Page 1

Arte e Musica

PROGRAMMA 2013 &

International Piano Festival 7째Edizione

Querceto Mazzolla Volterra ACCADEMIA LIBERA NATURA & CULTURA


Scultura copertina Claire Fontana, Giulietta, 2005, 12x17x44 Ingresso Spettacolo INTERNATIONAL PIANOFESTIVAL 15 € Ingresso in Piazza 10 € Ingresso spettacoli fine agosto 15 € Ingresso Opera 30 €, Operetta 20 € Abbonamento stagionale (escluso opera) 60 € Serata 9 giugno GRATUITA


Direzione Artistica Festival&Masterclasses Paolo Francese +39 340 0560988 paolofrancese69@gmail.com Direzione Artistica Vinopera Paolo Filidei +39 328 8950754 vinoperarte@gmail.com Direzione Artistica Classic Romain Descharmes +33 688893388 romaindecharmes@gmail.com Event Coordinator Ursula Vetter +39 366 1351567 accademialibera@tiscali.it Ufficio stampa Elena Capone +39 3298826391 elena.capone@tiscali.it Fotografia Rita Dollmann +39 3343508817 info@photomanufaktur-rd.de ACCADEMIA LIBERA NATURA E CULTURA Via di Borgo, 1 I-56040 Querceto-Montecatini VC Mazzolla, 77 I-56048 Mazzolla-Volterra (PI) +39 366 1351567 - +39 329 8826391 accademialibera@tiscali.it www.association-marcopolo.org


28 aprile 2013 ore 21 QUERCETO 1 maggio 2013 ore 21 MAZZOLLA Gwen Sampé voce Jobic Le Masson pianoforte jazz

Gwen Sampé est chanteuse, compositrice, arrangeuse, enseignante, directrice de chorale, et animatrice d'ateliers avec un fond aussi riche et diversifiée que ses talents. Gwen a obtenu un baccalauréat en philosophie politique à l'Université de Houston avant de recevoir une bourse d'études en 1988 du Conseil des Arts de Grande-Bretagne pour aller à Guildhall School of Music and Drama à Londres. Après avoir obtenu son AGSM de Guildhall, Gwen a dirigé et composé la musique de “Turnings,” une pièce de théâtre basée sur le livre de poèmes A Shuttle in the Crypt de Wole Soyinka. En 1990, elle a joué le rôle de Dieu dans Noye's Fludde de Benjamin Britten. C'est la première fois que ce rôle est tenu par une femme. En 1994, elle a rejoint la première compagnie d'opéra noir, Ariya, qui se trouve en Angleterre et elle y a joué le rôle de l'Esprit dans l'opéra Didon et Énée d'Henry Purcell. Tout en continuant de se concentrer sur son principal intérêt musical, le jazz, elle a joué dans des clubs et des festivals en Europe (Angleterre, l'Irlande, l'Islande, l'Italie, et l'Allemagne). Au cours de cette période, elle a également contribué à des projets musicaux communautaires en Irlande et en Angleterre avec le célèbre musicien Phil Mullen, en travaillant avec les handicapés, les personnes ayant des troubles d'apprentissage, les personnes âgées, les jeunes, les adolescents à risque, les prisonniers, les apprenants sur le tard, et les chanteurs amateurs. Elle a eu l'honneur et le plaisir de travailler avec le Pan-Centre for Intercultural Arts du Conseil Britannique où elle a enseigné pendant trois ans. Gwen a également enseigné le chant au City Literary Institute et Elle a enseigné le chant au City Literary Institute et formé des animateurs d'ateliers de musique communautaires au Goldsmith's College, à l'Université de Londres, et à celle de Limerick en Irlande.


Gwen a étudié la danse avec Yolande Burke et William Louther à Londres pendant les années 1990, et avec Elsa Wolliaston à Paris. En 1999, elle a joué et a écrit la musique du court métrage My Wife, et produit son premier album, Water Gazing, en 2002. Originaire de Houston, au Texas, Gwen Sampé réside aujourd'hui en France où elle enseigne et chante régulièrement. Jobic Le Masson, né en France en 1968, débute son éducation musicale à l'âge de 7 ans au conservatoire. Dès ses 16 ans, il s'expatrie aux Etats-Unis pour y étudier la théorie musicale et la composition à la Berklee School of Music à Boston où il obtient un Bachelor of Music ainsi qu'un diplôme d' Ingénieur du Son. Depuis son retour en France en 1990, Jobic dédie son temps entre concerts, composition, enregistrements de disques et enseignement. . Il maintient depuis plusieurs années des collaborations proches avec des musiciens tels que John Betsch, Peter Giron, Aldridge Hansberry, Sebastien Buchholz, Gwen Sampé, Steve Potts, Longineu Pearson, Rasul Siddik, Benjamin Duboc, Didier Lasserre.... avec lesquels il enregistre et se produit régulièrement dans clubs et festivals aussi bien en France qu'à l'étranger. Improvisateur allergique aux clichés, son goût pour l'écriture et la composition est remarqué et encensé par la presse notamment lors de la sortie de son disque en trio "Hill". Depuis 2009, Jobic donne de nombreux cours particuliers et s'occupe de l'organisation d'ateliers et de stage musicaux. Il organise des concerts deux fois dans l'année où l'on voit ses élèves se produire

Ingresso 10 €


26 maggio 2013 ore 21.30 MAZZOLLA Martina Eisenreich violino & Band

LA LUNA INDOSSA L'ARANCIO E LA VITA È ROSSO RAME RICOLMA E EBBRA DI DESIDERIO DI ABBRACC IARE IL BELLO Un ampio paesaggio apre la ridda delle storie. La luna che rifulge ardente è ricca di promesse come un nuovo amore. Il violino sussurra. La sua voce è un pò malinconica ma allo stesso tempo così lusinghiera: melodie profonde di una bellezza soprannaturale arricchite da un pizzico di fresca verve virtuosistica. Il signor Müller è al settimo cielo attorniato dalle sue chitarre. La batteria è una rara macchina delle meraviglie accompagnata dal canto di un contrabbasso che diffonde i suoi toni caldi e cupi. La bramosia regna sovrana e sogna ancora il valzer quando la notte già si sveglia e la folla si dirige verso la sala da ballo. Le porte e le danze sono aperte! E tutti sono spinti ad uscire fuori, dalla contessa al gatto randagio, tutti obbediscono al genuino splendore della luna. E quando il cameriere porta la seconda bottiglia di spumante, persino la silenziosa zia Caterina balla il charleston sui tavoli, senza remora alcuna. Fino alle soglie del mattino - allora tutti si lasciano delicatamente avvolgere, soddisfatti, nell´ultimo silenzio della notte. Martina Eisenreich è compositrice di successo e dal 2009 docente di Colonne Sonore e Sound Design all´Accademia della Televisione e del Cinema di Monaco di Baviera. Nel nuovo album si incrociano i cammini di una poesia del suono dalla natura forte e cineastica assieme al suo fascino di violinista e musicista polistrumentale per oltrepassare i confini del consueto in modo fresco e innovativo: musica che dà piacere ai sensi, colma di sorprese... sottile e suggestiva e in ogni istante avvincente. Il fulcro di questo meraviglioso progetto è la carismatica arte corale del quartetto. Grazie ad essa, il progetto, colmo di una vivacità coinvolgente, simpatia, dinamismo e tensione artistica, si è potuto rinnovare ad ogni rappresentazione durante il tour europeo degli ultimi anni. Sui palcoscenici delle più celebri sale concerti, nella calda luce diffusa dai lampioni di strade italiane, davanti allo scintillio negli occhi dei bambini alla vista degli strumenti oppure in leggendari locali di jazz, da qualche parte vicino a Parigi. Il sound armonioso di „Contes de lune“, registrato con tanta pienezza e sensibilità, porta una volta in più la firma inconfondibile della magia del suono analogico di Wolfgang Lohmeier e invita a scoprire emozioni acustiche sempre nuove.

Ingresso 10 €


9 giugno 2013 ore 21.30 QUERCETO Cori in piazza Due cori volterrani si danno l’appuntamento

E' il “grido” vigoroso all'unisono dai repertori folk della storica formazione “Corale G. Puccini” di Volterra, diretta dal maestro Simone Valeri, che tuonerà in Piazza della Fontana, all'ombra dell'antica torre del Castello, insieme alle incursioni gospel e spiritual, repertori della cultura musicale dei neri d'America e brani della tradizione africana de “Il Coretto dei Pinguini” diretto dal maestro Michele Bracciali, anch'esso di Volterra. Un viaggio fra radici territoriali ed esotiche con due fra le più accreditate formazioni della Val di Cecina. La più antica, la Corale Puccini, che affonda nell'identità e nel carattere della Toscana popolare, ha compiuto il 50° proprio nel 2012, dalla fondazione nel 1962, esordita dalla vivissima tradizione musicale cittadina custodita nelle botteghe artigiane di Volterra. Un cinquantenario che cadeva anche nel 150° dell'Unità d'Italia: due fondamentali ricorrenze in occasione delle quali ha eseguito, insieme ai canti rinascimentali, l'originale composizione per coro, orchestra e azione coreografica: la “S. Cecilia” su musiche originali del M° Ivo Meini. Nasce all'interno dell'Accademia della Musica “Città di Volterra” nel gennaio 1996, invece Il Coretto dei Pinguini di Michele Bracciali, un coro misto composto attualmente da trenta elementi. Divisi in quattro sezioni, come nella polifonia classica (bassi, tenori, contralti e soprani), prediligendo sempre lo stile "a cappella". Nonostante la giovane età “Il Coretto dei Pinguini” svolge, e ha svolto, attività concertistica in Italia e all'estero riscuotendo sempre unanimi consensi da parte del pubblico e della critica.

ole

Lo

Ristorante

da Del S can

Querceto Ingresso Gratuito

0588 37407


7 luglio 2013 ore 21 QUERCETO Rigoletto di Giuseppe Verdi Melodramma in tre atti di Francesco Maria Piave Produzione VinOperArte

Atto I Al Palazzo Ducale di Mantova, durante una festa, il Duca dichiara il suo spirito libertino in una canzone (Questa o quella per me pari sono). Intanto, in disparte, il cortigiano Marullo racconta ai suoi amici che Rigoletto, sebbene gobbo e deforme, avrebbe un'amante. In realtà la giovane, creduta erroneamente sua amante, non è altro che la figlia Gilda. Improvvisamente appare il Conte di Monterone, vecchio nemico del Duca, che lo accusa pubblicamente di avergli sedotto la figlia. Rigoletto lo irride (Voi congiuraste contro noi, signore) e Monterone maledice lui e il Duca. Il Duca ordina di arrestare il Conte, mentre Rigoletto, spaventato per le parole di Monterone, fugge. Mentre è sulla strada di casa il buffone viene avvicinato da Sparafucile, un sicario prezzolato, che gli offre i suoi servigi a Rigoletto che lo allontana. Quindi, giunto sulla soglia di casa, ripensa alla sua vita infelice da buffone e alla maledizione di Monterone, che lo ha profondamente turbato (Quel vecchio maledivami). Tornato a casa, riabbraccia Gilda e raccomanda alla cameriera Giovanna di vegliare su di lei (Veglia, o donna, questo fiore); ma il Duca si è già introdotto nella casa e osserva di nascosto la scena. Poco dopo Rigoletto se ne va e Gilda viene avvicinata dal Duca, che le dichiara il suo amore, spacciandosi per uno studente povero, Gualtier Maldè. Andatosene anche il Duca, Gilda canta il suo amore per lui (Gualtier Maldé... Caro nome...). Nelle vicinanze, Marullo sta organizzando con un gruppo di cortigiani il rapimento di quella che crede essere l'amante di Rigoletto e si fa aiutare dallo stesso che, bendato, gli tiene ferma la scala d'accesso alla terrazza. Solo quando tutti sono partiti, egli capisce la verità.


Atto II All'oscuro di tutto, il Duca di Mantova, tornato a cercare Gilda, si dispera per il suo rapimento. Quando i cortigiani lo informano di aver rapito l'amante di Rigoletto, egli comprende cosa è successo e si fa portare Gilda in camera (Possente amor mi chiama). Entra Rigoletto che, fingendo indifferenza (La rà, la rà), cerca la figlia, deriso dal crocchio di cortigiani. Quando capisce che Gilda si trova nella camera del Duca, sfoga la sua ira imprecando contro i nobili, che però gli impediscono di raggiungere la stanza (Cortigiani, vil razza dannata). Esce Gilda e finalmente rivela al padre come ha conosciuto il giovane di cui ignorava la vera identità (Tutte le feste al tempio). Per vendicare la figlia disonorata, Rigoletto medita una terribile vendetta. Passa frattanto Monterone, che sta per essere condotto al supplizio. Il vecchio nobile si ferma e osserva il Duca ritratto in un quadro, constatando amaramente che la sua maledizione è stata vana. Quindi esce. Udite le sue parole, Rigoletto replica che la vendetta invece arriverà (Sì, vendetta, tremenda vendetta!). Egli ha già deciso di rivolgersi al sicario Sparafucile per chiedergli di uccidere il Duca. Atto III Rigoletto ha deciso di far toccare con mano alla figlia chi sia veramente l'uomo che ella continua, nonostante tutto, ad amare. La conduce perciò alla locanda di Sparafucile, nella periferia di Mantova, dove si trova il Duca, adescato dalla sorella del sicario, Maddalena. Gilda ha così modo di vedere di nascosto il Duca, mentre questi canta un elogio all'amore libertino (La donna è mobile). Mentre all'esterno si avvicina un temporale, il Duca amoreggia con Maddalena (Bella figlia dell'amore), quindi va a riposare al piano superiore. Rigoletto dà ordine alla figlia di tornare a casa e di partire immediatamente alla volta di Verona, travestita da uomo per la sua incolumità; dopo aver preso accordi con Sparafucile, si allontana anch'egli dalla locanda. Ma Gilda, già in abiti maschili, torna presso la locanda e ascolta il drammatico dialogo che vi si svolge. Maddalena infatti, invaghitasi anch'essa del Duca, supplica il fratello affinché lo risparmi e uccida al suo posto il mandante del delitto, Rigoletto, non appena giungerà con il denaro. Sparafucile non ne vuole sapere, ma alla fine accetta un compromesso: aspetterà la mezzanotte (Se pria che abbia il mezzo la notte toccato) e ucciderà il primo uomo che entrerà nell'osteria. Gilda decide immediatamente di sacrificarsi per il Duca: fingendosi un mendicante, ella bussa alla porta della locanda e viene pugnalata a sangue freddo dal sicario. Sparafucile consegna il corpo in un sacco a Rigoletto, che è soddisfatto di aver portato a compimento la vendetta. Tuttavia, quando ode in lontananza la voce del Duca che canticchia La donna è mobile, sconvolto e raggelato, si chiede di chi sia allora il corpo nel sacco. Lo apre e vede Gilda in fin di vita, che in un ultimo anelito chiede perdono al padre e muore tra le sue braccia. Rigoletto, disperato, si rende conto che la maledizione del vecchio Monterone si è avverata (Ah la maledizione!). Duca di Mantova Rigoletto Gilda Sparafucile Maddalena Monterone

Ingresso 30 €

David Righeschi Veio Torcigliani Giselle Baulch Walter Battaglini Lara Balletti Riccardo Di Francesco


11 luglio 2013 ore 21.30 VOLTERRA Acqua Cheta operetta in 3 atti di Augusto Novelli MUSICA DI GIUSEPPE PIETRI Produzione Vinperarte

Atto I Firenze, anni '20. Cecco, giovane falegname e studente all'Università popolare, ripara un mobile in casa del vetturino Ulisse, ma cerca di tirare il lavoro per le lunghe, perchè si è innamorato di Anita, figlia di Ulisse, che lo ricambia timidamente. Mamma Rosa e la sorella Ida la tengono d'occhio, però, e quando Cecco trova il coraggio di chiedere in sposa Anita, la madre gli risponde seccamente di no. Giunge il nuovo dozzinante Alfredo, sedicente giornalista: è un giovane dai modi educati che entra subito nelle grazie di Mamma Rosa. Atto II Mentre il resto della famiglia è fuori per la festa della Rificolona, Anita e Cecco amoreggiano in giardino. Arriva Ulisse, e al giovane non resta che salire sull'albero di fico per non farsi scoprire. Dal suo nascondiglio ascolta una conversazione dalla quale capisce che Alfredo e Ida stanno progettando una fuga d'amore. Atto III Mamma Rosa è affranta per la fuga dei due giovani, e Ulisse chiama un avvocato per decidere il da farsi. Il reporter Bigatti, richiamato dalla notizia del rapimento, conferma che non esiste alcun giornalista di nome Alfredo. A questo punto Cecco annuncia di essere riuscito a bloccare i fuggiaschi, con l'aiuto dello stalliere Stinchi, e di averli rinchiusi in una stanza. La riconoscenza dei genitori gli frutta il sospirato consenso al matrimonio, e anche Ida e Alfredo, ottenuto il perdono, finiranno con lo sposarsi. Anita Chiara Mattioli Ida Alice Salvadori Cecco Claudio Ciampi Ulisse Aldo Corsi

Rosa Elisabetta Macchiav Stinchi Aldo Puglia Alfredo Franco Bocci Notaio Roberto Mattioli Giornalista Gianluigi Flauret Ingresso 20 €


14 luglio 2013 ore 21.30 MONTEGEMOLI 17 luglio 2013 ore 21.30 VOLTERRA Quadro Nuevo world

Quadro Nuevo è la risposta europea al tango argentino. Le loro melodie simili ad arabeschi, lo swing dei Balcani, improvvisazioni audaci, musiche della vecchia Europa e un’ incomparabile leggerezza mediterranea s'infittiscono a favolose fiabe melodiche. Queste fiabe raccontano della vita da vagabondo dei quattro virtuosi, appassionati di musica, delle esperienze e degli incontri del grande viaggio della vita, delle piccole coincidenze e dei momenti grandi, di tenerezza e di temperamento passionale, continuamente mosso tra correnti dell'occidente e dell'oriente, tra nostalgie struggenti e soddisfazioni di sensuali piaceri – tra l'amaro e il dolce. I Quadro Nuevo sono in tournée sin dal 1996 in tutto il mondo e hanno già dato più di 2000 concerti. Già da tempo il quartetto ha scoperto un modo straordinario di poesia e suoni al di fuori dei soliti canoni. Il segreto è il fervore. Non succede spesso che la musica sia eseguita con tanta tensione, verve, un amore tenero per lo strumento e una capacità d'immedesimazione in altre culture sconosciute. I luoghi dei loro concerti sono così diversi come le radici della loro musica: gli interpreti con i brani nostalgici si esibiscono ai concerti e ai festival, ma questi virtuosi, appassionati di musica, viaggiano anche attraverso il mediterraneo come musicanti girovaghi e di notte invitano a ballare il tango sotto il cielo, si esibiscono nei locali di musica jazz così come al Carnegie Hall a New York. I cd di Quadro Nuevo sono stati premiati con il Jazz Award, un premio tedesco che è molto ambito, si sono trovati tra i Top 10 delle Charts del Jazz e delle World Music Charts e sono stati premiati a Parigi con il premio Impala. I Quadro Nuevo sono stati premiati con l'ECHO Jazz, il premio più ambito dell'associazione fonografa tedesca (Deutsche Phonogesellschaft). Mulo Francel: sassofoni, clarinetti D.D. Lowka: contrabbasso, percussioni Andreas Hinterseher: fisarmonica, vibrandoneón Evelyn Huber: arpa, salterio

Ingresso 10 €


Q

InternationalPianoFestival and Masterclasses

Masterclasses

Concerti/Concerts

dal 17 al 27 Luglio 2013 MALWINA SOSNOWSKI Violino/Violine

18LuglioOre21Festival opening concert 20LuglioOre21Concerto festival

LUIGI BISANTI Flauto/flute

21LuglioOre21Festival concert 25LuglioOre21Concerto finale allievi students' closing concert

ALBERTO DELLE PIANE Chitarra, musica da camera con chitarra guitar, chamber music with guitar PAOLO FRANCESE Pianoforte, pianoforte a 4 mani musica da camera con pianoforte piano, piano 4 hands, piano chamber music

28LuglioOre21Festival concert 1AgostoOre21 Festival closing concert

Partecipation Fees: master 250€/accomodation 450€

INTERNATIONAL MASTERCLASSES 7° Edition I n f o : A C C A D E M I A L I B E R A N AT U R A E C U LT U R A Via di Borgo, 1, I-56040 Querceto Montecatini VC (PI) +39 366 1351567 - +39 329 8826391, accademialibera@tiscali.it

w w w. a s s o c i a t i o n - m a r c o p o l o. o r g


18 luglio 2013 ore 21 QUERCETO Antonio Iturrioz pianoforte Concert pianist and documentarian Antonio Iturrioz was born in Cuba and came to the United States when he was 7 years old. He played his first concert at age 9 and made his orchestral debut at age 15 playing the Liszt First Piano Concerto. His teachers include his father, Pablo Iturrioz, Francisco De Hoyos (a pupil of Gyorgi Sandor), Bernardo Segall who studied with Alexander Siloti who was a pupil of Liszt, Aube Tzerko and Julian White. In 1971 he took several master classes from Byron Janis. In 1972 he participated in the Aspen Music Festival, and in 1973 he was one of ten young pianists selected nationwide by Andre Watts to participate in the Andre Watts Piano Seminars at Tanglewood. He is a recipient of the Los Angeles Young Musicians Foundation Scholarship. His career was interrupted by an injury to his right hand and during recovery he learned the important and obscure works for the left hand, including the complete Godowsky arrangements and original compositions. In the years following his recovery, Iturrioz decided to capitalize on his extensive left hand repertoire to produce an educational film about left hand piano music. This became his first film, a one-of-a-kind documentary called The Art of the Left Hand: A Brief History of Left Hand Piano Music, which appeared in 2006 to critical acclaim and has been shown on Public Television. A second film followed in 2010 and again the inspiration came from those Godowsky studies during his recovery from right hand surgery. The Buddha of the Piano: Leopold Godowsky is the first and only film about Godowsky and has been shown on Public Television, at the Portland International Piano Festival, at several colleges in the U.S., and at the Edinburgh Society of Musicians in Scotland, where Iturrioz played several recitals. His repertoire ranges from Scarlatti to present day composers. He plays the complete piano works of Robert Schumann and has a large concerti repertoire which includes the five Rachmaninoff works for piano and orchestra. He recently added a new body of Godowsky works to his repertoire, both original and arrangements. Several contemporary composers have written works for Mr. Iturrioz. On January 13, 2013, in San Francisco, he gave the world premiere on one piano of L. M Gottschalk's two-movement symphony, Nuit des Tropiques, after having transcribed the second movement for one piano himself. Mr. Iturrioz lives with his wife in Northern California, and continues to play recitals and show his films in the U. S. and in Europe. ore 18

Proiezione del film con presenza dell'autore: The Buddha of the Piano: Leopold Godowsky di Antonio Iturrioz

Ingresso 15 â‚Ź


20 luglio 2013 ore 21 VOLTERRA Barbara Malcolm violino Julian Paprocki clarinetto Yuka Satomi pianoforte

Julian Paprocki born on 1 October 1993 in Warsaw. In 2012, he completed with honors Zenon Brzewski Second Level Secondary Music School in the National Secondary Music School Complex no. 1 in Warsaw in Krzysztof Zbijowski's clarinet class and – also with honors – the Second Level National Music School in the Karol Szymanowski National Music School Complex no. 4 in Warsaw in Emilia Dziubińska's organ class. At present, he is studying at Conservatoire National de Région de RueilMalmaison in Paris, France in Florent Héau's clarinet class and Fryderyk Chopin University of Music in Warsaw in Jerzy Dziubiński's organ class. He has been improving his clarinet performance with many excellent masters such as: Jan Jakub Bokun, Karel Dohnal, Giora Feidman, Igor Františák, Sylvie Hue, Jorge Montilla, Wojciech Mrozek, Mirosław Pokrzywiński, Ronald Sebesta and Mieczysław Stachura. At the age of eight, he became passionate about composing. He has composed many solo, chamber music and orchestra music pieces. He debuted on the stage in November 2003 during the Musica Varia Est composers concert in Inowrocław. In November 2006, he had his foreign composer debut in Lviv on Ukraine. The Chamber Orchestra of the Lviv Philharmonic conducted by Sergey Burko and the Choir of S. Kruszelnicka Lviv Secondary Music School performed his piece titled Kyrie eleison. His compositions were also performed by Maciej Grzybowski and Radosław Sobczak. His most important pieces include: Suite for viola, bass clarinet and harpsichord; Poem for 2 violas; Lied for oboe solo; Canzonetta for clarinet solo and String Quartet. He is an experienced soloist. As such he frequently performed with Symphonic Orchestra of the Święty Krzyż Philharmonic, Symphonic Orchestra of the Lviv Philharmonic, Bohdan Warchal's Slovak Chamber Orchestra, Leopolis Philharmonic Chamber Orchestra, Chamber Orchestra of the Lviv Philharmonic, Concerto Avenna Orchestra, Chamber Orchestra of theTarnów City and Z. Brzewski Warsaw String Orchestra. He is very active in the field of chamber music. In the last couple of years he has been repeatedly invited for joint music undertakings by pianist Maciej Grzybowski. He participates in projects with such artists as: Jakub Jakowicz, Karol Marianowski, Tomasz Światczyński and Krzysztof Zbijowski.


In 2011, he was invited by Paweł Mykietyn to perform at his monographic concert during the International Contemporary Music Festival in Lviv, Ukraine. He also participated in the Polish Music Festival in Gyor, Hungary, Animi Music Festival in Warsaw and Querceto International Piano Festival in Italy. Yuka Satomi was born in 1986 in Kanagawa in Japan. She began learning how to play the piano when she was four. She studied with professor Keiji Serizawa and professor Ayami Serizawa. She graduated from the Music Secondary School at the Music Department of Tokyo National University of Fine Arts and Music (at present Tokyo University of the Arts) in the class of professor Yu Kakuno. Next, she took up studies at the same university with the same professor and also with professor Gabriel Takkino. Since 2009 she has been studying under a scholarship program with professor Bronisława Kawalla at the Fryderyk Chopin University of Music in Warsaw. At some point, she became interested in chamber music and started her education in that field with professor Krystyna Borucińska. In 2011 she began second degree studies at the same university in the class of professor Ewa Pobłocka and she continues chamber music courses with professor Borucińska. Under the Polish Government scholarship program she studies at the Musicology Institute of the University of Warsaw to deepen her knowledge of Polish music. Yuka Satomi won many prizes in music competitions in Japan, among others in Music Competition in Kanagawa and the International Chopin Piano Competition in Asia in Japan in 2006. In 2012, she had recitals in Tokyo and Yokohama. In the same year, she obtained a diploma in the 15th Competition of Pianists on Foreign Scholarships in Antonin in Poland. She also participated in different master courses facilitated by well known professors such as Wojciech Świtała, Daniel Blumenthal, Bruno Rigutto and others. Barbara Malcolm Born in Warsaw, the 6th of November 1991. She is a student of the Fryderyk Chopin University of Music in Warsaw at the violin class of Professors: Andrzej Gębski and Janusz Wawrowski. Barbara Malcolm has enriched her musical education attending lessons of music performance and other subjects with Professors: Wiera Nesina from Moscow (piano), Maria Szwajger-Kułakowska, Krystyna Borucińska, Krystyna Makowska-Ławrynowicz (piano chamber music) and with Professors: Beata Halska, Konstanty Andrzej Kulka, Igor Frolov, Michał Grabarczyk, Siergiej Krawczenko, Wolfgang Marschner. Edward Zienkowski (violin). She actively participated in the international musical courses in Nowy Sącz (2005), Łańcut (2006-2010), Goch – Germany (2007) and Zakopane (2009), Rostock – Germany (2010). Barbara Malcolm took part in different music competitions for young pianists as well as violinists from regional schools of music in Warsaw 2003. In 2007 she took part in the Georg Ph. Telemann's 4th International Violin Competition in Poznań, in 2008 – in the Serwaczyński National Violin Competition in Lublin, in 2010 – in the Karol Szymanowski International Music Competition in Łódźand in 2012 in Jeunesses Violin Competition in Bucharest. In the last years she has performed as a soloist; and chamber musician; or the Zenon Brzewski Orchestra in many theaters and concert halls in Warsaw (cultural centers, Academy of Music, Warsaw Music Society, National Philharmonic), in Nowy Sącz, Łańcut, Zakopane, in Germany (Goch, Hinterzarten, Hamburg, Rostock), in many places in Czech Republic (“Rudolfinum” in Praha) and in Norway (Oslo, Bergen). In year 2011 she has participated in The European Student Chamber Orchestra tour in Western Balkan under the guidance of Maestro Pierre Amoyal.

Ingresso 15 €

Tel. 050.699000 - Cell. 347.1420186


21 luglio 2013 ore 21 MAZZOLLA Trio Rospigliosi Rieko Okuma flauto Lapo Vannucci chitarra Luca Torrigiani pianoforte

Rieko Okuma, musicista giapponese laureatasi presso l'Università d'Arte di Nagoya in flauto con il massimo dei voti. Ha studiato con i più rinomati flautisti giapponesi e successivamente si è perfezionata con i maestri Paul Maisen, Michael Martin Kofler (Primo flauto dei München Philarmoniker) e Meinhart Niedermayr (flauto solista dei Wiener Philarmoniker). Nel '98 è venuta in Italia per studiare con i maestri Michele Marasco e Nicola Mazzanti, grazie ad una borsa di studio vinta in Giappone come migliore allieva ad un corso di perfezionamento. Successivamente si è laureata al Conservatorio “Cherubini” di Firenze sotto la guida della M° Daniela De Santis con il massimo dei voti e lode al Biennio specialistico di II° livello. Ha suonato in importanti orchestre tra cui la Nagoya e Hiroshima Symphony Orchestra. Ha partecipato a numerosi concorsi ottenendo sempre ottimi risultati. Nel 2000 ha vinto il Primo Premio Assoluto nella sezione Musica da Camera al concorso internazionale musicale “Fidapa”, Città di Pisa. Svolge intensa attività concertistica in Italia e in altri paesi in varie formazioni cameristiche. Lapo Vannucci, nato a Firenze nel 1988, inizia gli studi con Riccardo Bini per poi proseguirli al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, dove si diploma con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Alfonso Borghese. Con quest'ultimo frequenta il biennio di alto perfezionamento della Scuola di Musica di Fiesole e contemporaneamente segue masterclass di Arturo Tallini, Alvaro Company e Frédéric Zigante. Attualmente segue i corsi di Alberto Ponce presso l'Ecole Normale de Musique de Paris “Alfred Cortot”. Vince numerosi concorsi nazionali (“Città di Massa”, “Riviera Etrusca”, “Liburni Civitas”, “Riviera della Versilia”, “Città di Grosseto”) e internazionali (“Città di San Sperate”, “Mendelssohn Cup di Taurisano”, “Città di Asti”) sia da solista che in duo chitarristico. Suona per la Regione Toscana e collabora con il Comune di Pistoia in diverse occasioni, fra cui l'inaugurazione, nel novembre del 2004, del Piccolo Teatro Mauro Bolognini a fianco degli attori Ugo Pagliai e Paola Gassman.


In duo col soprano Veronica Senserini segue i corsi di musica da camera della prof.ssa Daniela De Santis, vincendo il primo premio assoluto al concorso nazionale “Città di Piove di Sacco”. È docente di chitarra presso la Scuola Media Statale 'Leonardo da Vinci' di Pistoia e membro del comitato artistico dell'Associazione Cultura e Musica “Giulio Rospigliosi”, è il responsabile del Concorso Chitarristico Nazionale “Giulio Rospigliosi” di Lamporecchio e collabora alla realizzazione del Concorso Pianistico Internazionale “Premio Schumann”. Svolge un'intensa attività concertistica sia da solista che in varie formazioni da camera, collabora assiduamente con il pianista Luca Torrigiani e la flautista Rieko Okuma dando vita ad un trio che ha richiamato l'attenzione di numerosi compositori contemporanei. Luca Torrigiani, la sua carriera artistica ha inizio nel 1992 con una prestigiosa tournée in Giappone, che lo ha portato a suonare nelle più importanti sale concertistiche di Gifu e Tokyo, dove ha peraltro tenuto un concerto privato in onore della famiglia imperiale. Diplomatosi a pieni voti in pianoforte, organo e composizione organistica al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze sotto la guida dei Maestri Fiuzzi e Mochi, ha partecipato a diversi concorsi pianistici nazionali e internazionali, classificandosi sempre ai primi posti (Pietro Napoli, Livorno – Fidapa, città di Pisa). Successivamente si è laureato nello stesso Conservatorio con il massimo dei voti e lode al Biennio specialistico di II° livello nella classe di Daniela De Santis. Ha frequentato corsi internazionali di perfezionamento con i maestri Masi, Moreno, Wibaut, Lonquich, Demus, Badura-Skoda, Vogel, Radulescu, Isoir. Ha tenuto concerti in diverse città italiane ed estere, sia come solista sia in formazioni cameristiche, ottenendo successi di pubblico e critica. Si dedica da diversi anni all'attività didattica, riscuotendo successi in molti concorsi pianistici con i suoi allievi, che si classificano sempre ai primi posti. Ha insegnato presso i Conservatori di Bari, Vibo Valentia e attualmente è docente di pianoforte principale al conservatorio “A. Scontrino” di Trapani. Insieme al clarinettista Davide Bandieri ha vinto nove primi premi in concorsi nazionali e internazionali. Ha inciso per la Sonitus musiche organistiche pistoiesi in prima assoluta mondiale e in trio “flauto, clarinetto e pianoforte” musiche di Saent-Saens, Poulenc, Genin, Debussy e Ibert.

Ingresso 15 €


25 luglio 2013 ore 21 QUERCETO Concerto Premio pianoforte

Faranno da contrappunto ai concerti dei musicisti professionisti internazionali e saranno le perfomance dei migliori allievi delle prestigiose masterclasses interne alla rassegna pianistica “International Piano Festival & Masterclasses�, settima edizione 2013. Dagli eventi didattici di alto spessore formativo - le masterclasses dei docenti: Luigi Bisanti per il corso di Flauto; la Chitarra classica con Alberto delle Piane; la masterclass in Pianoforte di Paolo Francese, e il nuovo corso di Violino di Malwina Sosnowski - al palco, nell'esibizione come solisti, o nelle performance in ensemble che armonizzano i diversi strumenti.

www.bioagriturismoilcerreto.it

Ingresso Gratuito


28 luglio 2013 ore 21 QUERCETO Teresa Kaban pianoforte Henryk Blazej flauto

Teresa KABAN – pianist received her musical training at the Music Academy in Cracow, where she studied piano with Prof. L. Stefanski. Whilst a student she took special courses at the Piano Master Classes in Duszniki Zdroj with Prof. W.Mierzanow (Moscow Conservatory of Music), Prof. R.Bakst (Prof. of Conservatory of Music in Manchester - G. Britain), Prof. S.Askenase (Prof and pianist in Brussels). She also improved her piano skills in Summer Academy of Music in Prague studying with Prof. F.Rauch and V.Kamenikova (great Czech pianists and teachers) as well as in Summer Academy of Music in Weimar – with Prof. Tatjana Nikolajeva. (great pianist and teacher from Music Academy in Moscow). Since her undergraduate days Teresa began an intense number of concerts in the most important Polish cities, including prestigious Chopin series in Zelazowa Wola , Ostrogski Palace and Lazienki Park in Warsaw and Philharmonics ( Lublin, Cracow, Katowice, Wroclaw, Poznan, Bialystok, Walbrzych, Jelenia Gora…. ). She has performed with success in more than 40 countries in Europe, North America, Far and Middle East playing in prestigious theatres and concert halls in London (Wigmore Hall, Barbican Centre, St. Martin-in-the Fields, St. John's Smith Sq, Purcell Room ), Prague (Bertramka), Los Angeles (Bing Theatre), Carnegie Hall and Lincoln Centre in New York, Salle de Gaveaux in Paris and prestigieuse Real Conservatory of Music in Madrid,and University in Salamanca, Solo and in duo she took part in many international music festivals (Koday Festival in Kecskemet, Chopin Festival in Antonin, Chopin Festival in Miami, Chopin Festival in New York, Mozart Festival in Warsaw, “Naleczow Divertimento”, Music Festival in Middlesborough, Int Festival in Douai and Lille( France), Music and architecture in Lublin, Music Festival for Radio and Television in Lancut, “Virtuoses” in Lviv, “Masters” in Donieck, Music Festivals in Croatia ( Pasko Ljeto, Rovinj, Rab, Osorske Veceri ….), Music Festivals in Napoli, Vietri – s. Mare, Milano, Piano Echo in Alessanndria, Aqui Terme Music Fest, Piano Fest in Terni, Masters in Cividale – Udine. Ravello Festival Int. Pyonang Music Festival. ( North Korea). She performed as a soloist with numerous orchestras : recently with H. Blazej (flutist) with double concerto d by F. Mendelssohn with Lviv Philharmonic, Kosice Philharmonic, Brno Philharmonic, Chmielniicky Philharmonic Chamber Orchestra, Kiev Philharmonic,, Polish Radio NOSPR Chamber Orchestra as well as in Philharmonics in Karlove Vary, Lublin, Jelenia Góra, Cracow, Madrid, Salamanca, …. She is often invited for lectures and Master Classes ( Universities and Conservatories of Music in London, piano teachers – EPTA in London, Los Angeles , Catania in Sicily, Presov and Kosice in Slovakia, University in Osnabruck, Cmielnicky Conservatory for special Talents), …as well as juror of international piano competitions..


Teresa has got many solo and chamber music broadcasts for the radio and TV in Poland and abroad, and recorded more than 60 hours- also with unknown and rediscovered Polish and international music for the Polish National Radio in Warsaw. She gave also several “life concerts” and special broadcasts for the radio and TV in Poland and abroad including Polish National Radio in Warsaw, Polish National Television in Warsaw, Radio Classics KKGO in Los Angeles, Ukraine, Slovakia, Czech, Hungary… . She has recorded several CD's for DUX, and INTER-ART (“CHOPIN” * I.ALBENIZ - SPANISH SUITE NR 1 * “RELAXING LATIN CLASSICS” * “TASTE OF POLAND” (with Polish music of XIX c), “POLISH MUISC OF XX C” * “PADEREWSKI” (by greatest composers including Szymanowski, Różycki Lutoslawski, Szeligowski, Bacewicz, Kisielewski) and quite freshly SONATINES AND SUITES of XXc with Dvorak, Berkeley, Ibert, Karastojanoff, Enescu… She was awarded by the Ministry of Culture in Warsaw for her unique recitals presenting unknown Polish music abroad. Henryk BLAZEJ – flutist, graduated brilliantly from the Music Academy in Cracow, where he studied with Prof.W.Chudziak. He took also special master courses with great flutist J.P.Rampal and J.Galway. His exceptional talent was recognized very early during his undergraduate years at the National Flute Competiton in Poland which he finished with 1st prize. Soon after that Henryk was invited to join the Capella Cracoviensis, an ensemble specializing in “musica antiqua”. His very first record was given him many successful concerts in the most important cities in Poland including Philharmonics in Cracow, Poznan, Katowice, Warsaw, Wroclaw, Walbrzych, Bialystok, Lublin…. He has toured all over the world, in more than 40 countries in Europe as well as Far and Middle East playing in prestigious theatres and concert halls in London (Wigmore Hall, Barbican Centre, St. Martinin-the Fields, St. John's Smith Sq, Purcell Room), Prague (Bertramka), Los Angeles (Bing Theatre), New York (Carnegie Hall and Lincoln Centre), Paris (Salle de Gaveaux), Leipzig (Gewandhaus)… and prestigieuse Real Conservatory of Music in Madrid, University in Salamanca…. His concerts brought him many excellent reviews and engagements for radio and TV in Poland and abroad. From 1982 he registered for the Polish National Radio in Warsaw more than 70 special broadcasts with Polish and European music including F.Poulenc, J.Ibert, C.Franck, L. Berkeley, G.Enescu … and Polish music of XIX and XX c by I.F.Dobrzyński, T.Szeligowski, A.Tansman, A.Panufnik, Lutoslawski… He gave special “live concerts” for the Polish National Radio in Warsaw and Radio Classic KKGO in Los Angeles with W.A. Mozart C. Kreutzer, W.Lutoslawski, T.Szeligowski… He performed during international festivals in Koday Festival in Kecskemet, Chopin Festival in Antonin, Chopin Festival in Miami, Chopin Festival in New York, Mozart Festival in Warsaw, Music Festival in Middlesbrough, Festival Music in Warsaw museums , International Festival in Douai, International Festival of Rediscovered and Forgotten Music in Poland, Polish Television Music Festival in Lancut, Sandomierz International Music Festival, “Virtuoses” in Lviv, “Masters” in Donieck, Music Festivals in Croatia ( Pasko Ljeto, Osorske Veceri ….), Music Festivals in Napoli, Vietri – s. Mare, Milano, Piano Echo in Alessanndria, Aqui Terme Music Fest, Masters in Cividale – Udine. Ravello Festival, Int. Pyonang Music Festival. ( North Korea).. His recent engagement included Music Festival in Lviv and Odessa in Ukraine, and together with pianist – T. Kaban -- double concerto d by F. Mendelssohn with Lviv Philharmonic, Kosice Philharmonic, Brno Philharmonic, Chmielniicky Philharmonic Chamber Orchestra, Kiev Philharmonic, Polish Radio NOSPR Chamber Orchestra as well as in Philharmonics in Karlove Vary, Lublin, Jelenia Góra, Cracow, Madrid, Salamanca …. Quite regularly he appears with concerts in Denmark, Sweden and Norway. This summer he will be the special guest of numerous concerts in Croatia- together with T. Kaban – pianist. He is often invited to give lectures and special master classes in most of conservatories in Poland, as well as in Los Angeles , Catania in Sicily, Presov and Kosice in Slovakia, University in Osnabruck, Cmielnicky and Lviv Conservatories for Special Talents), …as well as juror of international flute competitions.. His musical activity brought him special scholarship from Ministry of Culture in Warsaw. He has recorded for DUX and INTER-ART (6 Sonatas KV 10-15 W.A. MOZART, I.MOSCHELES and C.CZERNY, POLISH MUSIC OF XIX C, POLISH MUSIC OF XX c, C.FRANCK and F. SCHUBERT, F. MENDELSSOHN and quite freshly SONATINES AND SUITES of XX c with A. Dvorak, G. Enescu, J. Ibert, L. Berkeley, A. Karastojanoff.

Casa Milla Casa Vacanze

Ingresso 15 €


1 agosto 2013 ore 21 QUERCETO Federico Poli percussioni Riccardo Foti pianoforte

Ricardo Foti si è brillantemente diplomato in pianoforte nel 1991 al Conservatorio Statale "L. Cherubini" di Firenze sotto la guida di Rosanita Racugno, per poi seguire i Corsi di Alto Perfezionamento tenuti da Marian Mika al Centro "Karol Szymanowski"di Padova. Per la sua formazione cameristica si è avvalso della guida di Vittorio e Carlo Chiarappa. Nel gennaio 2002 ottiene il Diploma di Alto Perfezionamento del Corso Triennale tenuto da Marian Mika e Roberto Bollea presso l'Accademia Internazionale di Novara (I.C.O.N.S.). Dal 1985 svolge un'intensa attività concertistica soprattutto in formazioni cameristiche. L'interesse per le formazioni meno frequenti gli ha permesso di collaborare con grandi artisti internazionali come Charles Schlueter (prima tromba della Boston Symphony Orchestra) al Teatro Lirico di Milano, il sassofonista Joseph Wytko (docente alla “Arizona State University” USA) nella Sala del Buonumore del Conservatorio di Firenze, e la mezzosoprano Eva Blahová al Teatro La Pergola di Firenze. Dal 1989, è l'organista della Chiesa Americana St. James di Firenze. Negli anni 1995, '96, '97 e '99 è collaboratore pianistico ai Corsi di Perfezionamento sulla musica del novecento tenuti da Liliana Poli per il G.A.M.O. di Firenze. Dal 2000 collabora ai Corsi dei Cori di Voci Bianche curati da Joan Yakkey e, per cinque anni, con la Schola Cantorum “F. Landini” diretta da Fabio Lombardo presso la Scuola di Musica di Fiesole (FI). In duo con il percussionista Federico Poli tiene regolarmente attività concertistica e discografica. Insieme a Rachele Sughi ha ideato e realizzato una serie di Lezioni-Concerto dal titolo “Percorsi comuni fra musica e pittura”. Nel 2009 è impegnato nella doppia veste di direttore artistico e pianista in “Music at St. James”, una rassegna di concerti e Opere in forma semi-scenica che ha ottenuto un grande successo. Nell'ottobre 2011 è pianista concertatore per la prima assoluta dell'Operina “La fabbrica dei giocattoli” di Joan Jakkey, regia di Aldo Tarabella. Tiene Corsi di perfezionamento per “Corsidipianoforte.it a Firenze. Federico Poli ha studiato percussione alla Scuola di Musica di Fiesole diplomandosi brillantemente. Ha partecipato ai corsi di perfezionamento tenuti da G. Mortensen, M. Kershbaum (Wiener Simphoniker) e N. Rosauro. Primo premio assoluto al concorso nazionale solistico per giovani percussionisti (città di Rovigo), nel 1995; nel 1998 ha vinto la borsa di studio presso la Scuola di Musica di Fiesole. Successivamente si è perfezionato in Francia nel repertorio solistico con C. Hamouy (Les Percussions de Strasbourg).


Fa parte dell'Ensemble di musica contemporanea Nuovo Contrappunto, (direttore Mario Ancillotti) che tiene concerti in tutta Italia e EU. Suona per le più importanti associazioni concertistiche: Musica Insieme (Bologna), Unione musicale di (Torino), IUC (Roma), Settembre Musica (Torino), Società del Quartetto (Milano), Filarmonica Romana (Roma); Amici della musica di Perugia, Siracusa, Ragusa, Trapani, La Spezia, Palermo ed altri. Per g.a.m.o, a.g.i.m.u.s, e Tempo Reale. Si esibisce in sale prestigiose quali Teatro Massimo di Palermo, Teatro Comunale Bologna e di Firenze, Teatro della Pergola (FI), Museo Ghughenaim - Bilbao (Spagna), Teatro Romea Murcia (Spagna) ecc… Ha registrato lezioni didattiche per la RAI TV per la regia di U. Gregoretti. Ha inciso per NuovaEra, Vulut Luna, Arts, EMA records, Brillant classics, Guit ART, Amadeus, CMT production e DryCastle records. Come solista ha tenuto concerti in Italia, Svizzera, Spagna, Germania e Francia (Philarmonica de Montecarlo), e Master Class sulla percussione in Italia e Spagna. Il suo interesse per il repertorio solistico per percussione ha spinto molti compositori a scrivere e dedicargli i brani, fra cui: D. Zannoni, K. Khacheh, A. Anichini, D. Nicolau, F. Festa, M. Betta, A. Portera, M. Curcio, T. Fortmann ecc. Ha registrato nove CD di musica da camera ed orchestra, ed ha pubblicato due CD solisti per percussione: “Links” e “Percussion Empowerment” con prime assolute; I CD sono distribuiti in Italia, EU ed USA e stanno riscuotendo un ottimo successo di critica. Ha composto e pubblicato brani per percussioni. Dal 2003 è presente nel catalogo concertisti Yamaha Artist. Dal 2005 insegna strumenti a Percussione presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali R. Franci di Siena (Italia).

PANIFICIO PASTICCERIA

Gianfaldoni Adriano Casale (PI)

Ingresso 15 €


4 agosto 2013 ore 21 MAZZOLLA Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni Melodramma in un atto di Giovanni Targioni e Guido Menasci tratto dalla novella di Giovanni Verga Produzione VinOperArte

La scena si svolge in un paese siciliano (ispirato a Vizzini) durante il giorno di Pasqua. Ancora a sipario calato, si sente Turiddu, il tenore, cantare una serenata a Lola, sua promessa sposa che durante il servizio militare di Turiddu ha però sposato Alfio. La scena si riempie di paesani e paesane in festa, giunge anche Santa, detta Santuzza, attuale fidanzata di Turiddu, che non si sente di entrare in chiesa sentendosi in grave peccato. Parla allora con mamma Lucia, madre di Turiddu, chiedendole notizie del figlio. Lucia dice a Santuzza che Turiddu è andato a Francofonte a comprare il vino, ma Santa sostiene di aver visto Turiddu che si aggirava sotto la casa di Lola. Lucia chiede allora a Santa di entrare in casa, infatti ha paura che qualcuno la possa ascoltare, ma quest'ultima si rifiuta perché si sente disonorata. La notizia arriva anche ad Alfio, che ignaro di tutto va a trovare Lucia. A questo punto Santuzza svela a Lucia la relazione tra Turiddu e Lola. Egli ormai l'ha disonorata per ripicca contro Lola, alla quale prima di andare soldato aveva giurato fedeltà eterna, e che ora continua a frequentare sebbene sia sposata. Giunge dunque Turiddu che discute animatamente con Santa; interviene anche Lola che sta per recarsi in chiesa, e le due donne si scambiano battute ironiche. Turiddu segue Lola, che è sola perché il marito lavora. Santuzza augura a Turiddu la malapasqua e, vedendo arrivare Alfio, gli denuncia la tresca amorosa della moglie. Dopo la messa, Turiddu offre vino a tutti i paesani per stare più tempo con Lola. Alfio entra in scena e Turiddu gli offre il vino, ma rifiuta. Turiddu getta il vino e morde l'orecchio ad Alfio sfidandolo a duello. Turiddu corre a salutare la madre e, ubriaco, le dice addio e le affida Santuzza. Subito dopo si sente un vociare di donne e popolani. Un urlo sovrasta gli altri: "Hanno ammazzato compare Turiddu!". Santuzza Chiara Mattioli Turiddu Simone Mugnaini Alfio Veio Torcigliani Lucia Sandra Mellace Lola Marta Lotti Ensemble Strumentale VinOperArte

Ingresso 30€

TERRE DE’ PEPI Tel. +39 340 0755911


11 agosto 2013 ore 21.30 MAZZOLLA AGROMISTICO DUO Giulio Stracciati chitarra Mirco Mariottini clarinetti

Giulio Stracciati Chitarrista senese. Insegnante da 21 anni a Siena Jazz. 13 cd a suo nome editi e distribuiti nel mondo. Ha suonato in Europa, Italia in rassegne e jazz clubs. Ha suonato con Ares Tavolazzi, Enrico Rava, Massimo Urbani, Stefano Cocco Cantini, Paolo Fresu, Kenny Whealer e altri. Mirco Mariottini Clarinettista, insegnante a Siena Jazz. Ha inciso con Stefano Battaglia (pianista) per l'etichetta tedesca E.C.M. oltre a decine di dischi come sideman. Ha suonato con Tony Scott, Paolo Fresu, Ares Tavolazzi, Paolino Dalla Porta, John Taylor e altri. PROGETTO Il progetto riprende vari brani, dai Beatles a composizioni proprie dove i musicisti propongono musica verace con influenze jazz mediterraneo.

Ingresso 10 â‚Ź


13 agosto 2013 ore 21.30 VOLTERRA Tango Argentino Ximena Zalazar e Willem Meul

Ximena Zalazar Firpo & Willem Meul se rencontrent en 1995 alors qu'ils travaillent au sein du Ballet National du Rhin. Après avoir quitté Le Ballet du Rhin, ils rejoignent des compagnies indépendantes et participent à de nombreux projets. Leur exploration du Tango débute en 2007. Poussés par la demande, ils l'enseignent presque aussitôt et fondent La Cie Estro. A présent, c'est sous le nom Estrotango qu'ils enseignent et développent des spectacles dont le Tango est l'élément central. En 2009, La Cie Estro démarre une première création chorégraphique contemporaine intitulée « Ainsi surgit…Pan ! ». En collaboration avec Stéphane Marques (comédien) et Emmanuel Rack (musicien), cette première réalisation verra le jour en septembre 2010 en Région Alsace. Une compagnie de danse a été formée sous le même nom. Marisa Mercadé - bandoneon Nicole Krüger - clarinetto Joachim Baar - pianoforte ore 23 Milonga presso il Caffè dei Fornelli

Ingresso 15€


17 agosto 2013 ore 21 MAZZOLLA 18 agosto 2013 ore 21 QUERCETO Pierre Fouchenneret violino Romain Descharmes pianoforte

Pierre FOUCHENNERET est né le 12 Août 1985 à Grasse (Alpes Maritimes). Il débute ses études musicales de violon dès l'âge de cinq ans au conservatoire national de région de Nice. Pendant ces études il est dans la classe d'Alain BABOUCHIAN et à l'âge de douze ans il obtient le premier prix de violon à l'unanimité avec les félicitations du jury. La même année, il est reçu au concours d'entrée du Conservatoire National Supérieur De Paris. Durant ses études, il travaillera avec Olivier CHARLIER et il obtiendra le premier prix de violon avec la mention "très bien" à l'unanimité et deux ans plus tard, dans la classe de Daria HOVORA un premier prix mention très bien de musique de chambre. Parallèlement, il travaille avec des artistes et pédagogues de renom tels Devy ERLHI, Janos STARKER, Pierre Laurent AIMARD... En 2003 il devient lauréat de la fondation d'entreprise Groupe Banques Populaires, ce qui lui permet de mener à bien ses projets musicaux. Il est invité régulier dans les studios de France Musique et de la télévision (france television, Arte, Mezzo…) Il se produit régulièrement en concerts tant en France qu'à l'étranger (Allemagne, Hongrie, Espagne, Algerie, Maroc, Cambodge, Portugal, Italie, Belgique, Canada, Inde, Bulgarie,...). Il participe à de nombreux récitals en sonate, formation de musique de chambre ou en soliste avec orchestre (Orchestre de l'Opéra de Nice, St Petersbourg chamber orchestra, orchestre de chambre de la Cote d'Azur, orchestre de brno…) Il se produit dans le cadre de nombreux festivals avec des musiciens de renoms (Hortence Cartier Bresson, Marielle Nordmann, Roland Pidoux, Denis Pascal, Henri Demarquette, Maurice Bourgues, Marc Coppey, le Quatuor Ebene, Francois Salque...) Il fonde le trio Magellan en compagnie du violoncelliste Antoine Pierlot et du pianiste Julien Gernay avec lesquels il a enregistré un CD des deux trios de Mendelssohn chez explora concept et plus récemment un disc consacré au compositeur Roger Steptoe. Il fonde également le quatuor Raphael en compagnie du violoniste Pablo Schatzman de l'altiste Arnaud Thorette et du violoncelliste Kenji Nakagi. Quatuor avec lequel il remporte en 2010 un 2eme prix au prestigieux concours international de quatuor a cordes de Bordeaux.


Il est également membre de l'ensemble contraste aux cotés d' Arnaud Thorette, Antoine Pierlot et Johan Fargot e de l'orchestre de chambre « Les Dissonances ». Né en 1980, Romain Descharmes se voit décerner en 2006 le Premier Grand Prix lors du Concours International de Dublin. Il se produit alors en récital sur plusieurs scènes prestigieuses : Carnegie Hall à New York, Wigmore Hall à Londres, Salle Pleyel à Paris, Tsuda Hall à Tokyo, Forbidden city hall à Pékin. Après avoir étudié au CNSMDP où il obtient, avec des mentions très bien, 4 Prix et Diplômes de Formation Supérieure (piano, musique de chambre, accompagnement au piano et accompagnement vocal) notamment dans les classes de Jacques ROUVIER, Bruno RIGUTTO, Christian IVALDI, il poursuit sa formation en cycle de perfectionnement. Dans ce cadre, Romain DESCHARMES enregistre un CD consacré aux compositeurs du début du XXème siècle qui l'amène à recevoir les conseils de Pierre BOULEZ. Il est invité à se produire aux USA, en Angleterre, Irlande, Italie, France, Japon, Chine, Russie, avec notamment le Midland Symphony Orchestra, le National Symphony Orchestra of Ireland, l'Orchestra del Lazio ainsi que le Shanghai Philarmonic Orchestra. Il se produit fréquemment en France: La Roque d'Anthéron, Piano aux Jacobins, Rencontres Internationales F. Chopin, Serres d'Auteuil, Nancyphonies, Festival Agora et à l'étranger : Festivals Arties en Inde, Beyrouth, Cervantino au Mexique. Il participe à de nombreuses émissions radiophoniques et télévisuelles (France Musique, Mezzo, NHK-Japon) Pianiste recherché en tant que chambriste pour son écoute, sa sensibilité et sa large connaissance du répertoire allant de la sonate au grandes formations en passant par le lied qu'il affectionne particulièrement, il se produit avec des artistes tels que Henri DEMARQUETTE, Laurent KORCIA, Sarah NEMTANU, l'ensemble Court-Circuit, le Quatuor EBENE, le Berliner Philarmoniker Quintett. Il a enregistré plusieurs disques piano seul (Audite, Claudio Records) et en musique de chambre (Naïve, Cristal, Saphir…), tous salués par la critique. Cette saison (12.13), il enregistre le Premier concerto pour piano de Marie Jaëll avec l’Orchestre National de Lille dirigé par J. Swensen - qu’ils avaient (re)créé ensemble en juin 2012 dans le cadre du Lille Piano(s) Festival -, il est invité à venir jouer, Salle Pleyel à Paris, à Leipzig, à Toulouse avec l’Orchestre National du Capitole dirigé par Tugan Sokhiev, avec le Qatar Philharmonic Orchestra sous la direction de Marc Minkowski. Durant la saison 2013/2014, il sera notamment l’invité du festival Piano aux Jacobins, de l’Orchestre de Paris (dirigé par Ingo Metzmacher), de l’Orchestre National de Lyon (Leonard Slatkin), de l’Orchestre National du Capitole de Toulouse (Alain Altinoglu), de l’Orchestre National Bordeaux Aquitaine (Fabien Gabel), en tournée avec l’Orchestre National d’Ile de France (Tadaaki Otaka). Son premier disque enregistré à Londres, chez Claudio Records, est consacré à Brahms. Il a ensuite enregistré un disque Ravel chez Audite, qui a reçu les éloges de la critique française et internationale. Musicien éclectique, Romain Descharmes fait partie du groupe Quai n°5 avec lequel il a enregistré 2 albums chez Decca-Universal et s'est produit sur les plus grandes salles parisiennes (Le Bataclan, La Cigale, L'Européen, le Café de la Danse). Parallèlement très investi dans la pédagogie et la transmission, il est professeur de piano au CRR de Paris.

Ingresso 15€


25 agosto 2013 ore 21 MAZZOLLA 26 agosto 2013 ore 21 VOLTERRA Mayuko Yasuda soprano Fleur Grüneissen flauto Pierre Fouchenneret violino Romain Descharmes pianoforte

Nata nel 1981 Mayuko Yasuda studia all'Università Nazionale delle Belle Arti e della Musica di Tokio, dove ottiene il diploma di musica e il premio Ataka, grazie al quale consegue una borsa universitaria. Ha fatto il suo debutto in Giappone nel 2001, interpretando Die Koenigin der Nacht nel Die Zauberflöte di Mozart al teatro dell'Università di Tokio e al teatro delle Arti a Saitama ed é ugualmente presente come Euridice nel Orphée aux Enfers di Offenbach. E' dopo un incontro con Mady Mesplé che decide di installarsi e di perfezionarsi in Francia. Da quel momento lavora con Fusako Kondo al conservatorio superiore di Parigi, dove ottiene il suo diploma di Studi Musicali nel 2006, con menzione eccellente. Nel 2005, si laurea nel concorso internazionale di canto di Verviers (Belgio), poi nel 2006 vince il primo premio del Concorso internazionale di Canto dell'UFAM a Parigi. Grazie alla sua forte personalità e alla perfetta conoscenza della lingua e della cultura francesi, entra a far parte de « Le giovani Voci del Reno » ed é assunta dall'Opera Nazionale del Reno per le stagioni 20062007 e 2007-2008, dove può beneficiare dei consigli di Michel Plasson, Françoise Pollet, Umberto Finazzi, Antoine Palloc. In questo contesto interpreta Madame Herz nel Der Schauspieldirektor di Mozart, messo in scena da Claude Buchvald e diretto da Vincent Monteil. Mayuko Yasuda interpreta Parthoenis ne' La Belle Hélène di Offenbach, insieme a Yann Beuron e Stephanie d'Oustrac, con la messa in scena di Mariame Clément e diretto da Claude Schnitzler. Mayuko Yasuda incarna ugualmente Schleppträgerin in Elektra di R.Strauss, con la messa in scena di Stéphane Braunschweig e Georges Gagneré sotto la direzione di Daniel Klajner.


La soprano ha interpretato la parte principale nel Le Rossignol di Stravinsky; si è prodotta ugualmente in quanto solista nella La Grande Messe en ut mineur K427 di Mozart, con l'orchestra dei musicisti d'Europa, diretto da Jean-Marie Curti. Mayuko Yasuda interpreterà prossimamente il ruolo della principessa Laoula nell' Etoile di Chabrier, messa in scena da Matthew Jocelyn, diretto da Benjamin Levy con l'Orchestra Sinfonica di Mulhouse ed il coro dell'opera Nazionale del Reno; in seguito sarà l'interprete, in occasione di una tournée francese di: Olympia, Antonia, Gulietta et Stella nel Les Contes d'Hoffmann di Offenbach, messo in scena da Julie Depardieu e diretto da Philippe Hui, nell'edizione 2008 dell'Opera all'aperto. Née à Lille, Fleur Grüneissen étudie la flûte avec Christel Delaval dès son plus jeune âge. En 2002, elle intègre le CNSM de Paris dans la classe de Pierre-Yves Artaud et Florence Delepine. En 2005, elle obtient une bourse ERASMUS et part étudier à l'Escola Superior de Musica de Catalunya de Barcelone dans la classe de Vicenz Pratz. Elle se produit depuis au sein de grands orchestres français comme l'Orchestre du Capitole de Toulouse, où elle a bénéficié de la bourse « Aïda », l'Orchestre de Paris, l'Orchestre National de Lorraine ou encore l'Orchestre de Strasbourg. Passionnée de musique de chambre, elle est présente sur de nombreuses scènes françaises dans diverses formations, notamment en quatuor avec cordes et en duo flûte-guitare.

Ingresso 15 €


Con il patrocinio della

PROVINCIA DI PISA

Comune di Volterra

Comune di Montecatini VC

Camera di Commercio Pisa

Camera di Commercio Pisa

ACCADEMIA LIBERA NATURA & CULTURA Via di Borgo, 1 - I-56040 Querceto-Montecatini VC Mazzolla, 77 - I-56048 Mazzolla - Volterra (PI) +39 366 1351567 - +39 329 8826391 a c c a d e m i a l i b e r a @ t i s c a l i . i t w w w. a s s o c i a t i o n - m a r c o p o l o . o r g

Volterra

Valdicecina

Art & Music - Program 2013