Page 1

THE TRAINING ACADEMY


LO SCENARIO DI RIFERIMENTO Change è anche un movimento culturale, sostenuto da un network di Social Investor, gli attori del cambiamento che hanno scelto di dedicare la propria capacità di facilitazione alla comunità di appartenenza. I Social Investor partecipano alla progettazione di nuovi strumenti di lavoro in costante connessione con il percorso di ricerca e sviluppo che caratterizza il Movimento.

Vivere il cambiamento è da sempre la più grande sfida dell’uomo. Di fronte ad un orientamento oggi più che mai legato ai risultati, saper facilitare i processi di trasformazione genera evoluzione, un valore aggiunto sia per il singolo sia per la collettività. È fondamentale utilizzare in modo efficace un linguaggio e modelli di comportamento che rendano possibile il cambiamento, superando le resistenze e le difese, talvolta mettendo in discussione lo status quo.

Questa alleanza di persone di talento si riconosce nei valori della relazione, dell’impegno e della bellezza. Il modello di Change si attiva in quattro dimensioni fondamentali.

Change Community Model è un progetto d’avanguardia che nasce da leader indiscussi nel campo della formazione e della consulenza, un acceleratore di consapevolezza e trasformazione delle persone, delle comunità, delle organizzazioni, che si attiva attraverso una figura innovativa e molto diffusa ormai a livello internazionale: il Facilitatore (Process Facilitator).

Change Community Model riscopre e distilla le risorse inespresse della comunità. Interviene simultaneamente su tutti e quattro i livelli dello sviluppo con un approccio integrato.

2


domanda

apprendimento

hai una domanda e cerchi una risposta immediata

riconosci l’importanza di far crescere le tue competenze

consulenza

formazione

comunitĂ

ecosistema

viviamo con te per co-generare un nuovo modello di sviluppo

anche il territorio si nutre del distillato della comunitĂ generando nuovi mercati

3 facilitazione

partnership


DIVENTARE FACILITATORI CERTIFICATI CHANGE The Training Academy è l’ambiente formativo per diventare facilitatori, durante le sessioni si lavora con una modalità estremamente creativa, la sperimentazione è costante, il percorso esperienziale prende forza grazie al contatto con persone e compagni di viaggio di grande talento e accomunati da un forte amore per l’idea di comunità. Essere facilitatori significa attivarsi in prima persona, sviluppare abilità per facilitare relazioni, processi ed ecosistemi nella realizzazione di nuovi scenari. L’Academy è strutturata per trasmettere competenze e strumenti di forte impatto sociale. I facilitatori lungo il percorso apprendono e applicano, in modo scientifico, modelli unici di crescita personale e professionale. Comprendono come utilizzare i propri talenti più profondi nella vita e nel lavoro acquisendo un metodo che si è strutturato attraverso anni di lavoro con organizzazioni e comunità complesse e di livello internazionale. I facilitatori, al termine dei quattro livelli di apprendimento e sperimentazione, vengono valutati e certificati. Diventano capaci di guidare la trasformazione, di utilizzare strumenti innovativi e di coinvolgere le loro comunità in processi di cambiamento e reti di partecipazione.

4

CONNECTION PACT patto di ascolto

VISUAL IMAGERY immagini del cambiamento

RED ALERTS criticità e difese

VALUE MAP mappa dei valori

QUICK WINS azioni veloci

SYSTEMIC CHANGE progettazione di sistema tool #34 - basic process [esempio di strumento di livello 4] Change ha creato un metodo unico di facilitazione che connette tecniche visionarie e creative con elementi tecnici e tecnologici in grado di accelerare il processo di mutamento.


THE TRAINING ACADEMY Change deriva la base scientifica del suo metodo di intervento dal Process Counseling, l’innovativo modello di lavoro messo a punto dalla Process Counseling School che, con i suoi master per specialisti, ha formato e abilitato a partire dal 2000 molti counselor che oggi lavorano ad alto livello nell’ambito dello sviluppo personale e organizzativo. Questa esperienza, unita alle innumerevoli consulenze specialistiche in importanti organizzazioni e in comunità sociali molto estese, ha permesso ai fondatori di Change Community Model di progettare il processo di apprendimento e di applicarlo nell’Academy. La metodologia sviluppata e messa a disposizione dei facilitatori continua ad avere la supervisione della scuola che certifica le competenze e la solidità della preparazione dei partecipanti ad ogni passaggio di livello. The Training Academy accelera il processo di apprendimento dei nuovi facilitatori con modalità operative innovative. La prima è di tipo relazionale: l’interdipendenza in aula di più trainer, tutti formati in Process

Counseling, che gestiscono in modo sincrono l’intero gruppo nel flusso formativo lavorando sia sui contenuti che sui processi relazionali. La seconda è di tipo didattico: i moduli formativi compongono un piano didattico integrato e l’allievo, al termine di ogni livello Explorer, Designer, Maker e Leader - diventa in grado di esprimere nuove capacità che possono essere trasferite e sperimentate nei propri contesti di vita e di lavoro. All’interno del percorso intervengono inoltre specialisti di varie tematiche, capaci di ampliare la preparazione con elementi complementari, in una logica di ricerca e miglioramento continuo e a partire dalle caratteristiche e dalle potenzialità dei partecipanti. Per tutto il periodo di partecipazione ai corsi e nelle successive fasi di applicazione del metodo, i senior counselor della scuola sono disponibili per un affiancamento personalizzato e per training individuali specifici per lo sviluppo della persona e della propria organizzazione.

5


I LIVELLI CHANGE

explorer

1° livello ATTIVARE | ISPIRARE

Attivare il cambiamento in se stessi è la fase di avvio di tutto il percorso. Addentrarsi nel contatto più profondo con i propri talenti e imparare ad esprimerli per i propri progetti di vita è lo scopo del primo livello di apprendimento. Centrarsi in una profonda capacità di ascolto, sviluppando reale congruenza ed empatia, consente al facilitatore di raggiungere il grado di Explorer. Le metodologie di relazione in gruppo e l’attenzione al Sé profondo accelerano il processo di sviluppo personale e professionale. Al termine del primo livello il Change Explorer è in grado di ispirare gli altri con l’esempio.

6


SOCIAL LEARNING

explorer

Autobiografia digitale • primo approccio di interdipendenza: autodefinirsi in 140 caratteri con l’aiuto del gruppo • ancoraggio: il patto del gruppo per l’obiettivo comune

Ascolto attivo • empatia, accettazione e congruenza: le chiavi del saper essere • il processo di riformulazione: realizzare il massimo livello di sintonia nella relazione • l’integrazione mente/corpo: comunicare a livello sistemico

Il processo di cambiamento • riconoscere il proprio daimon e per accedere alle proprie risorse più profonde • superare le difese personali e organizzative per scoprire nuove visioni • applicare il modello della spirale evolutiva e attivare il processo di trasformazione in contatto con il proprio nucleo

7


I LIVELLI CHANGE

designer

2° livello ANALIZZARE | PROGETTARE

Il facilitatore sperimenta nuovi linguaggi attraverso i quali raggiunge un buon livello di consapevolezza delle dinamiche di comportamento nei processi di cambiamento. Apprende come analizzare il contesto per sbloccare le difese e le resistenze. Il processo di sviluppo delle abilità del facilitatore passa attraverso la costruzione di nuove mappe di analisi per interpretare le dinamiche sottili dei gruppi e delle comunità. Il Change Designer è in grado di mettere a fuoco e attivare le prime azioni di facilitazione che possono liberare risorse relazionali ed avviare la trasformazione di persone e gruppi.

8


SOCIAL LEARNING

designer

The Village • perimentare il potere di trasformazione degli archetipi sociali: The Village • sbloccare il codice del talento: individuare le risorse e le potenzialità sommerse  • applicare il metodo a livello personale e professionale

Leadership e modelli di facilitazione • la tecnica di facilitazione dei gruppi: GIG (Gestione delle Informazioni dei Gruppi) • individuare gli stili di leadership all’interno dei gruppi • sperimentare il processo di Critical Performance e le tecniche di teatro d’impresa 

9


I LIVELLI CHANGE

maker

3° livello APPLICARE | COMUNICARE

L’allievo diventa agente di cambiamento, dopo aver acquisito metodologie avanzate di facilitazione, quando è in grado di sostenere con forte energia personale il processo di trasformazione. A questo punto la formazione si focalizza sulla “comunicazione di impatto”. In questo nuovo livello il facilitatore si immerge in un ambiente formativo che è la metafora della palestra, in cui si allena per sbloccare tutti i centri energetici della comunicazione. Apprende come utilizzare il potere del linguaggio e del corpo per coinvolgere persone e gruppi in profondità.

10


SOCIAL LEARNING

maker

Laboratorio di Emotional Talk • acquisire gli elementi centrali del processo di comunicazione di impatto e di public speaking • allenarsi a comunicare in situazioni chiave e di fronte a un pubblico • trovare il proprio stile ed esprimere le proprie potenzialità di fronte agli altri 

PNL in azione • i metaprogrammi: un modello scientifico per l’analisi del carattere • il processo di feedback e i livelli logici: gestire efficacemente il confronto e il conflitto  • la magia del linguaggio: violazioni linguistiche e metamodello per sbloccare la comunicazione

11


I LIVELLI CHANGE

leader

4° livello COINVOLGERE | GUIDARE

Capacità di coinvolgimento e gestione sistemica del cambiamento a tutti i livelli sono gli elementi chiave che il corso affronta nel quarto livello. Lo scopo è consegnare al facilitatore strumenti per guidare la trasformazione nei suoi ambiti di lavoro. Questo è il cuore del Change Community Model: il Change Leader, dopo aver fatto confluire nel metodo tutte le tecniche apprese nei livelli precedenti, con un grado di consapevolezza elevato e con libertà stilistica, è in grado di portare a compimento nuovi progetti di trasformazione. A questo punto è in grado di guidare il cambiamento in forma sistemica.

12


SOCIAL LEARNING

leader

Change: basic process (2 giornate) • il modello Change: le tecniche essenziali per il cambiamento di un sistema complesso • facilitare i progetti di trasformazione e miglioramento attivando le risorse delle persone e dei team • realizzare un project work su un processo essenziale di cambiamento

13


LIVELLO DI SPECIALIZZAZIONE

trainer

TRASFERIRE | INNOVARE

Arrivato a questo punto, l’allievo può diventare un Change Trainer e collaborare con Change Community Model. Un percorso personalizzato di formazione, supervisione e mentoring centrato sulle caratteristiche e le potenzialità della persona. Questo è il percorso di ingresso per entrare nel gruppo di professionisti di Change e partecipare al percorso continuo di sviluppo del movimento e dell’Academy.

Dalla Maschera Al Volto • sperimentare un livello di contatto profondo con se stessi • accelerare il processo di evoluzione personale e professionale • esprimere pienamente il proprio modello di leadership nel mondo

Supervisione Affiancamento Valutazione • per garantire il processo di supervisione e introdurre il modello di verifica e valutazione sono previsti sia pillole di formazione sia concreti momenti di affiancamento concordati con l’allievo

14


OPEN LEARNING

Lungo tutto il processo formativo offriamo alcune opportunità per costituire, crescere e consolidare la propria identità, il percorso “open learning” ha un ruolo chiave sia per il gruppo sia per i singoli partecipanti. I temi trattati possono essere implementati in base alle richieste dei singoli, viene garantita una modalità di applicazione della formazione coerente con tutto il sistema Change Community Model. • • • • • • • • • • •

Le mappe dell’empatia L’intelligenza emotiva Le 4 zone, dove mi trovo e come agisco Smart office: lean collaboration CRM: dati, informazione, conoscenza e strategia Gli stili di relazione Strumenti per il team: piattaforme collaborative Splinter book: il libro bianco del gruppo Gestire al meglio il nostro tempo Strumenti individuali: strumenti individuali di action planning e visual note Existential marketing

• • • • • • • • • • •

15

Youtube, contenuti di valore in sintesi Facebook, il passaparola online Twitter, tutto ciò che accade intorno a noi Instagram, comunicare in modo efficace per immagini Icon thinking: strumenti di creatività collaborativa Terra in vista: dai segnali deboli al cliente Hashtag machine: fare sintesi per andare oltre Il blog, costruire la reputazione Storytelling, emozionare e coinvolgere Palestra permanente di emotional talk Comunicazione interculturale


Change Community Model è la prima Academy italiana che certifica il percorso di formazione dei facilitatori. Al termine di ogni livello viene rilasciato un attestato da Process Counseling School.

www.change.community posta@change.community

Change The Training Academy  

La prima accademia in Italia che certifica il percorso di formazione dei facilitatori.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you