che vince come migliore artista. Con questa vittoria firma un contratto discografico e pubblica il suo primo album, Oltre, che è stato seguito da altri due album. Ha aperto i concerti di Taylor Swift e di Gianna Nannini, che è il suo idolo musicale, ed è testimonial di un marchio di vestiti e gioielli. È amatissima dai giovani, che l’hanno ammirata anche come comparsa* in alcuni film. A Sanremo partecipa due volte e nel 2012 vince con la canzone Non è l’inferno, scritta per lei dai Modà, una band di successo italiana.

www.emmamarrone.net


9 L’anno dopo torna a Sanremo e si dedica a cinema e televisione, che la impegna come giudice di X Factor. Il suo look da fumetto, con grandi occhiali neri che si disegna da sola, rossetto rosso e vestiti anni Venti, è inconfondibile*. A Sanremo 2012 presenta il brano La notte, che anticipa il suo terzo album e segna la svolta della sua carriera: da divertente e scanzonata* Arisa diventa più intimista e parla d’amore. Nel 2012 pubblica anche il suo primo romanzo, Il Paradiso non è un granché.

Noemi Noemi è una cantautrice romana di 30 anni che ha una voce molto particolare. Suona piano e chitarra ed esordisce con un disco di cover di Anastacia e Aretha Franklin. Il successo arriva con X Factor nel 2009, che la lancia nel mondo discografico. Dopo l’album, Sulla mia pelle, parte con il tour e vince vari premi come cantante rivelazione* dell’anno. Duetta con Fiorella Mannoia, che la stima molto, gli Stadio e Vasco Rossi, che è il suo mito, ma anche con molti artisti stranieri che amano la sua voce blues e black. Qualcuno dice che è il più grande talento femminile italiano di oggi. A Sanremo 2012 canta Sono solo parole, che ha un videoclip girato da lei stessa. Noemi è famosa per il suo impegno nel sociale e per la beneficenza.

www.noemiofficial.it

Non è musica per vecchi Andrea Battistoni, a soli 25 anni, è già un direttore d’orchestra affermato in Italia e all’estero. Tra una tournée e un’altra ha scritto un libro, Non è musica per vecchi, dove prova, con stile leggero e accessibile, a dimostrare che l’opera e la musica classica non sono né difficili né inaccessibili, anzi!

Schema

www.arisamusic.com

Glossario acronimo: parola creata con le iniziali cantautrici: cantanti che scrivono la propria musica comparsa: attrice di sfondo inconfondibile: caratteristico, originale rivelazione: scoperta scanzonata: scherzosa tormentone: canzone che si sente dappertutto

Scrivi le definizioni giuste nello schema e scopri il nome del talent show più amato dai ragazzi italiani, dedicato ai giovani tra i 18 e i 25 anni che vogliono diventare cantanti, ballerini e attori, vinto da Emma. 1 Sanremo è la città dove si svolge il Festival della canzone... 2 La cantante che stima molto Noemi. 3 3 Andrea giovanissimo e famoso direttore d’orchestra. 4 La trasmissione che ha lanciato Noemi. 5 Formano un acronimo.

1 2 4 5 La soluzione è a pag. 15.


10 Vivi sostenibile

il si impersonale; il gerundio

Città davvero efficienti

In tutto il mondo si sperimentano moltissime soluzioni creative per ridurre i consumi e risparmiare energia, rendendo migliore la vita delle persone. Andiamo a scoprire come si vive in una città davvero efficiente!

A casa propria Ognuno di noi può fare qualcosa favorendo la crescita di una città più efficiente. Ad esempio si possono installare finestre super isolate*, per aumentare le prestazioni* termiche, serbatoi* sul tetto che si scaldano con la luce del sole e forniscono acqua calda, oppure bagni a basso flusso*, con cui si risparmiano milioni di litri di acqua all’anno. Nelle case di Chicago vanno di moda i tetti verdi, dove si fa crescere la vegetazione, isolando gli edifici dal caldo e dal freddo e assorbendo l’acqua piovana. A Washington, invece, si preferiscono i tetti dipinti di bianco, che riducono i costi dell’aria condizionata e l’accumulo di calore.

Si parla di elettricità I celebri pannelli fotovoltaici, che sfruttano l’energia solare e generano elettricità, fanno anche ombra ai tetti, riducendo i consumi necessari per rinfrescare l’edificio. A Berlino, sfruttando lo stesso concetto di energia alternativa, si sono ricoperte di pellicole solari anche le facciate dei palazzi esposte a sud. In America si sono scelte delle soluzioni ancora più innovative: a New York si produce elettricità grazie a delle turbine* sottomarine (o nel letto dei fiumi), che ruotano seguendo il flusso quotidiano delle maree. A Nashville e

a Buffalo, invece, l’elettricità si ricava dall’incenerimento* dei fanghi di depurazione dei rifiuti solidi.

Traffico e auto Si parla spesso del traffico delle città come di uno dei peggiori fattori di inquinamento dell’aria e delle emissioni di gas serra. Ci sono sempre più auto in circolazione e sempre più smog. San Francisco e New York hanno convertito molti taxi a veicoli ibridi* e a Portland si è preferito spostare i trasporti sottoterra: treni pendolari*, metropolitane e strade principali, infatti, corrono dentro grandi tunnel, lasciando


11

la superficie al più pulito traffico di pedoni e biciclette.

Il parcheggio intelligente Intervenendo anche sui parcheggi si creano città più efficienti: ci sono quelli sotterranei, vicini alle destinazioni dei pendolari, e quelli intelligenti, come i parcheggi londinesi. Qui i parchimetri sono digitali e avvertono via cellulare quando si libera uno spazio. A Stoccolma e Singapore la scelta è stata ancora più estrema: non solo per parcheggiare ma anche per guidare nei quartieri più trafficati della città si deve pagare!

Grandi opere nel mondo A Rotterdam e Londra si sono costruite alla foce* di fiumi e canali delle porte anti tempesta, che si chiudono quando si aspettano tempeste o maree eccezionali, evitando che gli impianti di depurazione siano travolti dall’acqua che risale. La città di Los Angeles si è inventata un sistema di controllo satellitare dell’irrigazione dei parchi e dei prati, tagliando i consumi idrici e gli sprechi di acqua. Alcune metropoli europee hanno reso sotterranei certi servizi, creando dei tunnel dedicati all’elettricità, all’acqua, ai cavi telefonici e alla banda larga internet, per minimizzare* i danni dovuti al maltempo e rendere più facili le riparazioni.

Gli innovativi quartieri LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), costruiti in varie città del mondo, si propongono di risparmiare energia, materiali ed emissioni, realizzando edifici residenziali e commerciali con il più alto standard ambientale. Indovina

Glossario

Berlino ospita una delle più famose fiere dedicate al mondo dell’energia solare e delle energie rinnovabili. Sai come si chiama questa fiera? A B C

Ecological life Green power Solar energy La soluzione è a pag. 15.

flusso: getto, fiotto foce: sbocco ibridi: con un motore elettrico e uno termico incenerimento: bruciatura isolate: separate dall’esterno minimizzare: ridurre al minimo pendolari: i lavoratori che ogni giorno fanno lo stesso percorso prestazioni: risultati, rendimenti serbatoi: cisterne turbine: vortici, eliche


12

Società e tendenze

il presente storico

È qui la festa?

Tutti invitati ai 30 anni di Radio Deejay

Jovanotti

La radio più giovane e amata dagli italiani ha 30 anni e ha lanciato, nella sua storia, alcuni tra i conduttori più famosi. Il segreto del successo? Tanta musica e tante parole. Ma anche una grande capacità di adeguarsi al cambiamento restando fedele al proprio stile.

di Elena Martelli da

«Grazie ai soldi incassati* con le vendite del suo 45 giri, Gioca jouer, Claudio Cecchetto il 1° febbraio 1982 fece debuttare Radio Deejay: unica voce quella di Gerry Scotti, allora on air solo a Milano e dintorni. Radio Deejay si sarebbe sentita in tutta Italia solo nell’88, quando Cecchetto, forte del successo di Deejay Television, uno dei programmi di punta di Italia Uno, trasformò la radio in un network nazionale. Sono intanto arrivati, nell’84, Linus e Albertino, che diventano personaggi di punta del palinsesto*. Nell’86

Linus

Cecchetto trasforma Amedeo, un giovane veronese, in Amadeus. L’87 è stato invece l’anno di Jovanotti, esploso come fenomeno all’Aquafan di Rimini. Nell’89 c’è il lancio di Fiorello, già una leggenda dei villaggi turistici e ancora senza codino*. Grazie al grande successo di Viva Radio Deejay, che Fiorello conduce in tandem con Marco Baldini, la radio negli anni Novanta cambia pelle: dall’essere fatta di molta musica e poche parole, diventa una fucina* di programmi e personaggi. Musicalmente parlando è Albertino che impone un cambio di passo, puntando sulla house da discoteca con il suo insuperato Deejay Time (...) Nel frattempo arrivano altri personaggi: Elio e le storie tese, Andrea Pezzi pre-

Mtv, Daria Bignardi, Alessio Bertallot (...) Oggi Deejay continua a essere al primo posto tra le emittenti private con una media giornaliera di cinque milioni di ascoltatori. Dati da festeggiare in un party a Milano, dove ci sono tutti, da Jovanotti a Fiorello, per brindare ai primi trent’anni della radio che li ha fatti diventare famosi.»

Poche parole, tanta musica Lo slogan iniziale della radio è: “Poche parole, tanta musica”, ma per non lasciare la musica da sola la radio inizia


13

Nicola Savino

a trasmettere anche belle trasmissioni. Oggi l’emittente milanese è un fenomeno oggetto di studio per semiologi* e studiosi di fenomeni sociali suscitati dai media. Viene dato grande spazio alle forti personalità dei personaggi, che guadagnano successo ai microfoni e restituiscono alla radio popolarità e visibilità, come Fabio Volo. Sicuramente il successo di Radio Deejay deriva dalla capacità di cambiare e di adeguarsi al mondo intorno restando fedele al proprio stile.

Negli anni 90 si diffonde in Italia la formula del network. Molte piccole radio scompaiono ma nascono due famosissime emittenti: Radio Capital e Radio 24, la prima radio italiana di sole notizie e la prima legata a un quotidiano, il Sole 24 Ore. La più antica radio del mondo, tuttora esistente, è stata fondata nel 1921 in Gran Bretagna: è la BBC. L’Italia, invece, è considerata la vera patria della radio, che fu inventata da Guglielmo Marconi e chiamata inizialmente “telegrafo* senza fili”.

Claudio Cecchetto

Conosci questi personaggi di radio Deejay? Abbina ogni nome d’arte al nome di nascita. 1

Jovanotti

2

Fiorello

3

Amadeus

4

Linus

a Rosario Tindaro Fiorello b Amedeo Umberto Sebastiani c Lorenzo Cherubini d Pasquale di Molfetta La soluzione è a pag. 15.

Glossario codino: modo di legare i capelli fucina: fabbrica produttrice hertz: unità di misura della frequenza incassati: guadagnati palinsesto: schema di programmi semiologi: studiosi dei segni telegrafo: antico apparecchio di trasmissione dati


14 Giochi e attività 1

Schema Hai letto l’articolo sulla email? Allora scrivi le definizioni giuste nello schema! 1 La professione di Raymond Tomlinson. 2 La città sede del MoMA. 3 La parola email sta per... mail. 4 Dispositivo elettronico simile al cellulare. 5 Si replicano quando apriamo file infetti. 6 La parola che indica la posta “spazzatura”. 7 Il momento migliore per spedire email. 8 Sinonimo di imbrogli, inganni. 9 Il nome spagnolo della @.

2 3 4 5 6

8 9

Parole… per modo di dire Ecco alcune parole molto comuni. Segna le frasi in cui sono usate come modi di dire.

1 PUNTA a All’ora di punta c’è molto traffico. b Tagliare con la punta del coltello. 2 LEGGENDA a La leggenda di Romolo e Remo. b Quell’uomo è una leggenda. 3 TANDEM a Andare in giro in tandem. b I due attori lavorano in tandem. 4 STORIA a Passare alla storia. b Studiare storia. 5 CASA a Essere di casa. b Affittare casa.

7


15

Trova le parole della radio Trova nello schema le parole della radio e leggi chi è l’amatissima attrice comica italiana che tiene una sua rubrica alle 9 di mattina su Radio Deejay.

antenna classifica emittente frequenza hertz Marconi mass media musica

notizie programma pubblicitario satellite sintonia speaker stazione volume

S A T E L L I T E P

L M A R C O N I T U

M E N O T I Z I E B

A M T I H L P E T B

S I E A E I R F S L

S T N S R T O R T I

M T N I T T G E A C

E E A N

D N U T

I R Q Z I

Z A U I T

I T V O L U M E O A

A E C N A Z M N N R

M U S I C A A Z E I

S P E A K E R A O O

C L A S S I F I C A

La notte Ecco qualche strofa della canzone di Arisa La notte. Inserisci le parole al posto giusto. ACCANTO • ARRIVA • GIRO • SCENDE • SCRITTE • VINTI E quando .................................................... la notte e resto sola con me, la testa parte e va in .................................................... in cerca dei suoi perché. Né vincitori né .................................................... si esce sconfitti a metà la vita può allontanarci, l’amore continuerà... E sale e .................................................... dagli occhi il sole adesso dov’è? Mentre il dolore sul foglio è seduto qui .................................................... a me. E le parole nell’aria sono parole a metà, ma queste sono già .................................................... e il tempo non passerà.

Soluzioni P 2: Indovina: c). P 4-5 Scopri l’intruso: d); Specchio: Entrando in uno spazio architettonico le persone dovrebbero provare una sensazione di armonia, come se stessero in un paesaggio naturale. Proprio qui risiede il mio personale concetto di lusso.

Le soluzioni sono a fondo pagina.

P 8-9 Schema: 1. italiana; 2. Mannoia; 3. Battistoni; 4. X Factor; 5. iniziali: Amici. P 10-11 Indovina: C). P 12-13 Abbina: 1. c, 2. a, 3. b, 4. d.

P 14 Schema: 1. ingegnere; 2. New York; 3. electronic; 4. palmare; 5. worm; 6. spam; 7. alba; 8. truffe; 9. arroba. Parole... per modo di dire: 1. A; 2. B; 3. B; 4. A, 5. A. Trova le parole della radio: Luciana Littizzetto. La notte: arriva: giro; vinti; scende; accanto; scritte.


La scoperta di leggere in lingua

LETTURE GRADUATE Inglese • Francese Spagnolo • Tedesco

Partner di

www.elireaders.com

Insieme n. 7 - 2012 - Poste Italiane S.P.A. - Sped. in abb. post. - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) Art. 1, comma 1, DCB - Ancona

ELI Readers Tassa Riscossa/Taxe Perçue

Profile for ELI Publishing

Insieme_01_2012  

Insieme_01_2012