Page 1

Via XXVII Agosto, 19/A FANO (PU) Tel. 0721 805156 Fax 0721 813784 www.buldrighini.it RINNOVO PATENTI

Direttore responsabile Corrado Moscelli

lunedì 10 settembre 2018

Fanoinforma registrazione n. 10 del 22/10/2012 presso il Tribunale di Pesaro - Stampato a cura di Lagostekne Editore: Comunica s.r.l. - via Nuti, 3 - 61032 Fano (PU) - Tel. 0721/830710

Via XXVII Agosto, 19/A FANO (PU) Tel. 0721 805156 Fax 0721 813784 www.buldrighini.it RINNOVO PATENTI

www.fanoinforma.it

anno 7 - numero 173

Alma, la stagione inizia tra le incertezze FANO - L’inizio del campionato slitta ancora, la gradinata dello stadio Mancini è pericolante e i tifosi non nascondono la loro preoccupazione. A metà settembre ,quando di solito si commentano i risultati e le scelte di mercato, l’Alma Juventus Fano è costretta a fare i conti con tante variabili non dipendenti dalla propria volontà e che poco hanno a che vedere con il campo, tanto che il 3-1 incassato ieri a Jesi passa in secondo piano. E’ notizia di venerdì, infatti, l’ulteriore rinvio nella compilazione dei calendari dovuto ai ricorsi presentati dalle società non ammesse in B, con conseguente rinvio dell’i-

Simulazione terremoto, domani incontro con i cittadini di Vallato

FANO - Il Servizio della Protezione Civile del Comune di Fano informa tutti i cittadini residenti nel quartiere Vallato che nelle giornate sabato 15 e domenica 16 settembre 2018, nell’ambito del nuovo Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile, si svolgerà una esercitazione con simulazione di un terremoto che prevede il coinvolgimento della popolazione. Per illustrare dettagliatamente le modalità di partecipazione attiva dei cittadini, l’Amministrazione Comunale invita tutti i residenti del quartiere Vallato all’incontro che si svolgerà martedì 11 settembre 2018 alle ore 21,00 nella sede dell’Organizzazione Vallato in via Benedetto Croce, 25, durante il quale verrà presentato il nuovo Piano Comunale di Emergenza.

nizio a non prima del 22-23 settembre. E’ notizia di sabato invece quella relativa agli interventi di manutenzione di cui necessita lo stadio Mancini: “Gli uffici tecnici – si legge in una nota del Comune a partire dallo scorso mese di agosto, hanno proceduto a una serie di sopralluoghi al fine di valutare come procedere su ogni problematica. Una prima criticità riguardava la copertura della tribuna centrale. A tale proposito il Comune ha attivato un incarico tecnico e a breve inizieranno i lavori in modo da non procurare alcun disagio per l’inizio del campionato. I problemi maggiori si sono riscontrati sulla

gradinata, lato Ancona, costruita nel 1981 e che oggi contiene, in settori distinti e divisi, la tifoseria locale e quella ospite, quest’ultima con una capienza massima di 800 potenziali tifosi, per la quale sono stati richiesti interventi di natura strutturale. Valutata l’urgenza di tale intervento, l’Amministrazione comunale, a partire da questa settimana, inizierà le operazioni di sgombero di tutti i locali situati sotto la gradinata che fungevano da deposito comunale al fine di intervenire successivamente sulla parte superiore della struttura. Per quanto riguarda il settore riservato agli ospiti la capienza verrà ri-

dotta a 500 unità che rappresenta il minimo consentito dalla Lega Calcio”. Nonostante dal Comune si tenda a tranquillizzare tutti, la preoccupazione dei tifosi è palese e lo dimostra il comunicato del Club Forza Alma: “La situazione in cui ci troviamo non solo è inconcepibile per una città come Fano – scrive il club -, ma è anche irrispettosa verso una società seria come l’Alma Juventus Fano la quale, nonostante abbia sempre onorato fino all’ultimo pagamento, rischia ora di ritrovarsi addirittura senza una ‘casa’. Irrispettosa è anche l’indifferenza verso quei tifosi che, dopo aver sottoscritto l’abbo-

namento, ora rischiano di essere dirottati in altri settori. Poche parole, vogliamo i fatti ed esigiamo che tutti coloro i quali, all’interno dell’Amministrazione Comunale, debbano prendere decisioni e lavorare affinché i tifosi abbiano una degna e sicura casa dove veder la propria Alma, lo facciano e velocemente”. Infine un messaggio ai giocatori alla luce dei recenti fatti di cronaca che hanno visto coinvolti tre tesserati: “Vorremmo che tutti prendano atto che la maglia granata è sacra – conclude la nota - e certi atteggiamenti dentro e fuori dal campo devono essere immediatamente modificati”.

La società punta il dito contro il Comune: “Ci sembra una presa in giro” Il club granata arrabbiato anche la mancata erogazione della seconda parte del contributo annuale FANO – Non solo i lavori di manutenzione ma anche la mancata erogazione da parte del Comune della seconda parte del contributo annuale. Ad essere arrabbiati e preoccupati non sono solo i tifosi ma è la stessa società Alma Juventus Fano: “E’ scaduta il 30 Giugno - si legge in una nota - la convenzione che prevedeva per le opere di manutenzione dello stadio ‘Mancini’ un contributo di 50 mila euro da parte dell’amministrazione comunale, del quale 25 mila devono ancora essere incassati anche a causa dell’ostinato ostruzionismo del dirigente allo sport Giuseppe De Leo che si comporta come fosse il sindaco ‘in pectore’, revocando i contributi e chiedendo di deliberare bandi pubblici per l’assegnazione dello stadio, previa riqualificazione delle stesso. Oltre alla mancata erogazione si è aggiunta anche la vicenda legata ai lavori, un disagio che

la società si trova costretta ad affrontare quando siamo ormai alle porte del campionato e addirittura dopo aver consegnano agli organi federali preposti, tutta la documentazione fornitaci dall’amministrazione comunale attestante la regolarità dell’impianto. Da tempo evidenziamo i problemi che ha lo stadio e ogni volta sono state fatte promesse di pronta risoluzione che hanno portato ad un nulla di fatto. Adesso, dopo un verbale di sopraluogo dei Vigili del Fuoco, ci si accorge che la gradinata ha problemi strutturali insuperabili e ci viene detto che il Comune riuscirà a fare il lavoro. Ci sembra una presa in giro - conclude l’Alma - e temiamo fortemente che anche questa volta le promesse resteranno tali e che saremo costretti a disputare fuori città una o due partite, o quantomeno ad avere fortissimi disagi e gravi danni patrimoniali a causa dei mancati incassi”.


lunedì 10 settembre 2018 www.fanoinforma.it

anno 7 - numero 173

AAAcercasi artista per il liceo “Torelli”

FANO – Il Liceo Scientifico “Torelli” di Fano cerca un artista fanese che possa realizzare un’opera da installare di fronte all’istituto. Spieghiamoci meglio: in occasione della ricorrenza e dei festeggiamenti per il 50° dalla fondazione della scuola, invita gli artisti locali a partecipare ad un concorso fina-

lizzato alla realizzazione di un’opera (installazione/scultura) che verrà collocata nel piazzale antistante l’entrata. L’opera, che dovrà avere il carattere di donazione alla scuola, sarà realizzata con un contributo economico per le spese di progettazione e realizzazione da par-

te dell’istituto non superiore ai 2000 €. I progetti, accompagnati da un preventivo di spesa, saranno valutati dai componenti del Consiglio d’istituto, e dovranno pervenire alla segreteria del Liceo “Torelli” entro il 30 settembre 2018.

Un calcio al pallone e un sorso di birra, squadra fanese trionfa al Prague’s Barrel La Top Argento vince nel torneo internazionale dove si può bere prima, durante e dopo le gare, senza limitiazioni FANO - Che i fanesi siano ottimi giocatori di calcio lo dimostrano le carriere di alcuni nostri concittadini, che siano anche grandi bevitori di birra lo testimonia invece il Prague’s Barrel (il Barile di Praga), torneo di calcio a 7 internazionale riservato a squadre non professioniste giunto alla 26esima edizione e che ha visto per il secondo anno consecutivo la partecipazione della squadra Top Argento (team storico dei tornei Csi), che nello scorso week end si è recata in Repubblica Ceca per questa manifestazione ai limiti tra lo sport e la goliardia, con la partecipazione di compagini di tutta Europa. La formazione fanese, dopo il secondo posto dell’anno scorso, quest’anno è riuscita a centrare l’obiettivo grosso in una competizione la cui particolarità è quella che si può bere birra in maniera illimitata prima, durante e dopo le gare. Filotto nel girone eliminatorio in cui i ragazzi fanesi hanno superato 6-0, 5-1 e 4-1 formazioni provenienti da Finlandia, Slovacchia e Italia. A cedere sotto i colpi di

bomber Gianluca Boiani e compagni ai quarti di finale sono stati i kazaki del Gastrolery, superati per 4-2 mentre la vera e propria impresa i ragazzi di capitan Corrado Fronzi l’hanno compiuta i semifinale superando i favoriti del Jaffa Nazareth (Israele) dopo una rimonta che li ha visti passare in pochi minuti dallo 0-2 al 3-2. Sulle

ali dell’entusiasmo, i neri griffati Top Argento sono scesi in campo per la finalissima contro i giovani francesi del Cfj e nonostante l’evidente differenza d’età la squadra fanese, dopo essere passata in vantaggio grazie ad un autogol, ha saputo sfoderare una prestazione difensiva impeccabile alzando così al cielo il trofeo, che, nem-

meno a dirlo, era rappresentato da tre fusti di birra da 5 litri ciascuno. La rosa: Filippo Alessandrini, Eugenio Bartolucci, Gianluca Boiani, Francesco Bruscia, Francesco Cesarotti, Corrado Fronzi (capitano), Giacomo Pascucci, Andrea Pasquini, Alberto Rondina, Fabrizio Tosi, Carmine Vitelli. Matteo Delvecchio

Fano-Belluno, un gemellaggio nato su un campo da calcio Sport e turismo: il Csi Pesaro-Urbino (sede di Fano) ha ospitato una delegazione del Csi Veneto che per 3 giorni ha visitato la città della Fortuna FANO - Spesso si dice che lo sport è un’importante leva per il turismo e di sicuro il Csi si adopera affinché questo non rimanga solo un modo di dire ma si concretizzi. 21 persone provenienti da Belluno, infatti, sono state a Fano da venerdì pomeriggio e domenica pomeriggio grazie al Centro Sportivo Italiano di Pesaro-Urbino (sede in Fano) che ha rinnovato il proprio rapporto di amicizia e gemellaggio con il Csi Belluno-Feltre, in particolare con la squadra di calcio del Gs Nicia che dura da 5 anni. La società veneta presieduta da Fabiano Pierino, che proprio quest’anno festeggia il 25esimo anno dalla fondazione, nel fine settimana appena trascorso è scesa nella riviera adriatica con una nutrita schiera di atleti e simpatizzanti per rispettare quello che ormai è un piacevole appuntamento annuale nel segno dello sport e della convivialità. Il team bellunese capitanato dal socio fondatore Dario Bernard ha

affrontato in un match amichevole di calcio a 8 sul sintetico di Cuccurano una rappresentativa di calciatori fanesi del Csi locale che ha avuto la meglio per 5-2, anche se, scontato dirlo, il risultato finale aveva ben poca importanza. Al termine della partita ci si è salutati con uno scambio di una targhetta e

di magliette celebrative dell’evento dandosi appuntamento al prossimo anno in veneto quando una delegazione del comitato pesarese salirà sulle Dolomiti. Prima e dopo la partita però, i giocatori veneti, le loro famiglie e gli accompagnatori hanno visitato la città di Fano, il centro storico, il mercato

e il Museo della via Flaminia, a dimostrazione che quello andato in scena sul campo è stato solo un piccolo assaggio di quello che significa essere gemellati e di come il Csi, attraverso questi momenti e ad altre iniziative, offre la possibilità a tante persone di fuori regione di conoscere la nostra città.

Fanoinforma n. 173 - Lunedì 10 Settembre 2018  
Fanoinforma n. 173 - Lunedì 10 Settembre 2018  
Advertisement