Page 1

/ research / architecture / offices / retail / residential / competitions / exhibit / landscape

Claudia Brunelli // portfolio


Final degree in Architecture at the Politecnico di Milano. Thesis title: “Hosting diversities:reconversion of an U-Boot bunker into an open market, Saint Nazaire, France. Supervisors: Prof. Gennaro Postiglione, Prof. Arturo Lanzani. In the same year she has designed and realized an insallation fo “Atlantik wall, possible.re use”, an exhibition over the Second Worl War defence line on European’s Atlantic Coast. From 2005 to 2010 she worked in several architecture offices like Atelier Duilio Forte, Milan, LOT-EK, NYC and studiometrico, Milan. She is currently employed at FTA studio, Milan.


Claudia Brunelli

nasce a Verona nel 1983, frequenta la Facoltà di Architettura e Società presso il Politecnico di Milano. Durante gli anni di specializzazione ottiene la borsa di studio Erasmus presso la Facoltà FH di Potsdam, Architektur und Staedetbau, Germania. Nell’ottobre 2008 consegue la Laurea Specialistica in Progettazione Architettonica e Urbana con la tesi “Ospitare le differenze: progetto di un mercato nell’u-boot bunker di Saint Nazaire, Francia”. Nel dicembre dello stesso anno progetta e realizza presso il Politecnico di Milano,“Atlantik Wall bunkers_possible re-use”, mostra sui bunker della seconda guerra modiale sulla costa Atlantica

/ profile

dell’Europa, sponsorizzata dal DPA Politecnico di Milano, in collaborazione con EUROPA NOSTRA, prof. Gennaro Postiglione, Peter Noever, Realarchitektur, LIN Studio. Nel corso degli anni collabora con diversi studi fra cui l’Atelier Duilio Forte di Milano e con lo studio LOT-EK di New York, USA, con cui realizza l’installazione “Green Energy Gel-Bulb” per l’evento “Green Energy Design”, in occasione del Salone del Mobile di Milano del 2008. La passione per la progettazione la porta a partecipare ad alcuni workshop fra cui “Pic-nic al tempio #3 - Costruire naturale” a Caltagirone, Sicilia, organizzato da Marco Navarra (NOWA) , Alessandro Rocca (Politecnico di Milano), e alcuni ospiti internazionali fra cui Michael Hansen, Gilles Bruni, EXstudio. Con il progetto realizzato durante il workshop riceve una menzione d’onore al Premio Torsanlorenzo per l’Ambiente, per il progetto “Pathway and Landscape Observatories” nel maggio 2008. Dal 2008 al 2010 collabora con studiometrico di Milano. Lo studio si occupa di ristrutturazione degli interni, architettura e architettura del paesaggio. All’interno della realtà dello studio Claudia si occupa di progettazione di interni dal concept alla progettazione esecutiva, gestione e sopralluoghi in cantiere, capitolati, visualizzazioni, grafica, postproduzione immagini, e partecipa ad alcuni concorsi con professionisti come Vudafierisaverino partners e con artisti come Massimo Bartolini. Parallelamente all’ambito professionale svolge attività di collaborazione e assistenza alla docenza presso il Dipartimento di Interni del Politecnico di Milano, con il prof. Gennaro Postiglione. Dal gennaio 2011 lavora presso FTA studio, Milano.


year 1940. 6.000 km of coast 12.000 bunkers. 247 typologies, 13.000.000 cm of concrete. The research is focused on the European historic heritage of Atlantikwall, promoting the re-use of an U-Boot bunker in Saint Nazaire, France. The project moves on the submarine base with the scope of invading its huge structure (38.000 sqm), with disturbing actions (open market) in contrast with its historic and metaphoric meaning.

role // research team with Valeria Bormolini and Margherita Parati


// progetto di un mercato in un u-boot bunker, Saint Nazaire,2008 1940. 6.000 km di costa. 12.000 bunker. 247 tipologie.13.000.000 mc di cemento. La tesi muove dalla ricerca sul patrimonio europeo costituito dall’AtlantikWall, promuovendo il riuso dell’UBoot bunker di Saint Nazaire. Il progetto interviene sulla ex base sottomarina tedesca, con l’intento di invaderne l’immensa struttura, 38.000 mq, con azioni perturbatrici che stridono con il suo significato storico e metaforico, e di restituirlo alla vita a ciclo continuo della città.

/ research

Ospitare le differenze


/planimetria generale


/ sezione del bunker


/dettaglio blocco sospeso


/ sezione ristorante galleggiante


London’s Lisson Gallery opened a new space in Milan in Via Zenale on the ground floor of historic building completely refurbished and redesigned by Studio FTA in 2008. FTA was called to re-functionalize the rustic space originally destined for commercial and office use into a gallery and exhibition space. One enters the space from the palazzo’s interior courtyard and its rooms are developed along two floors: the ground floor hosts a window-flanked exhibition space while the basement floor offers offices and service area. The exhibition area extends from the interior space to an outdoor stone terrace flanked by an interior garden. Inside the minimal and elegant design of the gallery space (green-hued cement floor, white-washed walls) plays against the classical context of the building interior façade. role // design team and shooting at FTA studio


Il progetto prevede la ristrutturazione dello spazio a piano terra dell’edificio di via Zenale (ristrutturato nel 2008 dallo studio FTA), in uno spazio espositivo della nuova sede milanese della galleria Lisson di Londra. A piano terra lo spazio espositivo vero e proprio e l’ingresso, al piano interrato il magazzino e gli uffici. La zona espositiva si estende anche nel giardino retrostante con una pedana in pietra naturale. Il design minimale degli interni (pasta di cemento e pareti bianche) gioca un ruolo di contrasto con il contesto “classico� del complesso che ospita la galleria.

architecture

// progetto della sede di Milano della galleria londinese,2012

/

Lisson Gallery


In the Southern outskirts of Milano, at the crossing between Via Venosta and Via Zumbini, on a 1.350 sqm plot, two separate buildings are organized around a common courtyard: the bigger one – named Block A – is the result of the transformation of an industrial structure from the 30’s, while the smaller one – the Block B – it’s a totally new construction that exploit the usable surface gained after the demolition of some existing service facilities. The complex features 17 units of 100 and 150 sqm available for small practices or companies in search of a workplace to rent. role// project manager at studiometrico


//conversione di un complesso industriale a uffici, Milano 2008 L’intervento prevede la ristrutturazione di un edificio degli anni 30 adibito a laboratorio del Teatro la Scala di Milano, in un nuovo complesso di uffici. L’edificio è costituito da tre piani con soppalchi e un edificio di nuova costruzione di un piano. Nell’edificio in ristrutturazione vengono relazzati 13 uffici e un bar su strada a piano terra. Al secondo piano, la struttura in capriate metalliche della copertura sostiene i soppalchi. All’esterno un ballatoio grigliato e una scala sospesa permettono l’accesso indipendente ad ogni unità. L’edificio di nuova costruzione è costituito da struttura portante in carpenteria metallica. Staccandosi da terra su pilotis permette la realizzazione di 9 posti auto per gli utenti. All’interno vengono realizzati due uffici con soppalco.

/ architecture / offices

Via Zumbini 29


/ planimetria generale

/ sezione trasversale


1m

5m

/ pianta piano tipo


/ pianta esecutiva scala 1:50


/ dettagli serramenti


/ vista interna uffici


/ vista esterna cortile

/ vista interna uffici


/ cantiere


/ esterni


/ interni


The intervention is focused on the renovation of a rustic existing building (600 sqm) in the Hospital complex of Humanitas at Rozzano, Milan. The main actions of th project are the interior renewal, with new pavment, ceiling and glass walls, and exterior works with the realization of a new roof garden with natural stone pavment, green basins and benches. The building facade is designed with 6m height glaze wall with integrated venetian blind. This intervention permitt the natural light control and an optimal internal comfort.

role // project leader at FTA studio


Nuova sede uffici Holding Ospedale Humanitas 19

//realizzazione di nuovi uffici Rozzano, Milano 2011 L’intervento prevede la ristrutturazione di un edificio esistente (600 mq) all’interno del complesso dell’ospedale Humanitas di Rozzano, Milano e sua riconversione in uffici. Le operazioni principali secondo cui il progetto si sviluppa sono la riconversione degli interni in uffici, con la realizzazione di un nuovo pavimento sopraelevato, controsoffitti e pareti vetrate, e all’esterno la realizzazione di un giardino con pavimento in pietra naturale e aiuole verdi. La facciata è progettata con grandi moduli vetrati con veneziane integrate che permettono un controllo ambientale e un comfort interno ottimale.

VISTA

/ architecture / offices

VISTA INTERNA INGRESSO


INGRESSO HOLDING

arbusti

piante d’alto fusto-betulle

4


nuova piantumazione prato fiorito

verde estensivo esistente copertura in verde estensivo

nuove aiuole in cemento

ICH

pavimentazione in pietra parapetti esistenti

INGRESSO CCP

PLANIMETRIA GENERALE /Aplanimetria generale


/ vista del roof garden

VISTA DA INGRESSO HOLDING


VISTA INTERNA INGRESSO

/ vista ingresso 19

VISTA


VISTA GFR/SALA RIUNIONI

/ vista ufficio presidenza 15

VISTA

/VISTA vista interna open space INTERNA OPEN SPACE


/ pianta esecutiva 1:50


/ sezione 1:50


/ dettaglio cosruttivo 1:5


/ cantiere


The project foresees the creation of a new Timec office building in Tianjin (China) beside the existing block, ensuring a steep improvement of thermal performance trough specific technical strategies. The new building envelope permits to combine panels with different opacity and same dimensions, allowing to contain construction, maintenance costs and to animate the faรงade with different color graduations. Through the reinterpretation of the negative form of the existing building, the new facade respect the original layout prescriptions and allows for a harmonious formal integration in the existing context. In the entrance, the creation of an external barycentric reception allows to serve the 2 buildings and optimize office space, and the creation of a cover footbridge guarantees the connection between the office blocks. On a central patio, covered by a skylight that allows to maximize the contribution of natural light and ventilation, the open staircase guarantees a better visual and phyisical connection between the different levels. role // project leader at FTA studio


//realizzazione di nuovi uffici Tianjin China 2011 Il progetto prevede la realizzazione della nuova sede degli uffici Timec - Tenova accanto all’edificio esistente. L’intervento è pensato nell’ottica di un miglioramento delle performance termiche attraverso delle specifiche stratege ambientali. L’involucro infatti associa pannelli ad alto isolamento termico con vetri ad alte delle stesse dimensioni. Attraverso l’interpretazione “in negativo” dell’edificio esistente la nuova facciata segue il layout roginiale e permette un armonioso inserimento nel contesto. All’ingresso un ponte vetrato connette l’eidifico esistente a quello di nuova realizzazione. Un patio centrale coperto da uno skulight vetrato, permette di massimizzare l’apporto di luce e ventilazione naturale all’interno dell’edificio.

/ architecture / offices

Nuova sede uffici Tenova TIMEC


/ planimetria generale


/ prospetto


/ pianta esecutiva


/ cantiere


The project is the insertion of a completely new and thermally insulated structure within the existing pavillon. The structure occupies the space below the pavilion’s flat roof, approaches its boundary walls, steps back from the pillars on the park side, takes possession of the two service blocks and extends on a side to expand the interior space. The perimeter of the new building is defined by a transparent new façade that is oriented toward the garden and articulated in accordance with the hosting existing pavilion. This horizontal wooden-framed window continues onward the existing roof and generates a completely permeable room, an extroverted rectangular veranda covered by a new projecting flat roof. role // design team at studiometrico


/ retail Il progetto prevede la conversione di un padiglione esistente nel Parco Beldì di Oleggio in un wine bar. La struttura esistente viene mantenuta intatta, l’intervento si iserisce come una scatola nella scatola. Una pedana in parquette industriale e un controsoffitto isolano il nuovo intervento dall’esistente. Le finiture prevedono l’utlizzo di pochi materiali, il legno del pavimento, di alcune pareti e degli arredi mobili, il metallo nero acidato in lastre costituisce gli arredi fissi. La focus wall dietro il banco è verniciata a lavagna, diventa così supporto per performance artistiche sempre diverse. Un angolo salottino diventa all’occorrenza palco per concerti live. Le ampie vetrate fisse permettono agli utenti un contatto diretto con la vista del parco in ogni stagione.

/ architecture

SPAZIO33 // progetto di un bar ad Oleggio, Novara 2009


0

1m

5m

/ pianta /floorplan


0

1m

5m

/sezioni/sections


/ pianta esecutiva scala 1:50


/ dettaglio bottigliera

/ dettaglio mobile sala


/ vista interna banco bar

/ vista interna ingresso


The project is focused on the gentlemen concept proposed by Piombo: elegant, fresh, unique and italian stylish. The protagonist of the concept design is the jacket, exposed like art on vimini panels on the walls. Horizontal marble surfaces, precious ceramic tiles remeber the ancient latin open market athmosphere. Every shop’ll have a lounge corner, an exclusive privè d’elite. The furniture are all vintage, re-interpetated with Piombo’s textiles.

role // design team at studiometrico


/ retail

// concept store per un brand di abbigliamento maschile, 2010 Il concept proposto parte dalla concezione di Gentelman della linea Piombo. Lo spazio deve rappresentare le sue qualità, di eleganza, unicità, freschezza, mediterraneità. L’esposizione del prodotto diventa cardine e si scompone in tre elementi. La protagonista è la giacca, ostesa come opera d’arte su pannelli in vimini colorato. Il baule da viaggio poi viene scomposto in piani verticali ed orizzontali in marmo, ceramiche preziose, come lussuosi supporti ad un mercato latino. Una zona lounge in ogni negozio vuole essere luogo d’incontro, privè d’elite. Gli elementi d’arredo mobile sono di modernariato, reinterpetati con i tessuti Piombo.

/ architecture

Piombo


/ pannelli giacche

/ tavoli

/ lounge

/ vetrina


/pianta

/ esporre la giacca

/ scomporre il guardaroba

/ piani orizzontali


/ esporre la giacca


/ combinazione dei tavoli


/planimetria generale

/ vista generale piazza


The renovation proposal of Piazza Verdi consist of a new public building for the city, an hibrid element both architecture and infrastructure, that allow to the square to be freed from car traffic. 4 m reised above the ground , 200 m long and 10 m width, it has a steel structure and a facade made by pre-fabricated concrete panels. The cars can pass through the building by two car ramps. Pedestrian can acces through staircases and lifts. The achieved result is two squares, a porch, an open market and a new car way all in one building.

/ competitions

role // design team at studiometrico

Piazza Verdi // concorso di progettazione di P.zza Verdi, La Spezia 2009 La proposta di riqualificazione di Piazza Giuseppe Verdi si attua attraverso la costruzione di un nuovo edificio pubblico per la città, un elemento ibrido capace di funzionare sia come architettura che come infrastruttura, uno spazio aperto e flessibile utilizzabile dalle persone e dalle automobili. Un intervento che vada a liberare P.zza Verdi dal traffico portandolo in quota. Sollevato a 4 m di altezza, lungo 200 e largo 10 m, costituito da uno scheletro metallico ‘portante’ e da un rivestimento di facciata in pannelli di cemento, l’edificio è percorribile dalle automobili grazie alla presenza di due grandi rampe mobili ed è accessibile dai pedoni attraverso due corpi scala e due ascensori. La nuova infrastruttura è luogo emblematico e simbolico per la città grazie ai molteplici utilizzi possibili. Due piazze sovrapposte, un porticato, un mercato coperto, una via carrabile.


/ sezione longitudinale

/ planimetria piazza


/ vsta generale piazza carrabile

/ vsta generale piazza pedonale


/ vista piazza superiore

/ vista piazza inferiore


KOSHO is a simple, light, transportable, low-cost, kosher construction that meets the rules and regulations listed in the competition brief. KOSHO is small but comfortable, can be easily transported, quickly installed and dismantled. KOSHO is a symmetrical polyhedron built through the juxtaposition of modular elements, but when perceived from di‑erent angles and in diverse light conditions, it appears as a dynamic and articulated structure. As the eye moves around, a multitude of slanting trajectories between the earth and the sky reveals the essence and the meaning of the construction.

role // design team at studiometrico


/ competitions

Kosho // concorso di progettazione Sukkah City, NY 2010 Il sukkha è una struttura usata nella tradizione ebraica come riparo in occasione della celebrazione del Sukkot. Rifacendosi alla dottrina ebraica il sukkah deve quindi rispettare alcune regole, che diventano quindi stimolanti vincoli progettuali. Il numero di pareti, i materiali usati, le dimensioni..etc. La proposta Bild your own sukkha ne prevede la realizzazione in scala 1:1. La struttura è costituita da 9 ventagli, costituiti da 10 assi di legno ciascuno. Ripiegando su se stessi i 9 triangoli si costituisce un ottaedro autoportante per la sua stessa forma. In pianta la sovrapposizione visiva di due triangoli ricompone la stella di David della tradizione ebraica. Il progetto vuole dimostrare la semplicità della realizzazione. Una sorta di manuale, pronto al montaggio e all’uso.


/ montaggio


Tools

Components

carpenter’s square

60 X fir planks 3/4” x 3 1/2” x 10 ft

miter saw

6 X 1 ft 1/2” threaded rod 12 X 1/2” nuts and washers

clamps 12 X 3/8” bolts 12 X 3/8” nuts 24 X 3/8” washers wrenches

drill

screwdrivers

hammer

120 X 5/32”, 1 3/4” lenght countersunk head timber screws

24 X 9” wide hinges

96 X 1/4” screws 96 X 1/4” threaded inserts for wood


1

2

4

6

8

1 X 1 ft 1/2” threaded rod 2 X 1/2” washers 2 X 1/2” nuts

3 5 7

The structu six triangles crushproof Thus, the w by a steady

10

9

10 X 5/32”, 1 3/4” lenght countersunk head timber screws

A wooden f metaphor o principle. 6 the basic m the constru

3 1/2”

10’

The 6 sets o folded and Each set we can be com by two pers


side view

8’ 8 2/5” side view

10’

top view


The lattice structure provides shade and is large enough to host a table and few chairs

A triangular hammock-like elastic net can be attached to the corners of the roof structure


Expo 2015 “feed the globe� is the perfect occasion to sensibilize the world about the relation between the humanity and the food, about a new lifestyle that recognize that natural resources are limited. This is translated into a project that interpretate in a contamporary way the traditional architectural topics like ballatoio houses, and create a new constructive module that answer to the specific technicnical, functional, esthetics and climatic issues requested. role // design team at FTA studio


MATRICE

TIPOLOGIE EDILIZIE

/ competitions

PROGRAMMA

FRONTI

30°

VOLUMI

Expo 2015 // concorso di progettazione di architetture di servizio 2011 L’expo 2015 “nutrire il pianeta”, costituisce un’occasione unica di sensibilizzare il mondo in merito a tale rapporto uomo cibo e costituisce l’occasione di una riconsiderazione verso un nuovo stile di vita consapevole delle risorse e dei limiti delle risorse naturali. Il cibo offre dunque uno spunto per svolgere un’attività didattica per sensibilizzare e coinvolgere i visitatori sui temi globali della sostenibilità attraverso il recupero dei valori locali. Questo spirito si traduce in un progetto capace di rileggere in chiave contemporanea gli elementi tradizionali delle tipologie edilizie del luogo come le case a ballatoio, le cascine, e generare un nuovo modulo costruttivo tecnologicamente avanzato che risponda alle specifiche richieste funzionali, ambientali e di immagine richieste.


fronti urbani

cascine

MILANO

TIPOLOGIE EDILIZIE

MATRICE

PROGRAMMA

PERC

stecca di servizio C1

stecca di servizio B1

stecca di servizio F1 bar 3 wc 3

bar 1 wc 1 chiosco 1

chiosco 2

bar 2 wc 2

bar 4

chiosco 3

chiosco 4

wc 4

bar 5 wc 5 bar 6 wc 6

PERCORSI

BACINI D’ACQUA

AREE VERDI

COSTRUITO

POLARITÀ’

infopoint area A

chiosco 7 wc 11 bar 12 infopoint area D

chiosco 9 chiosco 8 chiosco 10 wc 13 wc 12

en

2015

Gre

COLORI

B

elt

ASSI PRINCIPALI City

stecca di servizio A

stecca di servizio C2

stecca di servizio D

Wc 10 bar 11

stecca di servizio F2

ter

30°

sostenibilità

trasparenza TRASPARENZA

mapping bacino d’acqua

12 a.m.

stecca H2

><

4 p.m.

GIORNO: LANDMARK

Tavola 01.indd 1

stecca di servizio B2

Cen

<

9 a.m.

chiosco 6 infopoint area F2

stecca di servizio E

><

decumano


30째

i fronti

CORSI

le pelli

VOLUMI

stecca di servizio G2

INVOLUCRO

stecca di servizio Accesso Est

stecca di servizio H1 infopoint area H1

MODULI

wc 6

AZIONI

EDIFICIO

x 24

16

15

6m

m

connessione

stecca

3,75 m

x3 10

m

15

aggregazione

Wc 9 bar 10

bar 9

bar 8

chiosco 5

3,75 m

wc 8 x1

stecca di servizio G2

m

bar

10

trasparenza

stecca di servizio H2

14 STECCHE

mq 58 618

16 INFOPOINT + CHIOSCHI

mq 8 000

24 BAR + WC

mq 7 375

m

5m

infobox

PROSPETTO 1:500 ><

stecca H1

><

6 p.m.

9 p.m.

NOTTE: VIDEO MAPPING SHOW

serre

>

11 p.m.

SEZIONE TERRITORIALE 1:500

23/02/12 23.40


D

E

LAYOUT FUNZIONALE serivizi igienici maschili area tavoli indoor

serivizi igienici femminili

tavoli indoor

u.t.a.

D’

E’

D

E

PIANTA PIANO PRIMO STECCA H1 | 1:200

servizi igenici maschili

NTI WC

CLIE

servizi igenici femminili

CARICO/SCARICO

tavoli outdoor

parcheggio mezzi di soccorso

tavoli indoor

Area

Free

Flow

servizi igenici maschili

tavoli outdoor

servizi igenici femminili

serivizi igienici maschili

banco bar area free flow

tavoli outdoor

tavoli indoor

tavoli indoor

area commerciale

WC bar

area commerciale

WC addetti

WC clienti serivizi igienici femminili

servizi igenici maschili

LEVEL +1

primo soccorso antincendio

WC

WC

servizi igenici femminili ambulatorio

magazzino refrigerato

sala d’attesa degenza magazzino refrigerato

BAR

magazzino materiali pulizia

servizi igenici maschili magazzino materiali pulizia

servizi igenici femminili area commerciale

D’

E’

magazzino per manutenzione del sito

tavoli indoor banco bar

LEVEL 0

locale rifiuti cabina telecom magazzino magazzino magazzino

PIAZZA

percorsi persone

INFOPOINT

percorsi merci sottostazione elettrica

bar negozi

magazzino

infopoint

primo soccorso antincendio

cabina elettrica

primo soccorso

magazzino refrigerato magazzino materiali pulizia magazzino alimentari

LEVEL -1

centro di assistenza tecnica self service

PIANTA PIANO TERRA STECCA H1 | 1:200

tavoli outdoor servizi igienici

bar / tavoli indoor

servizi igienici

primo soccorso antincendio

degenza

C

magazzini

WC clienti

SEZIONE AA’ | 1:200

WC addetti

B

BAR

B’

magazzino

CARICO/SCARICO

C’

SERVIZI IGIENICI

BAR

PIANTA BAR | 1:200

PRIMO SOCCORSO

PROSPETTO NORD EST | 1:200

1.SISTEMAZIONE ESTERNA

2.MASSA TERMICA

4.IMPIANTI

impianto telo di co U.T.A tenda ombreggiante

inerzia termica: pannelli prefabbricati in fibrocemento

impianto di nebulizzazione

sezione BB’ BAR 11

Tavola 02.indd 1

cisterna di raccolta acque meteoriche

sistema di raffrescamento a pavimento

parete vetrata con brise soleil

sezione CC’ BAR 11

inverter energia

impianto di illuminazione led

sezione DD’

BAR

alimenta


F

serivizi igienici maschili

WC

spogliatoi

desk pubblico

locali U.T.A + spogliatoi

area tavoli indoor serivizi igienici femminili

uffici

F’

F

CARICO/SCARICO

serivizi igienici maschili

WC addetti

WC clienti

PRONTO SOCCORSO ambulatorio - sala visite

area commerciale

area free flow

WC degenza

area commerciale SELF SERVICE

SHOPS desk pubblico

spogliatoi

serivizi igienici femminili

SHOPS

F’

uffici

desk pubblico servizi igienici

a

servizi igienici

ambulatorio / sale visite

DEGENZA

AMBULATORIO

area commerciale

SERVIZI IGIENICI

area commerciale

self service

AREA COMMERCIALE

5.INVOLUCRO

SELF SERVICE

6.CONTINUITA’ CON ESTERNO

o fotovoltaico opertura in silicio amorfo area tavoli indoor

riciclo acque meteoriche per acque grigie

e batterie di accumulo

azione da rete elettrica

area tavoli outdoor

ventilazione naturale

sezione EE’

SERVIZI IGIENICI

cisterna di raccolta acque meteoriche

sezione FF’

SELF SERVICE

24/02/12 04.10


SEZIONE 1:20

ESPLOSO ASSONOMETRICO

LEGENDA

fotovoltaico telo impermeabile in silicio amorfo montato su telaio in pvc dimensioni 250 x 125

1 pannello sandwich in lana di roccia e pannelli in OSB 250 x 125 x 18 cm

10 pavimentazione esterna in pietra naturale

2 telo ombreggiante in PVC montato su telaio in PVC: 250 x 125 cm

11 travetto in legno lamellare 120 x 240 mm

3 incastro trave principale con piastre e bulloni in acciaio zincato

12 pannello in legno d’abete spessore 25 mm

4 travetto in legno d’abete 100 x 200 mm

13 piastra in acciaio chiusura parapetto

5 serramento vetrato apribile con telaio in PVC 250 x 125 cm

14 parapetto in vetro stratificato

6 attacco a terra pilastro con piastre e bulloni in acciaio zincato

15 pannello cartongesso tinteggiato colori raal vedi abaco

7 soletta preesistente in calcestruzzo armato 600 mm

16 serramento vetrato con apertura a vasistas telaio in PVC 250 x 125 cm

8 pavimento galleggiante 60 x 60 cm con pavimentazione in gres

17 illuminazione con proiettore a led

9 bocchetta sistema raffrescamento a pavimento

18 unità trattamento aria ad armadio telaio profili cavi in PVC dimensioni 250 x 125

tamponamenti interni pannello cartongesso tinteggiato colori raal vedi abaco orditura secondaria solaio travetti in legno lamellare sezione 12 x 24 cm assito doppio in pannelli in legno d’abete spessore 2.5 cm trave principale solaio legno lamellare sezione 20 x 65 cm

sistema di raffrescamento a pavimento

pavimento galleggiante 60 x 60 cm con pavimentazione in gres finto pietra naturale solaio in c.a. esistente

16

15

1

2

14

12

13

17

3

11

4

5

18

8

6

10

9

FASI DI MONTAGGIO

7

TRASPORTO

-standardizzazione degli elementi costruttivi -ingombro max 12 m

7 gg

Tavola 03 finale.indd 1

STRUTTURE PREFABBRICATE

-rapidità di costruzione -montaggio a secco -sicurezza in cantiere

30 gg

STRUTTURE SECONDARIE


fronte pannelli prefabbricati in legno cemento

telo ombreggiante telo in PVC spalmato montato su telaio in PVC dimensioni: 250 x 125

serramento vetrato apertura a vasistas telaio in PVC dimensioni 250 x 125 cm

studio ombreggiamento

21 giugno h 12.00

21 settembre h 12.00

LUCE

OMBREGGIAMENTO

VENTILAZIONE NATURALE

IMPIANTI

controllo della luce naturale

controventi piatti metallici forati sezione 60 x 2 mm

telo fv recupero acque meteoriche

luce a led

struttura secondaria travetti in legno d’abete sezione: 10 x 20 cm

pannello coibentante pannello sandwich in lana di roccia e pannelli in OSB dimensioni: 250 x 125 x 18 cm

STUDIO APPORTO SOLARE SUI VOLUMI

IMPIANTO FOTOVOLTAICO IN COPERTURA

Kwh/mq 1400

SUPERFICIE TOTALE 750 mq

1200

Kwh ANNUI PRODOTTI 45000

1000

COSTO ISTALLAZIONE 150.000 €

600

ANNI RITORNO 16 anni

LE AGGREGAZIONI

5m

5m

5m

STECCA B1 - 50 metri

STECCA G2 - 85 metri

5m

STECCA H1 - 166 metri

STECCA C2 - 35 metri

ABACO TAMPONAMENTI m

10.90

0m

10

.2

5

5.1

4.3

9.10 m

m

0m

0

15 m

12.50 m

BAR pelle interna pannello coibentato

telo ombreggiante

serramento in vetro

7.70

m

m

10 m

SERVIZI IGENICI

pelle esterna telo impermeabile

m

4.00 m

6.00 m

8.45 m

3.7

8.50 m

8.10

4.00 m

E MODULARI

STRATEGIE CLIMATICHE

15 m

INFOPOINT

UFFICI

portale in legno lamellare

LA MODULARITA’ TAMPONAMENTI INTERNI

TAMPONAMENTI ESTERNI

FOTOVOLTAICO

sezione

sezione

sezione

pianta

-personalizzazione -diversificazione trasparenza pelli a seconda di orientamento e funzione

15 gg

SMONTAGGIO

250 cm

125 cm

250 cm

250 cm

INVOLUCRO FLESSIBILE

pianta

125 cm

prospetto

15 gg

125 cm pianta

125 cm

-riduzione tempi di montaggio -riduzione costi di produzione

250 cm

125 cm

250 cm

125 cm

250 cm

prospetto

prospetto

RIUSO

-possibilità di ampliamento / riduzione edifici -rapidità

7 gg

-flessibilità d’uso -personalizzazione formale

7 gg

24/02/12 05.17


Blue, floating in the air, soft and ethereal, this installation (a cube attached to the historic building) is a colorfull and luminous “alien” in the main courtyard of Ca’Granda. Thought to be energy susteinable , the installation use LED lights powered by solar panels. The structure is totally reusable. The skin is composed by a polyurethan plastic material called Technogel. The sensorial experience of the visitor, influenced by the soft consistency of the surfaces of the cube, is fundamental for the exploration of the space.

role // project leader at LOT-EK


/ exhibit

Green Gel Bulb // installazione luminosa, Greenenergydesign, Milano 2008 Azzurra, fluttuante nell’aria, morbida e traslucida, questa installazione (un cubo sostenuto da un’impalcatura che si aggrappa all’edificio storico) è un ‘intruso’ colorato e luminoso nel cortile d’onore della Ca’ Granda. L’installazione, pensata per essere sostenibile, è iluminata da luci LED a basso consumo alimentati da pannelli solari, la struttura del ponteggio/architettura, riutilizzabile all’infinito; il Technogel, il materiale gelatinoso di cui è rivestita, un morbido poliuretano ottenuto senza l’utilizzo di plastificanti. L’esperienza sensoriale del visitatore, direttamente legata alla morbida consistenza delle superfici del cubo, è fondamentale per l’esplorazione dello spazio: il pavimento è piacevole al tatto, le pareti fluttuanti, la luce soffusa.


progetto 3 - allestimento - green energy design


// contact


Claudia Brunelli // contatto

via balilla 12 20136 milano +39 3403525095 caiab@libero.it skype claudiabrunelli


claudia brunelli  

claudia brunelli_works

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you