Page 1

CATALOGO OFFERTA DIDATTICA PER LE SCUOLE


Cleanap nasce nel 2011 come proposta di performance socialmente utile. Insieme vogliamo dare vita a eventi di creatività urbana, partecipativa e volontaria. Abbiamo iniziato organizzando smart-mob per fare “PIAZZA PULITA” in piena emergenza rifiuti, in nome del concetto di città bene comune per ripulire le piazze scelte e manifestare in maniera fattiva il nostro senso di appartenenza alla comunità. Oggi siamo un’associazione che si occupa di sostenibilità e social innovation: cittadinanza attiva ed empowerment della comunità locale restano gli elementi che accompagnano la nostra attività. Ci occupiamo di sostenibilità e innovazione sociale: cittadinanza attiva e empowerment della comunità locale sono gli elementi chiave della nostra attività. Il rispetto per il bene comune per noi è fondamentale, si declina nei concetti di partecipazione, glocalizzazione e resilienza. Partiamo dal territorio con le sue relazioni e connessioni per riflettere sui reali bisogni delle persone e sperimentare soluzioni innovative, basate su nuovo approccio e su nuovi processi. 3


A scuola di cittadinanza attiva e consapevole! Cleanap promuove processi e metodi partecipativi in ambito scolastico, per abituare i bambini al coinvolgimento attivo come parte integrante della cittadinanza. Non solo dunque Educazione Ambientale, ma anche proposte di Educazione ai Beni Comuni, tutte richieste da parte di una scuola che deve trovare nelle collaborazioni esterne una nuova linfa per l'innovazione didattica. Cleanap ha svolto nel corso degli anni numerose esperienze e attività sul territorio napoletano, tuttavia la progettazione di proposte per la scuola rappresenta un terreno di impegno e una sfida per formare i cittadini del domani. Le proposte Cleanap per la scuola mirano a trasmettere i concetti di cittadinanza attiva, sostenibilità e rispetto per l’ambiente in maniera interattiva e divertente. Eco-orienteering, riqualificazione del verde scolastico, educazione civica alla mobilità sostenibile, beni comuni, corsi sul compostaggio: questi gli argomenti trattati per incoraggiare insegnanti e genitori a insegnare ai bambini un nuovo approccio al vivere comune, Favorire la cittadinanza attiva è un percorso politico, culturale e formativo molto lungo e delicato. Intervenire su abitudini o stili di vita degli adulti è infatti particolarmente complesso, mentre più prospettive danno percorsi rivolte ai giovanissimi. Ogni proposta può essere rivista e personalizzata in base alle diverse esigenze. Contemporaneamente allo svolgimento delle attività verrà predisposto uno strumento di valutazione adatto allo scopo prefissato di valutare l'efficacia dei percorsi rispetto ai temi e ai metodi dell'Educazione ai Beni Comuni.

4


Ogni anno in Italia si producono circa 32 milioni di tonnellate di rifiuti urbani: significa che ogni cittadino italiano produce in un anno 541 kg di rifiuti urbani, pari a 1,48 kg al giorno. Il 35% dei rifiuti prodotti è costituito dalla frazione organica. Per smaltire l’organico, il compostaggio è una delle soluzioni che consente di sottrarlo dal normale flusso dei rifiuti, attraverso la sua trasformazione in un ottimo fertilizzante. Insegnare l’importanza della pratica del compostaggio già dalla scuola primaria favorisce la formazione di futuri cittadini consapevoli e rispettosi del territorio e configura la scuola come parte attiva di questo processo. Il laboratorio si propone di sensibilizzare la diffusione dell’importanza del riciclo in modo interattivo e diretto, attraverso delle lezioni frontali e la realizzazione di una compostiera.

numero alunni min 20 / max 25 durata 3h

5


“Un tema di cruciale urgenza nel nostro Paese è la riduzione della produzione di rifiuti, per cui è possibile un intervento teso alla sostenibilità solo se si attivano adeguate modalità di comportamento da parte dei cittadini, quali le pratiche di differenziazione e recupero di materiali accompagnate da soluzioni organizzative (definizione dei punti di raccolta, procedure, orari) […]” (Linee Guida per l’Educazione Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile, MIUR Prot. n. 0006048 - 09/12/2009). Insegnare l’importanza della differenziata già dalla scuola primaria favorisce la formazione di futuri cittadini consapevoli e rispettosi del territorio e configura la scuola come parte attiva di questo processo. Una prima fase del progetto è volta alla spiegazione teorica: gli alunni impareranno a riconoscere le tipologie di rifiuti destinati al riciclo, approfondiranno l’importanza della raccolta differenziata per il territorio, il rispetto e la salvaguardia ambientale. La seconda fase sarà più pratica e interattiva, coinvolgendo gli alunni nel riuso creativo del materiale differenziato. numero alunni min 20 / max 25 durata 3h

6


Eco-Orienteering è una gara all’aperto (in un bosco, in un parco, etc.), il cui obiettivo è ripulire un’area definita dal maggior quantitativo di plastica (o altro tipo di rifiuti) che sporca la zona: con l’aiuto di una mappa sarà possibile raggiungere i punti di controllo, dette lanterne, nel minor tempo possibile.

numero alunni min 25 / max 50 durata 4h

7


Cleanap nasce proponendo nel 2011 uno smart-mob per sensibilizzare i cittadini all’idea di città bene comune: armati di scope, guanti e palette scesero nelle piazze del centro storico di Napoli per ripulirle dai rifiuti. L’associazione ripropone sotto forma di laboratorio la sua esperienza per sensibilizzare gli alunni al bene comune.

numero alunni min 25 / max 50 durata 3h

8


Imparare divertendosi ed esplorando nuovi luoghi. Scoprire il funzionamento di un impianto di lavorazione della plastica o della carta, il processo di trasformazione del rifiuto fino alla riconversione come materia prima; scoprire come degli spazi di risulta possono essere convertiti in spazi produttivi e socialmente utili – gli orti urbani e infine alla scoperta del PLART - Museo delle Arti Plastiche, una delle collezioni di plastiche storiche piÚ importanti al mondo, per comprendere la valenza che persino il materiale polimerico può avere.

numero alunni min 50 durata 4h

9


Cleanap ha vinto il bando “Smart Cities and Communities and Social Innovation” Pon_R&C 2007/2013 con il progetto “Bike Sharing Napoli”, sviluppando sperimentalmente il primo sistema di bike sharing nella città di Napoli. In pochi mesi è stata sovvertita l’opinione comune sulla ciclabilità della città, ritenuta erroneamente non idonea, ed è stato incentivato lateralmente l’uso della bicicletta privata. In virtù della sua esperienza, Cleanap promuove nelle scuole la mobilità leggera, sostenibile e intermodale con i mezzi di trasporto pubblici e/o privati, attraverso un laboratorio teorico e pratico che, oltre al racconto della propria esperienza, introduce alle regole del Codice della Strada.

numero alunni min 20 / max 25 durata 3h

10


L'orto scolastico rappresenta uno strumento didattico per conoscere il territorio e i suoi prodotti, ed è utile per insegnare agli alunni l’importanza dell'uso dell'acqua e della sua oculata gestione. Scoprire i tempi e i ritmi della natura, capire il forte legame tra l’alimentazione umana e il cibo che viene prodotto e rendersi conto come sia importante l’atteggiamento di cura e l’assunzione di responsabilità e impegno verso l’ambiente che ci circonda. Ecco perché il laboratorio di orticoltura didattica è un momento nel quale bambini, ragazzi o adulti sono coinvolti in semplici operazioni orticolturali, come piantare e seminare, al fine di trasmettere loro in modo informale e divertente informazioni riguardanti l'orto, l'ambiente e la sostenibilità.

numero alunni min 20 / max 25 durata 3h

11


3 4 5 6 7 8 9 10 11

12


www.cleanap.org info@cleanap.org

Cleanap per la Scuola  

A scuola di cittadinanza attiva e consapevole! Cleanap promuove processi e metodi partecipativi in ambito scolastico, per abituare i bambini...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you