Page 1

COMITATO CIVICO 2013 W W W . C C 2 0 1 3 . I T

A N N O

I V ,

N U M E R O

LA SOCIETA’ CIVILE NON ESISTE PIU’ Chiediamo di votare scheda bianca a tutte le elezioni del 2013, perché non esiste un partito che ci rappresenta. Diciamo di NON fidarci neppure del M5S perché non ha alcun programma di riforma elettorale. Condividiamo in pieno la sintesi di Giovanni Canepa: “Sorge dunque inevitabile il riferimento al vecchio «Uomo Qualunque» e a una protesta del «popolo» contro i «potenti», slegata da una effettiva capacità di individuare le reali priorità, i reali problemi e le effettive scelte di fondo intorno alle quali costruire una riscossa sociale e civile del Paese. Una volta cancellato il sistema dei partiti, viene da chiedersi, che si fa?” Grillo non lo dice e non lo sa nessuno dei grillini che vogliono ’andare al potere’., Una sorta di effetto Lega che invece di Roma Ladrona grida ’Vaffanculo’ ai partiti. L’unico consiglio da adottare è il vecchio saggio, sempre valido: QUANDO NON SAI CHE FARE, NON FARE”. Noi non votiamo nessun partito: scheda bianca. Chi mette una croce su un simbolo se ne prende da oggi tutte le conseguenze.

0 3

2 2 F E B B R A I O 2 0 1 3


PAGINA

2

C‟era una volta un Movimento 5 Stelle che dichiarava nel XIII Municipio di volere la trasparenza amministrativa delle sedute del consiglio municipale riprendendo in aula lo svolgimento dei dibattiti tra consiglieri e assessori. Addirittura la proposta di farlo su tutti i municipi di Roma e durante il consiglio comunale, nella storica aula del Campidoglio. C‟era una volta un Movimento 5 Stelle che veniva di nascosto alle sedute del tavolo del waterfront, tenuto da semplici cittadini (veri cittadini) a filmare cosa si diceva per riportarlo ai seguaci di Grillo e far capire che aria tirava fuori dalle loro strette quattro mura. C‟era una volta un Movimento 5 Stelle che in prossimità delle elezioni Politiche e Regionali si voleva presentare ai cittadini (veri cittadini) sempre nell‟aula del XIII Municipio, sciorinando quanto sono belli, bravi, buoni e diversi dai partiti. 5 (un numero ricorrente) i candidati presentati, della serie „dilettanti allo sbaraglio‟, messi in difficoltà da semplici domande della stampa. Una in particolare, rivolta proprio alla Denicolò dal Messaggero, ha fatto il giro del web. Filmata dalla stampa locale, ha mostrato l‟imbarazzo totale nel rispondere a una semplice domanda: che programma avete? Non crediamo più a questi venditori di pentole perché il filmato girato in quell‟occasione dal Movimento 5 Stelle e messo su youtube ha „epurato‟ (su quasi 2 ore di ripresa) proprio quei comici momenti di imbarazzo. Non siamo abituati a farci prendere in giro, neppure dai venditori di pentole.

OSTIA, SPIAGGE E 'MOVIMENTO 5 DILETTANTI ALLO SBARAGLIO' Silvana Denicolò, candidata alla Regione Lazio, esperta spiagge del Movimento 5 Stelle, fautrice della campagna Spiaggia Bene Comune, residente a Ostia, non conosce l'ABC del litorale laziale e tantomeno di quello romano. Le sue affermazioni, in formato testuale di seguito riportate, dimostrano una totale ignoranza sull'argomento. Non sa che il litorale romano è lungo circa 21 km (non 14) e che quello laziale è di 361,5 km (non 285). Sbaglia anche la definizione di Ostia Levante (Q.XXXIV) che, riguardo la linea di costa, va dal Pontile presso Piazza dei Ravennati fino al Canale dei Pescatori e non fino "alla Riserva Presidenziale". Sbagliate dunque tutte le discutibili considerazioni su stabilimenti balneari e spiagge comunali attrezzate. Interessante sarebbe anche conoscere a quali 'spiagge libere non attrezzate" si riferisca: la spiaggia di Capocotta? Insomma dati e percentuali a casaccio, tipico di questo "Movimento 5 Dilettanti allo Sbaraglio". Gli stessi 5 che faranno una conferenza stampa il 12 febbraio 2013 presso i locali del XIII Municipio capitanati da quel Davide Barillari, candidato alla Presidenza della Regione Lazio, che ne sa meno della Denicolò e su cui esistono molti dubbi circa la sua candidatura. SILVANA DENICOLO' (http://www.beppegrillo.it/

COMITATO

CIVICO

2013

listeciviche/liste/lazio/2013/02/ spiaggia-bene-comune.html) La lunghezza costiera totale della nostra regione è di 285 chilometri, con un'altissima percentuale di spiagge, ben il 95%, a fronte della percentuale italiana di spiagge, appena il 53% delle coste! Per quanto riguarda il Comune di Roma, qui il fronte mare, costituito integralmente da spiagge, sulla sua lunghezza totale (14 km) si suddivide tra un 55% di stabilimenti balneari "privati" ed un 45% di spiagge libere (attrezzate e non); se andiamo però alla sola zona urbana di Ostia Levante, tra il pontile e la Riserva presidenziale, tale percentuale assume cifre francamente inaccettabili: 94% di stabilimenti balneari contro appena 6% di spiagge libere.

"Abbiamo dei progetti già ben definiti (con la delimitazione delle aree su cui intervenire, una stima dei costi di realizzazione, le relative fonti di finanziamento oltre che un cronoprogramma lavori), da completare certamente, ma già presentati all'interno delle riunioni del M5S territoriale. Ovviamente in questa fase evitiamo di divulgare progetti, facilmente scopiazzabili, online.". Beh uno di questi progetti non nascosti è il seguente; “Qui nel municipio 13 abbiamo alcune idee interessanti in merito da valutare insieme ai balneari per la realizzazione dei pennelli a loro carico: per la serie noi (regione) paghiamo il ripascimento e voi (balneari) vi fate carico di realizzare gli elementi necessari a limitare la dispersione della nuova sabbia. L'idea consiste nel realizzare una serie di pennelli trasversali alla linea di costa (opportunamente Nel frattempo che la Denicolò dimensionati e distanziati) con si studia un po’ di geografia ro- soprastanti delle passeggiate pavimana, il guru dei grillini di Ostia mentate (ecosostenibili e rimuovibisull’urbanistica, studia invece il li) in legno trattato dotate di illumisistema per combattere l’erosio- nazione notturna.“ Complimenti ne. per l’originalità e per l’idea ma Parliamo di Alessio Lotito, di anche per l’inciucio con i balneacui ci siamo interessati nel pre- ri, che, ma solo a parole, il Mocedente numero del giornalino, vimento 5 Stelle dice di volerne limitare lo strapotere. quello che ha affermato:


ANNO

IV,

NUMERO

03

Il M5S? E' come la Webegg. Chi comanda è Casaleggio

PAGINA

3

montare totale di 1milione 305mila euro. Nel 2007 la voce Venerdì, 8 febbraio 2013 - 10:09:00 di Antonio Amorosi (prima parte: tutto l’articolo su http://affaritaliani.libero.it) siti Internet è unica: 469.173 euro. Lievita (seconda parte) nella circoscrizione Lombardia 3. ancora nel 2008 ed arriva a 539.138 euro I comandamenti del “guru” e il Mo- Tutto quindi fa pensare che questo Movi- “La Rete è politica” sostiene ancora più esplicimento sia la riproduzione del modello di tamente Casaleggio in un''intervista del pasvimento 5 Stelle La società di Casaleggio ha addirittura 12 co- business dell'ex società di Casaleggio. E sato (Data Manager 2001) ma ”per appreznon sia nato dalla rete, da cittadini che zare la rete bisogna darle una dimensiomandamenti, affissi ovunque nell'azienda in manifesti con le uova. E Casaleggio fa realizza- spontaneamente si sono messi insieme. I ne culturale, solo in un secondo momenre un video sui comandamenti e lo distribuisce cittadini si aggregano su un modello già pianifi- to si può cominciare a fare business” cato e proposto dall' alto. Infatti Casaleggio e perché “da la possibilità di cambiare gli equilia tutti i dipendenti. Grillo fanno credere che la loro rete di attivisti bri”. Studiandoli in profondità si trovano non poQuegli equilibri che possono darti potere e che corrispondenze tra i comandamenti sia il luogo dell'orizzontalità e della libertà assoluta, esente da censure. Ma nella realtà il portarti in Parlamento. Ed è anche denaro. di Webegg e il Movimento 5 Stelle oggi. Movimento comunica sul loro sito e non su un Quale? I 10 milioni l’anno destinati ai gruppi di Vediamone solo alcuni, ad esempio il comanpiattaforma aperta, i commenti possono essere Camera e Senato del Movimento 5 Stelle. Podamento 9.“Assenza di competitività interna” molto simile al principio di eguaglianza omessi o anche manipolati dalla società al ver- chi sanno infatti che gli attivisti per candidarsi alle prossime elezioni politiche del Movimento 5 stelle, dove ogni attivista vale tice, come sostengono tantissimi attivisti. E hanno dovuto sottoscrivere un accordo uno (il motto “Uno vale uno” ). O il 5 Team- come in ogni azienda se non accetti le regole sei fuori da ogni consesso, come è successo a al buio. Come dal regolamento di Grillo: in work, dove si decide che il sistema di lavoro molti di loro. sostanza sarà una società di comunicazione deve essere per gruppi funzionali, simile al decisa da Grillo stesso a parlare per i Deputati modello di aggregazione dei Meetup dove le e i Senatori del Movimento. Gestirà circa 10 persone lavorano su singoli temi funzionali. O La comunicazione, il potere, il denaro Milioni di euro l’anno (6,3 alla Camera; il comandamento 2.Responsabilità sul risul- Oggi la Casaleggio Associati, ultimo bilancio consultabile 2011, ha un passivo di circa 57mila 3,7 al Senato; i dati sono calcolati sui tato che ricorda le “Semestrali” dei grillini numeri ufficiali delle due Camere), che quando i cittadini confermano o meno la fidu- euro ripianato dai soci. Con il supporto di analisti di bilancio abbiamo messo a confronto diventano 50 milioni di euro per una cia ai consiglieri del Movimento 5 Stelle. Il l'azienda passata, la Webegg spa e quella prelegislatura completa, visti i circa 100 parlacomandamento 6 Protezione totale delle persone, che ricorda quando Grillo interveni- sente, la Casaleggio Associati srl, con imprese mentari attribuiti al Movimento, oltre ai loro del settore, ma in attivo, come la Accenture singoli stipendi. Non sappiamo ancora quale va in aiuto dei singoli colpiti da un provvedimento giudiziario ingiusto (cosa che fa sempre spa (capofila del settore ICT). Le aziende del sarà il nome ufficiale della società che gestirà “guru” hanno sempre gli stessi probletutte queste risorse. Ma di certo sappiamo che più di rado). O il 4 Il divertimento come mi, spese sproporzionate per il persona- con 50 milioni euro la forza di convinzione e di forza creativa. Tutto il Movimento si basa trasformazione degli equilibri può alimentare sulla divertente figura di un comico, Grillo, che le e le materie prime, in percentuale così alta da determinare un buco di bimolto altro denaro. usa l'umorismo come registro comunicativo con i cittadini. Le sue parole ti suscitano delle lancio. A conferma che la gestione Casaleggio Sarà per questo che in Italia è sempre richiede sempre ingenti risorse economiche. meglio fondare un partito che gestire emozioni che creano il coinvolgimento e non un'azienda! un ascolto passivo. Al pubblico resta impresso Portare una società nel web infatti non vuol un'emozione positiva e non semplicemente le dire creare solo un sito ma un “ambiente inparole di un comizio. Una tecnica di comunica- ternet” intorno a quella società e ai zione ben nota agli addetti ai lavori (usata nella suoi prodotti. La discussione dovrà alimentare centinaia se non migliaia Programmazione Neurolinguistica) di altre discussioni, in grado di Nel video i comandamenti vengono sempre rappresentati con un film (come vedrete nella influenzare i consumatori e l'opinione pubblica. Quindi c'è bisogno video-inchiesta). E spicca su tutti il comandadi risorse e uomini che muovano mento 8 L’Invenzione continua del business che il “guru” rappresenta in un modo del questo consenso. tutto particolare e che da quel tocco in più di La comunicazione è potere e da la possibilità di essere visibili. Magari personalità: Con Totò, che nel film “Totò riciclando le strategie di Webeggtruffa '62” vende la Fontana di Trevi ad un credulone! Chiusa malamente l'esperienza Telecom, come abbiamo visto. Ed è Grillo stesso che ci dice in un filmadi Webegg Casaleggio continua a portare le società nel web e diventa un personaggio pub- to (guarda la Video inchiesta) quale possa essere il fine manageriale di blico nel 2005 quando fonda il blog di Beppe Grillo, pianifica i V day, organizza i meet up del Casaleggio: visto il miracolo che gli è riuscito con il Movimento Movimento e il Movimento 5 Stelle con la adesso nasce la possibilità di nuova società la Casaleggio Associati. Come sostengono molti attivisti il Movimento avere altri clienti. non nasce spontaneamente dal basso ma dalle Cosa già sperimentata in politica da Casaleggio, come ci ha raccontato strategie di Casaleggio. Ad esempio anche il Meet up N°1, la piattaforma di aggregazione il penalista ed ex esponente dell'Idv del Movimento nella città di Milano, nasce il 10 Domenico Morace che ha seguito la gestione della Casaleggio e le giugno 2005 da un ex-dipendente Webegg, Maurizio Benzi, poi assunto da Casaleggio nella spese dell'Italia dei valori di Antonio Di Pietro dal 2006. Con l'avsua nuova azienda, la Casaleggio Associati, un mese prima che Grillo stesso proponga ai suoi vento di Gianroberto Casaleggio il fans, il 16 luglio 2005, di usare i Meet up come bilancio dell'Italia dei Valori del 2006 riporta la spesa Internet agpiattaforma di aggregazione. Lo stesso Benzi oggi è candidato alla Camera per il Movimento gregata ad altre voci per un am-


TECNICHE DA SCIENTOLOGY E METODI DA FASCISTI. COSI’ SI PRESENTA IL MOVIMENTO 5 STELLE SULLA PIAZZA ROMANA CACCIANDO I GIORNALISTI Riportiamo quanto di scandaloso è avvenuto ieri, 22 febbraio, in Piazza San Giovanni a Roma dove si è tenuta la giornata finale dei convegni elettorali del Movimento 5 Stelle. Presente anche sul palco il guru Casaleggio, mente di questa operazione che di politica sa ben poco. Il testo è riportato da il giornale La Stampa.

GRILLO RIEMPIE PIAZZA SAN GIOVANNI. GIORNALISTI ITALIANI ESCLUSI, DIETROFRONT DOPO L’INTERVENTO DELLE FORZE DELL’ORDINE Accesso solo per i cronisti stranieri L‟Ordine: “Fa selezione della razza” La stampa estera: non rispetta ROMA No alla stampa italiana sul palco. Ed è bufera su Beppe Grillo e sul Movimento 5 Stelle per il divieto di ingresso nel cuore dello Tsunami Tour. Un divieto che, a piazza San Giovanni, esclude, inspiegabilmente, solo i cronisti della stampa nazionale e si accompagna all’apertura del retropalco ai cronisti stranieri e a Sky che gestisce il video. In una situazione di emergenza la tv satellitare decide di concedere gratis il suo segnale. La `soluzione´ dell’organizzazione grillina indigna i cronisti presenti e lo staff organizzativo non sa spiegare («decidono a Milano», e la laconica risposta) anche se è evidente la volontà di non voler la presenza dei media italiani. Ufficialmente viene sottolineato che «può entrare solo chi ha ricevuto risposta positiva alla domanda di accredito online», ma nella realtà il pass viene consegnato ai cronisti stranieri. Sale la tensione, i giornalisti italiani protestano, interviene anche la polizia, un giornalista viene portato via ed identificato. Ma una volta capito il problema le forze dell’ordine lavorano per calmare gli animi e trovare una soluzione. Infine, dopo quasi tre ore di trattativa, il dietrofront forzato dell’organizzazione e anche gli italiani possono avvicinarsi un po’di più al leader, ma sempre tenuti a debita distanza. Lo stop ai cronisti del Bel Paese aveva sorpreso anche i colleghi stranieri («da noi non capita», è il commento di chi riesce

ad entrare) e aveva destato quanto meno sorpresa da parte dei giornalisti delle testate italiane che, giunti con diverse ore di anticipo, si erano visti bloccare all’ingresso. «Sedetevi nel prato» era stata la prima soluzione proposta dallo staff. Soluzione difficile per chi per lavorare usa pc e macchine fotografiche. Impossibile descrivere quel che accade o poter fare domande ai protagonisti della manifestazione. Nel frattempo la piazza si riempie in attesa dell’arrivo di Beppe Grillo, previsto alle 21.00, mentre i candidati si alternano sul palco per intrattenere i militanti (circa 50 mila per lo staff) e illustrare il programma. Il rapporto tra M5s e stampa è sempre stato tormentato ma alla `prova generale´ di piazza San Giovanni c’è stata la rottura. Dure le proteste dell’Ordine dei giornalisti ma anche della’associazione della Stampa estera e dell’associazione della stampa parlamentare.

(fonte: http://www.lastampa.it/2013/02/22/italia/ speciali/elezioni-politiche-2013/grillo-chiusura-inpiazza-san-giovanni-retropalco-vietato-ai-giornalistiitaliani-CQ6ThGBKOgXl62EhncX3hL/pagina.html) DAL MARCHESE DEL GRILLO A BEPPE GRILLO: “io so io e voi non siete un cazzo”. AUGURI PER IL FUTURO.

ALEA IACTA EST Via G.Luporini, 105 - 00124 Roma Tel.: 340-5708124 NetFax: +39-1786077195 URL: www.cc2013.it E-mail: redazione@cc2013.it Facebook: www.facebook.com/cc2013

anno IV numero 3 21feb2013  

Giornalino del Comitato Civico 2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you