Page 1

03-04-2018 GIUSTIZIA Gravi carenze nelle riforme della magistratura in Bulgaria Il 69 per cento degli impegni politici nel settore della giustizia per il periodo 2010-2017 rimane insoddisfacente. È quanto emerge da un'analisi del Centro per le valutazioni delle iniziative legislative. “Le forze politiche, nel loro complesso, non comprendono i problemi della magistratura, il che spiega il fallimento dei programmi politici nella riforma giudiziaria”, si legge nel documento. L'analisi delle politiche delle maggioranze parlamentari al governo sullo sviluppo della riforma giudiziaria nel periodo 2010-2017 mostra che su un totale di 156 misure previste nel settore della giustizia, solo undici sono soddisfatte, in altre parole il 7 per cento. Alcune di queste sono parzialmente implementate (dieci misure), mentre il 69 per cento (108 misure) non è stato attuato. SONDAGGIO Oltre tre milioni di bulgari affermano di credere in Dio Quasi 3,2 milioni dei maggiorenni bulgari affermano di credere in Dio, secondo un’indagine della Gallup International. Quasi 4,6 milioni dei circa 5,5 milioni di maggiorenni, ovvero l’83%, si autodefiniscono cristiani ortodossi, mentre si considerano musulmani 500 mila (9%) abitanti della Bulgaria. Gli atei sono il 3%, ovvero poco più di 150 mila persone. I sociologi della Gallup International calcolano che la Bulgaria è leggermente al di sotto dei livelli medi della religiosità nel mondo. Domenica prossima in Bulgaria sarà celebrata la Pasqua secondo il calendario della Chiesa ortodossa bulgara. BALCANI OCCIDENTALI Ana Brnabic: È un’assurdità politica che il Kosovo sia presente al vertice di Sofia Il premier della Serbia Ana Brnabic ha detto che sarebbe “un'assurdità politica” la partecipazione del Kosovo al summit dell’Ue a Sofia dedicato ai Balcani occidentali, previsto per il 17 maggio prossimo. A suo dire, la Commissione europea rimane neutrale sullo statuto del Kosovo, mentre cinque paesi Ue non riconoscono il Kosovo e, come Belgrado, lo ritengono “una regione della Serbia”. Brnabic ha aggiunto che la decisione di Belgrado di partecipare o no al vertice a Sofia dipenderà dalle azioni di Pristina per la costituzione dell’Unione dei comuni serbi in Kosovo. “La Bulgaria è un nostro partner importante e l'Unione europea è il nostro obiettivo strategico, vogliamo una migliore comunicazione ed è nel nostro interesse partecipare a questo vertice”, ha rilevato la Brnabic.

News ccib 03 04 2018  

News ccib 03 04 2018

News ccib 03 04 2018  

News ccib 03 04 2018

Advertisement