Issuu on Google+


L’acquisto della penna Tibaldi Art Nouveau rappresenta il vostro ingresso in una tradizione di scrittura secolare. Il 20 ottobre 1916 venne fondato a Firenze “il primo e più importante produttore italiano di penne stilografiche”, come si legge sul certificato di registrazione. Chiamato “Tibaldi & Co”, per tutto il XX secolo è stato al servizio di persone di ogni estrazione sociale che desideravano mettere per iscritto i propri pensieri. Chi ama le eleganti penne Tibaldi si aspetta qualcosa al di sopra della norma. Nonostante il mondo sia pieno di strumenti base per la scrittura che assolvono il compito apparentemente semplice di mettere le parole su un pezzo di carta, le penne Tibaldi sono sia accessori preziosi sia opere di innovazione tecnologica. Pur essendo anch’esse, nella sostanza, strumenti per la scrittura, le penne Tibaldi sono progettate per un comfort e una durata sicuri, e innalzano il ruolo della penna a qualcosa di più di un dispositivo per erogare inchiostro. Ciò che contribuisce all’impareggiabile sensazione tattile data dallo stringere e usare una penna Tibaldi è la divina proporzione. A quest’ultima va il merito dell’equilibrio, visivo e fisico, che contraddistingue le penne Tibaldi.


Your purchase of the Tibaldi Art Nouveau pen is your entry into a century-old writing tradition. On 20 October, 1916, “the first and most important Italian manufacturer of fountain pens”, as recorded on the certificate of registration, was established in Florence. Called “Tibaldi & Co,” it has served people from all walks of life throughout the 20th Century, who wished to write down their thoughts’. Those who have cherished Tibaldi’s elegant pens expect something above the norm. Although the world is rich with basic writing instruments that will accomplish the seemingly simple task of putting words on a page, Tibaldi pens are both bejewelled accessories and works of technological innovation. While at heart they, too, are writing instruments, Tibaldi pens are designed for unerring comfort and endurance, while enhancing the role of the pen as more than a delivery system for ink. Contributing to the unparalleled tactile experience of holding and using a Tibaldi pen is the Divine Proportion. It is responsible for the balance – both visual and physical – that define Tibaldi pens.


Leonardo Pisano, il grande matematico del XIII secolo noto anche come Fibonacci, scoprì una sequenza matematica straordinaria: 0, 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, ecc. Ogni elemento della sequenza è uguale alla soma dei due numeri che lo precedono; una formula che si estende all’infinito. Dopo la pubblicazione del Liber Abaci di Fibonacci, tale sequenza divenne nota come serie di Fibonacci. Il rapporto esistente tra tali cifre si ritrova in innumerevoli forme naturali e artistiche. Analizzando la sequenza, risulta evidente un’altra proprietà matematica. Partendo dai primi due elementi, il rapporto è 1 diviso 1, o semplicemente 1. Il secondo rapporto è 2 diviso 1, ossia 2. Il terzo è 3 diviso 2, ossia 1,5, il quarto è 5 diviso 3, ossia circa 1,67, e il quinto è 8 diviso 5, ossia 1,6. Gli altri sono 1,625, circa 1,615, circa 1,619 e circa 1,618. Nel XVIII secolo si scoprì che questi rapporti convergono in un numero irrazionale chiamato “phi”, solitamente espresso come 1,618034. Questo significa che ogni numero è all’incirca 1,618034 volte maggiore del numero che lo precede.


Leonardo Pisano, the great 13th Century mathematician also known as Fibonacci, discovered an extraordinary mathematical sequence: 0, 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, etc. Each element of the sequence equals the sum of the two previous numbers, a formula that extends to infinity. After the publication of Fibonacci’s Liber Abaci, this sequence became known as the Fibonacci numbers. The relationships that exists between them are found in a plethora of natural and artistic forms. In analysing the sequence, another mathematical relationship is evident. Starting with the first two elements, the relationship is 1 divided by 1, or simply 1. The second relationship is 2 divided by 1, or 2. The third is 3 divided by 2, or 1.5, the fourth is 5 divided by 3 or roughly 1.67 and the fifth is 8 divided by 5 or 1.6. The others are 1.625, around 1.615, around 1.619 and around 1.618. In the 18th Century, it was discovered that these relationships converge on an irrational number called “phi”, which is generally expressed as 1.618034. This means that every number is approximately 1.618034 times larger than the number that precedes it.


Applicando la scoperta di Fibonacci è possibile creare un esempio visivo di questa serie numerica usando semplicemente riga e compasso. Ci si può riuscire dividendo una linea qualsiasi in due segmenti facendo in modo che il rapporto tra il segmento più lungo e quello più corto sia identico al rapporto tra l’intera linea e il segmento più lungo. La divisione della linea rappresenta la sezione aurea, il rapporto di proporzione è la divina proporzione e il numero che esprime tale rapporto è il giusto mezzo. L’intera linea, infatti, è circa 1,618034 volte più lunga del segmento più lungo, e il segmento più lungo è circa 1,618034 volte più lungo del segmento più corto. Una figura geometrica che segue fedelmente il criterio dei numeri di Fibonacci è la spirale aurea, che è un altro dei modi per riconoscere la divina proporzione negli oggetti. Si ottiene usando una serie di rettangoli aurei che si rimpiccioliscono progressivamente. La divina proporzione è presente in natura in una grandissima varietà di forme. Molti tipi di organismi comuni come le lumache di mare producono spirali auree durante le fasi dello sviluppo del guscio.


Using Fibonacci’s discovery, it is possible to create a visual example of this numerical series using just a ruler and compass. This can be achieved by dividing any line into two segments, so that the relationship between the longer segment and the shorter segment is identical to the ratio of the whole line and the longer segment. The division of the line is the Golden Section, the proportional ratio is the Divine Proportion, and the number, which expresses this ratio is the Golden Mean. Effectively, the whole line is approximately 1.618034 times longer than the longer segment, and the longer segment is approximately 1.618034 times longer than the shorter segment. A geometrical figure that faithfully follows the criteria of the Fibonacci numbers is the Golden Spiral, which is another way of recognising the Divine Proportion in objects. This is obtained by using a series of Golden Rectangles that decrease progressively in size. The Divine Proportion exists in a multitude of forms in nature. Many varieties of common organisms such as sea slugs produce Golden Spirals during their development phases or on their shells.


In botanica, un esempio importante della divina proporzione che si manifesta sotto forma di sequenza di Fibonacci è la fillotassi, ossia la disposizione delle foglie su un fusto. Le foglie di molte specie vegetali sono allineate secondo i numeri di Fibonacci. Partendo da una foglia qualsiasi e girando attorno al fusto una, due, tre o cinque volte, c’è sempre una foglia allineata con la prima. Scoperte come queste in botanica, zoologia e astronomia non stupirono mai i Greci, poiché erano convinti dell’armonia geometrica dell’universo. Il numero phi ha giocato un ruolo enorme nella civiltà occidentale. Gli antichi Greci lo chiamavano numero aureo e furono i primi a dare il nome “divina proporzione” al rapporto numerico che esso rappresenta. La civiltà della Grecia classica tentò di unire arti e scienze sulla base di rapporti armonici, che ritenevano intrinseci all’universo. Applicavano quest’idea a tutti i campi di studio. Nel periodo del Rinascimento, la sezione aurea cominciò a diventare sinonimo di bellezza estetica in Europa. Le belle arti ricorrevano spesso e deliberatamente alla divina proporzione in infinite applicazioni, dalla forma delle tele alle dimensioni delle statuette e una miriade di altri dettagli.


In the field of botany, an important example of the Divine Proportion manifested in Fibonacci’s numeric sequence is phyllotaxis - the arrangement of leaves on a stem. The leaves on many species of trees are aligned according to the Fibonacci numbers. Starting at any leaf, and going round the stem once, twice, three or five times, there will always be a leaf that lines up with the first one. Discoveries such as these in botany, zoology and astronomy never surprised the Greeks, since they were convinced of the geometric harmony of the universe. Phi has played a huge part in western civilisation. The ancient Greeks referred to it as the golden number and were the first to apply the name “Divine Proportion� to the numeric relationship it represented. Classic Greek civilisation attempted to unite the arts and sciences according to harmonic relationships, which they believed were intrinsic to the universe. They applied this to every field of study. In the Renaissance period, the Golden Section started becoming synonymous with aesthetic beauty in Europe. Fine art made frequent and deliberate use of the Divine Proportion with infinite applications, from the shape of canvases to the dimensions of figurines and a myriad of other details.


Poiché la sezione aurea è anche una legge strutturale del corpo umano, essa trovò un talentuoso sostenitore in Leonardo da Vinci, che collaborò alla stesura del De Divina Proportione (Venezia, 1509) di Luca Pacioli. Secondo Pacioli e Albrecht Dürer, la sezione aurea o numero aureo rifletteva persino la proporzione tra aspetto umano e natura oggettiva. In filosofia, la causa e l’inizio del mondo erano attribuiti all’armonia della natura. Giordano Bruno ne scrisse in dettaglio nel De la causa, principio et uno (1584). Molti compositori applicarono la divina proporzione al proprio processo creativo. In musica, il tempo sostituisce lo spazio come dimensione da suddividere. Sappiamo che l’uso della divina proporzione in musica non fu intenzionale fino al XX secolo. Questo conferma il concetto che la proporzione è per sua natura piacevole. Nel XIX secolo, si scoprì che un’elevata percentuale di comuni oggetti rettangolari, dalle carte da gioco, alle finestre e alle copertine dei libri, non erano molto diversi da rettangoli aurei. Da allora, i designer commerciali hanno usato le dimensioni auree per creare buste, finestre e cartelloni pubblicitari. Il senso di armonia che percepiamo nelle opere d’arte classiche e rinascimentali spesso deriva dall’applicazione della sezione aurea nella loro struttura. La ricerca suggerisce che la percezione umana mostra una preferenza naturale per le proporzioni in linea con la sezione aurea. Gli artisti tendono quindi a posizionare quasi inconsciamente gli elementi di una composizione sulla base di tali rapporti.


Since the Golden Section is also a structural law of the human body, it found a gifted advocate in Leonardo da Vinci, who helped compile Luca Pacioli’s De Divina Proportione (Venice, 1509). According to Pacioli and Albrecht Dßrer, the golden section or Golden Number even reflected the proportion between the human figure and objective nature. In philosophy the cause and beginning of the world were attributed to the harmony of nature. Giordano Bruno wrote in detail on this topic in De la Causa, Et Uno Principle (1584). Many composers apply the Divine Proportion to their creative process. In music, time replaces space as the dimension to divide. We know that the musical application of the Divine Proportion was not intentional until the 20th Century. This confirms the notion that the proportion is naturally pleasing. In the 19th Century, it was discovered that a high percentage of common rectangular objects, from playing cards, to windows and book covers, came close to being Golden Rectangles. Since then, commercial designers have used the golden dimensions to create envelopes, windows and advertising posters. The sense of harmony, which we perceive in classic and renaissance works of art, often comes from the application of the golden section in the composition. Research suggests that human perception shows a natural preference for proportions in line with the golden section. As a result, artists tend to almost unconsciously position the elements of a composition based on these relationships.


Un ricco passato garantisce non solo la continuità, ma anche l’ispirazione. A rich past provides not just continuity but inspiration.


Da quasi un secolo, nata negli anni contemporanei al periodo dell’Art Nouveau, Tibaldi produce strumenti per la scrittura superlativi. La passione del movimento artistico per le forme presenti in natura, per le curve, per l’eleganza, influenzò sia le arti visive sia gli accessori decorativi e i mobili, nonché l’aspetto e la finitura di oggetti di ogni tipo e funzione. Le penne, strumenti personali portatili per esprimere i propri pensieri, si dimostrarono l’obiettivo ideale per la visione dell’Art Nouveau.

For nearly a century, Tibaldi has produced superlative writing instruments, its early years occurring simultaneously with the Art Nouveau period. The movement’s love for forms found in nature, for curves, for elegance, influenced both the visual arts and decorative fixtures and furnishings, as well as the look and feel of manufactured objects of all types and functions. Pens – portable, personal devices for expressing one’s thoughts – proved to be ideal targets for the Art Nouveau vision.


L’esperienza di Tibaldi ha permesso di creare una forma classica perfetta per essere riproposta in una versione moderna che rispetta l’originale vintage. La penna Art Nouveau di Tibaldi è l’aggiornamento di una forma squisita degli anni ’30, declinata in tre colori esclusivi di celluloide. Gli artigiani di Tibaldi hanno impiegato tre anni per individuare il materiale adeguato, da presentare in lapislazzuli, malachite e pietra di luna, che riproduce in dettaglio i colori e le forme che sarebbero stati familiari a chi utilizzava le penne più di 80 anni fa.

Tibaldi’s past has delivered a classic form perfect for reviving in a modern version that respects the vintage original. Tibaldi’s Art Nouveau pen updates an exquisite form from the 1930s, fashioned in three exclusive colours of celluloid. Tibaldi’s craftsmen spent three years devising the appropriate material, to be offered in Lapis, Malachite and Indian rainbow, carefully reproducing the colours and the shape that would have been familiar to pen users over 80 years ago.


Mentre forma, materiale e colori richiamano l’originale, al design sono state apportate alcune migliorie che caratterizzano le penne moderne. La collezione originale non aveva clip decorative né anelli di chiusura in metallo. Nella collezione Art Nouveau di Tibaldi, ogni clip è un gioiello a tutti gli effetti che fa risaltare il fusto delicato della penna. Realizzate in argento 925, così come gli anelli che si trovano nella sezione mediana e nella parte terminale, le clip rappresentano i motivi tipici dell’Art Nouveau: ninfe, amazzoni e sirene.

While the shape, material and colours offer a reference to the original, certain refinements that define modern pens have been applied to the designs. The original collection did not have decorative clips nor metal trim rings. In the Tibaldi Art Nouveau collection, each clip is a piece of jewellery in its own right, accenting the delicate body of the pen. Made of sterling silver, as are the rings positioned in the midsection and end-piece, the clips embody familiar Art Nouveau motifs: Nymph, Amazon and Mermaid.


Le novità che affascineranno i collezionisti sono una sfera e una micromina, entrambe con cappuccio, che rappresentano una versione in formato ridotto di stilografica e roller, prodotte nella misura media. Da segnalare l’aggiunta di filetto in argento che assicura il cappuccio al fusto, una piacevole soluzione tecnica non presente sulla penna originale. Per rendere ancora più autentica questa collezione, Tibaldi ha voluto riprodurre fedelmente i tre colori originali della celluloide usata per gli esemplari vintage. Ci sono voluti anni per sviluppare, in realtà riscoprire, i nuovi colori, perché la celluloide del calibro richiesto da questo modello necessita di un lungo periodo di gestazione. Tra le molte fasi di produzione del materiale vi sono numerosi processi di stagionatura.

Il materiale di base viene lasciato solidificare per più di un anno. Poi, quando raggiunge la durezza richiesta, viene tagliato in barre quadrate, successivamente modellate in barre tonde e quindi fatte essiccare ulteriormente. Gli artigiani di Tibaldi tagliano le barre in spezzoni lavorabili che vengono perforati per la ventilazione, così da espellere l’umidità. Se non vengono fatte stagionare in modo adeguato, le barre si deformano e si restringono. Vengono poi rimesse in forno per un periodo che va da quattro a sei mesi. Quindi, dall’ideazione della collezione Art Nouveau alla realizzazione delle penne finite, ci sono voluti più di tre anni.


Novel elements that will intrigue pen collectors are a capped ballpoint pen and a capped mechanical pencil in the smaller size, the caps matching the physical characteristics of the fountain pen and roller ball produced in medium size. Also enhancing the user experience is the fitting of a metal thread for the cap to secure to the body, a durable fitment not offered by the original pen. In order to imbue authenticity in the three new colours exclusive to this family of writing instruments, Tibaldi needed to reproduce exactly the type of celluloid used for the vintage examples. It took years to develop – indeed, to rediscover – the new colours, because celluloid of the calibre required by

this model demands a long gestation period. Among the many stages required for producing the material are numerous curing processes. The base material solidifies for over a year. Then, when it reaches the requisite hardness, it is cut into square rods, then shaped to round rods, followed by further curing. Tibaldi’s artisans cut the round rods into workable lengths, which are drilled for ventilation, to expel humidity. If not cured properly, the rods will deform and shrink. They are then returned to oven for four-tosix months. From the Art Nouveau concept’s first stages to the realisation of the actual pens thus required more than three years.


L’incredibile pennino della penna stilografica Tibaldi Art Nouveau è in oro massiccio 18 carati parzialmente platinato, inciso con l’immagine di un’aquila, simbolo del marchio, di proprietà della famiglia Aquila appunto. Il platino è applicato solo all’esterno dei contorni dell’aquila e all’interno delle parole, il che richiede l’abilità di un orafo esperto. La punta d’iridio è saldata all’oro e modellata secondo la gradazione di scrittura desiderata. Così come sui pennini originali Tibaldi dei primi del Novecento, ogni pennino reca l’incisione di garanzia di: “1a Qualitá”. Lo spessore dell’oro varia lungo la superficie del pennino per massimizzare la flessibilità e quindi il comfort di chi scrive.


The Tibaldi Art Nouveau fountain pen’s striking nib is made of 18K gold, partly platinum plated and engraved with the image of an eagle, a trademark of the brand, which is owned by the Aquila family (in Italian “Aquila” means eagle). Platinum is only applied outside the contours of the eagle and inside the words, requiring the skill of an experienced goldsmith. The iridium point is welded to the gold and shaped according to the writing grade desired. Like the original Tibaldi nibs from the early 20th Century, each nib is engraved with the guarantee of first-class writing quality, “1a Qualitá”. The thickness of gold varies across the nib to maximise flexibility and thereby the writer’s comfort.


Lapislazzuli | Lapis

Malachite | Malachite

Pietra di Luna | Indian Rainbow

Sirena Mermaid

Amazzone Amazon

Ninfa Nymph


Certificato di autenticità

Certificate of Authenticity

La vostra penna Tibaldi Art Nouveau fa parte di un’edizione limitata che comprende un totale di 1890 pezzi, numero che rappresenta l’anno di nascita del movimento dell’Art Nouveau. Ognuno dei tre colori, lapislazzuli, malachite e pietra di luna, è offerto come: 150 penne stilografiche prodotte per ogni colore; 250 penne a sfera per ogni colore 150 roller prodotte per ogni colore; e 80 esemplari di micromina per colore. Le penne sono dotate di clip con uno dei tre motivi: sirena, amazzone o ninfa. Modello | Item

N.di serie | Serial Number

Your Tibaldi Art Noveau pen forms part of a Limited Edition series, encompassing a total of 1890 pieces. Such numbering represents the year the Art Noveau movement was born. All three colours, Lapis, Malachite and Indian Rainbow, are offered as follows : 150 Fountain Pens in each colour; 250 Ball Pens in each colour; 150 Roller Ball pens in each colour; 80 Mechanical Pencils in each colour. The pens are fitted with a clip design of your choice featuring either Mermaid, Amazon or Nymph.

Il Presidente | The Chairman


In linea con la tradizione di Tibaldi, la penna Tibaldi Art Nouveau rispetta i vincoli della divina proporzione. Questa formula matematica è conforme e in armonia con i valori dell’Art Nouveau e regala a ogni strumento per la scrittura Tibaldi un equilibrio visivo ed ergonomico che esalta l’esperienza dello scrivere.

In keeping with Tibaldi tradition, the Tibaldi Art Nouveau Pen observes the strictures of the Divine Proportion. This mathematical formula respects and is in harmony with Art Nouveau values, while endowing every Tibaldi writing instrument with both visual and ergonomic balance to enhance the writing experience.

A tal proposito, il filosofo Platone osservò che “La scrittura è la geometria dell’anima”.

Aptly, the great philosopher Plato observed, “Writing is the geometry of the soul.”


Manuale d’Uso e Garanzia Consigli Utili

pag. 26

Cosa Fare e Cosa Evitare

pag. 26

Uso e Manutenzione

pag. 27

Garanzia Internazionale di TIBALDI

pag. 32

Estensione della Garanzia

pag. 32

User Manual and Guarantee Useful Tips

page 33

What to do and What to avoid

page 33

Use and Maintenance

page 34

The TIBALDI International Guarantee

page 37

Guarantee Extension

page 37


Consigli Utili Come ogni oggetto di valore, il Suo strumento da scrittura TIBALDI richiede cura ed attenzioni speciali. Le suggeriamo alcuni piccoli consigli per il corretto utilizzo e la manutenzione della Sua penna.

Cosa Fare La Sua penna TIBALDI è uno strumento sofisticato costantemente soggetto a stress e sollecitazioni. Raccomandiamo caldamente di maneggiare il pennino della Sua Stilografica con cura e pulirlo unitamente al suo conduttore ad intervalli regolari. Sgocciolare con attenzione ed asciugare il pennino con un panno pulito. Per rimuovere macchie e impronte digitali, utilizzare un panno morbido e umido. Per ottenere livelli di scrittura ottimali, utilizzare esclusivamente inchiostri e refill originali TIBALDI.

Cosa Evitare Protegga sempre la Sua penna TIBALDI da urti accidentali e non la esponga a prodotti chimici, solventi o gas pericolosi. Non appicare forza eccessiva durante l’azione di rotazione del meccanismo di caricamento.


Uso e Manutenzione PENNE STILOGRAFICHE

• Stilografica con caricamento a converter (immagine 1) 1. Svitare la giunzione. 2. Se manca il converter all’interno, inserire il converter all’imbocco della giunzione, avvitandolo se il converter è dotato di filetto. 3. Se il converter è presente procedere al punto 4. 4. Ruotare l’estremità del converter in senso antiorario fino al blocco. 5. Immergere tutto il pennino all’interno della boccetta d’inchiostro. 6. Aspirare l’inchiostro all’interno del serbatoio ruotando l’estremità del converter in senso orario. 7. Compiere mezzo giro dell’estremità in senso antiorario facendo fuoriuscire qualche goccia di inchiostro e favorire l’espulsione dell’aria. 8. Avvitare la giunzione al fusto.

9.

Pulire il pennino con un panno inumidito che non lasci residui.

• Stilografica con caricamento a cartuccia (immagine 2) 1. Svitare la giunzione. 2. Inserire la cartuccia fino all’arresto, in modo da forare la membrana di protezione. 3. Attendere la fuoriuscita dell’inchiostro dal pennino (dovrebbe avvenire entro 60 secondi circa). 4. Avvitare la giunzione al fusto.

Italiano

27


Italiano

28 • Consigli e manutenzione delle stilografiche -- Pulire periodicamente il pennino sotto un getto di acqua corrente tiepida, senza uso di alcun additivo. La pulizia è necessaria nei casi in cui il flusso di inchiostro sia rallentato o fermo, se l’inchiostro si è seccato e se si desidera cambiare il colore dell’inchiostro utilizzato. -- Per evitare che la penna perda, si consiglia di tenerla sempre carica e di trasportarla sempre con il pennino rivolto verso l’alto. • Sostituzione del pennino In caso la larghezza del pennino non fosse la più adatta al vostro stile, il servizio di assistenza Tibaldi sarà lieto di sostituire gratuitamente il pennino originale qualora il pennino venga restituito come nuovo entro sei settimane dall’acquisto presso un Rivenditore Autorizzato Tibaldi.

1. 2. 3.

PENNE ROLLER (immagine 3) Svitare il fusto della penna in senso antiorario. Sfilare il vecchio refill e sostituirlo con il ricambio. Riavvitare il fusto.


Italiano

29


Italiano

30


31 PENNE A SFERA (immagine 4)

La punta esce e rientra automaticamente ruotando il fusto della penna. Per cambiare il refill: 1. Rimuovere il cappuccio ruotandolo in senso antiorario. 2. Rimuovere il fusto ruotando il puntale in senso antiorario. 3. Sfilare il refill esaurito e sostituirlo con il ricambio. 4. Riavvitare il fusto ruotandolo in senso orario.

PORTAMINE (immagine 5)

Per fare uscire la mina ruotare il fusto con piccoli scatti in senso orario. Per far rientrare la mina, ruotare leggermente il fusto in senso orario e tenerlo in tale posizione, premendo leggermente sulla mina finchÊ non rientri totalmente. Per inserire nuove mine: 1. Rimuovere il cappuccio del portamine ruotandolo in senso antiorario. 2. Sfilare il meccanismo portamine e rimuovere il tappo di gomma che si trova alla sua estremità. 3. Inserire le mine della misura corretta nell’apposito serbatoio. 4. Riporre il tappo e reinserire il meccanismo portamine in posizione nel fusto. 5. Riavvitare il cappuccio sul fusto ruotandolo in senso orario.

Italiano


Italiano

32

Garanzia Internazionale di TIBALDI Il Suo strumento da scrittura TIBALDI ha superato con successo tutti i test di affidabilità più rigorosi ed è garantito contro ogni difetto di fabbricazione per una durata di 24 mesi a partire dalla data d’acquisto riportata dal rivenditore autorizzato TIBALDI sul Certificato di Garanzia Internazionale, dietro riserva delle leggi applicabili e/o garanzie legali. •

• •

I danni arrecati da uso improprio o incidenti (urto violento, schiacciamento, manipolazioni brutali, furto, perdita o forza maggiore) I difetti provocati dall’intervento di persone estranee a un centro di riparazione autorizzato TIBALDI I risultati dell’usura e dell’invecchiamento naturale della penna.

Nota: Questa Garanzia Internazionale non pregiudica gli eventuali diritti riconosciuto ai consumatori dalla legge in vigore nel paese d’acquisto del prodotto.

La Garanzia Internazionale TIBALDI permette a chi acquista uno strumento da scrittura TIBALDI presso un rivenditore autorizzato da TIBALDI di usufruire della presente garanzia presso ogni rivenditore o distributore ufficiale TIBALDI. Questa Garanzia avrà validità solo dietro presentazione del certificato di Garanzia Internazionale TIBALDI, debitamente compilato, datato e firmato da un rivenditore o distributore autorizzato.

Estensione della Garanzia In caso di riparazione, la Garanzia sulla Sua penna TIBALDI sarà estesa di ulteriori 12 mesi. Questo verrà annotato nel libretto di Garanzia Internazionale.


Useful Tips Like any valuable object, your TIBALDI writing instrument deserves special care and attention. Following are some useful tips for correct use and maintenance of your pen.

33 Your TIBALDI pen is a sophisticated instrument which, when used, is constantly subjected to stress and strain. We warmly recommend to handle your fountain pen nib carefully and clean it along with its feeder at regular intervals. Drip carefully and dry your nib with a soft clean cloth. To remove stains of fingerprints from the body of your pen, use a soft damp cloth. To ensure optimal writing performance, use only original TIBALDI inks, refills and spare parts.

What to avoid Always protect your TIBALDI pen from jarring and knocks by hard objects, and do not expose them to chemical products, solvents or dangerous gases. Do not apply excessive strength when operating the piston filling mechanism.

English

What to do


Use and Maintenance

English

34

FOUNTAIN PENS

• Converter fountain pens (picture 1 1. Unscrew the pen section. 2. If the converter is missing, insert it in the section entrance, screwing it tight if it is threaded. 3. If the converter is already inserted, go to point 4. 4. Twist the end of the converter anticlockwise until it stops. 5. Dip the entire nib into the ink bottle. 6. Draw the ink into the reservoir, twisting the end of the converter clockwise. 7. Twist the filling knob half a turn anticlockwise, letting a little ink drip out to release air. 8. Screw the pen section back into the barrel. 9. Wipe the nib clean with a damp, lint-free cloth.

• Cartridge fountain pens (picture 2) 10. Unscrew the pen section. 11. Insert the cartridge until it stops in order to puncture the protection seal. 12. Wait for ink to come out of the nib (this should take about 60 seconds). 13. Screw the section back into the barrel.


Replacing the nib Should the width of the nib not be the most suitable for your style, the Tibaldi service agents will be pleased to replace the original nib free of charge if it is returned as new within six weeks from the purchase from a Tibaldi authorised dealer.

1. 2. 3.

ROLLERBALL (picture 3) Unscrew the pen barrel anticlockwise. Take out the old refill and insert the new one. Screw the pen back together.

35

English

Fountain pen maintenance advice -- Wash the nib regularly under lukewarm running water, without using any other product. Washing is necessary in cases where the flow of ink is intermittent or has stopped, if the ink has dried or if the colour of the ink is to be changed. -- To prevent the pen from leaking, keep it filled and carry it with the nib turned upwards. --


English

36

BALLPOINT PEN (picture 5)

The tip projects and withdraws automatically by twisting the barrel of the pen. How to change a refill: 1. Take the cap off by twisting it anticlockwise. 2. Unscrew the pen barrel anticlockwise. 3. Take out the empty refill and replace it with a new one. 4. Screw the barrel back by twisting it clockwise.

MECHANICAL PENCIL (picture 6)

To remove the lead, twist the barrel clockwise in short turns. To insert the lead, turn the barrel slightly clockwise and hold it in this position. Press down lightly on the lead so that it withdraws completely. To insert new leads:

1. 2. 3. 4. 5.

Take the cap off the mechanical pencil by turning it anticlockwise. Take out the pencil mechanism and remove the black cap from its end. Insert the correct size leads in the reservoir. Replace the black cap and reinsert the pencil mechanism in its proper position. Screw the cap back onto the barrel by twisting it clockwise.


TIBALDI International Guarantee The TIBALDI International Guarantee covering a TIBALDI writing instrument purchased anywhere in the world from an authorized TIBALDI dealer will be honored by every official TIBALDI dealer. This guarantee only becomes applicable on presentation of the TIBALDI International Guarantee Certificate, duly completed, dated and signed by an authorized TIBALDI dealer or distributor.

Guarantee Extension

• •

Damage caused by misuse or accidental (violent shock, crushing, rough handling, theft, loss or acts of God) Damage resulting from any tampering with the pen by any party whatsoever save a centre duly authorized by TIBALDI Wear and tear from normal use and ageing.

Note: The present Internationa Guarantee does not in any way cancel, restrict or otherwise affect any legally recognized consumer rights

In case of repair, the Guarantee on your TIBALDI pen will be extended of further twelve months. This shall be noted in the International Guarantee booklet.

37

English

Your TIBALDI writing instrument has succefully passed the most rigorous reliability tests and is guaranteed against all manufacturing defects for twenty four months from the date of purchase marked by the TIBALDI authorized retailer on the International Guarantee Certificate, subject to the legislation in force and/or legal guarantees. The TIBALDI guarantee is total; however, it does not cover:


Fondata nel 1916, Tibaldi crea da quasi un secolo preziosi strumenti da scrittura. Il marchio leggendario è oggi di proprietà della Elmo & Montegrappa. Per maggiori informazioni, visitare il sito:

Founded in 1916, Tibaldi has been creating fine writing instruments for almost a century. The legendary brand is owned today by the Elmo & Montegrappa company. For more information, please visit:

www.tibaldi.it


____________________________________________________________________ Nome / Cognome • Name / Surname

________________________________ Modello • Item

_______________________________

Numero di serie • Serial Number

_________________________ Data di acquisto • Purchase date

Timbro del Concessionario • Autorized Dealer Stamp


Art nouveau