Page 1


er s o v o r t n o C � o e n e t A

S

iamo un collettivo di studenti che dopo l’esperienza dell’onda del 2008 ha deciso di continuare a discutere e creare mobilitazione sulle te m a ti ch e s o l l e va te d a l m o vi m e n to . R i te n i a m o , c o m e s tu d e n ti c a l a bresi, che una trasformazione della società in cui viviamo non possa prescindere da un’università pubblica, democratica, libera da ogni c o n d i z i o n a m e n t o d i m e r c a t o e a c c e s s i b i l e a t u t t i . L’ o c c a s i o n e d e l r i n n o v o d e l l a r a p p r e se n ta n za stu d e n te sca i n Se n a to Ac ca d e m i c o e n e l C o n si g l i o d i Am m i n i s tr a zi o n e ci o ffr e l a g r a n d e p o ss i b i l i tà d i co n co r r e r e c o m e ca n d i d a ti e d i p o r ta r e i n se n o a g l i o r g a n i d e c i si o n a l i d e l l ’ u n i ve r si tà tu tta u n a se r i e d i tematiche che, negli anni del “dopo Gelmini”, sono state escluse dall ’ a g e n d a p o l i t i c a . L’ u n i v e r s i t à i t a l i a n a n e g l i u l t i m i d e c e n n i h a s u b i t o u n a s e r i e d i r a d i c a l i tr a sfo r m a zi o n i . Ol tr e a l l a d r a sti c a d i m i n u zi o n e d i r i so r s e , è stato imposto un modello aziendale altamente verticistico e competitivo che allontana l’istituzione universitaria da quella che è la sua missione primaria: la creazione e la trasmissione del sapere. Ribaltare il dogma dell’università-azienda (a cominciare da un CdA eletto e non nominato), sottrarre il sapere dalle logiche di mercato, lottare per un rifinanziamento del sistema s c o l a s ti c o , u n i ve r si ta r i o e d e l d i r i tto a l l o stu d i o , i n ve sti r e i n r i c e r c a e r i q u a l i fi c a r e l a d i d a tti ca , so n o q u e s ti i te m i c h e i n te n d i a m o s v i l u p p a r e e c o n d i v i dere con tutta la popolazione studentesca durante la prossima campagna e l e tto r a l e . Ate n e o C o n tr o ve r so è , d a q u a l ch e m e s e , u n a r e a l tà c o n fe d e r a l e d i L IN K – C o o r d i n a m e n to U n i ve r si ta r i o e , c o m e ta l e , so sti e n e , p r o m u o v e e p a r te c i p a a l l e c a m p a g n e n a zi o n a l i d e l l a r e te .


ione in p ’o d � to o v � un � o m ia d e hi c i� V

L

e u l ti m e r i fo r m e d e l l ’ u n i ve r si tà h a n n o r i s tr e tto n o te vo l m e n te g l i sp a z i d i co n fr o n to , d i sc u ss i o n e e d e ci s i o n e d e n tr o g l i a te n e i . L a s i tu a zi o n e n e l l a n o s tr a u n i ve r si tà è a g g r a va ta d a u n a fo r te s co ss a a cce n tr a tr i c e e a u to r i ta r i a ch e n e g l i u l ti m i a n n i h a i m p e d i to u n a d i s cu ss i o n e a m p i a e d e mocratica rispetto alle modifiche di Statuto e al riassetto organizzativo dell’università. In particolare le proposte degli studenti non sono state a s c o l ta te e l a r a p p r e s e n ta n za s tu d e n te sc a n e g l i o r g a n i d e l l ’ u n i v e r si tà n o n è riuscita a portare la voce critica e alternativa, a nostro avviso, necessaria. Negli ultimi venti anni, la rappresentanza degli studenti non solo è stata svil i ta d a l “ s i ste m a ” , m a s i è a u to - r e l e g a ta i n u n a co n ti n u a p o si z i o n e d i s u b a l ternità, arrivando occupare una posizione quasi simbolica, a causa della sua stessa incapacità di prendere parola, di proporre con forza una posizione che venisse dal basso. Riteniamo, dunque, che sia arrivato per gli Studenti il momento di prendere consapevolezza rispetto alle dinamiche pol i ti c h e d e l l ’ u n i ve r si tà . L e sc e l te o p e r a te d a g l i o r g a n i d i g o ve r n o s i r i p e r c u o tono quotidianamente sulla vita di ogni singolo studente in termini di d i d a tti c a e s e r vi zi . N e l l ’ a ttu a l e s i ste m a vo ta u n a p e r c e n tu a l e b a ssa d i stu denti, spesso del tutto inconsapevole o, addirittura, spinta da piccoli e g r a n d i s i ste m i cl i e n te l a r i d i l i ste ch e b a r a tta n o v o ti co n a p p u n ta m e n ti m o n dani. Noi vi chiediamo un voto d’opinione sulla base del nostro programma p o l i ti co e s u l l a b a se d e l l ’ a tti vi tà s vo l ta n e l co r so d i q u e sti a n n i . In te n d i a m o p a r ti r e d a i b i so g n i m a te r i a l i d e g l i stu d e n ti p e r tr a sfo r m a r l i i n d i ritti sociali da rivendicare, costruendo percorsi di mobilitazione e partecipazione diretta della comunità universitaria alle decisioni: questo è il senso d e l n o s tr o fa r e r a p p r e se n ta n za so ci a l e d e g l i s tu d e n ti .


Pe r n o i l a r a p p r e se n ta n za è u n v a l o r e l e g a to a l l a c o l l e tti vi zz a z i o n e d e i p r o b l e m i e d e l l e r i v e n d i c a zi o n i d e i s o g g e tti ch e r a p p r e se n ta ; c e r to s i p u ò p r e s c i n d e r e d a e ssa , m a l a r a p p r e s e n ta n za r i m a n e u n o str u m e n to i m p o r ta n te p e r l e l o tte c h e p o r ti a m o a va n ti . N o n p o ss i a m o p e r d e r e u n ’ a l tr a o cca s i o n e , approfittiamo di questa tornata elettorale per rifondare un sistema di rapp r e se n ta n za u n i ve r si ta r i a b a sa to su i d i r i tti e l o n ta n o d a i si ste m i c l i e n te l a r i c h e l o h a n n o c a r a tte r i zz a to n e g l i a n n i r e ce n ti . Vi c h i e d i a m o d i v o ta r e c o n sapevolmente, vi chiediamo di informarvi, vi chiediamo un sostegno politico per una nuova esperienza di rappresentanza negli organi dell’Università.del n o s tr o fa r e r a p p r e se n ta n za so ci a l e d e g l i s tu d e n ti .

Riqualificare�la�didattica

“L

e c o n o sce n ze n o n so n o p i ù ve tto r e d i e m a n c i p a z i o n e e g i u sti z i a sociale ma formano uomini e donne destinati a vivere la solitudine co m p e ti ti va d e l m e r ca to d e l l a vo r o e i l d o g m a d e l l a p r o d u tti v i tà .”

Le fasi politiche e le riforme degli ultimi anni hanno portato al deterioram e n to d e l si s te m a U n i v e r si ta r i o s o p r a tu tto so tto l 'a s p e tto d e l l a d i d a tti c a . A p e n a l i z z a r e l a fo r m a zi o n e d e g l i stu d e n ti , i n fa tti , n o n s o n o sta te so l ta n to l e sc e l te s b a g l i a te d e l l e si n g o l e r i fo r m e , m a a n c h e i l q u a d r o p o l i ti co e d e c o nomico che ha fatto e fa da contorno a queste. Mentre tutti i Paesi investono su l l a fo r m a z i o n e e su l l a cu l tu r a co m e ve i co l o p e r u sc i r e d a l l a c r i s i , i n Ita l i a i l s i s te m a d e l l ’ i str u z i o n e vi e n e vi sto co m e u n a za v o r r a n o n p i ù so s te n i b i l e e s i r i d u c o n o i fi n a n zi a m e n ti p u b b l i ci a scu o l e e u n i v e r s i tà . I ta g l i l i n e a r i a l fondo di finanziamento per l’università si manifestano in termini di riduzione d e i se r v i z i e d e q u a l i fi ca zi o n e d e l l a d i d a tti ca .


Ad esempio, Sapete cosa significa “mutuazione”? Significa che non ci s o n o i so l d i p e r a tti va r e u n co r s o e ch e p e r r i sp e tta r e l e ta b e l l e m i n i ste r i a l i è n e c e ssa r i o s o sti tu i r e ( m u tu a r e ) u n co r so co n u n a l tr o ( e se m p i o : i l co r s o di Museologia mutua da quello di Critica letteraria; il corso di Spagnolo m u tu a d a q u e l l o d i R o m e n o ; i l c o r so d i L i n g u a Sp a g n o l a II m u tu a d a q u e l l o d i Sp a g n o l a I) . In q u e sto m o d o l e Fa co l tà r i sp e tta n o l e i n d i ca zi o n i d e l m i n i ste r o a d i sc a p i to d e l l a q u a l i tà d e l l a d i d a tti c a e d e l l e sce l te d i o g n i si n g o l o stu d e n te . M a n o n c i so n o s o l ta n to p r o b l e m i d i n a tu r a e co n o m i ca . L’ o r g a n i z zazione didattica dei nostri corsi di laurea lascia molto a desiderare e rende i m p o ss i b i l e u n a c o r r e tta fr u i zi o n e d e l l e l e zi o n i : c o r si c h e s i s o v r a p p o n g o n o tr a d i l o r o , sb i l a n c i a m e n to d e i co r si a tti va ti tr a i l p r i m o e i l s e c o n d o se m e str e ( e se m p i o : u n s o l o co r s o a l p r i m o se m e str e , se i co r si a l s e c o n d o ) s o n o soltanto alcuni dei problemi evidenziabili. Come studenti, pretendiamo di e s s e r e r e s i p a r t e c i p i d e l l a c o s t i t u z i o n e d e l l ' o ff e r t a f o r m a t i v a c h e a v v i e n e ogni anno, così da poter fare delle scelte didattiche appropriate, che badino davvero alla nostra formazione e alle nostre esigenze. Il miglioramento d e l l a q u a l i tà d e i sa p e r i ch e ve n g o n o tr a s m e ss i a l l ’ i n te r n o d e i n o str i a te n e i non può prescindere da un rifinanziamento dell’intero sistema universitario n a zi o n a l e . Pe r e vi ta r e ch e c o n ti n u i q u e s to i n e so r a b i l e s vi l i m e n to d e i c o r si d i stu d i o , è n e ce s sa r i o r i p r i sti n a r e g l i i n ve sti m e n ti e i n d i v i d u a r e n e l l a co n o sc e n z a u n o s tr u m e n to d i r i l a n ci o e co n o m i co e d i u sci ta d a l l a cr i si . In p a r ti co l a r e , l a n o s tr a te r r a , l a C a l a b r i a , h a b i so g n o d i m e n ti b e n p r e p a r a te ch e abbiano lo sguardo critico necessario a trasformare la realtà che ci circo n d a . L’ i str u z i o n e u n i ve r s i ta r i a d e v e e m a n ci p a r si d a l l e l o g i c h e d e l m e r ca to , l a d i d a tti c a c o s ì c o m e è co n ce p i ta è fu n zi o n a l e s o l ta n to a l p e n si e r o e co n o m i c o dominante. Non è possibile che in tutti gli atenei italiani si studi sullo stesso l i b r o d i e c o n o m i a . R i te n i a m o ch e l ’ o ffe r ta fo r m a ti va d e b b a a ssu m e r e u n r e spiro più ampio, non limitandosi ad una specializzazione funzionale solo a l l e e s i g e n z e l a v o r a t i v e . C ’ è b i s o g n o d i d i v e r s i f i c a r e l ’ o ff e r t a f o r m a t i v a i n m o d o ch e i co r si d i stu d i o si a n o l i b e r i d a l l e l o g i ch e d i m e r c a to e r i vo l ti a l l a va l o r i zz a z i o n e d e l l a ri c e rca e a l l a p r o mo zi o n e d i u n o svi l u p p o a l te r n a ti vo .


diritti

Le�nostre�tasse�e�i�nostri� C ont r ibuz ione s t ude nt e s c a .

I

recenti tagli all’istruzione hanno causato l’aumento delle tasse in tutti g l i a te n e i . Ba sti p e n s a r e ch e l a p r i m a r a ta d e l l e ta ss e a l l ’ U n i C a l è p a s sata dai 255 euro del 2003 ai 360 di quest’anno. Riteniamo che il sis te m a u n i v e r s i ta r i o i ta l i a n o d e b b a te n d e r e a d u n a p r o g r e s s i va e l i m i n a zi o n e d e i c o n tr i b u ti stu d e n te sch i , co m e a v vi e n e g i à i n m o l ti p a e si e u r o p e i . Qu e s to , c e r to , n o n p u ò d i p e n d e r e d a l l e so l e u n i v e r s i tà , m a d e v e e ss e r e fr u tto d i p o l i ti c h e s ta ta l i d i i n ve s ti m e n to su l l a fo r m a zi o n e e su l ca m b i a m e n to d e l s i s t e m a f i s c a l e e d e l l e p o l i t i c h e i n t e r m i n i d i a u s t e r i t y. Tu t t a v i a r i t e n i a m o c h e , a l l o s ta to a ttu a l e , l a c o n tr i b u zi o n e d e b b a e s se r e q u a n to p i ù e q u a p o ss i b i l e e s e g u i r e cr i te r i d i p r o g r e ss i v i tà . R i te n i a m o ch e , a ta l e fi n e , s i a u ti l e u n a r i m o d u l a zi o n e d e l l e fa sc e d i co n tr i b u z i o n e , co n l ’ i n se r i m e n to d i co e ffi cienti volti a ridurre il prelievo sulle fasce di reddito basse e aumentare q u e l l o s u l l e fa sce a l te . In o l tr e , l a ta s s a z i o n e d e v e p r e s c i n d e r e d a l l ’ a n n o d i i s c r i zi o n e d e l l o s tu d e n te e d e s se r e q u a n ti fi c a ta so l o su l l a b a se d e l r e d d i to . N o n c o n s i d e r i a m o co r r e tto d i ve r si fi ca r e l a ta s sa z i o n e tr a fu o r i c o r so e s tu denti regolarmente in corso, in quanto crediamo che ogni individuo sia lib e r o d i te m p i fi c a r e l o stu d i o e l ’ a p p r e n d i m e n to c o m e m e g l i o cr e d e . In o l tr e d o b b i a m o r i ch i e d e r e i l r e i n se r i m e n to d e l l a so g l i a d e l 2 0 % c o m e q u o ta d i b i lancio coperta dalle tasse degli studenti, in modo che gli atenei non poss a n o i n n a l z a r e a p i a ci m e n to i c o n tr i b u ti s tu d e n te sc h i .

D ir it t o a llo s t udio. I fi n a n z i a m e n ti p e r i l D i r i tto a l l o Stu d i o ( d su ) s o n o se p a r a ti d a l fo n d o ch e l o S t a t o o g n i a n n o i n v e s t e n e l l ’ u n i v e r s i t à . Tu t t a v i a , a n c h e q u e s t i u l t i m i h a n n o su b i to u n ta g l i o p r o g r e ssi v o : da i 2 4 9 m ilioni d e l 2 0 0 9 s i a m o a r r i va ti ai 103 milioni del 2013. Questa riduzione ha portato ad un aumento su b a se l o c a l e d e l l a co n tri b u zi o n e s tu d e n te s c a l e g a ta a i se rv i zi .


Gu a r d a n d o a l l a si tu a zi o n e l o c a l e d e l l a n o str a u n i ve r s i tà , c r e d i a m o c h e s i a a r r i v a to i l m o m e n to d i r i s o l ve r e l ’ a n n o s o p r o b l e m a d e i r i ta r d i n e l l ’ a s s e g n a z i o n e d e g l i a lloggi. An co r a q u e st’ a n n o , a i p r i m i d i n o ve m b r e , n o n tu tti g l i a v e n ti d i r i tto h a n n o o tte n u to i l p o sto n e l l e r e si d e n z e , m e n tr e l e g r a d u a to r i e per la preassegnazione scorrono lentamente e non è sicuro che si riescano a soddisfare tutte le domande pervenute. Riteniamo questa situazione inacc e tta b i l e . Il s i ste m a d e l l ’ a ss e g n a z i o n e d e ve e ss e r e p o te n z i a to i n m o d o d a co m p l e ta r e l e a s s e g n a z i o n i a i p r i m i d i o tto b r e i n co r r i sp o n d e n za d e l l ’ i n i z i o dei corsi. Ci batteremo dentro e fuori gli organi di governo dell’università per evitare, come paventato di recente, che la gestione delle nuove resid e n ze p a ss i i n m a n i p r i v a te . N o n r i te n i a m o co r r e tto ch e ci ò ch e è sta to c o str u i to c o n fi n a n z i a m e n ti p u b b l i ci ve n g a u ti l i zz a to d a u n p r i v a to p e r tr a r n e profitto. Deve essere l’università stessa a gestire adeguatamente il servizio e, laddove sia possibile, trarre da esso le risorse utili al miglioramento dello ste s so . Al l ’ i n te r n o d e l p a n o r a m a s u l d su r i e n tr a n o p i e n a m e n te tu tti q u e g l i a l tr i s e rv i zi e q u e l l e a ge v ola zioni d i cu i l o s tu d e n te d o vr e b b e u s u fr u i r e a l d i fu o r i della vita all’interno del campus. Parliamo, in questo senso, di agevolazioni per cinema, teatri ed in particolare dei servizi che riguardano la mobilità, q u i n d i i l si s te m a d i tr a sp o r to l o ca l e . Ol tr e a c h i e d e r e l a r i o r g a n i z z a z i o n e e il potenziamento dell’attuale servizio autobus per l’università, chiediamo che vengano istituite delle corse notturne, in modo da favorire la mobilità degli studenti che vivono all’interno del campus. Inoltre l’UniCal deve dota r s i d i u n s i ste m a d i tr a s p o r to i n te r n o p i ù e ffi ci e n te e d e co so ste n i b i l e : n o n s o l o v a n n o r i p r i s t i n a t e l e n a v e t t e , b i s o g n a a ff i a n c a r e a d e s s e l e f a m o s e biciclette acquistate negli anni passati dall’UniCal e destinate, attualmente, a m a r c i r e i n q u a l ch e m a g a z zi n o .


�studente llo de tà ni ia id ot qu e� s� pu m Vivibilità del�ca

I

l p u n to d i fo r za p i ù e vi d e n te d e l l ’ U n i ve r si tà d e l l a C a l a b r i a è s e n z a d u b b i o i l C a m p u s. Pa r ti r e d a q u e s ta i d e a si g n i fi c a r i b a d i r e c h e l ’ U n i v e r s i tà c h e v o g l i a m o n o n è so l o u n o s p a z i o fi s i co o u n l u o g o d o ve co n q u i sta r e u n p e z zo d i ca r ta m a è , e d e ve c o n ti n u a r e a d e ss e r e , u n o sp a zi o s o ci a l e , u n ce n tr o d i a g g r e g a zi o n e cu l tu r a l e c h e n o n s i sv u o ta d u r a n te i l fi n e s e tti mana. Considerata la natura di Campus dell’Università della Calabria, è importante rivolgere tutto il nostro impegno alla promozione di una serie di a tti v i tà ch e p o r ti n o , g l i stu d e n ti a l l o g g i a ti e n o n , a co n s i d e r a r e l ’ U n i ve r s i tà n o n s o l o c o m e l u o g o p e r se g u i r e c o r s i o s o s te n e r e e sa m i , m a a n ch e e so p r a ttu tto , co m e l u o g o d a vi v e r e e d o ve p r o d u r r e e sca m b i a r e c o n o s c e n z e e c u l tu r a . Proponiamo il ripristino degli spazi abbandonati delle strutture UniCal e che q u e s ti v e n g a n o m e ss i a d i sp o si zi o n e d i q u a n ti , fr a g r u p p i e d a sso c i a zi o n i , ne abbiano bisogno per l’espletamento di attività socio-culturali. Chiediamo che vengano attrezzati degli spazi in cui gli studenti possano ritrovarsi e s tu d i a r e i n g r u p p o , se n za d o ve r n e c e s sa r i a m e n te p e r e g r i n a r e p e r o r e a l l a r i c e r c a d i u n ’ a u l a v u o ta . Richiediamo una migliore gestione delle strutture sia sportive che ricreative p e r c o n s e n ti r n e u n a m a g g i o r e fr u i b i l i tà . L a r i p a r ti z i o n e a n n u a d e i fo n d i p e r questo tipo di attività deve esser fatta con criteri oggettivi e di massima tras p a r e n z a , b a s a ti su l l a va l u ta zi o n e d e i v a r i p r o g e tti p r e se n ta ti . C h i e d i a m o , i n fa tti , c h e ve n g a i n d e tto a n n u a l m e n te u n b a n d o c h e fi ssi c h i a r a m e n te i c r i teri di valutazione in base ai quali i progetti avanzati verranno finanziati secondo principi di concreta fattibilità, raggiungimento degli obiettivi prefissati e con la rendicontazione finanziaria finale. È necessario che sia predisposta u n a c o m m i s s i o n e te r za ch e n o n c o m p r e n d a r a p p r e se n ta n ti d e l l e s te s s e a ss o c i a z i o n i ch e p r e s e n ta n o i p r o g e tti d a g i u d i ca r e , c o n i l c o m p i to d i m o n i to ra r e l a r e a l i zza z i o n e d e i p ro g e tti fi n a n zi a ti .


i�democr �d rio to ra o b la e� m co tà si er iv L’un

L

azia

’ a ttu a zi o n e d e l l a l e g g e Ge l m i n i h a l i m i ta to n o te vo l m e n te g l i sp a z i d i d e m o c r a z i a a l l ’ i n te r n o d e g l i a te n e i . L a r i fo r m a d e l l a gov e r na nc e u n i ve r s i ta r i a p o r ta a d u n e c c e s si v o a cc e n tr a m e n to d e i p o te r i n e l l e m a n i del Rettore, supportato da un Consiglio d’Amministrazione designato, in parte, dal rettore stesso e che gode di maggiore peso rispetto al Senato Accademico. Nel nuovo Consiglio d’Amministrazione della nostra università su n o v e m e m b r i so l ta n to d u e sa r a n n o e l e tti , m e n tr e g l i a l tr i s e tte ( d i cu i d u e e s te r n i a l l ’ U n i C a l ) s a r a n n o n o m i n a ti . Al l a l u c e d e l l e r e c e n ti n o vi tà , e m e r se i n s e g u i t o a i r i c o r s i a l TA R f a t t i d a l l e u n i v e r s i t à , c h i e d e r e m o c h e l ’ U n i C a l m o d i fi ch i i l p r o p r i o sta tu to a l fi n e d i c o n se n ti r e u n a c om ple t a e le zione d e i m e m b r i d e l C d A e d i r i p r i s ti n a r e , a l m e n o i n p a r te , g l i sp a z i d i d e m o cr a z i a so ttr a tti d a l l ’ u l ti m a r i fo r m a . L a n o str a u n i ve r si tà , d o p o l a tr i ste e sp e r i e n za d e l l e m o d i fi c h e d i Sta tu to e d e i R e g o l a m e n ti , h a b i so g n o d i vo l ta r e p a g i n a e r i d i ve n ta r e u n l a b o r a to r i o d i d e m o cr a zi a ca p a c e d i fa v o r i r e l a p a r te c i p a z i o n e d i tu tte l e c o m p o n e n ti a cc a d e m i ch e . È p e r q u e sto ch e ce r ch e r e m o d i i n ci d e r e n e i p r o ce s si d i a p p l i c a z i o n e d e l l a n u o va n o r m a ti va ( a co m i n ci a r e d a i n u o vi R e g o l a m e n ti ) , ch i e d e n d o l ’ i sti tu zi o n e d i n u o ve fo r m e d i d e m o c r a z i a co m e i l r e f e r e ndum s t ude nt e s c o, a l fi n e d i fa vo r i r e l a r e a l e p a r te c i p a zione degli studenti a tutti i processi decisionali dell’università. Inoltre, p r e te n d i a m o u n a m a g g i o r e tr a sp a r e n za d e g l i a tti d e l l ’ u n i v e r si tà e d e g l i o rgani accademici, perché riteniamo che la cosa pubblica debba essere un p a l a z z o d i ve tr o ” .


Programma elettorale Ateneo Controverso - Elezioni 2012  

28 e 29 novembre VOTA Ateneo Controverso

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you