Page 3

1. GOVERNANCE E COMPAGINE ASSOCIATIVA 1.1 Lettera del presidente Il 2015 è stato per la nostra associazione un anno molto significativo. Contiamo su una compagine associativa di 104 enti e ci delineiamo come punto di riferimento per la filantropia istituzionale italiana. Due gruppi di lavoro particolarmente rilevanti sono nati nel 2015. Il GdL finalizzato a elaborare la Carta dei Principi di Responsabilità testimonia l’importanza di un processo interno all’associazione per giungere a una visione comune, collettiva, di lungo periodo, anche come occasione per le nostre Fondazioni di prendere maggiore consapevolezza del proprio ruolo privato a fini di pubblica utilità. Un altro GdL ha invece lavorato sul funzionamento dell’associazione per sottoporre all’Assemblea dei soci alcune proposte di modifica statutaria e l’adozione di un regolamento attuativo in merito al funzionamento degli organi e alla definizione del perimetro associativo. Si tratta di un lavoro fondamentale per l’adeguamento del nostro statuto alle richieste non solo dei soci ma della filantropia oggi nel nostro Paese. Lo stesso nome di “fondazioni ed enti di erogazione” può infatti oggi risultare talvolta obsoleto in una visione delle fondazioni ed enti della Lorem filantropia istituzionale come organizzazioni che stabilipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor mente catalizzano risorse, principalmente economiche, provenienti da diverse incididunt ut labore et dolore magna aliqua. fonti e le ridistribuiscono sotto diverse forme – elargizioni, beni, servizi, investimenti – per finalità di solidarietà e di progresso sociale, culturale, civile. Nel 2015 abbiamo puntato sulle persone costruendo una bella squadra di lavoro e una rete di partenariati. La nostra associazione, tenendo conto dei limiti di budget e di struttura, punta sulle relazioni di partenariato con molteplici interlocutori – dai soci alle università, dalle risorse pro-bono alle reti internazionali cui aderiamo, da Acri a vari stakeholder istituzionali. Aumentare la circolarità delle informazioni, delle buone pratiche, degli approcci innovativi, fare insieme massa critica, scalare modelli, rafforzare l’impatto sociale e promuovere, a livello nazionale, un polo filantropico aggregativo con capacità di rappresentanza e proposta sono non soltanto valori condivisi, ma responsabilità comune differenziata e obiettivi raggiungibili soltanto insieme.

ABSTRACT BACKGROUND

RAPPORTO ANNUALE 2015 -- GOVERNANCE E COMPAGINE ASSOCIATIVA |

1

Rapporto annuale 2015 issu 2  

Rapporto annuale 2015 che descrive le principali attività realizzate nell'anno

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you