Page 1


Primo concorso internazionale di pittura

ColorAzione 3/10 ottobre 2009

Con la collaborazione: Regione Calabria Comune di Lamezia Terme Banca Credito Cooperativo del lametino 2


Progetto grafico ed impaginazione B@D Fotografia Giuseppe Torcaso In copertina “Studio 1� di M.Balistrieri Stampa Tipografia Perri 3


Sommario Che vinca l’arte, di Maurizio Carnevali

7

Giuseppe Cullice

40

Presentazione galleria

9

Mafalda Daniele

41

Melania Aitollo

11

Valeria Dattilo

42

Rosa Amerato

12

Antonio De Santis

44

Nicoletta Averta

14

Stellario Di Blasi

47

Marcello Balistrieri

15

Antonella Di Renzo

48

Paolo Balistrieri

17

Domenico D’Ippolito

49

Maria Birò

19

Gaetano Felicetto

52

Maura Bulzoni

20

Ezia Ferrari

54

Concetta Callari

21

Dino Ferro

55

Paolo Camporota

24

Fiorella Folino

56

Laura Carlino

26

Assunta Fragale

57

Chavarro Iara

29

Elisabetta Frija

58

Graziella Ciliberto

30

Cesare Frugiuele

59

Pino Conestabile

33

Luigi Giudice

62

Gianpaolo Cono

36

Edo Grandinetti

63

Carlo Contegno

37

Grosso Ciponte

65

Patrizia Crisalli

38

Andi Hila

66

Antonio Cugnetto

39

Lorenzo Iannazzo

67 4


Michele Iannazzo

69

Valerio Montoro

102

Mihaela Juravle

70

Sonia Nardocci

104

Pino Lavecchia

71

Pippo Notaris

105

Cristina Lisanti

73

Vincenzo Notaro

106

Francesca Lupacanto

74

Gaspare Orrico

107

Elvira Maccari

76

Giusi Pallone

109

Pasquale MacrĂŹ

77

Rosalba Panzieri

111

Adolfo Magnelli

78

Paolo Pastore

113

Antonio Mangiafave

79

Rosi Piazza

114

Giulio Manglaviti

80

Alberto Pirrone

115

Jeso Marinaro

81

Daniele Politi

116

Francesca Marzano

82

Ernesto Ponsiglione

117

Aldina Mastroianni

83

Giuseppe Ritorto

118

Giuseppe Mazzaferro

86

Teresa Roberto

119

Giuseppe Melina

88

Antonella Rocca

120

Eugenio Michienzi

91

Maurizio Rosati

123

Francesco Milicia

92

Corrado Rotundo

125

Diego Minuti

95

Giovanni Scardamaglia

126

Giuliana Mirabella

96

Armando Sdao

127

Domenico Monterosso

97

Pilar Segura

129

Marcello Montoro

100

Giovanna Senatore

131 5


Martina Sereno

132

Tina Sgrò

133

Larisa Smirnova

136

Rosa Spina

139

Francesca Timpano

140

Riccardo Tropea

141

Marcello Ursomando

144

Giacomo Vercillo

146

Caterina Vesci

147

Simone Vesci

148

Concetta Villella

149

Francesco Villella

152

Giuliano Zucco

154

6


Che vinca… l’arte

L’impegno che il Centro d’Arte Moderna di Lamezia Terme si è voluto far carico, organizzando il primo Concorso Internazionale di Pittura, nasce dall’esigenza reale di collegare in maniera attiva questa città, la sua realtà artistica, con il resto del mondo. L’adesione ampia e differenziata di pittori provenienti da tutto il territorio nazionale, e non solo, si conferma come testimonianza di una diffusa necessità di confronto globale che gli artisti avvertono. Siamo consapevoli di quanto enormemente vasta sia divenuta ormai la “forma d’arte” e quanto arduo sia diventata la comprensione di molti suoi aspetti, ma, proprio per questo non abbiamo voluto porre alcun limite alla partecipazione dei concorrenti. Stabilendo, dunque, una sorta di “ingresso libero” si è consentito a chiunque abbia ritenuto di voler esporre la propria opera in un contesto di libero confronto di poterlo fare in assoluta serenità di spirito. La coerenza delle scelte che la nostra galleria opera, da quando è nata, è in sintonia con la nostra convinzione che l’arte debba prodursi in oggettive indicazioni di valori e non in monumentali esibizioni pubblicitarie o peggio ancora in vergognose sagre della vanagloria ormai imperanti nel sottobosco delle arti. Siamo convinti che, se non compiamo tutti insieme uno sforzo che contrasti gli effetti già perniciosi che hanno trovato il loro humus nella confusione in cui vive l’arte e che ha ingenerato il dubbio, il sospetto e la diffidenza, continueremo ad assistere ad un sempre maggiore disinteresse e allontanamento dai luoghi di esposizione da parte del grande pubblico. Questo concorso vuole dare un segnale di solidarietà a quanti vivono la propria vicenda artistica con totale dedizione riconoscen7


do in questo aspetto la fondamentale ritualità che conduce ad un risultato d’arte. Siamo, infine, certi che l’onestà e la profonda competenza della giuria designata produrrà un esito che potrà soltanto essere tradotto nell’affermazione che chi ama l’arte sa anche riconoscerla. Porgo i miei saluti a tutti i partecipanti e formulo l’augurio che vinca… l’arte. Il direttore artistico Maurizio Carnevali

8


Presentazione della galleria

Il Centro d’Arte Moderna nasce da un’idea imprenditoriale del gruppo Panarello all’interno del primo centro commerciale realizzato a Lamezia Terme, il centro acquisti i “Pini”. L’assoluta assenza di uno spazio interamente dedicato all’arte, in una città ricca di talenti come Lamezia Terme, ha spinto il gruppo ad investire tempo e capitali al fine di realizzare una struttura completa che diventi, nel tempo, punto di riferimento ad ampio respiro per gli appassionati e gli artisti. L’importanza del progetto trova riscontro anche nei nomi di quanti, da subito hanno offerto la loro collaborazione, in opere e consigli. Inaugurato il 21 marzo del 2009 sotto la direzione artistica di Maurizio Carnevali, famoso artista nato a Palmi e residente ormai da anni a Lamezia Terme, con la rassegna denominata “collettiva d’apertura”, il Centro d’Arte Moderna è riuscito a mettere insieme diciotto artisti tra scultori e pittori calabresi alcuni dei quali rimarranno in permanenza nel centro e saranno il vero e proprio patrimonio della galleria. Il Centro d’Arte Moderna è stato pensato per venire incontro a tutte le esigenze degli artisti. All’interno dei locali è stato allestito un intero settore dedicato agli articoli professionali per le belle arti e un angolo per la stamperia calcografica. Inoltre viene data la possibilità di esporre, in armonia con il calendario delle rassegne previste, anche ad artisti che ne faranno specifica richiesta. La peculiarità del Centro d’Arte Moderna è questa: la perfetta alchimia tra le esigenze di una galleria d’arte, l’organizzazione continua di rassegne, eventi e serate tematiche, con l’elasticità della gestione imprenditoriale.

9


Melania Aitollo Melania Aitollo è nata a Reggio Calabria nel 1984. Si diploma in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria. Si occupa attivamente di: pittura, incisione, scultura e fotografia. Negli ultimi anni ha partecipato: 2009 Esposizione opere, eseguite durate la giornata contro la violenza sulle donne, presso teatro Siracusa, Reggio Calabria. - Mostra di pittura presso associazione culturale “Guernica”, Messina. - Mostra collettiva presso associazione culturale “Leucò”, Reggio Calabria. 2008 - Workshop internazionale d’Arte contemporanea “Contaminazione” con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del comune di Reggio Calabria. - XX edizione del Porticato Gaetano rassegna internazionale di arti figurative, sezione pittura. Vincitrice premio speciale. Patrocinato dalla Regione Lazio. - Collettiva d’Arte: “Artemisia e le altre…” presso i locali dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria. Collettiva d’Arte “Umano Contemporaneo” presso il Foyer del teatro comunale Cilea di Reggio Calabria. - Festival.Arte.Creatività.Ecocultura Collettiva d’arte contemporanea “S.I.S.M.A.2008” Fortino di Arghillà. - Workshop d’arte contemporanea (Sculture/Istallazioni) “Solide parole”. Santa Caterina Albanese (CS). - Collettiva d’arte contemporanea “Natura Corporea”, a cura di Delfo Tinnirello. Palazzo e patrocinio della Provincia di

Reggio Calabria. - Happening, ricorrenza contro la violenza sulle donne. Piazza Camagna, Reggio Calabria. - La Costituzione. Mostra di pittura presso i locali della Prefettura di Reggio Calabria. - Mostra di pittura presso il castello Ruffo di Bagnara Calabra. Centenario del terremoto.

Cupiditas, labor et passio, 50 x 170 mista su tavola 11


Rosa Amerato Rosa Amerato è nata a Catanzaro, dove attualmente vive. Appassionatasi d’arte nei banchi di scuola, inizia la propria attività espositiva nel 1972 con all’attivo diverse mostre in giro per l’Italia: 1976 - medaglia d’argento alla II edizione “Il pennello nascosto”, Catanzaro; - mostra collettiva Parco Hotel delle fate, villaggio Mancuso (Taverna) organizzata dalla comunità montana. 2004 - mostra collettiva “Arte Incontro”, XI edizione, promossa dalla Rotaryact, centro di aggregazione giovanile con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Catanzaro. 2005 - mostra personale, “Centro Culturale”, Fontana Vecchia, Catanzaro; - mostra collettiva “Arte Incontro”, XII edizione, Fontana Vecchia, Catanzaro; - manifestazione artistica “Gli elementi”, esposizione presso la Lega Navale di Noverato, Catanzaro. 2006 - 1° premio Nazionale di arte figurativa, Galleria d’Arte “Angelo Azzurro”, Roma; - “Biennale d’Arte” sala Bramante, selezione Calabria promossa dal Ciac (centro arte contemporanea) Roma (presidente Giuseppe Chiovaro); - Biennale d'Arte “Galleria Agostiniana”, Roma promossa dal Ciac; - mostra di pittura “arte al femminile”, palazzo Fazzari, Catanzaro; - manifestazione artistica “La centralità della donna nella cultura calabrese”, palazzo Fazzari, Catanzaro; - mostra d’arte “Senza Tempo”, a cura dell’associazione Asca, esposizione in

Badolato (Catanzaro); - mostra collettiva di pittura promossa dall’associazione della cultura e delle arti, esposizione nell’atrio principale della chiesa di Santa Maria, Satriano (Catanzaro); - medaglia d’oro premio nazionale “Raffaello Sanzio”, Galleria d’arte “Angelo Azzurro”, Roma.

Il riflesso, 40 x 70 olio su tela 12


L’esplorazione, 40 x 60 olio su tela 13


Nicoletta Averta Nata a Pizzo (Vv), intraprende gli studi artistici. La prima mostra personale avvenne nell’estate del 1988 a Pizzo. Non volendo mai seguire schemi, mode, correnti o movimenti artistici, ha sempre cercato di dare libero sfogo alla propria fantasia nel creare ciò che le appartiene interiormente. Ha continuato ad esporre i quadri in mostre personali e collettive in diverse città italiane quali: Roma, Milano, Chianciano Terme (SI), Monterosso Calabro (VV), Cesenatico (FO), Venezia, Crotone, Cosenza, Mola di Bari (BA), Marano Principato (CS), Ravenna, Firenze, Locri (RC), Bologna Colle Valdelsa (SI), Vibo Valentia, Torino, Salsomaggiore Terme (PR), Lamezia Terme (CZ), Palazzuolo sul

Senio (FI) ed anche in Francia a Vieux Donde. Grazie a quest’attività nel campo artistico le è stato permesso di conoscere molte persone, come il critico Paolo Levi che ha voluto inserirla nel 1991 nel volume “Immagine e Struttura” edito dalla Mondadori. Un altro critico d’arte, Gregorio Viglialoro, l’ha ospitata nella trasmissione televisiva “Libraria” del circuito televisivo Telecinquestelle. Hanno parlato di lei diversi giornali ed è stata inserita in vari cataloghi d’arte, nonchè è stata inserita nell’Archivio Storico di Consultazione d’arte Moderna di Palazzo Bandiera a Busto Arsizio.

Ayam 64, 100 x 50 mista su tela 14


Marcello Balistrieri Marcello Balistrieri nasce a Lamezia Terme nel 1974. Frequenta il Liceo Artistico di Catanzaro, diplomandosi poi al Liceo Artistico di Venezia. Si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Urbino per poi trasferirsi all'Accademia “Clementina” di Bologna dove si diploma nel 2000. Presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria consegue l’abilitazione all’insegnamento in “discipline pittoriche”. Personali 1995, Lamezia Terme, Galleria “Cultura Insieme”. 1997, San Mango D’Aquino, Anfiteatro Comunale. 1998, San Mango D’Aquino, Anfiteatro Comunale. 2000, Feroleto Antico, “Palazzo Cosentini”. 2004, Bologna, L57, spazio autogestito. 2004, Amsterdam, “301 Overtoom”. 2006, Lamezia Terme, Piazza Sacchi n1, “Nuova Carne”. 2008, Pianopoli, Galleria “17gradicentigradi”. Collettive: 1996, Lamezia Terme, Galleria “Cultura Insieme”. 1996, Reggio Calabria, Galleria “Limoni”. 1997, Palmi, Galleria “Cultura Insieme”. 1998, Taurianova, spazio comunale. 1999, Lamezia Terme Galleria “Cultura Insieme”

2000, Parma, “Artisti in fiera”. 2003, Lamezia Terme, Galleria “Cultura Insieme”. 2007, Pianopoli, Galleria “17gradicentigradi”. 2008, Lamezia Terme, Chiostro San Domenico, Biennale d’Arte. 2009, Montalto Uffugo, “I Pagliacci” di Leoncavallo.

15


Eros e morte, 100 x 198 olio su tela 16


Paolo Balistrieri È nato a Reggio Calabria, risiede a Lamezia Terme (CZ). Ha conseguito gli studi presso l’Istituto Statale d’Arte di Reggio Calabria. Mostre: 1962 Galleria “Umberto Boccioni” Reggio Calabria. 1965 Galleria d’Arte - Alessandria 1967 Sala d’arte - Tortona (Alessandria). 1968 Messina 1973 Palazzo della Provincia -Reggio Calabria. 1974 Circolo Arci - Lamezia Terme. 1975 Galleria “Ariele” - Lamezia Terme. 1978 Galleria “Il Segno” - Palmi (RC). 1979 Salone Dopolavoro Ferroviario, Reggio Calabria . 1980 Sala “Teatro P” - Lamezia Terme. 1983 Circolo Riunione - Lamezia Terme. 1985 Centro Culturale Artistico Lamezia Terme (CZ). 1986 Centro Culturale “Prospettive d’Arte” - Lamezia Terme (CZ). 1988 Sala d’Arte - Tortona. 1989 Mostra Nazionale delle Regioni d’Italia “Tevere Expo” - Roma. 1990 Galleria “Il Glicine” Amantea(CS). 1991 Associazione Culturale “Gruppo Novecento” - Taurianova. Galleria “Gradiva” - Altomonte. 1993 Amministrazione Comunale di Bologna Centro Civico Savena. 1994 Palazzo Cocchi Donati Serristori Firenze. 1997 Assessorato alla Cultura - Biella San Vito al Tagliamento. Pordenone Sala Esposizioni. Amm. Com. di San Mango d’Aquino Galleria “Enigma”.

1998

1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005

Amm. Com. di Soveria Mannelli. Gruppo “Arte e Comunicazione” Firenze Palazzo Cosentini. Feroleto Antico Mostra Nazionale d’Arte Contemporanea. Monterosso Sala d'Arte. Tortona Sala Esposizioni. Amm. Com. di San Mango d'Aquino. Galleria d’Arte - Palmi. Arte Europa Parma 2000 - Fiera di Parma. Galleria d’Arte “Serrano” - Reggio Calabria. Castello del Principi Ruffo - Scilla. Artisti in Fiera - Parma. Palazzo Sersale - Cerisano. Ouverture galleria Quadrature Lamezia Terme (CZ).

17


Ulivo, 100 x 120 olio su tela 18


Maria Birò Maria Birò, artista di origine ungherese nata nel 1949 dimostra fin da ragazza una spiccata attitudine al disegno e alla pittura. Si è accostata all’arte frequentando i corsi di pittura con il maestro Luciano Santoro e partecipando a numerose mostre collettive. L’ultima mostra è stata a Roma nella galle-

ria Cassiopea a maggio 2009. L’artista osserva la natura con una sensibilità che le permette di trasmettere la profonda valenza e la capacità di offrire all’uomo il senso della sua essenza.

Paesaggio, 40 x 30 olio su tela 19


Maura Bulzoni

Prigioniera, 49 x 57 olio su cartoncino telato 20


Concetta Callari Ha studiato alla scuola d’arte della ceramica di Caltagirone (CT) ed è stata tra i socipromotori dell’Officina Artistico-letteraria “Lo speco di Efesto” fondata da Giovanni Valenti. Si dedica alla realizzazione di scenografie con il Gruppo Teatro Ricerca di Niscemi e nella sua città è impegnata in attività di volontariato in modo permanente e da dieci anni all’Oasi Madonna del Buon Consiglio tiene corsi estivi di pittura e ceramica per ragazzi. Dal 1982 ad oggi ha allestito mostre personali e partecipato a collettive, in Italia e all’estero, riscuotendo consensi di pubblico e critica. Dal 1997 lavora presso un istituto per disabili, dove ha messo la sua esperienza artistica al servizio dei ragazzi diversamente abili.

Fra le ultime mostre: nel 2009: 20-22 febbraio, Ragusa, personale, Teatro Donnafugata; - 8 marzo, Gela, estemporanea , “Donne, arte, solidarietà e integrazione” Villetta di Macchitella; - 8/15 marzo, Gela, mostra collettiva, Galleria “As Sauari”; - maggio, sala consiliare Comune di Gela, Mostra collettiva; - Gela, collettiva “Premio Arti Visive nel Mediterraneo” nel Palazzo Ducale; - Biblioteca Comunale Mario Gori Niscemi, collettiva “Luoghi della nostra memoria”; - dal 25-06 al 25-07, Circolo Artistico di Bologna, mostra d'Arte Contemporanea; - Piacenza, Galleria “La Spadarina”, mostra permanente

Quiete, 100 x 70 acrilico su tela 21


Colorazione dell’anima 80 x 120 acrilico su tela 22


Donna nigeriana 50 x 70 acrilico su tela 23


Paolo Camporota Paolo Camporota, nato a Catanzaro nel 1972, sociologo ed artista poliedrico, inizia a dipingere con regolarità dal 2005 ed è per questo motivo che nonostante la sua non “giovanissima” età dobbiamo considerarlo una promessa nel panorama artistico dei giovani emergenti. Studioso dei comportamenti umani, dei fenomeni sociali e delle organizzazioni complesse, la sua passione per la ricerca sociale e per la socio-antropologia è trasmessa attraverso il linguaggio della pittura, in un viaggio ai confini tra realtà e stati profondi dell’animo umano. Le sue opere sono state definite ricche di una potente carica espressiva ed i suoi personaggi a volte surreali riescono a trasmettere in colui che le osserva energia ed inquietudine. Ha partecipato a numerosi concorsi e mostre collettive nazionali ed internazionali. Nel 2006 ha esposto: - nelle sale Comunali di Busalla (Ge); - presso la Pineta della Rotonda di Ardenza Livorno; - nella Casa natale di Cesare Pavese - Santo Stefano Belbo (Cn); - alla seconda edizione della biennale dei giovani artisti Imperia; - dal 21 al 29 ottobre presso la villa Baruchello Porto Sant’Elpidio (Ap) “Artista segnalato dalla giuria”; - presso la galleria 9 colonne - Via Errica Putrella, 6 Milano; - con il lab. d’Aste Bacà - nei Saloni Circolo Unione - Catanzaro; - dal 28 dicembre 2006 al 10 gennaio 2007 presso atelier Gustave - 36 Rue Boissonade

Parigi - Francia; L’11 febbraio 2007 ha partecipato al grand Prix internazionale “Raffaello Sanzio” Firenze.

Il Tramonto dei ricordi, 100 x 140 olio su tela 24


L’attesa, 100 x 140 olio su tela 25


Laura Carlino Laura Carlino nasce a Messina nel 1973, ma vive a Catanzaro Lido. Dopo il liceo scientifico ha frequentato un corso per ceramisti presso l’associazione “amici della ceramica” ad Urbania (Ps) e qui le si è aperto il mondo dell’arte, anche se ancora chiusa nell’artigianato tradizionale. Sua maestra di pittura è Ines Agosto, pittrice e professoressa catanzarese di tendenza moderno-surrealista. Naturale quindi che anche lei rimanesse

contagiata dalle sue esperienze artistiche, ed in questo anno, dopo varie ricerche cromatiche, sperimentazioni, studi sulle tecniche pittoriche è ancora alla ricerca di una propria espressione personale. Sulle tele riporta la sua anima, le sue donne, la dolcezza dei fiori, perché è con la pittura che riesce ad evitare il condizionamento esterno e a far rivivere il suo “io”. Le sue immagini così continuano a vivere tra sogno e fantasia.

Jolly di fiori, 50 x 40 olio su tela 26


Carezza, 50 x 70 olio su tela 27


Attesa, 50 x 70 olio su tela 28


John Christian Chavarro Iara

Habeaus corpus, 80 x 70 olio su tela 29


Graziella Ciliberto

Passeggiata, 50 x 70 tempera + carboncino 30


Montecarlo by night, 70 x 100 tempera + carboncino 31


Scorcio paesano, 50 x 70 tempera + carboncino 32


Pino Conestabile Pino Conestabile è nato a Curinga (CZ) il 29/05/1957 dove tutt’oggi vive e lavora. All’età di 12 anni frequenta un corso triennale di musica come molti suoi coetanei e comincia a suonare il clarinetto. Intraprende gli studi scientifici e si avvicina all’arte pittorica. Il 16 marzo del 1973, scrive di getto le sue riflessioni sul “tempo”, “dinamismo cosmico”, “tanti perché”, “la verità”, “l’unificazione dei campi” e il “pensiero”. Inizia un lungo percorso nel campo dell’arte pittorica, con ricerche e studi, su forme, nuovi spazi, linee, nuovi orizzonti, non perdendo di vista gli esiti e gli sviluppi dell’arte contemporanea. Analizza tutte le correnti artistiche dal primo novecento fino alla fine degli anni settanta. Continua gli studi in varie discipline, conseguendo vari dottorati. Durante la sua ricerca conosce numerose personalità famose sia italiane che estere arricchendo il suo bagaglio culturale soprattutto nell’abito dell’arte pittorica. Dai 20 ai 27 anni incontra: Andrea Cefaly, Mario Schifano, Mimmo Rotella, Lorenzo Albino, Renato Guttuso, Emilio Vedova, Piero Dorazio, Alberto Burri. Nell’ambito della ricerca della propria dimensione pittorica riesce a stabilire un nesso con la musica e la poesia. Dotato di grande sensibilità riesce ad intercalare i segni, le linee, le sfumature dei colori, nel palinsesto della poesia trasformandola in sinfonia visiva. Negli anni 80 è stato selezionato dal Movimento Culturale Itinerari 80. E’ fondatore nel 2007 della corrente artistica Free Philosophy Art. Ha pubblicato il

libro della corrente Free Philosophy Art. ed è stato invitato, come prassi, alle Biblioteche Nazionali di Firenze e di Roma. Partecipa a numerose mostre collettive nazionali ed internazionali e personali ottenendo ottimi consensi, con numerosi riconoscimenti, medaglie d'oro e premi speciali della critica.

Dinamismo Cosmico, 70 x 100 olio su tela 33


Dinamismo Cosmico, 70 x 100 olio su tela 34


Dinamismo Cosmico, 70 x 100 olio su tela 35


Gianpaolo Cono Si forma prima presso un istituto statale di Arti grafiche e visive e poi sul campo con esposizioni in vari paesi europei. La sua attività lo porta a Londra dove continua a produrre opere e per la sua creatività nell’allestire il proprio negozio gli viene riconosciuto un contributo comunale. Negli anni si sposta prima a Rimini e poi di nuovo a Napoli dove inizia la sua carriera

artistica con mostre personali e collettive. Nel 2009 insieme al critico e curatore Gianni Nappa che ne scopre il valore artistico di nuovo linguaggio fonda il nuovo movimento “TafArt” e in questo viene coadiuvato anche dal pubblicista Christian Iorio.

City Mix (Action City), 35 x 50 olio su tela 36


Carlo Contegno Nasce a Bisceglie (Ba) il 5 luglio 1970 ed è residente a San Pietro in Casale (Bo). Dopo aver conseguito la laurea in Dams Arte si dedica alla pratica pittorica con tecnica ad olio dapprima come autodidatta, poi sotto la guida di maestri bolognesi. Attualmente frequenta lo studio del pittore Roberto Boldrini ad Anzola Emilia. Mostre 2009: marzo, collettiva presso

Galleria Gallerani di San Pietro in Casale; - marzo/aprile, collettiva presso mostraconcorso arte piccolo formato la pergola, Firenze; - marzo/aprile, collettiva presso mostraconcorso italia arte, Villa Gualino, Torino; - maggio, personale presso Blues Cafè di Bologna.

Cascata, 50 x 70 olio su tela 37


Patrizia Crisalli Patrizia Crisalli nasce a Lamezia Terme (Cz) nel 1963, dove vive ed opera. Già a dieci anni vince un concorso nazionale di pittura indetto dalle ferrovie dello stato. Nel 1994 si diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro nella sezione pittura con il massimo dei voti. Ha partecipato a numerose collettive ed estemporanee in varie città della Calabria (Catanzaro, Vibo

Valentia, Pizzo Calabro). Ha tenuto due personali a Fiumefreddo Bruzio (Cs) e nella sala consiliare del comune di Lamezia Terme. Nel 1996 nella chiesa di San Giovanni Battista è stata ubicata una sua opera raffigurante il Battesimo di Gesù Cristo. Dal 2000 ha insegnato disegno e storia dell’arte a Como e adesso presso le scuole della provincia di Crotone.

Canestro di frutta, 70 x 60 olio su tela 38


Antonio Cugnetto Antonio Cugnetto nasce a Lamezia Terme nel 1984. Dopo essersi diplomato al liceo artistico di Catanzaro si sposta a Firenze, laureandosi nel 2008 in pittura contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti. Fra i maggiori eventi: - Festival Muv Digital Video a Firenze nel 2006; - Arte fuori in collaborazione con Arte Fiera 2007 nelle stanze del locale Sesto Senso; - Premio Arte Mondadori nel 2007 (segnalato) dove partecipa con la scultura “Illusion”; - Festival della Creatività di Firenze nel

2007 a cura di Umberto Borella; - rassegna Video minuto presso il Museo Pecci di Prato nel 2008 dove propone il video “To Implore”; - vincitore della sezione scultura, con l’opera “Measures of Competences” al Premio Arte Mondadori nel 2008, al quale segue l’esposizione della medesima opera alla Fiera dei cavalli di Verona; - nel 2009 prende parte a GeneratiON '80 8 opere di 8 artisti nati negli anni '80 presso due spazi espositivi, quello della Galleria MOderarte a Venezia e quello dell’Atrio del Tribunale di Pistoia.

Incompatibili, 27 x 46 acrilico su tela trattata con caffè ed infornata 39


Giuseppe Cullice Giuseppe Cullice è nato nel 1981 a Lamezia Terme. Ha conseguito nel 2000 la maturità in pittura e decorazione pittorica presso l’Istituto D’arte di Vibo Valentia. Ha esposto in numerose città calabresi. Nel 1998 ha partecipato al concorso di pittura, scultura e grafica, “Per non dimenticare”, a Lamezia Terme, con l’intervento del critico d’arte Giuseppe Selvaggi, vincendo il terzo premio nella sezione di scultura. Nel 2004 ha partecipato al seminario di “neostetica arte e cervello” presso l’accademia di Belle Arti di Reggio Calabria con la partecipazione del professore Semir Zeki.

Nel 2007 ha partecipato al secondo concorso di pittura estemporanea in memoria di “Giuseppe Conte”. Ha esposto le sue opere in una personale presso “il centro B&B”, nel 2007 ha partecipato al concorso “Oggettinstabili. Pontile Lamezia, nuove ipotesi” e nel 2009 all’estemporanea di pittura “luogo, memoria e suggestioni visive” nel comune di Curinga.

Paesaggio, 100 x 70 acrilico su tela 40


Mafalda Daniele Nata a Lamezia Terme nel 1981 si diploma al liceo artistico di Catanzaro, che interropme per dedicarsi all’attività sportiva professionistica, dove ottiene grandi soddisfazioni personali, e al lavoro. Per anni, purtroppo, è stata costretta all’esilio dal proprio amore per l’arte. Nel 2004 riesce a ritagliare un pò di tempo, iniziando a creare diversi dipinti e divertendosi a sperimentare svariate tecniche pittoriche. Consegue un attestato di restauro di dipinti su tela collaborando per due anni in un laboratorio di restauro a Catanzaro. Attualmente lavora in uno studio tecnico di geometri a Lamezia Terme. Gioca a pallavolo a livelli professionistici, dipinge le forti emozioni quotidiane nei ritagli di tempo possibili.

Quattro ore, 60 x 115 acrilico su tela 41


Valeria Dattilo Valeria Dattilo, pittrice autodidatta e studiosa nel campo della filosofia della storia e del linguaggio, nasce a Lamezia Terme il 23 giugno del 1983. Dopo aver conseguito la maturità scientifica si laurea in Filosofie e Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università della Calabria con una tesi sull’Intersoggettività. Decide, così, di proseguire il suo percorso di studi conseguendo con lode anche la laurea magistrale nell’ottobre del 2008 in Teorie della Prassi Comunicativa e Cognitiva.

Durante la sua formazione accademica mostra uno spiccato interesse per gli studi filosofici sulla contemporaneità di Paolo Virno, il quale sarà relatore anche della sua tesi magistrale sulla Fine della Storia. È in questo periodo che nasce il suo interesse per la pittura che cerca di collegare direttamente con il pensiero del grande filosofo italiano. La sua pittura nasce, in effetti, nel nome e sotto il segno proprio della filosofia virniana di cui cerca di dipingere le idee.

Una finestra sul mondo, 70 x 50 olio su tela 42


Monade, 30 x 40 olio su tela 43


Antonio De Santis Nasce a S.Pietro Apostolo (CZ) dove vive e lavora. In campo tecnico utilizza in prevalenza i colori acrilici, nutre meno interesse per l’olio e l’acquerello ma tanta attenzione per sperimentare vernici di nuova generazione. Autodidatta ma sospinto da un naturale e vasto estro creativo per il crescente interesse di questa meravigliosa arte, molto facile trovarlo a lavoro mentre cerca di scoprire il risultato di varie combinazioni di colore per poi creare qualcosa di innovativo, però in fondo l’amore che lo lega alla sua terra lo esprime nei suoi dipinti con il figurativo più classico. Infatti da attento osservatore predilige i

paesaggi che rievocano la cultura contadina e la natura incontaminata. Tempo e pazienza vengono dedicati anche per l’astratto, arricchendo alcune opere di composizioni e collage di vari materiali anche naturali, come conchiglie e piccoli fiori essiccati. Associa anche un forte impegno nel decorare e pitturare la terracotta (piccole tegole e piatti) sia pannelli di legno (MDF) e sottili strati di sughero lavorandoli con il pirografo con qualche accenno di colore, ed attualmente si dedica alla sperimentazione in particolare alle nuove tendenze della street art

Campo di fiori, 40 x 30 acrilico su tela 44


Mare di Calabria, 30 x 40 acrilico su tavola 45


Intersezioni, 24 x 30 tecnica mista su tela 46


Stellario Di Blasi Nato a Messina nel 1982, frequenta l’Istituto Statale d’Arte di Messina, si diploma in pittura nel 2006 con votazione di 110/110 all’Accademia di Belle Arti di Carrara. Diploma abilitante Cobaslid in Discipline Pittoriche presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, in cui sta seguendo il corso Biennale di Specializzazione in Pittura. Menzioni: 2009 “ART'E”. Collettiva. Associazione Alba Chiara, Palazzo Municipale, Salone delle Bandiere, Messina. - “Francesco Cilea. Il Genio, la Musica, la Poesia”. Concorso di pittura e scultura, Pentakaris, Teatro Cilea, Reggio Calabria. 2008 - concorso di pittura, scultura e poesia. Salone della Borsa, Camera di Commercio, Messina. 2007 - Secondo Premio per “Illustrare Manzoni”. Secondo Concorso Nazionale di Pittura. CASM, Centro Abruzzese di studi Manzoniani, Fondazione Carichieti, Chieti.

Altri Concorsi e Mostre: 2009 - Collettiva. Associazione Possiamo Farcela Onlus, Teatro di Cristo Re, Messina. - Collettiva. Gruppo Cogitatio diretto da Luigi Amato. Palazzo della Provincia, Reggio Calabria. - Collettiva. Palacultura B. Cattafi, Barcellona Pozzodigotto. 2008 - Collettiva. Castello Ruffo, Bagnara Calabra. - Collettiva. Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria per il 50° Anniversario della Costituzione Italiana. Palazzo del Governo, Reggio Calabria. 2007 - Concorso Nazionale di Pittura e Scultura. Comitato Nazionale per i 550 anni della morte del Beato Angelico. Galleria La Pigna, Roma. - Collettiva. Chiesa di Santa Maria Alemanna, Messina. 2006 - “Biennale di Scultura di Carrara”. Accademia di belle Arti di Carrara, Giardini della Casa di riposo di Carrara.

Cercando l’oro, 95 x 40 grafite su tavola 47


Antonella Di Renzo Antonella Di Renzo è nata a Vibo Valentia. Pittrice astratto/informale, è stata allieva del maestro Giuseppe Farina. Fra le mostre e i premi più recenti si citano: - personale nel 2008 presso l’Archivio di Stato, Vibo Valentia; - 53ª Mostra Città di Pizzo Calabro (coppa dell'Amministrazione Provinciale di Vibo Valentia); - Estemporanea 2007 a Sant’Onofrio; - collettive a Rombiolo, Curinga, Pizzo Calabro, Vibo Valentia. Ha diretto con successo gli alunni delle classi terze della Scuola Don Bosco nella realizzazione di una pittura murale in una stanza dedicata alla lettura dei bambini. Sue opere sono nella Sala Consiliare del Comune di Sant’Onofrio, presso l’Archivio di Stato e la Biblioteca Comunale di Vibo Valentia e in varie collezioni.

Energie Risananti 50 x 150 acrilico sabbia su tela 48


Domenico D’Ippolito Artista calabrese, nel 1998 attraversa l’oceano alla volta degli Stati Uniti d’America dove frequenta per un anno la San Francisco Accademy of Art University, rendendosi anche partecipe di alcuni Reading Poems nella nota Poet Place.

Nel 2004 effettua una personale fotografica presso il centro B&B a Platania. Fra i suoi artisti di riferimento Bansky e Dalì, da cui prende il carattere da eterno sognatore.

A moon speach, 40 x 50 tecnica mista su tela 49


Once a guardian angel, 30 x 40 tecnica mista su tela 50


Heart on magnifying glass, 30 x 40 tecnica mista su tela 51


Gaetano Felicetto Gaetano Felicetto nasce a Serrastretta il 2 novembre 1954. Consegue la maturità artistica presso il Liceo Artistico Statale di Catanzaro nel 1973, si laurea nel 1976 all’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Bologna. Durante il triennio di soggiorno bolognese espone più volte in un circolo privato riscuotendo un successo insperato di pubblico e di critica. Di professione docente ordinario di Educazione Fisica nella scuola media, per anni ha diviso il suo amore tra la pittura e lo sport.

Presente in molte estemporanee organizzate nel lametino, ha partecipato a diversi concorsi nazionali di pittura ed esposto in svariate collettive ricevendo più di una segnalazione. Svolge la sua attività nel proprio studio a Cancello di Serrastretta, ed ha esposto a Catanzaro (1973), Bologna (1974, 75, 76), Serrastretta (1999 e 2009), Lamezia Terme (2006-2007), Angoli (2002, 03, 04, 05, 06, 07, 08), Migliuso (2004, 2006, 2008), Cancello (2002, 2005, 2008).

“Azione sport” non mollare mai, 100 x 70 tecnica mista su tela 52


Colori di Calabria, 50 x 70 tecnica mista

Colori autunnali a Serrastretta, 50 x 70 acrilico a spatola 53


Ezia Ferrari Nasce a Reggio Calabria il 6 agosto 1978. Consegue la maturità artistica presso il liceo Artistico “Mattia Preti” di Reggio Calabria. Nel 2007 si diploma in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, e presso la stessa nel 2008 ottiene l’abilitazione all’insegnamento in educazione artistica. Nelle ultime esperienze personali figurano: 2007 - collettiva di pittura organizzata dall’Assessorato alla Cultura presso la Biblioteca Comunale De Nava di Reggio Calabria; - concorso di Pittura Estemporanea organizzato dall’Associazione Amatoriale Polivalente Luna Gialla di Reggio Calabria di Reggio Calabria, “Pellaro D’Arte S’è Fiera 2007” il 27 maggio. Primo premio. 2006 - collettiva di pittura “Tra culto e cultura” organizzata dall’Associazione Portatori della vara della Madonna della Consolazione di Reggio Calabria, presso il castello Aragonese. Dal 6 novembre all’8 dicembre; - collettiva di pittura organizzata dall’Assessorato ai Beni Culturali di Reggio Calabria in Via Zaleuco. Dal 1 agosto al 1 settembre; - personale organizzata dal Circolo culturale “Rhegium Julii” nell’ambito dei “Caffè Letterari”, in occasione dell’incontro con Nino Marazzita. Oasi di Pentimele, 8 agosto; - concorso di pittura “Personaggi, Costume, Scorsi e Vedute di Palmi”, organizzato dall’Associazione turistica “Pro Loco” di Palmi. 6° edizione. 6 agosto; - concorso di Pittura estemporanea, orga-

nizzato dalla “Pro Loco di Croce Valanidi”. 1° classificata; - personale organizzata nell’ambito della “Festa dell’Unità” presso la Pineta Zerbi di Reggio Calabria; - partecipazione alla 52° edizione della collettiva di pittura nazionale “Premio di Pittura Città di Pizzo” organizzata dal comune di Pizzo in associazione con la provincia di Vibo Valentia; - partecipazione alla collettiva di pittura Biennale D’Arte a Lamezia Terme;

Primavera, 65 x 180 olio su tavola 54


Dino Ferro Dino Ferro vive ed opera a Crotone (KR). Realizza dipinti utilizzando colori ad olio ed acrilici su tela, tavola, sabbia. Le opere spaziano dal surrealismo all’arte optical, dai paesaggi a temi ispirati all’arte classica.

Paesaggio, 60 x 60 acrilico su tavola 55


Fiorella Folino

Vuoto, 50 x 70 spatolato ad olio su tela 56


Assunta Fragale Assunta Fragale, nata a Platania il 29 ottobre 1970, dopo aver frequentato l’istituto magistrale a Lamezia Terme ed aver svolto vari lavori poco soddisfacenti ha deciso di dare sfogo al proprio lato artistico frequentando l’Accademia di Belle Arti di

Catanzaro. Affascinata dallo stile “informale”, in particolare dai “sacchi” di Burri, è incuriosita dalle sperimentazioni artistiche. Attualmente nel campo artistico è un’esordiente.

L’equilibrio del contrasto, 100 x 100 polimaterico 57


Elisabetta Frija

Senza titolo, 70 x 100 olio su tela 58


Cesare Frugiuele Cesare Frugiuele ha scoperto l’arte all’età di tredici anni, da autodidatta, quasi per caso. Fin dalle prime realizzazioni ha nutrito un’autentica passione per il disegno e la pittura ad olio in particolare. Ha da sempre apprezzato l’arte figurativa, ammirando l’opera di grandi e coltivando

costantemente l’uso del colore coinvolgente e della pennellata evidente, componenti fondamentali del quotidiano rappresentato. Vive e lavora a Bergamo, seguendo attualmente un percorso artistico finalizzato all’interpretazione istintiva del colore della vita, non presente nella realtà ma vivo in ognuno di noi.

Girasole in Via XX settembre, 50 x 70 olio su tela 59


Agenda e prima colazione, 50 x 70 olio su tela 60


Ragazza dagli occhi blu, 50 x 70 olio su tela 61


Luigi Giudice

Senza Titolo, 100 x 100 acrilico 62


Edo Grandinetti Edo Grandinetti, nato a Catanzaro e residente a Lamezia Terme, si è laureato nel 2003 in DAMS presso la Facoltà di Lettere e Filosofie dell’Università di Bologna, con tesi in Storia della fotografia dal titolo “La pelle fotografica della Body Art”. Con il quadro “Spaccature di colore” viene selezionato nei finalisti del Premio Arte 2000. La passione per l’arte lo porta ad unire le capacità al computer con quelle pittoriche, con una serie di autoritratti elaborati con Photoshop e riportati su tela esposti nel giugno 2004 al Rua Sao Joao. Ha scritto per la rivista Exibart.com, il suo

racconto “Come il sole” viene pubblicato sulla rivista letteraria Prospektiva, n.34 marzo-aprile 2006, un altro, “RC07” è pubblicato sul n.11 di Inciquid, rivista telematica de iQuindici. Lavora poi presso la soprintendenza dei Beni Culturali di Cosenza. Attualmente lavora come web designer e scrive sotto lo pseudonimo di TedC sul blog Stati di Sonnolenza e come Edo Grandinetti sul blog multi-autore Cabaret Bisanzi (di cui ha realizzato la grafica).

Myself, 60 x 50 acrilico su tela 63


Peace, 80 x 60 acrilico su tela

Myself, 70 x 50 acrilico su tela 64


Andrea Grosso Ciponte Nasce il 9/4/1977 a Praia a Mare (CS). Si è diplomato nel 2000 all’Accademia di Belle Arti di Catanzaro in pittura con il Maestro Luigi Magli. Nel 2001 ha frequentato la scuola di fumetto “Scuola Italiana di Comix” di Napoli. Fra le principali mostre: 2001- “Il Volo” mostra di fumetti e illustrazioni, Aeroporto, Lamezia Terme; - “Sguardo Astratto”, Galleria Unicorno, Cosenza. 2000 - “Forme”, Sala Cefaly, Catanzaro; - “Mostra dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro”, a cura di Rocco Pangaro, Complesso Monumentale S.Giovanni, Catanzaro; - “La pittura addosso”, personale, Nabel Art Cafè, Roma; - “Pinocchio”, collettiva, Nabel Art Cafè, Roma; - “Entropia”, collettiva, Classico Village, Roma; - “Luigi Di Sarro”, Centro di Documentazione artistica, Roma.

Zoe, 50 x 70 olio su tela 65


Andi Hila Andi Hila è nato a Scutari in Albania il 26 Marzo 1970. Figlio d’arte (la madre è una artista nota del periodo del realismo socialista albanese) nel 1992 ha finito gli studi presso l’Accademia di Belle Arti a Tirana, ed ha effettuato opere presso la Cattedrale di Scutari, la chiesa di Santa Veneranda Juban, chiesa di San Giovani a Vukatana, chiesa di Beltoia, chiesa di Sant'Elia di Berdica. Negli ultimi anni si segnala: 2009 - Primo Premio Concorso Internazionale “Caterina de Medici”, Firenze.

2008 - Museo Nazionale della Storia, Tirana. - “Bridge of Arts” Prizren, Kosovo. 2007 - “A new Visual Evocation”, galleria Municipale Scutari, Albania; - medaglia d’oro nazionale 37° salone “Academie Europeenne Des Arts”, Gembloux, Belgium; - Villa Lita, Milano.

Gente in strada, 70 x 50 olio su tela 66


Lorenzo Iannazzo Nasce a Lamezia Terme nel 1964, dove attualmente vive con la propria famiglia. Si avvicina fin dai 9 anni alla musica imparando a suonare la chitarra e dopo il piano, mentre intorno ai 16 anni inizia a salire sul palco per le prime volte con la compagnia teatrale della parrocchia. Si diploma poi al Liceo Scientifico e si laurea in Economia e Commercio all’Università “La Sapienza” di Roma, intraprendendo in seguito diverse attività in diversi rami, quali quello aziendale, immobiliare, fiscale, funzionario nell’azienda Isid operante nel settore scolastico ed universitario.

Dai 19 ai 40 anni è alla ricerca continua di novità intellettuali nei vari campi di studio e di lavoro, cercando sempre nuove conoscenze e riconoscendosi un forte spirito di sacrificio associato ad una forte volontà, alla ricerca di un equilibrio quasi impossibile. La passione e l’amore per l’arte della pittura arrivano così all’improvviso una domenica di mattina. Nel dipingere Iannazzo ritrova la propria pace ed esprime sentimenti ed emozioni personali modellando a piacimento forme e colori sulla tela.

Mare inquinato, 40 x 30 acrilico su tela 67


Migrazioni, 40 x 30 tecnica mista

Pesci a scacchi, 40 x 30 acrilico su tela 68


Michele Iannazzo Michele Iannazzo nasce a Cosenza il 19/11/2000. Nell'anno 2007 il disegno “un castello francese” è stato pubblicato nel giornalino dell’istituto “Teresa Augruso” di Lamezia Terme. Nel 2008 il disegno “il girotondo della frutta” è stato selezionato prima per apparire sul giornale dello stesso istituto, ha vinto il premio “l’artista dentro di te” presso la gal-

leria d’arte “il colore” del pittore vibonese Franco Petrolo. Sempre nello stesso anno il disegno “salvare il mondo” è stato selezionato nel suo istituto per la partecipazione al concorso ministeriale dell'ambiente con la pubblicazione sul sito governativo e la partecipazione alla sezione europea del concorso. E' stato pubblicato su diversi giornali e siti internet del settore.

Il girotondo della frutta, A4 mista 69


Antonella Mihaela Juravle

Favole dal bosco, 50 x 40 misto su tela 70


Pino Lavecchia Pino Lavecchia nasce a Catanzaro nel 1952. Consegue il Diploma di Liceo Artistico e dell’Accademia di Belle Arti a Firenze. Dopo varie esperienze in mostre collettive a Firenze, partecipa nel ‘73 e ‘74 all’attività del Gruppo Mathausen. La prima personale è del ‘79 e successivamente altre personali nell’82 e ‘84 a Catanzaro, e nell’85 mostra personale presso il Castello “Murat” di Pizzo Calabro. Nel ‘90 la “Veglia di Zeus” personale a Catanzaro. Nell’ottobre del ‘93 personale presso la galleria “Il Candelaio” di Firenze, nell’aprile del ’94 personale presso la sala dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro e nello stesso anno è presente all’Expo di Bologna e di Vicenza con la galleria “Mirart” di Trieste. Nel’95 personale presso la galleria “Arte Viva” di Parigi e nel ‘96 è fondatore dell’Associazione “Sinopia” organizzando una serie di manifestazioni sul territorio. Nell’agosto del ‘97 è presente nella “Collettiva D’Arte di Grafica-Pittura e Scultura” ad Antibes. Nel settembre del ‘98 primo premio città di Nizza nella manifestazione presso il “Centre Universitaire Mediterranéen” di Nizza. Nel ‘99 mostra collettiva galleria “Mattia Preti” di Catanzaro “Pittura Atemporale” e collettiva di artisti contemporanei galleria “Prometeo” di Catanzaro. Nel 2000 mostra organizzata dalla Provincia di Catania presso il “Palazzo del Toscano”. Nel 2001 mostra collettiva presso il

“Museo San Giovanni” di Catanzaro dal titolo “Nuvole Ombre Segni” organizzata dall’Associazione “Gpsoart”. Nell’aprile 2003 mostra collettiva città di Parma. Nel Novembre 2003 mostra presso “l’Association Salon d’Automne” di Parigi. Nel marzo 2005 vernice presso la fiera di Forlì. Nel febbraio 2006 sesta edizione Biennale di Roma presso il “Chiostro del Bramante” di Roma Luglio 2006 I premio della critica presso la Galleria “L’Angelo Azzurro Arte” di Roma. Agosto 2007 mostra personale Chiesetta dell’Addolorata di Olivadi. Settembre 2007 mostra collettiva al Castello Estense di Ferrara 2008 Biennale d’Arte a Lamezia Terme 2009 Collettiva presso la galleria la Spadarina Piacenza. Mini personale presso galleria La saletta, Lignano Sabbiadoro.

71


Bagno, 100 x 80 olio su tela 72


Cristina Lisanti Nasce a Taranto, vive ad Augusta (Sr). Maturità al liceo Artistico di Catania: 1992 e 2002 personale di Pittura a Ferrandina (Mt); 2000 concorso “Artistica” di Arte Contemporanea organizzata dalla Proloco in collaborazione con l’Apt di Basilicata; 2001 “Mostra d’Arte” organizzata nel chiostro di S. Domenico a Ferrandina; 2004 - Collettiva organizzata dalla Federazione Italiana Arti Figurative di Augusta; - Concorso di Pittura e Grafica “Città di Ferrandina” sul tema: “Ferrandina, il suo centro storico, aspetti del folklore e della sua tradizione bandistica” organizzato dall’Amministrazione Comunale;

2005 Manifestazione Artistica svolta nel centro storico di Spinetoli (Ascoli Piceno) organizzata dal Comune; - Collettiva d’Arte: “Augusta Dipinta. Storia e Identità di alcuni luoghi del territorio” IV edizione; 2007 - Manifestazione d’arte a Parigi Biennale d’arte visiva - “Le Louvre” organizzata dal centro culturale “Le Arti” e dall’associazione culturale artistica “Athena” di Catania; 2008 collettiva d’arte del Premio Nazionale di Pittura e Design “rifiuti in cerca d’autore”; 2009 concorso nazionale “La Spadarina” V edizione “Un segno nel tempo”.

I pianeti del nostro sistema solare, 100 x 70 olio su tela 73


Francesca Lupacanto Francesca Lupacanto nasce a Genova il 27 novembre 1932. Si diploma alla scuola d’Arte, allieva di Dino Mora, prediligendo la pittura ad olio di figure, nature morte, fiori e paesaggi. Nel 2006 ha esposto presso la galleria La Telaccia di Torino, la galleria Il Filo di Arianna di Doceacqua (Mi), nel 2008 pres-

so la galleria Logos di Roma. Ha ricevuto il premio dell’accademia Città di Boretto ed il Trofeo Eiffel.

Una nuvola, 50 x 50 olio su tela 74


Uno sguardo, 70 x 50 olio su tela

Fantasia di primavera, 70 x 50 olio su tela 75


Elvira Maccari

Onde Verdi, 40 x 50 olio su tela 76


Pasquale Macrì Pasquale Macrì è nato a Melicuccà di Dinami (Vv) nel 1947, ha iniziato lo studio della pittura da autodidatta, riuscendo a sperimentare diverse tecniche grafiche e pittoriche. Sostenuto da un talento creativo naturale, è progressivamente pervenuto a significativi esiti simbolici e ad apprezzabili capacità espressivo - comunicative: a composizioni di oggetti o ritratti e personaggi, colti in una loro caratteristica specificità o attività, alterna approfondite e studiate prospettive paesaggistiche, spesso accostati ad effetti cromatici personalizzati. La scelta dei soggetti e dei temi delle rap-

presentazioni non è tanto dovuta al desiderio di mantenere o recuperare il ricordo di luoghi o cose del passato, o di una loro idealizzazione, quanto alla necessità della resa pittorica in sé e della comunicazione espressiva immediata. L’atteggiamento dell’autore, pertanto, più che dell’amatore appassionato, è quello dell’artista professionista. Ha partecipato a concorsi di pittura estemporanea, vincendo diversi primi e secondi premi, e viene invitato regolarmente a esporre in manifestazioni culturali del vibonese e delle altre province calabresi.

Mietitura, 70 x 50 olio su tela 77


Adolfo Magnelli Adolfo Magnelli nasce a Cosenza il 26 settembre 1965, dove vive e lavora. Inizia la sua carriera artistica nel 1982 come disegnatore e caricaturista, dedicandosi in seguito alla realizzazione di bassorilievi e sculture, pannelli scenografici, affreschi di pareti e cieli in Italia, Olanda ed Inghilterra. Le sue capacità creative e l’innato gusto estetico lo portano ad esprimersi e a crescere professionalmente anche come grafico ed illustratore nel settore pubblicitario e su internet, senza mai tralasciare la ricerca artistica e la sperimentazione di nuove forme espressive. In seguito ad una profonda crisi che lo ha portato a viaggiare in giro per il mondo alla ricerca della propria identità spirituale, approda in India. Qui scopre la meditazione come strumento per la ricerca e l’esplorazione del sé. Tramite il continuo meditare, il vecchio ed il nuovo cominciano a cooperare sotto la supervisione di una consapevolezza sempre più vasta e presente. Da qui, un succedersi di comprensioni, portano l’artista ad intraprendere il percorso dell’arte non solo come “espressione di sé”, ma sempre più come “espressione dell'esistenza attraverso sé”.

Uncreative relation, 100 x 170 acrilico su tela 78


Antonio Mangiafave Antonio Mangiafave, in arte Wontolla, nasce a Nicastro nel 1967. Di formazione autodidatta, fin dagli anni ottanta compie un percorso di esperienze personali che lo portano a creare attività ludiche ed educative per bambini e ragazzi. E’ in questi ambiti che emerge la sua capacità creativa, che più tardi, lo spingerà a cercare il valore espressivo insito nelle cose. E’ attratto dalla forza evocatrice dei singoli oggetti, perlopiù componenti recuperati da apparati elettronici, che inserisce, e a volte trasforma, nelle sue composizioni, con l’ausilio e la sperimentazione di diverse tec-

niche e materiali. Nel 2002 da il suo attivo contributo alla realizzazione di una mostra dell’artista Francesco Villella, dal titolo “I silenzi dell'anima”.

Molla, 50 x 30 tecnica mista 79


Giulio Manglaviti Giulio Manglaviti, nato a Reggio Calabria il 29/11/1982. Conseguita la licenza liceale, ha terminato con lode il corso di studi presso l’Accademia di Belle Arti sezione Decorazione. Termina il biennio di specializzazione nella sezione Scultura nell’anno 2007-2008. Dal 2004 le sue opere sono in esposizione permanente presso la Galleria Serraino (RC). Dal 2005 è membro del L.A.B.1 (laboratorio sperimentale di scultura). Dal 2008 collabora ed espone alla Galleria d’Arte Leucò (R.C.) Si occupa attivamente di: pittura, incisione, fotografia e scultura. Hanno scritto su di me: Caterina Pennestrì, Giorgio Pilla, Remo Malice, Emiliano Scappatura, Francesca Mazzarelli, Ghilsain Mayaud, Tiziano Pecchioli, Paolo Manfredini e Delfo Tinnirello. Negli ultimi due anni si segnala: 2009 – “Camera di Combustione” Mostra collettiva presso associazione culturale “Leucò”, Reggio Calabria. Patrocinio comune di Rc. 2008 – Collettiva d’arte contemporanea “Natura Corporea”, a cura di Delfo Tinnirello. Palazzo e patrocinio della Provincia di Reggio Calabria. – Workshop d’arte contemporanea (Sculture/Istallazioni) “Solide parole”. Santa Caterina Albanese (CS) – Festival.Arte.Creatività.Ecocultura Collettiva d’arte contemporanea “S.I.S.M.A.2008” Fortino di Arghillà (RC)

- Mostra collettiva: “Al margine” per la promozione dell’arte contemporanea. Facoltà di Architettura di Reggio Calabria. – 17° concorso nazionale di Calcografia. Premio comune di Gorlago. (Bergamo) Archivio di grafica contemporanea. – Collettiva d’Arte contemporanea, Mostra tematica “Liscio come l’olio” presso il Centro Culturale ZeroUno. Città di Barletta. - Mostra Collettiva sull’Astrattismo

Egoismo, 64 x 185 olio su compensato 80


Jeso Marinaro Jeso Marinaro nasce nel 1964. Diplomatosi al Liceo Artistico di Catanzaro nel 1985/86 conferendo la maturità Artistica, conferisce la laurea in Architettura presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria nell’Anno Accademico 2006/07. All’attività di architetto affianca quella di artista e designer. Fra le sue esperienze: - Costituisce nel 2000 l’Associazione Artistico Culturale Mythos, di cui è Amministratore unico; - Collabora attivamente alle attività culturali con Galleria “l’Unicorno Gallery Club” di Cosenza; - Direttore Artistico della TranviArt di CZ; - Collabora con il Centro d’Arte e Restauro di CZ; - Collabora con l’Associazione Culturale “Arte Pozzo” Montaldeo (AL); - Collabora con l’Associazione comitato città 2000 di Lamezia Terme sul progetto Splac contro il disagio giovanile di cui è il Responsabile Provinciale; - Art Director Programma Espositivo TranviArt nel 2003 e nel 2004; - Art Designer Utopia Art Fusition (Vetro Fusione); - Medaglia di merito per l’arte italiana (Firenze) 2006; - Accademia internazionale dei Dioscuri nomina di Accademico Benemerito, e membro honoris causa del senato accademico (Taranto) 2006; - Premio nobel dell'arte conferito presso la Repubblica di San Marino anno 1998; - Premio Sila “i luoghi della Ginestra”; - Un colore per la Vita “Colori in Movimento”;

- Premio Sila “il Pino D’oro”.

Colara-zione 70 x 100 tecnica mista su tela 81


Francesca Maria Marzano Francesca Maria Marzano, nata a Catanzaro il 28/05/1984, diplomata al Liceo Artistico Statale di Catanzaro nel 2003 e laureatasi nel 2008 all’Accademia di Belle Arti di Catanzaro in Arti visive e discipline per lo spettacolo. Esperienze professionali: - Esposizione “Galleria Mancuso in arte” a Catanzaro, anno 2006; 8° Premio Biennale d’Arte Contemporanea Torre Strozzi (PG); - 8° Concorso Nazionale di Pittura Gaetano Morgese Terlizzi (BA); - Personale “Tra Simbolismo e Geometria” sala cooperativa “Le Tre Province”, Catanzaro, anno 2007; - Esposizione “Artisti in Calabria” Stalettì Catanzaro, anno 2007;

- II Mostra di selezione Città di Catanzaro Propedeutica per la VII Biennale Internazionale di Roma-Palazzo Fazzari, anno 2007; - Collettiva di Pittura “Forze Espressive” Palazzo Fazzari, Catanzaro, anno 2007; - Esposizione “Notte Piccante” Catanzaro anno 2007-2008; - Collettiva di Pittura “Spazi e Colori Idillio e Suggestioni al Castello” Santa Severina (KR) anno 2008; - Collettiva di pittura “La passione nell' Arte” Catanzaro lido (CZ); - Art au clair de la lune-mostra collettiva Catanzaro lido (CZ) anno 2009; - Collettiva di pittura “Arte+Notte+Notte d’Arte” presso hotel Palace Catanzaro lido (CZ).

L’amore in gioco, 70 x 70 olio su tela 82


Aldina Mastroianni Aldina Mastroianni, autodidatta, proviene dagli studi classici. E’ laureata in filosofia e insegna lettere in una scuola media di Lamezia Terme, sua città natale. Ha esordito con una sua personale nel 1974, presentata da Emilia Zinzi, con una serie di figure femminili, “simboli immoti d’inedia esistenziale”. Prevale in questi primi oli, caratterizzati da una linea asciutta e spoglia, il tema della “signora con cappello”, metafora di uno status borghese ma anche di mistero e nascondimento. Dopo un periodo di inattività, ha ripreso a dipingere negli anni novanta, cambiando però radicalmente tematica e linguaggio e accostandosi al classico genere della natura morta, inteso nella sua originaria dizione di

“stilleven” o “still life”, natura ferma. Ogni tonalità coloristica, ogni sottigliezza tecnica è utilizzata per rendere la “vita ferma” dell’oggetto rappresentato che viene osservato rigorosamente dal vero, senza utilizzo di fotografie. Anche se non ha completamente abbandonato l’universo simbolico femminile, l’artista rivolge al mondo vegetale le sue principali attenzioni: soggetto prediletto la calla, fiore dalle molteplici valenze metaforiche, ma anche la rosa e altre specie rustiche. E poi i frutti della solarità mediterranea, tipici della sua terra. Recentemente ha ripreso il tema della figura, compiendo una sintesi tra il primo e il secondo periodo di attività artistica.

Alla finestra, 40 x 50 olio 83


Donna calla, 40 x 50 olio 84


Begonia, 40 x 50 olio 85


Giuseppe Mazzaferro Giuseppe Mazzaferro nasce a Taurianova (RC) il 27/08/1974, vive a Rizziconi (RC). Il 22/07/1994 consegue il diploma di Maturità Artistica, “Arte dei metalli e dell’Oreficeria”, presso l’Istituto Statale d’Arte di Palmi (RC). Il 25/02/2000 consegue il “diploma accademico in Scenografia” presso l’Accademia di belle Arti di Reggio Calabria. Il 23/03/2001 consegue l’Attestato di qualifica professionale di “Tecnico restauratore manufatti artistici”, presso Ciso Calabria di Mileto (VV). In questi anni si fa sempre più forte e radicata la passione per la pittura, soprattutto con la conoscenza e l’acquisizione delle correnti e tecniche artistiche, prioritarie della Storia dell’Arte. Esposizioni: - 23/12/2001: Premio Natale Gioiese, 1° classificato. 06/01/2002: Organizzatore e Partecipante a Rizziconi attraverso l’Arte patrocinato dal Comune di Rizziconi (RC). - 26/07/2002: Partecipazione al concorso di pittura, “Borgo di Cannavà” Rizziconi. - 10/08/2002: Vedute e scorci di Palmi, 1° classificato. - 23/08/2003: Concorso regionale di pittura- città di Cinquefrondi (RC), 1° classificato. “Dipinto originale”. - 30/08/2003: Partecipazione Mostra collettiva di Artisti Calabresi Città di Gioia Tauro. - 2004/2005: Milano Mostra permanente alla Galleria d'Arte Modigliani. - 10/08/2004: Concorso di pittura città di

San. Giorgio Morgeto, 2° classificato. - 06/08/2006. Concorso di pittura città di Palmi (RC), 1° classificato. - 24/08/2008: Partecipazione al Concorso di pittura- Città di Mammola (RC). Dal 28/02 al 15/03/2009. Partecipazione al Concorso Art in Progress (Associazione Dionysos) presso la Sala Colonna, del palazzo Duchi di S. Stefano a Taormina (ME). 1° classificato.ù

86


Foto ricordo, 93 x 69 acrilico su tela

Cantieri, 70 x 70 acrilico su tela 87


Giuseppe Melina

Senza titolo, 70 x 100 tecnica mista su tela estroflessa 88


Senza titolo, 90 x 100 tecnica mista su tela 89


Rapiri, su u zu Totò, 43 x 53 tecnica mista su tela estroflessa 90


Eugenio Michienzi

Confusione cosmica, 100 x 120 olio su tela 91


Francesco Milicia Francesco Mílicia nasce nel 1954 a Cittanova di Reggio Calabria. Pittore autodidatta, sin da piccolo sviluppa interesse per il disegno e in seguito per la pittura. Gli stimoli ambientali dove egli vive i primi anni della sua vita, l’intimo rapporto vissuto con la natura selvaggia del luogo e, successivamente la sua professione di biologo “ambientalista” creano un connubio indissolubile con la natura stessa che lo accompagnano allo sviluppo fisiologico della passione per “la Pittura”, alimentando in lui la voglia irresistibile di imprimere sulla tela le sensazioni forti che la stessa natura gli trasmette, idealizzando la bellezza di tutto ciò che lo circonda e rifugiandosi così tra le sue grandi ali, amandola. Egli, aggrappandosi a tutto ciò che colpisce la sua percezione visiva usa i mezzi della sua pittura, in modo semplice, e con tutta la ricchezza del colore. E quando la pittura diventa il rifugio naturale dell’animo umano, quando ad essa ci si rivolge con umiltà e Amore ecco che essa accetta d’essere ancora una volta magicamente fecondata. Una magia positiva, senza veleni, sorridente, un gesto assoluto che trasforma, che inventa e ricostruisce la natura delle cose. Certamente questo è il segno più tangibile della formazione artistica dell’autore, proseguita negli anni in un contesto artistico come quello toscano dove egli ha vissuto parte della sua vita e che come a tanti artisti ha donato stimoli e meditazioni offrendogli numerose opportunità di approfondimento dell’arte. L’albero, 70 x 100 tecnica mista 92


Cavallo, 80 x 80 tecnica mista 93


Danzatrice di flamenco, 70 x 70 olio su tela 94


Diego Minuti Diego Minuti è nato a Trapani il 17/06/56, dal 1960 si trasferisce a Cosenza, dove attualmente vive e lavora. Si diploma al Liceo Artistico di Cosenza e completa gli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze, sotto la guida dei

maestri Farulli e Viaggiani. Dal 1980 frequenta assiduamente lo studio romano del maestro Riccardo Tommasi Ferroni, dove grazie ai suoi preziosi consigli apprende i segreti delle tecniche usate dai grandi maestri del passato.

Papillon, 80 x 80 tecnica mista su tela 95


Giuliana Mirabella Giuliana Mirabella nasce a Lamezia Terme, dove vive ed opera. Oltre alla sua presenza in diverse mostre nelle varie località della Calabria, ha partecipato alla VI Biennale d’arte internazionale di Roma nel 2006, tenutasi presso la galleria “L’Agostiniana”. Nello stesso anno ha esposto nella prestigiosa “Sala della Lupa” di Palazzo Barberini, al Campidoglio e nella Galleria “L’Angelo Azzurro” di Roma. Nel settembre 2007 i suoi quadri erano nella splendida cornice del Museo Diocesano di Tropea. Ultimo il premio ricevuto nel periodo di Natale 2007: la Foglia d’Argento di Palazzo Pignatelli a Roma. La sua poliedrica sensibilità creativa va dalla raffigurazione realistica del fiore al rilievo psicologico dell’espressività del volto, dalla concettuale opera di idea all’astrazione metafisica-geometrica del surrealismo. La Mirabella contempla e ritrae il mondo per inserirsi nell’area popolata dai consanguinei artefici. Le sue opere rivelano, a chi “legge” i suoi quadri colmi di interesse per svariate tecniche, una sorprendente complessità. Per la sua originalità sembra non avere padri ispiratori a sui riferirsi. Hanno scritto di lei varie testate giornalistiche calabresi.

Viaggio astrale, 60 x 80 acrilico su tela 96


Domenico Antonio Gavasimo Monterosso

Omaggio a Napoli, 50 x 70 acrilico + china su tela 97


Paesaggio montano, 70 x 100 acrilico su tela 98


Donna allo specchio, 50 x 70 acrilico su tela 99


Marcello Montoro Marcello Montoro nasce a Catanzaro nel 1972. Studia al Liceo Artistico di Catanzaro dove consegue il Diploma nel 1990. Frequenta l’Accademia di Belle Arti “Raffaello Sanzio” di Urbino conseguendo il Diploma di Laurea in pittura nel 1995 con la tesi “La Transavanguardia”. Inizia giovanissimo a disegnare volti di amici e di insegnanti con matite e penne a sfera. Nel periodo adolescenziale si appassiona ai disegni del Rinascimento Italiano, in particolare a quelli di Michelangelo, Leonardo e Raffaello. Successivamente il suo interesse si sposta sul Surrealismo e si innamora della pittura di Dalì. Durante gli studi liceali, grazie alla guida del professore Francesco Mete, il suo interesse si sposta su una concezione del disegno più profonda ed inizia una ricerca personale sulle tecniche. Durante gli anni accademici la vicinanza al suo docente Omar Galliani, pittore anacronista, gli fa intravedere una possibilità di rilettura del Classico in chiave contemporanea. Inizia a sperimentare le varie tecniche pittoriche fino a privilegiare la pittura ad olio. L’incontro con il maestro Alessandro Giusberti, durante il soggiorno bolognese, risveglia un profondo interesse verso il verismo seicentesco: Rembrandt, Velázquez, Franz Hals che gli fa intraprendere una ricerca stilistica e ritrattistica basata sullo studio di tali pittori. Mostre principali - Uno spazio per sognare - Arte e Portici club Il Laboratorio; dal 24-11 al 02-12-

2007 (Presso Galleria Accursio ed urban center - Bologna); - Vincitori del premio “Portici Bolognesi” in occasione della mostra Nazionale tenutasi a maggio 2006 “Arte sotto i portici” organizzata dall’Associazione culturale per l’arte in Bologna; - dal 18 Giugno al 12 Luglio 2005 “Arte Estate 2005” presso la Sala Museale del Baraccano, organizzata dall’Associazione Culturale “Il Barattolo” con il patrocinio del Comune di Bologna; - 27/28 Maggio 2005 “Arte sotto i portici” organizzata dall’ass. Internazionale “Calabria nel mondo” con il patrocinio della Regione Emilia ed il Comune di Bologna; - 21 e 22 Maggio 2005 “Arte e portici” organizzata da “Il Laboratorio” Circolo di Arti Visive con il patrocinio della Regione Emilia ed il Comune di Bologna; - Maggio 2004 partecipazione alla mostra “Arte sotto i portici 2004”, patrocinata dal Comune di Bologna; - Agosto 2000 Partecipazione all’estemporanea di pittura patrocinata dal Comune di Colosimi; - Dicembre 1996 Partecipazione alla mostra collettiva “Arte e Musica” presso palazzo Mancini (Lamezia Terme); - Agosto 1992 Partecipazione all’estemporanea di pittura, all’interno delle manifestazioni estive programmate da “Essere a Soveria”-Soveria Mannelli (CZ).

100


Senza titolo, 100 x 140 olio su tela 101


Valerio Montoro Valerio Montoro nasce a Catanzaro nel 1974. Studia al Liceo Artistico di Catanzaro dove consegue il Diploma nel 1992. Nel 1993 prende l’Attestato di qualifica professionale: “Operatore per la scultura su marmo e pietra”, corso promosso dalla regione Calabria. Frequenta l’Accademia di Belle Arti “Raffaello Sanzio” di Urbino conseguendo il Diploma di Laurea in pittura con tesi “Il corpo ingombrante”. Sin da piccolo sente il desiderio di disegnare tutto ciò che colpisce la sua curiosità. Crescendo, viene influenzato dal fratello Marcello, e si innamora dei grandi artisti del Rinascimento Italiano: Leonardo, Raffaello e soprattutto Michelangelo di cui riproduce piccole sezioni della Cappella Sistina. Nel periodo liceale si fa strada in lui, con la guida del professore Francesco Mete, una concezione del disegno più Caravaggesca. Durante l’Accademia continua la ricerca spasmodica della perfezione nelle opere ritrattistiche, che lo porterà ad abbracciare la sfida della mano contro la macchina fotografica ed a realizzare vari Iperrealismi con le tecniche di incisione, litografia e carboncino su carta. Amante della poesia scrive versi, Appassionato anche di musica, compone, suona vari strumenti, la chitarra in particolare, e canta. Collabora alla realizzazione dell'album musicale del cugino Mino Venura e ne illustra il sito con due ritratti. A Bologna incontra il maestro Alessandro Giusberti con il quale condivide l’amore per i grandi maestri del pennello.

Attualmente approfondisce la tecnica degli artisti del ‘700 ed ‘800. Mostre principali: - “Uno spazio per sognare - Arte e Portici club Il Laboratorio”; dal 24-11 al 02-122007 (Presso Galleria Accursio ed urban center - Bologna). - Vincitori del premio “Portici Bolognesi” in occasione della mostra Nazionale tenutasi a maggio 2006 “Arte sotto i portici” organizzata dall'Associazione culturale per l'arte in Bologna. - dal 18 Giugno al 12 Luglio 2005 “Arte Estate 2005” presso la Sala Museale del Baraccano, organizzata dall'Associazione Culturale “Il Barattolo” con il patrocinio del Comune di Bologna. - 27 e 28 Maggio 2005 “Arte sotto i portici” organizzata dall’Associazione Internazionale “Calabria nel mondo” con il patrocinio della Regione Emilia ed il Comune di Bologna. - 21 e 22 Maggio 2005 “Arte e portici” organizzata da “Il Laboratorio” Circolo di Arti Visive con il patrocinio della Regione Emilia ed il Comune di Bologna. - Maggio 2004 partecipazione alla mostra “Arte sotto i portici 2004”, patrocinata dal Comune di Bologna. - Agosto 2000 Partecipazione all’estemporanea di pittura patrocinata dal Comune di Colosimi. - Dicembre 1996 Partecipazione alla mostra collettiva “Arte e Musica” presso palazzo Mancini (Lamezia Terme)- Agosto 1992 Partecipazione all’estemporanea di pittura, all’interno delle manifestazioni estive “Essere a Soveria”. 102


Nove stazioni, 100 x 140 gessetti su cartoncino 103


Sonia Nardocci La pittrice Sonia Nardocci - attiva fin da adolescente - è nata a Roma nel 1964. Vive e lavora a Roma, dove con grande assiduità prepara le sue tele, non risparmiandosi sugli studi artistici. La sua aspirazione più grande è poter attingere dai grandi della pittura e raggiungere con essi la maturità artistica in grado di fermare quella smania di ricerca della conoscenza e del sapere che tanto lei insegue. L’estro e l’uso del colore fanno di Sonia Nardocci, una pittrice molto apprezzata ed al tempo stesso molto discussa, imponendosi come artista in virtù delle proprie qualità istintive. La sua tecnica permette di interpretare in

chiave cromatica i segreti della natura, traducendoli sulla tela con la pastosità tipica della sua pennellata e con il sentimento profondo che anima l'artista. Immune da preconcetti formali, culturali, letterali ma sedotta dallo spettacolo della natura, ritrae liberamente e con grande sensibilità ciò che incontra, generando entusiasmo creativo. Ogni pennellata attinta dalla sua tavolozza si rivela ricca e corposa, colmando la tela di luce e poesia. E proprio nel colmare tale tela che perdendosi ai suoi pensieri si lasciò guidare.

Vigneto, 90 x 30 olio su tela 104


Pippo Notaris

Passione, 40 x 60 mista su masonite 105


Vincenzo Notaro Vincenzo Notaro nasce a Lamezia Terme il 7 settembre del 1983. Laureando in Scienze infermieristiche, tra le passioni più grandi ha quella di dipingere, ha partecipato a diversi concorsi, in modo particolare nella progettazione e costruzioni di carri allegorici. Premi e mostre: 2009 Partecipa all’estemporanea di pittura del 17 agosto a Curinga; 2° classificato carnevale Acconia “carro le fiabe”. 2008 3° classificato carnevale Acconia

“carro pubblicità”. 2007 1° classificato estemporanea di pittura “pineta siano 2007” rapporto uomo natura. 2006 2° classificato i concorso murales “le maschere”; 1° classificato carnevale Acconia carro “la divina commedia”. 2005 1° classificato carnevale Acconia carro “Italia colori”. 2004 1° classificato carnevale Acconia carro “Looney Toons”.

Il volto celato, 100 x 100 tecnica mista 106


Gaspare Orrico Nato a Cosenza il 22/01/78, dove consegue il diploma presso il liceo Artistico nel 1996, laureandosi nel 2007 all’Università della Calabria alla facoltà di Storia Medievale. - gennaio 1992 viene pubblicata un’illustrazione nel n.6 della nuova edizione dell’Intrepido. - marzo 1997 estemporanea di pittura a Piazza Loreto. - maggio 1997 prima personale alla fumetteria “Grendel & Game Master”, piazza Fera 31/b Cosenza. - giugno 1997 personale di pittura “Al rifugio dell’Artista” Rossano (CS) . - maggio 1998 personale di pittura nei locali della chiesa della Madonna della Pietà di Noggiano, Rende (CS). - marzo 2001 mostra di fumetto ed illustrazione all’aeroporto di Lamezia Terme. - marzo 2003 personale di pittura nella galleria d’arte “CamilArt”. - gennaio 2005 presente nel catalogo dei 10 anni del museo civico Praia. - giugno 2005 collettiva sul fumetto al museo di Praia. - giugno 2007 personale di pittura al Centro benessere Velvet, Castrolibero. - dicembre 2007 XXII edizione del premio nazionale di pittura moderna Pandosia, Marano Marchesato (CS). - settembre 2008 direttore artistico del fumetto Mirror “frammenti di realtà”. - febbraio 2009 personale di pittura nei locali del Cavern Club di Cosenza 1978, 50 x 70 mista su tavola 107


Madame Bovary, 50 x 70 tecnica mista 108


Giusi Pallone Giusy pallone nasce a Lamezia Terme nel 1975. Consegue gli studi d’arte laureandosi presso l’accademia di belle arti di Catanzaro. Ha partecipato a numerose mostre di pittura tutte documentate da cataloghi e articoli di giornale. Ha ottenuto nel 2009 l’abilitazione all’insegnamento presso il Cobaslid. In una continua ricerca tra forme e colori, l’artista esplora la natura dell’essere, raccontando emozioni e sensazioni che riflettono il malinconico e raffinato animo della donna, descritto nei suoi aspetti più intimi e sensibili spesso immerso in atmosfere ideali e metafisiche. La donna raccontata nei dipinti è immersa in una solitudine consapevole, velo che cela una profonda analisi interiore. Principali mostre: -2009 “Festival Internazionale Leoncavallo”, collettiva di pittura, Montalto Uffugo. - 2009 “Zone Scoperte”, Palazzo della Provincia, Catanzaro. - 2009 “Collettiva d’apertura”, Centro d'arte moderna, Lamezia Terme. - 2008 “Tam Tam”, incontri di teatro, arte e musica, video “Follia. Trasognata realtà”, Cassano allo Ionio. - 2008 “Io e te in mostra” Rua sao joao , Lamezia Terme. - 2008 “RespirArte events 2008”, personale di pittura, il centro B&B, Platania. - 2007 Mostra itinerante “OltreAndiamo”, chiostro del complesso monumentale San Domenico di Lamezia Terme - 2007 Mostra “Evento Pontile Lamezia

Terme” Nuove Ipotesi. Ex consorzio agricolo di Sambiase, Lamezia Terme. 2005 “Blu”, Mostra d’Arte Contemporanea a cura di Marisa Lepore. Baia campi Flegreis. - 2004 “Una questione di punti di vista” Mostra di Pittura, Galleria Alatri Diamante (CS). - 2003 “Molto Personale” Personale di pittura, Chiostro del complesso monumentale S. Domenico Lamezia Terme. - 2003 “Incisioni” a cura dei docenti delle cattedre di incisione dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro. Squillace (CZ). - Dal 2001 al 2003 Attestato “Rassegna d’arte e creatività” Associazione Ragazzi in Gamba, rilasciato dalla città di Chiusi - 2001 “Mostra dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro”, a cura di Rocco Pangaro, complesso monumentale S. Giovanni, Catanzaro. - 2000 “Forme”, Sala Cefaly, Catanzaro.

109


Oltre 75 x 80 olio su tela 110


Rosalba Panzieri Rosalba Panzieri nasce a Rieti il 19/08/1978, compie gli studi classici che si fondono con una ricerca volta a scoprire l’essenza delle cose e delle persone, attraverso contatti ed interviste effettuate parallelamente al lavoro studentesco, in un iter sociologico che troverà il suo territorio in Italia e Svizzera, ed avrà per luoghi studi d’arte, circoli letterari, rifugi per disagiati, ospedali, associazioni di volontariato. Fin dalla primissima adolescenza si dedica alla poesia, attività che continua ad esercitare tutt’ora. Ha collaborato con il quotidiano “Il Tempo” nella cronaca locale e ha

pubblicato poesie con il periodico internazionale “Il Tizzone”. Da qualche anno l’ambito letterario si fonde con quello pittorico, attraversato inizialmente da una ricerca del bello figurativo, presto abbandonato a vantaggio di una ricerca di immediatezza ed efficacia che trova azione nel gesto pittorico della manipolazione degli elementi, quali mezzi di riscatto di una condizione umana di alienazione. Per Emergency, associazione internazionale a favore delle vittime di guerra, ricopre il ruolo di relatore e figura di contatto col pubblico.

Transfert, 70 x 50 tecnica mista (olio, piatti e terra su tela) 111


TERRE D’EMERGENZA Sulle sue punte è salita la terra per sciogliere bandiere ad un cielo che ha liberato le trini. Saltano punti dalle carni terrestri, è riarso ogni mare, esaurito l’azzurro. Resta la pelle nei muti colori, soffio sul bruno di tutte le terre. Un solo vermiglio a pintar le ferite di mille Gesù addormentati nel gioco scuro di tutte le guerre.

Terre d’emergenza, 100 x 150 tecnica mista su tela (olio, terra e garze su tela) 112


Paolo Pastore Paolo Pastore è nato ad Andria nel 1942. Compiuti gli studi classici nella città natale, si è laureato nel ‘67 a Roma in Architettura. Dal ‘68 è membro dell’Accademia Tiberina e dell’Accademia dei 500 di Roma. Dal '69 risiede ad Andria, dove ha il proprio studio professionale. Ha iniziato giovanissimo a partecipare a mostre e rassegne d’arte collettive e ad ottenere premi e riconoscimenti. Apprezzati anche i suoi interventi critici su personalità e movimenti di arte contemporanea. Ha tenuto mostre personali a Roma, Civita Castellana, Foggia, Barletta e più volte Bari, oltre che aver esposto in Slovenia e Spagna.

Fra i premi ottenuti: - medaglia d’oro alla mostra nazionale Cias nel 1967; - 3° premio alla rassegna nazionale Dimensione Donna nel 1978; - 2° premio al concorso piccolo formato De Nittis nel 1979; - 1° premio nelle rassegne Arte Salento del 1977, Montparnasse nel 1982, Crsec di Andria (1986), premio città di Andria (1990); - diploma di merito al premio arte Milano (1996); - coppa ente provinciale al turismo al premio Primavera, Foggia, 2003.

Colorazione sull’erba, 60 x 70 tecnica mista su tela 113


Rosi Piazza Rosi Piazza è nata a Palermo nel 1961. Vissuta a Torino dall’età di 6 anni portando avanti gli studi fino a conseguire la maturità all’accademia albertina (Primo liceo artistico di Torino), ha poi intrapreso la carriera di impiegata pur continuando a coltivare la passione per l’arte e la pittura, in particolare la decorazione e la pittura su ceramica e porcellana utilizzando la tecnica del terzo fuoco. Trasferitasi a Lamezia Terme nel 2003 ha deciso di realizzare il proprio sogno nel cassetto, fondando l’associazione culturale

“Terzo Fuoco” di cui è il presidente. L’associazione si occupa di promuovere eventi culturali in particolare la divulgazione della tecnica del terzo fuoco. Dipinge da circa trent’anni ma per la prima volta partecipa ad un concorso con un dipinto su tela.

Nelle mani di Dio, 50 x 60 acrilico su tela 114


Alberto Pirrone Alberto Pirrone (Catanzaro 1963) si avvicina alla pittura grazie all’amicizia con il maestro Enzo Toraldo che lo accoglie nel suo studio nel periodo dal 1983 al 1985. In seguito procede la propria ricerca personale sulle nuove linee legate all'Impressionismo. Continua la sua attività artistica partecipando a concorsi nazionali ed internazionali, mostre, collettive ed estemporanee: Agosto 2008 Colosimi (CS)II° clas; Settembre 2008 Catanzaro collettiva Notte Piccante;

Novembre 2008 Trieste II° concorso internazionale 30x30; Dicembre 2008 Ferrandina (MT) collettiva monA( R )sTEro; Maggio 2009 Catanzaro collettiva I° concorso artErotica; Giugno 2009 “Giugno Locrese 43° edizione” I° clas; Luglio 2009 gi-otto Isola della Maddalena (ss); Agosto 2009 Sila piccola III° clas.; Agosto 2009 Concorso Cletarte tema “All’Erta”.

Paesaggio urbano calabrese, 50 x 70 olio su tela 115


Daniele Politi Daniele Politi nasce a Vibo Valentia nel 1969. Qui comincia la sua passione per l’arte, avvicinandosi al mondo della pittura da autodidatta e cominciando ad operare nel campo dal 1987. Affascinato da artisti come Picasso, Mimmo Rotella, Keith Haring, Sam Francis, si iscrive presso l’istituto statale d’arte dove si diploma. Attualmente opera a Vibo Valentia.

Contadino calabrese tra i frutti del suo lavoro, 100 x 100 olio su tela 116


Ernesto Ponsiglione Ernesto Ponsiglione è nato a Napoli e lavora a Roma dove risiede ormai da molti anni. Nell’arco di oltre trent’anni di lavoro come dirigente di grandi aziende industriali soprattutto del settore alimentare, sia in Italia che all’estero, egli ha accumulato una vasta esperienza che, oggi, sta mettendo a disposizione di altri svolgendo un’intensa attività di consulente d’azienda e di docente nell’ambito delle tecnologie alimentari all’Università della Tuscia. Ponsiglione ha iniziato a dipingere da autodidatta nei primi anni Settanta proseguen-

do con le sue sperimentazioni fino alla metà degli anni Ottanta quando, troppo preso dai gravosi impegni di lavoro, ha deciso d’interrompere l’attività artistica. Dopo circa venti anni, dal 2005, Ponsiglione ha ritrovato la sua vena artistica che oggi si esprime prevalentemente nei toni chiari di poetici paesaggi a volte contrapposti ad insolite geometrie di impianti industriali. I suoi quadri, già da tempo, partecipano con lusinghieri successi a numerosi concorsi ed importanti mostre.

Tramonto, 50 x 40 olio su tela 117


Giuseppe Ritorto

Centro storico di Nicastro, 100 x 70 olio su tela 118


Teresa Roberto Teresa Roberto è nata a Lamezia Terme nel 1969, dove vive e lavora come impiegata. Conseguita la maturità scientifica e intrapresi gli studi giuridici, ha iniziato a coltivare il sogno nel cassetto: riuscire a dare sfogo alla propria creatività. Inizialmente si è dilettata con la ceramica frequentando un laboratorio di pittura a terzo fuoco e poi ha deciso di provare a dipingere sulla tela da autodidatta, non par-

tecipando però mai ad eventi e mostre, volendo a tutti i costi esternare quella voglia misteriosa e segreta (da qui il titolo dei quadri) di esprimere quel mondo interiore inesplorato che può aiutare a superare le paure e le incertezze della vita e a dar colore ad un mondo che non ha più sfumature e che non conosce più l’ironia.

Voglia segreta, 30 x 40 olio su tela

Segreta voglia, 30 x 40 olio su tela 119


Antonella Rocca Antonella Rocca è nata a Lamezia Terme il 16 novembre 1984 e ancora oggi vi risiede. Ha conseguito la maturità con indirizzo in Architettura presso il “Liceo Artistico Statale” di Catanzaro. Ha partecipato a: - mostra artistica nell’ex edificio comunale di Sambiase dal 28 maggio al 4 giugno 2003; - esposizione artistica al “motoraduno” sul Corso Numistrano di Nicastro; - esposizione artistica alla “fiera degli emigranti” organizzata dall’associazione “dimensione donna” dal 7 al 9 agosto a Platania; - esposizione artistica il 26 ottobre 2003 in occasione della “sagra dell’olio”, pubblicazione sullo sviluppo del territorio calabrese a Pianopoli, con la presenza della rete televisiva locale “Viva Voce”. Partecipazione a extempore artistiche organizzate dall’associazione “Terra di Calabria” con le seguenti premiazioni: - Feroleto Antico, 15 settembre 2002 (citazione sulla Gazzetta del Sud), 2° classificata; - Serrastretta, 6 ottobre 2003 (citazione sulla Gazzetta del Sud), 3° classificata; - Tiriolo, “estemporanea di pittura 2003”, 2° premio amatori; - Feroleto Antico, 16 novembre 2003, riconoscimento della giuria; - Platania, 7 dicembre 2003, 2° classificata.

Senza titolo, 35 x 50 mista su tela 120


Senza titolo, 40 x 55 mista su tela 121


Senza titolo, 50 x 70 mista su tela 122


Maurizio Rosati

Senza Titolo, 70 x 50 acrilico misto 123


Senza Titolo, 70 x 50 acrilico misto

Senza Titolo, 70 x 50 acrilico misto 124


Corrado Rotundo Corrado Rotundo è nato nel 1954 a Catanzaro, ha frequentato il liceo artistico, conseguendo successivamente il diploma presso l’Accademia delle Belle Arti nel 1977. Impegnato da sempre sul versante della sperimentazione di nuovi linguaggi pittorici, svolge un’intensa attività che spazia dalla pittura, alla grafica, all’arte decorativa plastica e pittorica. Negli ultimi anni si è dedicato quasi esclusivamente alla ceramica, sviluppando una ricerca personalissima che si distingue per lo stile “eclettico” e le innovazioni tecniche. La sua produzione trova collocazione presso Centri d’Arte e collezioni private in molti paesi europei ed extraeuropei. Sue opere sono state scelte per arredare il palazzo del principe Al Waled (Rjad Arabia Saudita).

Ritratto, 75 x 115 olio su tela 125


Giovanni Scardamaglia

Senza Titolo, 100 x 100 olio su tela 126


Armando Sdao Armando Sdao nasce il 7 settembre 1979 a Rogliano. La sua vocazione per la pittura si rileva fin dalla prima adolescenza, ricevendo già dalle prime scuole riconoscenze e attenzioni, ottenendo tali risultati senza grande impegno, dovuto al suo carattere ribelle, ma col passare del tempo diventa un’esigenza di esprimersi al di là di obiettivi materiali. Infatti anche se non coltiverà con particolare attenzione l’attitudine a dipingere è sempre attento a i nuovi cambiamenti artistici, apprendendo le tecniche solo dagli

artisti di passaggio nella sua vita. Si affiancherà per un periodo a riprodurre opere di celebri artisti surrealisti e metafisici come: Salvador Dalì, Giorgio De Chirico e il contemporaneo Antonio Nunziante. Così solo con la proposta da parte degli artisti dell’associazione il “Graffio” farà la sua prima personale e in seguito varie partecipazioni a collettive, concorsi, esposizioni in varie città e università d’Italia come Torino, Milano, Roma e richieste di esposizioni in gallerie a fianco di celebri artisti come nella galleria “Marano” di Cosenza.

Viaggio trascendentale, 70 x 100 olio su tela 127


Rotta per casa di Dio, 100 x 70 olio su tela

Bigbang, 80 x 60 olio su tela 128


Pilar Segura Nasce a Barcellona nel 1930. Ha conseguito studi di disegno, pittura e policromia presso la Scuola di Belle Arti e Mestieri Llotja (Barcellona). Si è specializzata nelle scuole a Parigi e in Olanda. Ha conseguito il diploma di Infermieristica nella Facoltà di Medicina di Barcellona. E’ Membro del Circolo Artistico San Lluc. Stati dell’Essonne Agrupació Catalana d’Entitats Artístiques. Membro della Associazione di plastica Artisti “Goya Aragona” (Saragozza). Pilar Segura è Membro d’onore “in Florida Museo di ispanici e latino-americani Art” (Miami, Stati Uniti d'America), un membro del Espai Vaho “Leonardo da Vinci”, Accademia di Arte (Barcellona), di plastica Artisti associazione Burgos Associazione Culturale Handycrafts Madrid Xilon Argentina. Circle of Art di Toledo, plastica America International Aplich Santiago del Cile. Ziggurat di Las Palmas de Gran Canaria Il Europ’Art Group. Lido Degli Estensi (Italia), ACAPS Marsiglia (Francia), membro del Circolo Artistico Mario Ferrari (Acqui Terme, Italia), Membro del Centro di Arte Moderna Krasny Ugol (Russia). Patrono della cultura per la città di Villa di Gran Canaria Agaete; è Presidente della Associazione delle Artistico al Promocio di Belle Arti in Catalogna. Membro dell’associazione “Arti e chevalets de Provence”. Membro della associazione Galleria Centro Storico Firenze Italia. Accademico Gentilizio di Araldica Accademia nel ternacionale Il Marzocco

Firenze. Membro del San Francico Museo d’arte contemporanea ispanica. Accademica Corrispondente Sezione arte dell’Accademia Internazionale Greci Marino. Del Verbano Vinzaglio. Italia 2002. Accademica Corrispondente dell’Accademia di Arte Moderna a Roma. Titolo onorario “Cavaliere dell Etruria” Italia 2002. Academica Corespondiente “Arts - Scienze - Lettres” Paris, Francia. Academica di Merito della Accademia internazionale Di Ponces Napoli Italia. Regolari studioso Accademia internazionale Santarita medaglia d’oro. Torino Italia 2004. Cavaliere Ufficiale accademico Sezione Art Academy internazionale Greci - Marino del Verbano.Vinzaglio Italia 2004. Selezionati in la Reseña International Contemporary Maestri del Accademia europea Italiana Gli Étruschi ‘Vada Livorno Italia 2004. Onori accademici di Santarita annuncio Torino Italia. Presidente delegato per l’Accademia di Catalogna sono cresciuto Marino Italia 2005. Titolo onorario Promotore della Pace, dell’Oscano `Accademia Gentilicia Il Marzocco Italia. E' Membro del Comitato Scientifico Internazionale della Biennale Internazionale d'Arte Contemporanea Firenze nel 2005.

129


Camino Feliz, 40 x 30 olio su tela 130


Giovanna Senatore

Senza Titolo, 50 x 70 tecnica mista 131


Martina Sereno Martina Sereno nasce a Lamezia Terme il 27 Ottobre 2000. Ha sempre dimostrato una grande attitudine per il disegno e la pittura, frequenta la IV elementare dell’Istituto Scolastico “Scinà Romeo” a Lamezia Terme. E’ alla sua prima esperienza espositiva.

Senza titolo, 50 x 70 tecnica mista 132


Tina Sgrò Tina Sgrò è nata a Reggio Calabria nel 1972, dove ancora risiede e lavora. Studi: Diploma scuola superiore, accademia di belle arti reggio calabria, pittura Mostre personali 2003 - Personale di pittura S/Oggetti presso la Galleria Magenta52 in Milano - Personale di pittura presso l'Arengo del Broletto di Novara 2006 - Personale La Nuova Scena Urbana presso Centro Culturale Cascina Grande di Rozzano (MI) 2006 - Personale Incroci presso Galleria Dieffe di Torino a cura di Monica Trigona in collaborazione con Opiemme. Nel Novembre 2003 due sue opere sono state pubblicate sull'allegato della rivista AD architectural digest - Le più belle case del mondo - di cui una in copertina. Inoltre una sua opera di pittura murale è presente all'interno della scuola elementare "Stoppani" di Imbersago (LC). Sue opere sono in permanenza presso la Galleria Studio Vivo con sede in Cremona.

Natura morta davanti la finestra, 50 x 70 olio su tela 133


Lavandino, 90 x 100 olio su tela 134


La luce, il pomeriggio, 100 x 140 olio su tela 135


Larisa Smirnova Eclettica pittrice, scrittrice e fotografa, Larissa Smirnova si affaccia al mondo dell’arte con i suoi acquerelli pieni di luce e colori che coinvolgono facilmente. Il tutto espresso con un gioco intelligente di colori e luci. Nei suoi dipinti e nell’uso dei colori si notano l’amore per la natura, della sua terra, l’Estonia, ed in particolare dei fiori. Adora i colori nelle sue sfumature ed ammirare un suo acquerello porta gioia ed imprime un felice senso della vita. Attaccata alla realtà nelle sue forme più sin-

cere ed al mondo che la circonda, vive la pittura con molto trasporto e felicità. Creatività ed in continuo studio delle forme, immagini, colori e tecniche, fa dell'acquerello la sua espressione migliore e nelle sue composizioni traspare una sensibilità d’animo e l’amore per l’arte. Scrive, inoltre, poesie e storie per bambini che gestisce dal suo sito internet e fa della fotografia un hobby proficuo con predilezione per la macro ed i paesaggi.

Senza titolo, 50 x 40 acquerello 136


Senza titolo, 50 x 70 acquerello 137


Senza titolo, 50 x 70 acquerello 138


Rosa Spina Rosa Spina è nata a Giarre, in provincia di Catania, ma vive e lavora a Catanzaro. Diplomata Maestro d’Arte presso l’Istituto d’Arte di Giarre, insegna Discipline Pittoriche presso il Liceo Artistico Statale di Catanzaro. Dopo aver studiato la tecnica dell’arazzo classico, inizia a sperimentare le potenzialità espressive del medium tessile. Una ricerca che la porterà ad approfondire le tecniche della tradizione tessile greca, bizantina e araba, a cui si collegano la tessitura e la secolare arte serica calabrese che rielaborerà con un linguaggio contemporaneo. Ultimamente affascinata dalla tridimensionalità si sta dedicando alle scultura tessile. Dal 1964 è presente in numerose manifestazioni d’arte contemporanea a carattere nazionale e internazionale e ha allestito mostre personali in varie città italiane. Le sue opere, frutto del connubio tra tessitura e pittura, non sono molte e sono particolarmente apprezzate dai collezionisti.

Messaggio Ancestrale, 50 x 100 defilagè e colore su tela 139


Francesca Timpano Francesca Timpano è nata a Catanzaro il 14/08/1984. Nel 2003 consegue il diploma in fotografia - filmica - televisiva presso l’Istituto D’arte di Squillace (Cz) e nel 2008 la laurea all’Accademia di Belle Arti in Arti Visive e Discipline per lo Spettacolo. Esperienze Artistiche 2006: - Artista finalista al Premio Felice Casorati di Pavarolo (To). Esposizione a Cracovia. - Mostra Collettiva Pittorica presso la Galleria Mancuso - Catanzaro. 2007: - Artista Finalista al Premio Gaetano Morgese Onlus. Esposizione a Terlizzi. - Artista Finalista all’VIII Premio Biennale D’Arte Contemporanea - Torre Strozzi. - Mostra Collettiva Pittorica Tra il Simbolismo e Geometria - Catanzaro. - Mostra Collettiva Pittorica a Stalettì Catanzaro. - Mostra Grafica per il Centenario di Leoncavallo - Montalto Uffugo (Cs). - Mostra Collettiva Pittorica 1° edizione Notte Piccante - Catanzaro. - Artista Selezionata alla VII Biennale Internazionale di Roma - Catanzaro. - Mostra Collettiva Pittorica Forze Espressive - Catanzaro. 2008: - Manifestazione culturale e mostra collettiva Poesie D'Amore - Catanzaro. - Mostra Collettiva Pittorica Spazi e Colori Idillio e Suggestioni al Castello - Santa Severina (Kr). - Mostra Collettiva Pittorica II° Edizione Notte Piccante - Catanzaro. 2009: - Mostra Collettiva Pittorica "Art Au Clair De La Lune" - Catanzaro Lido (Cz) - Mostra Collettiva Pittorica Arte + Notte

+ Notte D'Arte - Catanzaro Lido.

Nessun titolo, 70 x 100 olio su tela 140


Riccardo Tropea Di origine calabrese, frequenta il liceo artistico di Catanzaro. Terminati gli studi si trasferisce a Roma per frequentare l’accademia di belle Arti, diplomandosi nel 2007 e partecipando a varie mostre nella capitale. Pittore figurativo ha come punto centrale della sua poetica l’identità e il volto, per lui una mappa, luogo della memoria, storia del vissuto, materializzazione delle emozioni e dei pensieri umani.

Haka, 100 x 70 tecnica mista 141


Senza Titolo, 65 x 70 tecnica mista 142


Moko, 100 X 90 olio su tela 143


Marcello Ursomando Marcello Ursomando nasce a Caserta il 19/07/1946, inizia la sua attività a 18 anni quando con alcuni amici apre un galleria d’arte a Caserta realizzando diverse mostre personali e collettive con artisti che poi negli anni raggiungono fama internazionale come Schifano e Mimmo Palladino. Artista eclettico autodidatta si cimenta in ogni forma arte: fotografia, ceramica, scultura e pittura. Negli ultimi anni predilige la pittura come arte figurativa e paesaggi mediterranei. Espone anche all’estero a partecipa a Premi nazionali e internazionali. Vive e lavora a Milano. Mostre 1985 Barcellona personale Galleria Arte Latina 1986 Padova personale Galleria Arte IN 1992 Tenerife personale hotel Gran Tinerfe 1995 Lanzarote personale hotel Gran Tinerfe 2005 1/30 maggio mostra collettiva StarHotel Trieste Premio sogni arte Galleria non solo blu Monfalcone Go 5/18 giugno mostra collettiva Galleria Arte Incontri Torino 6/11 giugno selezionato premio Internazionale La Telaccia oro per mostra collettiva. Torino 16 giugno/3 luglio selezionato per premio internazionale arte SS 325 Mostra collettiva Prato 15/30 luglio Mostra collettiva Università di Lubiana 17/30 settembre mostra collettiva

2006

Galleria Artelier Milano 3/23 ottobre selezionato al Premio internazionale città di Alba mostra collettiva 6/13 ottobre selezionato Premio internazionale Olindo mostra collettiva Calosso Asti 7/15 ottobre mostra concorso Dipingi la tua zona Comune di Milano 7/10 ottobre esposizione opera arte expo Montichiari Brescia. 15/30 ottobre Mostra personale Galleria Giochi d’arte Milano 18/12-6/01/2006 13° Festival internazionale d’arte Sanremo 2000 - 10mo classificato premio riviera dei fiori 1/15 gennaio concorso Magie di Natale Atelier Braceschi Piacenza Segnalazione di merito 15/30 gennaio Galleria Eustachi Milano VI Classificato premio internazionale Epifania 20

144


Tonnara, 40x50 tecnica mista acrilico e resina

Paesaggio, 50 x 70 acrilico su mediodenso 145


Giacomo Vercillo Esposto in vari paesi come Emirati Arabi, Brasile, Canada, Ungheria, Malta, ed in Galleria d'arte ( studio) v. g. arte/club della varie regioni d’Italia grafica via verdi rende Fra gli ultimi premi ottenuti nel 1997 a 3498140356 Pizzo la medaglia d’argento Presidente della Repubblica e nel 2009 la medaglia d’oro Kivanes Club International. Le mostre più recenti : 2000 Iubilaeum Figurarum (mostra itinerante sulla vita di San Francesco di Paola) 2007 Università della Calabria (Ambiente…Tracce) 2008 Museo del Presente, Rende (Avanti veloce) 2009 Plataci (Cs) primo classificato

Calandra, 100 x 70 olio spatolato 146


Caterina Vesci Nasce nel 1978 a Lamezia Terme. Lavora presso scuole pubbliche di Firenze e Milano allestendo anche eventi in queste città. Nel proprio curriculum artistico figurano: 1999 performance “Macchie ossee” presso l’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro; 2000 mostra associata, presso il museo di San Giovanni di Catanzaro; 2000 performance “Fluorescenze” presso l’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro; 2001 performance “Sensazioni private” presso l’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro; 2005 mostra di pittura “La donna calabrese nell’arte, nella musica e nello spettacolo”

presso Centro di Aggregazione Giovanile, via fontana vecchia, Catanzaro; 2006 mostra di pittura presso villa Corvino, Milano; 2007 extemporanea di pittura presso villa Corvino, Milano; 2007 mostra personale presso il centro b&b, Lamezia Terme; 2008 organizzatrice evento “mostra spettacolo” in Via Pò, Lamezia Terme; 2008 selezionata per Opera Prima, Biennale Internazionale d’Arte di Roma, sala del Bramante in Piazza del Popolo; 2009 partecipazione mostra evento Moti Urbani, Stazioni Impossibili, Lamezia Terme; 2009 personale presso EsENSUM sala

Notturno, 100 x 70 acrilico fluorescente su tela 147


Simone Vesci

Scotch the rain, 80 x 170 spray su tela 148


Concetta Villella Concetta Villella nasce a Lamezia Terme nel 1973. Si avvicina all’arte da autodidatta sperimentando diverse tecniche pittoriche, passione che l’avvicinerà anche alla fotografia. Laureata in Restauro e Conservazione dei Beni Artistici e Museali, ha partecipato ad alcune mostre fotografiche: Festival dell’Estate a Reggio Calabria, 2008; inaugurazione di alcuni locali a Vibo Valentia, 2009.

Nel dicembre del 2008 partecipa al “3° premio internazionale di pittura, scultura e grafica Boè”; passando le selezioni e ricevendo un Attestato di Merito Artistico commentato dal critico d'arte Dott. Dino Marasà, con uscita sul catalogo Boè. Nel Dicembre 2009 sarà pubblicata un’opera su: C.A.I Censimento Artistico Italiano, edito da Centro Diffusione Arte.

Omaggio a Schiele, 40 x 40 olio su tela 149


La ricerca, 50 x 70 tecnica mista 150


La Chiave, 50 x 70 olio su tela 151


Francesco Villella Nasce a Lamezia Terme nel 1971. Un vivo interesse per l’arte lo porta a compiere gli studi presso il Liceo Artistico di Catanzaro. Nel 2002 consegue la Laurea in D.A.M.S. all’Università degli Studi della Calabria. Nello stesso anno allestisce in varie sedi la mostra personale “I silenzi dell’anima”, dedicata ai giovani che vivono nei territori di guerra. Partecipa a collettive: nel 2004 a quella di “Arte Sacra” organizzata dal Circolo Culturale “Franco Costabile”, nell’ambito della terza edizione della rassegna “Il trionfo del soldato sconfitto” dedicata al poeta; nel 2006 alla “IV edizione del premio Bellini Arte” presso la Galleria Bellini di Cascina in provincia di Pisa; nel 2007 e nel 2009 alla mostra evento Oggetti Instabili, organizzata dall’Associazione Culturale “400 KC”. Si occupa di scenografia: dal 2002 al 2004 appresta le scene e fornisce dei contributi pittorici per il gruppo teatrale “Minimi Sistemi”. Nel 2003 collabora con l’attore Dario Natale. Dal 2000 al 2005 si interessa attivamente di animazione socio-culturale nel Parco Giochi Lilliput di Lamezia Terme, crea alcuni laboratori creativi per bambini e ragazzi e realizza le scenografie per le feste pubbliche del parco. L’interesse per i temi sociali lo portano a partecipare a delle rassegne estemporanee e nel 2004 organizza una mostra personale dal titolo “i colori del mondo” per il gruppo “Amnesty International” di Lamezia Terme. Nel 2005 crea un’illustrazione per la campagna di sensibilizzazione antimafia organizzata da “Libera Lamezia”. 152


L’aviatore, 100 x 120 tecnica mista 153


Giuliano Zucco Giuliano Zucco nasce a Taurianova nel 1945. Dopo la maturità Classica frequenta a Firenze e poi a Roma la Facoltà di Architettura. Dopo un “iter” formativo nelle città di Firenze, Roma, Milano e Venezia, durante il quale matura ed affina il suo talento artistico ottenendo unanimi consensi di critica e di pubblico, gli viene conferita nel 1972 la Cattedra di Discipline Pittoriche presso il Liceo Artistico Statale di Siderno (RC), dove attualmente insegna. Anche se di estrazione culturale umanistica, la sua forte vocazione artistica lo porta a frequenti contatti con molto esponenti dell’arte contemporanea, partecipando attivamente a numerose mostre collettive, estemporanee e tenendo personali in varie città italiane. I numerosi premi ottenuti e gli ampi riconoscimenti che continuamente riscuote da parte della critica specializzata lo collocano tra i più autorevoli ed illustri operatori nel settore delle Arti Visive. Molte sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private in Italia, Francia, Canada, USA, Australia, Svizzera, Austria, Germania.

154


Mediterraneo da salvare, 100 x 110 acrilico su tela 155


Via del Progresso, 374, Lamezia Terme (Cz) Tel. 0968457915 email:centrodartemoderna@email.it url: www.centrodartemoderna.it 156


Catalogo ColorAzione  

catalogo primo concorso internazionale di pittura colorAzione, organizzato dal Centro d'Arte Moderna di Lamezia Terme

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you